LAPRESSE_20171011232254_24606053

I radical chic contro Trump: una campagna senza fine

È iniziato tutto durante la campagna elettorale. Tutti i media hanno cominciato a sparare ad alzo zero contro Donald Trump. Giovanna Botteri, storica inviata Rai negli States, ha spiegato bene il perché, subito dopo la disfatta di Hillary Clinton: “Che cosa succederà a noi giornalisti? Non si è mai vista come in queste elezioni una stampa così compatta e unita contro un candidato… che cosa succederà ora che la stampa non ha più forza e peso nella società americana?”. I giornalisti, da cani da guardia della democrazia, diventano così cucciolotti pronti a farsi accarezzare dal potente di turno. 

Un altro fatto, esplicativo del clima che si respirava dopo l’insediamento del tycoon alla Casa Bianca. Le agenzie, non capendo bene che si tratta di satira, rilanciano un articolo di Chris Lamb, blogger statunitense dell’Huffington Post, che scrive che Trump vorrebbe abbattere la Statua della Libertà – “incoraggia l’immigrazione ed è anacronistica” – per sostituirla con quella di Melania. Ovviamente è una balla. Anzi, è satira. Ma non c’entra.

Attaccare Trump, dall’8 novembre dell’anno scorso, il giorno delle presidenziali, è diventato uno sport nazionale, da parte di una certa sinistra e di un certo mondo dello spettacolo.

Nel suo video “Say10”, che suona quasi come “Satan”, Marilyn Manson decapita una figura identica a Donald Trump. Qualcuno ha osato dire qualcosa? No, ovviamente. 

E qualcosa di simile ha fatto il rapper Eminem che ormai, per tornare alla ribalta, deve provocare, realizzando delle rime di questo tenore: “Quello che abbiamo oggi alla Casa Bianca è un kamikaze, che probabilmente provocherà un olocausto nucleare”. E passi. Sono artisti. Tutto è permesso. Anche non sapere che la vera guerrafondaia durante la campagna elettorale era la Clinton che non vedeva l’ora di premere il grilletto contro la Siria e l’Iran.

E poi, mettendo da parte le sfilate oceaniche organizzate dalle donne anti Trump, scopriamo che lo street artist francese JR ha organizzato un pic-nic gigante sul confine tra Messico e Stati Uniti per protestare contro l’idea del presidente americano di costruire un muro tra i due Paesi.

Sparare contro il tycoon è ormai diventata un’abitudine. È cool. Piace. E, soprattutto, sembra ormai essere diventato il nuovo sport americano.

  • luigirossi

    Non c’è nulla di nuovo:è ripresoil concerto della stampa pornopolitica specializzata in menzogne,scandali, diffamazioni,accuse di”corruzione”,e di”molestare le donne”,stampa che appartiene al noto gruppo di potere che utilizza dovunque questi sporchi metodi,ma che non si puo’ nominare senza essere tacciati di nazisti,che cosi’ ha rovesciato Berlusconi ed eletto Macron,dopo averne ammazzato politicamente i suoi concorrenti,quel gruppo di potere privo’ gli USA del suo piu’ grande presidente del dopoguerra:Richard Nixon.Personalmente non ammiro Trump,credo anzi che sia un incapace e forse un pericoloso imbecille.Pero’ una cosa ha,di buono:i suoi nemici sono i nemici dell’Umanita’,dell’Occidente,della liberta’,della democrazia.

  • Idleproc

    Finora Trump non ha cominciato nessuna guerra, ha ereditato il pacchetto completo dai predetti scalmanati che dipendono dirrettamente col portafogli (e altro, come sembra oggi di dominio pubblico) per il loro posizionamento.
    Si è ereditato anche le mattane del “quanto è bella la globalizzazione” sul piano economico, sociale e finanziario e alla fantasia permanente nella bisca.
    Più o meno sta da solo, probabilmente anche in casa, non è una passeggiata.
    Almeno non gli è passato il senso dell’umorismo.

