Neonazi_2.4.2005_München

La carica dei nostalgici del Reich
Odiano lo Stato, ebrei e immigrati

Berlino. Le notizie a volte si contraddicono: «La Germania è diventata più sicura», ha affermato il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer snocciolando gli ultimi dati ufficiali sui crimini commessi nel Paese nel 2017. L’Ufficio federale di statistica ne ha contati 5,76 milioni, contro i 6,37 milioni del 2016. In calo in particolare i furti nelle case e la violenza giovanile. Eppure nello stesso periodo è cresciuto il senso di insicurezza dei cittadini: al fenomeno ha contribuito una serie di attacchi terroristici, condotti in più casi da rifugiati mediorientali nel segno del radicalismo islamico. Attacchi che, al di là delle statistiche, hanno profondamente colpito i tedeschi. Nel Paese è inoltre cresciuto un senso di intolleranza per gli stranieri alimentato dalla propaganda anti-immigrati di Alternative für Deutschland. Oggi però la Repubblica federale si interroga su un altro fenomeno inquietante, made in Germany al 100%: quello dei Reichsbürger, i cosiddetti «cittadini del Reich». Fino a due settimane fa, i tedeschi erano convinti che le persone che disconoscono la Germania moderna e rimpiangono l’Impero che sia quello di Adolf Hitler o quello finito nel 1918 con il kaiser Guglielmo II fossero poche migliaia di svitati. La sorpresa è arrivata a fine aprile, quando i servizi interni (BfV) hanno reso noto che i sedicenti Reichsbürger sono invece 18mila fra i quali mille pericolosi estremisti di destra.

A conferma che con i nostalgici del Reich c’è poco da scherzare, due giorni fa è giunta la notizia di un blitz di 800 poliziotti in tre Länder. Le perquisizioni fra Brema, Amburgo e la Bassa Sassonia hanno portato all’arresto di tre individui sospettati di aver organizzato un traffico di persone dalla Moldavia alla Germania. I tre, due tedeschi e un russo, introducevano uomini moldavi poi impiegati come contractor di sicurezza facendogli passare la frontiera con finti passaporti romeni. Gli investigatori hanno svelato che almeno uno dei tre arrestati ha legami con i Reichsbürger, presso i quali non mancano esperti produttori di passaporti, carte di identità e patenti di guida di solito con i simboli dell’Impero tedesco.

Per i cittadini del Reich la Repubblica federale tedesca non esiste: si tratta di uno Stato fantoccio imposto da potenze straniere occupanti. Il loro rifiuto della Germania moderna è totale: in molti non pagano le tasse, disconoscono i tribunali, non mandano i propri figli a scuola. E tuttavia fra di loro non mancano gli infiltrati fra i nemici, ossia fra i funzionari pubblici. I servizi tedeschi hanno finora individuato quattro dipendenti statali in Assia, tre poliziotti in Sassonia e uno in Baviera che si identificano come Reichsbürger.

I nostalgici dell’Impero non sono tutti neonazisti: di certo però sono largamente antisemiti e amanti della polvere da sparo. In mille su 18 mila dispongono di un porto d’armi dolorosamente ottenuto dallo Stato fantoccio. Uno di loro, meno incline al compromesso, nel 2016 finì sotto processo per aver tentato di acquistare un fucile d’assalto AK-47 mostrando documenti, finti, del Libero Stato di Prussia. Solo nel 2017 le odiate autorità democratiche hanno ritirato la stessa licenza di sparare ad atri 450 Reichsbürger, ha reso noto il BfV. Fra i simpatizzanti si conta anche il controverso cantante soul Xavier Naidoo, noto per i testi omofobi, complottisti e antisemiti.

Documenti finti, spie oltrecortina, un’ideologia comune, un bardo, e molte armi da fuoco. Tutto farebbe pensare a un’organizzazione illegale e segreta. «Ma quando studiosi e poliziotti parlano del movimento dei Reicshbürger’ commettono un errore», spiega al Giornale Dirk Wilking del Demos, l’Istituto del Brandeburgo per la consulenza agli enti locali. Fra i maggiori esperti del fenomeno, Wilking lavora in due direzioni: da un lato cerca di impedire che i nostalgici dei tempi andati facciano nuovi adepti, dall’altro che usino violenza contro i rappresentanti delle istituzioni. Un messo comunale o un esattore fiscale possono rischiare guai seri se finiscono nelle mani di un «cittadino del Reich»: a ottobre 2016 un poliziotto inviato Georgensgmünd, in Baviera, a confiscare armi detenute illegalmente è stato ucciso a colpi di pistola mentre due suoi colleghi sono rimasti feriti. «In Germania esiste una quarantina di gruppi di Reichsbürger, slegati fra loro e accomunati solo dal rifiuto della Repubblica federale e delle sue leggi». La frammentazione non giova alla causa, «anche perché un po’ in troppi si autoproclamano leader», aggiunge Wilking. Il suo giudizio sui membri del non-movimento è netto: «Sono incoerenti: da un lato ripudiano leggi e sentenze, però la legge sull’Harz-IV (il sussidio concesso ai disoccupati di lungo corso, ndr) la accettano volentieri». Il che non significa che i Reichsbürger siano tutti a carico di uno Stato che disconoscono. Non si stratta di un nuovo proletariato e fra loro ci sono lavoratori specializzati, maestri d’asilo, artigiani: più comune, invece, è il tratto anagrafico con la stragrande maggioranza di maschi fra i 35 e i 55 anni di età e titolo di studio medio. Wilking spiega anche che studiare i Reichsbürger non è troppo arduo: lungi da uno stile di vita carbonaro, «sono contenti di esporre la loro prospettiva e quando attaccano a parlare non la smettono più». Fra loro non mancano poi quelli che non ce la fanno: persone ai margini, individualisti, sociopatici. In un Paese noto per avere una burocrazia efficiente quanto pervasiva, il loro destino è spesso tragico. «Non pagano le tasse, vanno in bancarotta, vengono condannati più e più volte, e in molti finiscono per togliersi la vita». L’unico movimento politico per il quale hanno simpatia è quello anti-islamico e xenofobico di Pegida. «Eppure loro stessi praticano una forma di migrazione», conclude Wilking spiegando che non si diventa Reischbürger per diritto ereditario. «Sono persone che vogliono lasciarsi alle spalle questo Stato e uscire dal sistema senza però spostarsi fisicamente in un altro».

Daniel Mosseri

  • Italo Balbo

    Che noia “Gli occgi della guerra” che fa il verso a Repubblica nella caccia ai fantasmi.

    • Demy M

      Già, ed oggi sono tutti ” schierati” pro-israele e contro l’Iran.

      • lusc sbar

        Perché lei è pro Iran?

        • colzani

          è necessario essere pro qualcosa per criticare l’operato di altro?

          • lusc sbar

            No, però chissà come mai il sospetto è che si sia “contro” a qualcuno in questo caso.

          • Demy M

            Scusi, ma Lei, vorrebbe fare un processo ad un suo sospetto? Chiudo qui.

          • lusc sbar

          • http://vaffanculo.org/ guest star

            appunto,nel wc

          • colzani

            con il sospetto israele entra ed esce dalla siria impunemente. la chiamano “difesa preventiva”!?!

          • cir

            cogli-one , vuoi farci tu l’ elenco di cosa dobbiamo essere contro ??

          • lusc sbar

            Fatica sprecata

          • Homo Sapiens

            Gli idioti ragionano in modo binario.

        • Paolo Ventura

          Senza essere pro questo o quello è da far rilevare che con l’Iran, ayatollah o no, abbiamo, tradizionalmente, un proficuo scambio commerciale.
          Per cui gli Usa-Israele la loro politica se la facciano a spese loro che con questa storia delle sanzioni, l’aiuto ai paesi ex comunisti ci hanno ridotto in brache di tela grazie alla cialtrona e farlocca sinistra.

          • lusc sbar

            Allora dato che con uno facciamo uno, dobbiamo litigare con chi facciamo cento? Un vero fenomeno.

          • colzani

            certo, gli export italiani verso iran nel 2017 erano di circa 1700 milioni contro i 2500 verso israele. import 3600 milioni contro 800. fenomeno.

          • lusc sbar

            Sto parlando degli USA bilot

          • colzani

            ora sbucano gli Usa? quindi o facciamo come zio sam comanda o rinunciamo a vendere lamborghini, giusto?

          • lusc sbar

            Dovrai rinunciare a parecchie cose bello mio. Solito ateggiamento italiano mi piace stare dalla parte dell’opulento occidente, ma non voglio sporcarmi le mani. Pensi che dlla parte del Putin siano rose e fiori bilot?

          • colzani

            solito atteggiamento da tifoso di calcio. chi ca22o vuole schierarsi? sono italiano e la ricchezza ed il nostro benessere non sono figli statunitensi, pir1a.

          • tex

            Nemmeno il debito pubblico.

