In trincea con gli “italiani di Putin”

La caserma del battaglione Vostok si trova alla periferia meridionale di Donetsk, oltre il ponte sul fiume Kalmius.

Qui si addestrano i più temibili reparti della milizia separatista del Donbass, che da ormai due anni – nelle trincee di Piski, Spartak e Makeevka – tengono testa all’esercito di Kiev. Superare i posti di blocco non è facile. Bisogna ottenere le apposite “akreditacija”, che verranno controllate con cura dalle guardie armate di kalashnikov che presidiano i cancelli d’ingresso. Gli edifici sono arredati con stile spartano: qualche tavolo sgangherato, alcuni vecchi computer anneriti dal fumo del tabacco, le brandine con la rete sfondata, le rastrelliere colme di armi. Ovunque, sulle mensole e sui muri, una strana collezione di falci e martello, antiche bandiere zariste, stelle rosse e berretti da cosacco.

Pochi giornalisti occidentali sono riusciti ad accedere a questa incredibile cittadella filorussa. È qui, nel grande cortile in terra battuta solcato da fossi anticarro e reticolati, che abbiamo incontrato due dei combattenti italiani che si sono uniti alle truppe ribelli anti-ucraine: il varesino Gabriele Carugati e il bresciano Massimiliano Cavalleri, nome di battaglia “Spartaco”. L’intervista è durata pochi minuti, giusto il tempo di qualche sigaretta: i due – reduci da qualche ora di riposo nelle retrovie – si stavano preparando per rientrare in trincea.

LEGGI ANCHE
È con i filorussi, ferito un italiano

“Ogni volta che sparo a un soldato ucraino – ci ha detto Cavalleri, calcando ogni singola parola nel suo inconfondibile accento lombardo -, immagino i colpire uno dei nostri politici di Bruxelles”. Carugati aveva un’espressione più timida. Di lui sapevamo pochissimo: conoscevamo la sua età – 25 anni – e le attività politiche della madre, che era segretaria della Lega Nord in un paesello della Brianza. Pochi studi, un lavoro precario, nessun curriculum militare.

Cavalleri – ex assaltatore degli alpini e parà della Folgore – era senza dubbio il più esperto della coppia. Nel febbraio 2015, durante la battaglia per la conquista dell’aeroporto di Donetsk, era stato ferito a un piede da un colpo di arma automatica: “Ho visto molti miei compagni morire – ci ha detto -. Quando il piombo ti scava la carne, vieni colto da una sorta di scarica nervosa. Ricordo che quel giorno mi gettai sulla mitragliatrice e iniziai a sparare come un ossesso. Perdemmo molti camerati, ma riuscimmo a respingere tutti gli assalti ucraini”.

LEGGI ANCHE
A Donetsk si continua a morire

Sono una dozzina i volontari italiani che hanno abbracciato la causa separatista. Il più celebre di essi è senza dubbio Andrea Palmeri, l’ex ultrà neofascista della Lucchese giunto nel Donbass nell’estate 2014 e che oggi lavora per l’amministrazione della repubblica popolare di Lugansk.

Cosa spinge un giovane europeo ad abbandonare la casa, il lavoro, la famiglia, le sicurezze della vita occidentale, imbracciare il fucile e venire ad ammazzare (e farsi ammazzare) tra queste lande desolate ai confini con l’Asia? Una risposta non c’è, o forse ce ne sono molte, e sono un inedito mix di nazionalismo, anti-atlantismo, esaltazione comunitarista, romanticismo in salsa 2.0 e una più indefinita voglia di menare le mani.

LEGGI ANCHE
Dagli Usa nuovi aiuti militari per Kiev

“Perché combatto quaggiù? – ci ha detto Cavalleri – Perché se oggi vinciamo in Ucraina, domani potremo farlo in Italia”. Così ragionano gli italiani di Putin, nel grande piazzale della caserma del Vostok.

  • alessio f

    un foreign fighter dunque

    • Andre

      No semplicemente un’Italiano non asservito alla NATO ed alle lobby atlantiche….un tempo di diceva un Patriota ed Idealista.

      • alessio f

        è un foreign fighter che dovrebbe essere perseguito penalmente. i patrioti combattono per la patria propria, non quella altrui.

        • Kipelov

          I foreign fighters sono quelli appartenenti alla NATO che si trovano sul suolo ucraino e che stanno addestrando ed armando le truppe di Kiev,a dispetto della tregua di Minsk.Il principio della sacralità di difesa non ha nazionalià,è universale.Chi si difende NON è un foreign fighter.

