GETTY_20170918221344_24344092

La vendetta degli Stati Uniti in Mali:
caccia a chi ha ucciso i berretti verdi

Gli Stati Uniti vogliono trovare il commando che ha ucciso i quattro berretti verdi in Niger. E adesso, come riporta la Cnn, la caccia si è spostata in Mali. Secondo quanto riporta il canale statunitense, funzionari dell’esercito e dell’intelligence  ritengono che i combattenti dell’Isis che hanno teso un’imboscata e ucciso i quattro soldati americani lo scorso ottobre siano fuggiti attraverso il confine con il Mali e che da allora siano rimasti lì. 

Gli Stati Uniti stanno lavorando in particolare con i servizi segreti francesi e le forze speciali di Parigi che operano in Mali. L’obiettivo è solo uno: individuare la posizione esatta di quei miliziani. La Cnn ha appreso che la lunga indagine militare sull’imboscata è stata completata e approvata dal Comando Usa in Africa e i suoi risultati sono stati inoltrati al generale Joseph Dunford, capo di Stato maggiore, e al Segretario alla Difesa James Mattis, in attesa della loro approvazione. Una volta che entrambi lo approveranno, e la cosa potrebbe avvenire nei prossimi giorni, ne saranno informati le famiglie dei soldati uccisi, i membri del Congresso e l’opinione pubblica.

I funzionari intervistati parlano di indagini approfondite che hanno visto una combinazione di alta tecnologia e di metodi tradizionali, spaziando dall’uso dei satelliti alle testimonianze locali, gli informatori e l’introduzione nei social network. Ad ogni modo, come spiegato, “qualunque tipo di operazione per colpire i combattenti verrebbe probabilmente messa in atto in collaborazione con le forze francesi che hanno migliaia di truppe in Mali”. L’importanza delle forze di Parigi diventa dunque essenziale per aiutare l’intelligence americana, trovandosi n un territorio che l’esercito francese conosce molto meglio e dove può sfruttare una rete di contatti estremamente approfondita e ramificata.

Gli Stati Uniti sono rimasti molto colpiti dalla morte dei quattro berretti verdi in Niger. Un po’ per l’opacità della campagna Usa in Africa, un po’ perché tenuta nascosta all’opinione pubblica a causa della delicatezza delle operazioni di Africom, un po’ perché è la più grossa perdita per le forze Usa in Africa dai tempi della missione in Somalia nel 1993. Nelle ultime settimane, l’intelligence americana è riuscita a ottenere il video dell’imboscata. E la visione delle immagini ha dato una forte accelerata alle operazioni di ricerca degli autori dell’attacco. Un funzionario della Difesa che ha visto il video ha detto all’autore dell’inchiesta che si vedono le truppe statunitensi combattere “fino alla fine contro avversità schiaccianti”. Una parte del video mostrerebbe anche i soldati Usa mentre cercano di usare i loro veicoli come copertura e uno di loro essere freddato da distanza ravvicinata, quasi in un’esecuzione.

Come già scritto in questa testata, sono molti gli interrogativi riguardanti la missione e sugli errori sia dell’intelligence militare che dei comandanti sul terreno. La pattuglia che guidavano le forze degli Stati Uniti stava viaggiando con 30 soldati nigerini quando fu attaccata da circa 50 combattenti affiliati all’Isis armati di granate, mortai e mitragliatrici pesanti. Quella pattuglia ricevette l’ordine all’ultimo minuto e per cercare un leader terrorista che neanche si trovava nel luogo in cui erano stati inviati militari. L’equipaggiamento era scarso e non doveva essere inviata una pattuglia di quel tipo, ma gli elicotteri. Durante lo scontro a fuoco, che durò per ore, quattro soldati statunitensi – Bryan C. Black, Jeremiah W. Johnson, Dustin M. Wright e il sergente David T. Johnson – sono stati uccisi e due sono rimasti feriti. Insieme a loro sono caduti cinque soldati del Niger. Le forze americane-nigerine sono riuscite a uccidere 20 militanti. Secondo i funzionari militari, l’intero episodio ha avuto una complessità inusuale che potrebbe aver contribuito a rendere la squadra vulnerabile agli attacchi. Soprattutto a causa dei rapporti della Cia che contrastavano con quelli di altri servizi.

  • Bragadin a Famagosta

    ci vuole un Commando capitanato da AlbertNola, con il suo vestito di gomma di Batman

    • Demy M

      Lo stratega potier, l’infermiera Maria ed il carpentiere cardellino.

      • cir

        branca branca branca ,… leon leon !

        • http://vaffanculo.org/ guest star

          per questa armata
          una variante finale: cojòn cojòn

      • Gian Paolo Cardelli

        Le rode che gli USA finiscano per vincere, vero? ovvio…

        • Haku

          Come in Vietnam e Afghanistan? Dove 4 pecorai stanno prendendo a calci in cul0 la potenza più tecnologica del modo?

