apertura-occhi

Manifestanti pagati contro Trump

Negli Stati Uniti non tutti hanno digerito a cuor leggero la vittoria del candidato repubblicano Donald Trump, eletto, grazie ad una vittoria netta sulla rivale democratica Hillary Clinton, 45° Presidente della storia del Paese contro ogni pronostico e previsione. Migliaia di persone sono scese in piazza in molte grandi città per protestare contro la vittoria del “tycoon” al grido di “non è il mio presidente”, da New York a Washington D.C passando per Seattle e Oakland. Manifestazioni non sempre pacifiche, dove si sono registrati almeno un centinaio di arresti tra i manifestanti. A New York la polizia ha arrestato trenta persone che manifestavano davanti alla Trump Tower. Lo stesso è accaduto a Los Angeles, a Chicago, e in tutto il resto del Paese.

LEGGI ANCHE
Chi è Hillary Clinton
OLYCOM_20161111040812_21271583 OLYCOM_20161111030425_21271350 OLYCOM_20161111030259_21271341 OLYCOM_20161111033320_21271485 OLYCOM_20161111041139_21271601 OLYCOM_20161111041145_21271603 OLYCOM_20161111012154_21271126 OLYCOM_20161111033155_21271483 OLYCOM_20161111012155_21271127 OLYCOM_20161111012200_21271128 OLYCOM_20161111012221_21271135 OLYCOM_20161110235407_21270987 OLYCOM_20161110235535_21270991 OLYCOM_20161110235336_21270980 OLYCOM_20161110235534_21270990

Che una parte di queste manifestazioni sia spontanea, nessuno lo vuole mettere in discussione. Ma se si analizzano a fondo questi moti di protesta contro il neo-presidente c’è anche dell’altro che merita di essere raccontato: ossia che un’altra fetta di queste proteste è de facto fomentata e finanziata ad arte da alcune associazioni molto potenti e influenti che fanno parte degli ambienti “radical” e progressisti americani. Organizzazioni che hanno dalla loro parte un’ingente quantità di denaro da offrire a nuovi adepti e attivisti dell’ultimo minuto, tanto da pagarli fior di quattrini per farli scendere in strada ad esprimere pubblicamente il proprio dissenso contro The Donald. Come? È davvero molto semplice. Facendo una banale ricerca su Craigslist, database molto popolare negli Stati Uniti che ospita annunci dedicati al lavoro, eventi, acquisti, incontri e quant’altro, si possono facilmente scovare delle curiose comunicazioni come questa: siamo a Seattle, nello Stato di Washington, una delle città teatro delle manifestazioni anti-Trump. L’annuncio è stato pubblicato nelle stesse ore – guarda caso – in cui tali dimostrazioni si sono succedute.

“Combatti l’Agenda Trump! – recita l’annuncio – Assumiamo attivisti a tempo pieno. Washington Can! È la più radicata associazione politica no-profit del nostro stato. Da oltre 35 anni ci battiamo a livello locale e nazionale su tematiche quali le questioni razziali, il sociale, la sanità, i diritti degli immigrati, l’equità fiscale. Siamo alla ricerca di persone motivate, che sia per un part-time o a tempo pieno. Offriamo dei posti fissi e abbiamo diverse posizioni di lavoro. Offriamo assistenza medica, ferie pagate, giorni di malattia retribuiti, aspettativa. Viaggi. La paga media varia tra i 15 e i 20 dollari l’ora“. L’annuncio sospetto è stato pubblicato dalla Washington CAN! – acronimo diWashington Community Action Network – associazione vicina alla sinistra “radical” che conta più di 40mila iscritti e la cui mission è quella di “raggiungere l’uguaglianza economica, sociale e razziale al fine di stabilire una società democratica caratterizzata dalla giustizia ed equità, nel rispetto delle diversità e da una qualità di vita decente per tutti coloro che risiedono nello Stato di Washington”. La Washington CAN! fa parte di un network di associazioni presenti in modo capillare su tutto il territorio degli Stati Uniti e affiliate sotto il nome di USAction, federazione composta da 501 organizzazioni e gruppi di matrice progressista fondata nel 1999 e ora presieduta dall’attivista afroamericano William McNary. Vicepresidente è Heather Booth, volto storico del femminismo statunitense.

La USAction nasce dalle ceneri della Citizen Action – guidata per anni dalla Booth – che contava attivisti e associazioni affiliate in 34 Stati: con l’avvento dell’amministrazione Clinton (1993) passò dall’essere un soggetto apartitico e indipendente a sostenere pubblicamente il Partito Democratico americano e l’allora presidente Bill Clinton. L’organizzazione venne coinvolta nello scandalo giudiziario Teamstersgate, a causa di un finanziamento illecito elargito a Ron Carey e alla sua rielezione alla guida del sindacato Teamsters, che rappresenta oggi operai e professionisti nel settore pubblico e privato. A causa di quella vicenda legale e di innumerevoli problemi finanziari, nel 1999 Heater Booth decise di accantonare Citizen Action e fondare la USAction.

banner_cristiani

E chi finanzia la lobby USAction e le sue battaglie mirate a “rafforzare le voci progressiste su scala locale e nazionale e aiutare i candidati affinché vengano eletti”? Semplici donazioni di privati cittadini? Non solo. Ebbene, come dimostrato dalle mail declassificate dagli hacker di DC leaks nei mesi scorsi, tra i più importanti finanziatori dell’organizzazione c’è lui, descritto dagli stessi hacker come “l’architetto di ogni rivoluzione e colpo di stato degli ultimi 25 anni”, il magnate e speculatore finanziario George Soros, nemico giurato di Donald Trump (e Vladimir Putin) nonché accanito sostenitore di Hillary Clinton e importante sponsor della sua ultima campagna elettorale. Come si evince da un documento declassificato, il presidente della Soros Fund Management e della Open Society Foundations, avrebbe infatti donato tra il 2010 e il 2011 a USAction – network di cui fa parte anche la Washington CAN! – una cifra pari a 300 mila dollari alla voce “USAction Education Fund” a favore della “più grande e importante organizzazione progressista degli Stati Uniti”.

E dunque è certamente verosimile che i soldi provenienti dalle cospicue donazioni del magnate siano state impiegati per pagare quegli stessi attivisti che abbiamo  visto in strada mentre riversavano tutto il loro odio e disprezzo nei confronti del neo-presidente americano. Un nesso a dir poco inquietante, che la dice lunga su quanto Donald J. Trump sia scomodo e avverso ai poteri della grande finanza internazionale e delle élite progressiste, le quali hanno evidentemente fomentato e soffiato sul fuoco della protesta, sfociata nella poi violenza e nell’insulto, nei confronti di un presidente democraticamente eletto dalla stragrande maggioranza degli americani. Sembrerebbe la trama di un film ma a volte, si sa, la realtà supera la fantasia.

  • Roberto Benfatto

    Se Soros fosse di destra secondo me a voi andrebbe benone…. Poi uno i suoi soldi non li può usare come vuole c’è chi li spende in puttane e chi in idee in cui crede

    • Mau

      E c’é chi, come Soros, li investe in attivitá sovversive in giro per il mondo per poterci speculare sopra.
      Un hobby come tanti altri…

      • luca63

        Se poi questo hobby produce qualche migliaio di morti,vabbe’ che vuoi che sia.
        Praticamente una collezione di francobolli …

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          C’è chi dice dietro a Grillo la Cia, Goldman Sachs e soprattutto Soros, poi vince Trump e Grillo gli fa i complimenti. Trump che apre le porte all’ex di Goldman Sachs, Steve Mnuchin …

    • Antonio Biroccio

      Roberto ma quanto sei ignorante, gente come te sta rovinando il mondo intero

    • Corrado Grassi

      Questo non è spendere soldi in idee in cui crede. Questo è sovversione di un risultato di regolari elezioni ma a voi sinceramente democratici non va giù

      • Roberto Benfatto

        Perchè i conservatori cosa hanno fatto in questi otto anni di amministrazione Obama?

        • zhoe248

          l’hanno pazientemente sopportato! 8 lunghi anni.
          Ora i progressisti usino la pazienza di sopportare 8 anni trump: non siete voi i democratici?

        • Corrado Grassi

          Sicuramente non tutto il caos post elettorale dopo le elezioni

    • CARLO FILE

      E una merda umana, nato in Ungeria ma e persona non grata in suo paese natale, chi sa perché .
      E uno criminale di guerre ,dove cazzo stava Adolf???

  • Christian Mariucci

    Ai miei occhi ha più dignità una prostituta di questi servi che manifestano dietro compenso.

  • Aldo

    Che la notizia sia vera e sicura lo dimostra la rapidità con la quale sono stati resi irraggiungibili i due Link all’inizo dell’articolo.
    Questo signor Soros , non dimentichiamocelo , è lo stesso che nel 1992 con il suo speculare finanziariamente costrinse il governo Italiano a svalutare la Lira . Erano I tempi di Amato Ciampi .
    Cordiali saluti da Aldo

    • CARLO FILE

      anche sterlina Inglese

  • Massimo

    Dalla Russia lo hanno imbarcato anni fà…lui é una persona da abbattere

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      La Russia? Intendi l’ex Unione Sovietica nata con l’esproprio senza indennizzo ereditato dalla Russia non ritornandolo ai derubati e loro discendenti?

      • celafacciamo se…..

        Anito Mueller, VAI A CAGARE!

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Vuoi i ladri (e assassini) impuniti?

      • telepaco

        Pensa se gli americani dovessero indennizzare gli indiani d’America per i furti della terra che casino diventerebbe ahahaahahah oco giuliva, ti insulti da sola con le idiozie che scrivi

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          E i nativi in Russia? Quindi nativi con nativi ma poi abbiamo l’esproprio dei cittadini russi e non americani. Capisci perché hai sempre sofferto?

  • Tex42

    Finalmente un giornale mainstream che mette il nome di Soros!

    • giuseppe

      Non é la prima volta , ad esempio il giornalista Giampaolo Rossi, anche su Primavere Arabe e Soros. Ecc. . Soros e i No Borders, Soros e il famigerato G8 di Genova nel 2001
      Tutti pagati tramite o indirettamente da Soros (ma anche da UE….)

  • Idleproc

    Sono quelle cose che se ci scommetti sopra non c’è neanche soddisfazione.
    Avevano già cominciato prima col disturbare i comizi del Donald.
    Complimenti al Giornale nel suo complesso e da mò.

  • Panthera Pardus

    Decenni di rivoluzioni colorate o fiorite o di stagione sono li a dimostrare l’ipocrisia dei cosiddetti “democratici” della “sinistra”

    Per inciso anche molti di quelli che andavano qua in stazione con i cartelli “refugees welcome” e distribuivano orsacchiotti pare fossero pagati.
    E’ che i media tedeschi sono tutti allineati alla retorica buonista e ne è stato parlato zero.

  • alessio f

    300mila dollari nel 2010. Certo che si è buttato avanti Soros, 6 anni prima sapeva che il palazzinaro diventava presidente. Le solite bufale del Giornale. Il copione è sempre quello: se uno protesta è sicuramente pagato da qualcuno. Chissà se anche li hanno organizzato i pulmini di pensionati come faceva il grande Silvio dei bei tempi, retribuiti con panino e acqua minerale. Vorrei far presente al giornalista che la Clinton ha preso più voti di Trump nel conteggio a teste, di 170mila voti in più.

    • Tomma Tommasino

      Vorrei far presente che Trump ha vinto 30 stati e la Clinton 20,nonché 290 grandi elettori (e quando i voti nel Michigan saranno confermati diventeranno 306).

      • alessio f

        D’accordo, ma siccome ieri Giampaolo Rossi era euforico col suo “We, the People”, è opportuno precisare che il sistema elettorale è una cosa, il numero di persone che ti ha votato, è un altro.

        • Tomma Tommasino

          Il sistema è quello da centinaia di anni,arriva Trump e tutto d’un tratto il sistema non va più bene !? Fosse stato Trump oggi al posto della Clinton sono più che certo che nessuno avrebbe messo in dubbio tale sistema.

    • giuseppe

      Negli USA ogni Stato ha i suoi Grandi elettori, non esiste il collegio unico nazionale. Inoltre chi contava i voti online é una società di Soros. Più Grandi Elettori, meno elettori già successo altre 4 volte. Come a Malta, e con in Italia nel 1996.

      • alessio f

        Soros è un pò sulla bocca di tutti, una fissazione. Basta che Putin dica chi gli sta sulle palle e i bananas gli vanno dietro come pecore. Gli stati uniti sono una grande democrazia, dove il diritto di protesta è tutelato. In altri paesi, come ad esempio la Russia, il dissenso è represso con metodi più o meno variegati, tali da condurre al carcere quando va bene.

        • celafacciamo se…..

          ALESSIO F, Parlane con il tuo amico napolitano

        • telepaco

          Il diritto di protesta per un’elezione persa con bandiere stracciate e bruciate e scontri della polizia con arresti vari???Sul serio sei convinto di simili idiozzie??? Neanche in ruanda Burundi chi perde le elezioni va in piazza a protestare, non si è mai visto nemmeno qui da noi con Berlusconi e le zecche rosse, e ho detto tutto. Questa non è democrazia, chi perde si congratula con chi vince e aspetta un nuovo turno, questa è una democrazia matura. ma ormai per la sinistra minoritaria nel mondo non c’è più rispeto se le elezioni non vanno come dovebbero, questa è la verità

    • telepaco

      E quindi? Non lo sai che negli USA si vota per i grandi elettori in ogni stato e non per l’elezione diretta? Questo lo hanno fatto per evitare che pochi stati popolosi possano decidere e imporre agli altri poco popolosi presidenti a loro graditi. E’ una regola che va avanti da 200 anni, scritta con criterio. Altrimenti New York, Illinois, California e Florida potrebbero decidere da soli il presidente da eleggere e quelli poco poloposi del centro subire le scelte degli stati superpopolati. in questo modo sono gli stati federali ad eleggere il presidente, non il popolo americano. E visto che il paese è una federazione e non una nazione unitaria mi pare più che logico.

  • CARLO FILE

    Spero che crepa in grandi dolori questo specce di merda umana di Soros.Piu grande figlio di putana,persona non grata in suo paese natale Ungeria. Questo criminale deve crepare più presto possibile . Dove stava Adolf per questa merda umana di Soros.

    • Zed Er

      oggi è morto Leonard Cohen RIP. Aveva 82 anni.
      E quelle mummie ultra novantenni di Napolitano e Soros sono ancora in piedi !
      Sai che goduria quando muoiono i 2 Georgioni ???

    • Hannibal Lecter

      George Soros è nato a Budapest col nome di György Schwartz in una famiglia di ebrei ungheresi . Il padre Tivadar era avvocato, editore, investitore ed ex ufficiale dell’esercito austro-ungarico mentre la madre Erzsébet apparteneva ad una famiglia abbiente proprietaria di un negozio di tessuti. Nel 1936, a causa del crescente antisemitismo e del progressivo allineamento dell’Ungheria ai regimi fascisti, la famiglia Schwartz cambia il proprio cognome in Soros. Con l’occupazione tedesca dell’Ungheria i Soros sono costretti a nascondersi continuamente e fuggire i rastrellamenti degli occupanti. Nel 1944, all’età di 14 anni, durante l’occupazione nazista dell’Ungheria, un’esperienza contribuì a formarne in maniera indelebile il suo carattere, come riferisce lo stesso George in un’intervista di Steve Kroft alla CBS, andata in onda il 20 dicembre 1998. Il padre Tividar aveva comprato per George dei documenti ed in base ad essi il suo padrino di battesimo risultava essere un ungherese che per lavoro aiutava i nazisti a confiscare le proprietà ed i beni degli ebrei magiari mandati nei campi di sterminio. George accompagnava il finto padrino adottivo, collaborando nelle operazioni di confisca. Nell’intervista Soros ha dichiarato di non sentire un senso di colpa perché, come nei mercati finanziari, se quel lavoro non l’avesse fatto lui, l’avrebbe fatto qualcun altro.
      Questo è l’ebreo Soros collaborazionista e traditore del suo popolo. Riportato da Wikipedia

      • celafacciamo se…..

        E il suo compagno di merende giorgio napolitano nel 1956 scrisse sull’Unità (mi fa schifo scrivere questo nome) che l’invasione dell’Ungheria da parte della Russia fu l’unica possibile soluzione al problema ungherese…… Giorgio, Giorgio, perchè non vai a passare la tua attesa del diavolo in una casa per anziani ungherese? Ti giuro sulla tua testa che ti tratterebbero con guanti bianchi………

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Un altro che si racconta anti-comunista mentre difende paesi come il Venezuela che per attenuare la loro incapacità decretano lo stato di emergenza economica attraverso cui espropriare beni, immobili e imprese private.

      • Stefano61

        Qui di definire porco questo rifiuto umano e’ riduttivo?

  • luca63

    Questo periodo ci sta donando grosse soddisfazioni.
    Fossi nei panni di soros,dell’argentino,di monti,napolitano,mattarella comincerei a toccarmi le palle.
    Puo’ darsi che anche la natura inizi a fare il suo corso.

