1483525900-franzjosefland5-mil.ru

La nuova Guerra Fredda

La mossa della Nato alle Svalbard, sia pure soltanto politica, ha alzato la temperatura dell’Artico dove s’affacciano otto Paesi che militarizzano la loro presenza con una velocità pari a quella dello scioglimento dei ghiacci e alla corsa per la conquista delle risorse ora sempre più accessibili grazie alle conseguenze del cambiamento climatico. La decisione dell’assemblea parlamentare (cento rappresentanti politici di 18 Paesi dell’Alleanza) di riunirsi qui in capo al mondo il 9 e il 10 maggio, nell’arcipelago simbolo della pacifica coabitazione internazionale, una zona franca della ricerca polare anche ai tempi della Guerra Fredda, è stato un netto messaggio alla Russia di Vladimir Putin e alla sua dottrina d’occupazione dell’Artico. Tanto che Mosca ha colto l’occasione per aprire un contenzioso sulla legittimità della sovranità norvegese sulle isole Svalbard, le terre abitate più a Nord del Pianeta. «Non c’è bisogno della Nato nell’Artico», ha detto il ministero degli Esteri russo, «dopo l’escalation di manovre militari ai nostri confini, ora assistiamo a questa provocazione. Si vuole portare le Svalbard sotto l’ala politica e militare della Nato, in violazione dei trattati che stabiliscono la totale demilitarizzazione dell’arcipelago».

Nel 1920 a Parigi oltre venti Paesi, compresa l’Italia – che a Ny-Ålesund vanta una prestigiosa base scientifica del CNR – firmarono un accordo (sottoscritto dall’Urss nel 1935) che definiva le Svalbard territorio norvegese ma vietava ogni presenza militare. La posizione geostrategica delle isole con il tempo ha incrinato lo spirito di Parigi: la Norvegia nel 1977 ha stabilito unilateralmente una zona economica di 200 miglia intorno all’arcipelago, comprese le acque al largo dei secolari insediamenti russi di Barentsburg e Pyramiden. Mosca non ha mai riconosciuto questa decisione, ma ora il livello dello scontro con Oslo assume dimensioni più allarmanti perché s’inserisce nel confronto con la Nato, che dopo la crisi ucraina ha spostato i presidi sempre più a ridosso dei confini russi. Dai Baltici, dove le manovre e la mobilitazione di battaglioni e tank avvengono a scadenze quasi bimestrali, fino all’High North scandinavo, e soprattutto in Norvegia, dove i marines americani s’addestrano alla «guerra artica» a Porsangmoen, non lontano dal confine russo. A Tallinn, in Estonia, la Nato ha la sua base operativa contro la guerra cibernetica, mentre a Helsinki avvierà in autunno un mega centro tecnologico e d’intelligence per contrastare la cosiddetta «guerra ibrida» (condotta da forze regolari o irregolari, anche attraverso le fake news).

Ma è la Norvegia la forza Nato regionale più concentrata sul fronte artico. A Bodø è appena stata annunciata una «nuova strategia nazionale per l’High North», che definisce l’Oceano Artico priorità nazionale per la difesa e lo sviluppo economico. Proprio alla vigilia del Summit «politico» alle Svalbard, la Nato ha lanciato l’operazione Eastland 17, manovre di guerra navale in una zona dell’Artico orientale ancora non rivelata: al largo di Tromsø sono stati avvistati sottomarini tedeschi e norvegesi, la nave spia tedesca «Oste», varie navi da combattimento americane, olandesi e francesi. La stampa norvegese ritiene che il dispiegamento sia la risposta Nato all’intensa attività della flotta sottomarina nucleare russa nella penisola di Kola. Non è sfuggita ai comandi Nato l’impresa di un sottomarino strategico russo che ha navigato nascosto sotto la calotta polare per due mesi prima di fare ritorno alla base di Gadzhiyevo. «Stanno investendo in nuove professionalità e tecnologie, non riusciamo più a tenere il loro passo», ha detto un ammiraglio americano. Eppure Mosca si mostra allarmata della decisa svolta strategica norvegese. Il generale russo Vladimir Dvorkin ha accusato Oslo d’innescare una pericolosa militarizzazione e ha reagito con ironia all’installazione a Vardo, nella Norvegia centrale, di un radar Globus II: «Abbiamo molti dubbi che serva, come dicono, a monitorare la spazzatura spaziale. Riteniamo che lo scopo sia molto più terreno».

Dopo i fatti di Crimea, nonostante qualche tiepida apertura diplomatica recente, tra Norvegia e Russia i rapporti sono degenerati. La posta in gioco è presidiare una regione che custodisce il 40 per cento delle risorse fossili del pianeta e un mare che sta diventando, con il riscaldamento climatico, sempre più navigabile: una cruciale rotta marittima per il commercio globale. La scomparsa del ghiaccio per Putin appare come una conquista: oltre metà delle coste artiche sono russe e, dai tempi dello zar, la Russia si è data un baricentro strategico artico. Le nuove rotte e l’accesso a inesplorati giacimenti di petrolio e gas, soprattutto le tensioni con l’Occidente, legittimano nei disegni di Putin un dispiegamento di forze mai visto. Come l’incremento della presenza di sottomarini nucleari della classe Akula, dotati di sistemi missilistici Kalibr e Oniks in grado di colpire target in mare e a terra (usati nella guerra in Siria) o come la «base estrema» appena inaugurata di Nagurskoye nella Terra di Francesco Giuseppe, isole russe a Nord Est delle Svalbard. Un complesso di 14mila metri quadrati, che ospita 150 soldati, una chiesa ortodossa e un aeroporto in grado di operare a 50 sotto zero. A sorpresa il ministero della Difesa, sfatando la leggendaria paranoia russa in fatto di segretezza, ha divulgato alcune immagini della base.

Un guanto di sfida che, secondo il Barents Observer, quotidiano di Kirkenes, ha portato la Nato a decidere per la controversa assemblea alle Svalbard. «I russi vogliono aprire una crisi sulle Svalbard», dice Per Arne Totland, scrittore norvegese ed esperto di geopolitica artica: «Si tratta di un seminario sulle sfide e le opportunità del cambiamento climatico, nessuna violazione del trattato». Ha avuto ampio risalto sui media di Oslo un articolo di Alexander Khrolenko, commentatore della Ria Novosti molto vicino al Cremlino, secondo cui «la giurisdizione delle Svalbard non è chiarita dal trattato del 1920». Khrolenko cita il primo documento cartografico del 1569, dove il fiammingo Gerardus Mercator chiama l’arcipelago «Le sante isole russe» perché abitate dai coloni russi Pomor e si appella anche a un accordo internazionale del 1872 che impediva l’assegnazione territoriale a qualsiasi Stato.

In Norvegia allarmano anche le missioni scientifiche russe. Da Murmansk a breve partirà il Dalnye Zelantsky, un vascello dell’Istituto Biologico Marino: obiettivo annunciato lo studio dei fondali delle Svalbard orientali, ma secondo Totland dietro queste ricerche si potrebbero nascondere mappature di risorse petrolifere. «Il nostro governo ha molte informazioni, ma per ora tace perché si potrebbe creare una situazione pericolosa. Così come tace sui piani russi di costruire un porto alle Svalbard nel loro settore di Barentsburg, ufficialmente per garantire la sicurezza dei pescherecci russi, cosa cui provvedono benissimo le strutture norvegesi. Ci sono informazioni inquietanti», aggiunge, «anche sull’ampliamento della base scientifica russa a Barentsburg. Il trattato del 1920 non prevede nessun controllo o regolamentazione sulle attività di ricerca, ma è sempre più chiaro che per i russi, e non solo, queste basi stanno diventando una copertura per ben altre attività».

Marzio G. Mian

  • Menono Incariola

    Il solito articolo pro-Nato…

    Quanti sono i russi?
    Quanti i norvegesi?
    Se da sempre l’area e` stata sotto l’influenza russa mi pare un’ottima ragione
    per rivendicarne lo sfruttamento da parte dei russi.
    Pensi invece la Nato a non accendere altre micce. Prima o poi finisce che qualcuna arriva alla polvere e cosi` saltiamo tutti in aria.
    E insistere sull’espansionismo russo quando si tratta di quello americano o neocom richiama MOLTO DA VICINO il “corridoio per Danzica”.
    Del resto e` normale che quanto piu` uno e` “cattivo”, tanto piu` difenda con malafede le proprie cattive azioni. Gia` ai suoi tempi Fedro faceva dire al lupo: “Mentre bevi sporchi l’acqua dove bevo io!”
    E l’agnello a replicare: “Come posso sporcare l’acqua che bevi se sono piu` in basso di te?”
    Ma pensare che i russi, come gli agnelli, non abbiano volonta` e capacita` di rispondere ADEGUATAMENTE se provocati, a mio avviso e` un GROSSO ERRORE.