          • alessio f

            si si vabbè. fino a prova contraria l’ucraina è stato sovrano libero di stipulare accordi internazionale con chi gli pare, pure con la Nato. Piaccia o non piaccia al vostro idolo Putin

          • Kipelov

            La sovranità ucraina ha finito di estendersi da un pezzo nel Donbass e nella Crimea,piaccia o non piaccia al vostro idolo usa.

          • Caine

            Andre e kipelov esperienze militari ??

          • Andre

            Caine esperienze militari?

          • Kipelov

            Potrebbe anche darsi, lascio a lei il beneficio del dubbio. Nel caso, a che pro dovrei menzionarle qui ?

          • Andre

            Così i popoli russofoni hanno tutto il diritto di autodeterminarsi e quindi staccarsi dall’Ucraina e riunirsi a paesi a loro affini. Piaccia o non piaccia al vostro idolo Obama

          • carlo

            anche i popoli Caucasici turcomanni avrebbero il diritto di autodeterminarsi e quindi staccarsi dalla Russia e riunirsi a paesi a loro affini ! o no !? che cosa ci fanno i Russi Europei in Caucaso , in Abkhazia , in Ossetia ? in Chechnya ?
            in Dagestan ? che cosa ci fanno lì i carri armati Russi ?

          • virgilio

            che cosa ci fa il sud tirol in Italia,che cosa ci fa la sicilia in Italia
            Anibale vieni a riprendertela

          • virgilio

            l’Ucraina non e uno stato libero e ancora meno sovrano li ce stato un colpo di stato

          • carlo

            lì ci sono state due elezioni ! le presidenziali il 25 maggio / 15 Giugno 2014 e le elezioni parlamentari il 26 Ottobre sempre nel 2014 ! forse è meglio aggiornare la cronologia politica internazionale !

          • Kipelov

            Storie, e lei lo sa benissimo. In Ucraina c’è stato un golpe finanziato dagli usa/bce.Fallita miseramente la rivoluzione arancione con gli altarini pubblici sponsorizzati con la padronanza dalla treccia bionda, gli interessi atlantici sono stati castrati sul nascere.Questo con buona pace di tutti. Così si è passati alla fase due, con tanto di rivolta in piazza pagata 25 euro/die.Lo dica alla Ashton/Nuland ,così brava a preparare i tè con biscotti. Ipocritamente e disinformando voi sostenete sempre e soltanto ciò che voi ritenete democrazia.Le sue regolari elezioni sono state ritenute valide dagli sponsor ed investitori europei, i quali avevano già spartito le risorse statali prima ancora di inscenare le proteste in piazza. Non commento perché patetico oltre misura quanto concerne censura internet, ed informazione:se per questo in un’azienda non siamo assolutamente messi meglio ,dato le circolari che tagliano le news di tutti i crimini commessi dagli immigrati ed i soliti incensamenti piedini che alterano la realtà delle cose. Se poi per lei democrazia significa ascoltare imprecazioni e quant’altro nel doppiaggio dei film a iosa e perfettamente inutili nel contesto della trama ,ben vengano il controllo e la censura.Home banking e altre idiozie anche qui, non dica eresie:i russi hanno la carta di credito e usano il virtuale per gli acquisti dalla fine degli anni 90 ben più degli italioti, ma dove cavolo l’ha vista lei la Russia??Aggiungo quanto sia risibile e goffo poi l’intercalare nel parlato di vocaboli stranieri, i quali vengono pronunciati solitamente con accento e pronuncia orribile e servono esclusivamente ad apparire acculturati o cool…in tutti i sensi,se conosce la pronuncia dialettale lombarda per sedere. Siamo italiani, quando ai parla tutti insieme si dice colloquio, non meeting. Il resto lasciamolo agli Yankees.Lei si nutra pure di ormoni ed OGM atlantici e beva la Coca Cola, io preferisco il shaslik ed il kvas russi.

        • Andre

          Non se la propria patria è asservita ed occupata da truppe straniere e i propri politici fanno l’interesse straniero invece che quello nazionale quelli che tu chiami patrioti sono collaborazionisti.

