_2430616

Nelle trincee di Donetsk

Nella periferia di Donetsk si continua a combattere. A tre anni dall’inizio della guerra civile del Donbass, che vede contrapposti l’esercito regolare ucraino e le forze separatiste filorusse, e nonostante i numerosi accordi di pace, i cannoni seguitano a sparare. Impossibile stabilire il numero delle vittime. Le fonti ufficiali parlano di dodicimila caduti, ma tutti sanno che le vere cifre sono molto più alte.

Nel centro della capitare della autoproclamata repubblica popolare la vita scorre normalmente: sola la notte, quanto il vento soffia verso sud, capita di sentire il lontano boato di qualche esplosione. Il fronte si trova oltre gli ultimi sobborghi operai. Qui, in uno scenario da prima guerra mondiale, uomini e ragazzi vengono feriti e uccisi ogni giorno. Abbiamo raggiunto una delle trincee avanzate della milizia separatista. “Gli sniper lavorano giorno e notte – spiega il comandante del presidio -. Usano proiettili incendiari, in modo da poter individuare meglio i bersagli dopo il calare delle tenebre”.

È col crepuscolo, infatti, dopo che gli osservatori dell’Osce sono rientrati alle proprie basi, che gli opposti contendenti iniziano a far tuonare le armi. A volte, in alcuni settori, ci si limita ai pulemyot e alle mitragliatrici pesanti. Più spesso, entrano in azione tank, mortai e cannoni. I bollettini di guerra parlano, ogni giorno, di decine di violazioni del coprifuoco. Solo nell’ultima settimana, nel territorio della repubblica di Donetsk, ci sono stati nove morti e undici feriti, ai quali bisogna aggiungere i caduti della repubblica di Lugansk e quelli dell’esercito ucraino.

_2430306 _2430616 _2430456 _2430504 _2430358 _2430476 _2430526 _2430633

“Siamo in una situazione di stallo – raccontano i miliziani -. Sono ormai due anni che non si registrano grossi attacchi. Perciò abbiamo scavato le nostre trincee: difendiamo il nostro territorio e aspettiamo che succeda qualcosa”. La zona più martoriata è quella dell’aeroporto di Donetsk: il villaggio di Pisky, a ovest, la zona della piste di atterraggio, dove le trincee corrono a poche decine di metri di distanza, il sobborgo di Spartak e la periferia di Adeevka, dove negli scorsi mesi le fanterie hanno ingaggiato una disperata battaglia casa per casa. Le possibilità di una vera tregua, secondo i politici locali, sono praticamente nulle: “Il territorio della nostra repubblica dovrà espandersi fino a raggiungere i confini del vecchio oblast’ di Donetsk – ha dichiarato negli scorsi giorni il presidente della repubblica separatista, Alexander Zakharchenko -. Fino a che il governo ucraino manterrà l’atteggiamento che ha tenuto negli ultimi tre anni, non credo che ci potranno essere trattative”. La pace è ancora lontana, all’orizzonte di Donetsk.  

Foto di Alfredo Bosco

  • Gianni Fazion

    Ma gli ucraini fanno mancare anche l’acqua così le mamme non sanno come dar da bere e preparare il mangiare per i loro bambini.

  • agosvac

    Sarebbe interessante sapere dove gli ukraini prendano questi proiettili incendiari che sono al di sopra della loro tecnologia!!! E, se non li producono loro, dove trovano i soldi per comprarli visto che sono oltre l’orlo del totale fallimento economico. E, visto che di soldi non ne hanno, cosa hanno promesso in cambio?????

    • carlo

      sarebbe anche interessante sapere dove questi presunti minatori e agricoltori delle milizie
      pro-russe prendono tutta questa enorme quantità di materiale bellico … e molto di esso materiale di ultima generazione … e poi chi li paga ? dal momento che praticamente quella zona di guerra è in bancarotta da anni … lo sa lei quanto costa una guerra !? lo sa quanto costa un carro armato medio del tipo T-72 il quale prima della guerra da quelle parti non ce n’erano nemmeno l’ombra, nemmeno uno, e in pochi giorni, in poche settimane ne sono comparsi a centinaia ? forse dal cappello magico di Mister Putin !?

