1451465021-netanyahu

L’ex capo dei servizi segreti rivela:
“Netanyahu ha vinto, Israele perso”

L’eroe di tutte le vittorie storiche di Israele, il commando pluridecorato, l’ex ammiraglio, l’ex capo dei servizi segreti interni (Shin Beth), la voce fuori dal coro della politica dello Stato ebraico, insomma Amichai Ami Ayalon, 72 anni, adesso lo si trova qui, alla Beit Akim, la Casa di Akim, l’organizzazione che in tutto il Paese assiste circa 135mila bambini con disabilità mentali. Ayalon fa il volontario e se dopo una vita passata a combattere è diventato buono, certo non è diventato buonista.

Quando borbotta per la telecamera e gli dico “ma come, una spia dovrebbe essere anche un bravo attore”, lui replica: “No, come spia sono un bravo bugiardo”. Non risparmia nulla a nessuno, Ayalon. Neanche a se stesso. Neanche al proprio popolo.

Così, quando dico che a un osservatore esterno sembra che Israele, in particolare l’Israele di Bibi Netanyahu, abbia ormai vinto su tutta la linea il lunghissimo confronto con i palestinesi, lui replica: “Netanyahu forse ha vinto ma noi israeliani abbiamo perso”. E spiega: “I miei genitori venivano dalla Transilvania ed emigrarono in Palestina negli anni Trenta. In un certo senso, con quel viaggio, cancellarono duemila anni di storia del popolo ebraico e crearono una nuova narrazione. Presero a esaltare eroi nuovi, campioni della potenza fisica e militare come Sansone e Bar Kochva (il capo dell’ultima rivolta ebraica contro l’impero romano, n.d.r). Tornarono a lavorare la terra, cosa che avevano disimparato a fare perché in Europa era loro proibito possederne. Si prepararono a combattere per sé e per i propri simboli, mentre per secoli avevano combattuto solo negli eserciti altrui. L’idea era di creare una nuova società ebraica dentro uno Stato i cui confini sarebbero stati determinati dall’ampiezza degli insediamenti e dalle esigenze della sicurezza. Le faccio un esempio. La mia famiglia viveva in un kibbutz nella Valle del Giordano. Tra il 1947 e il 1948, quando gli inglesi se ne andarono, il kibbutz fu subito spostato a ridosso della Siria, per essere sicuri che saremmo stati noi, e non altri, a stabilire i confini dello Stato ebraico. E parlando di insediamenti, sarà bene notare che non furono un’idea della destra politica o religiosa ma dei laburisti. Perché quello era il sionismo di allora”.

E lei? Che cosa fece?

“Alla fine delle scuole superiori mi arruolai nei commando di marina. In omaggio appunto a quella nuova narrazione: dovevo essere in prima linea nella difesa dello Stato ebraico. Ma se non fossi diventato un soldato, e non avessi fatto la carriera militare, sarei diventato anch’io un colono, come molti miei amici finiti poi sul Golan, nel Sinai, in Cisgiordania, a Gaza”.

Ma di nuovo le chiedo: perché parla di sconfitta? I palestinesi sono allo stremo, la soluzione dei due Stati cancellata, la soluzione di uno Stato solo quasi inconcepibile…

“Mi lasci raccontare, perché a me sono occorsi vent’anni per capire. Dunque… All’inizio ci consideravamo dei liberatori: c’erano gli egiziani, c’erano i giordani, e noi avevamo liberato questi luoghi. Proprio non capivamo che, mentre ‘liberavamo’ i territori, occupavamo e colonizzavamo le persone. Poi, in una seconda fase, abbiamo cominciato a sentirci degli occupanti, ma degli occupanti illuminati. È vero, ci prendiamo le terre ma gli portiamo la cultura, la tecnologia, i servizi, il progresso. Era un’idea insensata, perché intanto gli toglievamo la libertà, ma proprio non lo capivamo”.

Possiamo dire che ragionavate come gli inglesi in India nell’Ottocento?

“È così. Ma con una mentalità che, dopo la seconda guerra mondiale, era diventata assurda. Ci dicevamo: questo non è colonialismo, questa non è l’Algeria, non è l’India. Ma invece proprio colonialismo era. E purtroppo per rendercene conto abbiamo dovuto aspettare che la protesta, e poi la violenza e il terrorismo dei palestinesi ci colpissero. Certo, in Cisgiordania originano tutti i miti, i simboli le tradizioni, i fondamenti dell’ebraismo. C’è grande differenza con altre situazioni. Ma non c’è differenza nei sentimenti del popolo, nel nostro caso i palestinesi, che in queste terre ha vissuto per secoli. Le racconto una storia sul mio grande amico palestinese, Sari Nusseibeh”.

L’ex rettore dell’università araba Al Quds?

“Proprio lui. Quando ci siamo conosciuti, lui mi ha detto: raccontami qualcosa della tua famiglia. E io gli ho dovuto dire che tutto quel che so arriva al massimo ai miei nonni, di cui so qualcosa grazie ai miei genitori. I nonni erano tutti rimasti in Europa e furono tutti sterminati durante l’Olocausto. Non ho la più pallida idea di chi fosse il padre di mio nonno, per esempio. Il nostro albero genealogico è stato tagliato di netto. Gli antenati di Sari, invece, possono essere rintracciati fino al Cinquecento, la sua famiglia per secoli ha custodito le chiavi del Santo Sepolcro. E secondo lei uno come me è nella posizione di dire a uno come Sari che Gerusalemme è roba mia, questa terra è mia?”.

Diceva che le occorsero quasi vent’anni per capirlo…

“Sì, e ricordo bene come avvenne. Ero già contrammiraglio e andai a Gaza. Dovevamo attraversare un campo profughi, era l’epoca della prima intifada, e fummo attaccati. Donne che urlavano, pietre, ragazzi coi bastoni. Guardavo i loro occhi e mi resi conto, finalmente, che non eravamo né liberatori né conquistatori illuminati. Capii, insieme con tanti altri, che la prima intifada non era partita come un’operazione terroristica ma come un’insurrezione popolare contro l’occupazione, l’umiliazione, la mancanza di prospettive. E arrivai alla conclusione che la narrazione sionista che dice ‘tutto questo è nostro perché ci fu dato cinquemila anni fa’ va cambiata perché, altrimenti, porterà alla distruzione dell’idea stessa di Israele come focolare ebraico democratico e sicuro. Idea che è poi l’unica cosa di cui mi importi davvero, la mia preoccupazione principale”.

In che modo si arriverebbe a tale distruzione?

“Quando milioni di persone sentono di dipendere dalla tua volontà e dal tuo arbitrio per tutte le esigenze quotidiane, quando si sentono umiliate non solo come nazione ma come singole persone, è sicuro che prima o poi reagiranno. Che succederà quando a Gaza si comincerà a soffrire la fame e la sete? Ci saranno ondate di violenza, non bisogna essere profeti per capirlo, e come in passato i morti tra i palestinesi saranno quattro-cinque volte più numerosi dei nostri. Nel frattempo, le filiali di Al Qaeda e Isis si infiltrano sempre più profondamente a Gaza e nel Sinai e ormai anche in Cisgiordania. Se non cambiamo politica, da qui a 5-10-20 anni, non so quando ma so che avverrà, avremo gli stessi fenomeni anche tra gli arabi di Israele, che si considerano israeliani ma hanno a cuore la loro gente. A quel punto, Israele potrà solo trasformarsi in uno Stato razzista come il Sudafrica di una volta o in qualcosa come la Siria attuale, con ebrei e musulmani impegnati ad ammazzarsi l’un l’altro”.

Qual è la soluzione?

“Capire che difendere Israele dall’attacco di eserciti nemici, come nel 1948 e nel 1967, è giusto. Ma ciò che facciamo a Gaza o in Cisgiordania, con l’espansione continua delle frontiere verso Est attraverso gli insediamenti, è ingiusto, perché mira a negare ai palestinesi ciò per cui noi stessi abbiamo combattuto, ovvero il diritto all’autodefinizione e all’autodeterminazione”.

Lei sa bene che molti, in Israele, addirittura rifiutano l’idea che i palestinesi siano un “popolo”.

“Non me ne potrebbe importare meno. I palestinesi si vedono, e tutto il mondo li vede, come un popolo e una nazione. E meritano uno Stato”.

Quindi la soluzione a due Stati, esclusa da Netanyahu e prima ancora invisa a Sharon, resta l’unica strada non solo per la pace ma anche per la sopravvivenza di Israele.

“La traccia per futuri accordi dovrà essere molto simile a quella che qualche anno fa tracciai appunto con il professor Nusseibeh. Israele e uno Stato di Palestina lungo le linee di confine tracciate nel 1967, con eventuali aggiustamenti realizzati sulla base di scambi di territorio alla pari con rispetto alla demografia, le esigenze di sicurezza e di continuità territoriale tra la Cisgiordania e Gaza. Il che significa che circa il 20% dei settler dovrà essere ri-trasferito nell’Israele vero e proprio. Oppure dovrà prendere la cittadinanza palestinese, cosa che però dipenderà dai palestinesi. Gerusalemme Ovest sarà sotto la sovranità di Israele, Gerusalemme Est sotto quella dei palestinesi. Il Muro del Pianto sarà sotto il controllo di Israele, Haram al-Sharif sotto quello dei palestinesi. I luoghi santi cristiani manterranno lo status quo”.

