140607-F-UE958-028

Pioggia di fuoco sullo Stato islamico:
più di 3400 bombe contro i jihadisti

Il portale Middle East Eye ha svolto un’interessante indagine sui bombardamenti delle forze aeree britanniche in Siria e in Iraq dal 2014. Dall’avvio della cosiddetta “operation Shader” contro le milizie dello Stato islamico, la Royal Air Force, tramite droni e aerei, avrebbe sganciato su Siria e Iraq oltre 3400 bombe. La Raf e con essa il governo britannico non rilascia, di solito, dati ufficiali in merito alle operazioni militari che sono svolte, né tantomeno per ciò che riguarda il numero di attacchi e bombe utilizzate. L’inchiesta di Middle East Eye nasce pertanto dall’analisi degli aggiornamenti riguardo ai bombardamenti nelle regioni, dalle notizie riportate dai portali d’informazione collegati alle forze in campo e dalle informazioni giunte grazie all’associazione britannica Drone Wars. Stando a quanto riporta il portale d’informazione sul Medio Oriente, le bombe sganciate dalla Raf sulle milizie jihadiste sarebbero state, in totale, e fino a settembre del 2017, esattamente 3482. Di questi 3482 ordigni, 2089 erano bombe Paveway IV, 486 erano missili Brimstone e 724 erano missili Hellfire lanciati dai droni Reaper in dotazione alla Royal Air Force.

Il numero non deve essere considerato totalmente esaustivo. Va ricordato, infatti, che si tratta di analisi indipendenti e non frutto di dati presi dal ministero della Difesa britannico. Ministero che tra l’altro ha anche confermato, nelle ultime settimane, di aver sganciato altre 86 bombe sullo Stato islamico: un dato interessante dal momento che in questi tre anni le fonti non hanno quasi mai rivelato esattamente il numero di attacchi svolti dalle forze aeree. Quello che però è interessante notare è che, mentre il numero di bombe dimostra in generale una discreta intensità di fuoco da parte delle forze aeree del Regno Unito, dall’altro lato non c’è ad oggi alcuna dichiarazione di vittime civili da parte del governo britannico. Anzi, al contrario il Ministry of Defence ha sempre detto di aver preso “tutte le precauzioni possibili” per non colpire i civili e che non esistono prove di morti innocenti a causa delle bombe sganciate dagli aerei e dai droni della Raf. Una tesi sostenuta a livello politico ma che lascia perplessi gli analisti militari ed anche molti fra coloro che, conoscendo la politica della Difesa britannica, ritengono sia soltanto una presa di posizione dettata dalla mancanza di volontà di affermare di aver causato vittime fra i civili. In realtà, anche ammettendo che l’aviazione di Sua Maestà abbia svolto ogni bombardamento con tute le precauzioni immaginabili, è veramente difficile credere che non abbiano causato vittime fra i civili. Anche perché è la stessa guerra allo Stato islamico, purtroppo, a prevedere inevitabilmente un numero fisiologico di morti fra i normali cittadini. Asserragliati nelle città e con i cittadini costretti a fare da veri e propri scudi umani, i terroristi del Daesh non potevano essere colpiti dall’aviazione senza colpire anche le case e le strutture pubbliche in cui vi erano civili inermi.

Il liberale Vince Cable, ex ministro della Difesa sotto il governo di David Cameron, è stato il primo a dire di ritenere poco plausibili le affermazioni da parte del Ministry of Defence sull’assenza di prove riguardo i morti civili causati dalla Raf.  “Le nostre forze armate sono tra le migliori al mondo”, ha detto il politico britannico intervistato dallo stesso portale che ha svolto l’indagine, “tuttavia, anche nel migliore dei casi, è improbabile che non vi siano state anche vittime civili. Il governo deve essere onesto nelle sue valutazioni dei danni causati”. In questo senso, l’aeronautica americana, pur probabilmente riducendo o comunque sottostimando il numero dei morti civili causati dai propri bombardamenti (operazione che purtroppo compie ogni governo impegnato in una guerra), ha quantomeno avuto l’accortezza di affermare pubblicamente di aver causato 786 vittime tra i civili dal 2014 ad oggi. Dichiarazioni che certamente non restituiscono i morti né giustificano certi bombardamenti, ma che almeno evidenziano una maggiore capacità di discernimento rispetto alla Raf che invece ancora oggi nega di avere prova di aver ucciso un solo civile fra gli attacchi compiuti in Siria e in Iraq, mentre afferma di aver ucciso più di tremila jihadisti. E francamente risulta difficile credere che su 1600 operazioni aeree svolte contro il Califfato – che occupava le città siriane e irachene e non certo i deserti – la Royal Air Force non abbia colpito neanche per errore un cittadino inerme.

