barack-obama

Obama, il mercante d’armi

Quella di Barack Obama passerà alla storia come l’amministrazione americana che ha venduto più armi nel mondo e sopratutto ai Paesi in via di Sviluppo; niente male per un Presidente premio Nobel per la Pace (sulla fiducia), mito dei terzomondisti liberal e pacifisti. Dal 2008 al 2015 (in pratica durante i suoi due mandati), gli Usa hanno chiuso accordi per 200 miliardi di dollari, pari al 42% dell’intero ammontare del traffico di armi in questi paesi.

unnamed

Il dato eclatante risulta da un recente studio pubblicato dal Congressional Research Service, l’Istituto di Ricerca del Congresso americano. Secondo il report, gli accordi di trasferimento di armi nei Paesi in via di Sviluppo, hanno rappresentato più dell’80% di tutto il mercato delle armi globale; e l’America di Barack Obama è stata leader assoluta con una quota di mercato più del doppio di quella della “famigerata” e “guerrafondaia” Russia di Putin.

Non solo, ma se a quelli Usa si aggiungono gli accordi di Francia (51 bln $), Germania (19,5 bln $), Gran Bretagna (14 bln $), Italia (10 bln $) e altri paesi europei (53 bln $), si raggiunge la cifra di 357 miliardi di dollari di accordi di trasferimento armi nei Paesi in via di sviluppo; e la differenza con la Russia diventa superiore di quattro volte. Interessante notare che anche aggiungendo alla Russia, le vendite della Cina (le due nazioni che secondo la vulgata occidentale, mettono a rischio la pace nel mondo), non si raggiunge neppure la metà del controvalore del traffico d’armi generato dall’Occidente.

In altri parole i paesi Nato hanno inondato di armi di ogni tipo le aree più a rischio del pianeta.

Quando?

Secondo il rapporto, le scelte di trasferimento armi rispondono a precise necessità della politica estera americana e di tutela degli interessi nazionali di Washington. Dalla fine della Seconda Guerra mondiale, la strategia Usa è stata quella di aiutare alleati e nazioni amiche ad affrontare le minacce alla sicurezza regionale. Eppure colpisce il fatto che la maggiore quantità di vendita armi in Medio Oriente (76 miliardi di dollari) sia stata autorizzata da Obama nel biennio 2011-2012, quello per intenderci che ha generato le famose Primavere arabe, la guerra (ovviamente umanitaria) in Libia e quella civile in Siria; lo stesso biennio che ha preparato l’ascesa dell’Isis e la formazione del Califfato. In altre parole sembra che “la politica delle armi” di Obama non sia servita alla stabilizzazione regionale ma, al contrario, ad alimentare le crisi che oggi stiamo attraversando.

Dove?

Per l’America di Obama, l’area privilegiata per la vendita di armi è stato il Medio Oriente; qui, nella polveriera del mondo, gli Usa hanno chiuso oltre il 70% dei loro accordi complessivi.
Limitatamente all’ultimo triennio 2012-2015, la Russia detiene la principale fetta di mercato in Asia (76%), la Cina in Africa (22%), mentre l’America Latina riceve in prevalenza armi europee.

Chi?

L’Arabia Saudita è il paese acquirente che più di ogni altro ha chiuso accordi commerciali di armi al mondo per un valore complessivo di oltre 93 bln $; di questi, secondo la ricerca, circa 72 miliardi dagli Usa ed il restante dai paesi europei (Francia in testa). L’India il secondo con 34 miliardi.

unnamed-1

Rimanendo nel Medio Oriente, gli altri Paesi maggiori acquirenti di armi sono stati Egitto (30 bln $), Iraq (29 bln $), Emirati Arabi (25,6 bln $) e Qatar (24 bln $).
Da notare che per l’Egitto dal 2012, anno della presa di potere di Al-Sisi, il principale fornitore di armi è diventata la Russia; segno evidente di un cambiamento della politica estera di un paese che per decenni è stato il riferimento degli interessi Usa in Medio Oriente.

