US Marine Corps (USMC) Captain (CAPT) Kevin Reece, Marine Aviator for Vertical Marine Fighter Attack Squadron 212 (VMFA-212), pilots his F/A18 Hornet over the South China Sea on the return trip from Paya Lebar, Singapore to Marine Corps Air Station (MCAS) Iwakuni, Japan, in support of Commando Sling.

La guerra che non dà pace a Helsinki

Da Helsinki. All’epoca della Guerra d’Inverno in Finlandia circolava una battuta, riportata anche da Indro Montanelli, uno dei pochi testimoni stranieri a raccontare l’eroica resistenza di quel piccolo popolo contro l’aggressione del gigante sovietico: «I russi sono così tanti e la nostra nazione così piccola. Dove troveremo lo spazio per seppellirli tutti?». Ci scherzavano su con disincanto, ma soltanto tre mesi di guerra costarono a Stalin oltre 320mila tra morti e feriti. I finlandesi ne ebbero 70mila. E nella successiva Guerra di Continuazione, quando la Finlandia affiancò la Germania nazista nei primi mesi dell’invasione dell’Urss, quei guerriglieri scandinavi vestiti di bianco, armati di sci e vecchi schioppi, nella tundra a Nord di Leningrado fecero altri duecentomila morti. Tra il 1939 e il 1945 si calcola che furono un milione i russi vittime del fuoco finnico. La pagarono cara, immense riparazioni di guerra, la perdita del 10 per cento di territorio a Est, compresa la città di Vyborg, e decenni di schiavitù psicologica e politica, la cosiddetta finlandizzazione che costringeva Helsinki anche a ripetere le elezioni se non erano gradite a Mosca. Ma la Finlandia, nonostante la pistola del Cremlino alla tempia, mantenne per tutto il periodo della Guerra Fredda la democrazia e quell’indipendenza conquistata esattamente cent’anni fa, nel 1917, quando i bolscevichi vinsero la rivoluzione e concessero al Granducato di Finlandia il diritto all’autodeterminazione.

LEGGI ANCHE
Le "7 sorelle" hanno battuto anche il clima

strip_reporter_day

Nessuno più della terra dei «mille laghi» sa come sia la geografia a fare la Storia. Quei 1.340 chilometri di confine con la Russia continuano a essere un incubo. Dopo i fatti di Crimea, baltici e scandinavi hanno cominciato a risentire l’alito dell’Orso. Ma è la Finlandia a temere di più, avverte di essere il vicino più vulnerabile, anche perché non fa parte della Nato. Negli ultimi sei mesi i comandi finnici hanno registrato un centinaio di violazioni dello spazio aereo da parte dei cacciabombardieri russi e intense attività (anche con movimenti di truppe) nell’area della base militare nucleare russa di Alakurtti nel nord lappone, a ridosso dei confini. Negli ultimi due anni è stata segnalata la presenza di sommergibili «non identificati» nel Baltico finnico. E il governo di centrodestra guidato dal premier imprenditore Juha Sipila (incalzato dal vice di ultra destra Timo Soini) ha deciso di avviare un’incalzante politica di difesa, aumentando intanto le truppe da 230 a 280mila (solo nel 2012 i contingenti erano stati tagliati del trenta per cento). È stato poi deciso un piano per rimpiazzare in 10 anni tutti i 62 cacciabombardieri F/A-18 Hornet e di stanziare altri 150 milioni di euro al budget di 2,4 miliardi annuali destinati alla Difesa. Che diventa una priorità, nonostante l’economia finlandese non sia in gran salute, con la disoccupazione in aumento al 9,4 per cento (la vicina Svezia è al 4,1) la grande industria del legno e della carta in forte declino, le start up che non riescono a far recuperare i posti persi con il ko della Nokia: un malessere che alimenta i sentimenti euroscettici e il nazionalismo anti russo.

Così, sulla base di report dell’intelligence, la Supo, che hanno sollevato allarmi sull’aumento dell’acquisto di dacie da parte di cittadini russi in zone sensibili in Finlandia, il Parlamento ha bloccato le transazioni: «Non saranno più concessi acquisti da parte di stranieri di proprietà in aree di interesse nazionale», ha detto la deputata Una Kymäläinen. Si teme che ci sia un piano russo di «occupare» case che potrebbero diventare cavalli di Troia in caso d’invasione.

La tensione è aumentata in coincidenza con le celebrazioni del centenario dell’indipendenza finlandese. I media russi vicini al Cremlino hanno sollevato dubbi sulla validità del trattato firmato da Lenin nel 1917: la portavoce del governo di Helsinki ha parlato di un «chiaro disegno di destabilizzazione e d’intimidazione». Nelle scorse settimane a San Pietroburgo è stata vandalizzata (anche a colpi di pistola) la targa dedicata dalla comunità finlandese a Carl Gustaf Mannerheim, l’ufficiale eroe della Guerra d’Inverno e poi presidente: le scritte lo accusavano di essere un assassino e un nazista.

Un paese in ansia. Che secondo l’ex consigliere economico di Vladimir Putin, Andrej Illarionov, «potrebbe essere il primo a subire un’aggressione nella strategia espansionista del Cremlino». E se la Nato si mobilita in Norvegia (sono appena arrivati 330 marines a Vaernes), ma soprattutto in Polonia e nei Paesi Baltici, dove presidiano 1200 uomini in ciascun Stato (anche la Germania ha inviato in Lituania 30 tanks e 500 soldati dei reparti speciali), Mosca in risposta trasforma l’enclave russa di Kaliningrad, incuneata tra Polonia e Lituania, in una piattaforma missilistica, schierando 400 missili nucleari Iskander a medio raggio contravvenendo agli accordi firmati da Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov nel 1987, che segnarono di fatto la fine della Guerra Fredda. Ha suscitato le ironie dei celebri vignettisti finlandesi la contromossa dell’Unione Europea di costruire una mega recinzione di cento chilometri intorno a Kaliningrad, costo 32 milioni di euro. In questo contesto, più rassicurante della rete da pollaio di Bruxelles, il recente trattato di cooperazione militare tra i Paesi scandinavi e soprattutto l’accordo siglato in ottobre a Washington dal ministro Petteri Orpo «per un patto bilaterale di Difesa», che impegna gli Stati Uniti a intervenire in caso d’attacco. Insomma, la Finlandia festeggia il suo centenario guardando al passato con orgoglio e molta inquietudine.

