GETTY_20170219103329_22235090

“Un miliardo di rifugiati entro il 2050”
Gli scenari apocalittici dal G7 Salute

Global warming, riscaldamento globale. Due parole che nell’immaginario collettivo dell’uomo del terzo millennio dipingono scenari apocalittici come nella migliore delle tradizioni del cinema catastrofico hollywoodiano. Non siamo qui oggi a discutere se l’attività antropica sia l’unico fattore scatenante questo tipo di cambiamento nel clima della Terra: la comunità scientifica da anni è allineata in massima parte con questa tesi salvo qualche “eretico” che ritiene il peso dell’uomo molto minore rispetto ad altri fattori (attività solare, cicli orbitali ecc ecc), e questo basterebbe ad aprire una lunga parentesi filosofica su quanto l’essere umano si consideri “al centro dell’universo” sia nel bene sia nel male, ma, come si diceva, non è questa la sede. Chissà. Anche Alfred Wegener, che nel 1912 formulò la teoria della deriva dei continenti oggi assunta come principio delle scienze geologiche, era un “eretico” che andava contro al pensiero della maggior parte della comunità scientifica di allora (e da essa veniva ostracizzato).

Quello che ci interessa è analizzare le implicazioni paventate dalla politica internazionale che da anni si è attivata per cercare di “porre un freno” – ammesso che sia davvero possibile – a questi cambiamenti climatici.

A Milano in questi giorni si sta tenendo il G7 dei ministri della Salute e tra i vari argomenti è stato discusso anche il rapporto Lancet Countdown che prevede un miliardo di profughi climatici entro il 2050. Migrazioni che, secondo altri documenti come quello di Oxfam International, sarebbero già in atto: tra gennaio e settembre di quest’anno circa 15 milioni di persone – di cui 14 milioni a basso reddito – sono dovute fuggire dalle proprie case per mettersi al riparo da un evento meteorologico estremo.

Qui occorre aprire una parentesi che la vulgata – anche giornalistica – dimentica: il meteo non è il clima.
Eventi meteorologici estremi sono da sempre esistiti nel record della storia umana anche prima che si cominciasse a misurare temperature e precipitazioni sistematicamente. Facciamo un esempio di casa nostra: trombe d’aria, nubifragi, alluvioni lampo – le cosiddette “bombe d’acqua”, termine aberrante – grandinate ed altri fenomeni temporaleschi più o meno catastrofici appartengono da sempre al clima italiano ed in particolare lombardo. A dirlo non è il solito “laureato su Facebook” ma il prestigioso Centro Meteo Lombardo che qualche mese fa, sull’onda emotiva scatenata ad arte dalla stampa in merito ai nubifragi che colpirono la Lombardia, precisò che “esistono testi storici che documentano – con tanto di data e località – gli eventi meteorologici più severi dei secoli passati, alcuni addirittura risalenti all’epoca romana. Fino a pochi decenni fa, morte e distruzione su larga scala erano condizioni necessarie affinché ne fosse tramandata memoria ai posteri. Vale a dire: un quartiere allagato o un alpeggio franato, magari con perdita di solo bestiame con al più qualche pastore, erano episodi che non balzavano nemmeno alle cronache di paese”. Esiste un problema quindi di visibilità mediatica che aumenta la percezione di un evento, sino a portarlo all’estremo facendolo considerare un problema vitale. La casistica di eventi meteo catastrofici, così come riportata dagli esperti del Cml, è ricchissima di singoli episodi che, se avvenissero oggi, causerebbero “disgrazie inimmaginabili”.

“Una rondine non fa primavera” si dirà riferendosi al caso italiano e della Lombardia, ma in questo caso anche il NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration), il prestigioso istituto americano di ricerca sul clima e gli oceani, riferisce che il numero dei tornado violenti (>EF3) che hanno colpito gli Usa annualmente dal dopoguerra ad oggi evidenzia una lieve tendenza al calo delle frequenze. La stessa World Meteorological Organization (WMO), in un suo documento dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) dal titolo “Managing the risks of extreme events and disasters to advance climate change adaptation. Summary for policymakers, ammette che c’è comunque relativa debolezza e scarsa evidenza su scala mondiale per quanto riguarda statistiche di lungo periodo che mostrino aumenti d’intensità o frequenza degli eventi estremi.

Questo cosa significa? Cosa è cambiato? Fermo restando che lo spostamento delle popolazioni sia un dato di fatto, e considerando che la stragrande maggioranza provenga da paesi sottosviluppati o comunque con economie arretrate, questo modello di migrazioni climatiche fa un po’ “acqua” – scusate il gioco di parole – da tutte le parti. Se possiamo dare per certo che un’improvvisa siccità costringa la popolazione a spostarsi dalle campagne alle città – quindi una migrazione interna – come avvenuto ad esempio per la Siria, resta meno evidente il perché una alluvione o un nubifragio dovrebbe costringere milioni, anzi centinaia di milioni, di persone a migrare da uno Stato ad un altro avendo come meta l’Europa. L’Italia è un Paese a forte rischio idrogelogico e lo è sempre stato, eppure la migrazione di migliaia di italiani verso le americhe o verso il nord Europa non è stata motivata dagli eventi meteorologici estremi – che abbiamo dimostrato essere una costante nella storia –  bensì da fattori economici; inoltre i vari rapporti evidenziano come queste presunte motivazioni “climatiche” riguardino quasi esclusivamente il continente africano, con qualche eccezione data dall’Asia (Bangladesh, Nepal) e dall’Oceania (Fiji). Forse quindi l’Europa e le americhe sono immuni dai cambiamenti climatici? Non è forse vero che cicloni e tempeste tropicali spazzano con la stessa intensità il Golfo del Messico ed i Caraibi?

Qual è quindi il vero fattore accomunante queste ondate migratorie? Ancora una volta risulta essere la ricerca di uno stile di vita migliore. Certo una frana o un’alluvione possono dare l’impulso acciocchè una persona possa definitivamente prender e la decisione di abbandonare la propria terra, come accaduto anche in Europa nel XIX secolo quando un’eruzione di un vulcano in Indonesia (il Tambora) provocò un abbassamento delle temperature globali  – il 1816 viene ricordato come l’anno senza estate – che fu il colpo di grazia per quelle fasce di popolazione che già erano state colpite dalla carestia procurata dalle guerre napoleoniche, spingendole quindi a migrare verso il continente americano. Ancora una volta però, il cambiamento climatico fu una concausa, non la causa principale.
A ben vedere lo stesso clima terrestre in quel periodo stava cambiando. Il nostro pianeta infatti stava lentamente uscendo da quella che viene chiamata “la piccola era glaciale” durata tra il 1300 ed il 1800: gli ultimi insediamenti dei Vichingi in Groenlandia – che si chiama “Greenland” cioè terra verde – prima che arrivassero i ghiacci sono datati 1406 e nel 1469 cessa la produzione di vino in Inghilterra, sintomo del raffreddamento terrestre. Piccola era glaciale che seguì un periodo molto caldo per la Terra cominciato nel 900. Insomma ciclicamente il clima terrestre si modifica alternando periodi caldi a freddi con picchi di “calura” (o gelo) anche molto lunghi per la scala temporale umana.

La ricerca scientifica ci spiega che un aumento di gas serra, di cui l’anidride carbonica è solo uno dei componenti e nemmeno il più incisivo rispetto ad esempio al metano, aumenta la temperatura media del pianeta e che questo aumento di CO2 ha una ben precisa impronta umana perché il carbonio che lo compone è di natura fossile (questioni isotopiche). E’ sufficiente per dire che l’uomo sta cambiando il clima della Terra? Forse, non ci interessa. Quello che ci interessa è che la politica internazionale al G7 milanese parla di migrazioni apocalittiche e cerca di porre un freno a questo fenomeno proponendo una drastica riduzione delle emissioni e un progetto di “sviluppo sostenibile” per i Paesi più arretrati e per quelli che stanno diventando delle potenze economiche mondiali. C’è solo un problema. “Sviluppo sostenibile” è da considerarsi un ossimoro: se c’è vero sviluppo non ci può essere sostenibilità e viceversa, ed il Pil della Cina con tutte le sue problematiche di natura ambientale (o dell’India) è lì a dimostrarlo.

  • Umberto Ciotti

    Ci sono ottime probabilitá che il mondo vada verso il piú autoritario governo della demenza totale

  • gfranco0039

    lo dissi già da tempo che 900 milioni di africani dal Sud Afrika sono in marcia verso il Mediterraneo.In Afrika sono circa 1.200.000.000 togliendo 300 milioni tra vecchi, ammalati, bambini , restano 900 milioni che viaggiano verso di voi la terra promessa.

    • Renato Dellanna

      Il Suo post non fa una grinza,e`perfetto.Quando i 900 milioni di africani saranno in europa,gli europei andranno in Africa e la organizzeranno in maniera occidentale. Quando i 900 milioni di vecchi africani avranno distrutto

      • agosvac

        Commento amaro ma veritiero.

      • Mr.Joe

        A citare il mitico Mike Tyson: “If there is a God, he sure hates niggers.”

        • Renato Dellanna

          Io stimo che la citazione di Mike Tyson possa valere come scusante per la razza nera.Il vero problema dell`Africa odierna e` da attribuirsi alle vecchie potenze colonialistiche che hanno lasciato l`Africa,dopo avere dominato per decenni,con bastoni, i popoli africani ,incapaci di autogestirsi.Per il mio lavoro di tecnico visito diversi stati africani. Alcuni tra essi si sono sviluppati perche` hanno avuto la fortuna di avere una classe politica onesta e conpletamente dedicata allo sviluppo del paese.

    • Svevus

      Controllo delle nascite per Africa :

      1-preservativi > no
      2- pillola anticoncezionale > no
      3- pillola abortiva > no
      4- chiusura ovaie > no
      5- legatura deferenti maschili > no

      quindi :

      6- vaccinazione anti hCG

      • Rifle Leroy

        vaccinazione anti hCG ????

        • Svevus

          Nei primi anni ‘90, l’OMS lanciò una campagna di vaccinazione di massa contro il tetano in vari Paesi (fra cui Messico, Nicaragua, Filippine) dedicato soltanto alle donne fra i 15 e i 45 anni. Ma i maschi e i bambini sono forse …naturalmente immuni al tetano? In natura, la gonadotropina corionica «avverte» il corpo femminile che un ovulo è stato fecondato, e provoca il rilascio di altri ormoni che preparano la superficie dell’utero all’impianto dell’uovo fertilizzato. I consueti test di gravidanza misurano, di fatto, la presenza di dosi elevate di HCG (1).
          Introdotta la hCG nell’organismo insieme a un germe attenuato del tetano, la reazione immunitaria che si scatena forma anticorpi non solo contro il tetano, ma anche contro lo hCG. Gli anticorpi anti-hCG rendono ovviamente incapace l’organismo femminile di portare a termine la gravidanza. Di fatto, il vaccino inietta un anti-concezionale.

  • Umberto Ciotti

    Il problema é che la marmaglia che governa l´Europa, e non ti dico di quella che governa l´Italia, non ha nessuna idea della grandezza dei numeri

    • Raoul Pontalti

      Li conoscie li apprezzi tu i numeri o ragioniere…

    • Mariagrazia Vianello

      I numeri dei miliardi,però,li conoscono perfettamente.

    • Rifle Leroy

      Ce l’hanno invece . Ricordo di aver sentito quel vecchi ladrone di De Michelis che diceva in un’intervista che in questi anni in cui finalmente era stato sbattuto fuori dal palazzo ,si era messo a “studiare demografia” ,ed era perfettamente conscio che questi qui ci sommergono. Solo che lui non dava una soluzione,ma ne era rassegnato.

      Quindi attenzione,questi non è che non hanno idea dei numeri,è che non hanno soluzioni,o non le vogliono trovare perchè con questo business ci campano.

      • luigirossi

        IL vecchio ladrone DeMichlis diede una politica estera all’Italia,e questo fece rodere il culo a qualcuno che usa grattarselo strofinandolo in cima a quel grosso chiodo che sta al centro della la sua capitale,e che qualcuno definisce pomposamente torre..

        • Rifle Leroy

          Vatti a leggere l’intervista a de michelis di cui parlo io. Cerca qualcosa come de michelis demografia.

  • Lorenzini Patrizia

    Gli economisti dicono che da qui al 2050 (domani!!) l’Africa avrà raddoppiato il suo numero di abitanti…l’ho già ripetuto più volte qui e ad ogni volta c’è stato chi mi ha risposto che l’Africa è grande, quasi disabitata, e che c’è posto per tutti….Allora perchè vengono tutti qui? Chissà….

    • agosvac

      Vengono qui perché c’è qualcuno che paga loro il viaggio per venirci dicendo loro che “qui” si campa a sbafo senza neanche bisogno di lavorare!!!

      • Divoll79

        Poi scoprono che li hanno ingannati e si comportano come sappiamo. Ed e’ anche per questo che vanno rispediti a casa, in modo che spargano la triste novella che in Europa non c’e’ piu’ trippa per gatti.

    • Raoul Pontalti

      Patrizia ovvero l’ecologia questa sconosciuta…la scienza ecologica, quella seria non quella degli ambientalisti, ci informa che, fatta la tara dell’immenso Sahara improduttivo e del Sahel scarsamente produttivo, rimangono in Africa per lo più le foreste pluviali (e qualche savana) le quali sono a produttività zero in quanto ecosistemi maturi. Solo gli ecosistemi immaturi come quelli delle zone temperate hanno produttività netta utilizzabile ad es. a scopo agricolo. Per quanto riguarda le ricchezze energetiche e minerarie africane queste sono abbondantemente saccheggiate dai rapaci occidentali cui si stanno aggiungendo i cinesi.

