IMG_2877

La fabbrica delle mogli

Non è turismo sessuale, ma ricerca del vero amore, almeno sulla carta. Ogni anno migliaia di uomini occidentali vanno in Ucraina per incontrare ragazze locali con cui hanno chattato on line, nella speranza di sposarne una. La meta ideale di questo turismo dei cerca moglie è Mykolaïv, una città che conserva i tratti stilistici del periodo sovietico a 130 km a est di Odessa, a cui è collegata con una rete di trasporti pubblici inefficiente, cui sopperiscono autobus privati che partono solo quando sono abbastanza pieni, a discrezione dell’autista.

L’unico richiamo turistico è lo zoo più famoso del Paese, modesto agli occhi degli occidentali che vengono qui per un’altra “attrazione”: “La nostra città è famosa in tutto il mondo e i nostri turisti non vengono per castelli o montagne ma per le nostre donne”, vanta il sito di una delle centinaia di agenzie matrimoniali locali. L’appellativo “città delle mogli” non è una trovata pubblicitaria. Ha origine nel 1789, anno in cui il generale Gregory Potemkin fondò la città per farne un centro di costruzioni navali. Il generale obbligò gli abitanti dei villaggi circostanti a portare le ragazze più belle in città, per far sì che militari, operai e marinai si sposassero e mettessero radici a Mykolaïv. Duecentoventinove anni dopo la città è il centro del business ucraino dei matrimoni. Passeggiando su Tsentralny Avenue, un viale di 6 chilometri che taglia la città, tra caseggiati sovietici in stile brutalista e carri armati trasformati in monumenti pubblici, ci si imbatte in decine di negozi di vestiti da sposa con nomi spesso italiani: Florencia, Milano. A stupire è anche l’uso dell’immagine femminile che a Mykolaïv fanno le attività commerciali per fini pubblicitari: che sia un’assicurazione o un negozio di caccia e pesca, è immancabile il cartonato di una donna a grandezza naturale sulla strada principale.

Le agenzie matrimoniali

Un capitolo fondamentale di questo business sono le agenzie di matrimonio per stranieri, che sui siti spiegano: “Le donne ucraine sono sempre state famose per la loro bellezza, il loro aspetto intelligente e le loro menti brillanti. Gli uomini da tutto il mondo sono venuti in Ucraina in cerca della miglior moglie: buona sposa e casalinga”. Campagna marketing sessista, alle educate orecchie occidentali, ma le persone a capo di queste agenzie, quasi sempre donne, non la pensano così: “In Ucraina ci sono molte meno donne che uomini – spiega Ekaterina Zaporozhenko, dell’agenzia Rumba Love Tour -. Il sogno di ogni ragazza ucraina è quello di trovare un fidanzato straniero e lasciare questo paese pieno di problemi. Gli uomini scelgono le donne ucraine perché sono belle, orientate alla famiglia e fedeli. Noi aiutiamo entrambi a trovare il partner giusto”. Le agenzie matrimoniali di Mykolaïv superano il centinaio, a detta degli operatori del settore: tutte presenti on-line ma poco visibili in città, segnalate al massimo da anonime targhette sui portoni. Non è così per Ukraine Brides, che si affaccia sulla strada con cartelli in doppia lingua, rivolti sia a potenziali clienti stranieri di passaggio sia alle donne locali.

IMG_2877 IMG_2810 IMG_2835 IMG_2788-4 IMG_2904 IMG_2868 IMG_2866 IMG_2906 IMG_2896

“La metà dei clienti viene da Stati Uniti, Inghilterra, Nuova Zelanda e Australia. Anche Europa e Turchia. Pochi italiani, in questo momento saranno una quindicina”, spiega Anna Mykhaylovskaya, manager dell’agenzia. Per iscriversi basta inserire la propria foto, alcuni dati personali, dichiarare cosa si sta cercando e pagare. A scegliere le ragazze con cui il cliente potrà chattare è l’agenzia, che fornisce anche il traduttore: “Scegliamo le ragazze giuste in base ai gusti e alle richieste del cliente. Lo mettiamo in guardia dal cercare una donna molto più giovane, che potrebbe voler provare diversi uomini prima di scegliere quello adatto”. Le ragazze che si rivolgono a Ukraine Brides devono compilare un modulo e rispondere ad alcune domande con cui l’agenzia verifica che il loro obiettivo è veramente il matrimonio, un metodo per niente infallibile, come ammette Mykhalovskaya: “Capita che alcune ragazze siano più volubili e vogliano divertirsi, ma lo stesso vale per gli uomini”. Ukraine Brides è attiva dal 2009 e oggi conta dieci dipendenti, più di 1500 ragazze e il doppio di clienti. Ma le cose sono cambiate molto in questi anni: “Oggi proliferano i siti di incontro gratuiti o con quote di iscrizioni mensili che permettono di interagire con tutti gli altri iscritti. Ma il nostro è un servizio più individuale, supportato dal personale dell’agenzia e con maggiore privacy. Il nostro cliente medio è il businessman over 40 che non ha tempo per cercarsi la donna e delega a noi il compito”.

Tutto parte con una conversazione on line ma alcuni clienti, dopo aver chattato per diversi mesi con le ragazze, decidono di andare a trovarle di persona: in questo caso l’agenzia organizza anche la permanenza e gli spostamenti nel paese e fornisce il traduttore. Per accedere agli uffici di Ukraine Brides si passa attraverso quello di un’omonima agenzia viaggi: “Siamo la stessa compagnia – spiega Mykhaylovskaya – questo è il dipartimento viaggi, che organizza il soggiorno dei clienti”.

Marito o denaro facile?

Di fronte all’agenzia c’è un negozio di fiori specializzato in matrimoni. La ragazza al banco dice di avere alcune amiche iscritte all’agenzia e di non sapere se vogliano veramente trovare marito, ma il sorriso parla al suo posto. Che tutte queste ragazze abbiano altri fini rispetto a sposarsi con il primo straniero che passa ed espatriare è stato anche il sospetto di Shaun Walker, che nel 2014 ha partecipato a un viaggio di gruppo organizzato da uno di questi siti internazionali di incontri in Ucraina. Walker ha raccontato sul Guardian di essersi trovato con altri 29 uomini soprattutto americani ma anche inglesi e italiani: tutti emotivamente fragili, hanno incontrato diverse ragazze ciascuno, hanno comprato loro regali e pagato cene, prima di tornarsene a casa più soli di prima.

