olycom_20160917124706_20642858

Putin alla prova del voto

Oggi, domenica 18 settembre 2016, 110 milioni di russi saranno chiamati a scegliere i 450 deputati che siederanno alla Duma, la camera bassa del parlamento russo, i governatori di nove regioni e i rappresentanti di 39 parlamenti regionali. Anche se, probabilmente, non ci saranno “sorprese” per quanto riguarda il risultato – l’opposizione cosiddetta “non di sistema” è, infatti, tutta relegata sotto la soglia di sbarramento del 5% – per molti analisti queste competizioni elettorali rappresenteranno un vero e proprio test per il Cremlino, in un momento storico particolare e soprattutto in vista delle elezioni presidenziali del 2018. La Russia di Putin, infatti, siede di nuovo al tavolo delle grandi potenze, ma è anche un Paese che in questi anni non ha saputo differenziare la propria economia ed ha per questo dovuto subire le conseguenze del calo del prezzo del petrolio e il successivo deprezzamento del rublo. Sono elezioni che arrivano in un momento in cui la popolarità del presidente russo è ai massimi storici, ma anche dopo sei trimestri di Pil in calo e con i salari e la capacità di spesa delle famiglie che si sono ridotte. E poi c’è la crisi ucraina. Quest’anno, infatti, i deputati della Duma di Stato verranno eletti anche con i voti dei cittadini residenti in Crimea, dove i dati relativi all’affluenza alle urne e il risultato del voto rappresenteranno una cartina tornasole per la politica del Cremlino, nella penisola riannessa alla Russia dopo la rivoluzione di Euromaidan a Kiev.

LEGGI ANCHE
Hillary Clinton accusa l'Fbi e Putin

Parola d’ordine: “trasparenza”

Dopo le ultime legislative, segnate dall’ondata di dissenso per le presunte manipolazioni e i brogli, che portò alle massicce proteste di piazza del 2011, è stata varata una legge elettorale più flessibile. Dal 2015, infatti, è in vigore la nuova legge che introduce un sistema misto, con metà dei seggi assegnati con il metodo proporzionale, e metà con metodo maggioritario in collegi uninominali. La legge, che mira, attraverso l’introduzione del maggioritario, a creare legami più stretti tra le élites regionali e il potere centrale, secondo alcuni commentatori, avvantaggerebbe il principale partito del Paese, Russia Unita, e gli altri partiti dell’opposizione cosiddetta “di sistema”. Tuttavia, la nomina di Ella Pamfilova, figura rispettata ed apprezzata anche dalle opposizioni e già presidente della commissione Diritti Umani del Cremlino, a capo della Commissione elettorale, è considerata da molti come un segnale positivo riguardo la garanzia di legittimità del voto.

LEGGI ANCHE
L'arte contro Putin e Trump

I partiti in campo

Nonostante le accuse di corruzione, sia in politica, sia in economia, e di scarsa trasparenza rivolte ai vertici di Russia Unita dall’opposizione, il partito di governo guidato dal premier russo Dmitrj Medvedev, ha perso popolarità ma rimane davanti a tutti con il 41,6% delle preferenze, che nel 2011 erano il 49,32%. Dietro il partito fondato da Putin ci sono i partiti dell’opposizione di sistema. Secondo gli ultimi sondaggi, il Partito Liberaldemocratico (Ldpr) potrebbe diventare il secondo partito con il 12,6% e superare il Partito Comunista (Kprf), al 7,4%. Al quarto posto si piazzerebbe Russia Giusta (Spravedlivaja Rossija). Fuori dai giochi parlamentari ci sono i partiti dell’opposizione cosiddetta “non sistemica”, che si presenta come sempre molto frammentata e con percentuali al di sotto della soglia di sbarramento del 5%. Tra questi c’è Parnas, il partito fondato da Boris Nemtsov, guidato dall’ex premier Mikhail Kasyanov, e Yabloko, partito talmente filo-occidentale da aver denunciato “l’annessione della Crimea”. Fondato da Grigori Yavlinski, da solo rappresenta la quarta forza politica per investimenti nella campagna elettorale, pur non riuscendo a raggiungere percentuali significative. A dominare la campagna elettorale ci sono stati temi come quello dello scontento per lo stato attuale dell’economia russa, il desiderio di accrescere l’importanza del Paese a livello globale, la lotta alla corruzione e il miglioramento del benessere dei cittadini.

Il nodo della Crimea

Per la prima volta dal referendum del 2014 sull’autodeterminazione della penisola sul Mar Nero, per le elezioni parlamentari russe si voterà anche in Crimea. Un fatto questo, che ha suscitato la reazione del governo di Kiev, che aveva intimato a Mosca di evitare di svolgere le elezioni per la Duma in territorio “ucraino”. “La Russia non ha intenzione di discutere di processi elettorali sul suo territorio con nessun altro paese”, è stata la riposta del portavoce del Cremlino, Dmitrj Peskov, al presidente ucraino, Petro Poroshenko. Proteste per lo svolgimento delle elezioni russe in Crimea, sono arrivate sabato anche dal Dipartimento di Stato americano, che ha definito la penisola un “territorio sotto occupazione russa”. Le elezioni però ci saranno e il risultato che emergerà dalle urne a Sinferopoli sarà estremamente importante per testare il gradimento sulla politica di Putin e rappresenterà, inoltre, la cartina tornasole di questi due anni di Crimea russa, segnati da alti e bassi, con l’orgoglio patriottico che deve resistere ai colpi delle sanzioni e del blocco economico. L’isolamento internazionale seguito alla crisi ucraina e all’annessione della Crimea ha inoltre rinsaldato “ideologicamente” i quattro principali partiti e li ha stretti attorno alla figura del presidente russo. Mantenere questo consenso sarà fondamentale in vista delle presidenziali del 2018.

