OLYCOM_20170123123939_21942496

La Terra Santa rischia di rimanere
senza neanche un cristiano

I cristiani della Terra Santa, divisi fra Israele e Palestina, stanno scomparendo. Nell’ultimo secolo, il lento e graduale processo di fuoriuscita dai territori palestinesi e israeliani è andato crescendo, ed oggi si rischia la scomparsa dei fedeli della seconda religione più antica di quelle terre. Sembra paradossale, ma purtroppo è un dato di fatto che nella culla del cristianesimo, i cristiani siano sempre di meno. Secondo gli ultimi dati, fra territori palestinesi e Israele, il numero totale dei cristiani si aggira intorno alle 170mila anime. Di queste 170mila persone, 120mila vivono in Israele, mentre gli altri 50mila vivono divisi fra Gerusalemme Est, Gaza e Cisgiordania. I dati, forniti dal pastore luterano Mitri Raheb, fondatore e presidente dell’Università “Dar al-Kalima” di Betlemme, fanno parte di uno studio pubblicato dal sito Christian Media Centre e condotto proprio dalla stessa università Dar al-Kalima, dal titolo “Emigrazione cristiana dalla Terra Santa, ragioni e numeri”. Un popolo diviso come sono divisi i luoghi sacri, sperati da confini e muri che costringono molti cittadini di fede cristiana a dover chiedere permessi speciali per recarsi in pellegrinaggio o a pregare nei posti del Vangelo e nelle chiese più antiche di quella terra.

cristiani_perseguitati_strip-1

I numeri della diaspora cristiana sono molto seri. Nel 1850, i cristiani di Palestina, intesa come regione storica, erano più dell’11 per cento della popolazione locale. Oggi, i cristiani sono circa l’1.7 per cento degli abitanti. Un crollo vertiginoso che ha radici economiche, sociali, politiche e religiose e che ormai caratterizza sia il presente che il futuro del cristianesimo della Terra Santa. A questo crollo delle presenze, si aggiunge, infatti, anche quello già prevedibile nel futuro: un quarto degli intervistati ha dichiarato di considerare la possibilità di lasciare il proprio Paese nei prossimi 10 anni. In particolare, il problema lo vivono i cristiani palestinesi, che condividono con gli abitanti dei territori di Gaza, Cisgiordania e Gerusalemme Est, tutti i problemi economici e politici legati alla difficile situazione di quelle aree. Tra i mille individui intervistati, 500 cristiani e 500 musulmani, in pochissimi hanno inserito la discriminazione religiosa come problema per cui i cristiani potrebbero cambiare Paese. Quasi tutti considerano la mancanza di case e di lavoro come vero e proprio ostacolo alla loro permanenza in quelle terre. Mentre in Israele, dove le condizioni di vita e di lavoro sono nettamente migliori, molti denunciano il sentirsi dei cittadini di seconda classe, non riconoscendosi in uno Stato che fa dell’ebraismo il pilastro della propria esistenza.


Gli Occhi della Guerra sostiene i cristiani di Aleppo.
Se anche tu vuoi farlo 
Dona online o tramite bonifico
Iban: IT67L0335901600100000077352 Banca Prossima
Causale: ilgiornale per i cristiani
Per conoscere tutti i progetti per aiutare i cristiani di Aleppo, guarda qui


 

Nella grave situazione che vive la Terra Santa, divisa fra Israele e Palestina, i cristiani ora sono la minoranza più debole. Per il reverendo Raheb, nato 55 anni fa a Betlemme, “la nostra semplice esistenza come cristiani è un inconveniente che rende impossibile etichettare il conflitto come guerra religiosa tra ebrei e musulmani. Non è un problema religioso, è un conflitto su terra e risorse”. Un messaggio che deve far riflettere tutti quelli che vogliono assegnare facili definizioni alle parti contendenti. I cristiani palestinesi oggi sono una minoranza oppressa al pari dei cristiani di altri Paesi. Con l’unica differenza che vivono in una condizione del tutto peculiare per cui non sono mai considerati dalle cronache della regione, neanche come vittime. Esistono anche comunità cristiane che si stanno mobilitando per costruire villaggi per sfuggire a questa logica. Sono in particolare i cristiani aramei, che nel nord della Galilea, sotto la guida di Shadi Jalul, difendono la loro alterità rispetto agli arabi e difendono la loro appartenenza allo Stato di Israele. Idee del tutto diverse rispetto a coloro che vivono nei territori occupati e che dimostrano come questo conflitto divida anche una comunità così piccola e a rischio come quella cristiana.L’unità d’intenti dei leader cristiani di Palestina nei confronti della scelta di Trump su Gerusalemme, ha evidenziato come siano ormai tutti consapevoli che in questa disputa sulla città santa, i cristiani, pur come minoranza, possono essere un fattore di stabilità. La loro terzietà rispetto a ebrei e musulmani, ma anche la loro tradizionale presenza in quel territorio, sono fattori che giocano a favore dell’importanza dei credenti delle varie confessioni cristiane, E non è un caso che tutti i cristiani del mondo, ad eccezione degli evangelici più affini tradizionalmente all’ebraismo (e grandi sostenitori di Donald Trump in campagna elettorale), si siano uniti per appellarsi al presidente Usa. In gioco non c’è solo il futuro di Gerusalemme come capitale, ma quello di Gerusalemme come città santa anche dei cristiani. E che, come hanno detto i capi cristiani, deve essere “città di tutti”.