          • Alox2

            E’ l’URSS che e’ crollata non gli USA! E’ il Comunismo che e’ fallito non il Capitalismo…lo vuoi negare?

          • Haku

            Gli USA? Quelli che hanno il più grosso debito del mondo coi comunisti cinesi?

          • maestraco

            Quel debito é stato causato,non dagli Usa ma da capitalisti residenti negli USA che vollero fare soldi a palate con il commercio a buon mercato con la Cina e avendo le persone adatte nel gov. statunitense per passare leggi disastrose per il bilancio commerciale americano.La Cina tiene artificialmente la sua moneta bassa per poter fare un dumping commerciale negli Usa tutto a suo vantaggio ed é per questo che Trump (pur se inviso) ha ragione a voler rinegoziare certi articoli,i quali regolano il commercio fra i due stati,piaccia on non piaccia alle varie multinazionali con sede in Usa ma con sede fiscale nei paradisi fiscali.Come Gates che vorrebbe pagare più tasse ( a parole) ma non pagail giusto nemmeno in Europa cercando i paesi dove la fiscalità é al minimo, viva la coerenza dei ricconi!!.

          • Haku

            “Dai capitalisti residenti in USA”… quello che gli americani e sottolineo: IL POPOLO americano ha ELETTO presidente? Cosa c’era più capitalista di Trump? Eppure gli hanno creduto. Un cerebroleso con annesse manie di grandezza e gigantismo dell’ego. Non che la Hilary fosse così meglio.

          • Alox2

            ?? Cosa vuoi dire; un presidente non fa’ la differenza sul fatto di poter scegliere il proprio destino…si puo’ in Cina? Russia? Cuba? Forse oggi ma vedo che le cose stanno tornando a come era qualche anno fa’: il lupo perde il pelo ma non il vizio: Se non cambiano il nome PCC per me sono sempre comunisti!

          • maestraco

            Le rigiro la domanda dove pensa che finisca il denaro speso da me o da lei ? eppure i vari Nike,Gates ,Zuckerberg, Steve Jobs si trovano alla vetta di molteplici ditte multinazionali che con i loro profitti li trasfrmano in geni e benefattori del genere umano dando qualche bricciola alle ONG. ma che le bricciole le potranno ddurre dai loro enormi profitti schiavizzando i lavoratori nel mondo. Non sono comunista ma questi sepolcri imbiancati mi ripugnano ,pure Trump é della stessa categoria ma VOI VEDETE E ATTACATE SOLO LUI É QUESTO CHE MI SCONVOLGE.Oggi ascoltando un’emissine in francese (4 persone antitrump) cercavano di inculcare agli ascoltatori l’idea che sia tutta colpa di Trump se Putin si é attrezzato con le armi moderne (che ha svelato in questi giorni),certamente in un anno hanno sviluppato queste tecnologie ,essendo sinceri fu Obama che stuzzicò l’orso russo con l’Ucraina e le sanzioni altro che Trump che deve fare attenzine a cosa dice o vorrebbe fare con la Russia ESISTE IL RUSSIAGATE,non essendo un politico di carriera ha invaso un territorio riservato ad una certa elite,la quale odia e vorrebbe distruggere in qualsiasi maniera chi vorrebbe cambiare l’ETAT DES CHOSES EN POLITIQUE gli esempi non mancano sia a destra come a sinistra se si é moindrement onesti intellettualmente.Pi ognuno la può pensare come vuole ma apprezzo la sua educazione nel rispondermi e spro che,nnostante la foga pure io mi sia tenuto nei limiti del bon ton.Saluti

          • Haku

            Il sistema America intero ha colpe. Thrump è solo la punta dell’icemberg di un problema gigantesco. Non riescono a schiodarsi dal giogo della finanza tanto da non schiodare la situazione. Trump è solo il soggetto più in vista ma se fosse stato fischiato da tutti fin dall’inizio non sarebbe andato da nessuna parte. Questo solo il popolo americano può farlo.

          • maestraco

            Trump non era nulla se lo paragoni ai personaggi della Haute Finance di New York pure didella fam.Bush che per vendetta dlla sconfitta del pargolo Jeb Bush si sono accoppiati ai vecchi nemici che avevano insultato continuamente George W. Bush durante tutto il suo mandato (quasi – quasi come fanno ora con Trump,il quale,secondo loro,non dovrebbe nemmeno respirare perché pensano che possa influenzare le réchauffement de la planète. Se Trump fosse stato fischiato all’inizio, come scrive lei, chi avrebbe vinto ? l’iceberg immerso vale ¾ del volume (normalmente) che eerge dalle acque.

