apertura_occhi

Un’alleanza tra Giappone e Russia?

Che strana alleanza sarebbe, quella tra Vladimir Putin e Shinzo Abe. Strana ma non impossibile. Certo, il recente sostegno del Giappone alle sanzioni economiche dell’Occidente contro la Russia non aiuta. Ma, pare, che ultimamente qualcosa bolla in pentola. Secondo quanto riportato dal quotidiano nipponico Asahi Shimbun, i due leader potrebbero incontrarsi tra il 2 e 3 settembre a latere dell’Eastern Economic Forum business conference, ospitato a Vladivostok, nell’estremo oriente russo in questi giorni. E proprio da quell’incontro potrebbero scaturire importanti novità nelle relazioni internazionali tra i due Paesi, oltre ad un evidente cambiamento nella geopolitica del Pacifico.

LEGGI ANCHE
La Germania va a crescita zero
ed evita la recessione (per ora)

I rapporti economici

È necessario spiegare, però, che l’incontro tra i due leader non è in programma, come confermato dal Capo di gabinetto Yoshihide Suga all’Asahi Shimbun. Ma è molto probabile che ci sia. E in tal caso di cosa parlerebbero? Dei rapporti commerciali tra i due Paesi, naturalmente. E sul punto concordano i principali quotidiani nipponici. Nel 2014, secondo Business insider, il Giappone era il primo partner asiatico della Russia, con 14 miliardi di dollari di investimenti. Ora probabilmente è stato surclassato dalla Cina. Ma Tokio non vuole perdere il primato.

LEGGI ANCHE
"Putin ha favorito Trump"

La questione delle isole Kuruli meridionali

Inoltre, la discussione dovrà necessariamente vertere sullo status delle isole Kuruli meridionali, per Mosca. Dei territori settentrionali del Sol Levante, invece per Tokio. Le quattro isole in questione, che si trovano a poca distanza dall’Hokkaido, furono occupate dall’Urss poco prima della fine del Secondo conflitto mondiale. E mai restituite al governo nipponico. L’arcipelago è sempre stato rivendicato da Tokio e rappresenta un’enorme barriera per il sereno sviluppo delle relazioni tra i due Paesi. La massima tensione tra i due popoli è stata raggiunta nel 2010, quando Medvedev sbarcò su una delle isole, entrando nella storia come il primo presidente russo a compiere un gesto simile. E i giapponesi non ne furono, di certo, soddisfatti. L’arcipelago rappresenta uno snodo strategico fondamentale per le rotte nel Pacifico, oltre ad essere ricco di risorse minerarie ed energetiche. Eppure una soluzione al problema ci sarebbe e si basa su una dichiarazione congiunta del 1956, secondo la quale Mosca s’impegna a restituire a Tokio due isole su quattro. Non proprio un affare, ma meglio di niente. E vedremo se i due leader prenderanno in considerazione l’idea.

Gli interessi complementari di Tokio e Mosca

Una cosa è certa, però. Sia il Giappone che la Russia vogliono incrementare le reciproche relazioni. Perché Tokio ha bisogno dell’energia (soprattutto del gas) russa, e Mosca degli investimenti nipponici. Che potrebbero concentrarsi in Siberia, regione ricca di risorse ma poco sviluppata. C’è da dire, inoltre, che i rapporti tra Putin e Abe non sembrano tesi, anzi. Iniziati nel 2012, proseguono senza molti intoppi. Anche se restano comunque le frizioni storiche e geopolitiche dei due Paesi, che non possono essere repentinamente messe da parte. Su tutte la troppa vicinanza di Mosca a Pechino. Eppure, anche in questo scenario Putin potrebbe svolgere il ruolo chiave di mediatore tra Abe e Xi Jinping durante G20 in Cina, programmato per il prossimo 4 e 5 settembre. Che sia l’inizio di un nuovo corso?

  • telepaco

    Comunque lo si voglia vedere Putin rimane uno stratega eccezzionale, un gigante rispetto alle marionette occidentali, in primis il colorato di Whashington

    • Sor Pampurio

      io direi eccezzziunale … veramente

      • Rifle Leroy

        Pampurio fa sempre ottimi commenti…per gli stitici.