Che cosa pensa della decisione di Donald Trump di considerare Gerusalemme la capitale riunificata dello Stato di Israele?

“Un grosso errore. Cancellando la discussione su Gerusalemme, Trump ha cancellato l’ipotesi dei due Stati, e non è stata una mossa molto furba. Però Trump a un certo punto aveva detto: uno Stato, due Stati, per me è lo stesso, vedano loro. Dichiarazione poco politica, certo, ma aveva ragione, perché sta a noi decidere. E se vogliamo davvero trovare una soluzione, dobbiamo abituarci a pensare in modo diverso”.

La “questione palestinese” è tuttora alla radice di molte delle tensioni che agitano il Medio Oriente e lo precipitano in un ricorrente stato di guerra. Anche il latente conflitto tra Iran e Israele rientra in questa considerazione. Ma la domanda è: davvero l’Iran è una minaccia mortale per Israele? O Israele esagera perché, come dicono molti, ha sempre bisogno di un nemico?

“Israele non esagera. L’Iran è una minaccia molto grande perché non riconosce Israele come un’entità legittima. Non possiamo in alcun modo permettere che gli iraniani sviluppino un nucleare militare, sarebbe una minaccia esistenziale per lo Stato ebraico. Quindi la vera domanda è: come possiamo impedirlo? Non credo in una soluzione militare. Penso invece che dovremmo fare due cose. La prima è rispettare l’accordo raggiunto da Obama nel 2015, che non è un buon accordo ma se non altro ci dà 10-15 anni di tempo in più. La seconda è formare una coalizione con i Paesi del Medio Oriente che, come noi, vedono una minaccia nel nucleare iraniano, e chiedere per questa coalizione l’appoggio della comunità internazionale. Penso a Paesi come la Giordania, l’Egitto e altri, relativamente moderati, che sono spaventati dal nucleare militare degli ayatollah ma anche dall’ondata di radicalismo islamico e terrorismo che negli ultimi trent’anni l’Iran ha promosso per espandere la propria influenza politica”.

  • giuseppe 97

    purtroppo in ogni Stato, ci sono molte teste che ragionano diversamente. Se accontenti uno scontenti l’altro. Guardate l’Italia, come siamo molto diversi, ma proprio molto.

  • Kericjang

    Non mi pare appropriato sbattere in prima pagina l’opinione di un generale israeliano. Le opinioni espresse sono frutto di esperienze e pensieri personali, seppur rispettabilissime. In Israele di generali ce ne sono tanti, di opinioni ancor di più. Che senso ha dunque questa scelta editoriale? Privilegiare un modo di vedere a discapito di altri?

    • alberto_his

      Anche gli aritoli di Fiamma sono “scelte editoriali” precise

      • Peo

        Io li chiamerei più precisamente “ARTICOLI SETTARI” ai quali ho personalmente verificato come NON sia possibile replicare in alcun modo, anche se i commenti sembrerebbero abilitati.

        • alberto_his

          Difficoltà condivisa anche dal mio lato, e non siamo gli unici, temo

      • Kericjang

        Ogni articolo pubblicato è scelta editoriale. Non capisco l’enfasi e lo spazio concessa all’opinione del pluridecorato generale Ayalon, che sembra raccogliere più medaglie che favori in patria.

  • albertzanna

    E’ evidente che questo signore ha il dente avvelenato, perchè Netanyauh ragiona da israeliano, mentre lui ragiona, sembra, da palestinese.
    Vorrei ricordargli che la terra promessa da Dio al popolo di Israele 5000 anni fa si chiamava Canaan, non Palestina.

    Ancora nel 1200 aC, questa terra veniva chiamata Kinaḫḫu, mentre altre fonti del Nuovo Regno egiziano descrivono numerose campagne militari condotte in Ka-na-na, e il periodo del Nuovo regno nell’antico Egitto va dal 1552 a.C. fino al 1069 aC.

    Quindi se fino ad allora quella terra veniva chiamata Canaan, ha torto questo ammiraglio in pensione, che mi pare molto astioso, a riferirsi ai palestinesi come al popolo che di diritto dovrebbe subentrare agli ebrei, che erano già stanziati in quella terra, allora, da oltre 1000 anni.

    Ma non c’è solo questo argomento che rema contro la pretesa di diritti dei palestinesi. Sempre, nel corso della storia umana, i popoli che hanno avuto la prevalenza sono stati quelli che hanno poi portato anche miglioramento nel progresso e nella vita della gente che abitava in quelle terre.

    Se leggiamo la storia dei popoli del mondo, togliendo le lenti ideologiche che sempre distorcono ogni visione, e’ provatissimo che i popoli arabi mussulmani hanno spesso di rappresentare cultura, progresso e benessere, dopo che il falso profeta Maometto si invento la sua religione, ed hanno smesso di rappresentare progresso per espresso divieto ad accettare il progresso, scritto a chiare lettere nel loro libercolo sacro, il corano

    E che miglioramento avrebbero portato i palestinesi nella vita della regione? E’ evidentissimo che, dopo l’invenzione della religione islamica da parte del falso profeta Maometto (che la copiò dal Pentateuco ebraico) , ogni apporto alla civiltà, alla cultura ed al progresso dei popoli nomadi della penisola arabica ed al territorio medio orientale si è bloccata, e che quelle popolazioni si solo legate a quella religione che vieta qualunque forma di sviluppo, perchè se un musulmano prende il controllo dei propri pensieri e della sua intelligenza per pensare, la prima conseguenza è il rifiuto dell’islam, tanta è evidente la falsità e disumanità di quel credo.

    Se i cosiddetti palestinesi avessero anche solo un minimo di sale in zucca, leggasi intelligenza e voglia di lavorare, capirebbero subito che collaborare con Israele sarebbe molto conveniente anche per loro, perchè il paese ebraico è modernissimo e avanzato in tutti i campi, mentre i palestinesi sono rimasti allo stato mentale dei pastori nomadi, che è la loro ascendenza fin dai tempi dei regni di Babilonia

    • Gioachimo Liera

      Le considerazioni generali sul Corano ovvero questa pseudo religione nata da un copia e mal incolla dal Pentatueco ebraico sono assodate dalla vera origine desertica e idolatrica dei 300 idoli di pietra…ove ora esiste la famosa pietra nera del pellegrinaggio islamico.
      Tuttavia la scienza dei tempi prima di Gerusalemme capitale al di la del Giordano e dei grandi re di Israele, ovvero prima di evocare i 5 volumi di Mose’, ossia antico testamento, davano prova di esistenze di agglomerazioni rette da re….esistevano città, popolazioni che in seguito ostacolarono l’insediamento ebraico e vennero sterminati con l’aiuto del Dio di Israele…non sempre….(!).
      Abramo, Isacco e Giacobbe ovvero Israele le loro generazioni portarono alla trasmigrazione in Egitto e divenuti in seguito per amore della promessa Dio esuli in una nuova patria al di la’ del Giordano….tutte queste certezze sulla proprietà dei territori di Caanan, Nabatei, Giudea,Samaria, Ammon, Galilea ,Iumea , Terre di Palestina, ecc, e altri…. non v’è tutta questa certezza……anzi il tema è molto ampio…e l’argomento estremamente paludoso per fornire chiare indicazioni di proprietà…peraltro 5 mila anni di storia ebraica relazionata in varie lingue e scritture da origini cuneiformi fenicie, passando attraverso gli assiri babilonesi fino all’aramaico e il giudaico-ebraico e scritti in condizioni di esilio fino as Efeso…ricordando che la conoscenza ebraica ci è stata trasmessa.dal greco antico infine il latino per ricordare che la storia ebraica passa anche attraverso Gesu’ ebreo e il cristianesimo del Vangelo.
      Ma l’argomento da porre in evidenza è morale…prettamente morale….Shin Beth..dice cose molte condivisibili…..conquistatori,….cultura superiore… il flop è servito….guerre, terrorismo, intifada perenni…e il principio nel cuore e nella mente dei Palestinesi che la storia gli è amica.e la pace è sempre più lontana.
      Questo ricorda lo spirito prevalente e aggressivo del pensiero USA odiato nel mondo..

    • Italo Balbo

      Che noia, il solito copia incolla del Ministero della Propaganda di Tel Aviv, un tale concentrato di baggianate, smentito e sbugiardato così tante volte, che solo la malafede dei wisraele permette loro di continuare a riproporlo. Rigurgito gastrico.

      • Liberta’

        Tu a che Ministero lavori? Quello di cintura esplosiva o Patente di Guida nei Mercati affollati?

