ape

Nella Stalingrado del Califfo

Mosul Ovest – Il tiratore scelto della polizia federale irachena prende la mira con calma dal tetto di una casa nel quartiere di Giosaq a Mosul ovest. Il suo fucile di precisione è infilato in un buco nel muro di un piccolo terrazzo quadrato. Spara un colpo, poi un altro e si scatena l’inferno. I cecchini ceceni dello Stato islamico annidati ad un centinaio di metri rispondono al fuoco ed il fronte s’infiamma. I ragazzini, qualcuno sbarbatello, con la divisa blu a chiazze sono diventati veterani nell’offensiva che dura da ottobre per liberare la “capitale” del Califfo in Iraq. Mosul est è stata riconquistata, ma ad ovest, dove Abu Bakr al Baghdadi ha proclamato il Califfato nella moschea di Al Nuri, le truppe jihadiste combattono fino alla morte, come le SS a Berlino. Il tenente dei corpi speciali, Ahmed Galeb, ha pochi dubbi: “Non importa quanti bastardi ci sono ancora. Abbiamo abbastanza munizioni per farli fuori tutti”.

 Mappa a cura di Alberto Bellotto

Sul tetto maledetto di Mosul siamo appiattiti a terra cercando di filmare lo scontro, ma soprattutto di portare a casa la pelle. Uno dei poliziotti in prima linea spara sventagliate di raffiche assordanti con la mitragliatrice. Le bandiere nere rispondono al fuoco con una valanga di proiettili. Ogni tanto il boato secco di un’esplosione di un colpo di mortaio o di un razzo ci fa correre un brivido lungo la schiena perché non si capisce da dove arrivano e chi colpiscono.

La città è distrutta. Quasi ogni casa è sbrecciata dalla furia dei combattimenti. Le automobili abbandonate sono ridotte a scheletri di lamiera anneriti dalle fiamme. I quartieri della prima linea appaiono deserti. Per passare gli incroci devi scattare come un centometrista con i soldati iracheni che ti coprono sparando a raffica verso le postazioni dello Stato islamico.
A Mosul ovest sono rimasti intrappolati 750mila civili, un terzo bambini. A ridosso del fronte si incrociano lunghe colonne di sfollati, che fuggono sventolando le bandiere bianche. Donne velate dalla testa ai piedi, che portano in braccio i figli nati da poco. Giovani, che hanno messo la nonna semi paralizzata dentro una carriola per trasportarla. Famiglie intere su un carretto tirato dal padre.

I seguaci del Califfo utilizzano la popolazione come scudo umano. In un pronto soccorso da prima linea incrociamo dei civili feriti da colpi di mortaio. Un’adolescente ha il polmone forato da una scheggia ed una bambina piange invocando la mamma. Fra i feriti c’è pure un barbuto insanguinato con dei pantaloni neri strappati, ma di tipo militare. I soldati iracheni lo guardano in cagnesco convinti che sia un miliziano dello Stato islamico, che si spaccia per civile.

Soldati americani all'aeroporto di Mosul appena conquistato dalle forze irachene DSC_0012 Soldati americani davanti alla fabbrica di zucchero distrutta dai combattimenti a Mousl ovest DSC_0016

Dell’aeroporto appena conquistato è rimasta una spianata di macerie. Le batterie delle forze irachene vomitano razzi verso Mosul ovest. A ridosso della prima linea compaiono anche gli americani dell’82esima divisione aviatrasportata a bordo dei loro enormi blindati contro le mine. Non amano farsi riprendere, ma il tenente colonnello John Hawbaker, che sembra un moderno John Wayne, parla chiaro: “Le forze irachene sono forti. Lo Stato islamico è debole ed intrappolato. Non ha via di fuga. Gli iracheni vinceranno”. Gli americani e gli alleati garantiscono un appoggio importante alla liberazione di Mosul con raid aerei, corpi speciali, artiglieria, intelligence.

Alte colonne di fumo nero degli obiettivi centrati si levano dalla parte ovest. Gli elicotteri di fabbricazione russa degli iracheni lanciano nugoli di razzi, che lasciano scie nere nel cielo con uno stridore assordante. La Stalingrado del Califfato sembra un girone dantesco.