Marzio G. Mian

  • Lucio

    A me pare ridicola questa posizione antirussa assunta dalle rep. baltiche e dalla Finlandia.
    Il sentimento anti russo c’è sempre stato ed è anche ragionevole vista l’occupazione sovietica. Ma ora è diventato un mero strumento americano per rafforzare i confini e continuare nella politica americana di voler separare l’UE dalla Russia in modo da averla sotto controllo esclusivo. Quindi per me, le rep. baltiche, possono infilarsi la loro isteria anti russa su per quel posto.

    Kaliningrad è ovvio che venga rafforzata militarmente. E’ una piccola lingua di terra in mezzo a Stati che stanno diventando sempre più ostili. Meglio premunirsi. Inoltre vorrei precisare che gli Iskander POSSONO essere armati con testata nucleare ma non è detto che quelli presenti a Kaliningrad lo siano. Penso che una parte si ma non certamente 400. Del resto in UE non ospitiamo (anche in Italia) bombe a caduta B61 americane che possono essere imbarcate in pochissimo tempo su caccia F16? La Francia non ha un suo arsenale nucleare?

    Anche la Turchia effettua spesso sconfinamenti aerei nei confronti della Grecia (con protesta del governo di Atene) ma non ho mai visto gettare terrore su questo.

    Forse sarebbe meglio guardarci le spalle dai presunti alleati piuttosto che puntare sempre il dito contro una Russia che è sotto un mero attacco politico-economico da parte degli USA ed i suoi sudditi europei.

    • Carlo Gaetano Maria Martinelli

      Se tu fossi un vicino di casa dei russi, saresti tu ad aver paura che costoro ti infilino la loro aggressività su per quel posto a cui tu hai alluso.
      E questo lo dico non per fare il filo-americano, per carità!
      Ma perchè è sempre scomodo trovarsi uscio ad uscio con qualunque grande potenza.
      E che l’orso russo abbia sempre nutrito mire espansionistiche non è una novità.

      I regimi cambiano, ma le voglie espansionistiche restano.
      Ho avuto anche modo di conoscere – molto superficialmente, sia chiaro – in vacanza, dei russi.
      Pochi eran normali. La maggior parte eran arroganti sboroni, con atteggiamenti da padreterni.
      E se in basso son gente così, figuriamoci in alto!

      E se ora la Russia si dimostra sostenitrice della Siria di Assad, col merito di aver fatto fuori una barca ti tagliagole islamisti, salvando tanti siriani e moltissimi cristiani tra loro, non ha agito certo per amor disinteressato del popolo straniero che ha soccorso, ma perché le sua voglia di avvicinarsi ai mari caldi è sempre stata la sua fissa.

      “Homo homini lupus” fino alla fine del mondo, quando si faranno i conti con Uno che con ha turbamenti a coniugare la misericordia con la giustizia.

  • mortimermouse

    mi par di ricordare che prima del 2008 i russi erano tranquilli, poi, con Obama la faccenda si è gradualmente peggiorata. e ora? certo, i russi rispondono cosi alle manovre della nato, e la Finlandia ci va di mezzo suo malgrado! ma la Finlandia è un paese che sa difendersi bene, molto bene!
    putin, sono certo,non ha tutta quella voglia di occupare e fare la guerra, ma se non gli date altre possibilità, di certo non starà lì a guardare per il sottile…..
    e ritorniamo al punto di partenza: chi è che ha iniziato a infastidire l’orso russo? :-)

    • albertzanna

      Barrak Hussein Obama e Hillar Ben Clintonllah

      • mortimermouse

        eh si! o insciallah, o insciaqquah…. siamo li ! :)

        • albertzanna

          propendo, visto che è allah, per insciaqquah!!………

          • Anita Mueller

            Vediamo di fare meno gli spiritosi su questo argomento! L’islamismo è ormai divenuto una vera e propria piaga mondiale da debellare con ogni possibile mezzo e tollero scherzi o battute su tale serio argomento!

          • albertzanna

            Senta, specie di suffragetta da strapazzo

            Io non faccio lo spiritoso, parlando di falso dio e falso profeta. Se l’islam è diventato il peggior incubo dell’umanità lo dobbiamo proprio a voi di sinistra, che lo avete favorito per i vostri interessi.

            Se volete debellarlo, iniziate da voi stessi, debellandovi

          • Anita Mueller

            Ma come ti permetti? Non l’hai ancora capito che io sono la più grande anticomunista dell’intero blog?

          • albertzanna

            Come diceva Totò: ma mi facci il piacere

            Se lei è la più grande anticomunista del blog, cosa devo dire di me che mando comunisti a defecare in mezzo ai campi di aglo a colazione, pranzo e cena

            Lei tutte le strade per farsi compatire le trova con fiuto sicuro. Cos’è, una bussola rossa quella che ha dentro??

          • Anita Mueller

            Albertzanna: ritiri subito quello che ha detto o se ne pentirà amaramente! Non vedo che io sono l’unica che parla sempre male di Putin, della Russia e dell’ex Unione Sovietica? Stia molto attento sig. Albertzanna!

          • albertzanna

            Accidenti, il clone risponditore si è proprio adombrato!!

            Ma chissà perché, al posto di preoccuparmi per le sue minacce, mi scappa da ridere da non potermi trattenere

            Io sto sempre molto attento, quando attraverso la strada, quando guido, quando piloto il mio aereo, quando scio, quando vado sott’acqua, quando lavoro, quando parlo con i miei clienti ecc

            Ma con un clone risponditore non riesco proprio a stare attento

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Hai dimenticato quando sbarchi sulla luna.

          • Anita Mueller

            Credi di ingelosirmi o di impressionarmi con tutte quelle attività da “superman” che hai elencato? Proprio qualche mese fa ho acquistato, dopo averlo visto esposto presso la la fiera AERO di Friedrichshafen, un “Bücker T-131 Jungmann” costruito dalla ditta polacca Aire Res Aviation che riproduce biplani storici degli anni ’30 del secolo scorso basandosi sui progetti originali dove l’unica modifica rispetto agli originali sta nel motore e nei più comodi sedili in pelle dell’abitacolo: e sai quanto l’ho pagato? Solo 110 mila Euro (praticamente un quarto rispetto agli americani Waco, che fanno pure schifo). E mi diverto ogni weekend a volare sulle alpi e compiere acrobazie. Ora per favore albertzanna non essere invidioso!

