Attacco Usa in Siria

Gli Stati Uniti stanno pensando
a un nuovo attacco in Siria

Tornano i caschi bianchi , tornano le accuse sulle armi chimiche, tornano le notizie sugli attacchi con il gas cloro, e, di conseguenza, si torna a parlare di intervento degli Stati Uniti contro il governo siriano. Secondo i caschi bianchi siriani, gruppo la cui credibilità lascia parecchi dubbi, il governo avrebbe colpito nella notte la città di Hamuriyeh, nella Ghouta orientale, dove si contano “oltre 30 casi di soffocamento, tra cui donne, bambini e volontari della Protezione civile”. Le ultime accuse ad Assad sull’uso di armi chimiche nella Ghouta orientale risalgono al 25 febbraio. La notizia arrivò subito dopo l’approvazione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sul (mai operativo) cessate-il-fuoco.

LEGGI ANCHE
In Marocco anche le donne
ora potranno diventare notai

Secondo il Washington Post, il presidente Trump ha chiesto ai suoi consiglieri militari di presentare una serie di opzioni per punire il governo siriano dopo aver avuto la notizia del presunto attacco chimico del 25 febbraio. Il presidente, secondo il quotidiano americano, ha discusso le potenziali azioni da intraprendere in Siria all’inizio della settimana scorsa durante una riunione alla Casa Bianca. Al meeting erano presenti il capo di stato maggiore John F. Kelly, il consigliere per la sicurezza nazionale, H.R. McMaster, e il segretario alla Difesa, Jim Mattis.

LEGGI ANCHE
Gli Stati Uniti sono in allarme
per i super missili ipersonici russi

Secondo i funzionari intervistati, che hanno chiesto e mantenuto l’anonimato, il presidente Trump non avrebbe dato il semaforo verde ad alcun attacco. Ma ne ha discusso. Anche se le notizie sono ambigue. Dana White, portavoce del Pentagono, ha negato che Mattis abbia preso parte alle discussioni sull’azione militare in Siria e ha affermato che “la conversazione non è avvenuta”. Un alto funzionario dell’amministrazione Trump ha invece affermato che Mattis era “categoricamente” contrario a un nuovo attacco in Siria in risposta ai recenti (presunti) attacchi col cloro e che McMaster “era d’accordo”.

Le discussioni della Casa Bianca su un possibile nuovo bombardamento “punitivo” contro la Siria arrivano dopo una lunga serie di accuse da parte di funzionari dell’amministrazione Trump nei confronti del governo di Damasco. Da tempo esiste un grosso segmento del Pentagono e dell’amministrazione Usa che tenta in tutti i modi di aumentare la pressione internazionale sulla Siria parlando di ripetuti attacchi chimici su piccola scala in mezzo a un’escalation di attacchi aerei e terrestri sulla Ghouta orientale. La Siria ha sempre e categoricamente negato ogni coinvolgimento.

“Il mondo civilizzato non deve tollerare il continuo uso di armi chimiche da parte del regime di Assad”, ha detto la segretaria della stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders in una dichiarazione. E questo nonostante Mattis abbia già ricordato, a suo tempo, che le prove dell’uso di sarin da parte di Assad, il Pentagono ne le ha mai avute.

Eppure, anche in assenza di prove certe, Trump autorizzò il Pentagono a lanciare i missili Tomahawk nella base siriana che si riteneva fosse collegata all’attacco di gas sarin su Khan Shaykhun. Quello di Trump, fu il primo attacco americano diretto esplicitamente contro il governo di Assad. Il suo predecessore, Barack Obama, nonostante il chiaro sostegno alle forze ribelli, non aveva mai colpito direttamente le forze siriane. Almeno ufficialmente.

Adesso bisognerà capire dove sia disposto ad arrivare Trump. Il colpire la Siria dopo le accuse dei caschi bianchi di presunti attacchi al cloro, è un tipo di azione che rientrerebbe nei canoni della politica americana in Medio Oriente, ma che non sarebbe giustificata né sul piano politico né su quello giuridico. Prove non ve ne sono, se non quelle dei “white elmets”, e gli Stati Uniti andrebbero comunque a colpire un governo che nega ogni tipo di attacco chimico e sostenuto da Russia e Iran.

Inoltre, dal punti di vista strategico, gli Stati Uniti sono in Siria, almeno formalmente, per combattere lo Stato islamico. Il Congresso chiede da tempo che il legislativo possa discutere della guerra in Siria, perché deve anche giustificare, di fronte all’opinione pubblica, il fatto di avere ancora migliaia di uomini impegnati su un fronte che ha cambiato radicalmente prospettiva. E alcuni pretendono che la presidenza chieda una nuova autorizzazione al Congresso. Oggi la presenza Usa è difficile da giustificare nell’ottica di un contrasto al terrorismo islamico. E in molti, anche oltreoceano, si domandano se sia una presenza necessaria.

