Un soldato filorusso in Donbass (Foto di Alfredo Bosco)

Il conflitto congelato

La guerra in Ucraina è una guerra dimenticata. Era la primavera del 2014, quando i separatisti filorussi e l’esercito di Kiev hanno iniziato a scontrarsi lungo i confini del Donbass, in quello che un tempo è stato il più grande bacino carbonifero dell’Unione Sovietica.

In quattro anni, più di diecimila persone sono rimaste uccise dal fuoco delle artiglierie o dei cecchini. Oggi, nonostante i diversi cessate il fuoco, il conflitto continua a divampare a bassa intensità, nel silenzio quasi totale dei media europei – fatta eccezione per i canali propagandistici e i loro portavoce prezzolati. A Donetsk e Lugansk si muore ogni giorno, su entrambi i lati del fronte. I combattimenti iniziano al calar del sole, protraendosi spesso fino alle prime luci dell’alba – e a farne le spese, il più delle volte, è soprattutto la popolazione civile.

Raccontare un conflitto non è facile – specie quando il resto dei mezzi d’informazione si ostina a parlare d’altro. Il modo migliore per farlo, secondo noi, consiste nel coinvolgere in prima persona il lettore, permettendogli di immergersi a tutto tondo in quella stessa realtà che i grandi media non vogliono mostrargli.

Perciò, abbiamo deciso di affidarci a una nuova tecnologia: i video a 360°. Così, alcuni mesi fa, le telecamere de Gli Occhi della guerra sono scese nelle trincee alle porte di Donetsk, dove i miliziani filorussi combattono una guerra di trincea che sembra uscita dai libri di storia.

_2430456 _2430504 _2430306 _2430358 _2430526 _2430476 _2430616 _2430633
Foto di Alfredo Bosco

Siamo stati nelle miniere clandestine di carbone, le kopankas, che rappresentano l’unica fonte di reddito per migliaia di lavoratori rimasti disoccupati a causa della guerra. Quaggiù gli uomini lavorano in ginocchio, strisciando sul fondo di cunicoli pericolanti, nell’aria satura di polvere nera e gas velenosi – e il tutto per un misero salario di duecento dollari al mese. Il carbone viene poi rivenduto sul mercato interno ucraino, dall’altra parte del fronte: così, con i proventi di questo minerale insanguinato, frutto del conflitto, potranno essere acquistate nuove armi e nuove munizioni, dando vita a un diabolico circolo vizioso fatto di business e cannonate.

Infine, vogliamo mostrarvi come vive la popolazione nei villaggi a ridosso del fronte. Siamo stati a Petrovskij Rayon, alla periferia ovest di Donetsk, dove da quattro anni decine di anziani sfollati vivono rinchiusi in un vecchio bunker dell’epoca brezneviana. Il rifugio è perennemente gelido, d’estate come d’inverno, e tutte le sere viene bersagliato dal fuoco delle contrapposte artiglierie. “Questa oggi è la nostra casa – ci ha detto una delle inquiline più anziane. Al mondo, nessuno più si cura di noi”.

_2440503 (1) _2440300 (1) _2430735 (1) _2430888 (1) _2430865 (1) _2430802 (1) _2440758 (1) _2440647 (1) _2440561 (1) _2440913 (1) _2440869 (1)
Foto di Alfredo Bosco

Facendo scorrere il mouse sullo schermo, potete spostare la vostra visuale in ogni direzione – assumendo, di volta in volta, il punto di vista del giornalista o dell’intervistato. Potete scrutare ogni angolo dello scenario circostante, proprio come se anche voi vi trovaste lì – immersi nel fango di una  kopankas o di una trincea, o tra le viscere umide di un rifugio antiaereo.

In un articolo scritto è possibile giocare con le parole; in un video o in una fotografia si può ritoccare il montaggio o correggere le inquadrature. Nelle riprese a 360° no: la realtà, qui, è tutta, impietosamente, alla portata dei vostri occhi. Questo è ciò che nessuno vi fa vedere. Questo è ciò che sta succedendo nel Donbass.

