bilo_occhi3

L’italiana dell’Isis confessa:
“Jihadisti sono già in Europa”

Da Camp Roj (Siria) “Voglio tornare in Italia, anche se dovrò andare in carcere”, dice convinta  Meriem. Subito dopo aggiunge: “Almeno riabbraccio la mamma, che mi manca tanto…”. E scoppia a piangere.

Meriem Rehaily, 22 anni, jihadista della provincia di Padova di origini marocchine, è stata condannata il 12 dicembre a quattro anni per aver aderito allo  Stato islamico.

Dallo scorso anno l’abbiamo data per morta lapidata dagli stessi tagliagole dell’Isis o addirittura rientrata clandestinamente in Europa. In realtà è prigioniera dei curdi da sei mesi.

Non è stato facile incontrare la latitante rincorsa da un mandato di cattura internazionale nel campo off limits di Roj. Una tendopoli in mezzo al nulla nel nord est della Siria sorvegliata dall’intelligence curda dove sono in custodia un migliaio di mogli dell’Isis con i loro bambini.

Meriem è avvolta dal niqab che le lascia libero solo il volto con la pelle ambrata. “Sono una terrorista per il governo, ma in Italia non ho fatto niente. Dall’Isis ho subito un lavaggio del cervello. – spiega Meriem – Prima vivevo come una normale adolescente che andava a scuola e usciva con gli amici. Poi ho chiuso gli occhi e mi sono ritrovata in Siria”.

L’italiano l’ha imparato a scuola ad Arzergrande in provincia di Padova. Da questo piccolo comune di 5mila anime è partita per la Siria nel luglio 2015 a soli 19 anni. “Mi ha attirato su internet Abu Dujana al Homsi, un giovane siriano che mi contattava via Telegram su una chat segreta – racconta la jihadista padovana – Voleva sposarmi, ma ho rifiutato. Poi ha cominciato a dire che dovevo andarmene dall’Italia e raggiungere il Califfato perché Allah lo vuole”.

L’adescatore è stato ucciso all’inizio della battaglia di Raqqa del 2017. Tre anni fa, prima di imbarcarsi all’aeroporto di Bologna per raggiungere la Turchia, la giovane Meriem postava il giuramento di fedeltà al Califfo Abu Bakr al Baghdadi. Ed inviava a casa questo messaggio: “Scusa cara mamma ci vediamo in paradiso. Tutti per Allah”.

Alle amiche e compagne di scuola mandava proclami ben più accesi: “Se mi chiamate terrorista ne vado fiera! Meglio vivere qui (a Raqqa, nda) che vivere tra di voi kuffarkuffar! (infedeli, nda)”.

Abile con il computer, secondo gli investigatori del Ros di Padova, era stata arruolata dall’Isis per la propaganda e la logistica nella brigata al Khansa composta da donne europee e russe. Non è vero – si difende Meriem – ma all’inizio ho fatto l’hacker per l’Isis

Nella storica capitale del Califfato, Meriem si rende ben presto conto che l’avventura delle bandiere nere si sta trasformando in un incubo. “Ho visto il vero Isis e non è lo Stato islamico che credevo – spiega adesso la jihadista – L’orrore dei bombardamenti (alleati, nda) mi terrorizzava. Quando ho aperto gli occhi era troppo tardi”. 

Meriem

Il Califfato l’avrebbe addirittura sospettata di essere una spia. “Volevo fuggire. Mi sono fatta inviare dei soldi da papà, ma sono stata presa e sbattuta per 52 giorni in una celletta”, racconta la jihadista che si dice “tanto pentita”, come gran parte delle prigioniere dei curdi.

A Raqqa si sposa con un palestinese “che ha combattuto contro i soldati di Bashar (il presidente siriano, nda)” e da lui ha due figli: Farouk di 1 anno e mezzo e Basim di 6 mesi. La famiglia lascia la “capitale” prima che si stringa l’assedio e, quando lo Stato islamico viene spazzato via, cerca di raggiungere la Turchia.

“Sei mesi fa i curdi ci hanno fermato ad un posto di blocco – racconta Meriem – Ho detto che ero di Aleppo, ma hanno scoperto che sono marocchina con la residenza in Italia”.

Meriem era tornata in contatto con i genitori, che stanno cercando di farla tornare a casa. “Abbiate misericordia di questa famiglia che vive nell’inferno di avere perso la figlia. Una famiglia che non ha nessuna colpa se non quella che l’Isis ha rubato il fiore più bello della loro vita: Meriem”,   si legge nella toccante lettera indirizzata il 7 giugno alle autorità curde nel nord est della Siria da Redouane e Khadija, i genitori della jihadista padovana che vivono da tempo in Italia.

Meriem pensa che “l’Isis non sia finito” e rivela che “ci sono troppi jihadisti giunti in Europa all’insaputa dei governi” dopo il crollo del Califfato. E aggiunge: “Di donne (jihadiste, nda) ne conosco tante che sono riuscite a scappare attraverso la Turchia, ma non posso dire i loro nomi”.

Altre europee sarebbero ancora intrappolate nelle ultime sacche dell’Isis vicino al confine iracheno. Non possiamo uscire da un stanzetta delle guardie, dove due gentili, ma inflessibili combattenti curde registrano tutto. Però Meriem ci tiene a far vedere il figlio più grande, Farouk, nel passeggino. La jihadista padovana vorrebbe scrivere due righe ai fratelli rimasti in Veneto, ma non è possibile. Mamma Khadija è sempre nei suoi pensieri: “Vorrei chiederle di perdonarmi, ma ormai è troppo tardi per chiedere scusa perché ho già fatto quello che non dovevo fare”.