      • albertzanna

        Povero idiota italo balbo

        Non ho bisogno di andare dietro alla propaganda di Tel Aviv, che è molto diversa da quella che credi tu.

        Io penso e ragiono così con la mia testa perchè è fin dalla mia età di 12 anni che viaggio per paesi islamici, li conosco bene e conosco la loro mentalità, la loro indolenza, la loro NON voglia di lavorare e impegnarsi, di fare sempre del pietismo d’accatto.

        Prova tu a sbugiardare le verità che ho appena scritto, prova, se ci riesci, ma evita di raccontare sempre le solite balle sui palestinesi vittime di Israele, perchè esiste un primo aguzzino del popolo palestinese, e sono gli stessi capi del popolo. Mai dimenticare che Arafat, che si invento Al Fatah, mamma di Hamas, si faceva dare centinaia di milioni di dollari dai sauditi e dagli altri paesi produttori di petrolio, con la scusa aiutare la povertà della sua gente, ma resta il fatto che tutti quei soldi sono finiti a Parigi, a disposizione della sua vedova che vive principescamente colà e non versa un centesimo che sia uno o mantiene neppure uno dei palestinesi nei campi di raccolta in Libano, o nella striscia di Gaza, e che se oggi il Libano, che era un paese bellissimo e in pace, è diventato un inferno, lo è diventato a causa dei palestinesi che lo hanno trasformato in un gigantesco lager ed in un campo di guerra permanente.

        Ti ripeto, io il mondo lo conosco tutto e viaggio, mentre tu sei sempre rintanato dentro al tuo centro asociale e aspetti solo l’occasione di uscire per andare a spaccare vetrine e ribaltare le tue case sparse per la città, i cassonetti della spazzatura

        • Zorz.zorz

          Buona sera. Perché i palestinesi non vanno in Giordania ,stato a maggioranza palestinese?Forse perché il re giordano è figlio del più grande massacratore di palestinesi?.Forse che ,con settembre nero,ha salvato la Giordania? .saluti

          • Italo Balbo

            Perché gli ebrei non vanno a New York ? Ci sono più ebrei a New York che a Tel Aviv.

          • colzani

            Ouch!

          • Zorz.zorz

            Non è vero . N.Y. circa un milione Tel Aviv ha quasi duee milioni di abitanti abbondanti. Non guardi wik….Se poi andassero a N.Y. nessuno lo impedirebbe. Lo sa perché? .Hanno quasi tutti passaporto americano…. Saluti

          • Italo Balbo

            Secondo Repubblica, nota testata filoislamica, sono più a New York, il passaporto lo hanno, pare che nella grande mela siano graditi, che liberino dunque della loro sgraditissima e perniciosa presenza la Palestina. O sono così masochisti da godere nell’essere odiati ?

          • cir
          • cir

            ecco perche’ fa schifo..

        • luigirossi

          Oh,che sparata!! Tu racconti balle a cottimo,ed attraversi i deserti dell’Arabia con la tua barca a vela.Se poi Arafat fosse stato ricco,voi ebrei lo avreste rapinato,invece che avvelenarlo

        • cir
        • Italo Balbo

          E ti pareva, altro copia incolla con i soliti cliché: gli interlocutori sono idioti, gli Arabi sono inferiori, chi non è d’accordo è un comunista dei centri sociali…. Sempre le stesse baggianate, che barba ! Che noia !

    • Liberta’

      Nemico piu’ grande di pace e democrazia sono questi parassita che sono peggio di terroristi islamisti che crescono in pancia di democrazia e indeboliscono. Palestinesi unico diritto e’ di vivere pacificamente quando finiscono di fare attentati terroristici ogni giorno. Oggi a Telaviv un bambino palestinese ha esploso in Supermarket e lasciato morti e feriti…

    • Zeneize

      Ma tu non eri un imprenditore di successo? Che cosa produci? Ricerca storica proprio no, quindi probabilmente p0mpini? Davvero un bel tacer non fu mai scritto.

  • Italo Balbo

    L’Ammiraglio Amichai Ami Ayalon sta ad Israele come Oskar Schindler stava al Terzo Reich. E’ la voce della coscienza, possano gli ebrei ascoltarla.

    • Giancarlo09

      In questa storia in fin dei conti il Diritto conta come il due di picchè, la situazione andrebbe risolta con il buon senso perché altrimenti a prevalere sarà solo la violenza e la distruzione estrema (forse nucleare). Per gli israeliani ci sono solo 3 strade da percorrere: 1) creare 2 Stati con confini differenti da quelli attuali e Gerusalemme divisa tra le 2 entità; 2) continuare sulla strada attuale ed arrivare prima o poi allo scontro totale con i palestinesi e gli Stati vicini; 3) comportarsi come i nazisti e massacrare i palestinesi compresi quelli con cittadinanza israeliana perché solo con il loro sterminio cesseranno possibili rivendicazioni. La soluzione n. 3 oltre a comportare lutti anche per loro chiaramente li porrebbe davanti al dilemma morale di dover in un certo senso giustificare i massacri perpetrati nei loro confronti dai nazisti più di 70 anni fa; la soluzione n. 2 potrebbe portare anche alla loro disfatta; la soluzione n. 1 forse è la sola realmente percorribile.

      • Italo Balbo

        “la situazione andrebbe risolta con il buon senso perché altrimenti a prevalere sarà solo la violenza e la distruzione estrema (forse nucleare).” E’ proprio questo il vero problema ! E, da italiano, europeo ed essere umano ritengo che sia a questo che si deve porre rimedio: un popolo, quello ebraico, che si nutre del mito di Masada, del muoia Sansone con tutti i Filistei, che ha dato il nome Opzione Sansone alla sua strategia nucleare non è, solo, l’equivalente di un bambino viziato che pretende l’eterna ed indiscutibile soddisfazione di ogni suo capriccio, ma è un folle con una pistola. Il primo, e principale, obbiettivo dell’umanità DEVE essere il privare gli ebrei della possibilità di nuocere. Solo rinunciando, per sempre, alle armi nucleari gli ebrei potranno rientrare nel consesso dei popoli da rispettare e civili.

        • Zorz.zorz

          ………e da uccidere a piacimento…..

          • Italo Balbo

            Perché li vuole uccidere ? L’umanità deve affrontare il problema di metterli nella condizione di non nuocere a loro ed agli altri, ciò non vuol certo dire ucciderli ! Questa mentalità da Masada è talmente radicata in lei da non farle davvero vedere alternative più serene ? Si faccia un esamino di coscienza…

          • Zorz.zorz

            Faccia una ricerca storica( non favolistica da saggi di Sion) e veda quanti pogrom si sono avuti,senza entrare nella shoah…Da che mondo è mondo l’ignorante ha sempre odiato l’acculturato.Mai piu Masada cadra’ giurano i soldati israeliani. Panta rei.saluti

          • Italo Balbo

            Infatti, il problema maggiore dell’umanità, ripeto, sono proprio gli israeliani e la loro mentalità. Piuttosto che rinunciare ai loro capricci gli israeliani sono più che disposti, lo hanno espressamente dichiarato, a distruggere l’intero pianeta. Poiché il pianeta non è solo loro urge metterli nella condizione di non nuocere al prossimo. Ingiustizie, chi più, chi meno, ne hanno subite tutti i popoli, i nativi americani hanno subito molto, ma molto più degli ebrei, ciò nonostante nessun popolo, tranne gli ebrei, vuole sterminare l’umanità intera.

          • Liberta’

            Dove ai letto stupidate come questa? Sul Protocolli Dei Savi Di Sion? Ha, capisco…

          • luigirossi

            i Protocolli son assolutamente e verificabilmente esatti

          • cir

            i quali protocolli sono la sintesi del progetto degli illuminati di baviera , cappeggiati da Adam Weishaupt , ebreo copto ( fattosi gesuita , che coincidenza ) e finanziato dai rothschild. ecco i punti salienti che poi vengono sviluppati dai protocolli…
            e vedi quanta verita’ in parole dei 1790..

            Amschel Mayer Rothschild, banchiere ebreo tedesco della dinastia finanziaria Rothschild (rinominato dagli ebrei dell’Europa orientale come “il pio Rothschild”) nel 1773 riunì 12 influenti banchieri per presentare un piano, in 25 punti, per “dominare le ricchezze, le risorse naturali e la forza lavoro di tutto il mondo”.

            Egli svelò “come la Rivoluzione Inglese (1640-60) fosse stata organizzata e mise in risalto gli errori commessi: il periodo rivoluzionario era stato troppo lungo, l’eliminazione dei reazionari non era stata eseguita con sufficienta rapidità e spietatezza e il programmato “regno del terrore”, col quale si doveva ottenere la rapida sottomissione delle masse, non era stato messo in pratica in modo efficace.

            Malgrado questi errori, i banchieri, che avevano istigato la rivoluzione, avevano stabilito il loro controllo sull’economia e sul debito pubblico inglese”.

