Libia

Viaggio nell’inferno dei lager libici dove gli immigrati vivono in schiavitù

«Adesso voglio solo tornare a casa, ma poi ripartirò per l’Italia. Anche se mai più attraverso la Libia», giura Mohammed Yakob, 18 anni, sudanese. Ragazzino con i capelli rasta e a torso nudo nella fetida calura del girone dantesco di Triq al Siqqa, il più grande centro di detenzione per migranti di Tripoli. «Invito tutti i giovani del Sudan a non partire pensando di passare per la Libia – aggiunge Yakob -. Questo paese per i migranti è un inferno, un incubo di violenze e vessazioni». La sua storia è comune a tutti i dannati, un migliaio, detenuti dentro una grande gabbia composta da luridi cameroni senza aria, dove si dorme buttati per terra in mezzo a pulci e topi. «Sono partito l’aprile dello scorso anno e a ogni tappa i trafficanti ci picchiavano chiudendoci come bestie in posti che avrebbero potuto contenere un terzo di noi – racconta il giovane – Poi ci hanno infilato in un camion frigorifero per farci arrivare a Tripoli. Sulla costa, a Sabrata, siamo stati imbarcati su un gommone con i mitra puntati nel caso qualcuno avesse paura di partire con il rischio di affogare». In 15 sono morti annegati prima che il gommone alla deriva fosse intercettato e soccorso dalla Guardia costiera libica, addestrata dall’Italia, che ha riportato i migranti a terra. «Chi aveva tremila dinari (circa 300 euro) pagava le guardie e veniva lasciato andare – denuncia Yakob -. Io ero senza soldi e mi hanno portato al centro di detenzione».

LEGGI ANCHE
Ecco i brogli di Maduro

Uno dei dannati nella penombra di una stanza puzzolente mostra delle cicatrici sulle braccia e sussurra: «Guarda cosa mi hanno fatto i libici. Questa è tortura». Le guardie del ministero dell’Interno non sono angeli e si rendono conto delle condizioni inumane nei centri, ma il budget del governo è talmente limitato che pure loro ricevono la paga a singhiozzo.

All’ingresso del camerone, dove vivono le donne con un neonato partorito dietro le sbarre, qualcuno ha scritto a mano la frase «Chi entra non perda la speranza», che ricorda, al contrario, quella all’ingresso dell’inferno di Dante. Le disgraziate vengono illuse, come Gwase, 25 anni del Gambia, intercettata in mare e appena trasferita al centro di detenzione: «Mi hanno raccontato che in Italia ci sono privilegi per i rifugiati. Per questo sono partita».

All’imbarco sui gommoni i trafficanti garantiscono «che le navi italiane verranno a prenderci», racconta Jabel Collins, 28 anni del Ghana. Il migrante è ancora sporco di sabbia e in testa ha una striscia verde di vernice fluorescente: «Serviva come garanzia del pagamento per imbarcarsi sul gommone con il buio».

In agosto, rispetto allo stesso mese del 2016, gli arrivi in Italia sono crollati dell’85%, ma quest’anno sono sbarcati quasi centomila migranti. Gli hub dei barconi come Sabrata sono fermi grazie a un accordo con personaggi come «lo zio», al secolo Ahmed Al Dabbashi, potente capo clan locale. A lui rispondono le due milizie più forti della zona, compresa la Brigata 48, che garantisce pure la sicurezza esterna dell’impianto Eni di Mellita. «Prima proteggevano i trafficanti, che spesso sono membri dello stesso clan, grazie a un pizzo minimo di diecimila dinari a gommone (circa mille euro) – spiega una fonte locale -. Adesso si sono convertiti grazie a un accordo con gli italiani gestito dal governo di Tripoli e fermano i migranti». Oltre a mezzi e soldi Al Dabbashi ha chiesto in cambio l’amnistia per lui e i suoi uomini. Nella cittadina costiera della Tripolitania operava anche il misterioso Mr. Pow, un nigeriano specializzato nella tratta di giovani donne dirette in Italia, che in gran parte finiscono sul mercato della prostituzione.

Cento chilometri a sud est di Sabrata sorge il più grande centro di detenzione libico di Garyan. Una sfilza di capannoni-celle, in mezzo al nulla, costruiti dagli italiani ancora ai tempi del colonnello Gheddafi. Un nugolo di braccia nere si sporge attraverso le sbarre dei portoni d’ingresso chiusi con grossi lucchetti. Tutti gridano che vogliono tornare a casa e sventolano i fogliettini bianchi con i numeri di registrazione per il rimpatrio. Il centro «ospita» 1.174 migranti, in gran parte provenienti dall’Africa nera. L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), quando va bene riesce a organizzare due voli di rimpatrio alla settimana. A causa di budget e personale limitati ha rimandato a casa, fino ad agosto, seimila persone, ma ce ne sono ancora settemila nei centri di detenzione. «È terribile qui soffriamo non c’è neppure abbastanza cibo da mangiare Supplichiamo le Nazioni Unite di aiutarci, di farci tornare ai nostri paesi», implora un diciottenne della Costa d’Avorio.

Il colonnello Bahlul Shanana, che comanda il centro di Garyan, accusa Roma e Bruxelles di parlare tanto, ma agire poco. «In Europa vi preoccupate dei diritti degli animali e in Libia abbandonate questa gente in condizioni terribili. Da soli non riusciamo neppure a sfamarli», sbotta l’ufficiale.

I migranti del Bangladesh raccontano di avere pagato seimila euro per arrivare in aereo via Dubai, Turchia o Sudan atterrando all’aeroporto di Mittiga a Tripoli con un falso permesso di soggiorno. I poliziotti libici puntano il dito contro la sede diplomatica del Bangladesh dove ci sarebbero funzionari che agevolano la pratica. Lo scorso anno è stato arrestato un intermediario eritreo, che usava come «ufficio» la caffetteria della sua ambasciata a Tripoli. Il «mediatore» faceva parte della rete dell’etiope Ermias Ghermay, trafficante super ricercato dalla procura di Palermo.

Il vero problema è l’imbottigliamento che si è creato in Libia con circa mezzo milione di migranti in mano ai trafficanti o che lavorano come schiavi, in attesa che i barconi ripartano per l’Italia.

Su Facebook è stato scoperto in giugno un orribile video di 260 migranti somali ed etiopi torturati per costringere i parenti a pagare più soldi per il viaggio. «Mi hanno rotto i denti e una mano – si dispera un giovane ostaggio -. Sono qui da 11 mesi e vogliono ottomila dollari per lasciarmi andare». I video vengono inviati via Whatsapp sui cellulari dei familiari.

L’Oim ha denunciato addirittura l’esistenza di mercati degli schiavi nel sud del paese e nel confinante Niger. «I migranti sub sahariani vengono venduti e comprati dai libici» sostiene l’agenzia dell’Onu. Gli uomini sono costretti ai lavori forzati e le donne diventano schiave del sesso fino a quando non arrivano i soldi dalle loro famiglie per «riscattarli». Chi non riesce a pagare viene ucciso o bruciato vivo per dare un esempio, come è accaduto questa estate a due uomini e a una donna a Bani Walid.

«Bisogna fermare il flusso controllando la frontiera meridionale, che adesso è un groviera – spiega il colonnello Shanana -. Altrimenti la Libia continuerà a riempirsi di queste masse umane». L’Italia ha chiesto all’Unione europea di riesumare un progetto di Finmeccanica di sorveglianza elettronica del confine con sensori e telecamere per fermare il traffico realizzato poco prima della rivolta che ha abbattutto Gheddafi. Nel frattempo i dannati di Garyan urlano da dietro le sbarre «libertà, libertà» di tornare in patria sperando che dopo l’inferno libico non ritentino il viaggio per l’Italia.

  • Marco Casetta

    Basta non partire..ma che cavolo di articolo è? Cosa fate, campagna per riprendere gli sbarch? PAZZESCO

    • berserker2

      Infatti, è quel genere di articoli che leggi su Rebubbliga, sullo Sfatto, che denunciano le condizioni brutte brutte che i clandestini africani senza dignità trovano in Libia e le cosacce brutte brutte che i cattivi democratici libici gli fanno. E li scrivono sti articoli, per esortare l’Occidente, L’Europa ad “intervenire”, ovvero farci carico noi europei, non solo della feccia che poi qui in Europa riesce ad arrivare “per avere i privilegi” come dice una delle imbecilli clandestine del Gambia che per il momento se l’è preso inderposto, Corridoi umanitari, campi ONU-UNHCR, a spese nostre, ponti aereo, questo vorrebbero i catto/sinistrati, camerette con la TV, merendine, belle cenette etniche, telefonini, sci, piscina, quasi come qui in Italia, e poi il viaggetto confortevole in Italia, solo così i sinistrati si placherebbero e sarebbero contenti.
      Povero “Mohammed Yakob, 18 anni, sudanese, ragazzino con i capelli rasta e a torso nudo nella fetida calura”…….per il momento te lo sei preso in quel posto…….poi si vedrà.

      • aq

        Vede,io la penso esattamente come lei sul fatto che NON DEBBANO VENIRE, a meno che non ci siano tutta una serie di condizioni (es. quelle della Bossi – Fini: un lavoro già a monte, per quanto assurdo sia: sarebbe ancora una legge, se vogliamo). Potevano benissimo immaginarsi come andava in Libia e dunque a meno che non fuggano da un campo di concentramento non vedo tutte queste ragioni se non una irrazionale speranza (anche io potrei voler vivere a NY, ma non ci penso nemmeno senza aver pianificato la cosa, so che sarei espluso e non mi piacerebbe). Un altro conto però è descrivere oggettivamente quanto accade. Bene fa Biloslavo a farlo.

        • aq

          Ciò non toglie che agirei come la marina australiana, a questo punto. La Libia, francamente, stava meglio sotto Gheddafi e meglio ancora sotto amministrazione controllata o perfino sotto Italo Balbo. Quanto ai 1500 o 3000 usd che questi illusi mettono insieme e regalano ai criminali, sarebbero meglio spesi (in parte) per pagarsi un visto, qualora vi siano le condizioni, e un biglietto aereo normale, ovviamente per coloro i quali avessero dei requisiti. Ma per fare ciò bisogna non essere con la melassa nel cervello e sapersi organizzare. Ormai un paese in mano a PD, grillini e con altri partiti ridicoli è spacciato.

