Putin e Borisov

L’allarme di Sofia: così l’Europa
lascia i Balcani in mano ai russi e ai cinesi

«Sbrigatevi ad ancorarci definitivamente all’Occidente, altrimenti Russia, Turchia e Cina avranno mano libera nei Balcani stanno occupando spazio ogni giorno che passa. Siamo noi la garanzia di stabilità, guardate la cartina e capirete perché la Bulgaria è il baluardo dell’Occidente», ha detto giorni fa a Sofia il premier conservatore Boyko Borisov, ex cintura nera di karate, pelata da ex buttafuori e fisico da guerriero tracio («dopo un suo abbraccio sono rimasto a letto tre giorni», disse David Cameron). Fa un certo effetto osservare come il paese che fu simbolo della sudditanza al Cremlino, ligio alle purghe più feroci e ai lavori più sporchi dell’intelligence sovietica, abbia orientato con lo stesso slancio la sua leggendaria maggioranza a ovest. A lungo nessuno se l’è filata, anche il suo ingresso nella Nato nel 2004 e nell’Unione europea nel 2007 è avvenuto in modo sommesso. Nei palazzi dell’Europa occidentale si continua a guardare con sussiego a quella parte dell’est solo per rilevarne la scarsa solidarietà in tema d’immigrazione; tuttavia, mentre Sofia presiede il semestre europeo, ci s’accorge che lì s’incrociano tensioni e interessi che rischiano di minare una regione storicamente instabile. «L’Unione europea deve correre subito ai ripari o rischia di trovarsi una crisi ingestibile sul fronte sud-orientale», ha scritto sul Guardian Ivan Krastev, direttore del Centre for liberal strategies di Sofia. Nessuno come la Bulgaria ha esperienza di pressioni provenienti da Mosca ed è stato lo stesso premier Borisov, durante un vertice informale con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, a lanciare l’allarme sugli imponenti investimenti russi nei paesi balcanici: tre miliardi di euro negli ultimi due anni, il 15 per cento dell’economia regionale, banche, miniere, turismo sono in mano ai russi (anche se avanzano a grandi passi i cinesi). «Un quarto dell’economia bulgara dipende da Mosca», denuncia al Giornale Martin Vladimiro, analista del Centro per la democrazia a Sofia: «Alcune istituzioni sono in ostaggio dei russi». Borisov ha annunciato a Juncker che, se Bruxelles non indugerà nel processo d’inclusione di Sofia nell’euro, saranno tacitate le sirene pan slave del Cremlino, a partire dalla dipendenza energetica. Appena terminato il gasdotto proveniente dalla Grecia (220 milioni di euro) il governo è pronto a siglare un accordo con Israele e a chiudere con la fornitura di Gazprom che copre il 90 per cento del fabbisogno nazionale.

LEGGI ANCHE
Tra maledizione e giallo: le morti inspiegabili degli ambasciatori russi

Tuttavia l’allargamento dell’eurozona al malconcio paese balcanico non è affatto scontato, nonostante sulla carta rientri nei criteri richiesti. Per ingraziarsi l’Olanda, uno dei paesi che più ostacola il suo ingresso in Schengen, Borisov ha guidato il collega Mark Rutte alla frontiera turca: «Se questi non sono i confini più protetti d’Europa, be’ allora non accettateci». Ciò che accade con la Bulgaria mostra che nell’Unione europea, dopo il «caso Grecia», non sono più le norme e lo stato di diritto a regolare l’allargamento, ma la politica economica e gli interessi di alcuni stati. Sofia ribadisce che la moneta è stata ancorata al marco per 20 anni, gode di un surplus di budget, il debito pubblico è solo il 25% del Pil e l’inflazione appena 1,8%, in linea con il target della Banca centrale. Il fatto è che a Bruxelles, Berlino e Parigi vedono lo spettro di un’altra tragedia greca. La Bulgaria nelle cancellerie viene percepita come paese inaffidabile e corrotto. «È un preconcetto politico, le riserve sono infondate», dice Zsolt Darvas del centro Bruegel. «C’è un doppio standard, accettare la Bulgaria nel club dell’euro dovrebbe essere automatico. Non doveva esserlo con la Grecia, piuttosto. Noi stiamo diventando un partner necessario».

