OLYCOM_20171012023620_24606607

Ecco come sarà il mondo nel 2035
secondo l’intelligence americana

L’intelligence USA ha delineato come potrebbe essere il mondo nel 2035. Diciotto anni possono sembrare un lasso di tempo molto breve per poter osservare dei cambiamenti radicali. Eppure molti osservatori sono concordi nel ritenere i prossimi venti/trent’anni come i più rivoluzionari di tutta la storia del genere umano. Inoltre basta guardarsi alle spalle e osservare i cambiamenti avvenuti nei vent’anni precedenti, per verificare come tale lasso di tempo sia più che sufficiente per dei mutamenti radicali. Diciotto anni fa il mondo doveva ancora assistere al crollo delle Torri Gemelle, alla conseguente guerra al Terrore, agli interventi militari in Afghanistan, Iraq e Libia, nonché alla crisi finanziaria del 2008. Insomma cambiamenti sconvolgenti.

Il paradosso del progresso 

Ci ha pensato ora il National Intelligence Council USA, organo strategico dell’intelligence USA, a mettere nero su bianco quello che potrebbe essere il mondo fra diciotto anni. Il documento, chiamato “Paradox of Progress fa parte del più ampio progetto “Global Trends” che ogni cinque anni cerca di dare un’idea del futuro più prossimo. Il documento serve così al presidente americano di turno, all’inizio del suo mandato (o al rinnovamento di esso), per farsi un’idea migliore delle sfide che lo attendono.

Per la sua redazione l’analisi si è servita di una dettagliata raccolta dati e di proiezioni basate sull’osservazione dell’evoluzione economica, sociale e tecnologica su scala planetaria degli ultimi anni. Un approccio scientifico per quanto la previsione del futuro non possa essere materia di scienza esatta. Tuttavia lo studio fatto dall’intelligence USA arriva addirittura al punto di prevedere quelli che potrebbero essere titoli di giornale in specifiche date.

La Cina si espanderà fino al largo delle Hawaii

Ecco che il 3 febbraio del 2019 alcuni giornali scriveranno: “La Cina compra un’isola disabitata dell’arcipelago Fiji per costruire una base militare a 3.150 miglia dalle Hawaii per 850 milioni di dollari”. Pechino, secondo il report, è destinata, insieme alla Russia, a scalzare definitivamente gli Stati Uniti dal ruolo di unica superpotenza mondiale. In quest’ottica anche l’Europa uscirebbe dalla sfera d’influenza americana per entrare in quella euroasiatica.

Droni assassini e lavoratori sempre più flessibili

Il 13 marzo del 2019 invece si titola che “Il Messico mette al bando i droni per uso privato dopo l’ultimo tentativo di assassinio”. La tecnologia, secondo il report, ha dunque preso il sopravvento e l’utilizzo dei droni diventerà nei prossimi anni dispnibile al grande pubblico. Il report denuncia in particolare come tali droni diventeranno facilmente reperibili anche per la criminalità organizzata, che potrà usare queste silenziose zanzare meccaniche al posto dei più riconoscibili sicari. Se saranno i droni a “sporcarsi le mani”, il lavoro delle forze di sicurezza del futuro diventerà sempre più impegnativo e difficile.

Il 17 settembre del 2021 è invece il turno della “rivolta dei gig workers a Londra”. I “gig workers” sono i lavoratori della cosiddetta “gig economy”. Si tratta di lavoratori senza stipendio fisso che lavorano solo “su richiesta (on demand)”. Lavoratori in proprio che svolgono attività temporanee. Secondo l’intelligence USA, infatti, lo sviluppo tecnologico creerà un ulteriore disequilibrio economico, modificando radicalmente la piramide lavorativa conosciuta dopo la Prima Rivoluzione Industriale. Così lo sviluppo progressivo di Intelligenza Artificiale andrà a sostituire il capitale umano in numerosi comparti, contribuendo allo sviluppo appunto della figura del lavoratore “su richiesta”.

C’è ottimismo per il futuro dell’Africa

Se il futuro dei lavoratori dipendenti sembra a tinte fosche, pare invece che il 2035 rappresenti per il Terzo Mondo  un’opportunità di rivalsa. Nel documento redatto dall’intelligence USA si fa riferimento infatti a una rivoluzione energetica dell’Africa, che porterà il Continente ad una progressiva autosufficienza. Un traguardo raggiunto grazie allo sviluppo di pannelli solari e batterie fatte in casa facilmente reperibili a basso prezzo. A ciò si aggiunge poi la diffusione della tecnologia di desalinizzazione dell’acqua che contribuirà a stabilizzare la produzione alimentare africana.

Conflitti per acqua e cibo

Per il resto del mondo invece i problemi legati all’acqua e allo sfruttamento del suolo diventeranno di primaria importanza. Ben 21 delle 37 sorgenti d’acqua più grandi al mondo sono attualmente sfruttate in maniera “insostenibile” e se la tecnologia non porterà un miglioramento a questo, secondo l’ intelligence USA, vi sarà un crescendo di conflitti. Stesso discorso vale per la terra, sfruttata oggi ad un ritmo quaranta volte più veloce rispetto alla naturale rigenerazione del suolo. Quest’analisi lucida arriva da una fonte più che autorevole e mette in guardia l’attuale presidenza americana rispetto ai rischi maggiori per la società contemporanea. Starà ora alla Casa Bianca interpretare al meglio gli avvertimenti lanciati dalla propria intelligence. 

  • beppe casciano

    L’intelligence americana? Mai visto un americano intelligente… il caso è chiuso.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • Mario Trieste

        https://uploads.disquscdn.com/images/41b62ae906c8292ea443ccea8632601213163e91f032d054c7da8dfe4ffb965b.jpg

        Quello che è certo è che nel paese più ricco del mondo (a spese degli altri) ci sono 50 milioni di persone che vivono sotto la soglia della povertà, di cui 20 in totale indigenza, forse spedere 600 miliardi di dollari in armamenti non è un grande idici di intelligenza.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Tani Tanito
          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dicevo che tralasci la fonte … e che racconti la situazione russa essere quella americana … https://uploads.disquscdn.com/images/31d11f12e1b21e689f78c167f2820844cb142656073d82fa55e33cfdb2304862.png

          • Tani Tanito

            io bevo dalla mia fonte, una sorgente che si trova a 20 metri dalla mia baita di montagna, e tu? https://uploads.disquscdn.com/images/bf2e06070e133bd1ebc82196950942d42836f617300c12d6e3491c5b98e91fa1.png

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Tani Tanito

            correggi il titolo, ora siamo ad ottobre 2017, e non come da articolo il 24 agosto 2015… torna dietro alla lavagna!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            2015 + 10 anni = 2025 … e stiamo parlando del paese più grande del mondo …

          • Tani Tanito
          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Bravo, a rischio povertà significa povertà costituita? Non stai forse cercando di nascondere la povertà che interessa i tuoi beniamini? https://uploads.disquscdn.com/images/373b0e328b5de70775ddb19ac75167c3348125d92b9eff34a90f999018c654c4.png

          • Tani Tanito
          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • colzani

            Nazisti! accusate gli altri di mentire e non sapete neppure leggere i grafici che voi stessi pubblicate, parassiti tornate a pubblicare foto pornografiche!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non ti piacciono i dati che non confermano i tuoi pregiudizi …

          • colzani

            i dati sono chiarissimi, siete voi che non avete l’intelligenza per leggerli: 15% di poveri secondo il Federal Poverty Level ed il 6% sotto la metà dello standard del Poverty Level!
            I pregiudizi sono vostri nazisti da fogna.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tu forse ti reputi intelligente?

          • colzani

            non importa il mio giudizio.
            voi siete dei terroristi da web, pervertiti e nazisti.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto: tu forse ti reputi intelligente?

          • Zeneize

            Mueller è un robot imbecille, non offendiamo i nazi per favore.

          • colzani

            sono 4 zecche universitarie che postano dall’altra sponda del mediterraneo, una dall’austria e un’altra dagli uk.
            se si ritiene offeso non posso farci nulla, questi parassiti sono dei nazisti.

          • Marcello Amati

            Come gia’ le ho fatto notare ieri i poveri sono il 12.7% (invito tutti a discutere sui dati attuali, discutere del mondo di ieri va bene per i libri di storia, non per i trends attuali), che come gia’ indicatole, e’ vicino al minimo storico dagli anni 70 ad oggi, (12.1%).
            Altresi, come fattole notare nei giorno passati, e’ importante anche capire COME vengono registrati i dati, nel caso in oggetto, la differenza fra PRE e POST welfare.

          • colzani

            come fatto notare ieri i poveri sono 40 milioni (la percentuale dal 15% del Federal poverty o altri dati sono ininfluenti nel caso9
            come fatto notare ieri, lei paragona l’europa (che non è una nazione – e comprende bulgaria, romania, ecc) alla nazione usa e ricordi che i dati che abbiamo oggi sulla povertà sono registrati dopo laa riforma clinton che portò welfare rolls da 12 mil a poco piu’ di 4. Chiaro che la povertà misurata in italia non corrisponde a quella usa, così come è chiaro che il welfare da noi è anni luce superiore e da noi non troverà un esercito di senzatetto che non vengono neppure computati nelle stime federali sulla povertà dove secondo il National Center on Family Homelessness troviamo 1,5 milioni di bambini senza propria dimora.
            pre welfare, post welfare, 12,7% e non 15%, se usammimo i parametri europei i poveri in usa sarebbero il 5%? il problema qui è un altro: il paese piu’ civile al mondo, quello che vorrebbe esportare il proprio modello, che sostiene guerre per la democrazia, è un midello sociale iniquo. Forse invece di computi post e pre welfare andrebbero eseguiti pre e post warfare.

          • Marcello Amati

            “(la percentuale dal 15% del Federal poverty ”

            Guadi che quel dato NON esiste… e’ il dato relativo alla poverta’ nel 2012.

            2010 15.1% (apice poverta’ post recessione)
            2011 15%
            2012 15%
            2013 14.8%
            2014 14.8%
            2015 13.5%
            2016 12.7%

            Dati Census.

            ” lei paragona l’europa (che non è una nazione – e comprende bulgaria, romania, ecc) alla nazione usa ”

            Nel tal caso, come ricordatole ieri (ed oggi), le ho indicato l’Europa in qunato sistema economico comune… e sempre nel caso, ieri ed oggi, le ho rammentato che se levi voleva escludere dati, allora il suo ragionamento era fallato, ed oggi, ,e ho fatto notare che anche escludendo tali paesi, il dato in se non varia di molto, in Germania e’ quasi al 16%, in Belgio al 15%, nella GB quasi al 17%, ecc ecc… quindi il suo ragionamento, a parte che e’ errato di base per come lei lo voleva utilizzate, e’ pure irrilevante a livello sostanziale.

            Le rammento di nuovo, i numeri sopra NON sono aggiustati per la diversa metodologia.

            ” Chiaro che la povertà misurata in italia non corrisponde a quella usa, così come è chiaro che il welfare da noi è anni luce superiore e da noi non troverà un esercito di senzatetto che non vengono neppure computati nelle stime federali sulla povertà dove secondo il National Center on Family Homelessness troviamo 1,5 milioni di bambini senza propria dimora.”

            Ed io direi che come per molte delle sue affermazioni lei pecca di insufficiente conoscenza dei dati, senza offesa, solo semplice constatazione.

            I senza tetto, come del resto le ho gia’ spiegato in altro intervento, sono calcolati nello stesso identico modo sia in USA che nella UE, la definizione di senzatetto e’ la medesima.. e “senzatetto”, non vuole dire.. .vivere per strada.
            Se lei va a dormire stabilmente a casa di suo fratello o cugino o di un amico in quanto non possessore di una sua casa, risulta in ogni caso un senzatetto.

            Tra l ‘altro questa sua affermazione:

            “un esercito di senzatetto che non vengono neppure computati nelle stime federali sulla povertà”

            E’ del tutto errata… sono considerati eccome (e’ appunto uno dei fattori computati per poter accedere al Section 8, ovvero simile nelle finalita’ alle nostre “case popolari”).

            Coloro che vivono per strada, ovvero i “reali” senzatetto e non come da definizione statistica, sono, in tutti gli USA sui 565 mila (dati 2016), 1/4 di questi minorenni.

            Mettiamo pure che il dato sia sottostimato di 4 volte, farebbero aprox sui 2.2/2.3 milioni.

            Resterebbe in termini globali, nulla di “fuori dalla norma”, esempio, in USA ci sono 325 milioni di persone ed un dato di 565 mila, in Germania, 82 milioni ed oltre 200 mila senza tetto.
            Se vuole continuo, cosi da mettere in contesto i numeri e non come al solito citarli a se stante, che , come le ho detto piu’ volte, avra’ un effetto retorico.. ma e’ del tutto insufficiente per capire la realta’.

            Le servira’ in una discussione “sentimentale”, non in un razionale.

            “pre welfare, post welfare, 12,7% e non 15%, se usammimo i parametri europei i poveri in usa sarebbero il 5%? i”

            Pre-welfare 12.7%, se s’includono gli effetti del welfare aprox al 5%.

            ” il problema qui è un altro: il paese piu’ civile al mondo, quello che vorrebbe esportare il proprio modello, che sostiene guerre per la democrazia, è un midello sociale iniquo. Forse invece di computi post e pre welfare andrebbero eseguiti pre e post warfare.”

            Questo e’ un argomento :sentimentale, centra nulla coi numeri e serve a nulla.
            La Germania che non “esporta” ecc ecc ha una poverta’ aprox al 16%, e de’ vista come un modello in Europa.

            La ricchissima Svizzera, al 7%.

          • colzani

            ancora, non la seguo nelle sue lenzuolate.
            rispondo:
            la mia risposta al 15% dei troll mueller è in base al grafico da loro postato. (come se il 15 o il 12,7% faccia differenza)
            l’europa è un mercato, come dice lei integrato. tutto lì. non è una nazione, non cantiamo lo stesso inno e non ci sentiamo tutti bulgari o lituani. poi può portare i dati sulla povertà tedesca al 16% addirittura e questo dato (secondo i suoi computi) è perfino superiore se utilizzati i parametri per i computi statunitensi! con la differenza chje i senzatetto in italia dormono dai parenti e negli usa no e mi dispiace per lei, si legga i census federali, i senzatetto non sono computati neli percentili della povertà. la popolazione adulta senzatetto stimata è di circa 1/2 milione e come da rif citato circa 1,5 mil di minorenni senza casa, lei vuol fare paragoni con la germania, faccia pure. Come le ripeto assiduamente da ieri, il problema nasce perché sono gli states il modello da esportare, non la germania. sono gli states che – come da articolo di ieri – vorrebbero influenzare le politiche e la vita di altri popoli secondo il modello statunitense (e non quello germanico). questo suo pre e post welfare trovato su forbes non trova riscontro da nessuna parte, è perché forse questa analisi è forzata? ad esempio forbes dichiara che quesi dati non comprendono compensazione per i food stamps, vero? che idiozia! ai food stamps hanno diritto coloro che sono sotto un threshold e pertanto considerati poveri, però l’imbecille che scrive per forbes annuncia che i poveri non sono piu’ poveri perché ricevono food stamps dal governo. Lo stesso rimbecillito (sono andato a legger e il suo riferimento) scriveva qualche anno fa che la povertà negli states è uguale a zero! ma come Amati, il 12% non dovrebbe essere la norma in ogni nazione, sia essa il congo o la russia? Forbes ci insegna che in america non c’è povertà, e questo mi sembra “un argomento sentimentale” non trova? quasi una delle sparate di trump! la germania è un modello economico, un modello di organizzazione e pragmatismo, non certo un modello sociaale e tale non pretende di esserlo. La ricchissima svizzera oltre ai suoi brillanti orologi non esporta certo la sua democrazia.

          • Marcello Amati

            Noto che lei non “mi segue”… non si preoccupi… che sia voluto o meno lo sapra’ lei.
            Come fattole notare il 15% e’ un dato vecchio, la grafica e’ “vecchia”.

            Direi invece che fa una notevole differenza (trattasi di milioni di persone, aprox 8 milioni), non solo in termini nominale ma anche in un analisi a livello storico, in quanto la forchetta della poverta’ va dai 11.1% al 15.3% ( (errata corrige dal dato del 12.1%-16%) .

            “l’europa è un mercato, come dice lei integrato. tutto lì. non è una nazione, non cantiamo lo stesso inno e non ci sentiamo tutti bulgari o lituani.”

            ” e questo dato (secondo i suoi computi) è perfino superiore se utilizzati i parametri per i computi statunitensi! ”

            Ok se vuole andare ad esclusione… il risultato non varia.. la media della poverta’ anche escludendo tali paesi.. non varia sostanzialmente e si hanno paesi come la Germania al 16%, il Belgio al 15% la GB al 17% ecc ecc.. ovviamente alcuni hanno un dato sotto la media (forzosamente..).

            ” e questo dato (secondo i suoi computi) è perfino superiore se utilizzati i parametri per i computi statunitensi! ”

            Direi che ancora non ha capito.. quello e’ il dato pubblicato dalla Germania.. quindi NON e; secondo il mi “computo” e non e’ “aggiustato” per metodolgia.. lei dovrebbe prestare piu’ attenzione a cio’ che legge… eh.

            “con la differenza chje i senzatetto in italia dormono dai parenti e negli usa no”

            Direi che anche qui lei fa un affermazione basata piu’ su cosa lei pensa piuttosto si quello che e’.
            Il calcolo dei senzatetto segue una medesima metodologia in USA e UE, come le ho fatto presente almeno 3 volte.

            “si legga i census federali, i senzatetto non sono computati neli percentili della povertà. ”

            Li leggo eccome… la “problematica” e’ appunto nella definizione di “senzatatetto”.
            Esempio, uno che lavora a 15$ l’ora (aprox 2600 mensili) ma dorme ospite da un amico, e’ considerato un senzatetto ma non e’ un povero.

            Coloro che realmente sono senza tetto sono (dati 2016) sui 565 mila.

            ” Come le ripeto assiduamente da ieri, il problema nasce perché sono gli states il modello da esportare, non la germania. ”

            E come le ho fatto notare, se da una parte ha gli USA che vorrebbero esportare dall’ altra, storicamente, vi e’ un “mercato” piu’ che disponibile per l’ importazione, da decenni.. le “esportazioni” si fanno in due.

            ” questo suo pre e post welfare trovato su forbes non trova riscontro da nessuna parte, è perché forse questa analisi è forzata? ”

            Che LEI non lo trovi da nessuna parte e’ una cosa, che questa sia forzata e’ un altra.

            Non e’ nessuna “forzatura” in quanto le metodologie di calcolo sono presenti da sempre, non da quando l’ articolo di Forbes le ha fatte notare eh
            L’ articolo e’ del 2015 e usava i dati del 2014.

