Un carro armato di Israele nelle alture del Golan (LaPresse)

Ecco perché non sarà solo
una guerra tra Israele e Gaza

L’escalation degli ultimi giorni tra IsraeleHamas preoccupa. E non poco. Non solo per il rischio di una nuova guerra a Gaza, ma anche perché il richiamo di un conflitto simile potrebbe esser fortissimo in tutto il mondo arabo musulmano. Senza alcuna differenza, almeno per questa volta, tra sciiti e sunniti.

LP_8343371 LP_8343375 LP_8343377 LP_8343383 LP_8343389 LP_8343380 LP_8337921 LP_8337344 LP_8337447 LP_8337348 LP_8337347 LP_8337342 LP_8337354 LP_8337351

Proprio ieri, l’Unione europea ha espresso tutta la sua preoccupazione: “L’escalation di violenza dei giorni scorsi ha portato Gaza e Israele pericolosamente vicini a un nuovo conflitto. Prioritarie ora sono la de-escalation e che la vita dei civili non sia messa ulteriormente a rischio”.

Per comprendere il tipo di conflitto che potrebbe nascere, basti pensare a quanto è successo pochi mesi fa, subito dopo l’annuncio del presidente americano Donald Trump di voler riconoscere Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico. Questa decisione ha scatenato l’ira non solo dei palestinesi, ma anche della gran parte dei leader musulmani, Recep Tayyip Erdogan in testa. In quell’occasione, il leader turco usò parole durissime e organizzò un incontro con i capi di Stato arabi per opporsi agli Stati Uniti e a Israele. Ma non solo: il “Sultano” starebbe anche cercando di penetrare in Palestina e guidare le organizzazioni più estreme. Allo stesso modo, anche il leader di Hezbollah Hassan Nasrallah si disse pronto alla guerra contro Israele: “Tutti gli arabi devono ripeterlo con i palestinesi: avremo milioni di martiri pronti a sacrificarsi per Gerusalemme”. 

Un fronte unico per Israele

Da tempo, in Israele si pensa che la prossima guerra sarà su un fronte unico che comprende territori palestinesi, Libano e Siria. Uno scenario altamente probabile, tanto che Tel Aviv avrebbe chiesto alla Russia di tenere le truppe sciite (soprattutto Hezbollah e iraniani) lontani dalla battaglia per la liberazione della provincia di Daraa, nel sud della Siria. Per lo Stato ebraico questa è una garanzia di sicurezza, almeno per il momento. 

Nei territori controllati da Bashar al Assad, però, ci sarebbero circa 80mila combattenti sciiti pronti a intervenire nel caso di una guerra contro Israele. La loro presenza ha creato parecchio caos a Tel Aviv, giustificando anche diversi interventi nel territorio siriano

Questi combattenti, come le parole di Nasrallah fanno trasparire, sono pronti a combattere per Al Quds, come viene chiamata Gerusalemme nel mondo arabo. Per questo, gli scenari di guerra tra Hamas e lo Stato ebraico sono preoccupanti: un conflitto limitato potrebbe accendere fuochi in tutto il Medio Oriente. E nessuno ne uscirebbe vincitore. 

I legami fra Hamas e Hezbollah

Il governo israeliano ha messo da tempo gli occhi su quello che considera l’asse fra Hamas e Hezbollah. In questi mesi, le accuse dell’intelligence israeliana sui legami fra le due organizzazioni sono aumentate. Israele ritiene che Hezbollah addestri nel proprio territorio migliaia di miliziani di Hamas. E l’organizzazione palestinese si trova isolata, al punto da dover riflettere se aumentare i rapporti anche con gruppo politici e militari che non hanno la stessa base culturale né strategica oppure no. Il movimento palestinese e quello libanese sono molto differenti tra loro: ma il nemico comune unisce più di ciò che divide.

LAPRESSE_20170729213539_23912094 (1) LAPRESSE_20170729213514_23912090 (1) LAPRESSE_20170729213508_23912087 (1) LAPRESSE_20170729213534_23912093 (1) LAPRESSE_20170729213727_23912111 (1) LAPRESSE_20170729213540_23912095 (1)

Questo timore di Israele si può cogliere anche dall’evoluzione delle esercitazioni militari nell’area. I due gruppi vengono considerati praticamente identici sotto il profilo della minaccia che possono rappresentare per gli interessi israeliani. Le manovre per addestrare le Israel defense forces (Idf) in caso di guerra sono sostanzialmente identiche sia per il fronte meridionale che per quello settentrionale, come se i conflitti contro Hamas e contro Hezbollah fossero non solo uguali nei metodi ma anche nei pericoli. E di recente, le Idf si sono addestrate in maniera simultanea nei diversi fronti di guerra proprio per testare le capacità delle truppe a combattere contemporaneamente a nord e a sud.

La Marina militare di Israele, ad esempio, si è esercitata per simulare un attacco missilistico contro le piattaforme off-shore da parte dei due gruppi. E la stessa marina ha ribadito che sia Hezbollah che Hamas hanno aumentato la propria “capacità navale”. Affermazioni che ricordano anche un altro fattore: le due organizzazioni hanno interessi praticamente identici nella sfida contro Israele, a partire dalle acque territoriali.

Il gruppo sciita libanese ritiene fondamentale difendere il gas presente nei fondali libanesi, anche perché il suo sfruttamento permette introiti economici e legami politici internazionali. Hamas può colpire il gas israeliano e soprattutto considera le acque territoriali di Gaza di propria stretta competenza, e quindi anche le risorse presenti nei suoi fondali. Un gioco di interessi e di minacce che salda ancora di più i rapporti fra queste due organizzazioni.

Hamas e Iran: nuovi rapporti dopo la crisi per la Siria

Per capire quanto possano essere uniti i vari fronti di guerra e quanto possa essere imprevedibile l’estensione di un conflitto Gaza-Israele, non si può capire anche il ruolo dell’Iran. Israele, proprio per capire la sua idea di fronte unico, ha iniziato da molti mesi un processo di graduale aumento delle accuse all’Iran di sostenere Hamas.

La questione non è secondaria. Hamas e Teheran avevano rischiato la rottura definitiva durante la guerra in Siria perché mentre il governo iraniano ha sempre sostenuto la riconquista di Assad, Hamas ha sempre sostenuto i gruppi ribelli. Le cose sono iniziate a cambiare quando l’Arabia Saudita ha bloccato le possibilità del Qatar di finanziare l’organizzazione di Gaza.

L’isolamento finanziario di Hamas, unito alle evoluzione del conflitto siriano, hanno portato i capi del gruppo palestinese a modificare la propria posizione. Assad rimane un avversario, ma l’Iran non può essere considerato un nemico se è l’unica potenza regionale che può contrastare i piani israeliani nella regione. La guerra di Hamas ha una forte base ideologica, ma i vertici dell’organizzazione sono molto pragmatici.

E a proposito di vertici, anche i recenti cambi nelle gerarchie di Hamas sono un segnale di questa estensione della guerra Iran-Israele anche per ciò che riguarda la Palestina. Nei primi mesi del 2018, è stato nominato come capo delle operazioni dell’organizzazione in Cisgiordania Maher Obeid. Israele lo ha da subito individuato come uomo molto vicino al governo iraniano. E lo confermano i suoi viaggi a Teheran negli ultimi anni.

  • http://vincenzomannello.it Vincenzo Mannello

    per “bilanciare”,per quanto possibile,le forze occorre che qualcuno degli stati arabi e/o musulmani che strepitano contro israele passi dalle parole (o dai soldi) ai fatti..armando pesantemente i Palestinesi,fornendo loro pistole,mitra bombe a mano e lanciarazzi per affrontare israele là dove non potrà mai vincere la propria guerra di occupazione : sul terreno !!?

    • Buba17

      la soluzione migliore sarebbe quella di disarmare completamente i palestinesi e convincerli a farsi uno stato sulla terra che gli rimane. anche perchè la guerra sul terreno non è roba per palestinesi, le hanno gia perse tutte.

      • Bragadin a Famagosta

        come in Cisgiordania angariato dai vostri coloni nazisti?

        :-))))

        • Gian Paolo Cardelli

          Mi chiedo solo che faccia farete quando scoprirete di essere stati dei perfetti citrulli a credere alla causa del “popolo palestinese”…

          • colzani

            ma quale causa? solo gli idioti credono che ci sia una causa. quando vedo un figlio di puŧŧana lasciare un cane in autostrada non mi fermo a prenderlo a calci in culø perché sono animalista. potrei anche odiare i cani e prendere a calci in culø quello sŧronzo non è una causa.

          • Gian Paolo Cardelli

            La causa è infatti inventata, per poter continuare a far arricchire i sedicenti “leaders palestinesi” : solo i paranoici come lei non riescono a capirlo.

          • Anita Mueller

            Ecco colui che crede di aver capito tutto…ma non ha capito una mazza.

          • Bragadin a Famagosta

            ma mazza è un sinonimo di un altra parola con 2 zeta?

          • colzani

            bene hamas si arricchisce e israele incassa 4500 milioni all’anno. sembra a tutti gli effetti un accordo che soddisfa entrambe le parti. solo gli stupidi non sospettano i legami tra hamas e telaviv.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ed allora l’Iran è anche colluso con Israele, visto che finanzia Hamas… Ma lei è nato paranoico?

          • colzani

            iran finanzia chiunque combatta per la propria libertà, houti, palestinesi, libanesi… se domani iran dovesse attaccare israele allora il teorema reggerebbe. ma fino ad allora taccia.

          • Gian Paolo Cardelli

            Terzo tentativo visto che non vedo i precedenti: sostenere che l’Iran, dittatura teocratica ispirata alla più falsa delle religione monoteiste di origine abramitica, finanzia chiunque combatta per la propria libertà equivale a sostenere che Ilona Staller vuole aiutare chiunque voglia rimanere vergine … Che buffone ipocrita!

          • colzani

            che sia una dittatura lo afferma il nanerottolo cardelli che sia ispirata è una idiozia bella e buona. un governo non può ispirarsi ad una religione. dire religione monoteistica dimostra quanto è ignorante: altre religioni all’infuori di quelle monoteistiche non esistono più da millenni. che sia di origine abramitica solo cardelli può capire di cosa parla. forse perché prima del cristianesimo e dell’islam non esistevano altre “religioni” monoteistiche? è questa la derivazione? o perché venne dettata da un angelo biblico? che finanzi gruppi terroristici allora equivale a dire che USA finanziano e supportano altrettanti gruppi terroristici quali il pkk o i ribelli siriani. oppure le candide ammissioni degli israeliani quando ammettono che isis come nemico dei loro nemici è loro amico. come vede non ne riesce a mettere una giusta in fila e forse lei, che avrebbe avuto bisogno della signora che ha citato per spiegarle come funzionano le cose.

          • Bragadin a Famagosta

            non c’è partita..fossi il capo di questi quattro scannagatti… poitier, maria ecc li licenzierei per manifesta inferiorità…

          • colzani

            in effetti lavorare con una armata brancaleone come quella è disarmante, la mano sinistra non sa quello che fa la destra. come gli avranno presi tutti questi nobel… e poi penso ad obama.

          • Gian Paolo Cardelli

            Che sia una dittatura lo afferma la composizione delle Istituzioni ed il grado di subordinazione che hanno con il dettato coranico: se arriva a negare questo allora puo’ anche affermare che in URSS c’era il non plus ultra della democrazia, in fondo si chiamavano “repubbliche” e si votava, no? ma che scemenze va scrivendo pur di difendere le sue paranoie??? Se poi non conosce la relazione tra canoni abramitici e le tre religioni monoteiste che ne sono derivate il problema è della sua ignoranza.
            Patetico il suo ultimo tentativo di scantonare: è stato lei a definire “combattenti per la libertà” i movimenti islamici finanziati dall’Iran, facendo così ridere i polli….

          • Strottz

            Si è capito niente! Insomma, chi vorresti prendere a calci in culø? Il figlio di puŧŧana, il cane o uno sŧronzo?

          • colzani

            iniziamo con gli sŧronz, quindi tu sei in prima fila poi i cani e poi il figlio di puŧtana.

          • Strottz

            Ti prendo a calci io e cosi sbrighiamo tutto in una volta sola, che ne dici?

          • colzani

            hey struntz, che succede? fai l’ebete che non capisci e poi ti stizzisci se faccio un ordine di priorità? non t’arrabbiare, resti una m3rda peggio di quei figli di putŧana che abbandona i cani, ma se vuoi “sbrigarla” non sono io ad impedirti di soddisfare le tue frustrazioni. considerami preso a calci. te-ta

          • Zeneize

            Tutte le cose insieme: te, piatto-preferito-nel-nome. Se ci lasci l’indirizzo possiamo organizzare.

          • Anita Mueller

            L’unico citrullo sei tu!

        • Buba17

          fossero davvero nazisti di islamici ne resterebbero ben pochi.

          • Bragadin a Famagosta

            i nazisti persero…ocio..ocio

          • Buba17

            persero anche i nazisti islamici contro israele

          • Bragadin a Famagosta

            tu dovresti parlare quando piscia la gallina

      • colzani

        non solo, ma toglòiergli definitivamente gaza marine, sterilizzare tutte le bambine e radere al suolo tutte le abitazioni e sostituirle con una tendopoli sullo stato che gli rimane, ovvero quel 30% che l’ONU destinò al 70% della popolazione. adesso che sei venuto nelle mutande torna a recitare i versetti satanici del talmud, ratto infetto.

        • Gian Paolo Cardelli

          Chiuda il becco, paranoico lavacessi: queste idiozie stanno solo nella sua fantasia malata, non nella realtà

          • Anita Mueller

            Su questo blog l’unico malato sei tu, purtroppo!

          • colzani

            ecco il nano che si è congedato dall’esercito con il grado di ufficiale spiegarci la divisione della palestina abitata dall’80% di arabi e dal 10% di ashkenaziti al 1947, e trasformare l’assegnazione del 70% delle terre ai sionisti in “fantasia malata”. guardi che non sono io quello che gioca con i trenini elettrici…

          • Anita Mueller

            Ben detto, colzani!

          • Gian Paolo Cardelli

            E riecco il lavacessi paranoico ipocrita che blatera di “popolo palestinese” senza fornirci uno straccio di fonte che ne testimoni l’esistenza prima del 1967…

          • colzani

            ancora con sta storia? faccia così non c’era popolo palestinese ma le terre erano occupate da arabi ai quali è stato sottratto il 70% della terra per darla agli immigranti ashlenazi. prego iddio che tutti la feccia africana che emigra in italia trovi una banda di criminali che gli regali tutta roma. inshallah cardelli.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ancora con questa storia perché il “popolo palestinese” è e rimane un’invenzione araba del 1967.

          • colzani

            va bene cardelli. non c’è popolo palestinese. come è finito quel 70% di terre arabe agli immigrati ashkenazi?

          • Gian Paolo Cardelli

            “ARABE”? Erano terre TURCHE OTTOMANE, lavacessi.

          • colzani

            stupida ¢hecca, gli ottomani avevano conquistato la palestina le cui terre rimanevano di proprietà dei rispettivi possessori, arabi e altre etnie, compresi mussulmani, ebrei e cristiani (gli ebrei possedevano al 1917 meno dello 1% degli immobili contro un 5% dei cristiani e il resto era in mano a proprietà islamiche). ma cardelli è convinto che nel momento in cui l’inghilterra ottenne il mandato di palestina tutte le proprietà vennero trasferite a HM, non è così stupido contabilino?
            io lavando i cessi imparo, lei giocando con le sue piste dei trenini rimane un nano ignorante.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ha già provato con questi argomenti, e continua a dimostrare la sua ignoranza, confondendo la proprietà PRIVATA di un terreno con la giurisdizione STATALE: secondo questa sua allucinazione, lavacessi, se un cittadino inglese acquista un terreno in Italia questo diventa territorio britannico… torni a lavare i cessione, ignorante.

          • colzani

            il territorio era sotto giurisdizione inglese ma di proprietà di arabi. la proprietà privata è inviolabile. è lei che non capisce un ¢azzo come al solito.
            il ragionamento sulla proprietà degli immobili per fare capire ad un celebroleso come il nano cardelli che gli oltre 600.000 zingari ashkenazi che invasero la palestina non erano proprietari delle terre che i legittimi residenti arabi avevano. questi zingari non erano diversi dalle migliaia di rom che accofliete a roma, dalle decine di migliaia di negri che campeggiano per le puzzolenti vie della capitale. le organizzazioni ebraiche iniziarono a iniettare soldi fino ad acquistare il 7% dei territori arabi (forse erano loro che credevano che comprando terre sarebbero di diritto diventate israeliane!). quindi è il caso di dire 600.000 zingari senza patria si impossessano del 70% di territori di proprietà di arabi. una terra che al 1917 ospitave meno di un milione di persone era già nei piani sionisti destinata ad accogliere 9 milioni di persone. tutti uno sull’altro. un nano non ci potrà mai arrivare…

          • Gian Paolo Cardelli

            Un lavacessi invece non potrà mai capire la differenza descritta: per questo continua con un argomento che fa ridere i polli… Ci dica, lavacessi: quando a seguito di qualche conflitto in Europa un territorio cambiava di Paese, i proprietari PRIVATI di terreni inclusi nel territorio conquistato venivano SEMPRE eliminati e sostituiti con persone appartenenti al Paese vincitore, oppure restavano proprietari dei loro appezzamenti?
            E’ quindi il caso di dire che finchè continuerà a confondere la proprietà privata con la giurisdizione statale lei continuerà a fare la figura dell’ignorante irreversibile!

          • colzani

            infatti lei ha appena svuotato quel sacco di m3rda che tiene al posto della testa per vomitare un’altra delle sue minch1ate. la proprietà privata è un diritto inviolabile e solo in alcuni paesi “socialisti” questa venne alienata. la mia terra se domani gli austriaci dovessero riconquistare Milano resta di mia proprietà e la giurisdizione statale (LOL) astrae dal possesso privato. stupida capra, è proprio la mia ignoranza che mi stimola a studiare ed informarmi. lei probabilmente, come tutto il letame che infesta i forum si costruisce la cultura con feisbuc e wiki. piccolo nano pietoso.

          • Bragadin a Famagosta

            vedo che la famosa gang dei “marocchini” è stata sostituita da quelle dei senegalesi…ma la macchina ce l’ha ancora?