            Rothschild mostrò che questi risultati finanziari non erano da paragonare a quelli che si potevano ottenere con la Rivoluzione Francese, a condizione che i 12 presenti si unissero per mettere in pratica il piano rivoluzionario che egli aveva studiato.

            Questi 25 punti sono:

            1. Usare la violenza e il terrorismo, piuttosto che le discussioni accademiche.

            2. Predicare il “Liberalismo” per usurpare il potere politico.

            3. Avviare la lotta di classe.

            4. I politici devono essere astuti e ingannevoli, qualsiasi codice morale lascia un politico vulnerabile.

            5. Smantellare le esistenti forze dell’ordine e i regolamenti. Ricostruzione di tutte le istituzioni esistenti.

            6. Rimanere invisibili fino al momento in cui si è acquisita una forza tale che nessun’altra forza o astuzia può più minarla.

            7. Usare la Psicologia di massa per controllare le folle. “Senza il dispotismo assoluto non si può governare in modo efficiente.”

            8. Sostenere l’uso di liquori, droga, corruzione morale e ogni forma di vizio, utilizzati sistematicamente da “agenti” per corrompere la gioventù.

            9. Impadronirsi delle proprietà con ogni mezzo per assicurarsi sottomissione e sovranità.

            10. Fomentare le guerre e controllare le conferenze di pace in modo che nessuno dei combattenti guadagni territorio, mettendo loro in uno stato di debito ulteriore e quindi in nostro potere.

            11. Scegliere i candidati alle cariche pubbliche tra chi sarà “servile e obbediente ai nostri comandi, in modo da poter essere facilmente utilizzabile come pedina nel nostro gioco”.

            12. Utilizzare la stampa per la propaganda al fine di controllare tutti i punti di uscita di informazioni al pubblico, pur rimanendo nell’ombra, liberi da colpa.

            13. Far si che le masse credano di essere state preda di criminali. Quindi ripristinare l’ordine e apparire come salvatori.

            14. Creare panico finanziario. La fame viene usata per controllare e soggiogare le masse.

            15. Infiltrare la massoneria per sfruttare le logge del Grande Oriente come mantello alla vera natura del loro lavoro nella filantropia. Diffondere la loro ideologia ateo-materialista tra i “goyim” (gentili).

            16. Quando batte l’ora dell’incoronamento per il nostro signore sovrano del Mondo intero, la loro influenza bandirà tutto ciò che potrebbe ostacolare la sua strada.

            17. Uso sistematico di inganno, frasi altisonanti e slogan popolari. “Il contrario di quanto è stato promesso si può fare sempre dopo…Questo è senza conseguenze”.

            18. Un Regno del Terrore è il modo più economico per portare rapidamente sottomissione.

            19. Mascherarsi da politici, consulenti finanziari ed economici per svolgere il nostro mandato con la diplomazia e senza timore di esporre “il potere segreto dietro gli affari nazionali e internazionali.”

            20. L’obiettivo è il supremo governo mondiale. Sarà necessario stabilire grandi monopoli, quindi, anche la più grande fortuna dei Goyim dipenderà da noi a tal punto che essi andranno a fondo insieme al credito dei dei loro governi il giorno dopo la grande bancarotta politica.

            21. Usa la guerra economica. Deruba i “Goyim” delle loro proprietà terriere e delle industrie con una combinazione di alte tasse e concorrenza sleale.

            22. Fai si che il “Goyim” distrugga ognuno degli altri; così nel mondo sarà lasciato solo il proletariato, con pochi milionari devoti alla nostra causa e polizia e soldati sufficienti per proteggere i loro interessi.

            23. Chiamatelo il Nuovo Ordine. Nominate un Dittatore.

            24. Istupidire, confondere e corrompere i membri più giovani della società, insegnando loro teorie e principi che sappiamo essere falsi.

            25. Piegare le leggi nazionali e internazionali all’interno di una contraddizione che innanzi tutto maschera la legge e dopo la nasconde del tutto. Sostituire l’arbitrato alla legge.

          • Italo Balbo

            Punti riproposti nel celebre The Authoritarian Personality, parto del gruppo di ebrei di Francoforte, con Adorno in testa.

          • Zorz.zorz

            L’asino va legato dove vuole il medesimo.

          • Zeneize

            No, scemo del villaggio, non devi sempre dire la tua, cerca di imparare qualcosa invece.

          • cir

            si , ma non li ha scritti ITALO BALBO : gli originali sono custiditi nel British museum a Londra. invece di sparare cavolate vedi di leggerli.

          • Italo Balbo

            Capire ? Non capisci l’ortografia figuriamoci se capisci un testo !

          • Zeneize

            No, tu non puoi capire, sei troppo scema. Al massimo capisci come succhiare belini.

          • luigirossi

            cominciamo con gli insulti?

        • Liberta’

          Se Israel ha Opzione Sansone ha gia’ usato quelli che tu chiami armi nucleare per sconfiggere suoi assassini nemici. Non credi? Hai tu la prova che Israele cia’ armi nucleari? Noi sappiamo che Iran costruisce centrifughe e missili ballistic puntati su Popolo Ebraico e solo coraggio di soldati israeliani a distruggere le loro armi di distruzione di massa senza chiedere concessione a comunisti di ONU e EU e i nostri cattocmunisti…

          • luigirossi

            la prova che Israele ha armi nucleari l’ha fornita qualcuno di voi a me in un blog di qualche mese fa.Non ricordo se fosse Zanna o ,Cardelli .aggiunse che nel deserto del Negev un laboratorio sotterraneo prepara la bomba all’Idrogeno.mettetevi d’accordo tra voi stessi.Non costa nulla.Lo dico perchè a voi ebrei il costo interessa,tanto è vero che fate in modo che lo paghino altri

          • Liberta’

            Tu ascolti Zanna Bianca e Cardelli? Capisco allora…

          • luigirossi

            sono tra i migliori tra i vostri.Immagina i peggiori

          • Italo Balbo

            Abbiamo la certezza della tua scarsa conoscenza delle regole basilari della grammatica italiana, una tale ignoranza squalifica tutto quello che scrivi.

          • cir
          • http://vaffanculo.org/ guest star

            non col gas …

  • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

    Samaria, Galilea, Giudea, Israele era terra di ebrei, poi di Romani ma sempre abitata da ebrei, poi bizantina ma sempre abitata da ebrei. Poi vennero gli invasori musulmani che cacciarono gli ebrei, ritornati negli anni ’30 del Novecento. Tutto qua, i musulmani se ne vadano in Arabia Saudita o Giordania (parte della Storia Palaestina Romana). Lo dico da Cattolico, in Israele gli ebrei e i Cristiani. I musulmani non hanno nulla a che fare con Gerusalemme e Israele.

    • Daiana Macauda

      E i cattolici cosa hanno da fare con l’Italia? Paese in cui si adoravano Giove, Giunone e Minerva. Poi arrivarono degli extracomunitari (molti anche clandestini) e portarono il cattolicesimo.

      • Gioachimo Liera

        Bella osservazione….ricordano gli Apostoli….ma non solo….. anche gli schiavi e infine Sant’Agostino da Souk Arras….grande Algerino dal cuore del deserto, grande insegnante di retorica e infine rettore apostolico a Milano e vescovo ad Orano.
        Pero’ non dimentichiamo i Vandali tunisini di Romana memoria. Prima esattori dei romani in Africa e Medio Oriente infine conquistatori di Roma….

        • Italo Balbo

          Vandali che sono gli antenati degli odierni ebrei sefarditi, si convertirono nel V secolo in Andalusia. Gli askenaziti invece discendono dai Kazari, nessun ebreo vivente può vantare ascendenze con le tribù di pastori nomadi che passarono dalla Palestina in epoca Romana.

          • Zorz.zorz

            Buon dì .la pseudo teoria dei kazari ha cinquant’anni.le tribu di ” pastori nomadi” non passarono in Palestina ,ma vi abitarono stabilmente,per undici secoli….sa saluti

          • Italo Balbo

            La scoperta del DNA ha più o meno 50 anni, vuole negare l’esistenza del DNA ?

          • Zorz.zorz

            Con che resti confronta il DNA odierno?

          • Italo Balbo

            Con quelli del quartiere ebraico di Bologna, sul grande libro della Salumah c’è scritto che gli ebrei discendono dalla tribù di bolognesi che ha rinunciato alla mortadella, per questo fu scacciata e da allora vaga, raminga, cercando di rubare le terre al prossimo.

          • Zorz.zorz

            Anche questa è buona.Contento lei, anch’io.

          • Italo Balbo

            Non solo buona, è anche vera ! Almeno altrettanto vera di quello che sostengono gli odierni israeliani, basandosi su libri simili alla Salumah .

          • Liberta’

            Ci sono migliaie di residui antichi di capelli e ossa di popolo Ebreo che con DNA conferma Palestina e’ sempre abitata da 3000 anni da Ebrei. I tuoi libri non possono discutere questa prova.