            ” ad esempio forbes dichiara che quesi dati non comprendono compensazione per i food stamps, vero? che idiozia! ai food stamps hanno diritto coloro che sono sotto un threshold e pertanto considerati poveri, però l’imbecille che scrive per forbes annuncia che i poveri non sono piu’ poveri perché ricevono food stamps dal governo.”

            Direi che non capisce l’ argomentazione.

            Per poter accedere al Food stamp (e non necessariamente si deve essere poveri per poterlo fare) si necessita principalmente d’avere un reddito sotto la soglia di poverta’, il discorso vale per i food stamps, per la sanita’ per il Section 8 ecc ecc… quindi il calcolo della poverta’ e’ PRE questi programmi, in quanto il principale fattore per averne diritto e’ la soglia di poverta’.

            In un paese dove il welfare e’ indipendente dalla soglia di poverta’, esempio la Sanita’ in Europa e’ universale, se ne ha diritto indipendentemente dal reddito (varia nel caso, esempio in Italia ticket o non ticket), e’ appunto irrilevante il calcolo pre Welfare, se non come “nota statistica”.

            Le e’ piu’ chiaro ora dov’e’ il suo errore ?

            ” Lo stesso rimbecillito (sono andato a legger e il suo riferimento) scriveva qualche anno fa che la povertà negli states è uguale a zero! ma come Amati, il 12% non dovrebbe essere la norma in ogni nazione, sia essa il congo o la russia?”

            A parte che non mi risulta il commento allo 0%… e non e’ colpa mia a se appunto tale livello rientra nella norma… non lo decido io quale sia tale livello… non me ne voglia a male, ma non ho tale potere…

            Altresi, ripete il Congo.. quando tale comparazione l’ha fatta lei… solo ed esclusivamente come punto retorico… che le ripeto, crede sia una genialata, non lo e’, nel tal caso dimostra solo che oltre la retorica ha difficolta’ ad andare.

            “Forbes ci insegna che in america non c’è povertà, ”

            Questa sua interpretazione errata le sembrera’ pure ottimale, resta errata.. Forbes non ha mai detto sta baggianata… l’ argomento di Forbes e’ un altro.. .che evidentemente le sta sfuggendo.

            Per il resto, solita risposta “sentimentale” che nulla ha a che vedere con i dati.

            Si sta facendo prendere troppo dalle emozioni, si rilassi e stia calmo.

          • colzani

            è lei che non segue: il 15% che ho citato è in riferimento al grafico postato dai troll mueller (2a volta che glielo dico).

            sulla povertà tedesca, come le ho detto, è ininfluente sul punto sollevato e comunque direi che non corrisponde ai dati in mio possesso (o.e.c.d) ma come detto non mi interessano i numeri.
            ancora con questo pre e post! per accedere a benefit sociali bisogna essder poveri, lo stesso metro che viene utilizzato nelle statistiche usa è impiegato per i paeesi europei (che poi anche la bulgaria lo faccia non è di mio interesse). Comunque ribadisco, sta continuamente spostando l’asse del tema che è non chi è piu’ povero tra usa e ue ma la povertà di un paese che si erige come modfello mondiale! lo stesso articolista che le ha esposto l’analisi sulla povertà al 4,7% negli states è quello che con un altro macchinoso teorema (non un commento) ha dimostrato che non c’è povertà negli states. guardi sono al volante e devo esser calmo, ma lei ha la capacità di irritare anche chi è impermeabile ai piu’ tortuosi commentatori austriaci, la prossima volta invece del congo le userò la genialata della somalia per farla contentsa.

          • Marcello Amati

            “è lei che non segue: il 15% che ho citato è in riferimento al grafico postato dai troll mueller (2a volta che glielo dico).”

            E per la terza volte faccio semplicemente presente che quel dato essendo vecchio e’ irrilevante nella discussione… se ancora non l’ aveva capito.

            “sulla povertà tedesca, come le ho detto, è ininfluente sul punto sollevato”

            Direi proprio di no.
            Nel tal caso, le indica che appunto e’ un livello per nulla anormale.

            “comunque direi che non corrisponde ai dati in mio possesso (o.e.c.d) ma come detto non mi interessano i numeri.”

            Direi che dovrebbe informarsi meglio:

            Al 2016:

            ” In its yearly poverty report, the “Paritätischer Wohlfahrtsverband,” a national welfare association, reported that the percentage of Germans facing poverty is the highest since reunification at 15.7 percent”

            Tra l’ altro i dati OECED sulla pagina OECD sono al 2014 e non misura la poverta’ assoluta, ma quella relativa:

            “The poverty rate is the ratio of the number of people (in a given age group) whose income falls below the poverty line; taken as half the median household income of the total population”

            Quindi mi sta rispondendo con dati che nulla hanno a che vedere con cosa le si sta citando.

            “ancora con questo pre e post! per accedere a benefit sociali bisogna essder poveri, lo stesso metro che viene utilizzato nelle statistiche usa è impiegato per i paeesi europei (che poi anche la bulgaria lo faccia non è di mio interesse). ”

            No mi spiace… il calcolo della poverta’ in USA e’ pre misure welfare, nella UE post misure welfare, che lei non lo sappia non altera tale fatto, articolo del 2012:

            “..The problem with these figures from the EPI therefore is that to some extent, the US numbers are the amount of poverty the country has before all of the things that are done to alleviate poverty. Everyone elses’ numbers are calculated after all of the things that are done to alleviate poverty..”

            Le e’ piu’ chiaro ora o ancora no?

            “Comunque ribadisco, sta continuamente spostando l’asse del tema che è non chi è piu’ povero tra usa e ue ma la povertà di un paese che si erige come modello mondiale! l”

            Non sto per nulla spostando l’asse. le sto rispondendo dalla prima risposta solo ed eslcusivamente sui dati ed interpretazione errata da essi derivata.
            Sul suo punto le ho fato notare, almeno per tre volte, che per esportare si necessita di essere in due, chi esporta e chi importa, le sara’ sfuggito?

            ” ha dimostrato che non c’è povertà negli states.”

            Nessuno ha mai detto questa fesseria… se la sta inventando lei… se permette.

            “o, ma lei ha la capacità di irritare anche chi è impermeabile ai piu’ tortuosi commentatori austriaci, la prossima volta invece del congo le userò la genialata della somalia per farla contentsa.”

            Si vede che a lei (non solo per carita’) discutere su basi razionali… risulta ostico, ma non e’ un mio problema, nel caso e’ il suo, ergo, non se la prenda con me., che non sono io che la obbligo ad evitare la razionalita’.

          • colzani

            infatti che sia il 15 o il 12,7% è irrilevante. Non capisco perché ha dovuto sollevare polemica sui numeri quando la mia risposta ai troll mueller era incentrata sulla faziosità e l’incorrettezza di lettura dell’utilizzo dei dati che avevano riportato. ma cristo se le dico che la povertà è ininfluente è perch écome, le ho detto piu’ volte, l’anomalia è la pretesa di un paese come l’usa di erigersi a modello e pretendere di esportarlo. quanto influenza il fatto che i dati siano 2014 o 2016? sono obsoleti? gli usa in questi due anni hanno migliorato le loro performance in confrontyo ad altri? che c’entra<? i computi eseguiti sulle stime usa sono esattamente quelli eseguiti in ambito europeo, mi sdispiace. i benefits in europa sono ancgh'essi a valle di questi dati. si mi risulta ostico discutere su basi razionali, lo sento dire anche dai mueller… meglio?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Colzani, taglia corto … difendi paesi ASSAI più poveri degli USA e con Cina e Russia difendi anche due paesi che negli ultimi 100 anni hanno ucciso oltre 80 milioni di connazionali …

          • colzani

            ecco gli imbecilli della Banda migranti Mueller! purtroppo io non sono pagato come voi per fare propaganda nazista.
            ps: 60 milioni di cristiani uccisi in Russia dai vostri padroni ebrei. fa male?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Colzani, negazionismo?

          • colzani

            screw yourself nazi cunts!

          • Marcello Amati

            No, 15 ed 12.7% non e’ irrilevante…. e se permette:

            “.. sollevare polemica sui numeri quando la mia risposta ai troll mueller era incentrata sulla faziosità e l’incorrettezza di lettura dell’utilizzo dei dati che avevano riportato…”

            Che se mi scusa.. e’ quasi quasi lo stesso che le indico stia facendo lei, ovvero portare dei numeri ed incorrettamente utilizzarli.
            Se, cosi facendo lei considera Mueller un troll (per quale ragione ? solo perche’ porta dati discordanti le vs ipotesi?), potrei quindi considerarle io a lei come un troll? Non mi pare sarebbe corretto , non trova?

            Per il resto, vedo che continua a mancare del tutto il punto

            Sul suo, le ho risposto, svariate volte.

          • colzani

            i numeri che le ho dato fin dall’inizio sono 40 mil di poveri. potevano essere 20 o 50, non me ne poteva importare di meno. il “punto” è quello che le ho ribadito piu’ volte. gli usa non mi sembrano un modello che possa permettersi di essere esportato. il punto è quello allora e adesso e lei ha perseguito nel voler paragonare usa con eu ( e perché no la somalia?)

          • Marcello Amati

            “i numeri che le ho dato fin dall’inizio sono 40 mil di poveri. ”
            Vero, e le ho indicato che darli fuori contesto e’ del tutto retorica e null’altro.

            Se qualcuno dice, Buffet ha debiti per 10.21 miliardi di Dollari e li si ferma ha un “senso”.. dire che ha 10.21 mld di debiti ma un patrimonio netto di 80.2 mliardi un altro, con tutte le conseguenze nei ragionamenti che ne derivano.

            Altro esempio, un altro utente, qualche giorno fa ha indciato che la DB ha “derivati per 64 trilioni di $”… uno legge quella cifra e’ metaforicamente “si spara”… poi pero’… informadosi meglio “si scopre”… che quella e’ la posizione lorda.. il netto e’ aprox 47 miliardi.. che per una banca come la DC non e’ nulla di anomarle,

            “. il “punto” è quello che le ho ribadito piu’ volte. gli usa non mi sembrano un modello che possa permettersi di essere esportato.”

            Al quale le ho fatto notore, con questa, 5 volte,che se da un lato c’e’ uno che esporta, dall’ altro c’e’ chi importa, e da decenni;.
            Evidentemente cosa viene “esportato” dagli USA, ha un “mercato” che a livello individuale questo piaccia o meno, e’ irrilevante.

            ” il punto è quello allora e adesso e lei ha perseguito nel voler paragonare usa con eu ( e perché no la somalia?)”‘

            Per la Somalia.. la stessa ragione per la quale non le ho nominato il “Congo”, cosa che invece ha inutilmente fatto lei, presumo credendo che fosse una trovata retorica ad effetto, devo spiegarle il perche’ o e’ innecessario?

          • colzani

            Eh no! il numero era in contestyo eccome. se le dico che ci sono 40 mil di poveri quello è un numero fatto finito e non è relativo ad altri (come per lèesem,pio buffet!). le ho detto anche che i poveri potrebbero esser e20 mil o 50 e non cambia il concetto e+ se per ben 5 volte mi ripete che gli usa esportano ed importano come a voler trovare un bilancio in questa contraddizione sociale ancora non riuscirà a trovare orecchie in grado di ascoltraere questa aleatoria giuastifdicazionhe!gli usa si sono fatti non solo polizia mondiale, ma i fautori delle geopolitiche e dell epolitiche nazionali e ciò non è accettabile indiffererntemete da ciuò che questa nazione “importa”.
            congo? somaòlia? va bene il guam?

          • Marcello Amati

            Mi spiace, ma il contesto dei numeri non e’ un fattore arbitrario.
            Esempio, riprendendo ed utilizzanto Buffet, “ha 10.21 di debiti… e vorrebbe far credere che uno dei migliori investitori al mondo”… e’ sulla stessa linea della sua “presentazione”.

            Cosa che appunto “cambia” quando si mette in relazione al fatto che ha un patrimonio netto di 80.2 mld ed e’ uno dei migliori investitori al mondo.

            Potrebbero essere 20 o 50, ma il suo concetto espresso fuori contesto varia, cosi come rispondendole direttamente al suo punto e’ appunto irrilevante, per poter “esportare” di necessita di essere in due, ovvio no?

            “congo? somaòlia? va bene il guam?”

            Lei continua con SUOI paragoni senza senso… forse si sta confondendo con chi ha citato tali paesi a paragone (lei, non io… quindi o si fa autoconfusione o vorrebbe farla… quale delle due?)

            “voler trovare un bilancio in questa contraddizione sociale ”

            Non e’ questione di trovare un bilancio… e’ che semplicemente cosi funziona… non lo decido io, e se non le garba, il suo non gabrarle non altera tale realta’.

            “gli usa si sono fatti non solo polizia mondiale, ma i fautori delle geopolitiche e dell epolitiche nazionali ”

            Ne piu’ ne meno che qualsialsi altra potenza nella storia dell’ umanita’, mi pare che nessuno abbia indicato il contrario.
            Qualsialsi potenza abbia potuto aumentare la propria influenza lo ha fatto, senza se e senza ma, ci sono potenza che possono esercitare tale espansione a livello regionale, continentale ed altre a livello globale, o forse crede che ad esempio, San Marino abbia una politica estera indipendente da quella Italiana?

          • colzani

            lei è fuori rotta, se buffett volesse vendermi per buoni assets o stocks che in realtà non valgono una cicca ciò astrae dalla sua liquidfità o dai suoi debiti. per poter esportare “di necessita di essere in due” non è ovvio perché le politiche statunitensi sono unlateerali, l’esportazione della de,mocrazia usa non è negoziabile. è mposto. NON “è così che funziona”, la povertà negli usa è una contraddizione, reale. la smetta di reiterare la insulsa convinzione che abbia fatto paragoni “senza semnso”. se parlo ad un bimbo di 5 anni e spiego che non posso vendere una fiat “mitigando” i suoi limiti paragonandola ad una tata o ad una greatwall probabilmente ci arriverebbe a capire che non posso alla stessa maniera mitigare i limiti della “democrazia” della civilissima america portandole i dati del congo e della russia. se non ha ancora compreso ora, ribadisco, allora è lei il “disonesto” e quello in “malafede”. che sia storia dell’umanità che potenze piu’ o meno imperialiste/colonialiste cerchino di inffluenzare altre regioni o nazioni non giustifica il fatto che una nazione (che sia gli usa, la cina o la russia indiffrrente) possa anche solo proclamare l’intenti di tale ingerenza. se gentiloni proclamasse l’intenzione di rovesciare la gobvernance della piccola repubblica credo che non passerbe senza critiche.

          • Marcello Amati

            “lei è fuori rotta, se buffett volesse vendermi per buoni assets o stocks che in realtà non valgono una cicca ciò astrae dalla sua liquidfità o dai suoi debiti. ”

            Direi che sta modificando, o meglio, sta cercando di modificare, l’esempio plasmandolo come le conviene.. .nel tal caso, Buffet offre assets, a lei potranno piacere o meno, nel generale gli assets di buffet danno ritorni positivi, poi ci sono anche quelli, che saranno in perdita, nel globale sono appunto positivi, indipendentemente dalla sua opinione al riguardo.

            “per poter esportare “di necessita di essere in due” non è ovvio perché le politiche statunitensi sono unlateerali, l’esportazione della de,mocrazia usa non è negoziabile. è mposto.”

            Dice?
            Il sistema politico multipartitico dell’ Italia post IIGM era nel tal caso un ritorno al sistema pre-fascista, eccezione repubblica e non monarchia, stesso caso per la Germania.
            La Democrazia e’ stata rafforzata in Giappone, dove prima era de facto solo formale, il governo civile nei fatti sottostava al potere militare, ma non mi pare che ai Giapponesi tale “imposizione” sia dispiaciuta, lei crede di si?

            Anche nel bistrattato Iraq, nel 2009-2010 Obama diede una scelta al governo Iracheno, se vi volete qui firmate l accordo con noi, se non ci volete non firmate e ce ne andiamo, non firmarono e si procedette al ritiro, non venne imposta la firma (se ne pentirono poi…).
            In Afganistan l ex Presidente Karzai decise di far si che il successore decidesse se firmare o meno per la continua presenza di truppe USA, non mi pare che gli sia venuto un colpo.

            Bush II decise che l'”esportare” Democrazia fosse una scelta strategica adeguata in risposta all’ 11/9 e questo in base alle esperienze passate in Corea del Sud, Giappone, Europa, errando nel fatto che taluni paesi e culture non sono “pronte”, ma tali azioni furono in risposta ad un evento, l 11/9.

            Chi non necessitava dell’ essere in due fu ad esempio la defunta Unione Sovietica.
            Chi probabilmente, in un futuro non necessitera’ dell’ essere in due sara’ la Cina, che gia’ oggi nella sua area d’influenza, non ci pensa poi tanto nel far pesare il suo status (chiedere al Vietnam per referenze).

            Certo, gli USA si sono, specie nella guerra fredda, macchiati di azioni non certo limpide, nel contesto della guerra fredda, ma appunto, ogni potenza ha un impatto direttamente correlato al proprio “reach”, una potenza globale avra’ un impatto globale, una regionale lo avra’ a livello regionale.
            Ad esempio, la Russia ai suoi confini interviene eccome, ed i paesi che per decenni sono stato “abbracciati fraternamente” alla Russia.. ne sono rimasti cosi “contenti” che appena hanno potuto hanno fatto corsa verso la NATO.

            Nel mentre, dalla NATO se ne puo; uscire dagli anni 60, non mi risultano paesi che ne stiano uscendo, anzi, ci sono paesi che sono in lista d’attesa per entrarci, tutti matti evidentemente… o tutti sotto pressioni delle supermega lobbies?

            “NON “è così che funziona”, la povertà negli usa è una contraddizione, reale. l”

            Non vedo dove sia la “contraddizione”.. la poverta’ esiste, da sempre, ed in ogni dove, e solo nella saga fantascientifica di “Star Trek” o nelle utopie irrealistiche comuniste, la poverta’ non esiste o puo’ essere completamente debellata.
            La poverta’ esistira’ sempre, e’ inevitabile, anche solo per effetto demografico.

            Nel tal caso, si deve cercare di minimizzarla a livello strutturale, il come farlo varia, c’e’ chi crede in maggiore intervento pubblico chi invece nel poter creare le condizioni perche’ ogni individuo possa esprimersi al suo meglio.
            Nulla e’ perfetto e nulla funziona nella pratica come nella teoria.

            “La smetta di reiterare la insulsa convinzione che abbia fatto paragoni “senza semnso””

            La smetto quando paragoni senza senso saranno evitati nelle risposte, se permette, non cesso d’indicare una paragone irrazionale solo perche’ non le garba.