  • Rifle Leroy

    La Russia può permettersi anche di restituire tutte e 4 le isole al Giappone,il problema è che le ridarebbe ad un paese che fa parte della NATO, cioè quella organizzazione a guida statunitense che la minaccia.
    Cedendo le isole dunque rinforzerebbe un nemico. Occorre dunque da parte del governo Giapponese un impegno concreto a restare neutrale in caso di conflitto fra Russia e NATO. Oltre a dover rimuovere le sanzioni (ma quello è il minimo sindacale).

    • Rifle Leroy

      va da se che la cessione delle isole al Giappone, dipende esclusivamente dalla volontà di quest’ultimo di svincolarsi,non dico totalmente dall’alleato americano ,ma almeno di avere una certa autonomia. Non è concepibile che la Russia ceda delle isole che poi potrebbero eventualmente ospitare basi americane. Ma neppure che il Giappone dopo una simile cortesia non ne diventi alleato.Insomma la palla sta nel campo dei Giapponesi. A loro fare la prima mossa.

      • alfapenta

        esatto o il giappone da delle garanzie CERTE di non aggressività o nisba…. ricordare a RUSSIA cosa è stato fatto in europa cone la NATO e non fare gli stessi errori!!!!!!

    • sanders

      ti devo correggere sul fatto che possono permettersi di ridare indietro le isole, soprattutto su una delle quattro si trova un’importante flotta russa del pacifico… Quindi è già tanto se i giapponesi ne vedranno due

      • Rifle Leroy

        E mi sa che hai ragione. Leggo sul sol24h che su una delle isole ,Shikotan,vivono inoltre 17.000 cittadini Russi ,evidentemente trapiantati lì.
        Però continuo a non vedere queste insormantabili difficoltà, a parte l’ostacolo Americano.Vedo tanti vantaggi nel permettere al giappone di rientrare in possesso di almeno 3 di quelle isole.Per esempio potrebbero piazzare lì parte degli sfollati di Fukushima, e a quel punto l’economia di una delle isole ripartirebbe grazie agli investimenti giapponesi.I Russi devono “solo” stipulare dei vantaggiosi trattati (chessò per un certo numero di anni ricevere una parte delle imposte pagate dagli abitanti di quelle isole?) ,e ovviamente cercare se non un allenza militare,almeno una certa neutralità.
        Ovviamente da questo ragionamento va esclusa l’isola su ci dici essere posizionata una base navale russa…anche se di territori loro ne hanno. Sarebbero sacrificabili per guadagnare un cosi valido alleato.
        Ma chissà quali altri aspetti ignoro.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Troppi.

    • carlo

      il Giappone un paese NATO ? a meno che non abbiano aderito l’altro ieri non mi risulta …
      ma quando scrivete siete almeno capaci di fare una verifica prima di scribacchiare ?

      • Rifle Leroy

        No ma è un paese partner. Nonchè alleato (vassallo) degli stati uniti.

        • carlo

          Vassallo !? ma quando mai ! lo dimostri con dei fatti piuttosto che buttar giù delle parole senza senso e senza alcuna utilità dettata da chissà quale immotivato livore per tutto e tutti … avanti ! mi faccia qualche esempio di questa sua presunta sudditanza dei Giapponesi nei confronti degli Americani !

          • virgilio

            coglionazzo te lo spiego io,dopo le 2 bombe atomiche i giaponesi hanno dovuto piegarsi tottalmente al volere dei mangia merda e questo e sotto gli occhi di tutti,solo un coglionazzo come te dice il contrario sapendo di mentire
            spudoratamente mi fai ribrezzo sei un individuo vergognoso ed e per quello che non meriti rispetto,verme

          • Rifle Leroy

            le sanzioni alla russia per esempio. Il giappone ha tutto da perderci. E’ ovvio che è costretto per via delle pressioni di whashington.

          • carlo

            e questo lei la chiama sudditanza ? pressione ? suvvia siamo seri ! è stata una decisione presa collegialmente per tentare di ripristinare uno stato di diritto e legalità internazionale ! decisione con la quale tutti hanno perso qualcosa, Americani compresi ! incluso il fatto che le sanzioni non vengono mai prese alla leggera da nessuno, tutti ne avrebbero fatto a meno ! Russia in primis …
            mi porti delle argomentazioni e degli esempi più seri e credibili per favore !

