Erdogan Putin

Siria, ecco cosa si è deciso
al vertice trilaterale di Ankara

Il vertice di Ankara fra Iran, Russia e Turchia si è concluso. E il documento rilasciato da Vladimir Putin, Hassan Rohani e Recep Tayyp Erdogan, conferma le linee guida già espresse ad Astana e a Sochi. Il blocco composto dai tre Paesi sembra reggere, nonostante le divergenze. Ciò che li unisce è ancora più importante da ciò che li divide. 

Da quello che si evince dalle dichiarazioni, la priorità scaturita dal summit è quella di proseguire nel dialogo. Le tre potenze coinvolte in Siria si riconoscono ormai nel gruppo di Astana. E per tutti e tre i leader è fondamentale non creare frizioni in questa sinergia delicata quanto fondamentale. L’asse che unisce Ankara, Teheran e Mosca rappresenta per ognuno dei leader presenti al vertice la garanzia di un blocco che possa contrapporsi alle logiche degli alleati degli Stati Uniti in Medio Oriente. Ognuno con diverse vedute, ma tutti uniti da questo comune obiettivo.

Sconfiggere il terrorismo

Obiettivo dichiarato nell’incontro è stato quello di continuare nella lotta al terrorismo. Terrorismo che non ha una definizione univoca per i leader presenti al vertice, ma che ha un comune denominatore che trova tutti d’accordo.

Interessante, in questo senso, la precisazione che è stata scritta nel documento. Come si legge nel testo, pubblicato dal sito ufficiale della presidenza iraniana, i tre leader “hanno riaffermato la propria determinazione a continuare la cooperazione per eliminare definitivamente Daesh / Isis, Fronte al Nusra e tutti gli altri individui, gruppi, imprese e entità associati ad Al-Qaeda o Daesh come designati dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in Siria e hanno sottolineato il successo dei loro sforzi collettivi nella lotta contro il terrorismo internazionale”. Terrorismo dunque che non comprende le milizie curde, come voluto da Erdogan. 

Ma c’è dell’altro. Nel testo, si sottolinea che nella lotta contro il terrorismo, “la separazione dei gruppi terroristici sopra menzionati dai gruppi di opposizione armata che si erano uniti e avrebbero aderito al regime di cessate il fuoco rivestiva la massima importanza per quanto riguarda la prevenzione delle vittime civili”. Un segnale di una differenza di vedute sul ruolo di alcuni gruppi ribelli, che non vengono più inclusi automaticamente nel terrorismo.

Rispettare l’integrità territoriale della Siria

Putin, Erdogan e Rohani si sono impegnati pubblicamente al mantenimento dell’unità territoriale siriana. La Siria deve rimanere uno Stato unitario e indipendente. Una dichiarazione esplicita che serve e marcare i limiti dell’intervento armato della Turchia nel nord della Siria e le minacce di Erdogan sul non consegnare Afrin al legittimo governo di Damasco. 

Nella dichiarazione si legge che i presidenti dei tre Stati “hanno sottolineato il loro forte e continuo impegno per la sovranità, l’indipendenza, l’unità, l’integrità territoriale e il carattere non settario della Siria“, Ed si sottolinea anche che “nessuna delle azioni, indipendentemente da chi siano state intraprese, dovrebbe minare questi principi”. Nel documento, si legge che i tre Stati “hanno respinto tutti i tentativi di creare nuove realtà sul terreno con il pretesto di combattere il terrorismo e hanno espresso la loro determinazione a schierarsi contro le agende separatiste volte a minare la sovranità e l’integrità territoriale della Siria, nonché la sicurezza nazionale dei Paesi vicini”. 

Messaggi che sono collegati alle dichiarazioni di questa mattina di Rohani, il quale ha accusato Israele e Stati Uniti di voler dividere la Siria. Ma che servono anche come “atto pubblico” con cui Erdogan si impegna, in sostanza, a rivedere i suoi piani di invasione. E il presidente turco ha infatti detto, in conferenza stampa, che “tutti i nostri sforzi sono stati in questo senso: l’integrità territoriale della Siria passa attraverso l’eliminazione di tutte le organizzazioni terroristiche”. Un chiaro riferimento ai curdi.

