mary_statue_niyazov

L’ex repubblica sovietica diventata l’impero del ridicolo

C’era un volta un Paese lontano governato da persone eccentriche. Un Paese che galleggia su immense riserve di gas naturale, un luogo di sabbie circondato da deserti. Un Paese dell’Asia Centrale i cui presidenti un giorno cambiavano nome ai mesi e il successivo proibivano l’opera lirica. Ecco, se questa fosse una favola per bambini probabilmente inizierebbe così. Ma questa, per quanto strana, è una storia tristemente vera. È la storia del Turkmenistan e dei suoi bizzarri presidenti. Personaggi che hanno elevato l’autocrazia a forma d’arte, il dispotismo a vette da operetta. Prima è venuto Saparmyrat Atayevich Nyýazow detto il Turkmenbashi, il padre di tutti i turkmeni, morto di infarto nel dicembre 2006; adesso siamo nell’era di Gurbanguly Berdimuhamedow, dentista divenuto statista. Dittatori senza scrupoli e opposizione governano il Turkmenistan dalla sua nascita, il 25 ottobre 1991 , politici che hanno piegato la vita quotidiana della repubblica ex-sovietica e dei suoi 5 milioni di abitanti ai propri voleri e alle proprie bizzarrie divenute legge.

L’ultima assurdità è di qualche giorno fa: il governo di Asghabat avrebbe proibito la circolazione di tutte le vetture di colore nero. Una decisione che ricorda, al contrario, la celebre frase di Henry Ford: «Ogni cliente può ottenere un’auto colorata di qualunque colore desideri, purché sia nero». Già nel 2015, racconta la Bbc, gli ufficiali delle dogane avevano vietato l’importazione di tutte le autovetture nere. Giusto in quei mesi il presidente Berdimuhamedow aveva preso a girare con un corteo di limousine bianche. In questi giorni il bando è stato esteso anche alle auto di vecchia immatricolazione, che dovranno essere tinteggiate di bianco o d’argento. Altrimenti si viene fermati dalla polizia e multati, con l’obbligo di cambiare colore alla propria vettura entro una settimana.

LEGGI ANCHE
Seul invade i mercati asiatici con il pop

Del resto il bianco è il colore preferito del nuovo Presidente anche se è in carica da oltre dieci anni viene ancora chiamato così secondo il quale porterebbe fortuna. Da quando è in sella infatti ha cambiato il volto della capitale facendola diventare una città bianca, ricoperta di marmo. Ben 48 milioni di metri quadrati di marmo bianco che ricoprono 543 palazzi, talmente tanti da guadagnare alla capitale un posto nel Guinnes dei primati: la città con più edifici di marmo del mondo. Ma il nuovo Presidente deve avere una idiosincrasia per l’architettura. Nel 2014 aveva imposto ai cittadini della capitale di rimuovere tutti i condizionatori posti all’esterno delle case, perché compromettevano il decoro urbano. In una regione desertica dove l’estate la temperatura è intorno ai 40 gradi.

Sul culto della personalità, entrambi i presidenti sono onnipresenti per le strade del Paese. Il nuovo Presidente ha riempito i luoghi pubblici di suoi ritratti in cui sorride enigmatico, neanche fosse la Gioconda. Anche se non ha resistito alla tentazione di farsi costruire una grande statua di marmo bianco con lui a cavallo, il suo animale preferito. Talmente preferito che ora il Turkmenistan ha anche un Ministero dei cavalli, incaricato di promuovere la razza nazionale, Akhal-Teke, e costruire ippodromi in giro nel Paese.

Ma se Berdimuhamedow è particolare, Nyýazow lo era molto di più. Segretario del partito comunista sovietico dal 1985, ha ereditato dall’epoca dell’Urss il culto della personalità, portandolo però aldilà di ogni limite. Nella capitale ha fatto costruire un arco alto 22 metri, l’arco della Neutralità, il modo in cui ha diplomaticamente definito la politica isolazionista del suo Paese, che contende alla Corea del Nord la palma di più inaccessibile del pianeta. L’arco è sormontato da una sua statua alta 12 metri placcata d’oro che ogni giorno girava di 360 grandi inseguendo il sole, in modo che la sua faccia fosse sempre illuminata. Oggi il meccanismo è rotto. Ma ai tempi circolava una battuta secondo cui era il sole a girare seguendo la statua. Possibile, anche perché nulla è impossibile per l’imperituro autore del Ruhnama, il libro dell’anima in cui Nyýazow riscrisse la storia delle sue genti, facendo risalire le radici del popolo turkmeno direttamente a Noè. Tradotto in 40 lingue il Ruhnama non è solo un libro di storia: è una guida spirituale, un’introduzione alla vita, un breviario di poesie e aforismi per qualunque situazione. La sua lettura venne resa obbligatoria per tutti i giovani turkmeni, dalle elementari all’università; fin quando non sostituì i libri di testo, divenendo materia di discussione nei colloqui per l’assunzione nei ranghi dello Stato e diventando obbligatorio come parte dell’esame di guida. Il Ruhnama era considerato talmente importante che Nyýazow fece costruire una grande statua meccanica a forma di libro: ogni sera alle 20 si apriva mostrando un video in cui venivano letti passi sempre diversi.