        • Marco Bi

          Il post si sarebbe dovuto fermatre qui:
          “Vede,io la penso esattamente come lei sul fatto che NON DEBBANO VENIRE”

  • venzan

    Poveri immigrati vittime dei nostri predicatori di accoglienza, e hanno pure pagato il viaggio per arrivarci li credendo di aver diritto di venire in Europa. Per chi non ha capito: ci sono arrivati li di loro volontà e con qualche migliaio di euro in tasca per gli scafisti, che adesso potrebbero utilizzarli per farsi riportare a casa.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Il fenomeno non è solo africano … come ci racconta l’autore di questo articolo … https://uploads.disquscdn.com/images/3e4613fd33dda8434b5e33b6a5661b497f6e1cf730d0dc3c25ecc1d266b73193.png

    • Dango956 .

      Loro volontà fino a un certo punto: è anche vero che prima della spedizione punitiva “europea” contro Gheddafi del 2011, la Libia costituiva la meta ambita – più dell’Europa – di centinaia di migliaia di africani subsahariani. Il regime del colonnello teneva buoni i maschi libici delle tribù con lavori statali parassitari, faceva fare i lavori di maggior responsabilità alle donne libiche e tutti gli altri lavori venivano svolti da circa due milioni di immigrati, tra cui anche parecchi occidentali in genere impiegati come tecnici petroliferi, ingegneri, geometri, insomma nei lavori più specializzati

  • Davide Marchi

    «Mi hanno raccontato che in Italia ci sono privilegi per i rifugiati. Per questo sono partita». Non dico altro …

    • Livio

      E ci ha ragione.

    • itsmy opinion

      perché, non ci sono? non fanno un tubo tutto il giorno, pasti tre volte al giorno, wifi gratis, talvolta un algergo con piscina ecc ecc cosa sono?😜 poi ogni tanto spacciano, rapinano, rubano, violentano ma che vuoi che sia….( lo fanno anche gli italiani direbbe il solito rosso).

  • berserker2

    Biloslavo (pur bravo corrispondete)……aridaje……..ma cazzocenefrega a noi!
    Mica glielo abbiamo chiesto o ordinato noi occidentali di venire a rompere il cazzo in Europa a tutti sti africani senza arte nè parte e voglia di lavorare. Hanno voluto la bicicletta, hanno sperato, creduto (qualcuno, i sinistrati, glielo hanno fatto credere….), di poter venire qui a gironzolare dalla mattina a sera, senza fare un cazzo, col telefonino gratis, mantenuti dagli Europei…….e adesso (per quei pochi che vengono fermati in Libia), che si FOTTANO.

    • Antonio Fasano

      A quanto mi risulta glielo hanno ordinato gli occidentali AI LORO ESERCITI di andare a rompere il cazzo ad africani e arabi!

      • berserker2

        Ahahahah Somar El Markettar, come stai, tutto bene, come vanno le abluzioni mensili. Anche tu mastichi foglie di droga come fanno nei suk e quindi scrivi obnuvolato senza capire un cazzo. Per curiosità, per meglio capire i “vostri” usi e costumi e farci due risate, ma il bastoncino con cui vi pulite i denti è lo stesso con cui vi nettate anche l’ano o ne avete due uguali…… Ma bando alle ciance, veniamo al dunque……Ancora co sta cazzata degli eserciti occidentali…….e pensi di cavartela così……sono SECOLI che i muzzurmani rompono il cazzo ai loro vicini, agli afrigani, agli asiatici e agli europei e se aveste saputo che la Terra è rotonda, pure agli americani, ben prima delle Crociate tanto per dirne una. La conquista dell’afriga seddendrionale da parte dei marrucchini islammici avvenne per spirito di conquista e conversione, o pensi che gli Egizi o i Vandali avevano “rotto il cazzo” (per usare il nobile frasario tuo….) ai sottanati bananiferi del Golfo. Altro che Colonie, altro che “Eserciti Occidentali”………la nostra è stata solo una reazione alla violenza e ferocia dei marrucchini/saracini amici tuoi, cui ti sei inchinato.

        • Antonio Fasano

          Se è per questo i romani avevano rotto il cazzo anche prima alle popolazioni della attuale mezzaluna fertile. Senza contare gli Israeliti con la conquista della terra di Canaan!

          • berserker2

            Ecco appunto, anche se ignorante e marrucchino hai detto bene……
            I Romani andarono a “rompere il cazzo” (per usare questo frasario a te tanto caro), in Afriga Londana Settentrionale (gli attuali Tunnisia, Marrocco, Alceria, Lipia), a causa di Cartagine (che quella si che “rompeva il cazzo ai Romani), mentre prima, i Greco/Macedoni andarono in Eccitto, a causa dei Persiani (che sempre gli avevano “rotto il cazzo”).
            Romani e Greci MAI invasero o cercarono di conquistare la penisola arabbica, ovvero il turpe posto da cui vengono gli amichetti islammici rompicazzo tuoi. Forse perchè era troppo lontano, troppo desertico, donne troppo brutte, o forse perchè era talmente un posto di merda che non ne valeva la pena, altrimenti gli occidentali, così come hanno fatto poi gli inglesi, gli avrebbero spianato le chiappe in pochi giorni.
            Stè cazzate relativiste, valle a raccontà agli imbecilli sinistrati, che loro se le bevono con piacere e ci si fanno sopra pure la lacrimuccia.

          • Antonio Fasano

            Ignoranza crassa. Non conosci nemmeno in cosa consiste la penisola araba!

          • agosvac

            Basta guardare un buon atlante per vedere che è un paese desertico con pochissime zone coltivabili. Purtroppo ha un mare di petrolio, tra l’altro trovato ed estratto dagli occidentali perché gli arabi neanche sapevano cosa fosse.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tutt’altro l’Italia con i suoi terreni fertili eppure milioni di italiani sono andati a vivere all’estero …

          • Maura S.

            Per lavorare e per insegnare a certi popoli, stupidi come lei, chi eravamo. Naturalmente non sono riusciti ad indottrinare tutti i soggetti se ancora esistono persone ignoranti come lei.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Milioni (oltre 20 milioni di italiani) non se ne vanno perché a casa stanno bene … Mobbing a te dice qualcosa?

          • Antonio Fasano

            L’atlante non basta. Serve anche la storia e l’etnologia!

          • Marco Bi

            Dipendesse da me la penisola araba andrebbe tutta nuclearizzata e poi costruiti campi da golf, parcheggi e centri commerciali.

          • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

            Capisco che l’età gioca qualche scherzo ma cartaginesi e persiani sono venuti a rompere i coglioni loro per primi…

            E le hanno prese 😸.. Da Cartagine a Lepanto le hanno sempre prese 😸

          • Antonio Fasano

            E poi?

            Il giorno 15 settembre 2017 21:29, Disqus ha scritto:

          • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

            Dopo è stato assolutamente notabile il grande contributo originale dei musulmani alla civilizzazione – è ironico – che hanno principalmente salvato i testi greci.

            Hanno avuto qualche sapiente isolato ma dopo a forza di piegarsi per ululare 3 o 5 volte al giorno hanno perso il treno del progresso – sai perché è stato fatto il culo ai par tuo?
            Le campane – dovendo fondere campane i cristiani hanno imparato bene la metallurgia che è utile se si devono fondere cannoni.
            Muezzin ululanti bloccano il progresso.

            P.S. guarda che ho letto il tuo post dove hai definito il cristianesimo una religione fondata da un criminale. Da cui segue che se vieni a chiedere tolleranza te, musulmano, da me certo non la avrai.

          • Antonio Fasano

            E a cosa serve il progresso materiale? A rincoglionirvi?

            Il giorno 16 settembre 2017 08:43, Disqus ha scritto:

          • Maura S.

            Se a lei non interessa il progresso materiale che ci fa se non in Italia in Europa. Se ne torni nel deserto arabico come ai tempi dei suoi adepti a domesticare i cammelli invece di romperci i zebedei.

          • Marco Bi

            Ma dove vuoi che vada? Quello sopra è siciliano musulmano, ma mica va a fare il musulmano a musulmanolandia in mezzo alla merda di capra, ad altri ciabattati come lui, no? Lui fa il musulmano antioccidentale ma in occidente, per scassare meglio il cazzo e beccarsi tutti i privilegi che, nei paesi dove c’è l’Islam non si hanno.
            Gente come quella sopra, dipendesse da me, verrebbe paracadutata in musulmanilandia nel giro di due giorni e, qualora tentassero di rientrare, accolti a cannonate in mezzo agli occhi. E invece no, abbracciano una religione che odia l’occidente, gli occidentali, detesta i costumi, il modo di vivere, ma noi permettiamo loro di farlo. E’ come se permettessimo al virus dell’influenza di restare nel nostro organismo, danneggiandolo irreparabilmente.
            Come gli amichetti del cazzo suoi che secondo il merdame sinistrato scappano da guerre, persecuzioni, miseria, attentati e tricchetracche, a causa della cazzo di religione che abbracciano e poi, una volta qui e in salvo che fanno? Ricreano tutto il merdame-religioso che li ha portati ad avere quei cessi di paesi dai quali provengono.
            Con me tutto questo ciarpame di barbeunte, ciabattati all’aroma di aglio e capra avrebbero vita molto difficile.
            Attentato musulmano in una città europea? Ritorsione verso i musulmani in ogni città d’Europa nel giro di pochi minuti. !0 morti europei perchè qualche musulmano si mette a fare zigzag tra la folla? Napalm sui quartieri musulmani e sterminio del parentado del cojone fino alla decima generazione.
            Stai tranquilla che passerebbe loro la voglia dopo poco di cagare il cazzo all’umanità…

          • Marco Bi

            Il progresso materiale serve ai ciabattati come te di spaccare la minchia all’umanità con un computer collegato ad internet.

          • Criceta – ?esimo ban e mezzo

            “Salvato i testi greci”? Guarda che gli arabo-musulmani sono gli autori dell’attacco del 642 alla Biblioteca di Alessandria, che ne causò la distruzione!

          • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

            veramente il preservamento della tradizione Greca da parte degli Arabi Musulmani e’ un fatto accettato, e va anche detto che hanno dato contributi originali (Algebra deriva dal Greco) – i Numeri si chiamano Arabi non per niente e non per niente si leggono correttamente da destra a sinistra (cifra meno significativa va letta prima) che gli Arabi scrivono e leggono storto rispetto a noi.
            Questi sapienti Musulmani viveano ovviamente in mezzo ad una ciurma di cammellieri guidata da religiosi ignoranti e fanatici – come i Cristiani dell’epoca del resto.

