LAPRESSE_20170325185541_22615876

Il sogno (infranto) dell’Ue

Domenica al Campidoglio si sono celebrati i sessant’anni della firma dei Trattati di Roma, primo embrione di quella che nel tempo sarebbe diventata l’Unione europea.

Celebrazioni alquanto sottotono quelle di domenica, anche perché tale anniversario, per una coincidenza non certo casuale, è coinciso con l’avvio della Brexit, che a livello simbolico, e non solo, ha indebolito non poco l’edificio comune.

A rendere ancora più fosco il cielo sopra il consesso romano il fatto che la celebrazione della nascita della Ue rischia di coincidere con la sua fine, stante che se le elezioni presidenziali francesi – che si concluderanno a maggio – vedessero l’affermazione di Marine Le Pen è possibile che si consumi anche la Frexit, eventualità che assesterebbe un colpo mortale alla Ue.

A complicare la ricorrenza anche le tante criticità che affliggono il Vecchio Continente: anzitutto la crisi economica che ha devastato quasi tutti i Paesi membri, un tunnel del quale non si vede uscita; ma anche la sollecitazione cui è sottoposto dall’insorgenza di un flusso migratorio di portata epocale; la sfida posta dal terrorismo globale e altro.

Il vertice di Roma, oltre che celebrare quanto avvenuto anni fa, avrebbe dovuto interpellarsi sulla strada da percorrere, dal momento che essa sembra portare dritta verso un baratro.

L’unica vera novità introdotta in questo vertice è la possibilità di introdurre nella Ue la variabile delle due velocità. Cambiamento sottoscritto da tutti i Paesi previa limatura del testo, tale da rendere il passaggio un’ipotesi di vaga concretizzazione.

Per il resto, il documento romano è una banale dichiarazione di intenti di nessuna utilità. Una celebrazione, appunto, neanche troppo felice. Più che un’aria di matrimonio, adatta appunto a un’unione, nel municipio capitolino si respirava un’aria stantia, chiusa, se non funebre.

D’altronde il Vecchio Continente appare un fortino arroccato, la cui proiezione globale, che pure presume avere, si riduce a mero velleitarismo, schiacciata com’è dalla proiezione globale, molto più concreta, degli Stati Uniti, della Russia e della Cina.

Non si tratta solo di un limite strutturale, dovuto al fatto di essere una potenza economica e non militare, ché la diplomazia non ha bisogno di cannoni, ma di un deficit a livello politico, che rende la Ue incapace di avere un qualche peso sui tavoli che contano.

È il risultato della consunzione di cui è preda la classe politica europea, che ha consegnato il governo dell’Unione alle Banche e alla Finanza. La politica, in Europa, è ormai orpello residuale, teatro funzionale al potere reale, quello appunto delle banche. Se non conta nulla in casa propria, come può avere un peso altrove?

Il governo delle Banche ha altri e più eclatanti effetti nefasti sulla comunità europea, basti pensare alla follia dell’austerity, imposta dalla Finanza teutonica agli altri Paesi nonostante siano notori i suoi risultati più che deleteri.

Si tratta di temi fin troppo noti ai lettori del nostro sito (Piccolenote), peraltro al centro della controversia che vede opposti partiti cosiddetti europeisti, quelli consegnati alle banche, e partiti cosiddetti populisti, quelli che danno voce, in maniera strumentale o meno non ha importanza in questa sede, alle istanze di quanti si sentono depauperati a livello economico e politico (leggi cessione della sovranità) dall’attuale sistema.

Si tratta di una controversia a carattere religioso, dal momento che oppone partiti laici, quelli detti populisti, a quelli asserviti ai dogmi della religione della Finanza. Purtroppo i conflitti religiosi tendono ad assumere toni parossistici.

Non è solo tale conflitto a squassare l’Europa. Presto essa potrebbe tornare a essere insidiata da vecchi nemici: sia la Gran Bretagna che gli Stati Uniti hanno sempre ostacolato la nascita di una vera Unione europea, considerata un pericoloso concorrente sia a livello commerciale che geopolitico.

Tale avversione era svanita in tempi recenti non solo per l’ingresso della Gran Bretagna nella Ue, ma soprattutto a causa dell’avvento della globalizzazione, la quale permetteva di diluire l’area del libero commercio europeo nel mare magnum dell’impero globale, che comunque restava a trazione anglosassone.

Oggi è cambiato tutto: e se i fautori della globalizzazione tentano di puntellare la Ue nella speranza di ribaltare quanto avvenuto nel mondo anglosassone (vedi nota precedente), la Gran Bretagna della May e l’America di Trump vedrebbero nella disgregazione dell’Unione nient’altro che l’eliminazione di un pericoloso concorrente.

Quelle accennate sono solo alcune delle incognite che gravano sul futuro, e sulla tenuta, dell’Europa. Che non possono essere approcciate solo attraverso un eventuale ricorso alla doppia velocità.

Ci vorrebbe una riflessione ulteriore, una nuova politica. Occorrerebbe tornare alla visione dei padri fondatori, che avevano immaginato per i popoli europei una unione di destini, non un’unione fondata su una moneta, l’euro, e sulla religione della quale essa è simbolo sacrale.

Tempi diversi. Allora si usciva da una guerra e i politici del Vecchio Continente erano ben consci anche della necessità di porre un freno alle spinte egemoniche tedesche, annoverate tra le cause scatenanti degli ultimi conflitti consumati sul suolo europeo.

La creazione di una casa comune aveva quindi anche la funzione di contenere tali spinte, trasformarle in elemento virtuoso perché poste al servizio degli altri Paesi del continente, in un rapporto basato sulla condivisione dei benefici attraverso un’efficace mutualità.

Oggi invece la Ue è diventata, all’opposto, lo strumento con il quale la Germania esercita la sua egemonia sul Continente. I Paesi associati non hanno più una funzione di freno alla sua espansione continentale, sono piuttosto periferie strumentali alla stessa.

Difficilmente la Germania recederà volontariamente dal ruolo acquisito. Né dal cammino intrapreso, che, come detto, porta verso un baratro. Come si è visto nel summit romano di cui all’incipit dell’articolo. Un summit funereo, appunto. Spes ultima dea.