Il portavoce del sito internet Airwars, Samuel Oakford, che si occupa di analizzare gli attacchi aerei e che collabora sia con la Raf che con il Pentagono, è stato categorico: “L’affermazione del Regno Unito secondo cui non avrebbero causato morti civili è sempre stata molto difficile da credere e sta diventando assurda”. E il sito internet ricorda che probabilmente le vittime fra i civili da parte della coalizione internazionale cui partecipa l’aeronautica britannica sarebbero introno alle 5600 unità. Che fra queste 5600 vittime, non ci sia prova di alcuna morta a causa di un attacco aereo da parte del Regno, non può ritenersi un’ipotesi verosimile.

  • Demy M

    Ci sarebbe da domandarsi chi ha autorizzato la Royal Air Force a bombardare in Siria senza nessun mandato ONU. Circa i loro effetti “collaterali” basta ricordarsi dei bombardamenti indiscriminati nella IIWW.

    • luigirossi

      Ma no,sono balle:niente paura.Gli inglesi sono straordinari fabbricanti di balle per mitizzare le loro imprese.In Iraq nel 91 hanno onorato un soldato che avrebbe salvato 400 vite,laddove le loro perdite sono state un terzo.In Siria.I britannici si sono uniformati,come i francesi,agli ordini di Obama,ovvero delle lobbies ebree:niente esagerazioni,con bombe e missili,perchè l’ISIS serve alla causa:quella di cacciare Assad per cacciare Putin dal Mediterraneo.Una pioggia di balle,non di bombe.Quelle le ha tirate Putin per distruggere le colonne di autocisterne che andavano sue giu da Iraq a Turchia,dove nelle banche israelite turche si trasformavano in preziosi quattrini ISIS per comprare armi.Sempre da IraelE,ça va sans dire.

      • Demy M

        I soliti affaristi usatisraeliani.

  • John

    Probabilmente nessuna vittima tra i mercenari dell’Isis al soldo angloamericano..Certamente molti i morti nelle milizie regolari Siriane.
    Per capire quanti possanio essere i morti civili basta osservare le foto delle citta’, dove la distruzione e’ totale..

    https://uploads.disquscdn.com/images/e52cd7fc1bfc5d2503c47042f54bf0a8ddee29db1bbda902122c0cd14c567c68.png

    • Demy M

      Raqqa, come Dresda, rasa al suolo dai bombardamenti “democratici” degli americani e soci criminali.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
        • alberto

          Gentile Anita:
          e prima ancora’ ?
          Ci aspettiamo che , tra i vetusti, rtagli di giornale giacenti nei suoi files, trovera’ e ci postera’ le ”95 tesi” di Martin Lutero il prossimo 31 ottobre…:D:D:D
          Saluti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Gentile Alberto, Dresda dista 6 anni dai bombardamenti sovietici a danno dei finlandesi … Lutero 4 secoli …

          • Silvio

            CASPITA quanto sai.¡¡¡

        • Cherepanova Svetlana

          Mueller sono sempre io a questo punto sei da T.S.O. e chiudo.

          • Lamberto Z

            brava!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Semplicemente lasci via chi aveva iniziato la guerra e con la medesima i bombardamenti … cioè semplicemente menti …

        • Strottz

          “Airfield at Helsinki”!! Testa di cazzo!
          Sai che significa “airfield”?
          Quello che gli anglo-ameri-cani hanno bombardato a Dresda non era un “airfield”! (Testa di cazzo!!)

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Strottz

            A parte il fatto che è, appunto un articolo, non scrive che i Russi abbiano incenerito Helsinki con tutti gli abitanti!

            E sarebbe questa la giustificazione per gli americani, per aver bruciato mezza Europa e nuclearizzato due città giapponesi?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tralasci gli alleati degli americani e gli avversari nonché le loro distruzioni. Insomma, per difendere le dittature di allora, lascia via una buona parte della storia …