      • Demy M

        Dove cavolo hai visto i T-72 bugiardo al 101%!!! Sono i criminali ucraini che continuano a sparare e bombardare il Donbass, non il contrario, imbecille di prima grandezza. Se i separatisti avessere le armi che dici tu, raderebbero al suolo il parlamentino di Kiev invece di vivere in trincea per difendersi. E non tirare in ballo la disabile perchè è falso! E’ vero, invece, che una cantante disabile non potè partecipare ad una gara conora perchè aveva il passaporto della Federazione Russa,questo è il comportamento ignobile e bastardifero dei tuoi amici ucraini, anche se tu non sei da meno. Sei indegno di scrivere sulle pagine di questo giornale, ed osi accusare i giornalisti che, SUL POSTO, documentano la verità. vergognati e sparisci una volta per tutte.

    • Lamberto Z

      si vede che non hai fatto la naja! sono proiettili traccianti si usano dalla 1 guerra mondiale, la differenza sta che hanno uno strato di sostanza chimica che si incendia tipo i fuochi pirotecnici, tecnologia zero e costo uguale. La cosa grave è che l’OSCE per favorire gli USA-Nato EU- Porkoshenko, timbrano il cartellino del fuori orario e girano la testa altrove, il giorno dopo tornano e fanno finta di capire da dove sono arrivati missili granate e colpi di mortaio.

      • carlo

        la cosa grave è il fatto che in molte zone sotto controllo delle milizie pro-russe, l’OSCE non può metterci piede ! a volte li minacciano anche con le armi … chissà perché !? forse perché ci sono depositi militari e personale made in Russia !? e poi comunque i signori russi non solo non girano la testa dall’altra parte … ma la tengono ben fissa li dove pensano unilateralmente e pretendono di avere degli inopportuni interessi …

        • Demy M

          Falso, come te e quello che scrivi. Sei veramente un G.R.C.I. !!!

        • Lamberto Z

          questo lo dici tu perchè sei fazioso. Porkoshenko ha detto “i loro bambini non andranno a scuola perchè li costringeremo a rifugiarsi come topi”, la Nuland (USA) dopo aver detto di aver finanziato con 5 miliardi di $ la sommosa del maidan disse “fuck EU”, Soros con la open society ha finanziato anch’egli la rivoluzione del Maidan, avendo insieme a Dusk acquistato i terreni e le miniere del donbass. I nazisti mercenari sia Ukraini che stranieri sono a Kiev, 3 ministri chiave sono stranieri (USA), il governatore di Odessa è straniero ricercato per crimini contro l’umanità, i marines insieme ai Polacchi combattono contro il donbass, 1 milione mezzo di profughi sono andati in Russia, nessun organismo internazionale ha fatto qualcosa per loro, quelli del donbass ricevono aiuti umanitari solo dai Russi. Kiev ha tagliato qualunque rifornimento alla popolazione, compreso acqua, gas, elettricità, distrutto scuole ed ospedali, questo si chiama sterminio pianificato, i miliardi dati dal FMI, EU, USA, per il rilancio dell’economia Ukraina sono stati spesi per armi, e una parte saccheggiata dai guerrafondai di Kiev, aumentando il debito pubblico del 100% e facendo svalutare le grivna in maniera spaventosa. ora in Ukraina c’è fame e disperazione, neanche fra 50 anni l’Ukraina riuscirà a riemergere, continuerà ad essere saccheggiata e sfruttata dai corrotti di Kiev e i soliti noti stranieri, per fare questo meglio continuare a dare la colpa alla Russia. nonostante tutti mezzi, i satelliti spia, non si è ancora vista una foto o un video dei Russi in Ukraina, ma di cosa stai parlando?