    • Dario Brisku

      Ovvio il nesso logico di cui parli, gli americani mi infastidiscono, automaticamente invado la Finlandia… ma come cavolo ragionate?
      Siete liberi di essere filorussi o quel che vi pare, ma cercate di giustificare meglio le vostre opinioni

  • Antonio Fasano

    La Finlandia sarebbe un paese scandinavo? Cos’è una barzelletta?

    • Anita Mueller

      In origine per Scandinavia si intendeva una regione geografica corrispondente all’odierna Scania in Svezia. Poi il termine andò ad indicare la Svezia e la Norvegia. Etnicamente oggigiorno vengono considerati scandinavi quei paesi nei quali si parlano le lingue scandinave (ovvero Svezia, Norvegia, Danimarca e Islanda) ma dal punto di vista geografico e storico viene considerata scandinava anche la Finlandia visto che in passato fecce parte di un unico regno insieme alla Svezia e considerando anche il fatto che soprattutto al sud (in particolare le isole Åland) sono abitate da popoli di madre-lingua svedese. D’altronde le due lingue ufficiali della Finlandia sono appunto il finlandese e lo svedese (mentre il lappone è solo una lingua regionale riconosciuta ufficialmente) e questo è possibile notarlo anche nel nella doppia lingua dei loro passaporti. Si legga wikipedia nella versione inglese digitando “scandinavia” è vedrà che troverà quasi le stesse informazioni che le ho fornito io.

      • Antonio Fasano

        Spiacente, ma parlo con cognizioni di fatto. Ho vissuto 25 anni tra Copenaghen e Malmö e parlo il danese e lo svedese. Ho discusso del problema con vari professori delle Università di Lund e di Copenaghen. E tutti concordavano nell’includere la Finlandia nel modello sociale scandinavo. Ma escludendo assolutamente che a causa della minoranza linguistica svedese (principalmente nelle Aaland) o dell’appartenenza al regno di Svezia per un periodo si potesse includere la Finlandia tra i paesi scandinavi. geograficamente non c’è discussione. Al contrario della Danimarca che pur non facendo più parte (dopo la perdita della Scaane-Scania) geograficamente della Scandinavia rimane sempre un paese “scandinavo” dal punto di vista sociale, etnico e linguistico. Anche se gli scandinavi per i loro paesi preferiscono parlare di “Stor Nord” in cui includono anche la Finlandia.

        • Anita Mueller

          Antonio: non mi puoi far fare queste pessime figure davanti gli altri lettori! Chiedimi subito scusa, sia in italiano, danese e svedese!
          A proposito, parli anche il norvegese?

          • Antonio Fasano

            Allora scusa e undskyld (uguale per il danese e lo svedese) e ti aggiungo anche il tedesco: Entschuldigung!

          • Anita Mueller

            Sehr gut Herr Fasano, ich nehme deine Entschuldigung an! Vielen Dank!
            Tack så mycket!
            Mange tak!
            Tusen takk! (quest’ultimo è in norvegese).

          • Antonio Fasano

            Maintenant il ne faut pas exagérer!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ce ne sono due, quella con meno commenti è il falso.

          • Anita Mueller

            Vous êtes très charmant, Monsieur!

        • Rynnho Taur

          Mai avrei pensato che i professori delle università di Lund e di Copenaghen frequentassero le fogne!!….
          Sarà che facevano qualche ricerca sui ratti convertiti..?

          • Anita Mueller

            Rynnho Taur: per favore! Solamente io ho il diritto di schiaffeggiare Antonio Fasano!

        • carlo

          alcuni considerano scandinavia anche la Finlandia, l’Islanda e isole Faroe, pertanto la cosa non è ben chiara.

    • Rynnho Taur

      Si!.. è una barzelletta! Ridi, ridi!

  • Anita Mueller

    Scusate, una comunicazione urgente che purtroppo questa volta non è attinente all’articolo di questo blog: essendo io un’assidua sostenitrice sia degli USA che del Governo Ombra Mondiale, sono stata invitata personalmente da sua Maestà la Regina d’Inghilterra a Buckingham Palace per un tea time insieme a lei. Sono rimasta sconcertata quando ho visto il suo volto completamente trasformarsi e i suoi occhi diventare verdi e come quelli di un serpente. La pelle sembrava completamente ricoperta da scaglie, il mio cuore cominciava a palpitare dallo spavento e dallo shock quando dopo circa un minuto la regina ha ripreso le sue normali sembianze umane. Non vedevo l’ora di andarmene via da quel palazzo ma le mie gambe erano come immobilizzate. Ho subito pensato allora che quella che io consideravo una bella favola inventata ad arte per la gioia di certi boccaloni, ovvero la teoria sui rettiliani, invece corrisponde a pura realtà. Chiedo umilmente perdono a tutti quei lettori che ho deriso e insultato classificandoli come poveri ingenui quando parlavano dei rettiliani o di altre teorie complottistiche. Credo che ora dovrò ricredermi su molte mie convinzioni errate basate su un vero e proprio lavaggio del cervello che ho subito sia in tenera età che da adulta. Perdonatemi!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Hai dimenticato le scie chimiche …

      • Anita Mueller

        ….sulle scie chimiche ho ancora bisogno di prove, tipo volare con un’astronave che segue le scie e le analizzi chimicamente altrimenti non ci credo….

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Hai dimenticato i cerotti-truffa della Keshe foundation …

          • Anita Mueller

            …e già, che cattivone quel Keshe! Almeno coi vaccini abbiamo la certezza che contengano mercurio e altri virus per sterilizzare e far ammalare la popolazione mondiale e ridurla in modo consistente mentre coi cerotti di Keshe questa controindicazione non è ancora disponibile: bisogna fare qualcosa al riguardo, gli esponenti del Governo Ombra Mondiale non sono mica soddisfatti di codesta situazione. Ora però spero solo che i rettiliani non siano coinvolti nei nostri complotti del Governo Ombra Mondiale altrimenti comincio a mettere in dubbio la mia appartenenza a questa prestigiosa organizzazione: mi ha fatto così impressione, male e paura vedere la regina Elisabetta trasformarsi in quel modo, in una vera e propria bestia. E non credo di aver sognato o di aver avuto allucinazioni.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il mondo è pieno di creduloni che si fanno operare il naso da giardinieri … Comunque la balla del cerotto miracoloso supera quella delle scie chimiche.

