DLCb4WTXkAURG9Y

Quelle fake news sulla violenza
della polizia spagnola in Catalogna

Le dita rotte e il corpo palpato dalla polizia spagnola. Il drammatico racconto di Marta Torrecillas, raccolto da La Vanguardia, è stato rilanciato da tutti i giornali, compresi noi. Nei video diffusi in rete si vede la donna mentre viene presa dalla polizia e viene trascinata giù per le scale. Un agente la prende per il braccio destro (un dettaglio non da poco, come vedremo) e la allontana dai seggi. “Hanno bloccato la maggior parte delle persone, mi hanno tirato giù per le scale, mi hanno dato calci, mi hanno rotto le dita una a una in mezzo alle scale, ridevano e mi hanno picchiata”. L’ennesima violenza durante quei giorni concitati del referendum per l’indipendenza. 

Il problema è che la storia raccontata da Marta sarebbe diversa. La donna avrebbe infatti ingigantito il racconto per far ricadere colpe maggiori sulla polizia di Madrid. In un altro video diffuso in rete si vede infatti la scena completa. La donna viene presa dalla polizia e trascinata con forza per le scale. Nessuno la palpeggia, come invece lei stessa aveva raccontato (“Quando si sono alzati i vestiti, mi hanno toccato il seno e si sono messi a ridere”), e viene allontanata dai seggi. E veniamo ora al braccio destro di cui avevamo parlato prima. La polizia la afferra – con forza, va detto – solamente per quell’arto. Ma quando poi la donna riappare per raccontare la sua storia ha il braccio sinistro ingessato. Quella di Marta sarebbe solamente l’ultima balla, o fake news, raccontata dai sostenitori della Catalogna. 

Sono molte, infatti, le foto diffuse e i video durante le operazioni di voto che mostrano le forze dell’ordine picchiare i manifestanti. In un filmato si vede la polizia in assetto antisommossa che picchiano diverse persone, tra cui due giovani. “La polizia spagnola attacca gli elettori catalani” era il titolo del video. Il problema è che quel filmato risale al 12 novembre del 14 novembre 2012, “nel corso di una manifestazione contro l’austerità a Tarragona (Catalogna), in cui i partecipanti sono stati repressi dai Mossos d’Esquadra (la polizia della regione catalana)”, come riporta l’Agi

Ma anche alcune delle foto che sono circolate in rete non sono vere e, spesso, sono state modificate per rendere il tutto più spettacolare. Come quella della polizia che carica i manifestanti mentre la bandiera della regione garrisce al vento. Scatto bellissimo, rivoluzionario. Richiama la Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix. Peccato che sia un falso. La bandiera è stata infatti con Photoshop e pure in maniera un po’ posticcia. 

DLCb4WTXkAURG9Y

E ancora, la foto della polizia spagnola che carica i pompieri è un falso clamoroso, come denunciato dal sito anti bufale  Maldito Bulo.

 

 E pure l’immagine del bambino con la testa spaccata dalla polizia non riguarda gli scontri del primo ottobre. È stata infatti scattata nel 2012 e il ragazzo era stato aggredito dai Mossos catalani. 

 Sia chiaro: le violenze da parte della polizia spagnola ci sono state. Ma anche le fake news create e diffuse ad arte per creare simpatia nei confronti della causa indipendentista hanno fatto la loro parte.

  • dagoleo

    Lo sappiamo benissimo che sono tutte balle. La polizia spagnola stà operando correttamente per tutelare lo stato di diritto in quel paese e ribadire la legalità. Sono da arrestare tutti i politici catalani come traditori e nemici del popolo spagnolo.

    • Lorenzo

      e i giornalisti che accreditano le bufale…e i troll che le diffondono in rete

    • JaegerPanzerE100

      Ecco il motivo per cui la spagna non doveva assolutamente lasciare lo svolgimento regolare anche se legalmente (per la spagna) non valido, del referendum; Tribunale Internazionale dell Aja, sentenza del 22 luglio 2010: “dichiariamo che non esiste nel diritto internazionale nessuna norma che vieti le dichiarazioni unilaterali d’indipendenza. Dichiariamo che quando esiste contraddizione tra la legalita’ costituzionale di uno stato e la volonta’ democratica, prevale la seconda e dichiariamo che in una societa’ democratica, a differenza di una dittatura, non e’ la legge a determinare la volonta’ dei cittadini, ma sono quest’ultimi a creare e modificare quando necessario, la legalita’ vigente”. Ecco spiegato il fatto del perche’ il governo spagnolo aveva l’ obbligo assoluto di reprimere e disinnescare il referendum a tutti I costi, altrimenti si sarebbe creata la base per cui I Catalani sono in pieno diritto internazionale.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        L’autodeterminazione non c’entra in quanto i catalani non un popolo sottoposto al dominio straniero né discriminato da governo centrale …

