Haley Onu

Con le dimissioni di Nikki Haley,
Israele perde un’arma all’Onu

Le dimissioni di Nikki Haley come ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite non sono un evento secondario nel panorama mondiale. E soprattutto per il Medio Oriente, la fine del mandato di Haley rappresenta (forse) una svolta nella strategia politica americana. O quantomeno la perdita di un elemento essenziale per un certo tipo di politica regionale.

Dall’inizio del suo mandato al Palazzo di Vetro, la donna è sempre stata considerato un vero e proprio “falco” dell’amministrazione americana. La sua linea intransigente nei confronti dell’Iran è stata chiara da subito. Come è stato chiaro, di conseguenza, il suo totale sostegno alle iniziative di Israele in Medio Oriente. 

Non che prima da Washington fossero arrivati grandi segnali di divergenza con lo Stato ebraico sulle politiche mediorientali. Alle Nazioni Unite, a parte in rarissimi casi sotto l’amministrazione Obama, gli Stati Uniti hanno sempre sostenuto Israele.

Ma con Haley le cose sono state diverse. Come ha scritto Haaretz, l’Iran e tutti i suoi alleati sono diventati una vera “ossessione personale” per l’ambasciatrice di Trump all’Onu. E quest’ossessione ha portato a un asse senza precedenti fra il governo israeliano e quello americano. Anche a costo di giungere a un’escalation di tensione in tutto il Medio Oriente.

 

È stato sotto il suo mandato che l’amministrazione Trump ha deciso di tagliare i fondi all’agenzia per i rifugiati palestinesi, l’Unrwa. Una politica voluta dal premier Netanyahu e condivisa dall’amministrazione Trump. Stessa cosa avvenuta con il Consiglio per i diritti umani. Gli Stati Uniti di Trump sono rimasti 18 mesi prima di decidere che l’organismo Onu “non era degno del suo nome”, come detto dalla stessa Haley. E alla fine anno deciso di lasciarlo. Aggiunto alla 

A conferma di questo rapporto fra Haley e Israele, basta rileggere le dichiarazioni di Benjamin Netanyahu, che ha voluto personalmente ringraziare la funzionaria Usa per le sue politiche in favore di Israele. “Vorrei ringraziare l’ambasciatrice Nikki Haley, che ha guidato la lotta senza compromessi contro l’ipocrisia alle Nazioni Unite, e a favore della verità e della giustizia del nostro Paese”, così ha scritto Netanyahu sul suo profilo Twitter.

Ed è un messaggio abbastanza chiaro sulle idee israeliane sulla delegata all’Onu, tanto che adesso sono molti a interrogarsi sul futuro della posizione statunitense al Palazzo di Vetro. Anche se è difficile credere che questa amministrazione dia una svolta in chiave meno favorevole allo Stato ebraico. Forse meno pubblicamente e meno in maniera manifesta. Ma sicuramente non rivoluzionaria.

Detto questo, è comunque evidente che per Israele queste dimissioni siano una piccola battuta d’arresto, che può anche indicare un possibile cambio di prospettiva da parte di Donald Trump non tanto per l’approccio nei confronti di Israele quanto nei confronti del Medio Oriente.

Queste dimissioni non sono state decise da Trump per una svolta nella strategia regionale. Ma è anche possibile che possano essere foriere di un nuovo approccio meno intransigente: quantomeno nei confronti dei palestinesi, con questi ultimi che rappresentano in ogni caso dei protetti delle potenze arabe partner di Stati Uniti e di Israele.

In questo senso, le dimissioni potrebbero anche essere arrivate in un momento decisivo e far iniziare quella fase di “de-escalation” con i palestinesi per avviare un approccio diverso, soprattutto perché Trump ha effettivamente intenzione di portare avanti il suo piano per una soluzione dei due Stati

Una de-escalation che però non sembra essere in procinto di arrivare con l’Iran. La Repubblica islamica resta un obiettivo primario della Casa Bianca. E su questo, Netanyahu non vuole sentire ragioni. Proprio per questo motivo, i nomi che circolano nei media israeliani come possibili sostituti della Haley non sembrano dare grande fiducia.

Due in particolare, Richard Grenell e Dina Powell, sono fortemente ancorati a una certa linea anti-iraniana. Il primo è stato definito dallo stesso Netanyahu un “fan di Israele” ed è stato a lungo collaboratore di John Bolton. La seconda, è stata una delle maggiori sponsor del viaggio di Trump in Israele e Arabia Saudita ed è molto legata a Jared Kushner e a sua moglie Ivanka.

