APERTURA

La Russia che vive sul carbone

Quando Evgeny si era appena trasferito nel villaggio di Starobachaty, di fianco a casa sua c’era un campo di patate. Ora al suo posto si erge una montagna di scorie, percorsa da enormi camion che, al passaggio, sollevano una polvere giallastra. “Quando il vento soffia dalla nostra parte, non si riesce ad uscire di casa. La polvere ti entra in bocca e scricchiola fra i denti”, racconta Evgeny con voce tremante.

Nel Kuzbass, il più grande bacino carbonifero della Russia, le miniere a cielo aperto spuntano come funghi, trasformando il territorio in un paesaggio lunare. La polvere di carbone, altamente tossica, si diffonde nell’aria, inquina i corsi d’acqua e avvelena le coltivazioni.

Non c’è da sorprendersi che le aspettative di vita degli abitanti del Kuzbass sia di circa quattro anni inferiore alla media nazionale. O che la regione detenga il primato delle malattie professionali, in particolare quelle che affliggono gli organi respiratori. Infatti, le frenetiche attività minerarie si accompagnano a costanti infrazioni delle norme di sicurezza. L’organizzazione ambientalista locale “Ecozashita” ha rilevato più di cinquanta violazioni della distanza minima di un chilometro che per legge dovrebbe separare le miniere dai centri abitati.

Territorio Šori (1)     Miniera_Bachatsky_20       Villaggio_a_ridosso_della_miniera_20       Miniera al confine del villaggio Starobachaty (2)     Resti_di_un_villaggio_Sori_reso_inabitabile_dalle_estrazioni_20       Cimitero_Sori_20       Stazione_degli_autobus_20

“Si potrebbe ridurre al minimo l’impatto ambientale delle miniere. Ma estrarre il carbone in modo ecologico costa caro e i proprietari delle miniere sono avari” si indigna Vladislav Tannagashev, residente del villaggio Chuvashka. Le compagnie carbonifere devono sostenere gli enormi costi che comporta il trasporto del carbone per migliaia di chilometri dalle miniere del Kuzbass fino ai porti più vicini. Per questo, secondo gli attivisti, gli imprenditori tagliano i costi sulla sicurezza.

I portavoce dell’amministrazione locale sono reticenti a commentare l’impatto ambientale delle miniere. Si limitano a dichiarare che “se ci fossero delle irregolarità, sarebbero già stati presi dei provvedimenti”. Tuttavia, secondo gli attivisti locali, le autorità sono profondamente colluse con il business minerario. “Il governatore Tuleev è il principale lobbista delle compagnie carbonifere, di conseguenza non ha alcun interesse nel sanzionarle” spiega Lementuev.

Gli abitanti del Kuzbass sono perlopiù inermi di fronte ai soprusi delle compagnie carbonifere, soprattutto a causa della scarsa consapevolezza dei propri diritti civili e degli strumenti appropriati per difenderli. “La gente scrive lettere al presidente Putin e al governatore Tuleev chiedendo il loro aiuto, quasi si rivolgessero a Babbo Natale”, afferma sconsolato Lementuev.

Principale vittima dell’industrializzazione selvaggia è il popolo autoctono degli Šori. Un tempo dediti alla caccia, alla pesca e alla raccolta, oggi gli Šori sono costretti ad abbandonare le loro terre ancestrali, rese inabitabili dalle miniere. Senza più legame con il territorio, si trasferiscono nelle città, dove la loro lingua e tradizioni stanno scomparendo. “Viviamo sul carbone. I nostri antenati hanno scelto di stabilirsi in una terra ricchissima. Questa è la nostra maledizione” riconosce amaramente Vladimir Bekrenev, imprenditore Šori.

In seguito agli accordi di Parigi, sempre più Paesi occidentali riducono il consumo del carbone per investire in fonti di energia pulita. Nonostante ciò, nel Kuzbass si continua a estrarre carbone a pieno regime. La maggior parte degli abitanti della regione trova impiego nell’industria mineraria e nei settori ad essa collegati.

Gli attivisti di “Ecozashita” ritengono che se il Kuzbass non diversificherà le sue esportazioni, nei prossimi decenni sulla regione si abbatterà una grave recessione economica. “E allora, non ci sarà più lavoro per nessuno – conclude Lementuev – e dell’industria mineraria resteranno soltanto i crateri”.

