Tra i cristiani iracheni rifiutati dall’Europa

ERBIL (Nord Iraq) – “La nostra tragedia non fa più notizia. Per questo siamo stati dimenticati anche se ancora vittime di un orribile conflitto. Abbiamo perso tutto e tanti cristiani vivono in miseria”. Le parole amare di padre Jalal Yako spiegano perché Gli occhi della guerra ed il Rotary del distretto 2050 hanno fortemente voluto il reportage sui profughi dimenticati che stiamo realizzando. Per ora vi proponiamo dei brevi video servizi, che danno l’idea del documentario che presenteremo il 7 giugno a Cremona.

LEGGI ANCHE
Tra i cristiani in fuga dal Califfo
Iraq_20160507_085128 Iraq_20160507_084133 Iraq_20160507_084043 Iraq_20160507_083709 Iraq_20160507_083632 Iraq_20160507_083607

Il campo di sfollati Asthy 1, che significa “pace”, ospita ad Erbil, capoluogo del Kurdistan iracheno, un migliaio di cristiani.

Nel 2014 sono fuggiti in 120mila dalla piana di Ninive davanti all’avanzata della bandiere nere. “Venite, venite a vedere. Questa è la nostra cucina. Viviamo e facciamo tutto in quest’unica stanza. Avevamo una casa grande e confortevole, ma siamo fuggiti perché le bandiere nere volevano tagliarci la gola” sbotta Najat Mecael, una donnona cristiana. Ci fa entrare nel container adibito ad appartamento allineato ad altri “loculi” del genere in un cupo e buio ex magazzino militare di Saddam Hussein.  All’esterno una fogna a cielo aperto non solo ammorba l’aria, ma rischia di infettare il vicino pozzo dell’acqua.

Iraq_20160507_092006 Iraq_20160507_091914 Iraq_20160507_090939 Iraq_20160507_090838 Iraq_20160507_090516 Iraq_20160507_085341

Molti cristiani sono ospitati in case vere e proprie, ma costretti a dividere poche stanze in diverse famiglie. Per non parlare dei prezzi degli affitti, che fin dall’inizio della crisi sono schizzati in su per speculare sulla pelle dei rifugiati.

Non c’è da stupirsi se i cristiani continuano ad essere in fuga alla ricerca di un Eldorado europeo, che non esiste più. Ogni mese 3-4 famiglie partono affidandosi ai trafficanti di uomini. Lo scorso autunno ci hanno provato anche i Maroqi. Su 11 sono annegati in 8 nel mar Egeo. La metà erano bambini. La più piccola si chiamava Anji e aveva solo tre anni e mezzo. A fine gennaio hanno deciso di partire in 200, ma sono tornati indietro in tanti dopo aver speso 600 dollari a testa nel pericoloso tentativo di attraversare l’Egeo.

Fair Morzena raduna ad Erbil una dozzina di cristiani sopravvissuti per raccontare tutta la storia in aramaico, l’unica lingua di Gesù. “In Turchia ci facevano dormire come bestie in locali angusti o nelle stalle fra i monti per raggiungere il mare – racconta Morzena – I trafficanti prendevano i nostri bambini e con la minaccia delle armi li buttavano nel gommone per far salire le mamme e gli uomini. Non volevamo perché ci avevano promesso una barca vera e sicura”. Appena partiti il motore si è fermato ed un’onda ha allagato il gommone. “I bambini piangevano e gridavano inzuppati d’acqua”. I cristiani invocavano la Madonna, ma altre onde hanno capovolto il gommone. “Bambini e donne incinte sono finiti in mare – ricorda Morzena – Ci siamo salvati per miracolo”.

Iraq_20160507_201921 Iraq_20160507_175315 Iraq_20160507_173019 Iraq_20160507_153328 Iraq_20160507_105808

Fabriona piange pensando al marito, che è a Vienna e vorrebbe disperatamente raggiungere con i due figli di 5 e 7 anni. “È stato terribile. Non faremo mai più questo viaggio infernale. Noi cristiani vogliamo andare in Europa, ma con un visto” sottolinea fra le lacrime.