          • Rynnho Taur

            Solo perché con te non ha funzionato?.. Forse dovresti provare con un giardiniere?!
            Conosco uno che con i tuberi fa miracoli!.. se ti interessa..

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Uno che fa miracoli? C’è già Putin che riesce ad acquistare con il suo reddito orologi che valgono sei volte …

          • Rynnho Taur

            Che vuoi dire?.. che il tubero te lo tieni?
            Guarda che il mio giardiniere è veramente bravo!
            Beh, fa come ti pare

          • Anita Mueller

            …diciamo che con me e Christian Ciuca nemmeno Gesù riuscirebbe a compiere miracoli: ci vuole la volontà di guarire e io non ce l’ho! Forse Gesù avrebbe più probabilità di riuscita con Satana che con me: infatti io ne so una più del diavolo: mio piacciono troppo i soldi!

          • Anita Mueller

            Ma esattamente in cosa consisteva questa balla? Penso bisogna pur spiegarlo agli altri!

      • Rynnho Taur

        Tu invece non le dimentichi mai. Le sogni di note.. e anche di giorno.
        Sveglia ragazza!

    • albertzanna

      Si, verissimo, l’ho sentito dire anch’io, la regina Elisabetta ti ha richiesta per andare a piantare patate nei giardini di Balmoral, la residenza reale di vacanze estive

      • simBa

        sei proprio un trollone da paura.

        • albertzanna

          Calma, diamo a Cesare quel che è di Cesare

          O io sono il più grande trollone dell’universo, quindi ti spodesto del trono d’essere il più trollone del mondo…….

          oppure sono troppo intelligente per te

          e dal come scrivi sento d’essere, in assoluto, moooolto, troppppo più intelligente di te

          • simBa

            mi correggo: sei un trolletto che fa ridere.

          • Anita Mueller

            Per te sono tutti trolletti? Sei per caso un amante della Norvegia? Te lo chiedo, perché la Norvegia è la patria dei troll, anche quelli venduti come souvenirs.

          • albertzanna

            immagino che il tuo nomignolo derivi dal tuo film cult

            Il re leone
            E Simba è il figlio del re

            E i cuccioli hanno l’abitudine di mollarle spesso. Loro le fanno con il sedere, tu le fai con la bocca, in questo caso con ciò che scrivi, anche quando ti s-correggi

            Simba, Simbaaa, dai ascolto al tuo babbo, fatti mettere i pannoloni e smettila di ammorbare l’aria

  • carlo

    eh i signori russi con finlandesi trovarono pane per i loro denti … pensavano di poter fare una passeggiata fino a Helsinki … ma ben presto si accorsero che costoro non erano come i tanti poveri popoli assoggettati dai russi nell’est e in siberia … se pensiamo che solo un cecchino finlandese eroe nazionale, di nome Simo Hayha che ne accoppò ben oltre 800 con il suo modesto fucile senza un ottica Mosin Nagant nelle innevate foreste della Carelia.
    e di questa legnata a opera dei Finlandesi lo stesso Stalin se ne ricordò per un bel pezzo pezzo …
    a loro piacerebbe vincere facile … contro eserciti deboli e male armati come poi contro i Polacchi del 1939, e nella storia recente attuale la Georgia del 2008 e contro l’Ucraina del 2014 …

    • Anita Mueller

      Vedo che sei un esperto di fucili e di armi: non è per caso che tu sia impotente sessualmente? Si dice che chi ama troppo le armi da fuoco lo fa per compensare le ridotte dimensioni del proprio pene o la propria impotenza sessuale: tu appartieni più al primo caso, al secondo, o ad entrambi? Ci sarebbe una quarta possibilità: l’omosessualità.

      • ‘Claudio P

        esperta di armi maschili o semplicemente pagata dalla russia?

        • Anita Mueller

          Sono un’esperta in problemi umani e sessuali: se ne hai bisogno, potrei fornirti la mia consulenza.

          • Rynnho Taur

            Quanto?

          • Anita Mueller

            100 Euro a seduta (un’ora). Ma per i casi più disperati sono disposta a fare uno sconticino (1%) oppure concedere un prestito da pagarsi anche diversi con gli interessi del 10%.

          • Rynnho Taur

            Guarda, sono un caso molto disperato. Che ne dici del 2%?

          • Anita Mueller

            Mi voglio proprio rovinare: posso arrivare all’ 1,9%, questa è l’ultima offerta! Prendere o lasciare!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      L’espansionismo russo purtroppo è ancora attuale. Ricalca quello della leadership russa a danno della popolazione russa.

      • Rynnho Taur

        Non ho capito.. si espandono verso l’interno?

    • Rynnho Taur

      Simo Hayha ? .. il famoso eroe dei cartoni animati finlandesi?
      Quello ne accoppa più di 800 per episodio!
      Tu probabilmente guardi la versione per i bambini sotto i quattro anni..

  • Ling Noi

    Ogni giorno un cucchiaino di sciroppo NATO, gli Usa vogliono che la UE faccia la guerra alla Russia.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Nulla di tutto ciò, piuttosto ricordare che nell’URSS la popolazione ha potuto impunita uccidere chi possedeva beni.

      • Anita Mueller

        E io sono stata una di queste assassine e me ne pento…si perché uccidendo e facendo del male agli altri non sono riuscita poi neanche a guadagnare così tanto: perdonatemi!

        • Rynnho Taur

          Non riuscire a guadagnare cosi tanto e imperdonabile!
          Mi dispiace

          • Anita Mueller

            Bravo, vedo che ora mi leggi nel pensiero!

      • Rynnho Taur

        Come pure tutti quelli che venivano segnalati sobri dopo mezzogiorno (ora legale)!!

        • Anita Mueller

          Rynnho Taur: cerca di fare un po’ meno lo spiritoso! Lo sapevi che dalle mie parti vengono ancora praticate le punizioni corporali?

    • albertzanna

      Certo, ma si rivolga al suo amico Obama

      Trump Non ha certo intenzione di scatenare una guerra con Putin, ma allearsi con Putin per demolire Sultanati e Isisati

    • nik88nk

      Quindi Trump vuole fare guerra alla Russia? Quindi Trump mentiva in campagna elettorale? O continuate a non azzeccarne una manco per sbaglio per via di qualche altro gombloddo?

      Curioso poi che utilizzi lo stemma di uno squadrone di caccia nazista come immagine…Quello sì che fece guerra alla Russia.

