OLYCOM_20160502213227_18849496 (1)

Se i morti ucraini non esistono

In questa foto non c’è un morto. Non ci sono né carne, né muscoli, né polpa né scheletro. C’è solo un lettino bianco in una stanza squallida sperduta chissà dove nel Donbass, in quella regione martoriata da due anni di guerra. Questo morto per l’Europa non esiste: è un’illusione ottica.

immagini forti Cattura

La sua storia poteva essere la storia di qualsiasi uomo che calcava la terra ucraina. Magari era innamorato, forse era un soldato o forse un cittadino comune che si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Il cecchino che ti mette nel mirino, quella scheggia impazzita che ti trancia via gli organi…Basta un secondo per morire in Ucraina. O nel Donbass, terra ancora contesa. Ufficialmente ancora ucraina, ufficiosamente già russa. Confini labili come quello tra la vita e la morte.

occhi_dona_ucraina_grazie

Già, la morte. È quella cosa che tutto livella: il ricco e il povero, il bello e il brutto, il filo-russo e il filo-Kiev. È una brutta bestia la morte: ti chiama all’improvviso e tu non hai nemmeno il tempo per guardarla in faccia perché ti ha già preso. E questo in Ucraina succede ogni giorno e a qualsiasi ora del giorno e della notte. Succede al filo-russo come al filo-ucraino. E non lascia scampo. Ma ancora peggio della morte è l’indifferenza del mondo. Dopo gli accordi di Minsk le grandi potenze si sono voltate dall’altra parte e hanno smesso di guardare ai morti.

Per questo quello che avete davanti agli occhi non è un morto. E non è neppure carne, muscoli, polpa e scheletro. È solo un’ombra su un tavolo bianco di uno squallida stanza del Donbass.

LEGGI ANCHE
Nel fortino di Kramatorsk circondato dai tank di Kiev
  • mortimermouse

    già… il donbass…. li dove combatterono gli italiani nel 1942-43. poi da qui partirono l’armata rossa e si fermarono solo a berlino. quanti errori ha fatto von paulus!!
    ma questi morti di oggi…. chi li ricorderà mai?? forse nessuno!

    • TheoGattler

      Paulus, senza il ‘von’ visto che non era un nobile combattè e fu sconfitto nel Febbraio 1943 a Stalingrado, molto distante dal Donbass.
      Per quanto riguarda questi morti, ai quali dedico una prece (a quelli di entrambe le fazioni), credo che la responsabilità primaria vada innanzitutto a chi attualmente si colloca ‘dalla parte giusta della storia’.
      Ciao

  • Bocci Massimo

    Questa, infame guerra di aggressione e codardia Nazi,Nato, è uguale se non superiore alla codardia che portò i Nazzisti a invadere Polonia e paesi limitrofi,portata avanti con le solite forme criminali TERRORISTICHE del Nazzi,METICCIATO (il mandamento speculativo criminale dell’abbronzato e C.gia padrone sfondato re della truffa EURO, aveva e ha un solo scopo quello di distruggere e smembrare per i loro interessi CRIMINALI una comunità di Autoctoni Russi, che aveva un solo difetto chiamarsi Ucraina, che riesumando gli eredi criminali Del Battaglione Azov (vedi chi erano su Wikpedia) li ha mandati democraticamente??? A sparare nelle piazze su tutti e tutto, per poi un classico Nazi-Comunista, addebitare la responsabilità sui democratici Ucraini Russi, che guarda un po’ erano e sono la maggioranza del paese e che erano rei di vincere sempre le elezioni DEMOCRATICAMENTE, in iun azione che avrebbe anche inorgoglito Adolfo (Terzo Reich) ma i criminali meticci non sono da meno infatti con questi atti e la TRUFFA di annessione all’Euro ne ripercorrono le gesta terroristiche,criminali con il IV Reich l’INREVERSIBILE.

    • https://wordpress.com/read/blog/feed/43661236 Rosso Pasquí

      …semplicemente, non ho capito un caXXo !!! Non spiegarmi… non fa niente.

    • valerio

      “Questa, infame guerra di aggressione e codardia Nazi,Nato, è uguale se non superiore alla codardia che portò i Nazzisti a invadere Polonia e paesi limitrofi”
      Hai proprio ragione! L’attacco russo all’Ucraina è infame. Proprio come fece stalin quando era alleato di Hitler che insieme attaccarono la Polonia e da solo la Finlandia.

  • https://wordpress.com/read/blog/feed/43661236 Rosso Pasquí

    Un altro buon articolo. Mettici qualcosa di piú se ti va… l’argomento é interessante e puoi renderlo ancora di piú, sai tu come fare. Saluti.

  • Giovanni Nasi

    la storia si replica sempre. Perche’ l’uomo non cambia.

    Nella due guerre mondiali gli occidentali lasciarono che i russi si dissanguassero contro i tedeschi. Poi intervennero e si divisero la torta.
    Adesso li stanno facendo dissanguare fra loro.

  • Ilario Fontanella

    riposi in pace, vigliacchi noi a dimenticare che in europa si muore per guerre, e gli europeisti a riempirsi la bocca di 70 anni di pace, dimenticando la Iugoslavia…