OLYCOM_20161227183509_21701457

Questi bambini di Aleppo
lottano “per tornare alla vita”

Sono i bambini i più colpiti dal conflitto siriano. Migliaia quelli che sono rimasti intrappolati per mesi nelle città assediate. Altrettanti quelli che sotto le bombe sono rimasti feriti, orfani, o che hanno perso la casa. Ben 652, secondo i dati dell’Unicef, i piccoli che nel 2016, in Siria, hanno perso la vita. Secondo un rapporto pubblicato lo scorso marzo da Save the Children, nel Paese dilaniato da sei anni di guerra un bambino su due è stato costretto ad abbandonare gli studi e uno su quattro rischia di dover convivere con patologie e disturbi mentali per il resto della propria vita. Ferite dell’anima che forse non si rimargineranno mai.

cristiani_perseguitati_strip-1

È un’infanzia violata, un’infanzia a metà, quella dei piccoli di Aleppo, costretti in questi anni di scontri violenti e bombardamenti martellanti a giocare tra le macerie ammassate nelle strade o all’interno di case e palazzi fatiscenti. “Alcuni di loro passavano il tempo dilettandosi con il macabro gioco di identificare un missile, una bomba o una raffica di proiettili, semplicemente ascoltando i suoni dell’orrore in atto a pochi metri da loro”, racconta suor Annie Demerjian, religiosa dell’Ordine delle Sorelle di Gesù e Maria che ha passato gli ultimi anni al fianco della popolazione civile aleppina, assistendo i poveri, curando i malati e soccorrendo le famiglie in difficoltà.

Oggi ad Aleppo le condizioni economiche e sociali restano drammatiche ma secondo la religiosa, sentita da Aiuto alla Chiesa che Soffre, fondazione pontificia che si occupa di aiutare i cristiani perseguitati nel mondo, le persone “hanno ritrovato un po’ di pace e serenità”. Finalmente i bambini conoscono “la gioia di giocare spensierati all’aperto”, afferma suor Annie. “I combattimenti sono finiti – prosegue la religiosa – ma ora è in atto una nuova battaglia: quella per sopravvivere, per tornare alla vita”. “Ogni casa della Siria ha una sua storia ed una sua ferita”, ricorda la suora, ma “dopo anni di giochi scanditi dalle bombe” i bambini di Aleppo “hanno più che mai bisogno di tranquillità e di scoprire cosa significa avere un’infanzia”.


Gli Occhi della Guerra sostiene i cristiani di Aleppo. Se anche tu vuoi farlo Dona online o tramite bonifico
Iban: IT67L0335901600100000077352 Banca Prossima
Causale: ilgiornale per i cristiani

Per conoscere tutti i progetti per aiutare i cristiani di Aleppo, guarda qui


 

Proprio grazie al sostegno della fondazione pontificia suor Annie ha potuto assistere i civili colpiti dal conflitto scoppiato nel 2011 con assistenza medica, cibo e vestiti, fino a noleggiare un’autocisterna per portare l’acqua alle famiglie nei lunghi periodi di interruzione delle forniture idriche. Ed è proprio ai bambini di Aleppo che si rivolge la campagna di Natale 2017 promossa dall’associazione che ha tra i suoi obiettivi quello di contribuire alla ricostruzione dell’asilo gestito dalle suore di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso, che ospitava 50 piccoli alunni nel quartiere di Azizieh e di assicurare ogni mese il latte in polvere a 2850 bambinicon meno di dieci anni.

  • venzan

    Questi sono i veri poveri da aiutare.

  • Antonello

    Chissa’ che ne pensano i sostenitori dell esportazione di “democrazia” e i sionisti giudeo/israeliani….. Quei bimbi valgono meno degli altri ? , dei nostri, dei vostri “piccoli eletti”….

