apertura_occhi_odessa1

Dove le madri non piangono i figli

Da Odessa. Il drone ronza qualche decina di metri sopra la folla, sui palazzi circostanti i cecchini col volto coperto scrutano ogni angolo della piazza attraverso i mirini telescopici. La Casa dei sindacati di Odessa, nel terzo anniversario della strage che l’ha resa tristemente famosa, è circondata da centinaia di soldati e agenti delle forze speciali armati fino ai denti.

Qui, il 2 maggio 2014, i nazionalisti legati alla rivoluzione di Maidan trucidarono 48 attivisti filorussi che si erano rifugiati nell’edificio, bruciandoli vivi e ammazzando a bastonate chi tentava di scappare. O almeno questo dicono tutti gli elementi di prova disponibili, in attesa di un processo che possa trasformarli in verità giudiziaria. Tre anni dopo, le ferite che lacerano la società ucraina non accennano a rimarginarsi. La città è spaccata in due. Da un lato il dolore e la rabbia della comunità di lingua russa, che chiede verità e giustizia per un massacro ancora senza colpevoli. Dall’altro i nazionalisti ucraini, coalizzati intorno ai partiti dell’estrema destra come Pravy Sektor e uniti dall’odio per quelli che chiamano i “separatisti”, vivi o morti che siano.

L’anno scorso gli uomini dell’ultradestra arrivarono addirittura a bruciare e a calpestare, in segno di disprezzo, i mazzi di fiori portati dai parenti degli uccisi. Stavolta è andata un po’ meglio ma la tensione rimane comunque altissima. Nelle ore precedenti la commemorazione la polizia dirama diversi allarmi bomba, poi rivelatisi falsi. La folla preme ai cancelli al grido di “Non perdoniamo e non dimentichiamo” e “fuori il fascismo da Odessa”. Sotto un sole già estivo si concentrano migliaia di persone, sull’asfalto i lumini disegnano una grande croce russo-ortodossa.

Il momento culminante della cerimonia è l’arrivo delle madri delle vittime, in gran parte ragazzi giovani e giovanissimi. Il pullman con le donne tuttavia tarda e l’orario fissato per l’appuntamento scorre senza se ne capisca il motivo. La polizia – ufficialmente per motivi di sicurezza – ha bloccato nel bus per oltre un’ora un manipolo di donne inermi e forti solo del proprio dolore: quel che bastava per evitare che si presentassero in tempo all’appuntamento. Un piccolo sopruso, giustificato da presunte esigenze di ordine pubblico ma comunque sufficiente a esasperare donne esauste ed umiliate.

Anche una volta giunte sulla piazza di Kulikovo, però, per le madri di Odessa non c’è pace. Fra la folla che applaude in segno di solidarietà si infiltrano, come ogni anno, alcuni militanti nazionalisti con i colori dell’Ucraina ad adornare nastri e camicie. Filmano i presenti in silenzio, in una minaccia muta ed ostile. I più sfrontati si fanno sotto per sostenere che l’eccidio del 2014 sia stato un complotto ordito da Mosca.

Il mare di persone urla la propria rabbia, la selva di bandiere listate a lutto ondeggia, i provocatori sono allontanati dalla polizia.

Nelle stesse ore, però, gli uomini dei servizi segreti dell’Sbu perquisiscono ed arrestano alcune persone legate a vario titolo all’opposizione al governo di Kiev. Nella lista c’è il giornalista e testimone oculare Alexander Todorov, già invitato al Parlamento europeo per esporre i risultati della propria indagine indipendente. Nel giorno dell’anniversario gli uomini dell’intelligence si sono presentati a casa sua e hanno messo a soqquadro l’appartamento. Lui stesso ci racconta che gli hanno sequestrato il disco rigido del computer. La coincidenza temporale non è un caso. Uno Stato così solerte a sorvegliare i dissidenti e così farraginoso nel trovare i colpevoli di una strage per cui sono fortemente sospettati estremisti filogovernativi difficilmente può ispirare fiducia nei propri cittadini.