      • Ling Noi

        Secondo me Trump è stato messo alle strette dal sistema di potere, la differenza con la Clinton è che lei faceva parte del potere per cui non doveva essere persuasa.
        Se la Germania Nazionalsocialista ha fatto la guerra all’Urss, è perchè Hitler, disattendendo gli insegnamenti di von Clausewitz, voleva fare la pace con gli inglesi e pertanto voleva dimostrar loro che tolta l’Urss di mezzo non avrebbero potuto avere altri alleati in Europa. Come Napoleone che attaccò la Russia perchè lo Zar non accettò di fare embargo commerciale agli inglesi.
        Fa piacere che qualcuno riconosca il mio stemma e non pensi che sia di qualche gruppo cinofilo.

        • simBa

          usi un emblema nazista e manco ti vergogni? dunque sei un trolletto che deve ancora crescere. quanti anni hai?

          • Ling Noi

            Studia la storia, non un emblema “nazista” ma lo stemma di un gruppo caccia che si è battuto con onore, non come gli americani in Vietnam che bruciavano i bambini con il napalm.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Città sotto le bombe dei nazisti?

          • Anita Mueller

            Solo per il fatto che utilizzi un simbolo nazista con tanto orgoglio, andresti denudato e sculacciato sulle miei ginocchia fino a farti il sedere rosso come il peperone!

        • nik88nk

          Messo alle strette “dal sistema di potere”. Di nuovo, per giustificare tutto ciò che non torna ci dovete mettere di mezzo qualche potere oscuro che faccia quadrare il cerchio, altrimenti l’unica alternativa che rimarrebbe è avere torto. Se nemmeno di fronte a Trump, che ammette l’uso di armi chimiche da parte di Assad e bombarda una base siriana, riuscite a fare un passo indietro piuttosto che tirare in ballo l’ennesimo complotto…non c’è fatto che tenga, diventa fede.

          Per quanto riguarda la Russia, Hitler scriveva nel mein kampf (1925):

          “Quando parliamo di nuove terre in Europa, siamo portati a pensare prima alla Russia ed ai suoi Stati Cuscinetto. ”

          …ma quale pace con gli inglesi…

          Infine a te farà piacere che io sappia da dove provenga la tua immagine profilo, ma a me fa semplicemente rabbrividire il fatto che su questo blog fregiarsi di simboli nazisti, fascisti ed esaltare i peggiori dittatori dei nostri giorni e del passato, sia diventata la normalità.

          • Ling Noi

            Prima cosa io non ho sposato Trump, se poi l’alternativa era la Clinton… Comunque la sua aggressione alla Siria e le minacce alla Korea del Nord non sono niente di nuovo nei modi di operare da gansters degli Usa. Il mio giudizio su Hitler è negativo anche se era una persona dell’800 con mentalità da ‘700, comunque mi fa specie che chi sta nel coro non contestualizza mai gli eventi. All’epoca, tutti avevano la fissa dello “spazio vitale”, in quanto il peso di una nazione era dato dal numero dei suoi abitanti, per cui tutti volevano espandersi, non solo i tedeschi. Un’altra fissa dell’epoca erano le leggi razziali, presenti in tanti stati e in alcuni sopravvissute altri decenni finita la WW2. Hitler voleva la pace con gli inglesi, perchè li ammirava, oltre al fatto che la casa regnante inglese è di discendenza… tedesca.
            Ci sono tanti che si fregiano con simboli Usa e Nato, che in quanto a crimini battono tutti con largo margine.

          • nik88nk

            Quindi Trump mentiva…mi dai ragione ed è un punto fisso. Lo stesso Putin ha ammesso che le relazioni con gli USA non sono mai state così cattive dalla fine della guerra fredda. Era quello che si aspettavano gli elettori di Trump ed i suoi strenui sostenitori su questo giornale?

            Le fisse le hai te, ed una di questa è ostentare un simbolo che rimanda alla Germania nazista, la cui ideologia proponeva sterminare fisicamente persone ritenute inferiori. Ritieni che simboli USA e Nato rappresentino gli stessi principi e la tua soluzione sarebbe sfoggiarne uno uguale??
            Pare che tu abbia studiato un minimo di storia…per questo la tua scelta è ancora più grave, perché non hai nemmeno la scusa dell’ignoranza.

            Infine sono proprio gli USA e la Nato che ti permettono di vivere in un Paese dove puoi scrivere quello che ti pare su USA e Nato.

            “Last Week Tonight with John Oliver – Hitler in Thailand (HBO)” (copia/incolla youtube)….posto curioso la Thailandia

          • Ling Noi

            Ripeto, io non sono responsabile di quello che dice o pensa Trump. Penso che genericamente il presidente Usa ha libertà di azione solo se sta nel perimetro disegnato dall’elite che comanda negli Usa. Chiaro che se fosse stata eletta la Clinton la guerra con la Russia sarebbe una certezza.
            La Germania nazista, come dite voi con disprezzo, e figlia dell’iniquo trattato di Versailles, dove gli imperi Usa GB e Francia hanno dato sfoggio di tutta la loro infamia e cupidigia. Senza di loro Hitler avrebbe continuato a dipingere per sbarcare il lunario. Negli Usa, a inizi anni ’30 circolavano studi e libri che prevedevano come ineluttabile lo sterminio dei giapponesi in quanto ritenuti esseri inferiori e comunque d’ostacolo per la conquista dei mercati asiatici. Chi vuole fare la morale a chi? La Nato è un contenitore-zerbino che esegue i desiderata degli Usa, il cui credo è il mondo unipolare comandato da loro, il famoso “destino manifesto”. Raccontate la balla che abbiamo libertà grazie agli Usa, chi studia storia sa che non è vero. La vita mi ha dimostrato che meglio un fascista/nazista onesto piuttosto che un democratico bugiardo, e quasi sempre chi si descrive come democratico, è un bugiardo.

          • nik88nk

            Quindi preferiresti definirti nazista piuttosto che democratico?

          • Ling Noi

            Preferisco definirmi “non bugiardo”, se per quelli come te è nazismo, allora viva il nazismo!

          • nik88nk

            Mm no, “nazista” e “onesto” non sono sinonimi, ti consiglio di controllare sul dizionario.
            Inneggi al nazismo e usi uno stemma dell’aviazione nazista, quindi ti definisci un nazista? sì/no/non lo so/ mi vergogno a rispondere
            E’ una di queste.

