30962119356_c670264ecf_b

Il Sudafrica lotta contro l’apartheid
Dà ai neri le terre dei contadini bianchi

L’African National Congress (ANC), partito di maggioranza del Sudafrica dalla fine dell’apartheid, ha approvato un emendamento costituzionale che consentirà al governo di Johannesburg/Pretoria/Città del Capo di espropriare le terre sotto il controllo dei contadini bianchi da quasi cinque secoli. 

La nuova legge rientra nel programma di governo di Cyril Ramaphosa, nominato per la prima volta presidente del Sudafrica poco più di due settimane fa, prendendo il posto di un a dir poco discutibile Zuma, e prevede l’espropriazione delle terre rurali, concentrate nelle mani dei coltivatori dalla pelle bianca, senza che questi possano godere di alcuna compensazione economica.

La proposta è stata avanzata dai parlamentari della sinistra radicale del EFF (Economic Freedom Fighters), appoggiati in sede di suffragio dal partito di maggioranza dell’ANC, facendo approvare la mozione di modifica della sezione 25 della Costituzione con 241 voti a favore contro gli 83 contrari. Il leader del partito di sinistra Julius Malema ha sottolineato come tale provvedimento sia soltanto un passo avanti verso la restituzione della dignità ad un popolo martoriato per anni “da criminali che non riceveranno compenso per ciò”. 

Il programma dell’African National Congress prevede dalla sua elezione quale partito di maggioranza nel 1994 un programma che fosse atto a ridurre le disparità sociali derivanti dal colore della pelle, specie dopo la fine dell’apartheid e della dominazione anglo-olandese, che dal Seicento aveva operato violenze e soprusi nei confronti delle popolazioni autoctone. Nessuno però, fino ad oggi, aveva osato prendere la piena iniziativa al riguardo, visti anche i primi entusiastici periodi post-dominazione, e il larghissimo consenso di cui l’ANC godeva. Nel recente passato, tuttavia, anche a causa degli innumerevoli scandali che hanno coinvolto l’ex presidente Zuma, il partito ha perso una grossa fetta dei suoi consensi, dunque non poteva più aspettare nell’intraprendere questo percorso, dai risvolti ancora molto incerti.

Ad oggi la popolazione di colore del Sudafrica costituisce circa il 79%, e controllano soltanto l’1,2% delle terre coltivabili, mentre la popolazione bianca, di origine inglese o boera, che rappresenta il 9% della popolazione, detiene il controllo su oltre i due terzi delle terre coltivabili tra zone rurali e zone urbane. Dunque esiste un problema di disparità razziale, con evidenti radici storiche plurisecolari, ma non si sa se sia esattamente il modo migliore di operare. 

Tra la fine degli anni ’90 e i primi anni 2000 un’operazione simile è stata condotta in Zimbabwe dal presidente Mugabe, il quale ha concesso quindi molte delle terre espropriate ai cittadini di carnagione nera del proprio Paese. Ne è risultata una forte flessione nella produzione agricola, poiché tali frange di popolazione erano sprovviste dell’expertise e degli strumenti di produzione adeguati per l’attività agricola. Solo nel 2010 è stata portata alla luce l’eventualità che Mugabe, in realtà, offrì tali terre ai propri alleati e non ai comuni cittadini. 

Un altro timore è rappresentato quindi dalla possibilità che la corruzione diffusa tra i membri del parlamento locale possa dunque rendere la strategia attuata solo una forma di compensazione clientelare per alcuni vicinissimi ai vertici della politica, con la possibilità di far esplodere una bomba sociale in un paese di 50 milioni di persone con condizioni di disagio e povertà ancora molto diffuse. 

  • best67

    il sudafrica farà la fine dello zimbabwe,che da “granaio d’africa” oggi campa della carità internazionale!voglie vedere se le n.u. applicheranno sanzioni economiche per questa decisione razzista!

    • routier

      In questi casi Le Nazioni Unite sono come le famose tre scimmiette. Non vedono, non sentono, non parlano.

    • Lupo

      Da quando governano i neri è praticamente impossibile trovare i dati del crollo economico del Sudafrica, sono invece notissimi gli omicidi che hanno trasformato Johannesburg nella città più pericolosa al mondo. Gli africani sono semplicemente incapaci di evolversi, vogliono vivere senza sacrificarsi, ecco perchè vengono tutti in Europa

      • Lorenzo

        “vogliono vivere senza sacrificarsi..”ecco perche’ in meridione lavorano dieci ore al giorno per 20 euros a raccogliere pomodori per i mafiosi italiani

        • Aldo

          Ecco perché stanno facendo colare a picco il salario comportandosi da esercito industriale di riserva. Ormai comunque a raccogliere pomodori a 20 euro l’ora ci sono molti italiani che non fiatano perché se provano a chiedere un euro in più il mafioso italiano gli dice mi prendo un nero mi costa meno e l’Italiano a casetta.

          • best67

            grazie all’abbondanza di manodopera d’importazione,i salari sono bassissimi è a nero!

        • best67

          fatti un a passeggiata nel tavoliere,in provincia di foggia!scoprirai che la guerra tra “caporali” romeni,bulgari e ucraini (a chi fa prezzi più bassi) ha fatto sì che un bracciante,per una giornata di lavoro che in estate può arrivare a 14 ore,porta a casa,se gli va bene 20 €!e sono tanti gli italiani, specialmente donne,che per fame,debbono mendicare lavoro in quel modo agli stranieri!

        • AlbertNola

          La mafia non esiste! È un’invenzione di voi comunisti.

  • Albert Nextein

    Il capo del governo ha detto che dalla riconciliazione ora si passa alla giustizia.
    Ha anche detto che il furto delle terre ai bianchi non passa , per ora, dalla loro uccisione.
    I bianchi si devono armare fino ai denti.
    Minare i loro impianti , edifici, servizi, condotte, fogne , tutto quanto hanno costruito nel tempo.
    Allorché si presenti la mala parata prima di riparare in salvo dovrebbero e far saltare tutto, cosicché ai sudafricani negri rimanga la terra.
    La terra come i boeri e gli inglesi la trovarono al loro arrivo.

    • Raoul Pontalti

      Guarda animale che furono i bianchi a rubare le terre ai negri e i numeri forniti dall’articolo lo domostrano. Giusto che le terre rubate siano confiscate e ridate ai derubati.

      • Italo Balbo

        Ignorante galattico: quando i Boeri arrivarono in Sud Africa i Bantu, quelli che vogliono espropriare le terre dei discendenti dei Boeri, in Sud Africa non c’erano. Studia !

        • Nerone2

          Non e’ vero quel che hai scritto. I Bantu si insediarono in Sud Africa all’incirca nel 300 D.C.

          • Italo Balbo

            No affatto, i Boeri arrivarono in Sud Africa nel XVII secolo, a quell’epoca i Bantu non erano andati oltre lo Zambesi ( regno di Monomotapa) fu solo nel tardo XVIII secolo, oltre cento anni dopo che i primi clan di Nguni, (Xhosa, Swazi e Zulu) si espansero verso il Sud Africa. Il regno di Shaka Zulu, che riunì i clan, si trovava nell’ex Rhodesia, oggi Zimbabwe, non in Sud Africa. Studia !