LEGGI ANCHE
Lisbona torna in cammino grazie a milioni di scarpe

Ma riscrivere la storia per Nyýazow era cosa da nulla. Nel 2002 decise di cambiare i nomi dei giorni della settimana e dei mesi. Il primo mese dell’anno passò a chiamarsi come lui, Turkmenbashi. Febbraio divenne Baydak, in ricordo del giorno della bandiera, che guarda caso si celebrava il giorno del suo compleanno, il 19 febbraio. Aprile divenne Gurbansoltan, dal nome di sua madre morta nel 1948. Settembre, Ruhnama perché in quel mese venne pubblicata per la prima volta la sua opera capitale. I giorni della settimana divennero semplicemente primo, secondo e terzo, anche se il giovedì venne ribattezzato giorno della giustizia e il venerdì Anna. Dove la giustizia, ovvio, è espressa dal suo pensiero. Pensiero che si è via, via declinato nel divieto per gli uomini di portare i capelli lunghi e la barba. Mentre alle donne della tv di Stato è stato vietato di truccarsi. Negli anni vietò anche l’opera lirica e il circo, perché distrazioni non necessarie. Bandì il cinema, perché considerato poco turkmeno. Dopo qualche anno il balletto gli venne in odio e proibì anche quello. Oggi il suo successore ha tolto il bando. Nyýazow bandì persino i cani, allontanati dalla capitale perché il Presidente non ne sopportava l’odore. Del resto uno degli aforismi tratti dal Ruhnama recita: «Il tempo è una mazza, colpisci o sarai colpito». Turkmenbashi l’ha messo in pratica e ha colpito, sempre.

LEGGI ANCHE
Se la primavera araba porta il caos

Articoli correlati

  • potier

    questo paese e queste mentalità non sono altro che il refuso e l’eredità mentale e di conseguenza politica di quella che fu la defunta Unione Sovietica la quale non portò altro che tutta una serie di anomalie di cui ora ne portando le conseguenze non solo il paese in questione, ma soprattutto quello che più preoccupa, è quello ed è pure l’estremamente più pericoloso in termini di aggressività, invadenza, dotato di un arsenale nucleare devastante.
    e mi riferisco naturalmente al paese dello psico nano Putin … ma almeno il paese di cui l’articolo in questione, non è affatto aggressivo nei confronti di terzi come viceversa lo è, e pure parecchio, il paese che ha per capitale Mosca … questa la sostanziale differenza tra paesi e le varie realtà ex URSS.

    • Pierfrancesco

      Non sai scrivere in italiano e vuoi fare disquisizioni di politica internazziunale?

      • albertzanna

        Concordo

        • Nico Pico

          Ex PCI?

          • albertzanna

            Io ex PCI???

            Impossibile, io è da una vita che sono anti PCI

          • Nico Pico

            E quindi perché cercare il pelo nell’uovo rispetto a chi critica un paese ex comunista?

          • Zeneize

            Tu capisci sempre tutto, esserino latrante.

          • Nico Pico

            Che argomento!

          • Zeneize

            E hai anche la mamma maiala.

          • Zeneize

            E hai anche la mamma maiala.

          • Riva Claudio

            ignorante?

          • Nico Pico

            Ignorante? Forse tu non ignori alcuni fatti nell’Universo?

          • http://vaffanculo.org/ guest star

            salute!
            hai il raffreddore?
            spero che sia una bella influenza.
            Expcì!

      • potier

        “internazziunale” !? analfabeta ! devo prendere lezioni da te forse ? dove sono i tuoi commenti e tue opinioni ammesso che tu ne abbia … ma dimmi te che elemento …

        • luigirossi

          ti sta prendendo per le cul,non vedi?

    • Giacomo Bertini

      È una brutta realtà inconfutabile e il Turkmenistan non è il solo caso nelle ex repubbliche sovietiche. Del resto da un melo marcio possono nascere solo mele marce. Chi ci rimette, come al solito, è la popolazione inerme, la gente vittima di quei pazzi allucinati.

      • Ubimauri

        Ed e’proprio per amore di quei poveri cristi, che l’occidente democratico dovrebbe sprofondare il paese in un’altra sanguinosa guerra civile onde inaugurare anche la’ un cambio di regime.

