Le foto raprresentano l'ultima strategia di Kiev per combattere i separatisti nel Donbass, nell'Est ucraino ormai in conflitto da piu di 4 anni. La strategia di Kiev è utilizzare l'educazione come ultima arma e spingere i ragazzi, e le ragazze, ad arruolarsi. La difesa della patria è l'ultima materia introdotta nell scuole ucraine.

Le lezioni delle scuole ucraine
per addestrare i soldati di domani

Dopo quattro anni di guerra, divenuta ormai un conflitto “congelato” ma ancora, spesso, letale, il governo di Kiev cerca alternative per spingere indietro dalla linea del fronte i separatisti pro-russi. L’educazione nelle scuole è la nuova arma.

Avdiivka è una piccola cittadina nell’est ucraino, precisamente ad una ventina di chilometri da piazza Lenin, il centro di Donetsk, ora sotto il controllo dei filorussi, dove, prima della guerra scoppiata nel 2014, viveva la maggior parte dei lavoratori delle fabbriche di carbone, prima industria della regione e seconda del Paese.

La cittadina è uno degli ultimi “avamposti” ucraini prima della linea del fronte che divide ormai il Paese, nonché uno degli ultimi villaggi abitati a meno di cinque chilometri dalle trincee; molto vicina alla zona dell’aeroporto di Donetsk, luogo di violentissimi scontri nel 2014, cerca di tornare alla vita e di richiamare quelle centinaia di persone che ne hanno abbandonato le strade e le case.

La vita cerca di scorrere in maniera tranquilla e routinaria, come se nulla accadesse a pochi metri di distanza. Le salve di mortaio ed i grossi calibri di artiglieria sono sempre presenti; segnano i palazzi, le strade e si odono con costanza, tutto il giorno, tutti i giorni.

Ciò che mantiene in vita la cittadina è naturalmente il giorno di paga, il mercato e la scuola; quest’ultima, più volte colpita dai cannoneggiamenti, è il luogo in cui l’Ucraina cerca di ripartire per rafforzare la presente e le future generazioni in virtù di una riconquista “toutcourt” di tutti quei territori che ora sono in mano ai filorussi.

La scuola e l’educazione, secondo le ultime mosse di Kiev, sono diventate centrali nella guerra ai separatisti filorussi. L’Ucraina, oltre a rispondere ai tiri di grosso calibro, alle incursioni di sabotatori e alle salve dei cecchini, cerca di respingere l’influenza di Mosca (dilagante sopratutto dopo l’annessione della Crimea) con l’introduzione di leggi di natura pedagogica negli istituti scolastici di ogni livello.

EducationUkraine03 EducationUkraine04 EducationUkraine02 EducationUkraine05 EducationUkraine06 EducationUkraine01 EducationUkraine07 EducationUkraine08 EducationUkraine09

Tanto quanto la Russia ha utilizzato per decenni la lingua per dividere il Paese slavo, per legittimare l’annessione della Crimea e la protezione dei cittadini russofoni con mezzi militari, così l’Ucraina ha fatto leva sulla propria identità nazionale, rendendo il linguaggio il nuovo campo di battaglia e le scuole le nuove trincee.

“L’istruzione è la chiave per il futuro dell’Ucraina”, ha dichiarato il presidente Pedro Poroshenko in seguito alla avvenuta approvazione, il 5 Settembre 2017, di una legge che ha fatto molto scalpore nei Paesi dell’ex spazio sovietico, confinanti con l’Ucraina: la legge sull”ucrainizzazione” della lingua nelle scuole.

La legge prevede che dal 2020 vengano completamente abolite nelle scuole tutte le lingue ad eccezione di quella ucraina. “Dalla scuola media secondaria, tutte le discipline saranno studiate in lingua ucraina. Le minoranze nazionali avranno diritto eccezionalmente a classi separate, […], fino alla completa messa in vigore della riforma. Mentre l’istruzione in lingua russa scomparirà completamente”, ha detto Viktoria Siomar, deputata, membro della Coalizione al governo con Poroshenko.

Ridurre il ruolo di Mosca in tutti i settori della vita ucraina è divenuto un obiettivo di sicurezza nazionale per Kiev, ed un tentativo in più di spingere il Paese al di fuori dell’orbita del grande “Orso russo”.

Oltre a limitare l’insegnamento della lingua e tagliare ampiamente i programmi pedagogici contenenti la storia e la cultura russa, sono state imposte delle quote di lingua, a livello televisivo, e sono state perfino chiusi due popolari social media di provenienza russa.

Ad Avdiivka l’educazione nelle scuole, quelle a ridosso della zona del fronte hanno fatto un ulteriore passo in avanti nella battaglia contro l’espansione russa ed è stata introdotta un’ora di lezione sulla “difesa della Madre Patria“.

Elena Markrinchuk è una donna proveniente da Donetsk, molto energica, robusta, laureata in pedagogia e storia, con una peculiarità veramente interessante. Oltre alla formazione accademica classica, l’altro lato della medaglia nasconde una grande professionalità nel campo delle informazioni, acquisita partecipando attivamente a training condotti dal Mossad, in Israele.

EducationUkraine12 EducationUkraine11 EducationUkraine14 EducationUkraine13 EducationUkraine15 EducationUkraine10 EducationUkraine18 EducationUkraine16 EducationUkraine17

Elena, tutte le mattine, indossando la sua divisa mimetica di ufficiale dell’esercito, si reca alla scuola n. 7 per impartire la lezione di “difesa della Madre Patria”. Come afferma Elena, “al giorno d’oggi il mondo è regolato dalle informazioni ed esse sono divenute il nuovo campo di battaglia su cui si scontrano le parti”.

La sua lezione è un vero e proprio repertorio della più vincente propaganda militare, con racconti dal fronte “delle cose realmente accadute, di cui sono stata protagonista, e non di quelle ascoltate dalla bocca di qualcun’altro”, tende a specificare.

La lezione non è solo teorica, e non riguarda solo ed esclusivamente la propaganda, ma arriva a toccare argomenti di natura propriamente bellico-tattica: la posizione delle truppe, l’importanza dell’artiglieria, lo sbarramento, le strategia da trincea e, non da ultimo, la politica militare delle alleanze e il riconoscimento delle parti, i nemici e gli alleati.

C’è poi una parte fisica con vere e proprie prove, sotto la diretta ed attenta supervisione di un istruttore dell’esercito ucraino che, invece di sparare pallottole, spara voti.

Oksana ha 13 anni e, con la sua famiglia, è tornata ad Avdiivka dopo la proclamazione del cessate il fuoco (mai rispettato) e in concomitanza della riapertura delle scuole indetta a fine agosto 2017. Con lei sono rientrati quasi 400 bambini e i loro cari, come racconta Ludmyla Tilina, direttrice della scuola n.7: “La scuola ha riaperto nel 2015 e all’epoca venivano a scuola solo 100 bambini, rispetto ai 700 totali del periodo pre-conflitto. Dagli inizi del 2017 la scuola è stata spesso obiettivo militare, ma ad oggi, riusciamo nuovamente ad assicurare istruzione a 330 alunni, dai 5 ai 15 anni”.

Oksana è consapevole che il conflitto avrà ripercussioni sul futuro del Paese: “Da quando è scoppiata la guerra, le nostre vite sono completamente cambiate. Nel giro di qualche giorno alcuni compagni di scuola sono stati costretti a rimanere al di là del fronte, a scegliere altre scuole dove andare”.

Nonostante ciò, lei non è a favore di una separazione così marcata, a livello educativo. In una maniera estremamente adulta spiega che “questo continuo dividere porta, senza dubbio, ad un radicalizzarsi sempre maggiore della situazione, ad un ricongiungimento con l’altra parte sempre più lontano; mettere l’uno contro l’altro non ha mai portato a conclusioni positive delle controversie”. Oksana non si sente soddisfatta nello svolgere, per un’ora al giorno, una lezione che reputa inutile e per cui non nutre interessi. Lo stesso dice Viktor, 14 anni, il quale studia nella stessa scuola, la numero 7: “Quando termina la lezione della signora Elena (l’ufficiale dell’esercito) esco orgoglioso e fiero del mio Paese, ma questa sensazione dura poco”, dice Viktor. “Non sono mai stato intenzionato ad entrare nell’esercito e non credo che questa nuova lezione possa farmi cambiare idea”, conclude.

  • potier

    tutto ciò avrebbero dovuto gli ucraini attuarlo e metterlo in pratica subito il giorno dopo la loro dichiarazione di indipendenza, anche perché i russi dall’altra parte sono decenni e decenni che obbligano e impongono e agli altri popoli la cultura russa, la loro lingua, la loro politica, insomma interamente e tutto e solo il loro punto di vista, basta vedere e abbiamo ora un classico esempio nei territori occupati della Crimea e della Zona del Donbas occupato.
    dove ad esempio in Crimea sono state chiuse tutte le scuole di lingua ucraina tranne una.
    mentre nel Donbass occupato assistiamo ad una feroce e capillare propaganda di stampo nazista e ultra nazionalista la quale fa si che si arrivi addirittura ad inventare una storiografia riguardanti quelle zone mai esistita e altre cose di questo genere.