  • dagoleo

    FANNO SOLTANTO RIDERE. SONO SOLO DEGLI SPASSOSI RIDICOLI. ORMAI SIAMO TUTTI PERFETTAMENTE CONSAPEVOLI CHE SI TRATTA DI UNA MASSA DI CITRULLI RADICAL CHIC ALLE CUI SPARATE NON CREDE PIU’ NESSUNO ED AL MASSIMO RIESCONO SOLO A SUSCITARE ILARITA’ PERCHE’ SE NE CAPISCE L’INUTILITA’. SONO COME LE TARTARUGHE GIRATE SUL CARAPACE CHE MUOVONO LE ZAMPE O COME GLI SCARAFAGGI RIBALTATI CHE TENTANO DI RIGIRARSI MUOVENDO LE ZAMPETTE PER AGGRAPPARSI AD UN APPIGLIO, PRIMA CHE QUALCHE SCARPONE LI SCHIACCI O QUALCHE UCCELLO DECIDA DI ASSAPORARSENE. FANNO SOLTANTO RIDERE.

  • Andrea Fontenova

    Carnieletto, se ne faccia una ragione: c’è anche gente cui non piace Trump e persino gente che la pensa diversamente da lei ! Credo saprà che si chiama pluralismo, Carnieletto.

    • Marcello Amati

      Direi che nella realta’ non piaccia proprio alla maggior parte delle persone in USA, giudicando dai voti popolari che ha preso e dall’ approval rating costantemente sotto al 40%.. altro che “giornalisti all’ attacco di Trump”..

      • John

        Lei davvero crede ai Sondaggi pagati dalla CNN alla SSRS..?? Avranno servito il piatto che hanno chiesto… Non sono a favore di Trump oggi, ma riconosco che non solo ha contro TUTTI i media , ma le lobby, i Banchieri, WallStrett, cioe’ tutti i Poteri possibili ed immaginabili, oltre alla nostra IPERVENDUTA SINISTRA casereccia
        nonostante si sia “piegato” a fare il burattino come i suoi precedenti colleghi..

        • Marcello Amati

          Mai sentito parlare della GALLUP,,? Centra nulla la CNN, s;informi meglio prima di argomentare mancando di basi fattuali per farlo.

          Ultimo dato GALLUP… Approval Rating 37%.

          Anche volendo citare il dato della Rasmussen, che viene utilizzata dalla Fox News e che e’ piu’ “gentile” verso Trump, il dato e’ al 43%….

          Prendendo la media di tutti gli Approval Rating, che viene pubblicata da una nota pagina, il dato e’ del 37.8%.

          Nel tal caso poi, l’ Approval Rating rispecchia semplicemente il risultato del bvoto popolare, ovvero Trump non ha il supporto maggioritario della popolazione, non e; uan questione opinabile, ha preso 2.8 milioni di voti in meno, mica bruscoline e da allora non ha fatto nulla per attirare gente, nel tal caso si sta sempre piu’ barricando per plagiare la sua base, il suo zoccolo duro, che e’ duro, ma appunto minoritario.

          S’informi meglio prima di rispondere solo ed esclusivamente su basi ideologiche.

          • John

            Io accetto ogni discussione, sono gentile, ma eviti ‘ di dirmi come mi devo informare., o come devo argomentare..Esprima la sua idea.. Ideologie sono le sue, io guardo i numeri…

            Conosco benissimo Gallup che da’ oggi l’81% a favore di Trump da parte dei repubblicani, il 33% dagli Indipendenti, ed i 9% dei Democratici..

            Piuttosto lei conosce il ristema di raccolta dati nei sondaggi?? Basta cambiare l’ora delle telefonate, il tipo di campionamento per aver differenze rilevanti.

            Se ricorda i sondaggi durante le presidenziali di Trump ? Bene, tutte fasulle, ma non di poco..Solo Reuter era corrretto. Non le ha insegnato nulla??

            Considerando gli interessi di chi lo contrappone, sono pure capaci di ammazzarlo, Trump..