Di certo non ne ispira ad Andrey, pensionato sessantenne che il 2 maggio è saltato da una finestra della Casa dei Sindacati per sfuggire all’incendio. Si ruppe una gamba ma se la cavò. Chi saltò dopo di lui venne raggiunto dai nazionalisti inferociti e finito a colpi di mazza. Andrey ci mostra le cicatrici che ancora porta sul ginocchio, poi indica il davanzale del terzo piano e scuote la testa: “Le ferite più gravi – spiega – me le porto dentro”.

  • geddylee2

    nazisti finanziati da USA e UE, come i jihadisti… e il mondo tace… soprattutto la sinistra arcobaleno

    • Viktor Campus

      I filorussi ceceni sono peggio dei repubblichini.
      Vanno fatti fuori tutti e le loro ceneri disperse.
      Bisogna cancellarne al memoria.

      • Tip Tap

        Grande! Ecccolo qua il vero spirito democratico che ci mancava! …. Stai per caso anche preparando il progetto per i forni?

        • Viktor Campus

          Sì i bastardi assassini criminali filorussi vanno sterminati assieme ai filo trumpisti.

          • Fabio Kuroi Kami

            Cioè vorresti ammazzare tutti, dato che non si può essere filo-russi e pro-trump al tempo stesso. Vedi i finanziamenti da 350.000.000.000 $ dati da Trump ai sauditi, i maggiori finanziatori del terrorismo islamico e le bombe americane contro le basi di Assad. Su, dimmi che sei un troll.

          • Anita Mueller

            Ora vorresti farci credere che i sauditi hanno creato l’ISIS con l’aiuto degli americani? Invece è stato Putin con l’aiuto di Assad a creare l’ISIS!

          • Alberto86

            Io, invece, credo che quelli che verranno sterminati sarete proprio voi checche assassine ucraine filo-usa. Tempo al tempo.

      • geddylee2

        a quanto pare è successo il contrario…

  • Massimo

    I nazisti ucraini finanziati a con l’appoggio dell’europa hanno compito questa strage animale..perché loro sono animali della peggiore specie..criminali autorizzati da usa e europa..criminali anche loro.

    • Anita Mueller

      Che cosa avresti contro noi ucraini (e nel mio caso pure ebrea) ???

      • Fabio Kuroi Kami

        Nazisti ucraini = Pravy sektor. Se hai studiato bene l’italiano, dovresti saper distinguere tra ucraino e nazista ucraino. Inoltre, se sei ebrea, dovresti davvero preoccuparti dell’esistenza di partiti nazisti come questo nel tuo paese, e non difenderli.

        • Andri75

          Pravy Sektor != Maidan, non so perchè voi che scrivete da S. Pietroburgo continuate ad ostinarvi a scrivere che Pravy Sektor c’entri qualcosa con Maidan. Sono due cose completamente distinte con ideali, organizzazioni e obiettivi spesso diametralmente opposti.

      • Alberto86

        Una che si dichiara anti-russa e che mette come avatar la foto di quella macellaia femminista guerrafondaia della Clinton non può che essere uno scarto umano di questo mondo. Sei un errore genetico, nient’altro.

        • Anita Mueller

          Hai ragione, ma questa è purtroppo la mia natura e non ci posso fare proprio un bel niente.

          • Winston Smith

            Non è vero; qualche cosa di molto importante potresti fare: AUTO ELIMINARTI !!!!

          • Anita Mueller

            Non dire così: io sono solamente una povera psicopatica che ha bisogno d’amore e di attenzioni.

          • johnny rotten

            Puoi bannarla, così non vedi più nè ilsuo nome nè le stronzate che scrive.

          • Winston Smith

            Infatti subito dopo la ho bannata……

      • fabiano199916

        come fai (da ebrea) a sostenere un partito nazista?

        • Anita Mueller

          È la contraddizione che alberga nelle menti malate di noi ipocriti ebrei.