Nonostante le belle parole davanti all’esodo provocato dallo Stato islamico solo la Francia ha aperto le porte ai cristiani. Chi è riuscito ad arrivare in Europa comincia a tornare indietro, soprattutto dai paesi dell’Est come la Repubblica Ceca e la Slovacchia, ma pure dalla Germania dove non tutto è rose e fiori. Fabronia, la giovane mamma di 27 anni, non riesce a darsi pace. In fuga dal Califfo per la sua fede ha rischiato di annegare nell’Egeo. Si sente abbandonata dai paesi cristiani come l’Italia. E si appella a Papa Francesco: “Santo Padre puoi aiutarci in qualche modo?”.

Foto di Gabriele Orlini

Questo reportage è stato realizzato grazie al contributo del Distretto Rotary 2050. A breve usciranno altri reportage su “I profughi dimenticati”

  • Mariagrazia Vianello

    Perchè non accogliere tutti i cristiani? I musulmani sono stati scelti e preferiti,chi sa perché’?

    • Corrado Cappai

      Non vi e’ alcuna preferenza per i musulmani… e, contrariamente a voi, nessun operatore umanitario (o la Chiesa) seleziona in base al credo religioso.

      • franca

        non ce ne e’ bisogno, sono quasi tutti islamici, e quasi tutti incattiviti e affamati di benessere, e non capisco perché tutte queste velleità non le rivolgono ai loro stessi governanti che si arricchiscono sulla loro pelle. va bene aiutare quelli che scappano dalle guerre, ma gli altri dovrebbero darsi da fare a rivoluzionare i loro paesi.

        • montezuma

          Noi non siamo più in grado di fare alcuna “resistenza” e loro non ci pensano nemmeno di farla a casa loro la “resistenza”.

      • Markos Sales

        Ma poi saranno i ciabattanti pasciuti vitelloni maomettani smartphone muniti a scegliere e selezionare chi e’ infedele e chi non lo e’ …..

      • montezuma

        Infatti non selezionano. Prendono solo i musulmani!

      • antonio maria cacciapuoti

        infatti arrivano cani e porci, così dall’oggi al domani abbiamo cristiani di quei paesi e mussulmani che riprendono la faida e cominciano a scannarsi nell’androne di casa mia;

      • Giovanni Marcolini

        A dire il vero sembrerebbe proprio il contrario. I fatti parlano da soli.

      • Mauro Estrandal Romanelli

        Infatti (il) Papa (Nero) Francesco quando è andato in Grecia ha portato in Italia 12 Islamici e 0 Cristiani.
        VIVA LA COERENZA!

      • venzan

        Sappi che la Chiesa è comunità dei credenti cristiani, e non un ente per il benessere materiale in questo mondo, e per tutti.

  • franca

    Francesco, non sei il nostro pastore? capisco che tu debba e voglia fare come il buon samaritano., ma a chi possono rivolgersi le pecore del tuo gregge? o forse sei un imam in incognito?non abbiamo paura dell “altro”, del diverso, ma temiamo e fortemente la loro cultura di morte, di sopraffazione

    • antonio maria cacciapuoti

      con i pericoli che nascono da queste culture sanguinarie e terroriste merita un ciaone anche lui

  • venzan

    I veri profughi di quelle terre sono solo i Non musulmani.

  • candido

    Caro Francesco, una sola domanda veramente di cuore: tu mi insegni che se uno mi insulta la mamma io posso dargli un pugno; perchè se me la violent ao la fa saltare in aria io devo amarlo e accoglierlo ?
    Grazie

  • Juanne Pedru Canalis

    Il Papa e i preti cattolici sono troppo occupati ad accogliere gli islamici e a giustificare il terrorismo islamico, non hanno tempo da perdere per i cristiani perseguitati dall’islam!