          • luigirossi

            saranno fasulli come i vostri Nobel

          • Liberta’

            O come i tuo nickname?

          • luigirossi

            anche il tuo è falso.Liberta’ non significa nulla,buffoncello.

          • Italo Balbo

            Stai affermando che gli ebrei sono una razza ?

          • cir

            penso di si . mai vasta gentaglia simile.

          • Zorz.zorz

            Perché gli italiani lo sono?. Di razze nel genere umano vi è quella degli idioti e quelli non.stia bene.

          • Italo Balbo

            C’è anche la razza degli invadenti, lasci a Libertà la libertà di rispondere….

          • cir

            di stai confondendo con lo sterco di cammello.

          • Zeneize

            Questa essere prova? Sola prova essere tua bocca sempre sporca di sb0rra, sempre succhiare, cagna schifosissima.

          • cir

            alllora e’ proprio insaziabile!!

          • colzani

            Caro Balbo, questo sentiero è esattamente quello che vorrebbero percorrere coloro che vorrebbero legittimare l’esproprio della Palestina grazie ad un filo rosso ereditario quando quello teologico oramai sembra fare acqua. Il popolo ebraico non esiste piu’, fine. Quelli che rivendicano la Palestina sono degli idolartaci bigotti e continueranno a sfornare teorie supportate da ritrovamenti archeologici dei coleotteri del deserto mummificati, prelibatezze della cucina ebraica per rivendicare una terra che il solo possesso è in contraddizione con gli insegnamenti ebraici.

          • Italo Balbo

            Cerca e ricerca prima o poi diranno di aver trovato un australopiteco circonciso…Buona giornata.

          • colzani

            è un suggerimento caro Balbo?

          • Italo Balbo

            L’australopiteco ? Sarebbe la solita farsa, antenato circonciso in più, antenato circonciso in meno… Il vero problema è che ci sono milioni di creduloni che a tali farse abboccano come cefali, sopratutto negli USA.

          • colzani

            infatti la pratica del brit milà venuva praticata ancorprima della scoperta del ferro e l’invenzione della lama. Il prepulzio viene strappato dai genitali del bimbo a morsicate e sono stati ritrovati fossili di tressuti umani fossili perfino in canada e in cina…

          • Italo Balbo

            Che l’orrenda pratica del brit milà affondi le sue radici nelle epoche più buie e remote dell’umanità non stupisce, è coeva del cannibalismo, e come il cannibalismo dovrebbe essere bandita tra i popoli civili, sopratutto nella versione ortodossa che prevede (orrore !) la suzione rituale del pene mutilato del neonato da parte del celebrante, mohel o rabbino che sia.

          • Liberta’

            Tuo rito di tagliare genitali di bambine con coltelli arugginiti e sporchi e’ di popolo civile???

          • colzani

            Piu’ civile disinfettare con il fosforo bianco ed il fuoco vero?

          • Italo Balbo

            Mio rito ? Quelle schifezze non fanno parte della mia civiltà. Le mutilazioni genitali sono robaccia di voi incivili.

          • cir
          • Liberta’

            I tressuti umani? AHJAHAH

          • Zorz.zorz

            Il prepuzio veniva strappato dai genitali…. Ma sa cosa è il prepuzio e cosa sono i genitali?….tanto per sapere.

          • colzani

            Ah, mi scusi veniva strappato dalle orecchie giusto? Voi nascete con i genitali senza prepulzio, vero? Zorz, per cortesia siamo addirittura all’ABC di anatomia, cosa credeva che vi strappassero a morsi, il cordone ombelicale?

          • Zorz.zorz

            Il prepuzio non ” confina ” con i genitali. Codesti sono i testicoli dove si formano e maturano gli spermatozoi,da qui genitali( che generano). Non insegni al gatto ad arrampicare.Regola n. 1 dell’intelligenza.stia bene

          • colzani

            Lei deve avere il cervello fo77uto oppure l’età avanzata la fa delirare. Le rinnovo l’invito a studiare l’anatomia umana ed evitare commenti ridicoli. Quale stupida idea, la riproduzione umana avviene attraverso i testicoli mentre il pene lo utilizza solo per farsi le seghe vero? Regola n° 1 dell’intelligenza? averne una!

          • Zorz.zorz

            Buon dì. Vista la difficolta sua,le faccio questo esempio. L’organo sessuale è una macchina. Le gonadi o testicoli son il motore. Il prepuzio é il portapacchi. Tutti i tessuti,organi,quali prepuzio,glande,corpo cavernoso,scroto,testicoli …..formano la macchina.stia bene

          • colzani

            visto che la regola dell’intelligenza mi insegna è quella di collegare il cervello non venite a rompere i cogli0ni con mutilazioni genitali quando parlate di clitoride allora, e se i testicoli sono il motore dei genitali, provi a far figli eiaculando in utero con un testicolo. quando uno la spara grossa cerca di recuperare e non di ingigantirla!

          • Zorz.zorz

            È rimasta un po’ indietro. Con l’f.a. basta un testicolo senza ” contorno”.stia bene….ccompatibilmente.

          • colzani

            da come risponde lei sembrerebbe essere figlio di questa tecnologia

          • Zorz.zorz

            Con la pratica della f. a. ho decine di migliaia di ” figli”.saluti

          • colzani

            Anch’io in gioventu’ con la pratica ho sterminato miglioni di esseri viventi grazie alla Kleenex

          • Zorz.zorz

            Vede,i suoi erano ” figli in potenza” i ” miei” in atto.buona sera,alla prossima…

          • colzani

            Ha fatto decine di migliaia di figli in provetta? da dove è uscito Zorz da un sci-fi di Chris Carter o da un laboratorio nazi? Oppure lei è uno degli allievi del Dr Sheba?

          • Zorz.zorz

            Ho fecondato decine di migliaia. di vacche( bovine) con la pratica della f.a.( fecondazione artificiale). Niente di criminale…

          • colzani

            benissimo dott Zorz, allora possiamo affermare dai suoi studi empirici che le vacche sono sprovviste di genitali in quanto, stando al suo impianto teorico, neppure lo scroto è parte del sistema riproduttivo al contrario dell’ago e della siringa che impiegavaper prelevare i campioni di sperma. Non fa una piega! Esattamente come le sue logiche sull’impianto riproduttivo sionista…

          • Zorz.zorz

            Seconda. Mai parlato di clitoride.

          • colzani

            prima afferma che i genitali sono i testicoli, poi che l’apparato riproduttivo è una macchina di cui il prepulzio è il portapacchi, mi aspetto alla prossima che scriva che senza clitoride non si possono girare film porno o che questo è come il gancio di traino di un’automobile.

          • Zeneize

            Facci ridere, scemo del villaggio: il “pene” non è un organo genitale ma solo i testicoli? Ti prego, va’ avanti.

          • Italo Balbo

            Davvero non lo sa ? E dovremmo darle lezioni gratis ? Studi, si impegni, non sia pigro suvvia !

          • Zorz.zorz

            Le lezioni ,se vuole gliele do ,anche gratis. Gli ignoranti m danno fastidio.

          • Italo Balbo

            E, ci dica, insegna a Bologna ? Da lezioni sul catasto o sulla compravendita di immobili ?

          • Zorz.zorz

            Questa e anatomia. Non cambi il popo in cuna….

          • Italo Balbo

            Se lo sa perché ci tedia con domande inutili ?

          • Zeneize

            Questa gentaglia è abituata a far lavorare gli altri, è un fatto “culturale”. Loro pensano inoltre che perfino lo scemo del villaggio valga più di qualunque goy.

          • luigirossi

            Lei è sicuro di distinguere tra il prepuzio ed il prefazio?

          • Liberta’

            Solo tu ti capisci quello che scrivi…

          • Italo Balbo

            Lo sappiamo che colzani ti è molto superiore, non puoi capirlo, devi studiare ancora molto.

          • Zorz.zorz

            Ha le idee un po’ confuse sui Vandali.Come sulle origini reali degli ebrei.Se giovane può recuperare.Se,vecchio come me può solo peggiorare.Coraggio…. panta rei

          • Italo Balbo

            Uh che noia questa supponenza da professorino che si sente in dovere di giudicare il prossimo avendo letto solo il sussidiario delle elementari. Le consiglio la lettura di un grande classico: Storia dei Goti, Hermann Schreiber, buona lettura.

          • Zorz.zorz

            I vandali diventarono cristiani monofisici….

          • Zeneize

            Vedi, finocchietta, fare il saccente è il modo migliore per esporre la tua ignoranza. Del resto sei lo scemo del villaggio, mica il furbo.

          • cir

            non disturbarlo , sta giocando con lo yoyo!

        • luigirossi

          sant’ Agotino era un putt.aniere,poi si converti’ quando il suo compagno di merendine mori’ improvvisamente.A me non è mai piaciuto,nè mi piace la sua prosa autoerotica.Prendo atto pero’ che dall’Algeria non sono arrivati solo spacciatori.