        • Libertà o cara

          Gentile signora Anita,
          Il tema al quale lei, signora, si sottrae è:
          Come definirè un “popolo”!
          Cosa significa “sovranità popolare”
          o, detto in altro modo,
          un “popolo”
          è libero nella sua determinazione
          o è soggetto ad una autorità straniera, quindi colonialè?
          Signora, apporti il suo atteso pensiero,
          gliene saremo grati!
          Una preghiera: ci dica del popolo e non di altro!
          Sereno anno . . . Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Storie, ci sono leggi che vanno applicate e rispettate … l’autodeterminazione dei popoli (e vedi l’attuale diritto internazionale) è stata definita …

  • Brobo11

    Le cifre dei presunti “feriti” mi sembrano poi palesemente gonfiate, cosi’ come le ricostruzioni dei media in materia.

    • Nico Patta

      I media italiani sono tutti più o meno orientati pro-catalogna per mera opportunità di audience e tiratura, come sempre mai obiettivi ed oggettivi

      • Stonefly 777

        non è vero. state dicendo le bugie senza batter un ciglio. Tutti i mass media principali sono dalla parte di madrid. Non è possibile essere cosi bastardi e bugiardi patologici!!!

        • Lorenzo

          scappato a quei signori col camice bianco?

      • Pieretto

        Veramente sono quasi tutti pro Madrid seppure di solito in maniera abbastanza felpata, sia perchè a favore dello status quo riguardo tutto quel che riguarda la UE, vedi Brexit demonizzata di brutto, sia per scongiurare l’ eventuale effetto contagio da noi, non riguardo una improbabilissima indipendenza della Padania ma anche solo un minimo di autonomia in più riguardo soldi e competenze per certe regioni, se non ci vanno giù troppo pesante è solo perchè gli indipendentisti Catalani probabilmente in maggioranza non sono ideologicamente ascrivibili tra quelli di destra, cattivi, xenofobi, razzisti, populisti, amanti del Far West ecc.

        Riguardo il contenuto dell’articolo ormai bisognerebbe essere abbastanza scafati da capire che in questi casi la macchina propagandistica gioca un ruolo importante, personalmente cerco di non farmi mai coinvolgere troppo dagli aspetti emotivi sia perchè distolgono dalla visione generale sia perchè spesso sono alimentati ad arte ma questo vale per chiunque e su qualunque argomento, parlando in generale quando lo fanno “quelli della mia parte” ( si fa per dire, diciamo quelli perlomeno a parole meno lontani dalle mie idee ) mi dà parecchio fastidio ma se il fine è giusto chiudo un occhio sui mezzi, sempre se il fine è davvero importante, anche perchè gli avversari hanno km di pelo sullo stomaco e sono disposti a tutto.

  • Claudio Redolfi

    Ogni regime si esprime con le proprie “balle”!
    Questi vogliono l’indipendenza della Catalogna e per arrivarci non badano a certe piccolezze.

  • Stonefly 777

    attaccarsi a qualche foto finta, per screditare le intere storie vere di violenze inaudite – a dir poco è da vigliacchi…Qualche provocatore cerca di screditare il referendum e le vittime della guardia spagnola. Ma questo non potrà cancellare la realtà di tutta la gente calpestata deliberatamente con gli anfibi militari, presi per capelli, bastonati e buttati giù dalle scale come si vede nelle video fresche fresche che non potete attaccare in nessun modo – gli invalidi randellati, i vecchiotti e le vecchie trascinati per le strade….tutto questo è vero. E inutile che vi attaccate a qualche falsità per screditare il resto. Servi del regime, sappiate che ogni bugia viene scritta nel libro del Signore e prima o poi ne risponderete. Oggi giustificate le bestialità delle milizie spagnole, domani darete ragione anche chi verrà a massacrare gli italiani che non ne possono più di invasione, di povertà e oppressione.