Maryna (nome di fantasia) ha lavorato come traduttrice e scout manager per tre diverse agenzie matrimoniali ucraine e la sua versione è molto diversa da quella ufficiale: le ragazze vendono la loro immagine e i loro dati personali alle agenzie in cambio di soldi e non sono affatto intenzionate a sposarsi con un uomo straniero. A parlare con i clienti in chat sono i traduttori, non le ragazze, che si limiterebbero a passare in agenzia una volta al mese per ritirare i loro soldi e scattare alcune fotografie. L’agenzia mette il profilo della stessa ragazza su diversi siti di chat a pagamento e non detiene nessuna esclusiva sull’uso della sua immagine: “Capita che una ragazza lavori per diverse agenzie e a seconda della politica dell’agenzia compaia su diversi siti, in un caso dichiarando di avere dei figli, nell’altro di non averne, o di abitare in città diverse – spiega Maryna -. Ma capita anche che una ragazza sia già sposata: l’unica richiesta dell’agenzia è che tolga tutte le foto che la ritraggono con un uomo dai suoi profili social perché il cliente pur non avendo accesso diretto ai loro contatti privati potrebbe imbattervisi casualmente”.

IMG_3045 IMG_3066 IMG_3049 IMG_2948 IMG_3047 IMG_3044

“Se il suo profilo è gestito da un buon traduttore – rivela Maryna – una ragazza può guadagnare anche mille dollari al mese, un buon traduttore ne guadagna fino a 3mila, un manager fino a 5mila. Nell’ultima agenzia per cui ho lavorato, che gestiva il profilo di 40 ragazze, lavoravano 13 persone, tra manager e assistenti. Senza contare un traduttore per ogni ragazza”.

Lara spiega che il sito internazionale a cui si lega l’agenzia trattiene l’80% del guadagno, il restante 20% se lo spartiscono agenzia, traduttore e ragazza. Ma se il cliente decide di andare in Ucraina si apre un capitolo di guadagni extra molto sostanziosa per questi ultimi: “Il traduttore deve incontrare la donna con cui il cliente pensa di aver chattato per mesi e raccontarle tutta la storia d’amore virtuale. Poi si passa all’incontro con il cliente, che include sempre una cena, a cui partecipa anche il traduttore. Di solito ragazza e traduttore si mettono d’accordo con il ristorante per maggiorare il conto della cena, anche duplicarlo, visto che pagherà il cliente”.

Col tempo si sono affinate anche le tecniche per evitare le avances sessuali dei clienti: “Di solito la ragazza dice di essere vergine e di doverci pensare bene, di dover passare più tempo con lui prima di decidere. L’uomo percepisce che nella realtà è molto più fredda di quanto fosse in chat e di solito non vuole incontrarla di nuovo. Ma se il traduttore è molto bravo e la ragazza è d’accordo, ci si inventa che ha avuto recenti problemi in famiglia o cattive esperienze con altri uomini e si potrà andare avanti per diversi giorni con la finzione”.

Maryna non si fa una ragione del perché questi uomini continuino a pagare per chattare, oggi che è possibile farlo gratuitamente nei siti di dating on-line: “Tra i clienti ci sono anche ragazzi. Ho visto un uomo spendere su un sito 30mila dollari in un mese. Molti parlano per anni con una donna, ma solo il 5% è davvero interessato a incontrarla. Lo fanno perché si sentono soli e vogliono parlare con belle ragazze, indipendentemente che siano vere o no. A volte addirittura capiscono che non stanno chattando con queste ragazze ma con qualcun altro al loro posto, ma hanno bisogno di una persona a cui raccontare la loro storia. Per loro è solo un aiuto psicologico”. Con la collaborazione di Anton Yeshchenko.

  • http://vaffanculo.org/ guest star

    massì,vendetevi anche le donne per fare un favore all’U$-€U,
    che la dignità del vostro popolo l’avete venduta alla Nulan a Maidan;
    e altro non vi rimane.

  • Maria

    Mi aspettavo una bufera di commenti indignati da parte delle femministe.. oh è vero quelle non esistono più ci sono solo delle sceme che s’indignano per cose stupide o successe 70 anni fa (dimenticando ciò che è avvenuto negli ultimi cinque minuti) , in Spagna stanno protestando anche gli uomini in Italia no, a Milano hanno imbrattato una statua, ma nessuna parola sull’accaduto in Spagna.

    • Shaq Boom

      Tutte rincoglionite

    • Se77e

      Se lei oggi vota è grazie alle battaglie portate avanti dalle femministe.

      • Maria

        Lo so, sottolineavo che mentre in Spagna si protesta per la vergognosa sentenza, in Italia quando avviene uno stupro le femministe stanno zitte.

        • Se77e

          Avendo vissuto e frequentato la Spagna le posso assicurare che la violenza di genere è uno dei grandi problemi di quel paese. E purtroppo ci sono giudici che pensano di vivere ancora in epoca franchista e se ne escono con queste sentenze indignanti. La domanda che dovremmo farci è questa: un tribunale italiano avrebbe emesso una sentenza del genere? Magari sbaglio, ma direi di no.

          • Bragadin a Famagosta

            questi sono giudici della tua parte politica altro che franchisti..

          • cir

            donne , siate femminili , non femministe , avrete sempre un uomo al vostro fianco .

          • Soap&Rope

            L’interpretazione della legge è tipica di giudici ‘democratici’; la sua applicazione invece di giudici ‘franchisti’.

          • vittorio

            i giudici franchisti …. gli facevano passare la voglia subito!
            fascisti!!!!!!
            guai!

          • Se77e

            Semmai proprio all’opposto, sotto il franchismo la donna non contava e non valeva nulla.

          • cir

            ora in italia non c’e’ il Franchismo , ma pare che la donna conti almeno il triplo dell’ uomo …..

          • Maria

            E meno male che l’Occidente si vanta della libertà delle donne, comunque anche in Italia a volte ci sono giudici fantasiosi che invece di applicare la legge decidono di interpretarla.

          • Homo Sapiens

            In Iran i colpevoli li impiccano alle gru.

          • Se77e

            Anche i giudici purtroppo sono lo specchio della società…
            E anche sulle donne purtroppo c’è ancora molto da fare (veda differenza di stipendi o poca rappresenetanza femminile nei ruoli chiave) ma sputare, come molti fanno qui, sulle battaglie che sono state portate avanti a favore dell’ugliaglianza è una cosa veramente ignobile, oltre che vigliacca direi.

          • telepaco

            I tribunali italiani, quelli di Magistratura democratica che ti piacciono tanto, hanno emesso tante sentenze per cui non è stupro se lei indossa i jeans perchè non potevano violentarla secondo loro. Ed è sempre la TUA parte politica buonista che perdona i delinquenti, sempre perchè nella vostra forma mentis di minorati mentali sinistroidi, il primo obbiettivo è il recupero del carcerato alla società (che ne ha tanto bisogno) e le pene alternative al carcere. Se poi il delinquente violentatore è straniero e per giunta islamico si aprono una serie di attenuanti e scusanti “culturali” che solo voi minus habens di sinistra potete condividere. D’altronde è la loro cultura direbbe la Boldrini, abbiamo molto da imparare da loro….