    • MLF

      Diciamo che il periodo 9/11 e’ finalmente finito ed e’ iniziato quello 11/9.
      Era ora.
      Il valore di Trump non e’ solo quello di Presidente, ma di colui che ha risvegliato l’umanita’ sopita dal politically correct e rassegnata alla resa.
      Questa elezione rappresenta il tempo del riscatto.

      • MLF

        Ringrazio tutti quelli che sono con me in questo. Forza, ce la possiamo ancora fare anche noi!

    • celafacciamo se…..

      Caro Luca63, si dice elegantemente che prima o poi i nodi vengono al pettine….. Questi loschi figuri stanno per pagarla, ormai è certo, non siamo io o Lei a dirlo, è la Storia che si sta imponendo. La Storia che, come la Natura, ha sempre il sopravvento sulle disgrazie umane. Questi sono DISGRAZIE UMANE!

    • salrandazzo

      Non vi fate troppe illusioni. Basta studiare un po’ di storia, senza neanche arrivare a Vico, per capire che la politica si muove ad ondate. Contrariamente a quel che diceva Andreotti, il potere logora chi ce l’ha. Obama ha fatto casini all’estero, ma in casa ha rialzato una nazione in ginocchio. Eppure il vento ha girato lo stesso, perché comunque c’è gente che “piove governo ladro”, e che addebita al governo in carica, di qualsiasi colore, tutte le proprie difficoltà. Trump farà il suo lavoro, speriamo bene. E poi se ne andrà a casa passando il testimone ad un democratico, come è sempre stato almeno nella storia americana.

      • Ling Noi

        Obama in casa ha impoverito l’americano medio e fatto arricchire la banche, in più aumentando a dismisura il debito pubblico.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Così, senza allegare fonti, puoi dire tutto.

      • telepaco

        Tutto vero, ma intanto abbiamo evitato una guerra con la Russia e nuovi rapporti di distensione, probabilmente cesseranno le sanzioni e riprenderemo ad esportare in Russia. Meno guerre in medio oriente, meno interventismo, meno immigrati, profughi e cladestini da noi causate da interventi in nord africa e Siria, meno buonismo insensato, meno politicamente corretto demenziale. Mi pare già cosi una grande vittoria, non si poteva continuare con le politiche di Obama pro jhadisti anti Assad rischiando uno scontro diretto con Mosca. Io sono stracontento che non ha vinto l’arpia

        • Corrado Cappai

          Sei sicuro? Ti spiego cosa succederà… L’ISIS verrà cancellato entro i prossimi 6 mesi… A questo punto Iran, Turchia, Russia, I Paesi della coalizione americana, l’IRAQ, La Libia… Rivendicheranno il loro ruolo e chiederanno il proprio ritorno (economico e/o di potere). Nel medio oriente si scatenerà l’inferno per l’accapparramento di ciò che resterà di Libia, Iraq e Siria. Nel frattempo, gli USA mollano l’IRAN che quindi, sentendosi “abbandonata”, si incazzerà con Israele (approfittando del sostegno deilla Russia). Israele tornerà a farsi sentire… e per tutta risposta annette nuovi territori… I nuovi Stati Uniti se ne fotteranno (come da dichiarazioni di TRUMP) e quindi nel medio oriente ci saranno nuove guerre e nuovi lutti anche maggiori di quelli che ci sono oggi.. Molti più Profughi è la minima conseguenza! Devo continuare?

          • telepaco

            Si si come no, bella fantasia, non c’è che dire. Su cosa si basano ste affermazioni? Sul nulla partorito dal nulla, ecco

          • zhoe248

            Mangiato pesante?

          • forbot

            Scusa , ma tutto questo l’hai letto nella sfera di cristallo? – Meglio toccar ferro .-

          • virgilio

            vai pure avanti nelle tue stronzate e non vergognarti minimamente di aver contribuito almeno fino a ora in tutti questi massacri perpetuati dai tuoi amici vermi yankee,perche se la situazione e questa le colpe sono solo vostre

          • Ling Noi

            In pratica dobbiamo salvaguardare l’Isis?

          • Kipelov

            Questa è pura teoria propagandistica al fine d’instillare solo paure.Paure che in realtà sono le vostre,dato che in tutto il mondo l’aria non tira più verso dove volete voi.Siete rimasti senza padrone ed ora non sapete più che pesci pigliare.Siete estranei ai concetti di libertà e democrazia, ma dovete farvene una ragione e non ci siete abituati,d’altrone la vostra esperienza è solo in campo di fantapolitica.I lutti di oggi,per intanto ,sono sulle spalle di chi predica accoglienza a tutto spiano e di chi accetta passivamente movimenti di masse che NON appartengono nè provengono da nazioni in guerra.I siriani arrivati in europa(e che scappavano dall Isis,dalle bombe americane e da AL NUSRA, è bene ricordarlo, NON da Assad) corrispondono al 1% della marea di fancazzisti che beati si riversano sulle nostre coste(peraltro tutti arrivati agli inizi del conflitto ,ed accapparrati di corsa dalla teutonica germania in quanto personale con istruzione di ottimo livello ed altamente specializzato).Cappai,un segreto:la gente ne ha le tasche piene.Compreso nelle ex-repubbliche sovietiche..guardi le elezioni in Bulgaria e Moldavia.Elezioni libere.

          • Friendly Cynic

            Ah, era meglio una guerra tra USA e Russia in Siria…

      • virgilio

        mio caro salrandazzo di prencipio sono molto dacordo su quello che dici
        ma qui e una mia opinione ma non solo mia vedo che anche lamico qui
        sotto Ling Noi la pensa come me su Obama e la sua politica interna,
        per me Obama ha fallito in casa e fuori

        • salrandazzo

          Queste sue sono rispettabili opinioni e non ci spostano dal punto centrale del problema. Quelli che dicono che “è ora che la natura inizi a fare il suo corso” ecc ecc, ipotizzando un definitivo giro di boa e l’affermazione definitiva della dx sulla sin (per lo meno negli USA) non hanno studiato un briciolo di storia e credono alle ricette semplificanti e tranquillizzanti, del tipo “la sinistra è il male, la destra è il bene, io sono di destra e quindi sto dalla parte giusta, e il bene trionfa sempre sul male”. Semplificazioni alla Rambo, tipiche di una cultura americana (questo si) che ci ha sempre proposto questo tipo di lettura nella quasi totalità della sua produzione tv e cinematografica. La realtà è molto più complessa e ci racconta una storia in cui una parte non si afferma mai definitivamente sull’altra, basti guardare la continua alternanza fra dem e rep nella storia degli USA, ma anche dei paesi europei. Pensare che il bene sia tutto a destra e che finalmente è arrivato il momento che la destra (con Trump, ovviamente) si affermi e prenda le redini del mondo è una pia illusione e semplificazione. Stia bene.

          • FedericoBarone

            In che senso secondo te Rambo è semplicistico? A me sembra la storia degli effetti della guerra sulla mente di un soldato e sul suo reinserimento nella società trattata in modo non eccessivamente banale.

          • salrandazzo

            Nel senso (opinione strettamente personale) che molta cinematografia USA semplifica i problemi dividendo il mondo in buoni e cattivi, tutti i buoni da una parte (sempre USA), tutti i cattivi dall’altra parte (a volte USA anche loro, solitamente l’establishment, i politici cattivi). Aggiunga il fatto che spesso questi film raccontano la storia di uno contro tutti, che spesso risolve i problemi bypassando le regole, nella buona vecchia tradizione western, un uomo, una pistola, e mi faccio giustizia da me. I titoli che si possono citare in questa categoria sono infiniti. Oltre a Rambo citerei anche “Il giustiziere della notte” con Chalrles Bronson.

          • FedericoBarone

            Ah certo, nel senso della distinzione tra buoni è cattivi è vero che spesso è un po’ manichea, ma per fortuna ogni tanto qualche film, anche americano, in cui invece ci sono più sfumature si trova.

          • Friendly Cynic

            La solita ipocrisia sinistroide secondo la quale quando vince la sinistra é l’inizio di una nuova era di giustizia, bontà e progresso, mentre quando vince la destra si tratta solo di una parentesi tra due regni di sinistra. Ovviamente la fine analisi politica del colto sinistroide non tiene minimamente conto dell’epocale cambiamento culturale che ha spinto alla vittoria il candidato populista Trump e che sta portando, alla rapida crescita elettorale dei partiti populisti in tutta Europa, ovvero la ribellione sia contro l’ideologia progressista che quella liberale che hanno dominato l’Occidente dal 1945 ad oggi e che l’hanno portato al degrado sociale attuale; non tiene nemmeno conto del fatto che Trump sia un presidente che rompe con la tradizionale politica liberista, globalista ed imperialista che ha caratterizzato i repubblicani da Reagan in poi.

            p.s. democratici e repubblicani non si alternano ad ogni elezione: ad esempio con Reagan e Bush Sr, il dominio repubblicano duró per 12 anni pari a tre mandati presidenziali. Nell’ambito delle democrazie occidentali vi é il caso svedese dove i socialdemocratici hanno dominato la politica svedese per quasi 70 anni.

          • salrandazzo

            Friendly Cynic (ah, questi nick anglofoni….), ognuno di noi è convinto di essere portatore della giusta ideologia (o idea politica, se preferisce), altrimenti non saremmo qui a discutere. Immagino che per lei valga lo stesso principio, immagino che anche lei sia convinto di essere dalla parte giusta, e che “gli altri” siano dalla parte sbagliata. Se proprio vogliamo essere manichei e dividere il mondo in destri e sinistri, penso che quel che ha scritto possa essere replicato pari pari per la destra: “La solita ipocrisia destroide secondo la quale quando vince la destra é l’inizio di una nuova era di giustizia, bontà e progresso, mentre quando vince la sinistra si tratta solo di una parentesi tra due regni di destra”.
            Lei pensa che stiamo davvero assistendo ad un cambiamento epocale? Buon per lei, le auguro di aver ragione. A me di destra e sinistra potrebbe anche non fregarmene granché. A me basterebbe che ovunque arrivassero governi onesti che pensassero al benessere dei popoli prima che al loro tornaconto. Lei è convinto che governi populisti di destra possano raggiungere questo scopo e rendere il mondo un posto migliore dove abitare, con meno disuguaglianze, meno morti per fame e guerre, meno inquinamento? Bene! Mi auguro che lei abbia ragione.
            Temo però che su una certa prospettiva storica valga sempre il principio dell’alternanza, e che fra qualche anno, dopo un’ubriacatura populista, la gente insoddisfatta tornerà a votare chi da tempo non governa e può quindi spacciarsi per “il nuovo”. L’animo umano è fatto così: poca memoria e l’eterna speranza che cambiando si possa migliorare.
            La mia vera paura però è che nel giro di pochi anni le parole destra e sinistra perderanno significato perché le nuove tecnologie (cosa ne dice Trump a questo proposito) porteranno indici di disoccupazione mondiale prossimi al 90%. Ci sono già, pronte e non futuribili, tecnologie informatiche e robotiche che consentono di sostituire quasi totalmente impiegati, operai, camionisti, taxisti, minatori, piloti, tramvieri, autisti, ferrovieri. Allora l’attuale struttura economica, basata sul concetto lavoro – produzione – salario – consumo salterà per aria. Mancheranno lavoro e salario. Resterà la produzione (automatica) me non capisco che fine farà il consumo dei beni prodotti. E non manca molto, sa? Anche se se ne parla solo nei media di settore, nel giro di 5-10 anni il processo sarà completo. E poi?
            Saluti

          • saturo

            Son d’accordo con lei. La democrazia (il sistema di elezioni) si sostiene su un falso ideologico, quindi è impensabile che la gente sia sempre contenta con un dato governante (o partito), prima o poi sente bisogno di cambiarlo. Più in generale, i governi Dx-conservatori creano ricchezza, quelli di Sx redistribuiscono tale ricchezza, creano sprechi e svuotano le casse. Questo pendolo va cosi da un lato all’altro. Quando Bush Jr fecce la fesseria di invadere Irak si pensava que mai più i repubblicani sarebbero tornati al governo, poi abbiamo visto 7 governi rovesciati da Obama (Egitto 2 volte, Tunisia, Libia, Brasile, Ucrania, e il fallimento di colpo in Turchia, di Siria meglio non parliamo, aggiunga lo stress con Russia che poteva fare la grande fine. Ed ecco che i repubblicani son tornati. Poi se a Trump non lo ammazzano aparirà qualche Dem yankee che ci dirà che Hillary non doveva incassare $$$$$$$$$$ mentre era in carica 4 anni, che era un peccato che il “grande” Obama fosse nato in Kenya, ecc. ed ecco fatta, la ruota non smette di girare in USA dal 1778.

          • colax85

            Si stanno ribellando contro il capitalismo, si stanno ribellando contro un sistema globale che ha tolto loro il lavoro e il “sogno americano”, si stanno ribellando contro le grandi multinazionali ed i gruppi di potere. Hanno eletto un Repubblicano, ma è un paradosso, vorrebbero la classica divisione della ricchezza: vorrebbero il comunismo.

    • Paolo

      Ci vorrà un po di tempo ma…si è sbloccato qualcosa.

  • giuseppe 97

    spendere soldi invece per creare impresa no eh? La sinistra sempre distruttiva, mai che si accorda per far crescere un Paese. Ma che sia nel loro dna, quello di far vivere come pezzenti?

    • gianfranco

      guardi che Soros può permettersi di buttare via 10 volte tanto senza doversene accorgere, ma chi dice che non stia ‘facendo impresa’? Guardi solo in Ucraina… dove ha ‘investito’ moltissimo di più.

      • Marco

        Ma quale impresa, è uno speculatore puro, che crea le bolle e poi le fa scoppiare, nessun valore aggiunto anzi un parassita degli ingenui risparmiatori promossi a “traders” tramite vergognoso lavaggio del cervello dei media e delle pubblicità, un cancro per l’economia

      • giuseppe 97

        secondo te buttando via i soldi ora la sta facendo? Forse se la sta facendo ha già erminato? Si interessi dei disoccupati e non faccia soffoco, il caro Soros. Non ha nemmeno messo piede alla Casa Bianca e già si amentano? Non vogliono Trump! E chissenefrega è stato votato in maggioranza npn è entrato da usurpatore. E cosa dovevano dire gli altri se vinceva la Clinton? Anche loro a fare la manifestazione? E che servono allora le elezioni. O vinciamo oppure vinciamo? Questo si pretende?

  • bonoitalianoma

    Da quando la sinistra regge la diligenza Italia le oceaniche manifestazioni tumultuose di piazza anti Berlusconi o in antitesi alla linea sinistrata si sono estinte come un incendio. Sono fortunati che l’America, sottintesi gli USA, sono grandi e per queste confraternite del “menagramo” ci sono sterminati campi di raccolta mentre se andassero a mietere in Russia o in Cina o qualche staterello satrapico avrebbero “pane per i loro denti”. A quando la gente comune avrà nel suo DNA l’anticorpo che distingue la linfa vitale dalla feccia?

  • Corrado Cappai

    No!! aspettate un attimo… Vi rendete conto, spero, che questo annuncio sarebbe da denuncia per diffamazione?

    • MLF

      Ah la realta’ dei fatti la chiama “diffamazione”?
      Gia’, normale, questo e’ il metodo delle zecche rosse…

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        No, il loro metodo è l’esproprio senza indennizzo. Poi quello di cambiare casacca facendo finte di nienta ma sempre per tenersi il frutto del saccheggio programmato.

        • celafacciamo se…..

          Vai fuori dai coglioni, Anito Merder

      • Corrado Cappai

        Si chiama diffamazione in quanto la presunzione di “compravendita” e’ basata su un annuncio sul giornale che non dice: “vi offriamo 20 dollari per manifetsare contro TRUMP”, ma: “Vi offriamo 20 dollari per collaborare con noi…”. Capisce bene da se che, ipotizzare l’esistenza di una campagna ad hoc, pagata da Soros, posta in questi termini e’ pura diffamazione.

        • MLF

          “Combatti l’Agenda Trump! – recita l’annuncio – Assumiamo attivisti a tempo pieno”.
          No dico, anche proprio volendo interpretarlo diversamente, non ci si riesce proprio!!! Quello e’, papale-papale.
          Prova ne sia che e’ stato rimosso.

    • virgilio

      si si vai a pascolare le capre!!

  • azo

    Questi dimostranti, sono ne più ne meno che come la BRIGATE ROSSE IN ITALIA, e come loro, sono tutti figli delle alte cariche altolocate dello stato o figli di parassiti, che come i genitori vivono sulle spalle della popolazione!!! Con l`andare del tempo, diverranno terroristi.

  • MLF

    La soddisfazione che Trump abbia vinto nonostante il sistema elettorale fosse gestito da un sostenitore dell’avversaria, la dice tutta. Se proprio volete gridare “gomblotto”, chiedetevi quanti piu’ voti avrebbe preso se invece di Soros il sistema fosse stato gestito da qualche trumpist invece. O anche solo da qualcuno neutrale. Questa e’ la vera domanda da porsi.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Soros non può avere taroccato a favore di Trump?