Obiettivo 2018

Le elezioni di domenica rappresentano anche un importante test di gradimento per il presidente russo Putin, verso le presidenziali del 2018.

banner_occhi_cristiani

L’attuale capo del Cremlino si sta già preparando, infatti, allo scontro elettorale più importante. Come si stanno preparando anche le opposizioni. Il magnate russo Mikhail Khodorkovskij, da Londra, ha lanciato tramite il suo movimento Open Russia, la selezione di un candidato alternativo all’attuale presidente Vladimir Putin per le prossime presidenziali. Un’iniziativa che coinvolge personalità straniere e che è già stata criticata dal Cremlino. Un’inziativa che rinnova, infatti, a Mosca l’incubo delle “Rivoluzioni colorate”, orchestrate contro i governi considerati “non-allineati”. Un timore che ha portato, negli ultimi mesi, alla costituzione di una Guardia Nazionale incaricata soprattutto di garantire l’ordine costituzionale reprimendo le “manifestazioni non autorizzate” e alla “rottamazione” lanciata da Putin per blindare il potere e creare una nuova classe dirigente di “fedelissimi” al presidente. Negli ultimi mesi, infatti, sono stati molti i cambi al vertice, dove la vecchia guardia è stata rimpiazzata da giovani provenienti perlopiù dagli ambienti dei servizi di sicurezza. Tra questi il caso che ha fatto più scalpore è stato quello della sostituzione di Sergej Ivanov, ex capo dell’amministrazione presidenziale, con Anton Vaino, un ufficiale quarantenne divenuto il nuovo capo dello staff di Putin. Per gli esperti si tratterebbe solo dell’inizio di una nuova strategia di rinnovamento dei quadri dirigenti, che saranno incarnati sempre più da giovani provenienti dagli ambienti dei servizi di sicurezza e delle forze speciali. Sarà loro il compito di mantenere la stabilità in Russia anche dopo il 2018.

  • nik88nk

    La solita farsa…basti pensare che l’ultimo centro statistico indipendente “Levada Center” è stato bollato come “agenzia straniera” per aver diffuso i dati del calo delle preferenze dal 49% al 41% di russia unita. Le elezioni in Russia valgono quanto quelle bielorusse o nord-coreane.

    • mortimermouse

      ahahaha rieccolo, puntuale il patetico che cerca di farci credere che le loro posizioni sono genuine, pure, caste, come se biancaneve fosse la principessa e la strega grimilde è la russia. patetico, lasci perdere la russia : è un consiglio che TUTTI i russi vi darebbero…. :)

      • nik88nk

        Non sai di cosa parli, sono russo, ho la doppia cittadinanza, ed ho a cuore la Russia più di ogni altro fascistello esaltato che milita su questo “giornale”. La Russia non è Putin.

        • agosvac

          Ma se lei è russo, cosa vorrebbe? Una Russia che rinunciasse alla sua sovranità a favore di un’America estremamente invadente??? Di grazia, se lei è russo, cosa vorrebbe che facesse il suo ipotetico Presidente della Russia? Calare le corna di fronte alla Nato ??? Non fare accordi con la Cina per evitare di farsi la bua??? Oppure uscirsene dal medio Oriente invece di combattere l’isis che tanti danni potrebbe fare alla madre Patria ??? Se lei è russo, di certo è un russo molto atipico!
          Io non sono russo, sono italiano , eppure darei chissà cosa per avere un Capo di Stato e di Governo come Putin!!!
          Dimenticavo , fascistello esaltato ci sarà lei, noi, in questo Giornale, siamo moderati, non esaltati e neanche fascisti o comunisti!!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La Russia dispone, come gli Usa, di risorse naturali che noi europei non abbiamo. E nemmeno la Cina e l’India. Ergo siamo maggiormente esposti alla decrescita delle risorse naturali tra cui il petrolio su cui poggiamo la nostra vita. Detto altrimenti, abbiamo da cambiare la nostra vita togliendo dalla stessa soprattutto il petrolio. E ciò significa quella realtà che i fanatici nostrani raccontano via, soprattutto se anziani e cioè destinati alla scomparsa.

          • nik88nk

            Ma che ne sai te del russo tipico? E’ uno di quel 84%-86% che sostiene Putin? Sarebbe lo stesso italiano tipico dell’era fascista, il tedesco tipico del regime nazista, o lo stesso russo del regime sovietico. Erano i pochi che si opponevano prima ed i pochi che si oppongono ora ad avere ragione. Purtroppo, quelli che ora si oppongono in Russia muoiono o finiscono in galera.