LEGGI ANCHE
Il ruolo geopolitico degli ortodossi
  • Demy M

    Cosa e la UE nella realta? Una associazione di Paesi con politiche diverse, Forze Armate diverse, ordine giudiziario diverso, welfare diverso, tassazione diversa, istruzione diversa,…………tutto diverso, come un puzzle arlecchinesco di cui non si comprende il colore originale. Un’associazione di paesi non puo essere tenuta insieme solo da una moneta che, di unico, non ha nulla. Fermo restando che l’Italia non ha proposto un referendum per entrare nella UE, ed anche la stessa moneta, il famoro Euro, ce lo hanno imposto con un cambio lira-euro sfavorevole,…….In definitiva ci hanno costretti a far parte di una famiglia senza conoscere i genitori e, come risultato, siamo rimasti orfani della nostra democrazia, della nostra liberta,dei nostri confini e, cosa piu grave, anche del nostro futuro. Disoccupazione giovanile docet.

    • percival656

      Andava bene tutto il lavoro di integrazione economica e abbattimento delle dogane, con conseguente facilita’ di movimento dentro la Comunita’. Ma andava accompagnata da una seria difesa delle leggi ai confini e doveva assoluutamente vietato il meccanismo della mineta unica e della cessazione della funzione della banche nazionali, rimettendo tutti i poteri ad una BCE.

      • Demy M

        Grave errore/orrore commesso da cui difficilmente ne usciremo fuori.

        • Emil Jacarta

          Se ci fosse la volontà non sarebbe troppo difficile. Gli Italiani sono quelli che hanno inventato il “chissenefrega”, però, almeno per quel che riguarda la politica internazionale, siete gli unici a non saperlo usare.

          • Demy M

            Purtroppo, l’Italia non ha una Politica Estera perche succube della politica estera straniera.

    • NEGROPONTE

      Se i padri fondatori di questo disastro (leggi Prodi) avessero studiato un tantino di storia italiana forse non saremmo in questa situazione. Stiamo ancora duramente pagando adesso aver messo a forza insieme il Trentino con la Basilicata, il Piemonte con la Puglia, la Toscana con la Sicilia. Figuriamoci mettere nella stessa pentola la Finlandia con il Portogallo, l’Irlanda con Cipro, la Danimarca con la Grecia. Solo una manica di dementi poteva pensare che funzionasse. USCIRE SUBITO !!!!

      • Demy M

        Io dico che uscire dalla UE si deve e subito. Poi, con calma e con documenti non kilometrici, gettare le basi per una vera Europa Unita, non collantata da una moneta decisa fuori dalla UE. Non si possono costringere Popoli interi ad accettare quello che pochi decidono perche, questo sistema, non e democratico e lo dimostrano i fatti. L’Ungheria che costruisce muri, l’Austria che crea blocchi, la Polonia che esce dall’Eurocorps,………Una UE allo sbando senza un vero punto di riferimento, salvo la moneta assassina dell’Italia.

        • Rifle Leroy

          aridaje con un’ altra europa…

          • Demy M

            Una NUOVA Europa non e un’altra Europa. leggi quanto scritto sopra.

          • Rifle Leroy

            Ho letto.
            Quale sarebbe l’idea? per caso l’eurasia lisbona a vladivostok?

          • Demy M

            Si !! Ho presentato un progetto che riguarda questa ‘visione”, un progetto pubblicato in Russia.

          • Rifle Leroy

            Avevo già letto.
            A me sembra megalomania.
            Certo avrebbe un senso in chiave anti-usa-gb ,cioè le attuali talassocrazie.
            Si va bene la cooperazione,va bene intrecciare delle buone relazioni economiche ma per il resto non mi entusiasma. Dal portogallo fino all’asia siamo tanti popoli diversi,ognuno con le proprie idee,costumi e tradizioni diverse, e a me le differenze piacciono. Non voglio eliminarle amgalmandoli,solo per essere più potenti.(Chi poi?non certo noi comuni mortali) .

          • Demy M

            Avevi letto,…che cosa? Il progetto – non politico – riguarda le infrastrutture, trasporti e logistica, niente a che vedere con l’estromettere le differenze dei Popoli, cosa a cui tengo particolarmente tanto che, in Aprile, saro in Italia con una delegazione della Federazione Russa per promuovere incontri socio culturali nella sua massima espressione (usi,costumi,tradizioni…). Una maggiore/migliore possibilita di potersi muovere aumenta le possibilita di conoscere nuovi Popoli, usi, costumi, storie diverse, confronti diretti e non solamente tramite giorali e/o tv. Al di la del progetto materialistico, il fine principale e “avvicinare” i Popoli, cosa non facile ma non impossibile.

          • Rifle Leroy

            Io non sento proprio nessuna necessità di avvicinarmi a chi che sia. E non vivo certo nell’eldorado.
            Rispetto per gli altri va bene.Ma quando si passano le frontiere si deve sottostare a rigorosi controlli.

          • Demy M

            Io sono stato sottoposto a rigorosi controlli, e ne sono contento. Oggi Vivo nella Federazione Russa senza nessuna difficolta e/o problema.

          • Rifle Leroy

            Mah. io non riuscirei mai a lasciare la mia terra. Nemmeno se diventasse un deserto arido. Forse è semplice buon senso visto che il clima è mite e il cibo buono.Forse è attaccamento …ma cmq… va bene… i russi mi sono simpatici,come tutti i popoli euroasiatici, pure i cinesi. Va bene fare un fronte comune contro americani e inglesi,costruire le infrastrutture ma sto fatto che i popoli vadano avvicinati con tutto ciò che ne consegue,non so mi lascia perplesso.

          • Demy M

            …omissis…sto fatto che i popoli vadano avvicinati ..I Popoli non devono essere avvicinati perche qualcuno lo ha deciso e/o imposto. I Popoli devono potersi muovere senza limitazione, salvo controlli di sicurezza previsti dalle leggi vigenti. Io non ho lasciato la mia terra, diciamo che, per adesso, mi sono allontanato.