  • Poliedrico

    I fascisti di Putlher.
    Cavalieri: “Ogni volta che sparo a un soldato ucraino, immagino i colpire uno dei nostri politici di Bruxelles”.- “Perdemmo molti camerati, ma riuscimmo a respingere tutti gli assalti ucraini”.
    Andrea Palmeri, l’ex ultrà neofascista, con Cavalleri e Carugati tentano di formare un unico reparto sotto le insegne tricolori.
    Non è per caso che si riuniscono a San pietroburgo,con a capo Aleksandr Dugin, la comunità nazifascista europea più numerosa è in Russia.
    Se tornassero, per la legge sui foreign in fighters, andrebbero giustamente in galera.

    p.s. lavoraccio fare i troll per Putin, dopo lui tocca leccare pure i fascisti

  • nik88nk

    Buffo, fascisti e leghisti che combattono per i “leader” del Donbass, i quali rendono omaggio alle figure di Lenin, Stalin e che si rifanno alla più criminale delle ideologie di stampo comunista. Le uniche persone alle quali può piacere Putin (o chi per lui) sono i fascistelli o gli ignoranti che hanno le idee un po’ confuse…anche se “fascista” ed “ignorante” spesso vanno di pari passo.

    • Andre

      Buffo sinistrati e catto-comunisti che combattono per i “leader” dell’Ucraina i quali rendono omaggio a Bandera ed Hitler e che si rifanno alla più criminale delle ideologie di stampo nazista. Le uniche persone alla quali può piacere la NATO (o chi per loro) sono i sinistrati catto-comunisti che hanno le idee un pò confuse…anche se “sinistrato” ed “ignorante” spesso vanno di pari passo.

      • nik88nk

        Sai copiare, bravo. Magari la prossima volta confuta quello che dico invece di fare il bravo pappagallino. Cracker? :-)
        Su youtube: 1) The Donetsk People’s Republic vicenews, 2) Russian roulette dispatch 106
        Se per nazisti ti riferisci al movimento “settore di destra” in Ucraina, basta che guardi quanto hanno preso alle elezioni e quanti ce ne sono nel parlamento.

        • Andre

          Mi fai una pena…poveretto…ti brucia? :)) dai dai che passa ma gli ameriCani ti daranno un bel vasetto di vasellina…voi atlantisti siete poi avvezzi a quella.

          • nik88nk

            Eppure non mi pare di dire nulla di difficile: se i tizi italiani dell’articolo sono andati nel Ddonbass perchè credono nell’esperienza comunista dell’Unione Sovietica fanno bene a stare dove stanno. Se credono di combattere per la “libertà” dal nazismo (uno di loro è un ultrà neofascista) O.o….allora qualcosa non torna. Hai capito? Cosa mi contesti? Sai articolare un pensiero o filo logico?

          • Andre

            Perché perdere fiato con voi atlantisti filo-ameriCani? E’ molto meglio prendervi per i fondelli. :) molto più divertente.

          • nik88nk

            Ah ok, sei uno di quei buffoni che non sapendo cosa rispondere fa la parte di quello che “prende in giro gli altri”…

          • Andre

            :)))) ehehehe mi sto divertendo da morire

          • carlo

            quelli come te , come voi , che cosa si ritengono ? è difficile capire ! siete tutto e il contrario di tutto ! andate a zonzo sui vari social a pontificare sul nulla ! fate soltanto confusione senza alcuna conoscenza di che cosa sono i fatti e la Storia .
            Anti-Americani ? Anti-Nato ? Anti-Europa ? boh … solo buoni a criticare senza costrutto chi vi ha permesso di avere una certa dignità economica e godere di libertà di pensiero di parola e anche di criticare a sproposito , come si ha modo di verificare in questo blog . tutti possono esprimere i loro concetti senza rendere conto ad alcuna autorità . sei almeno al corrente , sei almeno informato che quello a cui guardi con tanta ammirazione , neanche tanto nascostamente ha già approvato leggi per scoraggiare il dissenso , limitare la libertà di Internet , frenare la società civile , intimidire chi frequenta gli stranieri , criminalizzare qualsiasi opposizione ? Mister Putin ha già firmato una legge che richiede i Blogger popolari di registrarsi e presentare un piano di lavoro per l’esame sull’apertura degli stessi , oppure un altra legge che inasprisce sanzioni penali per chi sostiene una qualsiasi forma di separatismo nei media o su Internet , cioè il carcere ?
            e altro ancora introduce sempre sanzioni penali il carcere per chi due volte viene trovato colpevole di aver violato le regole di condotta a un raduno pubblico , ( e stiamo parlando di manifestazione pacifica ! ) oppure come tutte le società di Internet che raccolgono i dati personali devono passare su server
            Russi e quindi i Russi potrebbero non essere più in grado di prenotare biglietti
            aerei o prenotazioni alberghiere online , effettuare trasferimenti di denaro ,
            utilizzare qualsiasi cosa che coinvolge la tecnologia ” cloud ” dal momento che i database stranieri sono indispensabili per queste operazioni giornaliere ?
            lo sai che viene vietata la pubblicità sui canali via cavo e TV satellitare perche cosi la TV pubblica può eliminare dei concorrenti fastidiosi ? e cosi le piccole TV indipendenti saranno costrette a chiudere assieme alle loro sfide politiche al governo ? oppure siamo al ridicolo e al paradosso dove c’è già qualcuno al parlamento che intenderebbe vietare alle donne di indossare i tacchi alti e le scarpe da ginnastica di tela o la messa al bando di biancheria intima di pizzo sintetico ? già vengono vietate per legge l’uso di parolacce in opere di giornalismo , cinema, teatro , o musica , oppure un progetto di vietare qualsiasi parola straniera quale Football , o hamburger dai media , e altre amenità degne del peggior regime !
            e allora ! se la gente come voi con questi ideali bacati ammira quel regime accomodatevi ! prendete le valige ! andateci ! e restateci ! ma dubito fortemente vi sapreste adattare ! io da parte mia nonostante tutte le critiche si possano fare al sistema Americano , alla NATO , all’Europa o a chi cavolo volete voi preferisco questa nostra società anche se non così perfetta …