          • Se77e

            L’unico che in Italia ha reso la vita facile ai delinquenti è il suo idolo pregiudicato di Arcore, che tra depenalizzazioni e prescrizioni brevi ha lasciato centomila (sì, 100.000, ha letto bene!) delinquenti a piede libero ogni anno!

            Riguardo i giudici (non erano di Magistratura Democratica quelli della sentenza alla quale lei si riferisce e che oltretutto dimostra di non conoscere) a lei devono piacere quelli che si sono fatti corrompere dal suo pregiudicato idolo, quelli sì che son giudici!

          • telepaco

            Come al solito neghi l’evidenza del fatto che siete amici dei criminali, specie se stranieri. Fate pena

          • Se77e

            Questa la verità: centomila delinquenti a piede libero ogni anno grazie a gente come lei! Ecco chi difende i criminali.

          • mariolino

            I giudici che ti piacciono tanto avrebbero messo il nome diverso, ma di certo meno anni di galera, forma o sostanza?

          • Se77e

            I giudici che piacciono a lei sono quelli che si fanno corrompere dal suo pregiudicato idolo.

          • mariolino

            I giudici non mi piacciono di alcun tipo, e in particolar modo quelli che usano il loro potere, troppo senza limiti, per fare politica, l’ultimo giudice è il popolo nelle urne.

          • Se77e

            A lei piacciono solo i giudici che sbattono in galera i ladri di polli.

          • mariolino

            I polli non li ho, ma se li avessi mi girerebbero parecchio i cojon, come se mi entrassero in casa specialmente quando ci sono, i danni sono molto peggio di quello che potrebbe subire lo stato che è impersonale, non in grado di soffrire, del cittadino normale lo stato se ne frega, in quasi 70 anni di prove ne ho avute.
            Non ti fuori la buffonata che lo stato siamo noi, in teoria dovrebbe essere, in pratica siamo solo sfruttati, da lui e dai padroni.

          • Se77e

            Infatti: ladri di polli in galera e colletti bianchi liberi di fare le proprie, come le dicevo sin dal principio.

          • Homo Sapiens

            In Italia con la legge che abbiamo (pene da 5 a 14 anni + rito abbreviato) gli avrebbero dato probabilmente la stessa pena anche se avessero pienamente riconosciuto la violenza: li invece il procuratore chiedeva 22 anni.

          • Se77e

            Mi riferivo al merito della sentenza, riguardo la pena invece è come dice lei, infatti gli hanno dato 9 anni. La differenza tra Italia e Spagna è che lì sono finiti in carcere politici di primo livello, direttori della Polizia e Guardia Civil, banchieri o giudici. In Italia invece i corrotti ed i delinquenti (vedi Berlusconi) li mandiamo… in Parlamento!

        • cir

          si perche’ sono gelose…

        • montezuma

          No, protestano. Contro Trump.

        • mariolino

          Vergognosa sentenza, hanno preso 9 anni di galera ciascuno, in Italia con il nome di violenza carnale avrebbero preso sicuro di meno, conta il nome o la pena?

          • Homo Sapiens

            In Spagna il procuratore chiedeva 22 anni perché le loro pene sono piú dure delle nostre per questo grave crimine: i giudici ne hanno comminati solo 9 sostenendo che la vittima era consenziente se pur ubriaca e questo ha fatto scoppiare l’indignazione popolare in un paese in cui evidentemente vi sono meno apologi dello stupro che in Italia.

      • vittorio

        ma figuriamoci!!!!
        questa è nuova!
        anche l’uomo sulla luna?

        • Se77e

          Basta conoscere un po’ di storia…

          • montezuma

            Io direi di storie …

          • Se77e

            La “Storia”, materia che lei non ha studiato.

          • montezuma

            Si ma l’ho vissuta! E comunque dai suoi commenti … sareii in buona compagnia!

          • Se77e

            Certo, infatti ora sarà in grado di dirci chi combattè per il suffragio femminile. Attendo dunque…

      • guidino

        ma se non votavano le donne era meglio. E anche se non votano i disoccupati e meglio. Oppure che votino pure tutti ma a chi mantiene moglie e figli e non si divorzia, moltiplicare il suo voto per 10 (altro che liberi e uguali. Vincolati e diversi)

        • Luigi Zambotti

          Sul diritto di voto concordo con te. Il suffragio universale va bene per maschi E femmine ma per i problemi locali: città, provincia ed ancche regione dove ognuno ha gli elementi per poter dare un giudizio di merito
          Ma quando si tartta di decidere su progetti e politica nazionale, a mio modesto avviso, sarebbe preferibile che la base elettorale fosse limitata ai possessori maschi E femmine, di patita IVA, cioè gente che capisce la differenza fra dare ed avere e sulla difficoltà di creare il nuovo e gestire con accortezza l’esistente perchè lo sperimenta quotidianamente e paga personalmente se sbaglia.
          Il salariato queste cose non le capisce. Parla sempre di diritti, non conoscendo le difficoltà per garantirli.

          • mariolino

            Ma che cacchio dici, ci sono volute rivoluzioni e altro per avere il diritto di voto universale, e vorresti rimetterlo per censo come nell’800, padroni e servi anche in quel caso.
            Il salariato capisce molto più di quello che credi, e spesso paga con la vita, come successe a mio padre e continua tuttora, gli unici impreditori che muoiono è perchè si suicidano, non certo sul lavoro.
            Se ci metti anche invalidi e mutilati i numeri sono enormi, in massima parte dovuti a sfruttamento intensivo o al non uso di sitema di sicurezza, sentito dire con le mie orecchie, ti rifiuti di scendere nella fossa, fuori cè la fila, eppure continuano ad entrarci, pensi siano stupidi o costretti.
            I soldi si possono rifare, la vita o le gambe o gli occhi no, chi stà peggio?

          • Luigi Zambotti

            Mariolino hai snaturato il mio commento e non metto in dubbio quello che affermi sugli infortuni sul lavoro a volte al limite dello schiavismo.

          • mariolino

            Del suo commento ho capito che considera i dipendenti dei mezzi scemi, e mi sono girati i maron, cè gente che ha avuto anche esperienze da padroncini, poi per la sfortuna o altro costretti a tornare salariato, conosce bene ambedue le situazioni, ma con la poltica che ci azzeccano.
            Purtroppo per quanto riguarda gli infortuni e le malattie professionali ho una certa esperienza familiare e lavorativa.

      • Soap&Rope

        Per quello che serve, avrebbero potuto starsene a casa a fare la calza.

      • stefanovichok

        No, non dalle femministe, ma grazie ad alcune donne in gamba !