          • Haku

            Non esisterebbero, infatti, gente come trump se non ci fosse la haute finance. E i “finanzieri” non si tengono nell’ombra da tempo. Finiscono direttamente nei ministeri del presidente, Incluso di Obama.

          • Ling Noi

            Gli Usa vorrebbero contrastare la valuta cinese che reputano bassa? Visto che sono uno stato sovrano che batte moneta (non come noi), è sufficiente che svalutano il loro dollaro e le merci cinesi diventano meno competitive. Però bisogna vedere cosa ne pensano le multinazionali americane che straguadagnano con gli oggetti che fanno produrre in Cina.

          • Alox2

            Seriamente, tu cosa fai in Cina? Lavori per una scodella di riso o fai lavorare i Cinesi?

          • maestraco

            Come può constatare lo fanno vis à vis il potente euro. Vedremo come andrà a finire solo il futuro ce lo dirà.

          • Antonio Fasano

            Uno stato che batte moneta? Cosa è la barzelletta del primo aprile? ah no, siamo ancora a marzo!

          • Ling Noi

            Ancora con questi stupidi e inutili distinguo? La Federal Reserve è di Marte? Il dollaro americano USD chi lo emette? Saturno?

          • Antonio Fasano

            “stupidi e inutili distinguo?” La Federal Reserve è una Banca PRIVATA esattamente come la BCE, la Banca d’Italia, e tutte le banche che battono moneta convertibile. Cosa c’entrano con lo Stato è un mistero che ancora nessun fan della “sovranità monetaria” ha saputo chiarirmi.

          • Ling Noi

            Io non conosco questa materia a livello ultra-tecnico, ma le banconote Usa le emettono gli Usa, e il controvalore di tutte le valute può essere manipolato a seconda delle esigenze.

          • Luigi Diana

            Lei e’ proprio un ignirante…si compri un libro di finanza o vada a scuola e chieda a qualcuno di buon cuore di spiegarle cosa e’ una vanca privata.

          • Luigi Diana

            Che ignoranza…lei non sa quello cge scrive.Fa ridere..

          • Alox2

            Anch’io ho i debiti dimmi un Paese senza debiti…poi cosa centra? Tutti il Mondo si avvantaggia della manodopera a basso costo dell’est e Cinese grazie al tuo COMUNISMO! Ma i primi da condannare sono l’elite COMUNISTA di quei Paesi Cina e Russi per primi! Sveglia

          • Haku

            Prima di tutto “Tuo” comunismo lo dice a sua sorella. Il concetto è vecchio come la crocifissione: se lo stato schiavo non onora il servizio, lo stato principe muore di fame. È davvero sicuro che le piacerebbe se quei maledetti rossi diventassero liberisti? Ci pensi bene, quell’enorme massa di lavoratori sfruttati che diventano ben pagati, con diritti, ferie, pretesa di cibo e comodità migliori. È sicuro che riuscirebbe a mantenere lo status quo?

          • Alox2

            Mi auguro che i Paesi repressi dall’ideologia rossa o dai dittatori si liberino e competano, non ritengo che il mio status quo possa peggiorare, anzi per me se c’e’ liberta’ non puo’ che migliorare: quanti Bill Gates, Musk, Buffet, etc etc ed altre menti, cervelli ci sarebbero in Cina o in Russia messi, in passato, a tacere perche’ il Governo decide e li ritiene “pericolosi” o non e’ grado di valutare? Che vinca il miglior prodotto, la miglior idea, la miglior condizioni di vita, i piu’ alti ideali e diritti civili etc da qualunque angolo della terra vengano.

          • Haku

            Le ripeto la domanda: se miliardi di persone improvvisamente iniziassero ad innalzare il loro stile di vita, quindi a spostare o a tenersi per se immani masse di risorse che ora il mondo libero usa, è SICURO che lei manterrebbe i suoi “privilegi “ di uomo libero o forse sarebbe meglio dire di ottuso consumatore?

          • virgilio

            Mi auguro che i Paesi repressi dall’ideologia USraeliana e dai loro dittatori si liberino e competano,altre menti, cervelli ci sarebbero in USA e Europa messi, in passato, a tacere perche’ il Governo decide e li ritiene “pericolosi”
            un solo esempio l’America latina un popolo tenuto schiavo dagli USraeliani che solo adesso ha cominciato timidamente con dificolta a rialsarzi e a ribelarsi ai carnefici dittatori USraeliani,a te invece sapiamo che va bene cosi perche sei della stessa razza di sfruttatori,gente da combattere e ridurre in cenere!