  • Gianni Zangrossi

    Sono cristiano…e non capisco questo intervento col chiaro intento di inficiare Trump e Israele , perche’ tra palestinesi e israeliani la condizione di Gerusalemme israeliana favorisce anche i cristiani…fosse in parte palestinese figuriamoci il casino , la sporcizia e complicazioni che ne deriverebbero per tutti…cristiani compresi. E’ innegabile che storicamente cristiani e islamici sono da sempre nemici dichiarati degli…ebrei!!…mai dovuto scontare invece il contrario , l’ebreo ha sempre dovuto subire…apartheid , inclusi i ghetti d’Europa…e allora??…stiamocene un po’ zitti e sicuri che gli ebrei israeliani nei territori cari al cristianesimo ci offriranno sempre il meglio…

    • cir

      allora e’ vero ! sei scemo.

      • Gianni Zangrossi

        Argomenta invece che offendere…incolto esistenziale , Israele e’ uno Stato da amare non da umiliare…e Gerusalemme finalmente sara’ ormai per l’eternita’ (eternita’ se ci sara’??) la capitale non solo di Israele ma degli ebraici.

        • cir

          israele e’ una farsa da commedia . per 2000 anni solo palestinesi e cristiani hanno vissuto il quelle terre, con qualche pecoraio circonciso e tollerato. gli ebrei si sono sparsi nel mondo e hanno creato il vuoto attorno a loro . Se tutti li hanno cacciati ci sara’ un motivo . hanno preteso di ritornare e hanno creato un casino infernale .se tutti li odiano c’e’ un motivo . chiedilo a BERNARDE LAZARE, EBREO . lui sa dirti perche’ li odiano . Se non ti basta leggi gli scritti di ISRAEL SHAHAK , ebreo capirai qualcosa in piu’. Se tutto il mondo all’ Onu ha votato come sai c’e’ un motivo , cercalo poi ne riparliamo .
          ed ora che mi dai dell’ incolto , visto che e’ natale gentilmente vai affanculo

          • Gianni Zangrossi

            La schiettezza disarmante dei “vorrei ma non posso” fa solchi enormi negli incolti esistenziali ( tu chiaramente uno dei tanti) capaci solo di ripetere , dunque: l’ebreo e’ l’originale delle fedi monoteiste…mentre i derivati come cristianesimo e islamismo ne ambiscono , per loro , piu’ valenze avendole scimiottate modificandole con Cristo e Maometto , dimmi sciocco ripetente , mai sentito parlare della…Giudea?? o forse tu sei rimasto alla Palestina solo di recente creata ad uopo per contrastare l’Israele di oggi che poi altro non e’ che la Giudea di ieri. Fattene una ragione , incolto esistenziale e vivi ampliando le tue conoscenze conoscendo qualche ebreo…e non solo i suoi detrattori , l’invidia e’ la sorella dell’odio…e tu ne sei un invasato testimone…chissa’ forse sei un islamico?…fammi sapere.

          • cir

            taci .. ebreo.!!

          • Oraculus

            Macche ebreo…ha aperto la discussione affermando d’essere cristiano…

          • Gianni Zangrossi

            Hai le allucinazioni cerebrali?…

          • Gian Franco

            ormai l’Italia è stata invasa da ebrei e musulmani.

          • AlbertNola

            Ama Israele e Netanjahu come te stesso!