        • Se77e

          In Italia fu Anna Maria Mozzoni, madre del femminismo italiano. Femminista dunque.

    • Piaciullo

      Ci sono le Femen per difenderle.

      • montezuma

        Sempre in tema … sono le Ucraine prezzolate da Soros.

    • montezuma

      Pacifisti e femministe (e non solo …) sono categorie che in Italia stanno subendo la … mobilità. Alcuni vanno in pensione (Fornero permettendo), altri transitano no-TAV, no-TAP, no-global, no-aeroporto, no-zoo, no-inceneritore a seconda delle opportunità. Anche per costoro, vige il precariato: ogni volta che si presenta l’occasione partecipano a manifestazioni idiote con bonus se malmenano Agenti di polizia inferiori di numero, ed ECObonus se rovesciano e danno fuoco a cassonetti. Tornando alle Ucraine dell’articolo, le più intraprendenti vengono a far le badanti portandosi al seguito con tempistiche diverse, figli, mariti, amanti (è vero!), amiche. Al decesso del vecchietto o vecchietta si prendono una fetta o tutta l’eredità. Alcune rientrano al paese natio con pensioni (se mi dite che non è vero poi mi dovreste spiegare …) pagate da noi che da quelle parti sono oro colato anche se modeste. Detta ridendo, ma quanto sopra è verità che fa male, lo so!

      • SuperMururoa

        Un tizio che conosco, medico, si portò in casa, dove abita tuttora con l’anziana madre, una a dir vero bellissima, infermiera dell’Est, non Ucraina, ma di etnia tra noi molto rappresentata. Quindi, conosciuta qui. Dopo un po’, arrivò il ‘fratello’, direttamente dalla madrepatria. Lui gli pagava l’alloggio, mentre ‘cercava lavoro’. Un bel dì, mentre era di turno in ospedale, se ne fuggirono, narcotizzando l’anziana che per poco non ci restava, portandosi via la sua 2a auto, quella ‘bella’, dal garage, più tutti i gioielli di famiglia (non aveva cassaforte) e un po’di quadri, più contanti vari, e ovviamente tutto il conto corrente di lei, da lui rifornito.
        Quando lui tornò dopo le 8 ore, la madre era quasi in pericolo di vita, e ‘fratello e sorella’, avevano già passato il confine con la Slovenia (non erano però Sloveni), con documenti falsi, gli stessi che avevano sempre avuto, anche la Bella, da subito…

        • montezuma

          Piuttosto comune ormai. Seppure con varie modalità. Un altro specchio dell’Italia.

    • virgilio

      stai zitta prostituta,in Italia la tua patata no tirava piu sei andata a venderla in Iraq!

      • Maria

        Ora che ha scritto questo commento è felice, si sente soddisfatto?

  • Vlado Cremisi

    Se si è adulti e vaccinati…tanti auguri

  • Mario Marini

    Roba già risaputa…a me capitò di passare per Minsk (motivi di lavoro ndr) dove c’era una di queste agenzie, la proprietaria aveva l’aspetto di una maitresse…tutti rincoglioniti di 50-60 anni alla ricerca di una giovane del posto. Io mi feci solo due risate…anzi dissi , in maniera ironica alla proprietaria in inglese “Lukashenko è informato di questa attività?”, lei disse che era un attività regolarmente autorizzata……sarà……forse serve anche qualche rimessa dall’estero. Di certo se devo andare a cercare compagnia in europa, me la trovo da solo, senza agenzie e maitresse.

    • Bragadin a Famagosta

      tu si, ma ad Anton Chigurh che non gli tira..come può fare?

      • Mario Marini

        Non saprei. Ma una moglie della sua età non la può trovare?

        • cir

          l’ unica sarebbe Golda Meir…

          • Mario Marini

            E’ passata a miglior vita da tempo, Golda Meir aveva una gran testa però….

          • agosvac

            L’avesse Netanyahu, la sua testa, non farebbe le corbellerie che fa!

          • Mario Marini

            L’alternativa a Netanyahu? Sono deboli, in Israele la sinistra si è liquefatta, come dappertutto, ormai.

          • virgilio

            si di kazzo!

        • Bragadin a Famagosta

          una moglie bisogna soddisfarla, e Anton Chigurh l’è un ku

    • schiatt’e muort

      Io in Ucraina ci sono stato per lavoro anni fa.E’ stato il posto più bello per trombare come un mandrillo.Allora ero giovane e peccato che il cantiere sia finito dopo nemmeno 8 mesi.Se dovessi sposarmi lo farei certamente con una italiana e MAI con una donna Ucraina.Del resto un noto proverbio popolare dice”Mogli e buoi dei paesi tuoi”

      • Mario Marini

        Minsk è in Bielorussia. Mogli e buoi dei paesi tuoi non mi trova d’accordo. Bisogna vedere caso per caso

  • Luigi Zambotti

    “Le donne ucraine sono sempre state famose per la loro bellezza, il loro aspetto intelligente e le loro menti brillanti.

    Menti brillanti? E come mai allora mettono al mondo, specie nell’ovest dellUcraina, un gran numero di uomini palesemente scemi?

    • best67

      si parlava solo di donne!

      • paolo045

        E gli uomini dove limettiamo?

    • Savino Nicola

      lol lol

    • enricodiba

      Mi sembri uno di quegli italiani che frequentano queste est europei, pensando che le ucraine o simili preferiscano gli italiani o simili, rispetto ai loro uomini.
      Mi sembra invece che mediamente parlando gli uomini est europei sono molto più tosti di noi e non è detto che siano meno attraenti,anche perché ormai vedo solo italiani magrolini e con la pancia già a 20 anni.

      • paolo045

        E’ l’effetto del “reddito di cittadinanza”.

        • enricodiba

          Tanto per aprire bocca e dargli fiato…

        • nitrusOxygen

          ahahahahahahahahahah

          • paolo045

            Se è un riso (ahahah) di condivisione del mio commento mi va bene, se invece è un riso (hahaha) sarcastico le rispondo con un antico moto: “risus abundat in ore stultorum”.

          • nitrusOxygen

            Rice in Italia non abundat, quia defecit

          • paolo045

            Mah! avevo sempre letto che l’Italia fosse un paese di ‘mandolinisti’ (vds Di Maio).
            Ma, se è vero quello che lei afferma, mi va anche bene.

  • chelavek

    Dopo il golpe del 2014 appoggiato da USA e suoi vassalli la situazione nella ex Ucraina è precipitata. Un disastro

    • Demy M

      Strano che il filo ucranoide potier sia assente….:-))

      • Anita Mueller

        Secondo me è a fare le marchette …

      • chelavek

        Forse gli si è suicidato l’ultimo neurone….

