TRANS-APERTURA

Viaggio nel Pakistan che “tollera” i trans

È notte e nella prima periferia di Lahore, fuori da un edificio anonimo, continuano ad arrivare taxi e richò carichi di persone. Molti uomini, giovani e non solo, scendono dai mezzi, entrano nel vecchio palazzo e salgono al primo piano, dove una musica da discoteca e delle luci stroboscopiche accolgono chi arriva. Appena presa familiarità con il livello del volume e ecco che subito si capisce di essere arrivati in una delle numerose feste che si svolgono in clandestinità, di notte, in Pakistan. Si tratta di un party illegale e fuori dall’ordinario: il compleanno di Lady Roma, una transgender pakistana.

Un’apparente tolleranza

È proprio da questa festa che inizia il viaggio nel mondo LGBT Pakistano. Partendo da quello che è un momento di apparente allegria, in realtà si viene a scoprire un mondo complesso, contraddittorio e drammatico. Se, formalmente, in Pakistan i transessuali godono di maggiori diritti rispetto a molti altri Paesi al mondo, nei fatti, però, sono vittime di stigmatizzazioni, pregiudizi e discriminazione. La Corte Suprema di Islamabad ha riconosciuto infatti il ”terzo genere” nel 2009 e poco tempo prima era stato garantito il diritto di voto ai membri della comunità LGBT. Ciò, in apparenza, fa pensare che esista una tolleranza e un’integrazione dei transessuali ma, in realtà, la situazione è molto più complicata e occorre andare a ritroso nei secoli per comprendere l’ attuale contesto sociale in cui vivono i lady boy nel Paese asiatico.

Nel 1500-1600 d.C. gli Hijra o Khawaja Sira, termine con cui vengono definiti i transessuali in Pakistan e in India, alla corte degli imperatori Moghul godevano di enorme considerazione e ricoprivano alcune delle cariche più importanti in ambito amministrativo, oltreché militare. La situazione però è cambiata radicalmente durante il colonialismo britannico. Gli inglesi hanno accusato i transgender di violare la decenza pubblica, hanno introdotto il reato di omosessualità all’interno del codice penale del 1860 e la stessa visione omofoba è stata poi ereditata dal dittatore Muhammad Zia nel 1978. E oggi, quindi, sebbene la legge sia cambiata, in realtà a livello sociale il mondo transgender è vittima ancora di enormi stigmatizzazioni; infatti i Khawaja Sira sono nel mirino dei gruppi conservatori e in quello degli estremisti islamici e, per vivere, la stragrande maggioranza di loro mendica, si prostituisce o danza in occasioni dei battesimi, delle circoncisioni o di altre feste, poiché sono rinomati per le loro doti coreografiche e perché godono della fama di essere dei portatori di buona sorte.

Sapevi che in Pakistan i transessuali portano fortuna?

Scrivici quello che pensi nei commenti qui sotto

La festeggiata Lady Roma è seduta su un trono, mentre i fotografi consumano i flash nell’immortalarla. È vestita in modo appariscente e come lei altre decine di colleghe. All’interno della sala continuano ad arrivare anche gli spettatori, giovani e non solo, che stanno seduti sulle poltrone in attesa di vedere le danzatrici esibirsi. E, non appena viene dato il via ai festeggiamenti, le hijra iniziano a dimenarsi sulla pista, ad ancheggiare, a cercare di essere sensuali e attirare a sé i presenti che le circondano e lanciano loro banconote mentre danzano. ”La festeggiata è una mia allieva e sono molto contenta di questo evento, perché tutte le ragazze stanno ballando molto bene e c’è molta gente che è venuta qua per divertirsi con loro senza mancare di rispetto”. A parlare è Gehta Babi, una guru, il capo di una comunità di trans che insegna ai propri adepti a danzare, a comportarsi in modo femminile, che trova opportunità di lavoro e garantisce protezione.