            Non sono io che do del “negro” o della scimmia ad Obama. Non sono io che offendo gli altri come il suo amico mortimer…Non sono io che ho come modello Assad, Putin, Cina, Iran.

            Un esempio è il buon Luca63, “orgoglioso fascista”, il quale “vorrebbe i carri armati per le strade. Ma anche un certo Ausonio, un certo DUX, uno che si fa chiamare do-ut-des…gli esempi sono molti, ti consiglio di leggere con più attenzione i commenti.

          • virgilio

            ascolta rottoinculo Putin e stato eletto piu volte dal suo popolo
            allora cosa rompi il cazzo,mi ricorda il buon Chavez che eletto per ben 14 volte dal popolo i merda come te continuavano a chiamarlo dittatore,io non ho la dopia cittadinanza ma in russia ci vado regolarmente e a me non risulta affatto le castronerie che vomiti tu,per me la russia e il paradiso le tue parole contro le mie

          • virgilio

            “. Purtroppo, quelli che ora si oppongono in Russia muoiono o finiscono in galera”

            le prove troll??

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Esempio abitando Norilsk che è famosa nel mondo per essere una delle città più inquinate del mondo. Oppure negando per una settimana, come ha fatto la Norilsk Nickel (Nornickel), il più grande produttore di nichel del mondo, di avere inquinato il fiume Daldykan facendolo diventare rosso sangue per una perdita da uno dei suoi impianti. Questa è la Russia come prima era l’Unione Sovietica, cioè un paese guidato da persone che, pur di fare soldi, se ne fregano della salute della popolazione.

          • Natalia

            caro virgilio, non può avere alcuna prova – gran “conoscitore” della Russia e dei russi con il sedere appoggiato sul divano in Italia – il solito bla-bla-bla dei troll russofobi della premiata ditta “carlo &Co”

          • agosvac

            “lei” mi ha mai visto dare del “negro” o della “scimmia” ad obama? Per me è una nullità solo politicamente e non per il colore della sua pelle! Mi sembra che se c’è un fascista sia proprio lei!!! Comunque, se lei è realmente russo, faccia opposizione a Putin in russia invece di scrivere idiozie su questo Giornale.

          • nik88nk

            Ripeto: si rilegga con più attenzione i commenti dei suoi amici.

          • Andronikos

            macché russo questo qua è un troll nostrano.

          • nik88nk

            Ah sì, c’è anche il buon “virgilio” ad alzare il livello, ed a provare il mio punto.

          • virgilio

            rotto in culo rispondi invece di sfilartela come un codardo che sei,ma non hai argomenti troia

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ci volevi raccontare la storia di Dmitry Zakharchenko, vice capo della Commissione per la sicurezza economica e la lotta alla corruzione del Ministero degli Affari Interni, appena arrestato con l’accusa di aver accettato bustarelle per un valore di 123 milioni di dollari?

          • carlo

            non si stupisca a proposito dei periodici casi di corruzione miliardarie in Russia e di quell’arresto, hanno detto che Putin a proposito di tutta quella faccenda non se ne poteva assolutamente accorgere, dal momento che è sempre in tutt’altre faccende affaccendato essendo molto impegnato con la politica estera, quindi non può seguire sempre tutto …o forse quel tale Zakharchenco non era più per qualche motivo nelle grazie del Presidente ?

          • virgilio

            coglionazzo perche non ci parli piutosto delle corruzioni migliardarie del pentagono gia che sei ben informato troll di merda

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quando uno tiene in casa una tonnellata di banconote è il sistema. Sistema che sa l’astinenza da alcol (e altre droghe) essere non solo la distrazione ma il motivo per cui uno non fa domande. Accetti tutto ciò che ti evita i dolori, anzi reputi essere tuo amico chi, per evitarti la sofferenza, ti passa l’alcol quotidiano.

          • carlo

            la cosa più fastidiosa riguardo molti frequentatori dei vari blog è quello di ostinarsi a voler negare sempre e comunque anche l’evidenza, o di non avere nemmeno un ben che minimo senso critico riguardo ad essi, a volte quegli stessi problemi sono riconosciuti persino da coloro che sono loro stessi ad essere chiamati in causa …
            se si afferma che la Russia è uno dei paesi più corrotti al mondo quasi, a livelli Africani, il problema c’è, è grave, ed esiste, lo riconoscono gli stessi chiamati in causa, che cosa serve negarlo ?
            se io leggo quello che scrive una importante giornalista Russa come Nataliya Vasilyeva, che mi scrive riguardo la Russia: che la corruzione istituzionalizzata fa salire i prezzi, che a Mosca non puoi costruire un palazzo se prima non versi una sostanziosa tangente al burocrate di turno, e che quindi quel tale palazzo costerà alla fine un 15% in più …
            se mi dice che ai tempi dell’Unione sovietica una bottiglia di Vodka data a un certo funzionario faceva la differenza…
            e che oggigiorno persino un camionista che percorre un tratto di strada deve a ogni frequente controllo della polizia dare del denaro, e se trasporta generi alimentari deve lasciare un corrispettivo in prodotti trasportati,
            paghi tangenti per essere seppellito, per saltare un posto se devi essere operato, per evitare una multa, chiunque vive a Mosca non riceve i servizi a cui avrebbe diritto in quanto una buona parte viene mangiato perché il governo deve pagare di più i beni e i servizi a causa della corruzione e tangenti …
            e stiamo parlando di cose spicciole se vogliamo, senza dire della corruzione agli altissimi livelli governativi !
            e allora quelli di cui sopra vengano a fare la morale in tutte le occasioni, e mi descrivono un paese che non esiste in quei termini che pretendono di reclamizzare, un paese da prendere come esempio, essi compiono soltanto una sorta di apologia dell’inesistente, e quindi quale esempio prendere da quel contesto ? nulla ! assolutamente il nulla !