          • Rifle Leroy

            ma degli esempi più credibili li devi portare tu ,carlo.Non cianciare di -cito- “sanzioni che fanno male a tutti” <- e allora perchè le fanno?

            Ma a chi credi di darla a bere, ai fessi come te? qua non è repubblica.

          • carlo

            è lei che a gettato il sasso .. quindi gli “esempi più credibili”, li deve portare lei,
            comunque sempre a sua disposizione …
            tra parentesi, il quotidiano “la Repubblica” non è un giornale che fa parte delle mie letture, nemmeno online … quindi casca male !

          • Rifle Leroy

            Io le ho già risposto.. Uno stato che si deve accodare ai desiderata di un altro su questioni di politica estera,come le sanzioni,è uno stato a sovranità limitata.
            La sua risposta è stata “le sanzioni fanno male a tutti” ….ah be allora…e il sole è giallo. E dopo il giorno viene la notte…

          • carlo

            per lei sarebbe così strano e scandaloso il fatto che dei paesi o entità statuali si possano trovare d’accordo e compartecipi nell’avere degli stessi principi e obiettivi ideali di legalità e civiltà che sono basilari per una normale convivenza tra popoli ? ebbene questo fatto per lei non è nemmeno degno di essere preso in considerazione ? e ancora meno le può passare per la testa che questo va ben al di la di una semplice infondato asservimento, o una sterile subordinazione nei confronti di un altro paese ? è forse per lei un fatto marginale la tutela di fondanti principi universali ? mi dispiace che lei abbia talmente il dente avvelenato da non accorgersi che in Occidente nessuno a imposto e impone nulla a nessuno ! quelli sono principi universali che un paese democratico con diritti riconosciuti fa suoi. è vero, in determinate circostanze forse ci sono stati in taluni casi delle pressioni riguardanti alcune situazioni … … ma da li a pensare che qualcuno abbia imposto con la violenza e la guerra determinate politiche anche economiche come ha fatto e fa la Russia attualmente, mi sembra onestamente un pretesto ridicolo e infondato.
            ha mai visto in Europa Occidentale dal 1945 ad oggi carri armati Americani imporre qualcosa con interventi militari diretti ? io no … in compenso ho visto in passato carri armati Russi imporre la politica estera ed economica nei confronti dei propri paesi satelliti, come li vedo tuttora in taluni paesi Est Europa gravati purtroppo ancora oggi da una pretesa sovranità limitata …

          • Rifle Leroy

            Ma di quale legalità e civiltà va cianciando? e la smetta con questo linguaggio da scafato e paludato diplomatico dell’onu.

            cito:
            “la tutela di fondanti principi universali”

            ma quali diritti universali ,i suoi? quelli degli americani ? quelli degli aborigeni? dei boshimani? no perchè siamo 7 miliardi di persone suddivisi in tante nazioni diverse, ognuno con valori diversi. Chi lo ha deciso che i suoi o i nostri valori vanno bene per tutti? lei e chi altri? gli anglosassoni per caso? Quelli che sono andati a schiavizzare 3/4 della popolazione mondiale ,gli hanno cagato in casa, si sono rubati le loro ricchezze ed oggi pretendono che i loro valori valgano per tutti?

            Ma poi …se quando arriva il momento di invadere qualche paese gli stessi stati uniti se ne sbattono i coglioni “della tutela di fondanti principi universali” ,di cosa cazzo stiamo parlando? lo abbiamo visto tutti Colin Powel agitarsi al consiglio di sicurezza delle nazioni unite,con in mano la fiala contenente la prova che saddam Be la prova era falsa. risultato 1 milione di morti. I feriti non si contano. Un paese distrutto.
            E lei mi parl di “la tutela di fondanti principi universali” e di “obiettivi ideali di legalità e civiltà che sono basilari per una normale convivenza tra popoli ”

            ma vaglielo a dire a quelli che in iraq si sono presi le bombe in testa.

            cito
            “Occidente nessuno a imposto e impone nulla a nessuno”

            Ma che cazzo vai dicendo.
            E l’euro chi lo ha voluto?
            e L’EU chi la ha chiesta?
            E avere 100 basi americane in italia da 70 anni,con tanto di bombe atomiche chi ne ha voglia?