Le prossime tappe

I presidenti si sono impegnati a non considerare possibile una soluzione militare al conflitto siriano. Per tutti e tre, adesso, è necessario giungere a una soluzione politica. E adesso l’idea è che parallelamente all’impegno di questo blocco, ci debba essere un coinvolgimento sempre più ampio delle organizzazioni internazionali.

L’impegno è nel mantenere la tregua più a lungo possibile e si spera nell’intervento di agenzie internazionali che aiutino la ricostruzione siriana e il ritorno dei profughi nelle loro case. Obiettivo fondamentale ma difficile. La situazione, in molte aree, è ancora estremamente complessa. La guerra è entrata una una fase diversa, ma non è finita. 

I tre leader “hanno espresso la convinzione che il Congresso nazionale di dialogo siriano, che è stato convocato a Sochi il 30 gennaio 2018, ha costituito un importante traguardo per spianare la strada al processo politico, e hanno ribadito il loro impegno a seguire sui risultati del Congresso, che riflette la volontà dei rappresentanti di tutti i segmenti della società siriana, in particolare l’accordo per formare un Comitato costituzionale, sostenuto dal Segretario generale delle Nazioni Unite e dalla comunità internazionale”. L’idea è che sia arrivato il momento di mettere la parola “fine”. 

Gli Stati Uniti presto fuori dalla Siria

Parallelamente al vertice di Ankara, arrivano le dichiarazioni dalla Casa Bianca sul fatto che l’impegno in Siria per sradicare l’Isis “sta arrivando rapidamente a conclusione“. Si confermano quindi le indiscrezioni sul presunto ritiro delle forze americane dalla Siria, anche se non c’è una data specifica sul ritiro.

La linea espressa da Donald Trump e che aveva sorpreso i militari e i diplomatici Usa è stata confermata nell’incontro del gabinetto di sicurezza nazionale. In quell’occasione, il presidente si era detto pronto a tenere i soldati in Siria nel breve termine ma di volerli presto fuori dal Paese. Non solo, Trump aveva anche chiesto che i costi fossero addossati alle potenze regionali. 

Secondo il Washington Post, Trump si aspetta che in particolare le nazioni arabe che hanno soffiato sulla guerra in Siria e che sono dotate delle necessarie risorse, si assumano la responsabilità di finanziare la ricostruzione delle aree. Ma si è anche detto favorevole all’invio di istruttori americani e di truppe delle potenze regionali. 

  • dottor Strange

    a parte i “ribelli” (mercenari e psicopatici provenienti da tutto il mondo) che se lo prendono in saccoccia, a parte USA-Israele-Sauditi che si attaccano al tram, chi resterà col cerino acceso in mano saranno, per l’ennesima volta, i Curdi. non riescono minimamente ad elaborare una strategia e campano alla giornata. boh, dev’essere un fatto genetico…..

    • montezuma

      Anche i Curdi si dividono come tutto il resto dell’umanità: quelli che hanno il potere e/o la ricchezza e quelli che non le hanno. Quindi li usano e poi li scartano. Un ulteriore problema dei Curdi è che il napalm usato dai Turchi è quasi invisibile alle organizzazioni internazionali. Se lo usassero gli USA sarebbe un crimine contro l’umanità! Ma se lo usano dei musulmani …

      • Roberta Scapigliati

        Se lo usassero gli Usa sarebbe un crimine contro l’umanità, che passerebbe “inosservato”

        • montezuma

          Spero che stia scherzando. A prescindere da chi è al comando, qualsiasi atto degli USA è negativo. Ma se lo fanno i Turchi, i Sauditi o gli Iraniani non ha alcun rilievo per i … benpensanti!

  • tzilighelta

    Tu pensa che i Curdi sono tutti più intelligenti di te! Ma non poco, molto, molto più di te!

  • avolteritornano

    L’allusione all’integrità territoriale della Siria e alla non ammissibilità di tentativi di divisione o secessione è una chiarissima promessa ad Erdogan che non sarà tollerata la richiesta dei curdi siriani di costituirsi come entità separata. Ed è la chiave di volta della unità di intenti dei tre domini.