      • alberto

        E’ in vacanza e poi si preoccuperebbe per….Sveta …:D:D

      • Bragadin a Famagosta

        se non si parla dell’unico stato democratico del M.O non è interessato…come del resto la nota congrega di canaglie

      • Strottz

        Fancazzisti liliputiniani invece?… sempre qui siete, povere bestie.

        • paolo045

          No!
          Stanno tutti andando all’….Unità!

        • chelavek

          Eccolo, l’ultimo dei 3 esseri monocellulari…. Hai bisogno di un lavoro, strunttz?

  • MarioGalaverna2000

    In Italia si va a Tollo, si va al sud o ci si affida al prete che conosce le zitelle. Mica tutti sono degli adoni e le italiane se la tirano su tacco dodici manco fossero tutte delle miss universo in cerca di calciatori di serie A.

  • paolo045

    E’ l’arma letale (e segreta) in mano agli Ucraini!
    Se mandassero alcuni battaglioni di queste soldatesse al fronte del Dombass farebbero sfracelli!!!

    • MAUROC59

      In Donbass le hanno gia’… scherzo, li sono rimaste solo le nonne poverette.

    • agosvac

      Già, ma non in mimetica, solo in stretta lingerie!

  • iIveroxfiles

    Ci si può anche iscrivere alle newletters per essere avvisati di una promozione 3 al prezzo di 2..? No, perché potrei essere interessato…

    • montezuma

      Dopo tocca mantenere le … aspettative!

  • Giovanni Alberto Calzaferri

    le donne in vendita in Ucraine sono il frutto dell’indipendenza da Mosca e del passaggio al campo occidentale.

    • Bob184 —

      Propongo una diversa lettura: In Ucraina, ma anche in Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Bulgaria, grandi mercati di donne in vendita, sono il frutto di decenni di sudditanza sovietica e dello stato in cui furono ridotte, e non ancora completamente risollevate, le loro economie.

      • Demy M

        Dopo circa 30 anni?

        • Bob184 —

          Le rispondo citando quanto mi disse un ex colonnello dell’Armata Rossa a Mosca: Dopo cinque secoli di zar ed ottanta anni di comunismo, che ne sappiamo di democrazia. Sostituisca economia con democrazia e vedrà che 30 anni sono piccola cosa, in fondo, neppure Roma venne fatta in un giorno.

      • Anita Mueller

        O forse passare ad un sistema completamente opposto come quello capitalistico ha fatto di colpo rimanere un sacco di persone senza casa e lavoro e per una sorta di compensazione le donne di questi paesi hanno cominciato ad andare alla ricerca di guadagni facili o attraverso la prostituzione o attraverso i matrimoni di convenienza (esclusivamente economica) con uomini occidentali: l’Ucraina ne è l’esempio più lampante e io consiglio a tutti gli uomini italiani di diffidare nel modo più assoluto delle donne ucraine, false ed opportuniste di natura.

        • Drake

          13 marzo 1987 … Repubblica … A MOSCA 3.500 PROSTITUTE SCHEDATE ALCUNE SI VENDONO PER UN BICCHIERE … Una prostituzione russa per i russi, in una vita di bassifondi in cui la miseria, l’ ignoranza e la disperazione s’ intrecciano alla malattia, all’ alcolismo, alla delinquenza, ai mille espedienti per tirare avanti la carretta di una vita randagia che l’ Urss aveva sempre negato di conoscere …

          • i.v.l.c.1.a

            Tu invece ti vendi per un po’ di soldi quando fai la propaganda anti-russa e per una manciata di sigarette?

          • Drake

            Si chiama verità. Non ti piace la verità?

          • Anita Mueller

            Quando verrà abolito il signoraggio bancario e verrà istituito un reddito di cittadinanza (o meglio ancora verrà abolito definitivamente ogni forma di denaro ma al suo posto ci sarà un’equa distribuzione delle risorse del pianeta) ecco che anche il problema della prostituzione sparirà.

          • Drake

            Quindi la Russia ci vuole donare il suo gas?

        • mariolino

          Sul discorso iniziale perfettamente d’accordo, me lo disse anche un ucraino venuto qui a lavorare dopo la caduta del muro.
          Consiglio agli uomini itallaini di diffidare anche delle donne nostrane, false e opportuniste ce ne sono ovunque, cambierà la percentuale, come quella dei fessi, qui certamente alta.

          • Anita Mueller

            Si è vero anche in Italia ci sono molte donne false. L’Italia però è un bel paese perché trovi sempre tutto e il contrario di tutto.

    • Soap&Rope

      Tranquillo che sul mercato non hai certo difficoltà a trovare anche le russe….

      • montezuma

        Dalle Moldave alle Kirghize, dalle Georgiane alle Bielorusse alle Siberiane. Solo l’imbarazzo della scelta. Qualcuno frequenta gli alberghi della “purezza islamica” nella penisola arabica? Un po’ meno “puri” guardandosi attorno …

  • Anita Mueller

    Si sapeva da tempo che l’Ucraina è la patria delle donne che si vendono al miglior offerente, che cercano marito solamente per sfuggire dalla miseria e dalla povertà dell’Ucraina, che cercano un visto per vivere in Europa o altre parti del mondo e che del vero amore a loro non interessa proprio niente anche se sono sicura che come in tutte le cose ci possono essere delle eccezioni. Sintetizzando: donne ucraine, donne opportuniste che aspirano solamente al lusso e la cui unica cosa che conta è solamente il denaro: ancora più sinteticamente, delle zoccole!

    • montezuma

      Battute a parte, per una volta devo concordare. Un altro splendido effetto/danno collaterale del socialismo reale (c’era anche quello virtuale?) forse con l’intenzione di favorire ulteriore … prole. bello schifo seppure umanamente comprensibile e tutt’altro che raro nel panorama (sic) umano!

    • Mario Marini

      Mica tanto, sono meglio le Russe doc…….

    • Drake

      Eppure … NDNews … Boom della prostituzione in Russia per colpa della crisi … La crisi economica in corso in Russia ha rivitalizzato la prostituzione, sia professionale, sia occasionale e amatoriale. Negli ultimi due anni il mercato della prostituzione professionale è cresciuto del 20%, mentre di quella occasionale e amatoriale è salito al 35% della fetta del mercato …

      • i.v.l.c.1.a

        Cosa aspetti allora ad andare in Russia, così la smetti di fare il disoccupato e scrivere le tue solite minkiate di propaganda anti-russa come faceva l’Anita Mueller originale. Ma tanto lo sapiamo che hai solamente cambiato nickname ma non la tua mentalità ottusa.

        • Drake

          Ti sei venduto perché eri disoccupato?

      • virgilio

        te pareva ci mancava l’idiota del villaggio con le sue fake!

        • Drake

          Usa Google + prostituzione russia …

      • paolo045

        Da cui…è giunta l’ora di tassarle!
        Con l’IVA al 25% (come in Italia prossimo evento).