          • Emilia2

            Non voglio entrare troppo nella sua polemica con Andre, ma da tempo penso che in Italia sarebbe giusto almeno limitare l’uso delle parole straniere, cosi’ finiremmo di parlare e scrivere in italiese (e la gente forse potrebbe ricominciare a capire qualcosa di quello che dicono i politici).

          • Poliedrico

            non dargli troppo spago però, a questo ciarlatano delirante e ai suoi colleghi impegnati a ripetere a tutti le stesse farneticazioni, li pagano per i commenti che generano

          • virgilio

            be sai cosa ti dico io sono un citadino di un ex stato comunista
            (Est) e ci abito ancora e posso dirti che la vostra societa mi faceva schifo prima e adesso che la sto provando sulla mia pelle mi fa ancora piu schifo di prima,e questo grazie anche al vostro baffetto(Dalema) ma chi vi ha chiamati voi e la vostra merdosa di democrazia,ma non potete farvi i cxxxxxxi vostri

          • carlo

            è un po difficile capire il tuo post … si può soltanto intuire qualcosa …
            se la nostra civiltà ti faceva schifo prima e adesso , è un problema tuo ! io ritengo
            questa nostra civiltà non essere perfetta , ma se mi guardo attorno , non la cambierei affatto con un altra ! e poi quale altra ? quella Russa !? quella
            Cinese !? o quella dell’ISIS !? quella della giungla o della savana !? è un vezzo di molti giustificare le proprie frustrazioni e incapacità addossando le colpe
            ad altri o ad altre situazioni contestuali , ma è una giustificazione di comodo , null’altro . comunque mi dispiace per te …

          • virgilio

            no no non e una giustificazione di comodo,di comodo era la mia vita prima(nel senso che vivevo comodamente bene)
            da quando ci avete portato la vostra democrazia(senza che nessuno ve lo abbia chiesto)non ce piu niente di comodo qui ,e ti assicuro che non sono uno che porta rancore ma questa e una cosa che non ho ancora digerito

          • carlo

            si va be … ma se non ti spieghi è inutile scambiare opinioni ! dovresti contestualizzare il tema senza naturalmente entrare nel dettaglio e salvaguardare il diritto alla Privacy di ciascuno . altrimenti potrei fare io degli esempi di come si stava o non si stava bene nei paesi est Europa , del tipo : se un gruppo di individui qualsiasi , facciamo a caso, in Romania , facevano un lavoro retribuito con paga da fame , o un dissidente politico continuamente in carcere per le sue idee , o un ingegnere , o medico , o insegnante , che in occidente lo stesso lavoro sarebbe stato a differenza della Romania Comunista pagato molto bene , ne convieni che li in Romania questi non ci vivevano molto bene ! viceversa : sempre nella stessa Romania quei tali individui fossero stati funzionari di Partito , agenti della Securitate , diplomatici ecc si capisce che dal loro punto di vista in quel paese ci stavano bene eccome , con tutti i privilegi ?
            in sintesi non devo spiegare io di come si sono evoluti i fatti ! ” non abbiamo esportato noi li la democrazia , l’avete cercata e voluta voi ! se poi
            ( bisognerebbe vedere nel contesto paese per paese ) il cambiamento non ha dato in qualche caso , a qualche persona , i risultati sperati , evidentemente
            le cose erano talmente pessime che ci vorrà ancora del tempo !
            comunque ripeto , se non si contestualizza il tema , non posso essere in grado di dare il mio modestissimo parere .
            per finire , non c’è bisogno che dica io quanti e quali sono i grattacapi che abbiamo qua anche noi . anzi , se devo fare una piccola provocazione … dato che a quanto scrivi sei di un paese dell’Est Europa ? i nostri guai come Italiani sono cominciati proprio a partire dagli anni 90 ! dalla fine della guerra fredda ! sarà un caso !?