          • virgilio

            l’URSS non e crollata ma si e momentaneamente fermata per meglio prendere la rincorsa ed ecco il risultato……….l’occidente e nella merđa fino al collo e tu con loro

          • maestraco

            In tutta la storia nessuna potenza esterna ha potuto sottomettere le tribù afgane,pure se inuna guerra perenne fra loro ma unite se qualcuno invade il loro territorio .Prima degli Usa,fu la potente macchina da guerra russa a prendersi schiaffi in faccia (Certo con l’aiuto degli Usa) poi gli Usa si presero gli schiaffi e tuttoggi ne prendono un mese sì e un mese no,con l’aiuto del Pakistan (ambiguo secondo i propri interessi) e altre nazioni altrettanto ambigue. Cmq. mai metterei i piedi come guerriero conquistatore in quella terra.

          • Haku

            Concordo su tutto

          • Alox2

            Abbiamo una diversa concezione di vincere e perdere una guerra. Gli USA hanno invaso l’Afghanistan subito dopo il 9/11/01 quando fu’ detto ai Talebani (allora al governo) di consegnare Bin Laden e questi si rifiutarono:hanno rovesciato il governo e Bin Laden e’ a far compagnia a Saddam, Milosevic e altri tiranni. E’ iniziata la guerra aperta al terrore con piu’ di 40 Paesi alleati…
            Oggi ci sono almeno 30 Paesi in Afghanistan (Italia compresa) se vuoi fare I conti dei morti US in 17 anni gli USA hanno perso 2500 soldati circa 1000 della coalizione(vuoi contare i Talebani?). Hanno perso? Con stima di 25000 mila talebani morti? Che fanno la guerra facendosi saltare ai posti di blocco? Siamo seri….

          • maestraco

            Per loro la morte per la terra della tribù non ha lo stesso valore che abbiamo noi (m’includo). Lei ragiona come un occidentale loro ragionano secondo la loro cultura,in passato noi li dichiarevamo eroi,mi ricordo di Enrico Toti, che rimase impresso nella mia memoria avendone appreso la sua storia nelle elementari,ora che insegnano i vari prof (come quella che é su tutti i giornali odierni) ? il femminismo ad oltranza il gender etc.. e vorreste vincere delle guerre con questi concetti? Meglio,anzi molto meglio se le guerre non ci fossero ma quando ti devi battere,almeno per me pur se vecchio non esistono regole se mi aggredisci,te la sei cercata.Inoltre mi saprebbe elencare le spese che tutti i paesi occidentali hanno dovuto assumersi per la protezione dei loro popoli a casa loro ? tutte le restrizioni e perdite di tempo negli areoporti? Per me vincere una guerra vuol dire azzerrae il periclo per cui la hai scatenata. La sua concezione é valida solo se si limita ai numeri dei morti.

          • Alox2

            Sono concetti della minoranza e che vengono assorbiti in uno stato civile (non condivisibili per me) ma vivi e lascia vivere…Vogliamo vedere come trattano le donne i Talebani? Ma ti ricordi che impiccavano la gente perche’ ascoltavano la musica del demonio occidentale? Sono tribu’ un po’ piu’ bellicose di quelle dell’amazzonia (nei limiti vanno salvaguardate); Le restrizioni di tempo per sicurezza, controlli e’ una questione prettamente Occidentale, di depressi c’e’ pieno l’aria anche fra “noi” e dato che per ora si puo’ acquistare un arma da guerra semplicemente con la carata d’ identita’ si pagano le conseguenze.

          • maestraco

            La voglio rassicurare!! la mia ” devise” é vivre et laisser vivre.Giustamente lei solleva certi “costumi – deviazioni culturali” che personalmente mi rivoltano lo stomaco.Penso che sia con il passar del tempo e con un’educazione scolastica adeguata si potrebbe riuscire cambiare le loro abitudini e non obbligandoli con la forza.Io dtengo 2 fucili un Franchi 5 colpi-un Winchester 30-30 e un 22 semi automatico (14 colpi e se volevo a ripetizione) che vendtti ad un amico,non ho mai ammazzato nessuno e nemmeno lo ho mai pensato,quando li acquistai dovetti dichiararli alla polizia e potei prenderne possessione solo a inchiesta finita. Negli Usa non tutti gli Stati hanno le stesse regole,io ho vissuto in Tx. e ho visto gente al Red Lobster e altri ristoranti con il revolver all’anca,le prime volte mi offuscai poi divenne una cosa normale avendo constato che erano gente,almeno sembravano normali con la moglie e i figli e no sembravano degli sbruffoni perché armati,forse causa dell’abitudine di portare armi.Cmq. penso che la migliore decisine che Trump debba prendere e che auspico sia quella d’interdire le armi da guerra e quelle capci di sparare a raffica e con un massimo di 5 colpi (buoni per la caccia a chi piace e non solo per uccidere ma per nutrirsi). Saluti