    • nik88nk
      • Antonello

        Chi ha bombardato case, ospedali, asili etc… , chi ha finanziato i “ribelli moderati” ed isis ? C erano forse questi problemi con Assad al comando ? C erano forse migrazioni di massa e problemi religiosi ? Hai presente cos erano citta’ come Aleppo , Damasco, Palmira etc… ? Assad ed Iran hanno distrutto il paese? Sei della banda muller per caso ? Guarda la realta’ dei fatti , o meglio, dei crimini… e quei grafici farlocchi mettiteli nel c..o .

        • Ernesto Pesce

          visto che la bastarda/o anita e’ bloccata/o da tantissimi commentatori, adesso usa altri pseudonimi

      • Zeneize

        Bella questa minch_iata, l’hai trovata sul sito della boldrina?

        • nik88nk

          C’è scritto, sai leggere?
          Altrimenti puoi consultare “Human rights watch”, fonte utilizzata per un articolo simile da Michele Crudelini, “giornalista” di questa “testata”.

          • Zeneize

            Per te la boldrina, hrw e questi altri pagliacci sono probabilmente interessanti intellettuali. Per me e parecchi altri, chi legge quella roba e ci crede è… qualcuno di molto, molto triste. Vedi di svegliarti.

          • nik88nk

            Allora includi anche coloro che leggono questo “giornale”, perchè come ti ho spiegato, è una fonte riportata anche su queste pagine.

          • Zeneize

            Davvero, non devi necessariamente sbatterti a rispondere. Lo dico per il tuo bene: svegliati. Senza malizia.

          • nik88nk

            Ho sottolineato un dato di fatto, ciò prescinde dalle proprie convinzioni. Lo so che è un concetto difficile per te.

          • Zeneize

            Certo, certo, ora va’ pure a cag_are, genietto.

          • nik88nk

            Per nulla…ma con te fo bella figura anche io, ti ringrazio :-)

          • Zeneize

            Certo che più siete ignoranti e più siete permalose. La prossima volta che pesterò una me_r_da penserò a te, contenta?

          • cir
    • cir
      • Antonello

        Cir, cerca il video dell “attentatore” con cintura esplosiva e coltello “ucciso” nel posto di blocco giudeo… Dimmi che ne pensi.

        • cir

          antonello , dammi qualche spunto in piu’ …
          sai quelli ne ammazzano ogni giorno.Ho cercato ma non riesco ad individuare quello che tu dici … aspetto… saluti-

          • Antonello

            E’ probabilmente l ennesimo fake atto a giustificare le uccisioni. Osserva bene il comportamento degli “attori”, attentatore ferito, soldati che si avvicinano, ambulanze pronte e via……

          • cir

            no ,intendo dire che non riesco a trovare il filmato, dammi qualche spunto in piu’

          • Antonello

            Cerca su youtube, “Palestinian” suicide bomber attacking Israeli policemen with a knife [HQ] – 2nd angle , oppure c e’ un articolo su Rischio calcolato.

  • silver

    Il Cristianesimo inventato da San Paolo basandosi su dicerie fasulle relative a un certo Cristo vissuto molti anni prima di lui e giustiziato quale sovversivo e sobillatore e ribelle alle autorità giudaiche e imperiali a detta di Giuseppe Flavio, è una cretinata di religione senza significato alcuno non tanto meglio dell’Islam pure una religione inventata da un pedofilo assassino detto Maomatto. La differenza tra le due religioni è che la seconda è più agguerrita e metterà la prima sempre più sulla difensiva fino a farla sparire e a fagocitarla.

    • cir

      ti rendiconto che parli a vanvera ??? sai che e’ un brutto segno premonitore ?
      parlane con un bravo medico..

    • Zeneize

      Povero Tavernello…

  • beppe casciano

    Potevate farlo prima, giornalai da strapazzo, i maggiori produttori di fake-news al mondo, servi del sionismo americano… annate a morì ammazzati

  • thalia

    No nessuno vale meno dell’altro, ma pensare a noi giacché il governo non lo fa, ha una immagine vaga delle sofferenze del suo popolo, non farebbe male.