Agente della polizia federale all'aeroporto con sullo sfondo i bombardamenti a Mosul ovest DSC_0014 Forze di sicurezza irachene DSC_0165 Corpi speciali iracheni del ministeo dell'interno impegnati nella battaglia di Mosul DSC_0130 Bombardamenti alleati sulle postazioni Is a Mosul DSC_0131 Forze di sicurezza irachene a Mosul ovest DSC_0177 Il colonello Hawbaker dell'82 aviotrasportata americana con un ato ufficiale iracheno nella zona dell'aeroporto sul fronte di Mosul DSC_0013 Polizia federale irachena sulla prima linea di Mosul DSC_0172 Polizia federale irachena in combaimento a Mosul ovest DSC_0164 Polizia federale sul fronte di Mosul DSC_0144

Sul fronte sud ovest del quartiere di Mamoun è schierata la leggendaria Golden division, che ha subito ingenti perdite. I numeri totali dell’offensiva sono top secret, ma si parla di migliaia di caduti. Le forze antiterrorismo sono appena a 3 chilometri dalla moschea di Al Nuri, dove è stato proclamato il Califfato. “A Mosul est ci attaccavano con le macchine minate – osserva il comandante, generale Abdul Wahab Sadii – Adesso usano piccoli droni difficili da abbattere, che ci sganciano granate sulla testa. Il primo giorno ne hanno impiegati una settantina”.

Colonna di sfollati n fuga da Mosul ovest DSC_0192 Colonna di civili in fuga da Mosul ovest DSC_0178 Uomini fggiti da Mosul controllati dagli iracheni per scoprir se sono civili o miliziani Is DSC_0215 Bambini iracheni in fuga da Mosul con le bandiere bianche DSC_0136 Adolescente irachena ferita da una scheggia a Mosul ovest curata dal Multinational Emergency response medial team DSC_0027 Bambina ferita da schegge di mortaio durante i combattimenti a Mosul ovest DSC_0032 (1) Sospetto ferito dello Stato islamioc curato nel pronto soccorso avanzato iracheno da personale paramedico occidentale DSC_0030 (1) Soldato iracheno ferito nella battaglia di Mosul DSC_0025 (1) Sospetto ferito dello Stato islamioc curato nel pronto soccorso avanzato iracheno DSC_0031 (1) Bambini iracheni alle porte di Mosul nell'area liberata DSC_0057

Il blindato con i finestrini scheggiati dai proiettili dei cecchini si ferma lungo la strada spazzata dalla battaglia, che porta alla prima linea. Il cadavere di un comandante del Califfato, forse algerino, che i suoi uomini cercavano di portare via ferito, è ancora riverso su una specie di barella.

Jihadista arabo dello sttao islamico ucciso nei sobborghi di Mosul ovest DSC_0196

Ma le bandiere nere non mollano. Il primo colpo di mortaio piomba a 150 metri da noi con una fiammata rossastra, che solleva una nuvola di polvere. Un altro colpo si schianta con fragore ancora più vicino, come se cercasse noi giornalisti. Non ci resta che piazzarci dentro una casa occupata dai militari, a terra, lontani dalle finestre a ridosso delle pareti, mentre arrivano altre granate delle bandiere nere, che ci bloccano per due ore. La battaglia di Mosul continua.

  • mortimermouse

    isis è una “creatura” di soros, di Obama, di renzi, di napolitano, di hollande, dei sauditi e,ovviamente, degli islamici estremisti! ma a questo punto, perché continuare a insultare, criticare, attaccare trump, putin, Berlusconi? :-) erano proprio loro che chiedevano di fermare ISIS! gli altri invece non hanno fatto niente o hanno fatto finta….meno male che la sinistra parla di amore!

    • Lorenzo Perugini

      trump non ha finora mosso una paglia…il berluska gia’ non era primo ministro quando e’ esplosa seriamente isis..l’unico che ci ha messo faccia…armi..soldati e soldi e’ stato Putin…non mescoliamo il bambino(putin..) con le acque sporche….