  • Enzo Appiani

    Spiace per le sofferenze della popolazione del Donbass, ma la guerra non finirà finchè l’europa non la smetterà di volgere altrove lo sguardo e non prendere atto di una realtà che vede un governo ucraino che con comportamenti fascisti permette o meglio persegue una derussificazione (non dimentichiamo che oltre il 30% degli ucraini sono russi) su tutto il territorio nazionale, avvalendosi di ipocrite leggi contro i russi ucraini e (ovviamente non ufficialmente) di squadre punitive che ricordano quelle di antica memoria in Italia e in Germania. Per non parlare degli ormai quotidiani attacchi a giornalisti interni ed esteri “non allineati”. Neppure le chiese e il clero sono esenti da queste democratiche attenzioni.
    L’europa deve smetterla di continuare a considerare la Crimea un territorio occupato e chiederne il ritorno sotto il controllo ucraino. Sarebbe un’assurdità storica, politica e soprattutto morale.

    • tex

      I russi in Ucraina non arrivano al 20%, e non risultano truppe ucraine in Russia ma truppe russe in Ucraina.

      • gianrico

        tex guarda che la Russia come nazione è nata in Ucraina.

        • tex

          Involontariamente confermi che sono arrivati dopo.

          • gianrico

            non sono arrivati dopo,hanno solo spostato la capitale da Kiev a Mosca per ragioni strategiche.

          • tex

            La regione era popolata da altri popoli, i vichinghi svedesi (chiamati Rus) sono arrivati dopo. Cosa facciamo? Diamo la Russia ai svedesi?

          • gianrico

            Ma lo vuoi capire che l’Ucraina è Russia.

          • tex

            Leggi qualcosa circa i variaghi.

          • Alox2

            Certo certo cosi’ come la DDR, i Paesi Baltici etc…fortuna c’e’ la NATO e piu’ passa il tempo e piu’ gli interessi sulla Crimea aumentano, stai a vedre come verra’ sminuzzata la Madre Russia, grazie al Dittatore nanetto…”winter is coming”

          • Mario Marini

            Il suo cervello da omosex globalista verrà sminuzzato………..

          • potier

            infatti i russi non sono che casomai, un’antica costola dell’Ucraina e non viceversa … la civiltà slavo orientale è stata fondata proprio nell’attuale ucraina, quando Kiev era già città importante di traffici commerciali tra le civiltà mediterranee, orientali e nordiche, Mosca non era che un minuscolo villaggio costruito in legno … poca cosa …

          • Marco_Seghesio

            Comunque nell’XIII la Russia rimase l’unica regione ha rimanere cristiana, pur diventando tributaria ai mongoli. Non è un caso che la Chiesa Ortodossa di Mosca è anche la principale tra gli ucraini, nell’ambito di nazioni diventate più eterogenee.

          • Shaq Boom

            Ma studia la storia invece di sparare caxxate

          • Divoll79

            Gianrico ha scritto una cosa esatta. Mi sembra che la storia sia lei a non conoscerla.
            Oppure, se ha informazioni diverse, perche’ non ce le espone, invece di insultare?
            A meno che non sia un troll arrivato qui per disturbare, ovviamente.

          • Divoll79

            Infatti, era sempre lo stesso popolo. Solo gli ucraini occidentali (Galizia), essendosi mescolati coi polacchi e, in minor parte, coi magiari, si sono diversificati e sono, oggi, i veri fan di Bandera e dei nazi.

        • Divoll79

          Che pero’ si chiamava Kievskaja Rus’ e non Ucraina (che vuol dire U kraja = territorio presso il confine), nome nato circa 2 secoli fa.
          Quando la Rus’ si espanse verso est, divenne la “grande Russia” e la Kievskaja Rus’ divenne Malaja Rossia o Malorossja, cioe’ Piccola Russia e come tale rimase, parte integrante di tutta la Russia. Poi, dopo la rivoluzione del 1917, fu resa repubblica a se’ col nome ufficiale di Ucraina.

        • Oleg

          in che senso scusa??

      • vittorio

        ed in crimea dombass etc?
        e quanti polacchi nell’est?
        sono (almeno) due nazioni, contiamola tutta,

        • tex

          Appunto, dove sono le truppe ucraine in Russia?