      • potier

        concordo … una volta iniziato un certo processo mentale ed evolutivo difficilmente lo cambi, in special modo se chi di queste cose si dovrebbe o potrebbe occuparsene non lo fa. o perché interessati costoro che le cose rimangano così come sono, o anche perché non ne hanno proprio le capacità intellettuali … se a capo di uno stato, di un paese, ci metti uno che ha sempre ragionato in tutta la sua vita con una certa mentalità e metodo da KGB, cosa vuoi che ne esca ? cosa vuoi che divenga il paese che amministra !? se un qualsiasi tizio fin dalla giovinezza lo educhi nella violenza e nella prevaricazione, costui non potrà da adulto che divenire a sua volta un violento e un prevaricatore … e tutto questo identifichiamolo con addirittura un popolo intero … se tanto mi da tanto … ad esempio i nazisti nella Germania degli anni trenta non nacquero mica li per caso …
        PS: con questo non voglio dire che non ci si debba ciascuno personalmente, o ciascun popolo, non debbano fare e pretendere quelle che sono le proprie ragioni quando necessario … ma ce metodo e metodo, metodi e metodi …

        • virgilio

          Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr……………………

    • Nico Pico

      E’ vero, la Russia, poi, usa la propaganda per colmare il gap tecnologico e militare con gli Stati Uniti.

      • Zeneize

        E tu hai la mamma maiala.

        • Nico Pico

          Sei stato sconfitto e adesso ti vendichi coprendo di insulti la persona che sai non potere battere.

          • Zeneize

            Ciao, figlio di maiala.

    • virgilio

      Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr……………..

    • Ling Noi

      Mentecatto, vai a fare l’homeless nella metropolitana di New York, che è quello il tuo posto.

      • potier

        sei proprio una comica … sei ridicolo non sai mettere e finire una frase che non sia infarcita di improperi, insulti, e maledizioni nei confronti di chi ha un’opinione diversa dalla tua …
        ma cammina va psicopatico ! vai a perdere le tue ore al bar tra i tuoi simili invece di offendere chi non conosci va … solo che al bar a sentire le tue castronerie di mandano subito dove puoi ben immaginare …

        • Ling Noi

          No cara testa di belino, tu non esprimi OPINIONI, tu scrivi falsità talmente oscene che andresti querelato, come la tua stupida invenzione che lo stato fallito dell’Ucraina è in prosperità economica.

          • potier

            xxxxxxxxxxxxxxxxxx

          • potier

            allora … quante volte devo postare !?

          • potier

            bravo continuare a censurare … tanto qui funziona così …

          • Ling Noi

            ? la vedi solo tramite il tuo cervello bacato.

      • chelavek

        Potrebbe anche venire in Russia a spazzare le strade. Un posto glielo troviamo…

        • potier

          xxxxxxxxxxxxxxxxxx

        • potier

          sto aspettando una risposta …

        • Ling Noi

          Si, ma con la lingua.

      • potier

        mentecatto lo dici a tua sorella tanto per cominciare … intanto comincia a farci sapere visto che ti senti tanto furbo … qual’è il tuo contributo per la società … poi ne riparliamo …

        • Ling Noi

          Tu che sei l’araldo della magnificenza americana, vai là e goditela tutta, talmente stupido da cercare di nascondere che negli Usa una piccola elite di miliardari si tiene tutta la ricchezza mentre gli altri sopravvivono schiacciati dai debiti. Fra l’altro adesso è ancora peggio visto che nel 2008 con la truffa dei subprimes hanno triturato la middle class.

          • potier

            intanto anche tu non ci informi di qual’è il tuo contributo per la società inteso come professione o lavoro che svolgi … sarai il solito scalzacane bravo solo a pigiar tasti sulla tastiera … e poi vieni qui a pontificare … ma cammina …

          • Ling Noi

            E per quale cizeta di motivo ti devo dire che lavoro faccio? Chi sei tu, lo sceriffo di Nottingham che vuole la tangente?

          • Zeneize

            Tu che lavoro fai Carlo?