          • Rifle Leroy

            Scusa ma io non sento proprio questa necessità di dovermi muovere senza limitazioni. Anzi resto sempre più insospettito dal tuo modo di parlare.

            Per far capire come la penso, forse un giorno andrò a visitare sia il giappone che la cina,paesi che esprimono due culture da cui sono stato da sempre affascinato sin da piccolo,ma me ne guarderò bene da farlo diventare un puttan tour ,un occasione per conoscere qualche ragazza locale , o per scambi culturali (qualsiasi cosa voglia dire questa frase che avrò sentito migliaia di volte alla tv) ,e sopratutto lo farò in punta di piedi. E dopo 3 giorni me ne ritornerò a casa mia. Perchè c’è un detto che dice che l’ospite dopo 3 giorni…

          • Demy M

            Forse le mie parole ti hanno “confuso” causa la mia professione. Sono stato circa 40 anni sul mare e,sempre, ho sentito la necessita di potermi muovere senza limitazioni. Deformazione professionale? Forse.

          • Rifle Leroy

            Ho capito. Molte volte con lo scritto non si riescono ad afferrare al meglio concetti, che invece con l’orale capiresti al volo.

            Poi alcuni si muovono per necessità,ma sono sempre stati una piccolissima percentuale rispetto al totale della popolazione umana ,di qualsiasi epoca…maggioranza che,se era di buona volontà, rimaneva nella propria terra e la migliorava. Ed io spero che in futuro le cose tornino cosi.

          • Demy M

            Sarebbe la migliore soluzione.

          • M.A.S.

            Ahh, ecco mi pareva. Ti ho seguito sino a qua e stavo chiedendomi l’ipotesi se sei veramente ignorante come una capra oppure se se scrivi in preda ai fumi dell’alcool. La svizzera la nazione piu’ antica del mondo!!!!!!! Ma che eresie vai dicendo. Ma ora ho compreso. Scusa ma vuoi spiegare il tuo odio per USA ed UK? Perche’, cosa ti hanno fatto se da quello che capisco ti piace stare rintanato nel tuo campicello?

          • Rifle Leroy

            Se intendiamo il più antico stato nazione europeo allora confermo la svizzera. Fuori dall’europa penso la Cina.
            ps
            Vai fuori dalle scatole atlantista.

          • M.A.S.

            WOWWWWWWWWW come parli difficile. Si sono a favore della NATO che quantunque possa darti fastidio ci ha salvato dall’espansone comunista sovietica.
            Ti chiamero’ PAGURO, il granchio eremita che vive solitario nelle case altrui. Caro PAGURO impara la Storia prima di sparare C A Z Z A T E iperboliche. E’ dal 1066, dai tempi del Guglielmo il Conquistatore, che l’inghilterra e’ uno Stato e non ha subito piu’ invasioni. Bada ho detto Inghilterra e non UK. Se poi tu ritieni che le isole britanniche non facciano parte dell’europa allora sei somaro anche in Geografia non solo in Storia.

            PS:
            Ma vai fuori dale scatole tu, illetterato.

          • Rifle Leroy

            Idiota stai calmo.

          • M.A.S.

            Non solo illetterato che non conosce neanche la grammatical italiana, oltre ad ignorare la Storia e Geografia,, ma anche presuntuoso ed arrogante.

          • Rifle Leroy

            Io non capisco queste accuse infondate.Non credo di scrivere tanto male in italiano,e proprio la storia e la geografia sono il mio forte. Molto probabilmente sei andato a fare la ricerca su quale sia lo stato nazione più antico al mondo.Dubito però che tu conosco il concetto di stato nazione moderno. A memoria io ricordavo la svizzera,può darsi che non lo sia,ma sicuramente è uno dei più vecchi.
            Non ho voglio di parlare con uno che accusa a vanvera ,che entra nelle discussioni come un invasato,e sopratutto che è un’atlantista.
            Puoi cuocere nel tuo brodo.
            Bloccato come la anita muller.

          • M.A.S.

            Un piccolo esempio dei truoi sgorbi grammaticali “Dai babilonesi,agli egizi,a quello persiano,a quello di Alessandro magno,quello di roma,quello che hai citato, quello ottomano,cosi come tutti gli imperi coloniali europei “. Parole tue. Solo in questa frase ci sono 4 errori grammaticali. Non mi serve fare le ricerche perche’ a scuola studiavo.. Caschi poi come un somaro sul concetto di stato/nazione moderna. Ma perche’ ti risulta che gli UK siano ancora allo stato medioevale? Che l’Inghilterra , nazione nata nel 1066, sia rimasta quella che era senza modernizzars? Sei proprio un ottuso, caro il mio paguro e la tua ottusita’ e’ dimostrata dal fatto che non hai ancora capito che Anita. Mueller (e non Muller) sia un risponditore automatico. Torna a scuola pagurino caro.

          • Ramsmeat

            Sarò un giovane idealista, ma un’Europa che comprenda anche la Russia, basata su valori, cultura e destino comune.
            I popoli si uniscono con cultura, usi e costumi, non certo con monete e burocrazia da quattro soldi.
            Ahimè so che è pura utopia avere una sorta di moderno ed efficiente “Sacro Romano Impero”.

          • Rifle Leroy

            I grandi imperi sono tutti caduti. Dai babilonesi,agli egizi,a quello persiano,a quello di Alessandro magno,quello di roma,quello che hai citato, quello ottomano,cosi come tutti gli imperi coloniali europei.

            Ciò che è sopravvisuto sono i piccoli popoli che hanno saputo conservare la loro identità,penso agli ebrei per esempio,ma anche la svizzera che è un paese piccolissimo eppure è lì da quasi 500 anni,tanto da essere al nazione più antica al mondo.

          • Demy M

            I grandi imperi sono caduti, e vero ma,…….le Grandi Nazioni esistono ancora nonostante guerre,sanzioni, lotte senza quartiere……..Questo accade solo nei Paesi dove si conserva ancora il concetto di Famiglia, di Patria, di Onore, di Onesta ma,…………e lungo, e difficile, spiegare in poche righe.