          • lusc sbar

            Sono figli dell’affiliazione ad una parte del mondo. Guarda come sono ricchi i paesi dell’est. Bilot.
            (Mi piace darti del bilot ti si addice proprio).

          • colzani

            puoi darmi i termini che vuoi, importante è che ti facciano felice.

          • lusc sbar

            Immensamente

          • colzani

            che tristezza…

          • lusc sbar

            Senti, senti…
            Bilot.
            Ah che goduria!

          • cir

            ti basta veramente poco. se fai il bravo quando sarai grande ti regaleremo uno yoyo’..

          • lusc sbar

            Proviamo anche con te
            Bilot!
            Uhm… non funziona.
            Piruln!
            Ecco, così è già meglio!

        • cir

          io si SEMPRE !!

          • lusc sbar

            Bragadim leggiti questa risposta così magari ti entra in testa

          • Bragadin a Famagosta

            ma che risposte mi dai? ma tu leggi, ti informi? hai qualche lettura storica.?.riesci a vedere tra le balle del Corriere e di repubblica un po’ di verità?

        • Bragadin a Famagosta

          perchè tu sei per gli assiri? cosa ne pensi del codice di hammurabi?..ma come hazzo si fa a fare na domanda simile?

          • lusc sbar

            Che domande dovrei fare?

          • Demy M

            Nessuna, solo scrivere la sua opinione.

          • lusc sbar

            Uhm…
            Odio i nazisti dell’Illinois….

          • cir

            chiediti come mai se scemo .

          • lusc sbar

            Impossibile. Antisemita

        • cir

          sempre pro iran, sempre contro israele.

          • lusc sbar

            Antisemita

          • cir

            ho fatto l’antipolio da piccolo e insieme l’ antisemitismo . sono vaccinato.

          • lusc sbar

            Un altra vittima dei vaccini

      • tzilighelta

        A quelli schierati pro Iran bisogna prendere le impronte digitali, dotarli di braccialetto elettronico e monitorarli H.24!

        • luigirossi

          e magari sequestrargli il conto corrente,vero ebreo?

          • colzani

            tutti i nostri CC sono “sequestrati”.

          • tzilighelta

            No, i soldi vi servono per le spese mediche! Ebreo, ma che genio

          • Paolo Ventura

            Magari e uno dell’altra sponda, sai come è, gli ayatollah non sono molto libertari.

        • Homo Sapiens

          A chi é pro-guerra vanno tolti i diritti politici.

          • tzilighelta

            Ecco rivolgiti al generale Qassem Soleimani il suo motto è «il martirio è quello che cerco fra valli e montagne, ma non è ancora arrivato» Lo scorso febbraio il Rommel iraniano ha pubblicamente dichiarato che «vuole spazzare via l’entità sionista» ovvero Israele. E’ lui il genio che ha scatenato la pace! Nel dettaglio leggi l’articolo di Fausto Biloslavo presente in queste pagine fino a qualche ora fa e adesso misteriosamente scomparso!

          • colzani

            l’entità sionista non è israele e il riferimento era alle truppe d’occupazione. ora il paragone con rommel da parte del venduto biloslavo è diabolico, si vuole creare nell’immaginario collettivo il parallelo iran/nazismo quando questo generale in realtà ha contribuito non solo a spazzare la minaccia isis dai territori iraqeni e siriani ma ha anche regalato alla siria un modello militare che permetterà ad assad di evitare ingerenze militari in caso di necessità futura.

          • tzilighelta

            Le tue conclusioni, come altre volte, mi sembra che si basino sui desideri piuttosto che su fatti reali e documentati! Intanto Biloslavo non è affatto un venduto, non è lui che ha dato il soprannome a Soleimani, probabilmente se lo è messo da solo! Inoltre è assolutamente falso che abbia regalato un modello militare alla Siria degno di questo nome, ora io potrei fornirti dettagli che si possono leggere in rete se hai voglia di cercarli, anzi è meglio se lo fai da solo, mi limito a segnalarti quello che alcuni ufficiali Russi hanno detto cosa pensano dell’esercito Siriano, “i soldati siriani preferiscono stare ai posti di blocco per estorcere denaro invece che andare in combattimento” e ancora che “il grosso dei combattimenti è fatto da milizie siriane e da volontari stranieri”, “I siriani non sanno combattere al minimo rumore abbandonano le posizioni e scappano. Ci gridano ‘Forza Russia, forza!’. Dove state andando, dico io, Dio vi stramaledica, teniamo la posizione! Invece no. Quando c’è un assalto per esempio prendiamo la cima di una collina, la consegniamo ai siriani alla sera, al mattino non ci sono più. Lo Stato islamico è di nuovo lassù. E noi dobbiamo di nuovo prendere la collina. E’ un paese grottesco e la fro-ceria abbonda” un colonnello in servizio che poteva parlare soltanto in forma anonima e che confermò: “E’ tutto come scritto, soltanto peggio”.

          • colzani

            che ca22o c’entra il soprannome? tu puoi fornirmi dettagli che si
            trovano in rete? da qui fai capire di essere un ragazzino o un
            celebroleso. è infatti la inefficacia dell’esercito siriano che è stato
            l’obiettivo dell’affiancamento iraniano, c’è stata in questi mesi una
            vera e propria ristrutturazione militare tra i ranghi e comunque la
            stessa codardia che trova tra i siriani l’avrebbe trovata tra qualsiasi
            truppa strategicamente e logisticamente inferiore. ad ogni modo, se
            davvero il fronte siriano è così corrotto e fragile ragione di piu’ per
            un appoggio da parte di un alleato fidato in grado di ristrutturare
            questo settore.

          • tzilighelta

            Stai dando di matto come al solito, tu se non leggi le notizie che più ti fanno comodo vai in escandescenze, ieri è bastato un articolo non troppo edificante per la parte che sostieni ed ecco che il solito gruppetto di sciammanati se l’è presa con il Giornale che, secondo loro, aveva tradito! Tradito cosa poi, tu stesso te la sei presa con Biloslavo che in un pezzo di ieri si è permesso di descrivere “male” il comandante Iraniano descrivendolo per quello che è, un pazzo fanatico! Tempi duri per te e il gruppetto, ci faremo delle grasse risate, come sempre! Ti saluto

          • colzani

            biloslavo è da anni che scrive idiozie credendosi impermeabile alle critiche solo perché si è fatto scattare due foto con un elmetto in testa e i fanatici che eiaculano ad ogni articolo porno che si inventa. sei un altro segaiolo e non hai idea di cosa sia il mondo militare, già affermare che un generale è un pazzo fanatico ti descrive. ma tu non puoi capire.

          • tzilighelta

            Io l’ho fatto il militare!

          • colzani

            bravo soldatino di leva. esattamente ciò a cui mi riferivo.

          • tzilighelta

            Parà della Folgore! Tu non puoi capire

          • colzani

            bravo coscritto. riconfermo.

          • tzilighelta

            Tu sei Soleimani! Anzi, su le mani!

          • tzilighelta

            Ma per caso sei tu Soleimani? Così si spiega tutto!

          • colzani

            non hai imparato nulla? se un tuo superiore leggesse quello che scrivi rettificherebbe il tuo congedo con disonore. i gradi recluta, i gradi.

          • tzilighelta

            Se un dottore leggesse quello che scrivi, sentiresti le sirene, non quelle di Ulisse, l’ambulanza!

          • Zeneize

            Ma tu tzilikekka non sei un dottore, solo un povero fallito pieno di rabbia…

          • cir

            oltre che il voto e la parola .

      • montezuma

        Vorrei vedere che uno fosse pro-Iran!

    • tzilighelta

      Macché, stai a rosicare oggi eh!

    • montezuma

      Come al solito, non sono questi gruppuscoli che devono preoccupare per le loro aberrazioni storico-mentali, sono QUELLI CHE LI MANIPOLANO che ci devono preoccupare.

      • Paolo Ventura

        Parole sante.

  • avolteritornano

    Su 18.000 adepti, in una operazione che ha richiesto 800 poliziotti ed è costata un patrimonio, tutto quello che hanno trovato è stato UNO che favoriva l’immigrazione clandestina di UNA persona. Sa andavano nella sede della più scalcinata delle ONG trovavavano chi di illegali ne ha portati a centinaia di migliaia. BUFFONI.