          • fabiano199916

            grazie della spiegazione

  • carlo

    a parte l’articolo il quale trasuda menzogne, inesattezze e calunnie a non finire … per la quale non vale spendere nemmeno una parola … tra parentesi, se si guardano attentamente la concatenazione degli eventi, i filmati e le testimonianze, si può osservare molto ben chiaramente di come quei poveretti, quel giorno nella casa dei sindacati luogo della tragedia, fossero riusciti ad appiccarsi il fuoco da loro stessi, dai filmati infatti si vede senza alcun dubbio di come le fiamme siano partite dall’interno ! mi pare dal secondo o terzo piano ! dal momento che alcuni soggetti nell’edificio si esercitavano nel lanciare bombe incendiarie all’esterno giù in testa ai sottostanti giovani rivali contro cui si accanivano.

    poi, che la bestiale propaganda russa e filo-russa ne abbia strumentalizzato gli eventi della
    tragedia stessa, ormai è stato accertato ed e pertanto acclarato un po da tutti come l’atto
    delittuoso in sé …

    piuttosto, porrei l’accento sulla vile, mefistofelica, mendace e depravata dirigenza russa, la quale dovrebbe smetterla di aizzare continuamente i loro rabbiosi cani ogni qual volta essi sentono il terreno cedere sotto i loro piedi … non è così che dovrebbe funzionare ! non ci dovrebbero andare di mezzo degli innocenti, anche se mentalmente instabili e suggestionabili.
    ma è chiedere troppo alla pletora demoniaca che ancora una volta ha preso le redini di una Russia sempre più assertiva e aggressiva … che Dio ce ne scampi …

    • fabiano199916

      ma hai visto bene i filmati e le foto?
      il torso delle persone è praticamente bruciato, e la mobiglia in legno praticamente intatta, una donna incinta si sarebbe strangolata da sola?

      • carlo

        secondo lei un qualsiasi normale soggetto posizionato giù dalla strada è in grado di lanciare con precisione una molotov dal basso all’alto al secondo o terzo piano, attraversare una finestra ed esplodere all’interno della stessa ? senza contare che dalle finestre stesse venivano lanciati oggetti contundenti come sedie, mobili e altra roba ? guardi, se ci riuscisse sono pronto a regalarle un biglietto aereo per Mosca …

        • Salmovivent

          Io ti regalerei il biglietto per un altro posto, a senso unico, lurido troll nazista!

          • Winston Smith

            Allora siamo in due…

          • Anita Mueller

            Se vengo anch’io, lo facciamo un bel menage a trois?

          • carlo

            si d’accordo, decidetevi un po però, dal momento che la coerenza non è il vostro forte è furbastro ? da una parte voi destrorsi ? fate cagnara per il Putin … come la Le Pen, Casa Pound, La Meloni, Salvini, forza nuova ecc ecc … ma poi questo Putin e di destra o di sinistra ? ma io penso semplicemente che il tizio vi prende tutti per dei c……i, ma vi scagliate contro gli ukraini i quali vorrebbero e pretenderebbero SOLO che il tizio del Cremlino cessasse una volta per tutte di rompergli continuamente i coglioni … chiedono troppo !? ognuno se ne sta a casa propria non andrebbe bene per tutti ?

          • Andri75

            A Putin una cosa va riconosciuta : è riuscito a diventare l’idolo della destra (grazie al fatto che finanzia a mani basse i partiti populisti Europei con lo stesso Le Pen padre che ha definito disgustosa sua figlia per via del fatto che prende contributi dalla Russia) pur essendo un adoratore di Stalin (basta fare un giro nei territori “curati” dai suoi più stretti collaboratori come in Crimea o nel Donbass o in Cecenia con tanto di santini, magliette e altre amenità simili).
            Probabilmente la causa del fatto che lo seguano anche militanti di destra e non solo gli esponenti politici profumatamente foraggiati, è il suo carisma, l’interventismo militare, l’odio verso i gay e i disabili (peraltro dovuto probabilmente alla sua stessa disabilità dettata dalla statura). Interessante osservare che in realtà questi “valori” non sono propri della destra ma nascono con le politiche Staliniste.
            Nei Paesi dell’est peraltro non esiste un vero concetto di destra e sinistra e non è mai esistito. Destra e sinistra hanno un significato molto più ampio che passa per la politica, l’economia, lo stato sociale. Nell’est no, chi viene etichettato come “fascista” non è per forza di cose un liberista, una persona che al centro pone la famiglia, ma semplicemente chi vuole prevaricare con le proprie idee quelle degli altri o con la propria forza i diritti altrui, in parole povere : Putin.
            Se visto con la lente della ragione Italiana (ben diversa da quella Europea) Putin può essere etichettato come uomo di estrema sinistra, molto vicino sia all’idea dei gulag che ai movimenti comunisti anticlericali (anche qui interessante vedere come Putin sia un uomo con un odio profondo per la Chiesta Cristiana che da anni sta cercando di estirpare dalla Russia, eppure sia idolatrato da molti uomini della destra Cattolica Italiana).