          • colzani

            ho parcheggiato vicino ad un cartello segnaletico e lo hanno smontato credendo fosse un optional dell’auto. ho le lacrime agli occhi…

          • Marco_Seghesio

            Mi risulta che, tra i piantoni, facenti parte del servizio, a rotazione il piantone-bagni (detto comunemente “piantone cessi” o, appunto, “lavacessi” o, in marina, “serpante”), toccava a tutti, a rotazione. Mi risulta che nelle accademie americane, almeno in passato, toccava anche ai cadetti “plebes”.

          • colzani

            il cardelli era ufficiale dell’esercito (non si sa dove) e gli si spappola il fegato a veder il lavacessi colzani in piazza novelli argomentare le sue idiozie.

          • Marco_Seghesio

            Negli Alpini si diceva che “alpin fa grado” (anche pulendo i cessi).
            Presumo anche in Aeronautica 😉

          • colzani

            vero! il cardelli avendo servito come ufficiale afferma che non ha mai pinciato, lavato cessi o montato doppia o tripla guardia. cardelli crede che gli ufficiali siano una “specie” protetta, privilegiata.

          • Gian Paolo Cardelli

            Povero illuso: sarà il suo fegato a fare una pessima fine se continua ad ignorare la realtà.

          • Bragadin a Famagosta

            in verità è il generale Buttiglione in incognito

    • Luigi

      E quello che fanno da tempo

  • Buba17

    questo articolo sembra nato in un mondo parallelo dove tutti gli islamici sono contro israele. proprio lo spostamento dell’ ambasciata usa a gerusalemme ha dimostrato che ai paesi arabi importa più poco o niente della “situazione palestinese”, preoccupati come sono dall’ espansionismo dell’ iran.

    • Maria

      Mi congratulo vivamente per il suo ecellente commento rispondente alla realta dei fatti in mezzo ad un branco di idioti .Maria

      • Zeneize

        Heute geht immer noch bergab, nicht wahr, dumme Ratte?

    • Bragadin a Famagosta

      scusa buba dei gamberi…ma perchè i tuoi likes sono anonimi? amici tuoi? :-))

      • Zeneize

        Cardelli e Maria *stranamente* hanno messo i like al diversamente intelligente “buba” LOL.

  • Bragadin a Famagosta

    una guerra tra Israele e Gaza è come una guerra tra USA e San Marino.

    Perchè non diciamo invece che Israele ha intenzione di fare un nuovo massacro a Gaza solo per provocare l’Iran ?

    • HappyFuture

      Se volessero “difendere” i Palestinesi nella Striscia di Gaza, ci impianterebbero una base militare ONU. La vastità del territorio della striscia potrebbe contenere tutta la base. Fatte le dovute proporzioni, se l’area del Monte del Tempio era la sede della Decima legione Romana, la Striscia di Gaza può essere la sede di una missione di pace ONU.
      Buona giornata.

      • Buba17

        eh si ce li vedo proprio i prodi caschi blu chiedere cortesemente ad hamas di non lanciare razzi su israele

        • Anita Mueller

          Ma tu chi sei? Nullità completa!

          • Buba17

            sai che è vero, basta guardare come si comportano in libano.

          • Bragadin a Famagosta

            basta vedere come vi comportate voi in Cisgiordania

          • Gian Paolo Cardelli

            Come testimonia quella fonte indiscutibile di Pallywood…

          • AlbertNola

            In Cisgiordania ci sono solo terroristi.

    • Gian Paolo Cardelli

      Perché è un’emerita fesseria.

      • Anita Mueller

        Le uniche fesserie sono solamente quelle che dici tu e gli amici di Arimane!

    • Maria

      Ma la smetta di farneticare ignorante di storia!!!Maria

    • AlbertNola

      Gaza va rasa al suolo!

      • LC

        Arriverà la vostra Norimberga, mio caro nazi-hasbara-troll. E io mi assicurerò che dietro il banco degli imputati, all’Aia, ci sia anche tu.

  • HappyFuture

    Articolo FARCITO di invenzioni. “Come:E la stessa marina (Israeliana) ha ribadito che sia Hezbollah che Hamas hanno aumentato la propria “capacità navale”. ” E quanti incrociatori, quante portaerei hanno Hezbollah e Hamas, che possono “minacciare” Israele” ? E quante piattaforme petrolifere ha Israele al largo che possono essere attaccate da terroristi in “gozzi”?
    Quello che è “vergognoso” è che la comunità internazionale si è dimenticata della striscia di Gaza. E’ diventata una “riserva palestinese”, al meglio; un “campo di concentramento” king-size, al peggio. Dove i carcerieri entrano ed escono a piacere.
    Israele dev’essere RIPENSATO, come stato del 2018! La continuità storica di questo Popolo e Paese NON è quella che la sua storia suggerirebbe.
    Buona giornata.

    • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

      I musulmani buoni sono quelli che non esistono più. L’ideologia islamica va combattuta senza se e senza ma. W San Pio V

      • Maria

        Direi tolleranti e rispettosi. Ce ne sono purtroppo troppo pochi e molto spesso minacciati di morte. La maggioranza dei lettori e imbevuta da un odio senza fondamento a v causa dello loro crassa ignoranza sull Islam credendo l Iran democratico e meno criminale dei Sauditi.Maria

        • colzani

          uscite da riyad stupide capre israeliane, quei “troppo pochi” sono la totalità che voi terroristi vorreste far passare come la minaccia di invasione saracena.. siete stati smentiti e sbugiardati troppe volte per essere credibili e soprattutto, siete israeliani. chi vi crede?

          • Strottz

            Ma quanto ti pagano per scrivere ste caxxate?!

          • colzani

            abbastanza bene. parla ai tuoi capi, io sono disponibile ma però mi dovete togliere dai ¢oglioni quelli che attualmente lavorano per la causa sionista perché, onestamente, invece di aiutarla mi sembrano facciano di tutto per metterla in un angolo. i prezzi li sai, fatemi un’offerta.

          • Strottz

            Nessun’offerta. Stai andando benissimo così.

          • colzani

            peccato. allora siete destinati a fare le solite figuracce. avrei preferito lavorare per degli zingari… tappandomi il naso. continuerò a farmi pagare dai cammellieri.

          • Zeneize

            Meno male che ti piace, piatto-preferito-nel-nome. Ma ora non proverai mica a tacchinarlo neh? Sappiamo che gusti hai!

          • AlbertNola

            Tu magrebino, tu mangiare sempre couscous?

      • HappyFuture

        La nuova Lepanto!
        Ma stavolta si difende Israele!
        Wow… antistorico!

      • Divoll79

        Anche a costo di fare genocidio di un popolo sulla sua stessa terra? No, questo e’ puro assassinio. Anche se odio l’Islam.

    • Mario Marini

      Lei non si nasconde nemmeno, rappresenta in toto la sinistra antisemita, terzomondista e islamofila, malgrado le urne la abbiano spazzata, lei persiste in tutta la sua arroganza

      • Bragadin a Famagosta

        io sono di destra e dico che happy ha ragione

        • Maria

          Cosa sa sull islam sciita e sul manifesto degli hizbollah?? Guardi che nel loro manifesto sta scritto in arabo ed in farsi questi passaggi veramente terribili e cioe ” NON RINUNCIAMO A CONSIDERARE ILLEGITTIMO QUALUNQUE GOVERNO CHE NON SIA ISLAMICO E QUINDI ABBATTERE QUALUNQUE GOVERNO NON ISLAMICO COSTRUITO SU TERRE STRAPPATE A SPESE DEI MUSULMANI E IN PASSATO ISLAMICHE. Si fara musulmano Bragadin A Famagosta????Maria

          • Vincenzo Ierino

            non nominare i nostri Martiri delle CROCIATE e prega che PUTIN possa reggere in quanto in Turchia hanno promesso di entrare a Gaza e gli Sciiti , notizia di oggi , hanno schierato i 300 in Siria e non esiste ne muro e ne aereo che tenga…e studiano i metodi di Titus Imperatoris ma , questa volta , senza BARATTI ……Quel che sara^ è nel disegno di Dio e noi umani , forse faremo solo in tempo ad intravedere il mesto bagliore

          • colzani

            scritto in farsi? ma quane menzogne scrivete in un giorno

        • Mario Marini

          Destra estrema, roba vecchia

          • Bragadin a Famagosta

            no niente estrema molto meno dei vostri fascisti yabotinski, begin, Shamir, Stern

          • Divoll79

            …Lieberman, Daian….

      • colzani

        ha finito il giretto al mercato sciura maria? ¢azzo, per voi idioti sionisti chi critica israele deve essere antisemita, comunista, fascista, nazista, islamista, vegan o animalista. ma quando ¢azzo crescete stupidi ratti?

        • Anton Chigurh

          Sono d’accordo con Colazioni. Per essere come lui basta essere un povero idiota, mica servono tutti gli altri epiteti. Per una volta gli do ragione.

          • Demy M

            Un altro ratto infetto che esce dalle fogne israeliane.

          • colzani

            grazie. ci capiamo.

          • Zeneize

            Forte questa, cagnetta puzzolente. Uno spiritoso gioco di parole basato sulla tua ignoranza dei pronomi. Sai anche contare fino a tre?

          • AlbertNola

            Tu amare Hitler? Tu amare oumini musulmani?

          • Anton Chigurh

            Con tua mamma di solito arrivo a 5

          • Zeneize

            Sappiamo tutti che sei gaio e non esattamente potente. Non nasconderti dietro a un dito, su, cagnetta.

          • AlbertNola

            Colzani è un ignorante antisemita, odia gli ebrei.

          • colzani

            odio anche i fruttivendoli ed è per questo che sono antivegano e lotto contro i barbeque domenicali nelle backyard delle case abitate da induisti.

        • Mario Marini

          Sionisti? La stessa terminologia che usano gli integralisti islamici che a parole qualcuno vuole combattere, forse solo a parole?

          • colzani

            sionisti. perché altro non siete. non definitevi ebrei perché è un insulto a chiunque sia spiritualmente coinvolto. sionisti. come vi chiamano gli integralisti non è affar mio, per quel che mi riguarda vi potrebbero anche chiamare fratelli.

          • Bragadin a Famagosta

            sionismo in se non lo trovo diverso dalla parola . Risorgimento..la differenza è che nessuno ha mai combattuto una guerra così barbarica e feroce come loro…

          • colzani

            correggo. questi non hanno mai combattuto. israele gli è stato regalato. le uniche azioni sono state quelle terroristiche dell’irgun che ha fatto stragi anche in europa.

          • Gian Paolo Cardelli

            Infatti tutte le guerre dal 47 in poi sono state in realtà partite di Risiko…

          • colzani

            le guerre dal 47 in poi imbecille sono dopo che la palestina venne regalata a questi codardi. a risico dal 47 combattevano – se il terrorismo possiamo definirlo tale – solo i sanguinari dell’irgun. proprio scemo più dell’immaginabile. ma non si vergogna?

          • Gian Paolo Cardelli

            La Palestina venne ASSEGNATA a DUE ENTITA’: una EBRAICA ed una ARABA I primi accettarono la spartizione, i secondi no, perchè la volevano tutta, tentarono di distruggere gli ebraici e ne vennero sconfitti. CI hanno riprovato tre volte e gli ha sempre detto male. L’ignorante che deve vergognarsi è quindi lei, lavacessi.

          • colzani

            la palestna doveva essere assegnata alle popolazioni residenti secondo il principio dell’autodeterminazione dei Popoli come da covenant. è con l’introduzione di un accordo tra due parti – balfour – che i soggetti assegnatari diventano zingari immigrati dell’est europeo. 600.000 nomadi invasero la Palestina e durarono la terra ai residenti. nano

          • Gian Paolo Cardelli

            E se quelle “popolazioni residenti”:
            1. NON C’ERANO;
            2. NON AVEVANO AVANZATO NESSUNA PRETESA TERRITORIALE;
            3. CHI L’AVEVA AVANZATA NON ERA “RESIDENTE” (parlo degli ARABI, lavacessi)
            A CHI AVREBBERO DOVUTO ASSEGNARE LA GIURISDIZIONE DI QUELLE TERRE???

            Il “furto”, come al solito, sta solo nella sua testa incapace di concepire la differenza tra PROPRIETA’ PRIVATA e GIURISDIZIONE TERRITORIALE, cosa a cui ormai ha abituato anche chi non legge…

          • colzani

            1 si legga i censimenti9 britannici e turchi: gli arabi al 1914 erano quasi 600.000 verso una popolazione di credo ebraico di 90mila unità 2 la pretesa territoriale nemmeno questi 90 mila la avanzarono ma bensì organizzazioni sovrannazionali non semitiche, per la precisione ashkenazi 3 il covenant prevedeva l’autodeterminazione delle popolazioni residenti pertanto – prima dell’invasione degli immigrati ashkenazi dal 17 al 47 – questa nazione che il mandato avrebbe dovuto creare avrebbe dovuto anche rispettare la composizione “etnica” o religiosa (semmai ci fosse mai stata) al tempo in cui la lega delle nazioni introdusse il concetto di casa nazionale per gli ebrei. la giurisdizione di quelle terre era in mano inglese e le proprietà per il 90% arabe. lo scopo del covenant era quello di creare una nazione autonoma autodeterminata partendo proprio dalla composizione organica del territorio che appunto, prima della dichiarazione di balfour era essenzialmente abitato da palewstinesi arabi, ebrei e cristiani. il furto chiaramente c’è stato perché gli arabi sono stati costretti ad abbandonare le terre, pertanto se la giurisdizione israeliana prevaricò l’uso del diritto di proprietà da parte dei proprietari arabi anche un deficiente capisce che l’esproprio, anche se giuridicamente non avvenuto (come per esempio accadde nei territori istriani occupati dai titini) di fatto è un esproprio in perfetto stile socialista. e andrebbe anche ricordato come il famoso criminale yugoslavo mosa dopo aver contribuito allo sterminio degli istriani raggiunse i suoi gratelli in israele. coincidenze…

          • Mario Marini

            Io NON sono ebreo, detesto Soros e Gad Lerner ma, il suo linguaggio è lo stesso di Erdogan, Morsi e Bin Laden…….

          • Bragadin a Famagosta

            il suo NON essere ebreo non è un problema..il suo guaio è che lei non è informato, non ha letto, non sa nulla, e pretende di parlare con gente che ne sa più di lei..almeno è cosciente del favore che le sta facendo Colzani?

          • Gian Paolo Cardelli

            Parlate di “popolo palestinese” ed accusate gli altri di essere ignoranti? Poveri noi…

          • Alox2

            Non c’e’ peggior cieco di chi non vuol vedere.

          • colzani

            né peggior m3rdoso di uno costipato come te, sŧronzo israeliano.

          • Alox2

            Stai zitto terrorista di mer.da.

          • colzani

            stupido israeliano, ricordati che a voi zingari è vietato insultare gli italiani e secondariamente ti ricordo che il terrorismo lo fate voi su queste pagine invocando a presunte ed ipotetiche velleità di conquista iraniane, invasioni turche, minacce di morte palestinesi, bombe libanesi. il terrorismo non si fa solo mettendo le bombe, quella è solo la prima fase della vostra strategia che è seguita dal terrorismo mediatico fatto anche da voi dissimulatori sayanim, celati dietro falsi nick recitando la parte dei commentatori italiani. posso stare zitto, ma terrorista rimani tu, sŧronzo israeliano.

          • Alox2

            O PIR.LA me se ti esalti al grido Israele (US) in fiamme? Compra lo zainetto e provaci come fanno i tuoi amici tagliagole invece di abbairer come i cani.

          • colzani

            si? dove lo hai letto? guarda il terrorista del forum come si chiama: https://uploads.disquscdn.com/images/68e8e5e6fb9bd2ddbe0a7ddf227af2315c08522fb006f10ab3994ca88e14a4a5.png

          • Alox2

            A volte la difesa e’ in attacco…paura coniglietto del terrore…nasconditi nei buchi.

          • colzani

            si è dimenticato hitler e gengis kahn, kaganovich e ben gurion?

          • Gian Paolo Cardelli

            Provi a chiedere a Colzani cosa intende lui per “sionismo” : le garantisco finora ore ed ore di risate…

          • colzani

            non lo deve chiedere a me ma alle organizzazioni sioniste come la WZO o la AZO, oppure all’AIPAC. scelga lei cretino, io sono solo un lavacessi, cosa vuole che sappia io più di coloro che si definiscono sionisti, non israelisti.

          • Gian Paolo Cardelli

            Lei è nato minorato mentale, se ne faccia una ragione… E’ PROPRIO PERCHE’ LA DEFINIZIONE DI “SIONISMO” INDICATA DA QUELLE DUE ASSOCIAZIONI E’ DEL TUTTO DIFFERENTE DA QUELLO CHE LEI SI OSTINA A FAR PENSARE CHE GLIELO CHIEDIAMO, LAVACESSI!!!

          • luigirossi

            ride bene chi ride ultimo,idiota

          • Gian Paolo Cardelli

            Non sarà certamente lei, viste le follie in cui crede.

        • Strottz

          Povero Coglzani, che tanto preso dal suo lavoro non si è accorto nemmeno del bollore di quest’ agosto.
          Gli, aiatolà (ayatollah) sti ratti infetti, ti stanno proprio mettendo sotto eh!

          • colzani

            mi sto pagando il leasing della db11

          • Strottz

            Ti hanno ridato la patente??

          • colzani

            no, faccio come voi zingari.

          • Strottz

            Mi fai venire una crisi d’identità!.. ma non ero israeliano??

          • Zeneize

            Tu sei solo piatto-preferito-nel-nome.

          • colzani

            una congrega di nomadi che da mezza europa invade una nazione non loro come li chiama? chi è senza patria e senza bandiera come dovrei chiamarlo? zingarandia non era appropriato e così l’avete chiamata israele.