    • berserker2

      In effetti……18.000 “adepti”…..su una popolazione di più di 80 milioni è una cifra ENORME…. ma che buffoni che sono i buonisti sinistrati filo UE (e gli scemi moderati di centro-destra che ci abboccano), …… Sono di più quelli della “associazione amanti della birra e del bratwurstel”, che dite…. gliela vogliamo dare anche a loro una controllatina….. con quelle salcicce pericolose per il colesterolo…..
      Se poi si considera che gli immigrati sono invece più di 10 milioni, molti dei quali muzzurmani islamisti, e molti dei quali estremisti radicalizzati, anti occidentali filo-isis (questi si un reale pericolo….) che già hanno insanguinato la Germania più volte, che invece girano liberi e tranquilli per i Land, senza controlli, aprono le loro sozze kebbaberie, le loro moschee a tutto spiano (legali ma spesso anche illegali, tanto, a loro…..ma che je frega delle leggi tedesche), si mettono a pecoroni rivolti a oriente sui marciapiedi, appena decidono che gli fa comodo, dove capita capita, fanno come e meglio gli pare, non rispettano le leggi tedesche, molti non vogliono nemmeno imparare il tedesco (tanto, pensano… saranno i tedeschi che dovranno imparare l’arabo), chiedono l’applicazione della sharia (e quando possono già se la applicano da soli), continuano a considerare le donne come esseri inferiori, contravvenendo a leggi nazionali e europee, fregandosene della Costituzione che predica parità…….. E il PERICOLO, secondo sti poveracci immigrazionisti delle autorità germaniche…. sarebbero gli stessi tedeschi contrari alla immigrazione selvaggia, che la pensano diversamente dal mainstream del pensiero unico dominante e che ancora non hanno perso la capacità di ragionare…….

    • Michael Staffieri

      Bah! Somiglia tanto agli strilli isterici della stupida moglie di un mio amico quando vede un innocuo ragnetto in casa e sale su di una sedia invocando lo sterminatore folle. Che piccoli gruppi di sfigatissimi falliti si atteggino a pericolosi nazisti fa parte dell’inevitabile folclore di ogni nazione. Che pero’ un mondialismo fautore della diabolica sostituzione etnica e del piu’ infimo multiculturalismo omologato alla perversione delle elites massoniche ebree ashkenazite e sioniste angloamericane stia uccidendo gli europei, Italiani in primis, non fa scandalo! Anche il Giornale viene “normalizzato” dopo i tg Mediaset: evidentemente Sallusti non vuole fare la fine di Mario Giordano, di Paolo del Debbio e di Maurizio Belpietro, rei di avere dato voce alla “gggente” che non ne puo’ piu’ della UE criminale e serva dell’imperialismo angloamericano che sta definitivamente riducendo l’Italia a cloaca quintomondialista come gli USA hanno fatto con Haiti. E’ ora che Berlusconi vada a godersi i soldini al mare e che qualcuno lo informi che la sua carta d’identita’ politica è gia’ stata sostituita da una lapide. Sempre politicamente parlando.

    • cecco61

      Si aggiunga che proprio coloro che gridano “Al lupo, al lupo” sono coloro che, oltre a far entrare centinaia di migliaia di immigrati, per lo più delinquenti, e sostenendo il relativismo culturale e religioso per garantirgli immunità qualunque cosa facciano, di fatto sono i migliori promotori affinché questi novelli rivoluzionari trovino nuovi adepti. Come per le malattie gravi, è inutile curare i sintomi, se non si curano le cause la situazione potrà solo peggiorare.

  • ClioBer

    Cambio di rotta, al Giornale, per andare a “sbattere” definitivamente.
    Porsi come garanti della UE e della continuità delle sue politiche, palesemente immigrazioniiste, filo-islamiche e a favore delle oligarchie mondiali, è stato un madornale errore che gli elettori hanno punito.
    Quindi si prenda atto che la moderazione può essere premiata in tempi normali, non quando si tratta di un’emergenza per non soccombere all’aggressione esterna di chi ci odia e si ripromette di cancellare ogni traccia della nostra civiltà e della nostra etnia.

    • Peo

      E’ proprio così. Sembra “La Voce del Padrone…”. Non lo avrei mai pensato, leggendo questo quotidiano dalla fondazione nel 1974… Fosse poi un articolo intelligente e brillante, questo, ma è invece di una povertà assoluta. Degno del “coro” di altre testate contro cui Il Giornale si è sempre giustamente schierato (in passato…). E lo notano tutti poi, come si può vedere.

  • Demy M

    Questa non è la carica dei nostalgici, ma la rabbia di chi non ha fiducia in questo cocktail imbevibile chiamato EU. A quando un Orbán in Italia?

    • cir

      nessuno deve sovvertire lo stato esistente. Possono farlo solo le banche , le multinazionali , i Soros , i Kissinger, i clandestini le4 Ong, il vaticano i mattarella , l’ europa , il napoletame …

    • stefanovichok

      Verissimo.

  • Ramsmeat

    Guai a compiere atti sovversivi contro lo stato, a meno che tu non sia islamico e voglia imporre la sharia. In tal caso tutto ok.
    Si fa poi menzione di “livelli di studio medi”, come voler sottolineare la presunta stupidità di costoro; peccato che ad oggi i più idioti sono gli intellettuali di sinistra con una o più lauree, forse perché dall’alto della loro posizione non vedono come vivono i cittadini comuni, oramai stanchi di queste buffonate.
    Anche i musulmani che ci odiano vivono di sussidi europei.

    • Rifle Leroy

      Idioti ? sicuro? i sinistri lo fanno apposta. Odio di se stessi e nichilismo,i sentimenti che li muovono.

      • Ramsmeat

        Se lo fanno di proposito sono quindi dei doppiamente idioti.
        Se odiano se stessi e godono per il nichilismo, facciano pure, non portino nella loro fogna mezzo miliardo di europei ed oltre 3000 anni di storia.

        • Rifle Leroy

          è il socialismo baby. Riesce a cambiare perfino gli istinti umani di conservazione. Dopo averci discusso 2 decenni con loro,vuoi che non sappia come sono composti?

  • Severo

    Questi pulci fastidiosi che possono essere eliminati semplicemente con l’insetticidi!

    • Ling Noi

      Chi usa parole come “liberali” o “moderati” è semplicemente un truffatore.

      • Severo

        Un liberale è fiero di essere tale perchè si cura delle cose sagge e non compete con la peste nera di estrema destra e tanto meno con le rogne rosse di estrema sinistra. Parlo comunque delle ale estreme e settarie e non della politica seria. L’esempio viene dai paesi scandinavi dove la corruzione è quasi nulla, grazie alle loro idee liberali e al loro modo di vivere. Purtroppo, finchè esistono elementi come questi menzionati in questo articolo, anche i liberali sono vittime di questa gentaglia.

        • Ling Noi

          Sembra il discorso della faina che voleva l’appalto della security per il pollaio….

  • stefanovichok

    Anche questo è un malessere europeo, anche se i numeri, 18000, mi sembrano infimi.
    Possono essere tenuti sotto controllo.
    Una domanda importante invece: quanti sono i simpatizzanti della “Fratellanza Mussulmana” in Germania?
    Ci sono statistiche e si conosce qualcosa di questo si pericolosissimo movimento politico importato dal medio oriente e dal nordafrica?
    Questi passano facilmente ai fatti.
    E sono qualche centinaia di migliaia in piu.

    • Divoll79

      Sono ormai nell’ordine dei milioni nell’Europa occidentale (perche’ in qulla orientale si sono ben guardati dal farli entrare in massa).

    • ClioBer

      Bella domanda!
      Quanto sia potente e diffusa in Germania la Fratellanza Musulmana non lo so, ma bisogna ricordare che negli USA era riuscita a piazzare nello staff, come strettissima collaboratrice della Clinton, la Huma Abedin, che aveva lavorato per ca 10 anni per l’organizzazione e la cui madre all’epoca era un membro importante del consiglio d’amministrazione dell’organizzazione.

      Va ricordato, altresì, che ha svolto un ruolo importantissimo nelle vicende politiche egiziane, che finanziò la campagna elettorale della Clinton con decine di milioni – talmente tanti che, non essendo stata eletta, si sentì in dovere di restituirne un po’-, che in U.K. è considerata un’organizzazione terroristica e che buona parte dei finanziamenti del Qatar e di altri paesi musulmani, nonché di donatori privati per costruire Moschee in occidente e diffondere l’islam, , con ogni probabilità, passano attraverso questa organizzazione.

      Stanti così le cose, anche se le autorità tedesche, come ormai ci è noto, cercano di nascondere tutto ciò che potrebbe generare allarme nella popolazione, ritengo che, come in Germania ed altri paesi europei, gli adepti si possano contare in centinaia di migliaia, che abbia aderenze in vari gangli della politica e della società europea e svolga un ruolo, sia a livello finanziario, nonché d’indottrinamento, molto rilevante.

      Comunque, per farci un’idea su ciò che ci riguarda da vicino, basta guardare alla più importante organizzazione islamica in Italia, al cui vertice pare ci sia un loro affiliato, e a quanti anchorman nostrani si sbracciano per presentarlo, nei loro top show, come l’impersonificazione del volto moderato e collaborativo dell’islam.

      • Demy M

        Ci dovremmo domandare quanti milioni di turchi vivono in Germania, visto che la Turchia è pro – Fratelli Musulmani.