    • Matteo Brunetti

      Sei ridicolo

    • luigirossi

      @potier
      Quando impari a scrivere in Italiano?La tua prosa fa ridere ed inorridire.

    • stefanovichok

      Tutta la classe politica ucraina fa veramente schifo.
      L’oligarchia corrotta e mafiosa regna imperante.
      Poveri cittadini ucraini!
      Sono nel mezzo di una lotta geopolitica sostenuta da occidente ad oriente.
      I burattini al comando sono dei criminali finanziati dall’estero per un gioco politico, per cui restano saldamente al potere perché hanno le spalle coperte o dal denaro del FMI e UE, o dal denaro russo.
      Ora la parte piu potente è quella filooccidentale.
      Non c’è speranza di una liberazione vera e democratica.
      E in queste condizioni il benessere resta utopia.

      • potier

        ma pensi un po, stanno così male gli ucraini che il loro PIL senza materie prime da vendere come hanno i russi è stato di quasi il doppio nel 2017, per quanto riguarda i russi la sola vendita del gas gli tiene su l’economia per il 30% ! a tal punto che come già sostenuto da molti economisti, se non fosse per l’introito che gli deriva appunto dalla vendita del gas ecc ecc … i loro stipendi medi o pensioni attuali di 300/400 USD sarebbero dimezzati a soli 200/250 USD … in quanto alla classe politica meglio lasciare perdere … i russi con tutto quello che hanno guadagnato quanto gli idrocarburi erano a 100/120 USD al barile, avrebbero dovuto lastricare le strade di oro ! al contrario vivono la maggior parte in catapecchie uni familiari o appunto in condomini fatiscenti dell’era di Kruscev ! sono tra i primi esportatori di materie prime ! e sono “soltanto” 142 milioni di abitanti …
        dove sono andate le enormi ricchezze russe ? indovini un po …

        • alberto

          Monsieur Carlo:
          dove sono andate le enormi ricchezze russe ? indovini un po’…
          Non serve indovinare. Basta studiare e leggere. Basta ripercorrere cio’ che accadde durante l’era Yeltzin.
          Dove sono finite le enormi ricchezze della Russia ? Nelle mani dei suoi amici
          ,cher monsieur Carlo: Kodorkovski,Berezovski, Guzinski,Chernoy e tanti altri che per voi sono delle povere ‘vittime ‘ di quel cattivo Putin .
          PS
          Trascrivendo il suo scritto, mi sono permesso di aggiungere l’accento a ” po’ “…:D…:D
          Reste bien

          • potier

            Lol Lol Lol … lei albert senza offesa, con questa sua “infatuazione” questa frenesia nel voler a tutti costi difendere l’impossibile risulta abbastanza puerile.

            ” l’International Business Times” ha recentemente pubblicato i commenti del gestore britannico di fondi internazionali anche russi il noto Bill Browder, il quale ha dichiarato che Putin vale £ 160bn ! (200billion di USD) dopo 14 anni di potere in Russia che gli ha fatto guadagnare tutte quelle ricchezze, è tutto denaro che non è stato speso per scuole, strade, ospedali e così via … tutto quel denaro (di Putin) è investito in proprietà immobiliari, conti bancari svizzeri, azioni, hedge fund, il tutto gestito appunto per Putin e compari … (di merende aggiungo io)
            ma non è MAI apparso sulla famosa lista di “forbes” semplicemente perché essa esclude leader mondiali e “dittatori” i quali traggono INTERAMENTE la loro fortuna a causa della loro posizione di potere” ha detto la rivista …

            altro che Kororkovski, Guzinski ecc ecc … dei semplici dilettanti in confronto al nostro … in conclusione, auguri ! non a lei albert … ma al boccalone popolo russo, sono proprio in buone mani va …

          • alberto

            Essayer d’être sérieux monsieur Carlo.
            ‘copi ed incolli ‘ anche altri ridicoli passi dell’articolo, tipo:
            “Putin potrebbe avere accesso fino a 58 aerei ed elicotteri…”
            Avere accesso ? Ma dimentica che e’ il Presidente della Federazione Russa ?
            Forse che alcuni vostri parlamentari, ministri, portaborse non hanno “accesso” e sfruttano impunemente aerei ed elicotteri per i loro personali fabbisogni?
            Belkovski? Che si dichiara ucraino,polacco ed ebreo? Che e’ amico di Kodorkovski?
            Esempio di ‘credibilita’ ‘ !

          • potier

            si come no, Mister Putin è quello che si accontenta dei 130mila dollari all’anno che gli passa lo stato … lol lol … ma per favore … guardi, questa sera capita a fagiolo l’argomento trattato con la TV …infatti mi sto dividendo tra il commentare qui e guarda per un caso fortuito, la trasmissione su la sette con la rubrica ( mi pare forse una replica ) “Atlantide” dal titolo “da Zar a Zar” condotta dall’ottimo Andrea Purgatori sulla vicenda appunto della presa del potere del “nostro” Putin … ebbene, semplicemente il nostro il Demone di San Pietroburgo … in giacca e cravatta …
            ma questo si sapeva già …

            PS: comunque essendo una replica la si può trovare anche su internet, nonché su YouTube invito chiunque fosse interessato a cercare la trasmissione anche solo per farsi un’idea …

          • alberto

            Monsieur Carlo, mi immagino non si sia perso i documentari su Putin del National Geographic e di Morgan Freeman; sono ancora peggio, per lei..’meglio’ . Sembrano fatti a….Langley…:D…:D
            Si legga , per favore, la storia di Gazprom e di come ,al tempo di Yeltzin, furono distribuiti i famosi ‘voucher’. Tutti i cittadini russi ricevettero i voucher ; in particolare gli impiegati della stessa.
            Tantissimi russi vendettero i loro voucher ed alcune persone si trovarono con un pacchetto azionario della Gazprom . Putin non era ancora Presidente. Se ha delle azioni di Gazprom, prima di fargli i conti in tasca, si dovrebbe ricostruire come e quando le abbia ricevute o acquistate.
            bonne nuit

          • potier

            monsieur albert ! il fatto è che lei, secondo il mio modestissimo parere, conosce la Russia che più le fa comodo, o meglio, come più ha interesse nel raccontarcela, giornalista che sia o meno, o come importatore o altro, sicuramente ha ben certi oscuri interessi nel descrivere come sappiamo quel paese …
            era così un mio zio acquisito classe 1922, comunista del partito di Togliatti dalla testa ai piedi e della vecchia guardia Staliniana, poi in seguito diventato pure lui critico circa lo stalinismo, ma comunque in seguito quasi fino al suo decesso nei primi anni novanta sempre filo-russo nonostante ciò … per lui, i russi erano i russi e tutti gli altri erano nessuno … e chiunque raccontasse o criticasse era o un bugiardo o un nemico del popolo lavoratore … in ogni caso il tutto aveva per lui un suo motivo d’essere e comunque aveva un suo perché.
            probabilmente anzi sicuramente anche lei avrà un suo motivo o una qualche tipo di giustificazione, come potrebbe essere tra le tante ipotesi che si possono fare e immaginare, deriva dal fatto che essendoci tra Europa e Russia ancora e tutt’ora delle sanzioni, per un ipotetico importatore import-export, come lei si definisce, proprio su questo fatto e molto probabilmente ci starà perdendo ancora attualmente non pochi affari proprio per questo sanzioni.
            penso e sono sicuro nel momento in cui queste dovessero essere revocate o annullate del tutto, lei si eclisserebbe essendo così cessato il motivo per cui parteggia apertamente per quello che per me, e non solo per me, è semplicemente e soltanto un mafioso messo li a capo di uno stato come quello di cui si sta discutendo … mi stia comunque bene Monsieur albert …

          • luigirossi

            @potier.
            Ma il tuo zio non te lo ha mai detto che non sai scrivere in italiano?Un professore universitario come te (questa è la tua copertura)che non azzecca la prosa di una frase.Cos’è,un tentativo gollista di assassinare la lingua italiana?

          • Occhio

            58 = 1?

          • luigirossi

            @potier
            e la famiglia Lazar quanto vale?E Rotschild?E parli di boccaloni?

          • stefanovichok

            Si è arricchito, ma ha aumentato il benessere del suo popolo del mille percento, rispetto ai suoi predecessori che si arricchivano e basta facendo precipitare nell’indigenza il resto del paese.
            Si può certamente dire che Putin ha salvato la Russia!
            Tant’è vero che la sua popolarità presso i propri cittadini è cresciuta e non di poco.
            Putin ci ha anche liberati dall’incubo ISIS.
            Se si è auto-ricompensato anche lautamente, se l’è meritato.
            I Russi non sono piu comunisti!
            Bastacomunismo! Siano pagate le capacità dei singoli.

          • potier

            e basta con questa disinformazione, quando è saputo e risaputo di come mister Putin ha solo approfittato di un momento favorevole quando il petrolio era arrivato a
            120 dollari al barile quando al contrario ai tempi di Eltzin era intorno ai 25/30 dollari.
            infatti quando qualche hanno fa è tornato lo stesso a 40 $ e subito i russi sono entrati in grave crisi economica … basta mentire su … i dati sono dati non opinioni.