      • luigi tubino

        Le ricchezze energetiche e minerarie chi le ha scoperte, estratte, valorizzate e rese utilizzabili ? I negri ? A me risulta che non siano in grado neanche di battere un chiodo, d’ altronde non conoscevano neanche la scrittura prima che arrivassero gli europei. Parlare di saccheggio é perlomeno ipocrita se non del tutto falso.

        • Raoul Pontalti

          luigi rubino grandissimo somaro al cospetto di Dio, trascurando gi Egizi (che possedevano la scrittura già nel IV millennio avanti Cristo), i Nubiani e gli Etiopi (tutti negretti) avevano la scrittura già su finire del II millennio avant Cristo cui si dveno aggiungere le civiltà dell’Africa occidental,e poi del Congo e dell’Africa australe che, mentre i germani (con gli anglosassoni) ancora si arrampicavano sule piante e mangiavano radici (scesi dalle piante ovviamente), già avevano fiorneti civiltà con tanto di scrittura, organizzazione statuale, monumenti, etc. Altra considerazione per il somaro: se io scopro l’oro sotto la tua stalla (sei un asino…) posso per questo demolire la stalla, aprire una miniera e ringraziarti a scudisciate oltre che schiavizzarti per il trasporto del materiale aurifero?

          • telepaco

            Resta il fatto comunque, al netto delle verità storiche di etiopi ed egiziani, che prima dell’arrivo degli europei la quasi totalità dell’Africa era abitata da tribu’ di primitivi che vivevano in capanne di fango e si facevano perennemante la guerra tra di loro con lance e scudi di legno. Se andiamo a leggere le cronache degli esploratori e marinai del 1500 sono persino numerose le tribu della costa, specialmente del sud dell’africa, che praticavano il cannibalismo. Per concludere se non fossero arrivati gli europei il petrolio, il gas naturale, i mineriali, persino il ferro sarebbe scoosciuto, e quindi se non li conoscono non sarebbero nemmeno valorizzati da loro, visto che non saprebbero cosa farsene e che ancor oggi vivrebbero in capanne di fango, senza strade, ospedali (quei pochi che ci sono), senza scuole e senza la tecnologia occidentali che vediamo al collo dei migranti quando sbarcano con l’Iphone moderno con le cuffiette. Se di punto in bianco le “cattive” multinazionali occidentali e cinesi se ne andassero l’Africa resterebbe ancora più povera, incapace senza tecnologia di estrarrea alcunche’, incapace senza ingenti investimenti di construire e far produrre alcuna miniera o campo di estrazione di petrolio. Se l’africa cresce mediamente di un notevole 5 o 6% di Pil, il merito è anche e soprattutto degli investimenti stranieri, che volente o nolente creano lavoro e sviluppo. Il problema sta nel fatto che nonostante l’economia cresca notevolmente il tasso demograifico è ancora maggiore per cui non se ne vedono i benefici. Quando ogni famiglia fa 8 o 10 figli per donna hai voglia a crescere economicamente. Se si vuole aiutare l’africa si dovrebbero portare politiche di contenimento demografico, ma a nessuno interessa evidentemente aiutare l’africa sul serio. Se non fossero mai andati gli europei forse oggi sarebero più liberi e felici, con una mortalità infantile altissima come una volta senza le medicine e vaccinazioni occidentali, ma questo è un altro discorso….

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Scudi di legno in Africa? Una novità …

          • routier

            l’illustre e compianto Luigi De Marchi (psicoterapeuta, saggista e umanista) già nel 1953, con grande lungimiranza, aveva fondato l’AIED (istituto italiano per l’educazione demografica) dimostrando con seri studi che lasciando senza consapevolezza la procreazione umana,(vedi Africa subsahariana) si sarebbe inevitabilmente arrivati allo scempio attuale. Purtroppo rimase inascoltato.

          • Lara Rossi

            Stimavo molto De Marchi. Il fatto è che gli africani non vogliono nessun tipo di controllo delle nascite. Io me la prendo con tutti gli idioti che li foraggiano tramite le varie Onlus nate per distruggere l’Europa.

          • Lara Rossi

            Aggiungo che la tanto decantata civiltà egizia era, probabilmente, governata da un’elite che non aveva niente a che fare con le popolazioni che erano sottomesse come gli stessi antichi egizi, i nubiani etc. Dalle analisi del DNA fatte su mummie egizie si è scoperto che erano bianchi. Questo vale anche per le civiltà precolombiane.

          • thalia

            Difatti la regina di saba che dette un figlio a salomone era yemenita, quindi scura, mentre cleopatra era bianca ma non egiziana, quindi per regnare valeva la casta come nobiltà e non come discendenza.

          • AlbertNola

            L’Africa è da decenni che ci sfrutta e ci ricatta finanziariamente. Basta con gli aiuti economici che li usano per invaderci!

          • Lara Rossi

            Concordo.

          • Emilia2

            Gli Etiopi non sono negretti.

          • Raoul Pontalti

            Hai ragione cara Emilia, sono negroni ma che sotto il sole africano e alle altitudini etiopiche paiono con la pelle bionco latte e la zazzera giallo polenta…

          • thalia

            Bah, non so se hai visto il filmato Shiacca, non lo fecero gli italiani. Poi scudisciate se le davano fra di loro, tante rivoluzioni interne che sìammazzavano fra di loro. l’Egitto era altra cosa loro sono ciò che erano, parlano dialetti differenti anche mio padre lo parlavama quale scrittura, che fiorente se non sanno fare che rozzi pupazzi!

          • Marco Bi

            Poi è arrivato l’islam… e fine dei giochi…

        • giuseppe 97

          infatti, un esempio banale, i cinesi venivano a prelevare gli stracci, che noi buttavamo, se poi si sono arricchiti non è che noi siamo in crisi perchè i cinesi ci hanno rubato le ricchezze(gli stracci). Hai ragione, i negri, con quelle che per noi sono ricchezze non sapevano nemmeno cosa erano. Diamanti? Boh, Rame? Boh ,qualche monile e niente più. Carbone, caffè? Boh, erano già neri, quindi inservibile per tingersi. Loro sì che vengono a depredare le nostre ricchezze, quelle che noi abbiamo contribuito per pagarci la pensione e per avere i servizi gratuiti. Fatto sta che non abbiamo ne pensione perchè devono pagare l’assistenza a loro che fanno tanti figli, o si dichiarono nullatenenti e ne i servizi gratuiti poichè se superi appena 8mila euro sei già fuori isee e le ricevono solo loro. Praticamente abbiamo fatto il welfare per gli stranieri. Poi qualcuno dice che non facciamo figli….e chissenefrega, bastano ed avanzano, se facciamo i conti ben fatti. Ci fanno il lavaggio del cervello, ci dicono che è colpa nostra.Girano la frittata. Sono molti decenni che sento che bisogna essere solidali con l’Africa, più di così cosa dobbiamo fare, abbiamo anche azzerato il loro debito e non basta? Ancora adesso molti sono a zero. Invece delle armi portassero trattori.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il debito pubblico italiano (solo nel 2016 circa 70 miliardi di euro gli interessi pagati) per evasione fiscale è stato causato dagli africani?

          • Chiara LA Cosmetique Bio

            Quello degli ultimi anni c’entra eccome con gli africani!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Parliamo di circa 2.200 miliardi di euro … secondo te quanto di questa somma è dovuto agli africani?

          • Emilia2

            Il debito pubblico non e’ dovuto all’evasione fiscale.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi stai dicendo che l’evasione fiscale è un’entrata fiscale … cioè stai mentendo.

          • Giuseppe Dp

            se tu hai 10mila euro verso una banca e ottieni da una entrata 1000 euro ed invece di diminuire questo debito portandolo a 9mila tu li spendi in beneficienza,mia cara ragazza non è che aspetti che la banca ti grazia. Ma poi cosa centra il debito con lo sfruttamento di materiali che loro non ci sarebbero mai arrivati a raccoglierle, non lo so. Sempre quello di deviare il discorso.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Qualsiasi evasore fiscale sfrutta chi non lo imita …

          • Emilia2

            A proposito dei nostri figli, e’ vero che sono un po’ pochi, ma i giovani che ci sono sono costretti ad emigrare per trovare lavoro.

          • Lara Rossi

            Concordo, tranne sulle pensioni per le quali ci hanno pensato benissimo i governi degli anni ’70 e successivi (almeno fino a quando non si è deciso il contributivo per tutti). Ovviamente gli italiani erano felicissimi di mandare a fondo il loro Paese pur di andare in pensione giovani e godersi la rendita, lavorando in nero, per molti decenni a venire.

      • Lorenzini Patrizia

        si, e allora?? distruggiamo le foreste pluviali per fare posto ai 6-7 (come minimo) figli ‘a venire’??? In quanto ai cinesi è dagli anni ’70 che hanno messo le mani sull’Africa…si sapeva, no? Ma non gli riesce agli africani a farsi una bella rivoluzione in loco??? A finalmente diminuire il numero di nascite?

        • Raoul Pontalti

          L’esatto contrario mia cara! La natura si rispetta ed eventualmente la si asseconda per ricavarne qualcosa (qualche frutto esotico per esempio, non distruggendo la foresta per creare onoculture che poi si inaridiscono e divengono deserto). Ma se i rapinatori occidentali restituissero almeno un decimo del rapinato, gli africani potrebbero campare importando alimenti, esportando minerali ed energia ricavando qualcosa anche dal turismo.

          • Lorenzini Patrizia

            appunto, che si diano una mossa….si chiama responsabilizzarsi, o sbaglio?? e che riescano, come dici, a rispettare (a far rispettare…) la natura che mandino a vattelappesca grigri, stregoni, chiesa cattolica ecc ecc

          • Marco Bi

            Ma vah? Che cazzo vuoi responsabilizzare? Un africano? Tempo perso. Passano da un dominio all’altro, ad essere colonie di volta in volta. Ora è il turno dei cinesi che stanno facendo gli affari in Africa, ma le teste di cazzo sinistrate (e Pontaltiane) che tanto hanno rotto la minchia sulle colonie quando c’erano i cattivi occidentali (e dove gli afrigani senza dignità almeno avevano una parvenza di civiltà, scuole, ospedali, strade, ordine, disciplina), ora non rompono più il cazzo ora che ci sono i cinesacci.

          • Lorenzini Patrizia

            La mi scusi, ma in italiano che cavolo significa??? Risponda in modo comprensibile, capra (direbbe Sgarbi, che non apprezzo a scanso di equivoci…) La coprolalia copre un’assenza di pensiero???(siamo tra gente ‘civile’ ovvia!!) Che poi del resto è anche un errore visto che rompono..;come cortesemente Lei dice, qui…
            Ma sbaglio o c’erano anche ex-colonie fasciste???

          • Marco Bi

            È italianissimo… se lei si è fermata alle elementari (visto come scrive) e quindi non capisce, sono solo cazzi suoi. Per quanto riguarda le persone civili qua dentro, ne conosco solo due; una sono io e l’altra non è lei. Ed ora torni pure a cazzeggiare con quell’altro rimbambito che si definisce fascista.

          • Lorenzini Patrizia

            ma mira come s’incazza! l’incazzarsi è la virtù dei deboli…non avrà mica capito coprolalia???? ma ritorni all’asilo, dalle suore!!

          • Marco Bi

            E dopo che hai fatto lo show in francese, inglese e spagnolo ti senti più figa? Quindi se io ti rispondessi in romancio, olandese e norvegese?
            Dici a me scrivo male… minchia che coraggio, un albanese appena arrivato da Tirana scrive meglio di te.

          • Lorenzini Patrizia

            ehhh mi dispiace te l’ho cercato tra i co..i ma siccome non ce li hai (o ce l’hai, se capisci meglio…) ne faro’ a meno… evvai con il ladino, buffone!

          • Marco Bi

            Strano la tu sorella me li ha trovati subito i coiombari. Te l’ho già scritto sopra , torna a chattare con il diversamente intelligente altoatesino e pseudo fascista… che tra minus habens ve la intendete bene. Datevi pure di gomito che sembrate i due fratellini del Lago di Ghirla, una scema e l’altro pirla.

          • Lorenzini Patrizia

            mi dispiace son figlia unica, comunque bravo per averci provato deficiente!

          • Marco Bi

            uhhhhh che paroloni, deficiente… ma non eri quella tutta a modino che parlava di coprolalia? Che si scandalizzava per il linguaggio scurrile? E ora?
            Comunque, figlia unica… ottima scelta… meno male…

            Una domanda, ma quand’eri piccola, i tuoi la carrozzina la spingevano o la tiravano?

          • Lorenzini Patrizia

            ti ricordi…., la corazzata Potemkin? Ecco nella carrozzina c’ero io, ti va bene? In quanto a ‘deficiente’ rispondevo al tuo ‘minus habens’ ‘scema’ e ‘pirla’…Vedo con piacere che hai cercato coprolalia nel vocabolario, del resto deficiente non mi sembra rientri nella coprolalia, mentre ‘cazzo’ e ‘minchia’, vedere la tua risposta ad un mio post che non ti riguardava, invece si….

          • Saverio

            Cara Patrizia, ancora perdi tempo con questo femminiello …
            I miei amici nigeriani gli hanno slabbrato la “nasa” sia a lui che a quell’handicappato del suo amico berseker 2 …
            Insieme fanno una accoppiata che non la pagano neanche ai cavalli perchè sballa il totalizzatore …
            Se dovessero girare per Roma , li arresterebbero per vagabondaggio …

          • Lorenzini Patrizia

            peut-être comprenez-vous davantage le français? Or may be, you’ll prefer english, puedo tambien hablar espanol (cazz dov’è il tasto tilde???)

          • Lara Rossi

            E’ un blog, non stiamo a fare le maestrine con la penna rossa.