      • stefanovichok

        Questo è il serio reale pericolo per la ns democrazia. Le altre sono

  • ClioBer

    Quando la povertà dilaga e si intravede un futuro a tinte che non potrebbero essere più fosche, è naturale che la gente rimpianga il miglior passato.
    Ma , purtroppo, le elités che detengono potere e privilegi, per poterli mantenere, hanno il brutto vezzo di puntare l’indice contro li contesta, invece di recitare dei mea culpa.

    • Divoll79

      Sarebbe strano se volessero darsi la ghigliottina sul collo da soli, no?
      Per questo ci vuole il popolo (sovrano) che ogni tanto gliela faccia “percepire”…..

  • Bob184 —

    Non c’é bisogno di essere nostalgici del Reich per detestare questo Stato, nella persona dei suoi governanti, soprattutto per l’incapacità, l’arroganza e la rapacità con le quali ha finto di gestire l’invasione dei migranti. Sorvolo sull’odio verso gli ebrei, argomento valido solo per gli stupidi, sia che gli avversino sia che ne facciano strumento d’accusa contro l’opponente. Fra l’altro, lo stesso Reich, il terzo di baffino o l’attuale quarto della kulona, ha dimostrato nella Storia sufficienti motivi per detestarlo, quindi chi potrebbe scagliare la prima pietra ?

  • Se77e

    E’ così in tutta Europa, diminuiscono i delitti ma aumenta la percezione di insicurezza, aumentano i politici che gettano la benzina sul fuoco ed aumenta l’analfabetismo funzionale.

    • Ugo Ballantini

      come se i delitti fossero gli unici reati a determinare la sensazione di insicurezza, ci deve proprio scappare l’omicidio eh

      • lusc sbar

        Si parlava di crimini, compresi i furti e i reati contro la persona, in calo. Poi puoi continuare a trovare tutte le scuse per odiare e incazzarti, almeno passi il tempo…

        • Divoll79

          Strano, io li vedo in netto aumento in tutta l’Europa. Forse lei ha la “percezione” che siano diminuiti, oppure legge i dati stilati dal nostro governo e dalle organizzazioni pro-migranti, naturalmente tutti affidabilissimi e imparziali.

          • lusc sbar

            Lei li vede in aumento? Che occhio lungo…

    • Homo Sapiens

      Negli ultimi anni la polizia tedesca ha riportato un impennata dei reati violenti e predatori come stupri, rapine ed accoltellamenti, contemporaneamente all’invasione di milioni di “rifugiati”: basare il proprio giudizio sul numero totale di reati, riferito inoltre agli ultimi due anni, significa essere in malafede o poco intelligente perché incapace di capire che non tutti i reati sono uguali ma sono quelli predatori e violenti a determinare l’allarme sociale e che poco conta una lieve flessione negli ultimi due anni dopo un forte aumento negli anni precedenti che ha reso la societá piú insicura per i cittadini nativi.

      • Se77e

        I reati sono in diminuzione da oltre un ventennio, quindi qui nessuno si è riferito agli ultimi due anni. Che poi l’emergenza migratoria che si è data in questi ultimi anni (e che ha riguardato tutta l’Europa a differenza di quanto alcuni credono) abbia potuto creare nuove sacche di marginalità e certo allarme sociale è un qualcosa che nessuno nega, però i dati sono incontestabili: il numero di omicidi, furti, borseggi, rapine… cioè di quei delitti che aumentano il senso d’insicurezza sono sempre stati in diminuzione, temo quindi che gran parte della responsabilità l’hanno quei politici e quei media che si son dedicati a gettare benzina sul fuoco. Non si è ad esempio reso conto che Il Giornale durante la campagna elettorale riempiva le sue pagine con fatti di cronaca riguardanti la popolazione straniera ed a elezioni passate che tali successi pare che si siano quantomeno dimezzati? Ci rifletta…

  • luigirossi

    Il diffondersi dell’antisemitismo procede parallelamente ai crimini di Israele e della finanza ebraica.Ma questi premi Nobel per l’imbecillita’ non hanno imparato nulla in 4000 anni si storia scellerata.

  • colzani

    peccato che odino gli intoccabili ebrei altrimenti sarebbero i nostri nuovi supereroi!

    • Divoll79

      mmmm…… Non mi e’ molto chiaro il concetto….

    • misc3

      Effettivamente sono un po’ rozzi. Ancora una smussatina agli angoli e le masse del 21mo secolo saranno pronte.

      • colzani

        in realtà il lavoro che i globalisti stanno cercando di portare avanti è quello di affilare gli angoli.

        • misc3

          Il globalismo e’ un relitto del ‘900 che ormai piace solo a Xi Jinping, e forse neanche a lui. Oggi siamo tutti nazionalpopularsovranisti, e limitare certi eccessi e’ necessario per arrivare a quell’80% dei consensi che i nostri amici dell’est europeo raggiungono regolarmente. Poi si vedra’.

          • colzani

            nazionalismi e populismi sono propedeutici alla causa globalista. ripensi agli inizi secolo scorso.

          • misc3

            Va bene, ma non capisco perche’ si dovrebbe passare per decenni di nazionalismi per ritornare a quella che e’ essenzialmente la situazione attuale. Sarebbe come finanziare la ricerca sul motore a vapore nella speranza che questo porti in futuro al motore a scoppio. Non so a cosa sia propedeutico il nazionalismo nascente, forse alla distruzione della vita sulla terra.

          • colzani

            il globalismo si nutre di conflitti e ridifinizione dei confini e niente garantisce questi presupposti meglio di movimenti nazionalistici. non sono movimenti reazionari ma rivoluzionari.

  • Lucio

    il problema è che quando si crea un estremo si gettano le basi per formare l’estremo opposto che tenterà di riequilibrare il tutto.
    Quindi se ora siamo all’estremo del buonismo e dell’imbecillità del “politicamente corretto” ecco che è ovvia conseguenza che si formi spontaneamente anche l’estremo opposto di intolleranza e rabbia, fenomeno che si ricollega bene alle correnti naziste.

    Anche la fisica ci insegna che funziona così.

  • Ling Noi

    Metto il commento che ho fatto in inglese su un altro sito dove l’argomento era simile: “National Socialism is the natural answer when people are too much betrayed from the worse form of tiranny: the socalled “democracy”

    • Se77e

      Mi scusi ma tale affermazione è di una banalità enorme, la democrazia non è per nulla un sistema perfetto e all’interno delle stesse democrazie vi sono forme più compiute (es. rispetto delle libertà individuali) e forme meno compiute (es. dittatura della maggioranza) ma si dica quello che si dica, la democrazia è la miglior forma di governo che conosciamo.

      • Ling Noi

        La democrazia è buona solo per i truffatori e i gruppi di potere che ci guadagnano.

        • Se77e

          Come no, perchè i truffatori ed i gruppi di potere non campano anche sotto le dittature. Comunque, già che le piacciono, le auguro un futuro da oppositore sotto Pol Pot, Hitler, Pinochet o Kim Jong-un, poi mi dirà se la democrazia le pare tanto male.

          • Homo Sapiens

            Campano meno: infatti la grande finanza ama la democrazia liberale.

          • Ling Noi

            Commento da scemo del villaggio globale, i dittatori si possono abbattere mentre le incrostazioni di sottopotere burocratico corruttivo sono eterne e intoccabili, vedi deep state in Usa o la magistratura sessantottina da noi.

          • Se77e

            La prego di rivolgersi ai suoi interlocutori con la stessa educazione con cui questi si rivolgono a lei.
            Il resto del suo intervento si commenta da solo, il dittatore lo si manda giù per poi… instaurarne un altro? Che genialata…

          • Ling Noi

            Userò una parola un po’ più delicata, ingenuo va bene? Se chi è al potere non va bene si deve poter fare pulizia, con il sistema che si autodefinisce democratico c’è solo un po’ di gattopardismo.

          • Se77e

            Il mio commento iniziale infatti parlava, con tanto di esempi, di un sistema comunque imperfetto che si può però perfezionare con un’idea di democrazia più compiuta, dove ovviamente entra anche il contrasto ai cosiddetti poteri forti o occulti. Quello che invece non ha senso è il liquidare il tutto con l’erronea idea che una dittatura sarebbe esente da tali vizi. E questo per non parlare di ciò che comporta avere una dittatura in materia di libertà personali e collettive, rispetto dei diritti umani, ecc.

          • Ling Noi

            Il sistema democratico si è dimostrato sempre più in regressione anche come libertà individuali, mi ricordo una volta in un’intervista a una tipa tutta piena di piercing sul perchè si fosse conciata in quel modo e lei cadida risponde “cosi mi sento libera”, in Pratica il sistema di potere (democratico) ti da gli strumenti per farti avere l’illusione di essere libero.

          • Se77e

            E’ un banale trucco quello di prendere un esempio marginale o estremo (la ragazza con i piercing) a significazione di un processo ben più ampio e che tocca aspetti molto più importanti.