          • Zeneize

            Ciao, piatto-preferito-nel-nome, niente da fare neanche oggi eh? Succhiato bene ieri notte? Preso tante botte e pochi shekel come al solito? Dovresti provare le donne, magari picchiano meno, ma purtroppo hai anche quell’altro problemino…

        • Bragadin a Famagosta

          nessuna parte in competizione può permettersi di sottovalutare le critiche che arrivano ..certo devi valutarle e scremarle da pregiudizi e concezioni ideologiche..loro no..loro di fronte ad una votazione tipica dell’ONU e ripetuta nel tempo che li vede soccombere contro 156 a favore di 2-3 , alzano le spalle e se ne sbattono–perchè? –sono arroganti si comportano come il boss mafioso intoccabile del quartiere…

          • Maciste Alpino

            Hai ragione, però l’Organizzazione delle Nullità Unite (nata Alleata ed Atlantica, ma ora palesemente “Terzomondista”, per usare un linguaggio desueto) che, in combutta, diventano unq Forza… beh, tra i 2 litiganti, godremmo a vederli andare entrambi, definitivamente, a…? ?

        • bruno

          non possono perchè sono come hai scritto

      • HappyFuture

        Sono ferocemente contro il PD, causa di tutti i mali e del degrado dell’Italia. Sostengo il governo col naso che ho otturato da quando me lo disse Montanelli…. E lei?

        • Bragadin a Famagosta

          lui difende israele indipendentemente ci sia un governo di destra o finto laburista…sono i veri talebani

          • AlbertNola

            Ama Israele e Netabyahu come te stesso. Ci danno il pane.

      • Divoll79

        Essere contrari ai metodi di Israele (politicamente parlando), pero’, non vuol dire affatto essere filoislamici. Non so Happy Future, ma io personalmente detesto con ogni mia fibra l’Islam e non vorrei neanche un solo musulmano in italia o in Europa, ma massacrare continuamente un popolo, derubarlo delle sue terre metro a metro per anni, e creare continuamente casini nel mondo per il proprio tornaconto non e’ accettabile. Oltre tutto, gli israeliani non sono nemmeno Cristiani.

        • Gian Paolo Cardelli

          Quel “popolo” di cui parla non esiste, non è massacrato e prima del 1967 nessuno lo citava: fu un’invenzione degli arabi per poter continuare ad accampare pretese su territori ormai persi.

          • Zeneize

            Ssh taci e impara, Fantozzi versione poveri.

          • colzani

            non persi… rubati. i sionisti non combatterono nessuna guerra. invasero la palestina gettando sulle sue sponde 500.000 zingari ashkenazi, acquistando attraverso una banca ebraica il 7% della terra araba e appropriandosi del70% del territorio palestinese. mi sembra che l’unica invenzione qui sia proprio israele

          • Gian Paolo Cardelli

            Rubati un cavolo: la risoluzione ONU as segnò meno della metà della REGIONE GEOGRAFICA al neonato stato ebraico, il resto gli ARABI lo persero perdendo tutte le guerre con cui speravano di riprendersi tutto!

          • colzani

            ma cardelli non è quello esperto di diritto internazionale? dovrebbe sapere che da norimberga è stato stabilito che non ci possono più essere pretese di conquista territoriale a seguito di guerre. ad ogni modo anche assumendo il fatto che gli ashke-nazi abbiano preso solo il 50% delle terre di palestina, quale assurda risoluzione ONU potrebbe prevedere che un orda di immigrati provenienti dall’est europeo si accaparri quello che l’80% della popolazione locale dovrebbe tenersi come legittimo diritto secondo il teorema dell’autodeterminazione dei popoli. dei popoli non degli zingari, perché l’autodeterminazione fa riferimento a regionalità, etnicità, cultura sul territorio e non a fantasie scritte su libri religiosi 2000 anni fa.

          • Gian Paolo Cardelli

            Che patetica dimostrazione di ignoranza!
            il diritto di conquista vale se il territorio preteso APPARTIENE GIA’ ad uno Stato riconosciuto, e tutta la Palestina ex-mandato britannico nel 1947 non era in questa condizione. La situazione dei confini alla fine della guerra del 1948 non derivò dalla risoluzione ONU, MA DALL’ESITO DEL CONFLITTO, che vide gli arabi sonoramente battuti! Il resto del suo intervento, essendo null’altro che sue elucubrazioni personali, lascia il tempo che trova.

          • Massimiliano

            urge un TSO,già normalmente è delirante, con il caldo è farneticante

          • luigirossi

            se un criminale ti prende la borsa puntandoti la pistola,e se quel criminale si chiama Israele non reagire:la borsa ormai è persa

          • Gian Paolo Cardelli

            La solita allucinazione di un fanatico ignorante.

    • Buba17

      quello che è vergognoso è vedere la comunità internazionale continuare a finanziare i terroristi di hamas.

      • Anita Mueller

        I soldi andrebbero usati per aiutare i poveri, in particolare i bambini che ingiustamente continuano a morire di fame in tutto il mondo. Però immagino che i citrulli come te non fiatano mai quando gli USA regalano soldi e armamenti ad Israele.

        • Buba17

          israele non avrebbe bisogno di tante armi se non avesse certi vicini. eppure sembra facile da capire.

          • Divoll79

            Si, come no…

          • Bragadin a Famagosta

            israele esporta armi da sempre

          • AlbertNola

            Israele esporta solo brevetti e cultura.

          • LC

            Oh, no, esporta anche un sacco di false-flag attack e tanto terrorismo fabbricato e reale. Oggettivamente, è il primo fra gli stati-canaglia sulla Terra. La lunga lista di violazioni commesse, ca va sans dire, è lì a testimoniarlo…

          • Zeneize

            Se lo capisci tu, con quel cervellino, probabilmente è sbagliato…

          • LC

            Balle. Israele ha sempre condotto guerre di aggressione. Il giorno in cui sarà sottoposta ad embargo sarà sempre un giorno giunto tardivamente.

          • Zorz.zorz

            Buon di. Anche il 15 maggio 1948 Israele attaccò… Vero? Sicuramente a lei ” torna” così….

          • LC

            Assolutamente sì. Con l’aiuto dei Britannici. Se Lei si degnasse di andare oltre la narrativa di parte, scoprirebbe tante altre cose, oltre agli odiosi quanto risaputi crimini di guerra compiuti dai terroristi dell’Irgun e dai mercenari dell’Haganah (il massacro di Deir Yassin in testa, ma non solo).

          • Zorz.zorz

            Con l’aiuto degli inglesi fecero saltare l’Hotel re Davide, vero?.,.

          • LC

            Eh sì, aiutami a ricordare… chi scrisse la dichiarazione Balfour, e a chi era indirizzata? Avanti, sono certo che saprai rinverdire la mia memoria.
            Che i sionisti siano talmente viscidi da mordere la mano che li ha nutriti è cosa nota… (vedasi il f.f.a. alla USS Liberty nel ’67, giusto per citare il più celebre).

          • Buba17

            ah si? tipo quale?

          • LC

            Tipo tutte. Chi conosce la storia, non parla in malafede, o non è vittima di un (auto-)lavaggio del cervello lo sa bene. Per il delirio sionista, Eretz Israel val bene una guerra, anzi cento.

          • Buba17

            chi conosce la storia sa che le guerre le hanno iniziate e perse tutte gli arabi. gli altri si limitano a ripetere a pappagallo la propaganda araba.

          • Zorz.zorz

            Secondo la sua storia magari il 01091939 fu la Polonia ad attaccare…..

          • LC

            No, ma sono sicuro che fra cinque minuti lei aggiungerà che, in base ai fatti dell’Olocausto, il governo Israeliano ha il diritto storico di bombardare abitazioni civili ed uccidere bambini e donne incinte (come accaduto solo qualche giorno fa)… Che Hasbara stantia, suvvia! Se non è il senso di decenza a fermarvi (assente, evidentemente), che lo sia almeno il senso del ridicolo.

      • Maria

        E l Europa l Iran che li sostiene. Sauditi e sciiti sono entrambi pericolosi.Maria

        • Divoll79

          Mai quanto israele.

      • Demy M

        Anche i contribuenti americani finanziano i terroristi israeliani con circa 5mlrd$ ogni anno.

        • HappyFuture

          Che fanno? Sottoscrivono una specie di 8 x mille?

          • colzani

            l’8 per mille è volontario. questi sono finanziamenti che il 99% degli statunitensi non sa neppure che sta facendo. d’altronde da alcuni poll risult6a che oltre l’80% non sa dove si trova la grecia. quasi il 50% degli americani ha problemi a definire le dinamiche del moto dei pianeti e un 27% non è in grado di dirle se è la terra che gira intorno al suo astro!!!

          • Gian Paolo Cardelli

            Sarebbe interessante vedere le stesse percentuali negli altri paesi, lavacessi…

          • colzani

            certo stupido nano. solo lei non le conosce. inoltre gli aiuti che vengono devoluti agli “altri paesi” non sono aiuti militari ma spesso aiuti economici con vincoli e condizioni molto rigide e gran parte sono sotto forma di forniture materiali. quante cose si imparano lavando onestamente i cessi… lei la smetta di farsi le seghe sui suoi trenini elettrici e forse qualcosa in quella zucca pelata qualcosa ci entra.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma davvero? e perché non ce ne fa vedere qualcuna, di queste percentuali? SE poi considera non rigido il fatto che l’80% degli aiuti militari USA vanno impiegati per acquistare da aziende americane, direi che il suo grado di fanatismo è pericolosamente vicino a quello della fede islamica integralista…

          • luigirossi

            ti informo,cane idrofobo,che quello di lavare i cessi è un mestiere dignitoso.Mestieri da sozzo criminale sono quello di strozzino e quello di generale israeliano.

          • Gian Paolo Cardelli

            La informo, patetico essere, che i suoi tentativi di insultare il prossimo suscitano solo profonda compassione.

          • Massimiliano

            meno male che c’è lei ad illuminare il mondo con la luce del suo sapere…

        • Bragadin a Famagosta

          a fondo perduto

          • AlbertNola

            Anche voi palestinesi dovete amare Israele, la culla della democrazia.

      • Divoll79

        A dire il vero, nessun altro stato al mondo ha mai ricevuto tutti i finanziamenti internazionali che ha ricevuto e riceve Israele. Non dica fregnacce.

        • Gian Paolo Cardelli

          Si vede infatti dall’uso finale di quegli aiuti, chi li usa con profitto e chi ci costruisce solo la propria ricchezza…

          • colzani

            il profitto della guerra. nano ipocrita, lei è peggio di quei figli di puŧŧana che abbandonano i cani in autostrada.
            sarebbe bello vedere la creazione di zingaronia a roma. una bella risoluzione ONU che imponga che queste povere popolazioni oppresse in ogni angolo d’europa possano finalmente avere una “casa nazionale” proprio laddove cardelli risiede. Roma per i Rom!

          • Massimiliano

            infatti comandano i casamonica

          • luigirossi

            I casamonica comanderanno a casa tua,idiota.A casa mia comando io.

          • Massimiliano

            ma cosa vuoi comandare,sfigato

          • luigirossi

            se a casa tua comandano i casamonica lo sfigato sei tu

          • Gian Paolo Cardelli

            Dove lo vede il “profitto della guerra”, lavacessi che non sa di cosa parla? con gli aiuti USA Israele fa prosperare se stessa e la sua popolazione, mentre i “palestinesi” li usano solo per far arricchire i suoi sedicenti “leaders”.
            E la sua allucinazione non ha alcun modo di vedere la luce: Roma FA GIA’ PARTE DI UNO STATO RICONOSCIUTO, cosa che la Palestina sotto mandato britannico NON ERA… che ignoranza, poveri noi!

        • Buba17

          Ne riceve dagli usa, come paese alleato.

          • Bragadin a Famagosta

            anche la turchia è alleata degli USA….
            :-)))

          • Dario Asso

            Anche l’Italia

          • Divoll79

            E dalla Germania.

          • Bragadin a Famagosta

            dicevo turchia perchè oggi è trattata in modo diverso..era ironico

          • Buba17

            la turchia non è stata oggetto di tre attacchi di paesi vicini per porre fine alla sua esistenza.

        • Massimiliano

          errato,i pallestinisti ricevono ogni anno fiumi di denaro prontamente sotratti dai loro leaders in esilio,arraffat ha fatto scuola

      • Zeneize

        Mi sa che ti confondi coi finanziamenti al valoroso tsahal, o coi tuoi clienti che vengono da tanti paesi diversi e raccontano storielle da ubriaconi.

        • AlbertNola

          Tu magrebino, va’ in Israele a farti dare lezioni di democrazia.

          • Zeneize

            Va’ a farti dare delle cappellate, almeno per un po’ eviti di scrivere le tue cretinate.

      • Natalis

        Hamas non e’ che una filiazione della fratellanza musulmana, sono estremisti wahabiti, e Nasser, finche’ ebbe controllo sulla striscia li combatte’. Poi quando subentro’ Israele dal 1967 ecco che Hamas fu lasciata prosperare da nuovi occupanti. Dal Wall Street Journal:
        https://uploads.disquscdn.com/images/69933d26effd70ba09ca5dc0d79d0ea2955980cc0af2ad80ee0f4ad07c821c64.jpg

    • Maria

      Purtroppo sono ignoranti in materia di Islam sciita considerato piu tollerante di quello saudita niente di piu falso. Infatti in Italia e nato un b nuovo movimento islamico fondato da un italiano convertitosi all islam e basato SUK errore sul purp scusate il mio computer va in tilt!! Ripeto e basato sull ISLAM puro chiamato AHL AL BAYT. Questo movimento e nato nel 2007 e difende la politica attuale di SAYYED ALI AL KG KHAMAINI lo strenuo difensore del il “WALI FAQI”. A questo movimento diffuso in tutta Europa soprattutto in Italia si sono associati jihadisti sunniti favorevoli all Islam puro cioe l insegnamento islamico della dottrina tradizionale .Maria

      • Strottz

        Più che andare in tilt direi che è posseduto. Prova a portarlo da un esorcista…e già che ci sei….

        • Zeneize

          Ti sei già infilato quel pentacolo nel sedere oggi? Ti piace eh?

          • AlbertNola

            Tu essere gay?

          • Zeneize

            No, mi spiace, ma prova con piatto-preferito-nel-nome: è noto in questo forum per quelle cose là.

      • Zeneize

        Il tuo computer non va in tilt, è il programma di traduzione simultanea che non funziano error che non funziona.

    • Gian Paolo Cardelli

      Gaza confina anche con l’Egitto: è diventato “sionista” anche questo Paese?

      • colzani

        idiota, non solo non è mai stato in israele ma non legge neppure i suoi giornali. mai sentito parlare della philadelphi route? del buffer zone controllato da israele? certo, un ufficiale dell’esercito come lei queste cose non è tenuto a conoscerle.

        • Gian Paolo Cardelli

          E lei non ha mai saputo che quella route è sotto controllo Egiziano DAL 2005, lavacessi?

          • colzani

            errato. il rout6e è sotto giurisdizione egiziana ma il controllo è israeliano ed è stata definita proprio da un trattato di pace tra israele e egitto. l’unico accesso è quello di rafah che anche se gestito dalle autorità egiziane necessita dei visti e lasciapassare vidimati dal governo israeliano. infatti tutti gli aiuti umanitari destinati a gaza devono necessariamente passare per il vaglio israeliano anche se scorrono attraverso rafah. nano

          • Gian Paolo Cardelli

            E come farebbe Israele ad esercitare quel CONTROLLO ovvero il rispetto delle vidimazione e quant’altro, se le sole forze sulla Route sono EGIZIANE? Lavacessi.

          • colzani

            ma è scemo? quella striscia era sotto controllo israeliano fino al 2005. ora è terra invalicabile se non attraverso l’unico confine a rafah che permette il passaggio di uomini e merci solo sotto la presentazione di documenti vidimati dalle autorità israeliane. nano.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma lei è demente o cosa? È COME FA ISRAELE AD ACCERTARSI CHE È COSÌ VERAMENTE, SE I SOLDATI SONO SOLO EGIZIANI???

          • colzani

            oddio, israele dovrebbe accertarsene? tutto quello che esce ed entra a gaza è sotto il controllo israeliano. anche gli egiziani necessitano delle autorizzazioni emendate dalle autorità israeliane. troppo difficile da capire?

          • Massimiliano

            bugiardo ,l’egitto ha chiuso volutamente e arbitrariamente gli accessi a gaza

          • Gian Paolo Cardelli

            Quindi se lei dovesse vietare a suo figlio di drogarsi affiderebbe il compito di verificarlo al pusher, obbligando però quest’ultimo a consegnare a lei la droga, così lei PRIMA la segna con una sua firma…

          • colzani

            ma lei è scemo! il confine con l’egitto era sotto la gestione israeliana fino al ’05 e gli accordi prevedono che quella fascia rimanga non solo invalicabile ma off limit. significa che in nessun punto sul confine gazaegiziano è possibile addentrarsi in quel territorio. gli accordi prevedevano che rafah divenisse l punto frontaliero che gli ingressi fossero monitorati da israele e dalla comunità europea di concerto con le autorità palestinesi. ora nella sua testa malata non so chi per lei è il pusher, chi il padre e chi il figlio drogato.

          • Gian Paolo Cardelli

            In quella zona NON C’E’ PERSONALE ISRAELIANO, MA SOLO EGIZIANO. Ora, anche se è un concetto che la sua ignoranza non le permette di assimilare in pieno: se non ci sono addetti israeliani al controllo, ma le merci in transito devono essere vidimate/autorizzate dagli israeliani stessi, COME FANNO GLI ISRAELIANI AD AVERE LA CERTEZZA CHE TUTTE LE MERCI SONO EFFETTIVAMENTE VIDIMATE? Eppure non è un concetto difficile…

          • colzani

            sentirsi dare dell’ignorante da un nano è un complimento. secondo il minuscolo Cardelli l’esercizio di controllo frontaliero deve essere esercitato da personale israeliano quando le ho specificato che gli accordi con Egitto prevedono che i nulla osta per il transito dei residenti palestinesi e tutte le merci passino per le autorità israeliane. capisco, concetti difficili per un pensionato contabile dedito a montare piste per i trenini. imbecille, o l’Egitto rischia l’inadempienza sui termini pattuiti oppure i suoi soldati devono solo verificare che le autorizzazioni di transito portino i sigilli di telaviv. btw solo il 10% di tutto il traffico a Gaza passa per rafah

          • Gian Paolo Cardelli

            E sì che il concetto è facile da capire… MA SE NON CI SONO PERSONE ISRAELIANE A RAFAH, come fa Israele a verificare che “qualcosa” passi senza il visto di Tel Aviv: PRIMA LE MERCI VENGONO PORTATE IN ISRAELE E DOPO RIPORTATE A RAFAH???? Ci arriva a capirlo che è una “garanzia” ridicola, oppure siamo oltre il suo sicuramente basso QI level???