          • giuseppe 97

            Mussolini gli ha costruito strade più larghe delle nostre autostrade, palazzi, scuole, ospedali, insomma ha portato la civiltà e guardate come ci hanno trattato e noi invece li stiamo accogliendo con le fanfare, invece di ributtarli in mare. Pontalti dovrebbe saperle ‘ste cose, visto che lui le ha studiate, visto che da degli ignoranti a tutti.

          • deadkennedy

            pontalti…. il badoglio di trento fa lo sguattero a casa tulliani

          • Emilia2

            Se si riferisce ai Libici pero’ va considerato che gli “immigrati” vengono quasi tutti dall’Africa subsahariana, dove non saranno tutti stupidi e cattivi, non bisogna generalizzare, ma effettivamente prima dell’arrivo degli Europei erano molto primitivi (e spesso schiavizzati dagli arabi). Non capisco dove Pontalti abbia visto tutte queste civilta’ nell’Africa Nera.

          • Raoul Pontalti

            Ma se vai nei villaggi della Campania, della Basilicata, della Calabria e della Sicilia vedi forse la Magna Graecia? Parlando con un indigeno di Ascea (SA) pensi di trovare un epigono della scuola eleatica? Un discepolo di Parmenide con cui discutere della filosofia dell’essere? O uno scolaro di Zenone con cui commentare il paradosso del piè veloce Achille e la tartaruga? Se ti sposti un po dal villaggio trovi i resti di Velia/Elea ma se non hai studiato almeno i rudimenti della storia e in particolare della storia del pensiero filosofico non potrai mai renderti conto di essere al cospetto di un luogo fondamentale per il pensiero occidentale. Fino agli inizi del 900 Axum era sconosciuta in occidente (se non indirettamente da fonti bibliche, islamiche e copte) eppure fu la capitale di un regno notevole che fiorì dalla metà del I millennio a.C. fino al IX secolo d.C. fino a che una missione archeologica tedesca la portò alla luce (seguirono poi scavi italiani negli anni 30 con ignobile saccheggio tra cui il celebre obelisco di Axum (una stele in realtà) portato in Italia nel 1937 e restituito nel 2005) . Axum ha restituito in parte i segni del suo grandissimo passato con palazzi sontuosi e ben si comprende come a Dongur (nei pressi) sia stato identificato il palazzo della regina di Shaba (quella della bibbia). Naturalmente nelle osteria padane queste cose non si imparano…

          • Emilia2

            Pur essendo ignorante come tutti i padani, mi sembra di sapere che Axum rientra nella sfera di diretta influenza della civilta’ egiziana.

          • Raoul Pontalti

            Sicuramente la civiltà egiziana influenzò quella di Axum, così come la civiltà greca influenzò quella romana, ma il floruit di Axum si ebbe dopo la fine dell’indipendenza rgiziana ad opera prima dei Persiani e poi di Alessandro e i suoi epigoni cui succedette Roma. Ed è proprio con Roma che Axum avrà il maggiore sviluppo economico e riceverà poi il cristianesimo pur essendo esterno all’impero romano.

          • Marco Bi

            Pontalti quante caccate che scrivi… gli afrigani non potranno mai fare un cazzo, perchè sono indolenti e corrotti nel DNA… non sono mica gli israeliani che coltivano e vendono fiori nel deserto, gli afrigani sono tutt’altra roba… hanno regole tribali e pensano solo a mangiare, cacare, scopare e dormire, il tutto intervallato dal “il dolce far un cazzo”.

            Infine mii chiedo… ma tu come fai a rispettare la natura, con tutto quello che t’ha fatto?

          • Raoul Pontalti

            Coglioncello destricolo il DNA guasto l’hai tu. Buona quella degli israeliani che fanno fiorire il deserto…Coglione! la Terra promessa non era certo deserto ma terra dove sgorgavano latte e miele! leggi la bibia somaro! Nel Negev per mera propaganda i sionisti coltivano qualche orto, così come qualcuno coltiva in serra pomodori in Groenlandia.

          • Marco Bi

            Dove hai letto terra promessa nel mio post eh imbecille testa di cazzo? Cos’è la botta che hai fatto con la Panda quyalche anno fa ti ha creato una o più zone guaste in quella pappetta che hai dentro il cranio, oppure sei cosi deficiente per vai del fatto che i tuoi avi s’ingroppavano tra parenti?
            Io ho scritto altro, quindi adesso rileggi e rispondi nel merito, oppure scendi le scale vai ad infrattarti con qualche extracomunitario e mucala li cretino dimmerda.

          • Raoul Pontalti

            Decerebrato gli israeliani dove stanno? In quella che a suo tempo fu chiamata la terra promessa che deserto non era. Poi per sovrammercato si sono messi a produrre ortaggi nel deserto del Negev per fare un po’ di propaganda. Per il resto vanno a fregare l’acqua e la terra buona ai palestinesi.

          • AlbertNola

            Non solo comunista, anche antisemita sei.

          • Raoul Pontalti

            Hai due lauree ma nessuna che ti consenta di fare uno straccio di diagnosi…Abbi per certo che io sono fascista.

          • Marco Bi

            Mario Capanna è più fascista di te. Sicuro!!!

          • Saverio

            Sottoscrivo …

          • Marco Bi

            Niente oh anziché rispondere nel merito hai preferito farti un giretto sotto con l’extracomunitario.
            Qualche anno fa gli israeliani hanno restituito alcune terre ai palestinesi c’erano fabbriche e case già costruite i palestinesi hanno distrutto tutto. Gli africani stessa pasta tu gli costruisci una scuola, e il giorno dopo trovi porte e finestre nelle capanne. Non mi viene in mente nessun africano che abbia fatto qualcosa di utile per l’umanità

          • AlbertNola

            Bravo Marco!

          • Chiara LA Cosmetique Bio

            Basta guardarli nelle nostre città come sono abituati: magnà, scopà e tutto a ggratis

          • Emilia2

            Le loro donne lavorano, gli uomini no, in genere non si abbassano a farlo.

          • giuseppe 97

            l’unica cosa che dovremmo restituire sono le malattie che abbiamo importato con loro e senza loro che fino a ieri le avevamo debellate.

          • Raoul Pontalti

            E quali sarebbero o fine epidemiologo le malattie che avrenmmo debellate e che gli africani ci reimportano? la TBC? ce l’abbiamo sempre avuta e per lo più siamo noi a trasmetterla agli africani nuovi arrivati. La scabbia? Ne sono pieni i nostri anziani nei ricoveri (e lì senza mai aver visto un negretto dal vero). La meningite? L’abbiamo sempre avuta da diverse cause (non solo il meningococco, il ceppo africano del quale è di (siero)tipo diverso). La malaria? La importano per lo più i turisti sprovveduti in cerca di viaggi avvenurosi e in ogni caso è autolimitante. Adesso vai avantu tu con l’elenco…

          • Giuseppe Dp

            non fare il saputello, che non sai niente, te le stai inventando come i soliti sinistricoli che bleffano e negano all’evidenza A me non le racconti, ah bello!! forse può bersela giuseppe 97 ma non credo .

          • Raoul Pontalti

            Raccontala tu o sommo esperto in malattie infettive e parassitarie. Ptima però vedi di ditinguere le malattie infettive da quelle parassitarie e per entrambe quelle che sono zoonosi da quelle che non lo sono.

        • thalia

          Quando i somali insorsero verso gli italiani furono sobillati dai nostri cugini, come ci piace chiamarli affettuosamente, perché essi furono i primi colonialisti del luogo e rastrellarono oro, minerali, avorio, insomma tutto il ben di Dio esistente, all’arrivo dei nostri già era passato qualche tempo, c’era il petrolio e sempre i cugini presero la Libia ma avendo noi cirenaica e tripolitania con i porti di sbarco ci fu un trattato che non registrato valse carta straccia e tornammo al racconto del nunca acabar…i cugini tornaro alla carica e per non darcela vinta hanno preferito bombardare ciò che anche noi avevamo costruito. e come fu in somalia e un pezzo eritreo, per gli ignoranti quali sono i neri e cammellieri vari, la colpa fu solo degli italiani.

      • NoIntruders

        e quindi?

        • Raoul Pontalti

          E quindi è da bananas ritenere che le foreste dell’Africa possano costituire immensi territori agricoli da sfruttare.

    • Chiara LA Cosmetique Bio

      Quasi quasi faccio un cambio e me ne vado ad invadere l’Africa!

      • Lorenzini Patrizia

        buon viaggio!!!

    • AlbertNola

      Ho parlato diverse volte davanti alla Stazione Centrale a Milano con gente di colore e mi hanno risposto: in Africa non ci vivo nemmeno se mi danno 3.000 euro netti!

      • Marco Bi

        Gente di colore? E di che colore? Rossa, blu, verde, gialla, grigia, rosa, marrone o… negra? Allora scrivi negro no? Cazzo significa “gente di colore”? Anche noi bianchi siamo gente di colore allora… di colore bianco, visto che non siamo trasparenti.

        La follia del politically correct, appellare come gente di colore un negro… oppure chiamare diversamente abile un tetraplegico, diversamente abile a far che? Uno che non usa ne’ gambe ne’ braccia… una presa per il culo.

        • AlbertNola

          Devo trattarli bene, se no mi massacrano (anche se sono cintura nera e campione di judo). Domani torno sul posto a continuare le interviste.

    • Bazanga

      La soluzione è un virus che ne dimezzi la popolazione velocemente, come Ebola ma potenziato. Ci stanno già lavorando..

  • gfranco0039

    Lorenzini disabitata nella foresta? o magari nel Sahara?

  • Fabio Giovanzana

    Aiutiamoli a casa loro,ma sopratutto LORO si devono aiutare in casa loro,come
    hanno fatto in altri tempi recenti,i ns nonni.Troppo comodo venire e
    pretendere.Quanti Paesi al Mondo,hanno problemi di
    sviluppo?Cambogia,Viet Nam,per un esempio,sono usciti da guerre
    devastanti,ma si sono dati UNA MOSSA da soli.Questi sono sempre lì,
    ad aspettare AIUTI,e quando non basta,i più “furbi”
    approdano sulle ns coste.Dove sono in questi paesi,le attività
    manifatturiere,che tradizionalmente hanno fatto decollare tutti i
    Paesi del Sud Est Asiatico?Dove sono?Perchè non ci sono?Ve lo siete
    chiesto?Una volta “made in Hong Kong”,poi in Taiwan,poi in
    Korea,poi nelle Filippine,in China non parliamone,in Viet Nam,in
    Thailandia,in Pakistan,nel Bangladesh,in India,…Dove è il “made
    in Libia”,in Nigeria,Ghana,etc.etc….Dove è?Perchè non c’è?
    Solo “Made in Tunisia”(dove ci sono 700 e più Aziende
    Italiane),dove chi “scappa”,ha problemi di altra natura(lo
    sanno tutti!!!),perchè il lavoro per i “normali”,non
    manca,ed in Marocco idem…Ma il resto dell’Africa?Solo il Sud
    Africa….Solo guerre tribali,di religione(nel 2017),con Governi ladri,peggio dei
    nostri.Aspettano sempre “aiuti”(ne vengono raccolti 100,e
    sul “campo” ne arrivano 10…tutto il resto mangiato dai
    “gestori delle cosidette ONLUS…).

    IL PROBLEMA DELL’AFRICA SONO GLI AFRICANI STESSI,ed “importandone”
    qualche milionata,”donando”,”sostenendo”,non
    risolviamo niente,se non conservare l’andazzo,che loro sono
    succubi-complici,degli stessi loro dirigenti,dei “furbi”,che
    sono riusciti a raggiungere il ns territorio,.

    .Aprite gli occhi e le orecchie,voi che credete ancora alle
    favole “buoniste”!!

    • Bragadin a Famagosta

      non voglio aiutarli neanche a casa loro..questi mi rompono le balle e basta.

      • Fabio Giovanzana

        Beh,lei è un pò drastico,ma ha reso l’idea….

        • AlbertNola

          Io li vorrei aiutare a stare a casa loro, ma avendo studiato economia e finanza all’università, so che 100 bilioni di Euro non basterebbero.

    • berserker2

      E ESATTAMENTE così……. c’è una incapacità di fondo, aggravata dalla naturale ferocia, dalla cattiveria, dall’egoismo, dalla vigliaccheria e dal razzismo che gli africani esprimono alla massima potenza.
      Una totale mancanza di voglia di lavorare, di provare a migliorare le cose.
      Una imbecillità connaturata, una assoluta mancanza di dignità, tipica degli africani, stolidi e buoni a nulla, capaci solo di aspettare (pretendere) la manna dal cielo e quando pure arriva l’elemosina europea, non sono nemmeno capaci di raccoglierla appieno.
      Molto meglio addossare la responsabilità ai “gaddivi bianghi” agli egoisti occidentali….. è colpa delle colonie, dicono gli imbecilli catto/sinistrati…..
      Essì, il mancato sviluppo dell’afriga è colpa delle colonie (gli imbecilli catto/sinistrati che affermano ciò sono in malafede o cretini, o tutte e due le cose insieme).
      Ora, a parte il fatto che le Colonie sono almeno 40/50 anni che non ci sono più….. Ma sono 2000 anni, ben prima dell’epopea coloniale che l’arretratezza africana è cosa ben conosciuta, sia dagli Antichi Egizi, che dai Romani…. e si vuole addossare agli Europei, responsabilità che sono UNICAMENTE e SOLO colpa degli africani stessi.
      Anzi, se l’afriga londana ha conosciuto un periodo relativamente tranquillo e di sviluppo, lo si deve proprio alle Colonie, che hanno costruito scuole, strade, ospedali, canali, linee elettriche, ferrovie, ecc.
      Hai detto bene in merito al Made in…….
      I paesi orientali, che hanno conosciuto ben altre dominazioni coloniali, ben altro sfruttamento o guerre feroci….. (l’Indocina, il Viet.Nam, le due Coree, il comunismo assassino in Cina, Pol Pot e l’olocausto della Cambogia, la II Guerra Mondiale, che si è combattuta anche in Oriente, il Giappone con ben DUE BOMBE ATOMICHE sganciate su di loro…., altro che le quattro cazzatelle, africane!!!! ….). Queste popolazioni orientali, laboriose e dignitose, hanno saputo e voluto ricostruire tutto, rialzarsi e ripartire.
      Non regge la cazzata del “cattivo colonialista bianco e sfruttatore”……appena gli occidentali se ne sono andati, gli asiatici hanno preso il loro futuro tra le mani e piano piano questi Paesi, da anni gareggiano con l’Occidente, in quanto a lavoro, sviluppo, tecnologia, manifattureria, turismo, gastronomia, musica, ecc…….
      Finchè, si continuerà con questa cazzata buonista di dare comprensione e scusanti a popolazioni che invece non si meritano nulla, a riempirli a pioggia di miliardi a fondo perduto, soldi letteralmente buttati dalla finestre, di aiuti, di beneficenza……questi potranno solo che peggiorare.
      Che si aiutino da soli come nei secoli hanno fatto europei, sudamericani, asiatici e persino gli esquimesi che vivono in condizioni climatiche terribili, eppure non vanno a rompere il cazzo a nessuno. Al massimo che si facessero aiutare dai miliardari muzzurmani, finchè gli dura il petrolio.