          • cir

            non e’ affatto banale il paragone.

          • Se77e

            Banale e fuori luogo.E’ come se io prendessi la dichiarazione di un hooligan e dicessi che tutti i tifosi sono come lui. Noi stiamo parlando di conquiste di libertà personali e di diritti civili e lei mi cita una ragazza piena di piercing e con la testa vuota, no… direi che con tale dialettica non si va da nessuna parte.

          • Ling Noi

            Non proprio, perchè nel frattempo vengono devoluti migliaia di miliardi alle banche. (vedi Montefiaschi)

          • tex

            E i gulag e laogai dove sono?

          • cir

            la democrazia non funziona. applicala ad un esercito o ad una azienda . non esce nulla di buono . Parole , discussioni , assemblee , tavoli di trattative , costi impressionanti ,risultati zero.

          • Se77e

            Esempi completamente fallaci, anche nelle scuole o negli ospedali non vige un sistema democratico, ma sono organizzazioni rette da un sistema democratico. Esempi fallaci dunque.

          • cir

            hai voluto capire solo quello che e’ piu’ facile da capire . rinuncio a spiegartelo .

          • Se77e

            Nell’esercito italiano non vige un sistema democratico, ma è retto da un sistema democratico. E tale esercito può esser tanto efficiente come quello di un sistema dittatoriale. Così va bene?

          • tex

            Nelle dittature non c’è il sottopotere burocratico?

        • Divoll79

          Perche’, i truffatori e i gruppi di potere non ci sguazzerebbero ancora meglio se potessero imporci la (loro) dittatura? Infatti, e’ quallo a cui mirano. Gli USA, per esempio, sono una classica dittatura delle oligarchie globaliste (finanziarie, industriali e belliche), anche se si riempiono la bocca (e solo quella) della parola “democrazia” per far fessi…. i fessi, appunto.

          • Ling Noi

            Per l’appunto, ti faccio credere che con la democrazia sei libero cosi ti inchiappetto meglio.

      • cir

        assolutamente no. e’ la forme piu’ becera , vota per chi vuoi ma voterai per quelli che abbiamo messo noi..

        • Se77e

          Se è “la forma più becera” qual è “una forma meno becera”? Ci faccia un esempio, così ci chiariamo.

          • Gian Paolo Cardelli

            Non riceverà risposta: troppo ipocriti per farlo.

          • Homo Sapiens

            La democrazia liberale non é la forma di governo più becera ma la piú ingannevole: infatti odia la sue forma più sincere dove gli eletti rappresentano veramente il popolo: il populismo.

          • Se77e

            Per cominciare il populismo non significa certo rappresentare il popolo, ma piuttosto parlare alla pancia del popolo, che è un concetto ben diverso. In secondo luogo la dittatura della maggioranza è la forma più povera di democrazia e questo lo sa anche un liceale.

          • cir
          • Se77e

            Bene, vedo che ora mi da ragione in entrambi principi che ho espresso: quando manca il rispetto delle libertà e quando vige la dittatura della maggioranza non non si può parlare di democrazia compiuta, come ben esemplifica la vignetta che ha postato.

          • cir

            ma cosa e’ sto rispetto delle liberta’??? liberta’ di chi ? di un pederasta poter adottare un figlio con il suo pari ? liberta’ di cosa ? le liberta’ saranno enormemente ampliate per dare una dimensione piu’ ampia della esistenza umana ma sara’ solo un trucco per farne passare altre che interessano ben altri personaggi… non certamente il popolo .

          • Se77e

            Guardi che il concetto di “libertà”, cosa significa, dove comincia e dove finisce, si studia alle scuole medie o al massimo in prima superiore, quindi se siamo a questi livelli, non mi obblighi a banalissime pedagogie… Comunque il suo esempio parla di diritti e non di libertà.

          • cir

            lascia perdere. penso che i tuoi massimi esempi di liberta’ le li abbiano forniti la Bonino e Pannella .

          • Se77e

            Certamente non i dittatori che qui qualcuno vuole difendere…

          • cir

            quello che significa populismo non sei tu a dirlo . ha moltissimi aspetti.

          • Se77e

            Da Peròn in poi ha avuto sempre quel significato e sempre si è riferito al carattere demagogico di certa politica. Se poi oggi qualcuno intende per populismo la democrazia diretta lo fa con poca conoscenza di causa del significato che sempre ha avuto.

          • gianfranco56

            Il termine populismo è utilizzato da alcuni suoi detrattori in termine dispregiativo. Sta a significare il leader che si rivolge direttamente ai cittadini, anziché passare per la dialettica parlamentare.Ecco perché Salvini vieni chiamato pupulista. Ma, da chi? dal Palazzo. Dal palazzo del potere.

          • Se77e

            Devo dissentire, il significato, a parte durante il movimento russo che ne diede il nome, è sempre stato quello infatti i vari politici italiani che sono stati chiamati populisti prima hanno rifiutato il nome salvo poi adottarlo con significato positivo (credo che Grillo fu il primo), ma non mi stupisco più di tanto, perchè in Italia siamo bravi anche a stravolgere il significato delle parole, infatti chiamiamo “premier” chi non è il “primo ministro”, chiamamo “governatore” i presidenti di regioni (che non sono stati federati) o chiamiamo “laici” gli agnostici e laici (un cattolico può essere laico). Insomma, non manca certo la libertà di parlare ognuno come si vuole, io se mi permette, mi atterrò al significato che sempre è stato in uso in politica.

          • gianfranco56

            Lei dissente ? Ne ha facoltà :-)

          • Se77e

            Credo di averlo fatto :-)

          • gianfranco56

            Certamente Lei ha illustrato le sue ragione, sulle quali io, democraticamente, dissento. Non prosieguo , spero, adesso devo uscire, avrò modo di illustrarLe la ragione per cui pare appetibile la democrazia.

          • cir

            bravissimo !

          • gianfranco56

            Mi permette una domanda? Le sa la ragione per cui tutti o quasi tutti vogliono un regime democratico?

          • Se77e

            Credo perchè è la forma migliore (o meno peggio se vuole) per convivere rispettando libertà e opinioni di tutti. Lei ne conosce qualcuna migliore?

          • gianfranco56

            Mi dispiace ma Lei non sa la ragione.E’ come immaginavo. Nell’anarchia è meglio se Lei pensa che quelli siano i valori per i quali è stata scelta. Circa l’alternativa Le ho risposto sopra. Se le interessa leggere.

          • Se77e

            Io ho detto quale credo sia la ragione, ma io non conosco la sua, quindi non mi posso esprimere.

          • gianfranco56

            Rispettare la libertà e opinione di tutti non è lo scopo della democrazia. Per esempio, non si può permettere al delinquente di esercitare la sua libertà. Penso che anche lei su questo possa condividere. La democrazia è stata scelta per un altro motivo. Non da tutti, evidentemente. Infatti, anche lei riconosce che si sono teocrazie ( vedi Iran) e Monarchie ( vedi Arabia Saudita et simila)

          • Se77e

            Anche i ragazzini delle medie sanno che la libertà del delinquente non è accettabile perchè lede la libertà ed i diritti altrui. Davvero stiamo parlando di questo?

          • Demy M

            Mi scuso per l’intromissione. Esiste anche la Demonecrazia, quella delle Rivoluzioni Colorate che, negli ultimi anni, ha distrutto diversi Paesi in nome della ” democrazia”. Saluti

          • colzani

            credo che il sig cir intenda che tra il morire scegliendosi il proprio carnefice e morire dannando il proprio tiranno non ci sia gran differenza. sostituirei becera con ingannevole.

          • cir

            Ovvio . Per becera intendevo concentrare in una parola tutto il male di un sistema che una democrazia usa come arma per soggiogare i sudditi . E come ha detto giustamente Homo Sapiens i poteri forti hanno bisogno di stati democratici deboli sul piano decisionale , ingabbiati dentro le loro pseudo liberta’ concesse , baggianate a non finire . Ma poi e lo vediamo , una democrazia sovrana tanto acclamata e incensata assistiamo ad un Mattarella che esige garanzie da dare agli Americani e alla
            commissione europea per il governo eventuale Salvini e Di Maio.. garanzie da servire sul piatto d’ argento ai mercati finanziari …ma Tu Colzani queste cose le sai benissimo… Salut.

          • Se77e

            In democrazia i cittadini si possono difendere senza spargimenti di sangue, sotto la dittatura si deve necessariamente passare da una guerra.

          • colzani

            in democrazia i cittadini sono indifesi come sotto dittatura. la differenza si manifesta laddove la libertà di parola in democrazia è innocua e non punibile. è la libertà di scelta che però si mostra assente in entrambe le forme dove nella prima questa è apparente e nella seconda inconsistente.

