LAPRESSE_20170920163918_24360990

Le “bolle difensive” della Russia
che preoccupano l’Occidente

Anti-Access, Area Denial (A2/AD). Due concetti strategici che sono stati riscoperti recentemente dalla Russia (ma anche da Cina e Iran) e che preoccupano la Nato. La filosofia “Anti Access” (A2) è una strategia difensiva che mira ad impedire o rendere estremamente difficoltoso l’accesso e lo schieramento di forze militari nemiche in determinate aree geografiche (stretti, arcipelaghi, mari interni, regioni). Quella che prende il nome di “Area Denial” (AD) prevede di limitare fortemente la libertà di movimento a forze nemiche (terrestri, aeree o navali) già presenti in una determinata zona. Questo tipo di filosofia difensiva è il metodo migliore per proteggere enclavi o per creare quella superiorità tattica nei pressi di “choke point” come stretti o mari interni, oppure per garantire, se affiancate ad uno strumento aeronavale efficace, un ombrello di protezione in zone di particolare interesse strategico (come il Mar Cinese Meridionale o l’Artico). Questo concetto, che non è nuovo nella strategia militare, è tornato in auge grazie principalmente allo sviluppo dei missili da difesa aerea russa di nuova concezione (S-300 ed S-400), che grazie al loro ampio raggio d’azione sono in grado di coprire una vasta area aumentando i rischi per chi volesse penetrare nello spazio aereo avversario effettuando un classico attacco di interdizione.

La chiave delle bolle A2/AD non passa solamente dalle batterie di missili tipo S-300 ed S-400, ma anche attraverso una serie di altri sistemi missilistici in grado di completare lo spettro delle possibili minacce: le batterie di complessi mobili di difesa costiera tipo “Bastion P” e “Bal”, i missili balistici a corto raggio “Iskander M”, le sempre temibili difese anti aeree a corto raggio tipo “Pantsir” o i semoventi “Tunguska”, senza dimenticare tutta la serie di missili da crociera e AA presenti sulle varie unità navali, anche di piccolo tonnellaggio, che sono di base nelle varie “bolle” russe e che si sono viste in azione, ad esempio, durante la crisi siriana (pensiamo ai missili da crociera “Kalibr” lanciati dalle corvette classe “Buyan M” o dai sommergibili classe “Kilo”). Si devono poi aggiungere cospicue forze di terra e aeree che integrano la capacità di interdizione data dalle sole forze missilistiche e la cui analisi peculiare richiederebbe troppo spazio, basti solo elencare che nelle 4 “bolle” di difesa russe sono presenti anche caccia, bombardieri ed elicotteri di vario tipo facenti parte dell’arsenale russo: dai Su-24 “Fencer” sino ai Tu-22M “Backfire C” passando per i Su-27P, Su-30SM, Su-25, Su-34 ed infine gli elicotteri tipo Mi-24/35, Mi-8, Mi-28, Ka-27PL e Ka-52, questo solo per fare alcuni esempi.

Tutte queste forze sono ovviamente completate da una serie di radar a medio, lungo e lunghissimo raggio: nell’oblast di Kaliningrad, ad esempio, oltre al radar “Podsolnukh” in grado di identificare e classificare fino a 100 bersagli aerei e 300 terrestri e navali ad una distanza massima di 450 km, è presente anche, dal 2014, il radar da avvistamento precoce (Early Warning) tipo “Voronezh DM” operante in banda Uhf e con una portata di 6 mila km. A queste postazioni radar fisse si affiancano quelle mobili dei sistemi S-300 e 400, che con i loro radar di acquisizione “Big Bird”, di ingaggio “Grave Stone” e con il nuovo radar TSBS per l’acquisizione di velivoli ad altitudini elevate, sono in grado in intercettare e seguire bersagli a tutte le quote sino ad un raggio massimo di 600 km.