    • Rifle Leroy

      Pura verità.

      • AlbertNola

        Non dico mai bugie.

    • berserker2

      Hai detto bene in merito al Made in…….
      I paesi orientali, che hanno conosciuto ben altre dominazioni coloniali, ben altro sfruttamento o guerre feroci….. (l’Indocina, il Viet.Nam, le due Coree, il comunismo assassino in Cina, Pol Pot e l’olocausto della Cambogia, la II Guerra Mondiale, che si è combattuta anche in Oriente, il Giappone con ben DUE BOMBE ATOMICHE sganciate su di loro…., altro che le quattro cazzatelle, africane!!!! ….). Queste popolazioni orientali, laboriose e dignitose, hanno saputo e voluto ricostruire tutto, rialzarsi e ripartire.
      Non regge la cazzata del “cattivo colonialista bianco e sfruttatore”……appena gli occidentali se ne sono andati, gli asiatici hanno preso il loro futuro tra le mani e piano piano questi Paesi, da anni gareggiano con l’Occidente, in quanto a lavoro, sviluppo, tecnologia, manifattureria, turismo, gastronomia, musica, ecc…….
      Finchè, si continuerà con questa cazzata buonista di dare comprensione e scusanti a popolazioni che invece non si meritano nulla, a riempirli a pioggia di miliardi a fondo perduto, soldi letteralmente buttati dalla finestre, di aiuti, di beneficenza……questi potranno solo che peggiorare.
      Che si aiutino da soli come nei secoli hanno fatto europei, sudamericani, asiatici e persino gli esquimesi che vivono in condizioni climatiche terribili, eppure non vanno a rompere il cazzo a nessuno. Al massimo che si facessero aiutare dai miliardari muzzurmani, finchè gli dura il petrolio.

      • thalia

        Guarda che l’Indocina era il Vietnam ecc.

        • berserker2

          Guarda Tesò, che se per questo……l’Indocina era il Vietnam, il Laos e la Cambogia messe assieme, sotto dominio coloniale francese……..(ce lo so che lo sai…..e ce lo so pure io….).
          Quello che volevo dire è che feroci guerre hanno attraversato quella regione, a cominciare appunto da quella dell’Indocina combattuta contro i francesi, per diventare poi guerra del Viet Nam combattuta contro gli americani. Le ho “differenziate” storicamente, pur essendo, come hai giustamente notato, quasi lo stesso posto.
          In ogni caso, si trattò di vere guerre, con impiego di armi di ogni tipo e quelle popolazioni, invece di scappare da vigliacchi così come fanno gli afrigani, hanno ricostruito tutto, con dignità e laboriosità.
          Guerre vere…… non certo le quattro bagattelle che ogni giorno si verificano in afriga londana, quattro cazzatelle che però agli occhi dei catto/sinistrati imbecilli europei, devono sembrare terribili……..poi ce lo dicono pure i report di parte di Ammesticazzi Internascional, l’ONU per tramite di enti inutili quali UNHCR, e FAO ci si fanno la lacrimuccia, SaveStoKazzo gli ci manda le navi soccorso, il parroco argentino gli ci manda la benedizione, Bono degli U2 (mentre imberta i soldi all’estero) gli ci fa il concertino, la Cazzitas ci mette i pasti, il governo abusivo itagliano i soldi……..e ualàààà LI GIOC SON FAIT………

          • thalia

            Ma non si parla più d’uscire dall’Eu? pare che a noi ogni mossa pesi come le fatiche di ercole, la FAO sola si è magnato il mondo invece di darlo agli affamati, la UNHCR i rifugiati, finite le guerre non li rimanda a casa come legge comanda, per dire che il resto sono come dipendenti di dette organizzazioni. Ah come amo medici senza frontiere che più affaristi di loro non esistono, mentre il save ce lo ha regalato bollywood, è stato il puzo a inventarsi il padrino, il minore italiano non accompagnato che va in america e tutte quelle grasse mamme sedute all’ombra del baobab, amorosamente ce li inviano basta non rompano gli zibedei ai padri fabbricanti di carne. insomma i romanzi da scrivere sarebbero tanti. di vita vissuta di più.

  • Fabio Giovanzana

    Purtroppo vengono considerati dal 75% dell’elettorato,dal vaticano,dai

    “sindacati”,delle “RISORSE”(VOTI),per cui,la cosa
    continuerà sino al collasso del NOSTRO SISTEMA!!!Essendo visti come
    “risorse”,si guardano bene dal mettere in atto delle
    politiche di scoraggiamento,di serio respingimento,di aperta
    denuncia,sia a loro,che ai loro governi di incapacità,a risolvere i
    problemi interni,di democrazia e sviluppo, con i loro mezzi,come
    hanno fatto tutti i Paesi del Far East,negli ultimi 40 anni!!
    Il problema di Africani e gente del genere,sono LORO STESSI!!!…Basta
    con la scusa-favola dello “sfruttamento”!!..Il “pallino”
    da oltre 45 anni,è nelle loro mani!!…

  • nopolcorrect

    I migranti vanno bloccati con le armi e con tutta la durezza necessaria. Così fece Caio Mario quando bloccò i Cimbri e i Teutoni o come fece Ottone I il Grande quando nel 955 bloccò i Magiari nella battaglia di Lechfeld.

    • Mr.Joe

      Non sono migranti ma invasori!

      • Fabio Giovanzana

        “Invasori-accolti”

        • Divoll79

          Accolti da traditori dell’Italia (e dell’Europa).

          • Fabio Giovanzana

            Certo!!

    • Luigi za

      quello che scrivi successe quando Roma non era ancora stata rincoglionita dalle idee di una certa setta. Al tempo dell’imperaore Valente invece i Goti, poverini vessati dagli Unni, vennero accolti come doni di dio nell’illusione di farli lavorare per i romani che oberati dai debiti e da tassazione folle non avevano quasi più nemmeno i mezzi per la sussistenza. Il finale é noto e qualora non lo fosse manca pochissimo per rivederlo nell’Europa presente.
      Ma é colpa dei massoni ovviamente!

      • Idleproc

        Stò giro sono un gruppo di matti che giocando nella bisca si sono bruciati il capitale più volte insieme a quello degli altri e non sanno più cosa fare.
        Oltre a farsi di coca e affini, si son bevuti il cervello inventandosi tutta la menata delle migrazioni epiche che non sta in piedi ammesso che non vogliano, come sembra, bombardarsi e demolire tutta l’Africa per continuare il traffico di schiavi che ovviamente dopo e a ragione si ribelleranno.
        Hanno solo bisogno di schiavi, di lucrarci sopra col traffico oltre a quelli che devono crearsi in casa come sta accadendo.
        Gli serve perché sperano che gli vada bene per un altro po’ ma fanno male i conti.

      • luigirossi

        Ma che colpa dei massoni! La massoneria non esiste,i banchieri ebrei sono un’invenzine nazista salvo quelli che sono “sfuggiti all’olocausto”.La maffia nun esiscte,mancu idda.

        • AlbertNola

          Hai detto bene Luigi! Finalmente hai imparato la lezione: la massoneria non è mai esistita, la mafia esiste solo nella testa dei comunisti. Lascia stare gli ebrei! Abbiamo un miliardo di neri alle porte che ci stanno per invadere!

          • Marco Valli

            meglio loro che la gente di merda come voi

          • AlbertNola

            Sei forte, sei il n.1…

          • Marco Valli

            pare proprio che la tua unica qualità sia quella di saper giudicare le persone…

          • AlbertNola

            Non è colpa mia. Sono un genio, la natura è stato troppo generosa con me. Avrei preferito zappare la terra come il grande Cinicinnato, il mio idolo in assoluto,

          • thalia

            Ma guarda che risposta il neretto, saranno pure meglio ma se non ce li vogliamo quì ti attuzza tanto? E’ sempre il nostro paese, andate a zappare il vostro e vi guadagnate la stozza senza campare sulle altrui ossa! Almeno noi sappiamo dove si getta la m…idiota!

          • Marco Bi

            thalia il marco valli è un altro sinistrato di merda che sul trasferimento di ceppe nere speziate dall’afriga all’Europa ci guadagna o economicamente oppure analmente. Prima per gustare i nerchioni neri, quelli come la marca valli dovevano andare fino in afrigalundana, hai presente lo sbattimento? Permessi, vaccini, voli aerei, visti dei consolati, soldi… ed allora si sono inventati l’accoglienza, l’integrazione e tutte quelle puttanate per giustificare la loro libidine… ora scendono due rampe di scale e possono darsi al baccanale col negretto appena importato fresco fresco (come il pesce di via Spadari)…
            Eccerto che gli fanno schifo alla marchetta valla quelli come noi, perchè gli ricordiamo la maestra che irrompeva in classe mentre la marca valli e le sue compagni/e giocavano ad ingropparella, che a lui/lei ci piaceva tanto tanto e voleva stare sempre sotto.

          • Saverio

            Le “ceppe”nere di Afriga londana” ti hanno sconvolto la “nasa” ….
            Ahahahahah!
            Parli sempre di loro …
            Sono state belle iniezioni di ciccia dura per te eh?

          • Marco Valli

            vedervi rosicare è impagabile…

          • thalia

            Rosicare io? non sono mica un ratto come voi, poi di ceppe ne abbiamo di legnose a nord, bianche e pulite da farvi sbiancare senza candeggina. bisellini manco bel riso mi piacciono.

          • thalia

            Vi hanno promosso capi accoglienza con altre medaglie al valore per aiuto a donne incinte, nascituri e vecchi a venire per la pensione?Ma guarda vi siete sbagliati, quello non era l’esercito ma il plotone dei lazaristi.

          • AlbertNola

            Io non capire. Io avere solo due lauree.

      • AlbertNola

        È colpa di gente come te che non ha figli!

        • Emilia2

          Certo, perche’, se Luigi ed altri avessero dei figli, gli Africani rinuncerebbero a invaderci (e non mi dica che ci pagheranno le pensioni, perche’ e’ troppo vecchia come barzelletta)

          • AlbertNola

            A me, figlio e nipote di ufficiali dell’esercito pluridecorati, interessa solo l’aspetto militare: come fermiamo l’invasore se non siamo disposti a difenderci con l’uso delle armi?

          • Emilia2

            Il problema e’ piu’ difficile anche perche’ quelli usano le donne e i bambini come scudi umani. Comunque, per il fatto che non siamo disposti a usare le armi, lo vada a chiedere agli ideologi pacifisti, all”ONU, nonche’ alle gerarchie cattoliche, non a me.

          • lucas

            Figlio e nipote ma ora? Tatuaggi e barba e discorsi a vanvera?

          • AlbertNola

            Tatuaggi e barba sono da vietare, chi li porta va messo in galera a pane e acqua o ai lavori forzati!

          • Marco Bi

            Concordo… massimo possiamo tollerare due baffetti, tassativamente neri.

          • Idleproc

            Sbagli, l’aspetto “militare” non va mai sconnesso da quello politico, sia per la identificazione e scelta degli obbiettivi che della onseguente strategia che della tattica.
            In alternativa il “militare” si ritrova scoperto e alla fine resta col cerino in mano.
            Senza una chiara e “onesta” visione politica, non vai da nessuna parte, sarifichi criminalmente gli uomini e ottieni l’opposto.

          • AlbertNola

            Volevo dire che senza carne da cannone, giovani italiani disposti a morire per la patria, come mio nonno che per strappare una collina agli austriaci perse 6.000 compagni, non si va da nessuna parte e non ci resta che capitolare!

          • thalia

            Allora sei un soldato da busta paga e non più, trovati altro da fare, anche l’esercito è zeppo di fannulloni raccomandati, i ragazzi veri non avevano ganci e sono a casa.

          • Fabio Giovanzana

            AlbertNola,”ai nostri tempi”,non servirebbero le armi,non servirebbe più la “carne da cannone!Basterebbe una FERMA volontà politica,sostenuta dalla stragrande maggioranza della popolazione autoctona(cosa che ora invece è al contrario,al punto che l'”invasione”,tecnicamente non lo è,visto che li si và a prelevare,visto che si fa di tutto,per agevolare il loro arrivo,il loro insediamento.Quando si apre la porta al “nemico”,quando si ha un articolo(come il 10 della “nostra costituzione”),che LEGALIZZA l’accoglienza,non servono i cannoni!!!!