    • Anita Mueller

      Sei per caso anche tu innamorato di Putin?
      Le isole Svalbard appartengono alla Norvegia e basta, e ne russi ne americani hanno diritti di pretesa su codeste isolette!!!

      • carlo

        in ogni caso le isole fanno parte della Norvegia, la quale la Norvegia è membro della NATO … sicuramente non saranno poste su quelle terre delle armi prematuramente, a meno che … a meno che la Russia non desse segnali di aggressività anche li in quell’area … allora ciò, darebbe un motivo in più nel provvedere in merito …

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Occhio che è il falso …

          • Anita Mueller

            Non è vero, tu sei falsa io sono vera!

          • agosvac

            Siamo arrivati al ridicolo: ora si contraddice da sola!!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Prova a passare con il mouse sopra l’immagine, noterai subito la differenza …

          • Anita Mueller

            ….la differenza che non c’è perché siamo una e trino.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il numero dei commenti non è lo stesso …

        • alberto

          Egregio Carlo, lei ha veramente l’incubo dell’invasione russa…
          Se dovesse vedere in un negozio delle Matrioshke penserebbe siano le ‘avanguardie’ dell’esercito russo e chiederebbe ai suoi amici nato di andare in defcon 1…:D…:D
          Stia piu’ tranquillo.
          Sluti

          • carlo

            io l’incubo !? lo hanno ultimamente di più i polacchi, gli ucraini, i baltici ecc ecc io faccio solo da portavoce … da cassa di risonanza.

          • alberto

            Egregio Carlo, che lei sia,faccia da ‘cassa di risonanza’ per tutte le false accuse,le ignobili menzogne, le piu’ strampalate illazioni sulla Russia e su Putin e’ un dato acclarato da tempo…:D
            Saluti

          • carlo

            dipende da quale punto di vista si osserva … dal suo punto di vista non ne ho il minimo dubbio … in ogni caso non scrivo per assecondare questo o quello …
            le mie “ignobili menzogne” hanno tutte un certo riscontro, al contrario delle sue o vostre, le quali trovano riscontro solamente nei circoli propagandistici di cui lei
            evidentemente ne fa parte, ma fa parte del gioco … a me dispiace solo che delle persone italiane presumo … si prestino a giocare dalla parte sbagliata della barricata. siamo come italiani parte di un’alleanza … non lo dimentichi …

      • alberto

        Anita, l’insediamento Пирамида (Pyramiden) fu venduto, ha letto bene, VENDUTO all’Unione Sovietica nel 1927 !
        Se lei compera qualche cosa , di chi e’ ?
        Capito?

        • carlo

          guardi che il vendere o acquistare un immobile in un paese differente dal proprio non vuol dire che l’immobile stesso diventi territorio di origini di acquista.
          i russi probabilmente hanno acquistato i terreni o il diritto di costruzione …
          pertanto il Putin non deve pensare che tutto ciò possa dare adito ad una pretesa territoriale che in effetti non c’è … questo giusto per precisare, spero lo comprenda anche l’uomo del Cremlino …

          • Kipelov

            Ah, carletto, carletto….chi acquisisce la proprietà di un bene solitamente ne trae anche i dovuti diritti ed usufruisce dei benefici ad essa correlati.Non lo sapeva eh,geniaccio?L’esproprio coatto e la limitazione d’uso esercitate con rivalsa a posteriori per mero scopo sanzionatorio/aggressivo/intimidatorio sanno tanto di “vorrei ma non posso”…quello che è mio è mio e ..quello che è tuo diventa mio,ovvero il motto delle stars ‘n stripes da oltre mezzo secolo.D’altronde, i diritti lei li fa valere per tutti, tranne che per la Russia.Ma che bel democratico mi è diventato.Sempre pronto a strombazzare ogni tre per due contro il nulla,lo zero assoluto:sogna invasioni che NON ci saranno,sogna l’uso di nucleare tattico che ci spazzerà tutti via e continua imperterrito con la schiena rigida a fare la grancassa di Washington e dei quattro cani da riporto che parlano sotto l’egida NATO.Dica, come pensa piuttosto di risolvere il problema del Vs. ex Bel Paese che ormai è diventato Mixland?Apetterete ancora molto a bloccare le ONG dei vostri amici Yankees o Norvegesi che vi stanno scaricando dalla Tripolitania tutta l’Africa? e per quanto ancora penserete di poter continuare?Non si preoccupi della Russia,glielo ripeto,dato che siete già nella m fino al collo ed il vostro primo problema sarà quello di conservare il poco che vi resta.La Russia sopravviverà senza l’italia,mentre la penisola sul Mediterraneo sta già inesorabilemnte affondando di suo.Da sola.Spiace davvero vedere di che pasta e nerbo son diventati gli italiani medi e che, in mezzo a gente perbene,abbiamo anche chi continua ad avere le fette di salame sugli occhi..

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’esproprio senza indennizzo, come operato dai comunisti, altrove è detto furto …

          • Anita Mueller

            …e adesso vado a lucidare la mia falce e il martello.

          • carlo

            si ma, o io mi sono spiegato male, oppure è lei che nonostante sia stato silente per qualche tempo, almeno con questo nick name … continua a far finta di non capire qual’è il problema …
            e il problema non è quello di garantire lo sfruttamento delle concessioni minerarie, le quali sono garantite dai trattati, i quali trattati, la Norvegia non li mette in discussione.
            il problema sorgerebbe, qualora i Russi, da come si evince dal buon articolo di cui sopra, mettesse in discussione come appunto stanno adombrando senza sottolineare troppo, ma buttandola lì … rivendicassero come minimo i confini marittimi dell’arcipelago stesso, che come ben sa e “forse” l’ha anche letto, riguardano il limite territoriale delle 200 miglia marine intorno anche di Baretzburg e Pyramide … i due insediamenti russi in concessione.
            non si vorrebbe come già accaduto da costume russo … sorgesse la stessa storia già vista in Tv … a proposito della Crimea …ad esempio … quindi pretesti e motivazioni per combinare qualcosa di illegale al Cremlino non mancano di certo … intanto come leggevo, i militari russi anche se una veloce tappa e fuga … in quelle zone già lo hanno fatto … come anche un loro ministro a cui è vietato l’ingresso nell’unione europea ! pertanto comincino i signori russi rispettando le regole e i trattati … che tanto da quelle parti per loro non c’è “trippa per i gatti” … i norvegesi non sono affatto come gli ucraini …

          • alberto

            Egregio Carlo:
            “… … come anche un loro ministro a cui è vietato l’ingresso nell’unione europea ! pertanto comincino i signori russi rispettando le regole e i
            Quali regole?
            Secondo alcune clausole nel trattato delle Svalbard, non vi è alcun requisito particolare per risiedervi permanentemente e visitarle (no vsti ecc)
            non vi sono ostacoli di sorta perché il trattato prevede la non-discriminazione tra tutti i cittadini degli Stati aderenti al trattato. (Russia compresa evidentemente !)
            Il ministro russo(?) che lei cita non ha infranto alcuna regola…
            Saluti
            PS
            Anche i cinesi possono andarci senza visto…:D

          • carlo

            appunto, ripettino le regole, capisco che le stesse come “bambini capricciosi” siano avvezzi nel non rispettarle le stesse, ma come ripeto, li ci sono da ospiti … ne più ne meno di quanto lo siano tutti quanti gli altri paesi firmatari del trattato.
            pertanto, essendo i norvegesi De jure et de facto … i possessori dell’arcipelago, le regole quelle sono, pertanto:

            “dal momento che le sanzioni nei confronti della Russia sono state introdotte,
            v’è stato un rapporto teso tra la Norvegia e la Russia circa la pratica politica sulle Svalbart. e questo è stato chiaramente dimostrato quando il vice primo ministro Dmitrij Rogozin fece una sosta a Longyearbyen diretto verso il Polo Nord. Rogozin è sulla lista dei personaggi a cui è interdetto l’ingresso nell’unione, quindi anche sulla lista Norvegese”

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La popolazione della Russia beve molto alcol, in forte concentrazione e velocemente, per cui il suo comportamento è aggressivo. Ma poi c’è un fattore che peggiora la sua situazione, il fatto che gli asiatici tra la stessa tollerano meno l’alcol in quanto nel loro fegato c’è una minore presenza di alcol-deidrogenasi, l’enzima che neutralizza le molecole di alcol etilico. La Russia è per questa ragione ancora un mix infernale …

          • carlo

            non lo so sinceramente se il tutto possa essere ricondotto ad una dipendenza dall’alcool … anche altri popoli sono avvezzi a quel tipo di cattiva abitudine, ma è un dato di fatto che nessuno mai di essi è stato ed è così aggressivo nei confronti del prossimo come lo sono loro … ma c’è anche un fatto antropologico non secondario, sono tutti o quasi eredi degli antichi mongoli delle steppe, i quali dominarono vastissimi territori con metodi brutali e crudeli. e se lei ben osserva, se al loro leader, togliamo i capelli biondi, e gli occhi azzurri … il risultato lo vedrebbe da se … probabilmente egli ha mutuato anche antichi istinti dei suoi avi, come crudeltà, mancanza di empatia, istinto guerresco ecc ecc …

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Giusta osservazione. Il nonno paterno, Spiridon Putin, come ci fa sapere Wikipedia (Vladimir Putin), lavorò come cuoco in una dacia al servizio di Stalin e Lenin.