          • telepaco

            “mai metterei i piedi come guerriero conquistatore in quella terra….” questo perchè l’occidente e l’URSS di Gorbaciov non potevano calcare la mano, avendo dalla controparte tutta l’opinione pubblica mondiale a cui dover rendere conto. Se al posto dei sovietici anni 80 o degli americani di oggi ci fossero le truppe tedesche della seconda guerra mondiale o quelle sovietiche di Stalin i tuoi 4 pecorari eroi talebani sai che fine farebbero? Nella migliore delle ipotesi finirebbero tutti nei campi di sterminio dopo che è stata fatta terra bruciata ovunque, non importa quanto sei duro a resistere quando il tuo nemico ti stermina mano a mano che avanza senza lasciare sopravvissuti. Oggi vincono, si fa per dire in quanto hanno perdite enormi, solo perchè gli altri non usano tattiche e armi adatti a cancellarli dalla faccia della terra, quindi non per merito loro di sicuro.

          • maestraco

            Stesso discorso vale per la guerra del Vietnam,ho sempre pensato che gli Usa non usarono tutta la loro potenza avendo pure loro tutta ll’opinione pubblica mondiale e una maggioranza pure dell paese.Lei mi accusa di “amare” i talebani,ma neanche per sogno, ho solo scritto che fu ed é un popolo indomito che é difficile da domare almeno che come scrive lei non lo si distrugga completamente.

          • cir

            come i guerrieri IRANIANI

          • Boris

            Non russa ma sovietica …

          • kison

            “macchina da guerra sovietica” non russa.

          • Boris

            Solito mito (dei perdenti) che vuole la mosca potere abbattere l’elefante …

          • Haku

            Intanto seppure con droni, satelliti, Visori notturni, M16, F22, carri armati, sistemi informatici sono più di 15 anni che queste mosche con Kalashnikov, caffettani e sandali tengono testa all’elefante.

          • Boris

            Una democrazia deve badare ai mezzi che usa per combattere i suoi nemici, una dittatura invece può procedere con meno scrupoli.

          • Haku

            Cioè invadere un paese straniero, con armi ed eserciti da miliardi di dollari, supertecnologici, con “soldati” che muovono un Joystick in giacca e cravatta e ogni tanto bombardano una festa o un matrimonio di civili, causando l’ingrossamento delle fila dei talebani? E sa cosa fa sganasciare? Che non riescono nemmeno a vincere. Spendono miliardi di dollari del contribuente Americano e non ne escono. Vabbè.

          • Boris

            Conosci i piani americani?

          • Haku

            No, leggo i notiziari.

          • Boris

            Ti piacciono le ciambelle?

          • Haku

            La patata

        • Lorenzo Baldini

          Giustissimo

        • chelavek

          SI, come in tutti i bei film di Hollywood

          • Gian Paolo Cardelli

            Sicuramente più realistici di quelli “made-in-Pallywood” o “made-in-Politburo”…

    • deadkennedy

      no di gomma lui ha altra cosa e non si tratta di un vestito…. in più lo usa su se stesso

  • berserker2

    Ogni tanto, è bene far vedere ai boscimani diversamente incapaci, ai terroristi pigmentati, ai sottanati stercorari del deserto…. la forza degli Occidentali.

  • Demy M

    Nessuna vittima americana registrata in Siria dopo anni di guerra?

    • Bragadin a Famagosta

      no i feriti vengono salvati da Maria la

      Florence Nightingale del Golan

    • cir

      che peccato !

      • http://vaffanculo.org/ guest star

        vero?

    • http://vaffanculo.org/ guest star

      io credevo che i berretti verdi fossero bionici

      • Demy M

        Forse sono come robocop made in hollywood.

    • http://vaffanculo.org/ guest star

      no,
      sono più pericolose le scuole in U$

  • pierluigi

    “Soprattutto a causa dei rapporti della Cia che contrastavano con quelli di altri servizi.” –

    Infatti, probabilmente gli “altri servizi” erano quelli incaricati di infiltrare in Niger i jihadisti riciclati dalla Siria e dall’Iraq.
    Gli Stati Uniti con una mano rimpinzano di terroristi le zone di interesse strategico, come appunto le ricche regioni uranifere del Sahel, e con l’altra “corrono in aiuto” dei governi locali insieme ai loro compari europei, inglesi, francesi, ma anche italiani, per “contrastare la minaccia terroristica”.

    • Silvio

      CERTO, e come SEMPRE inventano o ***BUFALANO*** come ***SCUSA*** per ENTRARE e rimettere le ZANNE e i PIEDI in sta VECCHIA ***FRANCAISE COLONIA***togliendo al MACRON la FORZA pero a FAVOR del SUO **ANGLO-FRANCAISE-AMERICAN- PATRON**????¡¡¡¡

  • Alox2

    Notizia scontata, si potranno nascondere nei buchi, sotto I sassi …ma ad uno vengono presi ed appesi.