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I danni in Russia non si contano più, e come tali sono il lavoro duro per rimuoverli, ed è proprio questo lavoro che i filorussi non vogliono compiere. Per cui negarli, i detti danni, è il migliore modo per non svolgere il detto lavoro duro. Ovvio quindi il consenso che raccolgono tra coloro che come loro non vogliono lavorare.

          • carlo

            è sempre e soltanto la storia che si ripete all’infinito di generazione in generazione, da Stalin a Putin … ieri l’altro i loro nonni … oggi i nipotini … ma la sostanza non cambia, devono comunque sempre avere un modello su qui sognare, e illudersi, e sperare … ma la cosa più l’importante per loro è sempre e comunque denigrare e criticare il modello stesso in cui essi stessi vivono, e mangiano … e bevono …

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Nell’Est Europa il comunismo ha generato, sulla base di sostanze che alterano la mente, l’apatia di massa, l’indifferenza rispetto al circostante umano e alla natura. Solo una disintossicazione di massa può dare una svolta. Ma serve anche qui da noi e in tutti quei paesi toccati dallo stesso problema e soprattutto in Cina e India dove il menefreghismo raggiunto supera quello del restante mondo umano.

          • carlo

            quello che lei descrive e ci prospetta è solo uno dei tanti motivi per cui assistiamo a certi fenomeni in quelle aree e in particolare nell’area Russofona,
            leggendo da una tesi che non si può non condividere a cura dello storico Russo
            Roy Medvedev, che in una sua analisi scriveva, che il regime di Stalin attuò una sorta di “selezione alla rovescia” nel senso che, riassumendo brevemente,
            la parte della società più umana e intelligente veniva setacciata quando non eliminata, mentre rimanevano a galla i peggiori e i più ignoranti.
            d’altro canto anche un antropologo Russo tale professor Akifiev sosteneva a questo proposito che questo stato di cose avrebbe avuto ripercussioni riguardante diverse generazioni future … quindi sommando il tutto, dall’alcol, passando alle devastanti droghe di oggi, abbiamo quella che dovrebbe essere in parte una spiegazione della situazione attuale.
            volendo posso essere più preciso potendo citare il testo da cui ho tratto quanto sopra, da precisare che lo storico Medvedev è, o è stato un convinto sostenitore di Vladimir Putin, quindi è al di la del minimo sospetto …

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tutto sommato vediamo il prepotente che si impone, con la forza o l’inganno, rispetto al circostante. Però è innegabile che la tossicodipendenza ha bisogno del rifornimento costante, e che quindi come tale appoggia coloro che la permettono, che non la interrompono. E diviene il problema centrale, cioè pone in secondo piano qualsiasi altro. Ho visto parecchi documentari in cui alcolisti raccontano la loro quotidianità fatta della preoccupazione di assicurarsi la dose e anche non apertamente. Uno aveva sotto il sedile dell’auto una bottiglia di vodka solo per ovviare eventuali ingorghi stradali. Cioè dal lavoro a casa aveva un tratto stradale che poteva vanificare il rifornimento calcolato. Dal suo racconto, e tanti altri simili, ho capito che ci sono tantissimi alcolisti che, più volte al giorno, scompaiono, anche solo per brevi attimi, per rifornirsi. E dette loro manovre, e milioni di piccole assenze quotidiane in un solo paese, cambiano l’andamento della società in cui vivono. Manovre che mantengono segrete per tanti anni se non per tutta la loro vita.

          • Kipelov

            Se Nik88nk è russo,allora io sono Putin,tanto per restare in tema.Lui di Russia capisce tanto quanto Razzi di astrofisica.Il classico figlio di papà che non sa,ma a cui piace parlare di argomenti su cui non ha alcuna competenza.Lo stile è sempre quello di Otto,l’unica differenza è che per non farsi riconoscere non usa tanto il maiuscolo,ma i link che posta sono sempre quelli.

        • virgilio

          ascolta troll a chi pensi di fare berre queste tue cagate?
          cosa aspetti a prendere la citadinanza americana e di andare affanculo dai tuoi amici mangia merda!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tu forse abiti attorno al Lago d’Aral, che in 40 anni, dopo l’intervento dei geni che osanni fino allo svenimento, si è ridotto al 10% della sua dimensione originaria, alterando completamente l’ecosistema e l’economia locale che erano alla base della vita degli abitanti?