          • stefanovichok

            Solo l’embargo ha frenato ma non fermato la crescita, mentre molti altri paesi nel mondo crollavano economicamente. Vedi Italia con Monti.

          • potier

            ah dimenticavo, dato che lei come tanti su questi forum si sente un po
            professorino … ma de che !?
            dall’accademia della crusca, ” tuttavia ci informa anche che per alcuni sarebbe meglio eliminare l’apostrofo lasciando semplicemente la forma “po”

          • alberto

            Monsieur Carlo, tante volte, troppe volte, lei riporta solo frammenti di articoli e tralascia parti importanti di essi che la metterebbero a…’disagio’.
            Je suis ravi pour votre recherche su Accademia della Crusca riguardo l’uso dell’apostrofo in “po’ ”
            Avra’ letto tutto, mi auguro, ma si e’ guardato bene di riportare il passaggio completo…;)
            per ‘poco’ si ha po’ con l’apostrofo, l’unica forma, sia chiaro, codificata e ammessa dall’ortografia attuale e indicata dalle grammatiche. Solo come curiosità si segnala la proposta (in LEONE 1969) di estendere a tutti i monosillabi tronchi l’apostrofo
            Suivez les règles s’il vous plaît ! Non faccia il….rivoluzionario..:D
            bonne nuit

          • luigirossi

            @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus
            lascia stare la crusca,basta quella che hai nel cervello.

          • Occhio

            Putin and the Panama Papers …

        • stefanovichok

          Bastabufale.
          Gli attuali governanti dell’Ucraina hanno gettato nella disperazione milioni di cittadini.
          Non che quelli di prima siano stati meglio, facevano schifo pure loro, ma questi sono dei delinquenti.
          E drenano denaro a pioggia dall’UE, dal FMI, quindi anche dalle mie e tue tasche.

          • potier

            infatti basta bufale ! intanto l’Ucraina entro pochi anni, conta di diventare auto sufficiente in materia energetica, del resto è anche in corso la definizione di un contratto per la fornitura di gas dall’Azerbaigian all’Ucraina attraverso la Turchia …
            pertanto anche sotto questo aspetto bye bye Russia … inoltre per quanto riguarda
            i prestiti dal IMF, la informo che l’Ucraina sta ricevendo un’altra trance proprio e anche perché è ritenuta solvibile !
            e giusto per informare ulteriormente, comunico che anche la Russia ricevette a suo tempo consistenti somme dal IMF.

          • luigirossi

            @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus anche la Grecia era ritenuta solvibile.Ed infatti avete(voi ebrei) tentato di dissolverla.I prestiti IMF si fanno a chi NON è solvibile per poterlo ricattare ed impoverire,sequestrandogli poi i beni pubblici.Dietro l’IMF c’è la finanza ebraica,delinquenti

          • stefanovichok

            Con i governanti che hanno, sono soldi buttati.
            Il resto sono balle.

        • Zeneize

          Dove sono andate? Forse nello sfintere di tua mamma?

    • mariolino

      Cè molta più differenza trà i dialetti, o lingue, italiane, che trà russo e ucraino, dettomi da un ucraino, che tornato in patria è stato mandato a combattere e ferito, ora non sò che fine abbia fatto, mi dispiace perchè è un bravo ragazzo.
      Anche quei paesucoli baltici potrebbero farne almeno uno solo, siamo noi uno sputo sulla carta geografica, figurati loro, altrimenti torniamo alle città stato medioevali, con questi assurdi campanilismi, che ci sono anche qui.

      • potier

        ma che paragoni mi fa !? non racconti assurdità su, non mortifichi la sua intelligenza …
        lo spagnolo è molto vicino al portoghese come lo è con l’italiano, il ceppo tedesco germanico è uguale a quello svizzero e austriaco e così via … non per questo mi sembra abbiano avuto, si sentano accomunati o abbiano condiviso tutti questi popoli una storia comune.
        e comunque gli ucraini sono stati da sempre carne da cannone al servizio prima per gli Tzar russi, poi per i sovietici, NB: sovietici erano principalmente russi non ucraini.
        carne da cannone da sterminare anche culturalmente nel corso dei secoli anche a causa delle varie guerre molte in giro per l’Asia e qui in Europa con il solo fine di aumentare la consistenza geografica bada bene non dell’Ucraina stessa ma dei russi egregio signore …
        inoltre se vogliamo proprio raccontarla tutta il Kuban era storicamente una vasta regione Ucraina così come anche tutta una fascia a nord della stessa. poi uno può raccontarla come vuole, ma la realtà storica e la realtà. è che gli ucraini sono russi così come gli irlandesi sono inglesi … tanto per capirci …

        • luigirossi

          o come i corsi sono francesi,o come lo sono i baschi,tanto per capirci.

        • mariolino

          IO ho la suocera sarda, purtroppo, e se parla in dialetto non capisco una parola, molto meglio lo spagnolo, lo stesso per friulani, bergamaschi, romagnoli e anche altri.
          Quello intendevo, poi se si va alla storia antica i nostri antenati occupavano quasi tutta Europa, nordafrica e medioriente, mica si può rifare l’impero, gli stati attuali sono nati a forza di spade e dopo cannoni, vogliamo riscrivere la storia intera, la vedo un tantino dura.
          Il mio paese, nel senso proprio di cittadina, era uno stato indipendente fino all’arrivo di Napoleone, chiamato stato dei presidi, che poi lo dette a sua sorella, poi inglobato nel granducato di Toscana, e poi all’Italia, potremmo anche noi rivendicare pretese un tantino assurde, e farci ridere dietro.
          Ci sarà un limite a queste cose, o dobbiamo spararci trà vicini di casa come successo nella ex Jugoslavia, che se stavano insieme era meglio per tutti, e penso lo stesso dell’impero zarista poi sovietico.

          • potier

            non capisco molto il senso del suo intervento ma sarà sicuramente un mio limite …
            resta il fatto che gli ucraini furono regno indipendente tra alterne vicende, tra lotte interne o contro regni confinanti fino al 1654 quando firmarono una specie di alleanza o unione con il regno russo, contro cui per altro e in seguito cercarono senza riuscirci di separarsi.
            quando poi finalmente ci riuscirono, ma molto brevemente subito dopo o a cavallo della rivoluzione d’ottobre del 1917/1922, anni in cui dichiararono appunto l’indipendenza ma nuovamente fu vanificata dai russi questa volta sovietici.
            poi nel 1990 ci riuscirono speriamo definitivamente, dopo il crollo dell’URSS … pertanto torno a ripetere, gli Ucraini stanno ai russi come gli irlandesi stanno agli inglesi, o gli inglesi stanno agli scozzesi e così via … hanno condiviso con i russi una parte della loro storia, ma ciò non significa affatto che essi siano o si sentano russi come qualcuno pretenderebbe di far credere …

          • mariolino

            Mi sembra di aver fatto un esempio semplice, la mia cittadina ha perso l’indipendenza con Napoleone, molto dopo l’Ucraina e altri, possibilità di tornare al passato, lo zero assoluto.
            Con la teoria delle piccole patrie si torna ai comuni o al massimo alle signorie, oppure qualcuno stabilisce un numero oltre il quale si può fare da soli, e sotto no.
            Se gli ucraini sono come gli scozzesi verso inglesi, allora sono più simili di tante zone italiane trà di loro, come avevo già scritto, che parlano lingue trà loro nemmeno parenti, e come lingua comune fu adottato il fiorentino, fino a pochi decenni fà parlato solo qui e dalle elitè.

            Se perdi la guerra, come la persero in passato gli ucraini, gli scozzesi, noi di questa paesetto, lo prendi in quel posto, e per riavere l’indipendenza ce ne vuole un’altra, e vincerla, cosa impossibile per noi, con le autodichiarazioni ci fai poco, se non hai la forza per farle rispettare.

          • potier

            qua non riusciamo a capirci … piccola patria l’Ucraina !!?? alla faccia … un paese di 603mila Km quadrati, 43 milioni di persone e non so quante nazionalità con una sua storia lei la chiama piccola patria ? mah …

          • mariolino

            Nel caso specifico non è piccola, ma rispetto alla Russia si, le mie sono estremizzazioni, cè un limite alla divisione in gruppi e gruppetti, con molte di queste teorie si arriva a frammentazioni estreme, cè chi lo vorrebbe fare anche qui, chi sogna la serenissima, chi i borboni a Napoli, io potrei assurdamente sognare il vecchio principato.
            Cè chi ha diritto di stare per conto proprio e chi no, per motivi simili fù fatta l’unica guerra combattuta negli Usa, fù giusta, ne dubito, ma la storia e la guerra decisero in quel modo, noi potremmo anche sognare Roma caput mundi, sai come ridono gli altri.

  • scaruglia

    Essere usciti dall’Unione Sovietica per gli ucraini e’ stata un catastrofe…………..