Focus 2015

Nel 2015, anno più recente preso in considerazione, gli Usa hanno chiuso accordi di vendita armi per 40 miliardi di dollari, pari al 50,2% dell’intero mercato mondiale; questo significa che più della metà del traffico di armi nel mondo è gestito dagli Stati Uniti.

Ma il dato più eclatante è che per la prima volta, al secondo posto tra i paesi fornitori di armi, non c’è la Russia (nonostante abbia leggermente aumentato il valore degli accordi commerciali) ma la Francia del socialista Hollande che ha raggiunto la cifra di 15 miliardi di dollari di armi vendute, a coprire quasi il 20% del mercato mondiale (nel 2014 era di 5,5 miliardi).

Limitatamente ai Paesi in via di Sviluppo, Usa e principali produttori europei (Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia) coprono quasi il 70% valore del traffico d’armi; la Russia il 17% e la Cina il 9%.

Nella relazione è specificato come “i principali fornitori dell’Europa occidentale, singolarmente, hanno migliorato la loro posizione competitiva nelle esportazioni di armi attraverso il forte sostegno marketing dei propri governi “; insomma appare chiara la natura della politica estera occidentale.

Probabilmente nel 2016 il volume trasferimenti complessivi di armi autorizzati dall’amministrazione Obama risulterà aumentare considerevolmente se verrà confermato lo sbalorditivo accordo di 115 miliardi di dollari siglato da Obama con il governo saudita. Armi, che ricordiamolo, sono utilizzate dalle monarchie del Golfo per condurre la criminale guerra nello Yemen in aperta violazione del diritto internazionale.

Chissà se nel discorso di commiato che Barack Obama si appresta a fare alla nazione americana, racconterà anche di questo suo merito: il Presidente che avrebbe dovuto proiettare il mondo verso una nuova era di pace e distensione internazionale è stato il maggior esportatore di armi (e guerre) nella storia americana.

LEGGI ANCHE
Costa d'Avorio, mente jihadista
  • albertzanna

    Sui danni che Obama ha portato all’America e al mondo intero parlerà la Storia.

    E sarà il racconto degli anni di maggiore declino dele libertà nel mondo intero, favorita e voluita da un uomo che ha applicato alla lettera i dettami dela sua religione, l’islam: distruggere gli infedeli con ogni arma possibile.

    Agli occhi del falso dio, Allah, e del falso profeta, maometto, Obama dovrebbe apparire come l’uomo dei miracoli

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • gennarino

        PURIFICATI IL CERVELLO, STUPIDA DEFICIENTE!

      • Gina

        Allora illuminaci tu, commentando questa foto che sembra un fotomontaggio. E se non la è, chi è il tizio in primo piano, e chi sono quelli a c…o per aria?
        Amici tuoi? O sono diversamente nemici, o sono nostri correligionari? O sono il nuovo che avanza, l’arricchimento cul…turale? I futuri inseminatori di bianche? Il meticciato di Kalergi? Il piano mondiale per arricchire l’Europa e rendere i bianchi diversamente vivi?
        Insomma spenditi un po’ di più ANI()TINA! Dai, commenta non essere così parca. Forza! Parli come un Tatzebao. O no scusa, non volevo offenderti. Parli come un Manifesto, come Marx, però attenta, Marx era ebreo. Tu come te la cavi con la “congiura sionista mondiale?” Perché da quello che mostri e dici mi sembri piuttosto dall’altra parte. E questi Ebrei che non hanno voluto emigrare in Australia, invece che ritornare nella terra dei loro padri…..e lasciare in pace i moderati e operosi Palestinesi. Meravigliosi. O se, invece, non sei d’accordo, puoi sempre optare per Ben Gurion. Moshe Dayan? Mubarak? Yasser Arafat? Tanto a te va sempre bene tutto, basta che ti metti contro.
        Siempre contra!!!! L’importante è dare p(i)erle di saggezza. In pillole però.
        Mi sa che ti sei fatta dare la ricetta sbagliata.