      • mortimermouse

        poverino :) fare la grattachecca di lisbona è un bel lavoretto, perché non dedicarsi a quello e lasciar perdere la politica? :-) lei è già sulla strada per diventare il braccio sinistro del demonio! quanto alle sue ridicole e patetiche affermazioni: putin non ha mosso perché prima era solo un imprenditore e non aveva alcun potere, anzi, era compito di Obama, ma questo bell’abbronzato non ha fatto niente (lei continui a leccare il dietro di Obama, visto che lo osanna), Putin è stato l’unico, ma lei lo paragona a Hitler, quindi di fatto lo disprezza solo perché amico di Berlusconi :)
        è lei che sta mischiando acqua sporca con bimbi e poi da le colpe agli altri! lei è un viscido essere! si vergogni!

        • Lorenzo Perugini

          pensavo che col tempo eri migliorato…ma sei sempre il solito bocchinaio leccaculo del berluska…ma lo paghi per mangiare ii suoi escrementi? PS non sono mai volgare…ma quando si tratta di un anormale porcellino come il mortimer…ogni offesa per lui e’ una medaglia

          • mortimermouse

            guardi, se la insulto, è perchè gente come lei se li merita benissimo! è gente come lei che fa andare in malora non solo l’italia, ma anche e soprattutto l’europa!! e questo vale anche per il tuo amichetto da marciapiede SOLDELLAVVENIRE :)

          • Lorenzo Perugini

            SEI UN POVERO MENTECATTO E NEANCHE TE NE ACCORGI…mi accusi di aver paragonato putin a hitler?’ dove lo hai letto? mi accusi di osannare obama…citami dove!!!! tu hai le visioni dovute alla menopausa..forse pensi di essere giovanna d’arco….fatti vedere da un buon dottore…invece di star chiuso in casa a genufletterti di fronte all’altarino arcoriano

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            ??? non hai capito proprio nulla.

            ho scritto, e lo ripeto dal mio punti di vista sono coloro che si vendono ai russi il problema dell’Italia.

            ora, ti che dai del mentecatto, possibile che nn ti rendi conto che tutta quella lista di cose che hai scritto non centra NIENTE con quelli che si vengono ai russi ?

            E poi sono io quello che ha le visioni? forse non hai capito bene cosa ho scritto, allora te lo ripeto:
            dal mio punti di vista sono coloro che si vendono ai russi il problema dell’Italia.

            La parte incredibile è che dici che io ho le visioni, ma poi sei convinto che io ero chiuso in casa a genuflettermi quando ero in stazione ad aspettare il treno. Quindi vedi che le visioni le hai tu ?

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            eh!?? dal mio punti di vista sono coloro che si vendono ai russi il problema dell’Italia.

        • soldellavvenire

          lei ha il potere di farmi divertire anche senza gli apprezzamenti personali rivolti ai suoi interlocutori, infatti quelli li potrebbe benissimo evitare

        • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

          Ancora? La tua frase Putin è stato l’unico, ma lei lo paragona a Hitler, quindi di fatto lo disprezza solo perché amico di Berlusconi . è un frainteso completo:
          al massimo disprezzo il berlusca per essere amico di putin. Il contrario non ha senso

          • random640

            io disprezzo renzi per essere stato amico di un criminale come obama

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            che però non centra nulla nè con putin e ne con berlusca. ma voi propagandisti russi sempre cazzate dovete dire ?

      • random640

        concordo, sono “trumpiano” ma attendiamo provvedimenti più consistenti, ad esempio per avere maggior mano libera Trump deve “decapitare” l’opposizione interna di “sauditi” come McCain e Bush, e non è facile, vedremo se riuscirà a farlo o verrà “assorbito” dagli interessi della banda “neocon/dem” intanto il suo escludere qatar e arabia saudita dagli obbiettivi antiterrorismo, non butta “bene”

    • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

      tu sbagli tutto se metti sullo stesso piano Trump, putin, Berlusconi . cosa centra lo zingaro!??!