  • SAMING

    Il Papa? Quello va a pregare in moschea, ha scelto di ospitare alcune famiglie di maomettani che ha portato con se da Lesbo e dei cristiani pare se ne freghi. L’Osservatore Romano l’altro giorno ha puibblicato una notizia che in Pakistan (dove è notoria la persecuzione contro i cristianio, dove il giorno di Pasqua hanno gettato delle bombe sul sagrato della cattedrale di Lahore ed hanno ucciso 22 cristiani tyra cui moltio bambini, dove si compiono delitti orribili verso i cristiani,ecc ecc ecc ) una chiesetta di fango distrutta a seguito di piogge, è stata ricostruita con l’aiuto di mussulami. NOTIZIA MANIFESTAMENTE FALSA E TENDENZIOSA e comuinque. date le caratteristiche del paese, non credibile. Sia lodato Gesù Cristo.

  • Luciano

    probabilmente in irach i cristiani si convertono in musulmani per convenienza e questi li ha nella coscenza papa francesco quando dovrà rendere conto. Adesso capisco perchè chiede di pregare per lui.

  • zanzaratigre

    Mi spiace, ma questi CRISTIANI sono dei poveri illusi, né al Papa né all’Europa né all’Italia interessa proteggerli al contrario di quanto fanno vomitevolmente per i musulmani! CHE SCHIFO!!!

  • Franco

    questi profughi cristiani meritano la accoglienza non quelli attuali.

  • Giorgio Pulici

    Incredibile come vengono trattati i cristiani che fuggono dall’ISIS, mentre noi ai migranti mussulmani garantiamo vitto ed alloggio e anche cuochi pachistani che sappino cucinare a regola d’arte i loro cibi. In mezzo a questo, il fragoroso silenzio di Papa Francesco, che lava i piedi ai mussulmani, li porta con se in vaticano, ma non pronuncia a piena voce un grido di dolore nei confronti di questi veri disperati.

    • TheoGattler

      Tranquillo, li ha sbolognati alla ‘Comunità di San Egidio’; cioè a noi….

  • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

    ma non lo capite che il dott. Bergoglio ha usurpato il Papato! S.S. Benedetto XVI é l’unico Papa, ed é stato fatto dimettere per uno che inscenasse la sceneggiata di Lampedusa (ed ora Lesbo).
    Vogliono portare in Europa solo musulmani (i cristiani sono pochissimi)! Che vergogna, mai la Chiesa Cattolica italiana era scesa così in basso, mentre Vescovi cattolici ungheresi, polacchi, austriaci, tedeschi, cechi, slovacchi sono Patrioti quelli italiani tifano per i musulmani.
    giuseppe

  • Corrado Cappai

    Ho letto l’articolo e letto i vostri commenti… Mi sa che voi l’articolo non lo avete letto. Avete semplicemente usato questo articolo per vomitare le vostre critiche a Papa Francesco e all’occidente colpevole, secondo le vostre idee, di favorire i profughi muslmani a discapito di quelli cristiani. Non una parola nell’articolo induce a ritenere questa cosa. Dunque mi chiedo… come non pensare che la vostra sia una pura campagna di odio verso l’islam? Non volete essere definiti razzisti, xenofobi, ecc… ma vi ci mettete proprio di impegno per farlo credere…

    • Caterina

      No, ma infatti. Stiamo proprio conducendo una terribile campagna d’odio contro il povero Islam! E’ così evidente che loro ci amano alla follia, “scoppiano” d’amore per noi e ce lo dimostrano tutti i giorni. Patetico

      • Corrado Cappai

        La questione non e’ questa…. la volonta’ dovrebbe essere quella dell’accoglienza a prescindere. Un profugo Cristiano od ebreo non e’ migliore o piu’ meritevole di aiuto di un profugo musulmano. Questa e’ la prima ed essenziale verita’. La seconda e’ che e’ in atto una strategia (una regia) confezionata ad arte per stimolare l’odio verso l’Islam. Cio’ e’ sbagliato a prescindere. Non e’ etico e non e’ Cristiano. Quando capirete questa fondamentale verita’ forse la finirete di criticare Papa Francesco il quale, per altro, con il contenuto di questo articolo non c’entra proprio nulla.

