Putin

Putin, la guerra giusta e la rinascita cristiana

Il 30 settembre scorso Vladimir Putin iniziava i bombardamenti contro le postazioni jihadiste in Siria. Qualche giorno dopo, il patriarca ortodosso Kirill affermava: “La Federazione russa ha preso una decisione responsabile sull’uso delle forze armate per proteggere il popolo siriano dagli abusi dei terroristi”. Il portavoce del patriarcato di Mosca, Vsevolod Chaplin, si spingeva ancora più in là – “È impossibile da giustificare, perciò la lotta contro il terrorismo è una lotta morale, se volete, una lotta sacra” – mentre il gran Muftì di Russia, Talgat Tadzhuddin, dimostrava il suo “deciso supporto per il rispettabile presidente Putin”.

Attraverso le operazioni militari in Siria Putin diventava – volente o nolente – il protettore dei cristiani in Medio Oriente, tanto da spingere il vescovo della Chiesa Siriaca Ortodossa di Antiochia, Boulos Safar, a dire: “Con l’avvio dei raid russi il fronte di guerra si è sicuramente allontanato di molto, facendo diminuire così i pericoli per la popolazione. La gente si sente più sicura. Hanno più fiducia nei russi che negli americani perché hanno visto un vero cambiamento”.

Putin e la rinascita cristiana in Russia

Alla fine degli anni ’80 la Chiesa ortodossa russa viveva uno dei suoi periodi più difficili. I fedeli, dopo oltre ottant’anni di comunismo, erano ridotti all’osso: solo il 17% della popolazione si dichiarava ortodosso. Gli atei, invece, erano il 75%. Questi dati, nel corso di questi ultimi quindici anni, si sono invertiti: la maggioranza dei russi – circa il 68% – si dichiara ortodossa mentre gli atei sono solo il 19%.

A cosa è dovuto questo “ribaltamento”? Innanzitutto a una legge approvata nel 1997 da Boris Eltsin che concede alla religione ortodossa un ruolo speciale nella storia e nella cultura russa, e poi all’azione di recupero della tradizione religiosa da parte di Putin. Il leader del Cremlino ha più volte ricordato del suo battesimo segreto e della sua conversione nel 1993, quando un incendio rischiò di portargli via la moglie.

A partire da quel momento Putin si è avvicinato al cristianesimo: cerca, come spiega bene Alessio Mulas in Rinascita di un impero. La Russia di Vladimir Putin, di riflettere nella sua politica il suo credo, in particolare nella difesa della famiglia tradizionale. Storiche sono le parole pronunciate dal leader russo il 19 settembre 2013 al Valdai Club: “[Molti paesi occidentali] portano avanti una politica che equipara una famiglia con tanti figli ai legami omosessuali, la fede in Dio a quella in Satana. […] Sono convinto che tutto ciò porti a un sentiero di degrado e primitivismo, sfociando in una profonda crisi demografica e morale”.

La “guerra giusta” dello zar

Ma torniamo ai giorni nostri. Sono passati più di tre mesi dall’inizio dei bombardamenti russi in Siria e la “santa alleanza” tra Kirill e Putin si è fatta ancora più forte. Proprio nel giorno più importante per gli ortodossi, quello di Natale, il patriarca ortodosso, come riporta Il Foglio, “ha parlato di ‘guerra giusta’, definendo le mosse del Cremlino una ‘difesa per la madrepatria’, dal momento che Damasco ‘è solo apparentemente lontana’”. Guerra giusta. Non santa. E il motivo è semplice: quella di Putin non è una battaglia religiosa tra cristiani e musulmani e nemmeno uno scontro di civiltà così come era stato ipotizzato da Samuel Phillips Huntington. È semplicemente una guerra politica. Giusta o sbagliata, ma solo una guerra politica combattuta per la sicurezza della Russia.