          • Winston Smith

            FUCK YOU ASSHOLE (2)

          • carlo

            lei mi ha dato dei buoni spunti riflessivi … un metro di misura in più da cui partire al fine di cercare almeno di capire il motivo per cui quel signore del Cremlino è quasi o del tutto diventato un’icona per una certa destra
            europea … e aggiungerei anche di una certa estrema sinistra ! ora, io non mi ritengo sicuramente di sinistra, se la vogliamo mettere sul piano ideologico basato sul vecchio dualismo basato sulla contrapposizione destra, sinistra …
            dal punto di vista strettamente personale mi ritengo piuttosto ideologicamente un liberal conservatore …
            detto questo, è vero … secondo un idea che mi sono fatto, da quelle parti è difficile interpretare un ideologia di carattere ideologicamente dualistico come l’intendiamo noi della nostra scuola di pensiero occidentale … non penso affatto ad esempio, che in Russia, ma anche in Ucraina, ma in genere in tutto l’est europeo abbiano mai letto o meglio studiato personaggi come Evola, Gentile, Ezra Pound ecc ecc … al massimo da quelle parti hanno letto Marx o Engels … che di destra hanno poco o nulla a che fare …
            io penso molto modestamente come da quelle parti sia in atto una contrapposizione unicamente di stampo nazionalistico, dove la Russia evidentemente e ovviamente è tornata dopo alcuni anni di letargia dovuta ad una loro palese crisi economica, esistenziale ed esiziale … a pretendere ciò che in modo molto molto pretestuoso pensa gli sia dovuto di diritto …
            cioè una egemonia sui popoli vicini slavofili e non solo ! egemonia che da sempre storicamente ha avuto e preteso come una sorta di appunto, una egemonia politica, commerciale, culturale e militare insieme.
            in conclusione senza farla lunga, non mi spiego, che cosa ci azzecca … il Putin, la Russia e tutto il mondo slavo che gli ruota attorno, con l’ideologia di destra e fascista europea occidentale !? dal momento che per loro fascismo vuol dire nemico e quindi sparare a vista … infatti l’offesa politica agli avversari più in voga e “fascisti” ! così come gridavano i presunti separatisti russo ucraini e russi all’indirizzo dei poveri soldatini ucraini, insulto che ancor ora, tutt’oggi gli ucraini vengono così apostrofati.
            i quali ucraini si sentivano e si sentono alquanto disorientati e sconcertati !
            pertanto ai vari movimenti di destra o estrema destra italiani ed europei non capisco come possano sostenere un personaggio alla Putin … il quale apostrofa come fascisti agli ucraini … e però i fascisti europei lo
            sostengono … qua c’è qualcosa che stona … sarebbe meglio se costoro fossero un minimo coerenti ! si facessero una volta tanto un’autocritica seria e una ponderata riflessione non sarebbe poi una cattiva idea …
            del resto, non si giustifica nemmeno una vera o presunta finanziamento occulto ai vari movimenti o partiti anti occidentali o anti americani anti sistema ecc ecc ecc … dal momento che prima o poi, sarebbe sicuramente come darsi una zappata sui piedi … anche perché tutto ciò, non sarebbe a titolo gratuito ! quelli non fanno sconti ! pertanto, gli utili idioti fanno comodo solo al Putin da San Pietroburgo …

