Pilota-e-navigatore-di-un-Sukoi-34-stanno-rullando-sulla-pista-della-base-di-Hmeymim-per-una-missione-di-bombardamento-in-Siria

Siria, i russi avvertono Idlib:
“Dopo Daraa, i prossimi siete voi”

L’esercito siriano sta affrontando l’offensiva su Daraa, nel sud del Paese, con l’idea di debellare le ultime sacche ribelli al confine con Giordania e Israele. Ma se l’assedio sulle milizie meridionali sembra destinato a finire presto con la sconfitta dei ribelli, l’offensiva di Damasco non si interromperò definitivamente a Sud. L’occhio delle forze siriane si sta infatti già spostando a nord, a Idlib.

Qui le forze jihadiste e i miliziani di numerose sigle islamiste stanno combattendo da mesi, rinforzati dai ribelli che arrivano dalle aree liberate dalle forze siriane e alleate e che non si consegnano direttamente a Damasco.

I raid della Russia

I russi hanno già puntato la provincia di Idlib. Nell’ultimo periodo, i raid sono aumentati anche per via dei recenti attacchi provenienti da quell’area contro la base di Khmeimim. Come ha scritto il sito libanese Al Masdar, ieri mattina gli aerei russi hanno effettuato decine di attacchi come risposta ai colpi provenienti da Idlib.

Secondo la fonte militare che ha parlato con il sito libanese, le forze russe hanno lanciato “oltre 30 attacchi aerei sulle città di Mahambel, Basniqoul, Bashiriya, Mashamshan e Al-Kastan nel distretto di Jisr Al-Shughour”. Il tutto mentre l’esercito siriano prepara la prossima offensiva nell’area a nord-est di Latakia e a sud-ovest di Idlib. Una missione tutt’altro che semplice, dove risulterà fondamentale, ancora una volta, il supporto dell’aviazione di Mosca.

Ed è proprio dalla Russia che sono arrivati i segnali della preparazione di una grande offensiva ai danni delle forze jihadiste presenti nella roccaforte nordoccidentale della Siria. Secondo quanto scrive il portale Middle East Eye, i funzionari russi hanno avvertito i negoziatori dell’Esercito siriano libero (Fsa per la sua sigla in inglese) presenti a Daraa che prevedono di lanciare un attacco nella provincia di Idlib a settembre.

I miliziani dell’Fsa, legati al Fronte al Nusra, a suo tempo, e  composti in larga parte da jihadisti, si trovano adesso circondati dall’esercito siriano e sono in procinto di cadere. Le truppe di Damasco stanno concludendo l’assedio. E le forze di Bashar al Assad, insieme ai russi, hanno già preso il controllo di tutto il confine con la Giordania. Dopo settimane di combattimenti e di pensati bombardamenti, i ribelli sono pronti a cedere. 

L’avvertimento di Mosca su Idlib

Come per la Ghouta orientale, anche per Daraa è previsto un accordo fra esercito siriano, russi e forze ribelli e terroriste per un salvacondotto verso Idlib. Come spiegato sopra, la roccaforte jihadista del nord si sta trasformando in una sorta di grande contenitore del terrore. Chi non accetta il governo siriano, può abbandonare Daraa e recarsi a Idlib. Ma questa volta, le forze russe hanno lanciato un avvertimento: la prossima offensiva sarà proprio lì.

Secondo Ibrahim Jibawi, portavoce della Southern Operations Central Room della Fsa, i russi hanno raggiunto i ribelli per un incontro nella città di Busra al-Sham, nella provincia di Daraa. E qui, hanno invitato i miliziani a cedere le armi. “C’è stato un avvertimento da parte dei russi affinché l’esercito libero non andasse a Idlib”. “Dopo Daraa, andremo a Idlib”, è stata questa la frase dei russi ai vertici militari del Free syrian army.

In questi giorni, notizie da Idlib parlano non solo di attacchi sempre più pesanti da parte dei bombardieri russi, ma anche di una fortificazione delle difese da parte dei gruppi lì presenti. Dopo la guerra interna fra terroristi, in cui Al Qaeda e Stato islamico si sono contrapposti uccidendosi a vicenda, è arrivato il turno di altri gruppi terroristi, fuggiti lì da molte parti della Siria tornate sotto il controllo del governo.