          • colzani

            ex ufficiale? LOL! un militare ha un incarico con delle consegne, se deve verificare che una merce abbia tutte le autorizzazioni da parte delle autorità che esercitano il controllo delle importazioni, solo un deficiente può scrivere che le merci devono andare in israele prima. se solo il 10% di tutto l’import a gaza passa da rafah chiunque dotato di capacità celebrali mediocri arriva a capire il perché. per il cardelli che ha un “QI” altissimo invece riconduce il tutto alla cattiveria dell’egitto, il quale non esercita tassazioni sulle transazioni commerciali e che non ha implementato embarghi, se non quelli endorsati ed implementati da UE e israele. lo so, concetto un po’ più complesso del semplice mettere insieme la pista dei suoi trenini.

        • Bragadin a Famagosta

          io sono stato in Israele..Natale 2009 a Gerusalemme non c’era un simbolo cristiano neanche un alberello di Natale, il gestore dell’Hotel ci disse di non poterne mettere neanche uno nell’atrio…perchè passava una specie di squadra di buon costume talebana, che avrebbe tolto il simbolo kosher all’hotel.Nei giorni successivi una volta alla prima colazione, il cameriere si è rifiutato di portarmi un po’ di latte fresco con la scusa dello Shabat..e poi parliamo di fondamentalismo?

          A Capodanno tutto buio in Città…siamo andati a letto alle 11.

          • colzani

            lei è un comunista! peggio un fascista! anzi no un filoislamico fondamentalista! come può scruivere queste cose dopo quello che sappiamo essere accaduto con la shoa?

          • Bragadin a Famagosta

            posso scrivere ste cose perchè i delinquenti non hanno nazionalità..ed anche perchè ai familiari di Falcone e Borsellino, pur avaendo subito ciò che sappiamo non è consentito ammazzare i vicini di casa solo per passati torti subiti…

          • AlbertNola

            Tu amare nazisti?

          • Chris LXXIX

            Vedi che se andavi a Tel Aviv invece che a Gerusalemme, magari il Capodanno lo festeggiavi. O no? :-)

          • Bragadin a Famagosta

            i tassisti , con facce da galera, offrivano il trasbordo a 80 euro a tratta..bontà loro…

          • AlbertNola

            Ama gli ebrei come te stesso!

          • Antonio Fasano

            Peccato che gli Ebrei siano stati massacrati innanzitutto dagli Israeliti.

          • AlbertNola

            Grande Antonio, come sempre. Sei ancora latitante?

          • Massimiliano

            probabilmente per risparmiare in quanto lei è notoriamente un poveraccio avrà preso un taxi abusivo guidato da un arabo

          • Natalis

            Le cose piu’ assurde che ricordo dello Shabat a Gerusalemme erano i bancomat che non funzionavano ed alla colazione in albergo la macchinetta automatica per fare il caffe’ non funzionante e coperta con un telo rimpiazzata con una grande tanica di acqua calda con un piccolo rubinetto sotto che la faceva cadere per gravita’, apparentemente quella si compatibile con le disposizioni religiose.

          • Massimiliano

            bugiardo e pure in malafede,persone come te israele non l’hanno mai visto nemmeno in cartolina

          • colzani

            via di nazareth e betlemme in tutta israele il natale è un giorno come un altro. qualche babbo natale (nulla a che vedere con la tradizione cristiana) nella città vecchia di jerusalem. per il resto come aspettarsi festeggiamenti da chi odia il cristo e se ne prende beffe perfino sui canali televisivi nazionali (toffee and the gorilla)

      • HappyFuture

        Gaza x 4 km confina con l’Egitto! Israele pensa di avere un lasciapassare. Fino a fare tabula raza.

      • 1n0

        che siano diventati alleati, come anche i sauditi e molti altri paesi sunniti, non è certo un mistero. tutti uniti contro gli sciiti, che per quanto ne so non rompono le palle e in siria hanno buttato sangue per fermare quelle canaglie del daesh.

        • Gian Paolo Cardelli

          E quindi sono diventati anche loro “nemici dei palestinesi”?

          • 1n0

            non ne ho la minima idea. amici, nemici, io qui vedo solo interessi.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ecco appunto: interessi, non semplice “lotta al sionismo”, e se andiamo a vedere l’entità dei conti in banca dei “leaders” palestinesi” l’interesse principale salta fuori immediatamente…

    • Marco_Seghesio

      Beh se parliamo anche di Israele, non avendo anch’essi “incrociatori” o “portaerei”, in questo tèatro dobbiamo cassare del tutto il concetto di obiettivi “navale”. Se ben ricordo, quando nel 1967 una motomissilistica OSA egiziana attacco quella israeliana è stata considerata nel Medio Oriente una “battaglia navale”, tipo lo Jutland o il Mar delle Filippine ?

    • Vincenzo Ierino

      La marina di Israele è buona a massacrare qualche pescatore che , su una barca di legno , cerca di pescare per portare qualcosa alla sua famiglia …è successo tante volte ma i mass-media non riportano queste notizie .

  • Atea Devota

    L’antisemitismo vomitevole che fa fare il tifo per i barbuti terroristi è il top. Quanta imbecillità…

    • Pelzen

      Credo tu stia prendendo lucciole per lanterne.

    • Zeneize

      Mi sa che sei nel forum sbagliato, prova qualche forum di Pokemon per ritardati.

    • Bragadin a Famagosta

      si sono tutti sporchi nazisti…
      :-)

  • Pelzen

    Ma che senso avrebbero i missili lanciati da Hamas (???) sui sionisti? Forse per ricordare loro di bombardarli e di fare altre stragi o cos’altro?

    • colzani

      questa è una domanda troppo difficile per i celebrolesi. :-)

    • Gian Paolo Cardelli

      I missili lanciati da Hamas hanno l’unico scopo di dimostrare al mondo che esiste il “problema palestinese”, che deve quindi continuare ad essere finanziato dalla Comunità internazionale, così i “leaders palestinesi” possono continuare ad arricchirsi grazie agli imbecilli antiisraeliani che non vogliono vedere la realtà.

      • colzani

        ecco perché il “mondo” finanzia israele con 4500 milioni all’anno. il regime sionista ringrazia sentitamente hamas!

        • Gian Paolo Cardelli

          Lei è talmente malato da non capire che finita la minaccia contro Israele quei soldi non avrebbero più bisogno di essere elargiti: troppo pieno di odio per poterlo capire.

          • colzani

            4500 milioni all’anno “non avrebbero più bisogno di elargire”? ma è scemo di suo o lo fa apposta? quelli sono soldi regalati con i quali israele con i quali israele ha potuto divenire la potenza militare che è. senza aiuti dalla comunità internazionale, senza che la comunità internazionale gli avesse regalato il 70% della terra su cui abitava il 70% dei palestinesi, oggi gli israeliani sarebbero ancora a tagliare diamanti e a riparare pentole di ramje. 4500 milioni regalati cardelli, regalati. solo un idiota come lei rinuncerebbe a quasi 200 miliardi regalati dagli USA negli ultimi 70 anni.

          • Gian Paolo Cardelli

            Quei soldi permettono ad Israele di sventare minacce militari: finite queste non ci sarebbe più bisogno di elargirli. Se non riesce a capirlo è un problema della sua mente malata.

          • colzani

            lei è un ufficiale dell’esercito. faccia la conta di quanto sono costate le “sventate minacce” e quanto è rimasto in cassa. e si ricordi che il rpogetto iron dome non è comprensivo dei soldi elargiti per queste minacce. 4500 milioni all’anno. aspetto la conta.

          • Gian Paolo Cardelli

            E lei pretende di essere credibile con queste ipocrisie? Esisterebbe Israele senza le FF. AA. che ha? Sono queste le “minacce” a cui facevo riferimento, cosa comprensibile da chiunque non sia un ipocrita, appunto…

          • colzani

            povero ufficiale dell’esercito… ma quale nazione esisterebbe senza le ffaa? la differenza è che nessuno riceve il 25% del suo budget militare da altri stati! lei ha confuso ipocrisia con semplice logica

          • Gian Paolo Cardelli

            Qualsiasi nazione che non ha minacce ai suoi confini, ed Israele è lontanissima da stare in questa situazione…

          • colzani

            quindi avendo creato la minaccia ecco il presupposto per questi allucinanti regali da 4500 milioni all’anno. mi domando se altri due paesi al mondo dovessero inventarsi una simile minaccia quanto dovrebbero spendere gli statunitensi per salvare l’umanità dalle minacce dei confinanti.

          • Gian Paolo Cardelli

            La minaccia è stata creata dagli arabi sin dal 1947; tanti arabi vogliono ancora vedere Israele distrutto; la stabilità dei regimi arabi è come quella di un grattacielo costruito su un pendio sabbioso; la religione islamica permette a chiunque laggiù, di reinventarsi un volere divino per la distruzione di “Sion”. Ce n’è d’avanzo per Israele per non abbassare la guardia, e con buona pace sua non lo farà… quanto alla sua domanda, è talmente fuori dalla realtà da non meritare alcuna replica.

          • colzani

            e per fortuna nessun’altra nazione al mondo ha la pretesa di chiedere 4500 milioni all’anno a fronte minaccia. pensi a quello 0,01% della popolazione mondiale che riceve in armi più di quanto ricevono in cibo alcuni paesi africani. naturalmente per cardelli sono più pericolosi i razzi di hamas che la fame che spazza ogni anno 9 mmilioni di esseri umani, l’intera popolazione d’israele.

          • Gian Paolo Cardelli

            Se è per questo i “palestinesi” ricevono ogni anno più “aiuti umanitari” di tutti gli altri popoli oppressi riconosciuti tali dall’ONU messi insieme (e considerando che non lo sono nemmeno, “oppressi”, la sua sedicente quanto ipocrita “equidistanza” dovrebbe farle venire molta più rabbia di quanto sputa sugli israeliani…).
            La fortuna è che c’è un solo paese circondato da centinaia di milioni di potenziali nemici con un numero effettivo in perenne cambiamento, ma è un concetto che la sua ipocrisia non le permette di esternare…

          • luigirossi

            quali minacce cane idrofobo.Voi avete centinaia di nukes:chiagne futt dicono a Napoli

          • Gian Paolo Cardelli

            La minaccia di qualche centinaio di milioni di vicini di casa seguaci di una religione per la quale gli ebrei vanno sterminati, e quale che sia il numero di nukes israeliane sono e saranno sempre insufficienti ad ammazzarli tutti, cosa che passa per la testa solo ai fanatici ignoranti come lei.

          • luigirossi

            Israele esiste perchè i suoi spioni sionisti hanno scambiato i segreti nucleari dell’occidente con le armi di Stalin.I postini di questi documenti ,i Rosemberg,furono fritti sulla sedia elettrica.Con quelle armi è nato israele,e questo è cio’ che conta.Il vostro stato canaglia è un dono di Stalin all’umanita

          • Gian Paolo Cardelli

            Leggere le date, proprio no? Israele nacque nel 1947, il processo Rosenberg iniziò nel 1951… che macchietta!

          • Guido Travaglini

            Leggiti la storia.Ma prima accendi il cervello, se c’è.

          • luigirossi

            quei missili? a Napoli li chiamano trikke ballakke.tu cane idrofobo vedi solo quattrini:i palestinesi a gaza muooino per far quattrini

          • Gian Paolo Cardelli

            A Gaza muoiono (e molto pochi, anche se a lei piace inventarsi il contrario) perché i “leaders palestinesi” vogliono quei quattrini: se non riesce a capirlo il problema è del suo cervello atrofizzato.

    • Maria

      Pelzen grazie al sciur Colzani mi ha ispirato il termine celebrolesi che si addice proprio a lei.Maria

      • Zeneize

        Du must es aber richtig schreiben, anders begabte Freundin des Wolfes.

      • Pelzen

        Uh??
        MA sei Maria o Mario?

    • Buba17

      gli servono die morti, possibilmente civili, per andare all’ onu a battere cassa. i villoni non si finanziano da soli

      • Lorenzo

        “villoni” a Gaza ??? o intendi quelli costruiti nei territori occupati ??? e costruiti coi soldi USA..e se non vi va bene..smettela col blocco terrestre e marittimo…potranno guadagnarsi come avevano fatto per milleni il loro pane senza elemosinare..e gia’ che ci siete fate la stessa cosa dalla cisguirdania e smettete di desvaire l’acqua per le piscine dei coloni…a discapito dei poveri campi dei palestinesi

        • Gian Paolo Cardelli

          Dica la verità: lei un’occhiata a Gaza su Google Earth non ce l’ha mai data, vero? Conti quante piscine ci stanno, in quel “lager”…

      • Lorenzo

        e se non vi va bene..smettela col blocco terrestre e marittimo…potranno guadagnarsi come avevano fatto per milleni il loro pane senza elemosinare..e gia’ che ci siete fate la stessa cosa dalla cisguirdania e smettete di desvaire l’acqua per le piscine dei coloni…a discapito dei poveri campi dei palestinesi

        • Buba17

          Il blocco riguarda solo alcune merci ed è causato dalla politica di hamas. Niente razzi niente blocco, è facile

  • Anita Mueller

    Sarà l’Armageddon biblico, dove le forze del male si scontreranno fra di loro, una terza guerra mondiale che culminerà con miliardi di morti al termine del quale interverranno gli extra-terrestri, tornerà poi Cristo a giudicare i buoni dai malvagi, e infine potrà finalmente essere istaurato su questa Terra il Regno di Dio. Arimane, che risiede a Zurigo, se ne andrà finalmente all’inferno in compagnia del suo padre Satana.

    • Chris LXXIX

      Sbiriguda! Arimane in quel di Zurigo come se fosse Antani con striscia di Gaza per lei.

      E Maduro con il Tarapìa tapiòco in quel di Hezbollah/Iran, o scherziamo?

      • Anita Mueller

        Impara l’italiano, impara ad esprimerti meglio e magari poi ne riparliamo!

    • Dario Asso

      Chi è Arimane? Cosi la prossima volta che vado a Zurigo,lo vado a trovare.

  • Mario Marini

    La Turchia deve essere sottoposta a dazi dalla UE come ha fatto il presidente USA Trump e vanno abolite le sanzioni contro la Russia, l’Europa deve dare una forte risposta SOVRANISTA di fronte all’arroganza del mondo islamico

    • Luigi

      La Turchia avrebbe bisogno di Costantinopoli

  • johnny rotten

    Parlare di guerra tra israele ed Hamas, o comunque tra israele e i Palestinesi, è un esercizio di non-sense, pura mistificazione dei fatti, che ha il solo scopo di nascondere il massacro in corso da 70 anni.

  • Maria

    Articolo deviante poiche e l Iran e il nuovo movimento islamico shiiti sunniti chiamato AHL AL BAIT=la gente di Maometto ma tutto il resto del mondo musulmano e contro Hamas alleato dell Iran e arci nemico dei Sauditi. Israele bombardo centri per l assemblaggio di missili di lungo raggio pronti per essere lanciati contro lo stato ebraico. La guerra in Siria non e terminata non a causa d Israele bensi dall impossibilita di far retrarre maggiormente le truppe mercenarie dell Iran. Puti pero e riuscito a farli retrarre di circa 94 km e d installare postazioni russe sul Golan non per paura d Israele ma per evitare che l esercito di Assad con i mercenari assaltinoi Israele con atti terroristici. L Iran ha tentacoli in tutto il medioriente perfino nel nostro paese dove e nato un movimento a cui si sono associati sunniti dissidenti alcuni centri ci sono nel nord della H Germania e in Turchia dove la denominazione in turco e EHLI BEYT. Hamas ed associati difendono l ideologia degli Hizbollah= HIZB=PARTITO, ALLAH=DIO il partito dio S DIO: La rivoluzione islamica iraniana segue l ideologia della sharia= VALIYAT AL-FAQIH cioe i guardiani dell Islam giuridico. Nel Manifesto della rivoluzione islamica iraniana ripresa dall ideologia degli Hizbollah sta scritto testualmente LA NOSTRA LOTTA POTRA DIRSI FINIOTA ERRORE FINITA O COMPIUTA SOLO CON LA TOTALE ELIMINAZIONE D ISRAELE”. POI il manifesto prosegue ” NOI NON ACCETTEREMO ALCUN CESSATE IL FUOCO E NON RINUNCIAMO AL PRINCIPIO DI CONSIDERARE ILLEGITTIMO QUALSIASI GOVERNO CHE NON SIA ISLAMICO E QUINDI DA ABBATTERE QUALUNQUE SIA SU TERRE IN PASSATO MUSULMANE. In una forma molto piu subdola ed ipocrita la pensano pure i Sauditi tramiti i salafisti e le numeror errore numerossis error numerosissime moschee dissiminate in tutta Europa soprattutto a Londra e in tutto il Regno unito inglese. Quindi mera illusione sull Iran democratico meno pericoloso e criminali degli ipocriti sauditi.Maria

    • colzani

      chiunque ascolti ancora le vostre menzogne è un povero lobotomizzato: due giorni fa avete raccontato una menzogna sull’incendio alla raffineria a riyad. ieri avete fatto passare un arresto per attività politiche legate al terrorismo come un reato per conversione religiosa! avete scritto che avete testimoniato che assad gassava i suoi connazionali per poi essere smentiti dalle prove che erano proprio i vostri alleati a farlo. dite che lavorate per una organizzazione per i diritti umani (che non ci dite quale) e poi scopriamo che aiutate i terroristi del pkk. ma la cigliegina è quando la signora maria ha pubblicamente ammesso di aver studiato a… ETON!!! scuola esclusiva per soli maschi. cosa ci facevi ad eton maria? avevi iniziato già allora a dispensare servizietti?

      • Gian Paolo Cardelli

        Invece di inventarsi la realtà, la citazione testuale riportata da Maria è vera oppure no?

        • colzani

          la citazione dei maria è tratta da un articolo fatto da un propagandista del jerusalem post, tale weinthal, il quale ha ripreso un tweet da una associazione “cristiana” israeliana. la notizia è falsa come quella che ha riportato ieri sull’incendio a riyad causato dai filoiraniani houti! ma lei via di repubblica cosa legge?