          • Kipelov

            Carletto caro,veramente avrei anche qualche impegno in ambito lavorativo, nel sociale e nel privato da accudire,non posso mica esclusivamente passare il mio tempo a leggere le sue castronate ed a contraddirla perennemente per le sue asserzioni che non stanno nè in cielo nè in terra.Fortunato lei che ha tempo in abbondanza per essere sempre qui con le sue deliranti tesi in chiave esclusivamente e totalmente antirussa a prescindere.Tra i (tanti) difetti che la contraddistinguono, ultimamente si è anche aggiunto un certo autoreferenzialismo inerente la sua persona che davvero è esilarante e che non vale di certo il mio prezioso tempo.Non si sopravvaluti,glielo ribadisco.
            Lei non si preoccupi degli interessi (perlatro LEGITTIMI,visto che la REGOLARE proprietà di un bene ne contraddistingue l’uso esclusivo) degli altri quando da buon italiano non è nemmeno in grado di salvaguardarne i propri nazionali. Per Mixland allora come pensa di risolverla,oltre a mantenere di tasca sua le nuove risorse?La Russia ha il necessario diritto di vantare nelle Svalbard ciò che la legge internazionale gli garantisce,snacita da un concetto universale chiamato PROPRIETA’:la dietrologia da masturbazione mentale secondo cui qualcuno insiste nell’attribuire mire espansionistiche INESISTENTI sono interpretazioni da guerrafondai di periferia, i quali con pervicacia persistono nel voler ad ogni costo imporre a terzi obbligazioni su come gestire la res pubblica e privata ,mascherando (neanche tanto abilmente) le reali volontà espansionistiche e di conquista.

            Poi, sinceramente, la manfrina che pappagallescamente continua a ripetere sulla falsa invasione della Crimea sta stancando:era Russa da sempre, è tornata a casa per sempre.Pensi alla Tripolitania è meglio.

          • carlo

            Kipelov ! ma crede veramente a quello che pensa e poi scrive qui o che
            cosa !?
            secondo lei le mire russe sull’arcipelago sarebbe dettate soltanto da un puro e mero sfruttamento delle risorse !? del resto sempre garantite come da trattato, oppure non già da un interesse essenzialmente politico strategico !? nel senso di una ricerca e una motivazione da parte di Mosca neanche poi così nascosta, nel volere e nel cercare di mettere in discussione molte cose ormai acquisite in quell’area ?
            lo sa pure lei di come si stiano affannando nel militarizzare le aree artiche in questione di loro competenza e forse anche al di là di queste … ho paura che quell’area sarà foriera di enormi problemi per l’Europa e la NATO !
            secondo lei un paese che ha a disposizione un territorio come la Siberia con una superficie di 13.100,000 Km quadrati ha necessariamente bisogno di un paio di isole di appena 61.022 Km quadrati !? territorio del resto già abbandonato o in parte dalla fu Unione Sovietica in quanto ritenute non convenienti …
            e ora da qualche anno caso sospetto ritornate nell’interesse dei politici di Mosca ?
            a me sinceramente tutto ciò puzza di bruciato …
            poi lei può dire ciò che vuole … ma non è quello che lei ci racconta, ma gli atti
            concreti che loro compiono nell’area artica, Svalbard comprese.
            infatti si legge già negli anni a partire dal 2011, di come i russi cominciassero a pensare di garantirsi gli interessi nella regione finalizzandola nel perseguire
            una presenza russa sempre più in misura maggiore attraverso una maggiore
            efficienza e diversificazione delle attività economiche con la costruzione di un
            impianto della lavorazione del pesce, e un centro scientifico in Baretsburgora portando in tutto ad un aumento della popolazione residente da 400 russi a ben 2700 ! NB: ora in tutto gli abitanti sono 2640 …
            lei mi dirà … di come tutto ciò sia perfettamente in linea a quanto sono i trattati. certo, ma con tutto quello che hanno come territorio, e risorse nell’artico artico russo, proprio ora si dovrebbero affannare nel riorganizzare e potenziare i loro interessi in loco ?
            poi, sicuramente male fecero i norvegesi del tempo nel consentire ai sovietici clausole le quali ora rischiano di essere un grande impiccio … ma quelli sono errori che sempre si ripetono, come ad esempio gli Ucraini consentirono a suo tempo ai russi di mantenere la base militare di Sebastopoli … poi abbiamo visto …

          • Kipelov

            Carletto caro, potrei rivolgerle la stessa domanda,anche se la risposta è evidente.Lei è talmente indottrinato da non distinguere più nemmeno l’effettivo ed il reale con il fantacalcio.Orbene,chiedo esplicitamente se lei abbia una minima nozione di concetto di proprietà privata,quello sancito in ogni stato di diritto,nonchè cosa significhi essere “proprietario di” e poter disporre di un bene(mobile od immobile che dir si voglia) in nome e per conto del suddetto titolo di proprietà.Le sue domandine becere stanno a zero:lei non è il legittimo proprietario di quell’area, non può pertanto vantare su di essa diritti acquisiti presunti.Le sue opinioni,illazioni,tesi complottistiche o “puzza di bruciato” che dir si voglia si riducono tutte a quelle che sono:chiacchere da bar e per giunta condite da una disinformazione evidente che sfocia nella malafede.Ribadisco,pensi ad essere in grado quanto prima di difendere la SUA , di proprietà privata, dato che l’homus italicus ben presto si troverà beni e possedimenti espropriati grazie alla sharia.Bla bla bla…pensi a casetta sua.E no, non gliela porteranno via i russi,anche se le piacerebbe tanto,così da poter sfoggiare nuovamente la storia dell’orso cattivo.Ci sta già pensando il suo governo e tutto l’establishment occidentale per cui lei va in brodo di giuggiole ogni tre per due con tanto di adulazione adorante.Lei purtroppo non conta quanto una risorsa africana,se ne faccia una ragione e la smetta con la malcelata invidia nei confronti di chi riesce e sa gestire la sua proprietà molto meglio degli italiani(con tutto il rispetto per chi ha ancora,nonostante tutto, a cuore il suo paese).

          • carlo

            a parte il fatto che non intendo entrare nei particolari circa il trattato del 1920 anche perché non ne so molto per la verità … e neppure mi interessa più di tanto .. ma lei non ha ancora capito il fatto di come il sottoscritto non stia mettendo in discussione l’acquisto della concessione mineraria del 1927, e il suo sfruttamento, sarà un problema dei norvegesi di come intenderanno gestire questa patata bollente … sto semplicemente alludendo al fatto, che mi pare alquanto strano, di come i nostri amici russi si stiano interessando un po troppo e in modo così significativo, alla luce di quanto ho scritto precedentemente.
            riassumendo, le pare normale che ci sia un interesse di tale portata per un territorio tutto sommato insignificante dal punto di vista minerario a fronte di possedimenti enormemente più importanti e molto più produttivi rispetto a queste isolette ? (pensiamo anche ai costi) non si può negare in particolare dopo il nuovo interesse da parte dei russi per l’Artico, questa improvvisa sollecitudine e interessamento per i luoghi di cui sopra, mi pare, anzi è d’obbligo, avere una certa perplessità … specialmente conoscendo i russi ! specialmente conoscendo il Putin ! e guardi che le stesse perplessità e diffidenze e preoccupazioni lo stanno manifestando gli stessi norvegesi, per non parlare degli americani ecc ecc …

          • Kipelov

            Se non intende rientrare nei particolari, non si metta a discutere di problematiche al di fuori dei suoi interessi, così’ almeno eviterà come sempre di raccontare la storia distorcendola a proprio uso e consumo di propaganda.Ne trarranno gaudio e giovamento i lettori che almeno eviteranno il tedio insito in certi sproloqui.Lei continua ad immettere allusioni e teorie personali che nulla hanno a che vedere con il discorso in oggetto.Non conosce il significato di proprietà,non conosce il trattato ed immediatamente va avanti con allusioni e teorie d’invasione che poi, fatti alla mano, sono sempre provenienti da chi lei invece difende in tutte le salse.Lei non conosce nè la Russia, nè Putin, si sa solo abbeverare al mangime che gli forniscono sotto il naso.Del resto, a tutti gli italiani ancora rimasti integri e degni di definirsi tali appare evidente che la “famosa patata bollente” è ormai in pieno territorio italico.Solo che ormai da Voi non esiste nemmeno più l’ombra di uomini come Bernardo Mambelli,detto Gandi per gli amici.E tutto il casino ve l’ha donato gentilmente e cordialmente l’asse USA/FRANCE/GER,quello per cui lei continua a fare da advocatus diaboli (peraltro scadente).Vedremo eh sino a quando avrà ancora diritti europei che la preservaranno dall’inevitabile perdita di titoli e beni,nonchè per quanto tempo resisteranno diritti e status sociale raggiunti che saranno dovuti esclusivamnete per i nuovi colonizzatori colorati che hanno reso la penisola più bella del mondo la discarica umana d’europa mentre i tg rimambiscono ancora di più i quattro rinco che ancora li guardano con la storia della mancata natalità autoctona e del pagamento dei contributi pensionistici.Io(prima di puntare il dito sugli altri ed esprimere giudizi o veti sulla gestione della res pubblica altrui) avrei almeno un minimo d’umiltà per guardare prima cosa non funzioni nel mio orticello, e possibilmente lo vorrei sistemare.Siete finiti e ancora vi preoccupate di fare la grancassa per gli altri.