Se il confine con Israele sarà stabilizzato definitivamente, le forze siriane si sposteranno a nord. E lì potrebbe esserci l’ultimo grande assedio contro i terroristi. Con un unico grande interrogativo: cosa farà la Turchia. Recep Tayyip Erdogan ha sempre avuto quell’area sotto il suo controllo e ha sempre avuto come obiettivo la sua conquista. L’arrivo delle forze di Assad e dei russi cambierà i piani turchi? O Erdogan opterà a un’accelerazione?

  • dottor Strange

    i Russi hanno una strategia, difendono gli alleati (e mantengono la parola data), hanno un esercito motivato (e non impasticcato…) e ben attrezzato; tutto il contrario degli USA (che si stanno coprendo di ridicolo). ho l’impressione che senza di loro non riporteremo mai l’ordine in Libia

    • Divoll79

      Basterebbe che la Libia ne chiedesse l’intervento. E allora scoppierebbe la III GM, perche’ americani e francesi non vorranno mollare la loro vittima tanto facilmente…

      • dottor Strange

        di fronte ad un intervento congiunto russo-egiziano, con l’appoggio pubblico della Cina (anche solo verbale) e col consenso dell’Italia, dovrebbero fare buon viso a cattivo gioco

        • Divoll79

          Temo che non abbiano abbastanza intelligenza per questo.

  • potier

    non si arrendono ? poco male … come da prassi russi e compari possono sempre radere al suolo l’abitato con robusti e decisivi bombardamenti a tappeto eliminando così il problema alla radice, ossia tutti i guerriglieri compreso donne, bambini, vecchietti e animali, insomma la soppressione di tutto ciò che respira in modo tale da permettere l’entrare senza colpo ferire dei “nostri” e finalmente “liberare” la città …

    • luca595

      Sia un pochino più coerente Potier. Le dice nulla Falluja, armi chimiche e fosforo bianco? I russi non sono certo fraticelli e tutti lo sappiamo ma le sue amnesie nei riguardi degli altri o non le fanno certo onore!!!! A risentirla con un pizzico di obiettività in più; vedrà che non è poi cosi difficile.

      • Alessandro Bianchi

        Non voglio entrare in discorsi che non ho seguito, ma leggendo del fosforo bianco esso non è considerato un’arma chimica

        • colzani

          il fosforo bianco è un’arma chimica.
          non può essere utiizzato nei centri abitati.
          l’utilizzo in aree residenziali è un crimine di guerra.
          ps. se non è un’arma chimica come a vogliamo chiamare?
          Non è vietato dalla Convenzione di Ginevra se è utilizzato all’interno
          di un contesto militare che non richiede sfruttare le
          proprietà tossiche del fosforo bianco. Qualunque agente chimico – chimico, hai capito? – sfruttato contro uomini o animali che
          causa danni o morte grazie alle sue proprietà, è considerato un
          armamento chimico.

          • Alessandro Bianchi

            Contesta la convenzione di Ginevra, visto che non lo considera arma chimica. La legge è la legge…

          • colzani

            la legge gli israeliani sanno come aggirarla

          • Alessandro Bianchi

            Date la colpa sempre ad Israele, oramai è un marchio di fabbrica, il solito cliche.

          • colzani

            il marchio di fabbrica lo avete voi sionisti

          • Alessandro Bianchi

            Io ribadisco ciò che afferma Ginevra, sull’ utilizzo si può disquisire.

          • colzani

            tu ribadisci quello che credi di aver capito della convenzione…

          • Alessandro Bianchi

            Ps. Non per polemizzare,ma chiedilo a quelli della convenzione come chiamarlo, se è legale lo si può usare, basta affermare che lo usi per le sue caratteristiche di fumogeno, accecante ecc…ecc..

          • colzani

            il fosforo è un elemento chimico e ginevra ne vieta l’impiego in centri abitati e zone residenziali.
            arrampicata sui vetri?

          • Alessandro Bianchi

            Se, e dico se, ci sono dei terroristi, jihadisti che si son asserragliati in una città te non lo useresti!?!??? Io si, oppure entro in città e la rado al suolo. Raqqa ha fatto quella fine….i civili in ogni guerra muoiono, è logico e sempre sarà così. Non è cinismo il mio, ma realismo. Una guerra senza civili morti è quella dei videogames

          • colzani

            realismo usare fosforo bianco su civili? le vostre BR in italia non sono state debellate radendo al suolo milano… bravi voi israeliani.

    • dottor Strange

      no, gli animali no; i musulmani estremisti invece si

    • luigirossi

      E COSI’ SCOPRIAMO CHE POTIER TIFA PER I RIBELLI COME ISRAELE.