LEGGI ANCHE
"Dietro questa rivolta c'è l'Arabia Saudita"

Ricordavamo la Bulgaria come un vivaio di spie e di addestratori di terroristi in missione nei paesi Nato, ma ora la ritroviamo nel ruolo di paese pacificatore che prova a garantire la stabilità nei turbolenti Balcani. Sta infatti mediando tra Atene e Skopje sulla spinosa questione del nome Macedonia; inoltre, nonostante l’ostilità della destra nazionalista al governo, Borisov ha siglato un accordo con la Macedonia mettendo fine a una delicata disputa su confini e minoranze. La mossa, secondo Ivan Krasnev, sarebbe stata ispirata da alcuni stati Nato per arrivare a inglobare l’unico paese mancante nella scacchiera balcanica dell’Alleanza e dissuadere così Mosca nel suo corteggiamento a suon d’investimenti. C’è poi la Turchia con cui la Bulgaria condivide il più «caldo» confine terrestre europeo. Una Turchia, va detto, che sta pericolosamente rimettendo in discussione i confini stabiliti a Losanna nel 1923, minacciando sia Atene sia Sofia: «Erdogan sta giocando una rischiosa partita nei Balcani attraverso le comunità musulmane in Macedonia, Bosnia, Albania e Kosovo»», dice Krasnev. «La Bulgaria si trova sotto una tremenda pressione, il 10 per cento della popolazione appartiene alla minoranza turca. E i sentimenti anti turchi stanno crescendo».

Un crocevia d’interessi contrastanti tra Russia e Turchia passano da Sofia. «Questo è un paese troppo debole per potere gestire partite così delicate. Ma Bruxelles è lontana, cieca e sorda», dice Krasnev, secondo il quale «quando l’Unione si deciderà d’investire politicamente e materialmente nella regione sarà probabilmente troppo tardi, perché a quel punto Cina, Russia e Turchia avranno comprato fedeltà e alleanze. Non serve avere una spia al Cremlino per capire come per Mosca sia un’operazione a bassissimo costo destabilizzare l’Ue attraverso la Bulgaria e i Balcani occidentali, senza alcun rischio di confronto con gli Stati Uniti. Bruxelles avrà mai la forza o la volontà di fermare questa escalation?»

Dall’era comunista la Bulgaria è uscita a pezzi, inquinamento, corruzione, mafie, istituzioni allo sbando: un paesaggio di rovine industriali e di devastazione sociale. Dal 1990 la popolazione è calata da nove a sette milioni, un esodo di massa, 60mila espatri l’anno. In maggioranza giovani professionisti che non ritornano più. Il tasso di natalità è il più basso d’Europa e quello di mortalità il più alto. Escluso il ricambio con ingressi stranieri, perché il governo non fa entrare nessuno, sui migranti è più implacabile dell’ungherese Viktor Orban: sono appena un centinaio i permessi di asilo concessi.

L’unico settore in espansione è il turismo. Molti bulgari infatti cominciano a rientrare dalle coste spagnole e dalle isole greche per lavorare nei resort sul mar Nero d’estate e soprattutto sulle piste d’inverno che sono diventate per inglesi, russi e scandinavi la destinazione sciistica low cost più popolare. E pur di fare cassa e ampliare l’offerta si stanno devastando i parchi naturali e i siti Unesco, come quello del Pirin, 440 km quadrati di laghi e foreste, definito l’«ultima riserva di selvaggio d’Europa». Per ampliare la capacità ricettiva di stranieri (una famiglia di quattro persone spende complessivamente duemila euro la settimana tutto incluso) sono già stati abbattuti tremila ettari di foresta. Così, dopo gli abitanti spariscono anche gli alberi.

Marzio G. Mian

  • https://disqus.com/home/settings/profile/ franco.a.trier

    sempre meglio che in mano ai gringos..

  • potier

    non penso si arriverà a questo, anche perché le condizioni che offre l’Europa in confronto a quello che offrirebbero i cinesi, ancor ché sono essi anche questi piuttosto lontani … e men che meno i pezzenti e miserabili russi, anzi, per questi ultimi è un ipotesi abbastanza remota se non altro anche per i pregressi della dominazione storica russa nei confronti dell’est Europa. una storia patita sul sangue versato è difficile dimenticarla a maggior ragione della cronaca vissuta attualmente con appunto l’aggressione militare di Mister Putin in Ucraina, Georgia e appunto l’aggressione sia pur non ancora militare nei confronti di altri …
    pregressi per il quale non mi pare tutto sommato paesi come Polonia, Paesi Baltici, Romania e a seguire tutti gli altri abbiano ancora mai digerito del tutto … anzi, taluni mi pare abbiano appunto fortemente il dente avvelenato nei confronti dell’attuale tizio su al Cremlino.
    piuttosto porrei l’accento sul fatto di cosa ha in mente Mister Trump sul fatto di queste ultime proposte in fatto di dazi, che secondo me rischiano di allontanare ulteriormente l’Europa dagli USA … pertanto si vorrebbe capire dove si vuole arrivare penalizzando anche e forse gli stretti e storici alleati Europei …

    • vittorio

      “o i pezzenti e miserabili russi” …. “l’aggressione militare di Mister Putin in Ucraina, Georgia” ….. e chiamare “russo” ciò che era “sovietico”.
      penoso.

      • Mr.Joe

        E sappiamo bene chi erano quei sovietici i cui discendenti si trovano oggi a New York ed in un piccolo paese nel Medio Oriente.

        • Demy M

          I famigerati bolscevichi ebrei.