          • Andri75

            Concordo con gran parte della sua analisi.
            Penso che la crisi di identità sia anche in genere nel mondo degli estremi (destra e sinistra) Europei. Purtroppo i componenti di questi movimenti spesso mancano delle basi culturali necessarie per formulare un pensiero coerente (non entro nel merito del giusto o sbagliato) e ,non avendo un leader carismatico che possa sopperire alle mancanze culturali, si fanno influenzare ed si identificano con una figura che è in realtà davvero di bassa statura (non solo fisica) ma che gode di un formidabile apparato di informazione (o disinformazione) che bene attecchisce nella subcultura.
            Ho visto utilmamente persone che si definiscono di estrema destra osannare la Russia (nemico storico, ideologico e traditore del loro leader) e odiare i mussulmani (invece molto vicini alla visione “tradizionale” della società).
            Ls Russia non ci azzecca nulla con la destra Europea e neppure con la sinistra, essendo uno Stato cleptocratico governato da ricchissimi oligarchi che mantengono la popolazione in uno stato di generale indigenza.

          • carlo

            non si può che concordare quanto lei ha sopra scritto, senza altro aggiungere … trovo soltanto sconcertante e una palese vigliaccata il fatto che molti qui in Europa come partiti e movimenti politici si abbassino nel ricevere e riscuotere denaro in nero dal gaglioffo di Mosca, il quale bel furbastro, queste cose le conosce ben bene … in epoca sovietica non finanziavano i vari partiti comunisti europei ? dal PCF al PCI ? tutto questo non ha che il solo scopo di propagandare e avallare la politica di Mosca qui in Occidente. senza contare la propaganda filo russa che sempre di più inondano e assillano con veri e propri fake news le reti internazionali europee e non solo …
            quando costoro, i diretti interessati capiranno e si renderanno conto che lo scopo di tutto ciò, è soltanto quello di danneggiare gli avversari di Mosca … cioè noi occidentali … tutti sia ben chiaro ! beh … sara un bel giorno per tutti quanti noi …

      • Andri75

        Se invece di guardare i filmati falsi rilasciati da RT o Lifenews mesi o anni dopo i tragici eventi (alcuni realizzati in studio) avesse assistito alla diretta oppure parlato con persone che c’erano (parlo dei pro-Yanykovich all’interno del palazzo e si sono salvati) saprebbe che il problema è che la polizia ha bloccato le entrate non facendo uscire nessuno e che, nonostante questo, quasi tutti si sono salvati grazie proprio a Pravy Sektor che si prodigava per aiutare chi cercava di scappare (basta avere due occhi per guardare), salvo una singola stanza che è stata chiusa con delle catene.
        Visto che la polizia era già presente in loco quando gli scontri sono iniziati e che essendo le porte chiuse nessuno è entrato o uscito dal palazzo non si chiede chi abbia messo quelle catene.
        Non si chiede come mai l’unica TV presente in zona fosse una TV Russa con ben due telecamere fisse? Oltre a loro le uniche altre immagini sono quelle di Espreso.TV che utilizza immagini di telefoni cellulari o microcamere non professionali. Mentre i Russi hanno iniziato la diretta gli scontri non erano neppure iniziati.
        Non dimentica forse di dire chi ha causato gli scontri con il brutale assassinio di quattro manifestanti dell’altra parte con l’uso di armi da fuoco ?
        Quando si raccontano i fatti bisogna raccontare tutto e non solo le cose che fanno comodo ad una parte.

        • fabiano199916

          hahaha, i filmati non sono falsi, la prego di analizzarli attentamente, lo sa? esistono metodi per verificarne l’autenticità… la prego di provare, poi questi filmati non sono stati realizzati da (come lei sostiene) da RT…ma dai manifestanti stessi, in quanto orgogliosi delle loro azioni…concludo che lei debba informarsi meglio su questo evento, la prego si informi meglio…

          • Andri75

            Non tutti i filmati sono falsi, alcuni si e quelli falsi sono realizzati da parte di RT per un ignobile documentario che specula sulla morte di quelle povere persone per fini propagandistici.
            Le assicuro che sono informatissimo conescendo personalmente una persona che era all’interno dell’edificio e avendo seguito tutta la diretta il giorno dei terribili avvenimenti.
            Le sentenze poi si fanno in Tribunale ed esistono degli indagati per le responsabilità di quei tragici avvenimenti per cui le chiedo : perchè la Russia non permette di interrogarli o estradarli ?
            O lei che è cosi informato non ha visto la polizia schierarsi di fronte alle porte e non permettere a nessuno di entrare e uscire ?