          • carlo

            egregio Kipelov, percepisco un certo suo nervosismo … su, stia un po
            sereno … capisco che il regime di Vova … sia alle prese con certe difficoltà abbastanza evidenti … guerra in Siria, crisi ucraina, crisi economica, proteste sempre più pressanti, scontentezza generale, relazioni internazionali non proprio eccellenti
            (il Vova, sperava in Trump e nella signora Le Pen, poi trombata …)
            se ne faccia un po una ragione …

            mi sa tanto che chi non capisce il senso della proprietà sia proprio
            lei Kipelov …
            se io me ne andassi in Russia, acquisto un appartamento, anzi, una discreta “Dacia” con adiacente terreno tipo quelle che troviamo fuori Mosca … tanto per rimanere in tema anche dal punto di vista geografico … ebbene, lei pensa che questa mia proprietà possa mai divenire territorio del paese di appartenenza dell’acquirente, del proprietario ?
            penso proprio che lei sappia che così non è … certo ne avrò la piena disponibilità, ma il tutto si ferma qui … pagherei le tasse immobiliari in Russia naturalmente, e mi dovrò sopratutto attenere a quelle che sono le leggi e normative del paese e del comune in cui ho l’immobile Egr. Kipelov !
            e così vale per le Svalbard ! tutto qui …
            poi guardi, concordo persino con lei riguardo al ciarpame politico europeo …
            fosse per me, li manderei a svernare in qualche isola in mezzo al pacifico senza biglietto di ritorno … ma il punto è … quale modello, quale alleanze,
            quale tipo di economia scegliamo ? quella Cinese !? o peggio ancora quello
            Russo !? so bene che tra voi ci sia della gente la quale teorizzerebbe un Europa forte economicamente ma alle dipendenze di Mosca, la quale a sua volta garantirebbe materie prime a volontà, si assumerebbe l’onere della politica estera e sopratutto quella della nostra difesa militare ecc ecc … al che io rispondo a quello teorizzato con una serena ma ferma pernacchia … io dalla padella alla brace non ci voglio cascare per nulla !

            in quanto alla mia poco conoscenza del mondo russo, guardi …
            lei lo conosce quanto, o poco più di quanto non lo conosca il sottoscritto … conoscere e sapere dove si trova la Prospettiva Nevskij a San Pietroburgo, o dove si trovi il “Gorky Park” … piuttosto che Tverskaya street a Mosca non equivale a conoscere il mondo russo …
            ma poi non è neanche necessario per forza andare a vivere a Mosca … e sufficiente leggere gli atti, i comportamenti, la storia, i personaggi, la politica di una nazione ! in giro c’è della gente la quale nemmeno sa chi ha per sindaco, o come presidente del consiglio … essi appena conoscono il mercato rionale dove fanno la spesa ! e questo vale per tutti i popoli, a maggior ragione inclusa la Russia !

          • Kipelov

            Carissimo carletto, lei continua ancora a gongolare su presunti problemi altrui quando sta già viaggiando con le natiche ad altezza suolo.Tipico degli italiani che non hanno nulla di meglio da fare al riguardo e da buoni vassalli dell’occidente si limitano a svendere la propria patria per manco le avere due briciole in cambio.Persino Giuda è stato un commerciante migliore.Forse non ha ancora capito che quando la leggo o le rispondo è solamente per farmi quattro risate insieme ai colleghi russi e vedere sin dove riesce a spingersi la propaganda di regime.
            Non rispecchi la sua ignoranza su altri dato che non mi conosce nè sa come ,per quanto tempo e dove il sottoscritto abbia girato o viva nella federazione Russa.Per suo dispiacere, non mi limito all’oblast di Mosca,in cui è evidente non solo che lei non vi abbia mai messo piede ,dato che ancora non sa che il buon vecchio Gorky Park da qualche annetto ora forse non si chiama più così.Lei l’unico Gorky Park che ha visto lo deve al cinema, e se tanto mi da tanto la prospettiva Nevskij allora non solo non l’ha mai vista….l’ha solamente sentita nella canzone di Battiato.
            Ribadisco…pensi al suo orticello,fintanto che risulta disponibile.La crisi economica ,malcontento generale,relazioni inernazionali scadenti…dica, ma parla della Russia o degli USA/EU,piuttosto??Ah no, ora mi è chiaro..voleva dire Italia,suppongo.

          • carlo

            egregio Kipelov … ma lei senza offesa, è un tantino duro d’orecchi ? quando mai ho affermato di essere stato a Mosca !? ma neppure in Russia ! se ben ricordasse, i miei soggiorni si sono limitati all’Ucraina egregio signor orecchie da mercante … o semplicemente cercato di farle capire che l’aver visitato, o il risiedere, o cosa vuole lei … in un certo paese che sia, a casaccio .. non vuol dire affatto tutto sommato conoscerne l’intimità del popolo ! e a maggior
            ragione, quanto mi tocca leggere di volta in volta i suoi “racconti” viceversa lei sarebbe almeno un po più credibile se tenesse un atteggiamento con almeno un minimo di critica negativa riguardo al paese e sopratutto al loro leader su cui stiamo dibattendo da molto tempo … se lei lo facesse … è chiaro il
            concetto !? ed è proprio questo il punto, lei con questa continua oggettiva adulazione e asservimento nei confronti principalmente del dittatore di Mosca. appare a chi la legge, ne più ne meno come quei poveretti di Nord Coreani ridotti a pure decerebrate marionette festanti ad ogni minimo rituale apparizione del loro carnefice,
            pertanto mi dispiace ma per me, lei è privo di ogni qualsiasi minima credibilità, lei appare quasi pagato più che convinto ! ed è proprio per quello che si aliena di volta in volta volta ogni tipo di credibilità. sarebbe ad esempio più saggio, tenesse un profilo più centrale, un po più neutro … ne guadagnerebbe di credibilità non solo ai miei occhi …
            non so se mi spiego … poi naturalmente è solo un suggerimento il mio …
            ad esempio, e concludo, ci dicesse qualcosa a favore !!! ad esempio di quei poveri cittadini moscoviti, i quali temono di rimanere sulla strada dopo che gli hanno intimato di lasciare le proprie abitazioni in quanto le loro case attuali sono soggette a speculazione.
            essi, stanno tenendo delle manifestazioni per chiedere chiarezza e garanzie ! e non mi venga a dite che il signor Putin ecc ecc … in quanto la gente sia pur essendo di quelle parti, proprio del tutto idioti non lo sono …

          • alberto

            Egregio Carlo, :
            il festival delle assurdita’
            … il risiedere, o cosa vuole lei … in un certo paese che sia, a casaccio .. non vuol dire affatto tutto sommato conoscerne l’intimità del popolo !”
            No ?
            Pensa forse di raggiungere questa conoscenza leggendo solo ‘veline’ ignobilmente addomesticate?
            Pensa forse di capire una nazione ed il suo popolo leggendo qualche stupido commento su , che so, …tripadvisor?
            Altro:
            … lei con questa continua oggettiva adulazione e asservimento nei confronti principalmente –degli USA ed i suoi vassalli– . appare a chi la legge, ne più ne meno come quei poveretti di Nord Coreani ridotti a pure decerebrate marionette festanti ad ogni minimo rituale apparizione del loro carnefice”
            Gia’ !!
            Ultimo:
            ..sarebbe ad esempio più saggio, tenesse un profilo più centrale, un po più neutro … ne guadagnerebbe di credibilità non solo ai miei occhi …”
            Cosa che lei non si capacita di fare …
            Saluti