            Poi le’ e’ libero di credere a cosa vuole, ma mai le daro’ dell’ignorante o suggerirle dove deve studiare… e la smetta solo di pontificare.

          • Marcello Amati

            Se mi risponde accusandomi… io le rispondo facendole notare che non sa cosa sta dicendo e che necessita di informarsi meglio, in quanto in tutta evidenza non ha la piu’ pallida idea di cosa sta dicendo.

            Mi ha ripsoto citando la CNN, come se fosse l’ unico mass media al mondo.. quidi partencdo da una sua supposizione che nei fatti e’ errata.
            L’ Approva; Rating anche contabilizzato dalla Fox News… e’ appunto poco sopra il 40%, la media di tutti gli Approval Rating e’ del 37.8%.

            Il che come indicato NON dovrebbe sorprendere, 2.8 milioni di voti in meno li ha presi.. ovvero i due dati concordano fra loro, la sua posizione, con nessuno dei due.

            Se mi permette, nelle discussioni fatte ad ora con lei, lei i numeri li guarda molto superficialmente, sia come questo in oggetto dimostra sia come si e’ potuto constatare ieri sul “numero” dei derivati della DB, che parlava del lordo e non del netto, che e’ nei fatti l unica cosa che importa.

            Bene.. se conosce Gallup.. allora come mai cita la CNN?
            La cita perche’ nella sua retorica quello avrebbe dovuto in qualche modo sminuire la mia affermazione, non le riesce, mi spiace.

            Quindi se conosde la Gallups, allora sa perfettamente che l’ Approval Rating di Trump per la Gallup e’ al 37%.

            Direi che sui sondaggi delle elezioni lei sa molto poco, senza offesa.. i sondaggi erano a livello nazionale, non settati per colleggio elettorale.. .il voto popolare ha rispecchiato i sondaggi, la distribuzione dei voti non era compresa nei sondaggi.

            Ora, se voleva vedere la distribuzione, si sarebbero dovuti osservare i sondaggi nei singoli stati e/o distretti, ed in questi TUTTI (e puo’ perfettamente controllare) hanno avuto risultati dentro il margine d’errore.

            Lei sta confondendo le opinioni d’interpretazione dei dati, con i dati in se, grossolano errore.

            Quindi non e’ che io “pontifico”, semplicemente riporto quello che e’, non quello che mi piacerebbe fosse, lei confonde questo con il pontificare.

            Se lei fa un affermazione che e’ fattualmente errata, incorretta o e’ palesemente un affermazione retorica come quella sulla CNN., le faccio notare quindi il suo errore e la invito ad evitare di farlo nuovamente.

            I giochetti non funzionano.

          • John

            Accusato?? Lei e’ miope… Le ho fatto una DOMANDA.. Rilegga.
            Ho parlato dei Padroni del Mondo che sono tutti uniti contro Trump ,,per mantenere i loro privilegi…Come Besoz ultimamente..!
            Ho parlato di CNN perche’ ho letto stamane l’articolo ..
            Ma lei non risponde mai alle domande, come quelle sui sondaggi…

            Crede che sapere che la BCE non e’ pubblica sia importante?? Occorre capire ed essere informati su tutto cio’ che manovra contro i cittadini europei ogni giorno, per assicurare l’interesse delle banche.

            Anche la FED , in cui i Rotschild non contano nulla, secondo lei.
            Io non le ho fatto nessun appunto, quando sono i piu’ potenti al mondo e saranno li’ solo per i loro interessi, mica dei cittadini americani..

            So tutta la storia di voti di Trump, la conosce pure il mio gatto..
            le ho specificato che non condivido cio’ che fa Trump oggi, ma che vi e’ costretto…
            In qunto alla DB ho fatto un errore involontario perche’ intendevo far notare che il volume dei derivati supera in maniera esponenziale il patrimonio netto: e’ cio’ e’ un grave pregiudizio, una mina innescata per la UE.