          • fabiano199916

            sono contento che lei ammetta che i filmati non sono falsi, che lei ammetta che sono morte delle persone.
            Visto che lei è informato mi dica che dicono le “sentenze” dei tribunali ucraini …
            e mi dica come mai la “polizia” ha aspettato che i dimostranti appiccassero un’incendio, entrassero nell’edificio, uccidessero una moltitudine di persone?

          • virgilio

            ma va affanculo ebete,carlo 2

          • Andri75

            Evviva la cultura! Sicuramente si trovera’ a suo agio con Putin e il suo entourage : Strelok, Kadyrov e altri uomini di detta statura

          • Winston Smith

            FUCK YOU ASSHOLE !!!!

          • Andri75

            Devo ammettere che sia molto divertente vedere che a S. Pietroburgo hanno iniziato ad utilizzare nomi di fantasia stranieri (peraltro potreste avere un pò più di fantasia), purtroppo non c’è stata evoluzione sotto il profilo culturale e dialettico, d’altronde la cultura Russa contemporanea è quelle che è.
            Visto che mi pare evidente che preferiscano l’azione probabilmente sarebbe più utile utilizzare queste “risorse” al fronte nel Donbass, i 300 Russi sarebbero ben felici di riaccompagnarli a casa, assieme ai vari “turisti” mandati da Putin.

          • Winston Smith

            Bravo…. adesso prendi la macchina e rilassati con una battona ucraina.
            Tra pezzi di merda dovreste intendervi a meraviglia.
            FUCK YOU ASSHOLE.

          • Andri75

            Probabilmente lei non lo sa visto che guarda solo RT e Lifenews (o magari lo sa per qualche precedente in famiglia) ma il numero di prostitute Ucraine e’ infinitamente piu’ basso rispetto a quelle Russe e la tendenza aumenta nel corso degli ultimi anni per colpa delle tragiche scelte economiche del suo datore di lavoro Putin che ha portato un aumento considerevole della poverta’. Peraltro potrebbero insegnarvi a fare il copia e incolla con un po’ piu’ di fantasia, magari cambiando qui e la qualche parole tra una risposta e l’altra.

          • Winston Smith

            Non è colpa mia se sua moglie, da buona ucraina, batte i viali….
            Quanto vuole ? 10€ bocca e figa?
            Oramai di puttane ucraine ce ne è una inflazione….
            FUCK YOU ASSHOLE

          • Andri75

            Ha sbagliato indirizzo non essendo mia moglie Ucraina ma, come le ho già detto, statisticamente sono più le donne Russe a professare questa antica arte. Capisco che lei sia un esperto del settore ma non sempre le esperienze famigliari possono essere elevate a statistica.

          • Winston Smith

            Ma perché non provi a cospargerti di benzina e poi darti fuoco ?
            La merda, materiale della quale sei costituito al 100%, dicono sia un ottimo combustibile.
            Relativamente al successivo funerale, sarò poi felicissimo di offrirtene personalmente uno di prima classe; anzi credo che se organizzassi una colletta, diverse persone qua dentro sarebbero entusiaste di aiutarmi.
            Fuck you asshole…

    • Winston Smith

      Fuck you asshole !!!

      • carlo

        tutto qui !?

        • Winston Smith

          Non sono certo in grado di scrivere una caterva di stronzate ed idiozie in
          sole tre righe, come fai tu…. io sono una persona seria, non un troll idiota come te; sorry !!!

          • carlo

            capisco, sei una persona seria … pensa un po quelle che non lo sono.

          • Winston Smith

            Non so dove abiti…. ma credo che una battona ucraina la trovi molto facilmente, senza fare troppi km.
            Prendi la macchina e smettila di fare il bimbio minkia qui, che non è per idioti deficienti par tuo.

