Elicotteri dell'aviazione israeliana sorvolano il territorio della Grecia nell'ambito delle esercitazioni congiunte

Israele mette gli occhi sul Libano:
“Hamas si addestra con Hezbollah”

Unire il fronte del Libano con quello della Striscia di Gaza. Creare un blocco unico, un nemico sostanzialmente identico. Ed esercitarsi per un conflitto che abbia come obiettivo un solo grande bersaglio a 360 gradi. Sembra essere questo l’obiettivo di Israele in questa fase del governo di Benjamin Netanyahu, che, invece di applicare una rigida distinzione fra forze nemiche, preferisce impostare la sua strategia sulla costruzione di un avversario che unisca tutti gli scenari di guerra di Israele.

Una guerra su più fronti uniti indissolubilmente fra loro. Un’idea che preoccupa i vertici delle Forze armate israeliane, le Idf, che da anni temono la possibilità che i soldati dello Stato ebraico si trovino impegnati su più fronti contemporaneamente. Ma è un’impressione che il governo di Tel Aviv sembra non condividere, almeno a giudicare dalle sue recenti mosse.

Secondo quanto riportano i media israeliani, e che fanno riferimento a una rivelazione del quotidiano libanese Al Joumhouria, Israele si è lamentato con il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dicendo che Hamas sta collaborando con Hezbollah per costruire fabbriche di missili e campi di addestramento nel sud del Libano.

Il rapporto parla di una lettera inviata dai delegati di Israele sia al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che all’Assemblea generale che includeva una serie di informazioni redatte dall’intelligence in cui si mostravano i campi d’addestramento per migliaia di palestinesi appartenenti al gruppo che controlla Gaza. 

La richiesta rivolta alle Nazioni Unite è che queste intervengano per fermare la cooperazione tra i due gruppi. Per lo Stato ebraico, quello di cui si accusa Hamas e Hezbollah (e quindi anche il Libano) è una “palese violazione” della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite. L’atto dell’Onu rappresenta ancora oggi l’impalcatura su cui si regge il fragile equilibrio del confine israelo-libanese dopo l’invasione del 2006.

“Stiamo assistendo alle implicazioni del regime terrorista di Hamas a Gaza e ora Hamas sta rafforzando i suoi legami con Hezbollah. Con l’approvazione e il sostegno dell’Iran, Hamas sta lavorando per stabilire le sue forze anche in territorio libanese “, ha dichiarato l’ambasciatore israeliano all’Onu  Danny Danon.

“La cooperazione tra Hezbollah e Hamas supera i confini. Israele non ha intenzione di stare seduto pigramente davanti a nuove e vecchie minacce e  farà tutto il necessario per proteggere i suoi cittadini “, ha continuato il rappresentante di Tel Aviv al Palazzo di Vetro.

Le accuse rivolte da Israele riguardo all’unità di intenti fra Hamas e Hezbollah  non sono una novità. Sono mesi, se non più di un anno, che il governo punta il dito sulla crescente affinità fra i due movimenti che, va ricordato, rappresentano anche culturalmente due mondi differenti. Ma l’idea israeliana è che Hamas, interrotto il flusso economico provenienti dal Golfo Persico, abbia dovuto fare blocco con il  Partito di Dio.

Il ministro della Difesa, Avigdor Lieberman, non ha mai negato di considerare i due movimenti strettamente connessi. E già a gennaio ha dichiarato che esistevano prove del crescente legame fra gli sciiti libanesi legati a Teheran e il movimento palestinese che controlla Gaza e il suo territorio. 

Sotto questo profilo, non va dimenticato come Israele stia costantemente esercitandosi con le sue forze aree, terrestri e navali in manovre che possono coinvolgere entrambi i fronti di guerra, quello con Hamas e quello con Hezbollah. Basta leggere i discorsi dei generali che guidano le Idf: spesso lo scenario sfruttato in un’esercitazione è identico e si utilizzano indistintamente i due bersagli. La Marina si addestra nella difesa delle piattaforme off-shore parlando in contemporanea di Hamas e di Hezbollah. E le forze aeree si sono addestrate nella stessa settimana sia vicino alla Striscia di Gaza sia vicino al confine con il Libano, quasi a voler indicare che un conflitto potrebbe essere perfettamente sincronico.