GUM_20170524_pakistan_007 GUM_20170524_pakistan_015---Copia GUM_20170524_pakistan_015 GUM_20170524_pakistan_005---Copia GUM_20170524_pakistan_029

“In Moschea solo con abiti da uomo”

Ma per comprendere meglio il mondo della comunità dei transgender pakistani, dalla festa di Lady Roma ci dirigiamo a bussare alla porta della comunità del guru Diba Lal, nella città di Pattoki. In una stanza tre hijra stanno suonando e altri muovendosi a ritmo di musica, infrangendo quello che è uno dei dettami della legge islamica, che vieta alle donne di danzare in presenza di uomini; poi, durante la cena, Diba Lal racconta: ”Io qui vivo come una madre con i suoi figli. Oggi sono un guru , ma per anni anche io sono stata un’allieva. A 16 anni vivevo insieme a dei circensi e mi esibivo durante gli spettacoli, in seguito ho conosciuto il mio attuale compagno, entrambi siamo venuti a vivere in questa comune e oggi io porto avanti il lavoro che hanno iniziato le altre maestre prima di me”.

GUM_20170524_pakistan_019---Copia GUM_20170524_pakistan_021 GUM_20170524_pakistan_018 GUM_20170524_pakistan_020 GUM_20170524_pakistan_014

E poi, quella che le altre hijra chiamano mum (mamma), prosegue: ”Noi viviamo insieme per essere anche più protette e aiutarci. I trans sono molto discriminati in Pakistan. In Moschea possiamo andare solo se indossiamo abiti maschili e non dobbiamo essere truccate; ci sono molti fanatici che vogliono vederci morte e, a proposito: guarda!”. Diba Lal estrae il cellulare e mostra i video di una conoscente che, aggredita in casa, è stata poi uccisa. Le immagini sono commentate da un silenzio assordante e la ferocia delle istantanee che passano in rassegna sullo schermo del device portano alla luce quello che è il problema con cui devono rapportarsi costantemente i transgender del Pakistan: la discriminazione, la persecuzione, l’intolleranza, le minacce, la violenza e anche la morte.In Pakistan la comunità LGBT comprende dalle 350 alle 500 mila persone. Numeri precisi non ci sono, anche se il governo Pakistano per il 2017 ha indetto un nuovo censimento e, per la prima volta nella storia, verranno conteggiati anche i transgender come terzo genere. Di nuovo ecco quindi la dicotomia di una realtà che, da una parte sembra ufficialmente molto più progressista rispetto a tanti altri contesti al mondo, ma poi nasconde enormi aspetti inquietanti.

L’ong per i diritti della comunità Lgbt

Per intendere nel dettaglio questa situazione occorre allora recarsi anche nella sede dell’ong Khawaja Sira Society, che si batte per i diritti di trans e omosessuali. All’interno dell’organizzazione alcuni trans ballano, altri leggono, c’è anche una piccola clinica medica dove vengono fatti test hiv gratuiti, perché una delle piaghe che affligge la comunità transgender è proprio la diffusione della malattie sessualmente trasmissibili: basti pensare che il 6.8% dei 22mila trans di Lahore sono sieropositivi; qua, a parlare, è Moon Ali, direttrice dell’Ong: ”In Pakistan, occorre dirlo, i transgender non hanno diritti. Non basta essere riconosciuti come terzo genere per avere dei diritti sociali. Quella è una formalità. Quando un’ampia fetta della popolazione per vivere non ha altre possibilità che prostituirsi o fare dell’intrattenimento alle feste, allora vuol dire che quella minoranza è discriminata. Oggi noi trans non abbiamo alternative!”.

Moon Alì quindi prosegue: ”Io vado all’università, vivo con la mia famiglia, che ha accettato la mia condizione, e non mi sono mai venduta. Ma voglio che il nostro mondo cambi! È necessario che anche i transgender escano da questa realtà fatta di mercificazione e che inizino a studiare, ad ambire a lavori di prestigio e a cariche pubbliche. In molti ci odiano, gli estremisti islamici in primis: alcune di noi vengono uccise, ma dobbiamo avere coraggio, cultura di noi stesse e forza d’animo per attuare il cambiamento; solo così possiamo dire di avere dei diritti e non essere solo oggetto di sfogo sessuale”.