            ” se parlo ad un bimbo di 5 anni e spiego che non posso vendere una fiat “mitigando” i suoi limiti paragonandola ad una tata o ad una greatwall probabilmente ci arriverebbe a capire che non posso alla stessa maniera mitigare i limiti della “democrazia” della civilissima america portandole i dati del congo e della russia. ‘

            E continua nella sua sparata retorica, insulsa e senza senso (se la fa… se lo si indica, semplice) in quanto le rammento per la SESTA volta che nessuno ha comparato il Congo con nessun altro.. se non lei… lo ha fatto lei e continua nel volermelo affibbiare… questo e’ disonesto.

            “se non ha ancora compreso ora, ribadisco, allora è lei il “disonesto” e quello in “malafede”. ”

            Guardi..giudicando dal suo continuare nel volermi affibbiare una mia ipotetica comparazione con il Congo..direi che la dimostrazione di disonestita’… non e’ da parte mia.

            “. che sia storia dell’umanità che potenze piu’ o meno imperialiste/colonialiste cerchino di inffluenzare altre regioni o nazioni non giustifica il fatto che una nazione (che sia gli usa, la cina o la russia indiffrrente) possa anche solo proclamare l’intenti di tale ingerenza”

            C’e’ il mondo dell’ ipotetico e poi c’e’ la realta’.
            Presumo lei sappia cosa succedette a San Marino nel 1957 quando i confini della piccola Repubblica venero del tutto sigillati dai Carabinieri ITALIANI.. ed il governo Italiano nei fatti impose il proprio volere intromettendosi in una disputa locale, e mica per scherzo (“fatti di Rovereta”).

            Oppure quando Francia e GB, (ed Israele) invasero il canale di Suez nel 1956.

            Quindi, c’e’ la realta’ e poi quello che ci piacerebbe fosse, le due cose non sempre (anzi quasi mai) e non necessariamente coincidono.

            “se gentiloni proclamasse l’intenzione di rovesciare la gobvernance della piccola repubblica credo che non passerbe senza critiche.”

            Il che.. se potesse farlo.. al massimo gli farebbe perdere 5 min per starle ad ascoltare, non puo’ (indipendentemente se voglia o non voglia) per le circostanze attuali, cosa diversa.

          • colzani

            non plasmo nulla, lei paragona buffett – i suoi attivi e passivi – agli states con logica che solo lei comprende. ma dove vuole arrivare? l’italia delk dopoguerra? il giappone? parla dell’iraq e delle scelte che obama ha lasciato agli iraqeni, questo dopo che il paese è stato letteralmente occuparto! per favore… in risposta al 911 andiamo in guerra contro iraq e afghanistan, ovvio perché i sauditi che avrebbero dovuto essere i colpevoli ricevetteo i piani dalla primula rossa laden! chi non necessitava di essere in due era la russsia chi non necessiterà sara lacina??! che finezza, brookings institution? nato: ma ha un senso quello che dice? cos’è la nato anzitutto e quali i suoi fini? è il giardino dell’eden dove tutti riscoprono la democrazia, lequità, la ricchezza? la filache trova per entrare in nato è la stessa che ha torvato per entrare in ue: scelte non popolari. la povertà esiste ed esisterà sempre? diverse teorie d’intervento? allora quella statunitense non eccelle, siccome io sono come il bmbo di 5 anni che deve capire le chiedo perché dovrei emulare un sistema nel quale la povertà rientra “nei arametri medi internazionali”? qual’è il modello americano? il congo: il congo l’ho citato per fare capire anche a chi è sordo che se volessi esaltare una parte comparandola ad una inferiore non sto dimostrando qualità particolaridella prima ergo se le critico il sistema sociale usa non posso portare a confronto quello russo, quello keniota, quello filippino, scelga lei quale nazione posso citare in modo che la finisca con questo suo incomprensibile ancoraggio! non le affibbio nulla,se vuole comprendere comprenda altrimenti non ripeta per la settima volta quello che ho compresobenoisssimo la prima.guardi non credo che abbia bisohno dei suoi appunti per conoscere il “mondo della realtà”, e può anche sfoderare tutit gli episodi storici a testimonianza di ingiustizie ed iniqiità, resta il fatto che ogni intento nel voler interferire nella vita di una nazione è da condannare, le parole di quel corrotto di trump neoi confrontoi dell’iran sono condannabili che poi il mondo “reale” sia fatto di prevaricazioni, ingiustizie, crimini è una constatazione che può benissimo fare e lasciaa il tempo che trova, il mondo è fatto di stuprtori, spacciatori, assassini, ogni tipo di delinquente e prevricatore, è il mondo reeale. probabilmente a lei piace, a me per quanto realista possa essere sorge sempre dal basso ventre un motoche mi ordina di rigettare con disgusto le pezze di uomini come trump o obama, sciacalli come putin o xi, ratti da fogna come yellen o draghi

          • Marcello Amati

            “non plasmo nulla, lei paragona buffett – i suoi attivi e passivi – agli states con logica che solo lei comprende. ma dove vuole arrivare? l

            Ma veramente pensavo fosse un esempio semplice per farle comprendere meglio il punto… mi saro’ sbagliato….

            ” l’italia delk dopoguerra? il giappone? ”

            Anche qui… semplice esempi per indciarle il punto… non mi pareva fossero cose complicate, lei trove che lo siano?

            “arla dell’iraq e delle scelte che obama ha lasciato agli iraqeni, questo dopo che il paese è stato letteralmente occuparto! ”

            Mica da Obama.
            Su quelle che fece Bush le ho risposto, capisco che nella sua “visione” Bush o Obama non faccia differenza, che il Presidente e’ controllato da “poteri occulti” (non ha ancora spiegato cosa volesse dire, ed in assenza di spiegazione e/o chiarimento, la sua affermazione implicava quello),, ma poi c’e’ il mondo reale, dove il Presidente in carica , che sicuramente ha una base dietro, e’ in ogni caso il “chief”.

            ” in risposta al 911 andiamo in guerra contro iraq e afghanistan, ovvio perché i sauditi che avrebbero dovuto essere i colpevoli ricevetteo i piani dalla primula rossa laden! ”

            Lei confonde individui con stati.
            L’ Iraq non centro’ con l’ 11/9, ma rientro’ in una strategia piu’ ampia, mentre l’ Afganistan dei Talebani, non partecipo’ direttamente al’ 11/9 ma era dove Al Quaeda aveva le proprie basi e sanctuarium, li erano.

            Favore di non iniziare con le teorie del complotto che non e’ il caso.

            “chi non necessitava di essere in due era la russsia chi non necessiterà sara lacina??! che finezza, brookings institution? nato: ma ha un senso quello che dice? cos’è la nato anzitutto e quali i suoi fini?”

            Un discreta confusione nell’ esposizione, vuole riprovarci in modo tale che le possa rispondere?
            Cosa voleva dire?

            Cos’e’ la NATO? Un alleanza…?
            Suoi fini? Direi che potrebbe controllare lo status degli obbiettivi attuali dell’ Alleanza, come inizio non sarebbe male. Puo’ iniziare dall mission statement attualizzato (come da criteri del trattato originale) al summit di Lisbona.
            Presumo sappia l’ alleanza aggiorna tale mission statement con il mutare delle circostanze nel mondo, dal 1949, la NATO ha aggiornato il proprio obbiettivo 7 volte…

            “è il giardino dell’eden dove tutti riscoprono la democrazia, lequità, la ricchezza? l”

            Lei vorrebbe mettermi parole in bocca in modo tale che lei possa rispondermi cose lei vorrebbe… mi spiace non funziona cosi… io rispondo cosa LEI scrive, non cosa vorrei che lei scrivesse, cerchi di fare la stessa cosa.

            Le ho semplicemente fatto notare l’ ovvio, per entrare nella NATO c’e’ la lista d’attesa, questo e’ un fatto che a LEI, personalmente non garbi non lo altera, non lo modifica, non lo annulla, a lei resta solo che accettare la realta’.
            Anche a me tante cose della realta’ non garbano, ma alla realta’ della mia personale opinione, non ne frega nulla.

            “la filache trova per entrare in nato è la stessa che ha torvato per entrare in ue: scelte non popolari. ”

            Questa e’ una sua opinione, in alcuni paesi e’ una scelta politica non suffragiata, in altri si.
            Ma, anche dove tale scelta non e’ suffraggiata, a nessuno e’ impedito di votare per quei partiti che ne sono contrari, nessuno le vieta, ad esempio in Italia, di votare per partiti che sono CONTRO la permanenza nella UE e/o nella NATO, ci sono, ma non sono maggioritari e non vincono, che le indica cio’?

            “i. la povertà esiste ed esisterà sempre? ”

            Perche’ le consta che la poverta’ non esista..?
            Se vuole le spiego come e perche’ la poverta’ esistira’ sempre, non le deve piacere, non credo che piaccia a nessuno.. e’ semplice pragmatismo sistematico.

            “diverse teorie d’intervento? allora quella statunitense non eccelle, siccome io sono come il bmbo di 5 anni che deve capire le chiedo perché dovrei emulare un sistema nel quale la povertà rientra “nei arametri medi internazionali”?”

            Perche’ esiste la realta’ e poi esistono le voglie ideologiche.

            La prima s ene frega delle seconde ed ha immancabilmente sempre ragione.
            Le secondo ci fanno sentire bene dentro, ma fuori non aiutano nessuno.

            I problemi si risolvono tramite un approccio pragmatico, non da “guardo alle nuvole”.
            La poverta’ dev’essere combattuta e’ portata al suo minimo strutturale possibile, debellarla, come il rischio, e’ semplicemente impossibile..

            Quella USA non eccelle per talune parti ed in altre si, appunto, come fattole notare, sistema perfetto non esiste, qualsialsi sistema e’ non solo pensato, ma anche gestito da uomini, che sono esseri imperfetti, l’imperfezione e’ l ‘ unica ed assicurata costante.

            ” il congo: il congo l’ho citato per fare capire anche a chi è sordo che se volessi esaltare una parte comparandola ad una inferiore non sto dimostrando qualità particolaridella prima ”

            Giusto, solo che appunto il Congo lo ha citato lei senza ragione.. in risposta a cosa lei avrebbe voluto che io avessi citato.
            Io ho citato la UE, che “inferiore” non lo e’, lei si e’ “dimenticato” nella sua risposta della UE.
            Le ho anche citato la Russia, che come fattole notare, non e’ esattamente come “noi”, ma per taluni aspetti puo’ essere presa a comparazione.

            Il “Congo” nel contesto e’ una sua “invenzione” senza nessun senso razionale, le serviva come aggancio retorico null’ altro, solo che non le serve a molto nei fatti.

            “se le critico il sistema sociale usa non posso portare a confronto quello russo, quello keniota, quello filippino,”

            Infatti non stavo comparando il sistema sociale a quello Keniota, Filippino o Congolose, quello ha provato a farlo lei, cercando, senza successo, di affibbiarlo a me.
            La Russia, specie, nuovamente, negli ultimi anni, in determinate fasce ideologiche, viene presa come esempio, bene quindi se dev’essere presa come esempio, dev’essere persa in tutte le sue parti, come qualsiasi esempio (USA inclusi), siano essi positivi che negatici.
            Non mi pare che qualcuno voglia prendere il “suo” Congo come esempio..

            “se vuole comprendere comprenda altrimenti non ripeta per la settima volta quello che ho compresobenoisssimo”

            Ma lei continua a scrivere che “comprende benissimo:” come nel discorso della FED e poi ripete sempre i soliti errori che nel caso evidenziano il contrario.. mah.

            “, resta il fatto che ogni intento nel voler interferire nella vita di una nazione è da condannare, le parole di quel corrotto di trump neoi confronti dell’iran sono condannabili che poi il mondo “reale” sia fatto di prevaricazioni, ingiustizie, crimini è una constatazione che può benissimo fare e lasciaa il tempo che trova,”

            Purtroppo “non lascia il tempo che trova”, quella e’ la realta’, “lascia il tempo che trova” il far finta che la realta’ sia un optional.

            “probabilmente a lei piace, a me per quanto realista possa essere sorge sempre dal basso ventre un motoche mi ordina di rigettare con disgusto le pezze di uomini come trump o obama, sciacalli come putin o xi, ratti da fogna come yellen o draghi”

            Lei nuovamente confonde un approccio sentimentale con uno ragionato sul mondo reale.

            I problemi li si risolve con la testa non con la pancia.

          • colzani

            “pensavo fosse unesempiosemplkice”…lei pensa troppo semplicermente! a sfrobiciare con occam mi ha dissanguato.

          • Marcello Amati

            Nel tal caso cerco di adattarmi agl’ interlocutori, senza offesa voluta e non lo e’, specifico nel caso lei mal interpreti, ho cercato di fare un esempio semplificato per meglio esporre il punto.

            Mi pare di averle gia’ spiegato come l’esempio applichi.

        • Marcello Amati

          Direi che come minimo dovresti aggiornare i dati… i poveri sono il 12.7%, aprox 40.5 milioni (2016).

          Citare il numero dimenticando quanta e’ la popolazione fa effetto retorico, ma solo quello.

          Non solo… dovresti informarti come si misura la poverta’, scopriresti che negli USA si misure pre misure welfare, altrove post, quindi nel caso, se si misurasse in USA come anche in Europa, il livello registrato sarebbe minore.. e a comparazione, nella UE la poverta’ e’ aprox al 17%, ovvero sugli 80 milioni.

          Citare numeri fuori contesto e pure senza neanche capirli, non aiuta a capire la realta’.

          come indica il rapporto dell oggetto dell’ articolo, PURTROPPO, stiamo entrando in mondo post-facts.. e si nota alquanto.

          • Mario Trieste

            LA STAMPA:
            Usa, da 40 anni la povertà estrema continua a crescere

            WORLD AFFAIRS : antidiplomatico
            Povertà in Usa: il 47% dei cittadini non può permettersi cure mediche

            La REPUBBLICA:
            Stati Uniti, i poveri sono un terzo della popolazione, ma non si devono vedere.

            Più di 1/3 del Paese non riesce a far fonte ai bisogni quotidiani. In soli dieci anni, tassazione e costo della vita hanno eroso ogni risparmio: non solo si vive, ma si lavora a debito. Lo rivela uno studio di Pew Charitable Trusts. E nel 2015 si è registrato il record delle carte di pagamento: 1000 miliardi di dollari.

            Non c’è più paradiso, né al di qua né al di là dell’Atlantico. I soli paradisi sono quelli fiscali, ma la porta è stretta. Così, quelli che alle tasse non possono scappare faticano ad arrivare a fine mese.

          • Marcello Amati

            Direi che che i giornali Italiani necessitano di fare ricerca in modo piu’ corretto.. in quanto la poverta’ negli USA dagli anni 70 si muove dentro una forchetta che va dal 11.1% (minimo registrato 1973) al 15.2% (massimo registrato 1983), nel 2016 e’ stata del 12.7%, in calo dal massimo del 15.1% (2010) toccato post recessione.
            Quindi si e’ al presente verso la parte bassa delle forchetta, ovviamente, e’ semplicissimo comprovarlo.. basta andare direttamente sul sito del Census, se non sa come, chieda pure che le do i riferimenti.

            Al riguardo del dato dei 47 milioni, cosi solo da titolo non mi dice nulla ne spiega nulla, in quanto i non assicurati sono aprox 28 milioni (in calo di aprox 14 milioni del pre Obamacare, forse quel dato e’ vecchio di qualche anno?), ora con le cacchiate di Trump potrebbe riaumentare.

            Sul 1/3 dei poveri… c’e’ solo da ridere e basta… direi che 1/3 della popolazione povera, quindi oltre 100 milioni…. si “vedrebbero” eccome… lei che dice?

            Nessuno parla di paradiso… ma come minimo si dovrebbe parlare in base a dati corretti.

          • AlbertNola

            “Usa, da 40 anni la povertà estrema continua a crescere…” Boiate comuniste!

          • Mario Trieste

            Esistono ancora i comunisti???

          • AlbertNola

            Leggiti Ignazio Silone, se ancora non l’hai fatto: il comunista (Vauro è un’eccezione) dice solo di essere un antifascista. E tu ci credi!

          • mariolino

            Io ho girato in autonomia il sud ovest, degli Usa, e NY, ho visto sicuramente più morti di fame e baracche che nei paesi europei principali, e non sono andato in quelli del nord, altrimenti la differenza si vedeva anche meglio.
            Los Angeles non è solo Rodeo drive, e New York la 5 avenue, giri un pò a piedi e vedi anche le file fuori della locale caritas, o simili, per mangiare qualcosa.
            Purtroppo ora succede anche qui, loro sono sempre più avanti e ci sono arrivati prima.

          • Marcello Amati

            Ci vivo negli USA… da un bel po’…. li conosco bene non si preoccupi, ma grazie del consiglio.
            Anche in Europa, serve uscire da “via dei condotti”, stesso ragionamento.

        • Zeneize

          L’America fa schifo, è spaventosa se si è sensibili alla povertà. Al di là di statistiche più o meno credibili, solo in Africa ho visto tanti poveri in mezzo alla strada, e mai ho visto tante facce buie e incacchiate. È un paese crudelissimo dove l’uomo è veramente lupo per il suo prossimo. Poi non ho mai lavorato con dei rinco del genere, pigri, ignoranti, arroganti e contapalle, neanche all’isola dei famosi. Giusto gli stranieri si salvano, fintanto che purtroppo filiano e producono nuovi mangiatori di hamburger.

    • Zeneize

      LOL

    • vantguard

      Io ne ho visti un paio, ma erano in una riserva…..

      • beppe casciano

        quelli veri

        • vantguard

          Posso solo dirti che non erano biondi né avevano capelli da pazzoide.

          • AlbertNola

            Peccato!

    • AlbertNola

      Viva la CIA! La protettrice dell’Occidente contro la barbarie islamica e comunista.

  • giuseppe 97

    Ma se c’è un problema per acqua e cibo, ma perchè invitare a proliferare, perchè incentivare con assegni economici le mamme, visto che sta diventando un problema. Se non si disincentiva a procreare allora ci sarà un incentivo a sterminare intere popolazioni per l’accapparramento del necessario per vivere. Ma è logico tutto ciò?

    • Casa Ai Vicoli

      intendevi “prolificare”, suppongo…

      • giuseppe 97

        proliferare= Crescere in numero, moltiplicarsi, diffondersi = prolificare fare tanti figli come conigli , siamo lì.

    • http://dovemimettonosto.it Livio

      Le mamme italiane non partoriscono abbastanza italiani. Sono quelle africane che riempono il mondo di negretti parassiti.

      • Tsuukai

        Don’t worry per quello. Un giorno i nostri overlords capiranno che potranno vivere senza il 99,99%…grazie agli androidi e alle AI…e allora mi sa che riapriranno certi campi rimasti a prender polvere in Polonia.