  • Vlado Cremisi

    Ho il presentimento che metteranno alla prova francesi e israeliani dando per certo il ritiro di Trump dalla Siria.

  • John C.

    E adesso i mercenari dell’USA-Israele che hanno perso la guerra contro Assad dove vanno? Forse finiscono in Italia come “profughi”?

    • Georgi Mihaylov

      questa cosa pero ha stufato… l’italia non è il centro della galassia.
      capisco che avete problemi, ma se non gli risolvete voi, chi?

      • montezuma

        Vero purtroppo. Ma è un ottimo serbatoio di manodopera per altri Paesi e di “eventi” per distrarre le varie opinioni pubbliche. Vero che “noi” lo permettiamo. Ma se prendessimo, per un miracolo, dei seri provvedimenti, scommettiamo che saremmo subito bersagliati economicamente e politicamente??

        • Emilia2

          Condivido. Forse Georgi e’ russo e crede che l’Italia sia un Paese indipendente.

          • montezuma

            Nessun Paese è veramente indipendente … ma certamente alcuni sono gestiti meglio!

          • Emilia2

            Forse nessuno e’ veramente indipendente, ma l’Italia, che ha ceduto la sua sovranita’ alle UE e ospita varie basi militari straniere sul suo territorio, e’ tra quelli meno indipendenti.

  • Chris LXXIX

    Non sono poi cosi sicuro che gli Americani (e ‘varie ed eventuali’ al seguito yankee) lasceranno la Siria tanto facilmente.

    • deadkennedy

      dipende chi paga

      • Chris LXXIX

        Verissimo <– leggilo con la voce di Homer Simpson.

        C'è sempre qualcuno che paga.

    • virgilio

      se ne andranno lentamente e orizontalmente vestiti di noroplastica,i russi e siriani non hanno fretta!

    • Vlado Cremisi

      Forse vuoi dire che riemergerà “Daesh”?

      • Chris LXXIX

        Non so… non sono nemmeno sicuro che quella masnada di vermi siano stati del tutto sconfitti, perchè la triste verità è: chi #!£$@ sono, e chi c’è davvero dietro, all’ISIS?

      • Boris

        … Putin: 7,000 people from ex-Soviet republics estimated to fight alongside ISIS … RT (fonte russa) …

        • Emilia2

          E allora? NOn e’ certo colpa dei Russi (Ai tempi dell’URSS questo non succedeva)

          • Boris

            Stalin forse non faceva derubare e massacrare milioni?

          • Emilia2

            Che cosa c’entra? Si stava parlando di quelli che vanno a combattere a fianco dell’ISIS (A parte il fatto che i massacri di Stalin sono stati ovviamente ingranditi dalla propaganda occidentale)

          • Boris

            I massacri di Stalin sono stati confermati dal regime sovietico con alla sua guida Nikita Krusciov.

          • Emilia2

            Krusciov era un avversario di Stalin. Comunque questo non c’entra con quello che dicevo io, cioe’ che ai tempi dell’URSS da li’ non partivano terroristi islamici. Poi smettiamo di tirare sempre fuori i massacri di Stalin per giustificare i crimini commessi attualmente dagli occidentali.

          • Boris

            Nemmeno dalle democrazie d allora partivano terroristi islamici. I crimini di Stalin, Hitler, Mao eccetera sono indiscussi …

  • roberto

    Bello schifo, nei confronti dei curdi..

  • Luca Berardi

    “sconfiggere il terrorismo”?
    Concetto surreale dato che parliamo del regime autoritario iraniano che sostiene e finanzia i gruppi terroristi di Hamas ed Hezbollah e di Erdogan che prima ha lasciato libero transito da e per la Turchia ai terroristi dell’ISIS e come ultima perla ha fatto strage dei Curdi che avevano sconfitto sul campo l’ISIS e sono stati abbandonati dell’Occidente. A confronto di Iran e Turchia, Putin l’invasore di Georgia e Crimea per una volta sembra uno stinco di santo :-)

    • Max

      La Siria è stata devastata dalla politica regime chance occidentale. Le accuse di dittatura sono strumentali per giustificare l’emergenza e il non rispetto del diritto internazionale di fronte all’opinione pubblica.