          • Ling Noi

            No, voglio che voi che vantate gli Usa siate portati a riflettere. Se per voi il nazismo è stato il male del mondo, e gli Usa, che si comportano 1000 volte peggio, sono “l’arsenale della democrazia”… o c’è qualcosa che non va nelle vostre teste oppure il nazismo era meglio, fate voi.

          • nik88nk

            1000 volte peggio secondo quale criterio? Il tuo esempio da seguire (“il nazismo era meglio”) è un’ideologia basata sullo sterminio delle razze inferiori, quindi non ti permettere di fare la morale a nessuno, ed è grazie all'”arsenale della democrazia” che l’Italia è diventato uno dei Paesi più ricchi al mondo, con buona pace tua e di tutti quelli che vorrebbero una dittatura come forma di governo. Come saresti buffo se ti ritrovassi governato da un dittatore ed improvvisamente ti accorgessi di essere dalla parte “sbagliata”…Infine continui a non rispondere alla mia semplice domanda, ed il perchè è semplice, provi vergogna, e fai bene.

          • Ling Noi

            Io gli spunti storici li ho messi, ma voi che seguite una fede, la religione Usofila, ovviamente gli ignorate. Lo “sterminio delle razze inferiori” è stato portato avanti dagli Usa per tanti decenni dopo la la fine della Germania Nazionalsocialista. Italia “uno dei Paesi più ricchi al mondo”? Forse nei debiti. Vai a fare un giro in treno nel Canton Ticino, quando rientrerai in Italia magari ti accorgerai che il nostro è un Paese del terzo mondo. Io alle tue domande rispondo citando i fatti e riferimenti storici, voi potete contrapporre solo la cieca fede.

          • nik88nk

            Fatti e riferimenti storici? Rileggi ciò che hai scritto, oppure ricontrolla la definizione di “fatti e riferimenti storici.” Le tue personali opinioni o farneticazioni non valgono…sai com’è.

            L’italia rimane l’ottava economia mondiale che ti piaccia o meno:
            https://uploads.disquscdn.com/images/664563275f6fc15ca92f2177b49f0d69599ed1e845ab6e99acdcc5257bbf3e7a.png
            Ed al 31° posto per reddito pro capite…vai a cercare dove sta la Russia
            https://uploads.disquscdn.com/images/8bc9baa9e8bfcd8f077f7d6ced6c04cfbf80c75ba378da1c882df70adc4233e8.png

            La Svizzera? Ho parenti che abitano lì, quindi la conosco meglio di te, e sai perchè è un Paese ricco? Forma di governo democratica, trasparenza nelle istituzioni, bassa corruzione, bassa tassazione e libertà di informazione. T’ho…non c’entra nulla con il modello che prendi come esempio, pensa un po’!

            (The Global Competitiveness Report 2016–2017)

            E pensa un po’..ho parenti anche in Russia…te vai a fare un giro lì và.

            Le informazioni sono facili da trovare, se poi non si sanno leggere o mettere insieme..questo è un altro paio maniche.

          • Ling Noi

            Cosa centra la Russia? Non l’ho mai citata. La Svizzera l’ho portata come esempio positivo perchè è l’opposto dell’Italia (forma di governo democratica, trasparenza nelle istituzioni, bassa corruzione, bassa tassazione e libertà di informazione). Se invece di fare il furbo vai a rileggere quanto ho scritto in precedenza dove ho messo un bel QUASI. Io non sono PRO a qualcosa, ma sono CONTRO chi si autodefinisce democratico agitando lo spauracchio del fascismo e del nazismo per legittimarsi, come il caso degli Usa, che da sempre agiscono in maniera criminale con il resto del mondo. Che l’Italia è un Paese ricco è una tua fantasia, avere l’8° Pil ma il 31° reddito p c ne è la prova. Se gli Agnelli hanno miliardi di euro all’estero, a noi comuni mortali non porta nessun beneficio. Comunque di riferimenti storici te ne ho messi e te ne posso aggiungere a centinaia, tu ovviamente 0.

          • nik88nk

            Il mio riferimento è semplice: la storia europea dal 14 al 45, una storia non solo ti ostini ad ignorare, ma senza alcun pudore, te ne esci con frasi come: “viva il nazismo”. Ti devi solo vergognare.

            “Da sempre agiscono in maniera criminale e bla bla bla”…Ti rendi conto che questo non conta come riferimento? E nemmeno io sono qui per difendere gli USA, cosa che non ho mai fatto se rileggi, tranne sottolineare il fatto che se in questo Paese non esiste più un regime fascista lo si debba a loro. Piaccia o non piaccia.

            Il riferimento alla Russia prende in considerazione tuoi commenti precedenti, ed indovina un po’ ,chi è che usa il pretesto del regime nazista che uccide i russi in Ucraina per invaderla? Ma tu guarda…Putin.

            “Che l’Italia SIA un Paese ricco”…torna a scuola va, così oltre a ripassare quelle pagine di storia ti ripassi anche un po’ di grammatica, e magari le tabelline, visto che il commento sulla famiglia Agnelli la dice lunga sulla tua capacità di lettura dei dati economici.

          • Ling Noi

            Ti vanti di abbeverarti ad un solo libro? Io di libri ne ho letti diverse decine, sopratutto di autori anglofoni, proprio per avere più spunti nel farmi un’idea delle cose successe. Io non mi vergogno di quello che penso, si devono vergognare quelli che sono contro il nazismo ma poi si comportano molto peggio. Il regime fascista, fino a prima di quando il maestro di Predappio decise di fare l’eutanasia entrando nella ww2, era ammirato ed aveva un grande consenso fra la popolazione. Ti ricordo che sotto i governi “liberali” fino a prima del fascismo, l’Italia era un paese di servi della gleba, senza diritti per il popolino e con una vita media di 43 anni. Inoltre la Libia quando fu conquistata, il fascismo non era ancora stato inventato ma la vulgata ne attribuisce le colpe al fascismo. Durante il ventennio sono state fatte le migliori cose per l’Italia, come le case popolari, l’Inps, l’Inail, l’Iri, la pensione di reversibilità alle vedove, le colonie estive ai bambini, la distruzione della Mafia e tanto altro, tutte cose poi vanificate dalla repubblica corruttocratica serva degli Usa. Se vai nei centri delle nostre città, trovare bellissime costruzioni e cose oscene, le cose belle sono quelle costruite nel ventennio, le oscene sono state fatte durante le speculazioni edilizie degli anni 60-70. Il regime fascista era ridicolo nella sua retorica? Certo, ma andava bene ai tempi, tutto evolve e cosi pure sarebbe stato per il fascismo, basti vedere l’esempio della Spagna che dopo la morte di Franco è diventata una democrazia molto migliore della metastasi italiota. Se tu ti ritieni ricco perchè altri detengono le ricchezze, va be, sogna pure.