    • Antonello

      Ci manca solo il satanismo e il “buon” dio biblico….. Verifica il ruolo del vaticano e dei gesuiti nella BCE..

  • Grumbler

    Dopo aver preso una memorabile grandinata di botte e manganellate, ora c’è chi racconta in giro che non è vero, non è successo niente.
    Poveri catalani, che disgrazia non essere nelle grazie di UE, BCE e mercati finanziari!

    • Stonefly 777

      servi del regime satanico mondiale…risponderanno per le loro bugie se non in questo mondo maledetto, almeno di fronte il Signore…si attaccano a qualche dettaglio o piccolo fatto e cercano di ingigantirli per mettere in ombra tutta la bestialità delle guardie spagnole contro i civili disarmati catalani. Mi fa disgusto tutto questo. I mass media cercano di rilasciare in giro apposta delle notizie contradittorie, gossip e falsità per confondere la gente che con orrore ha osservato quel che i democratici dell UE hanno fatto ai catalani.

      • Lorenzo

        bevi meno a stomaco vuoto

  • Gioc.

    I Catalani sono tosti vogliono e otterranno l’indipendenza, ad uscire screditato da questa situazione è il governo spagnolo che ha mandato poliziotti a bastonare civili inermi che volevano solamente votare e a sequestrare migliaia di schede già compilate il tutto con l’appoggio dell’ Ue che ancora una volta ha dimostrato il suo disprezzo per la democrazia.

    • Stonefly 777

      guarda quanti troll del regime soros- rotshcild- UE sono all’opera sull’internet, anche qui nei cmmenti – tutti a discreditare i catalani, farli apparire come stronzi, arroganti, falsi ecc. Ma i video e foto che hanno fatto il giro del mondo erano veri…qualche agente provocatore cerca di creare dei falsi per discreditare l’intera vicenda di violenze contro i catalani. Ma non riusciranno. I video fatti e postati da assolutamente varie fonti dimostrano tutti che madrid si comporta come una bestia contro la gente civile…il nocciolo non è se catalani hanno ragione o no. Il nocciolo è che questa violenza satanica contro la gente bianca civile e borghese, pacifica è inammissibile. Se oggi la gente qui darà ragione alle bestie di rajoy spagnolo, allora cosi daranno un pass per farsi massacrare dagli stessi bestioni dei globalisti anche qui in italia – se un domani verrano qui a massacrare la gente che non accetta la sostituzione etnica, distruzione del paese, la crisi indotta ecc. allora gli italiani non avranno più diritto per lamentarsi della violenza. Perciò non si può prendere parte delle bestie – chiunque essi siano, spagnoli o tedeschi o arabi. Quel che hanno fatto e continuano a fare in catalonia contro i civili è una bestialità

      • Salvatore Randazzo

        Stonefly, non è che è tutto bianco o tutto nero. Può essere benissimo che anche fra i Catalani ci siano dei cretini, pronti anche a creare dei falsi per dare più sostanza ad una situazione che di sostanza ne ha già abbastanza. Le violenze della polizia spagnola si sono viste in diretta, non serviva creare dei falsi. Può essere come dici tu, che sono provocatori. Difficilmente lo sapremo. Oppure possono essere cretini che vogliono fare il di più, come se non bastassero le immagini non contraffatte.

        • Stonefly 777

          i falsi sono creati da coloro che vogliono screditare certi movimenti. Mi sembra ovvio – anche perchè, appunto, di violenza ce ne era fintroppo contro i catalani e questi non avevano bisogno di truccare qualcosa per aumentare la dose. Ma dato che il regime globalista cerca di stroncare sempre di più il movimento catalano, mi convince sempre di più che questi sono scomodi per i globalisti. Già la banda di gangsters si sono messi contro barcellona minacciandoli di lasciarli senza soldi – soldi legittimi che vogliono togliere ad un popolo intero…quando i banksters vanno contro qualcuno, automaticamente quel qualcuno per me diventa la vittima.

      • dagoleo

        La Catalogna non è il Kosovo. Nel caso del Kosovo uno stato indipendente venne creato sulla base di violenze contro la popolazione civile condotte da parte di milizie serbe paramilitari contro i kosovari. Qui non esiste nulla di tutto questo. Vuole per davvero la popolazione della Catalogna separarsi dalla Spagna? A me risulta di no, però i separatisti urlano di più e vogliono imporre con la forza la loro volontà. Questo è quello che emerge, e dietro alle posizioni separatiste, toh guarda caso, c’è Soros che le finanzia.