Foto di Giovanni Pigni

  • carlo

    non è una novità lo sa tutto il mondo a tutte le altitudini, di come in quella realtà le persone, le personalità, il soggetto singolo non valgono quasi nulla … sono considerate le individualità alla stregua del nulla assoluto … da quelle parti quando il potente di turno decide una cosa, decide di prenderti la casa, una qualsiasi cosa ti appartenga non c’è verso … se la prende e basta … puoi lagnarti e protestare anche presso un poliziotto, da un giudice, ma la giustizia da quelle parti è collusa col potere
    e non è indipendente … pertanto usandosi metodi mafiosi i cittadini sono lasciati alla mercè del
    potente … la stessa e identica cosa è considerato un qualsiasi dei popoli che coronano la vasta identità di quella nazione … sono soltanto semplici oggetti da usare e gettare via se non ubbidiscono alla prepotenza e all’arbitrio … come anche è così considerato il territorio, la terra, la salvaguardia dell’ambiente non esiste, tutto è degno e fattibile di ladrocinio e di sistematica distruzione se occorre … si inquina, si distrugge, si devasta … poi semplicemente tutto si lascia li sporco e inquinato, e semplicemente si passa altrove e ad una successiva altra zona del vasto territorio Russo … semplicemente si sfrutta tutto e tutti … per me sarebbe quasi come un girone dell’inferno, un inferno il quale tenta costantemente di abbracciare i popoli esterni i quali hanno la sventura e gli fanno da contorno ai confini, del resto anche il loro leader non è che lo specchio di quello che è la realtà in oggetto … un tizio andato a scuola dal più criminale mai esistito dei servizi segreti della storia …

    • Carolin Meissner

      non so perché, ma qualcosa mi dice che dietro questo povero smidollato di carlo si nasconda quella deficiente ritardata di Anita Mueller sotto mentite spoglie

      • Demy M

        Hanno studiato insieme e con lo stesso insegnante.

      • carlo

        cos’è la verità brucia !? pensa un po, a volte viene persino a galla qualcosa rispetto al “paradiso in terra” russo anche per mezzo di questa rubrica, così i polli come lei vengono presi alla sprovvista e non sanno che cosa controbattere !?

        • Buon Giorno

          Non é un paradiso in terra ma non é piú l’URSS come vi ostinate a credere voi russofobi rimasti con il cervello alla Guerra Fredda che evidentemente preferivate la Russia di Eltsin, povera, a pezzi ed asservita all’Occidente.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • carlo

            no non è più l’URSS … è persino peggio ! una certa lealtà, rispetto e “cavalleria” ai tempi dei sovietici sussisteva ancora … adesso è una specie di volgare e rozza maniera di governare le cose e le persone … lo ammise persino un grosso “papavero” americano di cui non ricordo purtroppo il nome … ma disse proprio che la Russia di oggi è ben peggiore di quella di allora in tutti i sensi … e se lo dicono gli americani c’è da credergli …

    • Demy M

      Oggi niente attacco ai giornalisti bugiardi e faziosi? Il solito G.R.C.I.

    • Nerone2

      ma vai a pascolare i somari…

      • Demy M

        Poveri somari….

      • carlo

        capisco … è tutto quello che hai come argomentazione … praticamente il nulla … lo zero assoluto, contento te …

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      E aggiungiamo che Vova, mentre i suoi sudditi non sanno più come arrivare a metà mese, fa regali generosi (11 miliardi di dollari) agli amici (nordcoreani) … https://uploads.disquscdn.com/images/7eb3f23852017b840281d97c77c849620117b997ad111f915917f8445a356b8b.png

      • roniks69

        sei stata(o) mai in Russia?Come sai,che non arrivano a metà mese?e che ti importa se Putin”regala”soldi a qualcuno?11 mld erano comunque persi per l’impossibilita di restituire da parte della PRDK.cosi,almeno,ha fatto bella figura…

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Basta con le bugie a danno della popolazione russa !

          • Buon Giorno

            Quanto si guadagna in dollari a trollare sistematicamente i commenti dei giornali?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Chi di noi due difende scempi come questo? … Secondo le organizzazioni umanitarie russe, sarebbero circa 30mila i lavoratori nordcoreani “deportati” dal regime nord-coreano in Russia. La maggior parte è impegnata nell’industria pesante (costruzioni, miniere e foreste). Proprio dell’industria edile fa parte la costruzione del nuovo stadio dello Zenit, uno dei club russi più importanti. Per i lavoratori le condizioni lavorative sarebbero davvero assurde: turni dalle 7 del mattino a mezzanotte e un paio di giorni di riposo al mese … Fonte Sky Sport (Russia 2018, “schiavi nella costruzione di stadi” ) …

          • Buon Giorno

            Anita Mueller, ma ci sei o ci fai?
            Gli operai di cantieri e miniere non lavorano con turni di 8 ore come gli impiegati nemmeno in Occidente, figurati in un paese dell’Est e figurati se vengono da un paese asiatico dove quei ritmi di lavoro sono considerati normali persino nel ricco e civilissimo Giappone.