Nel campo che non possiamo né visitare, né filmare c’è di tutto: francesi, tedesche, maghrebine e due piccoli orfani americani della guerra santa. I curdi sostengono che nel campo non c’è Ismail Davud portato dall’Italia in Siria a tre anni dal padre,  Ismar Mesinovic. Bosniaco, che lavorava come imbianchino a Longarone, si è radicalizzato sulle nostre Dolomiti in compagnia del macedone Munifir Karamelesky partito pure lui per la Siria. Mesinovic è morto in combattimento vicino ad Aleppo nel gennaio 2014. Davud dovrebbe essere stato adottato dalla famiglia Karamelesky o da altri musulmani della Serbia che potrebbero trovarsi a Camp Roj.

Mesinovic e gli altri jihadisti sulle nostre Dolomiti

L’orfano della guerra santa oggi ha otto anni e sarà diventato un “leoncino” del Califfo tirato su a Corano e moschetto fino al crollo di Raqqa. La madre, che vive in Italia, ha inviato un pressante appello alle Unità di protezione popolari (Ypg), le unità curde che controllano il nord est della Siria ed i campi di detenzione. “In nome di Allah, il Clemente, il Misericordioso, mi rivolgo a Voi nella consapevolezza che possiate comprendere il mio dramma – scrive la donna convertita – Sono la madre di Ismail Davud e con il cuore infranto vi supplico, affinché possiate adoperarvi a farmi riabbracciare mio figlio, l’unica persona in grado di darmi la forza per continuare a vivere”.

  • Giuseppe Pucci

    Pena di morte e basta. Come alternativa ,la darei agli Americani per farla rinchiudere A VITA a Guantanamo. That’s all.

    • Georgi Mihaylov

      come minimo… gli amerikani le daranno il passaporto USA + nuova identità

  • Giuseppe Pucci

    Pena di morte e basta . Come alternativa il carcere DURO a vita , pero’ a Guantanamo e non in una prigione italiana che sarebbe piu’ o meno come finire in un’hotel ! Mettiamola in mano agli americani che poi ci penseranno loro. Il “perdono” non e’ assolutamente un’opzione per persone dotate di intelligenza e senso comune : quello fa parte del DNA dei cattocomunisti che proprio grazie al continuo uso sconsiderato ed irrazionale di esso, hanno ridotto l’Italia alla latrina che e ‘ !!!

    • Divoll79

      Agli americani meglio di no, visto che sono proprio loro a creare i jahidisti e poi a usarli come armi. Meglio lasciarli ai siriani, che li mettano davanti a un plotone di esecuzione.

      • Giuseppe Pucci

        Pensandoci meglio hai ragione. Esecuzione IMMEDIATA. Tra l’altro si risparmiano soldi per il processo ed il mantenimento.

  • Divoll79

    Che novita’! Ci voleva lei per farcelo sapere, eh.
    Senza contare che la signorina non e’ affatto italiana.

    • Paciullo

      Una marocchina che si spaccia per italiana, solo perchè ha vissuto da noi ed ha appreso la nostra lingua.

      • Divoll79

        Un gatto che sia nato in una stalla non sara’ mai un cavallo.

    • Fabio Giovanzana

      Già,scoperta dell'”acqua calda”,per effetto del “buonismo peloso”,del “business” dell'”accoglienza”,del “progetto” di tanti nuovi VOTI,per i partiti accoglienti,atteggiamenti tutti portati avanti per oltre 35 anni,con il voto della stragrande maggioranza degli italiani,in un “hara-kiri” epocale etnico-culturale-economico…un vero disastro!

      • Divoll79

        Beh, almeno ci siamo svegliati. Meglio tardi che al punto in cui gia’ si trovano inglesi e svedesi.

        • Fabio Giovanzana

          Già!….Aggiungiamo anche i Francesi…i Tedeschi,….gli Olandesi,….i Belgi,….i Danesi,…gli Spagnoli…(in Catalogna,loro che sono così “orgogliosi” della loro “identità Catalana”,hanno il 14% di “diversamente Spagnoli”…)

  • vecchio facocero

    Speriamo la facciano tornare in italia col marito e i bimbi. Ok ha sbagliato, ma ha solo 20 anni, porco diavolo! E poi siamo sicuri che noi ‘occidentali’ siamo tanto meglio?

    • Paciullo

      Vero, una ragazza pia e religiosa, usciva soltanto per assistere alle decapitazioni dei cattivoni e poi era maritata con un giovanotto non violento che adesso è in prigione ingiustamente, dato che ci siamo facciamo arrivare tutti i terroristi di Daesh ancora in vita, sicuramente sono dei super pentiti.

    • Divoll79

      I buonisti, no di sicuro, perche’ come dice l’adagio popolare: di buone intenzioni sono lastricate le vie per l’inferno.

    • maurizio tosi

      Oscar Wilde disse una cosa verissima: la stupidità non ha coscienza di se e comunque si sopravvaluta sempre. Ma francamente lei esagera. Ha scavalcato la stupidità a pie pari ed ora e ben oltre. Ha scavalcato anche l’idiozia.
      Mao Li Ce Linyi Shandong China

      • girasole

        Questo è un altro filosofo che sa tutto di tutto. Quelli come te si chiamano ” TUTTOLOGI” Viva Oscar Wilde che in quanto a sapere sugli uomini era un grande intenditore. Saluti

  • ClioBer

    Questa persona non aveva diritto prima di stare in Italia, ne ha ancora meno di ritornare da ex jihadista, magari – o quasio certamente – con le mani lorde di sangue.
    Del suo futuro non mi importa proprio nulla, purché stia (o venga tenuta da chi di dovere) lontana dal nostro paese.
    Ma cosa siamo diventati, davvero, il paese di Pulcinella, piagnoni, vili e senza un minimo di buonsenso?

    • Aldo Reda

      Non aveva diritto di stare in Italia, esattamente per quale ragione?! Non senti che parla un italiano perfetto? Questi vanno trattati come i pentiti di mafia: se si pente e fa arrestare una cinquantina di potenziali terroristi europei, possono benissimo farla tornare.