          • Ramsmeat

            Per questo stanno relativizzando tutto, distruggendo la famiglia e dicendo che una cultura vale l’altra, per poter distruggere le nazioni europee. Pensare che il fratello di un mio bisnonno morì, ed un altro bisonno ci andò vicino, per salvare sto paese di traditori e terzomondisti.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Viaggio nei centri sociali occupati, tra droghe, alcol e stanze del sesso … articolo del Giornale del 22/12/2015 e che racconta un luogo ma che è poi la nostra società.

          • Rifle Leroy

            Le nazioni sono abbastanza giovani se paragonate alla storia dell’umanità. Ripeto che quella più vecchia ,la svizzera,vado a memoria ma mi pare sia stata istituita nel 1600.
            Quindi le grandi nazioni esistono ancora…è una frase a cui fare la tara.E sopratutto oggi che rischiano veramente di essere svuotate della loro sovranità.

          • Demy M

            Non dimentichiamoci della repubblica di San Marino, Svezia, Inghilterra,Monaco, Paesi Bassi, Liechtenstein, Lussemburgo,Belgio…..

          • Rifle Leroy

            E che rimane oggi di Svezia,Inghilterra olanda e belgio? comunità disintegrate dalla modernità e dalle sue regole che sembrano fatte apposta per distruggere tutto ciò che è tradizione, invase da orde di stranieri che,quando non sono mossi da sentimenti di rivalsa per l’epoca coloniale, sono persone sradicate e senza identità che servono a sostituire la popolazione autoctona.
            Non mi pare che almeno come popolo abbiano un grande futuro. Se poi per popolo inteidamo l’attuale melting pot allora il discorso cambia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Semmai il paradiso fiscale più antico del mondo (dal 1291, anno dell’alleanza tra Uri, Svitto e Untervaldo) …

          • M.A.S.

            Eh no caro Ramsmeat Il Sacro Romano Impero proprio no. Perche’ vedi, il Sacro Romano Impero e’ quello di Carlo Magno, nato ad Aquisgrana (oggi Aachen, Germania) e di Federico Barbarossa (anche lui Tedesco). Forse intendevi l’Impero Romano che e’ tutt’altra cosa. Solo I Romani sono riusciti ad unificare l’Europa ma I Romani erano altra gente, altri statisti, altri guerrieri. Questi politucoli che si Chiamano Prodi, Amato, Merkel etc, etc, non ci riusciranno mai..Questi, a differenza dei Romani, cercano di imporre una unita’ politica. Al tempo di Roma erano le varie citta’ che supplicavano di poter avere la cittadinanza romana Il che significava una serie di privilegi. Oggi Europa significa solo burocrazia ed incapacita’ tedesca di capire che non si puo’ chiedere alla Grecia di diventare una economia di tipo teutonico perche la Grecia e’ ancora una Nazione agricolo-pastorale. Se si vuole una Europa politica allora Germania, Olanda e compagnia cantante debbono capire che gli stati piu’ ricchi devono aiutare quelli piu’ poveri, esattamente come avviene negli USA. Ma il popolo tedesco non accettera’ mai.
            L’inghilterra? L’inghilterra ha fatto benissimo a rigettare una ideologia che vuole uccidere il senso di identita nazionale ed ha voluto riprendesi quei poteri che aveva ceduto a Bruxelles. Il punto chiave della Brexit e’ appunto questo: Tornare a decidere per il bene del proprio paese e non per quello della Germania.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Spagna e Portogallo si sono forse catapultati nel benessere senza l’aiuto di altri paesi?

          • Demy M

            L’ideale sarebbe una Europa Euro Asiatica, che vada dall’Atlantico al Pacifico, inclusa la Federazione Russa. Unica soluzione per “tamponare” l’egemonia USA e Cinese.

          • soldellavvenire

            il sogno dell’URSS, niente di nuovo

          • Demy M

            L’URSS non esiste piu ma, continuando su questa politica, anche la UE finira nel nulla.

          • Libertà o cara

            Gentile soldellavvenire,
            quanti furono i morti ammazzati nel GULag detto URSS?
            UN GULag esteso da Nova Gorica a Vladivostoc!
            Quale era la “definizione” che la locale sinistra casta di potere dava dei sudditi?

            Occorre affermare che l’Urss fu progettata, finanziata, realizzata e sostenuta dai grandi banchieri della City e di Wall Street!

            Un esperimento tragico fino a 95 milioni di vittime, ma che appare essere goliardico rispetto a quello che s’appresta col NWO!

            Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

          • Libertà o cara

            Gentile signore Demy M,

            sono i valori esistenziali della dirigenza a conferire idealità a qualsivoglia ente, ma debbono esere valori rivolti a servire il popolo sovrano.

            Con questa casta di potere decisa, costi quel che costi a noi, decisa a protrarsi nell’obbedienza acritica ed amorale, nulla cambierebbe spostando i confini!

            Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

    • Libertà o cara

      Gentile signor Demy M,
      Non trovo il suo commento ultimo.