        • random640

          non vi è poi tanta fantascienza…in quello che dice, la popolazione mondiale sarà sicuramente “sfilzata” parecchio, per “inutilità” intanto già ora al netto degli “androidi” sempre più avanzati, c’è qualche miliardo di mero assorbimento risorse e non attivo, e riguarda l’Africa, l’India, e il terzo mondo in genere, o questi paesi si mettono a regime, o non potranno più far sobbarcare a terzi, la propria incontrollabile natalità, che tra l’altro già da decenni, non ha più neanche il “filtro” della scarsa aspettativa di vita.

          • Tsuukai

            Penso che il discorso valga anche per Europa e America, non solo per il tra poco ormai “ex-” terzo mondo. L’Occidente sta costruendo un mondo in cui l’androide sarà misura di tutte le cose e dove l’essere umano stesso verrà sempre più considerato un inutile “costo” da sfrondare. Alla fine è l’occidente stesso il suo peggior nemico…ben più di tanti fondamentalisti islamici.

      • albertzanna

        Purtroppo realtà vera e innegabile
        Ma anche in Asia e India ci pestano dentro

        C’è una politica di destabilizzazione ben congegnata, dietro, secondo un antica strategia già conosciuto ai tempi di Ciro II il Grande, detto anche il Re dei Re.
        Il suo esercito arrivò ad esse composto anche di 200 mila soldati, in un epoca quando la popolazione mondiale di quello che era il mondo conosciuto penso non superasse qualche decina di milioni di indvidui.

        Ma allora le madri sempre incinte erano una benedizione, perchè erano tutti soldati sacrificabili, per il Re, quindi se ne morivano tanti, altrettanti coprivano le morti.

        Ai nostri giorni i fautori della globalizzazione forzata ragionano alla stessa maniera, per loro (lo era anche per il duo Obama/Clinton che volevano guerre ovunque) se la popolazione, soprattutto nei paesi poveri, aumenta vertiginosamente, non è altro che mano d’opera a basso prezzo, forzata, che produce a basso prezzo prodotti di infima qualità, quindi materia umana che loro prediligono, perchè chi si sdatta al poco pretende anche poco, ed è facilmente controllabile e abbattibile, se alza la cresta e vuole di più, migliori condizioni di vita

        E la teoria immaginata, ed ora messa in pratica, del famoso “protocollo Kalergi”, bibbia di gente come i Bilderberg, Soros, Rotschild, Comunità Europea (non ci credete? leggetevi le leggi che fanno approvare a Bruxelles e che poi impongono ai cittadini comunitari!!) Islam ecc.
        Il popolo così ridotto è semplicemente carne da cannoni, come lo erano i soldati di Ciro II, carne per frecce e per spade, una struttura piramidale in cui solo la punta della piramide restava intoccabile.

        Una volta un famoso generale dell’antichità ebbe a dire che un campo di battaglia bagnato dal sangue di innumerevoli soldati morti, l’anno dopo avrebbe dato messi più abbondanti

        • Ramsmeat

          Infatti è strano che il rapporto US non parli di Eurabia, del genocidio di noi bianchi cristiani e della definitiva distruzione della democrazia e della cultura in favore del becero ed assassino islam, magari da usare per rendere la Cina e l’India paesi definitivamente islamici nel corso dei prossimi secoli.
          Ignoranti e lavoratori a basso prezzo che a fine carriera potranno esplodere in nome di Allah.

          • Raoul Pontalti

            Non ne parla perché delle isterie della Gisela Littman (l’inventrice del’Eurabia) propalate in Italia da quell’altra isterica della Oriana Fallaci a chi usa il cervello per ragionare e non l’utero ovviamente non importano un fico secco.

          • random640

            a me sembra che l’utero lo utilizzino le popolazioni del terzo mondo e chi le foraggia, apple, nestlè, nike, facebook, finanziarie globali, corporation senza patria e globalizzate che dettano l’agenda alle nazioni, e ai corrotti nostri governanti occidentali, siamo passati da 3,5 miliardi degli anni 70 a 7 di oggi, questo grazie alle politiche di cd “sviluppo” FISICO non lavorativo, dopo averli sfamati e curati, ed appioppati a noi. Se questa gente se la fossero”puppata” le su dette, non facendola ricadere sui cittadini dei paesi occidentali corrotti, sarebbe stata buona cosa.

          • deadkennedy

            stai proponendo questioni incomprensibi ad un meschino venduto…. un paraculo mangia pensione a tradimento..

          • deadkennedy

            quindi ci fai capire che una testina di vitello come te ragiona con l’utero… oltre che comunista sei pure un ibrido biadesivo.

          • Raoul Pontalti

            deadkennedy con il cerebro devastato dalla sifilide congenita perché non vai a farti abbattere come un cane ed incenerire?

          • deadkennedy

            come siamo permalosi…. certo un infame e verme che pomtifica la dice lunga. vero badoglio pontalti? salutaci il tuo amico Gianfranco …. uno come te!

          • AlbertNola

            Non mi toccare il grande maresciallo Badoglio che ci ha liberati dai cani fascisti come te!

          • deadkennedy

            per ritrocarci circondati da infami bastardi cattocomunisti (e pure froci come il tuo compare di trento) come te…. tempo al tempo verme, servo traditore e lacchè dei sionisti… li consociamo bene le merde umane come tr

          • AlbertNola

            Qui ti volevo, ci sei cascato come una pera marcia! Sono un monarchico italiano ultranazionalista, non conosco ebrei, ma amo Israele. Il catto-comunismo esiste solo nella tua fantasia malata. Sono un anticomunista radicale, anche perchè i comunisti barbari assasini hanno sempre massacrato e continuano a massacrare i cattolici. Un vero cattolico, questo Papa argentino purtroppo non lo è, è sempre un anticomunista, come lo era Franco.

          • deadkennedy

            tu sei un coglione e niente più! per il resto un monarchico che si rifà ai savoia dovrebbe solo suicidarsi per il bene della sua anima, ammesso che un’ipocrita come te ne abbia mai avuta una…. i savoia erano e sono a libro paga dei soliti e visto cosa hanno fatto negli ultimi 100 anni me guarderei bene dal faflo sapere in giro. sputati in un occhio bastardo infame cattocomunista hai meno dignità del mio cane

          • best67

            bell’esempio di “maschilismo trentino”!

          • Raoul Pontalti

            Non vi è dubbio…

          • deadkennedy

            veramente pontalti a trento è conosciuto per 2 capacità: mettersi sempre a 90° e leccare il posteriore del cattocomunista di turno

          • Leonardo

            Secondo me non ci sarà nessuna Eurabia. Anzi in Europa ci sono più conversioni di musulmani al cristianesimo, che non viceversa.

          • Rifle Leroy

            come passare dal cancro all’aids.

          • colzani

            da plagio! bellissima.
            fortunatamente l’altro cancro monoteista è contenuto in numero (anche se è una metastasi nel settore economico)

          • Tsuukai

            L’unico vero cancro è la natura umana…che però viene sempre scambiata con mille altri sintomi.

          • colzani

            la natura umana è divina! sono le forme economiche e sociali di cui si è circondata che la deturpano.

          • Ubimauri

            :-DD

          • GStallman

            Agguerritissimo :-)

          • telepaco

            Su che dati ti basi? Io vedo sempre più islamici, sono già al 10% in tanti paesi occidentali, quasi il 15% in Francia, Belgio e forse Olanda, li vedo crescere di numero e fare tanti figli, non il contrario. E non vedo tanti convertiti islamici al cristianesimo, non so dove prendi i dati, forse puoi dircelo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dove hai preso i dati?

          • telepaco

            Da Anita Mueller

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un altro che racconta frottole …

          • Ramsmeat

            Magari fosse!

          • albertzanna

            Ci sono ragioni precise per ciò che sta accadendo in questi anni, che hanno preso una accelerazione fortissima dopo l’11 settembre 2001.

            Io, negli anni 70 del secolo scorso, partecipai ad una “conference” in cui venne a parlare un uomo che era famoso, lo è tut’ora anche se molto anziano, ultranovantenne.

            Ci illustrò, senza tanti giri di parole, che un uomo d’affari, nel 1800, iniziò a diventare uno degli uomini più potenti degli Stati Uniti e uno degli uomini più ricchi del mondo

            Quest’uomo aveva assunto tanta potenza che era diventato anche influente a livello politico, al punto tale che fu fra quelli che spinsero gli Stati Uniti ad entrare nella seconda Guerra Mondiale, non per sconfiggere Hitler, distruggere il cominismo o vendicarsi dei giapponesi, anzi, ma per diventare ancora più potente con lo sforzo bellico americano, che mosse miliardi e miliardi di dollari, quando un miliardo di dollari si allora ne equivaleva forse 50.

            Quest’uomo, assieme ai Rothschild, era grande estimatore del comunismo (suo padre aveva trattato con Lenin lo sfruttamento delle immani risorse naturali del territorio russo, mentre i Rothschild furono gli organizzatori del treno piombato che riporto a Mosca Lenin dal suo esilio in Svizzera) e divenne colui che fece in modo che il governo americano facesse le forniture alimentari e di armamenti alla armata rossa sovietica consentendole di arrivare per prima nella Berlino della fine del nazismo

            Durante quella “conference”, egli ci disse che, dalle sue analisi, i comunismo sovietico era entrato nella fase finale della sua parabola e che ne prevedeva la caduta, cioè la dissoluzione, entro la metà degli anni 90, perchè il comunismo è il più grande creatore di miseria, umana e materiale, mai inventato dall’uomo e sarebe crollato sotto il peso della propria inefficenza e della rovina dell’economia sovietica.
            Il tempo ha pensato bene di anticipare la sua previsione, infatti il crollo del muro di Berlino è avvenuto nel 1989, e assieme a quel crollo è imploso anche il comunismo sovietico per il quale il muro di Berlino era il simbolo di potere più visibile e concreto

            Questo conferenziere ci anticipò che la fine del comunismo si sarebbe portato dietro anche conseguenze politiche e della stabilità dell’occidente, perchè i potenti, in America ed in Europa, avevano fatto molto conto sul nazismo, per gestire i popoli ed obbligarli alle loro decisioni, e una volta finito il nazismo avevano fatto conto sul comunismo, che ne prendesse il posto, però la morte di Stalin aveva tolto quella certezza, in quanto in Russia, e nella cerchia del potere del Cremlino, non c’era un altro uomo che avesse la capacità di dominare sulla gente che aveva Stalin, la sua criminale ferocia venne alla luce ufficialmente con la denuncia, da parte di Nikita Sergeevič Chruščëv, dei crimini staliniani e del culto della personalità di cui era stato oggetto.

            Stalin morì, misteriosamente e pare per mano dei suoi più stretti accoliti, nel 1953. 11 mesi dopo venne data vita al Bilderberg, e fra i fondatori c’era un certo principe Bernardo di Olanda, che era stato alto ufficiale delle SS naziste, e il personaggio di cui parlo, grande estimatore di Stalin, ed immediatamente il Bilderberg divenne il punto di aggregazione di personaggi della finanza, industria e banche che controllano la ricchezza del mondo occidentale

            Quando quel conferenziere parlò del Bilderberg, ripeto eravano negli anni 70 del secolo scorso, ci disse che questa associazione, che lui non esisto a definire “di controllo del potere delle nazioni”, aveva come programma di raccogliere i metodi del nazismo e del comunismo per controllare i popoli e dirigerne la vita, loro un gruppo ristretto di oligarchi e potenti del denaro e delle banche che vogliono decidere dei destini del mondo, a loro insindacabile giudizio.

            Se diamo una occhiata, non superficiale o con una alzata di spalle, al funzionamento della Unione Comunitaria Europea e del comportamento sempre più dirigistico sulle nazioni che vi partecipano, ci possiamo rendere conto che si tratta dell’esperimento pilota di assogettamento di centinaia di milioni di persone alle decisioni di personaggi, autoreferenzialmente elettisi duci supremi, premessa del Nuovo Ordine Mondiale, che era poi l’obiettivo del 3° Reich dei mille anni, il programma di Hitler, del governo del comunismo su tutti il mondo, obiettivo di Lenin e Stalin, con la collaborazione dell’Islam che deve diventare la religione unica nel mondo, castrando definitavamente le menti degli uimini di pensiero libero, e siccome l’Islam si basa sulle ricchezze, riunite nelle mani di poche famiglie potenti nel mondo islamico, come lo erano nelle mani di Maometto quando inventò la sua religione personale, ci si rende conto che il Nuovo Ordine Mondiale è funzionale all’islam e viceversa.

            L’elezione di Obama era funzionale ad assogettare la libertà di pensiero degli americani e trasformare gli Stati Uniti nel secondo laboratorio a livello occidentale per imporre le stesse regole dell’UE, ma l’elezione di Trump ha scompaginato i piani delle élites del Bilderberg e della Trilateral. Ecco perchè gente come Soros si è mobilitata e sta tentando di rovesciarlo, perchè chi vorrebbe controllare la testa di intere popolazioni di tanti altri stati del mondo, non solo europei, sta capendo che soffocare l’intelligenza ed il libero arbitrio dei popoli non è una impresa facile, se viene mancare il tempo di realizzarlo (ed è un tempo sempre più ristretto) e che si corre verso disastri a livello globale: lei pensi solo se dovesse scoppiare la bolla speculativa della falsità dell’Euro, altro che America con la crisi del 1929.

            E adesso aspetto i soliti commenti degli ascari e truppe camellate della sinistra tipo Raoul Pontbas, Itsmy opinion, beppe casciano ecc…..pardon, non dimentichiamo mai Jimmy Hoffa, che un sindacalista del suo calibro occorre sempre, dove di tratta di scrivere senza collegare dita a cervello

          • Lallo

            Kissinger ?

          • albertzanna

            Kissinger..,.
            Ma va!

          • Ubimauri

            Ma e’ incredibile, Alberto: se non fosse per la questione “kazara” la penseremmo praticamente allo stesso modo….

          • albertzanna

            Ubi maior, minor cessat
            E io sono maior

          • Ubimauri

            :DDD
            Glielo lascio credere volentieri.

          • albertzanna

            DDD?
            cosa fa, si mette a parlare in inglese alla maniera di Renzi?
            Non è lei a lasciarmelo credere, è lei che me lo conferma

          • Ubimauri

            :-DD Questo e’il simbolo grafico comunemente usato per indicare una risata…..
            E Lei sarebbe quello intelligente?
            Ma vatla pie’ ‘ntel cul, piciu. (Come se la cava con il piemontese?)

          • albertzanna

            Simbolo grafico per indicare la risata
            Ma come siete messi male
            É poi sarei io quello non intelligente?? Mi sa che voi dovreste ri-frequentare la scuola dell’obbligo

            Capisco benissimo il dialetto piemontese, ma non mi piacciono i piemontesi, troppo musoni, troppo presuntuosi, troppo di sinistra
            É circa il prenderlo nel…..
            lascio a lei il piacere, suppongo che le piaccia

          • Ubimauri

            Cosa vuole: ognuno ha le proprie antipatie, caro Signore. Le mie ormai dovrebbero esserle chiare.
            I piemontesi sono magari musoni e, a Torino, senz’altro troppo di sinistra (i pochi rimasti), ma sentirmi dire da un giudeo che siamo troppo presuntuosi….Beh, non posso fare altro che riproporre questo: :-DD
            Ma Lei non lo rispetta il Shabbat (o forse dovrei dirla alla kazara: Shabbos)?

          • albertzanna

            Il suo spirito ironici fa il paio con la sua supponenza.
            I miei avi abbracciarono la religione cristiana circa 130/140 anni fa, quindi a me é rimasto solo un po’ di sangue ebraico nelle bene, sempre abbastanza da rendermi orgoglioso della mia ascendenza, ma definire me giudeo, mi pare azzardato anche per un antisionista inutile come lei

            Io mi sto godendo il sabato sera godendomi il BBQ che é di prammatica dopo una partita di baseball fra amici. Noi qui siamo in estate, e il sabato é strettamente all’australiana, e si chiama Saturday, non Shabbat

          • Ubimauri

            “I miei avi abbracciarono la religione cristiana circa 130/140 anni fa”: come passare dal cancro all’AIDS….
            Dai, smettiamola di litigare come donnete, tanto su certe cose non ci mettereremo mai daccordo.
            Lei sta in Australia? Bel posto.
            Quale citta”?

          • albertzanna

            Un pò datata come battuta. La fecero anche con Freddie Mercury, molti anni fa, quando decise di riprendere a frequentare la Chiesa, e qualche anno dopo di prese l’AIDS

            Comunque a me la religione ha sempre dato molto, anche se la chiesa come chiesa mi sta un pò sugli zebedei, preferisco di molto i frati, che sono più sinceri e onesti dei preti alla Bergoglio

            Io argomento e non litigo, da donnella poi è escluso.

            Brisbane, Queensland, Golden Coast (cento km più a nord inizia la Barriera Corallina)
            Mai benedetto tanto il momento che decisi di venire quiì ad impiantare la nuova attività. Paese meraviglioso, senza comunisti, dove gli omosessuali devono stare al loro posto, dove ciò che il governo dice di fare lo fa, dove pago il 27% di tasse, dove nessuno dicrimina nessuno anche se ha soldi, dove le elezioni si fanno regolarmente ed è il popolo sovrano che decide e…..DOVE I MUSLIMS NON ARRIVANO, E SE ARRIVANO ADESSO LI RISPEDISCONO A CASA LORO

            E dire che venivo dal Montana, USA, dove pure si sta benissimo, ma l’Australia è veramente il mondo nuovo

          • Ubimauri

            Concordo in toto: l’Australia e’un bellissimo posto. Certo il Montana e’proprio un po’sperduto….
            Io invece vivo a Pietroburgo gia’ da 10 anni.

          • albertzanna

            Il Montana ha un pregio che non a prezzo: più grande dell’Italia, ha una popolazione di poco più di un milione di abitanti e, nonostante un governatore democratico, che però ho dichiarato pubblicamente
            di avere votato Trump, é amministrato benissimo

            Ci abitano i miei figli, anche loro fuggiti dall Italia di sinistra

            Mai stato a Pietroburgo. Se ci verró la mia prima visita sarà per l’Hermitage

          • Ubimauri

            L’ Heritage e’ una tappa obbligata.
            Ma Lei di cosa si occupa esattamente, se posso chiedere?

          • albertzanna

            Progetto, produco e vendo macchine ed attrezzature per cantiere

          • Ubimauri

            Bello. Complimenti.
            Se emigro in Australia mi presento da Lei per un lavoro. Che dice? prometto di non parlare di politica…. : DD
            Io sono un tecnico elettronico, ma non me la cavo male neanche con la meccanica.
            Chissa’….