      • Governatore

        Tu credi veramente su quello che chiedi?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Perché credere quando si può appurare? Per dire Soros avere taroccato a favore della controparte vale lo stesso discorso. Ovvero: Soros può avere taroccato o è escluso?

          • Max Urh

            Lo sanno anche i cani ritardati che Soros e altre lobbies gigantesche stanno coi Clinton .

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Abbiamo capito, Soros è per Trump. Grillo è per Trump e alcuni dicono che lavora per Soros. Tutto torna.

          • Max Urh

            I tuoi neuroni invece, non son più tornati …

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … I’m a Muslim, a woman and an immigrant. I voted for Trump … The Washington Post …

          • celafacciamo se…..

            Ma dicci, dicci, Anito Mueller, a cosa servi tu nella vita?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Mi occupo di quelli come te.

          • celafacciamo se…..

            Da cui si deduce che Anito Mueller è meno di un cane ritardato

          • Max Urh

            Se i due giocano a scacchi Anita la “danno” 38 a 1 .

            Fai un po’ tu…..

      • Max Urh

        Hahahaahhahahahahahahhhah oddio sto male

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Il Corriere … Asra Nomani è una dei cosiddetti «elettori silenziosi» (che i sondaggisti di tutto il mondo non hanno intercettato) che hanno spinto Trump alla Casa Bianca … tutto torna.

      • Lello Mascetti

        Elvis può essere ancora vivo?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          La verità si sta avvicinando? Come quella che i musulmani hanno votato per Trump?

      • celafacciamo se…..

        Vai fuori dalle balle, pezzo di merda!

    • virgilio

      in questo caso Trump avrebbe fato un plebiscito!!
      ne sono convinto

  • giovanni

    sono così mal ridotti gli americani , scendono in strada a fare ammuina per una scodella di riso senza condimento (dai 15 ai 22 dollari procapite) sono stati avvisati questi americani che se organizzano un barcone o un gommone e vengono sulle coste italiani , li accogliamo con tutti gli onori e gli oneri e gli passiamo 35 euro al giorno senza che loro debbano fare nulla , oltre al vitto e l’alloggio , lavatura imbiancature e stiratura(come nel film di totò)

  • chiara

    ma che schifo…

  • gianfranco

    WOW!!! se pensiamo che da Mickey D’s un Fast Food Worker a seconda dei livelli percepisce $7.26 – $9.30 come paga oraria!!!!!
    un Restaurant Manager $8.31 – $12.85 ed un Fast Food Manager da $8.68 a $12.38 all’ora.
    meglio fare l’attivista…

  • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

    Ovviamente le mazzette sono state pagate contro ricevuta. Ovviamente dette ricevute sono state viste. Ovviamente.

  • remo balestra

    ai compagni da qualunque parte stiano, nord america-sud america-europa- asia- sono sempre democratici al loro diritto di imporre le proprie regole,fregandosene apertamente dalle opinioni altrui, sistema STALINISTA 21secolo

  • errico carloni

    i comunisti come sempre si comportano cosi:bruciano la bandiera della loro stessa patria !! se vincono loro vince la democrazia se vince la destra no !! questa e’ la loro concezione. secondo me chi brucia la bandiera del proprio stato e’ un traditore !

    • salrandazzo

      Scusi Carloni…. “I COMUNISTI”???? Sa che non la seguo? Le parole hanno dei significati, e dovremmo usarle per quel che significano, altrimenti diventiamo come Berlusconi che dava del comunista a chiunque la pensasse diverso da lui. Le pare mai che in USA ci sia il 50% dei votanti comunisti? A me pare una leggera esagerazione, di quelle che svuotano le parole di significato.

      • giuseppe 97

        cos’è coda di paglia? Si dice comunista per modo di dire, che ha una visione distorta del buon senso. Sì, facciamo il solito, di tutta un erba un fascio, al di fuori della destra. Io pendo per quelli che le cose si ottengono con il lavoro e non con l’assistenza ed i comunisti vogliono dare l’assistenza a tutti anche chi non è italiano. L’assistenza si da agli ammalati, ma mi sa che qui specialmente in Italia, che le cose le ottengono più chi non lavora. Invece di sprecare soldi per pagare qualcuno che faccia casino, crei impresa e dia lavoro. Ma poi Trump mica ha parlato di bianchi e neri. Ha parlato facendo capire a tutti bianchi neri destra sinistra, che per crescere bisogna darsi da fare, anche senza essere nati da genitori benestanti. Quanti clandestini pensi che diano un contributo, se diciamo il 10% è già tanto, ma i comunisti non lo vogliono capire…ZUCCONI.

        • salrandazzo

          Magari fosse così semplice. Lei commette l’errore di pensare che basti essere di sinistra per essere cretino o in malafede. O di destra per avere onestà e buonsenso. Forse i suoi amici sono tutti di destra, tutte persone oneste e ragionevoli. Io ho amici di destra e di sinistra, tutte persone oneste e ragionevoli. I manichei, quelli che “gli altri sono tutti cretini e bastardi”, quelli che (appunto) fanno di ogni erba un fascio, preferisco lasciarli fuori, che siano di sinistra o di destra non importa. Destra e sinistra sono due modi diversi di vedere l’economia e i rapporti sociali, nessuno dei due definitivo e valido in assoluto, Una società sana ha bisogno di trovare un equilibrio dinamico fra le due visioni, perché ognuno ha qualcosa di buono da offrire. Se è onesto e ragionevole. Pensare che tutto il buono sia da una parte e tutto il male dall’altra è infantile tanto come credere che possa bastare un governo di destra per risolvere i problemi della nazione, non importa quale.

          • telepaco

            Su questo mi spiace ma non sono affatto d’accordo con lei. Non basta essere onesti e propugnare idee in buona fede perchè esse siano ragionevoli. il comunismo, che non ho mai apprezzato, era un’ideologia ragionevole fino a quando non è stato dimostrato che porta i paesi al fallimento e alla povertà diffusa piuttosto che allo sviluppo del proletariato. Appiattisce tuto e tutti. Ha ragione a dire che questi non sono comunisti, i veri comunisti i lobbisti e le multinazionali li vedono come fumo negli occhi, in quanto rappresentati del capitalismo più spietato. Questi sinistroidi, eipiteto ben azzeccato, sono invece solo lontanamente imparentati con i comunisti quelli veri, alla Marx o Lenin per intenderci. Questi sono solo filoglobalizzazione, teorici della società mutliculturale e multiraziale ovunque fallimentare, teorici delle teoria gender ecc. l’idea di un’immigrazione di massa slegata da controlli, permessi e posti di lavoro da offrire ai migranti, come avveniva nei primi anni del secolo precedente con i paesi in pieno sviluppo, non è affatto un’idea ragionevole. Di ragionevole questa gente fanatica non ha nulla, sono l’essenza della stupidità. Se l’Europa ha il 10% di disoccupazione, non riesce a far ripartire l’economi,a fa tagli socieli per il welfare dei suoi cittadini e poi accoglie centinaia di migliaia di migranti africani non sta andando verso un miglioramento, ma verso un peggioramento dal punto di vista sociale, delinquenziale e culturale (con l’apporto di persono ignoranti e porttrici di una religione violenta e retrograda). La logica , balale ed elementare, porta a questo. Questa gente è fanaticamente ideologicizzata, non ha nulla di ragionevole e di onesto nel cervello. I comunisti erano una cosa, questi sono solo stupidi terzomondisti impregnati di buonismo, non ho alcun rispetto per costoro, specie se sono ricchi come le star di Holywood o i nostri intelletualoidi alla Saviano, Severgnini, Gramellini e compagnia bella

          • Max Urh

            Da stampare nei libri di scuola .

          • salrandazzo

            Telepaco, lei continua ad usare vecchi concetti. Lei parla di mondializzazione, globalizzazione, migrazioni, come se fossero fenomeni arginabili in un mondo in cui tutto viaggia alla velocità della luce. In un mondo in cui il business è l’unico valore accettato. Si chiama capitalismo. E l’unica teoria alternativa (non mi risulta ne esistano altre) è stata “bocciata dalla storia”. Il business ha bisogno di far circolare non solo istantaneamente i capitali e l’informazione sulle reti telematiche, ma anche le merci e la gente. Cercare di fermare questi processi è come voler svuotare il mare con il secchiello. Internet porta le informazioni ovunque, e la gente si muove cercando quella ricchezza e quegli agi che dove loro vivono vengono negati. In questo nostro bel mondo tutto ha un prezzo, tutto si compera e tutto si vende. A voglia a parlar di muri…. Nei vostri discorsi lisergici parlate di una sorta di complotto mondiale (ah, si, la teoria del gender!) per togliere alla gente l’identità e trasformarli in robot decerebrati. Come se servisse “il gender” per favorire un simile processo. Ma si è guardato intorno? Ha mai fatto un viaggio in metropolitana? Tutti zombie con gli occhi incollati al cellulare. Ha visto cosa propone la TV e cosa viaggia su intenet? Le pare che combattendo questa mitica e inafferrabile “teoria del gender” lei possa arrestare il processo di spappolamento mentale che ormai dilaga ovunque? Ah, come vorrei essere ancora altrettanto ingenuo! Avrei come minimo 40 anni di meno!

          • Friendly Cynic

            Ma basta con queste minchiate sull’ineluttabilità dell’immigrazione e della globalizzazione: i paesi occidentali sono invasi da masse di immigrati e merci del terzo mondo perché la maggioranza della popolazione vota ancora partiti pro-immigrazione e pro-globalizzazione invece delle estreme destre nazionaliste, razziste e xenofobe che chiuderebbero i confini con le armi puntate. Tutto qui: gli occidentali subiscono le politiche per cui in maggioranza votano.

            Le estreme destre sono in continua e graduale crescita comunque.

          • saturo

            Invasione irreversibile??? Basterebbe che la Marina Italiana riportasse la gente dei barconi in Libia per scoraggiarli. Non si fa perché c’è la volontà opposta, cioè di farli arrivare. È stato spiegato da Kalergi nel suo libro del 1923!!! “La popolazione europea del futuro sara un mix afro-asiatico-europeo”. Per qualche ragione il primo premo Charlemagne lo hanno dato a lui (1951). Tutto un simbolo, ma nella scuola non si parla di tale “europeismo”, è troppo ovvio: renderlo publico farebbe cadere la maschera, lo diranno quando ormai avranno tutto cucinato. Ossia si tratta del tipico vizietto massone della segretezza.

            Tempo al tempo. Cominciarono dicendo che Europa era la union dei “popoli europei”, digerita questa prima balla si é passato alla seconda, Europa dei “popoli”. Soltanto alla fine ci diranno CHI governerà Europa, per chi voglia capirlo basta leggere Kalergi, lui lo ha detto ma non si puo dire… ancora. Svegliamoci.

        • salrandazzo

          Sarebbe bello, almeno secondo me, conservare il senso delle parole. Comunista è uno che crede in un messaggio politico molto particolare, nella dittatura del proletariato, nel collettivismo, nell’abolizione della proprietà privata. La sinistra è molto più articolata, così come lo è la destra. Definire comunista chi non è di destra è come definire fascista chi non è di sinistra. Vuol dire privare le parole delle loro sfumature, appiattire tutto a bianco/nero. Mentre al mondo esistono le mille (e non solo 50) sfumature di grigio, ed anche i colori!

          • Max Urh

            Per “vedere” le sfumature ci vuole un cervello in grado di farlo.

          • Paolo

            In fondo hai ragione. Ci sono dei comunisti seri che hanno il senso vero della collettività e dell’uguaglianza sociale…ma quanti sono? Sono veramente pochi perchè i più sono solo dei falsi che tutto hanno in testa tranne il bene comune, ma il loro interesse particolare prevale su tutto. Vizi privati e pubbliche virtù.

          • salrandazzo

            Paolo, la invito a riflettere su una domanda. Non le pare, guardando ad esempio gli uomini politici che si sono avvicendati negli ultimi 24 anni sugli scranni parlamentari della dx, che la percentuale di cialtronaggine e disonestà pareggi, superi o si avvicini a quella espressa da quella degli uomini politici di sn? Oppure lei è uno di quelli che dice che gli uomini politici di dx sono in massima parte degli onesti e gli uomini politici di sn sono in massima parte dei corrotti? Guardando a come sono andate le cose in Italia, anche negli anni in cui ha governato la dx, non mi pare che si possa estrapolare una simile conclusione.

          • Paolo

            Ci diamo del lei? O.K. In effetti sono stanco di rifletterci…è una vita che lo faccio. Diamo pure per scontato che la corruzione non ha colore, ma mettere sullo stesso piano chi compie qualsiasi tipo di corruzione, compresa la ruberia, e paragonarla a chi svende la propria terra ai finanzieri internazionali, non mi pare la stessa cosa. Le èlites hanno finanziato i bolscevichi contro gli zar, rovesciandoli, ed il vizio non l’hanno perso anche ai nostri giorni. Se poi lei mi parla della storia che abbiamo studiato a scuola e che ci viene propinata ancora da media e libri di case editrici comprate e vendute, allora è davvero difficili dialogare. Le destre sono nazionaliste mentre le sinistre progressiste vendute a chi muove i fili del mondo per distruggerci…questo non è soggettivo e non può non ammetterlo, e se lei ha dei figli, non credo che sarà loro un roseo destino se le cose andranno avanti ancora così. Siamo a un centimetro dal baratro…c’è chi lo vede e chi fa finta di non vedere o non ci vede proprio. In politica i ciechi sono la disgrazia peggiore. Preferisco di gran lunga un politico corrotto che aiuta anche i propri connazionali piuttosto di un corrotto che li svende per proprio interesse…non le pare che Monti, Enrico Letta e Renzi appartengano a questi ultimi? Non parliamo poi di Napolitano, Prodi e tutta la marmaglia della sinistra. A destra non saranno santi, ma è troppo facile metterla tutta sulla corruzione generale per scagionare i criminali sinistri. Tra i criminali c’è chi ruba la solita mela e chi porta la gente al suicidio…non c’è proprio discorso su queste cose. Una cosa poi volevo scriverle prima e mi sono scordato. Da quello che scrive sono sicuro che lei è una persona seria e obiettiva su certe cose, ma non creda che gli altri sinistri le somiglino nemmeno un po; non uniformi gli altri alla sua persona e ribatto che quelli di destra amano la propria nazione, aldilà di essere di destra…la amano e per questo sono di destra, non bisogna capovolgere l’equazione.