          • carlo

            egregio alberto, se il risiedere stabilmente in un certo contesto vuol dire avere una capacità del tutto faziosa, partigiana e settaria come lo ha lei … questo non fa che confermare quanto da me attestato … veda, se qualche straniero interessato al mio paese, mi chiedesse in merito al vivere quotidiano, alla politica, al sistema di vivere in generale ecc ecc … non avrei difficoltà alcuna nel presentargli la situazione per quella che è dal mio punto di vista … e mi creda, non sarebbe la mia opinione e il mio punto di vista molto tenero ed edulcorato …
            se leggesse dei miei post riguardanti temi come l’immigrazione, o altri temi di attualità e persino storici … si accorgerebbe di quanto non sia quasi mai affatto tenero nei confronti non solo dei nostri politici …
            così dicasi per quanto riguarda paesi per cui ho una certa ammirazione come possono essere gli Stati Uniti. tanto per dirne uno a caso …
            i quali non sono certamente a mio avviso esenti da critiche … pertanto criticabili e tutt’altro che “perfetti”
            di conseguenza, la differenza dal sottoscritto, a persone come lei, è abbastanza chiara e lampante, lei ne fa per quanto riguarda il dittatore di Mosca, e il contesto in cui vive il soggetto … quasi lo ammanta di una sorta di aureola di verginità e purezza e gloria fatta a mo di quasi idolatria … mi creda, è del tutto ridicolo tutto questo ! non è necessario recarsi li sul posto per capire molte cose … è sufficiente studiare un po la storia e la cronaca politica internazionale, oltreché anche parlare, sentire la loro testimonianza di gente la cui esperienza è certamente di aiuto … ma pensa davvero che la semplice massaia di Mosca, piuttosto che un semplice camionista abbia una visione a 360° riguardo a temi di cui dibattiamo ? ma per favore …
            del resto, domandiamoci un po per quale motivo il paese ex comunista è così isolato ? lei mi dirà che isolato non lo è … certo, con certi amici … inutile farne l’elenco … tutti quanti non brillano certo per quanto riguarda il rispetto per la persona … e nemmeno per la trasparenza politica e amministrativa …
            mi stia bene comunque …

          • alberto

            Egregio Carlo, non ho mai sostenuto che la Russia sia il’Paradiso in terra’.
            Certamente ci sono molte cose che non vanno , come in tutti gli altri Paesi.
            E’ logico, normale, che ,per esempio, discutendo con lei o altri ‘assatanati’ contro la Russia, non mi metto certo a criticare ; non vi fornisco …’legna’ da mettere sul rogo dove volete ‘bruciare’ Putin e la Russia. Di ‘combustibile’ ve ne forniscono gia’ abbastanza ( anche troppo ) i media asserviti agli usa ed eu .
            Non capisco perche’ su – Giochi della Guerra- si possono inserire foto ma i links rimangono in attesa …giorni .(ammesso che poi li passino)
            Ho cercato di inviarle il programma che riguarda l’eliminazione delle famose palazzine da 5 piani ma…niente
            Puo’ cercarlo su ntv
            .ru/cards
            /2481/ proviamo in questo modo…;)
            La informo poi che l’Ucraina ha deciso di chiudere i siti russi:
            “Yandex», “Mail.Ru Group”, ed il social network “VKontakte”
            La furbissima decisione costera’ all’Ucraina ,per sostituirli , due anni di tempo e…un miliardo di dollari ! Tanto i soldi glieli danno l’fmi e l’Europa….
            Saluti

          • carlo

            lei semplicemente se fosse “cosa da non escludere” un giornalista sarebbe del tutto inattendibile e privo di qualsiasi credibilità … al pari di certi giornalisti ben noti … ma lasciamo stare …

            poi guardi, le ripeto, non occorre essere imbeccati per capire come funziona da quelle parti, bastano oltreché la loro storia pregressa, persino gli avvenimenti attuali nei vari teatri in cui malauguratamente si cimentano.
            come ad esempio quello che riguarda l’aggressione all’Ucraina, dove con tentativi continui di minimizzare, sminuire e negare quella che è l’evidente e palese aggressione di un paese nei confronti di un altro.
            tutti questi tentativi nel negare l’evidenza risultano persino ridicoli e imbarazzanti, (per loro) è un insulto all’intelligenza media di una persona qualsiasi … lasciamo perdere gli stupidi, i quali credono che gli asini volino … ma questa è un altra faccenda … contenti loro …

            in breve, poi chiudo con questo capitolo, tanto, chi doveva intendere ha inteso… lei dovrebbe fare una cosa … visto che li a Mosca pare sia di casa … vada, vada a convincere i comitati “no sgombero” comitati apartitici composti da gente vera, cittadini comuni, insorti spontaneamente a seguito delle minacce e intimidazioni da parte delle loro autorità …
            questi rischiano di finire, forse molti addirittura sotto i ponti … pertanto, vada, vada a rassicurarli … poi mi verrà a raccontare come è andata …

            ultimissima cosa … e si stupisce pure !? secondo lei dovrebbero lasciare libero accesso a dei portali i quali un giorno si, l’altro pure, spargono menzogne e divisioni, diffamazioni con una vera e propria disinformazione da far impallidire la vecchia dezinformatzia” di epoca sovietica ? dei
            Fake news … nei confronti di un governo e di una politica legittimamente eletta dal proprio popolo ? e comunque guardi che bontà loro, di tutto questo anche se un po in ritardo … se ne sono accorti anche gli organismi europei preposti, infatti stanno predisponendo una sorta di controinformazione atta a smentire appunto la disinformazione in rete da parte governativa russa nei confronti nostri …

            tra parentesi, almeno in Europa, e in nord America mi stupisco come ancora permettano la diffusione legale di una rete Fake come RT … i metodi legali ci sarebbero per ostacolarla … ma non me mi so spiegare per quale motivo …
            non gli chiudano le frequenze.

          • Kipelov

            Senti senti da che pulpito viene la predica.Se non ci è mai stato allora, che parla a fare?Il discorso dovrebbe essere già chiuso sul nascere.Lei non sa, non conosce..però parla e sentenzia in continuazione.Incluso la sua ultima ed infelice non-verità sull’argomento alloggi,dato che i kulaki (progettati per avere durata nel tempo limitata)rientrano nel piano di ammodernamento dell’edilizia moscovita.Nessuno perderà la casa, non siamo in italia,alle famiglie verrà dato un nuovo alloggiomigliore del precedente: quante volte glielo devo ripetere eh carletto caro? Ah,tanto per essere chiari, io non devo convincere proprio nessuno,ognuno è libero di credere a ciò che vuole.Parlo solo di ciò che so e che conosco personalmente, non faccio politica ucraina e non sono stipendiato in grivne come qualcuno, penso sia abbastanza chiaro come concetto da recepire.

          • carlo

            allora non mi resta che consigliarle come già ho suggerito al Sign.Alberto … visto che anche lei è di casa e così addentro alle problematiche russe … faccia una cosa semplice semplice … vada anche lei, oppure mettetevi d’accordo con alberto, andate a spiegare le vostre convinzioni al comitato che si oppone allo sfratto …
            può darsi che risultiate molto più convincenti del sindaco Luzkov.
            dal momento che a quanto pare non sembra affatto che il tipo abbia rassicurato gli interessati …
            poi, torna, e avrà modo di ragguagliarci nel merito … anche se io sarei propenso nell’immaginare di come il rischio che vi prendiate qualche ciabattata sul cranio sia reale e forse questo rischio lo correte davvero … ma questo è solo una mia preoccupazione …

          • Kipelov

            Perchè non viene direttamente anche lei,egregio? Così almeno ci parla di persona con la gente del posto e poi andiamo tutti insieme dal sindaco per cercare conferma o smentita.La smette un attimo con i suoi riportini da tastiera confezionati in quel di Kiev su misura per lei?Potrà riferire finalmente di avere qualche straccio di prova sul dispotico Volodia,non le pare una buona offerta anzichè continuare a raccontare nuovi romannzi sulla falsariga di Alien?

            Notizie di meticcioland?Ah già,per i prossimi dieci giorni i barconi non arrivano…tutto merito del g7.

          • carlo

            non ci devo venire io, non è affar mio … è affare vostro, a me dispiace solamente che la gente come lei legittimamente filo-russa ci mancherebbe …
            sia però non già dalla parte della gente comune, o del proletariato russo costretto a vivere in 45 metri quadrati magari in quattro per famiglia, che ora non sa bene dove andrà, se ci andrà, e quando ci andrà … lei è dalla parte del potere Kipelov, del potere mafioso che il suo Vova ha così bene e intelligentemente, anzi furbescamente, instaurato nel suo feudo, lei non è dalla parte del popolo russo …

          • Kipelov

            Già, i “suoi affari” consistono esclusivamente in sproloqui di propaganda retorica antirussa e null’altro.Se non è affar suo,perchè allora s’interessa e si immischia in un dibattito dove non conosce nulla, la realtà non è la sua perchè risulta estraneo a qualsiasi informazione concreta e reale?Finalmente ci è arrivato:lasci derimere ai russi i propri interessi e non ci metta ulteriore becco quando la prima nazione ad avere le pezze ar c..o (mi perdoni il francesismo romanesco,mon capitain,sono sicuro apprezzerà il vezzo) è proprio la sua??Solo chi ci vive,chi ha famiglia o chi almeno si è degnato di visitarla può raccontare la società russa dall’interno e dalla parte della gente normale, non occorre conoscere ricchi od oligarchi…basta un minimo d’intelligenza.Per molti, ma non per tutti.Di certo non per lei, che al massimo raccoglie notizie spazzatura in cui sembra che la russia sia l’inferno in terra.
            I kulaki rientrano nel nuovo piano edilizio di rinnovamento della capitale.Le famiglie saranno trasferite nei nuovi alloggi la cui metratura sarà doppia.Il resto delle fanfaronate ,dei 2se,ma forse,appare o sembrerebbe” è tutta farina (scadente) del suo cervello.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Stai parlando con la mia sosia. Comunque c’è un trattato che regola il discorso SENZA dare alla Russia come erede dell’Urss (fallita) alcuna precedenza rispetto ad altri paesi.