        • franca

          credo che tutti noi abbiamo colto la palla al balzo per chiedere a Francesco di aiutare anche i nostri correligionari o vogliamo solo creare dei martiri? il buon smaritano ha avuto cura di una persona a lui estranea ed anche noi lo dobbiamo fare, e’ vero ma e’ puranche vero che non per questo dobbiamo ignorare i cristiani che nei loro paesi vengono discriminati, uccisi o anche “solo” brutalizzati per favorire persone che vengono in europa solo per avere una vita migliore (cosa più che giusta) ma che a casa loro non vengono certo discriminati per la appartenenza religiosa

          • TheoGattler

            Qui a RE la settimana scorsa i ‘profughi’ pakistani (paese notoriamente in guerra) hanno inscenato una protesta per poter mangiare i propri cibi.
            Ma fanno benissimo, almeno fintanchè ci saranno idioti alla Cappai.

        • TheoGattler

          Perché non li accoglie a CASA SUA E A SUE COMPLETE SPESE ?
          Non è nemmeno etico che io mi debba sobbarcare il loro fancazzismo, non crede ?

          • Mauro Estrandal Romanelli

            Perchè il Sign. Cappai non è mica scemo, si comporta esattamente come il Papa (Nero) Francesco dice:
            Accoglieteli tutti, ma a casa vostra, che alla mia ci tengo…
            Mica scemo, poi chissà che non sia anche lui nel giro delle COOP/Caritas e abbia il suo tornaconto personale come lo hanno le COOP e la Chiesa…
            “A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina.”
            Giulio Andreotti
            Saluti

          • Carlo2222

            Non può essere diversamente.

          • TheoGattler

            Il ‘Sig.’ (si fa per dire) Cappai è la classica persona che fa il frocio con il deretano altrui……
            Tra l’altro io non mi reputo nemmeno cristiano; percui mi chiedo per quale motivazione dovrei comportarmi come tale !!!!
            Che sia nel giro delle COOP/Caritas è possibile, ma non conoscendolo di persona le mie rimangono solo pure ipotesi.
            Potrebbe essere anche uno dei tantissimi ‘buonisti’; ragion per la quale togliendo il tornaconto personale, rimarrebbe unicamente l’idiozia.

          • Corrado Cappai

            Ahahahah sa quale e’ la cosa interessante? Che voi non avete un solo argomento degno di questo nome per difendere le vostre poszioni… mettete insieme una serie di offese, battute, slogan al solo fine di affermare uil vostro razzismo, la vostra xenofobia e la vostra islamofobia. Voi continuerete a farlo, ma siete nella parte sbagliata della storia. In ogni caso, siete il vomito del mondo…

          • Mauro Estrandal Romanelli

            Egr. Sig. Cappai mi dica, cosa le dà il diritto di ritenersi il solo ed unico depositario della verità universale con cui giustifica il fatto di deridere e denigrare chi ha una posizione diversa dalla sua?
            Da un punto di vista psichiatrico, sarebbe molto interessante conoscere la sua motivazione del suo stato mentale, ad una prima analisi lei sembrerebbe affetto da un delirio di nichilismo.
            Un consiglio spassionato, si faccia vedere da uno psichiatra e si faccia curare.
            Si ricordi, il primo passo verso la guarigione è ammettere di avere un problema poi il resto verrà da se.