            Siamo talmente liberi che queste cose ce le hanno rifilate senza farci decidere nulla.
            E mi parli di occidente che non impone nulla.

            cito.
            “ha mai visto in Europa Occidentale dal 1945 ad oggi carri armati Americani imporre qualcosa con interventi militari diretti ?”

            No carri armati no,ma ho visto il sorgere nel cuore dell’europa un narco stato chiamato Kosowo grazie agli AEREI americani.E non parliamo del principio su cui ne è stata decretata la nascita. Uno schiaffo a quelle regole civili e di blabla di cui sta parlando.

            Oltre che un precedente pericolossisimo, per noi,perchè quando un giorno una regione X sarà a maggioranza di un’etnia o confessione religiosa che si vuole separare perchè pensa di poterlo fare ,lo farà,proprio in virtù del precedente kosowaro.

          • carlo

            ammesso siano cosi le cose, magari in certa parte anche vero … e sempre in base alle sue asserzioni, infarcite di luoghi comuni … secondo cui la colpa di tutto quello che è successo e succede nel mondo sarebbe colpa degli Stati Uniti ? dell’Europa ? della NATO ? poi vediamo … che cosa ci dobbiamo
            mettere ? faccia un po lei, ah già, dimenticavo, la Chiesa, il Papato … la regina d’Inghilterra, le Crociate ? dimentico nulla ?
            e quale sarebbe la soluzione secondo lei per tutti i gravi impellenti problemi che attanagliano l’umanità ? forse il faccione e l’esempio di quel bellimbusto che si è scelto per presentarsi !? ma mi faccia il piacere ! se lo tenga pure lei quel signore … tenetevelo pure tranquillamente ! tutti bravi voi a pontificare e soltanto a biasimare un sistema certamente criticabile, imperfetto, da migliorare sicuramente ma che in certo modo vi sostiene ancora e vi lascia libertà di scelta a livello anche personale ! ma è mai possibile che nessuno si sogni però di trasferirsi definitivamente in quel certo posto in cui probabilmente vi identificate o pensate di identificarvi ? alla fine sempre tutti al di qua ! o al massimo alla fin fine se studiate o siete disoccupati sperate in un buon posto in Francia, in Gran Bretagna, in Germania o negli Stati Uniti !
            ipocrisia bella e buona !
            PS: lasci perdere il Kosovo … si studi la Storia recente, perché lei finge di dimenticare molte cose … le pulizie etniche dovrebbero ricordarle qualcosa … inoltre poi, omette di ricordarne molte altre, come il calzante esempio per il quale dovrebbe valere anche per le etnie perseguitate da quelli che lei vorrebbe mostrarci come esempio … inutile fare tutti i nomi e citare esempi in questa sede… li conosce benissimo… un esempio per tutti, i Tatari di
            Crimea … perseguitati ed espulsi in passato neanche troppo lontano dalla loro terra per una colpa mai commessa, e sostituiti con etnie che li in quelle terre mai erano vissute …

          • Rifle Leroy

            I massacri li compirono anche quelli del UCK che si vendevano gli organi dei serbi al mercato nero.

            Di recente Milosevic è stato assolto.

            Lei deve imparare la storia del Kosowo,non io.

          • carlo

            non tralasciamo e non dimentichiamo però per par condicio. neanche gli orrendi massacri perpetrati in quegli stessi anni dai Russi in Cecenia …

    • Sor Pampurio

      Cari tutti, il fucile di Puttina ha dato ordine oggi stesso all’Imperatore del Sol Levante di aderire alla NATO. Cosi’ lui (il fucile di Puttina) potra’ continuare a scrivere strafalcioni!
      Penoso!

  • 01Claudio B

    Oggi, sulla scena mondiale, è certamente il più quotato. Poche parole ma MOLTI FATTI CONCRETI a vantaggio della Russia e pure dei paesi confinanti. SOLO l’OTTUSA EUROPA non si rende ancor conto che RUSSIA è EUROPA, USA è uno stato guerrafondaio, prepotente ed arrogante, emanazione della MASSONERIA.