    • cir

      perche? i berretti verdi non si devono uccidere ? non sono anche loro degli sporchi yankees ? ma come k…zo ragioni ? Hai paura che tua madre resti a bocca asciutta e non possa piu’ mantenerti ?

      • Amor Vero

        Ognuno è libero di fare quello che vuole.
        Ne subirá le conseguenze, buone o cattive che siano.

      • MarioD6

        Lo scrivi perchè a te è già capitato ??

        • cir

          sukkkia!!

      • Alox2

        Cir il Nazi, ti abbiamo seppellito una volta e ti seppelliremo ancora, ed ancora ed ancora finche’ non avrai piu’ buchi dove nasconderti: “Ooh Rah”

        • cir

          sukkia !!!

  • http://vaffanculo.org/ guest star

    mi è sfuggita la risoluzione ONU che chiedeva l’Intervento pacificatore della NATO
    in Mali.
    colpa mia ,sono disinformato,perchè sicuramente non intervengono senza mandato
    vedi Siria…

    • cir

      il mandato viene dato direttamente da Letamiau !

    • Bragadin a Famagosta

      sei distratto ne aveva parlato anche la de Filippi

  • dapicus

    bella storia ma durante la ricerca non penso saranno gentili sui tipetti ambigui.

  • montezuma

    C’è chi va a rendere la pariglia a dei terroristi subdoli. Chi invece permette che due nostri Marinai restino in balia di uno stato straniero (l’India, che ha buttato alle ortiche secoli di leggi internazionali di fatto) o che a un Carabiniere venga rotta una spalla in modo vigliacco. Il tutto senza che i “nostri soavi politici” fiatino. Davvero una prospettiva diversa! L’articolo è interessante, ma resta una semplificazione. Queste operazioni avvengono sempre e comunque in una cornice che comprende il governo locale e/o una coalizione.

    • Bragadin a Famagosta

      dimentichi Erdogan e l’Eni

      • montezuma

        Non dimentico. È stata la dimostrazione ennesima della nostra debolezza politica. A maggior ragione quando la sinistra è al potere.

    • Raoul Pontalti

      I due sparacchiatori a vanvera sono entrambi in Italia a farsi le seghe a spese nostre. Purtroppo poi spenderemo altri soldi per i processi che con buona probabilità saranno celebrati in India.una volta che la Corte arbitrale ad hoc istituita pall’Aja si sarà pronunciata in ordine alla giurisdizione.

      • montezuma

        Lei non ne sa niente. In ogni caso, la nave non avrebbe dovuto attraccare e i due militari non avrebbero dovuto essere consegnati. I tempi della “giustizia indiana” stanno facendo impallidire perfino la “nostra”. Per uno che fa sempre il fine ed educato leguleo, le sue prime cinque righe sono da idiota maleducato.

        • Haku

          Non mi pare che lei ne sappia qualcosa di più, dato che NON c’era e si affida, come gli altri, a quello propinato dai mezzi di informazione. A morire furono due PESCATORI per quello che si sa. Possiamo però STORICAMENTE sapere che se muore un cafro, un sudamericano, un nativo australiano il suo sangue vale di meno della “razza dominante”.

          • montezuma

            Non dica fesserie. Fossero pescatori o chiunque altro, erano persone. Da quale pianeta è sceso per ritenere che gli Italiani vadano in giro pensando di essere “razza dominante”! Dove ha sentito un parallelo del genere! Poi lei non può sapere quello che qualcun altro sa della vicenda, in tutti i casi.

          • Haku

            “Fossero pescatori o chiunque altro, erano persone”

            Si, ma qui si parla di salvare i Marò, che sono gli assassini, e i pescatori rimangono come una notizia nebulosa. Ci rifletta su.

          • montezuma

            Io dovrei rifletterci su? Ma lei su quali dati di fatto sta parlando? I nostri militari non sono assassini. Sono vittime di un sistema, quello indiano, che non ha rispetto nemmeno dei suoi cittadini. E sono vittime della ragion di stato che non sa dire pane al pane! Rifletta lei sulle fesserie che dice.

          • Haku

            Su quale dato di fatto? l’UNICO dato certo: Due pescatori sono morti. A mitragliate. Ma il mondo ormai è alla rovescia: i mitragliatori sono le vittime del sistema (Indiano… di cuoi lei come me non sa una benemerita mazza), i pescatori sono solo un particolare sullo sfondo.

          • montezuma

            Lei non ha idea di quello che potrei saperne io. Quindi potrebbe essere lei a non saperne una mazza. Di dati certi al pubblico ce ne sono veramente pochi. Meno di tutti che i nostri militari abbiano sparato ai due pescatori. I dati certi sono che la vicenda è stata usata per “scopi politici” locali ed internazionali e che i due Maro’ non avrebbero dovuto essere consegnati (quest’ultimo glielo dò per certo). Il governo Monti ha delle responsabilità gravissime, se fossimo in un Paese serio alcune persone ne dovrebbero rispondere. Purtroppo la serietà politica in Italia è quella che è.

