APERTURA_Il fumo dopo l'esplosione sulla posta di un razzo sulla postazione irachena al terzo ponte sul Tigri IMG_6090

Verso la moschea del Califfo

MOSUL OVEST – “Daesh kaputt, Daesh kaputt”, lo Stato islamico è finito, urla un soldato iracheno facendo con la mano il segno della gola tagliata. I corpi speciali iracheni sono avanzati oltre il ponte Huria, il terzo sul Tigri afflosciato dai bombardamenti. Dall’altra parte del fiume, nella parte est della città, già liberata, si staglia la grande moschea voluta da Saddam.

L’incrocio dove è arrivata l’avanzata sembra uscito da una scena da film sull’assedio di Stalingrado. La strada è lastricata di macerie ed i palazzi sono scarnificati dai combattimenti. Il carro armato che presiede l’incrocio tira una raffica di cannonate verso un nido di cecchini delle bandiere nere, poche centinaia di metri più in là. Un blindato è già stato centrato da un tiratore scelto dello Stato islamico.

Gli “Scorpioni”, i corpi speciali della divisione di reazione rapida irachena, che da una settimana stanno avanzando a Mosul ovest sono arrivati ad un solo chilometro dalla moschea Al Nuri. Un luogo simbolo dove Abu Bakr Al Baghdadi ha proclamato il Califfato nel luglio del 2014.

I blindati della polizia federale sparano a raffica con i cannoncini sulle torrette. Ogni tanto arriva in appoggio dal cielo un elicottero, che lancia una selva di razzi.

Il 40% di Mosul ovest è già stato conquistato, ma ci vorrà ancora un mese per farla finita. Il fischio di tre razzi katiusha ci fa correre un brivido lungo la schiena, mentre sibila sopra le nostre teste. Uno esplode in mezzo ai blindati a ridosso dell’incrocio appena conquistato, a pochi metri dal negozio dove abbiamo trovato riparo. Il boato e lo spostamento d’aria ci fanno barcollare. Un fumo denso e grigio avvolge tutto. I soldati urlano e, dalla nebbia provocata dal razzo, emergono in quattro che trascinano un corpo maciullato. I  numeri sono top secret, ma la battaglia nella “capitale” del Califfato è già costata migliaia di morti da una parte e dall’altra.

Un soldato iracheno ferito che rimane in prima liena DSC_0794 I soldati della divisione di reazione rapida impegnati nella liberazione del terzo ponte sul Tirgi a Mosul ovest DSC_0785 IIl fumo subiti dopo l'esplosione che ha colpito la postazione irachena vicino al terzo ponte MG_6087 I resti del museo di Ninive a Mosul DSC_0751 Il fumo dopo l'esplosione sulla posta di un razzo sulla postazione irachena al terzo ponte sul Tigri IMG_6090 Il fumo dell'esplosione dove l'impatto di un razzo katyuscha delle bandiere nere DSC_0773 Hurya bridge il terzo ponte sul Tigri liberato fra Mosul est e ovest  Il museo di Ninive a Mosul distrutto dall'Is DSC_0744 Il terzo ponte sul Tigri fra Mosul Est ed Ivest appena liberato IMG_6080 La prima linea sul terzo ponte sul fiume Tigri ad un chilotero dalla moschea al Nuri dove è stato proclamato il Califfato DSC_0760 Le descrizioni delle opere nel museo saccheggiato dall'Is con una busta dello Stato islamico per la colletta religiosa prescritta dal Corano DSC_0749 Un momneto di riposo dai combattimenti in un ricovero vicino al museo di Ninive a Mosul ovest  DSC_0791

Per non parlare del patrimonio dell’umanità fatto a pezzi dalle bandiere nere come il museo di Ninive a Mosul ridotto ad una scatola vuota. Davanti alle telecamere i seguaci del Califfo avevano fatto a pezzi le statue, forse delle copie. I veri pezzi pregiati sono stati venduti al mercato nero.

  • Demy M

    Finalmente una buona notizia !! Grazie al Grande Fausto Biloslavo che, con i suoi reportage, ci porta a conoscenza di fatti che altri nascondono.

    • MaxSelva

      una non-notizia.
      Chi se ne frega di quello che succede laggiu’ ?
      se difendessimo i nostri confini e se avessimo dei politici ed una forza militare per difenderci ce ne sbatteremmo di quelli li

  • Mario L.

    Fratelli Iracheni, gloriosi combattenti, la mia casa è la vostra casa.

    • MaxSelva

      la tua liberta’ di ospitare degli iracheni in casa tua finisce dove comincia la mia liberta’ di non essere ammazzato da un iracheno appostato a casa tua

      • Fracaxxodavelletri

        Non ti preoccupare, nessuno ti ammazzerá. Resta sereno.

  • Enrico Marra

    Vediamo se il giornalismo italiano, ahimé egemonizzato dalla sinistra, riuscirà a dargli un premio, lui che lavora per un giornale della famiglia Berlusconi e che da giovane ha militato in formazioni di destra! Basti pensare che sono stati capaci di dare un premio a Fabio Fazio ed a gente che da giovane ha fatto parte di “servizi d’ordine” dalla parte “giusta” ossia a sinistra.

  • Fracaxxodavelletri

    Finalmente delle buone notizie. Grande Fausto. Resta sereno. A te non daranno premi o decorazioni. Tu lavori per un quotidiano della famiglia Berlusconi riconosciuta ”il male assoluto”. Piuttosto vedrai elargire premi a iosa ai vari guitti del giornalismo appecoronato ma a te mai e nemmeno agli altri che lavorano per questa testata. Grazie Fausto. Tu sei sul posto, gli appecoronati invece seguono in poltrona la CNN o la Reuter e riportano di conseguenza le notizie.