      • Aaqarab

        Per cominciare ha due cittadinanze, la sua , legittima e d’origine ottenuta tramite ius sanguinei marocchina , e l’altra italiana, ottenuta per le leggi di Carlo Codega che ancora non sono state riformate. Fai un po’ te ! Per finire diciamo che si tratta del solito mimetismo che questi soggetti praticano allegramente ma ormai pochi abboccano.

        • montezuma

          Lo Stato italiano e la UE hanno abboccato allegramente fin qui!

          • agosvac

            Ha detto bene “fin qui”. Di sicuro l’UE continuerà ad abboccare, ma, forse, l’Italia non abboccherà più, almeno non finché Salvini resterà Ministro degli Interni. Almeno questo è quel che penso, poi, chissà!!!

      • montezuma

        Si, potrebbe anche tornare, ma controllata a vita! Ricordo che molti pentiti (che incontro a fare la spesa in località turistiche!!!) vivono benissimo A NOSTRE SPESE!!

        • Aldo Reda

          Controllata senz’altro, come i collaboratori di giustizia. Se offre informazioni che consentono di eliminare qualche centinaio di terroristi, direi che sono felice di farla vivere benissimo. Il vantaggio che la società ne ottiene è maggiore dello svantaggio del doverle offrire protezione.

          • Divoll79

            Ma in nome di cosa il nostro stato, gia’ alle prese con altri, immensi problemi, dovrebbe pure accollarsi il controllo (per altro costoso) di questa gente?! Non vede che, in pratica, tutti quelli che hanno compiuti attentanti in Francia, in GB e altri paesi erano tutti GIA’ CONOSCIUTI DALLA POLIZIA?!

          • Aldo Reda

            È proprio per arrestare quelli che sono utili i pentiti.

      • Andy Paperoga

        Ha la cittadinanza o il permesso di soggiorno? Nel secondo caso si potrebbe anche revocare, oppure è obbligatorio accollarci anche i terroristi “pentiti” di altri stati? Basta con questa ipocrita retorica o sarà la fine!

        • Aldo Reda

          Parla italiano benissimo, probabilmente è nata in Italia o ha fatto le scuole in Italia. È italiana di fatto. Di sicuro ha diritto almeno ad un permesso di soggiorno indeterminato. Poi è ovvio che se delinque o aderisce a cellule terroristiche va espulsa. Il discorso sul pentimento è diverso: come per i pentiti di mafia, se aiuta le autorità a sgominare cellule terroristiche, credo meriti di essere riaccolta e di non fare la galera. Esattamente come si fa con i mafiosi.

          • Paolo Ventura

            Non la sfiora neanche per un attimo che sarebbe necessario promulgare (se non esiste già) una legge che annulla la cittadinanza Italiana per manifesta indegnità?

          • Aldo Reda

            Sì, però prima di toglierla a questa ragazzs la annullerei a te e a molti altri, così Salvini e Grillo resterebbero senza voti, e questo paese potrebbe diventare normale.
            Comunque considerando che ai mafiosi la cittadinanza non si può revocare, faccio fatica a capire perché bisognerebbe toglierla ad altri.

          • Andy Paperoga

            Sull’italiana di fatto dissentirei, non bastano una serie di presunti diritti per renderti cittadino di fatto di un paese . Comunque non ci sono solo i diritti , ma in primis i doveri , come per esempio , se non quelli di lealtà e gratitudine verso un paese che ti ha accolto. , quello di non infrangere le leggi. Non è italiana e ha infranto la legge, a mio avviso andrebbe espulsa.

          • Aldo Reda

            “chi delinque viene espulso” è una buona regola, che non si basa sul colore della pelle o sulla religione. Nel caso della signora bisogna vedere se ci è più utile che collabori con la giustizia per arrestare eventuali cellule europee, oppure lasciarla lì dov’è.

      • agosvac

        Secondo lei parlare un italiano perfetto fa di una persona un italiano??? Per quanto riguarda i pentiti di mafia, davvero crede che ci siano reali pentiti? Ci sono mafiosi che hanno sfruttato la dabbenaggine di alcuni magistrati per fare i loro comodi. Mi creda: un mafioso se è vero mafioso, non si pente mai: può prendere in giro gli scemi ma lo fa solo per danneggiare eventuali nemici, anche all’interno della mafia ci sono amici e nemici del Capo in carica. Lo stesso Buscetta, il pentito per antonomasia, il preferito da Falcone, ha sempre denunciato i suoi nemici , mai la mafia in sé e per sé, è sempre rimasto quel mafioso che era sempre stato, solo protetto dagli altri mafiosi che lo volevano eliminare.

        • Fracaxxodavelletri

          Condivido.

          • agosvac

            Grazie, purtroppo c’è molta gente che, al contrario di lei , ha preso il cervello e lo ha messo a riposo nel “freezer”.

      • Divoll79

        No, assolutamente, mille volte NO. Non ci si puo’ fidare, dicono che sono pentiti, ma non essendo italiani, ma stranieri musulmani fanatici, vogliono solo fare i cavalli di Troya. Io parlo un inglese pressocche’ perfetto, ma non sono e non mi considero inglese!

        • Aldo Reda

          Le persone non sono definite dal loro passaporto, dal colore della loro pelle, dalla religione che professano, ecc… ma dai loro comportamenti. Lei è un razzista. E mi fa schifo piu di questa ragazza.

          • Kimo Timonen

            Ma perché si continuano a usare le parole a casaccio? Cosa c’entra il razzismo (cioè la razza) con l’essere contro al ritorno di una terrorista rea confessa? La razza non c’entra una beneamata mazza in questo discorso. E sono quelli come lei che usando parole a sproposito le hanno completamente svuotare di significato e senso

          • Aldo Reda

            Se non te ne sei accorto, rispondo a messaggi di persone che attaccano questa donna non per i suoi comportamenti ma per la sua appartenenza religiosa e per la sua nazionalità. I commenti in questa pagina trasudano di razzismo e meritano di essere stigmatizzati.