          • virgilio

            anche in Romania e stato tutto montato dagli americani adesso questo si sa e tutto venuto fuori,e poi sai quanto si vive bene adesso in Romania,io vivo in un paese dell’ex Yugoslavia e non ero ne uno del partito ne un privilegiato ma un semplice falegname e questo che e sucesso qui da noi non lo ha voluto la magioranza della gente ma solo 4 disgraziati sostenuti coordinati e orchestrati dagli americani seguiti dai loro leccaculi
            occidentali e il vaticano in testa,adesso va male anche da voi,siete gia al terzo dittatore(Monti,Letta,Renzi) se vuoi posso
            parlarne con il mio amico Putin posso sugerirgli di portarvi un po di democrazia,dopotutto ve lo devo siete stati cosi gentili con noi!

          • carlo

            mi dispiace ma non si può condividere quasi nulla di quanto tu scrivi , perche
            in Romania ci sono stato nei primi anni 80 come turista , nella zona di
            Costanza per la precisione , e la mia impressione non è stata affatto delle più positive , ma comunque sempre un’impressione personale , è inutile qui descrivere il tutto perche sono cose note e scritte nella storia ,
            dico soltanto ma non ne sono testimone diretto ; perche ripeto , ero li come turista e quindi il mondo reale era tutto un altro , in questi lunghi anni ho avuto modo tramite documentari . letture , testimonianze prese da Rumeni conoscenti e no conoscere che la vita di tutti i giorni era terribile ! ad esempio di come ai cittadini era consentito ; quando si trovavano ,comprare soltanto i piedini di maiali , perche il resto del maiale veniva venduto all’estero per pagare il debito dello stato . quindi si puo capire per quale motivo la ribellione Rumena ha fucilato in modo cosi sommario i due Ceaucescu .
            detto questo , riguardo la Jugoslavia il tema è un po più complesso , perche sappiamo benissimo di come quello stato fosse precipitato in una guerra civile con massacri e pulizie etniche, dove l’esercito Serbo era il più massicciamente armato rispetto a tutti gli altri , quindi la sproporzione a favore dei Serbi era quasi totale .
            il fatto che sia di moda addossare agli Americani tutto quello che succede di brutto nel mondo mi sembra soltanto una stupidità , detto cosi in modo molto semplice .
            in quanto al tuo ” amico ” Putin ” mi sembra che costui in questo momento dovrebbe spiegare , giustificare e rendere conto ai suoi ” sudditi ” ?
            del perche lui , e tutta la cricca hanno portato all’estero quella montagna di denaro nei paradisi fiscali ! penso che con tutto il petrolio e il gas
            che lo stato Russo ha venduto all’Europa in questi anni , le strade della Russia dovrebbero essere lastricate d’Oro ! ma cosi non è … e allora ! dov’è finita tutta quella montagna di valuta estera ?
            e per ultimo , per quanto riguarda l’aspetto del trio Monti-Letta-Renzi una parte di ragione c’è a definirli dittatori , un termine forse improprio , ma è per rendere l’idea .

    • Emilia2

      Credo che nel Donbass rendano omaggio a Lenin e Stalin in ricordo dell’URSS come grande Potenza (quando loro non erano bombardati dagli Ucraini). Il comunismo c’entra poco.

      • nik88nk

        Mah con lo stesso ragionamento celebriamo il terzo reich ed Adolf Hitler in ricordo della grande potenza tedesca…Dei dittatori criminali rimangono dei dittatori criminali, chi ne prende esempio o gli rende “omaggio” secondo me è un pericolo per la guida di un Paese. Inoltre fu proprio per ordine di Stalin che milioni di ucraini furono fatti morire di fame per insediare nel sud est la popolazione russa, questo lo trovi in qualunque libro di storia. Ti ringrazio tuttavia di aver condiviso il tuo pensiero.