            La Russia non é un paradiso e nemmeno ancora un paese del primo mondo ma nemmeno é piú l’URSS, tantomeno quella di Stalin come voi russofobi cercate di dipingerla con questi post monotematici ed ossessivo-compulsivi.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Cosa contesti?

        • Demy M

          carlo e anita leggono i giornali ucraini e sono sponsorizzati da porkoshenko.

          • SimoHayha

            Mentre Demy M dalla vicina vladivostok ha visitato di persona personalmente uno per uno tutti i supermercati di kiev compreso le centinaia di farmacie per essere sicura di quello che dice…

          • Demy M

            Basta parlare con chi è fuggito da quella sporca guerra per sapere la verità nascosta ai più. Ospito delle persone di quell’area e questo mi basta. Per sua informazione sono Uomo, non Donna.

          • SimoHayha

            è gente fuggita da kiev che le ha raccontato dei supermercati e delle farmacie vuote della città ? invece a me della gente delle sue parti mi ha detto che oramai vivete quasi tutto il giorno nascosti nei bunker per paura dei missili della corea del nord …

          • Demy M

            Basta con queste cazzate sparate a raffica. Il discorso finisce qui per cui la prego di non importunarmi Mai più. Grazie

          • SimoHayha

            non si preoccupi, non verrà piu importunato da me, perchè vedo che la metto costantemente in difficoltà e sbugiardato , capisco che non ci fa una bella figura …
            Buon proseguimento e forza con la propaganda…

      • carlo

        non solo la Corea del Nord, ma ci metterei Cuba … anche loro hanno goduto negli anni di favoritismi nei momenti in cui la popolazione Russa si trovava in momenti più bui, tristi e in difficoltosi. con una popolazione per la maggior parte la quale era costretta a file interminabili solo per mettere qualcosa sotto i denti …

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Tratto dall’articolo qui sopra … Si stima che negli ultimi 13 anni la Russia ha cancellato a ex Paesi dell’orbita sovietica debiti per un ammontare complessivo di oltre 100 miliardi dollari … Il debito più alto condonato dalla Russia è stato quello accumulato da Cuba, per il valore di 32 miliardi di dollari … Nella lista dei “peggiori debitori” comparivano anche l’Afghanistan e l’Iran, a cui la Russia ha perdonato circa 12 miliardi di debito ciascuno. Cancellato anche il debito di 11 miliardi di dollari della Mongolia, quello di 9,8 miliardi della Siria e quello di 9,4 miliardi del Vietnam. La Russia ha condonato, infine, anche i debiti di Etiopia, Algeria, Libia, Angola e Nicaragua – debiti che andavano dai 3,5 ai 4,8 miliardi di dollari …

          • carlo

            confermo e condivido pienamente … ma intanto il Gargamella-Putin si è fatto costruire un altro sontuoso palazzo … mentre i suoi concittadini tirano cinghia …

          • agosvac

            Ma guarda un po’!!! Una cosa che dovrebbe essere encomiabile la fate passare per una sozzura!!! Ma dove l’avete la testa???

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • carlo

            è una sozzura il fatto che ne avrebbero bisogno anche e soprattutto i russi degli enormi capitali che condonano a paesi non per quanto tali … ma per convenienza politica ! anche l’europa condona debiti … ma lo fa per spirito umanitario e non per politica.

          • Demy M

            Come ha condonato i debiti della Grecia portandola al collasso?

          • carlo

            inoltre se consideriamo il Nord Corea tutti i capitali dati a costoro dai Cinesi e dai Russi sono serviti a che cosa? a rafforzare armi e studi sugli armamenti nucleari.
            i capitali si danno se un paese li usa per investimenti pubblici e migliorare le condizioni della popolazione, non per investirli in aerei, sottomarini e missili …

      • Buon Giorno

        Si chiama politica estera quella che fa anche il tuo paese preferito.

    • Buon Giorno

      Nei tuoi cari Stati Uniti stanno devastando il territorio con il fracking, avvelenando le falde acquifere a danno delle popolazioni locali.