          • carlo

            le prove ! mandami i link ! di tutte le corbellerie che scrivi ! vergognati ! i tuoi banditi russi sono peggio dei terroristi islamici, dal momento che ambedue i delinquenti usano posizionare le artiglierie a ridosso degli abitati ! e poi fare fuoco contro il nemico, soltanto per poi accusare gli ucraini se logicamente rispondono ai loro colpi. non è difficile trovare anche qualcosa su YouTube dove molti cittadini esasperati delle zone interessate protestano affiché le bestie terroristiche russe spostino gli armamenti lontano dalle loro abitazioni, dalle scuole e dagli ospedali !

          • Demy M

            Sei corrotto mentalmente, una testa bacata priva di cervello, in sintesi….una Grandissima testa di Kaxxo !! Vai a rompere le palle a porkoshenko e alle migliaia di badanti ucraine venute in Italia per elemosinare un posto di lavoro.

          • Demy M

            Quali sono le tue prove, dove sono i tuoi link, forse dentro il tuo collega chiamato wc?

          • JaegerPanzerE100

            E’ vero tutto il contrario di cio’ che dice, basta controllare su you tube come lei fesso dice.

          • Demy M

            carlo è un G.R.C. I. di prima grandezza.

          • Demy M

            Cosa vuole dire la sigla G.R.C.I. ? Presto fatto: Grande Rompi Coglioni Internazionale. Questa è la sigla x carlino.

          • carlo

            poi smettiamola un po di scrivere la corbelleria secondo cui i russi li non ci sono
            e bla bla bla … tutti quanti gli armamenti pesanti che fanno si che in Donbass ci siano più carri armati e missili e soldati di un qualsiasi esercito di un qualsiasi paese normale da dove pensi provengano !? dalle casse vuote di quei territori che già anche prima della guerra gli abitanti non avevano che solo gli occhi per piangere !? ma veramente credete a queste fanfaluche spacciate per verità secondo cui un territorio nemmeno uno stato, nemmeno un paese è in grado in poche settimane di costruirsi un esercito tale da essere in grado di tenere testa ad un paese come l’Ucraina che se pure alla canna del gas ha comunque delle forze armate di tutto rispetto !? ma piantatela un po lì … e chiamiamo le cose come stanno … ossia la Russia con tutto il suo potenziale militare ha invaso una parte di territorio di un altro paese e li ci sta in pianta stabile ! quella non è una guerra civile tra ucraini ! quella è un occupazione bella e buona ! stop …

          • Demy M

            Basta con queste coglionaggini acute, smettila una volta per tutte!!! Sei voltastomachevole all’infinito con le tue false parole, smettila e non scrivere più su queste pagine visto che hai accusato i due Giornalisti di faziosità. G.R.C.I. !!

          • Demy M

            ….omississ…..la Russia con tutto il suo potenziale militare ha invaso una parte di territorio di un altro paese e li ci sta in pianta stabile ! quella non è una guerra civile tra ucraini ! quella è un occupazione bella e buona ! stop . E tu, birimbillo di seconda mano non riciclabile pensi che se la Federazione Russa voleva occupare l’Ucraina si sarebbe fermata nel Donbass?? Ti sei mai chiesto chi, oggi, vorrebbe l’ucraina? Nessuno!! Forse i Cinesi cosi vi farebbero lavorare e produrre ricchezza invece di far morire di fame il Popolo per arricchimento personale. Porkoshenko docet.