  • http://virgilio.it Oraculus

    Israele??…una vergogna!! , una mostruosa vergogna per tutti gli europei , russi inclusi. Ne abbiamo sterminati 6.000.000 di ebrei…e col contagocce per loro , ne alimentiamo una solidarieta’ che spesso e volentieri compensiamo con quella ai…palestinesi…che vergona!!…vergogna!!…Israele dovrebbe ormai far parte dell’Europa Comunitaria , senza tanti se e tanti ma!!…chi tocca Israele tocca l’Europa!!…e invece cosi non e’!!. Grazie Trump!! , a ancora grazie!! .

    • donato zeno

      Guarda che dopo si debbono sorbire Juncker non so se convenga.

      • http://virgilio.it Oraculus

        Ricordo quando il Partito Comunista Italiano aveva gli iscritti piu’ numerosi al…mondo , cio’ fu portatore di una condizione/conduzione política errata sino alle conseguenze attuali…attuazioni sbagliate con politici altrettanto sbagliati…che hanno generato italiani sbagliati…io anche tra di loro…

    • Zeneize

      Sei troppo poco scolarizzato e hai troppa confusione in testa per scrivere in un forum italiano. Prova a limitarti a qualche forum di idioti americani, avrai maggior successo.

      • Alox2

        Nazi zeneize unica idiota qua sei tu… sveglia bamboccio

    • colzani

      israele parte dell’europa? voi nordafricani vorreste essere integrati con noi? il vostro dio vi ha insegnato a distinguervi da noi gentili e per questo vi ha donato quella terra di beduini dove riprodurvi tra incesti. vi ha anche insegnato ad attraversare il mar rosso separandone le acque, ma non per questo dovete arrogarvi la pretesa di poter attraversare il mediterraneo.

      quali sarebbero i contributi “socioscientifici” che la vostra religione avrebbe apportato all’europa?

      • http://virgilio.it Oraculus

        I contributi ebraici sui 740 premi Nobel sono ben 164…una altissima percentuale…ossia con 15milioni di ebraici su una popolazione mondiale di quasi 7miliardi…l’ebreo??…non odia , e sempre ha condiviso con onore gli stessi destini dei popoli con i quali condiviveva le sue esistenze… il mio pistolino??…non e’ circonciso ed ho ricevuto tutti i sacramenti cristiani , cresima e prima comunione inclusi…

        • colzani

          quindi vorreste asserire che non solo l’ebreo sarebbe intellettualmente superiore ai credenti di altre professioni religiose, ma vorreste anche affermare che l’ebreo è una etnia ben identificata dalle componenti genetiche evidentemente superiori ad altre etnie dimostrabile dal numero di nobel attribuiti. ovvero, un cristiano come tesla, appartenente alla “razza” dei gentili, che mai ricevette un nobel nonostante fu il fautore della seconda rivoluzione industriale, in quale computo percentile lo collochereste? che dire dell’etnia africana la quale ha negli anni recenti portato a casa il maggior numero di nobel per la pace?
          “il tuo pistolino”? preoccupati del tuo complesso d’inferiorità verso quella congrega mafiosa che proteggi e difendi e se davvero vuoi dimostrare che gli ebrei hanno ricevuto più nobel di cristiani, mussulmani, buddisti, taoisti ecc inizia con il dimostrare perché le classi agiate ebraiche potevano permettersi di mandare i propri figli a completare percorsi accademici che nel ‘900 non erano accessibili al resto della popolazione cristiana europea. inizia con il chiederti perché nelle università quell’1% della popolazione copriva oltre il 20%. Lo sai che negli soli states gli ebrei hanno percentuali di scolarizzazione doppi rispetto agli americani? e lo sai che negli anni delle due guerre gli ebrei laureandi erano dieci volte più degli americani? ora che sai perché einstein ha ricevuto un nobel mentre edison no, forse potresti incominciare a chiederti perché questa discriminazione svedese a vantaggio dei credenti ebrei (credenti, non popolo o razza sia inteso!). parlami del nobel consegnato a feynman e della sue bombe atomiche su nagasaki e hiroshima. perché invece non accenni al premio consegnato ad einstein per aver plagiato il lavoro di altri al punto da dover denominare il frutto del riconoscimento anche a plank? davvero vuoi che ti elenco il numero delle invenzioni, delle scoperte, delle rivoluzioni in campo medico e scientifico che hanno cambiato il corso dell’umanità e che non ricevettero mai un nobel? oppure ti accontenti che ti elenchi i nobel per la pace dati a obama e arafat? prova a ragionare con la testa invece che con il “pistolino” perché se davvero sei cristiano come affermi sei la vergogna della categoria.

          • http://virgilio.it Oraculus

            Getto la spugna…prima di finire KO!! .