          • Kimo Timonen

            Infatti, sei tu che non ti sei accorto che “razzista” non c’entra una mazza con l’appartenenza religiosa. Ma tu insisti nell’errore pure dopo che te l’ho fatto notare, è ridicolo.
            Per quanto riguarda la nazionalità mi pare si dica che può restare dov’è per quello che ha fatto non perché è marocchina (e manco italiana, pare) e di nuovo “razzista” non c’entra nulla.
            Poi stigmatizza quello che ti pare ma usa parole che abbiano un senso, invece che contribuire in prima persona a farglielo perdere

          • Divoll79

            Non ha a che fare con il colore della pelle, no, ma ha a che fare CON LE ENORMI DIFFERENZE DI MENTALITA’, CULTURA, USI E COSTUMI. Che quando sono troppo distanti entrano in conflitto tra loro, cosa che e’ oggi sotto gli occhi di tutti, tranne degli “schifiltosi” come lei, grazie ai quali MUORE GENTE INNOCENTE e un Paese intero va a scatafascio.

            Per altro, io disprezzo chi viene in un paese altrui con l’intento di impiantarvi le proprie regole e detesto i predicatori come lei, perche’ di norma sono dei grandissimi ipocriti che fanno un gran male nella convinzione di essere buonissimi.

          • Aldo Reda

            Lei è troppo ignorante per capire fenomeni complessi come questo. Torni al bar a cianciare con i suoi trogloditi amici

          • Divoll79

            Lei e’ troppo tronfio, arrogante e limitato anche solo per ipotizzare che il suo interlocutore potrebbe avere di gran lunga piu’ cultura ed esperienza di lei, e magari non frequentare nessun “bar”. Ed e’ tipico delle persone limitate che si credono di buone e di sinistra (senza esserlo e senza nemmeno sapere cosa sia davvero “sinistra”), quando non hanno altri argomenti, lanciare insulti senza capire che insultano solo se stessi.

          • girasole

            Se tu avresti frequentato qualche bar, forse avresti imparato qualcosa della vita pratica, e meno arroganza nel tuo intelletto istruito. Togliti quella puzza al naso come il tuo amico Reda è scendi giù per terra tra i comuni mortali. Somarello. Saluti.

          • Divoll79

            Attaccabrighe, amico di Reda (chiunque sia) sara’ lei.

          • girasole

            Strano, scrivete è pensate allo stesso modo. Se mi sono sbagliato chiedo scusa. Saluti

    • luigirossi

      Io,cara Clio,starei all’allerta sugli Jiadisti,ma letta la stampa ebraica italiana ed internazionale ed i suoi attacchi pieni di odio al nuovo governo,mi preoccuperei anche di un’attentato del Mossad Sul quale nessuno avrebbe il coraggio i dire la verita’.

      • ClioBer

        È un’idea che, da qualche giorno, frulla in testa anche a me.
        Non so se Mossad o deep state US, uno più pericoloso dell’altro, ma ho cercato di allertare e a prendere precauzioni chi di dovere.
        Però, se guardiamo bene, il consenso che sta raccogliendo Salvini e il governo, persino da Trump, destinato a sconvolgere gli equilibri europei e fors’anche mondiali, risulta indigesto a tanti altri, a partire dall’infida presidenza francese e ai poteri che l’hanno voluta e la sostengono.
        Saluti

        • Paolo Ventura

          Infatti, Maccarron si è scagazzato addosso in una maniera invereconda.

        • Marco_Seghesio

          Ci salvi Lei, La prego !

      • agosvac

        Il Mossad è sicuramente pericoloso, per farne parte si deve essere quasi delinquenti. Dubito , però, che possano agire indisturbati in un Paese coeso e pronto a reagire.

        • Divoll79

          Se ne fregano, agiscono dovunque, specie dove hanno molti appoggi. E da noiu ne hanno a iosa.

          • agosvac

            Ecco, appunto, “dove hanno molti appoggi”. Benissimo, togliamo loro questi appoggi e non potranno più fare niente.

          • Divoll79

            E come fai a tagliarli? Dovremmo tutti smettere di leggere la maggior parte dei quotidiani e non guardare la maggior parte dei canali in TV, non comprare un mucchio di prodotti che fanno capo a loro. E poi ci sono le istituzioni, in cui molti politici danno loro sostegno (quando non sono direttamente “coinvolti”). E poi c’e’ Washington, Wall Street, la Federal Reserve, le banche, le assicurazioni, il cinema (sale incluse)… Io penso che quel che li sbaragliera’, alla fine, saranno loro stessi. Il Male, il sopruso, l’autoreferenzialita’, la furbizia sono tutte cose che lentamente, ma inesorabilmente segano il ramo su cui sono seduti. E sta gia’ avvenendo, con l’avvento del mondo unipolare. Curiosamente, il NWO sta gia’ muovendo i primi passi, ma sara’ molto, molto diverso da quello che loro stavano costruendo.

          • agosvac

            Si può fare e lei ha dato un modo per farlo! L’unica cosa necessaria è un Governo che non accetti imposizione dall’esterno.

        • Italo Balbo

          Il Mossad ha già compiuto attentati in Italia, e l’Irgun ancor prima, cerchi attentato villa Torlonia, 1946, e Argo 16 nel 1973, solo per citare i più famosi e sanguinosi.

          • agosvac

            So benissimo quello che ha fatto sempre il Mossad, ma lo ha fatto perché nessun Governo ha voluto o potuto reagire. Se un qualsivoglia Governo, per esempio quello attuale, fosse in grado di avere la fermezza di reagire, finalmente, allora Israele dovrebbe pensarci due volte prima di agire sul nostro territorio. In fondo Israele è un piccolo Stato con un grosso esercito, ma è e resta molto piccolo: per sopravvivere ha bisogno dell’approvazione di più gente possibile, senza questa approvazione e senza il consenso più o meno esplicito, non va da nessuna parte.
            L’invincibilità di Israele è solo un mito: ha sempre vinto contro paesi deboli da un punto di vista militare o, comunque, disorganizzati.