        • Stefano Ferrari

          Lei deve studiare meglio la cosa e calarsi nell’epoca. L’Unione Sovietica si preparava alla guerra (mondiale) e aveva bisogno di alcuni territori considerati da essa strategici. Pero’ offrirono alla Finlandia altri territori in cambio e un rafforzamento del patto di non aggressione. In tutto per 2 761 km² di suolo finnico, in compensazione del quale Stalin era pronto a cedere 5 529 km² di territorio sovietico nei distretti di Repola e Porajärvi, nella Carelia orientale. I Finlandesi, che conosco molto bene, testardi come muli, rifiutarono e scoppio’ la guerra. Alla fine quel rifiuto e’ costato caro ai Finlandesi, i quali dovettero comunque cedere i territori richiesti, in cambio della cessazione delle ostilita’ ma null’altro, quindi ci rimisero e molto anche.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Stai giustificando un’aggressione, come quella a danno della Polonia e di altri paesi … https://uploads.disquscdn.com/images/4bf8c69e5926bbbfccaf8483df1d4cde054150611080537f98cb1bc0268d47a4.jpg

          • Stefano Ferrari

            Non giustifico nulla. Riporto i fatti. Usare altri argomenti per sostenere le proprie tesi non funziona. Ad esempio, potrei risponderle che anche l’aggressione dell’Iraq da parte USA, senza valide ragioni (armi di distruzione di massa inesistenti e legami col terrorismo altrettanto inesistenti) è inqualificabile, ma ogni fatto storico avviene con modalità e dinamiche diverse.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I fatti appunto ci dicono che l’URSS ha invaso e bombardato la Finlandia … giustificare l’URSS è come giustificare la Germania di Hitler e cioè l’aggressore.

          • alberto

            Anita dixit …scripsit
            I fatti appunto ci dicono che gli Stati Uniti hanno invaso e bombardato l’Iraq, l’Afghanistan .hanno bombardato un numero considerevole di altri Paesi … giustificare gli Stati Unintiè come giustificare la Germania di Hitler e cioè l’aggressore.!
            Saluti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Gentile Alberto, Stalin e Hitler da soli hanno causato la morte di oltre 50 milioni di persone. Il comunismo, come il nazionalsocialismo, è conosciuto per gli espropri e stermini di massa, e per l’aggressione del circostante. Porre gli americani sullo stesso piano è negazionismo.

    • carlo

      i russi è ormai assodato e provato hanno usato il sistema della tabula rasa usato in Cecenia e in particolare nella città di Grozny. città rasa al suolo completamente con tutti gli abitanti annessi … per loro tutti terroristi, anche donne e bambini … in Siria stessa cosa, basta radere al suolo tutto e tutti e il problema è risolto alla radice … e con poco sforzo, si tratta immancabilmente del classico spirito umanitario di stampo russo vintage …

      • Demy M

        I Russi erano intervenuti in Cecenia dietro richiesta del legittimo Governo di quel Paese, cosa ben diversa dal bombardare indiscriminatamete un Paese non in guerra con i terroristi americani & company. Grozny non fù rasa al suolo, ma forse immagini come sarà kiev fra poco.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Ancora le bugie … Nell’agosto del 1994, quando la coalizione delle forze d’opposizione, con base nel nord della Cecenia, lanciò una campagna armata per deporre il governo di Dudaev, Mosca decise di aiutare le forze ribelli tramite supporto finanziario, equipaggiamento militare e forze mercenarie … Wikipedia … Prima guerra cecena … https://uploads.disquscdn.com/images/41ede1c7ace2af98304fb17746e8b7a1d1bfa76c039f8ecef4ec6c6ec336db3b.png

          • luigirossi

            Il GUARDIAN è REPUBBLICA in versione britannica.Giornale sinceramente anti- italiano come Repubblica,vocato al falso ed alla menzogna ed agli scandali come Repubblica,giudaico come Repubblica

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            EastJournal … CECENIA: La Russia ammette violazioni ai diritti umani … Secondo quanto affermato dalla Corte di Strasburgo nella sentenza di condanna emessa recentemente nei confronti della Russia per il bombardamento del villaggio di Aslanbek-Sheripovo del 17 febbraio 2000, le stesse autorità russe avrebbero infatti confessato di aver commesso violazioni ai diritti umani durante le operazioni militari attuate in Cecenia …

          • Emilia2

            Non capisco perche’ la Corte di Strasburgo debba avere il diritto di giudicare le cose di uno Stato sovrano come la Russia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non ci sono solo i singoli stati ma anche i singoli cittadini …

      • Demy M

        Sotto la presidenza Trump, stiamo ora vedendo l’emergere di tendenze chiare – ha affermato Chris Woods direttore di AirWars – intorno a Raqqa in particolare, dove la maggior parte degli attacchi aerei sono degli Stati Uniti, si osservano le perdite maggiori di civili. Numeri che fino a sei mesi fa non ci saremmo mai immaginati. Questa è la prova che i tuoi amici ameriCani sono criminali, come i tuoi “fratelli” ucraini ormai in guerra civile..