  • Fabio Giovanzana

    Un vero “ateo”,non mortifica la sua cultura,le sue tradizioni(pur basate su una religione),in difesa di un’altra religione,che alimenta un’altra cultura,oltretutto e obbiettivamente vista ancora più arretrata,dell’altra!!(e un “ateo” questo lo capisce bene…)..La “atea” Russia,ha riscoperto la religione (Ortodossa),perchè non si è allontanata dalla “Ragione” e dalla “naturalità”.La visione Cristiana di “Dio”,ERA basata su “Giustizia e Ragione”,mentre quella Musulmana,dopo una feroce lotta,nel XII
    secolo,si cristallizzò su “Volontà e Potere”….
    In sintesi,per i musulmani,la Ragione è INCAPACE DI RAGGIUNGERE LA CONOSCENZA,ma se pure lo fosse,non c’è nulla da conoscere,perchè la realtà è incononoscibile….
    Il mondo “Cristiano” “OCCIDENTALE”(che poteva servire da guida,su questo cammino),ha progressivamente deviato dai suoi principi,sostituendo “Giustizia e Ragione”,con una
    palude amorale,dove questi principi,sono stati affogati.Per cui,una “religione” ha affogato “Giustizia e Ragione” oltre otto secoli fa,e dovrebbe “ripescarli”,ridando loro
    la vita(operazione quasi impossibile),l’altra li ha appena affogati….

    • Emilia2

      Il mondo “Occidentale”(cioe’ soprattutto americano) non e’ piu’ cristiano. E che attualmente la Russia sia dalla parte della giustizia e’ evidente. Perche’ non solo secondo il patriarca Cirillo, ma anche gia’ per S.Agostino la guerra giusta era quella fatta in difesa del proprio Paese (o dei suoi alleati, come in Siria). Speriamo quindi che Dio protegga la Russia. PS. La religione ortodossa non era stata del tutto abbandonata neppure in epoca sovietica.

      • Fabio Giovanzana

        Certo,l'”america”,da “grande albergo” che è,ha esportato questa idea “commerciale”,anche in europa,dove sta attecchendo bene(purtroppo)!

      • Antonio Fasano

        Ancor meno era stato abbandonato l’Islam! Che nemmeno Peppino Baffone era riuscito a debellare!

        • Emilia2

          Certo, ma l’Islam (religione di autoctoni di certe regioni dell’URSS o della F.R., non di immigrati) era tenuto sotto controllo e interpretato in modo molto moderato, come probabilmente avrebbe continuato ad essere se gli inviati dell’Arabia e gli agenti della CIA non avessero seminato e supportato l’estremismo nel Caucaso e in altre zone.

      • Ivan Night Terrible

        And we in Russia are atheists too – even more than americans.

        You have forgotten that Russia is World leader in the Space industry. Conquest of Space is incompatible with any religion.
        Gagarin said “I was in Space but saw no any God”.

        • Emilia2

          Lei personalmente e’ libero di essere ateo, come io sono libera di pregare Dio. I viaggi spaziali non so se sono utili, ma non c’entrano con la religione (Gagarin, ai suoi tempi, ufficialmente doveva dire cosi’)

          • Alessandro Riccardo Maria Sora

            :) Gagarin non disse quella frase, era la propaganda antireligiosa. Con vari riferimenti, su Wikipedia: “a figura di Gagarin venne ampiamente utilizzata dalla propaganda sovietica non solo per affermare la supremazia dell’URSS nella corsa allo spazio ma anche in favore dell’ateismo di Stato. A Gagarin è stata infatti attribuita da alcune fonti la celebre frase “Non vedo nessun Dio quassù”.[8] L’attribuzione della frase in realtà è controversa, non esiste alcuna registrazione delle comunicazioni che la riporti[9] e potrebbe essere stata frutto della propaganda antireligiosa sovietica.[10][11]

            In un’intervista rilasciata all’agenzia Interfax nel 2006[12] l’amico e collega di Gagarin, il colonnello Valentin Vasil’evich Petrov, docente presso l’accademia aeronautica militare intitolata allo stesso Gagarin, ha affermato che Jurij era battezzato nella chiesa ortodossa e credente[13] e che ebbe varie testimonianze dirette di questa sua sensibilità verso il divino. Il colonnello è convinto che fu in realtà Nikita Krushchev a coniare la famosa frase sull’assenza di Dio nello spazio; Petrov ricorda che il Primo segretario del PCUS in una sessione plenaria del Comitato Centrale che affrontava la questione della propaganda antireligiosa dichiarò: “Perché state aggrappati a Dio? Gagarin ha volato nello spazio e non ha visto Dio”.[12][14] Il cosmonauta Aleksej Archipovič Leonov (il primo uomo a lasciare la sua capsula spaziale per rimanere sospeso nello spazio), compagno e amico di Gagarin, intervistato dalla rivista Foma (n. 4 del 2006)[15] ha riferito che Gagarin poco prima del suo volo volle battezzare la figlia Yelena e ha descritto come la famiglia Gagarin, malgrado i divieti, celebrasse ogni anno il Natale e la Pasqua, oltre a possedere in casa icone e immagini religiose proibite nella Russia sovietica.”