          • Gian Franco

            vedi che buona parte sono ebrei questi lettori giornalisti compresi?

      • Gian Franco

        hai ragione cir..

  • Doc Mortimer

    come sempre nella storia fin dalla scoperta del fuoco, la “religione” (intesa in senso lato) è il cancro del mondo. Pur essendo decisamente di dx devo ammettere che lo “zio georgiano” etichettò appunto la religione come “oppio dei popoli” fu un grande profeta moderno.

    • Marco Nasuti

      Non è una riflessione e solo un’opinione infondata come tutti quelli di irreligiosi che parlano di cose che non sanno. Studi e lo faccia bene. La sua destra, come i suo “zio” quelli sono stati si l’oppio del mondo e lo sono ancora….

      • Doc Mortimer

        caro Marco, nonostante il cognome non hai un grande “naso” e nemmeno rispetto per l’opinione altrui: 1) mio “zio” il georgiano?????? nemmeno per sogno, è stato un cancro del mondo mentre le religioni “solo” l’oppio. Odio il comunismo quasi più di mia suocera 2) l’essere agnostico e irreligioso (e lo manifesto come tu manifesti il tuo credo) è uno status mio personale che non vuole in nessun modo cercare di convincere un credente e tantomeno offenderlo. La mia riflessione è data da una constatazione fondata su dati storici inconfutabili…poi se tu vuoi farmi credere che Dio c’è con la favoletta della creazione dell’Universo, beh allora ti ringrazio per avermi strappato un sorriso.

        • AlbertNola

          Da ateo credi di essere superiore a quelli che redono in Dio, perchè sei un ignorante che non conosce la storia della Chiesa cattolica che ha sempre lottato in prima linea contro ogni forma di totalitarismo. La Chiesa è Michelangelo, è Raffaello , non è solo Papa Francesco!

          • Doc Mortimer

            primo non sono ateo ma “non credente” e come tale (non mi sento superiore ai credenti), me ne strafotto di cosa credi tu a livello di divinità. Non mi dai assolutamente fastidio come credente cioè l’esatto che io provoco nei credenti in me. Altro Frate Laico???? mi sembra di si. Michelangelo? gay noto e Raffaello pure….OK va bene ma il fatto è che io ho dedotto da inconfutabili dati storici ed invece Voi (e non mi crea alcun fastidio) siete ancora alla creazione dell’Universo ovvero: chi l’ha fatto se siamo noi il centro dello Stesso??? e se non c’è risposta allora l’ha fatto Dio!!!!!! ma per piacere. A voi i fanatici islamisti dell’ISIS fanno una sega. Estremisti col prosciutto sugli occhi. Sciò sciò pusillanime!

          • AlbertNola

            Abbi rispetto! Ho due laure!

          • Doc Mortimer

            “Abbi rispetto tu Albertino ! Ho due laure!”…ma toh? in questo momento ho perso il rispetto che sicuramente avevo in te in quanto non ti conoscevo. Ora vedo che sei anche un “fedele” della Fedeli; anche lei diceva di essere laureata ed invece era a malapena diplomata (si vede negli errori ed orrori ortografici e grammaticali che esprime a raffica). Albertino, che figuraccia, davvero un membro delle Brigate-Liturgiche…..sciò sciò non perdo tempo con un pusillanime. Non discuto fatti reali contro panzane e tantomeno con dei “montati”.

          • LM1970

            È una battuta? Vero?

          • Pittino

            “La chiesa cattolica ha sempre lottato in prima linea contro ogni forma di totalitarismo” !?
            -Ti riferisci a quando fece comunella con nazisti e fascisti?!
            Due dei grandi regni totalitaristi della nostra storia ?!

            “La chiesa è Michelangelo” ?!
            -Ah ecco perché dopo la sua morte coprirono molti dei personaggi nudi della cappella Sistina con delle BRAGHE !!

            accendi quel cervello, sei sempre in tempo..

            P.S.
            “Abbi rispetto! Ho due laure!”
            HAhA haha H aHa ha ha H AHHA

          • Gian

            La Chiesa “è” Michelangelo, “è” Raffaello è papa “Imbroglio” e …… Bonifacio VIII.