Foto di Marco Gualazzini

  • fabiano199916

    secondo me molti presenti alla festa non sanno che chi balla non è realmente femmina

    • virgilio

      ma chi se ne frega un buco e un buco direbbe un mio amico di Tirana!!!

      • Fabio Giovanzana

        Già,come gli africani,che quando gli viene la “voglia”,nella savana,fanno un buco per terra e se lo “scopano”!!!

        • virgilio

          scherzavo oviamente!!

          • Fabio Giovanzana

            Io non scherzavo!Questa me l’hano raccontata degli amici che hanno vissuto in Africa….

          • virgilio

            be questa non la sapevo……..bisognerebbe provarci….hahahah

  • Demy M

    Questo è il risultato di un’altro Paese “influenzato” dalla politica americana. Per anni lo hanno foraggiato di armi per aiutare gli amici dell’Afganistan contro i Russi, poi gli hanno permesso di essere una potenza nucleare, poi lo hanno “democratizzato” con le droghe, i gay, trans fino a farlo sprofondare nella situazione in cui adesso si trova. E pensare che trattasi di paese musulmano !!! Questo declino sociale dove porterà? In ogni caso, oltre alle colpe dei governanti locali, dobbiamo ringraziare la grande “democrazia” americana che mai, dico mai, ha migliorato le condizioni del paese dove hanno cercato di importare la loro bellissima democrazia.

    • soldellavvenire

      democrazia?? ma in pakistan non vige una dittatura militare fantoccio gestita dagli SUdA? non è certo un regime integralista come quello iraniano, tanto che viene tollerato lo “stile di vita all”occidentale”! guarda che gli SUdA la democrazia la mostrano a casa loro, ma fuori praticano la strategia

    • Marco Cutulo

      Addirittura dare la colpa agli Americani che abbiano introdotto i trans in Pakistan … mi sembra un affermazione alquanto ridicola !!!
      Come se i colpevoli fossero sempre gli altri, come se le responsabilità
      non spettassero mai a noi, ma al satana americano, come se il potersi trovare in una situazione
      favorevole non fosse mai frutto del merito degli USA ma sempre e solo del caso o del raggiro, come se ammettere che gli avversari sono
      stati più bravi fosse uno smacco inaccettabile per il nostro ego, come
      se per nascondere le nostre insicurezze e fragilità avessimo sempre
      bisogno dell’alibi… gli americani e gli ebrei …

      Alle persone come lei che creano delle giustificazioni e degli alibi per dare sempre la colpa ad “altri” …. e poi colpa di che ? contrappongo dei semplici aforismi e frasi:

      “chi è causa del suo mal pianga se stesso”

      “Se dici al tuo capo che sei arrivato tardi al lavoro perché hai forato una gomma, il giorno successivo avrai una gomma bucata.”

      “Scaricare la colpa ad altri resta il download preferito”

      “Dare la colpa ad altri è un piccolo e pulito meccanismo che puoi usare
      ogni volta che non vuoi prenderti la responsabilità per qualcosa nella
      tua vita. Usalo ed eviterai tutti i rischi e impedirai a te stesso di
      crescere.”

      e comunque anche il suo atteggiamento fa parte dell’umanità .da sempre…
      “I pagani attribuiscono ai Cristiani la responsabilità di ogni pubblica
      sventura. Se il Tevere inonda la città, se il Nilo non irriga i campi,
      se vi è siccità, carestia, peste, terremoto, tutta la colpa è dei
      Cristiani che disprezzano gli dei, e sorge subito il grido: “I Cristiani
      siano dati ai leoni!”. (Tertulliano)

      e per ultimo ….vorrei ricordare che Adamo, appena ne ebbe l’occasione, diede tutta la colpa alla donna…..