            Quello che i Musulmani Hanno mancato, rispetto ai Cristiani, e’ superare la fase di camellieri+religiosi fanatici – mentre i Cristiani inventavano e sviluppavano la scienza loro restavano a far la Guardia al cammello, dalla sconfitta di Lepanto non riescono piu’ a prendere l’iniziativa – cammellieri sono e cammelieri restano.
            Qualche grande individualita’ la Hanno pero’ avuta.

          • Criceta – ?esimo ban e mezzo

            Guarda che quelli che sono comunemente chiamati “numeri arabi”, a cominciare dallo zero, di fatto sono numeri indiani. Il merito degli arabo-musulmani può essere stato quello di averli esportati, dopo la conquista (violenta) effettuata in quel Paese: non certo di averli inventati.
            Quanto all’opera di preservazione dei testi greci, possono anche aver salvato qualcosa, in ambito strettamente medico o astronomico, vale a dire quello che meno confliggeva con le disposizioni del Corano. Ma direi che la distruzione dell’immensa Biblioteca di Alessandria, centro dello scibile dell’epoca, controbilancia in negativo qualsiasi intervento conservativo.
            Infine: nessuno nega che siano esistite anche grandi individualità in ambito arabo-islamico. In molti casi, si trattava di ebrei o di zoroastriani; in altri, erano arabi il cui genio dev’essere stato devo straordinario, per sopravvivere ad un’ideologia e ad una giurisprudenza (prima ancora una religione) tanto nemica dell’intelligenza.

          • silver

            Infatti dopo la conquista di Alessandria il comandante musulmano chiese al califfo Umar che era tornato a Damasco cosa doveva farne dei tantissimi libri e pergamene trovati nella biblioteca. Umar rispose:” Se ciò che è scritto nei libri concorda con ciò che stà scritto nel Libro di Dio il Corano, non servono. Se non concorda non servono ugualmente. Perciò bruciateli tutti” L’incendio della biblioteca durò sei mesi. Questo a prova di come ci tenessero alla cultura questi barbari cammellati..

      • Divoll79

        Questa e’ la solita scusante trita e ritrita usata dai falsi buoni (in arte, buonisti). C’e’ forse la guerra in Marocco? In Gambia, Senegal, Nigeria, Egitto, Mauritania, Algeria, Tunisia, Bangladesh, India, Pakistan, Albania, America Latina?

      • telepaco

        Beh se vogliamo ragionare su fatti e gurre accadute oltren 70 anni fa possimo benissimo asserire che gli arabi oggi pagno le incursioni saracene che facevano sulle coste europee per prendere schiavi donne e bambini. Quindi oggi ben gli sta se hanno guerre e bombardamenti, se lo meritano e io godo, cosi imparano!

      • Maura S.

        A quanto pare anche gli europei hanno combattuto le loro guerre e sono rimasti per nei loro paesi e lavorato giorno e notte per rimetterli in piedi. Si legga la storia dell’Europa e se ne stia zitto pezzo di mxxxx

  • beppe casciano

    Ma guarda te se noi italiano ci dobbiamo fare carico dei problemi di questa povera gente, depredata da tutti tranne che dagli italiani: i francesi e gli inglesi ne hanno fatto carne da macello durante il periodo coloniale, gli americani gli vendono le armi per le loro guerre perenni, i sionisti fanno soldi con gli interessi sul giro di soldi impressionante… e noi italiani dobbiamo “raccattare” i problemi, ripeto di questa povera gente… guerra fra povere, noi e loro

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      L’Espresso del 18 agosto 2014 … L’arsenale nascosto dell’Esercito … Nel bazar delle armi italiane … Uno squadrone di semoventi in Africa, una manciata di autoblindo in Libia, un po’ di cingolati in Libano, qualche elicottero qui e là. È da un decennio che l’Italia ha una sua strategia dell’usato bellico, regalando armi di seconda mano per cercare di costruire legami internazionali …

      • beppe casciano

        ma piantala cretina…

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Meno bugie …

  • Lamberto Z

    il dinaro vale mezzo euro, quindi 3000 dinari sono 1500 euro, gli schiavi ci sono sempre stati, quando ero a Bengasi ho visto comprarli per massimo 500 euro, gli arabi li chiamano i neri, in Mali il 20% della popolazione è arabo e schiavizzano il resto della popolazione, comprano e rivendono gli schiavi in Arabia Saudita, Qatar ed emirates. in Libia c’è il reato di clandestinità, le colpe sono anche delle ong, che appoggiano i flussi migratori.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Questione di mentalità … Essere al servizio di Hannibal vuol dire lavorare 22 ore al giorno quasi senza mangiare, cinghiate e sberle alla minima occasione, insulti e un salario da fame pagato una volta all’anno». Parola di Hassan e Mona (nomi falsi), ovvero del domestico marocchino e della collega tunisina che un mese fa osarono denunciare alla giustizia elvetica per sequestro e maltrattamenti Hannibal Gheddafi … Il Corriere della Sera del 28 agosto 2008 con … Noi, schiavi di Hannibal Gheddafi …

      • Maura S.

        Cchiamarla deficiente è troppo poco. l’Italia che dovrebbe fare…… portarseli tutti da noi e mantenerli a vita.? Se questi personaggi hanno i soldi per pagarsi il viaggio, che se ne stiano nel loro paese e lavorare per mantenersi. In Italia non li vogliamo. Siamo razzisti…….. tanto meglio.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Purtroppo con i commenti non riducono il problema che lamenti …

  • Nick2

    Minniti e l’UE, per cercare di risolvere il “problema migranti” e restare nel contempo “puliti”, commissionano a quattro malviventi capi clan libici, orrendi crimini contro l’umanità e, di conseguenza, la violazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Queste atrocità sono comunque tutte inutili. Ricordate la vecchia canzone “Come può uno scoglio arginare il mare?” Entreranno ugualmente in Europa, attraverso la Libia o attraverso altre vie, perché chi è disperato ha nulla da perdere e di nulla ha paura. Ricordo ai frequentatori di questo forum, accecati dall’odio razziale che questi che, nella migliore delle ipotesi, definite “feccia”, sono UOMINI come noi, come i nostri figli e che per puro caso noi abbiamo avuto la fortuna di nascere 4000 Km più a nord rispetto a loro. Fosse successo il contrario, vedremmo la realtà da una diversa prospettiva e, forse, capiremmo tante cose. Complimenti a Fausto Biloslavo che racconta il dramma di migliaia di UOMINI, senza cadere nella facile demagogia come spesso accade ai suoi colleghi.

    • Lorenzini Patrizia

      Ma la responsabilità di procreare ad oltranza di chi è? Loro? Delle diverse religioni?
      Di lottare ‘eventuelmente’ contro certi tiranni, o governi corrotti (spesso, lo riconosco, sostenuti dall’Occidente) di chi è?
      Secondo me, aiutarli a casa loro, aiutandoli a capire che non si possono fare minimo 6 figli a coppia se c’è da mangiare per uno solo, aiutarli a disfarsi dei governi corrotti….
      E rinunciare a materie prime (nickel ecc…) e lasciarle a loro, pagandogliele il giusto dovuto…
      Cordiali saluti

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        In Africa ci sono circa 40 abitanti per chilometro quadrato … in Europa circa 70 (in Italia circa 200) …

        • Lorenzini Patrizia

          e che è un invito a procreare ancora????? Non crede che questo discorso vada fatto a livello globale, con un pianeta sfinito????
          Mi spiega allora se c’è tanto posto in Africa perchè vengono qui?
          Cordiali saluti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            In Africa ci sono tanti stranieri facoltosi che acquistano le risorse, come i terreni agricoli, che sappiamo necessarie per sopravvivere …

          • Lorenzini Patrizia

            Infatti!!! Ma l’ha letta la mia risposta a Nick2, l’ultima frase per la precisione….negli anni ’70 due mie amiche francesi andarono come ‘cooperanti’, lautamente pagate dal governo francese (erano insegnati e si raddoppiarono il salario…, villa con piscina con tanto di boy al servizio….) in Mali, a Bamako. E già allora ci raccontavano dei cinesi che ‘investivano’…questo per la nostra responsabilità….Per la loro, basta con i ‘boveri negri’…reagire, reagire e crearsi il proprio futuro nel proprio paese…Sono di sinistra, ma per me la responsabilità individuale è inalienabile….
            Cordiali saluti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Lorenzini Patrizia

            may be!!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non magari … a tal proposito l’AGI (Agenzia Giornalistica Italia) … L’Africa è già una colonia cinese … Di diritti umani non se ne parla, figuriamoci di diritti dei lavoratori. E i governi africani, che non sono certo in prima linea sul fronte dei diritti da far rispettare, se ne lavano le mani, proprio in virtù del “principio di non interferenza”, che a queste latitudini si traduce in libertà di arricchirsi alle spalle del popolo …

          • Lorenzini Patrizia

            ma santa madonna reagire in loco, no????

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Poveracci senza soldi e armi contro ricchi con soldi e armi? In Cina forse non ci sono fabbriche lager?

          • Lorenzini Patrizia

            mah la rivoluzione si fa anche con le pietre….ci vuole la volontà di reagire, del resto chi se ne sb..;e dei cinesi, io li boicotto in toto… per favore non parliamo con slogan…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La servitù della gleba venne abolita in Russia nel 1861 senza rivoluzione …

          • Lorenzini Patrizia

            La mi scusi, sono di sinistra ma con gli occhi aperti, nevvero….l’ideologia pura e dura ha già combinato un sacco di guai…ah ça ira ça ira ça ira

      • Nick2

        1) Procreare ad oltranza è prerogativa di tutte le popolazioni povere, per le quali i figli sono una ricchezza, non un peso come da noi. Fino a 70-80 anni fa anche in Italia erano numerose le famiglie con 6-7, persino 10 figli. Questi figli hanno contribuito a rendere il nostro piccolo paese una delle più grandi potenze economiche del mondo. Ora, senza figli, abbiamo bisogno degli stranieri. Tutte le grandi civiltà sono implose a causa del crollo delle nascite.
        2) E chi rinuncia alle LORO materie prime?