          • JaegerPanzerE100

            Nel 2014 ci fu un invasione con centinaia di carri armati semoventi e artiglieria per creare la testa di ponte all’interno del territorio del don bass, la tattica difensiva all’invasione aggirando accerchiando ha inflitto pesanti sconfitte agli ukraini in maggior parte semplici soldati di leva impreparati. Centinaia di questi mezzi sono finiti in mano ai ribelli compreso 2 aerei caccia, e’ grazie all’intervento russo con i trattati di Minsk che si evito’ per un pelo al disfacimento totale dell’esercito Ukraino, una carneficina probabile ed un avanzamento fino a Kiev dei Ribelli. All’ epoca va ricordato che il ministro della difesa Ukraino per nascondere la totale catastrofe asseri’ che i Russi avevano bombardato con armi nucleari il loro esercito.

          • Demy M

            Non ho mai visto tank, aerei e missili della Federazione Russa schierati nel Donbass, per fortuna!! In caso contrario Kiev sarebbe spopolata dagli attuali nazifascisti criminali asserviti agli Usa e getta ed anche alla UE.

          • Lamberto Z

            posta foto e filmati altrimenti taci.

          • JaegerPanzerE100

            La sua ignoranza non e’ un mio problema, si legga la guerra del Donbass su wikipedia e avra’ qualche informazione in piu’ altrimenti, di tacere di fronte ad ignoranti come lei, non se ne parla. Buon agosto.

          • carlo

            lei deve avere visto un film di fantascienza … (pure brutto e noioso tra l’altro) perché quello che hanno visto le persone con il cervello a posto hanno visto nell’offensiva dell’estate 2014 la riuscita della liberazione da parte dell’esercito Ucraino in Donbass, la quale stava brillantemente riuscendo, salvo poi l’entrata in massa dell’esercito russo che ha poi riconquistato parte delle posizioni perdute prima … (lei fa finta pure di dimenticare i paracadutisti una ventina circa, catturati in quei giorni dagli ucraini … parà i quali Mosca stupidamente come del resto sono … sostenne essersi quelli perduti …) se poi sono arrivati alla tregue di Minsk uno, è soltanto perché i signori russi si sono accorti di come le perdite tra loro cominciassero ad essere un po troppo pesanti … (si parla di centinaia e centinai soldati caduti e seppelliti neanche a farlo apposta in gran segreto in Russia, basta chiedere al comitato delle madri russe circa i loro figli caduti) altro che arrivare a Kiev mister ballista dei miei stivali … in quanto al materiale catturato un altra balla che si beve la gente come lei piena di stupida propaganda … circolano in giro foto per non dire testimonianze di gente comune la quale ha fotografato carri armati, blindati ecc ecc mezzi i quali la Russia non ha mai esportato e pertanto nemmeno l’esercito Ucraino non ha …

          • JaegerPanzerE100

            bene le faccia vedere pallista di professione, mentre quello che dico io lo trova su wikipedia, lo trova su you tube, lo trova sul corriere della sera a proposito delle dichiarazioni del ministro della difesa, lo trova su i servizi di pandora tv, probabilmente di parte, ma lei non sa postare una sola foto o link di tutte le fake cazzate che scrive. Si vergogni poppante.

          • carlo

            da uno il quale crede che si possa costituire un esercito così dal nulla in pochi giorni, in poche settimane , che cosa devo perdere tempo !? ma lo sai cosa vuol dire formare, addestrare un esercito in pochi giorni !!?? lo sai !!?? lo sai quanto costa mantenere un esercito !!?? un esercito poi in grado di tenere testa ad uno, che anche se sgangherato come quello che era nel 2014 quello ucraino , ma era comunque pur sempre un esercito ! i russi le favole possono proprio solo raccontarle a gente come te … in giro per il mondo si capisce, sono tutti dei tonti … non sanno mica nulla … non vedono mica nulla … son tutti stupidi eh !?

          • Demy M

            Ti ho dato un + per definire meglio le tue cazzate sparate a sproposito. Quando la smetterai di dire kazzate senza nessun riscontro, quando? Quando la smetterai di rompere i koglioni alle Persone che, civilemente, dialogano in queste pagine? Smettila di rompere i koglioni ognoi volta che si parla della Federazionbe Russa. Zitttisciti una volte per tutte, Capra !

