Gli F-35 in volo sulla California (U.S. Air Force photo/Staff Sgt. Madelyn Brown)

Negli Stati Uniti adesso si pensa
di non vendere più F-35 alla Turchia

Un gruppo bipartisan composto da sei senatori Usa ha proposto lo scorso 17 maggio di cessare la vendita dei caccia di quinta generazione F-35 “Lightning II” alla Turchia

La proposta, presentata dal Senatore del Rhode Island David Cicilline (dem), ha incontrato il plauso di entrambi gli schieramenti politici e deriva dall’atteggiamento “ostile e autoritario” che giorno per giorno tiene la Turchia nei confronti degli Stati Uniti d’America ed in considerazione dell’avvicinamento di Ankara a Mosca.

Il Senatore Cicilline ha riferito in particolare che “il regime turco, retto dal presidente Erdogan, è diventato sempre più autoritario negli ultimi anni, reprimendo il dissenso e limitando la libertà di parola. Hanno addirittura trattenuto in ostaggio cittadini americani per utilizzarli come moneta di scambio col governo americano”.

Non è la prima volta che il Senato Usa si schiera contro la Turchia

Quello del senatore Cicilline è il secondo tentativo per impedire o limitare la vendita degli F-35 ad Ankara: ad aprile di quest’anno un’altra proposta era stata consegnata a firma dei senatori Lankford, Tillis e della Senatrice Shaheen. 

Quella di aprile però  differisce leggermente dall’ultima: nel testo presentato si legge che il provvedimento si limita a “certificare che Ankara non proceda a degradare l’interoperabilità Nato, esporre gli asset Nato ad attori ostili, degradare la sicurezza dei Paesi membri dell’Alleanza Atlantica, impedire l’acquisto di sistemi d’arma da Paesi terzi sotto posti a sanzioni Usa e detenere illegalmente o erroneamente cittadini americani”. Questo nel tentativo di bloccare/limitare la vendita dei caccia di quinta generazione che potrebbero essere oggetto di “cessione di tecnologia” a Paesi terzi come la Russia. 

Il ruolo di Israele

Tel Aviv, nonostante sia ufficialmente un Paese alleato della Turchia, sta vivendo un periodo in cui le relazioni diplomatiche con Ankara sono piuttosto tese, principalmente per la nuova politica di Erdogan volta a conquistare lo status di potenza regionale ponendosi anche e soprattutto come mediatore nella risoluzione della questione palestinese. 

Inoltre Israele condivide le preoccupazioni americane in merito alla cessione di tecnologia militare alla Russia – o all’Iran divenuto partner strategico della Turchia nella questione siriana – aggiungendo che la prevista vendita di 100 velivoli F-35 metterebbe in difetto la Idf che ne ha acquistati solo 50 con l’opzione per altri 25. 

Non solo F-35

Il primo degli F-35 sarà consegnato alla Turchia il prossimo 21 giugno, ma il velivolo resterà per almeno un anno negli Usa presso il centro di addestramento di Pax River dove sono già presenti due piloti dell’Aeronautica Militare Turca per effettuare il passaggio sul nuovo cacciabombardiere stealth. 

La situazione di tensione tra Ankara e Washington per la questione degli F-35 sta spostando l’attenzione della Turchia verso un altro progetto per un caccia di quinta generazione made in Uk: il programma TF-X.

Come riporta Analisi Difesa, nel gennaio scorso una delegazione britannica guidata dal ministro per il Commercio, Liam Fox, e dall’amministratore delegato di Rolls Royce, Warren East, ha incontrato ad Ankara il premier Binali Yildirim, a capo del procurement militare Ismail Demir, e Temel Kotil, Ad della Turkish Aerospace Industries Temel Kotil.

Durante l’incontro si stabilì la volontà condivisa per un programma che dovrebbe vedere la produzione di un prototipo nel 2023, e sempre nella stessa occasione Regno Unito e Turchia firmarono un accordo del valore di 100 milioni di sterline per lo sviluppo del cacciabombardiere.