        • Natalia

          Confermo quello che ti ha scritto mortimermouse – lasci stare la Russia – tu che hai la doppia cittadinanza, anche se sei russo, lo sei solo a metà (e non mi riferisco al sangue)… e giudichi quello che succede in Russia stando in Italia e navigando in rete…. Io sono russa con la cittadinanza unica – russa – e vivoin Russia e ti posso dire che in questo frangente storico LA RUSSIA è PUTIN…e come me pensano più del 80% dei russi…..

          • nik88nk

            Confermo ciò che ho scritto in un post seguente: l’80% delle preferenze lo avevano anche Hitler, Mussolini, Stalin, Saddam…oppure oggi Lukashenko, Kim Jon Un…e Putin. Dimmi un po’, come si chiama la forma statale dove la Nazione ed il leader sono la stessa cosa? Che differenza c’è con Hitler e Mussolini?

            La Russia ha già dovuto pagare il conto dell’Unione Sovietica e prima o poi dovrà pagare anche il conto che presenterà il governo di Putin. Se ancora non è chiaro il perchè le dittature non facciano gli interessi del popolo, non è una lezione di storia che possa dare io.

            p.s: vedo che vi intendete con virgilio, evidentemente è l’esempio del tipico sostenitore di Putin. Buono a sapersi

          • Natalia

            Si, certamente posso – si chiama “UNITA’ nazionale” e si sa che “l’Unione fa forza” e “el pueblo unido jamàs serà vencido” – noi russi siamo un popolo “collettivista” (a differenza degli italiani ma anche di tutti gli occidentali – senza alcun giudizio su cosa è meglio e cosa è peggio – che sono popoli “individualisti”) e quindi per noi russi l’unità è una delle cose più importanti, se non la PIU’ importante, soprattutto se si parla dell’unità tra la nostra Nazione e il suo Leader….
            La Russia per secoli ha pagato e dovrà SEMPRE pagare il suo conto per poter rimanere un paese SOVRANO e conservare la propria AUTENTICITA’…cio che non si può dire, ahìme, né dell’Italia, né di nessun altro paese occidentale….
            La differenza tra Stalin-Punti e Hitler-Mussolini è chiara e indiscutibile – Stalin fece allora e Putin sta facendo ora tutto per il bene del paese e anche di più per SALVARE la Russia da chi la voleva e vuole annientare e cancellare dalla faccia della terra mentre Hitler e Mussolini erano sacrificarono i propri paesi e popoli per le stupide ambizioni da megalomani, non avendo guadagnato niente tranne perenne l’INFAMIA e perdendo per sempre la sovranità delle proprie nazioni – non puoi negare che dopo la WW II le sorti dell’Europa Occidentale si decidono oltreoceano negli USA…..
            E “last but not least” – ebbene sì, mi intendo con virgilio, anche se non sempre condivido la forma ma in compenso SEMPRE la sostanza :)))) e con Luca63 e con mortimermouse e con amico Kipelov…..in quanto scrivono cose intelligenti e ben pensate….e non “vomiti” provocati dalla russofobia acuta ;)))……
            P.S. Ieri abbiamo votato – il partito di Putin “Russia Unita” ha preso il 54, 28% (dato non definitivo) mentre quelli che sostenevano come te che la Russia non è Putin, hanno guadagnato appena 0,8% :))) (gli imbecilli del “Parnas” sovvenzionati dagli Usa e Soros in persona) e quindi la mia affermazione è supportata dalle prove recenti e mentre la tua da che cosa è supportata???? dal divano e tastiera ;)))..

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … Stalin fece allora e Putin sta facendo ora tutto per il bene del paese … ecco la frase che ci mancava, per cui ovvia la presa di posizione non solo tua ma di tanti altri qui. Putin quindi come Stalin il buon padre di famiglia, tuttavia il primo, non come il secondo, sta (o sembra stare) lontano dall’alcol che ha generato il menefreghismo russo rispetto alla vita e tutto quanto la permette.

          • nik88nk

            Quindi Stalin = Putin! Grazie, non serve altro. Però spiegalo anche ai tuoi amici che scrivono cose tanto intelligenti.

          • Natalia

            E’ il tuo “quindi”….. non il mio….La mania di troll – non rispondere MAI alle domande e non esibire MAI le prove a supporto delle proprie affermazioni ma sempre cercar di uscire dal discorso facendo le deduzioni idiote…. Stalin e Putin non sono uguali ma tutti e due hanno salvato la Russia dalle grandi disfatte,,,,,,
            Raccontami meglio della sovranità dell’Italia e delle vostre trasparentissime elezioni ;)))))

          • nik88nk

            No cara, sei te che hai fatto il parallelismo su quanto entrambi “tengano” al proprio popolo. Ora riguardati quanti morti russe è costato il regime di Stalin. Vuoi i motivi per i quali quello di Putin è un regime dittatoriale? Ti accontento:

            1) Governa con potere pressochè assoluto dal 2000, anno in cui si è visto rifiutare l’unica proposta di legge dalla Duma. (Estendere i poteri del presidente)

            2) I leader dell’opposizione o finiscono in galera o finiscono uccisi (Nemtzov, Kasparov…)

            3) Perchè gli organi di informazione critici vengono fatti chiudere (vicenews:”Silencing Dissent in Russia: Putin’s Propaganda Machine” – youtube)

            4) Perchè i giornalisti critici finiscono in galera o finiscono uccisi (RainTV, Politkovskaja…). (Free press index posto 148/180)

            5) Perchè il livello di corruzione è lo stesso di quello della Russia degli anni 90 (corruptin perception index, posto 119/167)
            Non per nulla ha garantito l’immunità a Eltsin (primo provvedimento da presidente).