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Non alleghi la fonte per manipolare …

      • BlackSail33

        Veramente gli inventori sono gli usa. Da Dresda a Colonia con la cigliegina Hiroshima e Nagasaki.

        • carlo

          ma per favore, smettiamola di postare delle cretinate …

          • BlackSail33

            Si può parlare all’infinito di giusto e sbagliato, opportuno o no, ma i fatti restano.
            Perché chi ha spianato quelle città? Chi ha ribombardato mentre stavano evaquando i morti e i feriti? Topolino?

          • Gabriel 7

            I reali effetti della bomba atomica nel 1945 ancora non si conoscevano. Gli USA volevano mettere fine ad una guerra – non certo iniziata da loro – che è stata la più probante per l’intera umanità da che Storia ricordi. Con questa nuova arma a disposizione speravano di poterlo fare, ma non ne erano per niente sicuri. Alla fine però, hanno avuto ragione, per fortuna.

          • telepaco

            ” reali effetti della bomba atomica nel 1945 ancora non si conoscevano..” e chissà cosa potevano essere gli effetti di una bomba dalla potenza di igliaia di tonnellate di tritolo, testata prima nel deserto americano, su una città abitata, mah mistero….

            “ma non ne erano per niente sicuri…” ahahahahahahaahahahahah e per testare ed essere sicuri della resa giapponese ne hanno sganciate non una, ma due nel giro di 3 giorni senza dare la possibilità di arrendersi prima e di evitare la seconda? Beati voi che ci credete a ste fesserie….

          • Gabriel 7

            I reali effetti, soprattutto quelli postumi dell’atomica, ancora non si conoscevano. Ovviamente, gli USA, hanno confidato in quest’arma che reputavano senz’altro molto potente, ma forse non così devastante, come in effetti è stata.
            La possibilità per il Giappone di optare per la resa incondizionata l’ha avuta eccome, più di una e più di due, ma conosciamo pure con quale fanatismo e abnegazione i giapponesi servivano l’imperatore e la sua guerra di espansione e non erano assolutamente disposti ad arrendersi, nonostante già avevano perso gran parte del loro impero.

          • telepaco

            Che non conoscessero gli effetti reali non dell’onda d’urto ma della radiazione seguente questo è veressimo, ed è uno dei motivi per cui l’hanno, anzi le hanno, lanciate in due città. Cioè per studiarne gli effetti postumi sulla popolazione scampata all’esplosione. Che avessero dato una possibilità al Giappone di arrendersi prima è falso, primo perchè se avessero veramente voluto cosi avrebbero tirato la bomba dalla potenza devastante su un territorio semidesertico, o in un paesino piccolo, per poi minacciare di usare la stessa bomba in una città. Secondo, se la minaccia non avesse sortito effetti, avrebbero potuto bombardare una cittadina più piccola ed aspettare, dando un ultimatum di almeno 10 giorni di tempo per farli arrendere. Invece la seconda bomba su Nagasaki fu sganciata dopo solo 3 giorni, mentre a Tokyo si discuteva già della resa. E questa è pura cattivaria e accanimento sul nemico ormai sconfitto militarmente da almeno due anni….

          • luigirusso6667

            magari dei fiori

          • Silvio

            TIPICA VENDETTA dei *****POPOLI PRIMITIVI****¡¡¡¡¡¡

          • Gabriel 7

            Si, come no! Era proprio il momento di trattare i giapponesi con le mani di velluto. Poveri angioletti innocenti!!! Ma cosa crede? Che gli USA in quel momento disponessero di un arsenale nucleare come quello odierno? Avevano predisposto giusto un paio di bombe per poter essere adattate al lancio con i bombardieri di allora.
            Ripeto: non furono fatti sufficienti esperimenti ancora – eravamo ai primordi della scoperta nucleare – per poter realmente capire i reali effetti di quegli ordigni. Quando si constatarono gli effetti davvero nefasti sulle due città giapponesi prese di mira infatti, nessuna nazione al mondo pensò mai di usare l’atomica per risolvere le loro “diatribe” belliche.

          • Gabriel 7

            Le rispondo ora, perché la prima mi è stata erroneamente identificata come spam.
            Ripeto: non furono fatti ancora sufficienti esperimenti riguardo all’atomica in quell’epoca, eravamo ai primordi e, quel tipo di energia, era appena stata scoperta.
            Gli USA non possedevano un arsenale nucleare come quello odierno, ovviamente; ma avevano solamente approntato giusto un paio di bombe, con la speranza che funzionassero, per poter essere adattate al tipo di bombardieri che avevano in dotazione durante la II Guerra Mondiale.
            Infine, coi giapponesi, non c’era mica tanto da andare per il sottile, non erano certo degli angioletti e lo dimostrarono ampiamente.