        • Nick2

          E chi pensi che imponga loro governi corrotti?

          • Lorenzini Patrizia

            mi sembra di avere risposto….

          • Lorenzini Patrizia

            avevo risposto al Suo post precedente, ma non appare, boh???

        • Lorenzini Patrizia

          ora abbiamo gli strumenti necessari (educazione, contaccezione ecc) per evitare il numero dei figli, 70 anni fa, no..non mi sembra lecito paragonare le grandi civiltà del passato con le nostre, l’approccio, la scienza, le possibilità d’intervenire sono differenti, e poi il discorso è globale, non ci possiamo permettere un’Africa con 2 miliardi di individui…il pianeta non ne puo’ più…anni fa lessi che gli elefanti, gli elefanti, in caso di soprannumero ‘allungavano’ il periodo di gestazione…saremmo più scemi degli elefanti???? Lo sappiamo in anticipo che questo ci porterà a guerre inevitabili (???) per l’energia, l’acqua, il cibo (speculazioni sulle materie prime…) ma no facciamo niente…questo era il contenuto più o meno del mio post precedente che non è stato pubblicato…
          cordiali saluti

        • Tani Tanito

          da noi, come dice lei, si facevano 6/7 figli perché servivano ” Braccia” per aiutare i propri genitori nei campi e nelle stalle, ed in seguito come ” stampella” per quando i genitori fossero diventati troppo vecchi per sostenersi da soli. Ma si faceva perché c’ era lavoro, questi fanno figli senza neanche avere un pezzetto di terreno o qualcosa da coltivare , molti di loro purtroppo non vanno a scuola, che futuro possono avere?

    • berserker2

      “Uno scoglio” certo che NON lo argina il mare……ma mille scogli, un milione di scogli, lo arginano eccome, poi magari ci metti pure una diga (come fanno in Olanda) e non solo lo argini il mare, lo FERMI del tutto e gli strappi anche porzioni di terra.
      Ma gli accoglionisti coglioni catto/sinistrati come te, non è che queste cose semplici le possono capire…., semplicemente non le volete capire. Dovreste mettere in discussione tutte le cazzate ideologico/esistenziali con cui vi hanno impappato il cervello, cui avete creduto per convenienza, vigliaccheria e stupidità. Meglio stare al calduccio delle convinzioni errate, che però danno guadagno che pensare in solitaria con la propria testa.
      La “feccia” come la chiami tu, ovvero scansafatiche afrigani senza dignità, decoro e voglia di lavorare, non fuggono da null’altro che dalla loro vigliaccheria e indolenza. Lasciano madri, mogli, sorelle al solo scopo di essere mantenuti qui in Italia dagli scemetti come te. Purtroppo, grazie agli scemini come te, mi tocca stare a mantenerli pure a me, che se ti limitavi a portarli a casetta tua non c’era problema. Non sono “disperati” da nulla, sanno che verranno trattati coi guanti grazie ai cretini come te, sanno che qui “ai profughi gli danno soldi e privilegi” (sic), così come riportato da Biloslavo. Non hanno nulla da perdere, nè alcuna paura, perchè appunto, qui da noi, nessuna paura gli facciamo. Ma fai che avessimo a comportarci da Paese serio, prendendo a calci in culo tutti stì cialtroni vigliacchi, poi lo vedi da te se non si “argina” questa invasione di clandestini senza dignità. Adesso è facile così, quasi non gli costa nulla, li andiamo a prendere a domicilio (perchè ancora li andiamo a prendere in Libia, solo che non te lo dicono più). Fai la faccia feroce, e poi ci facciamo due risate.
      Solo per chi scappasse da una vera guerra, da una vera persecuzione, per salvare se stesso e i propri figli, varrebbe il principio che hai stupidamente affermato. Ma per chi non scappa da nulla, che ha solo voglia di fare la bella vita mantenuto da altri, beh allora una reazione molto dura e seria, stai pur sicuro che sarebbe piu che sufficiente per fermare sti nullafacenti,
      Del resto, infatti, prova a chiederti perchè sti clandestini afrigani non provano a entrare in Israele, ovvero, Paese sicuro, occidentale, relativamente ricco, democratico…….ci potrebbero andare a piedi, per parlare dei Paesi del Golfo, sicuramente ricchi, stessa religione……….No, non lo fanno, perchè sanno che gli romperebbero il culo, e allora va a catafascio tutta la tua ardita cazzata……..non sono disperati, perchè se lo fossero, seguendo il tuo ridicolo ragionamento affronterebbero qualsiasi rischio per mettersi in salvo, anche sfidare Israele o i Paesi del Golfo……invece no, SCELGONO di venire qui, perchè qui sanno di trovare gli imbecilli come te.

      • Nick2

        E se ti dicessi che gli immigrati servono? Che sono necessari in un’Europa che sta morendo di
        vecchiaia? Non ce lo dicono perché hanno paura di perdere consensi. Voi non avete ancora capito che, in uno stato non è tanto importante la popolazione totale, ma il rapporto fra le fasce di età. In Italia, Germania e quasi tuta l’UE siamo tutti vecchi. L’età media è di quasi 50 anni e gli ultrasettantenni sono più numerosi dei ragazzi sotto i 20 anni. Siamo destinati matematicamente a implodere. Se nulla cambierà, sistema pensionistico e sanità non potranno reggere. Fino alla metà degli anni 60 nascevano circa un milione di bambini l’anno. Ora, nonostante gli stranieri, circa 470.000. I numeri sono talmente chiari, che non ci possono essere dubbi. E’ naturale che voi siate
        contenti quando vi dicono quello che volete sentirvi dire, ma purtroppo vi solleticano solo la pancia per ottenere un pugno di voti in più. Se dovessero andare al governo, farebbero finta di usare il pugno duro con gli immigrati, ma, di nascosto, permetterebbero nuovi ingressi.. L’UE ha bisogno di 30 milioni di giovani entro 10-15 anni per evitare il sicuro default. Credo non faccia piacere a nessuno, ma purtroppo è l’amara realtà…

        • berserker2

          Gli immigrati ci servono……!!!! Questa è un altra cazzata che i sinistrati, gli asserviti alla finanza globalista, i mondialisti, gli oscuri burocrati a stipendio pieno ONU e UE, quelli che non hanno mai lavorato in vita loro, i privilegiati nullafacenti, i radical chic, i sinistrati al caviale propalano a più non posso per portare a compimento il loro disegno criminoso o per mantenere i propri privilegi.
          E’ sul genere de “pagheranno le pensioni degli europei”, “anche gli italiani emigravano”, “fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare” (a questa ormai non ci credono più nemmeno loro, ma ogni tanto rimbalza come un eco).
          Ovvero, cazzate senza alcun fondamento, ripetute dal main stream della informazione, culturale, mediatico, dalle anime belle, dagli scienziatoni del pensiero unico, attori, scrittori, cantanti, nani e ballerine, ovvero tutta gente che non mai lavorato in vita sua e che alle animucce semplici come te, piacciono tanto, da credere alle loro cazzate.
          L’Europa, l’Italia sta invecchiando dici, non si fanno più figli……ma dai, strano però.
          Allora, un Paese in cui una classe politica post 68ina, ben manovrata da poteri occulti, ha cominciato dagli anni 70 a minare e distruggere il concetto stesso di famiglia. Separazione legale, divorzio, aborto, pillola del giorno prima, durante e pillola del giorno dopo, profilattici gratuiti nelle scuole, matrimoni gay, ricchioni e femminielli, femministe, lesbo power, gender, trans gender, controllo delle nascite, tutto lecito, tutto bello, con la Chiesa che piano piano si è uniformata a questo pensiero unico e adesso si occupa solo di negri e clandestini.
          Tasse sulla casa, sul lavoro, mancanza di case per le giovani coppie, nessun incentivo alla maternità. Giovani volenterosi e laureati (ma non solo) costretti ad andare all’estero per trovare lavoro, qualsiasi genere di lavoro. Più di centomila solo l’altro anno, e gli imbecilli sinistrati a spiegarci che abbiamo bisogno di popolazione e quindi è bene è cosa buona e giusta importare africani incapaci, meglio se muzzurmani incompatibili con il nostro modus vivendi, con le nostre Leggi, con le nostre conquiste sociali ed etiche, con la nostra Civiltà.
          Hanno riempito ed insozzato le nostre città, per non parlare degli aspetti di sicurezza pubblica, sanitaria e sociale, ricompaiono malattie debellate da decenni, sanità, sistema carcerario e giudiziario al collasso per l’afflusso enorme e incontrollato delle belle risorse tue. 7 miliardi all’anno buttati al cesso per finanziare questa bella accoglienza che arricchisce Coop, ONG e ONLUS tutte di sinistra o catto/sinistrate. Hai voglia con 7 miliardi a finanziare giovani coppie, lavoro giovanile, edilizia popolare. E invece crolla tutto, ponti, cavalcavia, argini, palazzi, scuole perchè non ci sono più i soldi per fare manutenzione come si faceva una volta, però per i clandestini i soldi si trovano sempre. Coi soldi nostri finanziano questa invasione, e vogliono pure che ci stiamo zitti e ce lo facciamo piacere………. ma vergognati, abbi la dignità di stare almeno zitto, fai parlare i cazzari di professione, che ci fai piu bella figura.

        • Lorenzini Patrizia

          il discorso è globale…il pianeta è allo stremo, lo vogliamo capire o no????

        • GattoMaculato

          Se l’Europa ha bisogno di 30 milioni di lavoratori, inizi con il dare lavoro ai 20 e più milioni di disoccupati autoctoni che ha al suo interno. Poi vedremo se fare entrare altra manodopera scelta accuratamente fra i paesi a noi culturalmente simili (quindi non certo quelli africani o islamici) e dosata con il contagocce. E comunque che ci sia lavoro per 30 milioni di persone è una scemenza. Della rivoluzione robotica che spazzerà via l’80% dei posti di lavoro nei prossimi 10 anni hai mai sentito parlare? La popolazione mondiale deve diminuire e anche velocemente, non aumentare, che siamo già troppi. Aggiornati e fatti furbo.