      Affrontare ciò che lei pone all’attenzione diventa argomentare da uomini su questioni fondamentali.
      Lei affronta la prassi con l’occhio di chi dice: sono un cittadino, compio il mio dovere m’aspetto che voi facciate il vostro al servizio del popolo sovrano!
      Ahinoi non è concesso né a loro né a noi!
      Il tutto ruota attorno alle parole “casta di potere” ed agli “imbonitori prezzolati” i quali, per i famosi 30 denari, il prezzo del Giusto, ripercorrono le stesse strade a tener buone le vittime!
      Lei cita le Rivoluzioni, esse, tutte, furono suscitate e sostenute da associazioni segrete tese al dominio mondiale. Il condimento aggiunto furono le guerre mondiali. Fatima.
      Quella americana fu piuttosto una guerra di indipendenza, ma le altre furono veri e propri Colpi di Stato pianificati a tavolino ed eseguiti con dovizia di mezzi finanziarii e politici, senza pietà alcuna per nessuno! Vandea.
      Era il 1700 o giù di lì.
      In quel di Francoforte viveva un signore esperto di finanza, egli curò le fortune di un nobile locale ricavandone una piccola fortuna.
      Fu bravissimo e determinato, la fortuna crebbe fino ai miliardi.
      Dai miliardi alle banche.
      Dalle banche alle banche centrali.
      Dalle banche centrali alla emissione di valuta ed alle proprietà.
      Tante proprietà tutte dedite alla formazione della morale corrente delle genti.
      Da qui al Potere incontrastato. E qui siamo!
      Qualche controprova, piccola.
      Robespierre ghigliottinato, aveva danunciato che la Rivoluzione era etero diretta!
      La Germania rasa al suolo, il Reich controllava la sua moneta, rifiutando l’aiuto di “qualcuno”!
      La foto di Yalta, tre amiconi da sempre! Chi con Lady Liberty! Chi coi GULag! Che dire?
      JFK assassinato a Dallas, aveva denunciato quello che gli Yankees definiscono Deep State.
      Il Main Stream globale in guerra aperta con Trump, mai designato dal Deep State, anzi proprio inviso!
      Figure note in Italia:
      Cavour che sottrasse i beni ai monasteri per darli quasi gratis ai suoi pari, tutti Illuminati.
      Vittorio Emanuele II che accettò cinque morti distanziate in famiglia ma firmò le leggi Siccardi! Le morti gli furono preavvertite da un santo sacerdote di Torino. Per il re: il prete pazzo! Anni dopo chiese perdono al papa e l’otténne!
      Garibaldi gran maestro di una fratellanza palermitana!
      Mazzini. Una curiosità socio-culturale sul Mazzini. Lui propugnatore intemerato della Repubblica ebbe, da allora, spazio eminente in tutte le città del Regno d’Italia, dal Regno di ieri alla Repubblica di oggi! Che continuità!
      Or sono pochi mesi sono giunti a palazzo Giustiniani gli auguri delle strutture governativa ed amministrativa nazionali!
      In Venezuela la corte suprema ha esutorato il Parlamento! Caracas è da tempo la città più feroce e sanguinaria al mondo!
      Sereno anno che resta. . . Libertà o cara.

  • Sterminator

    Quelli che oggi minacciano e piangono sono i colpevoli della Brexit, grazie al mostro burocratico e scellerato che hanno creato.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Piuttosto prova a trovare notizie che ti raccontano come le banche europee si servono dei paradisi fiscali per eludere le tasse.

      • Emil Jacarta

        E niente sul URSS?.. che è successo?.. prendi delle medicine?.. sei andata in analisi? Qualunque cosa sia sta funzionando. Brava!

        • NEGROPONTE

          Non avendo seguito le puntate precedenti faccio ovviamente un po’ a fatica a seguila nei commenti su Anita. Comunque sia, i nostalgici dell’URSS hanno ampiamente trovato nella islamica e politicamente corretta Unione Boldrinista Europea il nuovo sol dell’avvenire.

          • Emil Jacarta

            Anita non è certamente una nostalgica dell’URSS, anzi, per lei l’URSS è la sorgente di tutti i mali. Purtroppo, quando non prende le medicine, la confonde con la Russia di Putin.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il mondo delle tresche è la spiegazione che cerchi …

          • Emil Jacarta

            Chi sa cosa avrà voluto dire..?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Secondo Einstein siamo vettori, e le parole che sentiamo, sapendo noi parlare, possono influenzarci (Albert Einstein e Leopold Infeld, What is a wave? in The Evolution of Physics).

          • Emil Jacarta

            Ne disse di stronzate ‘sto Einstein, eh? Questa, però, non è male. Peccato che non abbia mai intuito la vera natura della realtà. Ma questa è un’altra storia.

          • Jessica

            Io ammiro Tesla che al contrario di Einstein ha intuito la vera natura della realtà: peccato che le sue invenzioni geniali siano state boicottate e nascoste o siano state utilizzate in modo sbagliato per fini militari dai vari governi americani.

          • abj14

            Sia quel che sia, il Buon Albert Einstein ha detto una sacrosanta verità : Due cose sono infinite in questo mondo, l’Universo e l’Imbecillità umana; ma sull’Universo ho ancora qualche dubbio. – Chissà se stava pensando anche a Anita Mueller, mah.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’alcol trasmette questo effetto che ci hai fatto leggere, la megalomania.

          • abj14

            L’ultima frase l’ho scritta alla sua stregua su altro articolo (L’incubo del voto francese) quando mi rispose : “Te la sei cercata. Comunque scherzavo” – Ecco, scherzavo anch’io.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Lo facciamo tutti.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          … la purificazione del mondo attraverso il terrore catartico … mi hai ricordato Luciano Pellicani e il suo libro, Lenin e Hitler I due volti del totalitarismo …

          • Emil Jacarta

            Criptica!.. come sempre. Comunque ci sono dei totalitarismi ben più subdoli e funesti per la civiltà di quelli , in fondo passeggeri, di Lenin e Hitler.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un esempio?

          • Emil Jacarta

            Il controllo dell’opinione pubblica effettuato attraverso i mezzi d’informazione, in mano agli stessi, da più di due secoli. Quelli stessi che tengono saldamente in mano i poteri cosiddetti forti, quelli di carta.

  • thalia

    Certamente non avere per nulla coinvolto il popolo tutto si è ridotto alla solita passeggiata- magnata e bevuta. Sicuro Ciampi ci avrebbe posto il coro e l’orchestra di S.Cecilia sulla pazza del Quirinale e qualche paio di rockeros distribuiti a S.Giovanni e colosseo per i ragazzi. ma questa festa è stata tutta per loro, colazione e pranzo poi defilati in aereo concerto alla scala, dove seppure attaccato al suo bastone non ha denigrato neppure l’ex quirino. un numero di babbuini venuti da ogni punto cardinale in mezzo a una montagna di bandiere, per festeggiarsi e rimettere una firma. qui si nota che loro dei popoli importa un fico… ma a noi perché dovrebbero importare loro? meglio essere una parte di quel puzzle che essere fagogitati da uno scenario di poco pregio, o addirittura sterile.