          • Italo Balbo

            Nel 1946 la Polizia italiana arrestò i tre terroristi ebrei nel giro di 24 ore, ma fummo obbligati a rilasciarli per ordine dei militari Angloamericani.

          • agosvac

            Lei parla di un periodo in cui, probabilmente, neanche si era ancora svolto il referendum , taroccato dai comunisti, che sancì la fine della Monarchia e l’inizio della Repubblica. In quel periodo l’Italia era ancora occupata dagli anglo americani. Neanche esisteva un vero Governo!!! Ma ricordo che molti anni dopo un certo Craxi si oppose fermamente agli americani.

          • luigirossi

            Caro amico,siamo d’accordo.Il punto è che in Italia c’è il PD,partito di sozzi traditori pronti ad avviare la copertura e la seguente disinformazione.

          • agosvac

            Giusto, ma il PD è sempre meno influente e, se continua così, dubito possa fare granché! Dipende da noi tutti!!!

    • candido

      Ancora una volta, complimenti per forma e contenuto !

  • Paciullo

    Rimanga lì e sia il governo siriano a giudicarla, è andata a fomentare terrorismo, morte e violenza pura in quella terra, si prenda le sue responsabilità.

    • agosvac

      Lei ha detto una cosa giustissima: i Curdi li consegnino, uomini e donne, ai siriani. Sono loro che più hanno sofferto per l’isis, li giudichino loro.

  • Ling Noi

    Per i terroristi isis e i loro famigliari, una sola soluzione: fucilazione.

    • JonnyB

      Concordo!

    • montezuma

      Se fossimo onesti intellettualmente. Ma oggi è una virtù che scarseggia.

  • thalia

    Ma queste non dovevano stare in Italia e meno devono tornarci, noi italiani abbiamo fatto capire al mondo che siamo masse di pastafrolla a cui il loro paese importa un fico secco. Sono gente violenta che già ha fatto storia dolorosa qui e non può essersi santificata d’improvviso, io rimpatrierei tutti i marocchini e grasso che cola se andrebbero via sani!

  • Georgi Mihaylov

    ma sto tizio la smette di raccontarci queste storielle da due soldi???????????????????

    se non l’ha capito, non me ne frega un beato **** della fine che farà ”meriem”, non me ne frega un **** di quello che farànno tutti quelli come ”meriem”, POSSONO anche morire subito.

  • Georgi Mihaylov

    2014 ”vado nello stato islamico, dove giuriamo la morte di tutti gli infedeli (compresi tutti gli europei)”

    2018 ”voglio tornare a casa (in europa)”

  • Georgi Mihaylov

    2014, giurano di distruggere tutti gli infedeli (europei in primis)

    2018, vogliono tornare a ”casa” (in europa ovviamente)

    spero davvero che non siamo cosi stupidi, ne sono europei, ne a casa loro.

    solo per il fatto che quella Me..a ha aderito all isis vuol dire che ha accettato che ”noi” siamo degli infedeli da uccidere, quindi DEVE rimanere la dov’è, faustobiloslavo deve anche comprendere che le sorti di meriem non ci interessano, quindi la smetta di fare sti articoli da due soldi

  • Divoll79

    Questa tipetta non e’ italiana ed e’ una jahidista che ha sostenuto i tagliateste, non vedo alcun valido motivo perche’ possa tornare (?) qui. Inoltre, mi fido molto di piu’ dei giudici siriani che di quelli nostrani.

  • Maria 1

    Perché intervistate i terroristi? Intervistate i siriani e gli iracheni vittime di questi mostri è a loro che devono andare i nostri aiuti non ai loro carnefici, questa rivuole la mamma perché è stata catturata, ma non è cambiata per niente s fosse davvero pentita Meriem farebbe nome e cognome dei jihadisti giunti in Europa. Nessuna misericordia per chi ha spezzato e distrutto migliaia di vite.

  • fabiano199916

    È cittadina marocchina? Che se ne vada in Marocco

  • Lamberto Z

    Nessuno provi a riportarla in Italia! Stiamo rispedendo indietro i clandestini figuriamoci i terroristi. Togliere immediatamente la cittadinanza a tutti quelli andati via per l’isis per evitare ogni possibilità di rientro.

  • Roby 83

    Fucilazione, espulsioni di massa, processo alla Boldrini per averci riempito di “risorse” che ci avrebbero sgozzato se avessero vinto.

  • Gian Franco

    meritano tutti la morte questa gentaglia feccia della umanità occhio per occhio dent per dente

  • Lorenzo Blu

    dalla faccia e’ beduina stia con i fratelli busdulmanisdimi dove si trova con figli annessi, di italiano o padovana nn ha nulla se non un passaporto concesso da qualche handicappato di sinistra

  • Lorenzo Blu

    fucilatela …vi pago il proiettile, oppure se volete vi pago il coltello da macellaio, ma se muovete le sottane ne troverete piu’ di qualcuno di vostro gradimento

  • Lorenzo Blu

    si deve fare una legge per cui se ti sposi una italiana tu nn lo diventerai mai , e hai diritto a rimanere sul suolo italiano sono finche’ sei sposato e non becchi neppure una multa, alla prima multa fuori dalle palle e visto che sei sposato ti porti appresso anche l handicappata che ti ha sposato

    • montezuma

      Impossibile fino a qualche giorno fa. Ma anche adesso vedrà i piagnistei!

  • RedNet

    Ma per l’amore di tutti, sarebbe ora che pensi al suicidio senza amazzare altri. Un atto d’amore per tutta l’umanita, allora si che sei una persona in gamba.