          • telepaco

            Ma che scuse idiote, sganci le bombe atomiche con la scusa che non conosci gli effetti e dopo la prima sganci subito la seconda senza dare neanche il tempo al nemico di arrendersi? Ci credi solo tu che sei politicamente sottomesso agli americani, io ragiono con la mia testa e so che un ordigno del genere, provato prima nel deserto, non lo sganci su una citta’ di 180.000 abitanti e un altra di 120.000 causando 120.000 morti nella prima esplosione e 90.000 nella seconda, senza i morti avvenuti dopo per le radiazioni, solo tu puoi credere alla storiella che non sapevano cosa stessero facendo poverini…

          • Gabriel 7

            E allora, continua pure a ragionare con la tua testa, che si vedono assai bene i deleteri risultati…

          • Ling Noi

            Bugia, il Giappone aveva già deciso di arrendersi ma gli americani volevano una cavia per provare questa nuova bomba che era costata un’enormità. In libri stampati negli Usa a inizi anni ’30 si parlava già di distruggere il Giappone perchè era un ostacolo ai mercati asiatici, altro che “- non certo iniziata da loro -“.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Straordinario: racconti la seconda guerra mondiale dicendo carnefice all’aggredito e vittima all’aggressore …

          • Silvio

            Per fortuna il SUCCESSO per i SCIENTIFICI EBREI al servizio del USA-EUROPEI-SIONISTI. Vero¡¡¡¡¡ Tanto eran solo dei *** GOYIMS***

          • BlackSail33

            Veramente la guerra l’hanno iniziata Germania e Russia, quando si sono spolpati la Polonia. Solo che questo dettaglio viene sempre omesso, visto che la Russia è stata poi alleata dei liberatori, Russia che iniziò alla grande con il massacro di 27000 ufficiali polacchi a Katyn. Comunque la dottrina dei liberatori era una, massacrare i civili per fiaccare il popolo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I fatti restano … Il bombardamento di Tallinn si riferisce agli attacchi aerei subiti da Tallinn durante la seconda guerra mondiale, ad opera sia dalla Luftwaffe della Germania nazista che dalle forze di aviazione dell’Armata Rossa. Il primo raid avvenne durante l’estate del 1941 (come parte dell’operazione Barbarossa). Diversi bombardamenti seguirono poi anche nel 1942 e nel 1943. Il bombardamento più pesante, ad opera dell’Armata Rossa, fu quello del 9 marzo 1944, connesso con la battaglia di Narva: migliaia di bombe, sganciate dagli aerei sovietici, culminarono in un enorme e disastroso incendio della città, uccidendo 757 persone di cui 586 civili e 75 prigionieri di guerra, ferendone 659 e lasciando 25.000 senza tetto … Wikipedia – Bombardamento di Tallinn …

          • Stefano Ferrari

            Perché lei pensa che i bombardamenti alleati in Francia non abbiano comportato uccisioni di civili inermi ? O pensa che per cacciare i tedeschi abbiano usato la bacchetta magica ?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non ho detto che i bombardamenti alleati non hanno ucciso civili. Tuttavia alcuni qui dimenticano che prima dei bombardamenti americani e britannici ci sono stati quelli sovietici, tedeschi, giapponesi e italiani …

          • Stefano Ferrari

            Tuttavia alcuni, come lei, si dimenticano che gli Europei (Inglesi, Francesi e Spagnoli in testa) hanno invaso l’America e perpetrato il piu’ grande genocidio della storia umana. Quindi ? I Cinesi hanno bombardato e invaso il Tibet e non e’ mai fregato un cazzo a nessuno. Quindi ?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tanto per capirci, i cinesi con alcune guerre nel trascorso hanno causato milioni di morti, idem i mongoli, ma restano ignorati come tali. Negli ultimi 100 anni non poche dittature, e innanzi quelle comuniste, hanno causato decine di milioni di morti. Rispetto alle morti degli indigeni delle Americhe, cerchiamo di considerarle, prima di parlare di genocidio, dovute alle malattie che sappiamo importate dagli europei.