        • Tani Tanito

          e che lavoro gli facciamo fare? Nel mio settore di lavoro, per fare un esempio, 20 anni fa servivano 6 operai per far funzionare le serre di floricoltura, 10 anni fa ne bastavano 3 di operai. Ora da 2 anni c’ é solo un apprendista, 1 giorno va a scuola e 4 giorni lavora nelle serre. Eppure mantiene la produzione delle serre come 20 anni fa. Certo con la tecnologia e in impianto d’ irrigazione automatico, concimazione automatica, apertura e chiusura delle varie finestre per mantenere la temperatura sempre al meglio, controllo umidità per impedire varie malattie, ecc. riscaldamento per l’ inverno, macchinario che praticamente da solo sterilizza la terra, ecc. . Altro esempio, dove vivo, un piccolo paese ma abbastanza grande in estensione, prima circa 10 anni fa, erano ancora 16 operai che lavoravano per la manutenzione delle strade e bordi. Ora sono in 5 + 1 apprendista, naturalmente hanno investito in macchinari di ogni sorta. Il risultato é che le strade sono piu’ pulite di prima… Purtoppo andando avanti cosi’…. servirà sempre meno manodopera. Guardi solo quanti operai ci vogliono al giorno d’ oggi per costruire una casa, anche solo 20 anni fa si sarebbero messi a ridere se gli dicevi che con 3/4 operai si poteva costruire una casa. In tutti i lavori ripetitivi o dove non servono einstein il lavoro stà scomparendo… purtoppo.

          • GattoMaculato

            Perché purtroppo? Per fortuna, direi: benvenuta l’automazione di tutti i lavori noiosi, faticosi e ripetitivi che abbrutiscono l’intelletto umano. I lavori di domani saranno nel turismo, nella cultura, nell’istruzione, nella tecnologia e nell’intrattenimento delle persone, finalmente libere dalla schiavitù di lavori di manovalanza che oggi portano via gran parte della giornata a quasi tutta l’umanità. Basterà assecondare il naturale calo della natalità che sta spontaneamente avvenendo nei paesi sviluppati, mettendo contemporaneamente il “tappo” alle invasioni provenienti da continenti-conigliera come l’Africa: loro figliano come conigli, loro si mantengono l’inutile prole, se le risorse gli basteranno. Il pianeta è già sovrappopolato e sull’orlo del collasso ecologico, la diminuzione della popolazione sarà un toccasana per l’ecosistema e, quindi, anche per noi. Più verde, meno cemento, più aria pura e meno inquinamento, più spazi aperti e meno sovraffollamento. Benedetti siano i robot e l’automazione, salvezza del genere umano che si era andato ad infognare in una spirale di crescita della popolazione infinita, fino a causare la propria stessa rovina. Certo, la transizione da formicaio brulicante e insensato a Civiltà evoluta dei “pochi ma buoni” non sarà indolore, ma continuare sulla via intrapresa finora sarebbe anche peggio: le invasioni che stiamo subendo sono solo un assaggio del caos che scoppierà in futuro a causa delle risorse sempre più sfruttate e sempre più carenti. Certo, la gentaglia che ci comanda cercherà di affamare la gente rimasta senza lavoro, starà quindi ai popoli reclamare a gran voce, con la forza se necessario, un reddito di cittadinanza per tutti. E, con esso, un cambio completo ed epocale di sistema, pari all’avvento della prima rivoluzione industriale, che, tanto, sarà necessario comunque. Quella che ci viene offerta dall’era dei robot è una grande opportunità di evoluzione e civilizzazione: starà a noi volgerla a nostro vantaggio, oppure subirla passivamente.

        • silver

          Se fossero immigrati cinesi o giapponesi, potrei anche convenire, ma con gli arabi e con i negri sei fuori strada. Non hanno mai lavorato e mai lavoreranno. Non gli piace e basta. Basta vedere negli USA. Gli unici negri che abbiano mai lavorato erano gli schiavi del 1800. Lavoravano…… per forza!. Da allora non hanno fatto più un cazzo e la prova è data dal fatto che solo una minima percentuale si fa strada nella vita. Il grosso tira a campà, e a rubà. Il 94% dei carcerati negli USA sono Negri e Latinos. Solo degli idioti qui da noi possono pensare all’integrazione. Se ne accorgeranno. Sono tutti individui che vogliono essere mantenuti e custoditi e vezzeggiati.

          • berserker2

            …. E quella “minima percentuale” di negri afro-ammericani che “si fa strada nella vita” come hai ben detto…… sono tutti in ambito clown-circo-pagliacci-hollywood-cinema-attori o sempre giullari-musica-cantanti-dischi-rap-ritmo o meglio ancora sport, boxe, atletica leggera, wrestilng e qualcuno fa pure a finta di essè bianco…….. ovvero tutte “attività” ludiche……più o meno che non devi fare un cazzo, senza LAVORARE veramente nella vita. Perchè se aspetti di trovare uno scienziato, un imprenditore, uno studioso, un professionista, un premio nobel diversamente colorato…..e allora stai fresco……

        • berserker2

          E se ti dicessi che stai dicendo una stronzata…….
          Gli immigrati ci servono……!!!! Questa è un altra cazzata che i sinistrati, gli asserviti alla finanza globalista, i mondialisti, gli oscuri burocrati a stipendio pieno ONU e UE, quelli che non hanno mai lavorato in vita loro, i privilegiati nullafacenti, i radical chic, i sinistrati al caviale propalano a più non posso per portare a compimento il loro disegno criminoso o per mantenere i propri privilegi.
          E’ sul genere de “pagheranno le pensioni degli italiani”, “anche gli italiani emigravano”, “fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare” (a questa ormai non ci credono più nemmeno loro, ma ogni tanto rimbalza come un eco).
          Ovvero, cazzate senza alcun fondamento, ripetute dal main stream della informazione, culturale, mediatico, dalle anime belle, dagli scienziatoni del pensiero unico, attori, scrittori, cantanti, nani e ballerine, ovvero tutta gente che non mai lavorato in vita sua e che alle animucce semplici come te, piacciono tanto, da credere alle loro cazzate.

          • berserker2

            L’Europa, l’Italia sta invecchiando dici, non si fanno più figli……ma dai, strano però.
            Allora, un Paese in cui una classe politica post 68ina, ben manovrata da poteri occulti, ha cominciato dagli anni 70 a minare e distruggere il concetto stesso di famiglia. Separazione legale, divorzio, aborto, pillola del giorno prima, durante e pillola del giorno dopo, profilattici gratuiti nelle scuole, matrimoni gay, ricchioni e femminielli, femministe, lesbo power, gender, trans gender, controllo delle nascite, tutto lecito, tutto bello, con la Chiesa che piano piano si è uniformata a questo pensiero unico e adesso si occupa solo di negri e clandestini.
            Tasse sulla casa, sul lavoro, mancanza di case per le giovani coppie, nessun incentivo alla maternità. Giovani volenterosi e laureati (ma non solo) costretti ad andare all’estero per trovare lavoro, qualsiasi genere di lavoro. Più di centomila solo l’altro anno, e gli imbecilli sinistrati a spiegarci che abbiamo bisogno di popolazione e quindi è bene è cosa buona e giusta importare africani incapaci, meglio se muzzurmani incompatibili con il nostro modus vivendi, con le nostre Leggi, con le nostre conquiste sociali ed etiche, con la nostra Civiltà.
            Hanno riempito ed insozzato le nostre città, per non parlare degli aspetti di sicurezza pubblica, sanitaria e sociale, ricompaiono malattie debellate da decenni, sanità, sistema carcerario e giudiziario al collasso per l’afflusso enorme e incontrollato delle belle risorse tue. 7 miliardi all’anno buttati al cesso per finanziare questa bella accoglienza che arricchisce Coop, ONG e ONLUS tutte di sinistra o catto/sinistrate. Hai voglia con 7 miliardi a finanziare giovani coppie, lavoro giovanile, edilizia popolare. E invece crolla tutto, ponti, cavalcavia, argini, palazzi, scuole perchè non ci sono più i soldi per fare manutenzione come si faceva una volta, però per i clandestini i soldi si trovano sempre. Coi soldi nostri finanziano questa invasione, e vogliono pure che ci stiamo zitti e ce lo facciamo piacere………. ma vergognati sor Nick2, abbi la dignità di stare almeno zitto, fai parlare i cazzari di professione, che ci fai piu bella figura.

          • Marco Bi

            berseker quando arriveraà il momento, i primi da fare fuori non saranno gli stranieri invasori ma le teste di cazzo come il tuo interlocutore

          • berserker2

            Uhmm si……però solo i più compromessi, i più in malafede, i politici, i funzionari dello Stato che hanno sputato sull’Italia e sugli italiani, che hanno infranto leggi, che le hanno “interpretate” a uso e gusto loro, che hanno organizzato marce per favorire immigrazione clandestina, che hanno impiegato navi per raccattare feccia in giro per il Mediterraneo, violando leggi, trattati, codici, accordi internazionali. Quelli che hanno mentito sapendo di mentire. Quelli che hanno mistificato la verità, mentito nei telegiornali, sui quotidiani, gli scrittoroni, i cantanti, le rockstar, i pagliacci, le attricette, le bottane industriali, nani e ballerine…..equo processo e poi vai con le ghigliottine….
            Per i semplici imbecilli catto/sinistrati (e sono la maggioranza), invece ci vuole moderazione e comprensione.
            Niente esecuzioni, niente carcere…….solo un bel calcio in culo e spediti in Afriga londana insieme ai milioni di afro/marrucchini che verranno espulsi in breve tempo.