          • vittorio

            ???? Non capisco il nesso. Intendo che l’Ucraina esiste come Stato ma non come nazione.

          • tex

            Vuoi spiegarti meglio?

          • vittorio

            nazione è insieme di popoli, Stato è entità giuridica.
            pare chiaro che in ucraina ci sono due (almeno) popoli=mazioni ma un solo Stato.
            quando cessa la convivenza pacifica le “nazioni” che sono “reali” prevalgono sull’astratto “Stato”

          • tex

            Hai fatto parecchio casino.

    • BIASINI

      A proposito mi sa dire che fine ha fatto il caso Skripal?. Conosce il link tra Pablo Miller e Christopher Steele?. Mi sembra bene informato e forse da lei, posso sapere quello che i giornaloni, improvvisamente e misteriosamente, tacciono. Forse non sono in tema, mi scusi.

      • Enzo Appiani

        In questo momento le autorità inglesi tacciono. Probabilmente si sono accorti che la fake era stata costruita male. L’ambascia ta russa di Londra continua a chiedere di poter comunicare con Skripal (che ora sta bene) anche a distanza e riceve regolari rifiuti. Di fatto poichè Skrupal è tuttora cittadino russo, l’impossibilità di comunicare con lui può essere configurata come un rapimento e una palese violazione delle norme internazionali.

        • Divoll79

          Ma nessuno lo scrive, tranne Blondet.

        • GIOVANNI

          La ringrazio. Nulla di Pablo Miller e Chistoper Steele , oppure per quello che ne sa, sono figure marginali nella vicenda? Mi scusi.

          • Enzo Appiani

            Non conoscevo il sito “vietato parlare”. Anzi la ringrazio di avermelo indirettamente indicato. Personalmente, avendo conoscenza della lingua russa, mi capita di leggere giornali e blog in quella lingua. Inoltre ho molti contatti personali con la Russia. Da cui alcune informazioni non reperibili nella stampa “libera” italiana. La ringrazio per la sua gentilezza, marce putroppo assai rara.

    • Zeneize

      Giusto. Nominiamo almeno una di quelle squadre punitive, la più folkloristica: Armata Azov, con bipenni e svastiche, di proprietà del governatore di Dnipropetrovsk, miliardario giudeo.

      • Enzo Appiani

        Guarda che Igor Kolomoisky non è più governatore della regione di Dnipropetrovsk, da circa tre anni. L’attuale governatore si chiama Valentin Resnichenko e (mi spiace per lei) non è di origine “giudea”. Un pò razzista vero?

        • Zeneize

          L’Armata Azov l’ha fatta quello là col passaporto israeliano, non si tratta di essere razzisti, si tratta di svegliarsi, meglio che romperci le balle a vicenda con sciocche accuse di “razzismo”. Che c’entrano poi i Giudei con le razze? Mah.

          • Enzo Appiani

            Il mondo è invaso da fakes e il modo più semplice di spiegare e spiegarsi le cose è il complottismo. OK , mi vabene. Ma quando nelle teorie complottistiche si tirano in ballo riferimenti a origini culturali, a differenza razziali e a religioni, il razzismo centra sempre. Che a lei piacci o no.

          • Zeneize

            Quali “fakes”? Quelle di Repubblica o della Stampa? O quelle dei cosiddetti complottisti? Tanto per capire con chi sto parlando.
            E no, non mi “piacci”, non ha senso.

        • cir

          appena ha citato ‘origine religiosa di un personaggio, lei subito immediatamente ha fatto scattare la solita difesa becera e deviante Ha subito messo come paletto al SIG. ZENEIDE l’ idea di razzista . non pensa di doverne parlare con uno psichiatra serio ? le sconsiglio FREUD…

          • Enzo Appiani

            Con i maleducati, ancora più che con i razzisti, non entro in discussione.

          • Zeneize

            Freud? Buono quello :)
            Ci provo io: abbiamo qui il solito reaganiano, uno che è rimasto al 1985 e ha paura dei komunisti. È atlantista, democratico e antifasssista. Ha qualche dubbio ma è troppo tardi, ormai non aprirà più gli occhi.