  • nopolcorrect

    Quando dalle belle parole si passa concretamente al portafoglio la UE si squaglia – come era prevedibile. Noi abbiamo contribuito allo sfascio non diminuendo il nostro debito pubblico e, soprattutto, con la demenziale politica “mare loro” di Letta e Renzi. La Brexit era una prevedibile conseguenza del fatto che l’Inghilterra ha sempre avuto un piede in Europa e uno nel Commonwealth e nella relazione speciale con gli Stati Uniti. Quanto andrà avanti la baracca? Finché la coppia Franco-Tedesca lo vorrà. Noi contiamo come il due di coppe quando briscola è a bastoni.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Quindi anche i baby-pensionati sono dovuti all’UE?

  • Michael Guidara

    Gli Europei ( leggi tedeschi con il cameo di Francia e,inufficiale, Italia ) vogliono ´ sottomettere´ gli Usa in un momento di debolezza degli Star & Stripes…. Riuscira´ questo folle piano ?Le prime avvisaglie all´UK sono gia´ partite….

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Già che ci sei, ma chi è Franco a Trier?

      • Michael Guidara

        Un collaborazionista…. Non lo conosco personalmente ma e´ uno per cui La Merkel schiaccia i serpenti ed e´ la madre di Dio… Neanche il tedesco piu´ ottuso e merkelliano raggiunge limiti cosi´ ridicoli e grotteschi …. Ecco, ahime´ ahinoi ,ora che me lo hai fatto nominare apparira´ d´incanto a incensarci della `Großes Licht ´ , ´Grande Luce´ della Ferkel…

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Ma c’è uno con lo stesso nome che ha una pizzeria a Trier.

          • Michael Guidara

            Puo´ essere un´omonimia ma se cosi´ non fosse la cosa e´ un´ aggravante in quanto il tipo in questione appoggia quella cassapanca ambulante che insieme coi suoi sodali della CDU e parte della CSU +SPD vorrebbe che gli italiani fossero solo quello: suonatori di mandolino e pizzaioli magari in Germania a servire i ´Deutsche´…Cioe´ tipo il topo che appoggia incondizionatamente il gatto che vorrebbe mangiarlo… Assurdo, non trovi ?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il pregiudizio contro gli italiani esiste, e non pochi italiani andati all’estero lo ripetono, probabilmente per subirlo di meno e anche per ottenere favori da parte di coloro che lo esprimono.

          • Michael Guidara

            L´ italiano e´ opportunista e da tutto cerca un tornaconto…Sono ancora alla ricerca dei favori che non ho mai ricevuto io per essere stato , anni addietro, uno yesmen del suddetto popolo… Una colpa che non potro´ mai espiare ma almeno ho aperto gli occhi e mi sono restati sbarrati da tutto quello che prima non potevo o non volevo veere…

      • abj14

        Tale franco-a-trier_DE(ficientinen)
        è un ex-italiota malamente teutonicizzato, ergo non è né carne né pesce (e
        magari non paga le tasse in Italia; non mi ha mai risposto a tal merito). Per di più, dice solo e sempre un sacco di fregnacce, finanche quando insulta i sinistrosi PiDioti. In breve, più idioten di così, impossibile.

    • Libertà o cara

      Gentile Signor Michael
      La guerra di emancipazione dallo stato di colonia condotta dagli yankees,
      fu condotta contro la super potenza assoluta dell’epoca,
      essa guerra fu sofferta sì, ma vinta (con l’aiuto francese)!

      Non appare essere la potenza Usa confrontabile col disastro europeo.

      Altri sono i potentati che in forza dei loro servi prezzolati possono e vogliono assurgere a dominio del mondo!

      Controprova: gli altissimi lai del Main Stream del vecchio continente (di nome e di fatto) all’annuncio di Trump, l’uomo della stanza ovale, del: compra americano, produci americano!
      In Europa, i burocrati, servi silenti dal cervello all’ammasso, non hanno previsto nessuna protezione e non hanno approntato nessuna difesa!
      Eppure la campagna elettorale Usa è stata lunga, lì le intenzioni furono ben espresse e chiaramente.

      Di cosa sono capaci le caste di potere di qua dell’Atlantico se non di guaine lamentose come si conviene ai servi prezzolati!

      Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

      • Michael Guidara

        Mi auguro con tutto il cuore che Lei abbia ragione ma io vedo veramente i delinquenti di Bruxelles troppo esaltati e viceversa un´America triste e quasi solitaria…

        • Libertà o cara

          Gentile Michael,
          diceva un italiano emigrato a New York a lustrar scarpe:
          “In America ho imparato una cosa: non si mangia a gratis”.

          Questa è la ragione filosofica della potenza degli yankees.

          Oggi assistiamo ad un uomo yankee che si leva a difesa del suo popolo, sovrano sì ma angariato e vessato dalle politiche liberal (Libtard all’americana o socialiste all’europea) del trio Obama, Clinton.

          La mancanza in Europa di un uomo politico alla Trump è la causa seconda del disastro che sta depauperando ed affliggendo i popoli europei.
          La causa prima la evidenzia il Main Stream globale in guerra permanente effettiva allo, per esso Main Stream, intruso che siede nella stanza ovale! La “causa prima” è il tizio che determina il e spadroneggia sul Main Stream di ovunque!

          Gli Yankees parlano di un “Deep State”, Stato profondo,
          a noi europei ne è impedito perfino il concetto!
          Nulla, magari ufficiosamente, sappiamo del tizio “Deep State”!

          Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

          • Michael Guidara

            In Africa invece si e´ sparsa la voce che in Europa si mangia a gratis ( hanno sparso la voce certi furbacchioni convinti di restare nell´ ombra )e cosi´ ne arrivano quasi tutti i giorni a bizzeffe .. La Kulona tedesca che dovrebbe levarsi a difesa dell´ Europa (ma solo per il proprio opportunismo) ha assecondato questa convinzione invitando nella sua nazione gli esuli dalla guerra di Siria.. Ed ecco che agli esuli della guerra in Siria ( i cosiddetti Flüchtlinge ) si sono uniti afghani,pakistani,bengalesi insomma gente che non aveva il diritto di entrare in Europa come rifugiati…… Ora la Kulona fa finta di aver capito di aver sbagliato ma in cuor suo ne e´ felicissima della situazione attuale…

          • Libertà o cara

            Gentile signor Michael,

            lei ha la prova provata che il tizio “Deep State” spadroneggia in Europa a suo piacimento!
            C’è l’assurdo di una Kanzlerin, compagna DDR, amica della Stasi, silente sui Vopos, sindacalista nell’ufficio suo di copertura, sia assurta ad “imperatrice sostanziale” di quest’Europa priva ormai di Nerbo, Storia, Morale, Radici e Tradizioni!