  • luigirossi

    Se si arriva alla pace,il previsto attacco di Israele al Libano non potra’ avere luogo.Allora si tiene la pentola del MO ben calda con questa ridicola menzogna del gas.L’europa deve avvertire gli USA:niente basi pe quella guerra

    • ADL

      L’Europa ??? Quale Ue Europa, la base logistica americana che con la Nato americana, vuole esportare la democrazia in Russia, a spese degli stati europei ???

  • cir
  • Rifle Leroy

    Come aveva detto putin “in america cambia il presidente ma la politica resta sempre la stessa” E con Trump,per cui io sin dall’inizio non ho mai stravisto (però complimenti per i dazi Donald,e non sono ironico),le cose non sono cambiate.
    Gli americani hanno una loro agenda per la siria che viene perseguita indipentemente dall’appartenenza politica del presidente o della maggioranza al congresso.
    Questa agenda prevede:

    -La cacciata degli iraniani e degli hezbollah dalla Siria.
    -Il rovesciamento di Assad.
    -La nascita o di uno stato curdo o di una regione curda fortemente autonoma dallo stato centrale
    -Insediare un governo favorevole ai Sauditi.
    -Basi permanenti in Siria.

    Trump bombarderà ancora per indebolire l’esercito siriano,e questa strategia è vincente sul lungo periodo perchè la russia sul piano finanziario,non può sostenere a lungo la Siria.
    Fossi in putin mi giocherei la carta finale: minacciare gli usa di un confronto aperto gli americani se osassero colpire ancora il legittimo governo siriano.

  • Rifle Leroy

    Come aveva detto Putin: “in america cambia il presidente ma la politica resta
    sempre la stessa”.
    E con Trump,per cui io sin dall’inizio non ho mai stravisto (però complimenti per i dazi Donald,e non sono ironico),le cose non sono cambiate.
    Gli americani hanno una loro agenda per la Siria che viene perseguita indipentemente dall’appartenenza politica del presidente o della maggioranza al congresso.

    (e già questo dovrebbe farci capire quanto falsa sia la demorazia nella quale viviamo)

    Questa agenda prevede:

    -La cacciata degli iraniani e degli hezbollah dalla Siria.
    -Il rovesciamento di Assad.
    -La nascita o di uno stato curdo o di una regione curda fortemente autonoma dallo stato centrale
    -Insediare un governo favorevole ai Sauditi.
    -Basi permanenti in Siria.

    Trump
    bombarderà ancora per indebolire l’esercito siriano,e questa strategia è
    vincente sul lungo periodo perchè la russia sul piano finanziario,non può sostenere a lungo la Siria.
    Fossi in putin mi giocherei la carta finale:minacciare gli usa di un confronto aperto gli americani se
    osassero colpire ancora il legittimo governo siriano.

  • Italo Balbo

    Anziché farsi gabbare dai caschi bianchi, nota emanazione del MI6 inglese, Trump farebbe bene a rispettare gli mpegni assunti dagli USA con l’alleanza NATO e fermare le aggressioni Turche a Cipro ed alle legittime attività commerciali italiane nelle acque di Cipro. Purtroppo un Trump sbavante per il genero e succube delle politiche imposte da Tel Aviv si sta dimenticando dei veri alleati degli USA: noi.

  • Sidereus

    Il despota Assad, genocida del suo stesso popolo, dovrà rispondere dei suoi immondi delitti davanti a una corte penale internazionale.
    Il despota Putin, il più spregevole e lurido guerrafondaio attualmente in circolazione (recentemente macchiatosi di una ulteriore nefandezza , in terra britannica, sicuramente riconducibile alla “Divisione omicidi politici” del suo apparato), si appresta ad essere riconfermato alla guida del suo paese (belle forze, con i media sequestrati dal regime e la dissidenza perseguitata). Una volta estorto un nuovo mandato popolare, lo psicotiranno di Mosca potrà dare nuovo slancio al sodalizio criminale con Assad, con nefaste conseguenze per la pace mondiale.

    • Luigi Zambotti

      Ah allora dopo l’Anita Mueller anche il Poitier é stato spostato su altri blog.
      Ne prende il posto il lettore Sidereus. Una bella squadra ben organizzata, non c’è che dire!