          • JaegerPanzerE100

            Addestrare? Ma se dalle carte del governo Ukraino erano ben 29000 i disertori dell’esercito Ukraino affluiti il 15 aprile 2014 con i separatisti, ma di che parla???? Quanta ignoranza allo stato brado, ripeto lo trova su Wikipedia.

          • carlo

            affluiti !? ma dove ! ma non fare ridere, i disertori ci sono stati da una parte come dall’altra in egual misura … i separatisti hanno avuto fin da subito problemi di arruolamento e lo hanno tutt’ora, tanto è vero che il Gargamella Putin ha dovuto fornire loro migliaia di mercenari e militari dell’esercito Russo per reggere lo scontro, la verità è che senza l’appoggio concreto dei russi queste farlocche repubblichette durerebbero meno di una settimana … è stato calcolato che da quelle parti. un terzo appoggia i russi, un terzo appoggia gli ucraini, il restante terzo non appoggia nessuno dei due. non confondiamo la realtà dalla finzione … quelle zone sono state e sono amministrate con lo stesso sistema e metodo in cui amministravano i nazisti in Germania e i comunisti sovietici in Unione Sovietica. (parate e raduni ridicoli d’altri tempi, e tutto obbligatorio, nel senso, applaudire e gridare a comando come in Nord Corea) comunque non dimentichiamo che la metà della popolazione di quelle terre è ormai fuggita in altre zone, due terzi nell’ovest del paese, un terzo di questi in Russia.
            adesso stop … ne ho abbastanza di colloquiare con uno come te incoerente e fanatico da far paura … sei abbastanza patetico, non ti accorgi nemmeno di aver inserito su l’immagine di un carrista sovietico del T-34 ma ti fai un Nike Name germanico !? un po di coerenza su … ma quanti anni hai !? da come ragioni sembri un ragazzetto di 15 anni … vai a leggere altro è meglio …

          • JaegerPanzerE100

            Sono dati ufficiali non faccio ridere nessuno, idiota. Guarda che il nick name e’ di un carro armato, e che cazzo c’entra andare sul personale? Sei un poppante non sai mai stare ne in tema ne fornire dati verificabili, solo un poppante. Fatti la cura di piangina.

          • carlo

            buona quella dei due caccia ucraini finiti nelle mani dei ribelli (sarebbe meglio chiamarli terroristi) ma quando mai ! a te dovrebbero metterti in qualche nuovo comitato costituito alla bisogna del tipo “Agit-Prop” di epoca sovietica …
            la Otdel Agitatzji i Propagandy … sei uno spasso davvero …

          • Demy M

            Uno dei piloti dei caccia ucraini, una donna, è stata fatta prigioniera della Federazione Russa e poi “assolta” con invio immediato nel suo paese. Di cosa parli, quaquaraqqqquà?

          • JaegerPanzerE100

            Chiamali come vuoi, poppante.

      • agosvac

        Se si tratta di semplici “traccianti” allora è vero, si possono trovare ovunque. L’articolo faceva pensare a cose ben diverse.

    • Georgi Mihaylov

      che figuraccia con questo commento xD

      in ucraina si producevano molti armamenti di tipo sovietico anche avanzato, oggi e rimasto tutto li, anche la tecnologia, non solo gli usa vogliono acquistare tecnologia sovietica (missilistica) dal ucraina

      ti sembrera strano ma la nato ha comprato la licenza dalla bulgaria per un tipo di missile elettronico,non vorrei fare una figuraccia ma era una cosa di questo tipo.