          • albertzanna

            Emigrare in Australia non è più come un tempo, oggi l’ufficio addetto è diventato molto selettivo e gli australiani molto gelosi della loro terra

            E’ più facile con il Canada,

          • Ubimauri

            Ho capito: Lei in Australia proprio non mi ci vuole :-DD

          • albertzanna

            Lei è libero di andare dove meglio preferisce nel mondo

          • Lallo

            approfittando della lucidità della sua visione e per rimanere nel tema dell’articolo, una domanda di grazia: che futuro, politico ed economico, vede per l’Italia di qui al 2035?

          • albertzanna

            Io parto dalla premessa che non sono mai stato per l’Europa Unitaria, così come è stata abboracciata da chi l’ha voluta costruire per poi approfittare della “cassa”, che è ciò che vedo fare fin dal primo giorno, quando l’euro è entrato in ballo.

            E ovviamente confermo ciò che ha già capito chi mi legge su queste colonne da tempo, che io non sono di sinistra, anzi la reputo la rovina laddove la sinistra mette le sue mani.

            Arrivare al 2035? Se avessi quella capacità sono certo che diventerei il padrone, al minino, dell’Italia, ma di una cosa sono certo, che se l’Italia continua ad essere amministrata da uomini politici privi di ogni capacità gestionale, come lo sono ora, a parte l’unico che ha saputo dimostrare che la nazione è semplicemente una grande azienda, e che non si è capaci di fare quadrare i conti e avere dell’utile a fine anno, la sola fine che può venire è il fallimento, la bancarotta!!!!! perchè siamo chiari: l’Italia E’ alla bancarotta, già ora, e non occorrono i poteri di Mago Merlino per capirlo.

            Io, purtroppo, non credo che da quì al 2035, cioè fra 18 anni, la situazione del paese potrà migliorare. Forse qualche cosa di buono potrebbe venire con Italexit, ma con la maggioranza dei politici italiani a libro paga della UE, quando mai ci riuscirete??

          • Ramsmeat

            Freddie Mercuy è sempre stato zoroastriano ed ebbe un funerale di tale fede, essendo un Parsi.
            Comunque, avendo vissuto l’adolescenza ed il resto della vita in UK fu influenzato dalla fede cristiana.

          • mariolino

            Per caso è Rockfeller, sono in dubbio perchè è morto da poco.
            Lei fa una buona analisi , ma dimentica una cosa, se il nazismo e il comunismo sono creature di quella gente lì, vuol dire che sono inventati dal capitalismo nella sua forma più pura e potente.
            Chi è peggio allora, chi agisce, o chi tira i fili dietro le quinte, il male è dentro quel sistema più che in ogni altro posto, il libero arbitrio dei popoli non è mai contato nulla, forse se fai come qualcuno che si ritira nei boschi, ma se si vive nel mondo normale è così.
            Mi piace una frase di un grande scrittore americano, se votare contasse davvero non ce lo lascierebbero fare, mi sembra davvero reale, perchè la cuccumella comprende tutti quelli che comandano, se non sono merde lo diventano alla svelta, ma anche solo per avvicinarsi alla scala del potere, una buona dose di stronzaggine ci vuole per forza, e una sfrenata ambizione.
            Ho trovato gli elenchi degli italiani alle riunioni del bilderberg, nella prima c’era pure De Gasperi poi Malagodi, Pirelli e Valletta,ossia la politica e il potere economico, da allora la famiglia Agnelli cè sempre a queste riunioni.
            Lei pensa che Trump sia diverso, fa parte a pieno titolo del potere economico ai massimi livelli, e visto dal basso dove sono io, è della stessa pasta degli altri papponi, da parecchia aria ai denti, come si dice qui, ma poi la sostanza cambia poco, da anche spago all’altro cretino della Corea, poi forse si scoprirà in futuro, se ci sarà, che anche lui faceva parte del gioco, ovvero il sistema che perpetua il sistema che è sempre esistito, lo sfruttamento di pochi a spese dei molti.
            Niente di nuovo sotto il sole, sperando che questi suonati non facciano arrivare la notte eterna, i mezzi li hanno, molto più del re dei re, che lei ha ricordato, questi sono peggio.
            Spero che abbia ragione lei, ma non ci credo.

          • albertzanna

            Aveva 101 anni, e chi è bene addentro alle segrete cose della sinistra americana, e Rocky era un adoratore di Stalin, dice che di quell’uomo, di originale, dentro al corpo, non c’era più rimasto nulla, cuore, fegato, e tutto il resto, con uso abbondante di cellule staminali di feti umani,per ridargli giovinezza.

            L’unica cosa che non hanno potuto cambiargli è stata l’anima, perchè non l’aveva, sostituita da un portafoglio fatto ad organetto

            Comunque, quando è morto, nella nostra Loggia abbiamo ringraziato il Grande Architetto dell’Universo perchè ha liberato il mondo da un vero cultore del male. Ora aspettiamo la dipartita di Soros

            …….””vuol dire che sono inventati dal capitalismo nella sua forma più pura e potente.””,
            infatti, se c’è stato un cultore del capitalismo è stato Karl Marx, che da una parte lo ha criticato e ne ha detto peste e corna, ma Marx ha saputo magnificare la parte più satanica del capitalismo, perchè come adorano il potere del denaro i comunisti di potere, nessuno di noi semplici capitalisti ci può riuscire, e Rockefeller era l’esteta della parte peggiore del capitalismo. Pensi che quando lui era 60% della Standard Oil, che è stata, e resta, pur se nascosta in un dedalo di scatole cinesi, la più grande e potente compagnia petrolifera del mondo (e che resistenza oppose al governo americano quando, accusato di avere creato un trust che uccideva la concorrenza, lo obbligò a spezzettare la Standard Oil in tante società per ogni stato dove aveva raffinerie e campi petroliferi) , che significa lo stralgolatore della economia del mondo, si vantava che era un uomo ricchissimo, ma non il più ricco. Anche l’ultima stima di Forbes diceva che lui avesse un patrimonio personale di 3.5 miliardi di dollari, e se ne vantava, dicendo che Gates e Buffett, quelli sì chesono veri miliardari.

            Peccato che sommando tutti i patrimoni dei suoi 6 figli, a parte quello che è morto, il capitale totale ammonta a 350 miliardi di dollari, in competizione con la famiglia Rothschild, e si parla di soldi. che se andiano a fare il calcolo di tutte le partecipazioni in cui Rocky non figurava in prima persona, solo lui senza i figli rappresentava l’1.5% del Pil americano, cioè oltre 350 miliardi di dollari. Lui da solo

            E pensare che lui si vantava d’avere donato, alla città di Gerusalemme, un museo delle antichità ebraiche, con una donazione di 20 milioni di dollari del 1936, che sono circa 40 milioni odierni. Non c’è che dire, un vero ebreo con il naso adunco della immagine classica dell’usuraio!!

            E ricordiamoci bene che uno degli eredi di questa disumanità è un tizio che in Italia conosciamo molto bene: tale mario monti, che ha bevuto alla tetta del peggior capitalismo e alla doppiezza finanziaria delle banche, e che oggi voi italiano mantenete a suon di milioni di euro al mese, grazie a quella sciagura nazionale rappresentata da Giorgio Napolitano, altro comunista alla Lenin e Stalin, interessato solo all’aspetto di potere di vita e di morte sui suoi sottoposti e da buon appartenente al Bilderberg ed alla Trilateral Commission, Monti vi considera tutti, voi italiani, suoi sottoposti.

            Si ricordi sempre che gente di quella risma, i peggiori delinquenti e criminali che sistono, e ne nascono sempre dei nuovi, sono sia quelli che si nascondono nell’ombra che quelli che tirano i fili.

            Se non altro in America un momento di vera democrazia e rinnovata verginità c’è stata, quando venne sottoscritto, dai Padri Fondatori, la famosa carta con scritto, in altro e a caratteri grandi, WE THE PEOPLE

          • mariolino

            Allora ho indovinato, per il resto le debbo dare ragione su tutto o quasi, meno la fissa sul comunismo, qui vedo il contrario, i comunisti, o meglio gli eredi misti cattocomunisti, hanno fatto quello che voleva la confidustria, hanno quasi copiato il vecchio programma di Silvio, quello che scrisse in tv.
            Sugli elenchi che ho trovato in rete cè scritto anche De Gasperi, e Malagodi più volte, Monti è uno dei referenti europei, non capisco che ci azzecca la Gruber, o altri come lei, ma non li guardo più, se vanno li sono di certo contro i miei interessi.
            Ai signori dei quali si parla credo che andrebbe benissimo il sistema cinese, capitalista per i ricchi, e schiavista per i lavoratori, purtroppo vedo che ci stiamo avvicinando a grandi passi, non formalmente ma in pratica si, proprio con le leggi fatte da quelli che chiamo comunisti, io invece li chiamo, con frase vetero comunista, traditori della classe operaia, ovvero il contrario.
            Che questa razza di carogne non ha fine lo so, morto uno ce sono pronti altri due o più, non ci si può fidare nemmeno delle rivoluzioni, poi si scopre che erano manovrate da loro anche quelle, di sicuro come vorrei io non si vedrà forse mai, nemmeno in futuro, rimarrà un sogno, il mondo di veramente liberi, ne padroni ne schiavi, tocca fare buon viso a cattivo gioco, altrimenti fai una brutta fine.

          • love politics

            Pure il cosi chiamato (Sig.PRODI) fu ospitei dei Bilderberg.

          • albertzanna

            Prodi è tutt’ora una testa di legno del Bilderberg, grazie all’avere collaborato con la Goldman Sachs, banca della famiglia Rockefeller

          • itsmy opinion

            se ti riesce – e ho i miei dubbi visto che mi sembri un po’ troppo presuntuoso ed poco incline ad ammettere di prendere granchi – vedi di smetterla di etichettarmi si sinistra quando ti ho giá detto che non sopporto proprio i sinistri? che li vedo come fumo degli occhi?

          • albertzanna

            Egregio itsmy opinion
            La scuola che insegna a fare analisi, al di fuori di analisi matematica che parla di un a scienza assoluta e quindi infallibile (il dire che 2+2 = 4, significa che non puo essere 3 e neppure 5), insegna anche che che le opinioni sono sempre OPINABILI, quindi non possono diventare SILLOGICHE (Aristotile definì il sillogismo “la fondamentale argomentazione logica”, come invece vorrebbe fare capire lei con il suo soprannome.

            Infatti nel suo commento lei mi definisce “un po’ troppo presuntuoso ed poco incline ad ammettere di prendere granchi”
            Beh, se sono presuntiuoso io, come definire lei??

            Io mi limito ad analizzare ciò che lei scrive, fin da quando lei è apparso in questo forum, e le sue argomentazioni, raramente argomentate, hanno sempre il sigillo famoso del “così parlò Zaratustra”, e se lei conosce il zoroastrismo sa che fu la religione preislamica nella zona iraniana, basata su un dio assoluto e il suo profeta, esattamente l’eresia di Allah e Maometto.

            Quando io scrivo, sottopongo i miei argomenti alla critica altrui, ma quando lei mi accusa di volerla definire di sinistra, e devo accettare che lei lo smentisca, e poi mi accusa d’essere presuntuoso e prendere granchi, mi permetto di accostare lei a Renzi, che è il re dei bugiardi, verità ormai acclarata.

            Le suggerisco una modifica al suo soprannome: “maybe it could be my opinion”

            Ovviamente è la mia opinione,…… opinabile

          • itsmy opinion

            l’arroganza continua….?

          • albertzanna

            Ha ragione, la sua arroganza continua
            É lei vorrebbe fare intendere di non avere mentalità di sinistra?

          • Emilia2

            Non credo che la Cina e l’India diventeranno del tutto islamiche. E’ piu’ facile che lo diventi l’Europa.

          • AlbertNola

            L’India reggerà, l’Europa no: dopo la prima ondata di invasione musulmana, solo qualche milione, arriverà la vera ondata di invasione, 400 milioni di neri africani, che ci schiaccerà definitivamente. Fra qualche decennio, di bianco in Italia resterà solo il marmo di Carrara.

          • GStallman

            Non che oggi il bianco sia ancora molto di moda, Franz, ma su questo sono abbastanza ottimista, mentre non lo sono per altre cose.

          • Pietro M.

            Il problema non è il colore della pelle, ma il modo di pensare. Dobbiamo metterci in testa che non dobbiamo discriminare in base alla razza, ma in base alla religione. Dobbiamo chiudere le porte all’Islam, ed espellere chi già vive qui. E scrivo con cognizione di causa (moglie africana). Farlo è più semplice ed economico di quanto sembra: inquiniamo i nostri acquedotti con carne di maiale cotta!

          • Emilia2

            Pero’ bisogna riconoscere che per es. gli iraniani, islamici, sono molto piu’ civili degli africani subsahariani (naturalmente a parte eccezioni, come per es. sua moglie)

          • Ramsmeat

            Opteranno per la nera ossidiana e Carrara diverrà Al-Qurar.

          • Emilia2

            Anch’io ho un po’ questo timore. PS. Ma la gloriosa alleanza chiamata NATO non doveva difenderci da tutte le invasioni?

          • AlbertNola

            Dalle invasioni sì, ma dalla decadenza no.

          • Emilia2

            Ma la cosa piu’ pericolosa e’ l’invasione africana.

          • Ramsmeat

            Tempo al tempo e la Grande Muraglia cadrà come la barriera in Game Of Thrones e gli estranei arriveranno…

          • love politics

            Vai troppo Avanti caro amico, qeusto pianeta non HA secoli, forse anche meno di uno, prima che l`umanita`venga spazzata via.

        • love politics

          Anche Musolini donava 5mila lire per ogni figlio maschio che nasceva.

          • albertzanna

            Vero, verissimo, ma Mussolini pagava le madri italiane, ed aveva motivato gli italiani ad essere orgogliosi d’esserlo, mentre la sinistra, di cui il decerebrato che risponde alle iniziali RP, che significa Riposa in Pace per la sua intelligenza, fa parte integrante, pretende che gli italiani, con le loro tasse sudate, mantengano la feccia peggiore che si fa arrivare in Italia per una sostituzione etnica del popolo italiano.

            Mussolini amava il suo paese, la sinistra invece fa il tifo per chiunque possa costituire un voto per mantenersi al potere, anche con un colpo di stato tipo Napolitano nel 2011

      • silver

        Molte mamme Italiane di sinistra partoriscono imbecilli che daranno il voto al PD e frequenteranno i Centri Sociali. Queste mamme farebbero meglio ad abortire che partorire questa specie di Italiani: meglio i negretti parassiti.

      • virgilio

        e come vuoi che partoriscono con tutti sti froci ce mancanza di cazzo?!

        • mariolino

          Guarda che anche negli allevamenti di tori ce ne sono pochi, sai quante gravide vengono fuori, lo facevano già i nazisti.

      • silver

        Le mamme italiane partoriscono abbastanza stronzi di sinistra (vedi la fauna dei Centri Sociali e fancazzisti del M5S ), di cui si potrebbe fare benissimo a a meno.

        • random640

          è chiarissimo l’intento distruttivo e annientatore di questi vermi di sinistra ed ecclesiastici, apertura a gay, transgender, bassa maternità, confusioni identitarie sessuali e culturali NELL’OCCIDENTE, e favoreggiamento dell’entrata di flussi di masse fortemente identitarie e prolifiche. è un vero e proprio crimine contro l’occidente, che questa feccia, non so da chi pagata o sottoposta a chi o che cosa sta infamemente perpetrando tra noi, la caccia e il blocco vanno fatti proprio contro questi maledetti criminali infami.

      • silver

        Le mamme italiane che abortiscono fanno un ottimo servizio al Paese perchè evitano che aumenti il numero dei figli di puttana.

        • http://dovemimettonosto.it Livio

          Perché tua madre non volle abortire?

          • silver

            La tua invece ha abortito e tu sei il risultato. Ami sempre la natura dopo lo scherzo che ti ha fatto?

      • best67

        e il bello che poi se fanno la fame,la colpa è dei cattivi occidentali!

      • Luigi Spoletini

        Se fossi tu negretto nato in Africa ti piacerebbe essere chiamato parassita? Forse procreano tanti figli perché così aiutano a coltivare campi e bestiame i loro genitori!!? Tu cosa faresti al posto loro non procreresti??!

        • http://dovemimettonosto.it Livio

          Se io fossi un negretto in Africa anziché in Italia a spese dei lavoratori non mi sentirei parassita; a meno che lo fossi. Se procreano tanti figli per essere aiutati, perché ce li mandano a mangiare a sbafo qui?

      • Tommaso Lintrami

        Ma muori porco fascista

      • love politics

        Questo perche` I nostril politicini preferiscono gli africani, scommetto con chiunque, che se i dirigenti di questo paese dassero 35 euro al giorno a tutte le giovani copie per ogni figlio che PARTORISCONO, in Italia non ci sarebbe bisogno di rovinare una cultura di millenni.

    • Frizzino

      Perché il problema non è la ‘quantità’ di acqua e cibo disponibili. I problemi di insufficienze alimentari e idriche sono dovuti a problemi politici e di distribuzione.

    • Idleproc

      Al di là dei problemi sistemici che realmente esistono ed hanno altre dinamiche potenziali e una prevedibile a più alta probabilità, è un metodo standard dei sistemi oligopolistici creare artificialmente la “scarsità” per acquisire il controllo delle aree di produzione e di consumo facendo sovraprofitti di monopolio a scapito del resto del sistema socioeonomico.
      Quella del neopauperimo e del malthusiansimo di ritorno sono “ideologie”, l’intera umanità ha potenziali altri orrizzonti.

      • Lorenzini Patrizia

        hum, ma parlare come si mangia, no, eh???

      • Leonardo

        Malthus è l’economista su cui leélite basano le loro scelte. Smith e Marx sono specchietti per le allodole.

        • vantguard

          Ipse dixit.

    • Lorenzini Patrizia

      non è logico, purtroppo si è sempre contato sulle ‘guerre’ per ristabilire l’equilibrio….demografico….come Lei penso che sarebbe meglio ‘non nascere’ piuttosto che ‘venire ammazzati’….

      • vantguard

        Scusa, ma nelle guerre, durante le guerre e chi faceva le guerre non ha mai nemmeno preso in considerazione l’aspetto demografico. Tu hai quello che voglio io, non me lo vuoi dare e allora io ti faccio la guerra.

        • Lorenzini Patrizia

          Sarà….questo è il discorso ufficiale ‘intellettuale’ ma sotto sotto….chissà

    • telepaco

      C’è un problema, grosso, di equilibrio nella popolazione mondiale. Da una parte l’occidente e gli stati sviluppati, come Giappone e Corea del Sud, devono tornare a fare almeno 2 figli per coppia, per mantenere in piedi la nazione senza dover importare migranti che creano infiniti problemi di integrazione. Dall’altra le nazioni del terzo mondo, sopratutto Africa, medio oreinte e India, devono ridurre notevolmente il tasso di natalità che le porta a fare 6, 8 e fino a 10 figli per donna. Squilibri enormi che fanno crescere la popolazione mondiale oltre il sostenibile. Io prevedeo che una guerra o un’epidemia prima o poi interverranno a ristabilire un livello di popolazione sopportabile per il pianeta

  • itsmy opinion

    le previsioni americane? ma per favore….sono piú accurate quelle del mago Otelma.