    • bonoitalianoma

      In confronto i dinosauri erano delle gallinelle che beccavano il grano dalla mano del contadino.

  • http://dovemimettonosto.it Livio

    Chi ha votato per ben due volte il diversamente americano (anche se con cittadinanza americana, il che non garantisce nulla sulla propria natura e intenzioni) quali motivazioni ha avuto? Il plauso mondiale verso un’iniziativa meritoria, antirazzista e altamente relativista? (Tant’è che arrivò il più famoso premio Nobel della storia, quello che lo ha squalificato una volta per tutte.) Il suo nome e la sua nascita non dicevano nulla? Quali informazioni avevano sull’ideologia che muoveva tale Barack Obama, coloro che lo votavano? Non era piuttosto un voto di paura, una paura che proveniva da vari fattori (sindrome di Stoccolma, pressione antirazzista e a favore delle minoranze arrivata ai massimi storici, ecc.)? Si aspettavano una politica di grande democrazia solo perché è un negro? O magari si facevano pure sedurre dalla loquela di quella presentatrice di colore (il cui nome non ricordo) che si fece in quattro per promuovere Obama (io stesso, italiano, ricevevo, prima delle elezioni presidenziali, ogni giorno, un messaggio promozionale di posta elettronica da tale personaggio)? Perché solo ora si trova il coraggio di criticare la persona di colore pseudoamericana che è Obama? Non ci sentiamo tutti un po’ cretini?

    • bonoitalianoma

      Purtroppo la madre dei cretini è sempre incinta.

      • http://dovemimettonosto.it Livio

        Magari. Non avremmo il problema della denatalità.

  • legionario

    Obama era l’uomo del cambiamento, se non ricordo male. Il colore della pelle sembrava una garanzia sicura, se non sbaglio. I risultati dopo 2 mandati? Morti sparati dalla polizia: aumentati, violenze contro gli afroamericani: aumentati, esportazioni di armi: aumentate, tasse: aumentate. Renzi era andato giusto da lui per avere la benedizione. Da non credere!

    • bonoitalianoma

      Esauriente tabella stile partita doppia dell’utile di esercizio.

  • unamattinamisonsvegliato

    PREMIO NOBEL PER LA PACE CON IL CUORE DI PECE… e la faccia da cxxo pigmentato

  • peodiguerra

    lo sanno tutti che l’economia USA è economia di guerra .da sempre loro devono fare guerre per il loro PIL. sappiamo anche che gli USA sono una colonia di Israele in quanto la loro economia in tutti i campi(recentemente anche in quella internet) è controllata dagli israeliani(israeliti).Le conseguenze son facili da trarre.Obama a me sta cordialmente antipatico ma non potrei addebitare a lui più di tanto.E’ il sistema americano che viene indirizzato così e il Presidente non può andare in direzione diversa.
    di fatto le alternanze democratici e repubblicani hanno prodotto sempre gli stessi risultati.
    ora Trump non è nemmeno un repubblicano.E’ una scheggia fuori controllo.Bisogna vedere come riusciranno (e credo che ci riusciranno) a controllare anche lui.

  • antonio maria cacciapuoti

    meno undici…

  • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

    Strano articolo dal momento che secondo lo Stockholm International Peace Research Institute (SIPRI) abbiamo altri dati … https://uploads.disquscdn.com/images/14c623d5fc1f3b1533a623b00e5b70ded0f9316564c246f9d4da874754a56e9b.png

    • Valeria Vernon

      Non capisco proprio cosa lei voglia dire, Anna. I dati non sono molto diversi. Se paragoniamo le esportazioni USA nella tabella fornita inizialmente abbiamo nel periodo 2012-2015, tre anni, esportazioni USA al 31%, cioè circa 10% all’anno mentre la tabella da lei fornita indica per il periodo 2010-2014, quattro anni, esportazioni USA per 35%, cioè 8,5% anno circa, una media più bassa, è vero ma i periodi sono diversi non solo per lunghezza ma per intensità delle attività. Quindi NON si tratta di “altri dati” come lei dice ma di variazioni che comunque non si discostano molto dalla tabella originale. Prima di buttare dei dati, si faccia un po’ di conti

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
        • Valeria Vernon

          Mi dispiace, è vero, non ci arrivo. Pazienza.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Abbiamo due protagonisti di cui uno con PIL pressoché 1/8 dell’altro.