Inutile ribadire che i rischi di una guerra su più fronti potrebbero essere enormi. Innanzitutto, va premesso che difficilmente Hezbollah farà scoppiare  una guerra direttamente contro Israele. Non avrebbe alcun senso strategico e sicuramente sia Iran che Russia farebbero desistere la milizia-partito libanese da un attacco di tale portata.

Hamas può continuare la sua guerra con Israele rimanendo ancorato a quel tipo di conflitto, ma per Hezbollah sarebbe un altro discorso. Le forze sciite sono prima di tutto un esercito e, in ultima analisi, hanno assunto un peso politico e geopolitico tale per cui sono da considerarsi una sorta di para-Stato. E le cui azioni implicano anche pesanti conseguenze per il Libano tutto.

Israele potrebbe decidere di colpire, come fatto in Siria, in maniera del tutto arbitraria. Lo ha fatto in territorio siriano, potrebbe farlo anche in territorio libanese qualora volesse dare un segnale forte a tutti gli attori coinvolti. Ma a quale prezzo? Lo scenario di un fronte unico che unisce Libano, Siria e Striscia di Gaza è un incubo anche per le stesse forze israeliane, che sanno perfettamente di non essere in grado di reggere l’urto. E le potenze che agiscono in Libano, fra cui anche quelle occidentali, sarebbero le prime a fermare Israele da un’azione pericolosissima. Smuovere il fragile equilibrio libanese, soprattutto dopo la guerra siriana e le vittoriose elezioni di Hezbollah, rischierebbe di far esplodere una bomba dal potenziale ancora poco chiaro ma sicuramente devastante.

  • potier

    questi due gruppi si credono un esercito, ed è proprio questa la tragedia e il paradosso, nemmeno si rendono conto che dall’altra parte hanno davanti un esercito vero, motivato, attrezzato, diretto e comandato da veri strateghi, e da veri soldati molto ben addestrati.
    in parole povere si stanno preparando ad una nuova tragedia, ad un nuovo rinnovato suicidio, in cui i primi a pagare sarebbero proprio degli inconsapevoli civili i quali vittime dei loro folli dirigenti dal momento che hanno una concezione del tutto minima di quello che è la vita umana, (basta vedere come i loro militanti mettono in prima fila bambini e donne per farne dei martiri con il fine poi di mostrare le presunte barbarie dell’esercito israeliano) pertanto e comunque sia Hamas che Hezbollah necessariamente andrebbero incontro all’ennesima debacle sul terreno, in poche parole e semplicemente ancora una volta avremmo inutilmente dei morti e delle distruzioni.

    • Maria

      I migliaia di missili degli hezbollah dove li lascia?? E il gas di Assad se l e dimenticato??Maria

      • Ling Noi

        Il gas lo fai te quando scorreggi, dal cervello.

        • potier

          bravo continua così con la tua volgarità e cafonaggine, ti qualifichi da te stesso ogni volta che pigi i tasti … infatti basta vedere chi ti da i like … della tua stessa forza evidentemente …

          • colzani

            visto che è interessato ai like, ne ho messo uno anche a lei così entra a far parte della grande famiglia dei cafoni, auspicandomi che abbandoni quella infetta e putrida degli zerbini sionisti.

          • Ling Noi

            Le canaglie che scrivono falsità in maniera carognesca vanno trattate di conseguenza. Insistere con gli inesistenti gas di Assad è uguale alle inesistenti armi di distruzione di massa di Saddam, siete falsi e infami.

      • luigirossi

        Ah Maria,le ricordo nuovamente che l’Elio è un gas perfetto,in poche parole i suoi Orbitali sono completi.I palloncini hamas pieni di Elio dunque non possono esplodere non essendo soggetti ad alcuna reazione chimica.Vede Maria,il diavolo di mentitori come lei fa le pentole ma non i coperchi.Voi del Mossad ogni tanto tentate il colpaccio col risultato di coprirvi di ridicolo.

        • piotr

          Se l’elio fosse pericoloso non si spiegherebbero i dirigibili….