      • Luca Berardi

        Veramente la guerra civile in Siria è stata innescata dal terrorista Assad, protettore dei terroristi di Hezbollah e fantoccio degli Ayatollah e di Putin, quando nel 2011 ha fatto sparare sui manifestanti ad Homs , molto prima quindi della creazione dell’ISIS. Non manipoli così palesemente la storia Max; il suo amico, il boia Assad, che usa i gas contro i suoi stessi concittadini, è un terrorista islamico quanto i terroristi che combatte solo che veste all’occidentale e non come uno straccione :-)

        • Emilia2

          Molti Siriani cristiani che erano riparati in Europa stanno ritornando in Siria, perche’ si sentono piu’ protetti dal “boia” Assad.

          • Luca Berardi

            Verissimo. Il caro Assad, a capo di una dinastia che nel passato ha dato ospitalità ai gerarchi nazisti in fuga dall’Europa, riserva i suoi gas tossici ai suoi correligionari non Alawiti infatti :-). È una persona che sa scegliere i suoi nemici

          • colzani

            I nazisti sono finiti nella democratica argentina e alla nasa.

          • Luca Berardi

            In Siria i Nazisti ospiti del regime hanno direttamente organizzato i servizi segreti e addestrato le truppe. I dittatori islamici in questo non hanno avuto eguali :-)

          • colzani

            brunner, un povero pir1a quando confrontato alle centinaia di nazisti arruolati nelle fila nasa statunitensi, quanti nazi hanno trovato rifugio nella cristiana argentina? prima di sc0r3ggiare si faccia un clistere

          • Luca Berardi

            Ah vede che a furia di grattare lo sapeva anche lei e paragonarlo a Von Braun qualifica il fanatico naziislamista che è lei, ma amen tutti abbiamo un difetto :-)

          • colzani

            sapevo cosa cretino? il fanatismo qui lo mostra solo lei. già scrivere nazislamista descrive alla perfezione la miseria culturale ed il bigottismo in cui vive. von braun è solo la punta dell’iceberg per gli imbecilli come lei.

          • bruno

            Non è imbecille ha uno scopo ben preciso e fa parte della famiglia della stella a 6 punte quelli con la licenza di tiro a segno al gaza luna park

          • Boris

            Il Giornale … 1 apr 2011 … Siria, la polizia continua a sparare sulla folla …

          • colzani

            4 aprile 2018 soldati israeliani sparano su folla disarmata 17 morti 2000 feriti.

          • Boris

            Sei fuori tema, si parla della Siria.

          • colzani

            fuori tema sono gli str0nzi israeliani come voi, considerando che le m3rde islamiche ribelli che voi armate e finanziate in siria sono vostri fratelli.

          • Boris

            Inutile nascondere la verità … 12 feb 2010 … Teheran, spari e cariche sulla folla: tre vittime … Il Giornale …

          • Boris

            Hai poco da dire, basta ammetterlo.

          • Emilia2

            Anche la maggioranza dei Siriani (sunniti) sostiene Assad

        • colzani

          la guerra scatenata dagli hezbollah? che assad sia un tiranno ed un despota non ci piove ma che abbia usato gas contro i suoi stessi concittadini questa è una menzogna che deve ancora essere provata. semmai è vero il contrario: i ribelli islamici, sostenuti da telaviv, sono quelli trovati ad utilizzare armi chimiche. :-(

          • Luca Berardi

            Io so che lei lo sa, non si sottovaluti 😉

          • colzani

            lei non sa un ca22o.

          • Boris

            … 15 giu 2012 … Siria, forze Assad sparano su folla – Mondo – Tgcom24 …

          • colzani

            4 aprile 2018 criminali in divisa israeliana sparano sulla folla disarmata: 17 morti 2000 feriti. buona pasqua sacrificale ebraica.