          • Gioachimo Liera

            Lei è uno sciocco,sboccato.. un ETHOS o un volgare degenre.

          • luigirossi

            sono tutte le 4 cose allo stesso tempo.E sono anche antisemita e milanista

      • Zorz.zorz

        Non vedo adoratori di Giove che accampano diritti….

        • colzani

          quindi il diritto territoriale si fonda su rivendicazioni divine, giusto?

        • Italo Balbo

          Provi al catasto di Bologna.

          • Ubimauri

            :-DDD

          • Zorz.zorz

            Buona questa. Mi fido più di me che del catasto. Meta Italia non c’è l’ha .stia bene nonostante..

          • colzani

            Ouch, questa è dura da dimenticare.

        • Ubimauri

          Pero’ i giorni della settimana (feriali) sono ancora tutti dedicati a loro…
          Gli extracomunitari sono riusciti a cambiare solo il finesettimana.

      • Ubimauri

        :-DDDD
        Straquoto.

      • Giancarlo09

        La differenza tra i cattolici italiani ed i palestinesi sta nel fatto che gli i primi sono in gran parte discendenti (di sangue) dei romani e delle altre popolazioni che abitavano la nostra Penisola, la cui Cultura ha subito è stata influenzata nel tempo dagli “extracomunitari” israeliti. I palestinesi, invece, sono giunti in Israele/Palestina solo alcuni secoli fa (non più di 7 o 8, ovvero alla fine delle crociate) massacrando e/o scacciando le popolazioni che vi si trovavano prima del loro arrivo. Insomma i palestinesi hanno fatto più o meno quello che fecero i turchi con i bizantini e gli yankee con i pellerossa con la differenza che qualche piccolissimo gruppo di ebrei è sempre in quelle disgraziate terre.

        • Italo Balbo

          Ma va la ! Già Erodoto parecchi secoli prima di Cristo aveva correttamente chiamato la terra dal Giordano al mar Mediterraneo Palestina, e Palestinesi i suoi abitanti. Studia…

    • Liberta’

      Unico Popolo che non mai ha abbandonnato Terra Santa sono Ebrei… Altro e’ fantascienza.

      • luigirossi

        meno la tua keyboard che tanto avanzata non è.Lo so,lo so,costano.Tu vorresti fartene una di legno.

      • Italo Balbo

        ebrei si scrive minuscolo, impara.

  • dottor Strange

    ogni tanto qualche discorso basato sul buon senso; il problema è che la classe dirigente israeliana pensa di andare avanti all’infinito con le attuali strategie…..

  • Vlado Cremisi

    Intanto Israele attacca dal Libano la T4.Libano che sta facendo cassa con soldi francesi.

  • luigirossi

    E cosi’ abbiamo un non ebreo piu’ israeliano di un israeliano che,incidentalmente,scrive per primo ovvero occupa secondo lo stile Potier,come se qualcuno li avvertisse in tempo
    Io credo che discettare pensosamente su quello che avveniva in Palestina 3000 anni fa sia un tantinello inutile.E’ da notare che ad ogni tesi che sostiene la liceita’ di Israele ne compare una altrettanto dotta che la nega.E cosi per dozzine di post
    Il punto è che ISRAELE E’ NATO 70 ANNI FA DAL TERRORISMO DI HAGANAH,IRGUN E STERN ARMATE DA STALIN E DALL’ASSASSINIO DI BERNADOTTE,IN UN LUOGO DOVE CRISTIANI MUSULMANI ED EBREI CONVIVEVANO PACIFICAMENTE DA 1000 ANNI.
    Il reso è archeologia ovvero preistoria.

    • Zorz.zorz

      Buon dì. L’enclave russa di kaliningrad nasce,guarda caso anch’essa settant’anni fa. Fino ad allora non era mai stata russa né abitata da russi.Da mille anni,prima cavalieri portaspada poi teutonici,era abitata da prussiani,tedeschi ,polacchi,lituani,mai da russi. Vada ora là. A koenigsberg,patria dell’immenso Kant,non vi è un tedesco che sia uno.Panta rei….saluti

      • Italo Balbo

        La Palestina era abitata dagli australopitechi, e per molte migliaia di anni più di quanto sia stata mai abitata dagli ebrei, è d’accordo sul cedere Gerusalemme agli australopitechi qualora se ne trovasse uno ?

        • Zorz.zorz

          Tedeschi ve ne sono 80000000….

          • Italo Balbo

            Ebrei che discendono dalle tribù di pastori che passarono dalla Palestina in epoca romana non ve ne è neanche uno.

          • Ubimauri

            Fin da bambino mi colpiva il fatto che gli attuali israeliani non hanno niente nell’aspetto che ricordi una popolazione di origine mediorientale…
            Vorra dire qualcosa?
            Credo che anche le popolazioni arabe locali se ne siano accorte….

          • Zorz.zorz

            Lei è andato in Israele ?

          • Ubimauri

            Si’. Dieci anni fa?

          • colzani

            in effetti gli israeliani ricordano piu’ i loro vicini mediorientali con la differenza che i primi non si lavano spesso.

          • Liberta’

            Riconosci muslim da puzzo oltre il muro perche’ si lavano negli scariche dei toilet.

          • colzani

            Ma se anche l’acqua avete tagliato al campo di concentramento di Gaza. L’unica cosa che lasciate entrare è piombo e fosforo bianco, criminali.

          • luigirossi

            Beh,gli ebrei ortodossi non si lavano affatto.Pare che la puzza di piedi sporchi piaccia a Yaweh,ma non tanto quanto quella di kulo sudato

          • luigirossi

            Io non andro’ mai in Israele,avevo pero’ compagni di Universita’ israeliani che erano ODIATISSIMI,poichè rifiutavano di prestare i loro libri agli altri compagni di studi stranieri.

          • Liberta’

            Giochi ancora con le macchinine?

        • Peo

          Buona. Me la segno…

        • albertzanna

          Come sempre tu brilli per assoluta ignoranza

          L’australopiteco ha una origine africana, per l’esattezza lo scheletro più completo fu trovato dal paleoantropologo Donald Johanson nella regione di Afar, in Etiopia. Ha una età di circa 4 milioni di anni ed era un ominide che aveva assunto stazione eretta per camminare sui due piedi ed avere le mai libere per ricerca e raccolta di frutti, tuberi ed altro. Dall’esame dei denti Johanson, assieme al suo collega Tim White, ha potuto stabilire che aveva alimentazione prevalentemente vegetale e frugifera

          Lo scheletro venne battezzato Lucy perchè, in quell’anno, 24 novembre 1974, era nota la canzone dei Beatles che aveva titolo Lucy in the sky with diamonds, e veniva ascoltata durante le serate che i ricercatori di fossili passavano al campo, mentre catalogavano le ossa che avevano trovato durante la giornata
          Lo scheletro di Lucy venne scoperto per caso e per un colpo di fortuna perchè l’anno prima, nella stessa zona, lo stesso Johanson non aveva trovato nulla, quindi significa che l’anno prima i fossili erano ancora coperti dalla terra, e se fossero passati qualche mese dopo sarebbero stati dispersi, sia dal terreno che dilavava continuamente, sia dal vento che li spira ogni giorno.

          Sono i resti fossili dell’ominide bipede più antico, ominide da distiguersi dagli ominini, che hanno caratteristi più scimmiesche.
          Io sono appassionato di paleoantropologia e l’anno dopo andai nella Gola di Olduvai, in Tanzania, aggregandomi ad una spedizione di ricerca paleoantropologica organizzata da Earthwatch. Ci stetti per circa due mesi, facendo il fotografo del gruppo.
          Fu una esperienza molto valida. Trovammo fossili di vari animali estinti e un dente di un ominino risalente a circa 3 milioni di anni fa

          L’australopiteco non è mai uscito dall’Africa, quindi non è mai arrivato nel continente asiatico/europeo, anche perchè il ramo di Lucy si estinse con la nicchia temprale degli autralopitechi Afarensis

          In Israele è invece stato trovato il fossile di Homo Sapiens (si tratta di una mascella) che risalirebbe a 180 mila anni fa e, se questo fosse confermato, apparterrebbe al più antico “Homo sapiens” fuori dall’Africa.

          La scoperta è del gennaio 2018 quindi occorrerà del tempo per confermare la datazione urano-torio di 180.000 anni

          Confermo, tu ha la stessa intelligenza, probabilmente, di Lucy (e mi scuso con Lucy se per caso si sentisse offesa)
          .

          • luigirossi

            QUANDO TI LEGGO MI ILLUMINO D’IMMENSO
            EH,SCUSA,LA DATAZIONE URANIO TORIO COME FUNZIONA?SULLA BASE DI QUALE EQUAZIONE E’ FONDATA?

          • cir

            ma sei scemo ??

      • Ubimauri

        I tedeschi che abitavano in Polonia, furono cacciati dai polacchi, mica dai russi (questi rimasero a guardare sormioni…)
        Kaliningrad ora e’ russa, non perche’ la Russia la cosideri propria, ma perche’ ci hanno piazzato la base dei sottomarini nucleari.