    • potier

      ???? la catastrofe storica più grande per gli ucraini è stato quello di aver firmato il trattato di
      Pereyaslav nel 1654 con il quale si sanciva di fatto l’unione con la Russia …

      • luigirossi

        @POTIER
        A proposito del trattato di Pereyaslav,Potier,che sta succedendo a Nantes? Rivolta delle teppaglia delle banlieues,cancro della Francia,feriti,bottiglie molotov,auto bruciate.Ecco perchè te ne stai in Italia a sputare nel piatto dove mangi,furbacchione.E fai bene:dall’Italia,raggiunta la massa critica grazie al nostro grande Paese,arrivera’ la rivoluzione sovranista. rovesceremo Macron,metteremo in riga le banlieues

    • stefanovichok

      Essere entrati, vorrai dire.

      • potier

        essere entrati !? sono stati obbligati ! nel 1918 L’Ucraina dichiarò l’indipendenza ! ma
        Lenin affermò perentoriamente che l’Unione Sovietica non avrebbe avuto senso senza l’Ucraina, da li l’ennesima occupazione …

        • stefanovichok

          Infatti è quello che intendo.

          • potier

            io penso che è praticamente impossibile per loro non stare da nessuna parte, pertanto sarebbe meglio stessero dalla nostra di parte, proprio come la Polonia e i Paesi Baltici. Polonia PIL 2017 +4,2% Estonia ad es +4,9% e sono paesi quasi privi di materie prime ! Russia con tutto il .loro gas petrolio ecc ecc nel 2017 sono cresciuti di un misero +1,5%, persino l’Ucraina con una guerra in casa ha fatto meglio con un +2,5% ! pertanto se due + due fanno quattro, a casa mia vuol dire che con la Russia si fa soltanto la fame e da sempre !

          • luigirossi

            @POTIER Lo sai Potier che se non si è capace di contare non bisogna scherzare con la matematica,rischiando altrimenti una figura da imbecille.LA MONETA DELLA POLONIA è LO ZLOTY,DI CONSEGUENZA SE SI è RIVALUTATO IN ZLOTY ma se lo Zloty si è svalutato nei confronti dell’Euro,calcolato in termini reali,il PIL polacco è sceso.Stesso ragionamento per l’Ucraina.Anche Erdogan afferma che l’economia turca cresce del 7% ma l’inflazione cresce del 12,5,sicchè chi ha in tasca la lira si è impoverito.

          • stefanovichok

            L’Ucraina cresce coi soldi .perduti che gli regala l’UE. Anche i tuoi e i miei. La Russia cresce nonostante l’embargo…
            I delinquenti che hanno sequestrato il popolo ucraino non sono paragonabili ai governanti polacchi.
            Bastabufale.

          • chelavek

            L’Ucraina va così bene che oggi ha la metà del PIL del 1991, quando faceva ancora parte dell’URSS

          • Alox2

            Il problema in Russia e’ Putin, dopo essersi arricchito a dismisura e alle spalle dei Russi, si e’ saldato al potere, ha fermato lo sviluppo, l’apertura al mercato e alla liberta’ offerta dal sistema Occidentale (a parte la socialista Italia)…

          • http://batman-news.com stefano

            Fatti curare<!!!!!!

          • Alox2

            Sei gia’ in cura?

          • Mario Marini

            Ma da uno bravo si deve fare curare……ammesso che sia curabile un simile demente

          • Mario Marini

            Lei cosa vorrebbe un giullare degli usa, tipo Navalny? un alcolizzato alla Eltsin? un ex comunista truffaldino sorosiano come Khordorovsky? Taccia che farebbe migliore figura, i suoi idoli in una elezione in russia, senza manovre esterne prendono al massimo il 2%…..

          • Alox2

            Quello che prendi tu sono solo le legnate dai tuoi Dittatori…trollone

          • Mario Marini

            Quando la paga soroso per fare l’idiota? Perché se lo facesse gratis sarebbe da TSO immediato

          • stefanovichok

            Alox2 ci sta prendendo in giro.

          • Mario Marini

            Lei è da manicomio criminale, cosa significa apertura al mercato, svendere agli usa pas e petrolio? In Iran, per impadronirsi del petrolio locale, spodestarono nel 1953 un galantuomo laico come Mossadeq e ora si ritrovano gli ayatollah, questi sono i nefasti effetti delle politiche degli usa, di quelli come biden e mc cain, gente che andrebbe processata e i loro beni confiscati come ai mafiosi

          • Alox2

            Non riesci nemmeno a capire cosa vuol dire mercato…sei proprio un demente…degno di restare sotto le Dittature piu’ spietate anche Comuniste.

          • Mario Marini

            Devo avere colpito nel segno, io fornisco notizie storiche, lei solo insulti da indottrinato

          • Zeneize

            Non devi trattarlo da pari, così lo legittimi, lui è un disturbatore seriale.

          • Mario Marini

            In Italia non esiste democrazia perché non votano pd? Abbiamo capito quanto è demente e cerebroleso…….

          • Alox2

            Tu sei tarato nella testa.

          • stefanovichok

            Fammi il piacere di non trattarmi da stupido.

          • potier

            con poche parole ha perfettamente centrato il problema … ne parlavano proprio questa sera nella trasmissione di Andrea Purgatori su la sette “Atlantide” …

          • chelavek

            Le bufale di Purgatori servono a purgare le menti deboli come te

          • potier

            sei solo patetico e ridicolo nonché uno stupido con laurea onoris causa, Andrea Purgatori o chi ha ideato, creato e costruito la trasmissione in oggetto si è, anzi SI SONO avvalsi di testimonianze più che credibili intervistando persone russe e non, che hanno molte realmente partecipato in prima persona alle vicende politiche di quel paese raccontando appunto vicende le quali hanno trovato nel tempo tutti i riscontri come ad es i famosi attentati chiamati dei condomini del 4/16 Settembre 1999 in cui persero la vita più di 300 persone e centinaia di mutilati e feriti, attentati è assodato compiuti dagli sgherri di regime dell’FSB ! alla trasmissione Atlantide dal titolo “da Zar a Zar” hanno contribuito studiosi internazionali, gente e personaggi che furono e sono minacciati perseguitati da oramai quello che si delinea essere sempre più un regime privo di un minimo di umanità, lealtà,
            onestà e correttezza politica … a te piace quella gente li ? affari tuoi …

          • Emilia2

            Per noi in Italia invece il crollo del Muro di Berlino e’ stato un grande male.,

          • Alox2

            Vai a dirlo agli investitori Italiani nella DDR. Comunque l’Italia andava male anche prima: PER PROBLEMI ITALIANI! Dopo il miracolo Italiano finito negli anni ’60, lentamente ed inesorabilmente siamo scivolati a SINISTRA, siamo un Paese socialista con un governo ubiquitario, presente in ogni dove e impossibile da tener lontano. Perfino la “destra” Italiana, Berlusconi, come slogan aveva quello della sinistra USA…

          • Mario Marini

            nella ex ddr investono le mafie, le confische sono all’ordine del giorno, ora abbiamo capito da che parte sta, da quella di cosa nostra e della ndrangheta con alleati la mafia usa, quella nigeriana e quelle sudamericane dei narcos

          • Alox2

            inventa inventa…proprio tu Mario uno che stima un Dittatore Mafioso assassino come Putin. Ma non ti vergogni?

          • Mario Marini

            Se esiste uno che spara bufale è lei, servo sorosiano degli usa e del nazismo ucraino

          • Alox2

            Se non capisci sono solo cavoli tuoi…

          • stefanovichok

            Andava così male che eravamo la 5^ Potenza economica mondiale.
            Bastabufale

          • Alox2

            Le bufale le dici tu che non sai…informati dei vari referendum fatti a favore dell’integrazione Europea e conseguente consenso (degli ITALIANI!) alla moneta unica: te l devo elencare? Andiamo fai uno sforzo. L’Italia e solo l’Italia e’ la PRIMA causa dei suoi mali…Dopo il miracolo Italiano finito negli anni ’60, lentamente ed inesorabilmente siamo scivolati a SINISTRA, siamo un Paese SOCIALISTA: e questo porta a poverta’ ed impossibilita’ di una rinascita economica….

          • stefanovichok

            La bufala c’è eccome: che stavamo male.
            Per il resto è giusto.

      • Divoll79

        No, perche’ prima del 1918 non esisteva nessuna Ucraina, ma solo una regione della Russia zarista “di confine” (U kraja = presso il confine), chiamata Piccola Russia. La repubblica ucraina e’ nata proprio grazie ai bolsheviki.

  • Demy M

    Articolo ucranoide a prescindere e che non tiene conto della realtà.
    Quasi 20.000 ucraini nel primo trimestre del 2018 hanno rifiutato la cittadinanza ucraina e hanno ricevuto un passaporto russo. Come riporta Levy Bereg, secondo il Ministero degli Interni russo, nel 2017 più di 85.000 ucraini sono diventati cittadini russi.
    “Nel 2017, abbiamo registrato circa 4,5 milioni di attraversamenti del confine ucraino con la Russia”, ha affermato Oleg Slobodyan, assistente del capo del servizio di frontiera statale dell’Ucraina.

    • Alox2

      Certo i Russi che avevano il passaporto Ucraino ma il problema e’ opposto, sono I Russi che fanno le valige per motivi religiosi, di genere, ideologici etc: approximately 1.8 million Russians left the country “under Putin’s watch”…Alina Polyakova.