          • Boris

            Vediamo un attimo chi se la prende con i connazionali … Iran, “Guardia rivoluzionaria spara sui manifestanti che protestano contro carovita e corruzione. Almeno sei morti” … Il Fatto Quotidiano del 31 dicembre 2017 … Ma per farla breve, ovvero per fare capire a tutti i presenti chi sei, ti basta togliere il paese e mettere ogni altro che difendi …

          • colzani

            dunque m3rde israeliane, i palestinesi disarmati si avvicinano ai confini gli sparate e li chiamate terroristi. in iran i vostri agenti si infiltrano nei cortei pacifici sparano e vorreste trasformarli in martiri? tutti i presenti sanno che siete dei prezzolati sayanim israeliani con l’unico scopo di fare propaganda hasbara. noi italiani difendiamo la verità, voi terroristi israeliani difendete cosa esattamente?

          • Boris

            Inutile cambiare discorso … 15 giugno 2009 … Teheran, un milione in piazza … Spari sulla folla … Corriere della Sera …

          • Boris

            Sciocchezze … come le frasi di Hitler che ripeti.

          • colzani

            Hitler… sempre utile vero? grazie a lui avete inventato quella fogna di israele ed ora basta il suo nome per voler smontare ogni critica.

          • Boris

            Il bolscevismo giudaico è, quando non difendi i festini iraniani, il tuo tema preferito.

          • colzani

            gli iraniani sono liberi di fare i festini che vogliono. Siete voi porci ba5tardi israeliani criminali da fogna come i vostri fratelli ebrei bolscevichi

          • Boris

            Eccolo, con la sua confessione. Di giorno mullah di notte …

          • colzani

            I persiani possono fare quel ca22o che vogliono, sono ca22i loro m3rde israeliane. Un po’ come voi bestie disumane che i vostri festini li organizzate sparando alle spalle a gente disarmata o bruciando vivi bambini innocenti.

          • Emilia2

            si’, come nel Maidan in Ucraina, poi si e’ saputo chi ha incominciato a sparare.

          • Boris

            Il tema è la Siria … E a tal proposito il Fatto Quotidiano (Siria, 13mila impiccagioni nelle celle di Saydnaya: così Assad silenzia gli oppositori) … Dal 2011 al 2015 il governo siriano ha portato avanti una campagna pianificata di esecuzioni extragiudiziali mediante impiccagioni di massa all’interno della prigione di Saydnaya. Durante quel periodo, a cadenza settimanale ma spesso due volte a settimana, gruppi costituiti anche da 50 detenuti sono stati presi dalle loro celle e impiccati. In cinque anni le impiccagioni segrete sono state 13.000. Le vittime di questi crimini contro l’umanità autorizzati dai livelli più alti del governo di Damasco erano quasi tutte civili sospettati di essere oppositori …

          • Emilia2

            Certo che il tema e’ la Siria, e’ Lei che ha parlato di Assad che ha fatto sparare sui manifestanti. Se i manifestanti sono violenti e alleati di terroristi e’ anche normale che la polizia spari, ma comunque dopo i fatti dell’Ucraina si devono avere molti dubbi su quello che dicono i media occidentali (soprattutto quelli come il Fatto Quotidiano)

          • Boris

            Per scoprire la verità basta usare Google + crimini di assad

          • Emilia2

            Google, come tante altre cose, e’ americana

          • Boris

            I crimini di Assad non sono americani … e nemmeno quelli di Stalin che spesso hai difeso in questa sede.

          • Emilia2

            Io non sono simpatizzante di Stalin, dico solo che c’era la propaganda sovietica, ma pure quella americana (anche se non era ai bassi livelli di quella attuale), e che Stalin era intelligente e ha fatto anche cose buone, come dotare la Russia di armi atomiche, altrimenti adesso sarebbe bombardata dagli aerei democratici.