          • salrandazzo

            Del tu o del lei non cambia. Vedo che spesso si usa il “tu” per accompagnarlo ad offese gratuite di vario tipo. Usare il “lei” serve per spostare fin da subito il discorso su un tono rispettoso delle idee dell’altro, cosa che qui spesso manca da entrambe le parti. Venendo al merito, lei parla delle “élites” come spesso si parla del grande vecchio, e basta un nonnulla per scivolare sul Protocollo dei Savi di Sion, sugli ebrei che vogliono distruggere il mondo, su misteriose e sfuggenti entità che usando la mondializzazione, la globalizzazione, il (sic!) gender ed altri luoghi comuni vogliono fare non ho ancora ben capito che cosa. Lei cita, e avrà certo le sue ragioni, le famose élites che hanno iniziato (o continuato? ) fomentando la rivoluzione russa e via via. A me tutto questo sembra un modo per creare un nemico (ricorda la germania degli anni ’30?). Un nemico fa sempre comodo per piccole manovre di breve respiro. Ma questo delle élites sembra un bel nemico tosto, buono per tutte le stagioni, che supera il confine del secolo e del millennio ed in certa cultura sembra essere ancora incredibilmente vitale.
            A me invece quel che sta succedendo sembra la banale conseguenza progresso tecnologico. Oggi si può fare quel che una volta era impossibile. Oggi si può viaggiare (perché è davvero possibile) con pochi dollari da un continente all’altro. Oggi, soprattutto, si può comunicare istantaneamente con ogni parte del mondo. E sapere tutto, il vero ed il falso, istantaneamente ovunque. I capitali viaggiano istantaneamente da una borsa all’altra. Le merci attraversano i continenti nel giro di poche ore, arrivando fresche dall’altro capo del mondo. Anche la gente viaggia, e soprattutto sa dove andare e cosa troverà. La gente dei paesi poveri sa che noi buttiamo il 30% della nostra spesa alimentare. Sa che abbiamo 3, 4 macchine per famiglia. Le nostre difficoltà viste con i loro occhi sono risibili. A voglia a dire “non ce la facciamo più noi, figuriamoci se possiamo ospitarvi”. Queste nostre deboli contestazioni suonano inevitabilmente false ai loro orecchi addestrati a ben altre privazioni.
            La gente, noi, adesso ha la possibilità (solitamente male utilizzata) di informarsi istantaneamente su tutto. Nel bene o nel male i concetti di Dio Patria Famiglia a cui lei tanto tiene sono ormai svuotati di significato. E, badi bene, non tanto per il riuscito e sotterraneo lavoro delle sue élites, ma proprio perché la tecnologia ci mette a disposizione certe possibilità che una volta banalmente non esistevano.
            La tecnologia del vapore ha reso possibile la prima rivoluzione industriale, l’elettricità ci ha regalato la seconda. Questo ha comportato produzione di massa, e quindi la necessità del consumo di massa. La produzione di massa comporta la necessità di ampliare i mercati. Non per un sinistro disegno, ma proprio perché man mano che (per mere ragioni di business) ci si allarga si cercano altri mercati. Lo farebbe anche lei, senza essere pilotato dalle sinstre élites, se fosse un grande industriale.
            In sintesi, l’elettronica ci ha regalato la terza rivoluzione e la comunicazione istantanea. Nel frattempo il progresso nel campo dell’aviazione e dei motori ci ha regalato i viaggi a basso costo per uomini e merci.
            La produzione di massa, la migrazione dalle campagne alle città, l’esigenza di consumo ha comportato il lavoro delle donne e quindi l’indebolimento del legame familiare.
            Facciamola breve (non è il mio forte): non serviva un’élite per indurre questi cambiamenti. Bastava l’intelligenza, la curiosità degli scienziati uniti alla eterna voglia di ricchezza. Nessun industriale rinuncerebbe ad espandersi, non serve una segreta élite per spingerlo in quella direzione.
            Servirebbe invece una élite di segno opposto per bloccare il processo di cui parliamo. Una élite che avrebbe dovuto bloccare le trasformazioni industriali. Perché ogni anello è diretta conseguenza (non pilotata) degli anelli precedenti. Così come ogni scoperta scientifica è diretta conseguenza delle scoperte precedenti.
            Potrà non piacerci, ma oggi le donne possono informarsi, leggere, riflettere, e decidere di vivere la loro vita come meglio preferiscono. E questo, lo capisco, indebolisce la famiglia.
            Per tornare ai bei vecchi tempi che lei sembra rimpiangere occorrerebbe azzerare tutto quel che è stato fatto, senza élites segrete, dalla seconda metà del ‘700 in poi.
            Se ci sono i mezzi, la gente li usa. Punto.
            Se c’è internet, la gente si (dis)informa. Punto. E decide.
            Una certa vulgata della destra dice che il mondialismo non è spontaneo (cosa che non credo), ma pilotato.
            A che scopo?
            Ma per distruggere l’umanità, certo?
            A che scopo?
            Il gender, ah certo, anche quello serve per distruggere l’identità sessuale delle nuove generazioni allo scopo di trasformare l’umanità in un branco di automi decerebrati.
            Ma lasci stare…… ci pensa già la TV e l’informazione, non serve questo fantomatico gender. Anche i vigorosi maschietti etero sono ampiamente decerebrati, sono già automi, tutti dotati di smartphone a cui tengono incollati gli occhi anche quando guidano.
            Senta, a meno che lei non creda in un demoniaco disegno di Satana per distruggere l’umanità, niente di quel che ho letto negli scritti degli antimondialisti mi pare sensato. E siccome non credo in Satana, non riesco davvero a capire perché le élites dovrebbero cercare di distruggere il mondo, che si sta tranquillamente distruggendo da solo utilizzando male i regali dell’ingegno di pochi.
            Il grande vecchio, piuttosto, ci servirebbe per il contrario. Per evitare che l’umanità senza guida (magari ci fosse una guida!) distrugga se stessa.
            E per chiudere la invito a leggere quel che ho scritto qualche ora fa a proposito della disoccupazione pressoché totale che sarà in POCHI ANNI il risultato dell’applicazione dell’Intelligenza Artificiale. Il nostro mondo, per come lo conosciamo, sta per scomparire nel giro di meno di 10 anni. Inevitabilmente. E nessuno ci sa dire cosa succederà perché, persi nelle nostre infantili discussioni e divisioni fra destra e sinistra, Trump e Clinton, non sappiamo progettare un futuro sostenibile.
            Non ci sono, purtroppo, élites a guidare il nostro progresso. SIamo cani sciolti senza direzione che vanno verso l’autodistruzione.

        • leonardo.gm

          Certo. Certo. Tu dici destra per dire sinistra. E viceversa.
          Voglio vedere al promo incrocio stradale come te la cavi con le precedenze, ché se famo du’ risate. :-)

        • Max Urh

          I comunisti sono ben altro da quello che credi tu, altro che ” una visione distorta del buon senso.”
          Se li definisci così così , gli fai solo un enorme piacere e favore.

      • Sauro Giorgi

        Gli dai anche del lei a questo scraniato?

        • salrandazzo

          Io tendo a dare del lei a tutti, soprattutto alle persone con cui non sono d’accordo. A volte mi scivola il tu, ma capita. E le persone con cui dialogo non penso che siano scraniati. A volte, semplicemente, amano le scorciatoie. Amano le soluzioni semplici. Come credere che le colpe siano tutte da una parte e i meriti tutti dall’altra, in pieno stile calcistico-tifoso. Sarebbe bello se fosse così, ma la vita è molto, molto più complessa.

      • Aaron Goodman

        Finche’ a sinistra chiamano fascisti tutti quelli che non la pensano come loro, e’ lecito chiamare comunisti tutti gli idioti. Non e’ esatto ma si sbaglia di poco.

        • salrandazzo

          Tanti errori in due sole misere frasette. La sinistra (come la destra) non è un monoblocco. Ci sono cretini e persone intelligenti e ragionevoli più o meno con la stessa percentuale che si ritrova in qualsiasi gruppo umano. I cretini della sinistra fanno di ogni erba un fascio e chiamano fascisti quelli che non la pensano come loro. Lo stesso succede a destra. Le persone intelligenti tendono a non generalizzare e a pesare caso per caso. I cretini di ogni colore generalizzano. Pensando magari di sbagliare di poco. Volendo sintetizzare ulteriormente il suo pensiero direi “se son cretini loro sarò cretino anche io”.

          • Friendly Cynic

            Le generalizzazioni sono necessarie quando si parla di gruppi di individui.

      • Ezio Quattrociocchi

        secondo lei ci sono metà degli americani che manifestano??????

        • salrandazzo

          uhm….. non credo di aver mai detto niente del genere. Quelli che manifestano penso siano poche centinaia. Le percentuali si riferiscono al totale dei votanti, non dei manifestanti. Qualcuno, non ricordo chi, diceva che era assurdo ipotizzare che il risultato del voto fosse grosso modo equilibrato. Secondo lui Trump aveva stravinto in termini di voti. In realtà ha stravinto in termini di grandi elettori (290 contro 232) mentre Clinton ha vinto in termini di numero di voti della gente (61,047,207 contro 60,375,961, con un margine di circa 672’000 voti).

    • virgilio

      scusami ma tu sei fuori(come un balcone)
      esistono comunisti in america??
      ce un partito comunista in america??
      amettiamo che ce ne siano ma quanti possono essere?
      4 ma proprio di numero 1-2-3-4!!!!!!!!!!

      • Friendly Cynic

        I liberals sono marxisti culturali.

        • virgilio

          ma neanche vicino!!

  • remo balestra

    la democrazia comunista ha un solo senso,vietato svoltare a destra,con segnale verde, ma solo rosso

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Errore: il senso era appropriarsi dei beni altrui senza pagare.

  • schiatt’e muort

    Mannaggia alla miseria ladra…Temo che questi hanno la scuola dei centri sociali italiani e del Pd tutto.
    Niente Pomata H e che spingano tra fuoco e fiamme.

  • aalberti

    Questo Soros è ora che abbia ciò che merita: buttato in pasto ai pesci cane. È il male impersonificato.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Steve Mnuchin, banchiere di Goldman Sachs per 17 anni, ADESSO, da che parte sta? Ma Goldman Sachs non era una banca senza morale?

      • Ermes Uguccioni

        Si spera dalla parte giusta, ora. Dopotutto, pure tra i criminali esistono i pentiti ed i collaboratori di giustizia. Unico posto dove mancano, dentro i partiti di sinistra. Lì, è come diventare un Mangiamorte di Voldemort. E’ servizio a vita, oppure morte.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Trump prima della vittoria diceva, sul suo sito, di volere vietare l’ingresso ai musulmani negli Usa, poi fa scomparire il detto contenuto e lo fa ricomparire a meno di 24 ore dalla vittoria. Poi si legge sul Corriere l’articolo … Io, donna, musulmana e immigrata: ho votato Trump e vi spiego perché …

  • Michael

    Basta guardare video e foto, per vedere che, dell’America che lavora non c’era nessuno, tutti studenti dei college e campus vari, pochi “adulti” ( probabilmente osservatori di chi paga per rimestare) tutti contenti di bigiare le lezioni, menare le mani per 30 denari…..di Soros e mafia economica, che non vuole che le cose cambino, desiderio che li accomuna al sostegno sfacciato dei ns TG di TeleRenzi e quelli dell’internazionale socialcomunazista di Bruxelles , Germania in testa, che non si rassegnano al declino avviato da noi “populisti”, termine inventato da quattro cretini di alto livello (di potere e cretineria criminale contemporanea), da chi sa che ormai dare del “fascista” a qualcuno non fa neanche più ridere. Comunque visto che anche gli USA hanno un governo votato dai populisti, i ns cretini che con quel termine si sciacquano la fogna, ooops , la bocca, dovrebbero riflettere se “forse” hanno sbagliato qualcosa e che cosa dovranno fare da grandi, ammesso che qualcuno li voglia ancora. IO VOTO NO, e TU?

    • salrandazzo

      Michael, guardi che è abbastanza normale che le manifestazioni di piazza le facciano i giovani. Non è una gran novità.

      • thalia

        Ma quali giovani, questi sono tutti polletti minorenni.

        • salrandazzo

          Appunto

  • Paolo Deotto

    La Storia si ripete. Nel “sessantotto” un liceale poteva ricevere fino a 5.000 lire per partecipare a una manifestazione; 10.000 o 15.000 se faceva il “picchetto” davanti alla scuola. Per l’epoca erano dei bei soldini. Non era un mistero che Mario Capanna, rivoluzionario full time, riceveva uno stipendio per la sua attività. Allora il finanziatore principale era il PCI. Cambiano sigle, ma i “progressisti” sono sempre gli stessi…
    Paolo Deotto

    • alterego

      Nessuna meraviglia del fatto che questi contestatori farlocchi siano lautamente retribuiti ed assunti dall’oggi al domani con esperienza zero. La cosa che trovo più comica è che votino Trump perché per loro è la gallina dalle uova d’oro, come avversario politico da “combattere”… :-)))

  • Ettore Borroone

    I dem. , si sa, difficilmente mollano l’osso! Le proveranno di tutte per rimuovere Trump. E se non dovessero riuscirci con mezzi “pacifici” ricorreranno all’eliminazione fisica.

    • salrandazzo

      Guardi Ettore che se scorre la lista dei presidenti USA vedrà che quasi regolarmente un democratico ha lasciato il posto ad un repubblicano. E che, almeno in tempi recenti, l’unico presidente ucciso è stato Kennedy, democratico.

  • Balestrino

    Ma come, non erano i politicamente corretti che si stracciavano le vesti perché dicevano che Trump non avrebbe accettato il responso delle urne? E adesso che hanno perso che fanno, sono loro i primi a non accettare il responso delle urne?

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Perché no?

      • Lello Mascetti

        Perchè scrive?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Vuoi farti la stessa domanda?

      • Balestrino

        Scusi, cosa vuol dire?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Trump non era disposto ad accettare una sconfitta, quindi perché l’avversario adesso la deve accettare? Facevi prima a dire che Trump aveva espresso ciò che non andava espresso.

          • Marco

            Solo che quando Trump era stato sincero dichiarandolo in campagna elettorale, i benpensanti erano insorti, dicendo che era l’ennesima dimostrazione dell’inferiorità morale di Trump. Gli stessi benpensanti che adesso vanno in piazza o continuano ad insultare il vincitore e i suoi elettori. Contrordine compagni!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il tuo discorso non torna. Se contesti la contestazione devi anche contestare Trump.

          • Balestrino

            Quello che balza all’occhio in questa vicenda è che i simpatizzanti della sinistra hanno fatto un gran clamore stigmatizzando alcune affermazioni di Trump, poi si sono comportati esattamente dando seguito a quelle affermazioni che stigmatizzavano. Sarà anche loro diritto, ammesso che bruciare bandiere e vandalizzare città sia un diritto, ma ciò che balza all’occhio è un’altra cosa, chiara come il sole: i “compagni” sono convinti, fin dai tempi di Lenin, di essere gli Unti del Signore, per cui democrazia va bene (e crocifiggiamo pure sulla pubblica piazza chi sembra che ne parli male) ma poi quando la democrazia li sfavorisce allora le regole cambiano, e loro stessi si sentono autorizzati a comportarsi in modo autoritario e dittatoriale. E’ questo doppio standard morale e comportamentale che costituisce scandalo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un non compagno è solo chi contesta l’esproprio senza indennizzo detto comunismo.

          • salrandazzo

            Dai Marco…. è evidente la sproporzione fra i discorsi di un candidato alla presidenza e quelli di un comune cittadino. Trump non avrebbe dovuto mettere in dubbio (i fatti l’hanno smentito) il meccanismo elettorale al quale lui stesso si affidava. Il cittadino che manifesta non mette in dubbio il meccanismo, si limita a dire che non gli piace il risultato. Uno sarà anche libero di manifestare pubblicamente il proprio malcontento? O forse gli elettori democratici dovevano andare in piazza a manifestare gioia per l’elezione del loro avversario? Confondete, non so se in buona o cattiva fede, il ruolo di un candidato con quello di un comune cittadino.

          • telepaco

            Non si è mai visto in una democrazia vera e matura, che chi perde va in piazza a protestare con scontri ed arresti con la polizia, e bandiere USA stracciate. Questo non è diritto di manifestare, è pura e semplice idiozia di viziati senza neanche il minimo concetto della democrazia dell’alternanza. Non è mai successo neanche da noi con Berlusconi o Prodi, e ho detto tutto. Quando si perde clamorosamente con 70 grandi elettori di scarto si sta zitti e si fanno i complimenti al vincitore,tutto qui Se non ti piace emigri in qualche altro paese politicamente corretto. Sul fatto che non ci siano stati brogli come diceva Trump ho i miei dubbi, probabilmente Trump avrebbe vinto con un margine ancora più grande ma i trucchi elettolari non sono bastati per ribaltare una situazione troppo sbilanciata a suo favore. Pare che anche molti latinos regolari e neri abbiano votato per lui, e tantissime donne al contrario di quello che volevano farci credere. Io di società private per la conta dei voti che fanno riferimento a Soros non ci credo all’imparzialità, cosa vuole che le dica….

          • mario

            No no ti sbagli. da noi è successo, non ti ricordi tutte le manifestazioni dei vari movimenti di sx contro berlusconi?, i girotondi di Nanni Moretti, le invettive dei vari Travaglio,Santoro,Scalfari e chi più ne ha più ne metta. Ma gli stessi adesso dove sono? Adesso che che sta governando la sx(?) e che sta facendo il paese letteralmente a pezzi dove sono finiti tutti i radical s. e i politicamente corretti? Forse a farsi un drink.

          • telepaco

            si ma non hanno bruciato bandiere italiane e fatto scontri con la polizia i giorni seguenti alla vittoria di B. Questo è inaccettabile per un paese normale

          • virgilio

            questo e vero!

          • virgilio

            “Non si è mai visto in una democrazia vera e matura, che chi perde va in piazza a protestare”

            hai ragione pero si e visto e in questi ultimi anni piu volte!
            come dice bene il titolo dell’articolo
            “Manifestanti pagati contro Trump”
            pagati sponzorizati dalle destre fasciste cosi come in Venezuela,
            cosi come le revoluzioni colorate,cosi come il colpo di stato in Ucraina,questa e la stessa cosa le stesse trame i stessi mandanti

          • telepaco

            Lascia perdere il Venezuela, uno stato fallito da un governo fintorivoluzionario comunistoide. Il Venezuela si è fottuto da solo ed ora manca dei generi di prima necessità, la corruzione è alle stelle, gli assissini decuplicati, la polizia come i banditi, un paese invivvibile. Prima di giudicare il Venezuela fatevi un giro , se ritorni vivo, te lo dice uno che vive in Colombia e lavora con venezuelani fuggiti. Al governo c’è una cricca che con la scusa del socialismo si è rubata tutto il possibile favorendo criminalità e degrado, facendo crollare e distruggere la classe media e imprenditoriale, l’inflazione è ormai al 750%, i prezzi cambiano ogni giorno. Il modello comunistoide è fallimentare, e il Venezuela non ha nulla a che fare con la Cina o la Russia, è pura follia ipocrita

          • virgilio

            io non ci vivo in Venezuela non dico sara forse come dici tu ma Chavez prima e Maduro dopo sono stati liberamente votati dalla magioranza del popolo con elezioni controlate da tutti gli organismi internazionali garantite senza brogli,e spero sempre che sara il popolo a giudicare se Maduro deve andarsene o restare non come il colpo di stato in Brasile un’altra democrazia pilotata dai soliti noti!