          • alberto

            Anita-Carlo-Thalia in tre non dovrebbe essere difficile per voi ‘partorire’ un’altra frazione.
            Debito pubblico usa 19,956 trilioni – Debito pubblico Federazione Russa circa 560 miliardi. Risulta 1/35 per la Russia .Se sbaglio correggetemi…:D
            Debito pro capite usa 75 mila dollari considerando anche neonati e ultranovantenni.altrimenti ,solo per i contribuenti , sono 175 mila dollari. Federazione Russa, circa 3.700 dollari.( compresi gli ubriaconi…:D)
            P.S.
            per non…collassare voi dovete proprio inviare le vostre ridicole foto?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Come sei solito fare non consideri il patrimonio detenuto dallo stato russo ma che non è suo in quanto il frutto dell’esproprio (con connesso omicidio) di massa …

        • Gina

          Dacci tu la spiegazione. Illuminaci. Ti prego, noi siamo esseri inferiori. Tu di sicura origine meticcia? Diversamente bianca? Diversamente nera? Diversamente intelligente? Diversamente idiota? Diversamente donna? Diversamente uomo?

          Perché non pubblichi una ricerca da premio Nobel per l’Economia? Perché non ci stendi tutti con qualcosa di più di una mappa?????

          E’ lì che si vede la grandezza. Per il resto, te l’ho detto. Vivi su questo pianeta come noi e quindi sei come noi. O meglio….no. Tu sei diversamente grande.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Hai calcolato il fatturato PRO CAPITE per paese esportatore di armi?

    • luigirusso6667

      abbiamo??chi ?

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Non sei parte della specie umana?

        • Gina

          Tu ormai hai superato tale specie.
          Resta da capire a quale appartieni. Diversamente Dei? Diversamente Diavoli? Diversamente cosa?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Se lo dici tu …

  • Stefano61

    Ogni giorno che passa salta fuori una porcata del negro premio nobel per la pace. Restano ancora 11 giorni perche’ il piu’ vergognoso falso ipocrita incapace guerrafondaio presidente degli Usa si tolga dalle palle con la sua cricca annessa. Poi rimettere a posto i danni sara’ dura.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Qualcosa non torna con questa tua avversione rispetto alle persone con la pelle più scura … https://uploads.disquscdn.com/images/9fd52ed0ab30eea20516e109441c9d8cc4f52990a85614057b9f1c3508e34463.jpg

      • Gina

        Cara Anita, dicci tu come dobbiamo comportarci e parlarti.
        Sei una grande!
        Dacci ancora qualche perla della tua saggezza. Insegnaci a vivere socraticamente, o secondo i dettami di Allah! Vedi tu.
        Oppure preferisci Javeh, o sei atea o sei fascista, o sei comunista o sei….
        Scegli tu come porti camaleonticamente.
        Preferisci citare Mandela, Martin Luther King, Buddha, Che Guevara, Mussolini, Hitler,
        Abu Abbas, Nethanyau, Obama, Maduro…..
        Dicci come dobbiamo trattare con una mente illuminata direttamente dall’Altissimo. O forse Altissimo è un termine che non ti piace perché sessista?
        Dio potrebbe essere donna?
        O forse è meglio Giove?
        Oibò e se fosse meglio Odino?
        Il sonno della ragione genera mostri….Come è vero!
        Ma tu non dormi mai. Sei la nostra (o nostro) Conducator, come Ceausescu, o forse Stalin, o forse….non so. Sei colei o colui che va sempre a fondo alle cose nella maniera più astrusa, circumnavigando il globo, ma riesci sempre a fare centro.
        La filosofia ci seppellirai e tu sarai il nostro o nostra becchina.