Le preoccupazioni di Washington sono cominciate con la notizia che la Turchia acquisterà i nuovi sistemi di difesa aerea S-400 dalla Russia. Oltre a rappresentare un tentativo di allontanamento di Ankara dal complesso militare industriale occidentale – nonostante vengano mantenuti attivi altri progetti sempre nel campo della difesa aerea come ad esempio il Samp/T – la mossa apre la strada a possibili “passaggi di tecnologia” facilitati nel merito del tracciamento e individuazione degli F-35 da parte del sistema S-400: è ragionevole infatti supporre che, almeno inizialmente, tecnici russi affiancheranno quelli turchi per finalità addestrative ma non solo. 

Ricordiamo però che la vendita di sistemi missilistici russi da difesa aerea ad un Paese Nato non rappresenta un unicum nella storia. Nel 1999, a seguito della crisi per Cipro che vide coinvolte proprio la Turchia e la Grecia, Mosca vendette due batterie di S-300PMU-1 ad Atene. 

  • Demy M

    Niente F-35 alla Turchia per ordine di israele che pretende la supremazia nell’area. Un buon affare per la Federazione Russa che venderebbe i suoi aerei ad Erdogan che, cosi, potrebbe uscire dalla Nato ed aprire il corridoio per il passaggio dei clandestini diretti in UE. La solita politica estera americana.

  • NSA

    e chi vuole questo cesso volante di F35 che lo pro abbattere anche vecchio MIG21.

  • tzilighelta

    A Erdogan bisogna dargli le bombe che trasporta l’F35, aria aria senza passare dalla dogana!

    • vantguard

      Aria-aria significa che non toccheranno mai il suolo: l’ultimo tuo neurone è già sbronzo a quest’ora?

      • tzilighelta

        Ehi genio, aria aria va benissimo per abbattere il sultano quando è in volo con il suo aereo, non ho mica detto che devono bombardare la Turchia! Stai sveglio eh

        • vantguard

          Secondo me l’aria è quella che alberga all’interno della tua zucca vuota.

          • tzilighelta

            La mia almeno è pulita, la tua è viziata dai meteorismi mentali che produci e che ammorbano l’aria che respiri!

  • bruno

    comprerranno i su 35

  • eusebio

    La Turchia ci tiene alla pelle dei suoi piloti, i bidoni volanti non hanno bisogno nemmeno dei pantsir per cadere.

  • johnny rotten

    Gli yankee sono impazziti del tutto, si castrano per far dispetto alla moglie, ora che erano riusciti a rifilare un pacco pazzesco e costosissimo ai turki si tirano indietro, o sarà mica che hanno capito che con tutti i problemi che il bidone volante sta accumulando sarà un rischio legale grossissimo venderlo a paesi terzi? per paura di rilevanti cause penali e civili? forse qualche avvocato li ha messi in guardia.

  • potier

    sarebbe una cosa solo di buon senso … visti gli antefatti pregressi e futuri di questo paese in bilico tra noi e chissà cos’altro, del resto consegnare delle macchine con della tecnologia particolare e sensibile come quella installata a bordo degli F-35 sarebbe appunto da folli metterla nelle mani ad un regime che si appresta forse a cambiar “bandiera” …

    • Marco_Seghesio

      Ma non e’ che, se da AFB Edwards schiacciano un bottone, gli F-35 di tutti, alleati compresi, rimangono a terra ? Se fosse cosi’, sarebbe stato furbo lasciare questi aeroplani ai turchi…

      • potier

        a quanto ne so e per quanto ne ho capito non si tratta proprio di un bottone e questi rimangono a terra, ma è comunque un sistema complesso e piuttosto complicato che ha bisogno di condividere dei dati software in comune con altri sistemi anche a terra per funzionare correttamente, in ogni caso volare volerebbero, ma non sarebbero in grado di operare al 100% delle loro capacità … sarebbe come avere un aereo che opera come un jet di quarta generazione e non di quinta come è appunto l’F’35 …
        infatti ci informava un generale d’aviazione che gestire un F-35 è come avere uno Smartphone ultima generazione, mentre aerei di quarta generazione si possono paragonare ad un semplice telefonino vecchia maniera di anni e anni fa …

        • Marco_Seghesio

          Magari un ETACS ? Ma magari no, perchè il GSM aveva civilizzato dati già disponibili a livello militare con il Data Link……Grazie dei suoi commenti. Buona serata.

  • Zeneize

    Azz che sfiga, chissà quanto piangeranno i Turchi. Certe mosse degli Americani sembrano così stupide che uno dubita se gli USA siano controllati da spie straniere.