  • Bocci Massimo

    Speriamo che gli USA, finalmente RIABILITATI DEMOCRATICI,Trump,!!! Dunque grazie al Tycoon oltre che aver impedito ai correi CRIMINALI METICCI,sodali, mandanti e finanziatori del califfo, prima di ripetere il GOLPE,USA (abbronzato) per insediare un altro loro SERVO (Clinton) alla Casa Bianca,ora stanno riportando un po’ di legalità dopo RITIRATA FUGA DA PAVIDO dello stesso, notte tempo per lasciare in eredità al Califfo, armamenti e mezzi finanziari illimitati (le casse della banca of Iraq e armamenti di ultimissima generazione pagati dai contribuenti USA) onde potesse completare, ADEGUATAMENTE EQUIPAGGIATO, SECONDO GLI ORDINI USA,NATO,UE,ONU ed EMIRATI!!! la distruzione asservimento MEDIO ORIENTALE, oggi si volta la pagina CRIMINALE METICCIA.
    Con RUSSI e USA finalmente congiunti NELLA VERA DEMOCRAZIA!!!! Possano così estirpare,una volta per tutte questa METASTASI,METICCIA IV Reich,che ha già asservito DISTRUTTO l’EUROPA!!!
    E con la speranza che la DERATTIZZAZIONE METICCIA prosegua anche in tutti quegli scenari e paesi dove questo CANCRO,INFETTANTE, METICCIO è stato IMPOSTO,(vedi Ucraina) e che tutti i popoli tornati civili,tornati AUTOCTONI,SOVRANI!!! E DEMOCRATICI e decidano per una vera convivenza TRA PARI!!!, Anche lo smantellamento di quelle speudo TRUFFE CORROTTE!!! INTERNAZIONALISTE METICCE, DEL CAZZO!!! Fomentatrici di guerre,carestie, disuguaglianze IMPOSTE!!! Per la proliferazione della schiavitù INUMANA, ecc. come ONU,FMI,BCE,ONG,Onlus, e di tutti i TERZI SETTORI, LADRI E PARASSITARI DEL CAZZO!!!ecc.

  • Renzo Fumolo

    E’ estremamente etico sterminarli per poi passare a chi li finanzia e a chi li tollera.

  • Divoll79

    Al Baghdadi, nome d’arte di Shimon Elliot, a quanto pare…………..

  • Stefano61

    Finito il regno infame di barack husseini banana, della sua compare Clinton e della cricca democrat americana, con i loro soci soros e rotschild, l’isis sta chiudendo baracca. Purtroppo dopo aver sterminato le bandiere nere necessiterebbe completare il lavoro con i finanziatori. Saudi arabia e quatar per cominciare, veri stati canaglia.

  • Alberto

    Siccome su altri topic non si può scirvi re scrivete questo . I. Europa si sceglie tra destra europeista pro nato destra e estrema destra , così in Olanda , andrà così in Germania ma soprattutto in Francia . Primi le destre pro Europa pro nato e seconde le destre estreme anti Islam ,molto bene la civiltà e’ tornata in Europa e ora i nemici , come gli islamici tremino pure .

  • Alberto

    Ottima strategia poco capita da voi quella dell occidente di prendere in giro estremisti mussulmani , coagularsi la , farli paritre via da nostre città e seppellirli li , musulmani o no, la strategia che solo pechino poteva non capire era creare isis , fare scannare mussulmani tra loro , farli partire dalle nostre città più possibile e seppellirli la sotto bombe russe e o droni americani. Missione compiuta Islam sempre dietro e al medio evo compresa erdocan pagliaccio

  • Alberto

    Siccome su altri topic non si può scirvi re scrivete questo . I. Europa si sceglie tra destra europeista pro nato destra e estrema destra , così in Olanda , andrà così in “…..Germania ma soprattutto in Francia . Primi le destre pro Europa pro nato e seconde le destre estreme anti Islam ,molto bene la civiltà e’ tornata in Europa e ora i nemici , come gli islamici tremino pure .

  • Alberto

    Siccome su altri topic non si può scirvi re scrivete questo . I. Europa si sceglie tra destra europeista pro nato destra e estrema destra , così in Olanda , andrà così Germania ma soprattutto in Francia . Primi le destre pro Europa pro nato e seconde le destre estreme anti Islam ,molto bene la civiltà e’ tornata in Europa e ora i nemici , come gli islamici tremino pure . Per buona pace dei turchi che anche ße vince erDOGAN , anzi proprio se vince erDOGAN avranno grossi problemi. Europa e nato la turchiala fanno fuori in 7 giorni e altri 14 per iran .

  • Alberto

    Bravi iracheni filo berretti verdi e seals e filo usa , così si vince subito e in fretta cont isis , tutti pensano che Obama o trump decidano politica estera usa , invece è’ lo stato maggiore che dice ai presidenti cosa fare, sopra ai presidenti americani C e L america , no. Come nelle semi dittature turche o cinesi o iraniane o ……ciao ciao isis , i turchi sono i prossimi e poi iran Corea del Nord e chiunque rompa i maroni.

  • Alberto

    Occidente , nato e alleati comandano. Buona pace a tutti gli altri. Guardate le flotte usa Corea del Sud giappone e India come faranno il mazzo alla cina . Ciao