          • Se77e

            Se per lei la costituzione di un paese democratico offre meno garanzie di quelle offerte da un paese dittatoriale, le auguro di finire oppositore sotto un qualche regime dittatoriale. Poi mi racconta…

          • colzani

            non sono interessato a stilare la classifica dei paesi dove si vive meglio. le opposizioni in dittatura non ci sono o sono contenute. al contrario in democrazia l’opposizione è alla base della legittimazione del potere. non parlo di benessere o di libertà di parola, ma di reale libertà di scelta e di sovranità. piuttosto mi racconti lei della democrazia in Italia degli ultimi anni…

          • Se77e

            Appunto, la reale libertà di scelta e la vera sovranità (del popolo) si esprime in una democrazia e non certo in una dittatura!

          • tex

            La democrazia in Italia non ha generato, come in Cina, la MORTE di milioni di cittadini.

          • cir

            ma hai finito di girare attorno ad un palo ???
            ti sembra che in europa si stia costruendo una democrazia ??
            pochi comandano , multinazionali e banche. nel nome di quella becera parola siamo costruendo un enorme carcere a cielo aperto .

          • tex

            La differenza sono i gulag e laogai.

          • colzani

            gulag? quelli inventati dai bolscevichi ebrei? sono d’accordo.

          • tex

            Lo stesso slogan sembra non funzionare con la Cina comunista.

          • colzani

            a parte che il fatto di avere avuto dei compagni piu’ criminali di voi non mitiga l’imputazione di sterminio di massa verso voi ebrei bolscevichi, rimane una verità storica indissolubile: il gongchandong maoista aveva nel suo organico esecutivi come gli ebrei Solomon Adler; Israel Epstein; Frank Coe; Sidney Shapiro; Jakob
            Rosenfeld;Grigori Voitinsky; Mikhail Borodin; Adolph Joffe; Mark Gayn;
            Sidney Rittenberg; Nathan Gregory Silvermaster; Michael Greenberg;
            Manfred Stern; Ruth Kuczynski; Eva Sandberg.
            Gli unici “occidentali” che entrarono e furono trattati come fratelli dai criminali maoisti erano zingari delle vostre tribu’!
            fate voi i conti: avete sterminati 60 milioni in russia, di quali crimini cinesi avete anche le mani sporche?

          • tex

            Lo stesso slogan sembra non funzionare con la Cina comunista.

          • colzani

            funziona eccome. provate a cancellare la storia come siete soliti fare sporchi ratti israeliani…

          • tex

            Quando non sai più cosa scrivere.

          • Gian Paolo Cardelli

            Cosa le avevo detto?

          • cir

            una democrazia puo’ andare avanti decenni , fare debiti a non finire , nessuno ne risponde , e’ il sistema che sbaglia , puo’ affossare i cittadini e ridurli alla fame , nessuno sara’ mai responsabile in toto .

          • Se77e

            La collettività ne sarà responsabile. Ma anche credere che il solito “uomo della provvidenza” attui solo, e quindi sia l’unico responsabile, è un pensare molto ingenuo.
            Comunque non mi ha ancora fatto un esempio di regime “meno becero” della democrazia…

          • gianfranco56

            Io direi una democrazia “guidata” come quella attuale della Russia; guidata da un condottiero cristiano che preveda però, la pena di morte per taluni reati. Aristotele nel suo “Politica” scriveva che essa equivale al “governo dei poveri”; Non è pertanto, l’unica forma di governo auspicabile. Anche una monarchia illuminata con un Re Cristiano non sarebbe male. Oppure una monarchia parlamentare dove nella costituzione venga affermato che non si può legiferare contro natura. Insomma, un po di etica nelle norme costituzionali. Per esempio, la nostra Costituzione “riconosce” la famiglia naturale ecc,ecc; Nella Costituzione che avrei in mente, non sarebbe sufficiente riconoscerla ma vietare tutti gli altri tipi. Per esempio la famiglia tra persone dello stesso sesso. ( è solo per fare un esempio )

          • Se77e

            Una democrazia poco compiuta, dove chi ha il potere può far fuori i propri avversari, arricchirsi indebitamente, eludere ogni controllo deglienti proposti, controllare il potere giudiziaro, favorire i propri amici o le ologarchie asservite.
            E il secondo caso assomiglia abbastanza a una teocrazia.
            No grazie, quanto ha illustrato lei assomiglia a tutto tranne che a una democrazia compiuta.

          • gianfranco56

            Mi scusi , dove sta scritto che sono tutti ladri e prevaricatori. Quì si parla in astratto. Di un sistema di governo, anziché un altro. Lei ne fa discendere un sistema di rapina generalizzato. Un ladro rimane sempre un ladro, sotto qualsiasi tipo di governo.

          • Se77e

            Lei ha citato la Russia e io mi sono riferito a quella. Poi certo, se mi vuol dire che un dittatore bravissimo, magnanimo, rispettoso di tutte le persone (già non è più un dittatore), attento, simpatico e sensibile… può far meglio di un governo democratico di corrotti, infingardi e incapaci… è come scoprire l’acqua calda, ma la soluzione passa nel migliorare la forma di democrazia, non nel scegliere il regime totalitario.

          • gianfranco56

            Una monarchia illuminata non è un regime totalitario. Belgio. Tipo di monarchia: Parlamentare. …
            2 – Gran Bretagna. Tipo di monarchia: Parlamentare. …
            3 – Danimarca. Tipo di monarchia: Parlamentare. …
            4 – Liechtenstein. Tipo di monarchia: Costituzionale. …
            5 – Lussemburgo. …
            6 – Norvegia. …
            7 – Paesi Bassi. …
            8 – Monaco.

          • Se77e

            Le monarchie europee sono democrazie a tutti gli effetti, meno compiute di una repubblica per il solo dettaglio di non avere una carica elettiva (nelle monarchie il capo dello stato ha meno funzioni che nelle repubbliche) ma pur sempre sono democrazie.

          • Divoll79

            Condivido l’idea della famiglia, ma non quella della monarchia, una forma di stato totalmente superata e anacronistica. Le attuali elite tendono a imporsi anche loro come dei veri e propri “reali”, si ritengono un’aristocrazia, benche’ siano quasi tutti della tribu’ auto-eletta, e vivono in un empireo alieno al mondo del quale, per altro, decidono le sorti (nel modo peggiore possibile).

            Quanto alla democrazia “guidata”, e’ un’arma a doppio taglio perche’ funziona bene quando alla guida c’e’ un uomo come Putin (che, quando gli chiesero perche’ non si sia risposato, disse che era gia’ sposato alla Russia), ma sarebbe un disastro se al posto di guida salisse un altro Eltsin.

            Secondo me, la democrazia e’ la forma migliore di governo, ma dovrebbe dotarsi di maggiori sistemi di controllo popolare. Da un lato, i referendum, sia propositivi che abrogativi, su ogni questione importante (sul modello svizzero e irlandese) e dall’altro la possibilita’ di defenestrare IN QUALSIASI MOMENTO leader e politici che, dopo le elezioni, vengano meno alle promesse o compiano azioni contro gli interessi del popolo e del paese (come avviene in Italia da anni, ormai).

          • Marco_Seghesio

            Mi pare che anche Diem l’aveva gia’ detto, cioe’ di aver sposato l’allora Vietnam del Sud. Si dice che nella tradizione mandarina non era poi una cosa infrequente.
            Il confucianismo lo sollecita ai suoi religiosi, che poi altro sono che sostenitori di una buona burocrazia.

          • cir

            verissimo !!

      • Divoll79

        Per una volta, concordo con lei.

      • Homo Sapiens

        La democrazia ha permesso l’invasione dei paesi europei da parte di masse di immigrati, soprattutto extraeuropei, sta supportando da decenni la sostituzione etnica dei popoli europei e tollerando violenze, furti e rapine contro i propri cittadini, i quali proprio sotto un regime democratico sono precipitati in un crescente collasso demografico. Sempre la democrazia ha svenduto la sovranitá delle nazioni europee ad organizzazioni sovranazionali ed ai mercati, nel nome dei quali impoverisce i propri cittadini con l’austeritá ed ha creato uno stato di semi-impunitá per la criminalitá e l’illegalitá nei propri confini, sacrificando la difesa della persona e della proprietá in favore di garantismo ed umanitarismo.
        Se il parametro della bontá di un regime politico è il benessere, la sicurezza e soprattutto la sopravvivenza del popolo, allora la democrazia si stá rivelando il peggiore dei regimi politici.

        • Se77e

          La democrazia non ha a che vedere con l’immigrazione, che infatti esiste in paesi democratici come anche in paesi non democratici (Arabia Saudita, Qatar e Kuwait hanno percentualmente fino a dieci volte gli immigrati che abbiamo noi). E così la presenza o meno della delinquenza, perchè ci sono regimi non democratici che hanno la violenza a mille.
          Mi dispiace ma i suoi non sono argomenti.