  • nosafeharbor

    il problema fondamentale di questo pianeta è uno solo: siamo troppi. Specialmente nel continente africano si riproducono come conigli. Se questo trend non si invertirà, e secondo alcuni studi è già tardi, lo scenario dipinto sarà fin troppo ottimistico.

    • ENRICO

      Assolutamente vero.La nostra specie ha impiegato circa 10.000 anni per arrivare al primo miliardo di persone(attorno al 1830),ma ne ha impiegati meno di 200 per arrivare a quasi OTTO miliardi,quanti siamo attualmente nel mondo;l’incremento demografico più forte si è avuto nei continenti africano e asiatico,ma anche in parte in sud america;NESSUNA specie animale evoluta ha un tasso d’incremento così grande;basti pensare che attorno al 1973 il genere umano era la metà di quello di oggi,e sono passati appena poco più di quaranta anni!

      • nosafeharbor

        esatto. Come, in tutto questo, si pensi di poter sopravvivere, è mistero. Anzi, siamo nel campo dell’impossibile.

        • AlbertNola

          Ma la fame nel mondo è stata debellata, più di un miliardo di persone l’anno viaggia in aereo, tutti gli asiatici e il 70% degli africani possiedono un autoveicolo. Il bemessere mondiale aumenta di giorno in giorno, la crescita economica nei paesi africani è enorme, ma gli africani preferiscono vivere da noi, non in Africa.

          • colzani

            è vero Nola, 25.000 bambini muoiono ogni giorno per fame e malattie.

          • AlbertNola

            No, caro colzani, ho anche una laura in sociologia e statistica, quindi ho imparato a credere solo alle mie statistiche, alle mie fonti (FBI, CIA, MI5, FSB).
            L’ONU scrive solo falsità!

          • colzani

            infatti l’fbi fa statistiche sulla fame nel mondo come la cia e l’mi5… quali delle tre lauree che ha conseguito (con 30 e lode!) riesce a trasformare una agenzia di intel in una di census?

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • vantguard

        “Assolutamente vero.La nostra specie ha impiegato circa 10.000 anni per arrivare al primo miliardo di persone(attorno al 1830),ma poi-in una accelerazione parossistica-ne ha impiegati meno di 200 per arrivare a quasi OTTO miliardi,”
        Sai, dall’inizio ad oggi hanno inventato una cosa chiamata medicina.
        Nel 1600 tre quarti della popolazione europea perì per la peste.
        Nel 1900 (precisamente dal ’18 al ’20) morirono in Europa decine di milioni di persone per la “influenza spagnola”.
        Ma, ovviamente, tutte le colpe sono degli africani e dei migranti.

        • ENRICO

          “Ma,ovviamente,tutte le colpe sono degli africani e dei migranti.”;in Africa,in media ogni coppia ha 5 figli,ma ce ne sono che ne hanno 10,15,20,30 ,40,persino 100,se si tratta di un notabile o di un capotribù!
          In Italia(e in tutto l’occidente)esiste da decenni la procreazione RESPONSABILE,infatti adesso(dopo che-soprattutto da certa sinistra-tra gli anni’60 e’70 ci hanno ossessionato col”baby boom”,costringendo gli italiani a fare meno figli attraverso politiche familiari sempre meno favorevoli alla famiglia,nonchè con l’introduzione del divorzio e dell’aborto),accusano gli stessi italiani(ed europei)di essere stati”egoisti”,di aver pensato più alla carriera e ai soldi che alla famiglia e di essere diventati un popolo di vecchi;perciò adesso bisogna accettare di farci invadere da milioni di afroasiatici”giovani”(i cd nuovi italiani,ma senz’arte nè parte)che secondo gli eredi della stessa parte politica che negli anni’60 e’70 propugnava l’anti baby boom con il divorzio e l’aborto,ci pagheranno le pensioni!Peccato però che per adesso e per i prossimi anni saranno gli”egoisti”italiani a mantenere una massa sterminata di clandestini afroasiatici!

          • vantguard

            Effettivamente hanno dieci figli.
            Ma non hanno la penicillina.
            Non hanno latte.
            Non hanno pane.
            Non hanno acqua.
            Non hanno strade.
            Non hanno case.
            Non hanno ospedali.
            Non hanno futuro.
            L’avidità di ha dato alla testa e l’egoismo ha inaridito il tuo cuore.
            Mi dispiace per te.
            Veramente.

          • ENRICO

            Quindi se avessero avuto anche la penicillina,il latte,il pane e tutto il resto della tua lista,quanti sarebbero ora,100 miliardi?
            P.S.:che cavolo c’entra”l’avidità”,che mi avrebbe dato alla testa e”l’egoismo”che mi avrebbe inaridito il cuore?
            Io in vita mia ho sempre e solo lavorato ONESTAMENTE;mi sono comprato una casa facendo sacrifici notevoli;NESSUNO(in primis lo stato)mi ha MAI REGALATO NULLA,tutto quello che ho è frutto del mio lavoro e dei miei sacrifici,non vedo NESSUN MOTIVO PER DIVIDERLO CON GLI ULTIMI ARRIVATI,TROPPO SPESSO ADDIRITTURA PRETENZIOSI,ARROGANTI E PREPOTENTI!
            (Sei per caso cattocomunista?)

          • vantguard

            “Io in vita mia ho sempre e solo lavorato ONESTAMENTE;mi sono comprato una casa facendo sacrifici notevoli”
            Ma solo perchè non eri nato laggiù, altrimenti col cavolo che avresti avuto un lavoro, una casa etc.
            Hai avuto la FORTUNA di nascere qui: tu non hai NESSUN merito.
            Mi sbagliavo, e di grosso: la tua non è avidità oppure di egoismo: sei proprio fascista dentro, un fascista perso.

          • ENRICO

            MA PIANTALA!LA FORTUNA NON C’ENTRA UN CAXXO!C’ENTRANO INVECE LA CAPACITA’ PERSONALE,LA PROPENSIONE AI SACRIFICI E LA CAPACITA’ A PROGRAMMARE IL PROPRIO FUTURO!
            P.S.Quando si è come te(cattocomunisti)si ricorre all’insulto e alla parolina magica:”FASCISTA”!
            Sei patetico e insignificante sotto ogni aspetto,ma soprattutto sotto quello intellettivo e culturale;sei del tutto irrecuperabile.

          • vantguard

            Non so se dandomi del cattocomunista intendi offendermi, elogiarmi oppure esprimere la distanza da te che sei fascista.
            In ogni caso, anche se dici “C’ENTRANO INVECE LA CAPACITA’ PERSONALE,LA PROPENSIONE AI SACRIFICI E LA CAPACITA’ A PROGRAMMARE IL PROPRIO FUTURO” una cosa è certa e su questo non si può avere dubbio alcuno:
            TU l’educazione non l’hai mai imparata.

          • ENRICO

            L’educazione da parte mia è fin troppa nei tuoi confronti;un patetico,insignificante e becero soggetto quale tu dimostri di essere meriterebbe ben altro linguaggio;ma siccome io sono MOLTO educato,ti rispondo in tono moderato come faccio!
            P.S.:la prova della tua insulsaggine sta nell’avere il dubbio che il termine”cattocomunista”possa forse essere anche un elogio;io preferisco un miliardo di volte essere definito”fascista”che cattocomunista(quale tu sei),in quanto questo sì che mi suonerebbe come una sanguinosa offesa!

          • Tony

            Infatti, caro Enrico, con questi è inutile parlare (scusa, dialogare come direbbero loro). Le tue giuste e logiche argomentazioni sono lontane anni luce dalla loro voglia di ascolto. D’altra parte nessuno dei “benefattori” del terzo mondo insegna loro l’uso del preservativo a cominciare, naturalmente , dal Papa.

          • ENRICO

            E’così!
            Grazie dell’apprezzamento.

          • vantguard

            Che tu sia fascista non c’era alcun bisogno che lo sottolineassi: si capisce benissimo da come ti esprimi.
            E se tu pensi che il termine ‘fascista’ sia un elogio e un merito non faccio alcuna fatica a riconoscertelo: sei un fascista.
            Contento?

          • deadkennedy

            no sei solo un coglione che non distingue mano dal piede… ricordi tsnto un altro coglione che va sotto il nome di pontalti

          • vantguard

            ..E chi potevano essere i due somari che ti hanno uppato?
            Due con la tua stessa cilindrata mentale: 2 millimetri cubi.

          • telepaco

            Che tristezza e che noia sentire, nel 2017, utilizzare ancora con tanta superficialità la parola fascista per accusare qualcuno che non la pensa come il solito terzomondista, come avveniva negli anni 70. Sveglia, quegli anni son finiti da un pezzo, e il fascismo è finito nel 45, i partigiini sono morti e il mondo è andato avanti. In quanti alla questione che l’africa non ha le cose e i “privilegi” che ha l’europa e gli europei è dovuto al fatto che ognuno ha a questo mondo quel che si merita e si è costruito. Tutte le scoperte scientifiche che hanno migliorato il mondo derivano dagli europei, gli africani non hanno contribuito per nulla al processo di miglioramento della specie umana. Se non fossero arrivati gli europei a “sfruttarli” gli africani oggi vivrebbero come nel 1.500 all’arrivo dei primi esploratori europei, poveri e in capanne di fango a farsi la guerra tra tribu con le lance di legno.
            Non sarà merito di Enrico se ha tutto quel che ha, ma non è stata la fortuna a farlo nascere dove è nato, semplicemente Enrico e tutti noi siamo il frutto dell’evoluzione di secoli di miglioramenti e scoperte, mentre l’africano è il frutto dell’immobilisco del’africa. Se noi siamo quel che siamo non è perchè Dio o la manna è scesa dal cielo e ci ha ragalato il progresso attuale, mentre ha voluto lasciare l’africa al suo destino,ma perchè le popolazioni europee se lo sono guadagnato questo progresso. Lo sterile terzomondismo che fa degli africani delle vittime della sfortuna, nel migliore dei casi, o della cattiveria e del colonialismo europei, nei casi più demenziali, non porta miglioramenti nè a loro nè a noi. Ognuno ha quel che si merita se visto in proporzione all’impegno. E di impegno nella vita gli africani, che io ho visto come lavorano e come vivono, ne hanno ben poco. Certo, si più nascere figli di un ricco o figlio di un povero, e questa è fortuna, ma se si nasce in un contesto è perchè i propri avi hanno raggiunto un certo livello di qualità della vita, cosa che gli africni non hanno fatto. Il resto è buonismo spicciolo d’accatto buono per le menti di sinistroidi sognatori

          • telepaco

            “la tua non è avidità oppure di egoismo….” tu che non sei nè avido nè egoista sarei curioso di sapere quanto del tuo stipendio lo doni ai poveri africani…..le persone più avide ed ecgoiste che ho conosciuto erano tutti di sinistra, e questo fa di loro anche le persone più ipocrite. A parole siete per la redistribuzione delle ricchezza ma nei fatti vi guardate bene dal ridurvi lo stipendi del 30% per donarlo agli africani, siete solo falsi

          • Ramsmeat

            Un tizio all’università mi prestò il portatile per fare una rapida ricerca e nel mentre bevevo una Sprite.
            Questo mi guarda e mi dice: “Devi sapere che l’acqua di quella bevanda viene rubata ai paesi poveri, quindi sei complice.”
            In maniera del tutto spontanea gli risposi: “Se quanto affermi è vero non la berrò più, cosa che comunque faccio di rado e quando ho bisogno di zuccheri, ma sappi che anche il tuo ha metalli come oro e palladio rubati a codesti paesi.”
            Il tizio divenne rosso, s’incazzò e nel chiudere violentemente il monitor per poco non mi stacca le dita delle mani.
            Vogliono fare i froci col culo degli altri ma poi ci restano loro in***ati.

          • vantguard

            Non riesci ad andare oltre il tuo limitatissimo orizzonte: quando si parla di generosità pensi solo AI SOLDI! Non alla spinta umana, non alla solidarietà: AI SOLDI.
            Ti lasico volentieri a discutere col tuo portamonete (il tuo cuore): ho cose migliori da fare nella vita che parlare a un sordo.
            E per di più fascio.

          • telepaco

            E con la parolina magica fascio ti ritiri da qualunque discussione seria, tipico dei sinistri in difficoltà. Non importa, sarebbe pero’ stato interessante sapere cosa vuol dire solidarietà, spinta umana ecc per voi sinistri dalla coscienza duttile, parole vuote se non si fanno seguire i fatti. E i fatti sono che per loro non fate nulla, neanche una campagna per limitare le nascita in africa, il vero motivo per cui il continente, nonostate cresca mediamente del 5 o 6% in economia, continua ad essere povero perchè le donne fanno 6, 8 e 10 figli ognuna. Con simili tassi di natalità rimarranno sempre poveri, ma al Vaticano non piace e non bisogna disturbarlo evidentemente

          • Chris LXXIX

            Guarda che c’è anche una parte di Africa che funziona. Usciamo da questi discorsi che nemmeno negli anni ’80.

          • vantguard

            Io lo so benissimo: non sono certo io a definirli incivili.

          • Marco Bi

            Ecco un altro che vive col senso di colpa indotto e perenne.

          • vantguard

            Io?
            Personalmente sono felice ed in pace con me stesso.
            Così vorrei poter dire di te….

          • Marco Bi

            Sicuro? Uno che pensa che siccome il negro in Afrigalundana in duemila anni di storia non è riuscito ad inventare una conduttura idrica per portare l’acqua da una parte all’altra (non parliamo poi di sterilizzare l’acqua), e quindi tutte le mattine parte dal villaggio col secchio bucato, percorre dieci chilometri a piedi in mezze a zebre, leoni, alligatori per andare a prendere l’acqua inquinata, rischiando d’essere mangiato dal leone o dal coccodrillo, e poi tornare al villaggio col secchio bucato e con un quinto dell’acqua rimasta… beh uno che pensa non essere colpa del negro, ma colpa del gattivo uomo biango, come me lo chiama? Scommetto che lei è convinto che essendo nato in Europa, quindi è uno fortunato, perchè l’Europa al congresso degli Stati che si tenne 25000 anni fa, gli è toccato il meglio del meglio… e non come invece è accaduto, che l’Europa prima di essere quella che lei, caro signor fortunato, abita, ne ha viste di tutti i colori, tra guerre mondiali, inquisizioni, battaglie centenarie per respingere islamici, liste di proscrizione, gente finita sui roghi, pestilenze, carestie, battaglie tra paesi e paesi, rivoluzioni, impiccagioni, squartamenti e chi più ne ha più ne metta.
            E vantguard che fa? Si sente fortunato e da le toh toh sulle manine a questi stronzi maschi, bianchi, etero, cristiani di destra per la loro insensibilità…
            Ma guarda un po’… però lui sta bene… vive col senso di colpa perenne ed indotto, non sa nemmeno il perchè, però lui sta bene e commisera quelli come me, che sicuramente secondo lui stanno male, perchè non provano nessun senso di colpa.

            Visto che prova così tanti sensi di colpa, perchè non regala tutto ai negretti e si trasferisce da povero in Afrigalundana? Così lei placherà il senso di colpa, e noi finalmente potremo dire di aver conosciuto uno col senso di colpa che se ne è andato in Afrigalundana per coerenza… per smettere di soffrire ogni volta che mangiava una bistecca…

            p.s. ah beh non avevo notato che questo è un altro come Bubusettete… profilo privato, cronologia blindata, nick al posto del nome e cognome…

          • vantguard

            Di mattina, il bere non è mai stata la soluzione.
            Astieniti dai vizi….

          • Marco Bi

            Anche lo sparar stronzate terzomondiste a tutte le ore del giorno non è la soluzione migliore.
            Fatte le valigie per Afrigalundana? Oppure vai avanti col senso di colpa per essere occidentale quindi fortunato, ma poi di trasferirsi in Afrigalundana per vivere da afrigano non se ne parla nemmeno?

          • vantguard

            Ci sono tanti incivili qui, da redimere.
            Tu non sei tra questi: sei irrecuperabile alla civiltà.
            Cuoci nel tuo brodo.

          • Marco Bi

            Un altro mentecatto paranoico… postate tutti con il profilo privato, cronologia privata e chiusa, tassativamente col nick e non col nome e cognome… e volete pure essere credibili, addirittura rieducare chi vi manda a fare in culo per le vostre idee da mentecatti… ahahahha la legge Basaglia è quella che vi consente di scrivere qui, in assenza di questa stareste dentro stanze imbottite e con quelle camicette che si allacciano dietro.
            vantguard il redentore… quello che ha fatto sempre lavori onesti e che si sente in colpa perchè nato nella fortunata Europa… ahahahaha che pirla… tutti qui oh….

          • vantguard

            La legge Basaglia è quella che ti consente di respirare, buzzurro senza arte né parte.

          • Marco Bi

            Ahahahahah… ascolta, il nome e cognome li hai già nascosti, il profilo e la cronologia pure… ora vai a metterti parrucca e barba finta, occhiali da sole… altrimenti il tuo capo ti sgama e vede che anzichè lavorare posti su Disqus e magari ti toglie gli straordinari con i quali ti paghi la rata della macchina comprata onestamente facendo un lavoro onesto… cioè lavorando onestamente mentre ciatti su Disqus…
            Dai retta a me, ringrazia la 180…

          • telepaco

            E perchè non hanno tutto quello? Per sfortuna? Perchè Dio ha voluto cosi? Per colpa del destino crudele? O perchè non sono capaci di procurarseli e di creare una società ordinata che programma bene le cose da fare? La mentalità e il modo fatalista di affrontare le vita non conta nulla? Vuol dire che non conosce gli africani, avessero la testa degli svizzeri o dei giapponesi sarebbero i più ricchi di tutti con le risorse e le terre fertili che hanno, questa è la verità….

          • deadkennedy

            ma fottiti paraculo ipocrita e smerciatore di falsità preconfezionate all’uso. vai in africa e non rompere il cazzo

          • vantguard

            …ma se manco ce l’hai….