          • luigirossi

            Infatti,ma gli imbecilli del Mossad non lo sanno

      • colzani

        il gas che respirava mentre era tra i figli dei terroristi del ypg o del pkk? come dimenticare il gas che assad non ha mai impiegato ma che le m3rde sioniste del gruppo maria regolarmente rilasciavano in questo forum. i missili di hezbollah? aspettiamo anche qui un documento a sostegno della vostra accusa , topi infetti.

    • Ling Noi

      Anche oggi la tua dose di caxxate l’hai scritta, bravo demente.

    • luigirossi

      @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus
      caro Potier,io comprendo la tua penosa frustrazione di fronte al fatto che ti surclasso in matematica e fisica.Vedi,il fatto è che tu non hai capito che
      CHI CERCA CIO’ CHE NON DEVE CERCARE TROVA CIO’ CHE NON VORREBBE TROVARE.
      Tu stai in Italia da ann ia fare il provocatore ed il prepotentello gollista,per poi scoprire che gli italiani sono piu’ intellgenti di voi francesi

      • luigirossi

        @POTIER
        io avrei un consiglio;prendi anche tu una Laurea in Fisica,magari terminala con una bella tesi sul DECADIMENTO BETA
        E’ un bellissimo capitolo della Fisica delle Paricelle.pensa
        un NUTRONE si trasforma in POTONE + ELETTRONE + ANTINEUTRINO.Cosi’ non avrai piu’ ragione di invidia
        Certo la sua matematica è complessa,ma per quello userai il metodo Einstein.ovvero te lo farai scrivere da un’altro attribuendotene il merito. Un altra soluzione alla frustrazione potrebbe essere il suicidio.Coraggio!!

        • colzani

          carina quella sul metodo einstein.

      • potier

        non so se sei più patetico o ridicolo, dietro alla tua supponenza nascondi soltanto una profonda ignoranza e frustrazione, mi domando chi ha avuto il coraggio di darti prima una laurea, poi uno stipendio e ora una pensione, tutti e tre evidentemente rubate … in Francia e in tutte le zone francofone delle situazioni e delle pagliacciate come si trovano dalle tue parti non esistono, e quelle poche sono causate da gente importata da altre zone del pianeta … quindi piantala li di provocare tanto ci rendiamo ben conto chi ti legge, di come le tue idee ammesso tu ne abbia veramente sono parecchio strampalate.
        ultima cosa, Israele a differenza di altri contesti, i loro confini e la loro identità la difendono con le unghie e con i denti, pertanto tra un secolo, loro ci saranno ancora, gente come te sarà sommersa dagli islamici e dagli africani … auguri … per modo di dire …

        • luigirossi

          @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus
          Ceeeertoo Potier,è esattamente come dici.vedi Potier,ci sono persone alle quali occorre dare sempre ragione:è per il loro bene,è per evitare gesti inconsulti,è per non destar scalpore tra gli astanti.Credimi Potier,non ti conviene usare termini come “strampalato” quando hai gia’ dimostrato di non sapere quando mettere l’accento sugli articoli.e di scrivere “lanterne per lucciole”quando si dice il contrario.Quanto alla immersione dagli africani e dagli islamici,povero Potier,questo è un problema francese:fate pieta’ ma anche un po’ schifo,a dire il vero.Io per ricordarmi sempre di essere orgoglioso dell’Italia ho messo sul bide’ una foto di quello scalzacane borioso di Degaulle