          • Andrea B

            I paesi che cita sono scatoloni vuoti (totalmente diversi dai paesi occidentali con la loro peculiare storia, cultura, struttura sociale e demografica) e per giunta abitati da un pugno di iper-arricchiti dal petrolio, che hanno bisogno di una massa di schiavi per i loro vizi. E infatti da schiavi senza diritti sono trattati, di certo non come da noi dove la “democrazia” garantisce loro quanto detto nel post sopra, a discapito degli autoctoni.

          • Se77e

            E anche noi abbiamo bisogno di manodopera, o forse crede che gli svizzeri hanno portato lì gli immigrati (sono il 25% della popolazione) per fargli conoscere la bellezza delle Alpi e la bontà del Toblerone?

          • Andrea B

            Di cui l’85% dall’Europa, non certo africani o medio orientali in buona parte mussulmani … e sono molto severi in termini di adesione ai valori elvetici nel caso che in cui il residente straniero voglia diventare cittadino svizzero a tutti gli effetti. Non serve neppure citare la floridezza dell’economia e le tasse basse di quel paese e la posizione di punta nell’industria avanzata che occupa, cosa molto diversa dalle asfittiche economie come quella italiana, dove la disoccupazione è altissima in confronto. Comunque non defletta il discorso citando la Svizzera o il supposto “bisogno” di manodopera… il punto della discussione è la rovina che la “democrazia” sta imponendo alle nazioni occidentali.

          • Se77e

            Qui si discuteva del fatto che in democrazia l’immigrazione sarebbe necessariamente fuori controllo. In Svizzera (democrazia sicuramente più compiuta della nostra) non è così.

          • Demy M

            Scusi, Lei scrive: anche noi abbiamo bisogno di manodopera,…ma dimentica di scrivere che circa 200.000 giovani vanno via per mancanza di lavoro dall’Italia ogni anno. Oltre ciò, Le rammento che migliaia di Pensionati fuggono dall’Italia per le troppe tasse che non consente loro una vita decente e dignitosa. In questo caso parliamo di Persone che hanno ” costruito” l’Italia dopo la guerra. E, secondo lei abbiamo bisogno di manodopera straniera senza avere in Italia posti di lavoro? A quale prezzo, quello di lavorare per 400 euri al mese, senza contratto e senza garanzia futura? Questa si che è dittatura mascherata da democrazia ma, nel suo interno, è il più becero comunismo di epoca passata. Tutti uguali, tutti sudditi del lavoro remunerato verso il basso, come oggetti d’uso da usare. In parte è quello che stà accadendo in nome della famigerata DEMONECRAZIA importata/imposta in occidente. Saluti.
            PS: Non è necessaria la Sua risposta. Ri-saluti

          • Se77e

            La risposta è molto più breve di quanto immagina: se mi trova qualche ventenne milanese o di una città del nord a sua scelta a cui interessi fare il bracciante agricolo, il manovale o i turni in fabbrica le potrei anche dare ragione. Me li trovi però.

          • telepaco

            Te ne trovo quanti ne vuoi, a meno che per bracciante agricolo lei non intenda lo schiavo nigeriano che lavora per 2 euro l’ora a raccogliere pomodori per l’angrangheta 10 o 12 ore al giorno….quelli non sono lavoratori, quelli sono SCHIAVI. Se invece di importare immigrati per far svolgere loro lavori sottopagati con il fine di tenere bassi i salari, visto che si adattano a fare lavori faticosi e sporchi per 800 euro al mese, si alzassero i salari per quei lavori che nessuno vuol fare sicuramente si troverebbero le persone che lo fanno. Se per esempio a pulire le fogne si danno 1.500 euro invece degli 800 che danno le cooperative rosse dei suoi amici vedrebbe che molti giovani invece di aspettare un lavoro (spesso inesistente) di impiegato a 1.000/1.200 euro al mese preferirebbero guadagnare di più e fare un lavor più “degradante”. La verità è che l’immigrazione serve a drogare il mercato del lavoro e cambiare i salari attraverso la domanda e l’offerta. Se nessuno accetta di fare lavori sporchi a salari bassi invece di aumentarri i salari si preferisce importare schiavi dal terzo mondo, questo è il fine del vostro falso buonismo

      • misc3

        Non so se l’ha notato, ma i detrattori della democrazia partono sempre dal presupposto che l’eventuale dittatore sara’ di loro gradimento, e in caso contrario sara’ possibile rimuoverlo infilando una scheda nell’ urna.

        • Se77e

          Effettivamente mi sto divertendo abbastanza a seguire questa surreale discussione…
          Comunque io avevo un amico che diceva che la forma migliore di governo sarebbe stata una dittatura con a capo… lui stesso!
          Il mio amico ovviamente scherzava, ma qui qualcuno ci crede davvero.

  • Georgi Mihaylov

    il grande popolo germanico.

    https://uploads.disquscdn.com/images/173e201d97b97ead72829451a40d581a6b593a409d9cca4ecfec8f1e7eea94ac.png

    https://uploads.disquscdn.com/images/e41025cc8180741115f2138a8f6313e718c1fd6e17b4fd0e1388c6a63ab7a974.jpg

    https://de .wikipedia.org/wiki/Abodriten

    https://de .wikipedia.org/wiki/Wenden

    https://de .wikipedia.org/wiki/Wilzen

    https://de .wikipedia.org/wiki/Polaben

    https://de .wikipedia.org/wiki/Milzener

    https://de .wikipedia.org/wiki/Liutizen

    https://de .wikipedia.org/wiki/Kessiner

    https://de .wikipedia.org/wiki/Travnjane

    https://de .wikipedia.org/wiki/Warnower

    https://de .wikipedia.org/wiki/Zirzipanen

    (solo una parte)

  • Georgi Mihaylov

    il grande popolo germanico

    https://uploads.disquscdn.com/images/173e201d97b97ead72829451a40d581a6b593a409d9cca4ecfec8f1e7eea94ac.png

    https://uploads.disquscdn.com/images/e41025cc8180741115f2138a8f6313e718c1fd6e17b4fd0e1388c6a63ab7a974.jpg

    https://uploads.disquscdn.com/images/f8e40fba04e12a0e735e2f398abf684b0cd3b7237d8da56297662977fff66dc2.jpg

    https://de .wikipedia.org/wiki/Abodriten

    https://de .wikipedia.org/wiki/Wenden

    https://de .wikipedia.org/wiki/Wilzen

    https://de .wikipedia.org/wiki/Polaben

    https://de .wikipedia.org/wiki/Milzener

    https://de .wikipedia.org/wiki/Liutizen

    https://de .wikipedia.org/wiki/Kessiner

    https://de .wikipedia.org/wiki/Travnjane

    https://de .wikipedia.org/wiki/Warnower

    https://de .wikipedia.org/wiki/Zirzipanen

    (solo una parte)

    • Bob184 —

      Germani, slavi, sarà forse per questo che quando arrivo a Latisana mi cominciano a girare i gabbasisi

      • venzan

        Che ci abitano a Latisana germani e slavi?

        • Bob184 —

          Non lo so, ma di li ai confini c’é poco. Contento ?

  • Aaqarab

    AAzzzzoooo….! 18.000 ? Una marea umana !

  • Santo Can

    capirai, nella terra di Franco a Trier…

  • venzan

    Odiano certamente lo Stato in mano a massoni e anarchici, come lo sono gli attuali Stati europei. Questi nostalgici sicuramente vogliono preservare la propria Nazione e non invadere altri Stati.

  • Divoll79

    Non mi sembra che l’antipatia per questo sistema-stato e i migranti sia un sentimento diffuso solo nell’ultra destra. E’ uniformemente spalmato su tutta la popolazione, anche parte della sinistra.

  • step

    Si prende un pazzo, si mischia con altri molto meno pazzi, e poi si aggiungono argomenti che invece sono molto sensati, per arrivare a banalizzare questi ultimi argomenti. È una tecnica vecchia. Stupisce che il Giornale ponga in essere questo tipo di messaggi. O meglio, sappiamo che la linea berlusconiana è divenuta più conformista e più prona al pensiero unico, ma almeno si redigano articoli di spessore, e comunque si dica chiaramente da che parte si sta.

  • eusebio

    Sono infinitamente piu’ pericolosi gli ebrei che lucrano da decenni sull’olocausto e intanto la loro roccaforte piazzata a casa altrui fucila e bombarda impunemente,
    pretendendo vantaggi economici e giudiziari e accusando i loro avversari di antisemitismo e di volere quasi un olocausto 2.0.

  • Maximilien1791

    Scusi Mosseri, mi può dire quante vetrine hanno infranto e quante auto bruciato i neonazisti in Germania, Francia ed Italia ?
    Sa cosi facciamo un paragone con i “black block” , quei bravi ragazzi che misero a ferro e fuoco Milano all’epoca dell’EXPO e a cui la nostra magistratura non ha fatto nulla.

  • montezuma

    “La Germania è più sicura”? Sicuro! Di questi tempi riesce a essere perfino peggio dell’Italia. Lo sport della Polizia (imposto dalla politica della Merkel) è quello di spazzare sotto il … tappeto tutto quello che è scomodo far vedere al pubblico.