        • Raoul Pontalti

          Come tutti i destricoli hai poche idee ma ben confuse (nel caso dalla propaganda colonialista). In Sudafrica (paese artificiale come tutti queli africani e non solo..) le etnie indigene sono svariate e quelle bantu sono predominanti globalmente e presenti nelle zone centro-orientali e settentrionali DA “SEMPRE”! Tu fai orrenda confusione con una in particolare delle etnie bantu ossia quella degli Zulù che nel XIX secolo si espanse notevolmente giungendo a scontrarsi con i boeri provenienti da sud (a loro volta sospinti dai britannici). Ma l’entità delle diverse migrazioni africane indotte dal colonialismo anglo-portogese fu ben più modesta di quuanto enfatizzato dai colonialisti. In tutti casi poi la presenza di bianchi a sud del Sahara denota invasione colonialista.

          • Italo Balbo

            Come tutti i sinstrati la storia non la conosci e parli a vanvera: i primi Bantu a penetrare in Sud Africa non furono gli Zulu ma gli Xhosa, gli Zulu, militarmente i più organizzati tra i clan di etnia Bantu, furono quelli che riuscirono a creare un effimero regno nello Zimbabwe ( si stima con il massacro di oltre un milione di persone di etnia non Bantu o di clan non Zulu) fu solo più tardi che si diffusero in Sud Africa. Nessuno nega che la presenza di bianchi sotto il Sahara fu colonialismo, ma così come non tutti i bianchi fanno parte della stessa etnia non tutti i negri lo sono. Per curiosità: poiché giudichi la presenza dei bianchi a Sud del Sahara colonialismo come giudichi la presenza di neri a Nord di Capo Bon ?

          • Raoul Pontalti

            Non capisci una fava o destricolo! Ho detto che i Bantu di cui gli Zulù sono una etnia erano già presenti in Sudafrica prima dell’arrivo dei bianchi (leggiti qualcosa sulla relativa civiltà che aveva poi sottomesso boscimani, ottentotti, pigmei etc) e non ho specificato quale tra queste era arrivata prima. Tu sei fermo alla propaganda colonialista e alla storiografia durata fino agli anni 60 a giustificazione del colonialismo. I negri a nord di Capo Bon (turisti e uomini d’affari a parte) sono giustament epresenti per farsi risarcire dai colonialisti. Io se fossi congolese (dell’ex Zaire soprattutto) andrei in Belgio a sutprare tutte le donne bianche e a tagliare le mani e i piedi agli uomini bianchi per restiture quanto da loro fatto all’epoca del cd Congo leopoldino (vai a vedere l’orrore che fu). PS ti rammento che sono fascista.

          • Italo Balbo

            Il classico sinistrato analfabeta funzionale che non è in grado di comprendere quanto legge: l’etnia è Bantu, gli Zulu non son un’etnia ma un clan. La frequentazione dei centri sociali e la conseguente esposizione a grandi dosi di THC deve averti rovinato il cervellino, da lì la tua ammirazione per gli eroi che fanno a pezzi le ragazze bianche, come successo alle povera Pamela di Macerata, se fossi in grado di comprendere le bestialità che scrivi potresti persino arrivare a provare vergogna, ma sei talmente bacato che non te ne rendi nemmeno conto. Da TSO.

          • Raoul Pontalti

            Ma sei proprio un animale…Non solo non conosci nemmeno la terminologia di base dell’antropologia (famiglia, clan, tribù, etnia, etc.) e infatti quella bantu è una famiglia linguistica che comprende diverse etnie parlanti lingua imparentate, ma non capisci nmmeno il senso del mio dire: i colonialisti hanno stuprato l’Africa e gli africani sono anche troppo buoni con i colonialisti. Non ti rendi conto destricolo dei miei zebedei che proprio le farneticazioni razzistiche tue e dei tuoi conspecifici (animali padani) giustificaherebbero il servaggio dell’Italia nei confronti delle razze dominanti anche d’oltreoceano.

          • Italo Balbo

            Il solito cliché: quando l’aristofreak dei centri sociali non ha più argomenti ulula al padano razzista, convinto, nella sua pochezza, di strappare qualcosa di più della nostra commiserazione. La confusione che fai tra famiglia e famiglia linguistica induce a pensare che il tempo passato tra un centro sociale ed una okkupazione non abbia posto alcun rimedio, e come potrebbe (?), all’abissale ignoranza che ti distingue, il che potrebbe lasciarci indifferenti, ma quando congiunta con l’arroganza di un talebano diventa davvero ridicola. In Africa dovresti provare ad andare, ti renderesti conto che sotto i cattivoni bianchi la qualità della vita dei popoli indigeni era molto superiore a quella odierna. Ma per voi corrosi dal THC questi concetti sono fuori portata, è sempre colpa del padano razzista, del bianco colonialista, del rettiliano cattivo, delle scie chimiche e baggianate simili.

          • Raoul Pontalti

            Ma nemmeno sei capace di indicarla sul mappamondo l’Africa o somaro.

          • Soap&Rope

            Pensa per te, testicolo che non sai nemmeno dove abiti…

          • Roberto Corelli

            a snistrato di Pontalti…io so Solo che quando l’africa era colonizzata dagli europei stavano tutti bene, erano aiutati dagli occidentali..si son voluti rendere indipendenti e come vedi l’Africa è un continente dove si massacrano da soli fra di loro, come la mattanza fra rwanda e Burundi o al confine con Congo Bega dominato da60 anni da milizie comuniste, dovresti ben saperlo…dove c’è il comunismo anche in Africa c’è solo distruzione e miseria, RICOLONIZZIAMO L’AFRICA!!!

          • montezuma

            Basta farsi qualche viaggio (con qualche rischio) per vedere come stanno mandando tutto in malora. E’ un fatto.

          • Lorenzo

            basta vedere come abbiamo fatto sviluppare NOI ITALIANI Eritrea e Somalia !!!! il piu’ istruito sapeva a mala pena leggere al momento dell’indipendenza…e l’abbiamo fatto presidente della repubblica delle banane

          • Emilia2

            In Eritrea e Somalia i locali sotto la dominazione italiana vivevano molto meglio che dopo l’indipendenza.

          • best67

            per costruire una civiltà occorrono secoli!coi decenni si fa ben poco!

          • montezuma

            Non so se ho ben compreso. In Eritrea, Etiopia, Libia e Somalia avevamo lasciato buone infrastrutture e anche un buon livello di istruzione. Purtroppo, nel secondp dopoguerra i “nostri” politici se ne sono disinteressati quasi completamente se non come sponde … per mettersi in tasca dei fondi … stornati.

          • once

            Ma non rispondete a ste zecche gnuranti di comu-catto-liberal-zoccoid (che maggior parte ebraici, quali con gli arabi e negri stessi crearono vedevano gli schiavi dal principio dei tempi), poi danno la colpa ai bianchi … guardate a chi appartenevano le compagnie che aquistavano e vendevano gli schia TUTTI COHEN

          • Lorenzo

            calma la…stai esagerando ma alla grande…ti augurerei una settimana da negretto sotto gli ordini del buana…poi vedremo se posterai altre stupidaggini come questa

          • best67

            i negretti (per usare il tuo linguaaggio politicamente corretto) hanno buana neri (e si stanno imponendo quelli gialli)!