        • Zorz.zorz

          Buon dì.La Russia dopo l’esodo ebraico ha perso la maggior componente civile della sua societa. Forse oggi se ne rendono conto.

          • Mr.Joe

            Gli ebrei russi civili? Perché non leggi cosa il generale americano Patton e eroe di 2° GM pensava di loro quando sono entrati in Germania come profughi? Leggiti le sue memorie!

          • luigirossi

            ANCHE IL CANE QUANDO LO SPIDOCCHIANO PERDE LA PARTE PIU’ CIVILE DI SE’ STESSO

          • Zorz.zorz

            Questa mi mancava.

      • potier

        confermo, miserabili russi … perché a me risulta che la capitale dell’URSS fosse a Mosca non da altre parti, come pure i suoi più importanti personaggi a parte alcuni, ma la maggioranza mi pare fossero russi, come è altrettanto vero che il tutto iniziò proprio a
        San Pietroburgo e a Mosca, infatti gli Ucraini provarono a tirarsi fuori nel 1918 dalla spazzatura che da li a poco li avrebbe sommersi … ma fu rioccupata da, ripeto, quei miserabili russi … e ora vorrebbero sempre questi russi ricominciare a perpetuare la stessa infausta e negletta storia passata … non più comunista ma pur sempre imperialistica.

        • Demy M

          Il piu miserabile dei Russi, inteso come ricchezza, puo comprarsi te e tutta la tua generazione, inclusa la tua amata e sgangherata ucraina gia alla fame e freddo.

          • chelavek

            Tra l’altro questo miserabile straccione farebbe un enorme salto di qualità se andasse a lavorare come badante in una qualsiasi famiglia russa

        • vittorio

          miserabile superficiale risposta.
          primo studia chi erano i bolsceviki.
          poi cerca di studiare un po’ di storia russa.
          terzo guarda meno la cnn

          • chelavek

            ma questo pidocchioso morto di fame non ha mai aperto un libro di storia.

        • luigirossi

          @POTIER.
          INFAUSTA,NEGLETTA,IMBECILLE,HAI IMPIEGATO TUTTA LA MATTINA A COLLOQUIARE CON I BRUFOLOSI DEL DATA BASE PER INVENTARTI UN’ALTRA STORIA DIFFAMATORIA.SE TI SERVE SPAZZATURA,LA TROVI NELLA SINAGOGA CHE TI MANDA AD INVADERE QUESTO BLOG.OGNI TUO INTERVENTO,RISATE E PERNACCHIE.SEI IL NOSTRO COMICO PREFERITO

        • Demy M

          Come mai non hai citato che Kiev è stata anche capitale? Ignoranza megagalattica senza possibilità di recupero.

    • luigirossi

      “PEZZENTI E MISERABILI”MA INVESTONO MILIARDI DOVE A POTIR NON PIACE.iO PERO’ CHEDEREI ALLA REDAZIONE DI CENSURARE ARTICOLI OFFENSIVI VERSO UN GRANDE POPOLO DA PARTE DI QUESTO EMISSARIO DELAL FINANZA EBRAICA TROMBATA DA PUTIN.iNOLTRE QUESO CANE LATRA SEMPRE PER PRIMO,SU QUESTI BLOG:CHI LO AVVISA?

      • chelavek

        Questo povero demente si sfoga in questo modo per via del suo senso di inferiorità nei confronti del russi. In realtà credo che lui ami e adori i russi, solo che capisce di essere talmente inferiore da reagire in questo modo :-) Probabilmente si è innamorato di qualche gigante russo che non ha corrisposto le attenzioni :)

        • Demy M

          Aveva una relazione con una femmina ucraina ma, sentendo il fetore lo ha preferito ad un Russo. Da qui la sua russofobia incontenibile come i suoi latrati.

    • chelavek

      pezzenti e miserabili saranno quei due feticci ignoti che ti hanno messo al mondo. Patetico demente morto di fame

    • Demy M

      Io sono Russo e di miserabile leggo solo le tue frustrazioni mentali. Tu provovochi ma poi, da miserabile e pezzente, fuggi dal confronto. Tu sei un “signore” solo quando apre la porta del WC.

      • luigirossi

        Fugge,infatti mi censura ogni giorno:una volta col “TIENI DURO”..altre volte devia i miei post verso indirizzi inesistenti.Anche a te?

        • Demy M

          Qualche volta si. Lui non risponde perche’ lo pagano in grivnie in base alla spazzatura che scrive. Dovremmo non rispondergli cosi verra’ licenziato come avvenuto con il nickname carlo.

        • Demy M

          Mi permetto suggerirti una possibilità per non essere censurato o dover leggere: Tieni duro…..
          Scrivi il tuo post su Microsoft Office Word e poi fai copia incolla. Forse il sistema tiene conto del tempo per scrivere….