  • Federica_la_mano_amica

    I suoi genitori marocchini a che titolo sono venuti in Italia? C’è la guerra in Marocco? Questa non è italiana di origini marocchine ma marocchina di origini marocchine, e che se ne ritorni là.

  • potier

    ma privare della cittadinanza italiana ed europea a certi personaggi come la tizia in questione non si può !?
    altrimenti qualcuno dovrebbe cominciare a pensarci come respingere o allontanare questi soggetti dal continente privandoli del diritto di rimanere tra noi … altro che carcere, dal momento che tanto dopo pochi mesi sarebbe già a spasso libera o liberi di impestare le nostre società con le loro farneticanti storie di una religione che più che religione questo lslam pare più che altro una pericolosa setta di esaltati … ma se ne tornino pure in Africa tra le dune e le sabbie del deserto per la miseria e ci lascino tranquilli come lo eravamo in passato !

  • Aldo Reda

    Povera ragazza. Mi dispiace molto. Sono tragedie da entrambi i lati e mi rendo conto di come una ragazzina possa farsi adescare da truffatori.

    Per quel che mi riguarda, vanno trattati come pentiti di mafia: non c’è nella sostanza alcuna differenza. Se vuota il sacco, racconta tutto quello che sa, fa tutti i nomi di chi è in Europa e che potrebbe essere pericoloso per la sicurezza, per quel che mi riguarda può tornare in Italia, anche evitando il carcere.

    Aggiungiamo all’accordo dichiarazioni pubbliche di pentimento e dichiarazioni televisive in cui spiega quanto arretrata e orrida fosse la società islamica.

    • girasole

      Quindi dovrebbe fare la spia? Non è un buon insegnamento, anche se si tratta di terrorismo. Va giudicata da un tribunale militare, lì dove sono stati commessi i reati. Chi può dire se ha ragione o torto? Anche i partigiani facevano terrorismo, forse sbagliavano? In definitiva la legge da ragione a chi vince. Come la seconda guerra mondiale. Saluti

      • Aldo Reda

        “Fare la spia” e denunciare dei terroristi è un comportamento indubbiamente virtuoso e da premiare. Gente come te che ritiene moralmente sbagliato “fare la spia” per denunciare un criminale, mi fa senz’altro più paura (e schifo) di questa ragazza.

        • Divoll79

          Vedo che a lei viene schifo con facilita’. Ha provato a farsi controllare il fegato?
          Il che non ha nulla a che fare col denunciare i terroristi, cosa che dovrebbe essere obbligatoria.

          • Aldo Reda

            Lei è un problema molto maggiore dei terroristi.

          • Divoll79

            Per dire cose simili a chi semplicemente esprime le sue opinioni e non va certo in giro ammazzando indiscriminatamente gente innocente, e’ evidente che ad avere dei problemi e’ lei. Mi fa pena e tristezza che ci siano persone con una simile confusione di valori nella mente.

          • girasole

            Ancora con sti terroristi Divoll79? Piantala! hanno fatto una guerra, hanno perso. Forse che sganciare bombe sulle città non è terrorismo? forse bisogna chiamarsi prima Nazioni per avere diritto di bombardare le città, stazioni, centrali, e altro. Ognuno la guerra la fa con i propri mezzi. Visto che parlavi di difesa del suolo Patrio, loro laggiù difendevano quello, da americani, russi, e altri. e la loro terra, cosa ci stiamo a fare noi? Quindi vedi tu di toglierti la confusione che hai nella testa. Sempre cordiali saluti.

    • girasole

      Sei un piccolo ragazzotto maleducato che non sa rispondere a delle domande poste.
      Ritieni che i partigiani erano dei criminali? Ritieni che delle persone che combattono per i lori ideali indipendentemente giuste o sbagliate che siano le loro idee siano dei criminali? forse tu puoi dire cosa è giusto? Forse che gli americani con la bomba atomica sono stati delle mammolette? Forse c’è qualche guerra giusta? Rispondi a queste domande piccolo somarello, invece di dare titoli. Saluti

      • Divoll79

        Una guerra giusta c’e’: quella di difesa del proprio patrio suolo, quando questo vienne attaccato/invaso.

    • girasole

      Piccolo ragazzotto maleducato, che non sai rispondere a dei quesiti posti. Pensi che i partigiani erano dei terroristi? cosa sai tu di persone che combattono per i loro ideali, giusti o sbagliati che siano. Ho anche scritto di giudicarla lì dove sono stati commessi i reati. Forse tu sai dire qual è la guerra giusta? Per te gli americani buttando la bomba atomica sono stati forse delle mammolette. Piccolo somarello che ti arroghi il diritto di offendere le persone non sapendo neanche chi sono. Maleducato e stupido. Saluti

      • Aldo Reda

        Io la giudico da quello che dice, che la definisce. I partigiani hanno fatto non bene, benissimo. Gli americani pure, i quali non erano terroristi ma una nazione aggredita e in guerra. Sono peraltro appena tornato da Pearl Harbor. Questa giovane ragazza, adescata da una rete criminale, andrebbe reintegrata se dimostra di collaborare con la giustizia e di rinnegare ogni idea fondamentalista. Il perdono, del resto, è un valore cristiano molto chiaro. I politici che giurano sul vangelo dovrebbero ricordarselo.

        • Divoll79

          Scusi, quand’e’ che, nella loro intera storia, gli americani sono stati gli aggrediti da qualcuno?
          Pearl Harbour e’ stata una false flag (ovvero un laissez faire, sapendo di sacrificare un certo numero di propri militari) per poter entrare in guerra, in quanto il popolo americano era assolutamente contrario a immischiarsi nella guerra europea.

          • Aldo Reda

            Mavaccagare.

          • Divoll79

            Grazie per aver sciolto ogni dubbio sul bassissimo livello al quale, evidentemente, e’ abituato e sulla sua totale incapacita’ di dialogare per mancanza di sapere, di educazione e di stile.