      • Divoll79

        Crede che sia una coincidenza provvidamente casuale?

    • stefanovichok

      Beh, potrebbero fare come la coalizione a Raqqa: radere al suolo e strage di criminali e civili. Tutti insieme!
      Ma di solito Putin e Assad non fanno così.
      Addirittura permettono ai jihadisti di deporre le armi e andarsene!

      • potier

        no non fanno così. come ad Aleppo e circondario, infatti a Raqqa minacciarono di radere al suolo tutto e tutti se non avessero i ribelli abbandonato la città. a parte che anche li c’è rimasto ben poco comunque … ma dove vive la gente come lei ?
        nel pianeta delle favolette del come sono bravi, buoni e civili questi russi, ma per favore …

        • luigirossi

          @potier
          SE NON AVESSERO I RIBELLI ABBANDONATO LA CITTA’.Oh com’è aulico lei,aveva per compagno di banco Raffaello o Leonardo? Quando ceni in mezzo alla strade di Trastevere,non potresti trovarti per vicino un professore di Italiano invece delle solite spie e traditori che frequenti?

        • stefanovichok

          Intanto io ho 11 approvazioni e lei neanche una.

    • chelavek

      Capisco che sia un durissimo colpo per voi terroristi….

    • colzani

      in perfetto stile idf.

    • Ling Noi

      Chi fa cosi sono i tuoi padroni americani, vedi Raqqah e Mosul, con i cadaveri dei civili ancora sotto le macerie dopo mesi.

      • Carlo Robotti

        chiamarli americani è offendere Toro Seduto e Capo Giuseppe

        • Ling Noi

          Quelli sono american natives.

      • Divoll79

        Non credo che siano americani…………….

    • i.v.l.c.1.a

      Secondo me tu sei solo un troll che cerca di come al solito di mettere in cattiva luce i russi poiché questi ultimi al contrario degli americani non si piegano alle richieste anticristiche di certi personaggi residenti a Zurigo. Mi ci gioco il cappello che tu e quella deficiente di Anita Mueller siate la stessa identica persona o lavorate per lo stesso padrone che cerca in tutti i modi di mantenere il suo potere. Fate schifo entrambi!!!

      • Arlecchino_86

        Anita Mueller ancora viva? Non l’ho visto a lungo. Pensavo che la poveretta trovò la sua fine nello stesso porcile dove si ebbe spento (in)gloriosamente il mitico Ottovolante. Mai scorderò il suo grugnito marziale! Si parva licet componere magnis, certamente.

    • http://batman-news.com stefano

      Caro Potier, stai sempre peggio. Mi preparo per il tuo funerale? Una corona non si nega a nessuno, nemmeno agli imbecilli.

    • Occhio

      C’è anche il decreto numero 10 di Assad, con cui toglie a chi è fuggito dalla guerra i suoi beni.

  • chelavek

    Grazie ragazzi! Fate tabula rasa!

  • Dario Pafumi

    Ci sarà pace solo quando ribelli,terroristi e mercenari stranieri saranno eliminati.Sembra che alla faccia dei governi occidentali,stanno vincendo la guerra.

  • Divoll79

    Un avvertimento agli USA, insomma.

    • Nerone2

      … e un avvertimento a … Kosher Nostra.
      “Jewish-American organized crime emerged within the American Jewish community during the late 19th and early 20th centuries. It has been referred to variously in media and popular culture as the Jewish Mob, Jewish Mafia, Kosher Mafia, Kosher Nostra, or Undzer Shtik (Yiddish: אונדזער שטיק‎).

      :-)

    • dottor Strange

      a buon intenditor, poche parole…

  • http://batman-news.com stefano

    E’ ora passata che i siriani si riprendono tutto il loro territorio: via americani, turchi ebrei. POssono restare solo russi e iraniani che hanno aiutato Assad.

  • Nerone2

    Anche Dara’a e’ tornata sotto giurisdizione Siriana.
    Lode ad Assad, e al popolo e militari Siriani!

    E ora israhell che fa?

    • Divoll79

      Ha dovuto abbassare le penne davanti alla Russia, come ho letto ieri su whatreallyhappened punto com.

  • diocer

    La Russia vuole agire da potenza mondiale senza averne le risorse. La stessa Unione Sovietica crollò perchè non aveva la potenzialità per continuare ad agire sullo scacchiere mondiale. Basti pensare che il pil russo è grosso modo quanto quello italiano. Anche se in verità dispone di una risorsa che altri non hanno, cioè Putin.