            E tuttta questa perdita di tempo senza che lei abbia risposto alla mia semplice domanda..!! Bastava dicesse che lei si fida e crede nei sondaggi americani…. L’esempio mio di Reuter era semplice..!! Finito…

            Io le avrei risposto che la mia mano destra non si fida della mia mano sinistra, e dopo tanti anni vissuti negli usa. con una mia azienda, so molto bene come funzionano le cose laggiu’.. Solo a suon di dollari! Punto.

          • Demy M

            Buonasera John, dialogare con il soggetto in questione non è difficile, è semplicemente inutile. Saluti

          • Marcello Amati

            Carissimo, si sente meglio nel’ orgolio ferito o ancora no?

          • Marcello Amati

            Dovrebbe rileggere cosa lei ha scritto..
            Non ho nominato da nessuna parte la BCE nel mio post sopra, anche se ovviamente quello e’ un altro esempio di come lei sia poco informato sulle cose delle quali vuole discutere, e badi non e’ un offesa ma una constatazione.
            E’ anche vero che non e’ che abbiamo discusso molte volte, quindi il sample a mia disposizione e’ limitato.

            “i Rotschild non contano nulla, secondo lei.”

            Nel caso conteranno come le altre istituzioni…. la FED e’ pubblica… non privata, al massimo i Rotschild avranno partecipazioni in banche che hanno partecipazioni in una delle 12 fed regionali, cosa c’e’ di complicato?

            Capisco che nell’ universo internettiano et similia, i Rotschild, NWO ecc ecc e’ tutta roba che si “vende” bene, poi pero’ tocca anche ragionare nel mondo reale.

            Lei dice di conoscere la storia dei voti? Non credo, quello che ha scritto anteriormente e’ fattualmente incorretto, come le si e’ gia’ spiegato.

            “lei si fida e crede nei sondaggi americani…”

            I sondaggi sono realizzati da decine e decine di aziende diverse, con preferenze ideologiche e politiche diverse e pure opposte… quindi la usa ipotesi e’ semplicemente un inutile, ed irrilevante, attacco alla fonte , che nei fatti serve semplicemente a lei stesso per credere che la sua furbizia sia qualcosa di speciale.

            Le ho nominato anche i sondatti della Rasmussen, utilizzata dalla Fox News, che dice… pure anti-Trump quella…? Suvvia, un minimo di onesta’ intelettuale.

            Guardi.. come funzionano glli USA non deve dirlo a me… ci vivo… da parecchio.. ed appunto le faccio notare che le sue affermazioni sono alquanto incorrette.

  • Antonello

    Un teatrino senza fine…..

  • colzani

    certo che non fa nulla per evitare di rendersi ridicolo ogni volta. Trump è il politico perfetto per chi deve fare spettacolo, ogni suo tweet è materiale per innescare ilarità, ogni sua dichiarazione è così grottesca da esser presa sul serio solo da kim jong un.
    La cosa migliore che ha fatto questa amministrazione è quella di aver consolidato le politiche dell’amministrazione precedente e se non fosse per la capigliatura direi che lo speculatore immobiliare sia l’obama incipriato

  • antonio

    Non capisco il senso dell’articolo. E’ normale che chi é al potere sia oggetto di satira , a volte divertente (Saturday Night Live) a volte di bassa lega. Cosa propone Carnieletto ? Una censura ??? E dunque in Italia non si dovrebbe prendere in giro Renzi (che pretende di essere anche lui vittima “di una campagna senza fine”..) ??? Ma va !

  • Silvio Parodi

    sparano alla luna , sperando di farla cadere!!!! che pirla! ahahahahaha

  • nopolcorrect

    Ovviamente speriamo che la parte sana dei cittadini americani lo appoggi. E’ abbastanza normale che le merde della sinistra radical chic fatte di droghe lo odino. Idem per i giornalisti che avevano puntato su Hillary, hanno perso e ora “nun ce vonnò stà”come se dice a Roma.

  • Se77e

    Veramente Trump o nemici li ha nel suo stesso partito, che al Senato gli affossano buona parte delle leggi.
    Comunque se lo zoticone palazzinaro è attaccabile è perchè è molto debole il suo messaggio.