Quante sono le “bolle difensive” russe che tanto preoccupano la Nato? Al momento sono 4, individuate in macro regioni: la più “datata” di cui abbiamo appena accennato è sita a Kaliningrad, l’enclave russa nell’est Europa, le altre sono presenti in Crimea, Siria e nell’Artico.
E’ facile capire perché queste 4 bolle preoccupino non poco la Nato e gli Stati Uniti: con la loro particolare posizione geografica, unita alla portata dei sistemi missilistici (pensiamo ai 400 km di raggio d’azione del missile 40N6 del S-400, ai 500 km del missile “Iskander M” o ai 300 km del missile “Oniks” del sistema da difesa costiera “Bastion P”), rappresentano un “coltello alla gola” alle possibili linee di rifornimento navali, terrestri ed aeree della Nato nel Baltico e nell’artico norvegese, o ne minacciano gli interessi nel Mar Nero e nel Mediterraneo Orientale, senza contare che all’interno della “bolla” siriana ricade ampiamente la base Nato turca di Incirlik.

Questa “nuova” minaccia ha fatto correre l’Alleanza Atlantica e soprattutto gli Stati Uniti ai ripari.
Innanzitutto Washington ha rischierato, e forse prevede di farlo in modo permanente, distaccamenti di caccia pesanti F-22 nell’area del Baltico, e non è escluso che presto si vedranno in modo permanente gli F-35 appena le basi polacche e tedesche saranno ottimizzate per l’impiego del nuovo velivolo da attacco multiruolo, secondariamente diventa vitale la base rumena del sistema ABM AEGIS Ashore a Deveselu: operativa dal 2016 ed equipaggiata con missili “Standard” tipo SM-3 Block 1b è in grado di intercettare le minacce derivate dal possibile utilizzo di missili balistici di teatro. Presto questa base sarà affiancata da un secondo sito AEGIS Ashore posizionato in Polonia a Redzikowo. La Nato sta dando poi nuovo impulso a tutta una serie di esercitazioni congiunte, anche navali, in modo da poter coordinarsi meglio in caso di attacco russo e quindi per far fronte alla necessità di “forzare il blocco” opposto dalle “bolle”; parallelamente sta cercando di incrementare la consistenza delle forze navali degli Stati membri a cui si unirebbero quelle di Svezia e Finlandia, ad oggi Paesi partner dell’Alleanza Atlantica.
La minaccia A2/AD russa però ha anche richiesto una revisione degli schemi tattici: si prevede infatti che venga ricostituito il Comando Artico, eventualità discussa lo scorso maggio durante l’incontro dei Capi di Stato Maggiore Nato tenutosi a Bruxelles, che potrebbe avere la sua nuova sede in Islanda, a Keflavik, base tornata attiva recentemente con i pattugliamenti dei nuovissimi P-8 “Poseidon”. Oltre a questo diventa necessaria una revisione dei meccanismi della guerra aerea: una bolla missilistica con un raggio di 400 km e con tempi di reazione e di intercettazione enormemente inferiori rispetto a quelli di un caccia da difesa area richiede un necessario ritorno e revisione del concetto di “superiorità aerea offensiva”, espresso appieno dal caccia pesante F-22 “Raptor” e del concetto di interdizione e attacco al suolo, ormai effettuato con armamento “stand off” con un raggio d’azione maggiore e quindi possibile ad alta quota anche grazie alla bassa tracciabilità radar data da un aereo come l’F-35.

Nonostante l’apparente superiorità tattica delle bolle difensive russe è opinione degli analisti che, in caso di scontro, la capacità di Mosca di ostacolare o arrestare l’arrivo di rinforzi nelle varie aree, come ad esempio quella del Baltico, sia possibile solo per un breve periodo di tempo. Chi scrive crede comunque che, al momento, la (relativamente scarsa) consistenza delle forze Nato dislocate in Europa dell’est e gli asset militari russi dislocati in quelle particolari zone geografiche che risultano essere “chiave” a tutti gli effetti, siano fattori che fanno pendere la bilancia in favore di Mosca in caso di crisi; a questo si deve aggiungere anche la lunghezza molto minore delle linee di rifornimento russe e la nuova altissima mobilità dimostrata nelle esercitazioni “Zapad” e messa in pratica in Crimea e Siria.

  • Demy M

    Le “bolle difensive” servono a difendersi da eventuali attacchi, per cui non vedo cosa ci sia di tanto pericoloso per la Nato se non ha intenzione di sferrare il primo colpo che, in ogni caso, sarebbe anche l’ultimo.

    • http://pariflessioni.blogspot.it/ Pariflessioni

      sono anni che rompono i coglioni ai russi. sono addirittura arrivati a mettere sistemi antimissilistici ai confini della Russia in modo da intercettare i missili balistici russi.
      fortuna che Putin è una persona per bene.