            6) Perchè ha invaso la Georgia (vicenews:”The Russians Are Coming: Georgia’s Creeping Occupation youtube)

            7) Perchè ha invaso Crimea e Donbass (vicenews:”Russian roulette – youtube)

            8) D’accordo o meno, il Governo in Italia viene affidato dal Presidente della Repubblica e votato dalle Camere, come scritto nella Costituzione che ti dovresti leggere. Putin ha cambiato la Costituzione per continuare a stare dove sta.

            9) Il “miracolo” economico russo consiste nell’avere lo stesso prodotto interno lordo italiano con più del doppio della popolazione e grazie al prezzo del petrolio passato dai 30$/barile di media del 2000 ai 100$/barile di media negli anni successivi. Per non parlare del GDP/capita: circa 8000$/anno. (cuontryeconomy – google).
            I numeri sono numeri.

            10) La Russia spende il 15% del budget in difesa per invadere Ucraina e Georgia, mentre nella tua Crimea Medvedev dice che non ci sono i soldi per le pensioni (Medvedev to angry Crimeans: We don’t have money, cheer up! – youtube)

            11) Ah guardati casa sua..(Секретная дача Дмитрия Медведева – youtube)..non male per uno stipendio statale di circa 100.000$/anno. L’avrà presa a sconto.

            ps. Noto con piacere che su questo “giornale” cominciano ad uscire allo scoperto anche gli ammiratori di Stalin!

          • Natalia

            O santo cielo!!! rispondi alla domanda piuttosto che scrivere vecchie idiozie ;)))….
            O chiedi ai tuoi curatori di cambiare il manualetto del “Piccolo troll putinofobo”…E non darmi i tuoi link idioti come prove ;))))) Sono ridicoli (sono tutti fonti russofobi – cos’altro possono scrivere????) quanto l’ultimo film sulle immense “ricchezze” di Putin che ha suscitato soltanto tanta ilarità tra i russi ed è diventato fonte di tantissime battute e MEM…. mentre i suoi creatori speravano di provocare tanta indignazione e rabbia nella nazione (grandi conoscitori della Russia e della mentalità russa, quasi come te ;)))))
            .

          • nik88nk

            Ti lamenti delle prove e poi sono russofobe? Quindi è falso che truppe russe siano in Georgia ed Ucraina? E’ falso che Nemtzov, Politkovskaja, Litvinenko etc siano morti? E falso che Levada Center sia diventato improvvisamente un'”agenzia straniera”? Sono russofobi i dati economici russi? (Che puoi guardare sul sito del ministero delle finanze) E’ falso che il principale export russo sia la vendita di petrolio e che ora sia in recessione proprio per il calo dei prezzi? E’ russofobo Medvedev che dice testualmente: “non ci sono i soldi” (per le pensioni)? Eh?
            A te ed a quel 85% di russi che sostiene Putin fanno ridere le loro ricchezze? Bene, siete proprio il genere di elettorato che sognano.

          • Natalia

            Mi lamento???? Ma dove???? Ho solo dato una gusta caratteristica alle tue scritture :)))))
            Perché non rispondi alla mia domanda? Raccontami della sovranità dell’Italia e della vostra suprema democrazia in assenza delle elezioni….e con la corruzione come andiamo???? :)))) Perché taci?……..Non raccontarmi ciò che io vivo e so meglio di te….e tu leggi seduto sul divano…..
            Ebbene sì, a noi russi ci fanno ridere i tentativi miserabili e cretini di screditare il nostro Presidente e tu continua a credere a chi ti vuole “zombizzare”….e lo fa, come vedo, con un’estrema efficacia. :))….
            E bada bene che i ceceni sono ancor peggio di noi russi – il 95% della Cecenia ieri ha votato il partito di Putin …..:))))))…L’unica cosa su cui tu hai ragiione e che noi siamo un’elettorato che Putin sogna e Putin è il Presidente che sogniamo noi….ma anche qualcuno di voi :)))))

          • nik88nk

            Come ho detto, gli stessi che ammirano Mussolini e Stalin a quanto pare, siete in buona compagnia. I dati sono dati, non c’è interpretazione o ideologia che tenga. Che dire, se non sei in pensione e non hai gli stessi problemi presentati a Medvedev buon per te.
            I ceceni hanno votato per Kadyrov, lo stesso Kadyrov, il cui padre diceva: “uccidete più russi possibile”? Oppure lo stesso Kadyrov che ha fatto sfilare decine di Rolls Royce e Bentley per festeggiare il matrimonio della nipote (quei soldi da chi gli ha presi eh?). Devi esserne molto orgogliosa.