          • luigirossi

            Purtropp devo scrivere da un internet point abbastanza malmesso perchè anni fa,ai tempi di un’altro blog,ricevetti una visita di amici.Se avessi un mio computer,mi manderebbero immagini oscene nascoste. e poi ti lascio immaginare il resto.Grazie comunque

          • Demy M

            Mi dispiace ma, al limite, puoi usare dei fogli di carta dove scrivere e poi copiare. In questo caso i tempi sono minori e, FORSE, non ti diranno : Tieni duro….. Saluti

      • Sacrifice

        Sei pure russo?.. insomma, tutte le sfighe si sono abbattute su di te, povero Dementino.

    • Demy M

      Dimentichi di citare il Kossovo, una conquista Usa con centinaia di migliaia di vittime in nome della tua amata monnezzocrazia americana.

      • Sacrifice

        Centinaia di migliaia di vittime???.. ma tu Dementino sai quanti abitanti c’ha il Kosovo? (una esse basta!)

        • Demy M

          Capra, il Kosovo e’ nato dopo centinaia di migliaia di vittime causate dalla Nato. Cosi hanno smembrato la Serbia, caprone delle montagne !!

          • Sacrifice

            Dementino, le vittime nell’ex Jugoslavia erano complessivamente 200.000, secondo loro, la maggior parte delle quali musli bosniaci liquidati dai serbi. È però cosa nota che i balcanici, e particolarmente i musli, amano esagerare di due – tre volte.
            Nel Kosovo prima della guerra risiedevano meno di 200.000 serbi (194.200 secondo il censimento del ’91), dunque sarebbe stato impossibile anche per gli americani deportarne 700.000. Hanno comunque fatto una gran kaxxata intervenendo, su questo punto siamo d’accordo.
            Devo però dirti che avvolti dalla bandiera americana si sta niente male. Dopo aver guidato una tre litri a sei cilindri sulle strade californiane capiresti anche tu che “tutto il resto è noia.. maledetta noia..”
            ….vedo che continui a metterti i “likes” da solo, Demyzeneize.

    • Demy M

      Trump mettera’ i dazi e le capre come te pagheranno dicendo: va bene padrone!!

    • John

      https://uploads.disquscdn.com/images/c16f0c0345a6c12b28cacb8950dc89f4cb6f98959ae65e3161b76b9920896bbf.png

      Censurato per cosa’? Quando si permette a qualcuno di insultare paesi ed esprimere odio?
      Non erano nazi le truppe di Bandera e Azov?? Ed allora???

    • Demy M

      Miserabili e pezzenti russi che hanno mandato il gas agli Usa e Uk pena congelamento.

    • Ling Noi

      “Calunniatore e falsario di lunga esperienza offresi come bidet per i padroni americani.”

    • Demy M

      E’ impossibile risponderti causa censura pilotata. Questa è l’ennesima dimostrazione di chi e come gestisce DISQUS ( ebrei in Usa)

      • Nikos

        E pensavo che capitasse soltanto me. E’ impossibile rispondergli.

    • Sacrifice

      Il dente avvelenato?..Gli abitanti dei paesi dell’ex patto di Varsavia, TUTTI, senza eccezione detestano i russi. Chissà perché?!

  • chelavek

    Meglio una cooperazione con i propri cugini slavi che una sudditanza infima ai terroristi nord atlantici

    • Zorz.zorz

      Buon dì.Lei parli per lei.Per me,meglio qualsiasi occidente agli slavi,di qualsiasi genere.saluti

      • chelavek

        A parte che mi riferivo a Bulgari e Russi, entrambi popoli slavi, sono sicuro che persone come lei preferiscono vivere da pecorelle sottomesse da un “qualsiasi genere di padrone” occidentale, piuttosto che ambire a vivere privilegiando i propri interessi. Saluti

        • Demy M

          Lo Zorz si trova benissimo con le pecore visto che fa il veterinario. Scritto da lui…

        • Zorz.zorz

          Di slavi ve ne sono molte sottoetnie.Nel dubbio,di trovarmi un croato o sloveno,meglio un ” occidentale” a caso.Per quanto riguarda le pecorelle sottomesse,mi sembra che gli slavi rappresentino l’ archetipo del gregge. Però io sono convinto che de gustibus…….stia bene

    • Tony Moretta

      Non sono miei cugini. Il vero terrorista risiede al Cremlino.

  • Demy M

    Albania, Croazia, Grecia, Turchia, Montenegro, Romania, Bulgaria, Ungheria…..cosa rimane dei Balcani per suscitare paura? Forse vigliono finanzuamenti a fondo perduto e lanciano un allarme invisibile. Appecorati sempre piu’ inclini ad aumentare l’ angolo di curvatura con la testa verso il basso.

    • kison

      togli il forse

  • http://dovemimettonosto.it Livio

    I balcani ci spezzeranno le reni.

  • Raffaele Serusi

    Prima di pensare ai balcani, l’Italia sta lasciando le città in mano agli immigrati

  • Islamicando

    Il bulgaro sbaglia! Sconde me dovrebbe portare la sua gente all’Islam che è vera pace e prosperità!