          • salrandazzo

            “probabilmente…”, “…pare…”, “…si dice….”

          • giuseppe 97

            infatti Salvini, i centri sociali lo lasciano sempre parlare democraticamente. Vi siete riempiti la bocca di democrazia, ma poi se uno è contro la sinistra se la dimenticano la democrazia. Ma lo sai da che parte stai? Stai con i violenti, o con me oppure con me.

          • salrandazzo

            Sai Giuseppe, non ho capito granché dei tuoi discorsi, certo per mia incapacità. Cosa c’entrano Salvini e i centri sociali con Trump e i manifestanti USA? Nel mondo ci sono sempre idee politiche contrapposte. Ma all’interno di questi schieramenti ci sono le persone che esprimono le loro idee in modo democratico e accettano il dialogo, altri che invece preferiscono il confronto duro senza mezze misure. Da entrambe le parti ci sono quelli che etichettano “gli altri” come imbecilli, fanatici, corrotti e chi più ne ha più ne metta. Quelli che “o con me o contro di me”, bianco e nero senza sfumature. Io di anni ne ho troppi per non capire che in entrambi gli schieramenti ci sono brave persone e cretini integrali. Quando ero ragazzo da una parte c’era il movimento, i katanga, e poi le BR ed emuli vari, dall’altra c’erano i fascisti, le bombe nelle piazze, se passavi da Piazza Fontana con un eskimo eri un uomo morto. E poi c’erano i miei amici, di destra o di sinistra non importa, e passavamo le sere a discutere, anche animatamente, ma rispettandoci. Giuseppe, i cretini sono ovunque. Anche negli USA. Qualcuno brucia bandiere, qualcuno brucia le croci, dimenticando a volte di togliere il negro appeso.

          • Balestrino

            Ciò che balza all’occhio è un’altra cosa, chiara come il sole: i
            “compagni” sono convinti, fin dai tempi di Lenin, di essere gli Unti del
            Signore, per cui democrazia va bene (e crocifiggiamo pure sulla
            pubblica piazza chi sembra che ne parli male) ma poi quando la
            democrazia li sfavorisce allora le regole cambiano, e loro stessi si
            sentono autorizzati a comportarsi in modo autoritario e dittatoriale. E’
            questo doppio standard morale e comportamentale che costituisce
            scandalo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Perfetto ritratto dei fans di Trump. Criticare prima il sistema salvo poi usarlo.

          • Balestrino

            Quello che hai scritto non ha senso. Dai l’idea di rispondere in modo impulsivo, senza neanche pensarci.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il discorso di Trump era chiaro: democrazia mi interessi solo se mi fai vincere.

          • thalia

            Perché non è stato sconfitto, semplice no?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ma come ha fatto a disinnescare le macchinette di Soros non ce lo racconti.

          • thalia

            sarà andato a scuola da lui che sa innescarle!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non si scappa, secondo voi (la congrega del dire il contrario di ciò che si fa) i voti li manipola Soros e quindi Trump ha vinto per suo sostegno.

    • nicola savino

      disse che non avrebbe accettato il responso se avesse vinto killari

      • Balestrino

        Hillary Clinton si srtacciò pubblicamente le vesti accusando Trump di non essere disposto ad accettare il responso delle urne. Adesso sono i suoi stessi sostenitori a non accettarlo.

    • salrandazzo

      Ma dai…. la gente comune ha tutto il diritto di protestare, anche se io in questo caso non capisco il senso di questa protesta. Fossi americano democratico spererei di essermi sbagliato, spererei (come spero anche da Italiano) che Trump alla fine si dimostri molto migliore rispetto alle premesse. Ma la gente comune non ha obblighi istituzionali e può democraticamente manifestare le proprie inquietudini. Un candidato, invece, non dovrebbe mettere in dubbio il processo stesso di elezione. Dicendo fra l’altro “Accetterò il risultato solo se verrò eletto”. Come dire che uno gioca a calcio e accetta il risultato solo se vince. Comunque i brogli di cui parlava o non ci sono stati o non sono bastati.

      • Ling Noi

        Bravo, non son bastati…

        • salrandazzo

          Chiedo scusa, potresti dirmi su quali dati fondi questa tua affermazione perentoria? Se ci dai un link o qualche altro riferimento andiamo a controllare tutti. Così, tanto per capire se quel che stai dicendo è supportato da dati concreti o se stai solo tirando a indovinare.

          • Ling Noi

            Che era un’elezione a rischio broglio pro Killary, non è una novità, sapendo che era appoggiata dal criminale Soros e dai soldi dei terroristi islamici della penisola araba, più tutti i giornali con i sondaggi falsi e le elites dei super-ricchi., cantanti, attori eccetera. Poi la storia ha già visto queste cose, anche da noi aveva vinto la monarchia al referendum ma gli Usa imposero la “repubblica” per poterla meglio manipolare. A queste elezioni c’è stato troppo divario per cui gli sponsor della Killary non hanno potuto agire…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Strano, le macchinette conta-voti di Soros non hanno fatto vincere Hillary Clinton ma Donald Trump.

          • thalia

            Si sono puntate a che fossero giuste le schede scrutinate della clinton, Trump era dato per nullo da principio, ma la vita riserva tante sorprese,

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non torna questo tuo discorso.

          • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

            Soros e i mondialisti ha fatto tenere i seggi dei latinos, aperti anche dopo la chiusura ufficiale. La Clinton avrebbe avuto un 2% in meno, se i vari Soros non l’avessero aiutata con i brogli.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tu come lo sai, soprattutto rispetto alla percentuale?

          • salrandazzo

            Queste sono affermazioni apodittiche. “tutti sanno”, “non è una novità” ecc ecc. Quando si riportano voci non confermate si finisce per parlare delle scie chimiche, degli ufo e dei saggi di Sion. Volendo essere un minimo più concreti e documentati, cosa ci proponi?

          • thalia

            Che ti leggi in un momento di relax così si assorbe meglio “Usa action” come ci ha confermato l’articolista che ha posto la sigla alla fine del pezzo.

          • Ling Noi

            Ognuno crede a ciò per cui è più portato a credere, poi per me le azioni e le dichiarazioni della signora Clinton confermano quanto di male penso di lei (la Killary) e della lobby che rappresenta, autori di tutti i recenti colpi di stato e azioni “colorate”. Su Trump spero, ma vedremo, ritengo che sia stato un voto CONTRO a prescindere, come quando Obama è stato eletto la prima volta, bella forza, dall’altra parte c’era il criminale McCain.

          • salrandazzo

            A proposito di monarchia e repubblica, a quei tempi non ero ancora nato, e se anche avessi avuto l’età per votare non avrei avuto modo per sapere la verità. Penso che neanche lei abbia dei dati più verificabili. Ho letto parecchi articoli che raccontano la storia dei servizi segreti americani pro-repubblica, di quelli inglesi pro-monarchia e tutto il resto. Ma come sempre mancano le pezze d’appoggio. Forse siamo ancora troppo vicini per sapere la verità, e forse non la sapremo mai. Da parte mia posso solo dire che sono contento che sia andata così. Per inefficace e farraginosa che possa essere la nostra struttura repubblicana, dubito fortemente che sostituire un re nominato solo per via ereditaria ad un presidente eletto possa migliorare qualcosa. In una monarchia non si diventa re (o regina) come risultato di una qualsiasi selezione regolamentata. Si diventa re/regina solo perché si è figli di. Anche un cretino integrale, anche un incapace totale può diventare re. E non mi si dica “sempre meglio di Napolitano” perché quello per lo meno è stato votato dai nostri rappresentanti, per schifo che ci possano fare.

          • thalia

            C’è però ancora qualche testimone oculare che possa aver scritto qualcosa che ora non fanno pubblicare, la storia del referendum italiano sarà come quei processi ripresi dopo anni dalla giustizia e quello lo sarà per la storia, basta anche qui un trump.

          • Ling Noi

            Che il Re e la famiglia reale erano completamente screditati, è vero, sottoscrisse tutti i gravi errori di Mussolini e poi alla malparata scappò di notte come un coniglio per consegnarsi al nemico… alla faccia del “noblesse obblige”. Al referendum nessuno sapeva cosa era la repubblica per cui senza manipolazioni avrebbe vinto la monarchia, non per scelta ma semplicemente per l’impossibilità di valutare pro e contro, per cui in quei frangenti tutti gli animali sociali stanno con quello che conoscono già.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Però, qui si leggono progressi.

          • thalia

            No Ling Noi, non fare anche tu l’errore del sentito dire. Vittorio Emanuele abdicò in favore del figlio principe Umberto che appunto governò per sei mesi fino al tale arebbattato esito e cui non si oppose al riesame dei voti per non dare al paese una guerra civile. Lui stesso volle alla sua morte chiudere la casa Savoia, la più antica d’europa ordinando che il sigillo reale fosse posto nella sua bara. vittorio emanuele da comune cittadino si esiliò in egitto, scappare è una frase inventata dalla sinx e riportata da Anita.

          • Ling Noi

            V E III per l’Italia è stato una sciagura, si è fatto abbindolare ad entrare nella WW1 che ha distrutto e indebitato l’Italia per decenni e poi, dopo che diventò “Re d’Italia e d’Albania e Imperatore d’Etiopia” non fece granchè per dissuadere Mussolini dall’entrare in guerra (WW2) malgrado la maggioranza del Gran Consiglio fosse contraria. La fuga a Pescara e l’imbarco sul Baionetta è storia, insieme a Badoglio e altri esseri inutili. Il fatto che abbia abdicato a favore del figlio, (sicuramente una persona molto più degna) era solo una tradizione della casa. Se siamo una colonia degli Usa il demerito è quasi tutto suo.

          • thalia

            Forse demerito dei barbari di cui il ministrò aveva paura, immaginarsi Roma bombardata come fecero gli alleati a berlino ma imbarcarsi a pescara o altro luogo era oramai come i suoi nipoti ora, prendono l’aereo che vogliono è come se un militare strappate le insegne della divisa non è obbligato a fare il saluto al superiore, poi che date tanto addosso a badoglio, ma quello era un generale rosso o non lo sapevate? monarchico perché piemontese quindi d’abitudine.

          • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

            Fu Papa Pio XII ad auspicare l’uscita dei Reali e del governo da Roma, essendo la capitale anche della Cristianità ed avendo Hitler minacciato di raderla al suolo, non rimaneva altro che riparare in un luogo meno “storico” e sacro.
            Fuga, la parola venne stilata dai tedeschi e dai fascisti e ripresa nel 1945 dai comunisti. Non trovo scritto fuga quando Bush nel 2001 venne fatto imbarcare a forza nell’AirForce One per sfuggire ai terroristi, oppure al governo francese nel 1916 che si sposto a Bordeaux per sicurezza visto che i tedeschi erano a 70Km da Parigi, oppure quando le truppe del criminale napoleone invasero gli stati italiani le Famiglie Reali dei Borbone, dei Savoia, degli Asburgo-Lorena(Toscana), che i Duchi di Parma e Piacenza, Reggio e MOdena, ed anche il Papa, cercarono di trasferire le loro truppe in posti piu’ sicuri (i Savoia in Sardegna, i Borbone in Sicilia ecc.), mentre il Papa venne arrestato ed esibito come trofeo e costretto a firmare quello che napoleone il criminale voleva.
            Altri esempi nella Storia te ne posso elencare acentinaia, anche Stalin stava per lasciare Mosca all’avanzata delle truppe di Hitler, per ripararsi dietro gli Urali, impara dalla Storia che i centri di comando vengono evacuati, non per viltà ma per continuità dello Stato, che sia malefico come l’Urss o benefico come gli Usa nel 2001 e in Italia nel 1943.
            Ricordiamoci che Vittorio Emanuele III durante la 1^G.M. era sempre in prima linea, tanto che venne coniata la frase del Re soldato.
            Il Re, in qualità di Capo dello Stato, aveva il dovere di evitare che l’Italia cadesse in balia dei tedeschi o degli angloamericani che avrebbero creato un governo fantoccio ai propri ordini.
            Per riuscire in questo intento era necessario dare continuità alle istituzioni Italiane legittime, e evitare la cattura da parte dei nazisti rimanendo però in Italia.
            Non potendo difendere Roma, venen dichiarato “città aperta”, la Puglia erano la zona italiana che offriva questa possibilità, e con il trasferimento a Brindisi, di fatto il Re e il Governo italiani riuscirono a rimanere gli unici interlocutori legittimi per gli anglo-americani e impedirono che l’Italia venisse smembrata.
            Anche l’accusa rivolta a Vittorio Emanuele III di aver lasciato l’esercito senza ordini alla data dell’armistizio non ha senso, e le cose andarono diversamente.
            Intanto in ogni Monarchia (o in ogni Repubblica non presidenziale) il Capo dello Stato, pur essendo nominalmente capo delle forze armate, non interviene direttamente nell’azione di comando, ma è il Governo che prende le decisioni finali, dopo aver ascoltato il comando delle forze armate sempre affidato alle persone più tecnicamente preparate.
            Quindi il Re non poteva avere alcuna responsabilità e se ci fossero state delle colpe queste erano di Badoglio e dei Generali.
            Ma non solo perché gli ordini c’erano ed erano anche chiari.
            Fu solo la propaganda anti-monarchica che affermò il contrario, contribuendo tra l’altro a coprire chi aveva preferito non compiere il proprio dovere.
            Dopo la proclamazione dell’armistizio si sapeva bene che i tedeschi avrebbero subito aggredito l’Italia: “le forze armate Italiane reagiranno ad attacchi di qualunque altra provenienza”.

          • Ling Noi

            Il “Re soldato” se invece avesse fatto, il coltivatore di rose o quantaltro, sarebbe stato meglio per tutti. L’Italia avrebbe ottenuto dall’Austria il 98% del territorio datole alla fine della WW1 ma A COSTO ZERO, mantenendo la neutralità. Gli Imperi Centrali avrebbero probabilmente vinto contro gli Imperi coloniali e gli Usa se ne sarebbero stati dall’altra parte dell’oceano tristi e immusoniti ma senza esportare guerre in tutto il mondo come hanno fatto poi. Non ci sarebbe stato la porcheria del Trattato di Versailles per cui niente nascita del Fascismo e Nazionalsocialismo. La fuga del ciarpame sul Baionetta e definito in tal modo perchè si sono andati a consegnare al nemico, fregandosene del resto dell’Italia. Non hanno evacuato un centro di comando, hanno solo defezionato pensando solo a se stessi.

          • carlo

            non si può non replicare a queste cretinate … lei pensa davvero che
            L’Austria-Ungheria avrebbe ceduto dopo aver magari vinto la guerra il 98% dei territori come alcuni, tra cui lei, affermano !? ma crede davvero alle favole !?
            la seconda guerra mondiale probabilmente non sarebbe scoppiata semplicemente se le potenze vincitrici non avessero imposto una pace così dura e penalizzante ai danni dei Tedeschi che la ridusse letteralmente alla fame ! e ciò indusse quella gente a cercarsi un Hitler che li portasse a una sorta di rivincita.
            se li avessero aiutati a svilupparsi probabilmente non si sarebbero cercati una dittatura e una guerra … tutto qui …

          • Ling Noi

            Il fatto che gli accordi con l’Austria per rimanere neutrali era a un buon punto, non lo dico io ma è storia e anche se poi si avesse ottenuto qualcosa meno non cascava il mondo. Che senso ha avere dentro il recinto Italia il sud Tirolo, che oltretutto si continua a strapagare con privilegi assurdi per le regola delle regioni a statuto speciale? La seconda parte del commento l’ho sempre sostenuta anchio, fu l’ingordigia delle potenze coloniali a causare la WW2.

          • salrandazzo

            VA bene, Giubra, lei è preparato e sicuramente avrà trovato le notizie che ci racconta (e che molti di noi conoscono) su fonti documentate e credibili. Resta il fatto che qui non si parla (o per lo meno non si dovrebbe parlare) del valore delle singole persone. Azzarderei un “chissenefrega” al riguardo. Si stava rimuginando sul senso che possa avere dare a qualcuno un certo potere, grande o piccolo che sia, su base ereditaria e di famiglia. Come fanno i grandi baroni della medicina, e dell’università, che si passano cattedre e cliniche di padre in figlio. Citando, a proprio sostegno, i disastri fatti da alcuni rappresentanti democraticamente eletti. Come dire “se il frutto della democrazia repubblicana è Renzi, allora meglio il Re”, il che mi pare una cretinata pantagruelica. Ogni metodo può avere le sue controindicazioni, ma quello ereditario mi sembra il peggiore, perché assegna un valore (e quindi un disvalore) non in base all’operato o alla fiducia degli altri, ma in base alla nascita.

          • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

            chiudere il sigillo non significa chiudere la Storia di Casa Savoia, non ha lasciato scritto niente.