        Comunque oggi il kosovo separato ed indipendente è diventato uno stato pienamente islamico con finanziamenti del Qatar da cui sono partiti migliaia di combattenti e terroristi pro Isis.
        Oggi capisco che la Serbia allora aveva piena ragione a condurre la guerra che stava conducendo. Allora mi sbagliavo perchè credevo nelle menzogne che raccontavano i giornali. Oggi mi sono totalmente ricreduto.

    • best67

      ma lo hai letto l’articolo?

      • Gioc.

        Si l’ho letto, sei spuntato per fare il moralizzatore?

        • best67

          mi chiedevo solo se lo avevi capito!

          • Gioc.

            Capito

  • cristina cappugi

    Perché è chiaro che le violenze ci sono state? In ogni caso hanno dovuto falsificare per dimostrare qualcosa

  • Lorenzo

    beh…io l’avevo gia’ detto dall’inizio…se c’e’ una forza di polizia in europa occidentale oppressiva…barbara..razzista e brutale ..quelli sono i mossos d’esquadra…chiedere ai tanti italiani che per un nonnulla hanno goduto..si fa per dire…delle loro attenzioni

    • best67

      e poi le nostre ffoo sarebbero cattive!

  • Manolis e Giorgos Immortali ✠

    I catalani antifascisti (del menga) dovranno di nuovo chinare al testa come ai tempi del generalissimo… la loro protesta ridicola ed incomprensibile vista l’autonomia di cui godono va repressa con tutti i mezzi possibili.

    • Gioc.

      Dici? Oppure potrebbe rappresentare un altro duro colpo per l’Ue, un istituzione che mira a distruggere le identità nazionali..

      • Antonello

        Non che i catalani e il loro progetto africo/mondialista siano meglio….

        • Gioc.

          Sono d’accordo con voi ma se l’indipendenza dovesse essere realizzata per l’Ue non sarebbe un bene,anche se devo riconoscere che a differenza di tanti sinistroidi difendono la loro cultura e le loro tradizioni.

      • Manolis e Giorgos Immortali ✠

        Ma anche no, chi vuole più immigrati africani sul suo territorio quale pericolo può essere per chi mira a distruggere le identità nazionali?

  • Antonello

    Io continuo a chiedermi sul come mai non si senta parlare di sciopero fiscale, sarebbe meno violento, meno show. Perche’ i promotori non lo nominano ? chi li guida ? temono che altri ne seguano “l efficacia” ? Chissa’ cosa succederebbe in Itaglia… salterebbe in meno d un mese la classe politica serva ed imposta ? si rischierebbe un seguito a livello “europeo “? A parer mio l unica cosa che temono e’ proprio il “taglio viveri” , dato che son parassiti….

  • Zorz.zorz

    Buona sera.E’ dai tempi di Carlo V che la Spagna ha superato formalmente le divisioni dei vari regni dei quali era composta.Cosa dovremmo dire noi ,italiani che solo cento anni fa non eravamo uno stato unico? La Catalogna mai è stata regno indipendente.Cosa dovrebbe dire la Serenissima con un millennio di storia? Saluti

    • http://strakerenemy.blogspot.com la tigre della malora 🐅

      Il Regno d’Italia è del 1861 e siamo nel 2017, va’ a ripetizioni di matematica.

      • JaegerPanzerE100

        Il primo Regno d’Italia fu nel 1805 fino al 1814 con presidente Napoleone, fu chiamato anche Regno Napoleonico d’Italia e come terzo nome Regno Italico, con esercito Francese e bandiera Francese delle truppe per la seconda campagna d’italia, questo regno nacque dopo lo scioglimento della Repubblica Cisalpina, Nel 1861 Nacque il Regno d’italia senza ne Lombardia ne Veneto che furono illegalmente incorporati dopo anche aver perso la guerra contro il Lombardo Veneto solo nel 1866, il plebiscito effettuato solo in qualche parte del Veneto, non in Lombardia e non a Trieste e Mantova e’ stato abolito di valenza nel 2008 dal governo italiano, de jure et de facto attualmente l’italia comanda per invasione il Nord Est italia

      • best67

        fermo restando che è esistito un Regno Italico nel medioevo,dal 781 al 1014,(ma solo nel nord della penisola( la Repubblica di Venezia è durata più di 1000 anni (dal 697 al 1797)!