      • Mario Marini

        Basta propaganda, ormai gli usa sono odiati ovunque, si sono inimicati persino la destra europa stufa di questa islamofilia nordamericana.

        • Alox2

          Trollone Sveglia. Che odiano gli USA sono i dittatori piu’ spietati ed i soliti comunisti…va bene cosi’! USA USA USA

          • Mario Marini

            I comunisti? Sono morti da un pezzo, la peggiore tirannide si trova in usa, quella di soros e company alleati dell’islam politico

          • Alox2

            Tu sei incapace di distinguere fra giusto o sbagliato e ti inventi nomi che assieme alla finanza, alla sinistra ed le associ al islam senza senso o ragione…sei completamente bacato.

          • Mario Marini

            Lei è sbagliato, lei è un ferrovecchio da guerra fredda, la lascio ai suoi deliri omofili e islamofili

        • Zeneize

          (Mai)alox è il nostro solito troll dai mille nomi, un disturbatore seriale dalle tendenze omo.

        • Alox2

          La propaganda la fai tu che credi alla parole del Dittatore Russo..

      • Zeneize

        Il problema è tua mamma che fa quelle porcherie con lo stalliere.

      • chelavek

        Malox, se invece che farti le pere con topolino viaggiassi, potresti conoscere la Russia ed evitare di scrivere le boiate che scrivi. Beota

        • Alox2

          Trollino non posso andare in Russia perche’ il Tuo Dittatore Putin ma vuole morto… Garry Kasparov.

  • diego amodei

    I cercatori di guai e le cercatrici esistono da sempre, ahimé!

  • dagoleo

    Il lavaggio del cervello stile ISIS ai bambini. Questa è l’Ucraina di Poroshenko alleata dell’Europa. Bello schifo.
    L’Ucraina è stata avviata verso l’Europa ma si stà accorgendo di che nullità sia l’Europa. Dall’Europa non ottengono nulla o molto poco e dalla Russia da cui ottenevano gas e petrolio gratis non ottengono più nulla. Poroshenko è un fallito ma stà cercando di nascondere il fallimento soprattutto ai suoi concittadini che si stanno accorgendo sulla loro pelle che fregatura colossale hanno avuto.

    • potier

      gas e petrolio gratis !? ma quando mai ! il gas lo pagavano più di quanto non lo pagassero i tedeschi ! guardi che i russi non hanno MAI regalato NULLA all’Ucraina ! e ancora di più, persino i bielorussi, i più stretti alleati di Mosca, lamentavano solo tre anni fa di come il gas russo erano obbligati a pagarlo a Mosca in dollari, mentre questi ultimi pagavano i prodotti bielorussi esportati in Russia in Rubli !

      • dagoleo

        Il gas agli Ucraini glielo stà facendo pagare adesso; prima gli dava tutto quasi gratis, ad un prezzo bassissimo. Gli Ucraini pensavano di poter avere la botte piena e la moglie ubriaca, ma si stanno svegliando dal letargo di falsità che Poroschenko gli ha propinato per anni. Dai Bielorussi Mosca vuole il pagamento in dollari per acquisire moneta USA che da quando c’è l’embargo le arriva sempre meno. Ma il prezzo che i Bielorussi pagano è bassissimo, di assoluto favore rispetto ad esempio alle repubbliche baltiche.

        • potier

          balle … il gas hanno cominciato a farglielo pagare MOLTO più caro già ai tempi
          della cosiddetta rivoluzione arancione del 2004, a riprova di come intendono le relazioni internazionali i signori russi … nel senso di, o stai solo con me, legato mani e piedi a me o devi sapere cosa ti aspetta, ossia boicottaggio economico e finanziario, e in casi estremi ci sono sempre i carri armati e le cannonate come nell’est ucraina e l’occupazione della Crimea …
          in quanto alla Bielorussia è o almeno era solo fino a ieri proprio così come da me riportato.

          • dagoleo

            La Crimea apparteneva da sempre alla Russia e fu “donata” da Krushev, che era ucraino, alla Ucraina, quando stavano insieme nella federazione, contro la volontà dei Russi, in netta maggioranza che là vivevano. Quindi la Russia si è ripresa quanto era suo, ed ha fatto bene.

          • potier

            prima di tutto Krushev non era proprio ucraino ma russo, poi la Crimea non fu proprio donata, ma fu data a titolo anche di risarcimento e perché era un dovere anche economico a vantaggio della Russia stessa … (la Crimea in quel momento storico non rendeva NULLA ! )

            comunque …

            numero uno : gli ucraini furono risarciti con la Crimea anche perché gli Ucraini persero vasti territori ad est, vedi il Kuban, passato alla Russia per ordine di Lenin nel 1919.

            numero due: la Crimea dipendeva in tutto e per tutto dall’Ucraina anche perché la penisola è Ucraina a tutti gli effetti essendo un tutt’uno, una continuazione delle steppe ucraine,

            numero tre: in sessant’anni gli ucraini investirono somme gigantesche in opere civili come la elettrificazione e ad es la costruzione del canale che parte dal fiume Dnepr e rifornisce d’acqua la penisola. (ora non più)

            numero quattro: la penisola è rimasta all’ucraina più di quanto non fosse stata precedentemente russa e godeva il tutto e per tutto di autonomia linguistica, finanziaria e legislativa.
            (ora non più, dipende direttamente e amministrativamente dalla Russia)

            numero cinque: se io “regalo” a lei una certa cosa, un certo oggetto come fosse anche un casa, essa diventa sua automaticamente, posso io pretendere a distanza di anni la restituzione !!?? a lei la logica risposta …

          • dagoleo

            Gli abitanti della Crimea dovettero subire in silenzio e forzosamente la cessione all’Ucraina, tant’è che il referendum consultivo indetto in Crimea ebbe esiti nettamente favorevoli al ritorno alla Russia. In Crimea la lingua parlata è in netta prevalenza russa, così come è nettamente in prevalenza russa la lingua parlata nell’est Ucraina.
            La mia compagna è ucraina-russa originaria proprio di quelle zone, per cui conosco abbastanza la storia di quei luoghi, che ho anche visitato.
            Oggi il cosiddetto Donbass è di fatto controllato dai Russi. Se Putin volesse lo potrebbe annettere quando vuole e non è detto che non lo farà, dopo i mondiali. E se lo farà, farà bene

            Quanto a Krushev era nato in Russia ma da famiglia ucraina, che poi ritornò in Ucraina quando lui era ragazzo. Anche nel film Morto Stalin se ne fà un altro, Krushev viene chiamato da Stalin l’Ucraino.
            Ed infatti da capo del PC Sovietico, eletto dopo la morte di Stalin e l’uccisione di Beria, fà all’Ucraina il regalo, contro la volontà dei Crimeani.

          • potier

            lei mi sa che dalla sua compagna, ammesso sia reale, non ha imparato molto …
            perché una relazione finita soltanto un paio di anni fa con una donna ucraina l’ha avuta pure il sottoscritto … ed era ella residente proprio nelle zone attualmente interessate al conflitto in corso. zone da cui dovette in seguito fuggire ed emigrare nell’Ucraina dell’Ovest se non voleva rischiare la pelle tutti i giorni o anche solo per continuare a vivere normalmente … quindi fu dall’inizio del conflitto che cominciò a raccontarmi della crisi tutt’ora in corso, pertanto mi raccontava di come tutti loro, rimasero scioccati e stupiti del perché mister Putin li avesse invasi … e che fossero praticamente tutti russi gli invasori lo capì e ne ebbero conferma lei e i suoi genitori quando un giorno se li ritrovarono in casa questa soldataglia armi alla mano, nell’intento di cercare qualcosa forse
            da rubare … quindi le storielle raccontate dal Cremlino con me non attaccano …

            poi ribadisco ancora una volta di come Kruscev fosse non ucraino ma bensì
            Russo autentico ! ucraino lo era soltanto per residenza dal momento che la sua famiglia con lui ragazzino, ci si trasferì in quanto nelle miniere dell’Ucraina si guadagnava molto di più che non facendo i contadini in Russia ! cerchi pure dove vuole, si informi meglio …

            in quanto al fatto della Crimea lei riporta un’altra grossa inesattezza …
            un solo referendum legale in Crimea fu effettuato all’indomani dell’indipendenza dell’Ucraina dall’Unione Sovietica, e questo referendum del 1991 votato democraticamente e senza pressione alcuna sancì senza dubbio che la popolazione di Crimea intendeva rimanere in Ucraina ! e pertanto non passare sotto il controllo della Russia !

            non si preoccupi … Mister Putin non ha nessun interesse dal muoversi da dove è già … anche perché l’Ucraina di oggi non è quella del 2014 quando era quasi del tutto disarmata, impreparata e nel pieno di una crisi politica e istituzionale,
            il piccoletto del Cremlino è solo un codardo e uno psicopatico … tuttavia il pericolo di una mossa da pazzo è sempre possibile …

          • dagoleo

            il 16 marzo 2014 il popolo della Crimea, a grande maggioranza scelse di tornare con la Russia. Ovviamente lei dirà che il referendum venne pilotato.
            Il presidente legittimo dell’Ucraina, regolarmente eletto e filo russo, Yanukovic, venne costretto alla fuga dagli sgherri di Poroshenko dopo i fatti di piazza Maidan. Poroshenko non venne eletto, neppure la Timoshenko che venne poi anche incarcerata. Yanukovic invece si, regolarmente e legittimamente. La rivolta di Maidan venne sostenuta dall’occidente ed in particolare da Soros, in un disegno di destabilizzazione dell’europa orientale legata alla Russia. Tentò di fare le stesse cose in Ungheria e Russia contro Orban e Putin ma senza riuscirci, il poveretto.