      • Anita Mueller

        Torna a giocare con i tuoi giocattoli erotici!

        • Drake

          Tutto qui?

          • Anita Mueller

            Dimenticavo: e rimani con i tuoi giocattoli la dove sei!

          • Drake

            Tutto qui?

    • Savino Nicola

      non so realmente che casso e’ successo con anita ma comunque benvenuta alla collettivita’

      • cir

        questa e’ un’ altra anita…

        • Savino Nicola

          o shit…

        • paolo045

          “Giana bifronte”!

        • MAUROC59

          E’ stata riprogrammata:))

    • Norberto Trevisano

      Come quelle di tanti altri paesi, ma almeno con le Ucraine ci si può anche divertire un po’, e parla la lingua. Sono di solito allegre e solari. Ma se uno non conosce la lingua, le nuances, e la loro cultura, le possibilità di un matrimonio con il cuore stanno praticamente a zero.

    • enricodiba

      Che cambia dalle italiane…ah aspetta rispetto alle italiane sono gnocche!

    • paolo del pio

      Un italiano divorziato e risposato con una ucraina, con la quale aveva due figlie, si mise seduto al tavolo per la cena, e le bambine chiesero di avere la loro porzione.
      La mamma rispose “No, prima serviamo il papà perchè è quello che porta i soldi a casa per farci mangiare…” NOCOMMENT

      • virgilio

        e te credo!!
        con tutto quello che hanno provato con quel governo di nazisti,almeno questo problema
        con l’unione sovietica non ce lavevano,da mangiare,lavoro,sanita,scuole gratiute,gas,luce e un appartamento anche se modesto,ti pare pocco??

        • Andrea B

          Per favore…il fatto che Putin martelli senza pietà l’Isis in Siria è certamente una cosa egregia, come pure è bene che attualmente esista una Russia in grado di opporsi geopoliticamente allo strapotere USA-ARABIA nel mondo. Però la favoletta della “dignità” della vita ai tempi dell’URSS se la bevevano i compagni trinariciuti decenni fa…non vedo motivo di tirarla nuovamente fuori e crederci nuovamente, per quanto – ripeto – Putin sia un grande uomo di stato. Trenta anni fa non c’era internet e c’era la cortina di ferro, quindi contatti zero, ma a chi riusciva ad andare “di là” bastava una scatola di penne bic e qualche paia di collant…

          • virgilio

            e cosa dico io??
            meno male che ce Putin!
            ti segnalo intanto che il secondo partito e il partito comunista anche se lontano da Putin,e sono sicuro che se adesso fanno un sondaggio in Ucraina piu di uno sarebbe favorevole a ritornare a qull’epoca(CCCP)

        • paolo del pio

          Dimenticavo, la moglie ucraina aveva un master, parlava due lingue oltre alla propria ed aveva la possibilità di andare a vivere e lavorare negli USA con Green Card, se non si fosse sposata.

          • valerio

            Io sono uno di quelli che si è sposato un’ucraina e, per quanto mi riguarda, devo riconoscere che con la mia italianissima ex moglie la differenza è enorme. Dovendo racchiudere in un unico aggettivo quello che mi ha indotto ad affrontare una scelta così discutibile ritengo che “genuinità” sia il più adatto. Il mondo di apparenza di cui si circondano le donne italiane era diventato per me insopportabile e spostare la ricerca verso società meno contraffatte l’inevitabile conseguenza.

          • paolo del pio

            Allora siamo in due a pensare assolutamente nella stessa maniera.
            Per gli altri detrattori voglio aggiungere che quando la mia seconda moglie ha scelto di seguirmi, la sua situazione economica e quella dei suoi erano molto più floride della mia.

        • valerio

          Io sono uno di quelli che si è sposato un’ucraina e, per quanto mi riguarda, devo riconoscere che con la mia italianissima ex moglie la differenza è enorme. Dovendo racchiudere in un unico aggettivo quello che mi ha indotto ad affrontare una scelta così discutibile ritengo che “genuinità” sia il più adatto. Il mondo di apparenza di cui si circondano le donne italiane era diventato per me insopportabile e spostare la ricerca verso società meno contraffatte l’inevitabile conseguenza.
          Per quanto riguarda quello che scrivi è evidente che non hai minimamente idea di

          • virgilio

            ti segnalo che sono croato e vivo in croazia,l’italiano l’ho imparato per strada!

          • valerio

            Il fatto che tu abbia imparato l’italiano per strada non ti esonera dal farti capire, ma leggendo i commenti che metti è altrettanto chiaro che la tua cultura anche in lingua croata è di strada. Basata su parolacce e giudizi sommari. Insisto sul fatto che ti dovresti documentare di più, che so, leggere almeno un libro l’anno.

          • virgilio

            se non capisci e perche non lo vuoi capire o perche sei un cretino,quando non
            si ha cosa dire tutto va bene trane che argomentare!

          • valerio

            Adopero il tuo linguaggio così ti riesce più facile capire che ragionare è diverso da ragliare. Tu continui a blaterare alla c…o di cane e sei convinto di essere dalla parte della ragione, parli di tutto e di niente, ma dialogare e progettare è qualcosa di molto diverso da quello che fai tu. L’articolo parla di gente che va in Ucraina a cercare una compagna, si capisce che la cosa ti disturba, ma il problema è tutto tuo.

          • virgilio

            ” si capisce che la cosa ti disturba, ma il problema è tutto tuo.”
            hahahahahahahahah………sai quanto mi disturba non ne dormo piu!
            l’articolo parla sopratutto di donne che hanno fame e allora si vendono,bella la liberta e la democrazia ucraina!!
            e quei vecchi porci come te accorono a comprare carne fresca

    • valerio

      Io sono uno di quelli che si è sposato un’ucraina e, per quanto mi riguarda, devo riconoscere che con la mia italianissima ex moglie la differenza è enorme. Dovendo racchiudere in un unico aggettivo quello che mi ha indotto ad affrontare una scelta così discutibile ritengo che “genuinità” sia il più adatto. Il mondo di apparenza di cui si circondano le donne italiane era diventato per me insopportabile e spostare la ricerca verso società meno contraffatte l’inevitabile conseguenza.
      Per quanto riguarda le “zoccole” non puoi immaginare quante ne ho incontrate in Italia prima di prendere in considerazione l’idea di vedere se era così anche i Ucraina.

      • Anita Mueller

        Riguardo le donne italiane (specialmente quelle romane, napoletane o milanesi) devo purtroppo darti ragione.

  • MAUROC59

    Mogli fedeli e dedicate alla famiglia??:)) Anita stavolta ha ragione, tuttavia bisogna valutare anche la situazione economica…. in molti paesi rurali le casette non hanno nemmeno un pavimento in pietra, ma fatto di terra…. e se li nasce una bella ragazza … beh cerca una strada migliore!!