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • telepaco

        In realtà il sud america è quasi spopolato rispetto all’europa, ha circa 300 milioni di abitanti contro i 600 milioni di europei ed un territorio 3 o 4 volte più grande. Inoltre il tasso di natalità non è altissimo se si escludono i più povri come Bolivia e Paraguay. Il Brasile ad esempio, come l’Argentina, hanno un tasso di natalità inferiore a quello della Francia, anche in Colombia dove risiedo ora, se si escludono le zone più povere, le famiglie con più di 2 figli nelle principali città sono poche. Il problema sta in Africa, in medio oriente (fanno figli come conigli anche nelle petromonarchie del golfo) e l’Asia sopratutto musulmana e indu, quelle sono le zone a più ato e altissimo tasso di natalità

        • ENRICO

          In effetti hai ragione:ho confuso il Messico(che si trova nell’America del nord)col sudamerica;il mio accenno si riferiva peraltro alla situazione del Messico tra la fine degli anni’60 e gli anni’80,dove in una quindicina d’anni la produzione agricola ebbe un incremento molto rilevante;il problema però fu che nel frattempo anche la popolazione messicana subì un notevolissimo incremento,passando da 46 milioni a oltre 70!Ciò vanificò del tutto i progressi in agricoltura,anzi la disponibilità di cereali pro capite risultò addirittura diminuita rispetto a prima!

        • Rifle Leroy

          Per l’india dipende dallo stato, perchè nella regione dove sorge silicon vally indiana per esempio ,il numero di nati ogni 1000 abitanti non è alto. Traducendolo nel numero di figli per donna è 1.7.
          Se poi però si fa la somma su scala nazionale si arriva a 2.2.
          Che non è alto come dato,però le fasce d’età età giovanile sono quelle più numerose.

  • Tsuukai

    Mi sembra che si sottovaluti troppo l’impatto della tecnologia in questo report.

    A mio parere vi sarà una vera e propria “corsa agli armamenti” nell’automazione, nell’AI ecc. i cui impatti sociali saranno enormi e le imbelli classi politiche non saranno in grado di capire, né tantomeno governare.

    La questione sarà probabilmente sempre più delegata ai nuovi poteri sovranazionali delle majors tecnologiche, le quali seguendo i dettami di Ayn Rand e compagnia imporranno ancora più neo-liberismo, ancora più precarizzazione, ancora più “ci penserà il mercato” fino a quando il sistema arriverà una ad una vera e propria impasse, perché non riuscirà più a giustificare una economia che sarà oramai in grado di funzionare con sempre meno contributo umano.

    E allora avremo un nuovo medioevo…o una forzata Perestrojka al contrario.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Tecnica? Gli errori più colossali spesso non si vedono … Intrattenere milioni di animali domestici significa costituire un fabbisogno alimentare altrimenti assente e come tale la superficie agricola per sostenere la specie umana sulla Terra …

      • Tani Tanito

        “Intrattenere milioni di animali domestici”…….. che fai per intrattenerli, gli balli un tango, fai giochi di magia……?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Scuramente compri cibo … altrimenti muoiono come gli esseri umani senza cibo.

          • Tani Tanito

            i miei gatti si arrangiano da soli, non gli do certo le schifezze che vendono nei supermercati. La foresta é grande, cibo ne trovano, poi al massimo gli insegno a venire a casa tua a rubarti le cibarie che tieni in dispenza o nel frigo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ti stai facendo conoscere …

          • Tani Tanito

            solo chi non lo fa per mestiere , puo’ farsi conoscere, e tu? Parlaci un po’ di te, come vanno le tue emmorroidi? La stufa a carbone che hai in mezzo alle gambe funziona ancora?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Io vedo dozzine di commentatori allineati che fanno propaganda per le dittature e innanzi quelle comuniste … https://uploads.disquscdn.com/images/ecb202d0f1d28455294b1fd9d8f3a3dec04054897a75937475ed382c19457381.png

          • vantguard

            Guarda io faccio così: quando torno a casa la sera se ho voglia gli do le crocchette, altrimenti gli allungo 10 euri e si va a comprare quello che vuole. Mica posso diventare matto per il micio…

        • vantguard

          Ma tu ci perdi ancora tempo dietro?

          • colzani

            sono un gruppetto di 5/6 stranieri che regolarmente inquinano con grafici e foto (anche pornografiche), molto divertente perché hanno l’obbligo di non offendere e sono pagati per provocare anche.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Qui abbondano i russi …

          • colzani

            sbagliato, siamo italiani e anti russi.
            voi siete stranieri anti russi.
            la differenza è che noi ci facciamo i cazzi nostri mentre voi siete pagati per denigrare quella nazione.
            Nazisti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi sei un italiano maleducato … e bugiardo.

          • colzani

            con le bestie non si va per il sottile.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un soggetto che insulta perché non ha argomenti … Mobbing … Wikipedia … più comune è un insieme di comportamenti aggressivi di natura psicofisica e verbale, esercitati da un gruppo di persone nei confronti di altri soggetti …

          • colzani

            cercate su wikipedia “hasbara” e troverete il significato di mobbing, nazistelli da fogna.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’anguilla Colzani …

          • colzani

            e i serpenti mueller…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Stai solo subendo contromisure volte a ripristinare l’ordine …

          • colzani

            Giorgio saltava dal tiepido vogare al primaverile incontro di soccer pruun di kpak ma vrebbe ristabilito l’ordine.
            i nazisti pensano di farla franca…

          • Tsuukai

            Se penso che le AI saranno foraggiate a “Big Data” che contengono pure questi infantili accapigliamenti….

          • vantguard

            Si, va bene, ma perché perderci tempo dietro?

          • colzani

            perché sistematicamente pubblicano falsi. I grafici, come nel caso della povertà, vengono maleinterpretati. io nel mio piccolo dal mio smaartphone cerco di inchiodarli quando posso…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Vuoi decidere anche per chi sai debole e pertanto influenzabile?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un altro vanitoso che si crede superiore agli altri …

          • Nastagio degli Onesti

            Io mi chiedo.. chi sarà in realtà Anita Mueller? Cio’ che emerge dai suoi interventi fa sospettare un disturbo paranoide di personalità , compulsivamente polemica, provocatoria e conflittuale…Chiusa a riccio contro gli altri.Come sarà la sua vita sociale? in che modo interagirà con il prossimo nella vita reale? Probabilmente dev’essere persona ( uomo o donna in realtà?)abbastanza isolata socialmente, infelice e sola, in costante conflitto con gli altri. Testimone ne sia la frequenza e la costanza dei suoi interventi in rete. Una realtà virtuale insomma per sopperire all’amarezza che le provoca ogni giorno il problematico rapporto con il prossimo..

          • vantguard

            Qualcuno sospetta che sia un bot.
            Ma non mi sono mai posto la domanda su chi sia: sto bene così, anche senza saperlo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Argumentum ad hominem … stesso procedere del vanitoso qui sotto che evita il confronto aperto perché sa che sostiene dittature …

          • Nastagio degli Onesti

            Credo sia piu’giusto parlare di argumentum ad personam…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Appunto argomento contro l’uomo … argumentum ad hominem …

  • kikko19

    un coacervo di cazzate… gli usa/israele studiano il futuro da anni e faranno mosse “preventive”. la migliore e’ un bel virus che riduca la popolazione di 3/4 altrimenti siamo tutti fottuti. mi spiace per i giovani…

  • ClioBer

    Che il pianeta non possa reggere a lungo allo stress dello sfruttamento intensivo, è un dato incontrovertibile.
    Perciò, giacché la popolazione crescerà, non si capisce bene in che modo potrà nutrirsi, visto che se anche si puntasse su cibi ottenuti per sintesi chimiche, la materia prima di partenza deriverebbe, pur sempre, dallo sfruttamento di risorse esauribili.
    Per quanto riguarda le rosee prospettive dell’Africa, manco i bambini in culla potrebbero crederci. Lo nega la storia e pure il non trascurabile fatto che, fra 25/30 anni, la sua popolazione da 900 mln arriverà a 2,5 mld. Purtroppo, a quel punto, neppure se si rivoltasse il continente sotto sopra, riuscirebbe a sfamare tutta la popolazione.
    Con gli africani, cresceranno anche gli asiatici e i mesoamericani, di cui molti si riverseranno in Europa e USA, con conseguenze che non è difficile prevedere traumatiche.
    Quindi, si può prevedere e/o tentare di tutto, ma non c’è alcun dubbio che i veri detonatori atomici (non solo figurativamente) che potranno portare a eventi sconvolgenti, riguarderanno la crescita (ahinoi, irresponsabile)) della popolazione, l’accaparramento delle ormai scarse risorse del pianeta e il fenomeno migratorio.

  • Dr. Freudstein

    Quante fesserie.

  • Nick2

    Sette miliardi di uomini non sono poi tanti per un pianeta come la Terra. Consideriamo che ci sono 24 miliardi di animali da allevamento, alcune centinaia di miliardi di mammiferi, almeno 100-200 miliardi di uccelli, oltre 10 mila miliardi di pesci e alcuni milioni di miliardi di insetti (che possono essere nutrimento del futuro).
    Per quanto riguarda l’agricoltura, l’estensione delle terre coltivate è rimasta pressoché invariata dagli anni 60 (circa 1,6 miliardi di ettari), ma si è ridotto di oltre il 50% il numero medio di ettari necessari ad alimentare una persona (da 0,45 a 0,22). Considerato che la superficie mondiale di terra idonea alla coltivazione è pari a 4,4 miliardi di ettari, con un esborso abbastanza contenuto, il nutrimento potrebbe essere l’ultimo dei problemi del nostro pianeta.
    Il veroproblema è la povertà e la sempre maggiore forbice fra ricchi e poveri. Le 8 famiglie più ricche del mondo possiedono la ricchezza di 3,6 miliardi di persone più povere e l’1% della popolazione possiede il 99% della ricchezza mondiale. Se questo mostruoso gap venisse solamente dimezzato e gli aiuti e gli investimenti nel terzo mondo fossero reali e non fasulli, non dico che ci sarebbe benessere per tutti, ma sicuramente non esisterebbero uomini che soffrono la fame.

    • telepaco

      Il problema della sovrappopolazione non riguarda tanto il cibo, si possono anche sfamare con alghe ed insetti come proponi tu (anche se io non vorrei mai vivere in un mondo dove per sopravvivere mangio locuste, tu non lo so) e sono anche d’accordo che pesca ed allevamento vadano ridimensionati e che si passi ad un regime alimentare più vegetariano, ossia meno carnivoro. Il problema è il fatto che più siamo e più inquiniamo, più gente c’è e più migliorano le condizioni dei paesi poveri (auspicabile) e più occorrono automobili, autobus, strade, autostrade, edifici e cemento per case, ospedali, scuole e appartamenti, più plastica e più petrolio da consumare, più terreni per costruire, più telefoni, smart phone, più frighi, televisioni, elettrodomestici, ecc ecc perchè tutti puntano alla ricchezza e allo stile di vita occidentale. E il pianeta non è in grado di fornire a 8 milardi di persone lo stile di vita che hanno oggi meno di 600 milioni di occidentali e 300 milioni di asiatici, con quelche benestante mediorientale e sudamericano. Questa è la realtà che fa paura, l’inquinamento, le fabbriche, le risorse idriche per lavarsi , per le piscine, per tutto cio’ che oggi ai poveri è precluso.. E tutti volgiono quello che abbiamo noi e non si fermeranno e a poco servirà dirgli che se ci seguono sarà la fine per il pianeta. Non tanto dargli una ciotola di riso o un tozzo di pane per tutti, quello è il meno….

  • Marcello Amati

    Interessante come il giornalista abbia letto solo superficialmente il documento…. e riportato in modo alquanto parziale cio’ che li si indica… mi chiedo come mai….

  • Maria

    Perché le previsioni sul futuro sono sempre catastrofiche???? Posso capire nei film che devono far spettacolo, ma nella realtà? Insomma un po’ di ottimismo non erano gli americani quelli che dicevano “Siamo i migliori possiamo fare tutto” e poi con Obama riconfermavano “Si Possiamo!” o sbaglio?

    • ENRICO

      Infatti Obama ha avuto un tale successo che gli americani hanno eletto Trump!

      • Maria

        Obama si è fatto due mandati Trump lo vogliono già cacciare con ogni scusa possibile, epoi la colpa non è stata di Obama ma “dell’effetto Obama” ovvero “abbiamo un presidente nero, non siamo più razzisti, omofobi e maschilisti perché noi abbiamo un presidente nero!” Se davvero l’America avesse smesso di essere razzista alla nomina di Obama avrebbero semplicemente detto “vediamo ora che farà ‘sto democratico”. Secondo me Obama è stato eletto solo per la sua pelle e non per le idee visto che sono tutti a favore della loro cancellazione.

        • ENRICO

          Pur di non eleggere la Clinton(prosecutrice di ObamaI)hanno eletto Trump;questo la dice lunga sugli effetti delle politiche sociali ed economiche dei dem;comunque concordo col fatto che Obama è stato eletto al 99%per il colore della sua pelle e non per altri meriti;la riprova c’è anche nel fatto che è stato insignito del nobel della pace(sic!)dopo solo un anno dalla sua elezione;quanto se l’è meritato,poi si è visto!

          • Maria

            Nell’effetto Obama ci sono anche quei premi e quelle esaltazioni al suo finto operato che han fatto infuriare gli americani, il nobel per la pace è stato proprio toccare il fondo, un leccamento di piedi inaudito.

          • ENRICO

            Esattamente così!

      • Marcello Amati

        Veramente dovrebbe in questo caso dare ascolto a Bannon, quando dice che un errore della Clinton e’ stato quello di NON aver utilizzato ne adeguatamente ne a sufficienza la figura di Obama.

        Obama ha lasciato la Presidenza con un Approval Rating elevato ed in crescendo, Trump l’ ha iniziata con un Approval Rating basso ed in calando.

        Non a caso ha vinto si, il volto elettorale, non quello popolare, li ha perso 2.87 milioni di voti in meno… non pochi.

      • Nick2

        E’ certo che, avesse potuto presentarsi, Obama sarebbe stato eletto Presidente degli Stati Uniti per la terza volta. Dobbiamo essere onesti!

        • ENRICO

          Ah sì?Io non credo affatto;gli americani ne avevano le balle stracolme della politica obamiana;se non ci fosse stato Trump,avrebbero votato anche godzilla e king kong pur di levarsi di torno il”premio nobel”!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Non erano gli americani ma i cinesi con le loro fabbriche lager …

      • Maria

        Si lo dicevano un po’ tutti i popoli in realtà, io però mi riferivo al fatto che l’America degli ’40 si proclamava migliore di tutti poi con Obama è tornato l’ottimismo, ma nelle previsione peril futuro della Terra sono sempre i più catastrofici è dagli anni’60 che fanno previsioni e tutte portano all’apocalisse e che cavolo!

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Dove hai letto o sentito il proclamo americano degli anni ’40?

          • Maria

            In un documentario su focus tv

  • Ramsmeat

    L’Africa vedrà una rivoluzione energetica ma poi gli africani venuti in Europa come parassiti, nonché i loro discendenti, constatando un miglioramento della qualità della vita nei loro paesi d’origine, torneranno nella loro terra natia facendo sprofondare nuovamente il continente nero nella miseria.

    • Maria

      è vero, non riescono mai a mantenere le migliorie apportate dagli altri.

      • Ramsmeat

        E daranno la colpa a noi, anche se nel 2035 noi europei saremo come i Neanderthal: estinti per colpa dei negri invasori.
        L’homo sapiens era nero, ma questo giro c’è pure l’islam.

        • Maria

          Esatto come gli Indiani con la storia delle caste, sì gli inglesi hanno fatto cose orribili (come tutti i popoli) ma anche cose buone tra cui l’eliminazione del concetto di caste, ma loro dopo la rivolta le hanno rimesse e se ne sono fregati di quello che diceva Gandhi adesso molti di loro incolpano gli inglesi del vecchio colonialismo, ma nessuno se la prende con quei indiani che hanno voluto il ritorno delle caste! Ci sono tanti esempi di ipocrisia purtroppo.

          • vantguard

            “sì gli inglesi hanno fatto cose orribili (come tutti i popoli) ma anche cose buone tra cui l’eliminazione del concetto di caste”
            Non vorrei shockarti, ma ti devo comunicare che in India le caste sopravvivono.
            E stanno tutte in ottima salute.

          • Maria

            e io cosa ho scritto? Gli Indiani le caste le han rimesse subito andando anche contro Gandhi.

          • vantguard

            Non è che “hanno rimesso le caste” per fare dispetto agli inglesi, ma sono semplicemente tornati alla loro cultura e alla loro storia antichissima che, non dimentichiamo, con le sue caste è sopravvissuta dall’antichità e che continua ancora oggi.

          • Maria

            Si ma quella è la parte di cultura che Gandhi voleva modificare e che ne potevano fare a meno per migliorare la loro società per loro stessi, ma hanno preferito l’egoismo e c’è ancora chi dà la colpa agli inglesi dei loro problemi, questo intendevo dire.

          • vantguard

            Gandhi? Dimentichi che aveva studiato a Londra e che fosse (praticamente) un prodotto della cultura anglosassone.
            Ma poi: cosa ne sappiamo noi delle caste?
            Cosa ne sappiamo noi delle caste che non ci sia stato trasmesso dai sudditi della Regina d’Albione?
            E, giusto per farti edotta che le caste non sono il male dell’India: “In India è stato eletto presidente Ram Nath Kovind, della casta degli “intoccabili”.
            Mica male per un popolo di primitivi legati alle caste, non trovi?

          • Maria

            Comunque l’India ha molti lati positivi e anche molti negativi, ma sui giornali leggo solo notizie negative da questo Paese.

          • vantguard

            Anche l’Italia è un paese meraviglioso e pieno di gente straordinaria. Ma se leggi i giornali…..

          • agosvac

            Come dice molto giustamente lei il sistema delle Caste è intrinseco alla storia ed alla stessa esistenza dell’India, civiltà che data da molto di più dello stesso Egitto.
            Tra l’altro non è vero che Gandhi voleva “eliminare ” le Caste, voleva solo modificarle.

          • AlbertNola

            L’unica cosa buona che hanno fatto! I comunisti cinesi, barbari assassini, hanno eliminato le classi sociali, la base su cui si fonda una vera democrazia (vedi le Monarchie). L’uguaglianza imposta è barbarie!

        • vantguard

          Questo invece era il mago do nascimiento.

        • Nick2

          Se ci estingueremo, non sarà per colpa dei “negri invasori”, ma per colpa nostra. Non mi pare che loro ci vietino di fare figli…

          • Maria

            ma per avere figli non devi avere i soldi per mantenerli e anche la maturità di crescere delle persone per bene? In Italia la politica non favorisce affatto le famiglie e la tecnologia (usata malissimo) e la voglia di svago ad ogni costo ha rincretinito chi i figli c’è li ha e li difende a spada tratta anche quando hanno torto marcio, Esempio se le dicessero che suo figlio ha abusato di una ragazzina lei lo difenderebbe anche se scoprisse che è davvero colpevole o lo difenderebbe fino alla morte negando il reato?