          • Haku

            SI. Hanno visto la nave e si sono suicidati.

          • montezuma

            Ironia inutile e basata sul nulla ovvero notizie di stampa e verbali sparsi qua e là. Oppure lei sa qualcosa di più? Lei sta … sparando nel mucchio. Io penso, immodestamente, di saperne più di lei. In ogni caso, dei militari italiani, inviati in una missione del genere, non sparano a caso, se sparano.

          • Haku

            Si sono convinto anche io che prima di sparare abbiano mirato.

          • montezuma

            Troll…lallà vero? Bip, ciao!

          • Haku

            Semplice logica elementare. Inoltre: Ha notato che persino i più “Ridateci i nostri Marò” hanno abbandonato tutto? Non si sentono più. Nè si è avuto il sostegno della comunità internazionale. Silenzio assoluto. I pescatori sono morti. I militari hanno sparato. Le Allusioni a cose che lei “saprebbe” come se fosse ben impelagato nel ministero degli interni fà sorridere.

          • montezuma

            Tu citi il menefreghismo istituzionale e individuale nostrano come se fosse una “prova, fai ridere! Ribadisco il concetto, bisogna avere l’umiltà di riconoscere che noi non siamo mai, individualmente, in possesso di tutte le informazioni essenziali. Per il modo in cui accusi i due militari sei offensivo per il Paese. Resti un troll … disinformato e frustrato.

          • Haku

            Non sono stato io ad accusare i militari. Non essendo Dio senz’altro mi affido a ciò che i mezzi di divulgazione esprimono. Ora: o lei ci DIMOSTRA conoscenze al di fuori del circuito mediatico, di prima mano e affidabili o mi può dare del frustrato fino allo sfinimento, ma a sparare furono i due militari, a morire due pescatori. Questo è quello che sappiamo, Incluso lei, anche se tenta di insinuare conoscenze di fonte ignota superiore alle altre, che detto da un nickname su un blog farebbe sganasciare, se non fosse un film già visto e ridicolmente tragico.

          • montezuma

            Quello che dici è sbagliato. Anche se avessi migliori informazioni le direi a te e qui, ciao core! Tuttavia puoi prenderlo come un fatto: se a dei poveracci hanno sparato in quei paraggi, non sono stati i nostri militari. Resti un troll. Il prossimo commento te lo puoi risparmiare.

          • Haku

            Il commento lo risparmio se mi pare. E no: non credo ad un Nick rispetto alle fonti ufficiali.

          • montezuma

            Fonti ufficiali? Ma fammi il piacere! Cari saluti

        • Raoul Pontalti

          Tu invece sai tutto…A parte il fatto che il peschereccio non attaccò affatto (non ne sarebbe stato in grado sviluppando una velocita massima pari all’incirca alla metà di quella della petroliera ed elevandosi con le sue murate a ca un metro e mezzo sul pelo dell’acqua contro i 14 metri delle murate della petroliera portante solo zavorra), si trattò di un tragico errore (speriamo..ché vi è chi ipotizza un atroce tiro a segno dei rambo de nonatri contro i poveri pescatori dalla pelle scura) dovuta a cretinaggine congenita e ignoranza cronica che affliggono le nostre marinerie civile e militare che fece scambiare pescatori per pirati e poi, a seguire, la folle decisione di sparare (non si spara da nave civile! se non quando è manifesto l’attacco portato con le armi!). Tu sei vittima della propaganda destricola propalata da ex di Lotta Continua convertitisi al dio denaro (Capuozzo…) e non ti rendi conto che il mondo invece al riguardo ha già condannato l’Italia non spendendo una parola in suo favore, nemmeno la Chiesa cattolica (cui appartenevano i due pescatori: quei segaioli dei marò hanno accoppato due cattolici di rito siromalabarita) che anzi nella versione locale è la più feroce contro l’operato dei rambo all’olio d’oliva, tonno e bruschetta. Tutti gli eperti stranieri condannano l’Italia nel merito, concedendo il dubbio di una giurisdizione italiana solo per l’aspetto dell’immunità funzionale dei militari peraltro non oggetto di discussione presso la Corte arbitrale. Infine: hai notato come tutti i partiti in campagna elettorale abbiano lasciato cadere la questione? Compresi qui destricoli come La Russa che alle elezioni precedenti e alle europee i due castroni sparacchianti nei mari tropicali li voleva candidare? La ragione è che si profila un flop colossale all’Aja e l’Italia prova a scongiurarlo, dolo le elezioni, con un accordo sottobanco con l’India. Ma dubito che vi riesca…Infine: è intollerabile che i due sparacchiatori non si siano assunti la responsabilità di quanto commesso.