  • Mariagrazia Vianello

    Subito “corridoi umanitari” per permettere di fuggire ai poveri guerriglieri che hanno massacrato a loro insaputa,immagino..La vendetta non è cristiana,si puà redimerli facilmente. Che ci vuole,….

    • random640

      si infatti i “poveri” guerriglieri che scappano sono considerati dai dementi che “conosciamo” “rifugiati” o “profughi” o “richiedenti asilo”…

  • dapicus

    la guerra contro l’Isis non si fermerà a Mosul o Palmira o con l’annientamento dello stato islamico schierato militarmente . Per impedire la diffusione del terrore bisogna che il fanatismo religioso abbia una fine cosa per ora improbabile considerata la distanza abissale fra progressismo democratico occidentale e cultura contadina arcaica che alimenta il divario. Troppo antichi gli islamici ( come molti cattolici del resto ) e troppo distanti gli interessi ideologici per un compromesso . Almeno per ora .

  • random640

    c’è solo una strategia da effettuare, se si vuol fermare il terrore sopratutto in occidente, blocco dell’immigrazione, limite alle entrate idiote e selvagge dai paesi mediorientali, africani, pakistani, indiani ecc, da fuori europa sono entrati FACILMENTE CANI E PORCI, è inammissibile, rimpatri di massa e detenzione in attesa di farlo, e di accedere ad evventuali asili, perchè questa gente possa da più di dieci anni entrare ed uscire dall’europa è un’assurdità. la libertà..per chi? per africa, pakistan, maghreb di entrare, girare uscire in Ue? ma sti cavoli! blocco e controllo degli investimenti di qatar Arabia saudita, paesi del golfo, ritenerli paesi canaglia. fermare con ogni mezzo l’islam, il benessere si porta in quei paesi depressi dove attecchisce questa orrida religione, mettere dei paletti al vaticano, che non si allarghi troppo, e parli per se.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Occhio alla Cina in Africa. Pagano bene i cinesi per chiudere gli occhi …

  • Bocci Massimo

    Signori (Solo Italiani), ma qui è come confondere, Russi (qui i redivivi,risorti IRACHENI, che dopo essere stati DISARMATI dal pavido TRADITORE,RINNEGATO,SERVO METICCIO abbronzato) che difendevano e difendono eroicamente la loro terra paria contro i BOIA invasori li i Reich,Nazisti (qui criminali ISIS, Impero finanziario IV Reich,METICCIO) cioè la storia CRIMINALE che si ripete REICH!!! E si AMPLIFICA DELLA LORO INFETTA MERDA METICCIA,ieri come oggi la storia sembra ripetersi anche e purtroppo come allora con la NON RIMOZIONE TOTALE DEI CRIMINALI, allora Nazisti Terzo Reich (Oggi Meticci, IV Reich), dunque la vera comunità vera civiltà democratica mondiale, questa volta dovrebbe andare fino in fondo, e DERATTIZZARE il Reich METICCIO, COVO per COVO, GENTAGLIA CRIMINALE DA ISOLARE,ESPELLERE,ELIMINARE PER SEMPRE DALL’UMANITÀ’.

    • Lorenzo Perugini

      brrrrrr che paura incontrarti di notte!!!!

    • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

      Occhio che se davvero liberassero il mondo da quelli “strani” tu potreste essere tra i primi della lista.

  • Beppe Casciano

    Ah sì? A Mosul i civili sono usati come scudi umani? E ad Aleppo no? Complimentoni…

  • Glauco Vale

    far resuscitare sadam e gheddafi l’unica soluzione possibile per terminare per sempre il tutto

  • Arch Stanton

    “Quelli dell’Isis sono come le riserve di una squadra di basket di seconda categoria del campionato universitario”.
    Questa frase di Barack Obama ha segnato l’inizio dell’Isis, prima sottovalutato e poi lasciato appositamente crescere in funzione anti Assad. Ha sacrificato centinaia di migliaia di civili e portato il terrorismo in Europa.

    • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

      ma che senso ha lasciare che ISIS prenda mezzo Iraq solo per far dispetto ad Assad? I russi fanno tanta propaganda (hanno un sacco di siti in ITalia ed in tutta Europa ) ma quando dicono delle cose non verosimili ed illogiche come fate a crederci?

  • Mario L.

    Questi non hanno nulla a che fare con la religione,(si illudono loro, che agiscono in nome di)sono solo idioti criminali molto pericolosi e vanno annientati e distrutti, compresi quelli che solo ne pronunciano la parola.Dovremmo andare noi tutti a combattere.A scatenare l’inferno,20/30.000 uomini e farli scomparire per sempre, casa per casa, ogni metro quadrato di deserto,perchè i ratti è li che si nascondono.

  • Lele Depascalis

    ma e’ un’ impressione mia o ci sono miltari in divisa russa?

    • soldellavvenire

      sì sono americani travestiti

    • https://support.oracle.com rommel

      Le foto sono messe a caso, almeno una è di un articolo
      dell’anno scorso e ritrattare un americano i Siria. (che è un altro
      luogo rispetto all’Iraq ) . Mettono dei russi quando a Mosul non ci sono. Tanto valeva fare dei disegnini.

  • soldellavvenire

    “ma davvero ci sono americani che combattono contro il califfo?” siete sicuri che non visti non sparino contro di voi? ahahahahahahahahahaha

  • Mr.Joe

    Isis presto diventerà Waswas!!!!

  • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

    Questa è una delle tante prove che dimostra che ai russi dell’ISIS non gliene importa nulla. Non vedete che non ci sono a Mosul ? dove sono quei geni che dicono che la russia combatte l’ISIS mentre l’NATO lo aiuta ?

    • Max Vetter

      Scusa, ma ti sfugge il piccolo particolare che il governo irakeno non ha invitato i russi ad intervenire in Irak, mentre il governo siriano lo ha fatto e quindi i russi sono in Siria.

      • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

        ti sfugge un dettaglio: I russi non hanno nemmeno dato la loro disponibilità.
        ti sfugge un dettaglio: sono i russi che ci trattano di imbecilli quando vogliono farci credere di essere l’unica risorsa contro ISIS.

  • Vito Groppi

    Un po’ di Napalm farebbe bene a quelli dell isis

  • Alberto

    Ma quando dite che solo putin combatte L issi ci credete veramente anche alla cose di soros Obama , ma pensate che in 8 anni si mette su issi iniziando quando, gli americani combattono l isis con 5 anni di bombardamenti e droni mirati han fatto fuori qua si tutti i capi e gente pesante , hanno sostenuto e allenato e sorretto ypg che in prima linea a ko ante sono diventati eroi , con dietro i berretti verdi e in Iraq , cioè i, grosso della guerra che non e’ in Siria , hanno allenato finanziato e sorretto con altro che l 82ma divisione e condotto alla vittoria , usando esercito locali e sorreggendoli e armandoli e allenandoli , solo putin ha dovuto perché escluso portare portaerei etc ma per aiutare assad , no. Solo anti isis , isis e’ in Iraq e la ci sono iraqueni americani e curdi . Quindi studiate bene . E Obama che a me non piace ha preso Stati Uniti con il 7.7% di disoccupazione è lasciato con i. 4.8 e tranquilli che l esercito americano , usando i moltiplicatori di forze e allenando le forze irachene e ypg han fatto il grosso che era in iraq non in Siria e in siria hanno pestato con aviazione e ypg curdi che non li raccomando a nessuno . Quindi putin ha fatto e bene la sua parte . Gli usa hanno usato strategia giusta . Poi se l occidente ha studiato talente bene da creare isis e fare convogliare da tutto il mondo in quel posto 50mila perdenti e seppellirli li e levarli dalle nostre città , beh viva soros e putin e trump e tutti voi chche non capite una mazza . Era meglio tenerceli in Europa e Asia quei fighters da quattro soldi che le buscano anche dalle donne delle ypg che han 4 palle . Li preferivate che stessero tra noi o che siano andati la a schiattare , perché ninnpaghiamo il biglietto ai restanti conigli terroristi ? Chiediamo soldi a soros se è’ stato lui.