          • berserker2

            Pensa come saranno felici e contenti gli imbecilli sinistrati, tra afrori, rutti all’aglio, scorregge al cous-cous, sudori e guano, stretti stretti ai loro amati negri sulla nave che li riporta a casetta loro, chi al suk di merda, chi nell’arido deserto, chi nel puzzoso tucul, chi nel lercio villaggetto tra la palma e il baobab……. E poi, finalmente realizzati, potendo finalmente adottare i costumi e gli stili di vita delle preziose risorse, proprio lì, alla fonte, a Afriga Lundana, tra circoncisioni fatte dal falegname con la sega dentata, infibulazioni fatte all’aria aperta da mammane sdentate e semicecate. Sterco di capra, mosche, zanzare, polvere, liquami a cielo aperto, monnezza varia, stupri etnici, e violenze tribali. Coperti solo da un elegante gonnellino di foglie di banano, a culo scoperto e inchiappettamento libero e curati dall'”uomo della pioggia” (ahah) con amuleti e merda di iguana.
            Se la devono godere appieno la loro integrazione, la loro accoglienza, il loro buonismo, la loro multiculturalità, il loro terzomondismo.
            Pensa che bello, milioni di imbecilli sinistrati, bianchi e imbecilli, espulsi tutti in affrika affrika……bonghi, tamburi, caccavelle, campanellini di osso…….. Dei bianchi così, che hanno sempre tradito la loro Patria, non meritano di rimanere in Europa, in Occidente………calcio in culo anche a loro e viaaaaa. Del resto, mica siamo delle bestie come loro, noi si che siamo umani……

    • Marco Bi

      Quella che importate qui giustificando l’attività negriera nelle maniere più goffe e truffaldine, tipo che pagano le pensioni, contribuiscon al pil, fanno i lavori che non vogliamo più fare, scappano dalle persecuzioni, dalla fame e dalla guerra, insomma tutto l’armamentario di fuffa, balle e puttanate che voi sinistrodeficienti vi bevete, sono ciurmaglia come te!!! Con me i negri che scappano dalle guerre gridando alla è al bar ed indossando cappellini e felpe della Reebok o della Nike, che si trastullano con l’ai fon e le cuffiette, che ciondolano tutto il giorno e rompono il cazzo a chiunque quando va bene e, quando va male, introducono i loro peni all’aglio e alla ricotta di capra tra le carni di povere donne italiane e non che passano per caso, con me non c’entrano un cazzo… quindi parla a nome tuo. Se tu e la teppaglia come te in questa situazione ci sguazza, ci si ritaglia dei guadagni, degli utili, giustifca la propria esistenza di merda su questa terra…. beh ecco assumitene la responsabilità e non condividerne con me l’onere spacciato da onore.
      Io con negri nullafacenti, senza alcuna dignità ed amor proprio, che trasferiscono qui da noi le regolette tribali dove quello che sta meglio deve mantenere a vita tutta la pletora di fancazzisti, beh io non c’entro un cazzo. Quanto all’altra cazzata con la quale vi gongolate e cioè che le invasioni non si possono fermare… le invasioni si fermano eccome, comincia a sparare delle cannonate ad altezza uomo ai primi 100 che arrivano, poi ai seguenti 1000 e vedrai come le fermi le invasioni, certo è che se vuoi fermare le invasioni andando a prendere gli invasori fino a casa loro e, una volta quai dandogli assistenza, sussidi, cestini delle merende ed omaggi floreali e magari anche la tua fidanzata… allora si le invasioni non le fermi.

  • Alberto

    Siete incoerenti! Prima eravate contro gli sbarchi ora sostenete la causa degli immigrati in “schiavitù” senza tenere conto che sono migranti economici che vogliono campare sulle nostre spalle grazie ai vostri reportage buonisti. Gli immigrati possono smettere di essere “schiavi” quando vogliono, basta che tornino a a casa loro.

  • la-gazza

    fine delle illusioni inculcate da trafficanti di sogni… bentornati alla realtà. Forse si stava meglio a casa.

  • Davide Marchi

    Ma prima, quando i barconi e barchini ancora partivano per essere raccattati dalle ONG, i migranti in attesa di partire dove stavano ? In resorts a 5 stelle con piscina ? Ma prima nessuno ci piangeva sopra perchè questi centri di detenzione erano una ruota di un ingranaggio molto remunerativo per diversi soggetti. Solo ora che è venuta meno la convenienza economica si grida allo scandalo e si punta il dito contro i trattamenti disumani di questi poveri diavoli ..

  • ClioBer

    Che ritornino nei loro paesi, dove, evidentemente per crescere, il territorio gli dava abbastanza.
    Noi non possiamo sacrificare la nostra esistenza e, ovviamente, il futuro dei nostri figli, per farci carico dei problemi del pianeta.
    Purtroppo, gli aiuti, oltre a far arricchire ii soliti papaveri, hanno alterato l’equilibrio fra risorse del territorio e popolazione.Di conseguenza, mentre il pianeta è sotto stress e offre sempre meno risorse, nel giro di un paio di decenni, l’Africa arriverà a ca. 2,5 mld di abitanti.
    Facile parlare di aiuti, accoglienza e integrazione, ma è follia pura pensare che l’Italia, ma anche l’Europa o
    l’intera comunità, cosiddetta, occidentale, possa autodistruggersi per farsi carico dell’immane problema.

    • Divoll79

      Infatti, l’aiuto migliore che l’Europa possa offrire all’Africa e’ un massiccio e continuo rifornimento di contraccettivi.

      • itsmy opinion

        spiegando loro bene come si usano….non vorrei che – come in una vecchia barzelletta – li mandassero giú con un bicchier d’acqua😳…..( ometto il finale essendo un pò scurrile)😔

      • Antonello

        Ringrazia il vaticancro….

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Ignorantia legis non excusat …

          • Antonello

            Perche’ caro troll di m…a ? cosa c e’? e’ forse illegale ricordare la propaganda cristiana svolta in Africa contro l uso dei preservativi ?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Le manifestazioni di disprezzo non sempre sono concesse …

          • Antonello

            Tu mi fai SCHIFO al pari delle affermazioni ipocrite e false che propini su ogni articolo…. Adesso vuoi negare cio’ che ho scritto sul vaticancro ?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Continui a fare il furbo …

          • Antonello

            Son abbastanza chiaro e costante… Tu piuttosto.., ti pagano in base ai commenti d insulto che riesci a racimolare ? Prova a smentirmi con un qualche grafico o art. di giornale.. Ho notato che pur di racimolare commenti, cambi discorsi e linee di “disturbo”.. ho fatto ricerche sui tuoi commenti, anche quelli di mesi fa’ ed ho notato che son sempre gli stessi, stesse foto, stessi grafici etc etc…, Dunque ce li hai sempre pronti e a portata di mouse.. dunque sei un troll di m..a.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Hai un problema con la legge e democrazia, tutto qui. I tuoi commenti sono sempre contro la legge e democrazia.

          • Antonello

            Il problema e’ che non siamo sotto democrazia… e le leggi che ne derivano ne danno la conferma.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E’ un tuo parere …

          • Antonello

            E’ una realta’ ben documentata….. Cmq, quanto hai guadagnato grazie alle mie risposte ?

          • Antonello

            E non negare… non hai risposto alle mie affermazioni sul vaticano, ti sei infilata in altri discorsi, giusto per ricevere commenti, che schifo che fai, cercati un lavoro decente…..

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Volevo solo aiutarti a non finire nei guai …

          • GattoMaculato

            E’ pagata per disturbare le discussioni scomode ai suoi padroni, per farle finire in caciara. Il peggior dispetto che si può fare a questa/o troll è bloccarla/o. Ed è anche il miglior favore che si può fare a se stessi, risparmiandosi i miasmi mefitici che emanano dai suoi inutili commenti.

        • Criceta – ?esimo ban e mezzo

          Molto più vicino all’Italia che a qualsiasi Paese africano; noi però abbiamo ugualmente imparato ad usarli, i contraccettivi…

  • sergio caniglia

    Occhio!
    Stanno creando profili falsi e intervengono i soliti fiancheggiatori.
    Sapete come si accende un fuoco, o come in questo caso, si ravviva quando si spegne?
    Si usano pagliuzze e piccoli rami secchi e via via quando la fiamma riprende forza si usano pezzi di legno sempre più grossi.
    Ecco voi siete i pezzi di legno più grossi e qualcuno poi farà l’arrosto.

  • BlackSail33

    Ma usa gb e franza non hanno fatto fuori Gheddafi e portato la democrazia primavera araba in Libia? E a noi che ci frega di questa feccenda? Ne rispondano il nano francese eil diversamente bianco, assiema alla clinton.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Questa tua proposta – perché inefficace – non riduce ma aumenta gli arrivi …

  • agosvac

    Mi ha colpito la dichiarazione di uno del Bangladesh che ha pagato 6000 dollari per il viaggio fino a Tripoli. Con questi soldini avrebbe potuto impiantare nel suo paese un’attività senza bisogno di emigrare. Quelli che vengono dall’Africa se restassero in Africa e lavorassero per il benessere proprio e del loro paese d’origine, anche loro non avrebbero necessità di emigrare. Il fatto è che c’è, ovviamente, un’associazione a delinquere che dice bugie a questi disgraziati: dice loro che in Italia e in Europa vivrebbero bene. Poi si ritrovano a chiedere l’elemosina!!!!! Forse un’adeguata informazione da parte dei responsabili dell’UE sarebbe auspicabile. Devono sapere che in Europa non c’è più lavoro neanche per gli europei. E poi c’è sempre la differenza di religione e di cultura. Chi è educato secondo le leggi islamiche, in Europa si ritrova come un pesce fuor d’acqua, con leggi che non solo non conosce ma che gli sembrano assurde. Ciò che l’Islam consente, in Europa è reato. Ciò che nell’Islam è quasi reato, in Europa è consentito. Nei paesi islamici le donne sono super protette, se ne stanno rinchiuse negli harem ed escono solo se accompagnate. In Europa le donne sono libere, escono quando vogliono e raramente sono protette da accompagnatori. Pertanto, per un islamico “doc”, sono prede facili e non è reato stuprarle dato che non sono accompagnate da protettori. E’ un diverso modo di vivere che non consente la minima integrazione.

    • aq

      Poi se vogliamo: in paesi super-islamici come quelli del Golfo e Arabia Saudita, col cavolo che vanno a rifugiarsi! E sì che lì sarebbero subito a casa loro come retroterra culturale. Invece, ‘sti arabacci avrebbero come la tendenza a considerare i correligionari bengalesi o sudanesi o africani più o meno degli schiavi da mettere negli slum operai dove alloggiano, costrette a lavorare durissimamente, le maestranze che costruiscono i grattacieli degli emiri..

    • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

      Che quelli del Bangladesh sono i più infami – fossero profughi avrebbero dovuto fermarsi in India e li chiedere asilo, ovvero andare in altro paese popolato da figuri par loro, seguaci della religione-di-pace – e invece vengono qua a raccontare che sono “profughi” …

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Hai le prove per sostenere le tue accuse?

      • silver

        Hai perfettamente ragione. Profughi possono essere considerati solo coloro che scappano da territori dove imperversano le guerre, mentre il 98% dei c.d. migranti sono gente che lascia i loro Paesi dove non c’è nessuna guerra in corso e vegono verso l’Europa perchè si è sparsa la voce che in Europa possono vivere e mangiare senza lavorare, ottenere anche sussidi, assistenza sanitaria ed aiuti monetari ed essere mantenuti vita natural durante.