    • Gina

      Mi basta condividere. E poi fanno a gara per demonizzare Trump. Almeno aspettiamo che faccia gli stessi morti, le stesse guerre civili e gli stessi stupri che ha provocato Obama, figlio di una ritardata. Buon sangue non mente. Ooops, mi scusi Anita, volevo dire: “figlio di una diversamente intelligente.” Perché cos’è l’intelligenza? Chi ha il diritto di dire chi ce l’ha e chi no?
      Tutto è relativo e Anitina è quella più relativa di tutto e di tutti.

  • ﻥ Dante Salmè

    L’islamico Obama è un criminale di guerra e andrà processato. Per quello che c’è scritto qui c’è spazio a sufficienza per fargli fare la fine di Saddam Hussein, proprio davanti al carcere di Guantanamo.

  • telepaco

    La stupidità odierna e la decadenza dell’Occidente filoislamico, masochisticamente parlando, lo si vede anche da questo: aver santificato un uomo mediocre di colore solo perchè provvisto di buon livello oratorio che ha incantato le menti più semplici della sinistra internazionalista. Un uomo che ha rivelato man mano che passavano gli anni del suo mandato tutta la mediocrità e l’incompetenza che ci ha portato alla situazione attuale: terrorismo dilagante, migrazioni di massa di clandestini, territori in nord africa incontrollabili, paesi destabilizzati da guerre da lui avallate (Siria e Libia) e paesi mai pacificati (Iraq e Afghanistan). L’uomo che oggi rappresenta il totale fallimento delle politiche democratiche filoislamiche che han fatto tanti danni da doverne subire le conseguenze per decenni. Il fuoco del terrorismo, cosi coccolato e spesso sponsorizzato come i gruppi jhadisti anti Assad in Siria, sarà difficile da spegnere per chiunque arrivi al comando dei nostri paesi. Ma intanto il premio nobel per la pace ha concluso affari da miliardi in armi con i “democratici e fautori dei diritti umani” i suoi amici e alleati sauditi, implicati molto probabilmente degli attentati dell’ 11/9, roba da corte marziale per Alto tradimento

  • Vincenzo Amato

    Ma è lo stesso Obama che voleva privare i suoi cittadini del diritto sancito costituzionalmente a portare armi? Ah,la coerenza…Si vede che aveva più paura del malcontento degli americani che dell’ISIS.

  • ADL

    E dopo questi dati che in parte già si conoscevano, anche se non in modo così preciso, possiamo aspettarci a breve una chiamata di Sir ABU BAKR, all’ Accademia di Stoccolma per un altro prestigioso Nobel per la pace ??????

  • Bocci Massimo

    Questo miserabile SERVO!!! Meticcio,vero rinnegato mistificatore oltre che riempitore venditore: Di armi lo era soprattutto di MERDA Meticcia!!! Con cui ha cercato di affogare Occidente tutto e la Democrazia occidentale, un vero nobel per LATAME e pozzi neri.

  • levy

    Ha riempito di armi i Sauditi e i cosidetti ribelli moderati, che altro non sono che tagliagole mercenari.

  • bonoitalianoma

    GLI ANTICHI ROMANI DICEVANO: SI VIS PACEM PARA BELLUM … COME FURONO PREVEGGENTI NEL CAPIRE QUAL’È IL MOTIVO DI FONDO PER MERITARSI IL NOBEL PER LA PACE.

  • Tobi

    Hanno sbagliato una vocale. Obama ha preso il premio Nobel per la pece (e non per la pace). Quello per la pece è una nuova categoria di premio Nobel. E’ assegnato a chi più di altri ha riempito il mondo di pece (nel significato più negativo di questo termine).