      • Demy M

        Io non ho dato la colpa agli americani, mi sono limitato a dire come la “democrazia” made in USA non abbia mai prodotto nulla di buono. Incremento della produzione di droga in Afganistan docet.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
        • Marco Cutulo

          Non ha prodotto nulla di buono ???…. dovresti vivere in altre “democrazie” allora dove magari non saresti libero nemmeno di fare commenti di questo tipo … Secondo me questi discorsi derivano dal fatto che abbiamo troppo il “culo pieno” e non apprezziamo, perche probabilmente ignoriamo e non abbiamo nessuna memoria storica, le concquiste di civiltà che i nostri padri con la morte e il sudore hanno fatto. A noi cittadini 2.0 ci sembra tutto scontato…..
          In Iran dove ho lavorato esistevano all’interno dell’azienda delle spie dei mullah che controllavono se vi erano da parte di chiunque comportamenti antireligiosi: delle segretarie locali sono state messe in carcere e frustate perche non rispettvano i precetti coranici, un ingegnere italiano andato in ferie è stato consigliato di non ritornare più per evitare un arresto sicuro in quanto aveva osato innamorarsi di una donna musulmana, …. oppure si faccia raccontare da parenti com’era la situazione ai tempi della guerra e delle libertà che esistevano…
          Oppure si studi la storia della Pensylvania esempio di quello spirito di libertà e uguaglianza americano basato però su competizione e sacrificio dove il quacchero Pen fu autorizzato da Carlo II di inghilterra a fondare una colonia con molti ex detenuti inglesi a cui diede, e chi domostrava voglia di sacrificarsi, una possibilità di riscatto affidandogli terre da coltivare ….

          • Demy M

            Confermo, NON HA PRODOTTO NULLA DI BUONO !! Io vivo in una Democrazia e, nel rispetto delle Leggi vigenti, posso fare commenti di questo tipo. Non ho tempo per studiare le questioni americane, preferisco impiegare il mio tempo diversamente. Saluti

    • Nerone2

      Spesso do colpa agli americani per tutte le “cretinate” che combinano nella loro terra e in giro per il mondo.
      Ma no in questo caso. Se rilegge l’articolo scoprira’ che e’ una tradizione iniziata nel Pakistan 1500-1600 d.C. ma interrotta sotto il colonialismo Britannico nel 1860.
      Certo Obama oggi sara’ contento nel leggere questo articolo… LOL

      • Demy M

        …..omissis…Certo Obama oggi sara’ contento nel leggere questo articolo.
        Osama Bin Obama era il presidente degli Usa…..e getta che rappresentava il Popolo Americano. Io critico la politica, in particolare quella estera, degli americani, non il popolo che, suo malgrado, deve rispettare le decisioni prese nelle segrete stanze. Cmq. la filosofia made in Usa è quella della distruzione morale dei popoli cosi, poi, importeranno la loro “democrazia” come sempre fatto negli ultimi 200 anni con centinaia di guerre sparse per il mondo.

        • Nerone2

          Con Obumba abbiamo toccato il fondo. Spero su Trump che non ci mandi sottoterra… o … forse quello sara’ il nostro destino? Bha!
          Le amministrazioni amercane sono una manica di fantocci da molto… molto… molto tempo.

          Democrazia… gli States non sono una democrazia ma una Repubblica Costituzionale. La differenza apparentemente potrebbe sembra minima, ma non lo e’.
          Finalmente in Florida vogliono togliere sui libri di scuola l’indottrinamento che avviene da alcune decadi, cioe’ insegnare che gli USA non sono una democrazia, ma una Repubblica Costituzionale.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Metti pure la mappa completa dei gulag americani …

          • Nerone2

            Cerca FEMA Camps… imbecilla.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tu invece cerca orologi di lusso con i soldi del popolo russo …

          • Ubimauri

            Ti possiamo mettere la mappa delle riserve indiane e di tutte le carceri dove e’ rinchiusa la piu’ alta popolazione carceraria al mondo…
            Ci sarebbero poi anche un paio di carceri fuori dal territorio nazionale, ma per il momento fermiamoci qui.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Vuoi o non puoi fare lo stesso elenco per tutte le realtà umane sulla Terra?