          • Boris

            Gli Usa hanno fatto meglio e senza derubare e ammazzare 20 milioni di connazionali …

          • Emilia2

            Che cosa hanno fatto meglio gli USA? Nel senso che le armi atomiche non solo le hanno fatte (per primi), ma le hanno anche usate, su civili giapponesi? E che ancora adesso ammazzano un sacco di gente, magari non sul loro suolo, ma negli altri paesi? E anche sul “derubare” ha torto. L’ideologia comunista obbliga a nazionalizzare i mezzi di produzione. E’ un’ideologia in gran parte sbagliata (inventata in Europa, non in Russia), ma l’ideologia che c’e’ ora negli USA e’ peggio (abolizione degli Stati e delle identita’ nazionali, libero amore (almeno per i gay ecc)

          • Boris

            Inutile negare, i crimini sovietici sono risaputi …

        • Max

          In Siria non c’è stata alcuna insurrezione popolare. Si legga l’intervista a Padre Daniel Maes. Prima dell’arrivo dei tagliagole mercenari la Siria era un paese armonioso, accogliente e multi religioso. Quella del regime che spara su innocenti persone che protestano è propaganda. La maggior parte dei gruppi di opposizione adesso combattono al fianco di Assad.

          • Boris

            LaPresse … 19 ago 2011 – Esercito siriano spara su manifestanti nella notte …

          • Max

            Provocare, costringere il governo a rispondere, pubblicare solo la reazione governativa.

          • Boris

            … Da cinquant’anni la Siria era governata dalla famiglia Assad tramite un costante stato di emergenza e l’uso massiccio della censura, dello spionaggio e dell’intimidazione del suo stesso popolo … sabato 15 marzo 2014 … Tre anni di guerra in Siria … Il Post …

          • Max

            Purtroppo personalmente non do più credito alla voce unica della stampa occidentale. Troppe menzogne per troppo tempo. Lei mi può citare quello che vuole. Ma alla fine c’è solo che hanno voluto la guerra e l’hanno persa. Con tutti i morti che ci sono stati da entrambe le parti sarebbe più dignitoso fermarsi qui invece di continuare questa manfrina.

          • Boris

            … Da cinquant’anni la Siria era governata dalla famiglia Assad … Lettera43 – Assad, un clan da 120 mld … Tra familiari e parenti acquisiti, dal suo colpo di mano del 1971 la cerchia del patriarca Hafez al Assad si è allargata, arricchendosi a dismisura con il gas e il petrolio del Paese, ma anche con il commercio di oro e di diamanti dalla Siria …

          • Max

            La guerra è persa.

          • Boris

            Infatti, i russi si sono ritirati.

          • Alox2

            La guerra continua.

          • Boris

            Linkiesta … Inferno Siria, il compagno di studi di Assad: «Era un medico, ora bombarda gli ospedali di proposito» … Zaher Sahloul, medico di origine siriana emigrato negli Usa: «Assad dovrebbe uscire di scena, prima o poi. Nessuno potrebbe tollerare un leader che ha portato tutta questa violenza al suo paese e che ha bombardato la sua popolazione» …

          • Emilia2

            Se uno emigra negli USA dice sempre senz’altro la verita’.

          • Boris

            … Secondo i dati dell’UNHCR (aggiornati al 29 agosto 2015), i rifugiati della Diaspora siriana sarebbero 4.088.078 (quasi quanto la popolazione dell’intera Irlanda), molti dei quali all’interno di Libano e Turchia. A questi si aggiungono inoltre circa 7,8 milioni di siriani sfollati all’interno del paese … Wikipedia – Guerra civile siriana

          • Emilia2

            Certo che sono sfollati, per fuggire dalle violenze dei terroristi dell’ISIS, nonche’ dei ribelli “moderati”.

          • Boris

            Fonti? Documenti?

          • Emilia2

            Riguardo all’arricchimento della casta al potere noi Italiani faremmo meglio a tacere.

          • Boris

            Parli di Mussolini.

          • Alox2

            E allora togliti dai coxxxxi troll da due rubli!

          • Boris

            Non si può negare ciò che non si conosce … Il Sole 24 Ore … Nel clan Assad comanda la mamma. Storia e misteri della dinastia al potere a Damasco … Il Foglio … Tutto l’amore e la violenza del clan siriano degli Assad …

          • Boris

            Il governo siriano provocato? … Siria, nell’inferno delle prigioni di Assad – Corriere della Sera … Ai lettori, usate Google + siria torture …

          • Emilia2

            Certo, di notte si capisce benissimo da dove vengono gli spari.