            Saluti

          • Corrado Cappai

            Paghiamo le tasse proprio anche perche’ sia lo Stato e le istituzioni finanziate dallo Stato a farlo… Parlo dei profughi (Musulmani, Cristiani, Ebrei, Induisti, Buddhisti, Shintoisti, Protestanti, ecc.. ecc…)

          • TheoGattler

            Starsene a casa loro proprio non possono ?
            Comunque decisamente meglio essere fascista, nazista, xenofobo (e chi più ne ha più ne metta) che avere ila scatola cranica piena di segatura come lei.
            Addio

        • TheoGattler

          ‘La seconda e’ che e’ in atto una strategia (una regia) confezionata ad arte per stimolare l’odio verso l’Islam’… stia tranquillo che ci riescono già benissimo da soli a farsi odiare gli islamici.
          Certo lei preferisce chiudere entrambi gli occhi e credere alla favola che l’Islam abbia sotterrato l’ascia di guerra nei confronti, che esiste l’Islam moderato etc….
          Le auguro un brusco risveglio.

        • Carlo2222

          cit [L’ISLAM non ci odia!! Piuttosto, vi sono gruppi di persone, che fanno riferimento all’ISLAM, che ci odiano e decidono di farlo proprio in nome dell’ISLAM]
          Nemmeno il fascismo ci odiava, ma erano quei gruppi di persone che decidevano di uccidere in nome del fascismo. Forse non ti è chiaro… tolto “I POTENTI” che non hanno nessuna religione, le masse (i poveri), traggono l’ideologia dal corano che INCITA ALL’ODIO CONTRO GLI INFEDELI… e se non ci credi, basta scrivere “corano sure” su google.
          Potrai ben notare che “concetti come la “pace” e la “misericordia” è riservata soltanto ai FEDELI!! Per gli INFEDELI, al contrario, vi sono le percosse e le bastonate.

          cit [Un profugo Cristiano od ebreo non e’ migliore o piu’ meritevole di aiuto di un profugo musulmano]
          L’articolo non dice che i musulmani meritano “meno” aiuto, ma denuncia il fatto che l’intera europa si sia dimenticata di tutte quelle persone (cristiani) che vengono sgozzate e ridotte in povertà estrema dall’isis. Quindi…..non sparare cazzate.

          cit [Ma se anche fosse vero che l’ISLAM ci odi, ebbene, da uomini civili e da cristiani dovremmo rispondere a quell’odio con la pace e l’amore]
          Aspetta che venga a casa tua e di spacco la faccia! E mi raccomando! FERMAMI CON LA PACE e magari con qualche per favore…. (sta ca**ata te la potevi risparmiare mio caro sinistroide).

          cit [Ho letto l’articolo e letto i vostri commenti… Mi sa che voi l’articolo non lo avete letto. Avete semplicemente usato questo articolo per vomitare le vostre critiche a Papa Francesco e all’occidente colpevoli, secondo le vostre idee, di favorire i profughi musulmani a discapito di quelli cristiani]
          E STI CA**I!! Frate Tac non fa altro che parlare delle vittime islamiche, ma NON SPRECA NEMMENO UNA SINGOLA E GRATUITA PAROLA, per le vittime cristiane…..come se al momento, fossero soltanto gli islamici a ritrovarsi in una situazione di merda… non ce bisogno di nessun articolo per arrivare a pensarlo da soli… del resto E UN DATO DI FATTO e tu NON lo puoi negare!!

          • Mauro Estrandal Romanelli

            Carlo2222, standing ovation. :)

          • Carlo2222

            Troppo gentile!!

            Buona giornata.