          • Raoul Pontalti

            Lascia perdere le armi specie se usate da militari italiani che in 150 anni di storia unitaria hanno rimediato una serie sterminata di sconfitte, disfatte, figure meschine su tutti i fronti e contro tutti i nemici. Unica vittoria limpida dell’esercito italiano quella contro i papalini nel 1870 (Breccia di porta Pia).

          • Tony Rivera

            Non scrivete cassate! La guerra Italo-turca (l’impero ottomano era forte a quei tempi) fu vinta e la Libia liberata. La seconda guerra mondiale vinta senza aiuti e contro nemici potentissimi. Il fatto è, il male è, che i veri nemici li abbiamo in casa e sono ben riconoscibili. Occhio!

          • Raoul Pontalti

            Ma liberata da che? Coglione! Come mi spieghi le lunghe e sanguinose campagne di riconquista della Libia nel primo dopoguerra? Ancora. ma di che cazzo di guerra mondiale cianci che si risolse tra due soli Stati con combattimenti in Africa anche se di fatto con scaramucce persino nel Mar Rosso e dinanzi alle coste turche. L’impero ottomano era ormai agonizzante e la Libia era disgiunta territorialmente da quell’impero e mal rifornibile.

          • Marco Bi

            Infatti, in un’eventuale guerra contro gli invasori, bisognerebbe prima eliminare le teste di cazzo come Pontalti. Lo si fa vestire da orsetto, e lo si costringe a camminare avanti e indietro sulla linea di trincea. Oppure gli si fa accendere una sigaretta di notte…

          • AlbertNola

            Sei grande.

          • thalia

            Anche con la stretta delle leggi si può fermare l’invasione non c’è sempre e solo bisogno di fare pum-pum. Fra navi eserciti siete votati alla raccolta rifiuti, l’esercito era altra cosa nonostante non avessero divise pulite e scarpe lucide, il suo dovere è solo uno:difendere il suolo nazionale e il popolo natio, il resto è commercio e carità, quanto capita.

      • silver

        Remember ‘Adrianopoli’.

      • Umberto Ciotti

        É come dici tu, si va verso la espansione della vigliaccheria e della demenza … le conclusioni non potranno che essere funeste

    • AlbertNola

      Infatti vedi come li blocchiamo: andiamo a prelevarli sulle coste libiche e abbiamo l’art 10 della costituzione partigiana che dà la possibilità di richiedere asilo a 7 miliardi di invasori!

      • Fabio Giovanzana

        Verissimo!L’art.10 della “più bella costituzione del mondo”,è il Cavallo di Troia “legale”,per prelevarli!!!Sino a quando questo articolo,non verrà abolito,l'”accoglienza” continua “legalmente”.

        • Marco Valli

          vedere sta gente di merda razzista e rimbambita che rosica come delle pantegane è davvero spassoso

          • Marco Bi

            Se poi lo fai cirocondato da ceppe nere speziate, mi sa che ti diverti ancora di più… eh buongustaia?

          • Marco Valli

            mi sembri un esperto: consigli?

          • Marco Bi

            E che consigli vuoi dare ad un’esperta del settore…

      • thalia

        Egregio stupptruppen, la nostra Costituzione recita che, si può dare asilo a coloro di religione diversa affinché questi non si contrappongano al vivere della civiltà italiana, c’è ancora l’articolo non lo hanno rosicato le tarme e perché mai nessuno lo mette in mostra dato che fra infibulazioni, mogli a gogò, vendite a nero, valuta inviata all’estero, prostituzione sotto le finestre, tichet di tram non pagati e setti nasali rotti per aver chiesto il possesso, robi nelle case, strade, stupri, invasione di territorio, non crede basti a un esercito per rimandarli o non farli sbarcare affatto? O aspettate che le cacchen ve la facciano come a quelli per farvi uscire dalla buca dove finirete fra non molto a nascondervi? Li scaricate ma non vedete che questi sono puri selvaggi e non danno retta a nessuno?

    • Carlo Linneo

      Come fece anche Giulio Cesare nel 58 a.C. con gli Elvezi. Purtroppio nemmeno gli antichi romani sono riusciti a bloccare le migrazioni. Visigoti, Ostrogoti ecc. stanno lì proprio a ricordarcelo.

      • Emilia2

        Pero’ le hanno contenute per quasi 4 secoli.

        • Fabio Giovanzana

          …e di certo non se li andavano a prendere!!!!

          • Carlo Linneo

            Certo, ma allora non cerano le navi con motori diesel e treni superveloci e nemmeno Google Street View, che da a tutto il mondo la possibilità di sbirciare nei nostri giardini e vedere come sono verdi e ben curati,proprio quasi come nell’Eden. Rassegnamoci, prima o poi, se prima non collassa l’umanità, saremmo tutti negri e musulmani. Per fortuna io non ci sarò più.

      • Fabio Giovanzana

        Per lo meno ci hanno provato!!!!Di certo non li andavano a traghettare,portandoseli a casa,accogliendoli come “risorse”,dando loro casa,assistenza gratuita,scolarizzazione gratuita,etc,etc,…!Per favore BASTA,con questa visione ineluttabile!!!!

    • Chiara LA Cosmetique Bio

      1 miliardo!! E secondo il trend odierno, quale Paese pensano sarà letteralmente spazzato via se non bloccano questa marea umana?! Indovina

    • silver

      Hai scoperto l’acqua calda. E’ logico che le invasioni vanno bloccate con le armi, altrimenti gli invasori avranno gioco facile e partita vinta. Solo i buonisti, i papisti cialtroni alla Francis e gli idioti pensano che non siamo in presenza di un’invasione e chi vuole venire qui da noi deve essere acolto a braccia aperte dandogli un caloroso ‘benvenuto’.

    • Marco Bi

      Scusa… una domanda che è poi una riflessione. Ti chiami nopolcorrect di nick e poi chiami gli invasori clandestini con l’aggettivo (o sostantivo) politically correct “migrante”?
      Ma migrante che? Questi sono INVASORI, CLANDESTINI… La rondine, la cicogna migrano, ma poi se ne tornano a casa. Questi una volta qui non si schiodano più

    • thalia

      Caio Mario faceva parte delle tribù ciociare, là era nato fra quelle che aiutarono i romani a che passassero attraverso i caudini, insomma gente con la groppa e no codardi come adesso.

  • Fabio Giovanzana

    L’Africa
    è un problema umano,e come tale,essendo gestito dalla somma
    ipocrisia degli umani,neri e non neri,Cristiani,Musulmani,di ieri,di
    oggi, di domani,etc.,che “dovrebbero occuparsene”,continua
    ad essere quello che è.

    ll problema,è estremamente complesso…

    Per certi aspetti,l’Africa è indietro di 5000 anni rispetto al
    resto del “nostro” mondo,che è quello che è, per
    effetto di fatti,situazioni violente,dolorose,terribili,ambientali,di
    potere,per la protezione di interessi, ideologie,che si sono sempre
    scontrati, sovrapposti,decantati,all’interno di un contesto
    generale,nell’ambito di tragedie locali e/o diffuse,che hanno
    coinvolto persone singole,la collettività.

    Questa dolorosa alchimia,che dall’epoca preistorica,ha coinvolto l’ Europa,
    e 2500 anni fa,ha dato alla luce la democrazia parlata e
    scritta,non si è prodotta in Africa….MA LA COLPA NON è LA NOSTRA!!!!

    • Micene

      La colpa è del basso qi dei negroidi.

  • Fabio Giovanzana

    Mio nonno,che viveva in “campagna”,aveva la “toilette”,nel

    cortile:……Un “gabbiottino”,….due tavole di
    legno,separate 20 cm,l’una dall’altra,per fare cadere il
    tutto,….”carta da giornale”,…..ed in inverno,svuotavano
    la “vasca sottostante”,con i secchi…..Tutti,anche nella
    miseria,sono passati attraverso un certo “progresso” di
    base,ma in assenza di stimoli “ancestrali” di base,cullati
    da una “cultura”(complice la religione),che nei
    MILLENNI,non è riuscita neppure a produrre la
    scrittura,sono rimasti quello che sono,NON PERCHE'”POVERI”,ma
    perchè POVERI di iniziativa,di progresso,di spinte.OGGI l’unica
    spinta che hanno scoperto,è la “FUGA DAVANTI ALLO SFORZO”(si
    chiama così in Fisica),per cui con il telefonino FIGO in mano(che
    hanno imparato ad usare molto bene),arrivano,vengono
    accolti,coccolati,e non si preoccupano di integrarsi,nemmeno quando
    vanno al CESSO!!!!

    • Raoul Pontalti

      Fabio Giovananza acquista un libro serio sulla storia della scrittura per favore! Acquista anche un libro di antropologia per conoscere l’origine dell’uomo (in Africa) e un libro di storia sulle antiche civiltà africane.

      • carpa1

        Oh sì, sappiamo bene dove ha avuto origine l’homo erectus od homo sapiens che dir si voglia. Ma qui, ciò su cui si disquisisce è che quest’homo si è sviluppato altrove mentre là è rimasto quello che era: un troglodita. Troppo comodo lasciar lavorare gli altri per poi coglierne i frutti; solo i lazzaroni possono ragionare col falso buonismo di facciata di coloro che accettano passivamente o, peggio, promuovono quell’accoglienza pelosa tipica che, i debosciati che ci stanno governando, pretendono di venderci come la soluzione al calo delle nascite dei paesi sviluppati. Altre sono le soluzioni e, tanto per fare un esempio di quanto sono cretini quelli al governo, basti dire che vorrebbero esentare dall’età pensionabile dei 67 anni le donne con figli!?!? A quell’età, i figli dovrebbero ormai camminare con le loro gambe; a meno che non intendano pensionarle per poi poter continuare a farle lavorare come “nonne”. Le donne vanno aiutate caso mai quando i pargoli sono da accudire ed educare (così si è fatto nei paesi sviluppati e che, col nuovo corso, stanno regredendo in maniera impressionante). Non so se mi sono spiegato.

        • Divoll79

          Gli ultimi ritrovati archeologici sembrano infrangere la certezza che l’Homo Sapiens sia “nato” in Africa, visto che in Grecia e Bulgaria sono stati ritrovati resti di Homo di parecchi millenni antecedenti Lucy.
          E chissa’ quanti di questi reperti europei sono andati perduti nella storia, poiche’ chi scavava per costruire e trovava dei resti, poteva facilmente scambiarli per scheletri di animali e quindi distruggerli. Archeologia e antropologia sono discipline relativamente moderne.

          • ClioBer

            Le ricerche, non ultimissime, hanno stabilito che la comparsa dell’homo sapiens si può far risalire, con buona approssimazione, a 250./ 300 mila anni fa. Altro discorso è quello dell’adam (adamiti o terrestri), la cui comparsa risale a ca. 6.450 /6.500 anni fa.
            I sumeri, quindi la prima civiltà che ha lasciato tracce documentali, discendevano, per l’appunto, dagli adamiti.
            Non vado oltre, perché sarebbe come entrare in un campo minato.

      • Giancarlo09

        Farebbe bene ad aggiornarsi perché le teorie antropologiche alle quali fa riferimento sono piuttosto datate oltre che piene di incoerenze e punti oscuri. La informo che nell’ultimo anno sono stati trovati resti “umani” sia in Europa che in Asia ben più antichi di quelli rinvenuti nella Rift Valley (Africa). Per quanto riguarda poi le civiltà africane spero che non voglia includervi anche quella egizia visto che gli antichi egizi non avevano nulla (come dimostrato dall’esame delle mummie) a che fare con i negri/africani, anzi nel periodo di dominazione delle dinastie nubiane l’Egitto conobbe una incredibile e quanto mai veloce regressione tecnologica.

        • Raoul Pontalti

          Per Rifr valley probabilmente intendi Omo Kibish e più in generale l’Africa orientale. Aggiorrnatu tu presso il Max Plank Institu Leipzig: in Marocco quest’anno è stata trovata un mandibola di Homo sapiens risalente si dice a 400.000 anni fa. Ti invito anche a leggere meglio: ho detto eplicitamente “trascurando gli Egizi” che pure vivevano in Africa. Rimane il fatto che le civiltà africane “negre” sorsero prima di quelle “europee” .

    • virgilio

      cazzo tuo nonno ere come il Berlusca scendeva in campo!!

  • AndrAnt

    negli anni Settanta era chiaro a tutti che il problema era l’esplosione deomografica; cinque, dieci, venti miliardi di persone non ci stanno, e le risorse della Terra sono qjelle che sono, e soprattutto le risorse economiche: non c’è lavoro per venti miliardi di individui; adesso se solo osi sfiorare l’argomento sei un razzista eccetera; che noia;

    • Vita Rossetti

      Negli anni ’70 il controllo delle nascite è stato impiegato per limitare la crescita dei popoli europei. Tutti gli altri hanno fatto quello che volevano (riprodursi come conigli). I popoli occidentali avevano provato a proporre all’Africa ed ai paesi islamici il controllo delle nascite, ma gli interessati rifiutarono dicendo: il numero è potenza. A questo punto che si arrangino a casa loro.