      • Sidereus

        Non so chi siano le persone da lei menzionate. Io non sono in alcuna squadra.

        • Lorenzo

          come no!!!! ti spunta la Kippah dal mouse….lolololo

        • Bragadin a Famagosta

          anche qui ti fai prendere in giro..analfabeta senza ritorno

        • Demy M

          Vero, ma non scrivi che fai parte della stessa setta criminale.

          • Sidereus

            Quale?

          • Bragadin a Famagosta

            hai mai pensato di farti esplodere con la pancera del dott. Gibaud?

      • Bragadin a Famagosta

        massi il solito idiota

      • Savino Nicola

        la miglior cosa da fare secondo me in questi casi e vorrei che quelli che stanno d’ accordo compartissero e IGNORARLO

    • cir

      parlaci di tua madre , la skrofa..

    • Italo Balbo

      Ifix tcen tcen !

    • Ling Noi

      I vermi hanno più dignità di voi luridi falsari seriali.

      • Drake

        Tu sei cinese?

    • alfredo monti

      Ecco un altro ratto amico dei tagliagole.

    • Spitti Fitti

      si si infatti la guerra in afghanista e iraq le han fatte putin e assad vero’
      ma va laaaaaaaaaa(ghedini style9

    • Bragadin a Famagosta

      stai zitto analfabeta del kibbutz

    • agosvac

      Lei è più fuori di testa del vecchio gruppo mueller!!!

      • Demy M

        Stessa casta giudaica.

        • Leonardo Giuseppe Masia

          No, dai, gli ebrei non sono così scemi…

    • luigirossi

      @SIDEREUS OVVERO POTIER
      DESPOTA ASSAD,DESPOTA PUTIN SPREGEVOLE E LURIDO GUERRAFONDAIO,NEFANDEZZA.MEDI SEQUESTRATI DAL REGIME(EH SI,MAGARI FOSSERO IN MANOA VOI COME IN OCCIDENTE PSICOTIRANNO SODALIZIO CRIMINALE.TE L’AVEVO DETTO CHE ILCAPTAGON TI FA MALE.QUESTO VOCABOLARIO SI PUO’ IMPROVVISARE SOLO SE SI E’ SERIAMENTE MALATI

    • Zeneize

      Povero, stupidissimo figlio di cagna, ti sei perfino impegnato a scrivere queste cretinate. Ora sparisci, non servi a nulla, sciò.

  • Islamicando

    Lo sapevamo! Siria è ricca di gas combustibile e USA vogliono conquistare come fecero i crociati! Gli europei non devono seguire criminali USA!

    • Ling Noi

      Asino, ai tempi dei crociati non si usava il gas e il petrolio.

      • Savino Nicola

        SI riferisce alle conquiste no al gas e il petrolio

    • cir

      l’ unica cosa giusta che hai scritto .

  • alfredo monti

    Trumpobama vuole proprio fare la guerra.

  • gianrico

    Trump non vuole attaccare Damasco, vuole la guerra mondiale.Questo come titolo dell’articolo sarebbe più idoneo.

  • Bragadin a Famagosta

    insomma le pressioni dell’unico stato canaglia del Medio oriente..contano…

  • tzilighelta

    Prima di andare avanti con le boiate non dimenticate che Obama era il guerrafondaio e Trump doveva essere il pacificatore e risolutore di tutti i problemi, visto come sono andate le cose, con una faccia di bronzo per non dire di melma ecco che le simpatie degli emeriti scienziati, che qui depositano i loro pensierini, si sono spostate tutte a est dall’amico Putin, noto benefattore e frequentatore di gente perbene e timorata di Dio! A proposito, anche se qui per cause ancora sconosciute, non se ne parla, ieri, il nostro a quanto pare ha colpito ancora, ne ha avvelenato altri due in quel di Londra! Vatti a fidare tu, vai mangiare un piatto di patatine fritte e ti ritrovi un carico di radiazioni che neanche a Chernobyl! Ma dove le prendono le patate questi inglesi!!

    • paolo045

      Da Putin, è chiaro.
      Ora gli inglesi sono molto preoccupati per le nuovissime micidiali armi strategiche russe: le patate alle plutonio e gli hamburger al Sarin.

      • Demy M

        Manca il caviale atomico e la vodka al laser.

      • tzilighelta

        Scommetto che tu le hai già assaggiate vero!

        • Demy M

          Io si, e sono ancora vivo. Forse perchè le analisi sono fatte non in Uk……cosa non da poco.

          • tzilighelta

            Finiscila buffone

          • Demy M

            Ti stai guardando allo specchio? Si, confermato !!