      • Corrado Cappai

        Altra considerazione…. L’ISLAM non ci odia!! Piuttosto, vi sono gruppi di persone, che fanno riferimento all’ISLAM, che ci odiano e decidono di farlo proprio in nome dell’ISLAM. Le due cose non sono reciproche ma ben distinte. Ma se anche fosse vero che l’ISLAM ci odi, ebbene, da uomini civili e da cristiani dovremmo rispondere a quell’odio con la pace e l’amore. Ce lo ha insegnato Gesu’ Cristo, che ha risposto con il proprio sacrificio all’odio dei romani. Ce lo hanno insegnato e mostrato piu’ recentemente Gandhi, Madre Teresa, Martin Luther king, Mandela…. ecc.

        • Mauro Estrandal Romanelli

          E magari ce lo insegnano anche i poveri Terroristi che si fanno esplodere ammazzando tanti infedeli…
          Vero?
          Patetico…
          Saluti

      • virgilio

        non so se l’Islam ci odia ma se anche fosse ne avrebbero tutto il diritto,
        mia cara Caterina prova a venire da me a portarmi via la casa o il mio terreno o prendermi quello che ti fa piacere,se non ti faccio un culo cosi
        e il minimo

    • virgilio

      condivido

  • Corrado Cappai

    Ripeto… L’articolo e’ una sorta di accusa all’occidente che respinge i profughi. Non accusa il respingimento o la non accoglienza dei cristiani. L’articolo e’ onesto ed equilibrato. Nonostante questo, voi riuscite a confezionare un’accusa alla Chiesa ed a Papa Francesco. Non vi fate schifo da soli? Per fortuna siete solo un migliaio di coglioni.

    • Mauro Estrandal Romanelli

      Complimenti per il suo elevato senso della Democrazia Sig. Cappai.
      Quando dei cittadini che, che sono il popolo, colui il quale non solo elegge il Governo (tranne che in Italia dove viene eletto dalla BCE-FMI), ma è il depositario del potere Democratico si lamentano del fatto che stiamo importando una massa di trogloditi islamici solo per la gioa delle multinazionali e delle COOP/Caritas, lei cosa fa?
      Gli dà dei coglioni.
      Che caduta di stile penosa e disdicevole, degna solo di un individuo che non sapendo apporre motivazioni sorrette dalla logica preferisce passare agli insulti e vedere in chi ha le idee diverse dalle sue un avversario da demonizzare, ridicolizzare e porre in un piano inferiore come un povero habens minus.
      Mi dica, la verità suprema dove l’ha ricevuta, da Dio Onnipotente, dalla segreteria di partito o in un ovetto Kinder?
      Una sola parola la può definire:

      Patetico…
      Saluti

      • Corrado Cappai

        Guardi facciamo cosi’ rivolgo l’epiteto direttamente a lei. Quando scrive: “…stiamo importando una massa di trogloditi islamici…” lei e’ un coglione!!

    • TheoGattler

      E per fortuna anche dei suoi amici ‘profughi’ che siamo unicamente un migliaio di coglioni, come molto democraticamente ci ha definito.
      Se fossimo in maggioranza se lo sognerebbero di gettare il cibo per terra perchè non di loro gradimento, rifiutare sistemazioni perché non hanno la connessione WiFi con il quale collegare il loro smartphone o tablet di ultimissima generazione, se lo sognerebbero di poter trascorrere vacanze sulle Alpi completamente spesate, se lo sognerebbero di avere a loro disposizione una colf che provvede a riordinare le loro camere, se lo sognerebbero di trascorrere intere giornate in hothel 5 stelle completamente spesati dal contribuente.
      Per loro fortuna, siamo solo un migliaio di coglioni…..