          • Ivan Night Terrible

            “…possedere in casa icone e immagini religiose proibite nella Russia sovietica.”

            That’s right – but about “ban religion in the Soviet Union” it’s usual blatant west lie.
            Like the tube with any powder on the podium of the United Nations.
            In the Soviet Union has always been “freedom of conscience” and religion of course was no banned.
            “Freedom of conscience” (Freedom of religion) – it’s not from any “Petrov also said”. It has been described in the Soviet constitution.

          • Emilia2

            La lotta antireligiosa fu piu’ forte nei primi decenni dopo la Rivoluzione d’Ottobre, poi, soprattutto dopo la Guerra Mondiale, le proibizioni vennero molto annacquate. C’era una certa propaganda atea, ma la religione cristiana evidentemente sopravvisse (mentre probabilmente non sopravvivera’ nell’Europa sotto il prossimo dominio islamico, contro il quale la NATO non fa nulla, anzi forse lo favorisce)

        • Alessandro Riccardo Maria Sora

          :) Gagarin never said that, it was anti-religious propaganda which said that. With several references, on Wikipedia: “Some sources have claimed that Gagarin commented during the flight, “I don’t see any God up here.” However, no such words appear in the verbatim record of his conversations with Earth-based stations during the spaceflight.[23]In a 2006 interview, Gagarin’s friend Colonel Valentin Petrov stated that the cosmonaut never said such words, and that the quote originated from Nikita Khrushchev’s speech at the plenum of the Central Committee of the CPSUabout the state’s anti-religion campaign, saying “Gagarin flew into space, but didn’t see any god there.”[24] Petrov also said that Gagarin had been baptised into the Orthodox Church as a child, and a 2011 Foma magazine article quoted the rector of the Orthodox church in Star City saying, “Gagarin baptized his elder daughter Yelena shortly before his space flight; and his family used to celebrate Christmas and Easter and keep icons in the house.”[25]”

          • Ivan Night Terrible

            Buddy, baptism usual formality in Russian families.
            Perhaps it is a cultural moment. Many times I was at the baptism ceremony and the child never understand anything.Lenin was baptized as a child, Stalin was baptized as a child + Khrushchev, Brezhnev too. And all they were 100% atheists.

    • Antonio Fasano

      Sarà ma a Mosca c’è un bel MEZZO MILIONE di Musulmani. E lo stesso Putin ha partecipato recentemente all’inaugurazione della Moschea-Cattedrale in quella città. E lo sapevi che tra il 10 e il 15% della popolazione russa è Musulmana?

      • Fabio Giovanzana

        Nella maggioranza delle regioni della Russia,saprà anche, che i musulmani sono “tollerati”(non “accolti” a braccia aperte…),volano basso,guardati con sospetto,e a volte nascondono accuratamente il fatto di esserlo.Il proselitismo,non è ammesso,e molti tentano di farsi una vita,lontana dai “precetti” musulmani….Come nella “cattolica” Italia!

  • MSG-90

    Altro articolo di servile lecchinaggio per il criminale putler… Ma cosa importa che la realtá dei fatti venga sistematicamente rivoltata, ad uso e consumo di un politico italiano? Nulla…

    La chiesa ortodossa russa, DA SEMPRE É STATA COMPLICE DI TUTTI I PIÚ EFFERATI CRIMINI ZARISTI PRIMA, SOVIETICI E RUSSI DOPO!

    Non per niente quel criminale di stalin – CON L’ASSENSO DELLA CHIESA ORTODOSSA TUTTA – fece “volare” l’icona di Kazan sui cieli di Leningrado, Stalingrado e Mosca nel ’41! E che dire delle stragi zariste che trucidarono decine di milioni di persone?