          • nik88nk

            Quello che pensi però ti vergogni ancora a dirlo…o vale il tuo “viva il nazismo?” Bravo, continua a vergognarti.

            “Il regime fascista, fino a prima di quando il maestro di Predappio decise di fare l’eutanasia entrando nella ww2, era ammirato ed aveva un grande consenso fra la popolazione”
            Ma guarda… E’ buffo che tu lo scriva senza fare il semplice passo in più. Le dittature sono autoreferenziali, e non rispondono a nessuno delle proprie scelte, che siano una dichiarazione di guerra, lo sterminio di una “razza” o di tutti quelli che si chiamano Adrian.

            Inoltre voi continuare la menata del “ma il fascismo ha fatto…?”
            Quale è stato il risultato eh?

            1) Regime Fascista = Italia distrutta
            2) Regime Nazista = Germania distrutta
            3) Regimi comunisti = effetti paragonabili anche senza bombe

            E’ inutile che continui a balbettare dei “bei edifici” e delle “colonie estive”, (scordandoti peraltro leggi razziali e campi di concentramento italiani)…quello che conta è il risultato, ed il risultato ne è stato un Paese devastato.Ti scordi anche di frasi ispirate di Mussolini come:

            “Mi serve qualche migliaio di morti per sedermi al tavolo delle trattative”…un vero servitore del popolo.

            Ripeto, se non sai leggere dei semplici dati economici continuo a non poterci fare proprio nulla.

          • Ling Noi

            Mi spiace dirlo, ma il tuo modo di mistificare le cose, compreso quello che scrivo, è rivoltante. Tu insisti che l’Italia è un paese ricco, sicuramente c’è una piccola elite di super-ricchi oltre ai burocrati raccomandati che prendono lauti stipendi a far poco o nulla, ma la maggioranza non ha queste possibilità economiche di cui tu cianci, anche grazie ad un fisco rapace con i deboli. Forse non hai la possibilità di accorgertene perchè magari hai il culo nella bambagia, ma tantè. Io provo vergogna che ci siano tanti come te che si rifiutano di analizzare i fatti storici e più gli metti davanti fatti e notizie e più ripetono slogan da decerebrati. In parte non è colpa tua, la scuola italiota è impostata così, e molti non hanno lo stimolo ci cercare ed approfondire se le cose insegnate hanno connessione con ciò che può essere realmente successo. Io leggo anche libri che trattano argomenti storici in lingua originale (inglese), tu sei di una superficialità e insipienza che fa tristezza. Probabilmente saresti il profilo ideale per lavorare all’ufficio stampa della Boldrini.

          • nik88nk

            Guarda che un Paese non è ricco quando composto solo da “super ricchi”. Il prodotto interno lordo è un’indicatore della “ricchezza” (beni e servizi) prodotta in una nazione, e l’Italia è ottava su scala mondiale. Dividi per il numero di abitanti ed ottieni un valore di massima medio dei redditi annuali. Nella classifica che ho pubblicato l’Italia è al 31° posto, se elimini casi particolari come emirati e simili…sale al 19° posto globale (dati OECD 2015). I numeri sono testardi eh…
            Che tasse e “sprechi” siano troppo alti non ci piove, ma il dato di partenza è quello che dico io, la tua percezione personale non conta un fico secco.

            “Io provo vergogna che ci siano tanti come te che si rifiutano di analizzare i fatti storici e più gli metti davanti fatti e notizie e più ripetono slogan da decerebrati.”

            Io ti ho presentato l’unico dato inequivocabile: fascismo e nazismo hanno portato alla devastazione delle proprie nazioni, ed i libri li puoi leggere anche in cinese per me, ma questo rimane un fatto incontestabile. Causa – effetto.
            E se non lo capisci la colpa è tua, che hai come punto di riferimento regime nazista e fascista..di cui uno dei motti era “credere obbedire combattere”…credi ed obbedisci và, magari a passo d’oca.

            https://uploads.disquscdn.com/images/cd903b477035b374e02b45fa986303f725a1f92004c553cfd783cbd857bec1e3.png

            Vieni bene in foto :-)

          • Ling Noi

            Povero pirlone, siccome in Italia ci sono dei super-ricchi allora anche i poveri devono sentirsi ricchi, se hanno la percezione di essere poveri si sbagliano…
            Il dato inequivocabile è che Fascismo e Nazionalsocialismo sono state la rivolta di due popoli all’infamia del “versailles treaty” dove gli imperi Usa Gb F e i banchieri ebrei che li gestiscono hanno dato la dimostrazione di quanto sanguisughe sono. Il risultato è stato la distruzione di Italia e Germania perchè il NWO non tollera ribellioni.

          • nik88nk

            Pirlone? :-) Piano con le parole, che noi del NWO teniamo d’occhio tutti.
            Comunque ogni volta che apri bocca provi sempre più il mio punto….ti ringrazio.

          • Ling Noi
          • telepaco

            “Ritieni che simboli USA e Nato rappresentino gli stessi principi e la tua soluzione sarebbe sfoggiarne uno uguale??….” Ma hai capito almeno che il simbolo messo da Ling Noi è il simbolo di uno squadrone che combattè in guerra e che nulla ha nache fare con il nazismo?E’ come se uno mettesse il simbolo della Folgore e si dicesse che è un fascista in quanto la Folgore partecipo’ alla seconda guerra mondiale, ma andiamo su, non è difficile da capire.

          • nik88nk

            Sono stato il primo a riconoscerlo e basta fare una rapida ricerca per scoprire che è stato attivo dal 39 al 45, a differenza della Folgore che esiste tutt’oggi. Il riferimento è ad una fazione e ad un periodo ben precisi. Non è difficile da capire.