          • Raoul Pontalti

            Ma vai a vedere cosa fu il Congo leopoldino o animale! dove gli schiavisti belgi mozzavano le mani e i piedi alle mogli e alle figlie dei poveretti che non tenevano i ritmi di lavoro bestiali imposti nelle piantagioni. Il colonialismo europeo fu un orrore senza fine in cui anche gli italiani purtroppo ebbero le loro responsabilità.

          • once

            Imbezil i congolesi si mangiavano vicenda e ancora oggi si mangiano i bianchi come il tuo patriota di Macerata

          • best67

            guarda che quel lavoro “sporco”
            lo facevano altri (per usare la tua terminologia) negri!i belgi si limitarono ad applicare le consuetudini locali!il congo era una specie di zona franca in cui era lecito prendere anche schiavi,pratica portata avanti da altri (sempre con la tua terminologia) negri!uno di questi,dal nome impronunciabile (era noto come Tippu Tip) arrivò a possedere più di 10.000 schiavi!

          • Dango956 .

            Stavano tutti bene quanto può stare bene uno che è costretto a fare il servo a casa sua. E quella di massacrarsi tra loro è un’abitudine che nasce sì dalle caratteristiche ambientali sfavorevoli e dalla scarsità di risorse, ma che i le potenze coloniali e neo coloniali hanno sempre incoraggiato, prima distribuendo privilegi e potere a certe etnie piuttosto che altre e poi nella fase neocoloniale eliminando sistematicamente tutti i leader emergenti che avessero progetti di unità nazionale e progresso civile, preferendo puntare su corrotti capi tribù (il caso di Patrice Lumumba è esemplare).

          • Bob184 —

            Forse é per questo, per esaltati come Voi che il Fascismo fece una fine ingloriosa. Voi avete sempre ragione, Voi sapete tutto, ma chi caxxo siete, ducino di borgata . Datevi una calmata, il commentatore I.B. non ha tutti i torti, gli Zulu della famiglia linguistica Bantù erano soprattutto nel nord est dell’attuale R.S.A., dediti più che altro all pastorizia ed allevamento bovino.
            La colonizzazione delle terre avvenne a partire dalla zona del Capo, e tale rimase per circa tre secoli. Solo nella prima metà del XIX secolo cominciò la colonizzazione della costa est, scoperta ma non abitata fin dalla fine del XV secolo da un portoghese. Firmato da uno che si iscrisse alla Giovane Italia all’età di 14 anni ed a 15 al M.S.I.

          • Paolo Ventura

            E tu, testicolo, a che propaganda ti sei fermato? a quella del kominform?

          • MarioD6

            A me non importa se lei è sinistro, destro o ambidestro. Quello che è inequivocabile è che paesi come la Somalia, la Rodesia, la Tanzania, il Kenia ed il Sud Africa, fino a quando sono stati gestiti dagli sporchi colonialisti andavano a gonfie vele, tutti mangiavano fino al momento dell’indipendenza dai soliti sporchi colonialisti. Dopo, in pochi anni, sono riusciti a ridurre le loro nazioni a campi di battaglia con centinaia di migliaia di morti e popolazioni alla fame e alla miseria. Salvo l’elite che comanda e che si appropria di ogni centesimo, fregandosene altamente del popolo bue. Il Sud Africa farà la stessa fine e nel giro di pochi anni. L’incapacità cronica di gestire un impianto industriale da parte dei neri è sotto gli occhi di tutti, vedere Nigeria !!!

          • Andrea De Benedetti

            Parlo per esperienza personale essendo stato,molti anni fa, per moltissime volte sia Cape Town, Durban, ecc.ecc. Ricordo che a Cape Town e solo a Cape Town mentre i sud africani bianchi circolavano in pantaloncini corti e maglette con le mezze maniche i sud africani dalla pelle scura portavano il Cappotto. Ricordo la battuta di un collega che diceva che con la temperatura dell`uomo bianco.l`uomo scuro o nero doveva portare il Cappotto.
            Cio` stava a significare che l`uomo nero era un immigrato in quanto nei tempi andati non esisteva i cappotto disponibile per i sud africani dalla pelle scura.

          • Raoul Pontalti

            Goliardata sublime!

          • best67

            gli zulù,di etnia ngoni,abitavano più a nord,lontano dal mare!difatti vennero a contatto coi boeri nel 7/800 quando questi ultimi (i boeri) si spostarono verso l’interno coi cosi detti “trek”!quelli che più abitavano verso il mare (ma non proprio in riva al mare) erano popoli del ceppo dei boscimani e degli ottentotti!popoli che di agricoltura praticavano solo quella di sussistenza,(lavoro appioppato alle donne,mentre gli iomini facevano i pastori e i cacciatori)!la maggior parte dei neri abitanti la costa giunsero dopo;o dall’interno come migranti,o portati da olandesi e inglesi come schiavi,da zone dell’africa!

          • once

            Gnurant i Boeri erano gia’ li’ e venivano dal nord gli Zulu erano a sud sulla costa e i Boeri le migrazioni africane non erano perche’ i paesi erano colonizzati perche’ nel’500 non c’erano ne portoghesi ne inglesi!!!!!!

        • once

          A parte l’ignorante di queste zecche sinistroidi schifose. La realta e che molti di voi essendo all’estero del Sud Africa ci ha quasi azzeccato (certamente non gli ignoranti zeccari di sinistra). I Bushmen (che neri geneticamente e visualmente non sono negroidi) erano in tutto il Sud Africa da MILLENNI, la prova nei disegni lasciati nelle roccie sparse dappertutto dalla costa a costa. I neri non hanno lasciato mai niente anche perche’ erano nomadi, arrivavano facevano piazza pulita, litigavano fra di loro e si dividevano in nuove tribu per muoversi altrove. Da non dimenticare che le lingue scritte dei neri sono state create dai bianchi. Come oggi nel western Cape c’erano una specie Boscimani 200 anni fa’ proveniente dalla Namibia cui sono oggi estinti (si riconoscevano dal sedere che era enorme). Oggi da ormai 30 anni ANC manda i neri dal resto del Sud Africa nel Western Cape nel tentativo di vincere le elezioni che hanno sempre perso al DA, ovviamente per poi un giorno dire che le terre di proprieta dei bianchi furono dei neri. La stessa storia e successa con le miniere … al Nord gli Inglesi gia’ nel 1800 avevano contratti con i Chief delle varie tribu’ e li hanno sempre pagati profuamtamente!!! Le miniere di platino del nord (quale tribu’ e sempre stata alleata dei Boeri quali difatti, gli Tswana hanno statue di Kruger un po’ dappertutto. La loro nazione fu’ eliminata dall’ANC nel 1994), questi hanno le percentuali di proprieta’ delle miniere e ricevono profitti tutti gli anni (al che come in Italia non accettabile con zecche tipo la Boldracca) ma non econveniente all’ANC perche’ loro non ricevono niente. Adesso la cosa e molto semplice. I neri vogliono le terre (non loro) indietro? Bene dato che sono coltivate che gli diano le terre in proporzione alle coltivazioni che loro fecero quando loro erano li …. il che e uguale a meno del 0.000001%. Si vogliono le terre belle coltivate a che scopo? Quelli non sanno coltivare (ben dimostrato). Un mio amico aveva un terreno 40 ettari comprato al Nord aveva fatto una rest bellissima (ovviamente con disegni Bushmen sulle roccie). I neri l’hanno sbattuto via dato 4 soldi. Oggi non c’e’ piu’ niente tutto distrutto, rubato, bruciato. A ste zecche di sinistra gli faceva comodo quando i Russi avevano in mano il Mozambico perche’ fecero man bassa di tutto. Ci sono voluti 20 anni per ricrescere la popolazione marina di pesce rubato ai neri che facevano la fame, Mi ricordo a Cesenatico dove i communisti si abbuffavano di aragoste, prawns dal Mozambico comprate per 3 soldi dai compagni Russi. I millioni rubati attraverso la Cooperazione Europea che si fermava a Botteghe Oscure dii Roma.