          • Ubimauri

            Ma lo si fa, Anita. Lo si fa per tutti…Tranne che per lo Zio Sam.
            In questo senso gli USA sono veramente un paese che fa “eccezione”.
            Come cantava Vasco: “Viva gli americrani! Che loro posson sparare agli indiani”.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Stai mentendo, e lo fai per coprire lo sterminio di massa per soldi comunista …

          • Ubimauri

            Ma vai a cagare.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Afghanistan e russi? Semmai Afghanistan e sovietici … Democratizzare con le droghe? La Russia non è forse il più grande covo di eroinomani (oltre 2 milioni)?

      • best67

        ha anche 146,8 milioni di abitanti!

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          46 milioni meno del Pakistan …

  • Sergio Landi

    Nel Pakistan in cui i cristiani vengono uccisi, imprigionati, perseguitati, non sorprende che gli Lgbt godano di ampio riconoscimento

  • gfranco0039

    ma che vengano in Italia c’è posto per tutti anche per loro.

  • carlo

    in ogni caso essere “diversi” in quelle realtà, è una cosa estremamente pericolosa … paiono essere come nel nostro MedioEvo, quando qualsiasi religione o pensiero filosofico quando non scientifico poteva portare alla morte e alla soppressione di intere popolazioni senza distinzione di sesso, età e condizione sociale …
    ma da noi sono passati secoli … e qualcosa è cambiato … da loro, il MedioEvo “prossimo venturo” non è mai finito ? e mai finirà !? è proprio vero come soleva dire il famoso Karl Marx, la religione è
    l’oppio dei popoli … e per questo, ogni nefandezza è giustificata … (rischiare addirittura la morte se un trans si presenta in Moschea in abiti femminili !?) roba da pazzi …

    • best67

      difatti il comunismo è una religione “alternativa”!

      • carlo

        sono tutt’altro che Comunista, tuttavia Marx era un teorico scomparso quando appunto il Comunismo non si era ancora affermato … quello che fecero i Comunisti in pratica di Lenin e Stalin, i quali ebbero in seguito dopo Marx, il monopolio culturale e di potere, fu un altra cosa … è un po come appunto una o le religioni le quali teoricamente predicano bene ma razzolano male nella pratica …

  • Fabio Giovanzana

    500.000 “trans”….7% sieropositivi,….800.000 cocainomani,…musulmani,….Che paese!!!!!

    • dottor Strange

      si, un paese da cui importare gente a camionate……

      • Fabio Giovanzana

        Già,tutte “risorse”!!

  • Sterminator

    Tanto democratico… ma come mai ci sono frotte di pakistani richiedenti asilo politico in UE? A questo punto bisognerebbe rispedirli tutti al mittente

  • Nick2

    Pensa, Daniele Bellocchio, tu, parlando dei pakistani usi il termine “tollera” virgolettato. Non credi che, se l’Italia fosse in mano ai fascisti, razzisti, omofobi e fondamentalisti cattolici che questo giornale appoggia incondizionatamente, gli omosessuali, i transgender, le lesbiche sarebbero al bando, senza nemmeno i diritti fondamentali. Diritti che sarebbero riservati, come spesso scrivono i tuoi beceri lettori, alle persone NORMALI. L’Italia, culla dell’Umanesimo e del Rinascimento, grande centro di diffusione dell’Illuminismo, in mani vostre
    diventerebbe, per cultura ed apertura mentale, simile (se non peggio) a molti paesi islamici…

    • agosvac

      Probabilmente le sfugge che qui non si tratta dell’Italia dove sono accettati perché persone anche omosessuali e transgender, qui si parla di un paese islamico dove di solito gli omosessuali sono messi a morte. Il dubbio è: perché sono messi a morte gli omosessuali e non i transgender????