      • carlo

        ma non sono certamente al livello bestiale di quello russo … inoltre negli Stati Uniti puoi andare davanti ad un giudice e può capitare che ti diano anche ragione se pensi che il tutto possa nuocere all’ambiente e alla salute, in Russia questo non accade, e inoltre ci si rischia pure la pellaccia se insisti troppo …

        • Buon Giorno

          Le comunità locali degli stati uniti si sono rivolte ai giudici (che esistono anche in Russia) ma il fracking non si é fermato..

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
        • agosvac

          Siete del tutto sicuri che si tratti della Siberia? A me sembra una delle tantissime zone inquinate degli USA!!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ecco l’articolo del Corriere della Sera con l’immagine che vedi qui sopra … Fiume rosso sangue in Siberia, il colosso del nickel «Norilsk» ammette: è stata colpa nostra … Un fiume rosso sangue attraversa la Siberia dell’arcipelago Gulag. È il Doldykane, diventato un nastro color porpora nella tundra intorno a Norilsk, la città costruita negli anni Trenta dai prigionieri dei campi di lavoro sovietici. Da giorni Greenpeace e gli ecologisti russi denunciano una catastrofe ambientale coperta dalle autorità. Ora il colosso Norilsk Nickel, primo produttore mondiale di nickel e palladio, ammette la responsabilità: le forti piogge dello scorso 5 settembre hanno fatto saltare gli argini della diga che proteggeva le acque residue di un intervento di pulizia e ammodernamento nella fabbrica metallurgica di Nadejda. Il liquido si è così riversato nel Doldykane colorandolo di rosso cupo …

          • Buon Giorno

            Ma come? É una dittatura ma ci sono ecologisti locali e Greenpeace che fanno denunce e grandi aziende che ammettono responsabilità? Ai tempi del PCUS non succedeva.

            Anita Muellerberg, stai affossando il tuo teorema neosovietico da sola.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non sai più cosa dire … in Russia ogni anno 1% del petrolio estratto finisce nell’ambiente … https://uploads.disquscdn.com/images/2c2722dbaf17da0cf5c8705f5ae9efc6cbb718c6df8a689a7cd25069c18c5e7a.jpg

        • Buon Giorno

          Parliamo dell’inquinamento in Italia? In Val Padana, specie negli scorsi decenni?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sei fuori tema, l’articolo parla della Russia …

      • agosvac

        Lo volevo dire, ma mi ha preceduto!!!

  • Wal78

    Il consumo di carbone non è per niente in diminuzione nei paesi occidentali. Persino Germania e USA stanno tornando ad estrarne in quantità record….ma di che state parlando. Il consumo di carbone è diminuito solo in termini relativi ma la quantità estratta è da sempre in crescita (trane per chi ha esaurito le miniere). Per quanto riguarda il Kuzbass immagino che avrà le stesse problematiche di qualsiasi area mineraria del mondo. Faccio solo notare che è un ‘area di 100.000 km quadrati, è scarsamente popolato ed è pieno di foreste… non starà certo peggio di Taranto, della Saarland, della Ruhr negli anni 60 o di Kiruna in Lapponia (che ha le miniere di ferro tutte intorno alla città)

    • Hirni Foss

      In Germania nella Ruhr, di centinaia di miniere negli anni 80, oggi ne sono rimaste ancora 2(due) attive. …altro che quantità record.

      • Wal78

        LA GERMANIA estrae quantità enormi di lignite e antracite che sono le fonti a più basso costo che hanno. Oggi la Germania estrae 180 milioni di tonnellate di lignite, più della Cina che ne estrae 140 milioni e della Russia che ne estrae 73 milioni. Circa i 40% dell’energia primaria prodotta dalla Germania sono frutto di lignite (Le principali miniere di lignite sono ad ovest di Colonia e nella Germania Est)

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Wal78

            e quindi genio dove sta la contestazione? Innanzitutto il grafico è espresso in Mtoe e non in tonnellate di materiale estratto. Se è per questo la Cina estrae 3.7 miliardi di tonnellate di carbone e relativi. Questa non è una mappa sulla produzione di carbone ma sull’equivalente di energia prodotto tramite i vari tipi di carbone. Semmai messa a confronto con le quantità estratte ti darebbe l’idea sull’efficienza in base al tipo di carbone utilizzato. La mia contestazione era sul fatto che i paesi occidentali stanno diminuendo l’utilizzo e l’estrazione del carbone. E in relazione alle riserve che hanno se proprio vogliamo dirla tutta la Russia usa meno carbone di Cina e USA

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non c’è contestazione ma completezza. Poi non mischiare consumo con produzione.