            Questo la Kanzlerin dove fare secondo gli ordini ricevuti ed ha fatto!

            E l’U.E.? Sono tenuti nel lusso, cos’altro vogliono?

            Sereno anno che resta. . . Libertà o cara .

          • Michael Guidara

            La Kanzlerin seppur continuera´ a settembre la sua marcia funerea dell´ UE e della sua nazione sara´ una donna odiata da un quarto della sua popolazione e da mezza se non piu´ Europa..Sara´ una Kanzlerin azzoppata….

          • Libertà o cara

            Gentile signor Michael,

            se la Kanzlerin dovesse rispondere solamente al “Deep State”
            di sicuro non si curerebbe dei nativi dell’Europa. Infatti …

            Di sicuro non si preoccupò dei nativi della Penisola il Cavour,
            non si preoccupò della sua famiglia nemmeno Vittorio Emanuele II il quale pur s’ebbe cinque morti in famiglia, morti a lui preavvertite per tempo.
            Nemmeno la prova provata delle morti in famiglia, avvenute distanziate nel tempo, fermò i Savoia ed i loro ministri Illuminati!

            Quindi …

            Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

  • ADL

    Qualcuno ha per caso visto durante le celebrazioni della UE che pretende essere dei popoli, qualcuno del popolo, insieme agli officials CE LA CANTIAMO E CE LA SUONIAMO ????!!!! Il popolo era fuori a protestare e gli ueiani a festeggiare e celebrare il decesso della UE, non ancora comunicato a se stessi e quindi ai popoli. D’altronde la UE nata da una nobile idea ha purtroppo fatto una pessima unione civile con la NATO. La Nato e la UE sono cresciute insieme, solo che la crescita dell’una (Nato) ha sottratto linfa vitale all’altra (Ue). E’ evidente che ultimamente ma a quanto pare anche prima, la dipendenza della Ue dalla Nato e quindi dagli USA, è diventata sfacciata e vergognosa sudditanza. Ed il problema non è a mio avviso solo la vittoria eventuale di Le Pen. Un organismo come la UE non può vivere se non diventa autonomo dagli Usa. Ed ora con la Brexit e con Trump questa sudditanza è ancora più sfacciata e vergognosa oltre che comica viste le pesciate in faccia che Trump infligge. Sudditanza a mio avviso non solo di tipo militare ma anche di tipo finanziario. Non per nulla ciò che ha retto sino ad oggi è stata la UE dell’Euro e non la Ue politica che non esiste. Ma l’euro serve all’America perché le svalutazioni del dollaro e le incursioni finanziarie delle banche d’affari vedasi Lehman, e delle agenzie di rating, qualcuno deve pur pagarle.

  • Greetings

    Fino a che non ci sarà un fine, non ci potrà essere un nuovo inizio. Speriamo solo di esserci ancora per vedere la fine di questo incubo chiamato EU.

  • random640

    la Ue questa Ue ha la faccia di Mattarella…figuriamoci..ho detto tutto. Detto ciò non capisco cosa ci voglia, senza dividersi in “fanatici” europeisti ed anti europeisti, ammettere 1) che la situazione attuale è OGGETTIVAMENTE UN DISASTRO
    2) che NON PUO COMANDARE UNO STATO, NON ERANO QUESTI I PATTI, E NON ERA QUESTO STATO DOPATO COME LA GERMANIA ATTUALE, QUELLO CON CUI SI TRATTO’ IN PASSATO.
    3) RICORDARE I DEBITI ABBUONATI ALLA GERMANIA, DAL 56, e DAL 90 PER LA GUERRA E L’UNIFICAZIONE. UNA VERGOGNA.
    4) NON SI CAPISCE COME NON SI POSSA FARE UNA USCITA “DOLCE” INSIEME A SPAGNA, PORTOGALLO, GRECIA, FRANCIA, E CHI CI VUOL STARE, USANDO UNA MONETA INTERMEDIA PER AMMORTIZZARE GLI ATTACCHI SPECULATIVI E LA CONVERSIONE DALL’ATTUALE
    5) DOPO LA BREXIT NON HANNO CAPITO NULLA, CONTINUANO SULLA STESSA CHINA: SONO IDIOTI?
    6) OUT OUT ALLA GERMANIA, POSSIBILE CHE ITALIA, POLONIA, FRANCIA, SPAGNA, PORTOGALLO, GRECIA, UNGHERIA…ECC NON RIESCANO A FARE UN FRONTE CONTRO LA GERMANIA, OLANDA E SIMILI? AVENDO UN POTERE DI VETO E DI CONTRATTAZIONE NOTEVOLE?

    • abj14

      random640, chiedo venia, non se la prenda a male; per cortesia scriva in minuscolo, un commento intero scritto tutto in maiuscolo dà particolarmente fastidio e invoglia a passare oltre. La prego e la ringrazio.

      • random640

        ha ragione, sono stato “contagiato” da “DOLCE LUNA” che per altro ho ripreso io stesso per la stessa ragione.

    • Libertà o cara

      Gentile signore random640,
      le sue perplessità sono tutte assolutamente fondate

      ma …

      le caste di potere degli Stati che lei ha elencato
      e degli altri che ha taciuto

      sono tutte proprio tutte comandate a bacchetta.

      Controprova:
      la Kanzlerin Merkel si reca in visita ufficiale negli States
      per dire,
      a colui che è Commander in Chief per volontà del popolo sovrano yankee,
      di interessarsi dei “migranti” ed accettare i “clandestini”.