    • telepaco

      Viva la Russia, abbasso i malati mentali!

  • Mondoacolori

    Cio che avenne ad Odessa il 1 maggio del 2014 , rapprsenta una macchia indelebile nella politica della UE . Questa UE , ma soprattutto Angela Merkel , Steinmeier ed compagni si dovranno vergognare per decenni , sono loro che avevano la possibilita´di condannare le atrocita´compiute in quella tragica giornata , ma non ebbero ne´la voglia ne´il coraggio. Ricordo che l´attuale Presidente tedesco non ebbe la forza di imporsi al diktat del Ministro degli Esteri Ukrainp , di non posare una corona di fiori davanti al sagrato della sede dei sindacati di Odessa . Qualche giornalista oggi glielo dovrebbe chiedere quando si fanno conferenze stampa . I tedeschi avevano il dovere di protestare , visto il loro passato . IL primo maggio rappresenta un piccolo assaggio dell´OLocausto , metodi nazisti in piccolo formato . Quelle vittime sembrano dimenticate dall´occidente , quell´occidente che ha tenuto accesi i riflettori sulla Maidan dal novembre 2013 al febbraio 2014 , e poi una volta finito il golpe , hanno spento tutto e tornati a casa . Ecco questa e´la nuova strategia di espansione verso est . Un po´mediatica , un po´politica e tanti soldi . Contro questa forma di imperialismo non sara´facile lottare .

  • Andri75

    Articolo basato sul pregiudizio e su affermazioni che sono l’opposto dei risultati delle inchieste Giudiziarie e giornalistiche degli ultimi anni, nonchè da quanto chiaramente visibile nelle immagini riprese.
    Nessuno è stato “trucidato”, termine il cui significato un giornalista dovrebbe conoscere e questo è un fatto.
    Altro fatto è che la colpa della morte dei manifestanti (non necessariamente filo-Russi visto che allora l’Ucraina non era in guerra con la Russia ma solo oggetto di tensioni fra differenti partiti politici) sia nella polizia di Odessa che ha chiuso le porte di ingresso dell’edificio non permettendo a nessuno di uscire, oltre che nel caso specifico di una stanza, dai lucchetti posti all’interno.
    Altro fatto è che i manifestanti riconducibili a movimenti nazionalisti Ucraini (che nulla hanno a che vedere con Maidan che è un movimento prevalentemente studentesco) hanno aiutato i manifestanti a scappare dalle finestre visto che le uscite dell’edificio erano bloccate.
    Altro fatto è che la combustione è avvenuta da molotov presenti all’interno dell’edificio per cui erano i pro-Yanykovich a lanciare le molotov contro i Nazionalisti e non viceversa.
    Altro fatto è che gli unici indagati, tra cui il Capo della polizia di Odessa, sono scappati subito dopo a Mosca dove ora ricoprono ruoli di rilievo nelle strutture di sicurezza.

  • johnny rotten

    Il terzo reich mandava i nonni di questi dementi a fare il lavoro sporco di trucidare gli ebrei, i polacchi e quant’altro hitler voleva cancellare, il quarto reich usa i figli o nipoti, ma la sostanza non cambia.

    • carlo

      già, invece il contemporaneo russo del dittatore germanico non perseguitava affatto gli ebrei, i polacchi ecc ecc … devo raccontarle la storia io !? da dove comincio ? dalla spartizione della Polonia del 1939 con annesso massacro compiuto nella foresta di Katin con l’assassinio di ben 22.000 poveretti ? o la persecuzione sempre da parte di Stalin degli Ebrei da lui considerati dei traditori e pertanto messi all’indice, imprigionati e assassinati nei campi di lavoro ? l’ultima
      “impresa” quella che passò per essere stata definita la congiura o complotto dei medici nel 1953.
      oppure tornando indietro al manifesto anti ebraico degli anni venti ?

      • johnny rotten

        Che cosa c’entra con quello che ho scritto io, che è storicamente provato, tra l’altro con quanto hanno fatto altri e in altri tempi?