    • Ling Noi

      L’islam va bene nei paesi arabi e basta.

      • Demy M

        Anche nella demonecrazia americana andrebbe benissimo.

      • Islamicando

        Questo mentalità è xenofoba e rassista e deve cambiare, è il motivo per cui hanno vinto i fassisti di salvini!

        • Ling Noi

          A casa mia faccio il fassista finche mi pare e se fosse per me gli invasori verrebbero respinti a cannonate.

          • Islamicando

            Ma non lo fai perchè hai paura di Merkel che ti obbliga a accogliensa!

          • Ling Noi

            Ho scritto “se fosse per me”, non sono io che comando. Per me inoltre, bisognerebbe anche uscire dalla Nato, dal FMI, dalla UE e dall’ONU, oltre che buttare fuori il Vaticano.

          • Rodolfo Sturlese

            aspetta la prossima tornata, e poi vedremmo le vostre terga , non le vostre facce
            non hai nemmeno il coraggio di dire da che paese democratico vieni
            sicuramente, dove le donne indossano il burga, dove ereditano la meta, dove per sposarsi hanno bisogno di un tutore, perché ritenute minorate
            dove comanda sicuramente una oligarchia, dove chi non e mussulmano e un essere inferiore, che non ha diritti
            dimmi chi sono i fascisti, e i razzisti…st….o, co..e

          • Islamicando

            voi siete fassisti e rassisti perchè non volete accoglier chi scapa dalla guerra che l’occidente ha provocato per prendere petrolio!

        • Rodolfo Sturlese

          si e ci sara una nuova Lepanto, tutti a mare

          • Islamicando

            NO! Vostra marina militare da usare solo per accogliere profighi islamici, tanto italiani sono debolissimi a fare la guerra e verrebbero sconfiti!

    • Bazanga

      Gli islamici dovrebbero trovare la loro pace assieme agli ebrei mentre vengono accompagnati a fare le docce….è l’unica pace possibile per questi primitivi

    • Rodolfo Sturlese

      ma per che non vai dare via le ciape senza va……na, e non te ne vai in arabia saudita mettendo il c..o all’aria

  • la-gazza

    la disastrosa guerra del Kosovo (tra cui la strana morte di Milosevic in cella) che ha portato alla creazione di uno stato mafioso nel cuore dell’Europa, il propagarsi incontrastato di moschee integraliste con grande produzione di combattenti Isis, tensioni sociali a più non posso… se questi sono i risultati, viva la Russia

  • Enea Vogrig

    E pensare che la settimana scorsa il patriarca di mosca era a sofia come invitato speciale all’anniversario dell’indipendenza della bulgaria dall’impero ottomano. Indipendenza raggiunta solo grazie all’impero russo che sconfisse gli ottomani nella guerra russo-turca del 1877-78. Oggi lanciano l’allarme russia. mah

    • Georgi Mihaylov

      è vero, ma come disse il nostro grande generale ivan kolev prima della battaglia sul fronte rumeno (supportati dai russi) ai suoi uomini ! (che vince, nonostante russi e rumeni massicciamente piu numerosi)

      ”cavaliers,as god is my witness, i will be forever grateful to the russian people for liberating us: but what business do they have now in our dobrogea? we shall meet them on the battlefield and crush them,just like every other enemy that stands in the way of a united bulgaria!”

  • vladivostock

    Borisov è un personaggio ultra corrotto, grida alla minaccia russa solo per spillare altri soldi all’UE.

    • Georgi Mihaylov

      borisov è ultra corrotto si, ma la ue prende piu di quello che da…. se pensi solo che gli ipermercati tedeschi e francese generano circa 13-15 miliardi di euro l’anno dal popolo bulgaro, capirai presto che i 7 miliardi che ci hanno dato per l’ingresso nel ue sono spiccioli, poi se pensi che dovremmo entrare nella truffa euro…………..

      • Demy M

        E Billa dove lo metti?

        • Georgi Mihaylov

          è austriaca (ma controllata da una tedesca,quindi come se fosse tedesca), ma perche metti una in particolare?

          • Demy M

            Era solo per completare, non per criticare. Saluti

    • Demy M

      Borisov è lo stesso che permise ad un ex parlamentare ed ex PM italiano di investire (in immobili) a Varna e Burgas utilizzando i rimborsi elettorali. In questo caso nessuno disse nulla perchè i soldi vennero investiti con Mani Pulite.

  • tzilighelta

    Il DNA è quello, dopo settanta anni di comunismo bolscevico la Russia e i Balcani conoscono solo quella lingua, corruzione sopraffazione, invasione, conquista. Putin sta allungando le mani in tutto il pianeta, si allea con i peggio dittatori che possono garantirgli una certa influenza, i nemici interni e gli oppositori fanno tutti la stessa fine, avvelenati, oppure se sono giornalisti assassinati a fucilate! L’Europa è debole, gli USA pensano solo a se stessi, e noi siamo in balia dei barbari da tutte le direzioni!