          • salrandazzo

            Resta il fatto che la monarchia sembra un modo un po’ strano per scegliere il capo dello stato. Che comunque resta una figura più di forma che di sostanza, per lo meno nelle monarchie costituzionali e parlamentari. Che la Regina possa esercitare un certo potere di moral suasion lo posso anche ipotizzare, ma alla fin fine quel che conta è il primo ministro, il governo, il parlamento. Resta quest’idea oggi anacronistica di mettere in una posizione importante una persona solo perché è figlia di. Ripeto, brogli o non brogli, son contento che abbia vinto la repubblica.

          • thalia

            ognuno sceglie ciò che più gli piace è un buon ed equo principio senza però destabilizzare il prossimo.

          • Ling Noi

            Io non sono un fan della monarchia, da osservatore, dico che in Thailand il Re, spentosi da poco, si è speso per il bene del proprio popolo e difatti è venerato. Sul referendum del 1946, gli Usa non vanno mai per il sottile per imporre i loro diktat.

          • salrandazzo

            Thailandia? Ah beh…. senta, il fatto è questo: quando si mette il proprio destino nelle mani di una sola persona senza i pesi e contrappesi delle democrazie parlamentari, è come giocare alla roulette russa con 5 cartucce su 6. Può andare bene, si. Ma è più facile che vada malissimo, perché è nella natura umana approfittare bassamente del potere assoluto. Guardi nella storia contemporanea (ma anche prima) cosa succede di solito quando qualcuno ha tutto il potere nelle sue mani, che sia di destra o di sinistra non importa, quelle sono etichette per menti semplici. In Thai è andata bene? Buon per loro. Poi scorra la lista dei dittatori o anche re assoluti e mi dica in quanti casi è andata bene.
            Se invece parliamo di monarchia costituzionale e parlamentare, ah beh, allora quella è come una repubblica con un presidente ereditario. Presidente all’italiana, senza potere alcuno. Più una faccenda di folklore che di potere effettivo. Come in UK.

          • Ling Noi

            Ripeto che non sono monarchico, faccio solo una considerazione, che è meglio un dittatore onesto che cura il bene del proprio Paese piuttosto che un democratico corrotto e bugiardo.

          • salrandazzo

            Lapalissiano. Se si guarda al singolo caso si possono fare considerazioni come la sua. Ma qui si faceva un’analisi generale, non si guardava al singolo caso. Riassumerei così: “anche se in singoli e selezionati casi un dittatore onesto può esser meglio di eletto corrotto, la probabilità che un dittatore sia e resti onesto è talmente risibile (su basi storiche) da rendere preferibile un meccanismo imperfetto come la democrazia rappresentativa”.

          • Ling Noi

            Non dimentichiamo che la democrazia fu inventata nell’antica Grecia, ma poi i greci stessi l’accantonarono perchè non funzionava. Vero che ci deve essere un sistema di contrappesi sempre, in qualunque sistema.

          • salrandazzo

            Non dimentichiamolo. E quindi? “È stato detto che la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle forme che si sono sperimentate fino ad ora. (Winston Churchill)”. La democrazia dovrebbe mediare fra le diverse istanze della società, garantendo il miglior risultato per tutti. Questo in teoria. Poi nei fatti la democrazia (ovunque) è gestita da uomini, con tutti i loro difetti: corrotti, rapaci, egoisti. Raramente ispirati da superiori principi. Quindi il risultato è mediocre. Ma mi pare che i secoli non abbiano generato una forma di governo migliore, a meno di non esser nostalgici delle forme di governo sovietica, tedesca e italiana dei primi del ‘900.

          • Ling Noi

            Un mio amico di R.E. dice che ogni 50 anni bisogna resettare con una rivoluzione, perche nel frattempo la situazione a livello governativo e burocratico e di lobbies si è talmente incrostata di corruzione da non poter più essere sanata con cambi di governi.

          • salrandazzo

            Vuole che le dica quale sarà la rivoluzione? Per stare bassi e prudenti le dirò solo che è già pronta un’applicazione software che mischia Artificial Intelligence, Cognitive systems, studio dei processi di apprendimento, e che da qui a 5 anni (CINQUE) consentirà di ridurre, ma è solo un esempio fra tanti, del 97% (NOVANTASETTE) il numero di impiegati che si occupano della liquidazione incidenti nelle assicurazioni auto. Stessa sorte subiranno tutti gli impiegati che fanno lavori “non creativi”, di mera applicazione di procedure. In tempi simili tutti i camion su lunga distanza saranno automatici, Uber e Google stanno studiando i taxi automatici. Nell’industria il progresso dell’automazione è inarrestabile ed è sotto i nostri occhi. Devo continuare? Il mondo economico come lo conosciamo sta franando a velocità luce e in meno di un decennio il tasso di disoccupazione toccherà punte mai viste, e finchè la AI non diventerà anche creativa gli unici a sopravvivere saranno appunto i creativi, quelli che inventano qualcosa. E, forse, gli agricoltori, gli addetti al turismo ecc. Impiegati e operai sono in gran parte destinati all’estinzione. E qui non c’entrano le multinazionali, soros, gli alieni, i saggi di Sion, i biechi sinistri (ma si, dai, mettiamoci anche loro che non guasta mai). Perché vede, con l’erodersi dell’occupazione si eroderà anche pesantemente la base del consumo. Chi non lavora non consuma. A meno di inventarci un nuovo sistema economico, e allora le vecchie categorie di destra e sinistra e monarchia e repubblica e trump e clinton serviranno solo per pratiche autoerotiche. Questa è la rivoluzione che sta arrivando con la velocità di un TGV. E nessuno ne parla.

          • salrandazzo

            Caro Ling, se vuole le spiego quale sarà la rivoluzione prossima ventura. C’è una startup americana (cerchi su google), la Loop AI, fondata da un italiano (GM Calafiore), che sta già vendendo sistemi integrati di Artificial Intelligence e Cognitive Systems alle aziende più disparate. E Loop AI è una delle tante. Tutti i più grandi players del mondo AI, IBM e Google in testa, ci stanno lavorando. Per fare un esempio, nel campo assicurativo della liquidazione incidenti, contano di ridurre del NOVANTASETTE % in CINQUE ANNI il numero di impiegati perché il sistema informatico ha dimostrato di eseguire in 18 MINUTI il lavoro equivalente di 4000 ore fatto da impiegati umani. Questa innovazione può essere applicata in tutti quei casi in cui gli impiegati eseguono lavori procedurizzati, ossia praticamente tutti. Questo vuol dire che in max 10 anni vedremo ridursi quasi a zero il numero di quegli impiegati che fanno lavori ripetitivi. Nello stesso periodo i camion che operano sui lunghi percorsi diventeranno a guida autonoma. Uber e Google stanno lavorando insieme per fare i taxi a guida autonoma. Tassisti e camionisti a casa. Discorso analogo per treni, autobus, tram, metropolitane. E presto anche gli aerei. Le grandi navi hanno già visto ridurre ad una frazione il numero di marinai dedicati alla conduzione della nave. Fra 10 anni, ma anche meno, il numero dei disoccupati (operai e impiegati) sarà enorme. E si dovrà trovare una soluzione di sistema per questi problemi, perché chi non lavora non consuma, e le fabbriche a chi venderanno i beni prodotti? Per gestire questi problemi, che ci stanno piombando addosso a velocità luce, non serviranno i vecchi concetti di destra e sinistra. Questa è la rivoluzione che ci sta piombando addosso. Chi ne parla?

          • Ling Noi

            In effetti, anche quand’ero giovane sentivo come una truffa i sindacati che parlavano di “diritto al lavoro”, io ho sempre pensato che il diritto alla felicità sia meglio.

          • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

            era una Monarchia Parlamentare, e se non ci fossero stati i 3milioni di brogli ordinati dal Togliatti, PCUS PCI URSS , la Monarchia sarebbe rimasta con il 54% come era già stato comunicato a Papa Pio XII.

      • virgilio

        comunque penso che e ancora troppo presto per parlarne ma sono convinto che i brogli ci sono stati (vorrei sbagliarmi) e ne risenteremmo
        sicuramente parlare,per me anche le machinette di quel criminale di Soros non hanno potuto niente contro la massa di gente che e andata a votare,nessuno in america si aspettava tanta gente al voto,
        ripeto,senza questi brogli (sempre a mio parere) Trump faceva un plebiscito!!

        • salrandazzo

          Beh, questi sono suoi sospetti, ipotesi legittime, che nessuno le può togliere o contestare. A livello di ipotesi tutto può essere. Anche che, ad esempio, i russi di Putin si siano mossi per contrastare l’elezione di Clinton. Sa com’è, ipotesi per ipotesi…. ne riparleremo se e quando usciranno le prove. Ma se anche uscissero le prove (di qualsiasi cosa), basta mettere in dubbio la veridicità delle prove. Viviamo in un mondo in cui tutto viene messo in dubbio e ognuno ha la sua verità da vendere, il tutto basato sui “si dice”. Certo, se lei potesse basare le sue affermazioni su qualcosa di più concreto sarebbe meglio. Facciamo come dice lei. Sospendiamo il giudizio in attesa di eventuali evidenze (da una parte o dall’altra). Che, se non ci piaceranno, potremmo sempre respingere al mittente come frutto di una demoniaca macchinazione del nemico.

      • saturo

        Lei dice: “Ma la gente comune non ha obblighi istituzionali e può democraticamente manifestare le proprie inquietudini.” Su, abbiamo da molto smesso di credere a Babbo Natale. Lo sapiamo bene che Soros tira le fila di queste “spontanee dimostrazioni”, ha avuto un meseto per organizzarle ed eccole. Tuttavia, credo che sbaglia i tempi, protestare prima che uno governi è fare un buco nell’acqua. Piuttosto Soros stia attento, li può capitare un attorney (Giuliani??) che lo mette dentro come ben merita questo rivoluzionario speculatore.

  • Max Urh

    Fa morir dal ridere ,il vedere come un miliardario americano ,avversato dal massolobbismo finanziario che gli ha mosso contro tutto il mainsteam mondiale, che è contro il mondialismo e la globalizzazione ( che piaccia o no ad una certa destra) sia contrastato in questo modo dal centrosinistra che prende ordini da Goldman Sachs da una parte e dai post/neo comunisti adepti di Marx e Stalin dall’altra.
    Ai primi, Trump ha rovinato tutti i loro piani proglobal e mondialistici , ai secondi
    gli ha fregato il “giocattolo” noglobal dalle mani e ora schiumano di rabbia ,perchè credevano di poter avere l’esclusiva nel poterlo fare e, ciliegina sulla torta, gli stessi OPERAI americani , a milioni ,li hanno smentiti clamorosamente votando uno di destra.

    Il velo è caduto, la verità è disvelata : Game Over, cialtroni sinistrorsi .

    Anche se non sei certamente il “mio tipo”come personaggio e come politico,

    grazie infinite , Donald Trump.

  • LoneWolf®

    Mamma mia quanto godo della vittoria di Trump, musica per le mie orecchie tutta la disperazione dei benpensanti. Ancora non ci credo da quanto mi sembrava impossibile, invece il tycoon ha asfaltato tutti anche dopo tutta la campagna dei mass media a suo sfavore ! Grande Donaldone !

  • Paolo

    Non solo sono aizzati dai ricconi che conosciamo, ma erano già preparate da giorni perchè evidentemente conoscevano dai LORO sondaggi che le cose erano precipitate per la Clinton. Non si organizzano manifestazioni così precise e numerose solo dopo aver saputo il risultato elettorale e poi in tutte le città americane. I bastardi banchieri lanciano un avvertimento a Trump e lo faranno costantemente bloccando anche parzialmente le città. Credo che i tempi siano maturi perchè la giustizia riprenda in mano le sorti degli americani e faccia sentire il tintinnio di manette ai banchieri che speriamo, non che vengano arrestati, ma giustiziati per eccidi di massa nelle guerre provocate e ATTENATO alla vita del nostro pianeta per le attività delle scie chimiche. Piante attaccate da parassiti e buttate giù, animali d’allevamento colpiti da virus e batteri strani e a loro volta abbattuti, tutto per attaccare le economie. Io penso che siano proprio i vaccini che ammalano gli animali e gli allevatori sono costretti a farglieli. La Clinton era tutto questo e tanto ancora, perchè io penso che contava più lei di Obama e quei cretini di manifestanti, figli delle città, tutte queste cose non le sanno giacché vivono nell’agio delle loro ricchezze e mollezze…gli studenti pirla, che conoscono la vita vera solo ad un palmo dal loro naso. Questo vale anche per i nostri cretini che appena varcano la soglia dell’università, miracolo si trasformano in sinistri…lo so perchè è successo anche a una mia nipote, e il padre non è certamente di sinistra.

  • Maurizio Strosselli

    Siamo pronti ad ammazzare quel vecchio bastardo di George Soros??? Facciamo una colletta mondiale per pagare un sicario!!!!

  • Giorgio Marangio

    Ma siete sicuri che fossero alla Leopolda?

  • Giorgio Marangio

    Ma siete sicuri che non fossero alla Leopolda?

  • Marzio Salente

    PORCO DIO ,FORZA TRUMP!!!E ADESSO STUPRIAMO ANALMENTE TUTTE LE DONNE!!!!

  • alterego

    1500 dollari la settimana per manifestare contro Trump – veramente un bel compenso! Ieri scrissi che parte di questi contestatori erano retribuiti e magari dopo aver incassato la parcella avevano pure…votato Trump….vedo che avevo colto nel segno!!!

  • Stefano61

    In itaglia i centri sociali lo fanno A gratis. Dovunque vai i sinistronzi sono uguali, intolleranti alla democrazia e al voto popolare che a loro non piace. Quel porco di spros non molla. Spero che Trump gli presenti il conto.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Come fa, avendo debiti rispetto a non poche banche?

  • Stefano61

    Sorry, porco di soros……

  • Peo

    Il TG1 ha dedicato alle manifestazioni IL PRIMO servizio dell’edizione delle 13,30. Sono tutti pagati da Soros e dalle sue società come dimostrato dalle offerte di lavoro pubblicate nei siti specializzati USA. Infatti vengono spostati con appositi pullman (chi li paga?). Interessante anche la citazione di stamani del giornalista Blondet. Che ricorda di essere stato presente in America a ben più numerose manifestazioni assolutamente spontanee (e con qualcosa come 50 mila partecipanti….) all’epoca della guerra in Irak. Stampa e tv semplicemente NON ne diedero notizia. Non ne parlarono affatto!!!!!

  • Roberta Scapigliati

    I giornalisti che finora ci hanno raccontato menzogne per compiacere gli Usa, sull’Ucraina, Siria e Russia vorrei vederli infilzati su uno spiedo a fare da cibo ai cannibali che loro hanno sempre coperto: Isis, Al Qaeda, Al Nusra e simili. Hanno avuto un travaso di bile con attacco diarroico e scoppi di gas di tipo stromboliano, adesso vadano a mendicare un tozzo di pane da quelli hanno sempre infangato, primi tra tutti i russi e l’esercito arabo siriano.

  • Pit267

    Soros è il finaziere collegato con i banchieri ebrei che speculano sui Mercati con operazioni in millisecondi fatte con computers, HFT-High Frequency Trading. Un modo criminale per alterare i mercati facendo sempre il prezzo e gestendo la volatilità in modo da vincere sempre enormi quantità di denaro, bilioni di $ al giorno su tutti i Mercati mondiali.
    Soros aveva come consulente la Casaleggio & Associati e con lui fecero scegliere a Londra Grillo come capo di una società prprietaria di un Movimento politico usato per destabilizzare l’Italia a favore delle aziende e banche USA.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Lo stesso Grillo si è detto favorevole a Trump che ha debiti rispetto alla Bank of China e Goldman Sachs che ha sponsorizzato la campagna della rivale Hillary Clinton.

  • Bocci Massimo

    Mi pareva STRANO!!! E Troppo DEMOCRATICO, che dopo altre elezioni VERE DEMOCRATICHE (tipo Ucraina) vinte da democratici e veri li Ucraini qui Americani, i Golpisti Meticci Soros.e C. le brigate sue brigate terroristiche. Primo baluardo dell’Impero nascente della finanza Meticcia, per la distruzione dell’Occidente tutto e la sostituzione DEPORTAZIONE di tutti i popoli; progetto CRIMINALE da far impallidire quelli Hitrler e Stalin, avrebbero progettato e attuato una sequela ininterrotta di crimini criminali tutti tesi a distruggere la democrazia Occidentale Mondiale e in primis il loro LA PULIZIA ETNICA e l’allargamento del loro protettorato UE, Euro che dopo lo svuotamento autoctono e democratico doveva e deve avere il colpo finale DELL’INVASIONE METICCIA EXTRA COMUNITARIA IRREVERSIBILE quella per trasformaci in un califfato di Maometto (per i principi e gli atti CRIMINALI,che si sposano perfettamente con quelli loro i Meticci altrettanto CRIMINALI) per CONSEGUIRE il susseguente SUK il mercato Meticcio unico mondiale,dove alo modo arabo, loro i padroni (con i nostri soldi) CORROMPONO,comprano,svenderanno, giustiziano a piacimento tutto e tutti,specialmente come dal detto Maomettano se un infedele non si converte ad Allah,un taglio all’aguigulare e con esso via appartenenza autoctona, democrazia, cittadinanza, patria,storia, cultura,vita,passato e soprattutto non più futuro, l’impero meticcio è una concretezza CRIMINALE non può stare li tanto cincischiare a convincere le persone o con LORO o SGOZZATI!!! Così con poche regole Naziste,Bolsceviche e moti mezzi i nostri soldi il Terrore Meticcio, si presta ai suoi (come dice nel gioco delle botole Scotti a fare i suoi dieci passi per DISTRUGGERE l’OCCIDENTE e la sua democrazia) li comincia otto anni fa, con il golpe la Liedman e Brothers un loro gioiello a cui avevano fatto scientemente accumulare miliardi e miliardi di finti mutui subprime fasulli,e una settimana tre prima delle elezioni USA 2008,per fare il loro primo passo il Golpe USA, con un altro loro miserabile comprato servo!!! L’abbronzato un inetto,qualunque nemmeno capace a da servo nemmeno eseguire i loro tassativi e dettagliati!!! Ordini ovvero “Yes we can” Per questo questa volta la SERVA l’avevano scelta istruita dopo due giorni alla casa Bianca avrebbe già fatto il pulito di democrazia,Occidente e umanità DEMOCRATICA!!