    • silver

      Guarda che per quelli del Banglades e per gli Africani la parola ‘Lavoro’ è una parola sconcia, disonorevole e indegna. Loro vogliono solo essere mantenuti, nutriti e sostentati dagli schifosi infedeli bianchi La prova l’abbiamo negli USA dove il 90% dei Negri non combina nulla durante la loro vita e il 95% della popolazione carceraria è formato da Negri e Latinos (che sono negri meticci di lingua spagnola).

  • Griscenko

    I governanti libici fanno il lavoro sporco che dovrebbero fare i governanti europei. Se vuoi impedire l’afflusso di milioni di musulmani in Europa non devi ospitarli gratis negli hotel e garantir loro vitto, alloggio, patrocinio legale gratuito, assistenza sanitaria, paghetta giornaliera, integrazione e lavoro. Questa accoglienza fondata sui diritti umani è un invito a venire in Europa. Devi agire per far passare la voglia di entrare clandestinamente in Europa. Per fare questo devi mettere da parte l’ideologia dei diritti umani che è deleteria e produce solo degrado.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Tu forse non sei protetto dai diritti umani? Perché tu si e loro no?

      • beppe casciano

        e a te chi ti protegge? il WWF?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Sempre rancoroso nei confronti della società a cui devi tanto …

        • itsmy opinion

          😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁

        • Antonello

          L, A.D.L…. e le leggi sul “negazionismo”…….

    • silver

      Questa non è accoglienza fondata sui diritti umani. Questa è idiozia allo stato puro. I diritti umani nella fattispecie non c’entrano per niente. Non sta scritto da nessuna parte che le persone possano varcare i confini degli Stati senza regolare passaporto e senza seguire le procedure previsto nello Stato in cui si vuole entrare. Provino i buonisti un tanto al chilo a voler entrare in Tunisia, Marocco, Burkina Faso, Repubblica Dominicana, Nigeria, ecc.ecc. senza i richiesti previsti documenti, Che ci provino che si ride.

  • Divoll79

    Tutti i paesi eruopei (o almeno il nostro!) dovrebbero cominciare una massiccia campagna IN AFRICA per spiegare che nessuno sara’ piu’ “accolto”, che il lavoro non c’e’ e che in Libia si puo’ diventare schiavi o i morire. Scoraggiare in ogni modo questo esodo salvera’ vite umane, salvera’ noi e salvera’ l’Arica stessa dal perdere le braccia di cui ha molto piu’ bisogno di noi. Gli africani devono capire che non e’ scappando che risolveranno i loro problemi, ma lottando sul posto, come hanno fatto generazioni e generazioni di europei.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • telepaco

        Ma non ti stanchi a postare commenti stupidi e senza senso, per fatti e circostanze passate che nulla hanno a che vedere con la situazione attuale e la realtà di oggi? Ti diverti tanto a dar fastidio tanto per dare contro? Guarda che non sei simpatica a nessuno, sei pagata per farlo? Per rompere le palle agli altri? Che vita misera la tua….

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Stanchi, e parecchio … solo nel 2015 sono stati 107mila gli italiani che hanno lasciato l’Italia per emigrare all’estero …

          • Lorenzini Patrizia

            beh solo che lore sono generalmente laureati…con quello che sono costati allo Stato italiano (a me e a Lei….)

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            A tal proposito il sito Emigrati punto it … Il più grande esodo della storia moderna è stato quello degli Italiani. A partire dal 1861 sono state registrate più di ventiquattro milioni di partenze …

          • Lorenzini Patrizia

            AH SI,,, QUANTI SONO TORNATI IN iTALIA? SPENDENDO LA LORO PENSIONE IN LOCO,,,(come me per esempio….vedere il museo dell’emigrazione, a Roma, Le consiglio di andarci…Il problema è che con me (emigrata in Francia e tornata al paesello) certi discorsi radical chic non hanno senso….cordiali saluti

            2017-09-15 17:57 GMT+02:00 Disqus :

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il più grande esodo della storia moderna un discorso radical chic? La sofferenza di milioni di italiani un discorso radical chic?

          • Lorenzini Patrizia

            Guardi che sta parlando con una che ha vissuto sulla propria pelle l’emigrazione degli anni ’60 (quelli del boom economico, per intenderci…), allora di sofferenza e discorsi radical chic mi permetta di dirLe che me ne intendo…
            Tu ca-pi-re? io- me ne in-ten-de-re….

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Bene, adesso lo sappiamo. Ma una sola voce non fa il mucchio …

          • Lorenzini Patrizia

            idem con patatine (al forno, con rosmarino, le mie preferite) per Lei….adesso lo sappiamo, ma se sono ore che glielo dico!!! lenta di comprendonio, mi dispiace, da ora in poi io par-la-re sil-la-ban-do- con pa_ro-le sem-pli-ci per po-te-re es-se-re ca-pi-ta da in-tel-li-gen-za ar-ti-fi-cia-le a mi-ni-ma…1/0..;1/1…0/0…0/1, acceso/ spento, bianco/nero non oso!!! politically correct???

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non ci sono mai stati così tanti sfollati a livello globale, l’ONU dice circa 65 milioni, e quindi va cercata la causa che non è solo in Africa.

          • Lorenzini Patrizia

            an-co-ra u-na -vol-ta-ri-spo-sta-a-ca_sac_cio, al-lo-ra-io-a-des_so_an-da-re-a-ber-mi-u-no-spritz-do-po-an-ni di-e-si-lio-in-Fran-cia-cor-dia-li-vaff

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Comunque grazie per la partecipazione.

          • Lorenzini Patrizia

            par-te-ci-pa-zio-ne-si-gni-fi-ca-re-as-col-to-re-ci-proco?…tu-tu-tu-tu….

          • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

            La maggior parte degli utenti blocca la Müller. …..

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ma quanti nick hai?

          • GattoMaculato

            Me compresa. Blocchiamola tutti, don’t feed the troll!

          • Tani Tanito

            causa? vedono” l’ eldorado” e pensano che si puo’ avere tutto senza fare niente, con l’ aiuto dei soliti noti radical chic che per 30 denari svendono il proprio paese. Un tempo la gente partiva, ma c’ era anche una grande domanda di lavoratori e sopprattutto le varie economie erano in crescita! Prenda l’ Italia, ora come ora non riesce neanche a dare una vita dignitosa ai suoi cittadini…. e lei vuole importarne altri per farli ciondolari nella piazze , stazioni ferroviarie, parchi, ecc. ??

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dare la colpa non tampona la falla … anzi la agevola … il fenomeno non va solo arginato ma anche diminuito …

          • Tani Tanito

            mmm, si é accorta che il fenomeno é diminuito dell’ 80%? Quando si é troppo buonisti, poi…. ci vogliono le maniere forti. Questa é la migliore pubblicità per fermare l’invasione, dalle loro parti funziona cosi’, anche perché i soldi per arrivare fino in Libia li ” spendono” comunque. Speriamo che questi una volta rientrati a casa loro, diffondano la notizia del blocco delle partenze e della possibilità di finire in ” gabbia” per un po’. Se anche gli altri stati in zona bloccassero le partenze il fenomeno si sgonfierebbe .

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dicevo: arginare non è avere eliminato (ma solo rimandato) il problema. Le materie prime, senza di cui scompare il nostro mondo pieno di oggetti fabbricati (e quindi anche il lavoro per fabbricarli), scarseggiano … Ovvero, stai difendendo (a tuo e a nostro scapito) una minoranza ricca che può permettersi di non dovere subire il disagio che cagiona …

          • Tani Tanito

            cosa propone di fare?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Invitare i ricchi a regalare soldi ai poveri …

          • Tani Tanito

            dalla sua risposta si capisce come sia facile criticare, ma piu’ difficile proporre soluzioni che risolvano il problema. Voli basso , tenga i piedi per terra, qua servono soluzioni a livello pratico. Ma per trovarle bisogna stare sul campo e sporcarsi le mani e questo la maggior parte dei politici e dei loro ” bortaborse” non vuole o non sa farlo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Parli parli parli ma NIENTE fai sapere circa una TUA soluzione … lo capisci?

          • Tani Tanito

            ahahaha e la sua soluzione é questa? partorita da una mente eccelsa come la sua ? ahahahaahhah e poi ancora ahahahah! SOLUZIONI AL PROBLEMA, ANITA, VOGLIO SOLUZIONI NON SEGHE MENTALI… nb: io aspetto le sue soluzioni, sempre che ne ha….. https://uploads.disquscdn.com/images/9009b66c6d8f74d32ed936a8de7bab7ed94bac40c24062727edb75a5edc7d37d.png

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Parli parli parli … il resto già lo conosci.

          • Tani Tanito

            quando si scrive cosi’ solo … alla caz di cane…. spiega qualè la tua ricetta magica.” Invitare i ricchi a regalare i soldi ai poveri” come? mandiamo Soros, o altri con l’ elicottero sopra questi villaggi, città e gli diciamo di buttare vagonate di dollarifuori dal finestrino? Muller si contenga per dirindindina, altrimenti 2 giorni dietro la lavagna!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ho letto il tuo commento circa le forze lavorative impiegate per compiere un lavoro … fa ridere anche i polli. Quasi come il tuo commento che difendeva l’alto numero della prole … Insomma, guarda i paesi emergenti e cerca di capre che sulla Terra non ci sono le risorse naturali per ANCHE loro raggiungere il nostro tenore di vita …

          • Tani Tanito

            ehehe le mie sono esperienze vissute, con nuovi macchinari e nuove tecnologie servono meno operai. Tra l’ altro nei suoi commenti é stata proprio lei a dire che per sfamare la popolazione, nel settore agricolo bisogna investire in nuovi macchinari e nuove tecnologie, o sbaglio? vuole negare,? se non nega sapendo di negare, di fatto nega, vuole negare? Ma lei non puo’ capire, non avendo mai fatto un lavoro tipo, giardiniere, muratore, operaio di fabbrica, ecc. E’ anche per questo che il mondo va male, al potere mettono quelli come lei, senza esperienza sul campo, solo tanti bla bla bla con grafici, tabelle, ecc. e intanto gli operai perdono il lavoro in favore di nuovi macchinari, ecc. E non contenti di questo volete ancora importarne a vagonate di ” futuri operai”.. sa quelli che sua ” sorella” la Boldri dice che ci pagheranno le pensioni…. Per il resto sono contento di far RIDERE I POLLI, vorrà dire che se rimango senza lavoro , andro’ a lavorare in un circo. Grazie per questa nuova opportunità, non ha idea di come mi senta già meglio. Ah che bella la vita¨!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I paesi emergenti (e innanzi Cina e India) producono in nostra vece una buona parte del nostro consumo, non è quindi difficile capire che quando non lo facevano come oggi stavamo meglio. Noi oggi, qui in Italia, abbiamo circa 5 milioni di ettari di superficie agricola incolta (coltiviamo circa 12 milioni di ettari) anche perché altrove (esempio Africa) i terreni costano meno come costa meno la manodopera per produrre cibo e al di là se con o senza macchinari agricoli.