          • Silvio

            Nel 1943 I LIBERATORI AMERICANI FECERO quello ad ALESSANDRIA(ITALIA) TERRA RASA sulla STAZIONE ei suoi DINTORNI, PIU di 4000 MORTI. Senza AMEN¡¡¡¡

      • telepaco

        Viva i russi che radono al suolo i ceceni terroristi, fanno benissimo e per il bene dell’Umanità. Sempre seramo grati ai russi per aver eliminato i ceceni terroristi, quelli che uccidono i bambini nelle scuole

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Lo stesso crimine, uccidere e ferire persone di ogni età, però non lo vuoi vedere quando a commetterlo sono i russi …

      • Strottz

        Ma tu sei il fratello scemo di Anita Mueller?

      • Emilia2

        Ci mostri, almeno, le foto delle citta’ rase al suolo dai Russi.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Grozny non è forse stata distrutta dalle bombe russe? I russi forse non sono stati parte dell’URSS che ha derubato e ucciso milioni di persone?

          • Emilia2

            A Grozny sono stati distrutti gli edifici dove si annidavano dei terroristi. Ora e’ stata ricostruita.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ti accorgi che stai esprimendo il negazionismo indiretto?

    • Silvio

      MI PIACEREBBE VEDERE NEW YORK,WASHINGTON,BOSTON,CHICAGO,LOS ANGELES, SAN FRANCISCO, DENVER,ATLANTA ,ed altre IN QUESTE***CONDIZIONI**al piu presto POSSIBILE. CHISA con l´ aiuto di KIM. ALA AKBAR¡¡¡

  • Zorz.zorz

    Buon dì.Il numero di vittime civili causato dalla” coalizione” occidentale è dovuto alla trasparenza garantita dalla libertà di stampa che caratterizza la nostra società.Lo ” zar” russo si sente altresì autorizzato,in patria e fuori ,ad ogni azione di ” pulizia” chirurgica,che riguarda anche la categoria dei giornalisti.saluti

    • Tito Bisci

      Ha ragione Putin. Giornalisti politici e terroristi fanno lo stesso mestiere. Vogliono controllare ed indirizzare il popolo a loro piacimento, ognuno usando o mezzi che sa gestire. Meno ce ne sono e meglio è. Lunga vita a Putin

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        PIL russo dimezzato negli ultimi 4 anni … con Putin al timone … è come fare fabbricare le scarpe ad un falegname …

    • virgilio

      buondì in tu culo verme

      • Zorz.zorz

        Sono onorato dalle invettive degli imbecilli.Primo educazione,secondo cultura.

    • Emilia2

      Per me il problema non sono tanto le vittime civili (che in certe guerre possono essere inevitabili), ma il fatto che gli “occidentali” in Siria hanno favorito l’ISIS e combattuto l’esercito regolare siriano.

  • johnny rotten

    Quella che i britanni bombardano l’isis è una barzelletta che mai nessuno è riuscito a capire, e non l’ha mai capita anche chi la racconta.

  • BlackSail33

    Ma chi hanno bombardato? I jihadisti o l’esercito di Assad. Sarebbe bello capirlo. E i civili siriani? Oopss, danno collaterale. Chi ha scatenato questa guerra? usa, arabia, quatar e gb. Con che mandato hanno bombardato uno stato sociale sovrano? Queste le domande da porsi.

  • nopolcorrect

    Ridicolo, i morti civili non ci devono essere, questo dice il “politically correct”, ergo non ci sono. Analogamente le razze non ci devono essere, ergo non ci sono, la morte non ci deve essere, ergo non c’è, e via sragionando.

  • eusebio

    Questa è buona, i britannici schiavetti di Rothshilds-Soros che bombardano le milizie arruolate da sionisti-wahabiti.
    Se non cominciava Putin a cancellarli dalla faccia della terra gli incendiavano il caucaso, e se i cinesi non appoggiavano i saggi militari birmani nell’espellere 600000 clandestini islamici le suddette milizie si trasferivano nel sud-est asiatico e usavano le masse islamiche bengalesi per arrivare fino alle zone islamiche cinesi dello Yunnan.
    Qualcuno a Tel Aviv e Ryad soffre di megalomania e cerca rogne colossali, del resto l’85% delle risorse di gas e petrolio del mondo islamico sono in zone sciite, se gli iraniani le controllassero o indirizzassero per Israele e casa saud sarebbe brutta assai.

    • Silvio

      Ben detto , dove PUZZA sempre c´e di mezzo non solo quei DUE ma un rosario di ***SIONISTINOMI***

  • agosvac

    Ovvio che le bombe inglesi così come quelle americane o francesi non causano morti tra i civili, sono “bombe intelligenti” che scoppiano solo quando colpiscono la gente giusta , se ci sono i civili si guardano bene dallo scoppiare!!!!!!!!! Tutto il contrario per le bombe siriane e russe, quelle sono bombe cretine che scoppiano sempre quando colpiscono il suolo, nessuno ha insegnato loro che se ci sono civili non devono assolutamente scoppiare!!!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Vuoi dire che le bombe siriane e russe non uccidono i civili?