    Dunque l’Impero,dopo aver fatto fallire scientemente la Liedman e Brothers,anche per rimpinguare la cassa e soprattutto poter portare,panico,crisi,fame e MISERIA in tutto l’Occidente,Ma da abili contraffattori truffatori abituali accusando di tutto ciò (cioè i dei loro misfatti) i Repubblicani,rei di aver deciso di difendersi USA (da patrioti) dopo 11 settembre, e così creando qualche problemino ai loro SOCI FINANZIATORI!!! I Giadisti, e per completare e mistificare meglio la TRUFFA (GOLPE n1) all’abbronzato gli comprano subito senza badare a i soldi (I NOSTRI CHE SPECULANO,STAMPANO E RUBANO IN TUTTO IL MONDO) gli comprano un Nobel (dato altri poco nobili e assoldati o corrotti servi!!!) Poi dopo questo primo periodo MISTIFICATORIO PREPARATORIO, BALLE NOBEL e INTRALLAZZI ONULS (Soros e C.), con la sempre più nutrita fascia CORROTTI,rinnegati,traditori e servi messi libro paga, (una costante) cominciano la vera l’attività TERRORISTICA PER DESTABILIZZARE E ASSERVIRE l’OCCIDENTE, alla stregua di quello che già avevano fatto e incassato con la TRUFFA UE-Euro (gli stati uniti Meticci della minchia) la distruzione degli stati nazionali autoctoni,della loro etnia,civiltà,storia,e soprattutto con non più nessun FUTURO!!!! E hanno puntato a mettere tempo pieno (di tutti quei servi) visto che come finanzieri perlomeno di questo capivano qualcosa, mentre avevano anche capito che non sarebbero mai riusciti schiavizzare Meticci il grande popolo Russo, troppo fiero e democratico, dopo aver subito già 100 anni di dominio e purga criminale Sovietico,Stalinista (di cui la UE, non solo si è ispirata me ne è una copia conforme IN PEGGIO), quindi hanno cominciato, dalla parte più facile ORDINANDO ai servi UE, (e noi Italioti sappiamo bene qui chi sono tra insaccati e vetero LADRI TRADITORI Stalinisti) egli ordinano di incamerare subito a PAGAMENTO!!! Senza badare a spese (Nostre) tutti quei paesi ex URSS,che cominciavano a provare e godersi democrazia e libertà di AUTOCTONI !! Prima che, ci provassero troppo gusto e soprattutto capissero cosa era veramente la UE (i Soviet 2), così poi il (Golpe1) Noble per la pace??? (l’abbronzato) con la Nato avrebbe potuto insediare li (NELLE COLONIE!!!) Gli impianti nucleari e simili,senza avere e trovare resistenze,in fondo erano degli schiavi appena acquisiti, cosa che non sarebbe stato così facile in qualche altro paese di asserviti UE, si ma che si ricordava ancora cos’era la democrazia,cosa che avrebbero fatto in un secondo momento CORRUTTIVO con un aumento del pizzo corruttivo,

    poi finito questo primo giro ACQUISIZIONE e CORRUZIONE e vedendo che ancora frastornato il popolo democratico Russo, che a certe AGGRESSIONI non reagiva ancora democraticamente, hanno pensato di puntare direttamente anche ai territori Russofoni dove la popolazione era in maggioranza Russa e votava di conseguenza (vedi Ucraina) e dove i governi eletti erano tutti filo Russi, e allora Soros Onlus hanno cercato e foraggiato STAR UP di Nazisti,Hitreriani,terroristi criminali per massacri di piazza e hanno confezionato UE (il Golpe2 Ucraino), poi dato che l’appetito vien mangiando hanno pensato bene di LEVARSI DALLE PALLE L’UNICO LIDER DEMOCRATICO UE, Silvio Berlusconi,amante della pace e delle DONNE (cioè uno a cui non piaceva da sinistrato prenderlo nel……… e fare il servo, poi c’era il peccato originale DEMOCRATICO VERO LIBERALE e amico di Putin, dunque destabilizzazione e (Golpe 3 Italiano,Spread), poi i Meticci si sono dedicati agli stermini COLONIALI premeditati primaverili Libico, Tunisino, Egiziano,Siriano,Turco ECC.Poi ora che erano a l’ultimo passo prima di portarci tutti all’olocausto SERVILE METICCIO dovevano solo bissare il golpe Abbronzato, che rivoleva una cosa da bambini con tutti quei servi ladri libro paga,stampa,telecomunicazioni,CIA,ecc con un budget ILLIMITATO MULTI MILIARDARIO da finanziatori NOI GLI INCONSAPEVOLI TRUFFATI,con i JADISTA,i NARCO TRAFFICATI,i marcanti di SCHIAVI, i MONOTEISTI CORREI, gli SPECULATORI ecc. doveva essere una passo decisivo ma è arrivato un ultimo Moicano Americano che li ha fottuti con la vecchia e MIRACOLOSA DEMOCRAZIA e l’Impero meticcio è finito nella BOTOLA SI MA DEL POZZO NERO, dove spero nessuno più riesca a tirarlo fuori, ora tocca noi prima NO,NO, al referendum poi un referendum consultivo per uscire dal REGIME EURO,poi il rimpatrio di tutti i clandestini e l’espulsione per indegnità ASOCIALE di tutti i collaborazionisti e le loro cricche coop,poi un governo, eletto dai SOLI Italiani di veri ITALIANI EPURATO DA TRADITORI e RINNEGATI (catto-comunisti) e anche gli Italioti torneranno (come il sommo poeta) a riveder le stelle….e VERA DEMOCRAZIA.

  • Leonardo Zangani

    La stessa marmaglia di sfaccendati provocatori professionisti pagati da Soros…..vi ricordate Occupy Wall Street? la stessa ciurmaglia…..

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare …

  • Leonardo Zangani

    Il fatto che Soros era finanziariamente dietro Occupy Wall Street e’ documentato….lui doveva coprire delle posizioni e aveva bisogno di comprare al ribasso….quindi ne valeva la pena….stessa cosa ora, con Trump Eletto tutti si aspettavano il mercato al ribasso ed invece e’ al rialzo quindi……paghiamo “quattro macacchi” facciamo casino….il mercato va al ribasso e noi ci copriamo………calcolo sbagliato….

  • zhoe248

    vabbè, ma lasciateli sfogare, sono a pezzi! Intendo i soros, non i ragazzi che manifestano, quelli almeno guadagnano qualche dollaro e ringrazieranno Trump che prima di fare il suo governo ha già creato migliaia di posti di lavoro, precari, ma sempre posti di lavoro.

  • Newboyintown

    Gli attivisti mercenari che contestano con il tassametro in mano non sono certo una novità…

    Il problema sono i media prezzolati per dare spazio a questi attivisti, amplificandone la visibilità su giornali, TV e social… classico esempio sono le FEMEN di Soros che non a caso hanno fatto la loro comparsata anche durante queste votazioni.

    Un milione di manifestanti per la famiglia tradizionale non vengono menzionati mentre 2 esagitate senza reggiseno che urlano oscenità fanno invece il giro dei media mondiali.

    • Panthera Pardus

      a proposito di femministe o attiviste contro Putin, se sei maggiorenne cerca
      “pussy riot frozen chicken video”

      (pussy riot sono quelle che hanno profanato una Chiesa a Mosca, e i media Mainstream tutti la a piangere sulla liberta’ delle stesse)

  • thalia

    Sicuramente noi speriamo sempre da tutti, ce l’hanno insegnato i preti che bisogna dare più opportunità ma a questo punto non voglio sperare o aspettare molto poiché elezioni vinte democraticamente con trasparenza, come si definiscono quei soggetti urlanti sotto la pioggia che ci fa capire a che punto arriva la gente per necessità che, chi ne è stato il favorito deve occupare senza se o ma il suo posto. ed è ciò che farà Trump dato il carattere insito e quello di lavoratore appreso in seguito. Sarà per lui faticoso smantellare tutta questa ipocrisia messa in atto da questi destabilizzatori del mondo pare siamo tornati al medio evo fra gli usurpatori che vogliono sottrarre ciò che appartiene agli altri. trump è cittadino di altro universo, noi non sappiamo neppure come vive e con chi va a cena ma lo si sta accusando gratuitamente perfino di avere debiti con banche quando ciò altro non è che finanziamento che pesa su tutte le proprietà della famiglia da lui amministrate. che è contro l’ecologia quando so di preciso che comprò un terreno grandissimo destinato a grattacieli e ne ha fatto uno dei più grandi campi da golf, lui ha fatto ristrutturare gli orrendi palazzoni che erano peggiori di scampia, mentre soros con le macchinette sta lì tutto il giorno a pensare come fare denaro per impadronirsi del pianeta.speriamo sia arrivato anche il suo momento del non.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Ah ok, un finanziamento non è un debito.

  • Peo

    Io comunque non starei tranquillo. Si stanno facendo strani maneggi come ricorda (compiaciuta…) Rai News ipotizzando che dei Grandi Elettori pur essendo tenuti a votare per Trump cambino al dunque opinione. E’ successo rarissime volte (1 o 2 singoli casi). Motivo: la presunta impresentabilità di Trump. E il fatto che la Clinton abbia preso complessivamente più voti di lui. Sappiamo tutti che le regole elettorali negli USA sono particolari ecc..ecc… ma trattandosi di Soros e tutto l’establishment che ha al seguito la faccenda potrebbe essere preoccupante. Che io ricordi ad esempio MAI ci si è permessi di dar vita a contestazioni violente di piazza per l’elezione di un presidente USA. Chi mesta nel torbido potrebbe avere delle carte nella manica. Incidentalmente: sembra che in alcuni Stati USA un grande elettore che cambiasse il voto per cui è stato “comandato” sarebbe soggetto solo al pagamento di una multa risibile! E sul fronte anti Trump c’è gente che ha già la mano sul portafogli. Attenzione poi – giusto per fare un paragone – che anche la Brexit ora la si vorrebbe diluire, adattare, stemperare ecc…. Dopo un referendum dall’esito chiarissimo!

    • Panthera Pardus

      guarda, se dei grandi elettori cambiano parere questa volta ma a finire tipo sfida finale al OK corral e questo i burattinai nell’ombra – restati senza burattino – lo sanno benissimo, cercheranno piuttosto di rendere Trump inoffensivo cercando di annullare il suo staff.

      Ma anche la ci sono Repubblicani d’Acciaio che fanno ben sperare, cerca su YouTube “Trey Gowdy” lo trovi anche insieme alle parole Hillary snap .. e guarda quanto Giovane e’.. quello diventera’ presidente!

      • Peo

        Guarda che le cose non vanno così. O meglio, se andassero in questa maniera sarebbe il caos. Trump non si è ancora insediato, e ci manca solo che si verifichino scontri di piazza sanguinosi tra oppositori e le cose potrebbero prendere una qualsiasi imprevista piega. Faccio notare che scontri di minoranze anche numerose o studenti e polizia ci sono stati in passato. Ma se accadessero fra pro presidente neo eletto e oppositori sarebbe l’anticamera di ogni cosa…. Soros e i suoi tirapiedi lo sanno benissimo. Come pure che se il Trump cominciasse ad ottenere dei risultati concreti col suo programma non avrebbero più spazio, dopo. Ma ora è un altro discorso. Ricordo che il Moraccione ancora per un po’ è presidente a tutti gli effetti. Non per nulla giusto oggi è stato CALDAMENTE INVITATO a non prendere iniziative legislative di spessore, che sarebbero in grado di mettere in difficoltà Trump. Evidentemente POTREBBE ANCORA farlo…. e chissà cosa altro (la sua amica Killary ha avuto più voti di Trump….. moralmente avrebbe diritto alla presidenza….che secondo logica dovrebbe essere sua….e via trescheggiando…)

        • Panthera Pardus

          forse sono stato frainteso, ho detto che SE (condizione) allora accade
          ma quello che accadrebbe e’ cosi’ disastroso che la parte in causa non lo fara’ capitare.

          Questo non vuol dire che qualcuno ci abbia pensato.
          Basta ricordare (e cercare) “Hillary Russian Plane Syria” per leggere i suoi pacifici piani, talmente pacifici che pure chi le regge la coda sobbalzava (tipo il Guardian “Why Clinton’s plans for no-fly zones in Syria could provoke US-Russia conflict”)

          quindi peccato non essere una fly on the wall nell’ufficio di Soros :-)

  • Panthera Pardus

    se qualcuno crede ancora che la Hillary NON sia una criminale consiglio (se uno capisce l’Inglese) su you tube “Jim Jordan Tells Hillary Clinton She’s a Liar! Why Did You Lie Hillary? “

  • Adriano Pilotto

    Corrado Cappai: Sei sicuro? Ti spiego cosa succederà… L’ISIS verrà cancellato entro i
    prossimi 6 mesi… A questo punto Iran, Turchia, Russia, I Paesi della
    coalizione americana, l’IRAQ, La Libia… Rivendicheranno il loro ruolo e
    chiederanno il proprio ritorno (economico e/o di potere). Nel medio
    oriente si scatenerà l’inferno per l’accapparramento di ciò che resterà
    di Libia, Iraq e Siria. Nel frattempo, gli USA mollano l’IRAN che
    quindi, sentendosi “abbandonata”, si incazzerà con Israele
    (approfittando del sostegno deilla Russia). Israele tornerà a farsi
    sentire… e per tutta risposta annette nuovi territori… I nuovi Stati
    Uniti se ne fotteranno (come da dichiarazioni di TRUMP) e quindi nel
    medio oriente ci saranno nuove guerre e nuovi lutti anche maggiori di
    quelli che ci sono oggi.. Molti più Profughi è la minima conseguenza!
    Devo continuare?”.
    Si!

    Questo è puro jazz.

  • Manente

    Sulla testa di Soros, tra le condanne emesse in diversi Paesi, pendono una condanna a morte inflittagli in Malesia ed una all’ergastolo nelle Filippine. Un provvedimento di “estradizione” verso uno dei Paesi in cui il “filantropo” di cui sopra è ricercato, potrebbe porre finalmente termine alle attività criminali di questo pericolosissimo mestatore.

  • remo

    Salrandazzo. Lei dice bene quando fa osservazione su quanto scritto da Errico Carloni. E’ errato dire “Comunisti”. Ma, guarda caso, i cosiddetti “progressisti” ( parte sinistra della politica in ogni parte del mondo, perlomeno quello occidentale ), pensano sempre di essere i portatori del verbo e guai a chi li contrasta ! Essi non possono perdere e quando qualcuno vince battendoli DEMOCRATICAMENTE,non ci stanno. Essi sono unti dal Signore. Quindi ritengono impossibile perdere. Sono, siete, fatti cosi. In nome della pace, poi, siete anche capaci di sfasciare tutto ciò che si trova sul vostro cammino. Siete, appunto, fatti cosi. Vi dobbiamo sopportare. Non v’è nulla da fare ! Ha vinto Trump. La democrazia l’ha eletto. Ma per voi non va bene. Non è la “vostra”democrazia. A guardare i media Trump governerà ( perché questo succederà checchè ne diciate voi ), ma governerà, secondo il vostro punto di vista, “per vostra gentile concessione” !! E qui non voglio andare oltre altrimenti potrei scivolare in un Vaffa..