        • Emilia2

          Questo dei milioni di Ucraini fatti morire di fame per ordine di Stalin e’ un vecchio tema molto controverso, sul quale si e’ discusso su vari forum (mi sembra anche su questo). Cmq non ho detto che Lenin e sTALIN DEBBANO PIACERETALIN DEBBANO PICERE

          • nik88nk

            Se è per questo nei libri russi gli Stati Uniti erano entrati in guerra (mi riferisco alla Seconda guerra mondiale) nel 1944…Katyn non avevano idea di cosa fosse ed i gulag erano la stessa realtà dei lager. Ci possono essere dei dubbi sui dettagli..ma in linea generale chi fosse Stalin, cosa e come lo abbia fatto è abbastanza chiaro. Il paragone con Hitler è lecito senza voler demonizzare facilmente nessuno. Se mi spieghi dove stia la controversia nella carestia Ucraina causata dalle collettivizzazioni che causò i milioni di morti te ne sarei grato.

          • Emilia2

            Il punto piu’ controverso e’ proprio che la carestia fu causata anche da altri fattori, magari climatici ecc., ma soprattutto dalle collettivizzazioni, cioe’ dall’applicazione rigida dell’ideologia comunista, ma comunisti erano anche molti ucraini, non solo russi (E pure in Italia evitammo tale sistema politico per un pelo)

          • nik88nk

            Se ti sembra la spiegazione più plausibile ok

        • telepaco

          Già, peccato che Stalin era georgiano, e non russo. Quindi di mettere russi contro ucraini non gliene mai fregato di meno….

    • Alexander

      Be’, i conformisti sono troppo ignoranti e annebbiati dalle canne per capire che Putin non e’un marxista leninista:-)
      E del resto per i pitechi come te e’ difficile comprendere che il fascismo e’ una diretta emanazione del socialismo.
      P.s. se poi non hai i soldini per comprarti un libro ti vorrei ricordare il patto Molotov Ribbentrop. Insomma, fra fascisti e marxisti la distanza non e’ poi tanta. Viceversa i comunistelli con le nike sono dei poveri pagliacci.

      • nik88nk

        Putin può essere quello che gli pare, sta di fatto che è lui il primo ad ammettere che il proprio modello è l’Unione Sovietica, non dal punto di vista economico, ma dal punto di vista di governo autoritario (questo però non lo dice)…così come i “leader” della DNR ed LNR. E’ chiaro che da quel punto di vista c’è poca differenza fra un regime di destra o sinistra, ma se quello è il tipo di governo che vi piace…fate bene ad idolatrare Putin. La tua “lezione” su quanto siano vicini fra loro marxismo, fascismo e simili falla a quei furboni che sono andati a combattere nel Donbass, in quanto se leggi, io sono il primo a condannare entrambe le ideologie, poichè entrambe hanno portato a governi dittatoriali responsabili di crimini contro l’umanità. P.s.: se il tuo esempio sulla vicinanza fra fascisti e marxisti è il patto Ribbentrop-Molotov credo che tu non abbia capito bene quello che c’era scritto ed i motivi per i quali fu siglato. Ciò tuttavia non c’entra nulla con l’articolo.

        • Alexander

          Ti sei risposto da solo: la visione statuale autoritaria, nazionalista e paneuropea. Suvvia, sforza il cervelletto e vedrai che ci arrivi.
          Del resto Stalin era un grande ammiratore di Mussolini.

          • nik88nk

            Visione di chi? Di cosa? Dove sei partito con i tuoi mirabolanti ragionamenti? Cosa non ti torna di ciò che ho scritto? Perchè? Condividi la scelta dei due esaltati che sono andati nel Donbass? Per quale motivo?

          • Alexander

            Condivido la loro scelta, certo, cosi’ come condivido la scelta del giovane marxista Franceschi andato a conbattere a Kobane con i Curdi.
            Condivido sempre chi si batte per l’autodeterminazione di un popolo. Chi sia l’alleato poco importa (su chiama Realpolitik).
            Se qualcosa non ti e’ chiaro, chiedi pure spiegazioni. Saro’ lieto di istruirti.

          • nik88nk

            Ottimo, quindi condividi la loro scelta di combattere in nome della DNR guidata da Zakharchenko, uno che ha come modello di governo quello dell’Unione Sovietica, così come l’alleato Putin. L’alleato conta, e conta anche la causa, si vede che al leghista, all’ultrà neofascista e a te la causa e gli alleati di tale causa piacciono.