    • John

      Ha ragione..!! Eccome..!! Infatti Putin deve smettere di mettere basi intorno agli Usa ed in tutta l’europa.. Deve cessare le guerre di rapina e di invasione, esportando la propria democrazia con cambi di regime… Deve impedire ai suoi bolscevichi sionisti, oligarchici ,di manipolare il Congresso Usa, costringendoli a spendere cifre folli per le guerre..

      Deve cessare di rifornirci di gas, quando quello di shale e’ migliore, anche se costa 3 volte di piu’.. Non deve permettere alla sua borsa ( quale?) di condizionare la finanza mondiale e deve smettere, aiutato dai cinesi, di comprare debito pubblico Usa, per condizionare la loro economia..

      E’ vero che dopo anni di sopraffazione i blolscevichi devono essere fermati ovunque..!
      Mentre noi siamo in balia di chiunque perche’ ignoranti ed imbecilli, corrotti e mafiosi e preferiamo
      essere sottoposti alla germania, od a al primo furbacchione che ci promette uno stipendio di cittadinanza, fasullo.!!!

      • tzilighelta

        Con il qualunquismo non si va da nessuna parte!

        • John

          Qualunquismo..?? Contesti i fatti ove riesca a farlo..

          • Demy M

            Impossibile.

          • tzilighelta

            Per te tutto è impossibile!

          • Demy M

            Non tutto, solo che tu possa capire.

          • tzilighelta

            Chi ti capisce è bravo!

          • Demy M

            E tu non mi capisci perchè sei una capra del deserto. Consolati con potier.

          • tzilighelta

            Adoro le capre, molto intelligenti, non come certi personaggini strani strani

          • cir

            anche perche’ sono le uniche che ti danno ragione…

          • tzilighelta

            Quali fatti, hai scritto di tutto e pure il contrario, un qualunquista!

      • vittorio

        guarda che tzili non capisce, non ci sono le figure!

        • tzilighelta

          Trolletto in libera uscita

    • Bazanga

      I barbari li abbiamo in casa e si chiamano commissioni UE e parlamento europeo. Speriamo che Putin li avveleni tutti, da Junker alla Merkel, devono finire morti avvelenati assieme a tutti gli esponenti del globalismo mondiale. Quel giorno li ci sarà solo da festeggiare.

      • tzilighelta

        Stai attento a cosa bevi quando festeggi!

        • cir

          solo DOM PERIGNON !

      • Tony Moretta

        Nei tuoi sogni, mai nella realtà!

        • Bazanga

          Li impiccheremo tutti, e poi li getteremo nei froni crematori assieme ai traditori come te, abituati a leccare il posteriore dei massoni di Bruxelles.

    • chelavek

      l’unica casa chiara è che tu hai il cervello in balia di due scimmie urlatrici.

      • Demy M

        Numero errato. Dovresti aggiungerci porier, carlo, sidereus, sacrifice e tutta la banda mueller.

      • tzilighelta

        Certo, io discendo dalla scimmia, tu non lo so da quale quadrupede provieni!

        • chelavek

          Pensavo ti fossero rimasti almeno due neuroni per capire la mia “battuta”, ma evidentemente ti avevo sopravvalutato.

      • Tony Moretta

        Ma guarda chi lo dice! Te lo hai imbevuto di propaganda filo-Putin!

  • Georgi Mihaylov

    ”La Bulgaria nelle cancellerie viene percepita come paese inaffidabile e corrotto”

    perche è esattamente cio che siamo! quella faccia di ….. di borisov è corrotto fino al mid0ll0 ,tutti sanno che è in combutta con il piu grande criminale bulgaro (altra super faccia di …..) dylian pevski.

    PS in bulgaria ufficialmente c’e 10-13% di minoranza turca, ma in realta molti si dichiarano ”turchi” perche solo di religione musulmana (convertiti con la forza), vedere gente con gli occhi azzurri, o addirittura anche biondi che si dichiarino turchi musulmani, F4 SENSO.

    • Raoul Pontalti

      I turchi sono una cosa, i pomachi (o pomacchi, помаци,) un’altra e mentre questi ultimi in Bulgaria sarebbero poco più di 100 mila (dopo le espulsioni successive al 1878 allorché gli Ottomani sgombrarono la Bulgaria e dopo l’esodo degli anni 90 del secolo scorso quando un regime agonizzande non trovò di meglio che perseguitare le minoranze etniche e religiose) i turchi sarebbero oltre un milione,rappresentando quindi oltre il 10% della popolazione (e anche questi ridotti per le stesse cause già citate per i pomachi). I pomachi, bulgari di lingua ed etnia, non furono affatto convertiti a forza all’islam, ma si convertirono spontaneamente a più riprese. Le prime conversioni ebbero la stessa natura di quelle dei cristiani di Siria e Palestina nel VII-VIII secolo dinanziagli ArabI: pura convenienza economica e sociale (tasse meno esose, mantenimento della proprietà terriera, mantenimento di cariche pubbliche). Non va dimenticato che al momento dell osgombero ottomano dalla Bulgaria (1878) i musulmani di Bulgaria (turchi, pomachi ed altre minoranze etniche) costituivano un terzo della popolazione.