      • AndrAnt

        è anche da ricordare la posizione della Chiesa; a dire il vero i missionari cattolici dstibuivano contraccettivi di nascosto, ma la folle posizione propagata anche da personaggi come Madre Teresa – che riteneva che un bimbo morto di malnutrizione fosse counque meglio di una nascita evitata – hanno contribuito a peggiorare le cose; non stupisce che oggi la Chiesa prosegua su quella strada; prima che alcuni fedeli si arrabbino vorrei domandare loro: che cosa sapete di Madre Teresa e della politica della Chiesa nei Paesi del Terzo mondo? poi ne riparliamo

        • Vita Rossetti

          Concordo e penso che perseguano solo i loro interessi e non dimentichiamo che la Chiesa ha vissuto sulle miserie altrui. Mi fermo, ma il discorso meriterebbe approfondimenti.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        In Italia ci sono 200 abitanti per chilometro quadrato, in Africa 5 volte meno … https://uploads.disquscdn.com/images/2db389036a08e45375cd805676efcf3cae614b144cc64a75defd52aca8b0429f.png

        • Marco Bi

          Non è esatto. In Italia ci sono 200 abitanti per kmq è vero… solo che quel calcolo è fatto dividendo il numero di abitanti per i kmq del territorio (301.340 kmq). Fin dalle elementari però, ci insegnano che il territorio italiano è disabitato o non può essere abitato per circa l’85% (vedi montagne, superfici d’acqua ecc ecc), quindi quei 60 milioni di abitanti si riversano nel 15% di territorio abitabile ed abitato, il risultato non è più quindi di 200 abitanti per kmq ma 1290 abitanti per kmq… il Giappone tanto per fare un esempio di nazione sovrappopolata ha 345 abitanti per kmq…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … non può essere abitato per circa l’85% … mitico … tuttavia: inizio anni settanta in Italia si coltivavano 17 milioni di ettari … beninteso, oltre la metà del territorio nazionale …

          • Marco Bi

            Non è “mitico” … è geografia che si studia alle elementari

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Mitico perché hai sparato una boiata pazzesca … CON 17 MILIONI DI ETTARI COLTIVATI hai oltre la metà del territorio ABITABILE …

          • Marco Bi

            Non ho sparato nessuna boiata. La SAU (Superficie Agricola Utilizzata) italiana era di 132.000 kmq nel censimento del 2000 che corrsipondono a 13 milioni e 200 mila ettari. Considerando la popolazione di quell’anno si traduce in 0,230 ettari di terreno produttivoi pro-capite circa 2300 metri quadri a testa.
            Ogni anno, a causa della follia cementificatrice, si sottraggono alla SAU circa 100.000 ettari di campagna, quindi dal 2000 al 2017 mancano circa 1.700.000 ettari ad occhio e croce quindi dei 13.200.000 siamo scesi a 11.500.000 ettari quindi siamo a circa 0,191 ettari pro-capite.
            Il suo suggerimento è quindi cementificare quegli 11.500.000 ettari di campagna? Oppure spianare Dolomiti, asfaltare i laghi di Garda, Como, Maggiore, il Po’, L’Adige, l’Adda per recuperare spazi? Spianare l’Aspromonte, il Turchino? Oppure spianare le Alpi Liguri, Marittime, Cozie, Graie, Pennine, Lepontine ecc ecc?

            Il territorio, anche se a lei sembra folklore, una boiata pazzesca e le scappa da ridere, è quello e cioè che l’Italia può essere abitata solo per il 15% del suo territorio, quindi il numero di 60 milioni di abitanti è distribuito in quel 15%, va da se che non si può dividere il numero di abitanti attestato in circa 60 milioni, per la superficie totale che è 301.000 kmq.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non fare il furbo, avevi SCRITTO che 60 milioni di italiani abitano il 15% del territorio … e sei stato smentito.

          • Marco Bi

            Ho scritto: Fin dalle elementari però, ci insegnano che il territorio italiano è disabitato o non può essere abitato per circa l’85% (vedi montagne, superfici d’acqua ecc ecc)
            Che è diverso da quello che hai capito tu e che confermo. E non hai smentito una beata minchia perché i dati numerici che ho portato sono inconfutabili

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Parla con qualcuno …

          • Mario Trieste

            L’unica cose che si evince da questo commento è che lei le elementari non le ha finite! il territorio coltivabile è ovviamente territorio abitabile, nulla vieta ad un propretario di un terreno di cambiare utilizzo del proprio campo.

          • Marco Bi

            La superficie coltivabile pro-capite in Italia è gia sotto la media mondiale, quindi lei e l’altra scienziata Muller proponete di “asfaltare” o “cementificare” le zone coltivabili in modo da renderle abitabili. Ottima soluzione, così poi oltre ad avere la sovrappopolazione non avremo più nemmeno zone coltivabili. Quindi da un problema ne facciamo due. Cosa diceva a proposito delle elementari?

            Il passo successivo per ampliare quel famoso 15% abitato/abitabile sarà la spianatura di Alpi e Dolomiti, poi dell’Aspromonte, della Sila e tutti gli Appennini… poi si procederà a seccare i laghi di Garda, Maggiore, Como e via dicendo. Beh dai è un’ottima idea.
            Quello che però conta è che allo stato attuale delle cose i 60 milioni di italiani si riversano tutti sul 15% del territorio… vuoi fare il 20%? Facciamolo, ma il discorso cambia di poco perchè 60 milioni di abitanti su 62.000 kmq (il 20% di 301.000kmq) da circa 970 abitanti per kmq

          • Mario Trieste

            Spero che tu non sia di destra, perchè sei semplicemente un idiota, il fatto che sia “meglio” non cementificare le zone agricole non cambiano i numeri, le cifre non mentono! Le percentuali che citi sono assurde, forse riferibili alle zone attualmente urbanizzate/sup.totale (che dovrebbe essere attorno al 10%) , non certo quelle urbanizzabili, del resto c’erano bellissimi paesi abbarbicati su montagne oggi quasi del tutto abbandonati, ma questo è un altro discorso. Mi pare qui non si possano fare i link, ma sull’argomento puoi trovare facilmente il rapporto dell’ ISPRA sul consulo del suolo in Italia.
            Condivido in toto l’opinione su Anita …una pazza furiosa, e condivido ovviamente anche il fatto che bisogna evitare l’estendere della cementificazione, ma non si può dire che solo il 15% della sup.italiana sia abitabile.

          • Marco Bi

            Infatti ho scritto abitata/abitabile.

          • Mario Trieste

            va beh… fra abitata e abitabile c’è una bella differenza, ma finiamola qua, forse ci siamo capiti 😉

        • thalia

          Dillo ai governanti, Anita, magari rimandano indietro qualche neretto/a.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E vedi il progetto DESERTEC …

      • AlbertNola

        Non si arrangiano, perchè sono giovani e forti e noi europei vecchi e malandati! La storia si ripete purtroppo (Roma 410 d.C.).

        • Emilia2

          Noi europei non siamo proprio tutti vecchi e malandati, ma siamo completamente disarmati e seguaci della nonviolenza.

      • Emilia2

        Il controllo, e molto rigido, c’e’ stato anche in Cina (Paese che ha una sua importanza e civilta’, al contrario di certi Paesi africani)

    • giuseppe 97

      anzi stanno studiando come farci mangiare le locuste, invecedi dimezzare il numero degli abitanti sulla terra.

  • agosvac

    Articolo molto interessante specie quando fa risaltare la completa ininfluenza dell’uomo nei cambiamenti climatici. Il clima della nostra bella Terra cambia ciclicamente per motivi che con l’uomo non hanno niente a che vedere.

    • AlbertNola

      È vero solo in parte: i cinesi, gli indiani e adesso anche gli africani e le mucche brasiliane ci tolgono l’aria.

  • Mr.Joe

    “Cervelloni” di istituti demoscopici con un c*zzo da fare a sparare minchiate a destra e a manca! Prima che arrivassero, verrebbero sterminati dalle tantissimi armi biologiche, chimiche e genetiche che giacciono nei depositi di armi segreti in Occidente e altrove. I veri patrioti all’interno delle forze armate, non come i vari ammiragli e generali tipo DeGiorgi, per fare un nome solo, venduti al Nuovo Ordine Mondiale (NATO), non farebbero mai avvenire questo scenario apocalittico del genocidio della razza europea.

    • Raoul Pontalti

      Cambia pusher per carità!

      • Mr.Joe

        Stai zitto e almeno fai qualcosa minimamente utile per giustificare quella pensione da invalido mentale che percepisci.

  • venzan

    Il benessere non si regala a nessuno, e men che meno qua da noi agli immigrati, possiamo solo regalare il pane a chi non ne ha a sufficienza ma casa loro.

    • AlbertNola

      Sì, caro venzan, facciamo… 2 miliardi di panini al giorno?

  • Bragadin a Famagosta

    sarà una pacchia per la boldrini

  • Zorz.zorz

    Buon dì.Tutta la Storia è caratterizzata da enormi migrazioni,che ciclicamente( causa carestie,guerra,epidemie) hanno caratterizzato i ” confini” della ” civiltà”.ora,con i mezzi di comunicazione che conosciamo( in tutto il mondo) queste migrazioni sono e saranno continue e inarrestabili.Solo dal punto di vista fisico,gli spazi vuoti vengono riempiti,noi figli non ne facciamo più,” loro” sono estremamente più prolifici,noi abbiamo una concezione edonistica ed individualistica della vita,in base alla quale l’io viene prima di tutto, loro una visione finalizzata all’ occupare spazio ” virtualmente utili” anche al prezzo della vita..Non esiste possibilità di contrastare tutto ciò.Bene o male,in natura è una legge( anche se non vogliamo accettarlo),una ” specie forte ha sempre preso lo spazio della debole….saluti

    • Micene

      Queste migrazioni attuali avvengono perché il NWO vuole gli europei estinti, la più grande minaccia al loro progetto.

      • Zorz.zorz

        Buon dì.Non occorre che nessuno ci voglia estinti, questo oramai è ineluttabile.Possiamo solo prolungare l’agonia.Vuole paragonare il nostro” flusso vitale” al loro? Non c’è storia.

        • Divoll79

          Sara’ ineluttabile per voi, ma noi europei non lo accetteremo e, alla fine, libereremo il nostro splendido continente. L’abbiamo fatto nel passato, lo rifaremo di nuovo.

    • virgilio

      una delle prime emigrazioni forzate le hanno fatte quei tuoi simili vermi giudei
      con la tratta dei schiavi nelle americhe!

    • Divoll79

      Ma quando mai? Le grandi migrazioni di cui lei parla si sono limitate ai primordi delle civilta’ umane. Da quando si sono formati gli stati nazionali, ogni tentativo di “migrazione” e’ stato respinto con le armi, a volte con successo, altre meno. I mori occuparono la Spagna, ma poi furono scacciati tutti, fino all’ultimo, inclusi quelli ormai residenti o nati in loco. L’impero ottomano occupo’ buona parte della penisola balcanica, dell’Ungheria e della Bulgaria e anch’esso venne cacciato. I Tatari dell’Orda d’Oro invasero tutta la Russia, ci restarono quasi 400 anni e alla fine vennero scacciati. Succedera’ anche stavolta.

    • Giancarlo09

      Se permette la “specie forte” saremmo noi europei che, se utilizzassimo le armi frutto del nostro ingegno, avremmo non solo la capacità di arrestare ogni possibile invasione da parte degli africani/mediorientali ma potremmo anche sterminarli a casa loro.

      • Zorz.zorz

        In natura la specie più forte è quella più prolifica, più resistente, più adattabile.Come noi italiani….o no?saluti

      • Emilia2

        Ma la nostra religione non ci permette di uccidere.

  • ClioBer

    Anziché del clima, che nessuno nega sia un problema da tenere sotto controllo, affinché resti vivibile, il vero problema è la “bomba” demografica destinata, se nulla interverrà, a cambiare il volto del pianeta e a portare a sconvolgimenti devastanti.
    Il pianeta (l’unico che abbiamo, ahinoi) è sotto stress e non potrà reggere a lungo alla distruttiva aggressione del peggiore dei parassiti, che vive e prospera al di fuori del ciclo biologico naturale.
    Una forte motivazione dell’immigrazione è il modello di vita occidentale, a cui tutti ambiscono, mentre molti sostengono che ne avrebbero diritto. In linea di principio, possiamo trovarci d’accordo, ma se questo prescinde da una drastica riduzione della popolazione mondiale (anzi, come sappiamo, si predica l’opposto), per il clima o per altre causei, siamo destinati ad andare a “sbattere”.
    Purtroppo, alle eventuali future civiltà, non lasceremo piramidi, sfingi e maestosi templi, ma solo sparute tracce delle nostre banalità, della nostra prosopopea e dell’immensa dabbenaggine di cui eravamo animati.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Servono soluzioni …

  • Claudio Pasqualini

    I confini vanno difesi con le armi, come le leggi della sopravvivenza insegnano…altrimenti sarà caos mondiale

    • itsmy opinion

      una volta era cosí, poi é sopraggiunta la stupidá di molte “menti sinistre” che per opportunismo, codardia e la suddetta stupiditá, hanno deciso che gli archibugli vanno lasciati nelle armerie ed accettare la invasione ( anzi agevolandola) di gente non avvezza al lavoro bensí al fancazzismo piú totale. A gente che si integrerá mai ma che pretenderá sempre di piú. Consapevoli che otterranno quel che vogliono.

    • virgilio

      hai ragione quando che incominciamo a buttare fuori anche con le armi gli invasori venuti qui 70 anni fa(yankee)

      • Divoll79

        Si, gli uni e gli altri.

        • virgilio

          si ma scometto che se buttiamo fuori prima gli uni poi anche gli altri ceseranno di venire

          • AlbertNola

            Sicuro, tu coi tuoi muscoli da Maciste, ci salverai…

          • virgilio

            tu invece con il tuo cervello di gallina non rischi niente!

          • AlbertNola

            Ho 3 laure e 22 diplomi, la nomina a Cavaliere del lavoro l’ho rifiutata…

          • Divoll79

            Dev’essere un trattamento sincronizzato.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        E vedi la Jugoslavia da cui dici di provenire che fine ha fatto senza nemici esterni …

  • Paolo

    In ARRIVO? ….. se uno stato non lo permette li repinge indietro e bona….. l’autralia gli usa gli spagnoli ecc fanno cosi…. noi col papa e il pd pigliamo tutti…………….

  • Luigi za

    Qual è quindi il vero fattore accomunante queste ondate migratorie? Ancora una volta risulta essere la ricerca di uno stile di vita migliore.