          • Alexander

            Sei parecchio confuso. Zakharchenko è un separatista di etnia russa e null’altro. I suoi riferimenti all’URSS sono sempre di natura nazionalista e imperialista, ovviamente cosa vuoi che ne sappia un elettricista di geopolitica:-) tanto è vero che si rifà ai bolscevichi del 1918.
            Detto questo il suo governo è stato definito nazistalinista dai suoi detrattori, che sono sempre i soliti “democratici” sponsorizzati da oltreoceano in combutta con gli oligarchi ucraini che non vogliono perdere un pezzo della mangiatoia.
            Io non ho mai visto
            Zakharchenko con una bandiera rossa in mano. L’ho sempre visto con la bandiera zarista con l’aquila bicipite.
            Per essere un comunista è più confuso di te:-)

          • nik88nk

            Come ho già detto in un altro commento se il leader di un Paese qualsiasi fa riferimento o indica come modello quello dell’Unione Sovietica è un pericolo. Se si vuole ignorare quello che “Unione Sovietica” voglia dire è un altro discorso…Se si rifà invece alla linea bolscevica va bene? O preferisci il modello liberale zarista?…Detto questo, basta che guardi il video che ho indicato, dove la sua posizione sull’Unione Sovietica è cristallina. Poi puoi chiaccherare quanto ti pare te che hai tutto chiaro.

          • Alexander

            Il chiacchierone sei tu:-) confuso e chiacchierone.
            Non è il “leader di un paese qualsiasi”, ma il leader di una provincia secessionista a maggioranza russa, mi pare evidente che si rifaccia all’imperialismo Russo, che per la precisione e prima Zarista e poi Sovietico.
            Io la bandiera sovietica, ribadisco, non gliel’ho mai vista nelle conferenze stampa, dunque stai vaneggiando.
            Se tu conoscessi un pò di storia invece di stare a fare il polemista su internet sapresti che la II G.M. a cui si rifà l’epopea Russa, si chiamano Grande Guerra Patriottica.
            Zakharchenko fa riferimento alle battaglie dell’epopea russa, ai simboli della Grande Madre Russa che, in buona parte, comprendono i simboli sovietici. L’ho sentito fare riferimento persino alla guerra di Crimea.
            Ma non ho mai sentito Zakharchenko parlare di collettivizzazione, di espropri, e di marxismo in generale. mai sentito attaccare il capitalismo o l’economia di mercato.
            Io mi informo a differenza di te che blateri qualche fesseria letta chissà dove.

          • nik88nk

            Evidentemente il problema sta nel fatto che non conosci una parola di inglese. Nel video che ho indicato fra i primi commenti (citando quindi la fonte), Zakharchenko dice testualmente che per lui andrebbe ristabilita l’Unione Sovietica. La puoi rigirare come ti pare chiacchierone, ma questa frase resta inequivocabile. E perché vorrebbe che l’unione sovietica (o uno stato su quel modello) fosse ripristinato? Perché la visione che ha del governo è quella di un governo autoritario a prescindere da dove affondi ideologicamente le sue radici (non c’entra nulla il modello economico). Non per nulla chi sono i tizi che sono andati laggiù? Un neofascista ed un leghista. Chi altro sostiene o ammira la Russia e le sue azioni? Le Pen, Salvini (che sfila con casapound), Alba dorata. Mentre i paesi generalmente allineati con la Russia sono? Cina, Iran, Assad e Corea del Nord. Insomma i regimi più oppressivi e gli esaltati che rievocano le peggiori dittature come forme di governo. Lo stesso vale per Zakharchenko, ed evidentemente fra qualcuna delle categorie che ho citato vale anche per te. Da qui il senso del mio primo commento. Leggere i libri non basta, bisognerebbe anche capirli.

          • Alexander

            Ti fai le domande e ti dai le risposte da solo:-)
            Abbastanza patetico.

          • nik88nk

            Dai delle risposte diverse e giustificale, altrimenti di commenti patetici c’è solo il tuo.

          • Alexander

            Evita di redigere repliche chilometriche dove poni delle domande e formuli le risposte e io eviterò di percularti.
            Tu non hai proprio cognizione di come si interloquisca.
            Se si pongono delle domande ad un interlocutore online e dunque estraneo, esse devono essere a risposta aperta.
            Avrai si e no 18 anni, ed evidentemente poca esperienza.
            Ad ogni modo il primo ministro della repubblica secessionista non è né comunista né marxista leninista, come non lo è nemmeno Putin.
            Ma è inutile spiegartelo perchè non hai le basi per sapere cosa sia il marxismo leninismo:-)