      • Corrado Cappai

        Guardi… per quanto mi riguarda c’e’ poco di democratico o anti-democratico nell’affermare che gente come lei siete dei coglioni. In passato, per le vostre idee vi ho definito razzisti, xenofobi, populisti, islamofobici, guerrafondai, ecc.. vi siete offesi altrettanto. Facciamo cosi’ giudicatevi da soli. le cose che voi affermate. Il pensiero che portate avanti e’ lo stesso identico dei fascisti e dei nazisti… Usate il pretesto religioso per invocare alla pulizia etnica… io, per prudenza, continuo a definirvi Coglioni… Chissa’ che un giorno non vi si debba definire dei criminali…

        • TheoGattler

          Un miliardodi volte meglio essere xenofobo, razzista, fascista (e chi più ne ha più ne metta) che essere un perfetto idiota come lei.
          Addio

          • Corrado Cappai

            Se non altro la risposta e’ coerente… Peccato che io ci metto la mia faccia, il mio nome ed il mio cognome. Lei la sua, a sostegno delle sue deliranti idee, non la mette!!

          • TheoGattler

            La sua faccia…. peggio di Boris Karloff in Frankenstein; ci sarebbe materiale per una denuncia penale a pubblicare una simile ‘faccia’ degna del peggior incubo.
            Per tutto il resto, reputo il mio tempo troppo prezioso per continuarlo a sprecare con un avvizzinato come lei; per cui questo è un addio DEFINITIVO.
            Si continui pure a godere i degni seguaci del ‘Profeta’ pedofilo ed assassino.

  • Kipelov

    CCAPPAI
    Accoglienza non significa sottomissione.Accoglienza significa rispetto econvivenza.Rispetto per chi ospita,non pretese di conversioni ad usi e costumi diversi da quelli occidentali sia laici che religiosi.Accoglienza NON significa discriminazione verso le popolazioni autoctone.Accoglienza NON significa essere responsabili di tutto il continente Africano e di tutto il medio oriente nè del loro sviluppo.Accoglienza NON significa subire discriminazioni statali con agevolazioni per i clandestini,nè significa essere vittime sacrificali senza futuro grazie ad una politica economica e sociale che favorisce il precariato per gli italiani e che quindi preclude a molti la possibilità di avere figli, mentre per gli accolti di ogni genere e grado abbiamo a disposizione un surplus di risorse che ,casualmente,per i nativi sono inesistenti.Accoglienza significa riconoscenza e gratitudine,non pretese senza diritto alcuno.In ultimo, accogli tu in prima persona,ospita almeno un paio di famiglie nella tua abiitazione, condividi le tue risorse spirituali e soprattutto bancarie,garantisci grazie ai proventi del tuo reddito il futuro,la sanità e l’istruzione ai tuoi ritrovati fratelli.Dio te ne sarà infinitamente grato,il califfato pure.Tu applica il porgi l’altra guancia, il resto delle persone sane di mente sarà costretto a ricorrere alla tradizionale legge biblica del taglione grazie a personaggi come te che invocano il melting pot razziale in ogni salsa disponibile accusando di xenofobia chi la pensa diversamente.I soliti benpensanti che si fanno grandi e si ergono al ruolo di benefattori cristiani grazie ai soldi della comunità inerme.I soliti che predicano il buonismo perchè hanno la pancia ed il portafoglio pieni.Comodo,troppo comodo.

    • Corrado Cappai

      Il vostro pensarla diversamente… non rientra tra i giudizi e le opinioni a carattere democratico. Quindi, chiamatevi come vi pare. Io non avendo altri buoni riferimenti vi ritengo Fascisti, nazisti, razzisti, xenofobi… in due parole: FECCIA UMANA…

      • Kipelov

        A non essere democratico è lei, un buonista patetico che si appropria falsamente della vera pietas cristiana a suo uso e consumo personale.SI faccia mussulmano e si converta,la smetta di scartavetrare le gonadi qui dimostrandosi falsamente caritatevole con il portafoglio degli altri,Usi il suo e condivida le suie risorse economiche con i suoi nuovi e ritrovati confratelli.

        • Carlo2222

          Sta tranquillo…arriverà il momento che la prenderanno nel cu*o sotto ogni punto di vista.