  • Rifle Leroy

    Fra l’altro leggendo l’articolo in lingua inglese emerge che proprio per via di queste isole ,Russia e Giappone non hanno siglato nessun trattato di pace. Dunque vige un armistizio ?

    E come funziona poi per la legge internazionale,devono siglare un trattato di pace prima di discutere di eventuali cessioni territoriali oppure non ce n’è bisogno? magari fra i lettori c’è qualche azzecca garbugli che ne capisce di queste cose.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Vedi due protagonisti umani ugualmente atteggiarsi ma (lievemente) diversi per aspetto. Tuttavia con uguale funzione come tutti noi e cioè attaccati all’ossigeno nella crescita poi stabile come corpo adulto che si incammina verso la fatiscenza esterna e interna. E adesso arrivi tu e tenti di dirci qualcosa su ciò che è uguale come destino ma non sua durata. Il nemico comune forse è la morte e non uno di noi. Forse.

    • Ubimauri

      Aspetta: mo te lo spiega Anita….

      • mario cesarano

        ad ANITA GLI SCOREGGIA IL CERVELLO

    • Sor Pampurio

      e se magari ti informassi ? Fucile di Puttina? invece di sbandierare senza ritegno la tua crassa ignoranza?
      “azzeccagarbugli” e’ una parola sola. Non due. ma mica lo sai! tu devi sparare! mica puoi perdere tempo a studiare.

      • Rifle Leroy

        no spiacente qua non si danno lezioni d’italiano. Ma siccome tu argomenti non ne hai…

        • Sor Pampurio

          lezioni a te? forse un (vero) asino potrebbe essere piu’ ricettivo. Non ci penso proprio! Tu sei un caso disperato!

          • Rifle Leroy

            Senti chi parla di dare lezioni quello che si diverte a storpiare i nick altrui. Manco i bambini fanno cosi.
            Mi fai pena….e non solo per i contenuti inesistenti.

          • nicola savino

            pace abbia pace ragazzi

          • Rifle Leroy

            ma come parli? comprati un dizionario.

          • Rifle Leroy

            Ma come parli? hai studiato al cepu?

      • nicola savino

        aaaahahahahahah buona

  • alfapenta

    i giapponesi hanno perso la seconda guerra mondiale e allora ….non possono pretendere niente. L’urss aveva vinto la guerra mondiale e si è fatta fregare tutto quello che aveva preso con 23.000.000 di morti IN EUROPA….. quindi che cavolo vuole il giappone!!!!!! ricordarsi anche della riunificazione tedesca e promessa fatta alla Russiadi una non espansione NATO

    • carlo

      guardi che il Giappone ha perso la guerra soltanto perché sono stati vinti dagli Americani non dai
      Russi ! che hanno vigliaccamente dichiarato guerra al Giappone praticamente a guerra conclusa nell’Agosto del 45 occupando le isole Curili e praticamente senza colpo ferire …
      la stessa cosa fece il dittatore Mussolini attaccando una Francia ormai alle corde il 10 giugno del 1940.

      • Sor Pampurio

        Mica vorra’ credere che chi popola questi blog perda tempo a studiare la Storia. Queste persone si fanno una opinione leggendo la Gazzetta e il Giornale tra uno Stravecchio Branca e l’altro al bar.

        • Rifle Leroy

          Io non ti ho mai visto discutere nel merito, Pampacoso. Non fai altro
          che sbeffeggiare i commenti altrui al fine di provocare l’autore.
          Non sei capace di argomentare perchè la tua cultura è limitata cosi come la tua conoscenza.E credo lo sia anche il tuo cervello.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ma allora le scorie radioattive in Russia, buttate dove capita, ai russi fanno bene? E’ questo che vuoi dire?

        • carlo

          già … ma al giorno d’oggi è sufficiente fare un semplice clic per informarsi …
          non occorre nemmeno più come facevamo noi della vecchia guardia … che ci toccava andare in biblioteca o alzare un pesante libro dalla libreria dei genitori per avere un minimo di conoscenza storica …