            Soros è lo speculatore ebreo ultra arricchito che nel 92 fece perdere all’Italia il 30% del valore della lira grazie alle sue malefatte finanziarie. Lo stesso che oggi finanzia molte ONG che recuperano migranti nel mediterraneo.
            Gente stupenda non c’è che dire.

  • NSA

    Ucraina si e messa sotto gente mafiosa e nazista.Oggi Ucaini vano lavorare dal Kers nella Crimea,perche nella Ucraina prendi 80 USD,nella Crimea 250 USD.Arriva il giorno quando questo grande paese Slavo se nacorge che USA li solo sfrutta ,sarano guai per criminali USA.Come nelle Panama documenti trovati 1 miliardo di dollari di Poroscenko,e primo uomo di soccetta energetica piu grande nella Ucraina e figlio di ex vice presidente dal USA Joe Biden.Non mi dimentico famoso fuck EU di Victoria Nuland,quando parlava e decidevano chi sara presidente di Ucraina con Consulo USA nel Kiev.

  • Sterminator

    Viste le magliette? Bambini soldato sponsorizzati dall’Unicef…. bella roba

    • Divoll79

      Si, e’ il dettaglio piu’ significativo di tutti.

  • montezuma

    L’Unione Europea è ormai in mano a una masnada di burocrati e di “volontà governative” che dovrebbero vergognarsi di tergiversare sulla situazione Ucraina, di permettere un’immigrazione sconsiderata, di intervenire in maniera IMPOSITIVA sulle questioni etiche nei singoli Paesi, il tutto a nome dei loro padroni nascosti. QUESTI SONO I MOTIVI per i quali ce l’hanno a morte con Putin che li contrasta su tali questioni e, secondo me, a ragione.Se l’UE fosse in mano a una classe governativa matura: 1) non caricherebbe a testa bassa Putin e la F. Russa con la quale serve cercare una precisa posizione di equilibrio e coesistenza; 2) promuoverebbe precisi accordi con la Russia e gli altri Paesi ex URSS e ex Blocco dell’est in merito all’immigrazione; 3) eviterebbe di crocifiggere (!) Putin e la nuova Russia che sta facendo il contrario di quello che fa l’Occidente, ovvero ritrovare i valori cristiani fondanti dell’Europa (e della Russia). … Oggi e in futuro, il nuovo Occidente va dalle Hawaii a Vladivostok passando per Roma. Ho detto se, ma l’UE è oggi il nostro nemico e lo dico purtroppo da europeista convinto.

    • Alox2

      Se sei testimone di Geova ti devi nascondere in Russia, se sei gay devi scappare dalla Russia.. che accordi dobbiamo prendere i cula.toni Russi? Per non parlare se ti opponi a Putin la lista e’ lunga di quelli sotto terra o in galera…

      • montezuma

        Come dico spesso i governanti fanno l’interesse del loro Paese come loro li interpretano. A maggior ragione, nel caso di Putin prevale uno stile slavo più autoritario di quello cui siamo abituati. Detto questo, suggerisco di non fidarsi di quanto viene raccontato su Putin. E nemmeno su Trump. La disinformazione è in atto. Ci sono “potentati” inviperiti per la perdita di presa sulla finanza e sull’opinione pubblica!

        • Alox2

          Ascolta solo le parole di questi due leader
          Putin, prima disse non mi ricandido, poi non serve votare e poi NON HO OPPOSIZIONE non e’ colpa mia? Prima nego’ ogni presenza Russa in Crimea (ed ancora nega la presenza nell’est Ucraino) poi dopo l’annessione ha ammesso il contrario?
          Trump prima ha negato il problema separazione delle famiglie…poi ha firmato un executive order contraddicendo se stesso…
          ma solo per citare le ultime sono le Loro parole, parole che ogni giorno, vengono confermate dalla Sanders (the press secretary in US) e dai Suoi (di Trump) tweets.
          La Stampa, i potentati, le lobby ci sono e ci saranno sempre nei Paesi liberi Occidentali..(della Russia ormai la propaganda e’ solo governativa, come ai tempi dell’URSS…e tu ci credi?) per esempio l’NRA apertamente ha dato l’appoggio a Trump, altre corporation hanno preso le distanze…

          • Mario Marini

            I POTENTATI SONO LA MORTE DELLA DEMOCRAZIA, LE POLITICHE LE DECIDONO I PARLAMENTARI E I GOVERNI ELETTI, NON LE LOBBY, LE ONG, SOROS, I REGISTI, I CANTANTI ECC, ECC, LEI E’ SOLO UN BURATTINO RADICALCHIC CHE HA STUFATO, NON INDOTTTRINA NESSUNO, PER IL TONO CHE USA IL NOSTALGICO DEI SOVIET E’ LEI, NON GLI ALTRI.

          • Alox2

            TU NON PUOI CAPIRE PERCHE’ SOSTIENI LE DITTATURE…SEI INDIETRO ALMENO 70 ANNI, CORAGGIO NON PRENDERTELA….FORSE I TUOI FIGLI CAPIRANNO COSA VUOL DIRE MERCATO, LIBERTA’ E GIUSTIZIA.

          • Mario Marini

            Mercato, libertà e giustizia NON significa potere di soros, della burocrazie ue, delle lobby, degli sceicchi poligami e misogini dell’islam, ecc.ecc.

          • potier

            cosa c’entra ora Soros, le lobby, sceicchi vari ecc ecc con il discorso sulla Russia !?
            se sono delle canaglie e farabutti i primi lo è ancora di più l’assassino, bugiardo e ladro che siede al Cremlino, qualcuno mi pare l’ex campione di scacchi
            Garry Kasparov una volta disse di come tanti siano portati a pensare che mister Putin sia contro certi sistemi di potere ecc ecc … ma lui, il Putin, è IL SISTEMA ! ne fa parte ! non è affatto differente dai vari personaggi e organizzazioni che lei ha citato …

          • Mario Marini

            Si, come no, lo ha detto lo scacchista, e cos’è la verità rivelata?, allora dovremmo credere anche ai deliri di un semianalfabeta come Balotelli quando parla di Salvini?

        • potier

          guardi che non è questione di fidarsi o non fidarsi, per quello che riguarda Putin bastano i fatti, e i fatti sono sotto gli occhi di chi vuole semplicemente aprirli …
          si vada a fare un giro nella Russia profonda … non a Mosca o a San Pietroburgo !
          e se non ne ha voglia o non può, vada semplicemente su Google Maps, e cerchi di curiosare tra le città minori anche non molto lontane da Mosca come Pskov, Kaliningrad, o la piccola Ivangorod a poche centinaia di metri da Narva in Estonia, dove per’altro è abitata quest’ultima per l”ottanta per cento da russi … poi faccia il paragone.
          altri paragoni da fare nemmeno tanto con la Germania o altre città ovest europee del tutto scontati, ma anche solo con le piccole e minori città polacche, Slovacche, ceche, estoni, lituane, lettoni o ungheresi … e persino ucraine !
          poi ne ridiscutiamo eh !?

          • alberto

            Monsieur Carlo, se lei pensa di ‘conoscere’ il mondo …’viaggiando su Google Maps; ha tutta la nostra profonda compassione.
            Ha fatto qualche ‘viaggio’ con Google Maps in qualche edificante periferia di citta’ italiane?
            Ivangorod? Prenoti un viaggio su Google Maps, per esempio ,a Lutsk, a Uzhhorod ; grandi differenze?
            Si vada a vedere le interviste ai moltissimi turisti venuti in Russia per i mondiali e forse capira’ quante sciocchezze scrive !
            Legga i commenti dei tanti inglesi che hanno scritto ai loro giornali di vergognarsi per le menzogne raccontate sulla Russia.
            à bientôt

          • potier

            eh ! lei invece da vero giornalista può ben raccontarci la vera Russia … ma per favore … passiamo oltre va che è meglio … Bonsoir eh !? Monsieur albert …
            mi sta bene …

          • alberto

            Monsieur Carlo, encore une fois avec cette histoire du journaliste ?
            Quante volte devo ripeterle che non sono un giornalista? Ho una mia azienda ed importo prodotti tecnologici. Anche se non sono giornalista, sicuramente posso ‘raccontarle’ la vera Russia vivendoci da piu’ di 25 anni ed avendola ripetutamente visitata nella sua estensione nord-sud-est-ovest… non su GoogleMaps…:D..:D..:D
            bonne nuit

          • Occhio

            Raccontare la vera Russia? Quella con un tasso di omicidi più di 10 volte quello italiano?