          • http://virgilio.it Oraculus

            Raccolgo la spugna…sto vedendo RAI 1 la rievocazione delle tragedia degli ebrei verso i campi della comeré a gas…ed allora pensó a te…colzani , PORCO MALEDETTO!! spero tanto che tu possa fare la loro stessa fine…PORCO RAZZISTA!!…

          • colzani

            vedi stupida capra sionista, se voi foste una razza allora potrei prendermi del PORCO da un ratto infetto come te. purtroppo non siete razza, non siete etnia, non siete neppure un popolo ma solo una congrega di mafiosi religiosi. fatti le seghe davanti alla televisione guardandoti i programmi per i ¢oglioni lobotomizzati, m3rda sionista.

          • http://virgilio.it Oraculus

            Allora??…PORCO MALEDETTO!! . ho fatto centro!!…tu sei il vilipendio della cristianita’…vivi del tuo odio…con la solidarieta’ di altri tuoi simili su queste righe…”zeneize” , “cir” e altri immondi…per intenderci…non pensavo esistessero vergogne del tuo pari in Italia…BESTIA!!.

          • colzani

            stupido ratto, non ti rendi conto che ti stai dando la zappa sui piedi? ti ho dimostrato che non siete una razza, non siete una etnia e nemmeno un popolo e pertanto parlare di razzismo è come sentire le scrofe come tua madre quando vanno al macello, inutili. il villipendio alla cristianità lo fate voi talebani sionisti fingendovi quello che non siete. bestie? certo, come citato sui vostri testi talmudici, noi gentili siamo bestie e pertanto detto da voi diversamente umani, ratti infetti, lo prendo come un complimento.

  • fabio franceschini

    Non cambia niente!

  • Alox2

    Difficile trovarne uno fedele nell’amministrazione Trump…con le caxxate che spara.

    • Zeneize

      Povero maialox, non demordi mai. Questo sarebbe encomiabile se tu fossi normale, peccato che invece…

      • Alox2

        Povera bitch….ma non semi stanca di prenderele?

        • Zeneize

          Si dice “prenderle” in italiano, idiota. Chi me le dà? Tu? LOLOLOLOL

          • Alox2

            Tutti te le suonano….ma sei un coniglietto all’angolo lo sappiamo che in pubblico non apri bocca…bitch.

          • Zeneize

            Adesso sì che mi hai spaventato, non risponderò più.

          • Alox2

            oooo non hai capito ciuccio?

  • montezuma

    Non vedo grossi cambiamenti per un cambio del genere. Trump non mi sembra uno che si fa problemi con falchi o colombe quando e se gli creano problemi. E fa bene! C’è sempre una parte discrezionale nel mandato a una persona, ma ha un limite nel capo dell’esecutivo del suo Paese. Poi cosa ne sappiamo, gli obiettivi di Trump non sembrano certo passare per … l’ONU. Quanti sono gli Italiani che sanno da chi e COME siamo rappresentati alle NU? Ci preoccupano davvero le sottigliezze altrui?

  • Buba17

    non esiste nessuna ossessione verso l’ iran solo una presa di posizione giusta. semmai fa pena l’ ossessione onu verso israele.

    • cagliostro

      Hai ragione, basterebbe eliminarlo una volta x tutte e i problemi, come d’incanto sparirebbero

      • colzani

        eppure senza l’onu israele non esisterebbe!

    • luigirossi

      All’ONU sono presenti 163 Paesi:l’ossessione dell’ONU è quella del mondo intero.Ad Israele non resta che aspettare l’atterraggio dei marziani,se vuole sperare in un aiuto.Israele si trova come uno che ha scorreggiato in un autobus all’ora di punta.Cosi’ il mondo lo guarda.

      • Buba17

        Non proprio. L onu va a votazione e molti stati sono dittature, altri teocrazie islamiche. Più quelli che li seguono per convenienza o affari. Questo produce orrori come l Arabia Saudita a proteggere i diritti delle donne e risoluzioni senza senso contro Israele. 10 persone che scorreggiano in ascensore e danno la colpa a l unico che non l ha fatto… Questo è ormai l onu.

    • Zeneize

      Punti di vista, idiota maialox. 170 contro uno, come gli schiaffi che prendi se m’incontri per strada. LOLOLOL.

  • Zeneize

    Questa Haley è piena di misteri, e il più grande è la sua ovvia stupidità. Come mai un’oca del genere è stata messa in un posto del genere? Visto che è idiota, è stata messa lì solo per far casino. E ora, come mai viene rimossa? Ovvio, perché ha tradito.
    Entrambe le risposte sembrano ovvie, ma qualcosa sfugge: di idioti fedeli è pieno il mondo, la politica degli ultimi 25 anni ne è piena. E allora? Forse Trump ha vinto qualche mano segreta nel partitone?

    • lollo lolli

      Ecco. Chi è quella stupida donna? Perché proprio lei?