          • Natalia

            ahaha…e tu devi essere molto orgoglioso di avere Matteo Renzi come premier….e la Boldrini come presidente della Camera dei Deputati…..Ottima scelta… Ohi… dimenticavo – non vi è permesso di scegliere….Evviva la democrazia italiana !!!! ;D

          • nik88nk

            Io non ne sono orgoglioso, però a quanto pare a Putin piace: “Gli italiani dovrebbero essere orgogliosi di lui! (Renzi)”…Vediamo, ha ragione? Ha detto una boiata? Mente? (Putin crushes CNN smartass Fareed Zakaria on Donald Trump and US elections – youtube, min 5.00)

          • Natalia

            Sì, sono orgogliosa di avere come Presidente l’unico statista degno di questo nome……..
            e per quando riguarda le tue fonti di informazione …….ahaha….la CNN è un’ottima fonte…. molto veritiera ;D Mi ricordo i commenti di una reporter cretina della CNN all’inaugurazione dei Giochi Olimpici a Sochy – hanno fatto vedere una porzione vuota dei palchi dicendo che i Giochi Olimpici a Mosca sono disertati da tutto il pianeta :) mentre erano posti riservati alle squadre delle varie nazioni che andavano a prenderli dopo aver fatto la solita sfilata…..Cosi funzionano i vs. mass media che raccontano la sola e assoluta verità – continua a seguirli così avrai il cervello completamente lindo e lavato…..;D

          • Natalia

            Caro, quanto poco capisci della Russia e dei russi…. poco….. hai sentito le risate dei russi mentre Putin parlava?… erano russi in quanto non c’era un gap temporale necessario a chi segue la traduzione… Putin ha detto – Matteo ha fatto una bella esibizione (красивое выступление – questa espressione in russo si usa per gli attori, cantanti, ballerini e quelli che salgono sul palcoscenico e parlano….ma non per gli statisti e l’Italia ne può essere orgogliosa (della bella esibizione del suo premier)…cioè dei DISCORSI che fa ma non di quello che fa….

          • nik88nk

            “гордиться таким премьеры” ovvero “orgogliosa di un tale premier”, della sua esibizione lo dice prima. Sei te che avresti bisogno di un ripasso.

          • Natalia

            Uffa…Infatti lo dice prima ecco perché la sua frase “l’Italia può essere orgogliosa di tale premier” si riferisce esclusivamente al fatto che il premier italiano è un “brillante oratore (leggasi “ciarliero” ;D) e ha fatto una bella esibizione e niente di più..ed ecco perché i russi ridono…Che tu sappia “saper brillantemente parlare” non viene considerata una virtù per un politico la cui bravura deve essere dimostrata con fatti reali e non parole…. almeno i russi lo pensano così…..Ma a uno seduto sul divano in Italia è difficile spiegare certe cose soprattutto se è ignorante, sussiegoso e testardo come un mulo….Scelta tua… continua su quella strada…….

          • Kipelov

            Cara Natalia, complimenti per le risposte al caro bambino di cui sopra.Incredibile come un russo con doppia cittadinanza commetta errori così grossolani d’interpretazione sul parlato del NOSTRO amato presidente;-)Il sottoscritto ovviamente sì perchè non parla russo correttamente…ma un russo che si dichiara tale proprio no. Comunque,comodo come sempre criticare,denigrare e mistificare da un paese estero…chissà come mai poi chi ci è stato o ci vive critica anche,ma con cognizione di causa.Del tipo “Ok, qui non va, bisognerebbe cambiare” ma anche “qui invece la cosa funziona”.Invece,sempre e soltanto dipingere tutto come un inferno in terra.D’accordo,come in ogni psoto ci sono molte cose che sono da migliorare o cambiare,ma altrettante che funzionano a meraviglia e che sono migliori rispetto al resto del mondo.A lungo andare ed anche nel breve periodo,l’esagerazione poi non paga.Tutti continuano ad insistere come se fossimo ancora negli anni 50….senza rendersi conto che il tempo passa e che i periodi storici sono diversi.Diventa offensivo paragonare la Russia del 2016 al vecchio soviet

          • virgilio

            rispondi e porta le prove codardo,quello che non ti fa comodo non rispondi verme

          • virgilio

            ascolta coglionazzo il 90% dei russi sostengono Putin tu il tuo
            bullo Renzi al commando dei mangia merda sionisti non hai potuto votarlo,tu hai un dittatore come primo ministro e come capo di stato un altro dittatore perche neanche quello non ti e dato votare,coglione

          • nik88nk
          • virgilio

            anche mia nonna e morta e con quello e Putin che l’ha fatta fuori vero?

            “E’ falso che il principale export russo sia la vendita di petrolio e che ora sia in recessione proprio per il calo dei prezzi”
            e allora con questo?? coglionazzo

            quando il pensionato italiano vivra come vivono i pensionati russi potrai aprire la tua latrina(bocca)

          • Kipelov

            Vedo che ti piacciono i parallelismi facili.Ovviamente,con i soliti media di riferimento:VICE news …capirai.Un giorno forse ti degnerai di spiegare all’utente medio il perchè siano TUTTI in lingua inglese e sempre sponsorizzati da detrattori impregnati di russofobia da fareb schifo.Vuoi che ti spieghi perchè fai il saputello saccente ma non riesci mai a concludere?