      • Demy M

        Hanno messo di tutto e di più ma,……..non riusciranno nel loro intento. Spero non facciano errori che potrebbero costargli caro, molto caro. Circa i missili,……..tremano dei sistemi Russi, e qui siamo più che tranquilli e sereni. Saluti

    • Antonello
      • Demy M

        Grazie per la foto. Domani festeggerò il mio presidente in occasione del suo compleanno.

        • Nerone2

          eh eh … allora mi hai fregato! Hai postato Buon Compleanno a Putin prima di me ! .. Me ne sono accorto adesso.! :-(

          T’aspetto st’altranno!

          • AlbertNola

            Speriamo sia l’ultimo.

        • bruno

          auguri Presidente

  • Se77e

    Non capisco come degli strumenti di difesa supporrebbero “una minaccia per la Nato”. Ma forse l’italiano è un’opinione…

    • John

      Se il Giappone avesse anuto l’atomica sarebbe stata una minaccia per gli Usa..

      • Se77e

        Non mi pare sia questo il paragone…

        • telepaco

          Se la possiedi si, in quanto e’ un deterrente contro possibili aggressioni. Finora nessuna nazione dotata di armi nucleari e’ stata attaccata per un’invasione, e questo la dice lunga, ti pone in una botte di ferro. E Kim questo lo sa…

          • Se77e

            Ma la Russia può benissimo combattere una guerra (vedi Ucraina) senza la necessità di usare l’atomica o di minacciare di farne uso.

  • agosvac

    Se la Nato aspetta un attacco della Federazione Russa, ne ha da aspettare!!!

  • Mr.Joe

    Gli States sono alle strette e adesso stanno diventando sempre più paranoici nei confronti di nemici veri e immaginati. Credo che pure i maledetti sauditi con il viaggio del loro Re Salman in Russia questa settimana, l’abbiano anche capito. Putin, il nuovo boss del Medio Oriente e non solo.

  • Bocci Massimo

    Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino,parafrasando si potrebbe paragonare la fatto come la cricca criminale Meticcia che pesava di fare un grande boccone di quel che era ed è la grande Russia, paese sovrano democraticoindipendente,credevano che con quattro truffe elettorali e qualche golpe (Ucraino) far venire meno la volontà di difesa dalla tirannia (l’arbitro e corruzione),mi sa che chi fatto di questi conti (alterato dalla corruzione e cupidigia di possedere la cosa altrui) non solo è rimandato specialmente, in una materia che non hanno mai praticato ma sono scimmiottato, cioè la vera democrazia,

  • carlo

    sarà anche vero circa queste fantomatiche bolle difensive russe … ma è sufficiente guardare una cartina per capire che i russi spazi di manovra non è che ne abbiano poi molta … dal momento che dal Mar Nero non escono … dal Baltico neppure, forse dal mar di Barents come del resto facevano ai tempi della guerra fredda con i loro sottomarini i quali trovavano però ad attenderli Navi, aerei ed elicotteri della Nato i quali erano essi stessi in grado di monitorare la gran parte delle loro uscite nell’Atlantico … quindi non so se si trova la NATO ad essere chiusa in un cul de sac … oppure la Russia ? inoltre questi famosi missili S300/400 non sono poi così imbattibili … gli strumenti per neutralizzarli ci sono eccome … l’unico vantaggio dei russi da come si evince anche dall’artico è un fatto prettamente logistico dal momento che sono già lì,
    a due passi dai confini in questione …

    • Demy M

      I militari Russi passeranno da dove è necessario passare, e non sarà certamente la Nato con gli americani ad impedirlo. Se osate attaccare, verrete asfaltati senza possibilità di reazione. Rassegnati e dai le dimissioni da guerrafondaio. PS: Solo dal Polo Nord potrebbe arrivare sulle vostre teste una tempesta perfetta. Silenziati da solo.