    E che se lo creino lo stile di vita migliore come ce lo siamo creato noi sporchi bianchi in secoli di duro lavoro. Teste di c….o!|

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      I comunisti e nazionalsocialisti (non solo ma anche) bianchi hanno preso la scorciatoia … hanno espropriato i beni altrui …

    • Divoll79

      Che poi, venendo da noi in massa, questo “stile di vita” lo distruggono completamente, sia per noi che per loro stessi. A lasciarli fare, l’intera Europa diventerebbe un immondezzaio a cielo aperto, perche’ a casa loro hanno per lo meno qualche rispetto delle proprie tradizioni e del proprio retaggio storico, culturale, architettonico, ecc. mentre non hanno alcun legame – e quindi nessun rispetto – per il nostro. I musulmani, poi, potendo, raderebbero al suolo tutte le nostre chiese e brucerebbero tutta la nostra arte e i nostri libri.
      Non possiamo permettere che chi ha gia’ una casa venga a distruggere la nostra.

  • luigi tubino

    Quella del miliardo di migranti, é una delle tante belinate che partoriscono queste conferenze, inutili se non ridicole. Comunque questi “esperti” si sono fatte delle belle mangiate, fra una seduta e l’ altra, beati loro.

  • ClioBer

    Per difenderci da possibili e temute aggressioni, abbiamo costruito potentissime armi, ma il problema è che, secondo la morale che , man mano, si è affermata, non possiamo usare né quelle modernissime e neppure archibugi e sciabole medievali.
    Forse potremo tentare di fermare l’immigrazione con degli sputi, ma temo che verremo sopraffatti.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Ci sono anche i traditori … quelli che vivono la democrazia ma tifano per la dittatura …

    • Nick2

      Ne potremmo ammazzare un miliardo, magari, per essere buoni mezzo miliardo. Che ne pensi?Puoi scrivere simili stronzate solo su questo giornaletto di neofascisti. Il bello è che hai un sacco di estimatori (veri o finti non sono ancora riuscito a capirlo). Robe da matti!

      • Giancarlo09

        Quale sarebbe la tua soluzione? mettersi a 90 gradi? francamente preferisco di no.

  • berserker2

    Nessun europeo potrà mai trovarsi nei panni di un qualsiasi vigliacco afrigano che scappa, per il semplice fatto che nei secoli di fronte a cambiamenti epocali e climatici (e non solo) i nostri Padri, i nostri Avi hanno saputo reagire, senza scappare, così come la Storia ci ha tramandato.
    L’Europa ha subito almeno due glaciazioni, eppure gli europei hanno resistito, hanno lottato, altro che “rifugiati” con la benedizione dell’ONU.
    E non abbiamo subito solo cambiamenti climatici poi. L’Europa mica è sempre stata così “tranquilla”.
    Hai voglia a “motivi” per emigrare, per scappare…….. In epoche dove in Europa venivi impiccato o ghigliottinato se protestavi contro i governi, bruciato al rogo se venivi considerato eretico, con l’esercito che sparava sulla folla che protestava per l’aumento del pane, con donne che venivano considerate “streghe” e arse vive se mostravano interesse per lo studio, con Inquisizioni varie che su denunce anonime e spesso false, giustiziavano, torturavano, storpiavano chiunque, ……
    Due guerre mondiali (quelle vere, non le quattro cazzatelle afrigane a cerbottane e noci di cocco), con 400 milioni di morti, innumerevoli altre guerre e battaglie, pestilenze, terremoti, incendi disastrosi di intere città, peste, persecuzioni politiche e religiose, liste di proscrizione, sante inquisizioni, malavita organizzata, scontri etnici e guerre di religione, bombardamenti, profughi, sfollati, terrorismo, bombe indiscriminate, invasioni, torture, attentati, omicidi politici, scontri di piazza, manifestazioni violente, repressioni, gulag, campi di concentramento, fame, miseria, carestie, alluvioni, inondazioni,terremoti, incendi, contaminazioni, nubi tossiche, occupazioni, oscurantismo, superstizioni, discriminazioni, eresie, sottomissioni, roghi. Rivoluzioni, bombardamenti a tappeto su civili inermi, gas tossici, guerre civili, pestilenze, dittature, terrorismo, pulizie etniche, stupri di massa. Diritti negati in primis alle donne che fino ai primi del 900, nella civile Inghilterra si gettavano tra i cavalli in corsa a costo della vita per affermare il diritto di voto. Minori senza alcuna tutela. Lavoratori in lotta, senza tutele sindacali, che venivano uccisi o arrestati solo per avere scioperato, etcetera etcetera……
    NESSUNO è scappato, tutti sono rimasti al loro posto, nessuno ha chiesto diritto d’asilo a nessuno. Hanno combattuto, lottato, resistito, ricostruito, se qualcuno è emigrato all’estero lo ha fatto sinceramente per motivi economici, con documenti e visti in regola senza prendere per il culo nessuno e senza fingersi rifugiati mantenuti a vita.
    Nessun europeo ha pietito o aspettato la manna dal cielo. Nessuno ha mistificato. Nessuno ha sgranato gli occhioni, senza pretendere “accoglienza” inventando persecuzioni inesistenti, Nessuno ha protestato nè bloccato alcun traffico, nè rifiutato alcun cibo (che quasi nessuno gli dava peraltro). Hanno lavorato e contribuito al benessere dei paesi in cui regolarmente si sono stabiliti.
    Ed hanno costruito QUESTA Europa, un posto degno in cui vivere.
    I vigliacchi afrigani invece di lottare, resistere, costruire o ricostruire e pretendere giustamente dei diritti che gli vengono negati da altri afrigani e non certo dai cattivi bianchi occidentali, preferiscono scappare in Europa, a godere del benessere conquistato dai nostri Padri, senza alcuna fatica e grazie agli imbecilli catto/sinistrati che abboccano o che hanno piacere di essere presi per il culo…….

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      TGCOM24 … Seconda guerra mondiale, quando erano Siria ed Egitto ad accogliere gli europei …

      • thalia

        Ma qualie europei accolti se i soli maltesi svuotarono le isole e si rifugiarono tutti quì?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Gli europei durante la seconda guerra sono stati accolti da numerosi paesi tra cui gli Usa …

    • Raoul Pontalti

      Il solito destricolo di terronia somaro e presuntuoso…400 milioni di morti nelle due guerre mondiali? nemmeno il 10% sommandole entrambe! ” i nostri Padri, i nostri Avi hanno saputo reagire, senza scappare”? Sì come all’8 settembre del 1943 quando le forze armate italiane si sciolsero come neve al sole e tutti scapaprono come lepri. Gli “afrigani” scappano sempre? Non a Dogali nel 1887 quando gli etiopi legnarono duramente i presuntuosi soldatini italiani per non parlare di della disfatta di Adua del 1896 e si tratta di brutte sconfitte inflitteci dai negretti.

      • Mario Trieste

        Tutto giusto..ma lascia stare destra e sinistra, questo è un idiota a tutto tondo! 😉

      • berserker2

        Ahò Raououol…….non ci riesci a stare senza la salciccia nera e speziata, chissà quante belle notti d’ammore ti sei passato nei tuoi innumerevoli viaggi pagati dal contribuente, nei turpi paesi afro/marrucchini che ti piace visitare per oscuri motivi che nemmeno voglio sapere.
        Tutte quelle belle notti passate nei tucul, nelle capannette di sterco e fango, stretto stretto al berbero/tuareg/zulu/mandingo di turno……
        Non ci riesci proprio a stare zitto, a portare rispetto a chi ne sa più di te……….E pensare che una volta sei stato anche un anticomunista, uno di Destra……mah che finaccia che hai fatto, solo perchè hai perso una serie di elezioni semplicemente comunali e poi non ti hanno voluto più candidare. Ma che peccato…….Per il resto, io parlo di Europei, e tu farfugli di italiani che hanno perso una scaramuccia con gli etiopi nell’1800, cui poi sono state asfaltate chiappe e datteri………
        Parli solo con livore e per partito preso, per spirito da bastian contrario, il che è onorevole fino ai 30 anni…….poi diventa penoso e ridicolo. O forse non capisci un cazzo e più non ne capisci un cazzo e più ne parli.

        • Raoul Pontalti

          Rispondi nel merito coglioncello di terronia che fai il razzista e hai le pezze sul culo che chi vive nel tucul non ha. (per inciso: il tucul è tipico dell’Africa orientale. gran parte della quale fu colonizzata dagli italiani che seppero apprezzare la semplicità architettonica e la razioalià del tucul).

          • Marco Bi

            Anche gli afrigani hanno saputo aprrezzare il tu(o)-cul (e tu hai sempre chiesto il bis, o il tris)

        • Marco Bi

          Ma hai notato anche tu che il trombato, ex di tutto, col passare dei mesi è diventato viepiù imbecille?
          Eppure non ci sono state elezioni a cui ha partecipato…

          • berserker2

            Ciao Marco………il Pontachiappi ha tentato DISPERATAMENTE di ottenere una candidatura in queste Regionali siciliane……ha provato con Forza Italia e ha ottenuto un sonoro rifiuto, poi con FdI, ma i camerati ormai lo schifano, ha pietito persino un posticino con Noi con Salvini, ma lo hanno respinto…….allora, disperato ha tentato un gesto estremo……si è finto siciliano, cercando il posto in una lista locale “Noi Con Mizzica”………ha modificato il solito manifesto elettorale che usava sempre per le comunali in Trentino, solo che al posto del cappello da alpino ha messo la coppola, al posto del loden ha messo il gilet di fustagno, si è fatto crescere due bei baffetti alla Ferribbotte (o alla Franco e Ciccio), e al posto del wusterl stringeva un arancino al ragù, con sullo sfondo il solito carretto siciliano e dei cactus………esito più che agghiacciante…….lo slogan era “minkia cumpà, ce lo vogliamo fare stu ponte sullo stretto…….”. I siciliani tra le lacrime lo hanno mandato affanculo e allora si è dirottato, ormai disperato, alle elezioni municipali di Ostia…….nientedimeno che con CasaPound……..che all’inizio hanno pure mostrato interesse, sembrava una persona competente…..poi però quando si è presentato in sede per firmare la candidatura e lo hanno visto in faccia……….ancora ridono…….
            Adesso lo capisci tutto il livore che sprigiona……Piuttosto, ma hai letto della nuova entry……Mario Triste, o è sempre il solito imbecille con nick diverso o è una povera pecorella smarrita, senza più alcun riferimento ideologico e partitico, preso a calci in culo dalla Storia, sul Fatto lo bannano, su Rebubblica non lo pubblicano, e allora vien qui a rompere le palle, sperando di abbordare e rimorchiare qualche maschio sconosciuto……..

          • berserker2

            Hey Marco………il Pontachiappi ha tentato DISPERATAMENTE di ottenere una candidatura in queste Regionali siciliane……ha provato con Forza Italia e ha ottenuto un sonoro rifiuto, poi con FdI, ma i camerati ormai lo schifano, ha pietito persino un posticino con Noi con Salvini, ma lo hanno respinto…….allora, disperato ha tentato un gesto estremo……si è finto siciliano, cercando il posto in una lista locale “Noi Con StàMinchia”……… ha modificato il solito manifesto elettorale che usava sempre per le comunali in Trentino, solo che al posto del cappello da alpino ha messo la coppola, al posto del loden ha messo il gilet di fustagno, si è fatto crescere due bei baffetti alla Ferribbotte (o alla Franco e Ciccio), e al posto del wusterl stringeva un arancino al ragù, con sullo sfondo il solito carretto siciliano e dei cactus……… esito più che agghiacciante…….lo slogan era “Mizzica cumpà, ce lo vogliamo fare stu ponte sullo stretto…….”. I siciliani tra le lacrime lo hanno mandato affanculo e allora si è dirottato, ormai disperato, alle elezioni municipali di Ostia…….nientedimeno che con CasaPound……..che all’inizio hanno pure mostrato interesse, sembrava una persona competente…..poi però quando si è presentato in sede per firmare la candidatura e lo hanno visto in faccia……….ancora ridono…….
            Adesso lo capisci tutto il livore che sprigiona……

          • Marco Bi

            Ohcazzo non la conoscevo questa storia. Un Pontcazzo travestito da siciliano per farsi accettare dagli indigeni, un Pontcazzo stile Giannini ne’ “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” riadattato in “Travolto da un insolito ceppofornito nelle grigie elezioni di novembre”

            Ma tu dici che lo hanno preso a scarpate nel culo a Casa Pound perchè si è presentato come fascista ma si esprime come Mario Capanna, oppure perchè hanno visto i suoi precedenti cartelloni elettorali dove è vestito come il tipo della pubblicità della birra Moretti, con tanto di couperose sul naso e guance?

            Ad ogni modo dobbiamo recuperarlo questo Pontcazzi, un posto come svuotacestini o pulisciposaceneri bisogna darglielo, altrimenti questo o passa la vita ad ammazzarsi di seghe sui siti porno, oppure asfracellare le gonadi a chiunque su Disqus.

          • berserker2

            Tu non ci crederai……ma lo sai che un pochino mi dispiace per come si è ridotto il Pompinalti……era uno di Destra, un Camerata……..guarda che imbecille livoroso che è diventato, una via di mezzo tra un sinistrato ddimmerda e un terzomondista sempre ddemmerda, e tutto per una trombatura elettorale e una mancata ricandidatura……. è passato da Almirante a Rauti, poi ha leccato fini ed è finito con urso……però se Berlusca o Salvini gli davano un collegio, se lo acchiappava senza remore……..che finaccia.
            Mi ricorda un pò il Prof. Emanuel Rath, quello del film “L’Angelo Azzurro”, l’integerrimo e severo prof. sottuttoio, irretito da Marlene Dietrich………e che finisce vestito da pagliaccio, ubriaco e impazzito a fare CHICCHIRICHIIIII negli spettacoli al Cabaret dove Lola, per pietà, lo fa assumere dopo che il prof era stato cacciato a calci in culo dal Partit…….ehmm dalla scuola.
            Povero Prof Rauououl Pompalti…….CHICCHIRICHIIIIII………..CHICCHIRICHIIIII.