      • best67

        ma come sei bravo!difendi (per modo di dire) gli africani e usi l’aborrito termine “negri”?

        • Raoul Pontalti

          Negro da nigrus ossia nero. O tu cambieresti Montenegro con Monte Nero confondendo una nazione con una montagna vicino a Caporetto?

          • best67

            ne devi rendere conto ai sacerdoti e sacerdotesse del poliricamente corretto!

    • Limp Yao

      Senza nessun rispetto: quella terra era dei nativi! ora se la riprendono, dopo 500 anni di torture. Se li prendono a bastonate, restituiscono una piccola parte di quello che hanno sopportato per generazioni. Ti avevano mai detto che la storia muta? Ora il vento in Africa sta cambiando.
      E per voi razzisti e giunta l’ora della resa dei conti. Quando li butteranno in mare sara’ sempre troppo tardi.
      I bianchi non hanno costruito nulla in Sudafrica, sono sempre stati seduti alla scrivania ad aspettare il bottino prodotto dal lavoro dei nativi. Parassiti totali…

  • Andrea Prospero

    Ma se i bianchi fanno rendere la terra (assumendo anche lavoratori neri) e i neri la mandando in malora ci sarà un motivo?

    • best67

      quello che non vogliono capire n-u.,ongh e altre pie associazioni!

    • Raffaele Riff Borgese

      Ho risposto a Cesare sopra…

    • BlackSail33

      Si, ma non si può dire. Ti mettono al gabbio, la verità scomoda è abolita.

    • Andrea Repezza

      Economia di sussistenza, tipo droit de feu, ossia poter coltivare per qualche anno le terre dopo aver bruciato le sterpaglie per avere una cenere fertile per le coltivazioni, in molti casi sono le donne a svolgere tale lavoro, mentre gli uomini sono allevatori/cacciatori o appunto vanno nelle emtropoli in cerca di lavoro.
      Inoltre leggendo il libricino migranti migranti migranti ho scoperto che dopo le guerre d’indipendenza degli anni 60 e 70′ autori e soprattutto autrici di certi libri d’inchiesta africani hanno rilevato un crollo dell’impegno e passione per il benessere delle loro nazioni da parte delle generazioni successive, tornate ad un’economia di sussitenza o assistenza da parte di ONU, NGO ed aiuti dai parsi del Primo Mondo, dovuto anche alla rampante corruzione dei presidenti dittatori che attraverso reti famigliari e tribali detengono enormi ricchezze a scapito delle altre fasce sociali.

  • BlackSail33

    Era ovvio. I bianchi finiranno nei ghetti, e il sudafrica in mano ai neri finirà in fallimento. Se questo non è razzismo……

  • hernando45

    I quali (NERI) le rivenderanno subito ai BIANCHI, per fare soldi senza dover lavorare!!!lol lol.
    PENSIERINO DELLA SERA. Pensar male e peccato ma a volte ci si azzecca. Andreotti.

  • Cesare Signoroni

    È dalla fine del colonialismo e quindi da quando l´Africa é governata dai nativi neri, che é praticamente al fallimento totale!! Qualche benpensante politically correct non si é mai chiesto il perché? Kenya, Rhodesia, Congo, Uganda, Tanganika lo stesso Sud Africa, che erano nazioni prospere e ricche, sono state trasformate dagli stessi africani in miserevoli lande dove imperversano guerre tribali e epidemie!! La distruzione che i neri hanno fatto nei loro paesi, adesso la vogliono esportare in Europa, invadendoci illegalmente!!

    • montezuma

      Puro buon senso. Purtroppo molti alimentano intenzionalmente o meno, il senso di colpa proprio e degli altri. “Ragionando” su quello che la storia avrebbe potuto essere, ma che non è né sarà mai!

    • Limp Yao

      Erano nazioni prospere e ricche, quando? (potresti citare un periodo della storia dove i popoli africani vivevano in prosperita’ e ricchezza da quando sono entrati gli europei?
      ——————————————–
      Le balle che vi raccontate da soli non rotolano nemmeno piu come un tempo! Finitela di leggere la storia dal vostro pulpito razziale. Per la prima volta nella storia africana il PIL dell’ Africa cresce del 4% all’anno senza interruzione da 10 anni, nonostante i soldati europei che insistono a portare disordine e guerre ovunque, ma stavolta i vostri padroni hanno fallito. L’Africa tra un decennio sara’ una delle potenze mondiali. Per voi bianchi non restera’ che piangere sul latte versato. Dopo averli schiavizzati per 5 secoli, ora stanno prendendo il giusto sopravvento sui colonizzatori. Cosi come voi vi comportate da razzisti con gli immigrati in Italia, loro si comportano nello stesso modo con i coloni europei. Avete voluto il razzismo? Ecco i risultati.
      Chi semina odio alla fine riceve sempre odio.. E gli africani stanno imparando (finalmente) ad odiarvi. Era ora!

  • Lorenzo

    anche in Italia ci fu la redistribuzione delle terre contro il grande latifondo…il pericolo delle riedizioni alla Zimbabwe esistono e come…ma mai dimenticare che le proporzioni nella popolazione sono ben differenti..nello Zimbabwe i bianchi non arrivavao a duecentomila ..il popolo indigeno era completmente digiuno di qualsiasi cultura dopo anni di colonialsimo dopo e schiavitu prima…in Sud Afrika.. il livello di istruzine e’ molto piu’ diffuso anche s enon soddisfacente se paragonato al nostro…e i bianchi sono svariati e svariati milioni…non prevedo stile le cassandre del forum grandi disgrazie..certo inizialmente ci saranno difficcolta’..non si impara a diventare imprenditore di se stesso in pochi hgiorni o per decreto

    • best67

      non che erano digiuni!tramontata l’era dei “monomotapa” (i signori delle miniere) che costituirono un regno con un’economia basata sullo sfruttamento di miniere di ferro (e che costruirono anche la capitale “grande zimbabwe”,il loro vuoto non fu riempito dalle comunità locali!il diventare “imprenditori” (ma anche semplicemente coltivatori,eccetera) da un giorno all’altro,toccherebbe dirlo ai locali!

  • Italo Balbo

    L’ultimo avamposto di civiltà in Africa sta per essere spazzato via. Prendiamone atto e lasciamo l’Africa e gli africani al loro destino, con i migliori auguri, ma che non pretendano di venire a rovinare l’Europa né che li si debba mantenere in eterno.