      • Bragadin a Famagosta

        non sia sessista…si ricordi di Weinstein
        :-)

        • AlbertNola

          Weinstein è un genio, per questo devi amarlo.

    • Zeneize

      Sono giorni che ci trituri i maroni con queste storielle. Esci, è una bella giornata, va’ a prendere un po’ d’aria. Poi magari torni a casa e tiri fuori il vibratore. Poi a dormire fino a domani, all’ora della sinagoga.

  • Oraculus

    Tutto e’ comprensibile se e’ a danno di Israele , la EU di oggi ha la piu’ vergognosa attitudine filoislamica da che existe la storia dell’umanita’ , naturale quindi che gli islamici trovino nei nostri silenzi tutte quelle approvazioni che dovrebbero portare alla distruzione totale di Israele .

    • Marco_Seghesio

      Del resto sono stati gli USA a fermare l’ultima operazione forte da parte dell”Europa, l’operazione “Musketeer” a Suez nel 1956. Forse anche gli Stati Uniti non hanno ancora deciso se l’Europa sia Venere o Marte. Io un’idea l’avrei, presidente Trump, ma temo che non le piacerebbe molto.

      • Flavio Stilicone

        Su cosa sia l’Europa risponderei con le parole che Metternich riservò all’Italia. E faccio fatica a considerarla una semplice opinione e non un fatto acclarato …

        • Marco_Seghesio

          Io Le sto parlando del 1956 e dell’operazione di Suez. L’ha letta ?
          In quel periodo si parlava anche di CED, cioe’ di Comunita’ Europea della Difesa, che poi ne divenne invece l’idea per la NATO (in effetti un possibile schema anche per la CED, guardando oggi la NATO: ci toglie gli USA e ‘a CED era gia’ quella ! :).
          Certo tutto questo oggi lo stiamo guardando con il binocolo, come dice pomposamente anche Lei oggi, visto non si va piu’ in la’ del risibile Pesco.
          Troppo poco e troppo tardi !

          • Flavio Stilicone

            A Suez non c’era l’Europa, c’erano due imperi che del colpo non accorto andavan combattendo ed eran morti … e c’era uno stato vassallo, Israele, che fu presto richiamato all’ordine dal Padrone. Metternich aveva torto ma oggi nulla mi fa supporre che avrebbe torto. Siamo divisi, i singoli pezzi ancora ragionano come fossero potenze coloniali e lottano contro i vicini (Macron…) con la veduta strategica di una talpa. Posso sbagliare, vorrei sbagliare, ma tutte le tessere che ogni giorno ci vengono date si incastrano alla perfezione in un quadro che vede una sola fine per l’Europa: l’assorbimento in uno o più Imperi esterni (USA o competitors).

          • Marco_Seghesio

            Beh sul piano militare “l’impero” aveva “colpito ancora”, visto che questa operazione Suez fu un successo. Certo gli USA erano incommensurabilmente piu’ forti e non gradivano si venga a toccare lo statu quo.
            Sul resto sono d’accordo, ma ai miei tempi si diceva di essere morti, quando si era morti: non un minuto prima.
            Ma Lei forse a La Pallice.

        • Bragadin a Famagosta

          sai che sono un bastian contrario..
          LEuropa, questa europa serve gli interessi economi tedeschi e quelli politici da grandeur dei francesi..vedi che anche una espressione geografica ha un suo perchè?

          • Flavio Stilicone

            È proprio per questo, perché i signori si fanno gli affari loro a spese nostre, che l’Europa non esiste … nessuna “contrarietà”, su questo punto rassegniamoci ad essere d’accordo …

      • Oraculus

        Il dopo Trump??…semplicemente decidera’ il futuro degli USA , cio’ dal prossimo termine del suo attuale mandato…Trump e’ oggi un leader di origine europea e etnocentrista…buon per lui se i Bianchi americani , compatti , avranno voti sifficienti per rinnovargli il mandato…e’ in ballo il loro futuro…il resto delle altre etnie sono tutte contrarie al…bianco indoeuropeo…

        • Marco_Seghesio

          Questo è un altro tema, che riguarda sia gli USA che l’Europa. Non credo sia un tema politico, bensì etnico.
          Tanto per dire, non sono convinto che gli Stati Uniti difendano l’Europa tradizionale, anzi spesso ci hanno dato contro. Non escludendo nemmeno Trump.
          Ovviamente giocano facile, visto che l’Europa è tendenzialmente suicida, come la “zattera della Meduse”.
          I londinesi sono ormai invasi da pakistani, con un sindaco islamico, ma si irritano soltanto perchè altri europei, tipo italiani o spagnoli, entrano anch’essi liberamente, pur non essendo parte del Commonwealth.
          La Francia continua a sbandierare la “Marsigliese” quando, non aprendo il passaporto, a occhio di veri francesi e di veri marsigliese (tanto per intenderci, quelli che si vedevano ancora nei poliziotteschi degli anni ’70) oggi li trovi solo con il detector.
          E ad affrontare il tutto abbiamo l’ameba Merkel ed il massone Macron, tanto astioso, quanto impotente (in termini politici, sia ben chiaro !).

          • Oraculus

            Etnico/político sono spesso Fratelli siamesi…ma comunque non si tema…gli USA Trump o non Trump ha dei legami con l’Europa…indissulubili , indiscutibili!! e le ragioni stanno nella gestione dei poteri piu’ determinanti che sono nelle mani e nelle teste dei…bianchi di origine europea…sul resto delle sue righe sono perfettamente d’accordo….

          • Marco_Seghesio

            I legami sono soprattutto anglo-britannici e comunque, proprio per questo, il bello delle potenze e anche quello di metterle con il sedere a terra.
            Oggi come oggi vedo molti “sovranisti” che ritengono di esserne i rivoluzionari.
            Dico a tutti, me compreso, di leggere e conoscere prima di tutto la Storia, poi l’Economia e alla fine vedere di farcela, senza beccarsi il coanonico polonio. Agli altri, ritornare immantinente al calcio, al parrucchiere e a “Novella 2000”, perche’ questo “sovranismo” ne e’ solo un’inutile, anzi dannosa, variante. O meglio utile a coloro che si dice di combattere.

  • Oraculus

    Bene fa Israele a non minacciare con le armi nucleari…lo fara’ al primo momento giusto e proprio in alcuni dei paesi prossimi ai suoi confini…capital comprese .

  • Oraculus

    Leggere i commenti antisraeliani di certi italiani su queste righe?? , da di volta lo stomaco , cio’ e’ dovuto al putridume delle loro coscienze ed esistenze…ben gli sta convivere gia’ con una multietnicita’ che ha svuotato le chiese e reclama piu’ moschee…

    • Divoll79

      Danno molto piu’ voltastomaco i commenti acritici, che ignorano totalmente i diritti di un altro popolo che, musulmano o no, ma sta subendo furto continuo delle proprie terre e reale GENOCIDIO dal 1948 in poi. Si vergogni.

      • Oraculus

        Lei e gli altri putridi sostenitori della causa islamicopalestinese , invece tace schifosamente sulla aggressione e appropriazione turca nell’Isola di Cipro…del Tibet occupato dalla Cina , della occupazione della Crimea da parte deñña Russia…ed io mi devo vergognare???. qui lo schifo lo fa Lei e tutti gli altri come lei che qui scrivono solo per continuare lo sterminio ebraico di…Hitler.

        • Divoll79

          Ma la smetta di fare l’insalata. Che c’entra la Crimea, che era russa da secoli e annessa all’Ucraina illegalmente?!

          • Marco_Seghesio

            All’INTERNO dell’URSS era noto che la Crimea fu una scelta meramente fittizia, alla quale il Soviet Russo lo cedette al Soviet Ucraino. Di fatto, come gli stessi Stati Uniti ci hanno sempre giustamente spiegato, l’URSS era uno stato non solo ultracentralista, ma anche tirannico e senza vere elezioni o referendum (i famosi voti al 99,99%). Quindi non si puo’ considerare come democratica questa scelta, qualunque sia stato lo scopo. Dal mero interesse personale del dittatore ucraino, ad una allora migliore razionalizzazione dei diversi territori dello stato, oggi pero’ venuti a meno, insieme all’URSS.
            Quindi e’ ovvio che la questione Crimea, tra l’altro storicamente molto importante per la Russia (per la quale ha combattuto quattro guerre) penda ancora la questione non solo per gli ucraini, ma anche per i russi.

        • Lorenzo

          la parola putrida l’hai trovata nel traduttore israelo-italiano ?? ti piace molto vero ???

      • Gian Paolo Cardelli

        Il genocidio di cui blatera sta solo nella propaganda antisemita: mai sentito di una popolazione soggetta a genocidio che aumenta continuamente di numero…

        • Chris LXXIX

          Effettivamente…

      • Oraculus

        Da sempre i diritti di un popolo dipendono dalle vittorie o dalle perdite di…guerre!! , solo a Israele si vogliono negare simili diritti!!…Israele ha sempre vinto””…cosi’ non fosse stato chi la ricorderebbe??…io mi vergogno di italiani come lei…

        • Divoll79

          Ah, perche’ lei sarebbe italiano??

      • Bragadin a Famagosta

        ma bannalo..io li ho bannati tutti..seguo solo le vostre risposte

    • Zeneize

      Bravo, vomita tutto e sparisci. Chissà che non ti stranguggi col vomito? Si può sempre sperare.

  • Oraculus

    Stiamo assistendo al piu’ vergognoso tradimento (tutto italiano) verso i nostri eroi del RISORGIMENTO , eroi che hanno dato la vita per una italianita’ , unita e…difesa , famosi per i nostri tradimenti , ci stiamo solo pepetuando andando in contro ad un futuro (molto prossimo) dove il cristianesimo italoeuropeo trovera’ la sua piu’ miserabile fine…

    • Divoll79

      Non ho capito, che c’entra il Risorgimento italiano con Israele? Due cose totalmente opposte e non comparabili.

      • Oraculus

        Nel commento dove si possa identificare Israele (nessun accenno) e’ solo una questione di congestione razzista , antiebraica e antisraeliana…putritude , purtroppo italiana .

        • Divoll79

          Non insulti il Risorgimento e gli italiani!

          • Oraculus

            Insulti al nostro RISORGIMENTO??…citato da me proprio per rispetto in maiscolo??…o lei e’ ubriaco…o e’ demente…e comunque non le rispondero’ piu’…FINE!!.

          • Divoll79

            Che sollievo!

          • Lorenzo

            ci manchera’ molto !!! ma subito lo sostituiranno…nel centro intossicazione del neghev ne hanno una sfilza pronti all’uso

          • AlbertNola

            Tu amare terroristi palestinesi?

          • Divoll79

            “nostro”?? Nostro, non vostro!

          • Gian Paolo Cardelli

            Quel “risorgimento” presenta molti punti oscuri: provi a pensarci su, invece di dare per scontate cose che solo un fanatico col paraocchi puo’ fare.

          • Oraculus

            I punti oscuri li ha lei , la storia non si puo’ cambiarla…

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma la si puo’ presentare in molti modi differenti, una volta che gli obiettori sono stati completamente eliminati…

          • Zeneize

            Avete il risorgimento in Rattolandia?

          • Flavio Stilicone

            Lo dico da nazionalista, non c’è insulto al Risorgimento nel rilevare che le élite ebbero un peso determinante e nemmeno, se qualcuno vuole, rilevare il peso delle massonerie (sì, plurale), o degli inglesi … nulla toglie a chi ha dato la propria vita per un’ideale … e qualcosa loro dobbiamo

          • Marco_Seghesio

            Anche facendo migliore addestramento, perche’ imparare maneggiare in ordine chiuso le baionette, ci si poteva fare molto male, come capitato anche a Mameli.
            Giovani mandati all’avventura e all’ideale, da piu’ anziani che li strumentalizzavano con i piedi ben per terra (e risparmiando alla lira),.

          • Bragadin a Famagosta

            perchè gli USA non nacquero con l’aiuto della Francia?

          • Marco_Seghesio

            Sul Risorgimento lo lascerei cadere con un velo pietoso.
            La differenza fondamentale tra il Risorgimento e la coeva Guerra Civile americana fu che il Risorgimento riuni’ le elite contro il popolo, almeno nel Sud (i famosi “gattopardi”), mentre negli Stati Uniti vi erano veramente due culture contrapposte.
            Puo’ darsi che il Risorgimento fu l’unico praticabile (quindi i vari Cattaneo e Gioberti saranno stati solo degli idealisti incapaci).
            Ma non si dica che i popoli hanno cantato “Fratelli d’Italia” o “Va’ Pensiero” o altro.
            L’unico momento veramente coeso fu, secondo me, il Piave e le migliori truppe italiane furono quelle milizie regionali.
            Ovvero la vittoria ai Mondiali di calcio (WOW !)

          • Bragadin a Famagosta

            il Risorgimento fu un tentativo di pochi valorosi di dare ..anzi, ridare dignità ad un popolo da secoli sput…..

            ma non tutti ne furono degni…anche oggi.

          • Marco_Seghesio

            Se allude a me, pelle, ossa e ciccia (allora poca) l’ho offerta all’Italia come molti altri miei coetanei. Non fu colpa mia se sono ancora qui a romperLe gli zebedei, invece di chiamarmi “Presente !” in qualche sacrario (ma stando zitto zitto, senza rompere le uove nel paniere ai “patriotti”).
            Ogni stato, come ogni famiglia, non sono mai ideali e criticarli non significa non amarli e non servirli.
            Ma se ci sono grandi “trombate” (non quelle che dice Lei, stia tranquillo) e poca consistenza, non si accusi altri del problema. Io, nel mio piccolo, non sono il problema, bensi’ un minuscolo contributo alla soluzione.
            Altri sono il problema, mi creda.

          • Bragadin a Famagosta

            alludo a tutti e a nessuno.
            Il suo testo è oscuro..e pensare che io parlo in modo scolastico invero, un po’ di inglese, francese.tedesco, polacco e giapponese,,,

          • Marco_Seghesio

            Beh parlare a tutti e a nessuno equivale, secondo me, beninteso !, al lanciare il sasso e poi nascondere la mano. Peccato che sia per Lei oscuro, perche’ si parlava in italiano riguardo all’Italia. Il servizio militare, che gia’ alla mia generazione si poteva evitare, passando al servizio civile. Ma che fino allora era la norma per gli italiani maschi. Comunque saro’ io particolarmente ombroso e peperino: non sia mai che per una stupidaggine ci mettiamo a discutere.
            Quello che ho scritto riguardo al Risorgimento e’ li’ da leggere e se non vedo critiche, il resto mi riguarda fino ad un certo punto (P.S. secondo me la migliore storiografia resta quella italiana, senza doverla cercare in altre lingue).

          • Emilia2

            Avanti cosi’. Disprezziamo tutto quanto riguarda il Risorgimento, l’indipendenza italiana eccetera. Va benissimo per fare i servi degli altri Paesi europei, come facciamo ora. PS. Sull’elite dei Gattopardi contro il popolo fa bene a parlare del Sud, che probabilmente conosce meglio di me. Io invece so che al Nord, alle 5 Giornate di Milano non combattevano solo i nobili.

          • Marco_Seghesio

            Come ho gia’ scritto sono nato lombardo, di famiglia originaria delle Langhe.
            Mio trisnonno materno, “pescando male il numero”, proprio nel periodo in cui la sua famiglia faceva affidamento su di lui, si cucco’ 15 anni di servizio militare, fino al 1859. Per questo si sposo’ allora molto tardi (oltre 35 anni) con una moglie che ne aveva quasi la meta’ degli anni e che, malgrado questo, mori’ prima di lui.
            Ho ancora una foto di mio bisnonno materno, alpino con ancora il cappello “alla calabrese”.

            In Piemonte, tra i contadini, non e’ mai stato molto popolare il servizio militare, soprattutto tra le donne: infatti mia nonna paterna considerava il servizio militare come pura perdita di tempo, non escluso quella di carriera (relata refero, al limite ve la vedete con lei, che era una donna piuttosto “tosta”).

            La consoli il fatto che mia nonna materna, insegnante, era invece patriottista, al punto da volersi trasferire dalle Langhe a Belluno, dietro il fronte, quando i colleghi vi scappavano a gambe levate, verso ovest (in famiglia ho ancora un visto dell’Esercito, per poter essa muoversi liberamente, senza trovare ogni due per tre i Carabinieri). Se fosse stato uomo, sarebbe stata sicuramente un volontario e magari non sarebbe nata mia madre e nemmeno io. Perche’ quasi sicuramente ci avrebbe lasciato le osse entro il primo anno, come gran parte di quella classe (del resto, entro il ’15, anche tutti gli ufficiali inferiori di Modena furono annientati).

            Il sottoscritto e’ stato alpino con grande soddisfazione al servizio del paese e per Sua disgrazia, la pur piacevole pace, per contrappese le infligge la mia persona. Almeno fino alla Guerra Fredda, l’Italia cosi’ com’era, aveva ancora un suo “perche'”: beninteso attendendo al breve una comune potenza europea, in grado di contare ancora nel mondo, piu’ di zero.

            Perche’ vedo che molte persone pensano che l’Italia, da sola, conti almeno zero, ma non e’ cosi’. Quindi se Lei non e’ al servizio di altri paesi ostili, per rovinare definitivamente l’Italia, senza una confederazione, non restiamo liberi e non andiamo da nessuna parte. E non mi dica che sono bolscevico, perfavore !. E non mi dica fantasie del tipo dei “poteri forti” e dei “complotti”, perche’ se a monte c’e’ certo il lupo, a valle ci sono soltante pecore, pure stupide.

            Le 5 Giornate di Milano le hanno fatte i nobili, i commercianti e gli artigiani, coloro cioe’ che hanno creato Milano, ma non la Lombardia agricola (Lodi, la Brianza, Cremona, Mantova e la Lomellina). Da quelle zone veniva al piu’ qualche nobile o qualche studente (tipo Manara etc.), altrimenti tutta la Lombardia sarebbe stata in fiamme, altre che 5 giornate. Come il Piemonte agricolo non fu la Torino artigiana o la Genova marinara.
            Ma il 90% dell’Italia, sia al sud che al nord, era quella e, bene o male, il Risorgimento l’ha subita (come del resto anche la I GM).