  • Demy M

    Anche gli Ucraini intelligenti lo riconoscono.
    Il consigliere del presidente ucraino Petro Poroshenko, Aleksandr Paskhaver, si è detto d’accordo con lo scrittore ucraino Vasyl Shklyar che ha affermato che i crimeani sono russi di natura. Lo riferisce il quotidiano Obozrevatel.
    “Certo, in Crimea, a differenza del Donbass, per decenni si sono trasferiti i pensionati statali e le loro famiglie da tutta l’Unione Sovietica, quindi la popolazione di là… si sente più vicina alla Russia”, ha detto Paskhaver. Recentemente il direttore del Timer, un quotidiano on-line di Odessa, Yuri Tkachev, ha sostenuto che sia giusto che la Crimea resti alla Russia, in quanto l’Ucraina non è in grado di fornirle garanzie finanziarie.

    • potier

      anche i ceceni a suo tempo vollero la indipendenza da Mosca, furono ripagati da anni e anni di guerra, ben due, con decine di migliaia di morti, torture e crimini di guerra inenarrabili e certificati, allora parché per la Crimea si e la Cecenia no ?
      lei fa soltanto il furbo … sapendo di farlo … perché sa benissimo di come qualche anno fa Mister Putin fece approvare una legge molto severa riguardo il reato penale di secessione !
      inoltre le sue come al solito sono argomenti del tutto speciosi riguardo l’invasione di Crimea, dovrebbe essere del tutto inutile ricordare di come il governo Russo ha vigliaccamente preso la Crimea in modo del tutto fuori da ogni legalità internazionale, etica e morale. facendosi forte di una grave momentanea difficoltà politica dell’Ucraina, la quale non dimentichiamolo mai, garantì sempre la piena autonomia finanziaria e linguistica alla Crimea, garanzie attualmente del tutto fatte decadere dai russi i quali hanno persino spostato la direzione istituzionale e dell’autonomia della Crimea in altre zone della federazione …
      in poche parole non hanno neppure più una parvenza di autonomia politica come era precedentemente.
      li hanno riempiti di basi militari, hanno portato li nuove famiglie russe dalla federazione, tutti funzionari pelo più militari, sono aumentati a dismisura i prezzi al consumo, l’agricoltura è andata rotoli del tutto, soprattutto perché non hanno più acqua la quale arrivava dall’Ucraina, il turismo ucraino che era preponderante è cessato, sono piombati in una sorta di controllo di polizia dove i diritti civili sono stati di fatto eliminati, e tutta una serie di altre cose poco edificanti …

      • Aleksandr Nevskij

        potier, sull’Ucraina non si scherza, sei avvisato, taci e porta rispetto per tutti i civili di etnia russa morti ammazzati a colpi di artiglieria e armi automatiche

        • Alox2

          Stai zitto zingaro somaro!

          • Aleksandr Nevskij

            ecco il maialox2, 2 come i membri che prendi in un sol botto

          • Demy M

            Se ci fai caso, tutti i trolley senza rotelle finiscono con la X finale.

        • Sacrifice

          E come dovevano essere ammazzati secondo te?

          • Divoll79

            Non dovevano essere ammazzati. Ammazzare civili e’ un crimine di guerra + crimine contro l’umanita’ e si paga.
            Poroshenko e tutta la sua banda (inclusi i componenti americani) la pagheranno carissima, alla fine.

          • Aleksandr Nevskij

            no, figurati, come ti pare, però ricordati che poi finisci appeso per il collo in piazza, come i tuoi paladini con la svastica al braccio

      • Demy M

        Non c’entra nulla la Cecenia per cui scriva in merito all’articolo, e non scivoli come una serpe.
        La Storia, intesa come fatti realmente accaduti perché supportati da documenti, video e testimonianze dicono che:
        I finanziatori del colpo di stato in Ucraina sono stati gli Usa tramite gli emissari Victoria Nuland, e John McCain mentre la parte esecutiva venne affidata al criminale georgiano Mikhail Saakashvili che assoldò i killer che assassinarono decine di cittadini ucraini a Maidan ed Odessa.