          • Divoll79

            PS – Un grazie personale al moderatore.

          • girasole

            Appunto, se non sono mai stati aggrediti perché sono andati in giro per il mondo ad aggredire gli altri? forse con la scusa della democrazia si può fare? o centra molto i discorsi commerciali che qualunque Nazione persegue? state qui a discutere con quella arroganza di io so tutto e ora vi spiego. “IO SONO LA VERITA’ LA VIA ECC.….” Saluti

    • girasole

      Si, come quando i tedeschi e fascisti torturavano i partigiani per farsi dire dei loro compagni. Gli americani hanno ragione perché hanno vinto una guerra, se avessero perso sarebbero stati giudicati come criminali, tu non ceri in Giappone, ma i giapponesi quando hanno sganciato le bombe atomiche, si! Come si fa a dire in guerra chi è criminale e chi no, la guerra è già un crimine qualunque essa sia. Chiudo dicendo che non c’è bisogna che si penta, la diano ai siriani, lì sono stati commessi i reati e lì vanno giudicati. In quanto al fanatismo religioso anche il cristianesimo non ne è immune, duemila anni fa erano i peggiori, leggi la filosofa IPAZIA di Alessandria d’Egitto. Saluti.

      • Aldo Reda

        1) Impara a scrivere: i tuoi continui errori ortografici mi fanno sanguinare gli occhi;
        2) Non ho alcun dubbio di chi fossero i buoni e i cattivi nella seconda guerra mondiale. I valori del nazifascismo fanno orrore mentre quelli delle democrazie liberaldemocratiche sono il faro della civiltà;
        3) addio.

    • girasole

      Ma certo che gli americani hanno fatto bene, per finire prima la guerra hanno sganciato due bombe atomiche per carità Cristiana. Io li non cero e tu? Dico questo per dire che è molto difficile dire cosa in guerra è bene e cosa è male. Quella ragazza è fanatica, ma sono i cattivi maestri che vanno eliminati. Quindi va processata in Siria se a commesso dei delitti. Ma se ha combattuto come soldato non va processata resta una prigioniera di guerra. Non ha nessuna importanza sotto quale bandiera dell’ ISIS o un’altra, era in zona di guerra, mentre il terrorismo di attacco alle città o altri luoghi pubblici e da criminali. Saluti

  • montezuma

    Con il buonismo e gli interessi che circolano da decenni in Europa, non ci sono molti dubbi al riguardo. Ormai ci sono più moschee che chiese. Chi è causa del suo mal …

  • la-gazza

    ricordo anni fa il
    padre che piangeva in tv… solitamente penso sempre all’uso della
    taqiya e prendo queste cose con le molle, ma in quel caso lui mi è
    sembrato una brava persona e la sua disperazione sembrava sincera.
    Quante famiglie rovinate da questi “cattivi maestri”… quante
    menti annebbiate. Forse irrimediabilmente, come nel caso della
    ragazzina… che vuole tornare a casa non per pentimento ma solo
    perché Daesh ha perso la guerra. Come ci si può quindi sentire
    sicuri con gente del genere per le strade?

    • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

      Appunto .. nel dubbio lasciamola ai tribunali siriani e a un paio di metri di corda dopo la sentenza

  • candido

    Molto pentita, ma tiene il velo e non fa i nomi delle altre donne rientrate in Europa. Se capisco è marocchina ex residente in Italia, quindi marocchina e basta, con marito palestinese e due figli marocchino/palestinesi. Il califfato non gli piace solo perché i nemici bombardano ed ha paura. Ha chiuso gli occhi e si è ritrovata in Siria, cosa vuol dire ? Scusate, ma solo perché abbiamo ospitato e continuiamo ad ospitare la famiglia, cosa dovremmo fare adesso ???

  • ENRICO

    Far tornare in Italia una così?
    MAI!!!!!!!!!

  • zanzaratigre

    Non c’è nulla da fare, sono sempre più convinto che Magdi Cristiano Allam abbia mille ragioni per sostenere che l’Islam non sia affatto una religione di pace come vorrebbero farci credere e che dovrebbe essere messo alo bando. In Europa abbiamo delle serpi in seno e vogliamo che ci iniettino il loro subdolo veleno. Inoltre in passato ci sono stati degli IDIOTI che sostenevano che gli Jihadisti non sarebbero arrivati con i barconi. Per fortuna qualcuno di quegli IDIOTI è ora nel dimenticatoio, ma purtroppo altri continuano con il buonismo da schifo. Italiani ed Europei SVEGLIAMOCI!

  • montezuma

    Quindi? La dovremmo far santa subito? Questa è gente tarata come chiunque gli dà retta!!!

  • Mario Marini

    Ho capito chi è questa ragazza, è la figlia di un marocchino che andò più volte in tv, la più famosa è quella alla trasmissione “Dalla vostra parte” su rete4, il padre, in evidente stato di shock ,certamente non competente in materia di pc e con grande leggerezza non fu capace di controllare quelli che avvicinarono la figlia via web. E pensare che in Italia sia la moglie che le figlie di questo marocchino NON portavano alcun tipo di velo. Se ritorna ad essere quella di prima, dopo aver scontato un periodo di detenzione ovviamente, potrebbe ritornare, in Marocco certo, in Italia non dovrebbe esserci più posto

  • best67

    ce ne eravamo accorti!

  • Aaqarab

    Ha sbagliato la tempistica, avrebbe dovuto piagnucolare prima quando c’erano boldrini e feccia varia al governo.