          • Wal78

            ma quale completezza, cerchi solamente di sviare dall’argomento che era oggetto dell’articolo buttando la un grafico che avrai cercato per un’ora perchè non sai neanche di cosa stai parlando

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Fa come credi, comunque un articolo del 96 (Repubblica / LE MINIERE DEL CARBONE NUOVO GULAG SIBERIANO) ci fa sapere … 800 morti e 3000 feriti all’ anno è il bilancio degli incidenti sul lavoro nelle miniere russe, venti volte più alto che in America …

          • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

            Guarda che la Müller e’ fuori come una terrazza, alcuni dicono che sia un bot, io propendo per lei essere una sciroccata in carne ed ossa e per qualche ragione Russofoba. Cercare di ragionarci e’ inutile.

          • carlo

            allora e persino peggio … vuol dire soltanto una cosa, che traggono la loro energia da enormi quantità di fossili … alla faccia del ridurre il consumo di questi per via degli inquinanti. e questo è incontestabile, il fatto appunto che ormai la Cina si appresta a soppiantare gli USA come paese più inquinatore del pianeta.

          • carlo

            lei ha scoperto l’acqua calda … per forza … primo le capacità industriali della Russia sono molto ma molto ridotte rispetto ai due paesi di cui sopra, inoltre la Russia conta intorno ai 144 milioni di abitanti o di consumatori …
            gli altri due paesi hanno ciascuno gli abitanti che sappiamo. sarebbe interessante viceversa sapere quanto è il consumo pro capite rispetto agli abitanti … io non lo conosco, ma sono convinto e non mi stupirei che i russi consumassero più carbone per abitante degli Stati Uniti.

          • Rynnho Taur

            Per quella miseria che ti pagano, ti fanno lavorare anche con questo caldo? .. e suppongo anche senza climatizzatore…
            Beh, se mai decidessi di lasciare quello stronzo di soros, fammelo sapere…
            Prendila come offerta di lavoro.

  • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

    Articolo che smaschera la Russia snob che sfrutta una parte dei connazionali, connazionali destinati a fare il lavoro sporco, pesante e pericoloso, e anche malpagato …

    • carlo

      ma ci stiamo dimenticando dei poveri operai Nord Coreani che ora. in questo stesso momento stanno lavorando nei cantieri Russi per costruire e in occasiona dei mondiali Russia 2018 !? pochi ne parlano ma di questo personale, sfruttati come schiavi non una, ma due volte ! la prima è la Russia che li paga già poco, la seconda dal loro governo coreano il quale gli sequestra la quasi totalità del poco guadagnato ! vergogna ! bestie feroci tutti e due i governi Russo e Coreano !

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Ed è un altro aiuto indiretto dei russi nei confronti di un regime che adesso minaccia di destabilizzare il mondo umano …

        • Rynnho Taur

          Un po’ di destabilizzazione potrebbe essere salutare non credi? – Thank Christ for the Bomb

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La Cina ha problemi con l’India …

          • Rynnho Taur

            E chi non ce n’ ha … con l’India.. e pure con la Cina.

      • alfapenta

        Ricordati anche dei neri che raccolgono pomodori a 1 euro ora in italia

        • carlo

          si però qua sono irregolari e non c’è nessun contratto … la in Russia è tutto regolare e il tutto è stato firmato e controfirmato tra la parte Russa e
          Nord Coreana …

      • Demy M

        Nessun lavoratore della Corea del Nord è impegnato nelle costruzioni per i mondiali. Vi sono Cinesi, Uzbeki …..ma non coreani. Aggiornati prima di scrivere, capra!!

    • alfapenta

      A beh gli americani li danno fare ai messicani il lavoro sporco … e togli il ripetitore automatico

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Connazionali …

  • best67

    tutta salute (e fanno impazzire i costruttori per le automobili)!

  • Buon Giorno

    Se industria ed estrazione mineraria avvelenano le popolazioni nei paesi del primo mondo nonostante decenni di ecologismo, nei paesi del secondo mondo la situazione é ovviamente molto peggiore.

    Fortunatamente non abbiamo giacimenti di carbone in Italia o non oso immaginare come sarebbero ridotte le nostre terre.

  • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

    … il popolo dei Sori (*) … le terre ancestrali … lacrima … oh ma almeno sul giornale e Blog collegati possiamo stare senza articoli Sorosizzati (**)?
    Che due cojoni !

    (*) 13.000 in tutto secondo Wikipedia Italia.
    (**) che avendo scoperto che i 13.000 di cui sopra sono classificati come tatari il sospetto di sorosizzazione si accentua

  • Mario Trieste