          • Kipelov

            Il problema però è che nel frattempo la supposta sta arrivando per tutti.Con i NOSTRI soldi,manteniamo e dovremo mantenere mezza Africa.Quando le risorse finiranno,le conseguenze dovremo pagarle tutti sulla nostra pelle,purtroppo.Qui in troppi decidono in nome e per conto della popolazione:tempi non buoni e forieri di problemi ancora più gravi nell’immediato futuro.

          • Carlo2222

            Purtroppo il popolo italiano è fatto così… fino a quando il problema non lo “toccherà” nel “personale”, non muoverà un dito per risolvere tutto il caos commesso dalla nazi-sinistra. Purtroppo i problemi di sfruttamento dell’italiano medio, per quanto possa sembrare strano, NON è sotto gli occhi di tutti… facendo un giro per il CENTRO città (escluso palermo, dove anche nel centro vige una condizione di degrado “immondizievole”), questi problemi non si notano a tal punto da far suscitare un forte senso di disapprovazione per la politica del nostro governo(?)….ma…quando succederà, il buon senso trionferà.

          • Kipelov

            Vero,tutto triste ma altrettanto e purtroppo verissimo.L’ignoranza totale di chi vive placidamente e seraficamente all’interno della propria bolla di sapone è forse la cosa più stomachevole da sopportare (almeno per il sottoscritto).Nessuno sa (o fa finta di non voler sapere) che tutto il presente sinora è stato garantito grazie agli sforzi di altri…la cosa peggiore è che, quando arriverà il giorno in cui i beoti saranno attaccati nel personale, poi si sveglieranno e cercheranno di saltare sul carro che dovrà salvare anche loro.Assurdo che i pochi consapevoli di oggi dovranno essere anche i buoni samaritani di domani,quando nessuno li aveva ascoltati prima.

  • BIASINI

    Attenti che Bergoglio vi manda mons. Galantino che, dopo un discorso politico sulle negligenze dell’Europa, è capace di ammannirvi una lezione di chimica degli alimenti per combattere la fame.

  • https://wordpress.com/read/blog/feed/43661236 Rosso Pasquí

    Il Santo Padre fa tutto quello che puó per i cristiani… infatti sta convincendo i governi europei a riempire le nazioni di musulmani e di moschee e di ringraziarli pure perché sono un dono di dio. Adesso lungi da me dal giudicare un sant’uomo come papa Francesco, ma secondo me é tutta colpa della dieta vegana a cui lo stanno obbligando a seguire… che tutti sanno priva di proteine e minerali necessari al cervello per funzionare bene. Non puó esserci altro motivo. Per quanto riguarda i cristiani massacrati, umiliati, minacciati, cacciati via dalle proprie case e in balia di banditi musulmani… behhh… non dimentica di pregare per loro la domenica mattina dalla finestra del bel palazzone a san pietro. Cosa si puó pretendere di piú. Il resto é nelle mani della madonna. Quale? Chennesó… quella di Lourdes? di Fatima? o quell’altra serba? Insomma, una di loro prima o poi un miracolo lo fará, abbiate fede.

  • best67

    troppo impegnato a lavare i piedi agli islamici|

  • MarioGalaverna2000

    Il titolo è fuorviante, lo correggo.

    Profughi cristiani a Papa

    “Fai qualcosa ANCHE per noi”

  • carlo

    questo continente ha perso ormai totalmente quelli che sono stati i nostri i nostri valori fondanti , per acquisire dei disvalori che ci porteranno a un lento ma inesorabile declino dove già si intravedono
    i primi segnali , inutile elencarli … ognuno li valuti da se … l’attuale Papa ne è un esempio ,
    quello che dovrebbe essere il campione della fede , è soltanto un ” politico ” che porta avanti con perspicacia il relativismo , disorientando soltanto le masse Cristiano-Cattoliche ! verrebbe da pensare
    egli sia quasi quasi un anti-Papa … come Cattolico ammiro gli Ebrei , cosi solidali e compatti nel difendere il loro popolo e la loro fede .