            Ricordo inoltre che, nel Consiglio di Guerra, ci fu un certo Cattaneo, che voleva una repubblica federale, esattamente come gli Stati Uniti d’America.
            E, forse, se Lei avesse sentito anche la sirene non-Sabaude, 150 anni di Storia dell’Italia potrebbe essere stata diversa. E da essi si poteva meglio concepire e riproporre anche l’Europa libera. Che non e’ certo la UE, su questo sono d’accordo.
            Ebbene si’, forse esisteva un Italia ancora piu’ libera e sovrana.
            Esattamente come una confederazione rispetto alla UE.
            Invece essere pecore, siamo certi di finire in mano ai lupi.
            Da fessi, mi si consenta.

          • Marco_Seghesio

            È la prova più lampante che per Lei la Lombardia è uguale a Milano, quindi o Lei è milanese dai tempi dei tempi, o viene a Milano altrove.
            Io sono lombardo di provincia, da famiglia piemontese, come tradisce questo cognome.
            Mio trisnonno, contadino, ha pescato il numero sbagliato e si è fatto 15 anni di servizio militare, con la battaglia di San Martino incorporata.
            Come il 90% dei piemontesi del Risorgimento.
            E dal nord al sud, fino alla I GM, queste cose patriottiche le hanno subite, perchè i campi e le mucche non andavano avanti da soli, nè solo con motti patriottici.
            Certo erano loro a fare la guerra, a loro malgrado, non certo gli studenti patrioti con qualche mese di servizio per far gloria, per poi tornare ai libri e alla goliardia.

            Perchè vede, così come il Piemonte non era nè Torino, nè Genova, così la Lombardia non era Milano, fatta da nobili, commercianti o artigiani. Bensì la Lomellina, il Lodigiano, la Brianza, il Cremonese, il Bresciano il Mantovano, il Bergamasco e l’Oltrepo, fatti in gran parte di contadini.
            Non a caso che le Cinque Giornate di Milano, sono appunto “di Milano”, sennò stia tranquilla che la Lombardia sarebbe bruciata tutta, senza aspettare l’OK dei “cumenda milanees”
            Le ricordo poi che un certo Cattaneo, federalista (fissarlo bene nella mente), fu un importante membro del Comitato di Guerra nelle 5 Giornate milanesi.
            Si chieda perchè, non avendo forse imparato sul campo cosa sia la confederazione italiana, fatalmente rischia di non capire nemmeno quella europea. Rimanendo quindi ingabbiati tra l’inaccettabile superstato UE e l’ormai troppo debole stato nazionale.
            La sconfitta sarà quindi certa, facendo girare nella tomba, una seconda volta, il “suo” milanese Cattaneo. Sì proprio quello delle Cinque Giornate.

          • Emilia2

            A quei tempi i contadini non contavano politicamente in nessun Paese del mondo. Giusto o sbagliato, era cosi’.

          • Marco_Seghesio

            Pero’ se va al Sacrario di San Martino, nella cripta dell’ossario, improvvisamente i contadini contano eccome !. Come contavano anche nel Sacrario di Redipuglia, riguardo alla I Guerra Mondiale.
            In quanto a Cattaneo (sempre quello delle Cinque Giornate), se ben ricordo’ paragono’ i Savoia a quegli usurai che, con pochi soldi in prestito, ti legano per sempre a se. Sotto certi aspetti Cattaneo disse che, monarchia per monarchia, erano meglio allora gli austriaci, che tra l’altro ricordavano pur sempre il “Sacro Romano Impero”, multietnico.
            Non so se fu vera la risibile parodia dei nobili milanesi, interpretata dalla povera Schneider, impersonata nel film come l’imperatrice austriaca Sissi, in visita in Italia. In contrapposizione con la nobile, seria e leale ribellione ungherese.
            Spero di no, perche’ se fosse stata davvero cosi’ allora, “in nuce”, taluni vi vedono gia’ il tratto della futura Italia, all’interno della comunita’ internazionale.
            In quanto a Cattaneo (quello delle Cinque Giornate), rifiuto’ sempre, coerentemente, un seggio parlamentare nello Regno d’Italia, savoiardo e centralista.

          • Emilia2

            Padronissimi di preferire la monarchia Asburgica, che era seria (dei pesanti tributi imposti al Veneto, ai quali e’ stata dedicata anche una recente mostra all’Accademia a Venezia non si parla mai), pero’ allora non ci si deve atteggiare a patrioti italiani, disquisire su unita’ e indipendenza italiane ecc.

          • Marco_Seghesio

            Non è questione di preferire la monarchia asburgica a quella Savoia, a parte i tributi. Non ci metto comunque la “mano sul fuoco” che fossero così tanto più onerosi rispetto a quelli degli stati successivi. Maria Teresa d’Austria ha riformato il catasto del Veneto, che a tutt’oggi fa parte di quello italiano, a riprova che era almeno pari. E un buon catasto, implica una buona tassazione.
            Altro sono i cosiddetti omaggi o simili, una tantum, che da sempre i regni rivolgono soprattutto alle città e alle realizzate fortificazioni, in quanto soprattutto esse beneficiarie.
            Non dico nulla di Venezia oppressa, pagando comunque con opere imperiture, create per l’occasione. Senza che gli austriaci si siano portati via nemmeno un “lion”, da Venezia o dall”Arsenale. Ma forse solo perchè ci erano arrivati prima i francesi di Napoleone, i sedicenti “patriotti” cugini. Del resto i veneziani veri, quelli del 1796, si consideravano tali e basta, senza altri aggettivi, tra austriaci, francesi, piemontesi o, persino, italiani.

            In quanto al resto, sempre nel 1796, con i francesi in tutta la Pianura Padana, si videro ruberie generali e conseguenti ribellioni popolari (le cosiddette “Insorgenze”) sulla maggior parte delle province. Piegate da Napoleone spietatamente.
            Milano giacobina aprì le porte a Napoleone, distruggendo anche le storiche fortificazioni della loro città. Cosa andata loro bene per caso, perchè 50 anni dopo sarebbero comunque state superate. Ma all’ora erano solo a vantaggio dei francesi e dei bolscevichi, pardon, dei giacobini italiani.
            Ma già a Pavia le insorgenze popolari dilagano: non so se vi è una annotazione sui sussidiari delle scuole elementari (o primarie) o sui libri delle medie o dei licei.
            Nel caso forse non è solo colpa sua, se la storia politica passi solo per le grandi città.

            Per il resto, mi permetta Lei di non confondere la nazione con il nazionalismo o l’essere patriota con il patriottismo.
            Ho servito fedelmente lo stato italiano in quanto parte della nazione italiana.
            A tratti da ragazzo, fui persino orgoglioso di aver paragonato il Piemonte, che ha “fatto l’Italia”, con la Prussia, che ha fatto “la Germania”. La considero però un ingenuo errore giovanile che, solo per età, forse Lei ancora condivide.
            E, lo ribadisco, non è stata certo colpa mia se Lei non può chiudere le miei opinioni sotto una lastra di marmo e una frase “Presente !”. Che toglie tanti inquietanti dubbi e tante inquietanti certezze. Ma comunque non sarò io, ma la Storia, quella seria, che non ci starà. Se ne faccia una ragione.

          • Emilia2

            Ma che cosa c’entra Napoleone con i Savoia?

          • Marco_Seghesio

            Signora, io cerco di rispettare tutti.

            Ma Lei prima mi esalta, a tutto tondo, il Risorgimento e poi mi dice “cosa c’entrano” Napoleone del 1796 e la varie repubbliche “cisalpina”, poi “italiana”, quella “romana” o quella “napoletana” ?

            A cominciare dalla loro stessa bandiera ?
            Forse e’ Lei che deve ancora inquadrare meglio questo periodo storico, non pensa ?

          • Emilia2

            Ma Lei ha parlato di ruberie varie commesse dai Francesi di Napoleone (vero), che pero’ non vennero commesse dai Savoia.

          • Marco_Seghesio

            Probabilmente perche’ non e’ possibile rubare due volte la stessa cosa :)
            Scherzo, come del resto sta facendo Lei, eludendo le cose essenziali e quindi prendendomi in giro.

            Ovviamente il ruolo dei francesi di Napolene, nella loro I Campagna d’Italia del 1796, e’ ben definito e chiaramente “piratesco”, con il suo famoso discorso ai soldati francesi, al momento di assumere il comando dell'”Armata d’Italia”.
            Ancora mio nonna, in Piemonte, usava il modo dire “Ma stai correndo, perche’ ti stanno venendo dietro i francesi ???”.
            A riprova che dopo 150 anni quella “campagna” ha lasciato un lungo e indebile segno in tutta la Pianura Padana, quella popolare.
            Chiaramente le campagne del Risorgimento furono diverse, anche se non so quanto diverse, se guardate dal punto di vista dei sudditi del Regno della Due Sicilie.

            Quello che volevo dire e’ che questa ideologia nasce dalla Francia e si origina proprio da quella specifica Campagna di Napoleonica. Che lui l’aveva utilizzo’ come strumento di sottomissione.
            E temo che l’origine di sudditanza straniera, francese o poi britannica, l’Italia non si e’ piu’ tolto del tutto questo “profumo”.
            Lo stato nazionale italiano che, se vogliamo, parti’ addirittura da Arduino nel 1000 e ricompare piu’ volte, chesso’ con la Lega Veneziana del 1494, per dirne solo una, non e’ detto che fu alla fine realizzata nella forma migliore.
            Ha ripassato Cattaneo ? :)

          • Emilia2

            Lo Stato unitario italiano nel Medio Evo e nel Rinascimento fu ostacolato soprattutto dal Vaticano. Cattaneo non lo ripasso perche’, se aspettavamo lui e altri simili, lo Stato unitario lo stavamo aspettando ancora adesso, e continuare a recriminare che non sia stato fatto nel modo migliore e’ inutile, anzi, controproducente.

          • Marco_Seghesio

            Il Vaticano e’ nato dopo entrambi citati eventi. Prima si chiamava “Stato Pontificio” e non e’ solo un banale diverso nome, visto che andava piu’ in la’ del “Vaticano” e anche del “Capitolino”.
            Su Arduino d’accordo, sulla Lega Veneziana un po’ meno. Del resto la reciproca interferenza tra “stato temporale” e “stato spirituale” implica una serie di problemi, dei quali ritengo troppo facile, alla fine della fiera, dare solo la colpa al papato, che pure ha le sue gravi responsabilita’. Tutto sommato, senza lo scisma di occidente (ma non era una questione temporale ?) e la folle politica francese, di tirarci addosso i turchi fino a Tolone, tutto sommato l’Italia e l’Europa non la doveva aspettare troppo, nemmeno da parte Sua. Con un “orribile asburgico”, nemico per antonomasia, perche’ cattolicissimo. Ma se del caso, rivendicando il suo potere temporale, fino a mettere il papa anche in mano ai lanzichenecchi.

            Lei non vede, magari a ragione, una confederazione. O magari perche’ si tende a considerare impossibile, quello che si combatte ideologicamente. Le chiedo allora perche’, se l’attuale stato italiano e’ ormai troppo piccolo ed troppo debole, rispetto a troppe materie, non vede nella UE la sua naturale crescita ?
            Forse spera l’arrivo degli UFO a salvarci ?
            Non e’ un caso, se la mia proposta, pur molto grave e difficile, e’ l’unica che permette di avere una alternativa alla UE, che non sia l’Africa.
            Si’ proprio quella di Carlo V, provando a riprodurla nel XXI secolo, mutatis mutandis. Non Le piace, perche’ non la capisce, o perche’ idelogicamente la rifiuta ?
            Allora non Le resta di scegliere tra UE e Africa: buona fortuna a tutti noi, stringendo le pur volgari chiappe.

          • Emilia2

            Lo Stato italiano e’ troppo piccolo e debole. Abbastanza vero, pero’ si rimedia mettendoci insieme ai nostri tradizionali nemici (Tedeschi e Francesi)?

          • Marco_Seghesio

            Questo ha ragione. Ma secondo me questo “passa il convento”: non ci sono altre minestre da mangiare.
            In passato ricordo cronache incredibili del tipo: “Mentre si sta recitando il rosario per il morto, questo si sveglia, si siede e chiede un panino da mangiare”.
            Ecco, riguardo all’Europa, sono a questo livello di speranze.

        • colzani

          che ¢azzo hanno a che fare israele con la razza, i semiti, gli ebrei e gli italiani? israele sta da una parte come un aborto sostenuto da terapie mediche e macchine, dall’altra parte una razza che non avete, una appartenenza ai semiti che non esiste più se non in retaggi fonetici dell’ebraico utilizzato nella torah che adulate, un parallelo con gli ebrei che forse solo da una settimana potete fare da quando il vostro porco leader ha proclamato la nascita dello stato ebraico al apri dei proclami dei neduini quando sbandieravano le loro bandiere dello stato islamico, e gli italiani che tutto ma proprio tutto hanno in comune con il resto del mondo mja di sicuro nulla con israele. il putridume oraculus fermenta nel tuo cervello lobotomizzato.

          • Oraculus

            Ti trovo molto attivo con le tue…bestialita’…ma e’ la realta’ , tu sappi schiavo del capitale , che non e’ detto che il sapiente sia sempre all’origine della creativita’ ingegnosa ebraica…dove il tutto abbarca ampi campi della creativita’ socioscientifica umana…pero’ anche nella cristianita’ le testimonianze con buone occasioni non sono mancate , anche se con percentuali inferiori , purtroppo pero’ le percentuali negative sono quelle a cui appartieni , il che si desume dai tuoi commentari , pieni di livori e…odio!!…e l’odio e’ frutto di una deficenza congénita che lo genera…come nel tuo caso…devi avere…pazienza!!…e sopportare.

      • Lorenzo

        guerra tra il paio di neuroni in uno spazio troppo vuoto

    • Zeneize

      Tu pensa ai tuoi eroi, tipo Ben Gurion o Theodor Herzl, che ai nostri falsi eroi pensiamo noi.

  • Oraculus

    A Israele si vuole nagare cio’ che per millenni e’ stata la caratterisca piu’ naturale , non solo della umanita’…ma di tutto il mondo di esseri viventi…Israele si e’ convinta che con la tolleranza e la mano tesa , potesse un giorno avverarsi una…conciliazione…invece a sempre fatto male i suoi…conti!! , Terrore e norte sono le sole determinazioni per vincere l’islamismo che sta alle proprie porte…noi per fortuna abbiamo il MEDITERRANEO , da Dove nel passato arrivavano armati e poi vinti…e adesso invece arrivano disarmati e…vincono!!.

    • Divoll79

      Confronti la cartina della Palestina nel 1947 e quella del 2018 e vedra’ questa famosa “tolleranza”…

      • Oraculus

        Razzista e ignorante lei Divoll79 , Nasser (leader egiziano) con alle spalle 300 milioni di musulmani si accingeva ad invadere una Israele gia’ riconosciuta dall’ONU , con solo pochissimi di abitanti , e lei miserabile cosa avrebbe fatto vincendo quella guerra??…sarebbe rientrato nei suoi confini??…o avrebbe condizionato una pace e resa parziale dei territorio conquistati?? , fu quello che poi si fece e che ancora dure tra Egitto e Israele…e allora cosa sblatera fandonie…

        • Divoll79

          Ma la smetta, crede di intimidirmi usando insulti ad personam? Stiamo parlando di questioni storico-politiche (ed etiche, direi), non di questioni personali. Si moderi.

        • Lorenzo

          ecco li ..iniziano gli insulti…qando non hanno atgomentoi la buttano in caciara….vecchia regola..ormai la conoscono tutti…come quella del popolo che fa fiorire il deserto…lololololol..come se la palestina gia’ al tempo dei romani non fosse il giardino del mediterraneo…lololololol

        • Zeneize

          Ssh zitta, cagnetta, che come al solito hai torto marcio.

  • Divoll79

    Trovo improprio parlare di “guerra” tra Israele e Gaza. La guerra se la fanno due forze dotate entrambe di regolare esercito e di capacita’ belliche piu’ o meno similari, anche se non eguali. Nel caso della minuscola e poverissima Gaza si puo’ parlare solo di assalto. Per gli israeliani, evidentemente, l’assalto finale, col quale sperano di prendersi anche quell’ultimo fazoletto di terra e chiudere la questione palestinese. Disprezzo totale della legalita’ internazionale, per non parlare, ovviamente, del loro inesistente senso di umanita’. Se non sara’ la comunita’ internazionale a punirli, alla fine lo fara’ la Storia.

    • Chris LXXIX

      Nel caso della minuscola e poverissima Gaza si puo’ parlare solo di assalto.

      Ragioniamo (cosa che non fa ormai quasi più nessuno).

      Minuscola? Si. Poverissima? Eh… siamo tutti d’accordo (credo) che la vita, a Gaza, costi poco.

      Ora, com’è che il popolino fa la fame (che poi comunque non muoiono di fame, se siamo oggettivamente onesti) poi però scopri che Arafat aveva in svariate banche estere un tesoro che nemmeno Alì Babà?

      Con quel patrimonio (e parliamo di Arafat soltanto, senza tirare in ballo i soldi ricevuti poi dopo, negli anni, da Qatar, Iran, ecc) non la mettevi tutta a posto la Striscia di Gaza?

      A me ricorda Kim (Nord Corea) padre, che all’epoca della ‘mucca pazza’ aveva chiesto all’Europa di avere le bestie che dovevano essere abbattute… ma comprare magari meno armi, no?

      • Bragadin a Famagosta

        balle.
        ti devi impegnare di più per essere credibile

        • Chris LXXIX

          Balle, dici? Guarda che in questo ragionamento tutte le (varie ed eventuali) partigianerie, qui presenti (siano esse pro Israele o pro Palestina) non c’entrano.

          Io parlavo di fatti, e con i fatti c’è poco da impegnarsi. E i fatti ci dicono che Arafat e tutto l’OLP, di cash, ne hanno mescolato tanto, e per decenni (e sarebbe stato oggettivamente stupido se cosi non fosse stato).

          Poi tutti i fondi ricevuti dopo da Iran, Qatar, non Qatar, UE ecc?

          Vedi, un conto è la solidarietà e simpatia che molte, moltissime persone hanno per la causa Palestinese. Ed è ok.