  • carlo

    se così fosse è da accogliere con favore la notizia dai nostri paesi occidentali i quali per mezzo del suo braccio difensivo della NATO, cominciano a svegliarsi in merito alla sempre più aggressività di
    mosca, aggressività posta ormai in essere e concretizzata in molte aree sensibili … meglio tardi che mai si direbbe … meglio ancora sarebbe non ingrassare il comune nemico ! ma da questo punto di vista qualcuno non ci sente ancora … ormai è fin troppo chiaro di come il nostro avversario si stia rapidamente trasformando in un vero e proprio nemico, ed è in fase di preparazione di qualcosa di grosso … chi è ancora duro d’orecchie, dovrebbe aprire meglio le stesse, e ascoltare i segnali poco rassicuranti che sempre più provengono dal Cremlino …

    leggete bene questo titolo, tratto dall’analista russo Pavel Felgenhauer ” Mosca, Preparazione per la guerra nel 2025, Putin vuole ripresentare una sorta di patto come nel 1939 noto come patto
    Moltov-Ribbentrop” forse per scongiurare una guerra aperta !? nei piani dell’ormai conclamato psicopatico dittatore del Cremlino, ciò consisterebbe nello spartirsi l’europa dell’est, tra occidente e Russia …

    leggerete bene … l’Ucraina andrebbe divisa e smembrata con una parte consistente alla Russia … una parte marginale rimarrebbe indipendente, un’altra parte andrebbe alla Polonia, la quale acquisirebbe anche a nord una parte della Lituania, e il resto dei paesi Baltici tornerebbero alla
    Russia … la Bielorussia naturalmente andrebbe in dote come protettorato definitivo sempre alla Russia … la Transnistria e la Moldova, anch’esse naturalmente bontà loro tornerebbero alla Russia.
    qual’ora fosse vero tutto ciò, solo leggendo tutti questi farneticanti progetti teorici, veramente c’è da farsi venire la pelle d’oca … senza alcun rispetto per popoli, paesi, persone normali che li vivono, ed è tutta roba che ricorda assai da vicino e odora di Nazismo …
    un gruppo di pazzoidi al comando di un entità geografica armata di ordigni nucleari … pensa un po che roba …

    • geddylee2

      ma perchè non ti compri il Risiko e ci giochi?

      • Anita Mueller

        Glielo regalato per Natale e si diverte un mondo a giocarci tutto il giorno, al punto che ha deciso di non lavorare più e ora prende un vitalizio per sopravvivere.

        • geddylee2

          anita, per favore… se scrivi così mi deludi

    • agosvac

      Probabilmente l’unico pazzoide è proprio lei!

      • carlo

        come no … io a differenza sua mi vado a leggere quello che scrivono loro …
        il breve riassunto di quello ho scritto è semplicemente la teorizzazione di quello che vanno propagandando ormai da tempo.
        e così rispondeva il segretario della sicurezza nazionale russa tale Nikolay Patrushev ad una domanda del collega ministro delle finanze Aleksy Kudrin rispetto ad un obiezione riguardo gli enormi stanziamenti militari da sostenere, altro che pazzoide …

  • Lucio

    La conquista delle risorse energetiche. Dai tempi dei tempi si va avanti a far guerre per queste. Del resto con una Cina che si espande (anche se ha rallentato) ed è carente di risorse conviene non solo diventare indipendenti ma anche poter diventare i principali fornitori di chi è carente di risorse rispetto al suo fabbisogno (Cina, per l’appunto).

  • Sor Pampurio

    “secolare presenza”; pietosi!

  • agosvac

    A parte che è demenziale andare alla ricerca di altri pozzi petrolifici quanto tutti sappiamo che il petrolio è una fonte di energia non rinnovabile e destinata ad esaurirsi, basterebbe guardare una carta geografica dell’Artico per rendersi conto che è la Russia ad avere la maggiore superficie contigua all’Artico. Poi viene il Canada e molto ma molto dopo vengono USA e Norvegia. Tra l’altro le ricerche russe nelle regioni artiche datano da svariati decenni quando nessuno se ne interessava. Ma la domanda è: che c’entra la Nato in questa vicenda che non è bellica ma solo economica???

  • Chechi Franco

    Anita Muller , Vi siete fatta una canna o due . Non capisco tutti quelli che scrivono su “Gli occhi della Guerra” hanno il problemino che scambiano l`inreale con il reale. E dicono continuamente cazzate. Il di tutto questo che volete in piu` farvi ha spese ns. “Chiedete sempre contributi” . C`e` un trattato di non proliferazione armata , ebbene va rispettato. Vi sembra che gli Americani insieme hai sui amici europei ( attraverso la nato) di cazzate ne abbiano fatte poche ??? Che sono costate milioni di morti. Il tribunale di Norimberga dovrebbe si lavorare ma contro uomini tipo ex primo ministro Inglese (Bleir ) il quale dice si abbiamo sbagliato non dovevano bonbardare. Ma i loro sbagli sono morti e tanti. Perche rimangono inpuniti ??? Noi speriamo che questi deficenti della Nato non ci portino ad una guerra che sarebbe la catastrofe del mondo. Putin che deve fare ????? Provate per un attimo ha mettervi nei sui panni. Io credo che qualsiasi persona razionale farebbe come lui. E basta dire cazzate di Putin dittatore che in Russia esiste un regime. Io vivo un Russia , sono Italiano e dico solo : “sono scappato dall`italia” in quanto non esiste piu` una democrazia ma “Anarchia”. Qui la gente vive in sicurezza. Sicurezza del futuro e personale. Sei certo che quando esci di casa non succede niente ne alla tua persona ne hai tuoi cari.

  • Chechi Franco

    Anita Muller , Vi siete fatta una canna o due . Non capisco tutti quelli che scrivono su “Gli occhi della Guerra” hanno il problemino che scambiano l`inreale con il reale. E dicono continuamente cazzate. Il di tutto questo che volete in piu` farvi ha spese ns. “Chiedete sempre contributi” . C`e` un trattato di non proliferazione armata , ebbene va rispettato.”Nel 1920 a Parigi oltre venti Paesi, compresa l’Italia – che a Ny-Ålesund vanta una prestigiosa base scientifica del CNR – firmarono un accordo (sottoscritto dall’Urss nel 1935) che definiva le Svalbard territorio norvegese ma vietava ogni presenza militare. La posizione geostrategica delle isole con il tempo ha incrinato lo spirito di Parigi” Questo e stato scritto da voi. Cosa volete dire che i norvegesi si sono accorti di avere una posizione strategica e adesso vogliono sfruttarla. E tutti gli accordi firmati non contano niente? Questo e il vizietto molto usato dagli americani insieme all`europa e nato. Vi sembra che gli Americani insieme hai sui amici europei ( attraverso la nato) di cazzate ne abbiano fatte poche ??? Che sono costate milioni di morti. Il tribunale di Norimberga dovrebbe si lavorare ma contro uomini tipo ex primo ministro Inglese (Bleir ) e/0 Power il quale hanno dichiarato il falso. Ma per le loro falsita` sono morti persone e tante. Perche rimangono inpuniti ??? Noi speriamo che questi deficenti della Nato non ci portino ad una guerra che sarebbe la catastrofe del mondo. Putin che deve fare ????? Provate per un attimo ha mettervi nei sui panni. Io credo che qualsiasi persona razionale farebbe come lui. E basta dire cazzate di Putin dittatore che in Russia esiste un regime. Io vivo un Russia , sono Italiano e dico solo : “sono scappato dall`italia” in quanto non esiste piu` una democrazia ma “Anarchia”. Qui la gente vive in sicurezza. Sicurezza del futuro e personale. Sei certo che quando esci di casa non succede niente ne alla tua persona ne hai tuoi cari. L`errore piu` grosso e stato fatto dai Russia, quando permisero la riunuficazione delle 2 Germanie. Errore che lo paghiamo anche noi e non solo sulla ns. pelle. Quindi spero che la vs. redazione smetta di dire cazzate ho cambiate mestiere.