    • Nerone2

      A me sembra che dal Mar Nero escono e entrano come equando gli fa comodo. Incluso il Baltico, il Mediterraneo, Oceano indiano, etc.. etc..
      Forse ti riferivi al Mar Caspio? Si… li hai ragione non entra e non esce nessuno.
      Ad attenderli nel Barents Navi, aerei ed elicotteri della Nato con la banda musicale…
      S300/400 non sono poi così imbattibili … certo… anche i tuoi amici della Sabia Esaudita li vuole…

      • Demy M

        Hanno già firmato una lettera di intenti per circa 40 S400 ed investito 1mlrd$ per sviluppi industriali. Fine del regno Usa in Medio Oriente,……..e non solo.

        • Nick2

          Un miliardo di dollari? Come mai non di rubli?

          • Demy M

            I dollari servono per gli investimenti nella Federazione Russa e son stati “donati” dall’Arabia Esaurita, i rubli li manderemo in italidiota per pagare i trolley senza rotelle come Lei. Si rassegni, il suo occidente (come il sole), stà per tramontare.

          • AlbertNola

            Il rublo non lo vuole nessuno, vale un fico secco!

          • Cherepanova Svetlana

            Certo che tu vali quanto una scoreggia.

      • Demy M

        Mi raccomando, domani spumante della Crimea per festeggiare il compleanno di Putin.

      • carlo

        certo che escono, ma non mi pare che in questo momento grazia a Dio ci siano conflitti tra noi e la Russia, ad ogni modo dallo stretto di Danimarca non uscirebbero di certo, come non uscirebbero dal Bosforo … uscirebbero con difficoltà solo dal mar di Barentes come ai tempi della guerra fredda.
        per quanto riguarda gli S300/400 replico e riporto quello che disse un paio di anni fa un generale d’aviazione di Israele il quale a domanda dell’intervistatore che gli chiedeva se fossero preoccupati per gli S300/400 Siriani manovrati dai Russi, rispose semplicemente che sarebbero stati benissimo in grado di risolvere il problema … (hanno avuto modo anni fa di studiare quelli in dotazione ai Greci-Ciprioti) e se lo dicono gli Israeliani possiamo essere sicuri che quelli non sono abituati a parlare solo a vanvera …

        • Demy M

          Forse ti riferisci ai vecchi SAM, non gli S400. Circa israele, il suo capo è andato da Putin a cercare “aiuto” vito che nell’area mala tempura…..

        • Nerone2

          Che hai detto? Greci-Ciprioti hanno gli S-300 / S-400 ?
          Smettila di bere.

          • Demy M

            La sua cronica, ed incurabile, russofobia, gli fà vedere cose allucinate dalla sua fantasia.

          • carlo

            ma invece di postare continuamente solo delle grossolane vaccate, sei almeno in grado di consultare anche solo WikipediA !? alla voce “crisi missilistica di Cipro”
            sei capace !? così almeno ti informi anche del fatto che l’aviazione Israeliana svolge periodicamente manovre aeronautiche militari congiunte con la NATO e di converso con quella Hellenica ? sei capace !!??

          • Nerone2

            un’altro commento di cazzate e ti faccio sparire.

          • carlo

            ma vai a nanna che è tardi, non ho più intenzione di perdere tempo con un ignorante come te …

          • AlbertNola

            Se fosse solo ignorante…

          • carlo

            mi basta solo quello … meglio non perdere tanto tempo con certi personaggi …

          • AlbertNola

            Viva John Wayne! Viva i Cau Boi!

          • Marcello Amati

            La Grecia ha installato gli S-300 (ricevuti da Cipro) a Creta.
            L’ aviazione Israeliana ha piu’ volto condotto esercitazioni contro tale sistema

        • Demy M

          I risultati della politica americana: : sotto l’influenza neocon (ossia israeliana) Washington ha condotto per un ventennio una “politica di potenza” di destabilizzazione, vera e propria “distruzione di pace”, che ha seminato immense rovine, provocato milioni di morti e di profughi, eccitato odi e divisioni — ed ecco il risultato.

        • Nerone2

          “uscirebbero con difficoltà solo dal mar di Barentes” … oh.. si..
          si trovano ad uno scoppio dalla costa del West… sai come sarebbero contenti quelli della Alaska, Washington, Oregon e California? …
          E i Nativi (indiani) farebbero la Danza della Gioia!

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • Marcello Amati

        Ovvio che dal Mar Nero escono, non mi pare ci sia in corso la IIIGM, ci sono accordi per i paesi del Mar Nero per il transito attraverso il mare di Marmara.
        S’intende ovviamente nel caso di una guerra, l’ accesso al Mediterraneo tramite il mare di Marmara nel caso di una guerra e’ nei fatti per i Russi praticamente impossibile.