      Voglia scusare il non porre in evidenza le perplessità che una visita del genere suscita nel cittadino europeo spiritualmente ancora libero!

      Sarebbe proprio superfluo, tanto il fatto risuona d’assurdo e olezza di minaccia.

      Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

  • Rifle Leroy

    MA forse per voi era un sogno,ma per chi me è sempre stato un nazionalista, la perdita della mia nazione era un incubo.
    Speriamo che veramente l’eu muoia. Speriamo veramente. Lunga vita alle nazioni e no agli agglomerati transnazionali.

  • Rifle Leroy

    Forse per voi era un sogno,ma per chi come me è sempre stato un nazionalista, la perdita della mia nazione era un incubo.
    Speriamo che veramente l’eu muoia,perchè purtroppo l’incubo non è ancora finito.

    • Sacrifice

      L’incubo vero non è nemmeno cominciato.. fidati!

      • Rifle Leroy

        Meno cripticismo pls.

        • Sacrifice

          sembra che la censura sia attiva

    • M.A.S.

      Anche qui, oltre ad errori di sintassi, ci sono errori grammaticali da far rabbrividire. La frase corretta deve suonare cosi’: “Ma per chi come me CHE e’ sempre stato un nazionalista, la perdita della IDENTITA’ nazionale E’ un incubo”. E si caro pagurino ci vuole il presente dell’indicativo e non l’imperfetto. L’identita’ nazionale non l’hai ancora persa del tutto, la perdita e’ ancora in essere tanto e’ vero che per te l’incubo non e’ finito. Vai alle scuole serali.

  • azo

    Questo signore ha la parlantina troppo facile, MA,”’VORREI VEDERLO SE DOVESSE VIVERE CON LA FAMIGLIA ED UNA ENTRATA MASSIMA DI 1.500 EURO MENSILI, IN UN CASEGGIATO ALLA PERIFERIA DI ROMA O MILANO,TRA DELINQUENTI, ZINGARI E MIGRANTI, SE LA PENSA ANCORA ALLO STESSO MODO”””!!! Che parli di meno alla popolazione e che faccia fare ai suoi dipendenti, pagati dal danaro pubblico ciò che hanno giurato verso la popolazione e la bandiera, “IL TRICOLORE ITALIANO”, non ciò che dice Brussel e neppure ciò che impongono gli emirati arabi, suoi cugini!!!

    • Ramsmeat

      92 minuti di applausi.

  • Libertà o cara

    Il sogno infranto dell’UE
    Gentili e solerti lettori,
    perdonate se porto la vostra attenzione su argomenti paralleli a quelli sin qui dibattuti!
    Nella Storia dell’Italia c’è il Regno delle due Sicilie terza potenza economica europea, quando non la seconda.
    Gli Stati italiani avevano già avviato il lungo processo di federazione quando intervenne il Cavour su pressione inglese e il Regno delle Due Sicilie fu mutato in landa desolata!
    Non c’è uno stringente parallelo con la U.E.?
    Siamo giunti all’assurdo che la Kanzlerin si reca a Washington a perorare interventi in favore dei migranti(!)!
    L’unica cosa importante per colei che opera come fosse imperatrice europea sono i migranti?
    Quale mai vantaggio può derivare alla Germania dai migranti che entrano negli Usa?
    Quale mai vantaggio può derivare all’Italia sempre dai migranti Usa?
    Allora domandiamoci perché l’U.E.? Chi ha voluto l’U.E.? Quale il destino predestinato per l’U.E.?
    Il titolo dell’articolo avrà sicuramente un senso, ma quale?
    Tutto è sempre stato mosso dalle varie caste di potere e continuano a farlo?
    Come mai le navi battenti bandiera della BRD sbarcano i loro migranti nei porti italiani?
    Chi lo ha deciso? A chi fa comodo? Chi lo permette?
    Chi ha mai sognato questa U.E.?
    Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

  • best67

    una “pessima” unione..!

  • dottor Strange

    finchè è stata “Comunità Economica Europea” le cose sono andate abbastanza bene e c’erano i margini per migliorare la collaborazione nella lotta alla criminalità, per la protezione dell’ambiente e del patrimonio storico, perr la tutela delle produzioni nazionali di qualità. E’ l’Unione Europea (asservita alle banche) che è diventata un mostro, una Idra da uccidere prima possibile. Torniamo alla CEE, sbaracchiamo Bruxelles e Strasburgo, recuperiamo la sovranità nazionale e le cose torneranno a posto (dopo aver ripulito tutte le macerie…)

  • random640

    ma che poi sbaglio o l’inghilterra è la seconda “azionista” della Bce dopo la Germania? questo è il paradosso…eh eh e sta pure pesantemente nell’euro..ovv come mano esterna visto che non lo ha mai adottato, bell’intreccio..

  • mortimermouse

    l’europa ha fatto la cosa piu stupida del mondo: cercare di piegare gli europei all’ideologia della sinistra! ha cercato di misurare le telline, le ciliegie, quando invece doveva realizzare uno scambio sociale, economico, giuridico, fiscale unico! assistenza reciproca in ogni materia, non solo sanitaria ma anche nelle politiche comunitarie (ad esempio quella sulle migrazioni, che ormai tocca tutti). hanno fatto malissimo i conti senza l’oste! ora per evitare il populismo che avanza (e che è figlia dello strabismo ideologico di sinistra!) hanno chiesto a berlusconi di agire e lo considerano utile per frenare il populismo! ma voi dove eravate quando berlusconi fu attaccato ovunque? dove eravate quando lui offriva non solo sollievo ai poveri, ai tartassati, ai perseguitati dalla giustizia, ecc? ora vi lamentate dell’europa? e certo! avete voluto hollande, merkel, junkers, monti, napolitano, renzi, e ora gentiloni ecc non sapete distinguere assolutamente il bene dal male!!!

  • thalia

    Io avevo scritto qui un post e credo d’aver sbagliato pagina. tale articolo s’intitolava: La Ue un sogno infranto! mannaggia a me che seguo sempre le indicazioni e non quelli che si allontanano dal tema raccomandato!

  • Christian Ciuca

    Europa sara piu forte che mai.