          • Boris

            Il regime massacrava anche di giorno. Per scoprirlo ti basta Google + siria spari sui manifestanti …

    • virgilio

      vai a kagare sul FQ troll!

      • Luca Berardi

        Le solite argomentazioni FONDATISSIME del povero Virgilio :-)

        • virgilio

          le tue si che sono argomentazioni fondate……..ma va affankulo fammi il piacere
          vergognati verme,vai a prendere per il kulo “to pare to mare to nonno to nonna e tutti quanti in cariola” lurido infame

    • colzani

      hamas ed hezbollah sarebbero gruppi terroristici per chi esattamente? anche i curdi del pkk ed i leninisti del ypg sono considerati terroristi eppure ricevono sostegno da israele e usa. potrebbe poi spiegare dove e quando l’iran ha adottato politiche d’invasione? a me risulta essere stato aggredito dall’iraq armato da usa e gli sconfinamenti sui suoi cieli avvengono da parte degli israeliani e non il contrario. “sconfiggere il terrorismo”? senza l’intervento a terra degli iraniani i soldati dell’isis armati da usa ed israele sarebbero ancora in giro a scorazzare per la siria. Senza l’intervento iraniano i fanatici ribelli islamisti siriani finanziati da israele sarebbero ancora in giro a gassare i civili. Direi che in confronto a netanyahu, putin è uno stinco di santo…

      • Luca Berardi

        Voi simpatizzanti dei terroristi islamici (mi dica cosa pensa ad esempio di Samir Kuntar di Hezbollah o dell’indottrinamento all’odio contro Israele fin da piccoli dei terroristi di Hamas che si fregiano addirittura di compiere attentati contro la popolazione civile di Israele) siete sempre dei buontemponi :-)

        • colzani

          i simpatizzanti li trova allo stadio. ma se preferisce posso trascriverle alcuni passaggi talmudici per darle un’idea a cosa vengono indottrinati i terroristi israeliani. le ricordo inoltre che in terra santa i piu’ sanguinari attentati terroristici sono stati compiuti proprio dagli ebrei…

          • ausoloda

            Non dagli Ebrei tout-court, ma dai Sionisti che si sono impadroniti delle sofferenze vere degli Ebrei per generare il loro NWO…Israele è Sion…gli Ebrei veri non ne vogliono sapere di Netanyahu and C. e combattono questi estremisti malati di onnipotenza. Quanto ad Assad…definirlo un dittatore è davvero un grave errore, frutto di non conoscenza o di palese malafede. La Siria rimarrà unita e sovrana sotto Assad perché così vogliono i Siriani e grazie alla Russia di Putin che li ha aiutati.

          • colzani

            Mi scuso, sulla questione sion/ebraismo ha ragione al 100%. In quanto ad Assad, non è affar mio giudicarlo. Può essere un dittatore o un santo, spetta al suo popolo e solo ad esso sostenerlo o tirarlo giu’.

      • Luca Berardi

        Ah dimenticavo ma uno come lei che trova normale uno stato come l’Iran che ha praticamente “annesso” Siria, Iraq e Libano oltre a minacciare tutti i giorni Israele dove lo posso trovare se non su queste pagine dove i fanatici islamisti si danno appuntamento? Grazie, nella bassezza umana lei è un esempio fulgido :-)

        • colzani

          “praticamente annesso” è solo nella sua mente. “” sempre nella sua mente. in quanto a bassezza umana vorrei ricordarvi che voi vivete in quella fogna chiamata israele e che non siamo stati certo noi italiani ad andare a rubare la terra d’altri con vangelo in mano a rivendicare un diritto divino.

  • Alox2

    Putin vuole ripristinare l’URSS, Erdogan eliminare I Curdi, e l’Iraniano Assan spazzar via Israele…chissa’ che bei discorsi di pace!

    • colzani

      cominciamo con la disinfestazione dei m3rdosi parassiti israeliani che infestano il forum.