        Non hanno una flotta in quella regione potente a sufficienza per fronteggiare le flotte NATO che bloccherebbero il passaggio.

        I sistemi S300-400 sono molto effettivi, non insuperabili, e sopratutto, non ve ne sono a sufficienza vs gli assets di attacco della NATO, in uno scenario di guerra NATO -Russia, le perdite sono “secondarie”.
        Gli S300-400 sarebbero un fattore nella prima settimana, oltre, visti anche i loro numeri in servizio, sarebbero sempre un fattore con minore importanza.

    • roniks69

      visto,che non devono attaccare nessuno,possono stare sereni e tranquilli a casa propria….

    • best67

      proprio chiusi no!hanno lo sbocco sull’oceano pacifico!

      • carlo

        si ma io mi riferivo semplicemente alla flotta occidentale russa, quella che interesserebbe a noi come Europa e costa Orientale degli USA, ossia quella del Baltico, del Mar Nero e dell’Artico … la costa Orientale Russa è un altra cosa ancora …

    • Paolo Marcenaro

      Queste sono le coglionerie che si ripetono NATO e Pentagono per fischiettare nel buio…poi dopo arrivano le amare sorprese

  • Nerone2

    Occhio e croce penso che ora da qualche parte in Russia e’ Sabato 7 Ottobre.

    BUON COMPLEANNO Mr. President Vladimir Putin!

    (eh eh … ho battuto tutti in anticipo!) LOL

    • Demy M

      Sorry, ci dovevi pensare alcune ore fà, non adesso.

      • Nerone2

        Non credo proprio … non avevo neanche letto il tuo commento… sono onesto!
        Mi ha interrotto una stronza al telefono voleva vendermi biglietti per una crociera a Porto Rico… LOL

        • Demy M

          Con questi tifoni meglio evitare.

          • Nerone2

            Ma guarda che c’e’ gente che e’ proprio sfasata da queste parti… !

          • Demy M

            Sarà il virus amerikanosvsky

          • Nerone2

            Ma che ne so?… Pero’ se beccata un bel F+ck yourself… LOL

          • Demy M

            Circa Putin… la clamorosa visita del re saudita Salman a Mosca – una prima storica assoluta – con la firma del preliminare per l’acquisto dei missili antiaerei S-400 e l’impegno, parimenti firmato, per cui Mosca “aiuterà il Regno a sviluppare la sua propria industria militare”. Per adesso basta, poi ci sarà il seguito in Centro America.

          • Nerone2

            Non si dice … l’amico del mio nemico e’ mio amico.. ? LOL
            (la si puo’ usare modificata in questo caso :-)

            Come cambiano i tempi… vai a dirlo a quei commentatori che parlano del PIL russo… accompagnati da grafici di ogni genere! … LOL

          • Demy M

            Se vieni, sarai mio ospite, vedrai la realtà con i tuoi occhi e poi, ma solo poi, potrai fartene un’idea senza pregiudizi basandoti sulla realtà, bella o brutta che sia.

          • Nerone2

            Volentieri e grazie per l’invito. Non ho mai messo piede in Russia ma lo faro’.

          • Demy M

            Non aspettare molto, Putin vuole vederti al più presto.

          • Nerone2

            LOL … se va be… LOL

            Le mosse che la Russia (Putin e amministrazione) hanno compiuto dagli ultimi dieci … o piu’ anni hanno ottenuto ottimi risultati.
            Chi non vede e’ perche non vuole accettare la realta.

          • Demy M

            Putin ha creato una bella Squadra, ed i risultati si vedono.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • telepaco

            Il 5 o 6% di inflazione non e’ affatto male, l’Italia negli anni 80 e 90 ha fatto i suoi migliori risultati con un inflazione simile e forse ancor piu’ alta. Oggi con l’euro e l’inflazione sotto il 2%, quando non addirittura defrazione, siamo in crisi assieme ai paesi europei piu’ la Francia. Un certo margine di inflazione non e’ detto che sia negativo, specie per paesi come il nostro che debbono per forza avere una moneta debole per esportare mentre l’euro li danneggia
            P.S so che parlo con una deficente ma io scrivo per gli altri che leggono i tuoi commenti sconclusionati

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’Italia però non ha mai, come la Russia guidata da Putin, dimezzato il suo PIL nel giro di quattro anni …

          • AlbertNola

            Ti pago io il biglietto d’andata, senza ritorno.