          • potier

            cala poveraccio cala … ma chi ti credi di essere ? per quel poco che riesci a scrivere sembri un paranoico psicopatico in crisi d’astinenza … il massimo per te è anziché contestate nel merito gli argomenti, è riuscire semplicemente a puntualizzare provocatoriamente errori grammaticali dell’interlocutore del tutto risibili !? guarda che il sottoscritto non è uno scrittore e neppure deve pubblicare qualcosa, sai quanto gli frega al sottoscritto, per quel che mi riguarda chi vuole capire capisce molto bene, chi non vuole capire me ne faccio una ragione e tiro avanti… non devo certamente rendere conto ad un vile come te … e comunque è proprio vero il detto che chi sa fare fa, chi non sa fare insegna … poi il fatto che tu pensi di essere orgoglioso dell’Italia sarebbe pure curioso capire come contribuisci o hai contribuito a renderla tutto sommato quello che è … in quanto alla Francia, ma questo vale anche per gli Stati Uniti, entrambi i paesi hanno dato e danno da mangiare, e comunque un avvenire a MILIONI E MILIONI di italiani. i quali viceversa in patria sarebbero nel passato forse in molti morti letteralmente di fame, stenti e malattie, hai capito ignobile mentecatto che non sei altro !? allora come oggi chi cerca un avvenire per i propri figli non li manda di certo a studiare o a cercarsi un avvenire dignitoso in Russia, tanto meno in Cina e ancor meno nei paesi arabi tuoi amici, ma casomai proprio e anche in Israele. spero di essere stato chiaro …

          • colzani

            “un avvenire per i propri figli in israele”!?! LOL

          • Alox2

            Ridi ridi e continua a sputare nel piatto dove mangi….lol

          • colzani

            se dovessi mangiare nel vostro piatto dovrei mangiare m3rda.

          • luigirossi

            @disqus_FRRBAA8Zcp:disqus
            errori risibili?Da morire dal ridere…l’ignoranza che tu possiedi in somma grandezza è piu’ che risibile,patetica.In matematica non conteresti fino a 5,in italiano scrivi strafalcioni da analfabeta con la prosa di un deficiente che non sa comporre un periodo.Alcuni tuoi post sono una misteriosa accozzaglia di verbi pronomi ed articoli messi insieme come la frutta in un frullino.Pretendi di insegnare tutto a tutti,e sei la barzelletta del blog.Ogni tuo post è seguito da risate e pernacchie.Quanto a quello che dici del mio Paese,povero idiota,è una superpotenza culturale tale,che bisogna drogarsi di Captagon come fai tu per resistere all’invidia.Ed è quello che hai fatto prima di rispondermi

          • Alox2

            Certo superpotenza culturale… tu sei l’eccezione che conferma la regola.

          • luigirossi

            Fisica Quantistica è il mio secondo nickname ,idiota

  • Tobi

    “Hamas si addestra con Hezbollah” …

    ed Israele si addestra con l’ISIS.

  • johnny rotten

    Sembra di vivere nel mondo fantastico di walt disney, israele che non rispetta decine di risoluzioni onu si rivolge all’onu perchè si sente vittima, israele che denuncia al mondo intero il rischio di un Iran che forse, magari, possibilmente, potrebbe tra qualche anno disporre dell’atomica, mentre israele l’atomica l’ha già da decenni, ma come lo vedono il mondo questi pazzi depravati dei giudei?

  • Italo Balbo

    Alle balle israeliane che vorrebbero giustificare le continue aggressioni di Tel Aviv ai suoi sfortunati vicini non crede più nessuno. Boicottare Tel Aviv, andate sul sito BDS per restare aggiornati sulle più recenti iniziative per fermare israele !

  • MAUROC59

    cioe’ in cisgiordania si allena sparando con gli snipers su civili disarmati? Beh un po debole come esercitazione!

  • Alice Elebo

    Secondo voi cosa dovrebbe fare Israele? Aspettare che venga attaccato simultaneamente come nel 1948 e nel 1973? E magari farsi pure buttare a mare, così sareste tutti contenti?

    • colzani

      Israele dovrebbe tornare ad essere quello che da secoli è: la Palestina, ospite di popolazioni di credo islamico, ebraico e cristiano.

    • Ling Noi

      Gli ebrei sono padroni degli Usa, si facciano li un loro stato e nessuno gli darà fastidio.

  • albertzanna

    “”Ma a quale prezzo? Lo scenario di un fronte unico che unisce Libano, Siria e Striscia di Gaza è un incubo anche per le stesse forze israeliane, che sanno perfettamente di non essere in grado di reggere l’urto””

    Mi sembra che il cronista poco conosca le forze armate di Israel. E’ evidente che non ha mai letto il libro “Gerusalemme Gerusalemme” di Lapierre Collins, che narra la storia della nascita del moderno stato ebraico, la storia della costruzione della “strada di Birmania”, della sconfitta cocentissima che il nenonato esercito ebraico inflisse alle ben più numerose forze armate arabe, fra cui la famosissima Legione Araba della Giordania, guidata ed addestrata da ufficiali inglesi, in particolare Glubb Pascià (Sir John Bagot Glubb).