          • montezuma

            Conosco “nel profondo” parecchi Paesi dell’Est inclusa la Russia. Sono usciti da un girone infernale di parecchi decenni. Si vedeva (e si vede ancora) la differrenza da Trieste e Gorizia alla Slovenia, figurarsi! Però è sbagliato ostracizzare i governi dell’est e creare nuovi nazionalismi.

          • potier

            veda, a me basta e avanza sapere che secondo il Credit Suisse, che si occupa di questo tipo di statistiche, il reddito medio autentico della maggior parte dei russi è pari a 871 USD all’anno, che è ancora meno di auello indiano che è di circa 1000 USD, e che la forbice, il divario tra i vari ceti della popolazione in Russia è quella più ampia tra i paesi industrializzati ed è persino da terzo mondo, dal momento che 110 persone posseggono il 35% della ricchezza dell’intera Russia … poi le rinnovo l’invito di andare almeno a dare un’occhiata su Google Maps, è vero sarebbe meglio andarci di persona … ma in alternativa … e guardi attentamente i vari edifici, palazzi ,strade, edifici commerciali ecc ecc … insomma un po tutto, poi faccia i dovuti paragoni e i dovuti confronti perché da li si ha un minimo di percezione di quella che è la realtà che gli sta proponendo e lasciando quel delinquente che sta su al Cremlino …

          • montezuma

            Non sono filo-russo o filo … niente senza contropartita. La Fed. Russa è un continente con grandi squilibri, ma ha voglia di riscattarsi. L’Occidente, finora, è andato in declino. Credo sia giunto il momento di cambiare prospettiva.

          • Lena

            ” il reddito medio autentico della maggior parte dei russi è pari a 871 USD all’anno” – questo è il delirio

          • luigirossi

            @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus
            No,non ci si siamo Potier:PERALTRO SI SCRIVE SENZA ACCENTO
            .Detto questo,come mai con un reddito di 871 $ annui in Russia si vendono 2 MILIONI DI AUTO L’ANNO,con una cilindrata media che è quella della Germania?

      • Emilia2

        se sei gay non devi affatto scappare. In Russia e’ reato solo la PROPAGANDA dell’omosessualita’. Quanto ai testimoni diGeova, se anche da noi si nascondessero, sarebbe meglio.

        • Alox2

          D’accordo che il Dittatore nano si tenga la propria FECCIA ne abbiamo abbastanza della Nostra!

          • Mario Marini

            A lei non la vuole purtroppo, perché in fatto di feccia lei è da medaglia d’oro olimpica

          • Alox2

            Tu sei un feccia..vattene in Russia.

          • Mario Marini

            Magari, è pieno di belle ragazze bionde, le meticcie, la boldrini e la kyenge le lascio a lei, se le tenga strette…..

      • Nerone2

        i testimoni di geova hanno rotto !

      • Zeneize

        Ottimo, è per quello che odi la Russia vero? Per le fanfaluche contro i ghei?

        • Alox2

          A pare che sei tu sempre a 90 del nanetto dittatore Putler…

  • johnny rotten

    Il mossad si accompagna sempre con i migliori, dall’isis ai nazifroci ukragniani, dio li fa e poi li accoppia.

  • Alox2

    Fanno bene, prendere le distanze e difendersi dalla prepotenza dei tiranno Putler e’ normale e d’obbligo…l’hanno capito anche gli Inglesi.

    • Mario Marini

      Lei è un nazista di svoboda e pravy sektori, qui di prepotenti ci sono gli usa di Abdullah Obama-banana e di mohammed mc cain, soros e la vecchiaccia Clinton, gentaccia che l’europa deve bandire dal farli entrare sui propri confini, capito nazistoide islamofilo?

      • Alox2

        Mario Sveglia, talebano da quattro rubli finiscila di sottostare al tiranno Russo…non paga!

        • Mario Marini

          Lei è un talebano al soldo di soros, io sono un antislamico da sempre, demente

    • Zeneize

      Maialox, non usare parole che non conosci, per esempio il verbo “capire”.

  • John C.

    Mah…visto che Kiev e’ stata la prima capitale storica della Russia e che gli ucraini vengono dai Khazari turchi/giudei sembra che la Russia avrebbe ragione di riprendersi tutta l’ucraina, non solo la Crimea. Comunque a noi in Italia non ce ne importa niente e faremmo meglio a uscire dalla NATO e dall’UE e pensare invece a fermare invasione africana.

    • Divoll79

      Dieci like.

    • montezuma

      Purtroppo le 4 (volendo raggrupparle) questioni, UE, NATO, Ucraina e immigrazione non sono separabili. Non è affatto vero che noi (Italiani) possiamo far finta di niente. La questione ucraina non può continuare, le conseguenze ci coinvolgono direttamente. Mi auguro che Putin e Trump, al prossimo incontro, mettano un po’ di pepe al c@lo a quelli che sappiamo … quelli che non sanno sono dei menefreghisti o insani.

    • Stonefly 777

      gli ucraini di oggi sono un miscuglio di galiciane circa 30% della popolazione vivente all’ovest – ovvero polacchi, ungheresi, austriaci di origine, sopratutto nelle cità come Lviv, Dnepropetrovsk ecc. – questi sono la colonna portante dei nuovi movimenti nazi, la cosiddetta estremi nazionalisti. Poi cè una grossa fetta ebraica che sarebbe circa 40% della popolazione dall’ovest all’est – si tratta di persone con diversi gradi di ebraicità, o totalmente ebrei, o a metà, o per un terzo, ma sono ebrei. Di questi cè una parte che rientra nelle organizazzioni radicali religiosi giudaiche come habad e i loro lider attivamente finanziano il progetto dello strappo definitivo tra l’ucraina e la russia. Il loro obiettivo è creare un paese totalmente ostile alla russia, affianco la russia…la signora elena menzionata in questo articolo, senza dubbio appartiene a questa fetta, dato che pure prende le sue doti professionali dal mossad…Tra i portafogli grossi di questi estremisti sionisti possiamo nominare per esempio kolomoyski, accusato di frode fiscale e di altri crimini, attualmente sotto processo, ma che si ripara in svizzera, con 4 cittadinanze, ed il capo del congresso ebraico dell’europa…in alcune interviste kolomoyski con tanto odio rivendica di aver organizzato il massacro di 2 maggio a odessa nell’edificio del sindacato, dove furono bruciati circa 200 russi dissidenti che protestavano contro il nuovo regime neonazi arrivato a odessa…li hanno poi presentato come separatisti, facinorosi, banditi ecc. ma sta di fatto che ad essere morti bruciati e gettati dalle finestre erano quei circa 200 russi, e nessun altro….l’operazione in questione era realizzata dai neonazi arrivati in città con dei pullman organizzati…di questi tipi di conflitti, massacri organizzati in ucraina si può parlare tanto (tanti politici, giornalisti, scrittori dissidenti che vengono fucilati, spariti, suicidati ecc), ma sta di fatto che da quando è scoppiata la guerra in ucraina, il paese è diventato un crocevia delle aberrazioni indicibili come il traffico di organi estratti dai soldati e civili ammazzati o rapiti, (la nuova candidata presidente timoshenko era colta in una corrispondenza assai bizzarra con i contatti dalla germania dove lei parlava di organi freschi da inviare al più presto), riti satanici fatti nelle zone di guerra, di gente ricca che va in ucraina da ogni angolo della terra per una caccia agli umani, dato che non li eccita più cacciare gli animali (anche su questo ci sono parecchie intercettazioni e perfino video dai luoghi di caccia), il turismo di sesso, di pedofilia, di uteri in affitto ecc. ecc….come vediamo, tolti 30% di galiciane che maggiormente sono degli “uniati” (quelli convertiti in cattolicesimo o cattolici sin dall’inizio), 40% ebrei, rimane 30% di russi o russofoni in parte atei, in parte ortodossi…questi ultimi maggiormente vivono in kiev, e nelle regioni est, sud, ai confini con la russia….mentre i primi 2 gruppi di popolazione hanno sempre fatto i lavori piuttosto normali e facili da vita urbana, gli ultimi russofoni, hanno sempre lavorato nei settori più pesanti, di solito nelle miniere, sottopagati, con le aspettative di vita più bassa, pur mantenendo il resto del paese con queste risorse naturali estratte dalle terre di donbass…quelli dell’ovest hanno sempre guardato a quelli dell’est dall’alto in basso, etichettandoli con nomignoli offensivi e disprezzandoli come vatnik – cotonaio, maskal – moskovita, colorado – insetto ecc…
      il conflitto di oggi in ucraina non è una cosa scoppiata 4 anni fa e nemmeno 20 anni fa…è una cosa che va avanti da quando 150 anni fa hanno creato questo frankenstein di ucraina con le parti incompatibili ricucite tutte insieme….durante l’attacco nazista del 41, quelli dell’ovest di volontà propria erano passati dalla parte di hitler, perchè odiavano la russia ed i russi….a mio parere, cercare di tenere insieme tutte queste parti ad ogni costo è un impresa da imbecilli, è come mantenere in piedi sempre una minestra esplodente. Non staranno mai bene insieme, si divoreranno a vicenda sempre finchè una delle parti non sparirà. Forse l’unico modo sarebbe far tornare quelle terre alla loro situazione iniziale – ridare alla polonia, austria ed ungheria le loro parti ed alla russia la sua….kiev era la città russa fin dai tempi remoti. Cè poco da fare…intanto però, la popolazione dell’ucraina da 40 milioni iniziali è sceca a quasi 30 milioni, negli ultimi 4 anni – un pò per gli esodi di massa in europa, un pò per le morie di guerra (inclusa la fame, povertà, malattie ecc), un pò perchè un bel pezzo di russofoni sono andati in russia….questo è cio che la cosiddetta “sovranità” ed europeizazzione ha dato all’ucraina…sempre lo stesso scenario e risultati che si era visto in yugoslavia, in libia, in iraq, siria ecc….