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        La Corte Suprema pakistana nel 2009 ha pronunciato una sentenza in cui i transgender vengono riconosciuti come terzo sesso …

        • Gianni Fazion

          Ma se anatomicamente ce ne sono solo 2 il terzo dov’è? Forse nella testa bacata di chi continua a considerare questa gente terzo sesso. O sono uomini o sono donne, altre diversità sono solo pura fantasia, un’invenzione da gente psichicamente labile.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Per i due sessi vedi la soluzione iraniana (riassegnazione sessuale) …

          • Nerone2

            Hum… il terzo sesso sono come i vari “dio” invisibili… :-)
            Il terzo sesso e’ nella mente delle persone

        • agosvac

          Il che significa che in Pakistan non applicano il Corano visto che nel Corano non c’è nessun cenno di questo terzo sesso. Oppure voi del gruppo mueller potete citare un qualche punto del Corano in cui se ne parla???

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Cosa c’entro io con la suddetta pronuncia della Corte Suprema pakistana?

    • Fabio Giovanzana

      Non si preoccupi,come stanno andando le cose in italia,la scuola fabbricherà piccoli grillini gay friendly(come oggi, ha scritto Francesco Maria Del Vigo),con l’appoggio di PD,SEL,Alfaniani e soci,papalini vari,e 2/3 dei votanti FI….In Italia,continuerete a prosperare ed essere un “genere” protetto!!!

    • virgilio

      allora….io non sono aferrato sulla questione perche non mi importa un cazzo di questi “omosessuali, itransgender e lesbiche”
      io sono sposato e a me piace la fica……e fin qui tutto normale mi sembra?!
      loro questi “omosessuali, transgender e lesbiche” cosa cercano?? un culo??!!
      e chi glielo ha mai proibito?!
      cosa vogliono di piu?
      spiegamelo perche sono proprio un ingnorante nella matteria,
      grazie

      • Fabio Giovanzana

        Vogliono essere riconosciuti come “normali”,e sbatterci in faccia tutti i giorni con il loro “orgoglio”,che noi,non essendo “normali” come loro,ci perdiamo il gusto della vita,ovvero sollazzarsi con la parte dove la natura, ha previsto l’uscita degli escrementi!!!

        • virgilio

          hahahahahahahhahahh………cazzo mi hai fatto ridere!!

    • best67

      nick2,c’è stato un periodo in cui anche i compagni mangiavano finocchi!nella fu urss,(quella in cui i compagni italici andavano in pellegrinaggio!) l’omosessualità era un vizio punito con 5 anni di galera!

      • Marenzio Boffi

        Senza andare nell’ URSS del tempo che fu basta spostarsi a Cuba , paradiso in terra per Gianni Minà, anche lì gli omosessuali sono oppressi ma di certo Luxurya non n e farà mai cenno. hanno in testa 4 neuroni non funzionanti

    • Ramsmeat

      I comunisti ammazzavano gay ed ebrei al pari di altri totalitarismi.
      L’illuminismo pare abbia aperto le menti ma al tempo stesso ne separò molte dai rispettivi corpi.

  • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
  • agosvac

    Questa proprio non la sapevo! A quanto pare il Pakistan, paese islamico direi quasi integralista, non tollera gli omosessuali ma stravede per i trans!!! Questi islamici sono davvero gente molto, ma molto strana!!!

    • dottor Strange

      non è strano. siccome le donne sono intoccabili, qualcuno deve fare da donna. fra i Pashtun (divisi fra Afghanistan e Pakistan) è normale truccare da donne gli adolescenti ed usarli al loro posto. è una delle tante psicopatologie dei musulmani. in pratica, Leonardo da Vinci l’avrebbero squartato e Vladimir Luxuria messo in un bordello

      • Fabio Giovanzana

        In aggiunta,questa “profonda religione”,da testimonianze “recenti”,mi risulta che prevedesse la masturbazione da parte delle madri,agli adolescenti in età “ormonale”,per tenerli “tranquilli”,e pertanto senza “offendere” il Corano.!!