          Cosi come è ok sottolineare – quando si parla di Palestina ‘povera’ – tutto il cash che loro (i loro leader) hanno sempre: o speso male (in armi ecc) oppure portato in banche estere.

          Con tutto quel cash la Striscia la rimettevi in piedi, parliamo di un lembo di terra, non del Nebraska.

          • Bragadin a Famagosta

            capisco….insomma quando gli israeliani sparavano sul palazzo presidenziale di Arafat non era per questioni politiche, ma in realtà erano interessati ai libri contabili…

          • Gian Paolo Cardelli

            Lei è cretino o in malafede? Vuole negare la ricchezza di Arafat e dei “leaders palestinesi” adesso?

          • luigirossi

            Tu sei un cane idrofobo o vuoi negare la ricchezza dei pedoponografi dei blog ebraici?

          • Gian Paolo Cardelli

            Essendo tutto falso, si conferma che lei oltre ad un po’ di compassione per il suo pietoso caso non riesce a suscitare.

          • Chris LXXIX

            No, ma vedi… io ho premesso che non stavo (e nella maniera più assoluta) parlando di politica, causa Palestinese, Israele, territori, coloni ecc

            Riflettevo solamente su una cosa che ho notato essere trascurata, ovvero il fatto che, se i leader Palestinesi, avessero davvero speso tutto quel fiume di denaro per gli abitanti della Striscia, oggi forse (forse, eh…) qualcosa sarebbe diverso.

          • Bragadin a Famagosta

            caro amico..tu scordi che a capo di ogni rivoluzione di solito ci sono borghesi ricchi..come per es. George Washington…

            ma ti faccio una domanda ….

            viene da te Macron e di dice( tutto in francese) caro amico mi piaci perchè non diventi anche tu francese come tutto qui dove abiti,? naturalmente cambi il tuo nome, abitudini,lingua, cucina, bandiera e tradizioni…ma ti prometto che la tua pensione sarà più buona di quella attuale della Fornero…
            tu cosa fai… accetti?

          • Chris LXXIX

            No, ma vedi… io non ho mai detto che dovrebbero (o avrebbero dovuto) rinunciare alle loro rivendicazioni ecc :-)

          • Bragadin a Famagosta

            sarà un ossimoro, ma c’è molto di progressivo o progressismo, qualcosa della vera sinistra a difesa dei deboli, nella posizione di noi di destra , sulla questione…i popoli devono avere un homeland su cui camminare tranquilli…

          • colzani

            vero, ma ricordi che gaza ( a causa dell’olp, hamas o israele) soffre embarghi oramai decennali, vive in una condizione di dipendenza dal paese che la avvolge e ingressi ed uscite del paese – merci incluse – è sotto rigido controllo israeliano. che i leader palestinesi abbiano, come tutti i capi di governo e partito al mondo, abusato della loro privilegiata posizione è indiscutibile ma credere che quei quattro soldi che questi ladroni si sono accaparrati possano aver contribuito a migliorare le condizioni di vita, ma soprattutto la condizione economica industriale a gaza, è al limite dell’ingenuo. senza offesa.

          • Massimiliano

            Private jets, restaurants, luxury hotels: The good life of senior Hamas officials
            Hamas leaders are facing criticism inside and outside of Gaza for enjoying a lavish lifestyle while Gazans suffer.

          • colzani

            of course! these dogs serving the zionist criminals have to get their bone prize in return for the favours. Who the fu¢k in the world would throw firecrackers just to get back hell fire? you’re so stupid, retard israeli ¢unt!

          • Massimiliano
          • colzani

            a hotel! what do you wnna prove, you pri¢k?

          • Chris LXXIX

            No, nessuna offesa, ci mancherebbe :-)

            Ammetto che il mio ragionamento potrebbe essere un po’ ingenuo e da ‘sognatore’, però non so, colzani, se possiamo parlare di “quattro soldi” (beh, si, certo… se paragonati a quelli che gli USA danno a Israele, si) perchè erano miliardi, e in Palestina la vita (se paragonata a noi) costa poco.

          • colzani

            guardi, nel 2014 la conferenza del cairo emandò la donazione per 5400 milioni di cui la metà per opere di ricostruzione. l’altra metà andava nel budged PA. le ricordo che di questa metà in opere di ricostruzione oltre il 30% è stato trattenuto dalle autorità israeliane come tasse d’importazione (sì, ogni merce che entra in palestina è considerata trade e pertanto tassata da israele. sulla restante metà delle donazionei bisognerebbe sempre chiedere a israele in quanto i fondi finanziari destinati alla palestina devono passare comunque per banche israeliane. pertanto, dovremmo chiedere a netanyahu dove finiscono i soldi donati ai palestinesi, lui sa come li spende hamas!).
            in quanto al costo della vita le porto quattro dati: il latte costa mediamente 1,60€ al litro, più o meno lo stesso prezzo della benzina, un’auto di media cilindrata (golf 1.4cc) intorno ai 30.000€, un appartamento trilocale costa sulle 450€ al mese, merce di lusso come internet o le sigarette, rispettivamente 30€ mese e 5,85€ a pacchetto! Forse l’unica cosa che costa poco è la vita visto come durante le manifestazioni per la nakba oltre 120 sono stati abbattuti sotto il fuoco dei cecchini idf!

      • Lorenzo

        hai confuso arafat con bibi’? che non riescono a portar in tribunale a causa delle “continue “situzioni emergenziali sempre provocate allo scopo …

        • Chris LXXIX

          No, no :-)

          Come ho detto (appena qui sotto) parlavo di un dato di fatto (storico) oggettivo.

          La ‘partigianeria’ (in senso buono intendo) sia essa ‘pro Israele’ o ‘pro Palestina’ la lascio volentieri agli altri.

          La mia opinione era (ed è) che la Striscia di Gaza – con tutti i soldi che l’OLP ha fatto (nei decenni) e poi tutti i finanziamenti ricevuti, dopo – avrebbe dovuto avere le strade d’oro, se i soldi fossero realmente stati spesi per il bene degli abitanti.

          • colzani

            un po’ come israele che con i 200 miliardi ricevuti si è fatta la flotta aerea d’oro…

          • HappyFuture

            Tanto per precisare! Arafat viveva a Ramallah; è morto a Parigi. Penso che anche Abu Mazen viva a Ramallah, vicino a Gerico, in Cisgiordania..
            La Striscia di Gaza è un cumulo di macerie. E notizie di “ricostruzione” non se ne hanno.
            Le notizie sono che ci sono dei cunicoli che collegano la Striscia di Gaza con l’Egitto. Usati per contrabbandare armi. (Che poi mi fa chiedere perché dovrebbero contrabbandare le armi attraverso corridoi sotterranei? Gli Egiziani sono diventati Sionisti?)
            Per questo traffico “illecito” (fra traditori Egiziani e terroristi di Hamas) ogni tanto aerei dell’IDF “devono” sganciare qualche bomba per far collassare i cunicoli. Quelli dell’IDF sanno perfettamente il tracciato. Glielo fanno sapere gli Egiziani appunto.
            P.P. Poveri Palestinesi.

  • Chris LXXIX

    Mamma mia, oh… tre missili tre, lanciati alla ‘brutto Dio’ da Gaza, e due bombe Israeliane come risposta, e nei commenti qui sotto si parla e leggi di ‘guerra’, ‘Armageddon’, ‘Genocidio’, voli pindarici geopolitici etc

    Ripigliatevi, eh, senza offesa :-)

  • Maria

    Ultimissime dall Iran Venerdi scorso allo stadio Ar errore Azadi a Teheran durante l incontro di calcio tra esteghial khuzestan contro tractor sazi uno spettatore si permise di cantare morte al dittatore sayyed ali khameini la suprema guida religiosa deh degli ayatollah. Subito intervenne la polizia segreta freddandolo mortalmente a suoi errore a suon di botte. IRAN DEMOCRATICO???Maria

    • colzani

      ultimissime menzogne. che seguono quella della raffineria incendiata (fake news) e quella della condanna per i due convertiti (fake), oggi arriva con questa news inventata da un tale israeliano LIpin montata da un intervento della polizia durante una partita di calcio per sedare eventuali disordini. i canti morte al dittatore – se la maria conosce il farsi come afferma – dovrebbe sapere che sono indirizzati alla squadra avversaria. vedo che la veemenza nell’attaccare l’iran da parte di questa signora che ha studiato a Eton ed è in zone di guerra per difendere i diritti umanitari, sta crescendo in maniera sospetta.

      • Dario Asso

        Maria sta in Svizzera,ma non lo ammetterebbe mai.

  • Divoll79

    I commenti degli adepti, qui sotto, sono talmente indecenti da nuocere alla causa israeliana molto piu’ delle critiche (sempre a livello politico ed etico) di acluni di noi. Bravi, continuate cosi’ che vi fate del male da soli. Bye-bye.

  • dottor Strange

    Israele ha perso un’occasione storica per chiudere la questione quando ci fu il crollo dell’URSS: gli arabi si ritrovarono privi di ogni appoggio internazionale e avrebbero sottoscritto un trattato di pace; però, per fare la pace, Israele avrebbe dovuto ritirarsi dai territori occupati, salvo qualche rettifica territoriale, e concesso uno status internazionale a Gerusalemme est. purtroppo gli Ebrei sono un popolo intelligente ma anche di dura cervice (chiedere a Mosé…) e non si rendono conto che, proseguendo il trend demografico, gli arabi li supereranno come numero e faranno la fine dei bianchi del Sudafrica. non lo vogliono proprio capire e, per mantenere lo status quo, hanno stretto alleanza con i sauditi per esportare l’estremismo sunnita ed il caos nei paesi confinanti. però gli è andata male e continuano ad insistere. d’altra parte, quando dovettero scegliere fra Gesù e Barabba, in piazza a Gerusalemme, votarono tutti per Barabba; non contenti, pensarono anche di poter sconfiggere l’Impero Romano (che pure era stato molto di manica larga con loro) e si beccarono la diaspora. beh, come disse Ben Gurion: “I migliori di noi sono morti ad Auschwitz”….

    • Bragadin a Famagosta

      lei è un ottimista
      Io leggo da 30 anni che gli ebrei sono preoccupati dall’andamento demografico..e si stanno preparando..faranno una bella guerra dove potranno espellere la loro componente araba..solo questione di tempo…

      • dottor Strange

        in realtà non sono ottimista per nulla, perchè la situazione è ormai incancrenita. Israele non può espellere milioni di arabi e neanche può ammazzarli, semplicemente perchè sono troppi. basterebbe fare due conti da terza elementare, ma gli Ebrei sono più testardi di un mulo e alla fine ci lasceranno i denti. per quanto riguarda la corruzione e l’incapacità dei capi arabi (Arafat e Nasser su tutti) ci sarebbe da scrivere 10 libri, ma questo è un altro discorso. peccato, perchè un’Israele in pace con i vicini sarebbe un motore di sviluppo per tutto il Medio Oriente

        • Flavio Stilicone

          Voglio essere ottimista, non so come ma non potrà che finire così (o con una guerra nucleare). Come?
          In tanti in questa sede, e con buone argomentazioni, sottolineano il legame USA-Israele e l’influenza delle lobby ebraiche sul congresso. Ma quelle lobby non sono le uniche (e Israele oggi non confina con la Turchia) e soprattutto NULLA È PER SEMPRE! Giugurta lasciò Roma dopo aver corrotto mezzo senato quasi canzonandola come “città in vendita”. I fatti gli davano ragione in quel momento … ma la troppa fiducia in se stessi fa brutti scherzi ….

          • Oraculus

            Questo e’ solo un ottimismo in favore del nemico di Israele…non vi sara’ un secondo Olocausto…come mai vi fu uno Stato denominatosi patria dell’ebreo , i fatti comunque sono questi che l’intelligenza ebrea vale abastanza per difendersi da qualsiasi nemico…e il nemico la teme…eccome che la teme…e ancora una volta sara’ Davide a vincere Golia…

          • Flavio Stilicone

            È una risposta da tifoso. Quando dico ottimismo non mi riferisco alla distruzione di Israele ma alla pace e questa non può che essere frutto di compromesso, dunque di rinunce. A meno che agli USA non interessi tenere l’area perennemente destabilizzata. Potrebbe essere interesse americano, è interesse dei cittadini israeliani?

          • Bragadin a Famagosta

            è nell’interesse di entrambi…ambedue grandi esportatori di armi,…così facendo poi ricattano l’Europa sulle forniture petrolifere sempre in bilico

          • AlbertNola

            Ama Israele e USA come te stesso!

          • colzani

            il cittadino israeliano è come il cittadino statunitense o iraniano o cinese. si beve quello che la propaganda di regime gli propina. gli interessi dei cittadini sono la patinatura sulle pagine dei giornali. fine.

          • Flavio Stilicone

            Chissà. Non conosco (bene) cinesi. Ho conosciuto iraniani non oppositori ma dotati di insospettabile cognizione di causa accompagnata da solido pragmatismo (in Italia, però, e non so se costituissero un campione rappresentativo per l’intera popolazione). Quanto agii americani, per esperienza personale sono i più manipolabili. Tuttavia considero l’elezione di Trump, al di là del valore della persona, un autentico grido di rivolta contro la propaganda di regime, anche se negli USA la politica estera ha lo stesso peso dell’aumento del cibo per cani.
            Comunque non sarei così pessimista, in Israele i governi si cambiano e non so quanti elettori siano stati realmente abbacinati dalla collezione dei CD live di Little Tony mostrata in mondovisione da Netanyahu.

          • Oraculus

            Ma scusi , mai ascoltate le affermazioni dei musulmani che la única pace vi sara’ solo con la distruzione di Israele??…o lei vive sulla luna??…l’area destabilizzata era negli intendimenti dei Clinton e Obama…Trump??…purtroppo il suo prossimo mandato mette il futuro di Israele con dubbi molto seri…l’articolo dal quale si ispirano le nostre righe , ce ne testimonia di terribili . Senza Trump i democratici USA potranno defilarsi quel tanto da permettere azioni con danni notevoli agli israeliani…che ora hanno anche i russi alle porte del Golan…

          • colzani

            tipico dei nazisti e dei razzisti. generalizzare con sillogismi da imbonitore. i mussulmani sono oltre un milion e di certo non possono affermare quanto scrive. semmai qualche mussulmano ha affermato ciò nell’ambito di una sua particolare strategia così come fecero alcuni leader sionisti, che però non cataloghiamo ignorantemente come fate voi sotto la voce ebrei. sia specifico se non vuole essere ridicolizzato, chi ha affermato che la pace passa attraverso la distruzione di israele? attenzione a quello che scrive, sia specifico.

          • Oraculus

            Toh!!…vedi chi si rivede…manca solo l’immondo “cir” poi e’…tómbola!! , comunque , non va ignorato per sommi capi che il musulamano (l’islamico) se e’ carnefice tra i suoi sunniti e sciiti , si raddoppia e unisce nelle sue file contro Israele…l’Europa??…vile se ne stara’ fuori…e sara’ allora che Israele vendera’ cara la sua pelle!!…ma non solo con il nucleare…o sara’ in grado di soluzionare una prossima guerra con la “mors tua , vitae mea”…o sara’ “mors mea??…mors…omnia!!)…piu0 che meritata per una umanita’ indegna di esistere.

          • colzani

            in sintesi: noi europei siamo dei codardi perché riteniamo voi criminali israeliani indegni del nostro aiuto e in perfetto stile terrorista mussulmano (non l’avete inventato voi?) ecco che arrivate con il MORS MEA MORS OMNIA!!! l’umanità è indegna di esistere perché lo 0,02% della sua popolazione è una cricca mafiosa religiosa che crede di essere l’unica degna di vivere? complimenti, ogni volta che vi esprimete vi mostrate per quello che siete…

          • Oraculus

            Innanzi a tutto , e’ solo e sempre la verita’ che…offende e non certo lo sono i tuoi screditi offensivi , falsi perche’ e’ nella costituzione dello Stato d’Israele che si garantisce la pratica di tutte le religioni di questo mondo…nessuna mafia ha mai caratterizzato l’ebreo…emarginato e obbligato per secoli ad essere ghettizzato…proprio dai cristiani come…te!!. Forse e’ nel divino che nel DNA dell’ebreo vi siano risorse di una intelligenza nettamente superiore alla media , quella addiritura dei cristiani , perche’ purtroppo siamo stati , siamo e saremo miliardi di poco intelligenti come te…

          • colzani

            innanzi tutto! un cane rabbioso che scrive “MORS MEA, MORS OMNIA” non ha diritto ad aprire bocca se non di fronte ad un plotone d’esecuzione con l’aggravante del suggerire che la pratica religiosa e quindi l’associazione mafiosa all’ebraismo indondano “RISORSE DI UNA INTELLIGENZA NETTAMENTE SUPERIORE ALLA MEDIA, QUELLA ADDIRITTURA DEI CRISTIANI”!!!
            sei un criminale e ancora una volta ti smascheri appartenere a quella congrega di fanatici bigotti convinti di essere i prescelti del dio di cartapesta. Solo le bestie misurano l’intelligenza e solo i ratti la misurano con la “facoltà” teologica aggregata. che pietoso idiota…

          • Oraculus

            Te lo ripeto?? , sono un mancato prete che stima il buono e castiga il…cattivo , tu purtroppo , per te , sei tra questi ultimi…comunque io generalizzo e come mi avrai letto , quando disprezzo i cristiani , io sono incluso…per il resto??…lasciamo perderé…a miglior occasione…non mi piace approffittarmi nell’insistere su dei deboli…

          • colzani

            solo un ¢oglione può definire deboli gli altri dopo aver affermato che se muore israele deve morire tutta l’umnità

          • Zeneize

            Maledizione al lattice di cattiva qualità!

          • Massimiliano

            ma no,il povero colz…ano non va relegato tra i cattivi tutt’al più con i vari dementi come zeneize,cir,ling noi e brigadin

          • Zeneize

            Indegna di esistere? Tua mamma quella notte era piena di grappa come un alpino eh!

          • Flavio Stilicone

            Quelle dei musulmani sono chiacchiere a fini di politica interna. Nessun paese musulmano è oggi in grado di minacciare Israele. Teoria dei giochi: anche chi fosse in grado è cosciente del fatto che ci sarebbe una reazione.
            Israele deve cercare la pace per la propria sicurezza nel lungo termine a costo di rinunce dolorose. Non c’è altra via che una soluzione equilibrata.