        • Zorz.zorz

          Legga la storia della primavera 45…

          • Liberta’

            Grazie Sig Zorz difendi Verita’ in una palude di odio.

          • Zeneize

            Cagna lecca cagna, scemo lecca scemo. Sei anche ghei vero?

      • luigirossi

        forse perchè kant non è immenso,ed accreditato di un

      • luigirossi

        Forse perchè Kant non è immenso,essendo tra l’altro accreditato di un QI di 140 circa.Io credo lo sia forse Hegel,anche se prese uno svarione scambiando un parvenu come Napoleone con lo Spirito del Mondo.Comunque sia,a Kaliningrad i russi non sparano ad alzo zero sui locali come fa la vigliacca,infame polizia israeliana.

      • Zeneize

        Anche la tua cuccia era abitata da un’altra cagna prima: ti buttiamo fuori e ci installiamo i suoi discendenti. Panta rei, scemo del villaggio.

    • Liberta’

      Cosa vuoi dire che non hai detto prima? Oramai ti conoscono tutti chi appoggi terroristi Hamas e Hezbollah…

      • luigirossi

        io,ma non dirlo a nessuno,sono MILANISTA

    • Gioachimo Liera

      ISRAEL …è il nome della terra dei Re e Gerusaleme la capitale…punto…ignorante cosa ne sai di Irgun e Aganah e delle vicende dell’occupazone britannica…e le altre baggianate……pacificamente da 1000 anni….gli arabi sono gli abitanti del deserto i cammellieri con ll libro dei sogni del corano….il mondo ebraico…Sion…il fondamento del popolo che ha percorso e calpestato quei territori per ben 6000 anni con alterne vicissitudini tra egiziani,, assiro babilonesi ma mai arabi adoratori dei 300 idoli di pietra.
      Archeologia, si preistoria no, si.. come i fenici precursori della scrittura cuneiforme e degli assiri babilonesi e la loro conoscenza astrale, gli ellenici e il loro pensiero e i romani…governo senato, ingegno e costruzioni, militari e leggi….tutti costorO sono si archeologia costruttiva perennemente a base delle persone colte…TU NO SEI SOLO UN IGNORANTE GUASTAFESTE CHE LEGGICCHIA QUA E LA FACENDO COLLAGE DI CULTURA SPACCONA SBOCCATA. FONDAMENTALMENTE SEI UN IB MALEFICO

      • luigirossi

        E’ molto che delira cosi’?ppppare ch gli psicofarmaci oggi facciano miracoli:provi,non si sa mai

        • Gioachimo Liera

          luigi rossi – il coacervo dell’ignoranza in sodalizio con la demenza precoce.

  • Mario Bianchi

    Chiedete a fiammettina cosa pensa di questa intervista…

    • Italo Balbo

      E da quando costei pensa ?

  • Peo

    Quest’uomo ragiona in modo assolutamente sensato. Però (visto di chi si tratta) mi fa venire in mente la storia del poliziotto buono e di quello cattivo. Questo era il primo dei due.

    • colzani

      Prerogativa degli israeliani è la dissimulazione. Bravo, anch’io leggerei tra le righe.

      • Peo

        Tradotto: sei un palestinese e ti imbatti in una figura simile e lo ascolti estasiato e partecipe. Non puoi non dargli ragione e ti illumini. Mentre sereno conversi con lui i suoi compari dietro le tue spalle ti hanno già raso al suolo la casa ed edificato sulle macerie un insediamento israeliano completo di tutto….

        • colzani

          Appendix: anche se non sei palestinese ti imbatti in una figura simile…

          • Liberta’

            Per tu iraniano anche il frigorifero in cucina e’ tuo nemico!

          • luigirossi

            se il frigo fosse MADE IN ISRAEL prenderei l’ipotesi in seria considerazione.Il mio telefono è quasi certamente ascoltato mentre dopo un mio post sull’ECONOMIST tre anni fa un blogger israeliano si premuro’ di informarmi che i miei post erano TUTTI registrati,compresi quelli che la severa censura dell’Economist mi cancellava

          • Liberta’

            Si, e le schie chimiche e il complotto dei rettili reali…

          • colzani

            Non le avete inventate voi queste panzanate?

          • luigirossi

            vecchio trucco diffamatorio.Io alle scie chimiche aggiungerei il diario di Anna Frank

      • Liberta’

        Dici davvero??? Allora perche’ tu ti nascondi dietro finto nome e dici essere italiano?

        • luigirossi

          in ITALIANO gli articoli non sono optional.A meno che tu non li eviti per non consumare troppo la tastiera,che costa quel che costa.

          • Liberta’

            Scusa ma scrivo da telephono con tastiera araba ma perche’ solo tu palestinese non capisci italiano?

          • colzani

            Maria?

          • luigirossi

            io non palestinese,io italiano con Caduto in guerra in famiglia e nonno ufficiale di fanteria sul Piave.Io non italiano palestinese nè italiano come la Kienge.

          • cir

            https://uploads.disquscdn.com/images/c27ff8c6835617df8c4fb65d4146ee35ce9acc16d86ee9417cf462ef7aa1b63d.jpg

            mandato del secolo scorso 1900 – PALESTINA . non israele .
            israele e’ mai esistito .

          • Gioachimo Liera

            p.f.. le stirpi…..di Abramo, Isacco, Giacobbe…quest’ultimo nominato da Dio Israel…e questo fu è sara la stato unico di Israel con capitale Gerusalemme….
            da Saul….a David, Salomon e Joshiah….. al tempio eretto in onore di Dio ..dal libro dei Re di Isreal—–Mandato della Palestina…Trattato del Gen Ballpoint……solita gestione di colonialisti britannci in giro per il mondo che ha creato disastri immani ovunque.

          • https://plus.google.com/111270859164215141850/posts giubra63

            mai esistito? Re Salomone e Re Davide sono leggende per voi? il nome Palestina viene da Syria Palaestina, imposto a Samaria, Iudea, Galilea, Idumea (che avevano costituito il Regno d’Israele) dai Romani (Imperatore Adriano) dopo la rivolta nel 132-135 d.C.
            https://uploads.disquscdn.com/images/fe46112170531e609f0baf0338ccfe11eaa048921c582b3e6e743f80569dfa99.jpg

          • cir

            almeno Achille e Ulisse hanno lasciato delle tracce, ma quei cessi di cui parli …

          • Drake

            Sei iraniano?

          • colzani

            Magari avere dei prodi e coraggiosi iraniani nel forum al posto di m3rde israeliane.

          • Drake

            Sono occupati, devono raggiungere il PIL del Botswana.

          • cir

            no . sono quello che lo mette nel kulo a te e in bocca a tua madre . Ma ora basta , deve ancora pagarmi la pompa di ieri..
            non le permetto di sukkiare gratis

          • Drake

            Affondato.

        • colzani

          Libertà aka Salomone aka Mario Verdi o Mueller, Boris, Drake o come cavolo vi fate chiamare ogni volta: un giorno scrivete in italiano impeccabile, poi in zingaresco, oggi in troglodita. Una cosa è certa, scrivete sempre dalla stessa zona: Telaviv

        • Italo Balbo

          L’Italia NON riconosce Gerusalemme come capitale di israele, né riconosce le occupazioni dei territori da parte degli israeliani. Tu da che parte stai ? Con l’Italia o contro ?

          • Drake

            L’Italia nemmeno riconosce l’occupazione russa della Crimea.

          • Italo Balbo

            Anche questo tema è OT, non sia codardo. Risponda su, ha paura ? E’ un traditore della Patria ‘ Odia l’Italia ? Si vergogna ? E’ un giuda ? Almeno si è fatto dare 30 denari ?

          • colzani

            Che traditori, sono sayanim a libro paga per 30 sicli al giorno.

          • Drake

            Chi difende un paese come la Russia che ha dichiarato nemica la NATO di cui l’Italia è membro?

          • Italo Balbo

            Io difendo l’Italia che NON riconosce gerusalemme come capitale di israele, e tu ? Neghi che Gerusalemme sia la capitale di israele o sei contro l’Italia e quindi un traditore ?

          • Drake

            Tu sei qui per la Russia e Cina.

          • Italo Balbo

            Che patetico tentaivo di eludere le tue responsabilità: hai dichiarato di essere contro l’Italia, devi solo vergognarti.

          • colzani

            Gli italiani non riconoscono i criminali israeliani come voi e fra non molto i terroristi sionisti trovati sul suolo italiano passeranno per le armi senza processo.

          • Drake

            Tutte tue invenzioni per difendere le dittature.

          • cir

            la crimea ha deciso .

          • Drake

            Anche il Tibet.

  • diocer

    Un altro rincoglionito. I palestinesi possono solo autodeterminarsi al terrore.