    • salrandazzo

      Remo, questa è la vulgata di certa destra. Quelli che pensano di avere “il verbo” li trova a destra e a sinistra, senza eccezioni. Legga i commenti in questa pagina e guardi quanta gente di dx fa affermazioni basate sul nulla, spara sui “sinistri” facendo di ogni erba un fascio. Quel che succede in certi quartieri della sinistra, dove si dicono scemenze sui destri, succede regolarmente nei quartieri speculari della destra. La mamma dei cretini è sempre incinta e semina i suoi figli a destra e a sinistra con spirito equanime. Io, parlo a titolo personale, ritengo che Trump sia stato eletto regolarmente ed abbia ogni diritto e dovere di governare l’america per i prossimi 4 anni. Però mi pare che lei e tanti altri qui confondiate le manifestazioni di rabbia e sconforto con una sorta di antidemocratico rifiuto del voto. Nessuno, a sinistra, è contento per l’elezione di Trump, e questo mi pare logico. Alcuni hanno voluto scendere in piazza e manifestare pubblicamente il loro sconforto. Così come spesso si scende in piazza a manifestare la propria gioia per la vittoria della propria squadra di calcio. E’ una reazione magari infantile ma comprensibile. Meno comprensibili le devastazioni, ma come dicevamo la mamma dei cretini eccetera eccetera. Scendere in piazza e dire “non sono contento” non mi pare antidemocratico. Diverso sarebbe scendere in piazza con le armi per combattere contro questo governo. Ma non mi pare questo il caso. Cosa c’è di antidemocratico nel manifestare pubblicamente la propria delusione per il risultato elettorale?

      • remo

        Caro Salrandazzo,
        Ho letto con interesse il suo scritto da cui deduco
        che la madre dei cretini e’, invariabilmente, piu’
        cretina a sinistra ( speriamo che non rimanga piu’
        Incinta ).
        Cordialmente
        Remo

        Inviato da iPhone

        • salrandazzo

          Deduzione opinabile. Se le piace consolarsi così…..

  • Michele

    L’articolo è giusto e ponderato. Un americano che strappa la propria bandiera. non puo essere che un comunista, è sbagliato credere che il comunismo non abbia inquinato in parte anche gli USA, “Joseph McCarty” nei primi anni 50 fece una certa pulizia, di questa gentaglia, specialmente in certi ambienti pseudoculturali tra i quali Hollywood, ma la cosa poi finì lì.
    Rheinhard Gehlen, le’x capo della gestapo (grande esperto del mondo comunista) che poi nel 1946 fondò la CIA, lo disse chiaro e tondo a Truman. Gli disse, guardi presidente, che l’America è infiltrata dai comunisti e dagli informatori comunisti, i sovietici sanno tutto di voi, e voi di loro (dell’URSS) non sapete niente.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Il comunismo è solo tale se compiuto e cioè se l’esproprio senza indennizzo e quindi furto.

  • Renzo Carlo Avanzo

    Ricordo che la “netta” vittoria di Trump è stata possibile solo per un perverso mrccanismo elettorale che ha dato la vittoria al candidato che ha preso meno voti. È ormai ufficiale che a maggioranza dei voti è stata per la Clinton con un margine di circa 200.000 voti.

  • schiatt’e muort

    Speriamo che non lo ammazzino come fecero nel 63 con JFK.

  • Luis Cypher

    L’idea di comunismo, è quella idea mondialista che ha pervaso la politica da Clinton in avanti. Proletarizzazione delle masse, meticizzazione delle stesse, potere al soviet bancario, economia in mano alle grandi multinazionali, fine di un certo protezionismo che proteggesse le piccole e medie imprese. Immigrazione indiscriminata con la nascita di un sottoproletariato utilizzato come manodopera a bassissimo prezzo. D’altronde, in america una rivoluzione dall’idea molto filo socialista c’è stata in tempi non sospetti. È dalla guerra del Vietnam che una America di sinistra si è fatta spazio nella politica interna. La rivoluzione 68ina parte proprio dagli U S A.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Il comunismo è l’esproprio senza indennizzo come avvenuto in Russia dicendosi Unione Sovietica e cioè Unione dei Ladri.

  • giovanni

    salrandazzo “LEI” parla troppo e parlando troppo , spesso s’inceppa la lingua , in uno dei suoi(troppi) post , leggo “la pare mai che in usa ci sia il 50% dei votanti comunista” da dove l’ha preso questo dato ? la sua è malafede per che vuole far credere (forse a se stesso) che le elezioni americane siano finite in parità , o con una manciata di voti in più per trump . mentre nella realtà dei fatti trump ha schiacciato la candidata democratica , ma voi altri comunisti o di sinistra(scelga lei) cosa ci azzeccate(alla maniera del vostro giustiziere da montenero di bisaccia) con i democratici americani ?

    • salrandazzo

      Giovanni, se vuole parliamo di numeri. Trump ha vinto con 290 voti elettorali contro i 228 di Clinton. Ma Clinton ha preso 60,467,601 contro i 60,072,551 di Trump. Qundi, per risponderle, in termini di persone (e non di grandi elettori), un numero maggiore di cittadini ha votato per Clinton. Numeri ufficiali che trova ovunque. Rifaccia lei i conti e poi riscriva il suo commento.
      PS: non le posso mettere i link per la verifica dei numeri altrimenti mi cancellano il post. Cerchi lei 2016 election results.

      • Panthera Pardus

        guarda che e’ stato deciso alla fondazione degli USA il modo di eleggere il presidente specificatamente per proteggere gli stati meno popolosi dalla dittatura dei grandi, altrimenti il destino ti tutti gli americani lo decidono California e Texas

        • salrandazzo

          Panthera (col TH!), i miei numeri, anzi, i numeri ufficiali da me citati servono solo a rispondere al buon Giovanni che letteralmente dice: “la sua è malafede per che vuole far credere (forse a se stesso) che le elezioni americane siano finite in parità , o con una manciata di voti in più per trump . mentre nella realtà dei fatti trump ha schiacciato la candidata democratica”. I numeri dimostrano che il buon Giovanni sbaglia, e che le elezioni americane, guardando i voti popolari, sono effettivamente finite quasi in parità, con una manciata di voti a favore non di Trump ma di Clinton. Se poi il loro sistema elettorale non guarda ai voti popolari ma ai grandi elettori, bene. Non sarò io a contestare il loro sistema elettorale. Ha vinto Trump, bene. Ma comunque i votanti (voti popolari) sono divisi a metà. I numeri parlano.

          • Panthera Pardus

            Ciò – precisiamo ( ovviamente non sono Giovanni ) lo scopo del sistema elettorale era dare “protezione” ovvero più peso agli stati piccoli.

            Quindi “schiacciato” a che si riferisce? Se ai delegati – come è logico pensare – ha vinto Trump poi come.. è questione di gusti.

            Nello scrivere questo post cercavo il risultato finale… ma stanno ancora contando voti in Michigan? E la madonna…

  • Panthera Pardus

    Lo metto qui parzialmente in tema che il fatto va ricordato segnatevi

    Monisha Rajesh

    Guardate come è libera e laica questa pakistana che scrive(va) sul guardian (che se ne sta distanziando ora come dalla peste) e che fa il Twitter invitando all’assassinio di Trump

    Lo avesse fatto al contrario un (dei pochi) giornalisti conservativi su un esponente della sinistra-progressista-santa-e-buona la sua faccia sarebbe ora in mondovisione…
    Invece la Monisha Rajesh è adesso nelle ombre delle compagne che sbagliano

  • zebast chs

    chi ha i soldi e l’intenzione di rendere pubblico e largo il dissenso paga le persone, ma non credo che chi si fa pagare lo faccia contro il proprio voto

  • Francesco

    Non ho mai visto, forse mi sbaglio ma non credo, che in America si distrugga la bandiera…..mai! Non c’è
    luogo / manifestazione popolare ecc… dove non venga esposta la bandiera, grandi, piccole, medie….!
    E adesso mi tocca vedere questo….!. Dal 67 in poi in Italia ho visto distruggere, calpestare, infangare…
    la ns. bandiera. Adesso anche in America….Poi faccio un controllo “mentale” negli anni e noto che chi
    straccia le proprie bandiere sono sempre i sinistri (d’accordo una volta si chiamavano comunisti, adesso
    diversamente….. ). Dite che in America non c’erano i comunisti? Davvero? A parte che ne hanno
    importati mica male……ma poi hanno imparato dagli italiani: vuoi infangare il tuo nemico (prima era
    solo avversario!) e non riconoscere la vittoria del nemico in elezioni democratiche? Vai in piazza,
    pagato o meno, straccia la “tua” bandiera e fai casino……Devono essere andati lì a insegnargli e
    dare una mano i ns. “bravi” ragazzi antagonisti, centri asociali, no-tav….che stranamente non c’hanno
    un cazzo da fare, non fanno un cazzo e sono sempre a rompere il cazzo……ma come campano?!!!
    Tutto questo per “difendere” la cornuta che ne ha combinato di tutti i colori…..almeno aspettate che
    anche Trump combini qualcosa di simile alla cornuta…….almeno avreste un po’ di ragione….
    si fa per dire….! Comunque alle quattro del mattino, vedere che aveva vinto Trump, che a me non
    fregava nulla, e capire il coccolone che aveva preso i radical-chic-cho-caz……m’è venuto na goduria
    immensa e mi sono scompisciato dalle risate….!

  • luigi scarpelli

    Ciò che mi sbigottisce non è tanto la lotta al vertice delle lobbies politiche e imprenditoriali, quanto la diffusa prostituzione elettorale di gente (sicuramente per lo più giovani apatici o ignoranti) che si svende per un pugno di dollari.

  • Disenchanted

    Peccato terminare l’articolo, che dovrebbe rivelare delle verità, con quel “presidente democraticamente eletto dalla stragrande maggioranza degli americani”, ovvero una balla.

  • Paolo

    Ecco dove vanno i soldi delle tasse. Vanno a quei criminali banchieri che le usano contro la popolazione migliore, ossia di chi si fa un mazzo così per se stesso e la sua nazione. Trump scelga i giudici giusti che mandino sulla sedia elettrica quei bastardi, che coi loro soldi si metterebbe a posto il mondo intero. Un giorno ho fatto un conteggio considerando a quanto ammontava la ricchezza di quel mostro di Soros. Ebbene, ho calcolato che col suo denaro si potevano dare 25.000 dollari a ciascuno del miliardo di cinesi. Una famiflia di 6 pesone prenderebbe 150.000 dollari…pazzesco. E se pensiamo che Soros rispetto a Rothschild non è un poveraccio ma quasi, si pensi la montagna di denaro che solo questi due criminali hanno solo per se…non per la bella vita, di cui non hanno bisogno di tutta quella ricchezza, ma per fare della popolazione mondiale ciò che vogliono loro. E noi imbecilli, a non fare quello che i magistrati corrotti non fanno, ossia metter loro un corda al collo e farli sparire dalla Terra il prima possibile. E con essi quei tanti banchieri loro complici. Sarebbe un altro mondo, un’altra vita e un altra umanità.

  • Lorenzo Santé

    Quello che penso: che i poteri a capo del consumismo sfrenato, nello spasmodico intento di portare sempre più benessere per sempre meno persone, negli ultimi 20 anni, dopo la basica propaganda filo – americana dei film di Swarzy e Stallone, facilmente sdoganata (al pari di campagne palesi come quelle per la democrazia e la lotta al terrorismo) subdolamente mascherati da corrente sinistrorsa “neo-comunistoide” abbiano somministrato un lento lavaggio del cervello a tutto l’occidente sotto le forme più disparate: dalla diffusione del politically correct più ipocrita, alla colpevolizzazione esistenziale dell’eterosessuale maschio, ridotto socialmente a un bamboccio con scarsa iniziativa; al fine di rendere l’opinione pubblica demotivata, manovrabile e all’occorrenza sacrificabile.
    E la pedina sacrificale di questo progetto a mio avviso è proprio la nostra europetta, e all’interno di questa tra i primi posti la nostra italietta, tra le prime pecore a seguire il pastore e tra le prime carni da mandare al macello una volta che il boomerang del capitalismo tornasse indietro.
    La Russia non si è fatta infilare in questo schema, come molti altri paesi sono riusciti a mantenere almeno un po’ di “amor proprio”.
    La Gran Bretagna si comporta come l’amico che sa che ce la vedremo male, ma che sa anche che i suoi rapporti pivilegiati con il carnefice gli garantiranno la sopravvivenza e quindi inizia a raffreddare i rapporti con l’amico per non sentirsi in colpa per il suo destino.
    E qui c’è il paradosso di figure come Berlusconi e Trump, uomini di successo fuori dagli schemi che, almeno nel caso di Berlusconi, capiscono le regole del gioco e provano a giocarlo (vedi l’intuizione di B. di allacciare rapporti con Russia e Gheddafi).
    Prontamente demonizzati da media e social, tramite ordini che dall’alto passano di rango, in lobby, in casta, fino ai giornalisti, alle casalighe, agli adolescenti, agli youtubers; ma abili comunicatori al punto da riuscire a prevalere sul “programma subliminale di rincoglionimento di massa” usando gli stessi canali con maggiore spregiudicatezza, facendo leva sulle più basse motivazioni dell’animo umano.
    Questa è la mia sensazione, non seguo molto la politica, ma spero: che Trump presidente USA significhi il “lancio del trend” di un progressivo e responsabile ritiro della ingerenza occidentale dal medio oriente, del mantenimento dell’ integrità culturale in chiave anti – globalizzante, di evitare la collisione con la Russia, e di smettere di consumare gas e petrolio, con buona pace degli illuminati sionisti che troveranno altre fonti di arricchimento, anche inferiori a quelle attuali, piuttosto che far fronte alla terza guerra mondiale.
    La mia paura invece è che Trump sia un altro burattino, gli americani dei campagnoli ignoranti, gli Europei dei senza palle senza speranza, che Putin ci accetti in dono e si nutra del nostro piatto facendo la scarpetta e che noi, Italiani, Europei, Caucasici, culturalmente Cristiani, identificati da storia, cultura e Tradizione, verremmo logorati da una progressiva e progressivamente violenta invasione (non integrazione) di non bianchi, non Cristiani, geneticamente incazzati con noi; a nostro totale discapito, economico e non.
    Se il tempo darà ragione alla mia paura anziché alla mia speranza, nel dubbio andrò a vivere altrove, perché non c’è niente di più frustrante di battersi per il proprio Paese, mentre gran parte dei tuoi connazionali ipnotizzati da chi ti da in pasto ai porci, ti rema contro dandoti del fascista.
    Homo omini lupus è la realtà, ma credo che la pace sia possibile con impegno, consapevolezza e un po’ di culo.

  • raimondo

    Il partito democratico americano si è messo fuori dalla storia, ormai la frattura non è più a livello globale tra ricchi e poveri in senso orizzontale ma tra razze e religioni in senso verticale, e questo più che ad uno scontro tra destra e sinistra a livello globale porterà ad una serie di violenti scontri tra destre diverse.
    Purtroppo in questo momento in Italia la destra soffre del tradimento della chiesa cattolica, mentre la ex sinistra si è appropriata in parte delle ricette liberiste, in chiave puramente propagandistica e opportunistica per mantenere al potere a tempo indefinito una oligarchia darwinianamente già sconfitta dalla storia di ex oligarchi di partito.
    Nei prossimi mesi ed anni i conflitti a livello globale si acuiranno e l’Italia sarà uno degli anelli deboli dove l’assalto delle macroaree araba ed africana tenteranno (lo stanno già facendo) a quella europea sarà più forte, anche se la nostra debolezza economica ormai prossima al parossimismo impedirà alle esangui oligarchie dei traditori della ex sinistra di appoggiare ulteriormente l’invasione dal punto di vista logistico.
    Bisogna sperare che le potenti destre russa ed americana ci appoggino nel liberarci degli invasiori e nel neutralizzare gli ultimi loro fiancheggiatori.

  • Paolo

    Mi appaiono semplicemente disgustose e fuori luogo le proteste americane contro l’elezione “democratica ” di Trump, attivate subito dopo la sua elezione, con la regia dei cosiddetti “progressisti” miliardari americani. Mi sa che tali attivisti il cui mestiere è la protesta, tipo i Centri sociali italiani, non sappiano lontanamente cosa sia la democrazia; costoro si sentono depositari della “verità” per cui se non viene promosso il loro prediletto, tentano il COLPO DI STATO. Purtroppo così stanno le cose!!!!! Costoro tentano di sovvertire il volo popolare (si sa, lo considerano inutile e dannoso se non è di sinistra)di milioni di americani, con le loro proteste attuate ancora prima l’insediamento del nuovo Presidente!!!!!! mi sa che sono stati drogati dai miliardari che li pagano, non si spiega diversamente. E considerano gli Stati Uniti “il Paese Democratico”….credo che agiscano come si fa nel paese dei pulcinella.

  • italialudovici

    Intanto stracciare una bandiera è vilipendio alla stessa che rappresenta il paese, quindi questi ragazzotti ignoranti meritavano in pieno freddo un pò di spruzzate d’idranti perche calmassero l’euforia e ragionassero anche sul fatto di che pasta è fatta la vera clinton, appoggiata dai poteri e con un seguito di attori attrici e tutto il lusso hollywoodiano che non può dare certo a una massa di popolo alcun benestare.Vantarsi di essere un popolo democratico esportatore al mondo un detto modo di vivere dicesi che al di sopra di ogni fobia a me pare l’ironica frase di totò…ma mi faccia il piacere, mi faccia…

  • Ferrario Dionigi

    Hai bisogno di prestiti personale online veloci e sicuri? Contattarlo per avere più informazioni. Email: Gianniferragamo@mail2italy.com