      • virgilio

        ” Vladimir Luxuria messo in un bordello”
        be almeno qui l’hai detta giusta quel troione non merita altro!!!!!

      • Ramsmeat

        Allah gayslam.

      • agosvac

        Questa non la sapevo, mi piace imparare qualcosa di nuovo. Comunque, come dice molto giustamente lei, si tratta di una psicopatologia tra le tante che affliggono gli islamici!!!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Vedi la fatwa del 1987 di Khomeini con cui aveva permesso a Maryam Khatoon Molkara di sottoporsi ad un intervento di riassegnazione sessuale da maschio a femmina … Gli iraniani che fanno uso di tale procedura vengono invitati a mantenere silenzio sul loro passato …

    • virgilio

      si hai quasi ragione ma se sapessi quanto strani siamo noi ai loro occhi!!!

    • best67

      la base della cultura islamica sono gli arabi,che hanno sempre avuto una tendenza alla bisessualità..!

  • venzan

    Gli islamici si curino a casa propria, invece di venir ad imporre quel che gli pare qua da noi.

  • Ramsmeat

    Che bel paese islamico. Pippi cocaina, passi più tempo a pregare che a lavorare ed infine, ciliegina sulla torta (rigorosamente halal), quando le tue quattro mogli bambine sono gravide puoi spingere la merda di un trans, tanto Allah ne farà una houri, quindi niente reato di finocchiosità.

  • Mauro Picchiàmi

    Quanta volgarità nei commenti, ma sopratutto quanta grettezza. Come sacerdote cattolico guardo a queste persone e cerco di ascoltarle come persone. E rimetto a Dio il giudizio. Ma restano persone umane, non scarti da distruggere… Sono persone e non meritano tanto odio. Una volta ad un penitente in una confessione, che mi parlava con toni simile a questi commenti, di un gay suo collega, io gli dissi: ” E se suo figlio fosse come lui?”

    • Fabio Giovanzana

      Andrebbe accettato,curato se possibile,e lui dovrebbe evitare di andarsene in giro “orgoglioso” di questo suo “problema”,addirittura “orgoglioso”,che noi,non essendo “normali” come lui,ci perdiamo il gusto
      della vita,ovvero sollazzarsi con la parte dove la natura, ha previsto
      l’uscita degli escrementi!!!Questo è il punto!!Queste “persone” che la smettano di rompere su questo argomento,che la smettano di pretendere di avere “figli”,con uteri in affitto,comodato,allevarli,etc…..Mi piacerebbe sapere il parere di “DIO”,su tema….

  • soldellavvenire

    certo che non ve ne va mai bene una, vi stavate già consolando con “almeno gli islamici puniscono drogati e omosessuali” e adesso questa amara realtà: italia islamica drogata e transessuale (e naturalmente comunista) in arrivo bananas speriamo presto in partenza verso la retta società ( su marte, forse)

    • Ramsmeat

      La prima spedizione umana su Marte è prevista per il 2033 – 2035, quindi mi spiace per te ma farai prima a diventare trans che a vivere sul pianeta rosso. 😟

      • soldellavvenire

        ahahaha allora dovrete pazientare ancora un po’ prima di raggiungere la “terra promessa “

        • Ramsmeat

          Non credo. L’Islam permette di tagliare teste e cazzi, mica di costruire una società avanzata.
          Chi troppo vuole nulla stringe: o continuiamo ad essere cristiani, quindi amanti della patata e scientificamente avanzati, oppure ci pieghiamo all’eresia maomettana vivendo come bestie che fanno degli altri uomini delle puttane; Luxuria ed il matematico dal culetto impertinente non vedono l’ora. 😂