  • nopolcorrect

    “Ne è risultata una forte flessione nella produzione agricola,” E quel che succederà in Sud-Africa con danno economico complessivo per tutto il Paese, neri compresi.

    • Lorenzo

      probabilmente si a breve ter mine…ma la redistribuzione delle ricchezze potra ‘ aiutare a stabilizzare il paese e far diminuire la criminalita

      • best67

        la “ricchezza” prima di essere “redistribuita” deve essere creata!e,dati alla mano, il sudafrica a trazione “nativa” ne costruisce sempre meno!è un po come la storiella del vecchietto imprenditore,che muore senza eredi e lascia ciò che ha costruito ai soliti nipoti incapaci!come va sempre a finire?che l’azienda andrà a rotoli,le proprietà se le venderanno,e dopo rimarrà il nulla!

        • Soap&Rope

          Andrà a finire che, dopo aver cacciato i bianchi; i negri africani, incapaci di tracciare anche un cerchio avvalendosi di un bicchiere, finiranno con il crepare di fame….
          Non che ciò mi dispiaccia, almeno fintantoché non verranno qui a rompere le palle, anche loro, a noi.

          • best67

            non condivido alcune delle sue tesi,ovviamente,ma ciò sta già accadendo!basta andarsi a leggere il blog del compianto padre gheddo piero,per anni missionario in africa!

          • Soap&Rope

            Non conosco questo Odre Gheddo che menzioni…. potresti darmi qualche riferimento più preciso ?
            Grazie !!!
            Ad ogni modo, negli anni ‘70 ero ancora bambino, ma un ingegnere dell’Agip, amico dei miei genitori, di ritorno da un cantiere in Nigeria, mi disse che la il suolo era fertilissimo, solo che gli abitanti piuttosto che sobbarcarsi la fatica di coltivarlo, preferivano morire di fame ed aspettare gli aiuti.

          • best67

            ignoranza,corruzione,arroganza e supponenza dei locali stanno condannando l’africa! non so se ha mai letto il libro della zambiana Dambisa Moyo:
            “la carità che uccide.come gli aiuti dell’occidente stanno devastando il terzo mondo”.
            devi scrivere gheddo piero su un motore di ricerca poiché non fanno pubblicare linch

          • Soap&Rope

            ‘Perché sono felice della vittoria di Obama’
            http:(dot)//www.gheddopiero(dot)it/index(dot)php/perche-sono-felice-della-vittoria-di-obama/

  • Se77e

    Provvedimento giusto: ciò che è stato preso con la forza viene ridistribuito con una democratica legge.

    • best67

      giusto?prima c’era il vuoto!i nativi,come oggi,di organizzato facevano solo agricoltura di sussistenza e pastorizia!

      • Se77e

        Il colonialismo è un processo che agli occhi della storia non ha giustificazioni, quindi non dico che le terre vanno interamente restituite ai nativi, ma quantomeno bisogna riequilibrare le cose. Oltretutto ricordiamoci che i nativi, una volta preso il potere, avrebbero potuto cacciare i loro carcerieri bianchi a pedate nel sedere, ma preferirono, grazie a personaggi con un grande senso etico e morale come Mandela, non attuare vendette di alcun tipo.

        • best67

          in primis,io non difendo il colonialismo,(che ha le sue colpe),ma vorrei farti notare che tutta la storia,è un susseguirsi di sopraffazioni!i
          sai cos’è la Liberia?mi risponderai,”certo!è uno stato africano”!la Liberia ha 2 particolarità;è stato,forse,l’unico stato africano,mai occupato da una potenza coloniale,e è stato fondato da “neri” non indigeni!difatti,la Liberia,fu fondata,intorno agli inizi del 19° secolo,da schiavi emancipati provenienti dagli Usa!negli Usa era nata un’associazione (forse ce n’era più di una) che si riprometteva non solo la liberazione degli schiavi di colore,ma anche di favorire il loro ritorno alla loro terra di origine :l’africa! a posteriori questa/e associazione/i,furono accusate da qualche afroamericano di razzismo,poiché,secondo gli accusatori,più che la libertà degli schiavi,”non” volevano i neri in america!comunque,tale piano andò avanti per alcuni anni,ma c’erano alcuni problemi!siccome il traffico di schiavi dall’africa per le americhe,era già finito da un pezzo,la maggior parte degli ex-schiavi che stavano andando in africa,non erano (tranne qualche anziano) gli uomini strappati alle loro terre per essere fatti schiavi,ma i loro discendenti!uomini non nati in africa,che non sapevano nulla ne delle lingue dei loro avi,ne dei luoghi da dove essi erano stati prelevati!così,questi uomini,sbarcarono nell’area della futura liberia),e incominciarono a stabilirsi ivi,venendo a contatto con le popolazioni indigene!ora,questi uomini,pur essendo di ceppo africano,si consideravano americani e parlavano inglese,e avevano assimilato molto della cultura americana (che si rifaceva su quella inglese).per questi motivi,si imposero sui locali,e costituirono uno stato le cui istituzioni furono copiate da quelle Usa!quindi cos’era accaduto?una “colonizzazione” di un territorio africano,fatta da africani nati e cresciuti come schiavi negli,Usa,(ove avevano assimilato abbastanza della cultura anglo-americana),che una volta liberati erano andati in africa,imponendosi sugli indigeni!sfatato quindi il “mito” del colonizzatore bianco!ma c’è dell’altro!la liberia,guidata dagli ex schiavi afroamericani,ebbe anche un certo benessere,per una nazione africana,oltre a conservare l’indipendenza,e a mantenere una certa amicizia con gli Usa!tuttavia,gli afroamericani ex schiavi, erano minoranza rispetto ai nativi,e negli anni 60 questi ultimi si imposero con dei colpi di stato!da allora,il paese sta andando a scatafascio!è insorta una guerra civile,su base tribale,tra le etnie dei nativi,faticosamente contenuta dalle forze dell’unione africana! quindi, non è sempre colpa dell’uomo bianco!

          • Se77e

            Guardi che anch’io non dico che quel che rimane del colonialismo andrebbe cancellato con un colpo di scopa, perchè la storia non si può certo scrivere a posteriori. Però in Sudafrica fino a pochi anni fa c’è stato l’apartheid che ha tolto ogni diritto alla popolazione autoctona per consegnare diritti e ricchezza a un piccolo gruppo di coloni o figli di coloni. Una ridistribuzione è quindi necessaria ed il fatto che ci siano arrivati senza spargimenti di sangue o senza mettere in atto vendette è già di per sè una cosa incredibile.

          • best67

            l’apartheid era senz’altro sbagliato,ed era un residuo della culture dei boeri,i primi bianchi ad arrivare in sudafrica,ma bisognerebbe capire perché fu fatto (e non per giustificarlo)!tralasciando per un attimo i diritti, tu parli di ricchezza come se fosse disponibile in natura,ma non è così! come ho già detto a qualcuno,la ricchezza va creata,e poi potrebbe anche essere redistribuita!la “conditio sine qua non” è appunto la creazione di ricchezza,che di sicuro non era alla portata di popoli che non conoscendo l’aratro,(praticando solo agricoltura di sussistenza) ne costruivano ben poca!
            « Quando i missionari giunsero, gli africani avevano la terra e i missionari la Bibbia. Essi ci dissero di pregare a occhi chiusi. Quando li aprimmo, loro avevano la terra e noi la Bibbia. » Jomo Kenyatta.
            è su questa battuta propagandistica di quell’omino che sono nati molti errori e disastri africani!