    • Anita Mueller

      ” insieme hai sui amici europei” OPPURE “ne alla tua persona ne hai tuoi cari.” : CI SONO DUE LETTERE “H” DI TROPPO: NON SI TRATTA DEL VERBO AVERE MA DELLA CONGIUNZIONE ARTICOLATA “AI”: SEI UNA CAPRA, SEI UNA CAPRA, SEI UNA CAPRA, IGNORANTE. E POI IN RUSSIA LA POLIZIA ESTORCE I SOLDI ALLA GENTE POVERA, IN PARTICOLARE A QUEI CITTADINI DELLE EX-REPUBBLICHE SOVIETICHE AL DI FUORI DELLA RUSSIA. E CHE DIRE POI DELLA POLIZIA ALL’ENTRATA DELLE PISCINE DOVE PER FARTI UNA NUOTATA DEVI SBORSARE PIÙ DI CENTO EURO, QUANDO INVECE IN EUROPA (INCLUSA LA GERMANIA CHE TU TANTO CRITICHI) ENTRARE IN PISCINA COSTA SOLO POCHI EURO E TI PUOI FARE PURE LA SAUNA E L’IDROMASSAGGIO. SEI UNA CAPRA, SEI UNA CAPRA, SEI UNA CAPRA!

  • Alberto

    La Finlandia da sola sconfisse 120mila truppe di stalin , la Norvegia come tutti i paesi civili non si rappreßentano da soli per questo tutti entrano in Europa e nato e occidnete , la Norvegia ha dietro tutto occieente e ben 50 paesi usa Europa India Israle australia canada etc etc sempre uguale in tutto il mondo , tutti insieme per qualsiasi sfida , la Russia deve trovare altro petrolio , non sta messa bene ma spendono solo in armi , è un decimo dell america e metà dell occidente . Va beh , anche li occidente dimostrerà compqttezza sapienza militare artica su guida dei paesi attici e militarizzeremo tutto . I trattati dicono che le isole cinesi non sono cinesi , ma poi questi trattati non vengono riconosciuti da cina e Russia e Iran e allora perché fare valere quelli , soliti pesi e misure a misura di scelte di paesi non democratici . Attenti all occidnete e alla NATO e a america Europa australia canada Israle e ti ,, ci sono più soldi più intelligenza più armi brevetti satelliti etc . Occhio . Putin è’ uno stratega allora saprà che prima o poi meglio patteggiare una posizione intermedia pro occidente che pian piano farsi sbranare e usare della cina

  • Alberto

    Adesso russi e cinesi e comunisti che hanno uccido 130milioni di loro compaesani fallendo in politica e politica militare e facendo fallire comunismo distrutto pianeta è affamato gente siano diventati agnelli siamo veramente mille miglia dalla realtà . Persi 100 anni con comunismo ora sono tutti dietro all occienete e provano a copiarne l avanzata le borse gli aerei i droni . W musk w Apple w la libertà ed israele e i 50 paesi avanzati in tutto

  • carlo

    a parte il fatto che come il solito, l’ineffabile Putin è in malafede come non mai, quando afferma e preconizza la militarizzazione delle Svalbard, in quanto se andiamo a leggere attentamente l’8/10 Maggio ha tenuto la NATO nell’arcipelago semplicemente un assemblea parlamentare, la quale non ha avuto nessuno scopo militare, essendo stata composta come da regolamento da soli parlamentari ! dai paesi dell’alleanza. una eguale ne era stata tenuta nel 2004, in quel caso nessuno dei russi del tempo aveva avuto nulla da ridire.
    quindi nessun militare di sorta della NATO è stato presente … è il solito patetico allarmismo russo d’accatto e meschino … che ha il solo scopo di trovare provocazioni ovunque al fine probabilmente di nascondere la loro proverbiale malafede, e in tutto ciò, causare problemi all’avversario … tutta malsana politica.
    anzi, risulta che anche se solo di passaggio, ma sono i russi stessi, ad aver fatto passare dei loro militari dalle Svalbard …

  • Chechi Franco

    Mi sono dimenticato di aggiungere : Aspettiamo con ansia la vs. prossima cazzata.

    • Anita Mueller

      Se vuoi qualche cazzata te la potrei sfornare io: tutte le volte che apro bocca, dico solamente minchiate. Che ci posso fare? Sono nata così!

  • Alberto

    Bill gates da solo può mantere una guerra occidentale con le stesse risoorße della Russia se fosse colpito il suo asse ovviamente da sanzioni durissimem che ne distruggerebbero economia prima di cominciare guerra . Mosca ha il Pil dell Italia è un economia dieci volte sotto quella americana da sola . Mah . Pura propaganda sono i russi che dovrebbero tranquillizzarsi un po’ , ovvio oche nessuno si fidi per ora di chi ci ha fatto guerra con ideali sbagliati e 130 miolionindi morti in giro per il mondo tra pol pot ho chi min stali Lenin Mao , gente tranquilla hitleriano un dilettante insieme a americani , e noi dovremmo stare tranquilli , e loro sono agnelli e vedrò e cavolate varie . Ma viva la libertà e la democrazia che ha sempre creato più soldi armi benessere e tecnologia è così sara per sempre di chi perdeva tempo a fare i comunisti ed affamare la loro gente e farli trovare 40 anni indietro ora

  • Alberto

    W anti Müller ragione su tutto ben informata viva israele america e Europa e occidnte libero democratico forte e ben difeso e tutte le nazioni come India giappne corea spdestra sud e tutte le 52 nazioni che contano al mondo. Trump a differenza dei dittatori cinesi iraniani o siberiani non è’ padrone dell america ma bensì delegato da nazione famiglie e gente che ha costruito america vincente e n1 mentre cina Russia e iraniani perdevano tempo con Maometto pedofilio comunismo e o altro , ora , occidente ha in mano il gioco è gli altri vogliono i figli che crescano liberi in occidente , L occidente governerà il mondo come sempre , il,petrolio grazie al nostro cervello ha contato molto per le nostre industrie ma per noi non conterà più in quanto esseri evoluti , tesla e’ americana , non capite nulla , è il proprietario dentro elite finanziaria americana sonontutti americani , bill gates da solo può mantere una guerra 10 anni contro la cina e vincerla , jack ma rispetto a musk o gates e’ celebro leso vive in monopolio gli altri nella meritocrazia e invenzioni , l america incassa più della cina e sono 300 milioni e dominano con Israle e Europa il mondo che voi non sapete pensare . Iran cina e Russia comprano aerei di linea Boeing perché nin sanno farli e pensate a che guerre perderete sempre , no avete tech stealth avete 20 satelliti contro 180 , avete perso tempo e ora fate i bulli e o i moralisti dopo che pol pot ho chi min stalin e Mao hanno ucciso 130milioni della loro gente perché ni. Sapevano contare e capire che occidnete aveva ragione visto che il giappone da solo dominava la cina
    E invece no , costruivano armi e uccidevano i loro fratelli per dire che comunismo era ok e ora fate anche propaganda , w america w israele Europa e 53 paesi civili compatti democratici e forti come non mai

  • Alberto

    Io amo la Russia e il suo polpol da sempre e putin è’ il miglior politico della storia della Russia ma se vuole essere ricordato come tale sia realista patteggi con america è nato e Europa e economia una buona posizione intermedia dei confini duràturi un patto di non aggressione e anzi di mutuo soccorso solo con occidnete contro tutte sfide globali , India e’ il futuro k ed è’ pro occidnete , cosa diranno allora quando India proteggera interessi occidentali e farà guerra alla cina , sarà dalla parte sbagliata e non credo putin voglia andarsene facendo una guerra perdente , ma meglio patteggiando non aggressione e sviluppando il suo paese non con i cinesi che se lo succhiano il paese , ma con noi che li facciamo sviluppare Insieme e loro con capitali diatribuiti un po’ meglio. Benessere . Nessun europeo sogna di invadere Mosca . Ma di non perdere sicuramente è siccome sono i comunisti che invadevano è conquistavano ua vicino è’ ovvio che non lasciamo aggredire i confini e aggrediamo , ma mai sarebbe una guerra se non la volesse la cina iran paesi disperati