          • Nick2

            La Germania ha un welfare fra i migliori al mondo, ma è nelle nostre stesse condizioni. Il crollo delle nascite è dovuto al soprattutto al nostro egoismo. Dare sempre la colpa ad altri non ci fa onore. Anche noi dobbiamo prendere le nostre responsabilità.Per noi (naturalmente parlo in generale) i figli sono un ostacolo alle nostre attività, al nostro benessere, al nostro tempo libero. Nei paesi poveri i figli sono l’unica ricchezza, l’unica speranza di riscatto.
            Vienda sé che i grandi flussi migratori non sono, come molti sostengono, un
            progetto del NWO, di Soros e compagnia bella, che vogliono il meticciato e il
            genocidio dei popoli europei, ma una
            necessità dell’occidente (soprattutto dell’UE) di riequilibrare il rapporto fra
            le fasce d’età. Se questo non cambierà, nei prossimi 15 anni welfare e sistema
            pensionistico salteranno e noi crolleremo nella miseria. Prova a fare due
            calcoli. Non è difficile!

          • John

            I figli sono un ostacolo solo per gli imbecilli..!!
            Quelli che pensano inoltre che i clandestini ci pagheranno le pensioni…

            Ma guardatevi intorno..!! Non hanno altra posssibilita’ che delinquere, grazie all’accoglienza programmata, da questa pseudo sinistra, o lavorare gratis per le loro coop… Oggi sono gia’ un costo insostenibile per gli italiani: 4,5 miliardi in un anno..!! Altro che pensione..!!!

          • Nick2

            E’ un dato di fatto, non un’opinione. Per quanto riguarda le pensioni, gli stranieri ne pagano 620 mila. Magari anche la tua…

          • John

            La mia pensione me la sono pagata da solo..quando la prendero’..!!

          • ENRICO

            BALLE MEGAGALATTICHE!
            Da noi(in Italia),c’era(tra gli anni’50 e’60)il cd”babyboom”;ricordo perfettamente quando,attorno al 1966,Roma fu tappezzata da manifesti di un movimento sinistroide che ammoniva gli italiani a fare MENO figli,perchè se avessimo continuato con quel tasso di crescita demografico,saremmo diventati”troppi”entro l’anno 2000!
            E infatti dagli anni’70 in poi le politiche pro famiglia si sono quasi estinte,sono stati introdotti il divorzio e l’aborto,e adesso gli eredi ideologici e politici degli autori di quei manifesti ci vengono a dire che siamo stati”egoisti”,pensando più alla carriera e ai soldi piuttosto che a fare figli,che siamo un popolo di vecchi e perciò dobbiamo accettare di farci invadere(e farci sostituire etnicamente e culturalmente)da masse sterminate di clandestini afroasiatici,senza arte nè parte,che ci pagheranno le pensioni!
            MAI MENZOGNA PIU’ GROSSA E’STATA INVENTATA!
            IL POPOLO ITALIANO(COSI’COME QUELLI OCCIDENTALI IN GENERALE)SONO STATI SOLTANTO RESPONSABILI IN SENSO PROCREATIVO,ESATTAMENTE L’OPPOSTO DI QUANTO E’ STATO FATTO DAI POPOLI AFROASIATICI!
            Le”risorse”SONO E SARANNO A CARICO DEGLI”EGOISTI”CONTRIBUENTI ITALIANI,tutto il resto è delirio ideologico!
            P.S.:la prova di quanto affermo sta nei numeri:centinaia di migliaia di NOSTRI GIOVANI QUALIFICATI E LAUREATI SONO STATI COSTRETTI A RECARSI ALL’ESTERO PER MOTIVI DI LAVORO,ARRICCHENDO I PAESI DI ARRIVO E IMPOVERENDO IL NOSTRO CHE INVECE LI HA FORMATI;NEL CONTEMPO PERO’,ABBIAMO IMPORTATO OLTRE 700.000(SETTECENTOMILA)CLANDESTINI AFROASIATICI CHE DOBBIAMO MANTENERE EO DELINQUONO PER SOPRAVVIVERE!
            Infine,il NWO ESISTE;IL PIANO KALERGI E’IN PIENO SVOLGIMENTO E L’OBBIETTIVO FINALE E’QUELLO DI DESTABILIZZARE LE SOCIETA’ EUROPEE ED OCCIDENTALI,E SOSTITUIRNE FISICAMENTE,CULTURALMENTE,SOCIALMENTE ED ECONOMICAMENTE GLI ATTUALI ABITANTI,CIOE’NOI!

          • Nick2

            Ci danno i dati sugli espatri dei giovani italiani all’estero, ma non quello dei rimpatri. Qualcuno riesce ad avere successo, ma succede molto spesso che i nostri ragazzi vadano in UK o in altri paesi, che siano costretti a fare lavoretti saltuari e sottopagati e che, quando i genitori si stufano di mantenerli, tornino a casa. Non credere che all’estero sia tutto oro quello che luccica…

          • ENRICO

            Ma quando mai ho scritto che è tutto oro quello che luccica(all’estero)?
            Di fatto però c’è che i nostri giovani sono COSTRETTI a emigrare,mentre al contempo i governi cattocomunisti fanno il pienone di clandestini afroasiatici senza arte nè parte,che gli”egoisti”vecchi italiani devono e dovranno mantenere e subirne la mefitica presenza;tutto ciò per delirio ideologico e ovviamente,per business e becero calcolo elettoralistico!

          • Maria

            “speranza di riscatto” se sono maschi se son femmine le vendono al primo che passa e se questo muore o le ripudia le famiglie le sbattono fuori per la strada, tanto valeva non nascere. La necessità però dell’occidente è anche mantenere la propria identità e non farsi imporre regole dall’ultimo arrivato se queste sono controproducenti da tutto ciò per cui abbiamo lottato per anni, no?

          • telepaco

            La Francia, grazie alla politica di natalità, ha un tasso di natalità superiore al Brasile, e non sono tutti figli di emigranti , anzi. E’ normalissimo li vedere famiglie con 2 o 3 figli, sia che si stratti di francesi veri sia che si tratti di immigrati algerini di seconda o terza generazione. La Germania ha un ottimo welfare certo, ma non ha un sistema per aiutare le famiglie con figli. Da poco hanno cominciato vere politiche per la famiglia, come asili gratis e costi educativi nelle scuole risibili, e i risultati si cominciano a vedere, la Germania fa oggi molti più figli di 10 o 20 anni fa. Le politiche per incentivare le nascite possono essere innumerevoli, dal taglio dei costi per sanità asili e scuole, al posto di lavoro pubblico assegnato a chi ha figli, dal taglio di tasse a cospicui e decisivi assegni familiari che ti mettano nelle condizioni di essere conveniente anche economicamente fare figli. Basta volerlo, ma invece si punto al gender, alle coppie gay, alla vita egoista, i messaggi e gli esempi in televisione vanno da tutt’altra parte, e questo non è casuale. Nulla succede casualmente nel mondo, c’è chi crea e impone mode e modi di pensare per i propri tornaconti, sono le elite che comandano ed hanno precisi interessi strategici a lungo termine. Una società non omogenea e divisa e conflittiva nelle sue diverse componeneti etniche e culturali è cio’ che più serve per poter governare indisturbati, dividi et impera dei tempi degli antichi romani è sempre valido

          • vantguard

            Né ci inquinano con gas tossici oppure con veleni nel cibo: a quello ci pensano le multinazionali alimentari.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Strano, dove ci sono più multinazionali la speranza di vita aumenta … https://uploads.disquscdn.com/images/ba8e393174d98a8ac872865953426ce474105e894e8d8969c491da5d7ce95b90.jpg

          • colzani

            infatti Monsanto in India e Sudamerica sta facendo grandi cose. ma andate a spalare il mare, capre naziste

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • colzani

            i dati di cosa?

        • Divoll79

          In realta’, non si sa se l’Homo Sapiens sia stato nero o bianco. Nuove scoperte recentissime posizionano i primi uomini IN EUROPA (area Grecia-Bulgaria), svariate migliaia di anni PRIMA di Lucy.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
    • vantguard

      Ha parlato Nostradamus….

  • dapicus

    a grandi linee come da previsioni percepibili dal modello economico mondiale oggettivamente invece ci sarà la scomparsa della metà delle specie faunistiche e il totale degrado della terra per inquinamento e produzioni insostenibili. pianeta amen con esplosione demografica sostenuta dai paesi religiosi . ecce homo .

  • Italo Balbo

    Nel 2015, dice il simulatore INPS, andrò in pensione… !

    • AlbertNola

      Speriamo di no! Tu e i tuoi coetanei dovete lavorare e massacrarvi almeno altri dieci anni, per pagare la mia pensione, se no sono costretto a rivolgermi agli africani.

      • Italo Balbo

        Lo spero, a me piace il mio lavoro, molto ben retribuito.

  • agosvac

    La prima cosa che ho notato è una contraddizione tra la ripresa dell’Africa dovuta a pannelli solari e alla nuova tecnologia di desalinizzazione dell’acqua e ciò che dovrebbe succedere in altre parti del mondo per la mancanza di acqua! Ma come?, le nuove tecniche di desalinizzazione sarebbero applicate all’Africa e non al resto del mondo??? Lo stesso vale per la mancanza di cibo. Con nuovi processi di desalinizzazione che renderebbero molta acqua disponibile si potrebbero rendere fertili e coltivabili territori oggi desertici. I desrti sono deserti perché manca l’acqua, ma se ci fosse l’acqua sarebbero più che fertili. Qualcuno ha mai visto in qualche documentario ciò che succede ai deserti quelle pochissime volte che piove con abbondanza??? E’ un tripudio di svariate fioriture. I deserti non sono morti, sono solo a riposo!!!

    • vantguard

      Sì, è vero, fioriscono.
      Ma da qui a renderli davvero fertili e produttivi….

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      E i soldi per pagare e mantenere l’impianto?

  • random640

    bisogna vedere se sono “previsioni” o “target” per qualcuno…la sottile linea tra “previsioni” per cui approntare una strategia, o dirette strategie a partire dallo stato di fatto è minima,

  • John

    Parlano del futuro dell’Africa, quando dovrebbero chiedersi se c’e’ Futuro per l’ America..!
    Ed anche se ci fosse, sarebbe per la fortuna delle Multinazionali e delle Lobby, non per gli americani, a cui sottraggono i dollari delle tasse per folli spere di armamenti e guerre…

    Il futuro del mondo e’ nelle mani di questi mentecatti di Washington e Banchieri di Wallstreet, che possono invadere qualunque paese, imporre sanzioni, o far scoppiare la prossima bolla finanziaria sui debiti che hanno consentito agli americano senza controllo, al punto che oggi il limite non puo’ essere superatodi molto.

    Questo debito non e’ garantito da nessuno perche’ creato con denaro che non esiste e che nessuno potra’ mai ripagare. Al confronto col 2008 sono 100 volte piu’ a rischio, dicono i loro economisti…

    Quindi nessuna divagazione: il trend lo conosciamo bene..Sarebbe in effetti facilmente invertibile, se solo gli Usa si arrendessero all’idea di non essere eccezionali e deputati ad imporre ovunque il proprio volere, e di essere solo una grande potenza fra le altre. Purtroppo le elites statunitensi temono proprio l’innesco del loro declino , con la mancanza delle loro rendite imperiali, prima fra tutte quella dle dollaro.
    Con la consapevolezza che il tempo non lavora a loro favore, potranno considerare sempre piu’ plausibile la carta militare, come via d’uscita , non certo dalla loro pazzia..

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Hai usato gli Usa per raccontare la Russia …

      E a tal proposito UA Time – Russia: un paese scandalosamente diseguale …

      Secondo un recente rapporto del Credit Suisse Research Institute, l’uno per cento della popolazione russa detiene il 75 per cento della ricchezza del paese. Questo dato pone la Russia al primo posto della disuguaglianza tra i 38 paesi che detengono la maggior parte della ricchezza mondiale …

      … il turco o il messicano medio sono in realtà due volte più ricchi del russo pari grado. Le persone medie del Singapore e norvegesi sono 27 e 30 volte più ricchi, rispettivamente …

      • mariolino

        Ma perchè spari queste stronzate, vacci a Singapore, è la dittatura perfetta, non ti puoi nemmeno ficcare le dita nel naso.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Il rapporto è del Credit Suisse Research Institute … e non parla di dittature …

          • deadkennedy

            citi un branco di ebrei vergognati stordita… scusa citavo i tuoi parenti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E’ sempre così quando i dati smentiscono le parole di alcuni …

    • Marcello Amati

      “quando dovrebbero chiedersi se c’e’ Futuro per l’ America..!”

      una delle piu’ divertenti battute che ho letto ad oggi su questi interventi.

      Grazie per i 5 min di risata.

  • giulio pelernei

    Sembrano profezie fatte per autodeterminarsi tramite la paura generata nei cittadini.

    • Divoll79

      E quindi andiamo per la nostra strada, senza paura. Chi fa troppi progetti fallisce perche’ inciampa nei dettagli e nei fattori imprevedibili.

      • giulio pelernei

        I nazionalisti catalani stanno dimostrando come si possa mettere in crisi un sistema trámite un’idea forte, una cultura e grande organizzazione territoriale.
        Tutto fatto nel segno della non violenza (per ora… vediamo ora cosa succede dopo il vía al 155).

      • Nerone2

        I governi centrali (corrotti) sono alla fine.

      • http://www.exeo.it Paolo Loro

        Vero. Lecito ma inutile farsi scenari, salta sempre fuori un Zuckerberg, un Kim o un Baghdadi a cambiare imprevedibilmente il corso della storia.

  • andromaca

    Thomas Robert Malthus aveva ragione.
    Shalom

  • gianrico

    Il mondo non cambia per caso, cambia come si vuole che cambi. Gli americani sempre furbi.

    • Divoll79

      Furbi, appunto. Non intelligenti, che e’ molto diverso.

  • Divoll79

    Piu’ che previsioni, mi sembrano i “desiderata” o i piani della CIA. Lasciano il tempo che trovano, perche’ poi la storia funziona a modo suo. Si sa, il diavolo fa le pentole, ma i coperchi li fa il Caso (o qualcos’altro). Bip-Bip!…..

  • Alberto Mauro Basaglia

    – NEWS MY WAY (libero pensatore) – E’ una discussione, sia pur a breve termine, alla quale possono partecipare prevalentemente le generazioni medio giovani, alle quali oggi è fornito un panorama di situazioni reali, dove con la propria intelligenza, possono incidere positivamente o negativamente sul futuro dell’umanità. Io, che sono una persona anziana, posso solo esprimere il mio pensiero sulle realtà attuali ed un augurio per il futuro. Attualmente vedo nel mondo, un momento di pausa di riflessione non completamente consapevole sul da farsi. Naturalmente le arpie multiglobaliste non demordono, ma in coloro oggi quarantacinquenni, noto instaurarsi il dubbio se seguire il motto … dopo di me il diluvio … oppure … ricostruire una società a misura d’uomo … . Se prevarrà la maggioranza degli individui intelligenti, nel futuro, prevarrà una società tesa al recupero dei valori sociali volti allo sviluppo delle autonomie culturali, delle economie compatibili, dell’incremento familiare naturale senza imbecilli surroghe politiche, di un lavoro programmato per vivere e non solo per produrre … e questo è il mio … AUGURIO … Se invece dovessero prevalere i motti che inneggiano … alla naturale ignoranza umana degli individui … allora avremmo una mescolanza di decadenti colorati pensieri dominanti che inevitabilmente porteranno … miseria, lutti e conflitti e quindi … il mio AUGURIO PERSONALE… è che la morte si affretti a fare, piazza pulita, degli imbecilli cultori delle attuali miserevoli società dominanti. Io sono per natura ottimista, al contadino la pianta ha sempre detto … fammi povera che io ti farò ricco …! AD MAIORA SEMPER !

  • silver

    Ma chissene frega di come sarà il mondo nel 2035? E’ il mondo del 2017 e del 2018 che ci fa girare i copglioni e ci preoccupa.

  • http://www.exeo.it Paolo Loro

    Dei cambiamenti sconvolgenti negli ultimi diciotto anni? Cosa avrebbe dovuto dire una persona nel 1950, guardando a cos’era il mondo nel 1932, ante guerra mondiale e bomba atomica? E un italiano dopo il boom economico? e l’occidente dopo il ’68 e la conquista dello spazio? E il mondo post internet?

  • Zeneize

    Interessante: questa “intelligence” amerikana si è dimenticata di parlare del riscaldamento globale di origine antropica. Dovrebbero cercare di ricordarsi le panzane, perché poi a dimenticarsele si fa brutta figura.

    • Marcello Amati

      O forse sarebbe meglio non soffermarsi agli articoli (neache fatti tanto bene) e leggersi il rapporto, tra l’altro linkato nell’ articolo stesso.

      Pagina 21 del documento (o pag 31 del PDF).

  • Moreno Dallari

    Già Nixon nel ’72 diceva che l’accesso alle materie prime potrebbe essere la causa della terza e ultima guerra mondiale. Oggi possiamo osservare che se Hitler e Mussolini, al netto della idiozia razziale, avessero vinto la guerra, oggi l’Europa sarebbe un posto migliore.

    • Tsuukai

      Ne dubito. Sarebbero comunque finiti per scannarsi ugualmente per il predominio (mai letto “Svastiche sul Sole” in proposito?). Magari eliminare altri gruppi etnici avrebbe dato loro “più tempo”, ma l’aumento comunque della popolazione di un ipotetico Reich, impero al sole o del Sol Levante le avrebbe comunque consumate ugualmente.

      Semmai un sistema dittatoriale avrebbe avuto meno problemi, balle burocratiche e remore ad iniziare un programma spaziale. L’enorme ritardoche abbiamo accumulato in quel settore adesso inizia a morderci nuovamente il didietro.

  • L0RE15

    ma perché l’immagine di due militari col visore a infrarossi come apertura dell’articolo?!

  • fabiano199916

    hanno dimenticato il sovraffollamento dell’uomo, e le risorse sono insufficienti

  • virgilio

    be se lo dice “l’intelligence” americana siamo apposto!
    ma meno male che nel 2035 gli stati uniti sara un deserto

  • GStallman

    Al momento le previsioni del MI5/6 di più di 10 anni fa, che forse si possono trovare ancora su Jane’s, mi sembrano tutte confermate. Se lo saranno anche in futuro, nel 2035 ci sarà assai poco da festeggiare. Chi può se ne vada nello spazio. :-)

  • silver

    American intelligence is a contradiction in terms.

  • silver

    American intelligence: a contradiction in terms.

  • Tommaso Lintrami

    Se copiate e incollate articoli in inglese dalla rete, abbiate la cura di tradurli nei limiti della decenza.
    Sono un po’ stufo di vedere blog deliranti di wannabee cospirazionisti che fanno copia e incolla e grandi marmellate di concetti che non capiscono nemmeno. Grazie comunque, per il prezioso giornalismo eh!