        • best67

          mai sentito parlare di Magna Grecia ?dovremmo noi radere al suolo la valle dei Templi,Selinunte,Segesta,eccetera?siccome il colonialismo non ha giustificazioni..!

          • Se77e

            Farebbe più bella figura se prima di rispondere leggesse per bene i commenti.

          • best67

            li ho letti,ma te difendi,a spada tratta,chi ha saputo solo distruggere, salvo poi prendersela sempre col cattivo bianco,predatore di risorse dei nativi!sveglia!ma secondo te,non c’è stato un ritorno di quanto le nazioni occidentali avrebbero predato in africa?dopo le polemiche scatenate,nel 2011,dalla web series kenyota “the samaritans”,sul bel mondo delle ong in africa,si seppe che in africa,nel solo decennio 2001-2011,erano giunti aiuti occidentali per oltre 580 miliardi di dollari! dove sono finiti?

          • Se77e

            Lei sta assolutizzando il discorso e chi vede i solo o tutto bianco o tutto nero non arriverà mai a conclusioni intelligenti.

          • best67

            ti avevo dato altre risposte esaurienti,ma forse non sono state pubblicate,forse perché troppo lunghe,cercherò di spezzettarle ma dovrò metterle in ordine sparso!magari le chiamerò “settete” (senza offesa alcuna)!

    • Soap&Rope

      Come godrò quando creperanno tutti di fame come in Rhodesia… :-)

      • Se77e

        Molto più probabile che muoia prima lei dalla bile e con il fegato disfatto per il tanto astio ed il tanto odio che che riversa sugli altri.

        • Soap&Rope

          Prego, dopo di te… brutto pezzo di m……

          • Se77e

            Io a differenza sua morirò felice e circondato da persone che mi vogliono bene.

          • Soap&Rope

            Felice o no…. l’importante è che tu possa schiattare il più presto possibile. :-)

          • Se77e

            Povero odiatore del web, se lei augura la morte agli altri stia ben sicuro che il primo a schiattare, oltretutto infelice, sarà sicuramente lei!

          • Soap&Rope

            Sei rimasto ancora al misero livellò del giochino infantile fanciullesco ‘specchio specchio’ ?
            Cerca di entrare nel mondo degli adulti…. anche se comprendo che per un minus habeas come te sia veramente molto difficile.

          • Soap&Rope

            ‘Specchio riflesso’…. tornatene a giocare con i soldatini (per te la PS4 è troppo grande) e smettila di rompere le scatole a noi adulti.
            MOCCIOSO !!!!

          • Soap&Rope

            ‘Specchio riflesso’…. ma non te lo ha detto mammina che hai già passato da tempo l’eta per questi giochini infantili ?

          • Se77e

            Lo dice chi risponde a un commento dicendo che augura la morte ai sudafricani…

          • Soap&Rope

            sei tu che mi hai augurato la morte, senza aver fatto altrettanto con te, di riflesso al mio post in cui irridevo le inevitabili conseguenze della decisione di Zuma…. e tu dallo stupido moccioso che sei hai subito colto l’occasione per giocare a ‘specchio riflesso’.

          • Se77e

            “Come godrò quando creperanno tutti di fame come in Rhodesia…”
            Cresci bambino.

          • Soap&Rope

            Non mi riferivo a te DEFICIENTE!!!!!
            E comunque sarà la logica conseguenza di quanto accadrà dopo il furto delle terre ai farmers bianchi.
            Ma ammetto che per un idiota come te sia estremamente difficile comprendere anche un concetto così elementare.

      • best67

        io non godrò,ma non potranno dare la colpa,come sempre,al cattivo uomo bianco!

  • potier

    da bravi scalzacani questi africani faranno la fine che hanno fatto in Rhodesia allorquando il Mugabe espropriò le terre degli europei, terre le quali erano ben coltivate con anche importanti allevamenti di bovini, per cederle queste terre ai suoi amici africani … risultato ? da paese esportatore di cereali, a importatore degli stessi dopo che si dimostrarono costoro totalmente e del tutto incapaci di coltivare con metodi moderni e vantaggiosi … e tutta codesta idiota operazione alla fine portò la fame e l’abbassamento del livello di vita delle stesse popolazioni etniche africane …ora si ripeterà lo stesso copione anche in Sud Africa ? ah dimenticavo … ora in Zimbabwe sono arrivati pure i cinesi … altra gente che in quanto a rapinare risorse te li raccomando …

    • best67

      già!i cinesi,che pur se poco dotati,sodomizzeranno (economicamente) i nerboruti africani!

      • montezuma

        Infatti i Cinesi non hanno né gli scrupoli né le remore morali/culturali degli Europei. Stanno usando lo schiacciasassi. Seppure con visibilità e modalità diverse, i Cinesi agiranno come fanno con i Tibetani o gli Uiguri.

    • once

      Ben detto … hai lasciato fuori che chi compra dal Mugabe il latte delle vacche rubate ai bianchi e la Nestle’ che ne deriva polvere che vorrebbe forzare l’Europa di Brussels all’Italia di fare i formaggi. Come in Germania. La risposta sarebbe che il giorno in cui la Germania fara’ la birra da polveri forse l’Italia fara’ formaggio da polevere!!

  • Tonino Ferrari

    In Sudafrica è in atto ormai da anni il genocidio ai danni dei bianchi ,efferatezze di ogni genere.

    • Lorenzo

      come no….ci son le file dei bianchi sudafricani a chiedere asilo politico in tutte le ambsciate occidentali….ahhhhhh bufalaio

      • best67

        anni fa,il malconcio mozambico (paese che ai tempi dell’apartheid se ricordo bene non accettava i passaporti sudafricani) invitò gruppi di sudafricani che avevano manifestato l’intenzione di lasciare il paese,ad andare da loro,per mettere ivi a frutto le loro abilità agrotecniche!

    • Se77e

      All’indomani dell’insediamento di Mandela avrebbero potuto farli passare tutti sotto il fil di machete, invece i casi di violenza furono pochi ed isolati, quindi fino a prova contraria e fino al giorno d’oggi le violenze, i soprusi e la sospensione dei diritti sono state per opera dei bianchi nei confronti dei neri.

      • best67

        se ti informi solo dai centri sociali!

        • Se77e

          No guardi, è la storia ufficiale e riconosciuta da tutti.

          • Soap&Rope

            Appunto, la ‘storia ufficiale’…. non quella vera.
            Quest’ultima è taciuta, non essendo molto corretta dal punto di vista politico.

          • Se77e

            All’indomani dell’insediamento di Mandela avrebbero potuto farli passare
            tutti sotto il fil di machete, invece i casi di violenza furono pochi
            ed isolati. L’apartheid invece sappiamo tutti cosa fosse…

            Se lei conosce una storia diversa ce ne faccia partecipi.