        • tex

          La Cina e l’Iran hanno riconosciuto la Crimea come Russia?

        • potier

          non è vero, lei fa solo da portavoce di quelle che sono delle bugie fin troppo facili da smentire … in ogni caso, legga bene … sono c…i loro ! sono affari interni dell’Ucraina ! degli ucraini ! pertanto la Russia, e segnatamente Mister Putin, non devono interferire rispetto a quella che è la volontà del popolo ucraino ! volontà del popolo ucraino il quale ha, legga ancora bene … ha sancito con il voto quale direzione intraprendere, da quale parte volgersi ! che non è più quella verso est tanto per capirci …

          • Demy M

            Reportage di Gian Micalessin, le dice nulla? La volontà del popolo ucraino verrà fuori, e non vorrei essere nei panni dell’attuale sgoverno a guida Usa e getta. Il governo ucraino espone 4 (quattro) bandiere: una Nazionale, quella della UE ( non ne fa parte), quella della Nato ( ancora non vi aderisce) e quella ufficiale del nazismo con il simbolo SS fin dentro il palazzo del parlamento. La Federazione Russa non VUOLE parassiti, già basta pensare al proprio Popolo e territorio. Si rassegni e, se ci riesce, impari dalla Storia. Criminali nazi-fascisti erano, e criminali nazi-fastisti sono adesso. Festeggiate Stepan Bandera, farete la stessa fine.

          • potier

            lasci perdere Micalessin … non è la verità assoluta … uno che svolge un inchiesta giornalistica SOLO e immancabilmente da parte del fronte russo capisce anche lei nel suo intimo quale attendibilità può avere … se uno in buona fede vuole veramente farsi un’idea onesta circa gli avvenimenti di quelle zone si documenti per mezzo degli ottimi professionali servizi giornalistici dell’ancora più ottimo Simon Ostrovsky il quale in Dinbass è stato pure malmentato e sequestrato dalle milizie russe e filo-russe … la storia la impari un po lei, il quale è abituato a leggerla in chiave dei criminali al potere in Russia … in quanto ai nazisti da che pulpito … e i numerosi gruppi neo-nazi che albergano ben coccolati e protetti da Putin dove li mettiamo !?

        • SuperMururoa

          I Georgiani… quando avranno anch’essi la loro mafia in Italia, ce ne accorgeremo…

    • Divoll79

      Non e’ che si siano “trasferiti”, e’ che la Crimea era tutta russa prima di essere
      “regalata” all’ucraina da quell’imbecille di Krusciov nel 1954.

      • Demy M

        Ho riportato news dall’Ucraina, non da Mosca…..

        • Divoll79

          Lo so. Era un commento alla news.

      • tex

        La popolazione della Crimea non si indignò. Il trasferimento venne formalizzato dalla Federazione Russa mediante una delibera.

        • Marco_Seghesio

          “Federazione Russa” mi pare una parola grossa per definire l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche. Di fatto un superstato dominato dal Partito Comunista, che infatti decide nel Presidium del Soviet Supremo di scorporare la Crimea alla Russia, per trasferirla all’Ucraina. Mi pare poi evidente che le due fasi podromiche (il Soviet Russo lo propose a quello Ucraino con un decreto e quest’ultimo con altro decreto lo accettò), fa quasi ridere. Un teatrino della serie “prego”, “no si immagini, prima passo lei”. Mai visto un contrasto tra i soviet dei diversi stati dell’URSS !

          • tex

            Giusto, puoi chiamarla Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa oppure Repubblica Socialista Federata Sovietica Russa.

          • Marco_Seghesio

            Appunto parole parole parole, per uno stato comunista sovietico assolutamente centralista, superstato, del quale nel 1954 a tutti i sovietici non preoccupava più di tanto, nè comunque poteva farci nulla, se la Crimea venisse incorporata all’Ucraina, piuttosto che alla Lettonia o al Kazhakistan. Se non era zuppa, era pan bagnato, cioè era comunque URSS.

          • tex

            Sul piano giuridico c’è stata la cessione.