        • Demy M

          Ah, dimenticavo!! Aggiungici anche il salmone affumicato dalle scie chimiche……

          • tzilighelta

            Le scie ce le hai in testa cretino!

          • Demy M

            Ti riferisci al tuo DNA di famiglia? certamente si !! Auguri !!

    • avolteritornano

      Dall’Ucraina. Ci vuole tanto ad arrivarci…

      • tzilighelta

        Non ho le tue informazioni

    • Zeneize

      Ci mancava anche questo parto del tuo debolissimo cervello, un cervellino di cagna ignorante e triste.

      • tzilighelta

        Trollone dai mille nomi, sei sempre in attività vedo, ancora a piede libero?

        • Demy M

          Consolati, l’unica luce che iIlumina l’oscurita americana è quella della Federazione Russa! Rassegnati alla sconfitta, trogolo impronunciabile !|!|

          • Drake

            Federazione Russa dove gli uomini vivono 20 anni meno degli uomini italiani.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Aridanga! 15 anni a dir tanto (e se non avessimo i sardi fra noi, i più longevi d’Europa, anche meno)…
            Erano 20 (anzi, 21) ai tempi dei “democratici” Eltsin e compagnia…
            Capito perchè Putin vince? Altro che schede taroccate: solo buona memoria…

          • Drake

            Un intervento che vuole sminuire lo scandalo menzionato.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Ma che razza di italiano parli? Stai traducendo dall’inglese?
            Se adesso è uno scandalo (15 anni di differenza), ai tipi di Eltsin e degli advisers (21) cos’era?

          • Drake

            Altrettanto scandalo è sostenere un paese come la Russia dove gli uomini vivono quasi 20 anni meno degli uomini italiani.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Ma sei proprio de coccio…

          • Drake

            La notizia non piace … Corriere della Sera … Russia, morire giovani per troppa vodka … Un quarto degli uomini muore prima dei 55 anni e la vodka è la principale colpevole … E i dati parlano chiaro: un inquietante 25 per cento della popolazione maschile russa muore infatti prematuramente, entro i 55 anni di età, e di questa percentuale un’altissima quota è addebitabile al consumo eccessivo di alcolici che continua a fare strage di uomini …

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Chi vuol bere, beve. Oggi si beve meno che sotto Eltsin ”il democratico” (e più ”socially”). Si vede che ci sono meno cose da dimenticare…

          • Drake

            Errore, perché tutt’ora ogni russo consuma in media 18 litri di alcol ogni anno, il doppio di quanto gli esperti ritengono essere rischioso per la salute. E gli altrimenti drogati in Russia sono (senza contare gli alcolizzati di cui ogni anno muoiono circa 500.000) più di 7 milioni. La Russia ha pure il record mondiale di malati di HIV.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Inutile che dispari tanto: non si faranno fuori da solo.
            E se ci provi tu, puoi solo sperare che muooiano del ridere…

  • Demy M

    Un’ altra manufestazione di demonecrazia americana da imporre con il loro unico export, le armi.

  • enricodiba

    Gli americani sono ridotti a pianificare attacchi che non potranno mai fare.

    • Savino Nicola

      magari ma mai bisognia sottovalutare al nemico

  • agosvac

    Se non ho capito male , visto che gli USA non avrebbero più alcun diritto di restare in Siria, qualcuno si inventa questi attacchi chimici inesistenti perché non necessari!!! Sembra, però, che lo stesso Trump sia contrario ad azioni del tutto incomprensibili. Tutti aspettiamo con ansia che in America si risolva finalmente il problema se comanda Trump oppure alcuni elementi della CIA, dell’FBI e del pentagono, per lasciare da parte gentaglia come soros e chi lo ha sempre finanziato!!! Per quanto riguarda le armi chimiche sono armi di distruzione di massa, non servo di certo per ammazzare qualche persona, si usano per ammazzarne migliaia se non decine di migliaia sennò sarebbero armi di distruzione di massa del cavolo!!! Ma siamo sicuri che questi che vorrebbero iniziare una ulteriore guerra in Siria siano persone dotate di un minimo di intelligenza???

    • Demy M

      Molti dubbi vista la, sempre, inesistente politica estera americana. I politici Usa dovrebbero chiedere ai cittadini-contribuenti cosa ne pensano ma, nella grande demonecrazia, non è consentito.

      • Savino Nicola

        alla grande demonecrazia come lei la chiama gliene frega un caxxo dei cittadini contribuenti solamente e’ apparente cosi stanno tranquilli e quieti

        • Demy M

          Loro non conoscono la vera verità, da qui il loro appiattimento verso il basso. I Cittadini non hanno nessuna colpa primaria, salvo non guardarsi attorno e poi valutare in base alle loro convinzioni, usi, costumi e tradizioni.