          • Soap&Rope

            Quel terrorista di Mandela (come correttamente lo definì la Thatcher negli anni ’80) ebbe l’intelligenza di riconoscere che privandosi della classe dirigente bianca il Sudafrica sarebbe colato a picco in pochissimi anni… intelligenza che non possiede certo il suo degno successore, quel criminale di Zuma; visto che togliere le terre ai farmers bianche equivale a condannare alla morte per fame il proprio popolo; esattamente a quanto accadde in Rhodeisa grazie al lungimirante provvedimento di Mugabe… non che ciò mi dispiaccia, anzi; almeno fintantoché non arriverrannomqua con la pretesa di essere mantenuti anche loro e essere costretti a tollerare le loro esuberanze ai danni del popolo italiano.
            Relativamente al fatto che la caccia al bianco sia oramai uno sport nazionale in Sud Africa non è certo un mistero, come non lo sono le numerosissime violenze e sopprusi (ultimo proprio questo vero e proprio furto delle legittime proprietà terriere) a danno della popolazione bianca del Sudafrica proprio dalla sciagurata era Mandela…. ovviamente non si può pretendere di trovarne notizia sulla stampa mainsrream come ‘Corriere’ ‘Repubblica’, tutte tese a decantare le inesistenti meravigliemdi una società multirazziale e multiculturale; alle quali credono solo ed unicamente qualch troll idiota come te.

          • Se77e

            Certo, Mandela era un terrorista e mia nonna è pilota di formula1.

          • Soap&Rope

            E tu solo un povero troll deficiente….

          • Se77e

            Che triste la vita del hater del web che sputa insulti e non sa fare il minimo ragionamento…

          • Soap&Rope

            Che triste la vita di un troll deficiente come te che per vivere è costretto a postare le cretinate mainstream pubblicate su Repubblica ed il Corriere della Ser(v)a…. hai tutta la mia più sincera commiserazione

          • Se77e

            Poretto…

          • Soap&Rope

            Già hai proprio ragione a definirti un ‘Poretto’..

          • best67

            mandela,riusci a conservare,ma i suoi successori stanno solo perdendo benessere (e l’attuale è troppo impegnato con le 3 mogli)!

          • Soap&Rope

            Credo che a Mandela debba essere riconosciuta un’ottima intelligenza….. certamente si rendeva conto che la vecchia elite bianca del regime dell’aparthaid era quella che aveva in mano le redini della nazione ed era l’unica in grado di mandarlo avanti.
            I suoi successori non hanno nemmeno il buon senso di rendersene conto.

          • best67

            guarda che la “transazione” dei poteri fu pacifica,poiché frutto di accordi interni tra le 2 comunità e esterni,con le pressioni delle n.u.,che applicavano sanzioni al Sudafrica “bianco”,perché era razzista (venivano proibite/boicottate anche mostre coi reperti di ominidi ritrovati nel predetto sudafrica)!peccato che le n.u.,che videro il razzismo in sudafrica,non videro (e non vedono nemmeno oggi anche se il fenomeno è più ridotto ) la schiavitù in mauritania (ma lì è roba tra locali)!secondo te,se l’anc avrebbe mantenuto la primitiva intenzione di cacciarli/massacrarli,i bianchi sarebbero stati d’accordo?di pelle ne abbiamo tutti una sola!appena liberato,mandela,dopo un po,divorziò dalla moglie Winnie,informati perché!

          • Se77e

            Lei non sa niente della storia del Sudafrica ma viene qui a pontificare, tipico da leone da tastiera.

          • best67

            te dimostri di sapere meno di tutti!per transazione pacifica intendo ovviamente quella che fu concordata con l’anc dopo la liberazione di mandela!incidenti,manifestazioni e sparatorie,ovviamente ci furono negli anni prima di tale svolta,ma anche l’anc e altri non ebbero la mano leggera!ricordi il cosi detto “collare di fuoco”?era il “sistema” usato da estremisti sudafricani (neri) per uccidere coloro,tra le popolazioni di colore erano riconosciuti come spie/informatori delle autorità “bianche”!veniva chiamato così perché allo sciagurato,legato, veniva messo al collo (legato anch’esso) uno pneumatico d’auto,a cui veniva dato fuoco!che fantasia i libertadores

  • venzan

    Se i paesi africani avessero tenuto le nostre colonie dismesse 70 anni fa adesso starebbero bene come noi e non si sarebbero riprodotti come formiche.

    • Lorenzo

      lascia stare vah…che a risponderti solleviamo un pozzo nero….meglio non parlarne delle nostre colonie…

      • best67

        quando gli italiani giunsero in eritrea,intorno al 1885,i residenti non arrivavano a 400.000!quando cessò il dominio italiano,per l’invasione dei britannici nel 1941,i locali erano a quota 1,1 milioni e rotti!quasi triplicati in nemmeno 60 anni!ciò cosa significa?che al di là del paventato sfruttamento dei locali,le condizioni di vita erano sicuramente migliorate!

        • cir

          e’ un parametro errato quello citato. la Nigeria con 80 milioni di abitanti allora dovrebbe superare la nuova zelanda in benessere , senza parlare dell’ India con piu’ di un miliardo di abitanti…..e non hanno condizioni di via invidiabili.

          • best67

            più che errato è relativo,al più grave problema africano!

    • venzan

      Correggo: se i paesi africani avessero tenuto le colonie degli europei.

  • montezuma

    Il commento, non sollecitato, di un americano nero (pardon afro-americano) PRIMA dell’ “abolizione dell’apartheid” in Sud Africa, ca. anni ’80: “il Sud Africa? Uno dei pochi luoghi in Africa dove i Neri hanno qualche diritto”!!! Si trattava di un membro DEM del Parlamento USA di origine africana. Per aver preso visione diretta del PRIMA e del DOPO, devo condividere quell’affermazione. Ovviamente l’apartheid non era giusta, ma si stava evolvendo, di fatto, verso un sistema democratico in maniera non violenta. L’accelerazione del processo di eliminazione dell’apartheid ha portato il Paese in mano a una classe politica in maggioranza impreparata che finirà per rendere il Sud Africa simile al resto del continente: un disastro sociale ed economico.

    • Lorenzo

      ecco perche’ andremo alla malora appena il tornellista Di Maio andra’ al potere…lololol..non sono classe politica..ma impreparati si ..e molto…

      • best67

        infatti,hanno presentato una lista di ministri tutti tecnici!

    • Soap&Rope

      Chi era questo politico afro-americano ?

      • montezuma

        … questa … Condoleezza Rice in una battuta a latere di un suo intervento all’università di Notre Dame. Le battute del genere da parte di afro-americani sono molte, altre famose sono quelle del generale Colin Powell. Trattandosi di “verità dette ridendo” (e poco politicamente corrette!), i progressisti minimizzano e ignorate dai media principali. D’altra parte se gli Americani “bianchi” ironizzano o fanno battute pungenti sugli Europei, qualcuno trova da ridire?

        • Soap&Rope

          Condoleeza Rice e Colin Powell non sono Dem…. fecero parte dell’amministrazione Bush junior.
          Grazie comunque

          • montezuma

            Sempre di origine africana in ogni caso. Si ma ci sono anche considerazioni simili di Dem afroamericani cui non ho potuto assegnare un nome.