          • Antonio Magno

            Ah si ? Vallo a dire ai Bizantini… Ma fateci il favore. La chiesa che conosciamo oggi, è solo l’ultima evoluzione di una chiesa totalista, che pur di far valere le proprie ragioni, per un mero profitto economico, ha sottomesso per secoli e portato alla fame intere nazioni. Chiedete ai Luterani, agli Anglicani, ai protestanti, quanto la madre chiesa fosse clemente e gentile, e pronta a porgere l’altra guancia.

          • AlbertNola

            Da monarchico italiano ultranazionalista, da cattolico fondamentalista non credente e soldato (mercenario) di Cristo, adoro i Papi come Urbano II, Pio V, Innocenzp XI, che ci anno difeso dagli aggressori islamici e dall’Ideologia marxista!

          • Antonio Magno

            Per nostra fortuna sei rimasto uno dei pochi…

        • Marco Nasuti

          Caro Doc, nonostante il tuo essere dottore non sei molto dotto ed hai poco rispetto per la verità. 1) Le ideologie di destra come di sinistra hanno fatto molto più danni e molti più morti e sono stati molto più oppio di quanto non lo siano state le religioni. La frase dell’oppio peraltro appartiene in origine ad un uomo che ha creato un sistema ideologico che francamente può dare poche lezioni su obnubilazioni e oppiacei.
          C’è differenza tra essere agnostici, irreligiosi o atei. Nessun problema a che tu possa manifestare il tuo credo quanto io il mio, basta che tu sia cosciente che la tua è semplice posizione ideologica. E’ un credo, ne più e ne meno.
          2) Tu sei un “NON credente in Dio” ma non un “non credente” in senso assoluto. Come io sono “un non credente nel materialismo assoluto” ma credo in Dio. Quando dici che le religioni sono oppio dei popoli non constati nulla se non la tua personale opinione di fatto offensiva, checché tu possa negare. Parli di gente che crede nelle favolette al contrario di te, che invece si che capisci. Premesso che le religioni non sono tutte uguali come non sono uguali tutte le scienze e tutte le filosofie o le fedi politiche o ideologiche la favoletta della “creazione” non è affatto una favoletta ma un’ ipotesi piuttosto probabile invece sul piano logico o scientifico. Se invece per favoletta intendi quella di Adamo ed Eva, nessun cattolico o ortodosso interpreta la bibbia in senso letterale che tra tutti i canoni di decifrazione viene considerato il meno importante.
          Non so di cosa tu sia Doc ma certo non di cultura, qualsiasi sia il tuo titolo :-)

          • Doc Mortimer

            Caro Marco,
            ancora non usi il naso e collezioni un’altra figuraccia da Brigatista Liturgico e ti spiego in tutta simpatia perché:
            1) chiaro che non tutte le religioni sono uguali ma è altrettanto chiaro e provato che le differenze religiose sono tra le maggiori cause (se non la maggiore) di guerre e conflitti (descritti impropriamente come etnici). Altrettanto vero che ha fatto più cadaveri il Cristianesimo che qualsiasi altro credo, a cominciare dai crociati ma di ciò ha poco senso parlarne con un fervido credente.
            2) un chiarimento: se tu “ci credi” e la cosa ti provoca felicità, sono felice per te, perché mai dovrebbe essere il contrario. Se fai il piazzista del tuo credo, “nun me ne può fregà de meno”(direbbero a Roma). Io non faccio il piazzista “contro” anche perderei tempo a vendere un “prodotto” promesso e mai consegnato. A me basta essere lasciato tranquillo di esporre le mie idee senza la pretesa di convincere nessuno. I tuoi kamerati delle Brigate Liturgiche, l’anno passato hanno scritto su tutte le facciate della mia via DIO C’É. Sul primo momento credevo che fosse stato il commerciante che sta al fondo della via e che vende la Cêres poi pensai che fosse la solita balla di Renzi; poi infine pensai che se beccassi quel deficente, dovrei usare il metodo di Saladino o del Conte Von Wurdalak di Transilvania: palo appuntito.
            3) Doc Mortimer: qui ti sei inzaccherato fino alla caviglia. Si tratta di un personaggio di Arthur Conan Doyle (sai vero? Sherlok Holmes) nel Mastino dei Baskerville. Chiaro che non sei obbligato a saperlo tu apparentemente leggi solo Testi Sacri.
            4) istruzioni e lauree: anche tu come il tuo amichetto Albertino puntate molto sul diploma di laurea e lo sbandierate come etichetta di intelligenzia e cultura: buffoni. Invidia???? non sai se ho studiato o meno e se ho delle certificazioni di averlo fatto quindi altra inzaccherata fino al ginocchio stavolta.