        • virgilio

          va a$$anculo fglio di una ciaba&&a rotto in kulo
          Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr……………

    • chelavek

      Deliri da demenza e profonda ignoranza…. Prendi la pillola così smetti di umiliarti da solo

      • potier

        ci mancavi solo te … Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno … e l’asino …

        • chelavek

          Sei così imbarazzante che mi fai quasi tenerezza. Ti darei una carezza….. Povero fessacchiotto

          • potier

            imbarazzanti sono le fesserie e le infondatezze che continui a postare di volta in volta … poi guarda non ho tempo da perdere con uno sgradevole e maldicente come te … chiuso l’argomento …

          • chelavek

            Non fare così, homeless. Ti trovo un posto in Russia per spazzare le strade H24. Vedrai che sarai felice di poter migliorare la tua miserabile esistenza

          • potier

            mi sa tanto che le strade le stai spazzando te … dato che stai tutto il giorno a commentare qui … non hai nulla da fare di meglio ? ah capisco … sei magari pagato per postare, insultare e chissà cos’altro … sono curioso dai … facci sapere cosa fai di lavoro …

          • chelavek

            E’ divertente, di tanto in tanto, denigrare dei debosciati pagliacci che provano ad erigersi come saccenti commentatori delle dinamiche di paesi che non sanno nemmeno dove stiano, quando non sanno scrivere due righe in italiano e denotano una Q.I pari a quello di chiwawa maculato. Ripeto: ti trovo un posto per spazzare strade e marciapiedi in Russia, la tua vita farà un salto di qualità che non puoi neanche immaginarti.

          • Nico Pico

            … non sanno scrivere due righe in italiano … che non sanno nemmeno dove stiano … denotano una Q.I pari a quello …

          • Zeneize

            Rileggi questa porcheria che hai scritto e conta gli errori. Quanti sono, piccola chiavica?

          • Nico Pico

            E’ tutta roba del tuo amico. Ma non lo puoi criticare altrimenti ti toglie la sua amicizia.

          • Zeneize

            Scrivere due righe in Italiano dev’essere davvero un problema per voi foresti b4st4rdi.

          • Zeneize

            Dev’essere difficilissimo per voi foresti ignoranti scrivere due righe in Italiano decente.

          • Nico Pico

            Traduciamo il tuo pensiero: io Ezeneize non sono ignorante perché conosco ogni particolare dell’Universo. Cioè ti reputi una specie di Dio e probabilmente perché consumi sostanze stupefacenti.

          • Zeneize

            Capisci sempre tutto, mamma maiala ti ha insegnato bene.

          • Zeneize

            Capisci sempre tutto, mamma maiala ti ha insegnato “bene”.

          • Nico Pico

            C’è un altro particolare che ti riguarda: secondo te la colpa di un famigliare ricade sulla famiglia, e così rappresenti l’avversione nei confronti del diritto moderno. Ergo sei uno che non tollera repliche, e che non esita barare pur di imporsi sul prossimo. Ma fai ridere.

          • Zeneize

            Solo gli Americani dicono cretinate simili, mamma maiala sarà orgogliosa.

          • Zeneize

            Sai come si dice? Ridi ridi che la mamma fa l’entraineuse.

          • Nico Pico

            Due risposte, sei insicuro.

          • Zeneize

            Dì ciao alla mamma maiala.

          • Drake

            Lei vive in Russia?

          • potier

            xxxxxxxxxxxxxxxxxxx

          • potier

            bravo continua a non rispondermi … che cosa fasi nella vita oltre che a postare castronerie ?

          • potier

            sto aspettando ! cosa fai oltre che a perdere tempo qui …

          • potier

            allora !!!!

    • Zeneize

      Visto che lo meni, possiamo menartelo anche noi: qual è il tuo contributo alla società? Lavori con la lingua italiana?

      • Nico Pico

        In questo caso dovevi scrivere società italiana. O quella cinese parla italiano?

        • Zeneize

          Cimentati con un’altra lingua, fessacchiotto.

          • Nico Pico

            Scacco matto.

          • Zeneize

            Salutami la mamma maiala.

    • luigirossi

      Nel 1966,mentre abbandonava la NATO in un pericoloso periodo della Guerra Fredda(la crisi di Cuba era passata da 4 anni,ed il riarmo dell’Urss in pieno corso)Il generale De Gaulle arrivava in URSS per un fastoso viaggio che spezzava come al solito la solidarieta’ occidentale.Immediatamente dopo usci’ dalla NATO.Ora Putin è uno psiconano,e lo sara’ finchè Macron organizzera’ un fastoso viaggio in Russia.

  • step

    Onore a Gurbanguly, difensore dei patri confini e del proprio popolo. Lapidare gli occidentali che giudicano le altre culture e vogliono imporre il loro modello. Specificamente per i giornalisti occidentali, la suddetta lapidazione deve attuarsi nel maggior tempo possibile, sì da prolungarne l’agonia (altre torture risulterebbero più dispendiose, non ne vale la pena).

  • SuperMururoa

    “…il giovedì venne ribattezzato giorno della giustizia e il venerdì Anna. ”
    Col nuovo Presy, giovedi, “Gnocchi” e sabato “Trippa”?

  • Matteo Pongiluppi

    Ma è un articolo vero? Non è uno scherzo? Cioè questa gente ha fatto davvero queste cose?