          • telepaco

            Non ha nessuna importanza, non era legato al partito nazista. La Folgore esiste ancora perchè da noi non c’è stata quella caccia alle strege che ci fu in Germania per eliminare qualsiasi cosa potesse ricondurre all’orgoglio guerriero germanico. Tutto era visto come nazismo da estirpare. Fortunatamente da noi non è successo quello, tant’è che ancora da ragazzino negli anni 70 si leggevano su tanti muri delle case in campagna le scritte fasciste “Credere, obbedire, e Combattere” In Germania serebbe stato impensabile mantenere anche solo uno slogan dell’epoca

  • Ling Noi

    Gli Usa-Usano la colonia UE come Ascari per muovere guerra alla Russia. Come mai, visto che si credono i più potenti del mondo, non la fanno loro direttamente la guerra alla Russia? Forse sanno che in quel caso verrebbero sconfitti e distrutti?

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Il PIL nano della Russia è fatto in casa. Inutile incolpare il mondo circostante.

      • Rynnho Taur

        Pure tu devi essere stata messa ko parecchie volte, e le conseguenze si sentono ha?

  • alberto

    Putin non riuscirebbe a conquistare Finlandia con 43 paesi alleati ricchi e più potenti di putin

  • vittorio

    paranoici, ed Il Giornale gli dà una mano.

    • Anita Mueller

      Si, come la pubblicità del metano: il Mentana, ti da una mano!

    • Rynnho Taur

      si

  • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

    Ma avete preso Anita Müller come giornalista ?

    Ma è davvero un articolo degno dell’ufficio stampa della NATO !!!

    (Cito) ” l’alito dell’Orso”

    È giornalismo questo?

  • best67

    ancora l’orso russo?eppure non ci sono in finlandia minoranze linguistiche russe!

  • Raoul Pontalti

    Tutto sommato la Finlandia se la cavò bene, così come l’Austria, dalle vicende dell’ultmo conflitto mondiale. La Finlandia, sorta per il crollo dell’impero zarista cui apparteneva , così come gli Stati baltici (Estonia, Lettonia, Lituania) ebbe un contenzioso di confine con l’URSS nel 1939 (sfociato nella cd guerra d’inveno) a causa delle vicende degli anni relativi alla rivoluzione bolscevica e conseguente guerra civile russa (1917-1920) che videro la Finlandia ottenere vantaggiosissime concessioni territoriali anche a carico di territori che giammai le appartennero sia sotto la domianzione svedese che poi zarista (fino al medioevo i finnici erano solo tribù divise unificate dagli svedesi che conquistarono le terre oggi definite Finlandia) come Vyborg. Dopo il conflitto invernale risoltosi territorialmente senza troppi danni nonostante la sconfitta, i finlandesi pensarono bene di approfittare della guerra mossa da Hitler all’URSS per dare luogo alla cd. guerra di continuazione (del conflitto precedente) condotta peraltro in modo bastardo (ossia senza coordinamento con il Reich) e così a nord non fu presa Murmansk attraverso il cui porto sempre sgombro da ghiacci arrivavano i convogli degli alleati con i preziosi rifornimenti per l’Armata Rossa e a sud non fu presa Leningrado. Un conflitto così mal condotto da quel trombone di Mannerheim non poteva che risolversi in una sconfitta e il trombone medesimo fece il voltagabbana non solo facendo la pace con l’URSS ma facendo anche la guerra al Reich che era intervenuto a soccorso. Il prezzo da pagare fu questa volta la zona di Petsamo con perdita e delle preziose miniere di nickel e dello sbocco sul Mare di Barents. Ma la Finlandia, frmalmente alleata e dunque complice (maldestra) di Hitler, non fece la fine di paesi che invece di Hitler furono vittime come Polonia e Cecoslovacchia! La neutralità finlandese siglata già nell’armistizio di Mosca del 1944 e poi con il trattato di pace del 1947, fu sempre rispettata dall’URSS prima e dalla Russia poi e fu rispettata perché la Finlandia sul piano internazionale operò correttamente secondo gli accordi sottoscritti (sul piano interno non fu dato alcuno spazio ai comunisti pur divenuti legittimi a differenza che tra le due guerre). Se oggi i Finlandesi vogliono riprendere politiche panfinniche di oltre un secolo fa insidiando i territori della Carelia, di Sala e di Petsamo facciano pure; sarano bastonati così come furono sempre bastonati nei secoli da svedesi e russi.

    • carlo

      ma cosa va a scrivere ! i finlandesi non ci pensano minimamente ad insidiare i territori della Carelia russa … figuriamoci, caso mai potrebbe essere benissimo vero il contrario che sorgano certe pulsioni da parte dei russi.
      infatti in certi ambienti finlandesi di parla insistentemente del fatto che un certo pensierino a riguardo di una adesione alla NATO lo starebbero facendo con buona ragione , nondimeno assieme alla Svezia da sempre neutrale ora in dubbio se aderire o meno anch’essi …
      e questo grazie a quel cialtrone e demone di un Putin da San Pietroburgo, capo di un paese di cenciosi mafiosi e derelitti guerrafondai senza morale ed etica.
      vada un po a vedere la differenza che c’è tra il vivere nelle belle e curate città finlandesi della loro Carelia con quella cenciosa, squallida e fangosa omonima russa ….
      e ben presto, già se ne vedono gli effetti. capiterà anche alla Crimea, ormai in poco più di tre anni diventata la discarica degli armamenti nucleari della Russia tra basi militari, missili, e quant’altro di poco edificante … per non parlare del Donbas messo ancora peggio come ben sappiamo … solo a quello pensano e solo quello sanno fare, piuttosto mangiano pane e acqua come al tempo dell’URSS, ma le armi per intimorire il prossimo non se le fanno mai mancare.

  • marcot

    La legge finlandese che impedisce l’acquisto di proprietà private da parte di cittadini russi è una legge razziale. Si fa pesare ad un acquirente privato la propria origine e la propria nazionalità; si parte dal presupposto che un uomo, solo perché di cittadinanza russa, sia per forza ultranazionalista ed imperialista. Se io chiedessi il blocco della vendita di case e negozi a cittadini stranieri “perché un giorno potrebbero invaderci” sarei bollato come il peggiore fascista del XXI secolo e finirei in galera per 4 anni e mezzo come prevede la legge Mancino. La stessa cosa succede in Finlandia ma tutto va bene. Siamo sempre alle solite: in occidente se il razzismo è contro un ebreo o un africano, apriti cielo; se viene esercitato contro un russo, non solo è tollerato ma è anche promosso.
    Continuate pure così: più l’occidente è ipocrita, più perderà consensi. Dentro e fuori sé stesso.