          • Marco Bi

            Tu non ci crederai, ma a me non dispiace nemmeno un pochino.
            Ho imparato nella vita che se provi pietà, compassione, comprensione per uno stronzo, questi ti azzanna la gola appena abbassi la guardia… :-)
            Credo che la stronzaggine del Pontcazzi, non è una scusante,derivi da una tara genetica, egli proviene da posti dove gli indigeni si sono ingroppati tra loro per molti anni, inoltre si porta dietro gli effetti neurologici della pellagra.

    • Mario Trieste

      Urca che lunga che la fai, guarda che se volevi dimostrare di essere un idiota ignorante non serviva scrivere un romazo, si capiva già dalle prime righe! 😉

      • berserker2

        Eilà mario triste, guarda che non sei su una di quelle chat per uomini soli che cercano altri uomini con lo stesso vizietto tuo, qui non funziona così, si scrive qualcosa, il proprio pensiero, giusto o sbagliato che sia, e se ne discute con argomenti. Se invece poi, del caso, non ti piace quanto espresso liberamente, perchè ancora non siamo una dittatura come piacerebbe a te, ai sinistrati come te e a quelli della palazzina tua, o ribatti con argomenti o ti stai zitto, e la seconda ipotesi è preferibile visto il tuo scarso livello umano e intellettuale.
        In quanto ad approcciare maschi a te sconosciuti, qui ti ripeto non funziona così…….meglio che continui con i soliti metodi che ben conosci, chat ricchioniche, o ai cessi delle stazioni, o ai giardinetti vicini ai CIE delle ceppe nere e speziate.

        • Mario Trieste

          AHAHAHAHAHA ancora romanzi!! quando si superano certi livelli di idiozia non merita perdere tempo con risposte serie… povero sfigato, vai a farti fottere, idiota!

          • berserker2

            E’ una risata o un lamento, un gemito di piacere, più ti si allessano le chiappe più ti piace, eh golosona……….
            Ti piace il turpiloquio eh………probabilmente è l’educazione che hai ricevuto nel tuo ambiente sinistrato………senza alcuna morale e dignità……ammucchiate, scambismo, droga party, spinelli, ricchioni, o sei stato molestato da piccolo e ne sei rimasto segnato a vita…….che poveraccio.
            Oh, cerca di non rispondere che non c’ho tempo per i misarabili come te, però se insisti e ti piace essere umiliato, vedrò cosa posso fare.

          • Mario Trieste

            Visto anche la tua risposta a Raul si capisce quale sia il tuo vero problema: “cazzi neri”, “ricchioni” .. solito frustrato impotente che cerca di sfogarsi su internet scrivendo puttanate. Però sei divertente, continua pure, sono divertenti sia i commenti “seri” dove dimosti una grade fantasi (malata..ma sempre fnatasia) sia quelli dove insulti le persone, da cui si deduce il profilo psicologico e i tuoi evvidenti problemi con il sesso.

          • berserker2

            dove l’hai letto “cazzi neri” non si sa……..è che ce l’hai nella testa, ti ha dato piacere scriverlo eh zozzona……..è un frasario volgare che non rientra nei miei canoni, ma se a te fa piacere evocarlo, nella speranza che si materializzi, fai pure……..del resto, da come ti comporti, devi conoscerlo di molto bene, e adesso che hai fatto amicizia con Raououl ne passerete di belle serate a giocare a inchiappettella……brave, scambiatevi i telefoni, tanto, di scambi ve ne intendente alla grande.
            Ah….qui di EVVIDENTI problemi sono quelli che hai con la tastiera, con la lingua italiana e con l’igiene personale……per il resto, invece, tutte le altre zozzerie morali, sessuali, etiche e morali cui sei aduso per te devono essere un vanto, il solito vanto dell’imbecille sinistrato che si ritiene meglio degli altri.

          • Mario Trieste

            Sei messo peggio di quanto pensavo… I cazzi neri sono le salsicce nere speziate, non sai neppure quello che scrivi! Beh, considerando che son tutte minchiate sei pure fortunato a non ricordartele.

          • Marco Bi

            Evidenti potevi pure scriverlo con tre V… sarebbe stato un rafforzativo.

            Ma come mai per voi sinistrati dimmerda, un interlocutore per essere considerato credibile dev’essere a)delinquente, b)musulmano, c)negro, d) ricchione o lesbica , e) di sinistra?

          • Mario Trieste

            Mah.. il berserker non lo definirei ne di destra ne di sinistra, dalle assurdità che scrive é, evvvvidentemente solo un idiota.

  • Lucio

    solo terrorismo di informazione e cercare di motivarci la migrazione che dovremo subire. Aggiungo anche un altro motivo per farci “sentire in colpa”. Oramai la moda, nei confronti dell’uomo occidentale, è farlo sentire in colpa di tutti i mali dell’Africa e del mondo.

    Volete risolvere il problema delle migrazioni e del numero dei “disgraziati”? Controllo estremo delle nascite nei Paesi in cui è un problema la sussistenza. Quindi sarebbe da regolamentare gran parte dell’Africa ma anche l’India.
    Scommettete che anche l’inquinamento (l’India è tra i Paesi con le maggiori emissioni ci CO2 e di inquinanti) diminuirebbe?
    Oramai in UE siamo “virtuosi”. La popolazione non cresce (a meno degli immigrati che ERRONEAMENTE accettiamo) ed i parametri sulle emissioni sono molto restrittivi (poi che le industrie li rispettino davvero è un altro film).

    PS: il problema non è la CO2 ma la merda inquinante. Tenetelo presente che quando vi viene un tumore la CO2 non c’entra una cippa.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      E la Cina? Inquina, espropria e schiavizza milioni di cinesi … ha i campi di concentramento …

    • Divoll79

      Concordo su tutta la linea.

      • AlbertNola

        Quella ferroviaria?

    • Nick2

      Potremmo anche fare un estremo controllo degli imbecilli ed eliminarli…

  • Divoll79

    Tutte queste previsioni hanno lo stesso valore di quelle di Nostradamus, ovvero zero. Nessuno calcola – ne’ potrebbe – i mille fattori imprevisti, grandi e piccoli, che possono mutare il corso degli eventi. Poteva l’elite globalista prevedere Putin? Orban? La resistenza dei popoli europei e molto altro? Allo stesso modo, questa specie di triangolazioni sul futuro si basano piu’ sui desiderata delle elite (tradendone i progetti) che su certezze. L’unica cosa certa e’ che l’avranno vinta loro se noi non ci opponiamo.

    • http://dovemimettonosto.it Livio

      Giusto. Tutto è perfettamente prevedibile, fuorché il futuro.

    • Giancarlo09

      Esatto, così come nessuno avrebbe mai immaginato nella repubblica di Weimar che nel 1935 la situazione della Germania sarebbe stata completamente differente in positivo per l’elezione di un caporale di origini austriache…

      • Divoll79

        Bellissima la sua icona del Bacio di Hayez. Complimenti per la scelta.

        • Giancarlo09

          Grazie.

  • http://dovemimettonosto.it Livio

    Ora i migrazionisti giocano di finezza. Dicono che sono in arrivo un miliardo di migranti (naturalmente tutti da sistemare, e dignitosamente, in Italia) e poi correggono il tiro: solo un milione; e noi tiriamo un sospiro di sollievo e ci abbracciamo festosi.

  • johnny rotten

    Sono una manica di truffatori questi sedicenti geni dei cambiamenti climatici, nel 2002 avevano previsto che entro il 2012 non ci sarebbero stati più ghiacci nell’antartide, invece la massa dei ghiacci è cresciuta, ed è la stessa gente che continua a pontificare anche al g7, tutti pagati dalle corporation, per vendere la merce che più le fa diventare ricche: la paura, di qualunque cosa, e trovano in ogni acquazzone una conferma delle loro analisi, solo per questo tali corrotti andrebbero impalati.

    • Zorz.zorz

      Buona sera.Pensare che la pressione antropica non abbia influenza sul cambiamento climatico è miope oltreché stolto.Ogni anno,ultimamente,si stabiliscono records di temperatura,aumento della temperatura dei mari,della potenza dei cicloni,delle bombe d’acqua.Mai la terra ha supportato tanti umani che hanno consumato tanto…Ghiacciai che si ritirano,malattie tropicali che diventano enzootiche nei climi temperati.Non so cosa ci dovrebbe essere di più straordinario.Nonostante ciò,ci sono persone come lei…..saluti

  • Signore Dio

    Ci penserà Maltus

  • Raoul Pontalti

    Articolo demenziale che confonde termini, concetti, tutto… Un miliardo di rifugiati? Eventualmente di migranti economici, i rifugiati sono un’altra cosa. Sviluppo sostenibile un ossimoro? e allora si lasci carta bianca ai produttori di amianto, ai deforestatori, agli inquinatori tout court.

    • Zorz.zorz

      Buona sera.Viviamo in un sistema( terra) limitato.Pensare ad uno sviluppo che come presupposto ha la crescita,mi sembra idiota oltreché miope.La terra è un sistema tampone( chimica) destinato al crollo improvviso.Ce ne sono tutti i sintomi.saluti

      • Divoll79

        Per una volta, concordo con lei.

  • telepaco

    Tranquilli, un miliardo di migranti non arriverà mai perchè non ci sono abbastanza barchette e gommoni per trasportarli….

  • venzan

    Sappiate che 70 anni fa, quando furono dismesse le colonie, l’Africa era abitata da 200 milioni, ora sono 1miliardo e 200 milioni, con la fecondità delle loro donne di 6 figli a testa in media, arriveranno a diversi miliardi in pochi anni. Immaginate se avessero tenuto le colonie, adesso gli africani sarebbero ben di meno e con un benessere di poco inferiore al nostro. Non dobbiamo sobbarcarci e pagare noi i loro mali.

  • Marcello Nardone

    Questa e’ una delle tante bufale che circolano in rete per inquietarci, comunque sia e’ assolutamente improbabile che cio’ accada.

  • Divoll79

    2050: un miliardo di rifugiati. Attenzione, queste non sono previsioni.
    Questo e’ il PROGETTO delle elite globaliste e come tale andrebbe recepito.
    Uomo avvisato, mezzo salvato.

  • best67

    basterebbe imporre un tetto alle prolifiche africane!massimo 2/3 figli o niente aiuti sanitari e alimentari!basta coi disastri delle n.u.,che inducono degli affamati a mettere al mondo sempre più affamati!

  • montezuma

    Certo che se la politica di riferimento fosse quella di Renzi e Gentiloni, questo potrebbe avvenire anche prima!! Io penso che una forma di controllo prenderà corpo nei prossimi anni. Inevitabilmente.

  • thalia

    Ma chi asserisce che nel 2050 devono entrare a forza tutti questi babbuini, non bastiamo noi? mi pare che non si trovi scusa in altra forma per fare più propaganda che si possa. Rimandate indietro le navi spagnole, ong che passeggiano nuovasmente e simili a meno non abbiate fatto qualche scritturina nascosta con altri paesi. allora si ne vedremo delle belle! Inviateli a ricostruirsi i paesi come facemmo noi e farsi l’orticello vicino casa… meno male che avanza la destra!

  • Iding

    Piu che rifugiati nel titolo li chiamerei migranti economici

    • berserker2

      Puoi invece meglio chiamarli………CLANDESTINI. Afrigani senza dignità come sottotitolo. Che te ne pare…….

      • Iding

        certo, io correggevo solo il titolista dal momento che quanto scritto in testa e’ del tutto fuorviante (solito politically correct).
        Sono clandestini, punto e basta

  • soldellavvenire

    in europa col controllo delle nascite abbiamo il problema opposto all’africa, e per il momento ci conviene accettare i giovani migranti, nel frattempo vedrete che appena vedono canale cinque smettono anche loro di fare figli: il futuro di mediaset è l’africa! altrochè preservativi, dategli la defilippi

  • soldellavvenire

    e comunque noi maoisti in cina ci abbiamo provato, a limitare le nascite: ma che volete, il popolo chiede più libertà! confidiamo anche noi a questo punto che il benessere e la tecnologia scoraggino la gente dal prolificare incontrollatamente, come già avviene in occidente; anche se quello che temiamo é che la razza bianca sia in via di estinzione per motivi suoi esclusivi

  • Zeneize

    Bravi, fa piacere leggere articoli così. Siamo evidentemente sempre più a fondo nell’epoca della menzogna.

  • Tony Rivera

    Avatar
    Raoul Pontalti AlbertNola • 3 ore fa
    Lascia perdere le armi specie se usate da militari italiani che in 150 anni di storia unitaria hanno rimediato una serie sterminata di sconfitte, disfatte, figure meschine su tutti i fronti e contro tutti i nemici. ————————————————————————– Non scrivete cassate! La guerra Italo-turca (l’impero ottomano era forte a quei tempi) fu vinta e la Libia liberata. La seconda guerra mondiale vinta senza aiuti e contro nemici potentissimi. Il fatto è, il male è, che i veri nemici li abbiamo in casa e sono ben riconoscibili. Occhio!

    • Raoul Pontalti

      Liberata la Libia? L’abbiamo schiavizzata e poi abbiamo attuato una repressione ferocissima con stragi gratuite e deportazioni che a loro volta causarono decine di migliaia di vittime. E anche in queste azioni infami ci siamo distinti per per disorganizzazione, impreparazione, vigliaccheria. Nell’impari conflitto con gli ottomani in Tripolitanie e Cirenaica riuscimmo comunque a combinare malestri e a subire perdite ingiustificate (o meglio: giustificatissime dall’imbecillità dei vertici militari).