  • Michael Staffieri

    Noto che il fancazzismo dei soliti scienziati da bar invece di diminuire aumenta. Nemmeno la concreta realta’ li smuove! NATO come alleanza difensiva?!? Deve girare della cannabis micidiale da quelle parti! Vivo a Praga, citta’ bellissima ma anche cerniera tra l’occidente e l’oriente con una comunita’ diplomatica (si fa per dire!) molto attiva e da sempre centro di commerci e di attivita’ criminali quanto spionistiche. E’ una sorta di terreno neutrale dove ovest ed est, nord e sud si confrontano praticamente en plein air anche se puo’ sembrare surreale. La Repubblica Ceca fa parte della UE ma non dell’area €uro, fa parte della NATO ma non partecipa militarmente se non per la sola parte logistica delle mense e dei servizi sanitari, è l’unico membro NATO che ha rapporti ottimi e distensivi con la Russia e che ha partecipato con il proprio Presidente della Repubblica alle parate militari a Mosca. I suoi ufficiali, e ne conosco qualcuno, affermano in modo palese che la NATO è solo una organizzazione offensiva agli ordini degli angloamericani che sfruttano l’imbecillita’ dei paesi europei in una guerra non dichiarata di sfinimento verso la Russia, un gigante immenso, con oltre il 30% delle intere riserve di materie prime del pianeta e che è impenetrabile per le mire della elite massonica ashkenazita angloamericana che controlla banche e finanza. Oltre 30.000 russi risiedono in Praga e sono benvoluti dai praghesi e dai boemi mentre non si puo’ dire altrettanto per tedeschi ed americani. Da pochi mesi la Repubblica Ceca ha firmato con la Cina accordi per investimenti di oltre 50 miliardi di USD nei prossimi dieci anni ed attualmente il Presidente Zeman è in visita ufficiale a Pechino per firmare altri accordi. Nonostante gli ingenti e continui investimenti USA a Praga sia l’establishment politico che la popolazione preferisce i rapporti con Mosca piu’ che con Washington, vuoi per la comune appartenenza slava, vuoi perché non si fida degli arroganti cow boys yankee, caciaroni ed irrispettosi del quieto ed ordinato vivere boemo. Oltre 11.000 stranieri, in gran parte USA, affollano i 14 Conservatori di Praga per perfezionarsi nella esecuzione strumentale, come pure il Policlinico Universitario di Brno è ambito poiché facente parte della rete internazionale di studi genetici. Queste specificazioni non per oziosi discorsi quanto per rappresentare il livello molto alto di un paese che ebbe il primo distretto industriale del mondo un secolo prima di Manchester in UK. Paese quindi piu’ che europeo e civile oltre che all’avanguardia per tecnologia industriale e cibernetica. Detto cio’, come mai da queste parti l’UE è gradita solo al 42% della popolazione, l’€uro è rifiutato da oltre il 72% dei cittadini e, guarda un po’!, oltre il 70% dei Cechi ritiene che Praga dovrebbe uscire dalla NATO e, insieme ad Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia, Slovenia costituire una cintura di cintura di paesi non allineati? Il fatto di avere consapevolezza di potere essere i primi a pagare per una guerra nucleare tra USA e Russia per favorire una manica di criminali ashkenaziti e massoni ben noti da queste parti da oltre due secoli? Oppure, avendo assaggiato la fetida ed usuraia minestra UE cucinata dalla kapo’ Merkel, non ne vogliono piu’ sapere? Ed avendo ben conosciuto sia il nazismo quanto il comunismo sovietico come mai preferiscono avere a che fare con i russi piuttosto che con i tedeschi o con i bulli americani? Perché non hanno dubbi sulla legittimita’ russa nel difendere i propri confini dalle provocazioni NATO? Perché ritengono che l’Ucraina sia in mano alle mafie criminali locali foraggiate da Washington e che la Crimea sia giustamente ritornata alla Russia essendo popolata al 96% da russi? Perché favoriscono l’accoglienza per gli ucraini di etnia boema ma non degli altri ucraini? Come mai dicono che l’Ucraina non ha diritto di parlare se prima non salda l’immenso debito che ha con la Russia non solo per le forniture di gas, di nafta e di benzina ma anche della quasi totalita’ delle infrastrutture civili, industriali e militari? Perché i Cechi danno assoluta priorita’ alle ragioni del Donbass e degli ucraini di etnia russa che sono oltre il 38% della intera popolazione? Perché la russofobia polacca è molto criticata da queste parti e gli stessi polacchi non sono amati per secolari ragioni seppure fanno parte del Gruppo di Vysegrad? In conclusione, ma informarsi compiutamente, senza pregiudizi ideologici, magari studiando la Storia, quella vera, non le cazzate di Wikipedia o le mistificazioni dei media pennivendoli al servizio sempre della massoneria globalista, prima di propalare idiozie senza fondamento e totalmente lontane dalla realta’, mai? Qui nessuno incensa Putin o lo considera un santo, ma rispetta un capo che della Santa Madre Russia e degli interessi del suo popolo ne fa una religione nazionale, identitaria e sovrana. Lo stesso sentimento che i Cechi, come tutti gli slavi, hanno per la loro Patria pure essendo da secoli il crocevia tra Europa ed Asia e molto, ma molto piu’ esperti di multiculturalismo che non i chiacchieroni da bar. Regards

    • Kipelov

      Applausi,da incorniciare

      • Anita Mueller

        La cornice la preferisci dorata o argentata?

  • Alberto

    Bisogna avere il massimo rispetto di putin , della Russia e della sua integrità , bisogna altresì difendersi e porsi cmq al disopra e in vantaggio come siamo su tutto , economia , militarizzazioni e ogni fronte pronto coperto unito , soprattutto la banca mondiale e le banche centralie. Governi pronti a sanzioni super pesanti . Vogliono farsi mangiare dalla cina , sbagliano , ma mai aggredire i russi , che meritano super rispetto per tutto e vanno solo contenuti e affrontati face ti face , senza aggredire nessuno , loro sono coscienti che 50 paesi sono troppi da fronteggiare ma preferiscono fare con cinesi e iraniani per ora , amen , vanno rispettati , ma i confini sono confini e se i trattati poi Dicono che le isole non sono cinesi e loro spalleggiano cina nel cestinare trattati che poi vogliono usare nell artico allora scelgano la trattativa coi loro cugini europei , stop alleanze con cina e iran e programma di 50 anni di coop con Europa america e alleanza atlantica patti di nin aggressione ma con gerarchia stabilità . America n1 Europa n2 . Alleanza con India ajappone corea australia n3 e Russia . Così per cento anni Russia sara sviluppata democratica e putin sarà ricordato come il più grande politico della storia russa perché l ha prima difesa poi sviluppata , e non solo militarizzata e con guerra grossa persa perché allora la storia la scriverebbero i suoi avversari vincenti per forza è la storia sarebbe molto inclemente con putin . Max rispetto per cugini russi . Ma non sbocciare troppo sarebbe meglio come cambiare qualche alleanza . Iran malissimo hezbollah saranno sepoliti , Venezuela lasciare stare .

    • Anita Mueller

      Ci siamo scordati del maltolto operato dai sovietici?

  • Alberto

    Ma norvegesi sono tutto l’occidente messo insieme , se no la Norvegia sarebbe già russa . Questà è’ la potenza dell occidnete nato e alleanza atlantica che ha vinto guerra contro comunismo guerra fredda e battuto cinesi in Vietnam e corea a miliardi di miglia lontano da casa . Vietnam 50mila soldati americani . Soldati vietnamiti e o cinesi 2milioni . Purtroppo i comunisti usavano civili e quindi dopo pol pot e ho chi min che hanno fatto fuori 4 milioni di bambini donne e vecchi cambogiani e vietnamiti anche gli americani han dovuto collateralmente ucciderne 400mila . Purtroppo dico io perché esssendo gli usa molto più civili di pol pot Mao e ho chi min potevano risparmiarne di più ma usare bambini e donne e vecchi pare non fosse esclusiva dei finti intifada ti …… Fanno così anche i Rom, avanti donne vecchi e bambini e gli uomini picchiano e rubano . Cmq la Russia deve patteggiare con occdiente , han cervelli cuori e son cugini occidentali , non possono fotterci dopo avere perso 100 anni con comunismo , ma quando India sara n2 L mondo davanti a cina e con occidnte chi sarà con noi ha vinto gli altri perso . I love Putin , ma voglio che sia ricordato come il più grande politico russo , che ha prima difeso la sua nazione e poi sviluppata con occidente , non solo militarizzata e poi guerra persa grossa . Nin merita questo ne lui ne popolo russo . Che canali guardate tv ? Che film vedete ? Che libertà vogliamo ? Democrazia ! Meritocrazia ! Occdiente . E se devi scegliere tra hezbollah e israele la scelta è’ semplice , sia morale te che militarmente . Buona notte hezbollah

  • Ernesto Pesce

    MESI FA HO SMESSO DI DIALOGARE CON ANITA MUELLER. ADESSO SI E’ SDOBBIATA SONO IL NOME “CARLO”. SONO DEL PARERE DI “non dare le perli ai porci”. SMETTETE DI CONVERSARE CON LEI/LUI, E BISOGNA TOTALMENTE IGNORARLA/LO

    • Anita Mueller

      Come ti permetti, screanzato?
      Anche le Anita Mueller hanno un cuore, e hanno diritto ad esprimere la propria opinione!

  • Lamberto Z

    Continua la provocazione NATO!

  • Anita Mueller

    DOMANI CHE È DOMENICA LA DO GRATIS A TUTTI, TRANNE CHE AI RUSSI, AI CINESI E AGLI ARABI!