          • nik88nk

            Ne so più di te, avendo una famiglia che proviene dalla fu Unione Sovietica e parenti in Russia. Puoi battere i piedi in terra e dire che ti pare, io ti traduco solo quello che ha detto testualmente Zakharchenko indicando l’intervista specifica, se non capisci un minimo di inglese non ci posso fare nulla. Se non hai capito le domande te le ripeto volentieri:
            1) I due italiani nel donbass citati nell’articolo sono un fascista ed un leghista? si/no
            2) Putin e le azioni della Russia sono ammirate da Salvini, Fronte Nazionale francese ed alba dorata? si/no
            3) Tali movimenti sono di estrema destra o simpatizzanti con questa? si/no
            4) I paesi più allineati con la Russia sono Cina, Iran, Corea del nord, Bielorussia,Assad? si/no
            5) Tali Paesi sono governi autoritari/regimi? si/no
            6) Hai capito il mio primo commento e la relazione con le domande precedenti? si/no

          • Alexander

            “Mio cuggino, é Donbasso e mia madre è Circassa” Fai troppo ridere, giuro:-)
            Riguardo all’inglese no, non lo parlo, questo ti crea problemi?
            Mia madre è francese e io vivo benissimo parlando il francese e l’italiano entrambe madrelingue. Sono felice che nelle scuole pubbliche italiane ti abbiano ammaestrato a capire l’inglese, saranno contenti i tuoi cuggini russi:-)
            Capisco che fra il sottoproletariato da cui provieni masticare un pò di inglese sia come essere laureati a Oxford, ma non è un problema che mi riguardi:-)

          • nik88nk

            Nono, è solo spiegato il perchè insisti a dire una cosa quanto c’è un’intervista facile facile da vedere che la smentisce. Sono contento di farti ridere, ma le cose stanno come dico io. Porti domande in modo più semplice rispetto a risposte che implichino solo un sì/no non lo so fare scusa. Per uno dei due se non altro la scuola è servita, magari a te farebbe bene tornarci. Confermi nuovamente la mia posizione iniziale…”fascistelli ed ingnoranti”, te l’avevo detto che in una delle categorie ci rientravi. Grazie!

      • Kipelov

        Per questa risposta ed anche per i messaggi successivi tanto di cappello e sincera ammirazione .Meglio di così non era possibile esprimersi.Vedremo se sarà sufficiente per essere recepiti,anche se ne dubito.

        • virgilio

          hai ragione di dubitare il pagliaccio con le nike non ha capito

  • Poliedrico

    ” Se anche tu credi nel giornalismo di qualità, in prima linea, senza filtri nè censure…”

    … dovrai attendere molto ancora!

  • carlo

    da quelle parti come nei nostri blog ci deve essere una confusione non indifferente , un mucchio di teste vuote … senti parlare di Neo-Fascisti Pro-Russi Italiani in Donbass con i separatisti i quali però adorano ancora Lenin e Stalin , di la ci sono gli Ucraini accusati dai Russi di essere Fascisti , quindi in pratica ci sarebbero fascisti contro fascisti , boh … se poi aggiungiamo , da come leggo su un nota pubblicazione web Italiana , che ” brigatisti da esportazione – esponenti del mondo antagonista Italiano combattono in Ucraina per i filorussi contro Kiev – slogan Comunisti e armi Sovietiche , gli Occidentali ” imparano tecniche militari da esportare nel loro paese ” – per la legge Italiana sono terroristi ”
    ” la Procura di Roma indaga su numerosi connazionali a lezione di guerra al confine della Russia .
    il profilo ideologico è quello Marxista-Leninista e il concetto della lotta armata come strumento di battaglia politica e il minimo comun denominatore … ” ( sul sito web ci sono nomi e cognomi di costoro )
    ma una cosa è certa , i soli a pagare duramente sono e saranno come al solito i civili , una volta finita la guerra e devastato il territorio le varie bande criminali di ogni credo politico toglieranno le tende … e i civili rimarranno con un pugno di mosche in mano a leccarsi le ferite …
    in quanto a quei due assassini di cui sopra l’articolo , non mi auguro la loro morte … ma mi accontenterei di vederli catturati dall’Esercito Governativo Ucraino e giudicati in un tribunale per terrorismo e omicidio
    con una condanna di almeno venti anni di carcere .

    • telepaco

      E io mi accontenterei di vederti fare la fine del coglione comunista in Egitto, la fine che i mentecatti leccaculi dell’abronzato di Whashington meritano

  • Mario Rossi

    non c’è cosa più giusta,non c’è cosa piu vera, che essere li con te .