    Oggi le IDF, le forze armate israeliane, hanno un vantaggio, in armi ed addestramento, che gli eserciti arabi non avranno mai, per quante bombe atomiche sognino di potere avere.

    La supponenza araba di avere allah al loro fianco (un dio falso e inesistente) è la loro maggiore debolezza, unita al vecchio detto che 10 arabi contro un soldato nemico fanno la voce grossa, 5 arabi contro un solo nemico sparano proiettili di cannone contro un solo fucile, 3 arabi contro un solo nemico, che però li insegue, scappano in tutte le direzioni e lasciano le armi sul terreno (come accadde nella guerra dei 6 giorni, 1967, quando l’esercito egiziano in fuga, il più armato ed addestrato, disseminò il deserto del Sinai di carri armati, camion trasporto truppe, armi di ogni tipo abbandonate, addirittura scarpe per essere più veloce a scappare, e da allora la situazione degli eserciti arabi è ben poco migliorata.

    • colzani

      Zanna se il vostro proposito è quello di convincerci che tra i due schieramenti di scarti dell’umanità – gli isaeliani e gli arabi – i primi avrebbero la meglio in un ipotetico conflitto, sfonda una porta aperta.

      Se il suo proposito è quello di convincerci che quello arabo è un “dio falso ed inesistente” e vuole promuovere quello alternativo ebraico, anche in questo caso non fa che ripetere cose che già sappiamo: il dio degli ebrei è superiore e piu’ buono.

      Se invece vuole ricordarci della codardia e della falsità di tutte le popolazioni (israeliani inclusi) che vivono in quei luoghi creati dall’Universo per cammellieri e topi infetti, allora devo deluderla: sappiamo già che quelle terre esercitano una particolare attrazione solo verso bestie e rifiuti dell’umanità.

      W Israele! W l’Arabia! ora siete tutti contenti, tornatevene nelle vostre rispettive fogne.

      • Alox2

        Non hai la capicita’ di distinguere, di vedere chi ha torto e chi ha ragione indipendentemente dalla religione. Poveretto

        • Zeneize

          Tu per esempio hai sempre torto, maialox.

        • colzani

          ti sbagli: quando ti vedo sul marciapiede distinguo che qualche “poveretto” maleducato ha permesso al suo cane di abbandonarti ricordando al mondo che non solo siete il prodotto dello scarto umano ma anche animale.

  • Luca Berardi

    Il giornalista ha scoperto l’acqua calda, i terroristi di Hamas ed Hezbollah sono sostenuti, finanziati ed armati entrambi dal regime iraniano.
    Per cui nonostante il tono marcatamente critico contro Israele , lo stesso giornalista dovrebbe capire che è non solo auspicabile, ma assolutamente necessario che l’IDF si prepari a una guerra congiunta contro i suoi nemici sul fronte di Gaza e di Libano/Siria.
    Fa sinceramente sorridere leggere che
    “Lo scenario di un fronte unico che unisce Libano, Siria e Striscia di Gaza è un incubo anche per le stesse forze israeliane, che sanno perfettamente di non essere in grado di reggere l’urto” perché Israele ha respinto nel 1948 (quando l’esercito era ai primordi e non tecnologicamente forte ed organizzato come l’attuale) l’attacco degli eserciti alleati di Egitto, Siria, Libano e Giordania con il supporto dell’Arabia Saudita e dell’Iraq

    • colzani

      avete dimenticato di scrivere che l’iran finanzia hamas con palloncini colorati ed elio da fare esplodere nei territori israeliani così come avete scordato dei tunnel sottomarini che hamas sta costruendo per attaccare i castelli di sabbia sulle spiaggie di telaviv. così invincibili e potenti (e su questo non sollevo dubbi) e così abili nel bruciare vivi bambini e sparare alle spalle dei manifestanti. una vera nazione dedicata allo sterminio e alla guerra.