    • Lorenzo

      mi sa che l’unico rincoglionito-..dall kippah..probabilmente non hai neanche letto tutto l’articolo o capito le profonde e universali verita’ che contiene…

      • diocer

        L’intervista è un trattato di metafisica. Aristotele impallidisce al confronto.

  • nutella59

    Ancora una volta, la voce di un SINISTRA-to, il cui partito è stato ASFALTATO alle elezioni, che insegna ai gatti ad arrampicarsi.
    Ancora una volta si riporta l’opinione personale d’un rappresentante delle elites Ashkenazite (centro ed est europee), che sono di sinistra e anti-religiose, rappresentative di un’infima minoranza in Israele.
    MAI una voce da un rappresentante degli ebrei NON EUROPEI, che sono per lo piú di destra e rispettosi delle tradizioni ebraiche, e che oggi sono la spina dorsale dell’esercito e dei suoi ufficiali.
    A quanto pare, tutto fa brodo pur di parlar male d’Israele.
    Peccato che in Italia, destra e sinistra si equivalgano quando si tratta di parlare di Ebrei e d’Israele: sfoggiando ignoranza e pregiudizio bimillenari, che escono allo scoperto anche quando si parla di attualità.

    • colzani

      Oggi sembrerebbe che l’importante è parlare di israele, sempre e comunque. Non manca giorno in cui non ci siano due o tre articoli a porre l’attenzione del mondo su quella piccola minoranza dell’1% e trasformarla nell’ombelico mondiale.

    • luigirossi

      ma allora chi è quell’imbucato che scrive su REPUBBLICA,CORRIERE,STAMPA HUFFINGTON ESPRESSO?

    • Zorz.zorz

      Brava nutella ,brava e buona…..nomen…..Omen…

    • cir
      • colzani

        L’ebraismo non ha nulla, dico nulla a che fare con il sionismo. L’ebraismo in nessun caso rivendica una terra esclusiva per i cultori di tale culto. Chiunque rivendichi la Palestina come la Terra Promessa biblica è un impostore.

        • Drake

          United Nations Partition Plan for Palestine …

          • colzani

            Che non ha nulla a che vedere con l’ebraismo.

          • Drake

            Hai sbagliato l’interlocutore.

        • cir

          sono d’accordo . ma i sionisti hanno bisogno dell’ ebraismo come collante per i loro progetti,

          • colzani

            Una religione vale l’altra. L’ebraismo raccogliendo ermeticamente i suoi adepti si adopera meglio.

    • Zeneize

      Le “opinioni” (cioè propaganda) degli ebrei non europei vengono pubblicate ogni santo giorno su tutti i media mainstream occidentali. Sbaglio?

  • Ale Aleandro

    Bravo ! Solo un soldato sà quanto è importante è la pace e quanto sia assurda tremenda e dolorosa la guerra. Non esiste maggior “pacifista” di un militare. Gli Ignoranti che governano il mondo ( Israele compreso) crede che con la forza si possa sottomettere un popolo. Sciagurati, c’hanno provato i Tedeschi con gli ebrei e sappiamo che fine hanno fatto. La stessa che faranno gli israeliani se non capiranno che non sono i soli al MONDO ad avere diritti , ma che esistono anche quelli degli altri. ” I dirigenti israeliani sono dei fascisti, non si creano diritti a scapito di quelli degli altri, si creano le basi della violenza” Albert Einstein New York Times 1946

  • Italo Balbo

    Lo sapevate che Israele…?” – Lo sapevate che gli israeliani non-ebrei non possono comprare o affittare terra nell’entità sionista? -Lo sapevate che, nonostante la sua recentissima fondazione, (1948) è il Paese che ha collezionato il maggior numero di risoluzioni di condanna dell’ONU? -Lo sapevate che nega sistematicamente il diritto di voto alla maggioranza palestinese, che altrimenti eleggerebbe il proprio Governo? -Lo sapevate che ammette legalmente la tortura come metodo poliziesco e di coercizione, passando inosservato agli occhi di Amnesty International? -Lo sapevate che è stato condannato da una risoluzione dell’ONU del 1974 che definiva il sionismo come ideologia razzista? – Lo sapevate che le targhe palestinesi sono di colore diverso per distinguere gli ebrei dai non-ebrei? – Lo sapevate che Israele assegna l’85% dell’ acqua agli ebrei ed il 15% restante è diviso fra tutti i Palestinesi nei territori? Per esempio ad Hebron, l’85% dell’acqua è convogliato a circa 400 coloni, mentre il 15% deve essere diviso fra 120.000 Palestinesi? -Lo sapevate che occupa impropriamente ampi territori fregandosene dei continui avvertimenti da parte della Comunità Internazionale? – Lo sapevate che gli Stati Uniti danno ai sionisti 5 miliardi di dollari di aiuti ogni anno? – Lo sapevate che gli aiuti che annualmente gli Stati Uniti concedono ad Israele sono maggiori di quelli che gli Stati Uniti assegnano all’intero continente africano? – Lo sapevate che Israele è l’unico paese del Medio Oriente che ha armi nucleari? – Lo sapevate che Israele è l’ unico paese del Medio Oriente che rifiuta di firmare il trattato di non proliferazione nucleare? – Lo sapevate che Israele attualmente occupa i territori di una nazione sovrana (la Siria) sfidando impunemente le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite? – Lo sapevate che Israele ha ordinato l’assassinio dei suoi nemici politici in altri paesi (le famose ‘operazioni chirurgiche’…)? – Lo sapevate che gli ufficiali dell’Alto Comando delle forze israeliane hanno ammesso pubblicamente di giustiziare i prigionieri di guerra disarmati? – Lo sapevate che Israele rifiuta di perseguire i soldati che hanno riconosciuto ed ammesso l’esecuzione dei prigionieri di guerra? – Lo sapevate che Israele confisca ordinariamente i depositi bancari, i commerci e la terra e rifiuta di pagare le compensazioni a coloro che le subiscono? – Lo sapevate che Israele si oppone o ignora 69 risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite? – Lo sapevate che l’ odierno Israele si estende su di un territorio sul quale esistevano oltre 400 villaggi palestinesi ora scomparsi? – Lo sapevate che i quattro primi ministri di Israele (Begin, Shamir, Rabin e Sharon) hanno partecipato ad azioni terroristiche o altri attacchi contro civili, a massacri di donne e bambini, ad espulsioni forzate dei civili dai loro villaggi? – Lo sapevate che il ministero degli esteri israeliano paga due ditte americane di pubbliche relazioni per promuovere Israele agli Americani? – Lo sapevate che il governo di coalizione di Sharon include un partito xenofobo – Molodet -che sostiene l’espulsione di tutti i Palestinesi dai territori occupati? – Lo sapevate che gli insediamenti illegali sono aumentati durante gli otto anni trascorsi dagli accordi di Oslo? – Lo sapevate che Israele ha dedicato un francobollo ad un uomo che ha attaccato un bus civile uccidendo diverse persone ed ha dedicato un monumento ad un fanatico colono – Baruch Goldestein – che nel 1996 uccise senza motivo più di 30 musulmani in preghiera? – Lo sapevate che Israele è l’unico paese al mondo in cui la tortura verso i prigionieri e detenuti è legale? – Lo sapevate che i rifugiati palestinesi compongono maggior parte della popolazione di rifugiati del mondo?

    • colzani

      lo sapeva Balbo che le televisioni israeliane accolsero come eroi i cinque terroristi israeliani che il 911 ballavano e gioivano assistendo al crollo delle tre torri. Quando venne chiesto il motivo della loro permanenza a NY risposero che erano lì per documentare gli avvenimenti del 911!!!

      • Drake

        Fonti? Documenti?

        • cir

          sono nello sfintere di tua madre.

          • Drake

            Sei, come sempre, in difficoltà.

        • colzani

          ODED ELLNER uno dei cinque maiali che esultarono durante i tre crolli:
          “Our purpose was to document the event.”

          (FONTE: Inside Israel)

          • Drake

            Che parlare civile …

      • cir

        sempre saputo .

    • luigirossi

      tratto dall’ECONOMIST di novembre 2014.Io non ho mai potuto pubblicarlo,sarei stato censurato immediatamente da Potier.Il quale oggi è assente secondo qualche geniale strategia di guerra psicologica.O forse ha le emorroid ie non puo’ sedere alla tastiera.Comunque bene,l’importante è che si sappia

      • cir

        ha le emorroidi , e sta facendo i gargarismi con il cardellino

    • Drake

      Il tema sembra interessarti parecchio. Quanti palestinesi sono stati uccisi da regimi musulmani?

    • Zeneize

      È sempre bene ricordare questi fatti, a maggior bruciore degli ani di Drake, Sacrifice, Cardelli, potier e gli altri nomignoli da sodomiti che tanto ci divertono.

    • cir

      si lo sappiamo . ma troppi fanno finta di non saperlo , tanti cardellini da impallinare pur sapendolo lo negano . preferiscono modificare la storia per adattarla al loro pensiero di convenienza.