  • montezuma

    Ormai le ho viste e sentite tutte. Tuttavia cose del genere MI FANNO SCHIFO. Né più né meno come l’utero in affitto! Stiamo facendo diventare questo mondo un letamaio! Preparando pure delle pezze giustificativo … a colori!

    • telepaco

      La prostituzione c’è sempre stata, ai tempi dei romani ancora di più. Non stiamo facendo diventare nulla, il sesso è merce di scambio da sempre per le donne, più domanda di sesso da parte degli uomini e più offerta di sesso da parte delle donne, è il mercato caro. Ognuno vende quel che ha da vendere…..tu cosa vendi?

      • deeBA

        Questa non è prostituzione ‘tradizionale’: qui si parla di matrimonio per un po’ di sesso e tutta la proprietà del marito gonzo… siamo alla follia

        • virgilio

          appunto questa non è prostituzione ‘tradizionale’ e prostituzione per fame!

      • montezuma

        Hai esperienze dirette in merito? 😁

  • alterego

    Trovare una di queste “bellissime” è facile; il difficile, caro maschio italiano, é impedire che la suddetta se ne vada con il miglior offerente dopo averti spremuto come un limone…

    • schiatt’e muort

      Alterego..lo sai che fanno queste ucraine negli Emirati?Riempono containers di apparecchiature elettroniche,mobili,vestiti e quant’altro.Come fanno attaccandosi agli arabi e li spediscono a casa a spese loro…..Le vie della Cassa Continua sono infinite.

      • Drake

        Eppure … Mosca, prostitute per gioco – l’Espresso … In Russia ormai è un allarme sociale: studentesse e casalinghe che si vendono occasionalmente per comprarsi qualcosina in più …

        • telepaco

          Anche da noi non credere, tante studentesse, anche con i professori per un voto migliore….ormai il sesso è una merce di scambio, e nell’Occidente ultraliberista diventa una cosa normale

          • mariolino

            Il sesso in vari modi è sempre stato una merce di scambio, il vecchio proverbio tira più un pelo di f…., di una coppia di buoi è sempre valido, e non solo in occidente.

          • paolo del pio

            A Parma e a Bologna, città all’epoca benestanti, anni 70/80, lo si descriveva poeticamente fra studentesse “farsi fare il vestitino dal vecchio…

          • Drake

            Quando colleghi la prostituzione soprattutto all’Occidente ultraliberista ricordi la Tailandia, l’Africa, Cuba oppure la Cina … Ti consiglio … Il mappamondo del sesso – Panorama … la Thailandia è la prima meta del turismo sessuale … Nonostante i proclami del regime («il turismo sessuale non sarà mai permesso») e le operazioni di pulizia, l’isola è piena di jineteras e jineteros, uomini e donne che vendono i loro favori sessuali in cambio di soldi o di regali …

        • i.v.l.c.1.a

          Dai che sapiamo che sei l’Anita Mueller originale, quella che odiava i russi e Putin e che ora si firma come Drake o Boris, non è vero?

          • Drake

            Ho capito, non vuoi ammettere che in Russia c’è chi vende il suo corpo per comprare una borsetta.

        • Ubimauri

          E scommetto che la cosa ti scandalizza.

          • Drake

            A te sembra non piacere.

        • paolo045

          Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa la ‘nostra’ Asia Argento!

        • chelavek

          ti stai confondendo con casa tua

          • Drake

            Chi cerca trova … Boom della prostituzione in Russia per colpa della crisi …

    • Mario Trieste

      Ne sai qualcosa?

    • paolo del pio

      Gli sfigati non hanno bisogno di andare così lontano per fare la fine del limone, ci riescono bene anche con le italiane…

      • alterego

        Già, mi sembra proprio che per voi uomini il sesso sia diventato una patologia, una devianza…un handicap, se siete disposti a rovinarvi la vita e, talvolta, a perdere tutto quello che avete, voi stessi compresi.

  • agosvac

    Strano che in una nazione in cui, come detto nell’articolo, le donne sono in numero inferiore agli uomini ci siano problemi, per le donne , di trovare marito, ammesso che abbiano voglia di sposarsi!!! Più facile che si tratti di un enorme bussiness ( ammesso che si scriva così) finalizzato a carpire soldi a quei poveri illusi che credono nel miracolo di una “splendida” ukraina che li scelga!!! Ma vorrei segnalare una grossa inesattezza: all’inizio dell’articolo si parla di una fantomatica città “sovietica” : sarebbe bene ricordare che l’URSS è defunta ormai da diverse decine di anni e che l’Ukraina non solo non ne fa più parte, ma non fa neanche parte della Federazione Russa!!!

    • montezuma

      Un lapsus … freudiano. In certi angoli dei Paesi ex URSS è cambiato molto poco (magari in peggio) per cui si può tranquillamente dire “sovietico” senza ex. Il business c’è sicuramente ed è quello di una certa mafia transnazionale che fa affari d’oro.

    • Drake

      … «Traffico di esseri umani Business da 32 miliardi» – Avvenire …

      • i.v.l.c.1.a

        A casa tua?

        • Drake

          Quindi ammetti ma devi negare ciò che hai ammesso per non sprofondare nella delusione totale.

  • schiatt’e muort

    Ma lasciate perdere….Sono agenzie create apposta per i fessi che credono alla Principessa rosa.Ma le conoscete le donne Ucraine?

  • Georgi Mihaylov

    nelle immagini le donne tengono cartelloni con scritto ”lotto sport’, quindi mi chiedo perche le avete messe?… non ho letto l’articolo… ma immagini sia uno di quelli che alimenta il mito delle povertà e donne facili (prostitute) adesso pero giocate al Lotto sport!!!

    • Ubimauri

      L’ avevo natato anch’io…

  • Ettore Ferretti

    Bisogna prendersi anche la suocera?

    • Norberto Trevisano

      Sì, e i cugini pure

  • marcot

    Due domande: perché le donne ucraine lo fanno e perché gli uomini italiani ci vanno.
    A parte qualche truffatrice (che in effetti c’è), la maggior parte delle donne ucraine che cercano di sposarsi all’estero sperano davvero di dare un futuro decente a sé stesse e ai propri figli: l’Ucraina putroppo non si è mai ripresa dal collasso economico degli anni ’90, non c’è lavoro e gli stipendi sono da miseria.
    Gli italiani ci vanno perché sperano di sposarsi e fare figli, cosa che con le donne italiane è diventato pressoché impossibile: una ragazza italiana non vuole sentire parlare di matrimonio fino ai 35 anni di età (almeno), punta a convivere prima di sposarsi perché non si fida, spesso non vuole figli o comunque prima di farne uno pone condizioni economiche ai limiti delle possibilità umane. E a molti italiani non resta che prendere la via dell’estero.