  • Leonardo Zangani

    L’ambasciatore USA a Bengazi era in luogo per ordine di Hillary incaricato di tentare di recuperare quante armi possibili.
    Tale armi erano state date dagli USA ai libici per assassinare gheddafi ed ora volevano recuperarle per mandarle in Turchia e da li all’ ISIS.
    Gli sciti scoprirono il piano e sappiamo come ando a finire.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      … Le prime relazioni tra Russia e Libia risalgono alla metà degli anni Settanta, qualche anno dopo l’ascesa al potere dell’allora anti-occidentale Gheddafi. Si trattava di rapporti commerciali, centrati sull’esportazione di armi russe in Libia e di entità tale che l’arsenale militare libico era costituito per il 90% da forniture sovietiche. L’esportazione fruttava a Mosca circa 100 milioni di dollari l’anno, mentre il Paese nordafricano di indebitava sempre di più … tratto da … RUSSIA: I rapporti del Cremlino con Gheddafi … Eastjournal …

      • Gina

        E quindi?
        Anche Hitler, prima di fare il macello che ha fatto (complici i soliti governicchi ottusi e miopi europei) ha rimesso in piedi la Germania. Perciò?
        Il vero commentatore non si limita a servire la notizia così com’è. Perché le notizie, tu insigne… insegnante del blog dovresti saperlo, è sempre viziata. I veri commentatori e/o storici sono quelli che cercano le fonti storiche, le ragioni e quant’altro.

        Pur essendo vicina alla verità, ne sei molto lontana.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Non servono piuttosto soluzioni? Le materie prime forse non diminuiscono?

  • Giovanni B.

    QUELLA LURIDA SCIMMIA ANDREBBE SCIOLTA VIVA NELL’ACIDO!

  • kikko19

    Obanana è unanimemente il peggior presidente della storia americana.

  • soldellavvenire

    oooh che strano effetto vedervi pacifinti! ve lo ha ordinato zio vladi?

  • carlo

    perché non scrivere anche del fatto che Mister Putin da quando ha iniziato la guerra in Siria ha avuto un aumento esponenziale record della vendita di armi nei vari paesi del mondo ? basta leggere il bilancio export nello specifico da loro molto vantato degli ultimi mesi ! forse sono quelli che più ci hanno guadagnato dalla tragedia Siriana, inoltre dicono alcuni esperti molto ben informati che, sempre i Russi, hanno anche avuto così modo di testare appositamente alcune loro nuove armi sia nel teatro Ucraino sia appunto in quello Siriano.
    perché non dire che sempre i signori Russi il loro export si basa principalmente sulla vendita dei loro prodotti estrattivi, così come il loro secondo loro articolo venduto sono proprio i manufatti e la tecnologia
    militare ?
    senza quei due comparti di vendita costoro sarebbero tutti letteralmente con le pezze al sedere ad elemosinare in giro per il mondo come dei cenciosi qualsiasi …

    • alberto

      Carlo-Anita-Thalia : ” i Russi, hanno anche avuto così modo di testare appositamente alcune loro nuove armi sia nel teatro Ucraino sia appunto in quello Siriano.”
      Poi in un altro commento scrivete : “gli Americani lo hanno usato ( il ‘Buffalo”) in Iraq e Afghanistan che pare abbia dato ottimi risultati ”
      Sono decenni che gli americani testano le loro armi in giro per il mondo durante le ‘esportazioni di democrazia’. Come la mettiamo ?

  • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

    L’articolo inizia con … Quella di Barack Obama passerà alla storia come l’amministrazione americana che ha venduto più armi nel mondo e sopratutto ai Paesi in via di Sviluppo … quindi armi nel mondo e non solo nei paesi in via di sviluppo ma INOLTRE con la Russia di Putin che, con meno della metà della popolazione rispetto a quella americana, è la prima esportatrice mondiale di armi. https://uploads.disquscdn.com/images/e81c9ddcc8d91d9171bcff98c6d8de61622034b5169b0ecdbae5ea8d913d49f4.png