      • agosvac

        Mi sorge un dubbio: ma voi del gruppo riuscite a capire ciò che si scrive in corretto italiano???

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Quando sei con le spalle al muro tiri fuori le frasi preparate, penoso.

  • Andrea Fineccoli

    aSERVONO PER COPRIRE ED ELIMINARE LE TRACCE EVENTUALI DEL COINVOLGIMENT DEGLI USA, ARABI E ISRAELIANI NELLA CREAZIONE ED ADDESTRAMENTTO DELL’ISIS, EVOLUZIONE DI AL QUAEDA.
    RINGRAZIATE I RUSSI CHE HANNO AGITO COSTRINGENDO I MASSONI AMERICANI A RIPIEGARE.
    IL MALE NON VINCERA’ MAI

    • Zorz.zorz

      Buon dì.Quello che è male e bene sono i nostri presupposti etici e culturali a definirlo.Ad esempio per me il male è l’opposto di quello che è per lei.Ma de gustibus …..( Pontalti permettendo)…

      • Silvio

        POTRESTI chiarirmi quali sono i PRESUPPOSTI CULTURALI ed ETICI degli USA,CANADA,FRANCIA GRANBRETAGNA, GERMANIA , SPAGNA ,ITALIA e persino la DISTANTE AUSTRALIA perche tutti quest han fatto parte in quella POZZANGHERA .

  • Gabriel 7

    Quando si bombardano città è inevitabile provocare vittime civili e innocenti, questo lo sanno anche i russi e i siriani, ma non lo ammetterebbero mai. Giocano, come al solito, a nascondersi dietro a degli stuzzicadenti, presupponendo (forse?) l’ingenuità delle persone.
    Se si vogliono vincere le guerre c’è veramente poco da fare i moralisti. Gli USA lo hanno sempre ammesso, non si celano dietro ad uno stuzzicadenti, dimostrando, se non altro, maggior rispetto verso le persone dotate di un minimo di intelligenza.

    • Cherepanova Svetlana

      Molto dura la dimostrazione di intelligenza Usa, invece si legge su tutti i post indipendenti l’ incontrario ed anche i russi non si sono mai nascosti dietro ad uno stuzzicadenti come tu scrivi, ma si sa’ chi e’ filo americano (non vede non sente ) ma parla a sproposito.

      • Gabriel 7

        Io non sono filo-americano a priori, ma non nego le cose positive che l’Occidente ci può offrire, a differenza dei regimi totalitari come Russia e affini. Nei diversi bombardamenti effettuati nelle città siriane, i russi, non hanno mai ammesso di aver abbattuto ospedali e ammazzato civili. Il vero scopo di Putin è stato quello di aiutare Assad e non quello di combattere ISIS. Se non ci fossero stati la coalizione occidentale, i curdi e l’esercito iracheno, ISIS starebbe ancora marciando verso utopiche mete di gloria, mentre ora è ormai lettera morta, grazie soprattutto al contributo filo-occidentale, piuttosto che a quello siriano e russo. Mosul, Raqqa, Tikrit, Kirkuk… cosa hanno fatto i russi? Hanno conquistato Palmira, per poi riperderla altre due volte, prima di riprendersela. Ma Palmira è città siriana ed era doveroso riconquistarla, altrimenti Assad avrebbe traballato un po’ troppo… La Russia non combatteva ISIS, ma era in Siria principalmente per difendere Assad.

        • Ling Noi

          Sembri un giornalista di “Repubblica”, leccaculo degli americani. Non sai neanche che Mosul, Tikrit, Kirkuk si trovano in Iraq, e che la Russia combatte in Siria su invito del legittimo governo siriano.

        • Emilia2

          Che cosa mi dice di Aleppo, la seconda citta’ siriana? E Palmira, presa e poi ripresa, non e’ stata tolta proprio all’Isis? PS. Che la Russia sia un regime totalitario e’ una sua idea. Neppure la vecchia URSS era totalitaria come l’attuale regime italiano, che sta obbligando gli Italiani ad accogliere milioni di invasori africani senza reagire.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Neppure la vecchia URSS era totalitaria come l’attuale regime italiano … https://uploads.disquscdn.com/images/6665f48161f485652a236c60322ba8493181086239cafc2efd82ec39d86e9754.png

          • Gabriel 7

            Lei le spara un po’ troppo grosse. In Russia vige lo strapotere dello zar Putin da ormai un ventennio, dunque è di fatto un regime totalitario. Quelle volte che in Siria i russi hanno combattuto ISIS non lo hanno fatto di proposito, ma solo per non far cadere Assad.