    • telepaco

      Quel che scrivi è abbastanza vero. Tuttavia sceglierle per agenzie matrimoniali nemmeno presenti nella tua città e nella tua nazione e senza che la signorina sappia un minimo della tua lingua è da idioti

      • thalia

        Faranno come i tunisini,non parlano tutti italiano? le agenzie sono attrezzate con foto e tutto e gli italidioti accettano anche con prole.

    • http://dovemimettonosto.it Livio

      Certi tedeschi, con realismo, da molti anni preferiscono donne asiatiche che sono meno attraenti delle russe, ucraine et al., ma soo un po’ meno zoccole, insomma più affidabili per avere una moglie tradizionale e che perciò sia disposta anche ad avere figli.

    • valerio

      Io sono uno di quelli che si è sposato un’ucraina e, per quanto mi riguarda, devo riconoscere che con la mia italianissima ex moglie la differenza è enorme. Dovendo racchiudere in un unico aggettivo quello che mi ha indotto ad affrontare una scelta così discutibile ritengo che “genuinità” sia il più adatto. Il mondo di apparenza di cui si circondano le donne italiane era diventato per me insopportabile e spostare la ricerca verso società meno contraffatte l’inevitabile conseguenza.

  • http://dovemimettonosto.it Livio

    Non è una novità, quella delle mogli dell’Est, o amanti che siano. E neanche i raggiri basati su questo fenomeno, dei quali l’articolo parla. È dal crollo dell’URSS che si è originato, anche se anche prima già c’era un turismo sessuale e qualcosa di persino più solido (come i dipendenti di multinazionali che avevano una famiglia in Italia e una in Russa, con tanto di figli da crescere, tanto per citare un filone).
    Ho saputo che ci sono volenterosi negretti (nigeriani e altri che conosciamo per il fatto di trovarceli in casa) che, stando dalle parti loro con un pc portatile, si spacciano per altre persone, facendo incetta di fotografie su FaceBook, come ad esempio, veterani USA che cercano una sposa, per raggirare donne europee che cercano affetto e attenzioni da parte di un uomo «vero» (e che non trovano mai in carne e ossa). Conoscono il repertorio romantico, preso in qualche manuale, si ingegnano a metterlo in atto e finiscono per raccontare qualche frottola per chiedere denaro in prestito.

  • thalia

    Non se le stanno vendendo loro ma sono gli occidentali a cercarle e credo siamo al primo posto in Italia, per colf, badanti e mogli di ogni credo. Almeno sono passate di moda le cubane, queste sono europee e la cosa va un pò meglio, il maschio coatto va in cerca di esotico e se lo consegue si sente arrivato, ricordo la moda delle nordiche alcuni anni fa, ora ci si meraviglia per le ucraine?

  • Fabrizio Bolzoni

    Che articolo stupido ed inutile che ha scritto questo Nicola Baroni, ed anche che inutili commenti che leggo da parte di alcuni come tale anita muller.
    voler descrivere l’ucraina con questo articolo, una nazione grande 5 volte l’italia, che a sua volte ha differenze enormi tra nord e sud, potete immaginare in ucraina da est ad ovest che passano 3000 km, ovvio che una regione come il donbass e città come Odessa abbiano una tale percentuale di donne che voglia scappare, fuggire da quel luogo martoriato dalla guerra…se pensiamo che senza andsare lontano, qui in italia chi rispondeva alle proposte matrimoniali ( vedi film con la cardinale e A sordi in australia) erano per lo più donne del sud e non di sicuro del trentino o valdostane…quindi di cosa parliamo ? avete mai girato per Lviv ? o città vicino ai confini della UE come in transcarpazia ? nessuna ragazza o donna si sognerebbe di di accedere ad una agenzia matrimoniale con persone non ucraine, hanno troppa intelligenza e dignità per farlo, e sicuramente ci sono meno zoccole di qua che quotidianamente frequentano programmi come badoo e simili per rimediare una scopata oppure parliamo di ragazzine nostrane che la danno per una ricarica di cellulare….a volte si guarda la pagliuzza negli occhi altrui e non ci accorge delle travi che si hanno nei propri

  • venzan

    Leggendo l’articolo non si compra un bel niente, è solo un fregar soldi a beoti senza testa.

  • Homo Sapiens

    “In Ucraina ci sono molte meno donne che uomini”

    É il contrario: in Ucraina vi sono piú donne che uomini anche per l’enorme differenza nella speranza di vita che é di 62 anni per gli uomini e 74 per le donne.

    • Divoll79

      Infatti, penso che sia stato un errore di traduzione. E’ cosi’ anche in Russia. Dalla IIGM l’equilibrio non e’ mai stato ristabilito.

  • enricodiba

    Conosco un tipo davvero sfigato che si è comprata la moglie in bielorussa,che è carina, ma non bellissima,di certo se nel suo paese è da 6 qui passa automaticamente a 7, nel confronto con le italiane guadagna minimo un punto.
    In ogni caso in un paio di anni ci ha fatto due figli, sinceramente mi ha sorpreso pensavo che lo lasciava appena presa la cittadinanza.

    • Divoll79

      Si vede che ha trovato una ragazza onesta e che c’e’ affetto tra loro, no?

      • enricodiba

        Forse, le bielorusse sono più “provincialotte” e tradizionali rispetto a russe e ucraine; sui figli diceva che non ne voleva,poi è andata a trovare la madre e in poco tempo ne ha fatti due,si vede che la madre la rimessa in riga su i suoi doveri coniugali.

  • Offerta di prestito di denaro

    Offerta di prestito di denaro alle persone in necessità seria e capace di rimborsare senza alcuno problema. Di 50.000€ a 7.000.000€ ad ogni persona capace di rimborsare entro un termine ragionevole. Ecco il mio contatto: ( michaelamuller10@gmail.com )

  • Offerta di prestito di denaro

    Buongiorno a tutte ed a tutti, questo è offre di prestito di denaro in tutta sicurezza. Offerta di prestito di 5000€ a 7.000.000€ a tutte nella necessità urgente. Ecco il mio contatto: ( michaelamuller10@gmail.com )

  • Offerta di prestito di denaro

    Offerta di prestito di denaro di 5000€ a 6.000.000€ ad ogni persona la necessità e capace di rimborsare. ( michaelamuller10@gmail.com )

  • Offerta di prestito di denaro

    Per ogni persona nella necessità di un prestito di denaro, li offro di 5000€ a 6.000.000€ per la realizzazione del vostro progetto. ( michaelamuller10@gmail.com ) https://uploads.disquscdn.com/images/3c74c931a79eb2915bafc57dba801cbdbdea7af5358de48ecfd3af1a92624f05.jpg