  • Bocci Massimo

    Quando tute le terre saranno ritornate (come erano biblicamente ) cioè a una savana o a un deserto incolto, allora il colorato,presidente dei colorati??? Forse richiamerà chi ha prescinderei dal colore della pelle,avrà le competenze saprà utilizzare (forse capendo???) Che razionalità e soprattutto intelligenza, non stanno nel colore della pelle,del despota, reazionario di turno,comunque fino a l’ora c’è ci sono sempre gli eserciti Bicaram per fare rastrellamenti e carneficine,dato che già sceso in un terreno senza ritorno, un consiglio hanno sempre un inetto colorato come lui (un qualificato distruttore di benessere e soprattutto di democrazia ??) che per otto anni ha fatto (danni inreparabili) di tutto e di più, agli ordini dei suoi padroni che lo avevano fatto eleggere (proprio comprato ingaggiato con brogli e truffe, i (Meticci,terroristi ISIS) con un solo e unico intento, ordine, di distruggere Occidente e democrazia Occidentale, che si ora sollazza da milionario con i nostri soldi, proventi dei brogli dei suoi padroni in discorsini a dementi Dem, per il mondo (speculante,di etnia catto-comunista),che se pagato bene (tanto penso che anche costi i soldi saranno turlupinati al Bue, e quindi che c’e’ vo) gli può dare una mano per velocizzare le idee demenziali e la desertificazione!!!

    • Se77e

      Il Botswana a un PIL pro capite ben superiore del Sudafrica.

      • Soap&Rope

        Ne prendo atto… ed allora perchè i negri, invece di venire a farsi mantenere dagli italiani, con i quali non hanno nulla da spartire, non se ne vanno a cercar lavoro in Botswana ?
        Cos’è, voglia di lavorare saltami addosso che mi sposto ?

        • Se77e

          Un po’ come gli italiani che sono sempre rimasti a casa loro… nevvero?

          • Soap&Rope

            Gli italiani che emigraroni, non ebbero certo la pretesa di farsi mantenre, vita naturla durante, a spese degli autoctoni; come invece fa la rspazzarura che quotidianamente ci scarica la MM…. FALSARIO !!!

          • Se77e

            Ahahahahahahahahah! Quanti negli anni ’80 se ne andavano in GB, in Olanda o Belgio per lavoare tre mesi e poi prendersi il sussidio di disoccupazione per un anno. In GB dovettero pure cambiare la legge per colpa degli italiani parassiti e scrocconi!

          • Soap&Rope

            Gli inglesi votarono la Brexit anche perché ne ebbero abbastanza di dover mantenre parassiti e scrocconi europei bianchi…. figuriamoci dei trogloditi africani.

          • Se77e

            E che c’entra la Brexit con quanto dice il commento?

          • Soap&Rope

            Leggi quanto hai scritti sopra… e fin qui è tutto facile.
            Ora però arriva la parte i difficileper un analfabeta funzionale come te:
            Cerca di comprendere quanto il testo che ti hanno passato i tuoi datori di lavoro, analizza la mia risposta e somma 2+2…
            Anche se non credo sia in grado di arrivarci.

          • Se77e

            Lasci stare, non è all’altezza.

          • Soap&Rope

            Concordo appieno… non ci riesco affatto ad abbassarmi al tuo infimo livello.

          • best67

            quelli li mantengono perché inglesizzati (alla loro maniera ovviamente)! ci sono donne inglesi (di origini arabe o pakistane) che campano solo prolificando!

          • best67

            in gb?il mio povero suocero,che ha vissuto e lavorato in gb per molti anni, mi diceva sempre che: prima di 4 anni di residenza con lavoro incondizionati,lo straniero non aveva diritto a niente;i principali clienti del servizio sociale britannico,erano indigeni (inglesi o inglesizzati) per la maggior parte beoni!altra categoria molto beneficiata le ragazze madri!difatti,il mitico tony blair (te lo ricordi?) prese l’impegno (senza riuscirci) di eradicare questa categoria!perché?perché avevano la precedenza sull’assegnazione delle case popolari,e ogni sciagurata ragazzotta che aspirava a ciò,anche solo per uscire da uno sgangherato nucleo familiare,rimaneva incinta del primo che capitava,con tutti gli annessi e connessi!gli inglesi hanno votato per la brexit,dopo aver sperimentato i comunitari dell’est europa!

          • Se77e

            L’avrà informata male perchè so di persone che a Londra dopo pochi mesi di lavoro regolare già potevano chiedere il sussidio. La pacchia comunque pare fosse l’Olanda, dove tanti italici fannulloni recalarono. Eppure lì non erano così cavernicoli come noi e sapevano distinguere tra italiani fannulloni e italiani lavoratori. Noi invece assimiliamo l’1% degli immigrati fannulloni al 99% degli immigrati lavoratori.

          • best67

            informato male?il mio povero suocero in inghilterra ci ha vissuto più di 30 anni!i suoi figli sono nati lì,anche se poi vennero in Italia già grandi!mio moglie,da ragazza,rifiutò il sussidio di disoccupazione perché,per lei era roba a cui anelavano solo beoni e fannulloni rigorosamente britannici!quello che tu dici,fu fatta dopo,quando la gb estese ai cittadini comunitari i benefit previsti per gli indigeni,e quelli che hanno fatto saltare “il tappo”,sono stati i soliti comunitari euro-orientali!gli stessi che hanno convinto la germania a modificare il programma assistenziale Hartz IV!un lavoratore straniero per poter beneficiare di quel programma ora deve aver lavorato almeno 5 anni in germania!se il 99% degli immigrati in Italia fossero lavoratori,perché la nostra economia non decolla?
            p.s.,e gli oltre 600.000 migranti economici africani,giunti via mare negli ultimi 3 anni,in che categoria li metti?

          • best67

            sempre per la cronaca,un aspirante “parassita” italiano in olanda lo conosciuto,però non è facile come tu credi!può farlo perché è sposato con un’indigena.ha un tutor che lo segue,accetta i lavori che il predetto gli propone,e dopo pochi mesi (alcuni deve farli) litiga col datore di lavoro,e si ribecca il sussidio!quel sistema lo usano anche e specialmente,i soliti nordafricani,ecc.,che come in gb (ma in altro modo) abusano anche della prolificità delle loro donne per staccare sussidi e bonus!

          • best67

            mio suocero era lì già dalla seconda metà degli anni 50,e i suoi figli sono nati lì!dopo le varie adesioni alla ue,la gb estese ai comunitari gli stessi diritti dei suoi cittadini,salvo rimangiarsi tutto (con la brexit) dopo l’arrivo dei “nuovi” est-comunitari!in gb come in olanda,i principali beneficiatari dello stato sociale,sono i soliti di origine extraeuropea!comunque in olanda,(non è proprio una pacchia) la detenzione di un’auto costa un botto (ne trovi massimo una a famiglia) e per la sanità tocca pagare un’assicurazione (che copre sino a 50.000 € di spese sanitarie,dopo interviene lo stato),ma il sussidio di disoccupazione lo danno!se il 99% dei migranti che abbiamo accolto sarebbero lavoratori,perché tanta crisi?

  • best67

    la pazienza ha un limite!i paesi islamico-afro.asiatici,saranno anche la maggioranza alle n.u.,ma i soldi che fanno fare la bella vita ai funzionari/impiegati delle predette n.u, sono occidentali!