          • Oraculus

            Ma come si puo’ equilibrare una situazione con chi non ti riconosce nessuna autorita??…l’esempio Egitto garantisce il rispetto di Israele per gli impegni presi…la pace??…ai palestinesi non conviene…perderebbero aiuti economici per loro vitali…ossia , poi dovrebbero accettare la mano tesa e incondizionata degli israeliani…

          • HappyFuture

            La Striscia di Gaza riceve le forniture di Elettricità e di Acqua Potabile da Israele.

            Purtroppo.

          • Flavio Stilicone

            Bisogna fare in modo che convenga. I palestinesi devono perderli subito i finanziamenti, hanno l’effetto di una droga e causano dipendenza come la droga (e noi in Italia lo sappiamo bene). Peraltro anche Israele è “drogato”, siamo sicuri che al pusher non stia bene lo statu quo? Israele dovrebbe forse guardarsi un po’ meglio dagli amici, anche da quelli che è convinto di controllare.

          • Oraculus

            Israele di amici??…ne ha tanti quanti oggi ne abbiamo noi…italiani , La causa palestinoisraeliana??…sinceramente non so’ come andra’ a finire…e comunque sono filoisraeliano…come italiano e come…cristiano…

          • Flavio Stilicone

            Lungi da me praticare del cerchiobottismo ma hanno stancato tutti. L’ONU, cioè gli USA col vestito del dì di festa, sono responsabili di questa cancrena e non escludo che l’abbiano desiderata. Devono fare come uno statista del passato, di cui non ricordo il nome, che pose fine alle dispute territoriali tra vari stati “clienti” imponendo con una serie di arbitrati, e senza spargimenti di sangue, confini etnicamente equilibrati ad Ungheria, Romania, Bulgaria.

          • Oraculus

            Il passato di Israele non…existe!! , oggi e’ un passato di soli 70anni , con un presente drammatico e con quanto di peggio possa riservarle il…futuro . Israele ha i soli spazi che autolimitandosi si e’ concessa vincendo guerre dove erano i gioco le sue terre e le sue esistenze…l’inequita’ spacciata per equita’ dall’Europa sul contenzioso israelopalestinese ha dell’obrobrioso , e poi con l’aggiunta finale del Vaticano come ciliegina finale , dovrebbe ispirare solo simpatía e non odio alla massima potenza . Riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele ha la stessa validita’ di riconoscerne diritti & doveri , ossia quanto non fanno i suoi nemici .
            .

          • luigirossi

            la ragione è semplice:non vi è stato nemmeno il primo.Quello di cui dobbiamo parlare a proposito della nascita Israele è KLAUS FUCHS,I ROSEMBERG E STALIN

          • Bragadin a Famagosta

            egregio

            ci sono lobby e lobby…come sai una volta a Golda Meyer chiesero come mai Israele non chiedesse di far parte degli USA.
            -risposta

            ” Perchè accontentarci di 2 senatori al Congresso quando oggi ne abbiamo già 100?”
            Del resto non si capisce perchè mai, tra lo stupore di tutti gli analisti internazionali seri, gli USA facciano da tempo una politica in MO. contraria ai loro stessi interessi nazionali..bah!
            A Giugurta andò bene finchè le dinamiche a Roma erano di ordine monetario a 18 carati ..quando a Mario serviva un trionfo, la politica ebbe il sopravvento…quindi volere e potere sempre in ogni luogo.

          • Flavio Stilicone

            Appunto, le strategie si cambiano, le amicizie si cambiano, le lobby aumentano e perdono potere, si scindono, vengono spodestate o assorbite … se Israele vuole avere un futuro deve ragionare pensando che non sarà sempre protetta come un giovane cleptomane cui babbo paga sempre la cauzione. Deve sedersi al tavolo con i palestinesi … pace significa anche convivere con chi fino al giorno prima ti scannavi … ogni popolo europeo ci è passato più e più volte, è un veleno necessario per vivere …

            Va da se che al tavolo ci si siede in due e i (leader) palestinesi vivono purtroppo nello stesso stato psicologico di chi crede potersi permettere di tutto senza subire conseguenze (al massimo ricadono sul popolo e diventano arma di propaganda).

            Impareranno a nuotare? Solo se qualcuno li getterà in una piscina gelata …

    • Luigi

      Ti facevo più serio e piu istruito.Mosè in quanto a testa dura non lo batteva nessuno,non aveva titolo per giudicare il popolo,per tre volte DIO nel roveto ardente gli dovette ripetere la stessa cosa.sei male informato rispetto alla natalità in Israele,gli ebrei da qualche anno hanno superato gli arabi,per questo serve nuova terra,mi auguro che un giorno Israele si riprenda tutta la città est,parte del Libano,la Cisgiordania il Sinai e un pezzo di Giordania.

      • Bragadin a Famagosta

        così poco? niente dall’Iran dalla Cina?

        • Luigi

          In Cina c’è gia una folta comunità ebraica ,che collabora fra Israele e cinesi sia sul piano commerciale che scientifico ,per l’Iran abbia pazienza

          • colzani

            3000 ebrei una folta comunità? 0,00023%
            in iran risiedono circa 300.000 ebrei, la più grande comunità ebraica fuori da israele, rispettati, tutelati e rappresentati in parlamento: 0,37% della popolazione (media mondiale 0,018% ovvero il 2000% sopra il threshold)

          • Bragadin a Famagosta

            si in Cina ad Harbin era la terra promessa che i Giapponesi avevano prospettato agli ebrei tedeschi nel 1937…ma per lei così perspicace so che è una soluzione riduttiva..che ne dice della Via lattea e miele? se vuole metto una buona parola al comandante di Star Trek.

        • Luigi

          Si è lui lo hai visto in giro per caso?ma da quando lo avete eletto sacerdote? militare, condottiero testa di legno si,ma non sacerdote.

          • Bragadin a Famagosta

            ma suvvia testa di vitello ( non d’oro) non era uno dei sacerdoti di Akenaton?

            condottiero di che? idiota..visto che si è scelto Giosuè

          • Luigi

            Io nòn l’ho offesa, prego.
            Lei ha fatto bene a dividere la risposta in due parti, infatti lei parla giustamente di due persone diverse.

          • AlbertNola

            È un pidocchio nazista.

          • Bragadin a Famagosta

            ” testa di legno” è un simpatico aforisma..?..sempre così voi compagni di merende in lerner..i colpevoli sempre gli altri…vai Flavio Silva!

      • colzani

        grande israele! aspettando il messia…

  • John C.

    Gli piacerebbe ai giudei poter massacrare i Palestinesi a Gaza senza essere “disturbati”. Saranno gli “anti-semiti” cattivoni che si oppongono al massacro. Povere “vittime”…i giudei….sempre.

    • Oraculus

      Mentre i cristiani cosa hanno fatto nel mondo intero??…sei dunque un giudice da…strappazzo!!.

      • Lorenzo

        per me tutti i fanatici religiosi…ebrei cristiani arabi indu’sono pazzi da legare..la religione e’ come l’aspirina ..se la prendi in quantita’ moderata aiuta..se esageri vai in overdose e sbarelli..la mia considerazione pr tutti quelli che in tutti i popoli si oppongono agli estremisti e cercano di far prevalere cio’ che unisce le religioni e non cio’ che le divide

        • Oraculus

          Qui di fanatici religiosi non ve ne sono…ma solo scalmanati politici e ancor peggio dei comunisti dichiarati razzisti contro l’ebreo…che tollerano i milioni di islamici in Italia e che vorrebbero la ebrea Israele cancellata dalla geografía mediorientale…

          • Zeneize

            Non capisci bene l’italiano, si vede. Rilassati e conta fino a trecento prima di scrivere altre fesserie da competizione.

          • AlbertNola

            Tu parlare arabo e pregare 5 volte al giorno?

    • Gian Paolo Cardelli

      E perché allora non lo fanno, visto che possono riuscirci in quarantotto ore?

      • luigirossi

        Perchè se tentano di occupare Gaza,come ha ben informato OCCHI qualche giorno fa,riceveranno un ringraziamento di centinaia di missili,nonchè solleveranno l’idignazione di chi in europa li chiama gia’ BULLI,ed è la rappresentante diplomatica EU

        • Gian Paolo Cardelli

          Dopo quarantott’ore tutti, a “palestinesi” scomparsi, si inalberano? che squallore…

  • Oraculus

    I nemici di Israele scrivono solo di voler distruggerla…mentre Israele non ha mai dichiarato di voler distruggere i suoi nemici…gran popolo questi israeliani!!.

    • Lorenzo

      si gli altri abbaiano e non mordono…sion non abbaia ma morde e lacera senza pieta’…da buon popolo eletto al quale tutto e’ concesso e dovuto

      • Oraculus

        Eh!! , la lingua batte dove il dente duole!!…i precedenti dei palestinesi con multipli attentati terroristici (Arafat insegna) li dimenticano solo , o gli ignoranti o gli sbadati o i volutamente prevenuti contro l’ebreo…accolita di razzisti degni di Hitler e Mussolini…

        • Zeneize

          Magari.

        • colzani

          nessuno dimentica gli attentati terroristici, iniziando da quelli dell’irgun sionista che da 37 al 48 ha messo in fila oltre 60 bombardamenti ( nell’area il terrorismo era sconosciuto fino all’arrivo degli ebrei ashke-nazi e da allora nemmeno i caproni dell’olp o di hamas sono mai riusciti ad emulare i sanguinari attentati compiuti da questi “partigiani”) e pertanto credo che i più grandi ignoranti del forum sono proprio quelli che disonestamente dimenticano la responsabilità di questi terroristi (tra l’altro alcuni di questi terroristi divennero primi ministri). forse i migliori figli del nazismo sono proprio questi frignoni zingari ashke-nazi

          • Oraculus

            Dunque , si continua a voler negare agli ebraici dopo due millenni e due olocausto , uno nazista e l’altro soviético , di voler realizzare un loro Stato constituito,,,come poi avvenne con la Stato di Israele , riconosciuto all’ONU , Guerre vinte o perse hanno fatto la storia dell’umanita’…e di tutte le comunita’ poi riconoscute come Stati sovrani , ma solo agli ebrei si vuol negar loro uguale diritto??…ma il peggio del peggio siamo noi europei , diretti e storici confratelli , anche oggi non riusciamo con la nostra insolidaria cristianita’ offrire loro un appoggio , ma bensi’ dopo sommari tentativi di essere invasi dagli islamici ne sopprtiamo come non mai milioni di loro presenze sui nostri suoli…
            Se questo non e’ uno schifo di schifoso comportamento verso l’ebreo che in due millenni ha convisstuo in Europa senza mai macchiarsi di…indegnita’. Anzi…

          • colzani

            guarda che l’olocausto sovietico è stato perpetrato per mano degli ebrei: 60 milioni di cristiani sterminati pre mano dei vari kaganovich, Bronstein (Trotsky capo armata rossa), Sokolnikov (Girsh il tesoriere), Radek (sobhelson il costituzionalista), Litvinov (Finkelstein ministro agli esteri)
            Apfelbaum (Zinovief), Lourie (Larine), Ouritski, Kamenev, Volodarski, Rosenfeldt (Kamanef), Smidovitch, Sverdlof (Yankel), Nakhamkes (Steklof), Schlichter, Lander, Kauffman, V. Schmidt, E. Lelina (Knigissen), Spitzberg, Anvelt, Salomon (segretario esecutivo e capo di governo), Isidore Goukovski, Felix Dzerzhinsky, Vyacheslav Menzhinsky, yakov peters, yagoda, olga kameneva, pavel axelrod, osip apetkman, bielski, yakov blumkin, gelfman, gershuni, goldenberg, krivitsky, parvus,shlomo rosemblum, ruthenberg, uritsky, iona yarik, kaplan (il killer di lenin), joffe, cherniakhovsky, dragunsky , krivoshein, malinovsky per citarti solo i più importanti di una organizzazione a deriva ebraica, ovvero organici esecutivi di partito e di governo composti dal 90% di ebrei. per la cheka un discorso a parte in quanto questa sanguinaria polizia era esclusivamente composta da ebrei. lo stato ebraico venne costituito in crimea ma gli abitanti di quei luoghi cacciarono gli invasori e le loro carovane. pewrché dovremmo offrire un appoggio a qualcosa che non esiste? gli ebrei non sono un popolo, non sono una etnia ma una congregazione religiosa che ha vissuto 2000 anni in europa generando inspiegabilmente ostilità ovunque abbia posato le sue tende. non riconoscerti in questa italianità, hai già dimostrato di non esserlo e di spacciarti per cristiano mentre assomigli solo ad un fanatico di scientology.

          • Oraculus

            Non sono un fanatico…di nessuna pratica esistenziale…quello che mi dedichi a prescindere sia vero o falso…e’ ininfluente sulla mia dichiarata difesa di Israele e degli ebraici…vedi colzani , noi cristiani con quello che abbiamo combinato solo a partire dal dopo Cristoforo Colombo…non abbiamo nessuna dignita’ per avversare i diritti ebraici di avere una patria che li difenda e li possa accogliere…e cio’ dopo un loro passato che con torti o ragioni hanno scontato per ben due millenni , Comunque , l’ebreo ci ha piu’ dato che…tolto , ed e’ compatibile con noi cristiani…come facciate tu ed altri ad avere una cosi’ feroce avversione per loro e per di piu’ in difesa di palestinesi/islamici/terrorista…come italiano non vi capisco…come uomo vi disprezzo…e come cristiano vi…scomunicherei!!.

          • Bragadin a Famagosta

            mica li dimenticano..li nascondono..e si incaz….o quando atri li ricordano

          • colzani

            meglio non farli in¢azzare allora.

      • Divoll79

        Auto-elettosi.

    • Zeneize

      Una considerazione grande quasi come il tuo buco del cul0, povero scemo maialox.

      • Oraculus

        Tu??…sei sempre lo stesso porco nazifascista/filopalestinese o scialbo comunista!!…altra accolita di rifiuti umani che purtroppo italiani e che questo giornale ospita indefessamente .

  • CLARITY

    Non riesco a capire come Israhell ,ogni volta che fanno massacri contro humanita che non si puo difendere,le chiamono guerre.

    • Gian Paolo Cardelli

      Perché i massacri di cui blatera stanno solo nella propaganda antiisraeliana e nelle teste che ci abboccano.

      • Dario Asso

        Anche Sabra e Chatila 1982 era propaganda? Ariel Sharonn allora era un eroe? Allora il sangue era ketchup? Allora Yahweh ci salverà tutti?

        • Gian Paolo Cardelli

          Sabra e Chatila fu provocata dai CRISTIANO-MARONITI, non dagli Israeliani, esattamente come Settembre Nero nacque quando i “profughi palestinesi” venero massacrati A CANNONATE dall’Esercito GIORDANO, stufi delle continue violenze provocate da loro. Studi, studi…

          • Chris LXXIX

            In effetti Sabra e Chatila fu una vendetta dei Libanesi Cristiano Maroniti per l’omicidio di Bashir Gemayel.

            Va rilevato, a ogni modo, che l’apparato militare di Israele (che comunque sapeva) non fece niente per evitare quel massacro.

            A conti fatti, visto tutto a posteriori, oggi, quello fu un grosso errore politico/militare, secondo me :-)

          • Dario Asso

            Si mentre di giorno l’esercito israeliano controllava le uscite del campo per non far scappare nessuno,e di notte illuminava il campo per veder meglio a chi sparare.Se non hanno partecipato materialmente,si sono resi complici di un massacro ignobile,che ancora oggi è senza giustizia.studi anche lei saputello.

          • Gian Paolo Cardelli

            E questo chi glielo ha detto: Arafat, per caso?

          • Dario Asso

            No ….Wikipèdia

      • luigirossi

        quelli che credono alla propaganda antiisraeliana sono gli stessi che credono che esista la mafia.solo pallywood

        • Gian Paolo Cardelli

          Quelli che credono alla propaganda antiisraeliana vedono massacri dove non ce ne sono: mai sentito di popolazioni sotto massacro che aumentano di numero ogni giorno che passa…

  • best67

    avanti un altra!

  • Oraculus

    Quello del quale stiamo discutendo ha una precisa ispirazione , quella dalle righe sopra sapientemente scritte , la prossima non sara’ una sola guerra di Gaza & Israele…ben altro si sta preparando…e non escluderei che pure l’Egitto e la Giordania siano consenzienti a parteciparvi e cio’ avverrebbe solo dopo un certo impegno israeliano e del suo conseguente indebilimento difensivo…ecco perche’ Israele non potra’ permettersi di limitarsi…davra¡ fare come sempre , anticipare la…demolixione del suo , o meglio dei suoi nemici una volta per tutte!!. Tutto sto tira e molla e’ servito solo ai suoi nemici per convenirne la sua distruzione…tutti d’accordo!!…ne3mici mortli tra di loro ma amici fraterni contro Israele…e qui si parla non piu’ dei 300 milioni di Nasser , ma del miliardo e mezzo di islamici nel mondo…l’Occidente tace??…chi tace acconsente!!…ad Israele non serve che una guerra breve…breve e risolutiva…per la vita sua con la morte dei suoi nemici…

  • Oraculus

    Il mortale nemico??…solo il di lui morto…e non lo si teme piu’!!…che poi e’ quello che pensa e vuole lui di…noi…

  • montezuma

    Il guaio di ISR e Palestinesi è che la differenza sociale, storica e culturale, è abissale e il territorio disponibile è scarso. Il guazzabuglio politico e strategico creato dalla spinta di Arabi musulmani (dai Paesi vicini) verso la Palestina mentre era in formazione lo Stato ebraico ha creato una situazione per futuri “casini” con l’assenso dell’ONU e di un certo pensiero politico sinistro. I Palestinesi più ricchi se ne sono andati quasi subito. I poveri sono rimasti a fare da massa di manovra guidati (sic) da una leadership mafiosa. Gli altri Paesi arabi/musulmani non li vogliono. ISR in parte li ha usati come manodopera in parte li sta portando ad emigrare (dati disponibili su varie fonti) specie da Gaza. Fintanto che non scoppierà un cataclisma politico-militare di maggiori proporzioni, non vedo altra soluzione che un accordo pragmatico anche se non vedo questa intelligenza a Gaza e in Cisgiordania.