            Su, su buon Marco fai un viaggetto a Medjiugorie (processo di riconoscimento da parte del VaticAno con procedura fast&furious) e cerca di chiarirti le idee ma so che è MIssion Impossible. Provaci almeno.
            Tanti auguri di Buon Natale e Prosperoso Anno Nuovo (no, non sono ebreo) a te e famiglia.

  • beppe casciano

    Qua rischiamo seriamente che spariscano dall’Europa e voi vi preoccupate che spariscano dalla terra santa… ma ci fate o ci siete?

  • lusc sbar

    Pazienza…

  • luigirusso6667

    Il papa ha detto che le religioni sono tutte uguali,allah uakbar! Boom

    • Marenzio Boffi

      tra poco lo vedremo con una bella kefia inchinato verso la Mecca !!

  • Lauro Mezzaroma

    Capirai che perdita

  • Aldo Fatichenti

    Ma fatemi ridere,buffoni da strapazzo,e dire che gente ci crederà pure,e questa la parte più triste.

  • http://ilmohicano.blogspot.it/ Gabriele Cubisino

    La scomparsa dei cristiani è salutare, è augurabile una scompaiano anche in occidente.

    • Gian

      E speriamo sparisca con loro pure Papa Imbroglio.

  • LebesgueIntegral

    Mah, aiutamoli a scomparire?
    Insieme a tutte le religioni.

    • AlbertNola

      Senza cristianesimo, solo barbarie (islamica, comunista)!

  • quinti.dorado

    Zangrossi mai voi ebrei,,, meglio i musulmani..

    • Gianni Zangrossi

      Onore ai cristiani del passato…disprezzo a quelli di oggi!! , specialmente a quelli come te. Vai per strada e i tuoi musulmani…abbracciali , ormai sono ovunque…

    • Oraculus

      Magari fosse ebreo…invece il suo destino e’ quello di doverlo condividere con cristiani come te…come noi di oggi , che dramma!!…

  • mareno

    da tutti questi commenti si evince che l’uomo non vuole morire speriamo che sia cosi io ci credo poco.

  • Riccardo

    scomparissero pure in Italia, sai quanti soldini in più nelle tasche dei contribuenti

  • Gianni Zangrossi

    Forse siamo , la peggior generazione cristiana del dopo Cristo…una vergogna assoluta tutta del Made in Italy.

    • AlbertNola

      E lo sai perchè? Perchè non facciamo figli, a incominciare da te!

      • Gianni Zangrossi

        Che ne sai tu se ho o meno figli? .

  • dapicus

    I romani quando conquistarono Gerusalemme a grandi bagni sangue a difenderla c’erano solo gli ebrei che si immolarono pur di non restare schiavi a Roma . da tanti anni ormai erano ebraiche la Palestina e le zone contigue ora queste rivendicazioni palestinesi sono solo la conseguenza dell’arroganza dell’occidente che ha sposato la causa anti Israele. Una vergogna assoluta Gerusalemme è degli ebrei e deve restare tale.

    • cir

      israele e’ palestinese !!!

    • Gian Franco

      ma vivete e lasciate vivere….quante discussioni inutili..

  • Oraculus

    Ho cambiato computer…e pare non riesca piu’ a…commentare…questa e’ una prova…vedremo . pare vada tutto bene.

  • Lauro Mezzaroma

    Capirai che perdita

  • montezuma

    La Terra Santa? Rischia? Potete affermare con relativa certezza che i Cristiani saranno eliminati da tutti i Paesi musulmani. Ne lasceranno qualche migliaio (come il partito di opposizione al comunismo in Bulgaria …) per “far-vedere-quanto-sono-tolleranti”. Un esempio per tutti è la “democraticissima” Turchia; per chi fosse interessato può controllare le percentuali di un secolo fa e di oggi.. A cui possiamo aggiungere i Paesi induisti. Mentre noi continuiamo a farli arrivare a carrettate senza alcuna limitazione. Permettendo a delle cape toste di casa nostra di perseguitare il Cristianesimo proprio qui, in Europa e i tutti i Paesi sedicenti occidentali. Ma la Speranza è dalla nostra … buon Natale.

  • LM1970

    Io direi “aiutiamoci”.

  • Gian Franco

    questa Terra Santa non appartiene ai cristiani..cir ti do ragione..