  • silver

    Hate is repayed heartly.

  • montezuma

    Questi gruppi sono la conseguenza di una politica di “ingresso massiccio” di mano d’opera giustificata solo dalle esigenze del complesso industriale e finanziario. Anche qui, sull’esempio italiano (sic), gli stipendi stanno diminuendo con un notevole svantaggio di fatto per gli autoctoni con diploma o laurea. C’è bisogno di chiedersi perché i giovani ascoltano le sirene del totalitarismo? Ancor peggio, la crisi morale che attanaglia la società tedesca non è … seconda a nessuno in Europa. Forse come al solito l’Italia potrebbe essere messa peggio, ma resta una dura lotta.

  • gianrico

    i CRIMINI CHE SI ATTRIBUISCONO AGLI IMMIGRATI DIMINUISCONO MENTRE L’IMMIGRAZIONE CRESCE. BOOH!!!

  • gianfranco56
    • colzani

      per onor di verità bisogna dire che questa frase è stata riportata da un ex CIA ma non ci sono documenti probatori o registrazioni di tale affermazione se non la testimonianza di questo agente che se non ricordo male si chiamava o’neil

      • gianfranco56

        ..lei ha letto delle smentite da parte di Letamiao? :-)

        • colzani

          nonostante non ami particolarmente quel porco, il numero di falsi attribuitogli non credo che sia di suo interesse. probabilmente, conoscendo la bestia, è vero ma non provato

      • stefanovichok

        Che l’abbia detto o no è così importante? Lo stanno eseguendo!

        • colzani

          vero :-(

    • Divoll79

      Lo avevo capito anche senza sapere che lo avessero detto apertamente. Infatti, ora che hanno dissanguato gli americani mi sembra che stiano tentando di “attaccrsi” con le ventose alla Russia. Ma la’ gli andra’ male (questa volta).

      • colzani

        lo sa che la pensiamo diversamente e vorrei ricordarle che quelle ventose si sono aggrappate al popolo russo con il grande ingresso trionfale e sanguinario del 1917. da allora non hanno mai lasciato la presa ed una occhiata alla composizione degli oligarchi che detengono il 90% delle risorse russe dovrebbe far sorgere il sospetto che anche se il putin fosse davvero quell’irreprensibile comandante che vuol sembrare le sue decisioni passano sempre per una tavola occupata in prevalenza da questi mafiosi con a capo la guida spirituale della chabad internazionalista. A me sembra che gli stia andando alla grande!

    • Maura S.

      IL POPOLO ELETTO DAL DEMONIO

  • gianfranco56
    • Demy M

      Queste bestie satanesche non sono una razza, non sono un popolo, non sono un’atnia e nemmeno una specie. Solo il frutto malefico di accoppiamento tra diverse tribù.

    • Divoll79

      Il fatto che nessuno lo abbia arrestato per razzismo la dice lunga…

    • Maura S.

      ECCO LE BESTIE CHE HANNO MESSO IN CROCE GESU CRISTO, NON I ROMANI COME ANCHE LA CHIESA INSISTE NEL FARCI CREDERE

      • Zorz.zorz

        Gesù Cristo venne condannato da un tribunale romano,mediante crocefissione,pena romana inflitta per attentati a Roma. Fossero stati gli ebrei l avrebbero lapidato. Lei ha preconcetti.

        • Maura S.

          Balle , è stato il popolo ebreo capeggiato dai loro capi ebrei scegliere Barabba e condannare Gesu Cristo per cui voi siete stati i mandanti!!!!! Convinti guerrafondai ( vi siete presa la terra promessa ammazzando, uomini, done, bambini e pur gli animali) continuate a distruggere e ad uccidere.

          • Zorz.zorz

            Sono italiano piu’ di lei. Prepuziomunito( non che ne consideri un vanto). In Palestina gli ebrei sotto i romani contavano come l’Italia a Bruxelles…..

          • Maura S.

            Io italiana convinta, anche incazzata per la situazione attuale: Sinceramente me ne frego sia degli ebrei che dei musulmani, ma una persona tale quel vecchiaccio i che ci fa le corna e che proclama il suo popolo padrone, gli faccio tanto di dito medio.

          • Zorz.zorz

            Del fatto che se ne frega non ne sono convinto. Li ha appena chiamato bestie…

      • cir
  • Fabio Dapo

    Ma che volete commentare? Uno che non sa nemmeno il verso della svastica…

  • Divoll79

    Basta solo che non si mettano di nuovo in testa l’idea di conquistare la Russia….

    • tex

      Non ci pensano già i musulmani con passaporto russo (un quinto della popolazione)?

    • cir

      mi risulta , dai libri di David Irving , che l L’ Urss con Stalin , subito dopo il patto con Ribentrop ammasso’ eserciti al confine con la Germania . Enormi quantita’ di risorse strategiche dall’ america andarono ad incoraggiare Stalin…La Germania si trovo’ a dover decidere se essere aggredita oggi.. oppure domani..

      • Divoll79

        Ovvio, perche’ Stalin comincio’ a prepararsi all’attacco tedesco (la situazione era un po’ simile a quella attuale con gli Usa, la guerra e’ continuamente nell’aria anche se tutti sperano che alla fine non avvenga). L’URSS era in via di sviluppo, aveva bisogno di pace e non di guerre, e quindi l’idea che potesse attaccare la Germania o chiunque altro e’ semplicemente ridicola, e’ la prima volta che sento una sciocchezza simile. Gli storici occidentali che non abbiano manipolato la storia che riguarda l’Urss/Russia si possono contare su due o tre dita e Irving non e’ tra questi. Proprio per avere il tempo di prepararsi all’eventuale assalto nazista, Stalin firmo’ il patto di reciproca non-aggressione, il famoso Molotov-Ribbentrop (1939) sul modello di un patto analogo che l’anno prima firmarono con la Germania inglesi e francesi (Accordi di Monaco, 1938). E anche in questo caso, gli “storici” disonesti hanno scritto che fosse un’alleanza, stando bene attenti a non menzionare gli accordi di Monaco.

  • Andrea De Benedetti

    Purtroppo sul Giornale troviamo molti commenti di simili figuri che trovano ospitalita` in questa casa liberale che sarebbe tra le prime ad essere distrutta se loro ne avessero la possibilita`.
    E` un Blended di islamo-marnazi-antisemiti.

    • cir

      vergognati con quel cognome , vergogna !!!

  • Bartók János

    “lo Stato, ebrei e immigrati”. Ne ho dei conoscenti bravi, equilibrati, buoni padri di famiglia i quali senza essere nazisti, fascisti et non so che ancora, pensano che i tre propositi citati fanno parte di una sana reazione immunitaria del corpo sociale “euro christiana”, visto come vanno oggi “le cose” !

  • ENRICO

    In fisica-come in politica-a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria;con ogni evidenza, quindi,certi politici non hanno mai letto un libro di fisica e ne capiscono ancora meno di politica!

  • Mario Marini

    Sono da mettere fuorilegge assieme ai loro amici-nemici dell’estrema sinistra, anche perché con il loro comportamento sono i migliori alleati delle lobby alla Soros e delle altre lobby alla qatar charity

  • Zeneize

    Una nuova firma, speriamo che scriva meglio in futuro.

  • Stefano T. (Blog Carnate – Ser

    Non confondiamo il sentimento monarchico per la grandezza dell’Impero Tedesco con il nazismo, per favore, è come parlare di oro e ferro.

    Un sondaggio recente mostrava che più dell’70% dei tedeschi è favorevole alla “restaurazione” della monarchia imperiale degli Hoenzollern in “salsa” democratica e costituzionale. Quindi, non vedo il problema di creare allarmismi dipingendo tutti come neonazisti e simili.

  • Exentriq1

    Che ARTICOLO VERGOGNOSO! degno dell UNITA’… superficiale, che non capisce il senso di niente, di persone che sono stufe della dittatura culturale e politica della UE. Che amano le armi ? e allora? che sei di destra nazionalista sei un estremista, un populista. ———————————————- Il GIORNALE ormai e’ diventato come gli altri, perbenista, senza mai metter in discussione l’ordine e le informazioni della propaganda massona mondiale. Fate schifo, molto meglio FELTRI. Non parlate mai dei VERI PROBLEMI, DEI VERI LADRI, BILDERBERG, TRILATERALE, MASSONI .Siete pateticamente FINTA OPPOSIZIONE, FINTO GIORNALISMO. ——————– Siete come TRAVAGLIO, sapete tutto su RUBY RUBACUORI E NIENTE DEI ROTHSCHILD o di MANI PULITE O LE BANCHE CENTRALI MMAFIOSE

  • paolo045

    E adesso mi aspetto un bell’articolo dal Giornale sulla “Carica dei neo-nazisti in Ucraina”.