      • telepaco

        “(tasse meno esose, mantenimento della proprietà terriera, mantenimento di cariche pubbliche)….” chiamala conversione spontanea …. :)

      • Georgi Mihaylov

        ti rendi conto che sono bulgaro? ed hai scritto str0nzate?

        visto che fai il sapientone, spiegami cos’e il TRIBUTO DI SANGUE? sai che i migliori Giannizzeri del sultano erano bulgari? sai che la bulgaria era presidiata da bulgari ”turchizzati” da piccoli?

        • Raoul Pontalti

          Il mio cane è ungherese (di Budapest) con relativo passaporto ma ti assicuro che dell’Ungheria io pur italiano ne so più di lui…Il devşirme che tu traduci con кръвен данък (tributo di sangue) era una forma di tassazione dell’impero ottomano basata sulla prestazione personale di giovani per lo più cristiani che venivano avviati ad una lunga carriera militare al servizio del sultano. Ma argomentando sui giannizzeri ti dai la zappa sui piedi , posto che i giannizzeri non venivano obbligati a convertiris all’islam , bensì lo facevano anch’essi per convenienza (ma la conversione non era affatto un fenomeno generalizzato). Ignori bellamente, infatuato di ideologia nazionalistica deteriore, le maialate commesso dall’agonizzante regime comunista che negli anni 80 intraprese la bulgarizzaine forzata dei turchi di Bulgaria e perseguitò anche i pomachi costretti a deislamizzare i loro nomi.

          • Georgi Mihaylov

            non ho scritto a caso ”piccola cerchia”, genio.

            un consiglio, vai a leggerti la definizione di ”impero”!

            se la turchia contava sui soli ”turchi” ad gestire un impero cosi vasto durava meno di 5 anni, è logico, non pensi?

            solo per tua informazione, oggi studiosi stimano che se non fosse stato l’impero ottomano la bulgaria sarebbe stata un paese da circa 25-30 milioni di persone, è un dato di fatto (non lo dico io,ma la storia) bambini bulgari (balcani in generale) sono stati turchizzati in massa, per 500 anni.

      • Demy M

        Il tema era : L’allarme di Sofia: così l’Europa
        lascia i Balcani in mano ai russi e ai cinesi!! Non altre minkiate che non servono a nulla, salvo al cane ungherese!! Sic !!!

        • Georgi Mihaylov

          lui purtroppo non sa la definizione di impero, se il vasto l’impero ottomano contava sui soli soldati ottomani, collassava in 5 anni.

          non ha caso i legionari romani se non sbaglio erano provenienti da tutto l’impero romano cioe anche dalle terre occupate, anche se le cose erano certamente un po piu diverse durante quel periodo.

          ”Pur essendo indicate come impero strutture statali anche estremamente diverse tra loro, per le sue caratteristiche, un impero presenta quasi sempre spiccate caratteristiche di multiculturalità e multietnicità, accompagnate però da una marcata distinzione tra i territori metropolitani e i territori periferici, normalmente indicati come province (retti da governatori, viceré o vassalli nominati dall’autorità centrale), e tra l’etnia dominante e i popoli assoggettati.”

          • Raoul Pontalti

            Caro il mio sprovveduto commentatore bulgaro la definizione di impero lascia il tempo che trova, essendo appunto relativa al tempo in cui viene data e all’autore (diversa dunque se la dà un repubblicano o un imperiale). merita invece considerare il concetto di impero che formalmente nasce come evoluzione del principatum (con Cesare Ottaviano Augusto) e si afferma formalmente con Vespasiano che assume appunto il titolo di imperator, ossia di gerente un potere allo stesso tempo connotato dall’imperium, dalla potestas e dall’auctoritas che si esercita su Roma e sui territori soggetti a Roma (e tale potere di fatto era già esercitato ben prima della nascita formale di quello che verrà appunto definito impero romano, basti pensare alle conquiste di Spagna, Cartagine e Grecia, oltre a Sicilia Sardegna e Corsica, tra il III e II secolo a. C.). Il concetto romano si trasferirà storiograficamente agli imperi antecedenti (come quelli persiano e di Alessandro Magno) e susseguenti sia di derivazione più o meno diretta (impero bizantino, sacro romano impero) che totalmente estranei ( o quasi: gli ottomani ereditarono espressamente talune prerogative formali dell’impero bizantino), come gli imperi giapponese, cinese, mongolo (dell’Orda d’Oro) etc. Aggiungiamo per completezza gli imperi di stampo coloniale come quello britannico (nulla a che vedere ovviamente con l’impero romano o con quello ottomano). La definizione che fornisci tu rimediata su chissà quale sito è una boiata giacché mescola orrendamente “imperi” di tipo diverso confondendo i vassalli (medio evo) con i viceré (cd impero spagnolo), con i governatori (delle province romane) ed omettendo regni, principati, ducati, etc. tipici degli imperi europei dal tardo medioevo sino alla catastrofe del 1918.