          • Nerone2

            Contraccambio se ti troverai nel New England…

          • bruno

            attacco di bile x tirannosaurus rex

          • AlbertNola

            Io lo sono e me ne vanto!

  • Mario Mauro

    Con tutti i pericoli provenienti dall’Estremo Oriente, con buona pace di quell’antirazzismo disonesto nato fintamente per amore degli ebrei e che adesso è propenso alla distruzione d’Israele, per il quale i bianchi sono una razza sempre potenzialmente colpevole, possibile si debba rischiare di nuovo una guerra tra noi bianchi, cristiani o ex cristiani, per amore del politicamente corretto?

    Putin è stato un santo. Ve lo immaginate se avesse ricominciato a fare plateali esperimenti missilistico nucleari e avesse risposto alle numerose provocazioni (perchè s’era ripreso una parte del suo) come il nordcoreano? Possibile che una cultura, una civiltà come quella occidentale che campa di compromessi quotidiani, spesso autolesionistici in prospettiva e di cedimenti ad ogni genere pretese di piccoli satrapi prepotenti, non transiga soltanto quando è in causa il pol cor? E’ sommamente stupido.

  • bruno

    mi vergogno di essere italiano perche l’Italia fa parte della NATO pseudo alleanza difensiva che ha attaccato la Serbia e l’Afghanistan e minaccia la Russia ai suoi confini c’e solo da apprezzare il sangue freddo di Putin che riesce a tenere a bada tanti avversari come un campione di scacchi gioco dove I russi eccellono

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      La Russia comunista, detta URSS, ha ucciso milioni di persone …

      • Daniele Pistollato

        Anche l’America democratica. Solo che l’URSS si è sciolta.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Vuoi citare una fonte russa che ci racconta gli Usa avere ucciso milioni di persone?

      • Cherepanova Svetlana

        Mai come i tuoi amici ameriCANI che dal 1948 non hanno ancora smesso, ed inperterriti continuano avendo come supporto delle amenita’ come l’Anita.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Secondo me vuoi nascondere gli orrori comunisti …

      • chelavek

        A ti chi ha ucciso i due neuroni con i quali sei nata?

      • bruno

        anita mueller un nome una garanzia

  • best67

    si risveglia l’orso russo!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      A tal proposito La Stampa / Russia, tagli alla sanità e medici in crisi … Se guardiamo gli stipendi mensili, nel 2010 un medico guadagnava 18.300 rubli, cioè circa 470 euro al cambio di allora. Ma la valuta russa negli ultimi anni si è fortemente svalutata, e adesso si tratta di appena 260 euro …

  • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

    Se schierano gli F-35 direi che i Russi sono in vantaggio , l’F-35 vola ma ci sono dubbi fondati che possa farlo anche in una situazione operativa di conflitto, l’unica Cosa certa e’ che Costa un patrimonio 😀

    Ma un altro che fa articoli che paiono Veline della NATO – ma che c’e’ l’invasione di Sorosisti su occhi della Guerra?? e almeno essere precisi.

    “la nuova altissima mobilità dimostrata nelle esercitazioni “Zapad” e messa in pratica in Crimea e Siria”
    – In Crimea non Hanno messo in pratica una cippa visto che truppe Russe erano gia’ presenti a protezione della flotta Russa come da regolare accordo con l’Ucraina.

    si tradiscono un po’ gli scrittori pro-NATO
    ” fattori che fanno pendere la bilancia in favore di Mosca in caso di crisi; a questo si deve aggiungere anche la lunghezza molto minore delle linee di rifornimento russe”

    la NATO e’ schierata al confine con la Russia e la crisi se la e’ andata a cercare, e la perde pure.

    • Demy M

      Devono pur scrivere qualcosa per fare audience, non ha importanza se siano notizie o cavolate.

  • chelavek

    Non esiste nessun fantomatico “occidente”. Esistono gli stati uniti ed i loro servi vassalli che a ruota obbediscono ai desideri ed interessi del loro padrone a stelle e stracci