    Sempre con l’appoggio della “chiesa” ortodossa, ovviamente!

    Ogni guerra fatta partita dal territorio russo, per la marcia chiesa ortodossa russa, é santa… Non per niente la chiesa ortodossa russa, é totalmente isolata da tutte le altre chiese ortodosse europee: proprio a causa della sua servile sottomissione al governo russo che ne detta vita, morte e miracoli.

    Ora l’articolo dice che i russi siano tornati “cristiani”… O semplicemente decide il cremlino chi é cristiano, e chi no!

    • Фома Моисеенко

      geloso cagna

      • MSG-90

        Cagna ci sará quella vacca di tua madre!

    • Фома Моисеенко

      maiale Otto-Volante, devi friggere

      • MSG-90

        maiala ci sará quella tr… che ti ha cagato, anziché partorito…

    • Andre

      Lei è solamente un invasato accecato dall’odio che non è capace di vedere il mondo intorno a lei che muta ed evolve. I suoi commenti la rendono ridicolo.

      • Gian Luca

        Caro Andre,non sprechi il suo prezioso tempo.E’ il solito russofobo di periferia conosciuto anche come Otto-volante.Peccato per loro, la russia esisterà ancora per un’eternità,che a loro piaccia oppure no. .

      • MSG-90

        Si è sempre la “solita” evoluzione filo-nazista, che stavolta prende la forma del post-comunismo di putler!!!

        Ma andate a studiare la storia, anzichè parlare di cose che non sapete neanche come sono scritte!

  • Antonio Fasano

    Dopo i lavori l’edificio è aumentato di 20 volte. Ora l’area della moschea è di oltre 19mila metri quadrati, capaci di accogliere contemporaneamente 10mila fedeli per le preghiere. L’edificio di 6 piani è dotato di 7 ascensori e di tutti i servizi necessari per i fedeli, oltre ad impianti per i disabili. In alcune sale sono stati posti grandi schermi che trasmetteranno ciò che accade nella parte centrale della moschea. L’altezza della cupola principale è di 46 metri con un diametro di 27 metri. NON MI SEMBRA PROPRIO COSA DA POCO nella capitale di un paese difensore del cristianesimo e nemico dell’Islam!

    • Emilia2

      Infatti la Russia non e’ nemica dell’Islam, almeno degli islamici veramente moderati e che accettano l’autorita’ dello Stato russo. Poi purtroppo in certe regioni tipo Cecenia o Inguscezia gli imam lealisti verso la Stato vengono abbastanza spesso ammazzati dagli estremisti aizzati dall’Arabia Saudita (alleata degli USA). PS. Io preferirei che anche nella Federazione Russa i musulmani fossero meno numerosi, ma sono li’ da secoli, e allora che cosa facciamo? Adottiamo la soluzione finale usata dagli Americani per i Pellerossa?

  • Ivan Night Terrible

    Putin’s war in no way related with Christianity.
    1. The majority of Russian are atheists. In the army, many pro-Soviet officers – all of them are atheists, too. The symbol of the Russian army is “Red star”.
    2. Syrian alawites, anti-Daesh Sunni, Kurds + Shiites are muslims. They real fight against terrorism.
    2. The majority of Russian Muslims support Putin and support this fight against terrorism.

    • Emilia2

      Stalin era almeno piu’ serio degli attuali capi occidentali.

  • http://dolina-imeniy.ru/ Сергей

    La Russia ha sempre, per molti secoli cristiani e musulmani vivono insieme. Veri
    musulmani con rispetto per la Russia – dal momento che non seguiamo
    loro e quando trattati con rispetto per la loro fede – e sempre sarà. Ceceni anche capito – e ora i nostri migliori ceceni di guerra sono pronti a difendere le loro vite Russia. Ramzan Kadyrov (capo della Cecenia) chiede Putin per inviare ceceni (come sono i sunniti) in Siria per uccidere i terroristi.

    Inoltre Islamica – una parte importante della Russia. Proprio come il buddismo e l’ebraismo – si sa che la Russia ha una regione autonoma ebraica?

    Ma tutti i credenti a capire che la Russia (Stato laico) per proteggere le loro moschee, sinagoghe e chiese.