  • BlackSail33

    La lurida politica dem americana della banda clinton con a guinzaglio i vermi ue in Kosovo s’e’ vista. Spezzate le reni ai Serbi a suon di bombe, ci hanno piazzato un bello stato islamico nel cuore dell’europa. Traffico di tutto e integralismo. Meglio lasciar fare ai russi.

    • Tony Moretta

      Per ritrovarceli a marciare su Roma? Niente da fare!

  • Umberto Ciotti

    “GLI OCCHI DELLA GUERRA” … PERCHÉ LA VERA GUERRA DA CUI VOGLIONO DISTRARRE L´ATTENZIONE É DENTRO CASA

    Intervento giá censurato da una povera redazione che sempre é esistita nella piú misera delle culture … quella della menzogna e della ignoranza di gente che solo puó venire dal basso della negazione di ogni forma di “Nobiltá di Spirito”

    AUTORITARIO É IL SISTEMA CHE OPPRIME LA LIBERTÁ E VUOLE IMPORSI AD OGNI COSTO CON LA PREPOTENZA E IL SUDICIUME DELLA MENZOGNA — É ALLA DEMENZA DI QUESTO AUTORITARISMO CHE L´ITALIA CON IL VOTO AL M5S HA DETTO BASTA

    La ipotesi possibile é solo una. Un governo del M5S da solo o con il PD. Questo é quello che é comprensibile da qualsiasi persona con una intelligenza minima accettabile … La confusione come sempre la stanno montando i prepotenti, gli ottusi per struttura mentale, le scorie che si sono mangiate l´Italia per ferocia di potere … I sudici “fascisti” che da sempre solo hanno insozzato e umiliato l´Italia … La Veritá é che finalmente una destra e una sinistra prepotenti, totalmente inadeguate che hanno governato l´Italia da 73 anni hanno finito finalmente di esistere … L´Italia oggi si é aperta al nuovo, a qualcosa di intelligente … Brutti ottusi “fascisti” di destra e di sinistra siete finiti, toglietevi di torno con la vostra prepotenza e la vostra mancanza di intelligenza … Lasciate vivere una nuova Italia che con la vostra zuccaccia autoritaria non potete comprendere e con le vostre manacce sudicie solo potete insozzare e distruggere … SIETE FINITI SUL SERIO

  • Alex

    Per me è una buona notizia. Un giorno saremo tutti ortodossi Russi. Speriamo….

    • Demy M

      Non scrivere queste cose!!! Adesso si scatenerà l’inferno giudaico-massone.

      • Alex

        moriranno all’inferno. Siano maledetti

        • Zorz.zorz

          Tutti moriremo. I maledetti non sono sempre gli altri. Stia bene.

    • Raoul Pontalti

      Ma se non sei nemmeno capace di recitare le più comuni preghiere in italiano, vuoi poi recitare le preghiere in antico slavo ecclesiastico e scritte nel relativo vecchio alfabeto cirillico?

      • Alex

        Che caxxo ne sa lei? È un veggente ?

        • Raoul Pontalti

          Veggente no, ma diagnosta sì: solo chi non ha alcuna idea di cosa sia la religione cristiana ortodossa con i relativi riti può sparare la boiata dell’auspicio della conversione dei cattolici alla confessione russo-ortodossa .

        • maurizio

          No no è uno di quelli ” rimasti ” ( non ce ne sono più molti…. ), è uno che non sa niente ma proprio niente…. lo ignori e guadagnerà in stima e rispetto dagli altri.
          Un caro saluto

    • cir

      almeno avremo un presidente degno di rispetto.

  • Demy M

    Impossibile partecipare al dibattito causa censura continua. Quando si toccano nickname tipo potier……non c’è nessuna possibilità di confronto. Viva la demonnezzacrazia americana e la demonecrazia DISQUS con sede negli Usa ( California).

  • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

    Il giorno che crolla l’unione europea sarà il giorno più bello della mia vita.
    Vedo che il premier Bulgaro vuole entrare nell’euro (cito)

     «C’è un doppio standard, accettare la Bulgaria nel club dell’euro dovrebbe essere automatico. Non doveva esserlo con la Grecia, piuttosto. Noi stiamo diventando un partner necessario».

    Un partner necessario per la troika che arriva come superciuk che ruba ai poveri per dare ai ricchi?
    Già la EU vi ha fatto perdere le commissioni di transito gas con South stream.. vediamo quale altra calamità vi porta… ah si le quote di frateli-i-sorele-che-scapa-guera di gorgoglio che sennò perdete i fondi europei. .

    • Tony Moretta

      Non crollerà mai.