            1)In italia la dittatura è garantita sempre,anche se di tipo soft,dato che ultimamente il rappresentante di governo non è nemmeno stato scelto dagli elettori del suo partito,
            2) Kasparov mi risulti sia vivo e vegeto,sta benissimo ed è attualmente stipendiato da chi?Per quanto riguarda Nemtsov, (il quale contava come un due di picche,quanto a rappresentanza elettorale) chieda un po’alla fidanzata ucraina dell’ex-playboy,dato che ha fatto davvero in fretta ad uscire di scena per non essere coinvolta.Quanto a Litvinenko,chiedi ai servizi segreti italiani.Un noto faccendiere pare fosse un certo Scaramella,presente durante il fatidico incontro.
            3)Quali organi d’informazione?Ah già,solo quelli di Soros con le sue false ONLUS,abbiamo capito
            4)Da chi vengono pagati i critici e per trasmettere quale messaggio?Sarebbe così stupido un ex agente del kgb da commettere un omicidio davanti alle porte di casa sua?Solo un ingenuo come te potrebbe anche solo pensarlo
            5)Anche qui,stratosferica cazzata.Il livello è sceso inesorabilmente rispetto agli anni 90,non dire eresie.L’immunità ad Eltsin è stata garantita quale compromesso per evitare ulteriori escalation di conflitti interni e toglierlo dalla scena politica prima che combinasse ulteriori danni al paese:ormai era più che altro una pedina esecutiva in stato confusionale..Gli altri oligarchi che manovravano la scena hanno ricevuto una giusta punizione
            6)Qui non commento neanche
            7)Vedere il punto sei.Aggiungo solo che prima di parlare dovresti collegare la scatola cranica
            8) Il problema è che l’attuale Presidente del consiglio non apparteneva sin da prima alla rosa dei candidati scelti dal partito di appartenenza e per la quale gli elettori si erano pronunciati.E’ saltato fuori dal cilindro a votazioni(e preferenze) già effettuate.
            9) Ancora la solfa del prezzo del petrolio?Dai su, raccontamela ancora una volta.Forse non lo sai, ma ieri anche i più nostrani e filo-americani tg nostrani hanno ammesso controvoglia ed a denti stretti che,nonostante la deflazione del combustibile e le sanzioni, il sistema ha tenuto ed il PIL è in rialzo.Con bilanci estremamente positivi per quanto riguarda il settore agricolo e l’industrializzazione interna.Il vero “Miracolo” economico è stato ottenuto dal 2014 in poi.Tutti sono allibiti americani in primis.

            11) Se vai a vedere il PIL americano speso in armamenti e per le primavere arabe,arancioni e colorate sin dai tempi della georgia/cecenia,quando ancora non sono d’accordo sull’avere un ssn pubblico gratuito e tutto è pagato con integrazioni assicurative private,quando la gente vive sul debito ed a consumo(nemmeno un tv viene acquistato in cash..tutto a rate,tutto in carta di credito)..dimmi tu chi è messo meglio eh?I soldi per le pensioni arriveranno,non dubitare.

            12)Adesso, continua pure ad informarti dai tuoi amichetti che scrivono in inglese…un colpo di google e poi torna pure qui con i tuoi soliti quattro link pro USA,così continuiamo a sorridere.Tu davvero rappresenti il meglio per l’elettorato cattopiddino nostrano e per la propaganda occidentale,dato che posti senza conoscere,senza sapere.

          • virgilio

            ascolta rotto in culo prima di pronunciare il nome del grande Stalin sciacquati la bocca,mi dispiace per il grande Stalin che sia scomparso troppo presto purtroppo,ha lasciato il lavoro a meta
            cera ancora tanta gramigna da estirpare,tu rotto in culo ne sei un esempio!

          • carlo

            ma prima di postare dei commenti Capra di una Capra, perché non ti fai un corso
            di grammatica Italiana ? scrivi come un povero demente adulto che ha fatto soltanto fino alla terza elementare !

          • virgilio

            si cornuto coglionazzo io di scuole italiane non ne ho mai frequentate io sono croato ma sicome leggi solo quello che ti fa comodo non puoi saperlo,comunque che sei un coglionazzo lo capisci o devo farti un disegno?

          • virgilio

            brava Natalia,ma purtroppo abbiamo a che fare con dei troll morti di fame senza lavoro che preferiscono vivere sulle spalle della societa

          • carlo

            ah ah ah quello che pensano i Russi cosa !? 80% ? balle ! mica tanto ! il partito di Putin “Russia Unita” ha ottenuto, tenendo conto dei brogliacci elettorali che ci sono stati anche questa volta ha ottenuto quanto ? il 44,5% dei voti ? su un totale di aventi il diritto di voto intorno al 40% ?( a Mosca ancora meno il 28%)
            persino in Crimea aveva votato qualcuno in più … si faccia un po due conti visto che è così brava a far di conto, di quanto ammonta il consenso attuale del furbacchione del Cremlino …

          • virgilio

            ahahah…ebete,Putin conta pui che tutti i tuoi mangia merda e che tutti i capi europei messi insieme frocio

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Si è persa di suo la Russia, nell’alcol.

  • Skywalker

    Open Russia, aggiungo, vuol dire Soros.