    Russia in Siria difende gli interessi di tutti – cristiani, musulmani, ebrei, buddisti, ecc

    Mi scuso per la scarsa conoscenza della lingua italiana. Ciao dalla Siberia!

    В России всегда, на протяжении многих веков Христиане и Мусульмане живут вместе. Истинные мусульмане с уважением относятся к России – так как мы не при следуем их и относимся с уважением к их вере – и так будет всегда. Чеченцы так же это поняли – и теперь чеченцы наши лучшие войны готовые своей жизнью защищать Россию. Рамзан Кадыров (глава Чечни) просит Путина отправить чеченцев (они кстати сунниты) в Сирию для уничтожения террористов.

    Более того ислам – важная составляющая России. Так же как буддизм и иудаизм – вы знаете что в России есть еврейская автономная область?

    Но все верующие понимают, что Россия (светское государство) защищает их мечети, синагоги и церкви.

    Россия в Сирии защищает интересы всех – христиан, мусульман, иудеев, буддистов и т.д.

    Прошу прощения за плохое знание итальянского языка. Всем привет из Сибири!

    • Matteo Carnieletto

      Carissimo: hai proprio c’entrato il punto!

    • forbot

      Gentile Cepren, Ho letto con piacere il tuo scritto e si capisce molto bene. Magari sapessi scrivere in russo come tu hai scritto in italiano. Complimenti. Per quanto riguarda il Presidente Putin, sono convinto che sia Uomo di buoni e sani principi e inoltre amante del proprio Paese che governa con saggezza. Piuttosto, che scherzi sono quelli di mandarci dalla Siberia questo freddo cane? Noi siamo piuttosto per le giornate solari, ma sapendo adesso che viene dal tuo Paese l’ho accettiamo ben volentieri, pensando magari ad una ventata che ti abbia sfiorato e arrivi fino a noi per salutarci in allegria e sentirci amici. Auguri per il nuovo Anno. Ciao forbot

      • http://dolina-imeniy.ru/ Сергей

        Caro Forbot. Grazie per i vostri commenti! Non c’è freddo in Siberia, Altai è più precisa – oggi semplicemente -25 gradi Celsius. Il sole splende. Al battesimo (la notte del 18 al 19 gennaio) che tradizionalmente immersi nel fiume – è stato divertente, molto bene alla salute e l’anima.

        Anche noi amiamo l’Italia e gli italiani.
        Preghiamo per voi. Dio vi benedica!
        Perdonami per la scarsa conoscenza della lingua italiana.

        Уважаемый FORBOT. Большое спасибо за ваши комментарии! Нет в Сибири не холодно, точнее это Алтай – сегодня всего навсего -25 по цельсию. Светит солнце. На крещении (в ночь с 18го на 19ое января) мы по традиции окунались в реке – было весело, очень полезно для здоровья и души.

        Мы так же любим Италию и итальянцев.
        Мы молимся за вас. Храни вас бог!
        Простите меня, за плохое знание итальянского языка.

        • http://dolina-imeniy.ru/ Сергей

          прилагаю фото

        • forbot

          Caro Cepren, ho letto con piacere il Suo scritto; però la notizia che in Siberia non c’è freddo mi giunge nuova. Comunque non mi lascio tentare e non metto in programma nessun viaggio verso questa terra, certamente bellissima ma per me, molto freddoloso, è sempre stata sinonimo, al solo pensarla, di orsi e freddo polare. Noi siamo sul mare dove al 7 febbraio p.v. c’è il famoso Carnevale di Viareggio. Clima mediterraneo, dove molti Suoi connazionali vengono a svernare e che noi accogliamo sempre con molto piacere e gioia. Grazie per il Vostro amore e benedizioni che ricambiamo di tutto cuore. Scusatemi se non scrivo neanche una parola in russo, anche se vi assicuro che tanti, tanti anni orsono, una mia lettera fu pubblicata dalla Literaturnaia Gazieta. Cordiali saluti . forbot

          Il 20/01/2016 22:47, Disqus ha scritto:

  • Ivan Night Terrible

    Putin’s war in no way related with Christianity.
    1. The majority of Russian are atheists. In the army, many pro-Soviet officers – all of
    them are atheists, too. The symbol of the Russian army is “Red star” – the atheist symbol.
    2. Stalinism is more popular in Russia than the any religiosity theme.