      • Luca Berardi

        Tranquillo, niente panico! Ho già chiamato l’ambulanza che tra poco la verrà a prendere. Tanto al manicomio la conoscono già da tempo :-)

        • colzani

          certo, però si ricordi di mandarla all’indirizzo di quella israeliana di maria. è quella scrofa che ha scritto quelle idiozie sui palloncini e sui tunnel sottomarini! :-)

          • Alox2

            Vai a seminare “like” ciuccio!

          • Zeneize

            Cioccio? Dev’essere Yiddish. Se lo dici tu, volgare Tzilichecca, sarà qualcosa di osceno, come tua mamma.

  • pierluigi

    La collaborazione tra Hamas ed Hezbollah è un incubo per Israele perché simbolica della ben piú vasta e trasversale intesa che va pian piano prendendo forma in medioriente: quella tra sunniti e sciiti. Dei numerosi “alleati” sunniti di Israele all’inizio del conflitto siriano, oggi restano solo alcuni BRANDELLI dell’Arabia Saudita, (sempre ammesso che Bin Salman sia ancora vivo); persino la Giordania ha gettato la spugna, ed oggi collabora con Assad per blindare la frontiera e bloccare i terroristi salafiti.
    Un’intesa che non è il frutto di chissà quali segrete macchinazioni dell’Iran, ma della stessa STUPIDA e violenta repressione israeliana a Gaza; il cecchinaggio sui bambini palestinesi ha indignato il mondo intero, e sta compattando il medioriente contro Tel Aviv. Teheran ringrazia.

  • Lamberto Z

    Ho sempre sostenuto che se Israele vuole fare la pace, deve rientrare nei confini del 1948, pagare i danni causati ai civili Palestinesi, Libanesi e Siriani, istituire una nuova Norimberga con pena di morte per tutti i responsabili degli eccidi e dei danni causati alle popolazioni civili. Lo so che una metà della popolazione verrebbe impiccata per i crimini, ma è l’unica via d’uscita per Israele.

  • johnny rotten

    Provo a ripostarlo dopo che lo hanno removed:

    Sembra di vivere nel mondo fantastico di walt disney, israele che non rispetta decine di risoluzioni onu si rivolge all’onu perchè si sente vittima, israele che denuncia al mondo intero il rischio di un Iran che forse, magari, possibilmente, potrebbe tra qualche anno disporre
    dell’atomica, mentre israele l’atomica l’ha già da decenni, ma come lo vedono il mondo questi pazzi depravati dei giudei?

  • eusebio

    Se salta la monarchia hascemita in Giordania c’è la possibilità che Hamas prenda il controllo del 60% palestinese della popolazione giordana, rischiando di incendiare pressochè tutte le frontiere di Israele.
    Tra l’altro sembra che la settimana scorsa soldati italiani provenienti dall’Irak siano stati schierati dagli USA vicino Deir Ezzor, esponendoli agli attacchi dei resistenti arabi anticurdi pro-Assad.
    Se fosse vero è stato l’ultimo regalo del governaccio Gentiloni.

  • luigirossi

    la parola magica è PETROLIO,L’ALTRA E’GAS.Gli israeliani vogliono estorcere l’uno e l’altro al Libano e serve l’Iran come scusa.

  • eusebio

    Mentre si urla al lupo iraniano continua la guerra in Siria, gruppi sparsi di militanti ISIS spuntati sembra dal nulla (oppure dalla base americana di Al Tanf) dal deserto nella zona sud-ovest di al Suwajda e nord-est di Al Bukamal puntano o su Palmira oppure a ricongiungersi con la sacca a est dell’Eufrate, in cui peraltro vengono sistematicamente bombardati con ottimi risultati dall’aviazione irakena.
    I russi sono all’erta e bombardano con cura i pochi jihadisti fessi che ancora danno retta ad USA ed Israele, mentre riarmano l’Irak che sta sloggiando gli ultimi amerighi.
    Non sarà l’arrivo dell’ennesima sgangherata portaerei americana che rischia di affondare da sola per poca manutenzione a fermare il massacro degli ultimi jihadisti.
    E intanto i sauditi le prendono nello Yemen, dove hanno rinunciato a prendere Hudaydah.