      • Zorz.zorz

        Buon dì dove abito io nel 1917 era Austria Ungheria.,..Austria Felix……..

      • AlbertNola

        Viva l’Italia monarchica! Abbasso la Repubblica partigiana!

    • Libertà o cara

      Gentile signore Zorz.zorz
      l’unità fu imposta ai Savoia da sua maestà britannica,
      a danno delle genti della penisola.
      Savoia casato allora di lingua francese.
      Forma rispettata in toto,
      Sostanza rispettata mai!
      Legga dei “Plebisciti”,
      tralasciando tutto il resto: che è solo criminale!
      Sereno anno . . . Libertà o cara

      • Zorz.zorz

        Vero.L’ Italia come stato è una espressione geografica(Metternich Vienna 1814).valeva allora come oggi.pensi che bello sarebbe se Garibaldi nel 1860 si fosse fermato in Uruguay,bello per tutti,beninteso….saluti

        • AlbertNola

          No, amici miei traditori della Patria, l’Italia è sempre esistita, da quando i romani conquistarono tuttla la penisola: una sola lingua, una sola moneta. Abbiamo aspettato 2.000 anni, ma grazie ai magnifici Re piemontesi, grazie a Cavour e a Garibaldi è stata riunificata gloriosamente. I repubblicani, i partigiani comunisti e socialisti vigliacchi traditori la pensano come voi due.

  • Lino G. Beretta

    Francamente non capisco cosa vogliano questi catalani. Hanno un grado di autonomia che noi qui in nord Italia ci sogniamo, hanno una polizia regionale di tutto rispetto e non certo dei vigili urbani a difendere le loro prerogative, hanno scritte in català ovunque e a scuola insegnano nella loro lingua. Il loro residuo fiscale è di 8 miliardi, una bazzecola se paragonato ai 55 miliardi della Lombardia. E aspirano ad essere “indipendenti” per che, per gestire il flusso di africani a loro piacere? Sono così impazienti di ridursi a una ennesima repubblichetta, una stelletta in più sulla bandiera azzurra, per farsi meglio inchiappettare da Germania e Francia. Che infatti non stanno muovendo un dito e già godono all’idea di avere un altro facile vassallo, succubo e obbediente. A meno che non stiano pensando di unirsi al Regno del Marocco. Allora tutto avrebbe un senso.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      C’è altro … Più in generale la regione ha un debito pubblico tra i più elevati del Paese, pari a circa 77 miliardi di euro (il 35,4% del Pil). Oltre 50 miliardi di euro sono dovuti solo alla Spagna, e non è chiaro se il neonato paese sarebbe in grado di ripagare per intero la cifra. In particolare, la Spagna ha istituito nel 2012 un fondo per il finanziamento delle regioni autonome e proprio la Catalogna è risultata la prima beneficiaria dell’iniziativa, assorbendo – secondo dati dell’emittente britannica Bbc – circa 67 miliardi di euro in meno di cinque anni … Il Sole 24 Ore del 5 ottobre 2017 / Quanto costerebbe alla Catalogna il divorzio dalla Spagna (e dalla Ue) …

    • berserker2

      E’ proprio così…….. senza entrare poi nel merito se i catalani (quelli seri e per bene, quelli che non sfasciano vetrine e incendiano auto e che non hanno inscenato finte aggressioni della Policia), abbiano o meno diritto a una loro Nazione, ……..
      Viene però in mente che a Barcellona prima dell’estate è stata organizzata, una marcia per l’accoglienza a favore di clandestini africani e spacciatori arabo/marrucchini. I marciatori, in gran numero, erano gli stessi che adesso hanno manifestato per il “diritto al voto secessionista”……… capelloni, unti e bisunti, zozzoni, sinistrati, scambisti, pervertiti, femminielli, drogati e senza voglia di lavorare, pro-ricchioni e femministe amanti ceppe nere e speziate che tra bonghi, rutti all’aglio, scorregge al cous-cous, ritmi tribali, con le donne catalo/spagnole discinte che si agitavano e strusciavano a mazzoforniti neri e arrapati……. tutti felici per la bella società multi-culturale, terzo-mondista, accoglionista e buonista che nelle loro teste bacate anelano e vorrebbero imporre a tutti.