  • carlo

    a parte il fatto che non si capisce bene per quale motivo questa linea editoriale … fa si che si racconti continuamente il punto di vista dei ribelli filo-russi appoggiarti concretamente in tutto e per
    tutto dai russi …
    non è questo un buon giornalismo … direi pessimo … pertanto i servizi diventano del tutto improbabili, faziosi, settari, in conclusione da non prenderli seriamente, semplicemente perché non ci si può affatto farsene un idea di quella che è realmente la situazione da quelle parti … pertanto egregi Andrea Scerisini e Alfredo Bosco, partite assai male con questa professione … detto questo.
    tanto per cominciare perché non raccontare dell’anarchia che pervadono queste sedicenti repubblichette per cui fa si che nessuno sia e si senta al sicuro riguardo la propria persona fisica dal momento che tutto è lasciato in balia del prepotente di turno, una vera e propria anarchia, e non mi riferisco solo alle quotidiane sparatorie e bombe dovute all’evidente conflitto … ma alla vita di tutti i giorni come ad esempio la scarsa incolumità che hanno ad esempio le donne del posto … perché ad esempio non raccontare la tortura li praticata quotidianamente solo per un semplice sospetto … come il recente caso della disabile Liudmyla Surzhenko, la quale poverina fu arrestata ad un posto di blocco veniva trattenuta 16 giorni e rilasciata perché estranea a qualsiasi fatto addebitatagli, ma sottoposta prima a torture insopportabili data anche la sua invalidità …e questo è solo un esempio dei tanti ! perché non raccontare anche degli stupri e delle molestie che avvengono nelle zone controllate dai ribelli russi ? in cui gli stupratori praticamente agiscono indisturbati sicuri della quasi totale impunità ?
    si faccia del giornalismo vero ! non di convenienza … grazie …

    • Demy M

      Come sempre ti sei svegliato imbiancato di fango ucraino fino alla testa. Non perdi occasione di sputare veleno contro la Federazione Russa ed il suo Presidente, come se fosse colpa di lui se la tua morosa ti ha lasciato preferendo una persona più civile di te.Le tue frustazioni lasciale a casa tua, e visto che condanni i due Giornalisti solo perchè scrivono la verità che janno visto e documentato nel Donbass, esci da queste pagine e non rompere più i koglioni a chi, al contrario di te, cerca un dialogo, un confronto, uno scambio di idee e non parole sparate senza conoscenza, ma giusto per manifestare la tua frustazione giornaliera a base di fango misto ad estratto di acido muriatico. Curati e scompari per sempre. Vai a leggere altri giornali, questo tu non sei degno di leggerlo, figuriamoci postare i tuoi ridicoli e farneticanti commenti.

      • ilios4

        Nessuno mette in dubbio che i giornalisti in questione non raccontino la verità, il problema e che da troppo tempo su questa questione si raccontano solo le ragioni di un fronte dimenticandosi delle condizioni in cui è ridotto un intero popolo dall’altra parte. Se ne hai memoria per intenderci ti ricordi quando negli anni novanta i magistrati indagavano a senso unico senza mai farsi, per usare un eufemismo, domande sui comunisti italiani ? E’ esattamente la stessa cosa, così come allora quella non fu giustizia oggi su questi campi di battaglia non si racconta la verità e a rimetterci è sempre la povera gente di tutti i fronti ridotti a burattini ad uso e consumo dei potentati di turno.

        • Demy M

          Nel caso specifico NON condivido nulla. Vivo nella Federazione Russa e conosco benissimo lo stato delle cose senza leggere i giornali Italiani. A parte la tv, i corrispondenti di guerra sul terreno dello scontro, conto sulla conoscenza di Persone che vivono ancora nel Donbass, testimonianze uniche che nessuno potrà contestare perchè è una realtà che vivono giorno per giorno sulla propria pelle.

        • Demy M

          …omissis…Nessuno mette in dubbio che i giornalisti in questione non raccontino la verità,… E quale sarebbe la Tua certezza?

    • JaegerPanzerE100

      Probabilmente questa linea editoriale ne ha piene le palle di Nazisti e Fascisti, vorrebbe un po’ di liberalismo. Heil.