  • Bragadin a Famagosta

    tenete lontana sta tizia..fuori dalle balle lei e la sua prole

  • Sterminator

    Questa gente deve avere una punizione esemplare… lasciamoli ai tribunali siriani, è giusto che vengano processati dal popolo siriano che ha sofferto moltissimo a causa loro

  • Bragadin a Famagosta

    Italiana quella? ma va la…

  • Andy Paperoga

    Ah ecco, parlavano di “italiana ” e invece si scopre che è una marocchina residente in Italia, che andava a scuola e usciva con quelli che -apparentemente- considerava amici salvo poi avere un solo chiodo fisso. Ma siamo poi così sicuri che le famiglie diano un’educazione così tollerante e/o neutrale ai loro numerosi figli? Più leggo e sento di queste cose e maggiore è il sospetto che siano loro i primi a nutrire un senso di distanza e di superiorita’ talmente profondo da “noi” da condurli, nei casi più estremi , a tutto questo.

  • agosvac

    Francamente non riesco a capire questa serie di articoli strappalacrime che tendono a convincerci di riaccettare le donne che a suo tempo sono andate in Siria, di loro volontà, abbandonando famiglia e stabilità per combattere a favore dell’isis e contro di noi tutti. Nessuno le aveva obbligate a farlo, lo hanno fatto e quindi ne subiscano le conseguenze: come si suol dire “chi è causa del suo mal, pianga sé stesso”. Se, per disgrazia, l’isis avesse vinto invece di essere pressoché distrutta, queste stesse donne se ne starebbero felici e contente nell’ex califfato islamico, prontissime a sgozzare eventuali prigionieri, anche italiani. Tra l’altro non c’è una di loro che abbia rinnegato l’islam , dicono che si sono pentite, ma solo di avere perso, finché vincevano non erano per niente pentite. Troppo comodo!!!!!!!

  • Cel Cap

    Di quello che si è questa invasata. In me ne po frega de meno. Non ha detto una sola parola sul fatto che cambierà modo di vedere e pensare dice solo che é stata fregata dall’idea che si era fatta dell’isis ma non ha detto che ha cambiato modo di pensare.
    Lasciatela dov’è perché altrimenti ci troveremo una che aiuterà il terrorismo dall’interno del nostro paese. Non siate buonisti inutili.

  • bruno

    i capi jihadisti europei siu chiamano Macron e Mey quelli che lanciano missili contro l’esercito siriano quello che uccide sul serio i terroristi

    • Divoll79

      Ha scordato gli americani che, per quanto Trump ne avesse annunciato il ritiro, sono ben piazzati sul suolo siriano e addirittura bombardano il territorio (teoricamente sui jahidisti, ma in pratica, ooops!, le loro bombe finiscono sempre “per caso” sui curdi e sui siriani).

  • Divoll79

    Sara’ anche cresciuta per alcuni anni in italia e sapra’ anche parlare l’italiano, ma, come si sa, un gattino nato o cresciuto in una stalla non diventa per questo un cavallo (al massimo, un cavallo di Troya). Di italiano non ha nulla, ne’ la faccia (tipicamente magrebina), ne’ il velo (tipicamente islamico), ne’ il comportamento (tipicamente fanatico). Penso che la sua voglia di venire qui, adesso, sia dettata non dal pentimento (assente in quegli occhi duri), ma dal progetto di continuare la Jihad qui da noi. Ed e’ probabilmente anche per questo che non svela i nomi degli altri jahidisti. Il giuramento che prestano e’ per sempre, non esistono “pentimenti”.

  • Paolo Ventura

    Sembra un articolo scritto da uno di quei preti capelloni che si sono dimenticati di cosa sia la Chierica; sempre pronti a perdonare e ad accoglie a braccia aperte qualsiasi suino/a purché siamo noi a pagarne le conseguenze e loro a ben lucrarci sopra.

  • Fracaxxodavelletri

    Che resti con i curdi. E che se strapazzino per benino. Non me ne frega un accidente né di lei e tanto meno della sua pignuccolosa famiglia. Dipendesse da me li invierei tutti lá o in quel che resta del territorio isis. Quanto agli in filtrati Isis giunti in Italia sui barconi e con le navi ONG o peggio ancora con quelle della MM la colpa ricade su quei coglio@@nazzi che ci hanno governato e su quei coglio@@nazzi che li hanno votati, sulla chiesa cattolica, sulla caritas e sulle cooperative che ci hanno guadagnato fior di milioni. Tanto paga pantalone con le sue tasse. Ci hanno strarotto con questo buonismo accogliente…..di delinquenti comuni e terroristi.

  • gianni cristiani

    NON PRENDIAMOCI IN GIRO. questa IN iTALIA CI Avrà AL MASSIMO PASSATO QUALCHE GIORNO. rISONDA DEI CRMINI DELL’iSIS, Di CUI LEI E’ COMPLICE, ALLE Autorità SIRIANE. Applicare la regola della associazione a delinquere. Inutile che si metta a piangere: non fa nessuna compassione. Basta con le perorazioni del Giornale per questa sciagurata.

  • girasole

    Io i miei commenti li ho mandati a quel somaro di Reda, che gli sanguinano gli occhi per i miei errori di ortografia. Sei solo un piccolo borioso, se tu fossi una persona intelligente dovresti solo commentare le idee di una persona. Tu sei un ignorante e maleducato senza un briciolo di umiltà. Quelli come te laureati, tanto tempo fa in un concorso pubblico nel Comune di Orbetello -GR- sono stati bocciati in Grammatica, documentati. Quindi le democrazie possono sganciare bombe, gli altri no, bravi, siete i soliti intellettualoidi con una laurea senza un po’ di cervello. Fatevi curare, ammesso che per voi esista una cura. Cordiali saluti

  • Luigi za

    Povera oca e povera Europa che ha ospitato ed è così stupida da continuare ad introdure nel suo territorio persone simili facilmente plagiabili, ottimi strumenti da utilizzare da parte di chi ci vuole morti.

    • Divoll79

      Non offenda le oche, caro, perche’ sono bestiole di grande simpatia e intelligenza, al contrario della signorina di cui sopra.

  • https://uncino.eu Federico

    Se i suoi amici l’accoppassero la finiremmo con questa lacrimevole pagliacciata.