          • GattoMaculato

            Non rispondere a questa/o troll, viene pagata/o solo se riesce a disturbare la discussione, e le risposte alle sue idiozie costituiscono la prova del compito eseguito per i suoi padroni. Se nessuno più le risponde o, meglio, la blocca (freccina verso il basso in alto a destra –> blocca utente), in breve tempo smetterà di infestare il forum e dovrà andare a cercarsi un lavoro vero.

          • Tani Tanito

            hai ragione, volevo dimostrare per la trecentocinquantesima volta che non ha idee sue, parla solo per slogan, tipo un risponditore automatico, ma con l’ aggiunta , a volte di un ” fantozzi” per far sembrare il tutto piu’ reale. Buona giornata GattoMaculato. Io ne ho 4 di gatti e tutti neri hehehe

      • Lorenzini Patrizia

        ora Le dico una cosa: mio padre, nel lontano 1958, anni del pieno impiego nell’Europa del Nord (Francia, Belgio, Germania…) parti’ per la Francia in cerca di una miglior vita (e fin qui ad armi pari con l’immigrazione africana, con tutto rispetto…) aveva un contratto di lavoro ed un tetto (luogo???) dove dormire. Già cominciano le dolenti note, vero??? Milano: visita medica e ramanzina : andate in un paese straniero che vi ospita, non fate politica e rispettatelo (intravvede le discrepanze???)
        Si pagava un albergo da 4 soldi e non ha mai chiesto l’elemosina…nei supermercati e nelle chiese (anni del piego impiego relazione causa/effetto, no???)
        Io e mia madre siamo arrivate 2 anni dopo in Francia, e fin qui niente da eccepire con il raggrupamento…solo che eravamo solo in 2…e che mio padre lavorava…
        Ho avuto il privilegio di usufruire de l’école de la République (che purtroppo non esiste più…) e mi sono pagata gli studi, lavorando, fino all’Università (1970 ancora gli anni dell’umanesimo, mettiamola cosi’…) e non avevo sussidi ecc ecc essendo italiana…
        Purtroppo (per i radical chic benpensanti italioti odierni) sono riuscita a farmi valere..ed ho potuto ottenere la cittadinanza francese su richiesta, alla maggiore età, ‘la France a besoin de gens comme vous’ mi fu detto….non è che m’importi più di tanto del mio ‘percorso’…volevo solo paragonare 2 dati di fatto…allora quando mi si parla di immigrati di oggi,poverini…. mi permetta di non essere ASSOLUTAMENTE d’accordo…
        Cordiali saluti

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Sono epoche diverse … sono paesi diversi … sono culture diverse … sono leggi diverse … Tuttavia (Einaudi editore) … Sandro Rinauro racconta una storia straordinaria e poco conosciuta. Quella che dopo la seconda Guerra mondiale vide muoversi verso l’estero molte migliaia di italiani. Donne, uomini e bambini in cerca di un futuro e di migliori condizioni di vita. Migranti clandestini che si spingevano oltre le Alpi, spesso a rischio della vita, e da lí finivano talvolta in luoghi improbabili come l’Indocina e l’Algeria in guerra … https://uploads.disquscdn.com/images/c069283e7870439ac68c6115e9727adf54bf49f001930ec278413fe299020051.jpg

          • Lorenzini Patrizia

            So what??? non è cambiato niente? la nemesi??? mi sorge il dubbio che Lei sia una semispecie di intelligenza artificiale adibita a rispondere più o meno a casaccio, reagendo più o meno ad sensum su determinate parole (un po’ come i filtri di censura…). Ma li legge/capisce i post che Le rispondono???
            Mi sorge un certo non so che di dubbio….
            Mi dispiacerebbe dover mettere in dubbio la sua intelligenza, nel significato meramente etimologico, tu capire me, me-ra-men-te e-ti-mo -lo-gi-co, rispondere con il battito delle palpebre…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Taglia corto: stiamo parlando di drammi che non vuoi vedere, non stiamo gareggiando.

          • Lorenzini Patrizia

            oh yeah que-sto-con-fer-ma-re mia-im-pres_sio-ne-cor-dia -le-buo-na-se-ra-e.-.del-re-sto-Lei-co-sa-sa-pe-re-del-mio-dram-ma-per-so-na-le-di-im-migra-ta-in-Fran-cia-an-ni-ses-san-ta?????????

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Incolpi qualcuno perché non conosce la tua storia personale?

          • Lorenzini Patrizia

            ehhh no, mi sono fatta da sola, e mi piace assumere pregi e colpe personalmente, contrariamente ai vostri protetti….

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ai vostri protetti? Brava, per te il fenomeno è sia arginato che ridotto incolpando gli altri … brava MA forse sei solo la generazione che non paga il debito pubblico che ha generato …

          • Marco Bi

            Il vero dramma è che tu sia un bot creato dal pensiero unico e che tu stia su Disqus a fare propaganda terzomondista, filoimmigrazionista e a mandare in vacca le discussioni.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            C’è un’altra possibilità, che è quella che stai mentendo …

          • Marco Bi

            Il loop del bot nella risposta sopra, conferma la mia affermazione.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Affermazione a cui puoi allegare le prove … diversamente sono guai. Ignorantia legis non excusat … forse è giunto il momento di insegnarti qualcosa …

      • Pyrrho Saur

        Quelli che lasciavano l’Italia non lo facevano per sconvolgere le realtà etniche culturali e razziali di altre nazioni. Erano in grado di integrarsi perfettamente. Questi che giungono in Italia invece sono mandati per compiere una sostituzione etnico-culturale che certamente farebbe comodo alla finanza astratta supernazionale. Arabi e africani, per la maggior parte islamici, ne vogliono ne sono in grado di integrarsi nelle società occidentali.
        Il vero nemico comunque resta la finanza in generale, quella che in un sistema economico sano dovrebbe essere soltanto un servizio pubblico all’economia reale, e che invece si è trasformata in un organismo parassita con l’unico scopo di accumulare ricchezza, senza produrne alcuna.
        Ci troviamo davanti a una grande sfida davanti alla quale l’occidente può o soccombere o uscirne più forte.
        Ma tu, qualunque cosa tu sia (siate), queste cose le sai, e stai facendo un ottimo lavoro.

  • Divoll79

    Per un attimo ho creduto di star leggendo il Fatto Quotidiano…

  • venzan

    I migranti cercano di venire qua perché si sentono invitati dai nostri predicatori di accoglienza.

  • nik88nk

    “Europe or die”, VICE NEWS

  • andromaca

    Almeno gli passa la voglia di partire… basta che si diffonda la voce che partire=prigionia in Libia e non gozzoviglie in italia, che presto si daranno una calmata e forse qualcuno penserà a darsi da fare nel proprio paese per migliorare le cose. Come diveva il vacchio adagio: ne punisci uno per dare l’esempio a molti.
    Shalom

  • itsmy opinion

    a proposito, ma quei fancazzisti dell’onu non hanno proprio nulla da fare? oltre che dire stupidamente che “l’Europa non fa abbastanza per l’africa”? non possono far qualcosa altro di diverso dal pontificare da dietro le loro comode scrivanie in attesa di tirar sera ed andare a casa? in attesa di tirar fine mese per incassare il lauto stipendio?

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Tanto per fare un esempio, l’ONU cosa c’entra con paesi come la Russia e Cina che sfruttano gli schiavi nordcoreani?

      • itsmy opinion

        a te non rispondo, non ho tempo da perdere

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Servi anche senza rispondere, anzi …

  • o cai

    Inviano i video tramite WhatsApp, ma è possibile che in quella inferno li lasciano i cellulari? C è qualcosa che non torna.

  • Elpaso21

    Direi che la colpa di tutto questo è dei buonisti e delle Ong.

    • silver

      Infatti i buonisti sinistri, le ONG e le lobbies giudaiche a guida Soros il giudeo, fomentano le guerre con le quali guadagnano miliardi di dollari e poi con la tratta degli ‘schiavi’ raddoppianoi i loro guadagni.

  • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

    Torturati in prigione ma con i cellulari mandano video su WhatsApp…. ma chi credete di prendere in giro ?

    Che a parte che il video è mandato dal rifugiato pardon – da frateli i sorele che scapa da guera – il dubbio di come facciano i parenti a riceverlo resta – che l’Imam argentino di Roma ci informa che frateli i sorele scapa da guera i da poverta – ‘Azzo così poveri e in guerra che c’è pure la rete 3G per ricevere i video.

  • silver

    Non è affatto vero che gli immigrati nei campi libici vivono in schiavitù. Loro sono li per loro libera scelta e possono sempre chiedere di tornare a casa da dove sono partiti. Se si trovano li è perchè vorrebbero venire in Europa. Loro non sono schiavi. Gli schiavi lavorano, forzatamente, ma lavorano mentre questi signori li non fanno proprio un cassio di niente. Se in Libia non si sentono a loro agio se ne tornino da dove sono venuti.

  • silver

    Da una parte è un bene che questi c.d. migranti sentano il morso del lupo in Libia. Spargendosi la voce che in Libia finisce il viaggio e in Libia sono dolori, molta feccia in procinto di partire dai diversi Paesi Africani rinuncierà a mettersi in viaggio.

  • silver

    Meglio che vivano in schiavitù in Libia, che vengano a rompere i coglioni qui da noi.

  • Marco Bi

    “Viaggio nell’inferno dei lager libici dove gli immigrati vivono in schiavitù”

    Ma solo a me non frega nulla, oppure sono l’unico che oltre a non fregarsene nulla, lo scrive pure?