A picture taken at the Euronaval 2018, naval defence equipment fair, in Le Bourget, near Paris on October 23, 2018 shows a model of Naval Group's concept SMX 31 submarine. (Photo by ERIC PIERMONT / AFP)

Ecco il nuovo sottomarino
per le forze speciali francesi

09I francesi guardano a una nuova piattaforma sottomarina per la loro flotta, e torna il concetto di “nave madre” in grado di lanciare un ampia gamma di droni, che sia anche vettore per il lancio dei missili da crociera.

strip_articolo_occhi

Un appaltatore della difesa francese ha svelato i piani di un nuovo sottomarino che potrebbe essere parte integrante del futuro della Marine Nationale. È stato classificato come Smx-31 “Eletric”, e il suo design avveniristico ricorda quello di un capodoglio di metallo capace di rilasciar e supportare una vasta gamma di veicoli subacquei a pilotaggio remoto (Uuuv, Autonomous Underwater Vehicle). Secondo quanto si apprende dalle prime informazioni, questa piattaforma  pesantemente armata, potrebbe fungere da supporto per le forze speciali di incursori della Marina, e sarebbe in grado di lanciare anche i missili da crociare SCALP – Système de croisière conventionnel autonome à longue portée – nella loro versione navale (MdCn) recentemente testata in Siria.

A conferire all’Eletric l’aspetto di una “balena”, è la mancanza della consueta torretta (o vela), che dimostra la rottura con tutti gli schemi e le convezioni precedenti per un concetto avveniristico di unità sottomarina. Altamente automatizzato, si stima che l’equipaggio comprenderà solo 15 uomini tra marinai e ufficiali. Dotato di un doppio scafo, il sottomarino riceverà la propulsione da un motore elettrico alimentato da batterie agli ioni di litio. La profondità massima di immersione è stimata ad almeno 250 metri, sarà lungo 69 metri per 3.400 di dislocamento; l’autonomia sarà di 30-45 giorni di missione e potrà raggiungere una velocità di 20 nodi.

Secondo gli analisti il design del Smx-31 è stato fortemente influenzato dalle linee del capodoglio, il grande cetaceo che può raggiungere enormi profondità. Privo di protuberanze, tutte le antenne e le strumentazioni sono mostrate come integrate o retrattili, solo le le pinne, 4 posteriori e posizionate a X in prossimità dei due getti per la propulsione rim-drivenella sezione di poppa, spunterebbero dallo scafo. Nella sezione di prua sono presenti 8 tubi lancia siluri armati con 46 siluri F21 “Artemis”, e tubi verticali per il lancio di missili da crociera. Altri tubi lancia siluri sarebbero presenti nella sezione di poppa. L’unità, provvista di diversi hangar per il rilascio di droni subacquei, potrebbe trasportare e rilasciare veicoli per incursioni costiere di forze speciali. 

La Francia, che ha già messo in cantiere i piani per una portaerei di nuova generazione e spinge fortemente per un nuovo caccia di sesta generazione, dimostra di volere rafforzare la anche propria flotta sottomarina, in vista delle sfide del futuro che sempre più spesso si misureranno nelle profondità oceaniche.