      • potier

        ho letto di sfuggita la storia da lei raccontata, anche perché ho subito capito che oltre che essere confusa e oltraggiosa è farneticante e rispecchia pienamente la propaganda russa in ogni suo particolare, la stessa che da anni ammorba ogni sito internet in Russia in primo luogo ma anche altrove … cosa legge principalmente tanto per capire ? RT, Sputnik ?
        buona la balla degli organi umani estratti dai soldati ecc ecc … solo un imbecille potrebbe credere a tali assurdità … mai oltretutto dimostrate esattamente come l’incendio della casa dei sindacati di Odessa, il quale incendio pare ormai accertato partito proprio dal piano dove si erano rifugiati i cosiddetti filo-russi i quali loro stessi lo appiccarono non volontariamente … stavano semplicemente accendendo delle bombe Molotov con l’intento di lanciarle giù sulla testa degli avversari filo-ucraini … potrei ribattere punto su punto sul merito delle sue farneticazioni solo ne avessi il tempo e soprattutto la voglia … ma evidentemente non ne vale la pena viste le sue evidentissime e demenziali convinzioni …

        • luigirossi

          @potier.
          la propaganda russa “farneticante” ammorba internet.Ti ricordi,testa vuota,quando 15 anni fa stavi su STRANEUROPA insultando l’Italia travestito da PIERRE,BALTAZAR etcE quando ti rispondevo come meriti censuravi i miei post.Passa il tempo,tu sei ancora qui a fare il pagliaccio gollista.Temo pero’ che con Salvini riceverai il sospirato calcio in kulo.Tu devi andartene dall’Italia.

      • Divoll79

        Molti ucraini sono emigrati in Russia (quasi 5 milioni).

        • Nerone2

          mica sono scemi…. :-)

      • silver

        Come si concilia un Regime Neonazi con ‘…una grossa fetta ebraica 40% della popolazione….?’.Boh!

        • Divoll79

          Si concilia perfettamente.

        • serco

          Popolazione Ucraina 45000000, totale ebrei nel mondo 15000000. Da dove viene questo 40%?

          • Zorz.zorz

            Buon di . Grazie a Dio,se tutto oggi è opinabile,la matematica no. in ucraina,per lo più ad Odessa si calcolano dai 60 ai settantamila ebrei( solo di origine,in quanto per la maggior parte agnostici se non atei).ma si sa che oggi ,per alcuni( malati) tutti i mali hanno la medesima origine…….

        • Stonefly 777

          appunto, fatti una domanda – i finanziatori principali di hitler erano ebrei…ed oggi in ucraina succede la stessa cosa. I ricchi ebrei sono i finanziatori dei gruppi neonazi ucraini…azov, dnepr ecc. sono tutti delle guardie private nazi di personaggi in questione

    • potier

      lei pensa davvero di fermare “l’invasione africana” da solo inteso come Italia da sola !? e in che modo se ci può informare ? guardi che da soli non si va da nessuna parte … ci fu già qualcuno negli anni trenta il quale tentò di contrapporsi al mondo intero inventandosi l’autarchia … chieda o legga un po cosa ne pensano chi ne sa di quel periodo storico con sanzioni che nemmeno la Russia in proporzione oggi ha. la quale oltretutto vive vendendo gas, petrolio e quant’altro, materie prime tra parentesi che il bel paese nemmeno ha …guardi che al giorno d’oggi se non si cercano necessariamente delle alleanze non si va da nessuna parte, inoltre i partner commerciali principali piaccia o non piaccia sono nell’ordine, Germania, Francia e Stati Uniti … tutti gli altri paesi sono distanti di molte lunghezze … pertanto occorre tenere conto dei molti fattori internazionali …

      • John C.

        Solo agendo unilateralmente salviamo l’Italia dalla distruzione voluta dai nostri nemici. I trappoloni internazionali ci hanno portato il problema e ci vogliono impedire di difenderci. La difesa della Nostra Patria tocca a noi e nessun altro. Chi e’ contrario e’ nemico. L’Italia esisteva prima dell’UE e degli Stati Uniti e li sopravvivvera’ …. se ci liberiamo dei legacci che ci hanno messo addosso.

        • potier

          si d’accordo, ma i legacci li hanno tutti, e comunque come in tutte le cose ci sono i pro e i contro, meglio sarebbe farsi rispettare di più non firmando ad es tutto ciò che ti mettono sotto il naso … anche se per ora con questo nuovo governo non sappiamo ancora bene in che modo per il futuro prossimo si muoverà per quanto riguarda in pratica la politica con e verso l”Europa. si dovrebbe in ogni caso ben ponderare le cose in ogni suo singolo aspetto, anche perché in ballo
          c’è parecchio …
          prima di tutto il bel paese non è la Svizzera e non è nemmeno la Gran Bretagna …
          poi da soli, oggi come oggi, non si fa molta strada specialmente se si ha un debito pubblico così alto, una corruzione così accentuata ecc ecc ecc …

      • luigirossi

        @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus
        a proposito di fattori internazionali, giorni fa quel maleducato ignorante del vostro ambasciatore,convocato dal nostro governo non si è presentato,in segno di napoleonico disprezzo.Qualche giorno dopo si è svolta l’assembllea soci Mediaset,ma agli azionisti di Bollorè non è stato permesso di entrare in sala.Cosa vuoi,con le teste vuote e le zecche imbecilli noi ci vendichiamo:siamo fatti cosi’.Intanto,mentre tu sei infastidito dai lavavetri in Italia,NANTES BRUCIA,IDIOTA.

  • Gian Franco

    c’è piombo per tutti ah io sono a favore della Russia non della Ucrania nazista.

  • Gian Franco

    lo capite che la Ucraina non DEVE avere basi USA nel suo terreno? Sarebbe una 3° guerra mondiale con le provocazione del pazzo Trump.

    • Mario Marini

      Chi voleva le basi era l’idolo della sinistra Obama-banana, trump vuole uscirsene

      • Alox2

        Vuole uscire? Ma se hanno (Rex Tillerson) accusato Obama per essere stato debole e non aver SUBITO messo i marines in Ucraina? Tu non sai proprio nulla….Obanana non c’e’ piu’ e Putin ha finito di fare il gradasso, questi da nano lo fanno diventare un puffo e se non e’ bastato con le parole di Reagan, gli sventolano le star and stripes sopra il Cremlino..stai a vedere.

        • Zeneize

          C0glionazzo, non puoi imparare un po’ d’italiano prima di trollare?

    • Alox2

      Le basi ci sono gia’; e l’odierna WH ha gia detto che se ci fossero stati loro col ca.zo la Putin conquistava la Crimea….

  • http://batman-news.com stefano

    In Ucraina comandano i nazisti messì lì dagli americani.

  • Mario Marini

    L’infame golpe in Ucraina è stato finanziato dagli usa e dalle tirannidi arabo-islamiche del golfo (arabia saudita e qatar), la polonia strumentalmente gli è andata dietro solo perché prevede lo smembramento dell’Ucraina e annettersi la Galizia con capoluogo Leopoli. Spero che un giorno i fautori del golpe paghino e, lo dice uno che comunista non lo è mai stato, anzi….

  • Zeneize

    Il padrone deve aver tirato le redini agli occhi della guerra, ecco ora questo articolo che sembra ucraino-americano-israeliana ma lascia trasparire cose interessanti, come il solito mossad criminale e la criminale repressione dei russofoni, con eradicamento della lingua russa.
    Si legge sempre di Ucraini che scappano in Russia, rimarranno là solo i vecchi e gli scemi come in Polonia?

  • chelavek

    Il golpe del Maidan, sostenuto da USA e loro vassalli, ha trasformato la ex Ucraina un una Repubblica delle banane di stampo nazista e terrorista. Un buco nero ai confini con l’Europa. Bisogna porre fine a questo scempio il prima possibile. A tutti i costi.

  • eusebio

    Il regime ucraino è alla fine, gli USA sono in ritirata, la UE come copertura della NATO non esiste più, milioni di ucraini sono scappati, il paese è in bancarotta, non hanno più nemmeno il cloro per depurare l’acqua potabile, eppure il matto che Soros ha messo a fare il presidente va a Bruxelles e conferendo con due nullità sorosiane in via di destituzione come Tusk e Juncker esprime il suo apprezzamento per le sanzioni alla Russia e chiede alla defunta UE di fare ancora più pressioni sulla Russia che ha appena vinto la guerra in Siria.
    Questo qua va consegnato mani e piedi a Putin assieme a Soros.