          • montezuma

            Per quanto mi riguarda vivi sulle illazioni e sei squalificato.

          • Raoul Pontalti

            Illazioni? Toni Capuozzo era a Trento a studiare sociologia (io sono di Trento) ed era uno di quelli che dava la caccia, insieme con i suoi compari di Lotta Continua, ai liceali missini come me. Fu anche giornalista di “Lotta Continua” e alla chiusura di quel giornale passò nel’orbita dei periodici Mondadori (e di lì ad abbracciare Silvio e la Fininvest). Sui marò basta leggere gli atti pubbilcati dal Tribunale del Mare di Amburgo comprendenti il dibattimnento in aula, le memorie di Italia e India, la decisione del Tribunale con le motivazioni e i pareri dei giudici dissidenti. Ci sono anche dei video delle arringhe per lo più in inglese (ma anche in francese dell’avvocato dell’India Alain Pellet).

          • montezuma

            Quando sento parlare di tribunali internazionali su temi del genere, mi viene la … pellagra. In ogni caso, per i militari in servizio (di qualsiasi Paese!), soprattutto per questioni di servizio, la giurisdizione è del Paese di appartenenza. I due del S. Marco non dovevano essere “ceduti” a una corte indiana né, di conseguenza, a un arbitrato sul quale sono scettico per usare un eufemismo. La UE e la NATO se ne sono lavate allegramente le mani. Sui dettagli, non le dico cosa ci farei con i verbali di cui parla (e che conosco, ahimé!). L’India e altri Paesi più vicini stanno usando la vicenda per farci le scarpe su vari temi! Detto questo, uno come lei che pontifica sempre con paroloni altisonanti in temi “legali” e mi parla di “sparacchiatori”, mi urta profondamente. Se pensa che i nostri militari (e agenti di polizia …) siano sparacchiatori e torturatori, qualsiasi dialogo finisce qui!

          • luigirossi

            I due maro’ non si sono arresi ai viglili ubani di Auckland,Nuova Zelanda,come le vostre ” forze speciali”,buffone.Nè i nostri militari in Afghanistan hanno regalato ai Talebani la loro piu’ splendida vittoria in battaglia come voi francesi vicino kabul

          • Raoul Pontalti

            ‘mbriaco de pippe io non sono né alsaziano nè corso, sono bensì trentino, dunque itaaliano e non francese.

        • deadkennedy

          ma raul badoglio pontalti è lo scemo del villaggio. a trento vendono le tazze del water con la sua faccia serigrafata…. e mi raccomando ricordati che lui è un fassisstaaaa sullo stile di fassino ovviamente

      • luigirossi

        I due maro’ furono vittime di un complotto che legava sevizi segreti farncesi e servizi indiani deviati,e che era parte della trattativa corruttiva che porto’ alla vendita di 36 RAFALE dei quali l’India nonsa che farsene,ma gli ufficiali indiani si,delle relative bustarelle.,Il processo ai maro’ non è satto fatto perchè non poteva non rivelare la verita’ davanti al mondo.

        • Raoul Pontalti

          Eccone una altro seguace delle scie chimiche e credente nel dogma della verginità della Ruby …

  • enricodiba

    AFRICOM è un altro fiasco americano….

  • Pelzen

    Ottima notizia: a quando altre eliminazioni?

  • HappyFuture

    Che titolo “infelice”: vendetta! E che modo di scrivere! Vuoi vedere che gli USA hanno anche qualche colpa perché i loro stessi uomini sono stati imboscati e massacrati?
    Poveri noi! Che giornalismo!
    Fatto è che quello che lessi a riguardo dava la pattuglia in una missione di routine.
    Inoltre le fonti Americane dicono che chiesero l’appoggio dell’aviazione francese e che un Mirage arrivò sul luogo dello scontro 1/2 ora dopo la richiesta… (penso che siano tutte fonti francesi che fanno sapere i fatti. Gli americani sono tutti morti.)
    Fatto è che almeno un cadavere USA è stato trovato in avanzato stato di decomposizione, e il ritrovamento di tutti i cadaveri è stato fatto giorni dopo l’avvenimento.
    Qualcosa non ha funzionato fra gli alleati.
    Ma penso che qualcosa non sia funzionando fra gli Alleati Europei e gli USA, da quando Trump è andato alla Casa Bianca.

  • best67

    li faranno neri!

  • Lele Depascalis

    scontro in famiglia.

  • Gian Piero Traverso

    Secondo il vocabolario “truppa” significa “complesso organico di forza militare” quindi l’articolista sostiene che i francesi avrebbero in loco qualcosa più di un esercito, se il resto delle notizie è riportato con la stessa accuratezza è meglio leggere Topolino.