          • Emilia2

            Putin e’ al potere perche’ i Russi lo votano. Cmq in Italia al potere ci sono sempre gli stessi partiti, che fanno la stessa poitica, e il voto degli italiani e’ ininfluente (aanche perche’ le decisioni importanti non vengono prese in Italia). I Russi, anche se hanno combattuto l’Isis per non far cadere Assad, lo hanno fatto, e hanno fatto bene a non far cadere Assad, che in Siria manteneva la pace e il benessere e ad Aleppo aveva costruito tantissimi ospedali..

          • Gabriel 7

            In Russia, se ti metti contro Putin e la chiesa ortodossa, sei nei guai. A parte il fatto che dubito assai della regolarità delle elezioni russe.
            In Italia c’è ormai una democrazia consolidata e c’è libertà di scelta; i diversi apparati di informazione pubblica possono dire la loro e denunciare o protestare se – secondo loro – c’è qualcosa che non va.
            Per quanto riguarda Assad, certo, infatti tutti lo chiamano Bashar il santo, soprattutto coloro che vengono torturati e uccisi nelle sue “soavi e benedette” galere.

          • Emilia2

            In Italia ed Europa non c’e’ liberta’ di scelta. Per es. noi poveracci possiamo scrivere al computer che vorremmo uscire dalla UE o dalla NATO, ma un politico non puo’ dirlo, altrimenti e’ finito politicamente (o magari anche in un altro senso, come e’ capitato all’austriaco Heider)

  • Tobi

    Cioè, gli inglesi che mandavano gli istruttori per i ribelli moderati (leggasi ISIS & C.) per rovesciare il legettimo governo siriano ora che hanno perso la loro guerra dicono che in Siria ci sono andati per bombardare l’ISIS? A me risulta invece che l’Inghilterra, gli USA, ed Israele e soci delle varie monarchie arabe, hanno usato le loro bombe contro il l’esercito siriano e contro le infrastrutture della Siria, ponti, bacini idrici (per lasciare i siriani senz’acqua potabile), contro le centrali energetiche (per lasciare la popolazione siriana senza elettricità), etc., cioè bombardamenti atti ad incrementare le sofferenze ed il terrore sulla povera popolazione siriana. E non dimentichiamoci poi delle vergognose sanzioni che USA ed Europa hanno applicato alla Siria lasciando la popolazione senza cibo, acqua e medicinali ed altri beni di prima necessità. Bugiardi gli inglesi. Ringraziamo Russia popolo siriano ed Iran che hanno fatto piazza pulita dei mercenari terroristi scatenati dall’estero contro la Siria. Ora che quelle nazioni che si sono comportate da nazioni terroriste (tra cui proprio l’Inghilterra) avendo aggredito la Siria, avendo perso la loro guerra di occupazione della Siria continuano con le menzogne e vogliono far credere che l’ISIS lo hanno sconfitto loro. Proprio loro che l’hanno creato e supportato fino a ieri! Ma che si vergognino.

    • Silvio

      E speriamo che tutti quelle SCIMITARRE regalate al AL QAEDA,ISIS e tutti quei BEDUINI ed altri MERCENARI contrattati NEI paesi sottosviluppati come la COLOMBIA,HONDURAS,PERU si RIVOLTINO contro Y SUOI USA,OTAN padroni per AVERLI ABBANDONATI ed anche BOMBARDATI. ALA AKBAR¡¡¡¡

  • Severo

    La Stampa 21/11/2015: Via libera del Consiglio di sicurezza Onu “Autorizzata qualsiasi misura contro l’Isis”
    Approvata all’unanimità una risoluzione che invita tutti gli stati membri a unirsi nella lotta contro i terroristi che rappresentano “una minaccia inedita e globale”.
    Tutti gli stati che possono, con tutte le misure necessarie. Suona come una vera chiamata alle armi globale, la risoluzione che il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha approvato ieri sera all’unanimità, per combattere l’Isis. Il testo non è stato scritto in base al Chapter 7 della Carta delle Nazioni Unite, che autorizza legalmente l’uso della forza, ma rappresenta comunque una copertura per i governi che vorranno incrementare le loro operazioni contro i terroristi.