  • Umberto Tordone

    ma che razza di articolo idiota è questo? Anche all’asilo i bimbi hanno visto i “bravi ” poliziotti governativi randellare selvaggiamente uomini, donne e vecchi che bloccavano l’ingresso ai seggi! Hanno visto sempre i “bravi” poliziotti prendete a calci i predetti pacifici cittadini addirittura saltando sui loro corpi a terra e ricadere su di loro CON I TACCHI !!! Io non so a chi appartiene la mente deviata che ha partorito queste immani scemenze… ma non è un bel segnale per l’obiettivita’ di questo giornale..

  • itsmy opinion

    ma dire bufale o panzane al posto di fake news no? é troppo complicato?

  • Libertà o cara

    Gentile Lettore,
    a mio parere la vicenda Catalana pone domande molto importanti per il divenire della nostra civiltà e con essa della nostra libertà!
    I commenti invece e l’articolo si dilungano nel trattare della polizia e dei giornalisti, argomenti rilevanti si ma secondari, visti dall’Italia. Solo uno dei commenti riporta una sentenza della Corte Europea di Giustizia sull’autodeterminazione!
    Ecco le domande:
    1° Cosa è un popolo!
    2° Cosa è sovranità del popolo!
    3° È da accettarsi la dominanza della maggioranza sulla minoranza, o la minoranza può dichiarare la propria indipendenza per emanciparsi dal suo stato da essa ritenuto di schiavitù formale?
    4° la sovranità del popolo sovrasta le leggi in essere o soggiace ad esse?
    5° Cosa è uno Stato?
    #
    Sereno anno . . . Libertà o cara

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Sentenza della Corte Europea di Giustizia sull’autodeterminazione?

      • Libertà o cara

        Gentile signora Anita,
        è citato un nome
        cerchi il suo commento
        legga
        ci doni la sua attesa opinione!
        Mette in non cale le domande del commento testè letto!
        Sereno anno . . . Libertà o cara

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Il soggetto indicato ha menzionato un altro tribunale …

          • Libertà o cara

            Gentile signora Anita,
            è d’obbligo arguire dal suo sintetico intervento
            che la libertà dei popoli non assurge, nel suo pensare, a fattore degno della sua attenzione.
            Il guaio, riveniente da atteggiamenti riconducibili al suo,
            è che, essendo anche noi popolo, con l’indifferenza superficiale del pensare,
            autorizziamo il “nemico” a trattarci da “colonia”.
            Il “nemico” trova sempre un collaborazionista! È prassi storica!
            Ci renda edotti, e ci conforti con la sua opinione.
            Sereno anno . . . Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La legge non va interpretata ma applicata … L’autodeterminazione dei popoli, menzionata dal soggetto che dicevamo, non c’è senza dominio straniero … ergo, come evidenzia la foto con cui accompagna il suo nick, ha mentito …

          • Libertà o cara

            Gentile signora Anita,
            ci si vorrebbe rifere ad un valore assoluto,
            valore in sé,
            ed in quanto tale privo di orpelli delimitativi (dominio straniero):
            il valore è: la “sovranità del popolo”!
            Sovranità del popolo da cui deriva la libera sua (sempre del popolo) determinazione!
            #
            Lei scrive “legge”!
            Ci dica cosa è la legge?
            #
            Lei scrive “dominio straniero”!
            In quante forme lo straniero può attuare il suo dominio?
            #
            Lei scrive “La legge si applica”!
            Chi è che applica la legge?
            #
            Gentile signora
            lei si è inoltrata per una strada irta di contraddizioni!
            senza risolvere il problema iniziale,
            problema grave assai: la libera determinazione del popolo!
            Sereno anno . . . Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Poche chiacchiere, stiamo parlando della legge … che è – dicendosi uguale per tutti – per sé il problema rispetto alla nazione che la applica … nazione con lingua, religione e usanza, non condivisa …

          • Libertà o cara

            Gentile signora Anita,
            lei fugge il problema,
            e non da risposte
            anzi ordina da par suo “poche chiacchiere”!
            Quale mai delusione!
            Sereno anno . . . Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Poche chiacchiere, avete menzionato due tribunali per sostenere lo stesso errore …

          • Libertà o cara

            Gentile signora Anita,
            penso che lei,
            pur di celare al volgo il suo augusto pensiero,
            si rifugia nel latinorum della filosofia della filosofia!
            Sereno anno . . . Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tutt’altro: c’è una definizione giuridica per quanto concerne l’autodeterminazione dei popoli. Detta definizione è stata negata da te e dal tipo che sappiamo.