    • Savino Nicola

      non si tratta di intelligenza ma di interessi, avra’ che buttarli fuori ai gringos perche’ senno non se ne andranno mai

    • Drake

      Putin non doveva liberare la Siria?

      • Leonardo Giuseppe Masia

        E infatti, al 70%, l’ha già fatto (ha dato una mano ad Assad a farlo)…

        • Drake

          Facciamo il 200%.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Sei deboluccio anche in matematica e logica, a quanto vedo…

          • Drake

            Non si parlava del governo siriano, ma del contributo russo per difenderlo.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            E io parlo dell’intervento e dei suoi risultati. Ottobre 2015, Assad in ginocchio. Marzo 2018: Assad in sella più che mai.
            In mezzo: Kalibr, Raduga, Buratino ecc., ovvero, l’intervento russo.
            C.V.D….

          • Drake

            L’aiuto dei russi … Siria: 500 civili morti in 7 giorni di raid sulla Ghouta orientale … RAI News

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Quando si combatte in una città, è inevitabile che muoiano civili. Specialmente se i ”difensori” si tengono stretti i civili come scudi umani (e lo facevano già ad Aleppo ovest: se scappavi ti sparavano addosso).
            Non siamo nati ieri…

          • Drake

            Oltre 100.000 raid russi dal 2015 ad oggi affossano le tue spiegazioni.

          • Leonardo Giuseppe Masia

            Molti di quei raid hanno colpito depositi di petrolio dell’ISIS, cisterne turche che portavano quel petrolio è essere venduto a beneficio dell’ISIS, colonne dell’ISIS e centri di controllo comando comunicazioni e addestramento dell’ISIS (o dei famosi ribelli ”moderati”: se non è zuppa è pan bagnato). Si chiamano ”obbiettivi militari: colpirli è permesso.

  • johnny rotten

    I criminali regimi colonialisti occidentali che da più di 500 anni continuano a produrre bagni di sangue e politiche genocide, con l’unico scopo manifesto di derubare i popoli dei diritti sulle proprie terre, dovrebbero iniziare a capire che l’occidente è solo una piccola parte del mondo e che tutto il resto si sta coalizzando contro di loro, farebbero quindi meglio a ritirarsi oggi ed impuniti prima che la rabbia degli oppressi esploda e le vittime decidano di restituirgli il dovuto con in più gli interessi.

  • avolteritornano

    Perfino con la Corea, che lo ha minacciato esplicitamente di lanciargli addosso missili nucleari, Trump pratica con entusiasmo la strada dell’accordo.
    E’ ovvio che a confronto la sua politica nei confronti di Assad appare assurda e demenziale.
    A meno che non si consideri Israele, che è da sempre aperto sobillatore del’interventismo militare USA, da Roosevelt in poi.
    Perché il popolo americano si voleva fare i fatti suoi, fu solo grazie alla false flag di Pearl Harbor con più di 2000 morti che si decise. Operazione sozza che fu decisa in seguito alle pressioni di Churchill, che a sua volta veniva tirato per la giacchetta… indovinate da chi…

    • Demy M

      Ebrei-sionisti.

  • Lamberto Z

    giorni prima della dichiarazione della tregua, i terroristi hanno portato tonnellate di cloro nel Goutha, il tutto documentato con i video che sono stati inviati all’ONU ed ai paesi occidentali, guarda caso dopo qualche giorno si parla di attacco con il cloro e solo 30 intossicati, quando un missile provocherebbe più morti e danni. da ricordare che ancora prima Macron ed il ministro della difesa UK avvertivano la Siria che non avrebbero tollerato attacchi con il gas. Sarà un caso di preveggenza? come facevano a sapere prima che Assad avrebbe fatto un attacco con il cloro? Per altro il suo utilizzo dà scarsi risultati.

    • Demy M

      Attacco preventivo made in Usa/Ue? Tutto è stato programmato e deciso.

  • CARLO FILE

    dopo occupazione di Irak adesso vogliono nazisti USA invadere Siria,attenti USA nazisti questa volta cominciano cretaper USA soldati come in Vietnam.

  • Ilario Fontanella

    Un pensiero, l’attacco americano all’aeroporto siriano, secondo i giornali si è rivelato un mezzo fallimento, più della metà dei missili finiti fuori bersaglio, e la base di nuovo operativa dopo alcune ore…

    • Drake

      Fonti? Documenti?