          • Libertà o cara

            Gentile signora Anita,
            il senso della argomentazione proposta
            sta nella dignità dell’uomo nel mondo
            che si sta apparecchiando.
            In sintesi: l’uomo in rapporto al potere!
            Veda quelli che lei cita sono tutti strumenti.
            La domanda è:
            il “popolo sovrano” è superiore agli strumenti
            o è soggetto ad essi.
            Attesa la sua risposta
            Sereno anno … Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto: l’autodeterminazione dei popoli è stata definita sul piano giuridico e come tale non si lascia applicare nel caso qui discusso.

          • Libertà o cara

            Gentile signora Anita,
            Ripeto lei fugge, non affronta il problema posto:
            Cosa è un popolo!
            Duole constatare che esistono blocchi che impediscono la libera espressione!
            Si può ritenere che il blocco sia molto, ma molto più grave della
            goliardica filosofia!
            Sereno anno . . . Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Grazie per la partecipazione.

  • Se77e

    Nel giornalismo la verità è la prima a morire. Ricordo, a proposito di eventi di casa nostra, le immagini della sala del bungabunga riconvertita a monastero francescano. Via il palo della lap dance, via i divani, via le luci da discoteca, via la consolle e dentro una fila di sedie bianche, un noioso tavolo da ufficio, un altro tavolino con qualche bottiglietta (calda) di Crodino ed una macchinetta del caffè, che ancora un po’ la mettono a gettoni per far sembrare il luogo ancora più impersonale.
    Diciamo la verità: la gente crede a tutto ciò che gli torna comodo. La verità è la prima a morire e a noi va bene che sia così.

  • Ilario Fontanella

    1) dai sondaggi di qualche mese fa gli indipendentisti con il referendum, mai o poi mai avrebbero avuto la maggioranza
    2) Zapatero fa arrestare i dirigenti (eletti) del fronte indipendentista, per frode, (avevano fatto il precedente referendum con i soldi della Catalogna e non con quelli del partito) piú 10% per gli indipendentisti
    3) nei giorni precedenti il referendum militarizza Barcellona . Piú 30% per gli inipendentisti
    4) impedisce alla gente di votare. Piú 30% per gli indipendentisti…
    5) i telegiornali (italiani) si schierano in maniera alquanto faziosa a favore degli indipendentisti. Ad ascoltare gli uni, e quelli spagnoli pareva parlassero di due fatti diversi…
    E questi sono i fatti che ho potuto analizzare… se il mentidor compulsivo fosse rimasto tranquillo sarebbe finito come il precedente referendum, con la vittoria dei no… Da complottista mi chiedo,
    1) perché il governo ha fatto una serie clamorosa di “favori” alla causa Catalana?
    2) perché i media si sono schierati a favore della Catalogna? Anche con “fake news”…

  • beppe casciano

    Voi giornalisti italiani non conoscete la vergogna. Non parteggio nè per i separatisti catalani, nè per i lealisti castigliani. Mi spiace per il popolo spagnolo: l’unico che sta godendo è Soros. Ma bollare come fake-news violenze che abbiamo visto tutti, dico tutti, nei video, è da pagliacci. Soprattutto dopo che per anni ne avete raccontate di ogni su Assad, sui “ribelli moderati” e sui 157000 ospedali per bambini bombardati ad Aleppo dai russi. Ma andate un po’ a fare in culo, va…

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Non stai parlando, confrontando Siria e Spagna, della stessa violenza … Assad, l’amico di Putin, ha fatto massacrare migliaia di oppositori …

  • more Mo

    vivendo da 10 anni a Barcellona sto allucinando per la leggerezza con cui con certi commenti giustificate quelli che hanno messo a ferro e fuoco una regione strafregandosene della metá della popolazione che non la pensava come loro. Per di piú é incredibile il cinismo con cui si sono fatti passare per vittime oppresse alla faccia delle popolazioni che sono veramente intale situazione. Comunque in breve la situazione è la seguente. Non otterrano l’indipendenza, perderanno l’autonomia, non hanno soldi, non li vuole nessuno, non hanno appoggio internazionale, nulla di ciò che stanno facendo ha validezza giuridica ed hanno piú di metá della popolazione contro. La storia fa acqua da tutte le prospettive.