          • Marco_Seghesio

            Noi italiani siamo molto “giuristi”. Ma limitarsi a questo, fuori da ogni contesto storico e pratico, i romani ci insegnano che “summum ius, summa iniuria”, il massimo del puro diritto, paradossalmente realizza la massima ingiustizia. Infatti le leggi teoriche devono sempre applicarsi nei contesti pratici. Altrimenti io per primi non sarei certo qui a sostenere un abuso puro e semplice.

          • tex

            Quindi la Russia agli svedesi come discendenti dei vichinghi svedesi che si erano insediati nei territori che oggi sono russi?

          • SuperMururoa

            E l’Ucraina agli Sciti, grande popolo contemporaneo dei Greci classici (ma si sono estinti, se non nel sangue come etnia riconoscibile).

          • tex

            Strano, hai escluso la Russia.

          • SuperMururoa

            Hai ragione, il fatto è che arrivai a conoscere gli Sciti dagli accenni storici delle Lett. Greca, al liceo. Ed era, guarda caso, la Crimea, dove Giasone cercava il Vello d’Oro. Dopo, scoprii i Kurgan… e l’archeologia scitica nella, allora, URSS… Si ricordano, per dire, vari Popoli Germanici, nei media odierni, e mai gli Sciti. Che non torneranno. Ma ‘sento’ una presenza dei Kazari, in Ucraina…

          • Marco_Seghesio

            Anni fa a Milano nel Palazzo Reale ci fu una mostra sugli sciti.

          • SuperMururoa

            Lo so e me la sono persa…😯

          • Marco_Seghesio

            Non si preoccupi. Nel 2101 la rifanno :)
            E comunque credo che il materiale di quella mostra si trovi ancora nella libreria del “Museo del Novecento”.

          • SuperMururoa

            3 tentate risposte, 3 cancellature… Hai ragione, ma, per spiegarmi, il commento diventava troppo lungo…
            Saluti

          • Marco_Seghesio

            Secondo me e’ molto piu’ semplice, senza scomodare i neanderthal.
            Come avviene nel diritto privato, anche tra gli stati la “proprieta’” (territorio) nasce da un “sinallagma”, ovvero da una contropartita. Se tu acquisti la casa mi devi pagare. Anche tra gli stati avviene questa contropartita, acquistando un territorio, in cambia della pace o di un altro territorio.
            Se tu stai in societa’ a tempo indeterminato, l’altro magari ti da la mia casa. Se tu recedi da questa societa’, si crea automaticamente una donazione anomala, perche’ viene a meno la contropartita.
            Questo non significa ne’ che la ragione stia solo da una parte, ne’ dall’altra.
            Ma certo se non esiste contropartita, anche nel diritto internazionale, questo credo abbia il suo peso.

          • tex

            La tua contraddizione è palese. La radice della Russia è scandinava, e quindi, secondo il tuo argomento con cui trasferisci DIRITTI ai russi, la Russia va data agli scandinavi.

          • Marco_Seghesio

            Se si afferma che il diritto e’ dato solo e soltanto dall’etnia, preesistente su quel territorio, allora i serbi hanno pienamente diritto di mantenere il Cossovo, originariamente cuore della sua nazione. Purtroppo nel 1389 subirono una catastrofica battaglia contro gli ottomani, cioe’ la battaglia del Cossovo o “della Piana dei Merli”, che cambio’ per sempre questa terra.
            Come dicevo, alla fine della fiera, il diritto degli stati nasce quasi di regola tra la scelta della guerra o quella della pace, cedendo terre.
            Comunque nel caso specifico della Crimea, credo di aver gia’ spiegato piu’ volte in quali termini non si possa chiudere la questione, se non da parte di coloro i quali, o da una parte, o dall’altra, fa comodo presentarla cosi’. Sempreche’ lo si intende ragionare in termini di “diritto”. Pertanto mi risparmio dal doverlo ripetere all’infinito.
            In quanto agli “scandinavi” (presumo intende soprattutto la Svezia) e’ dal tempo della sconfitta di Poltava del 1789, che il re Carlo XII fu battuto dallo zar Pietro il Grande. A prova ancora una vota che le ragioni finiscono sul campo di battaglia. Ma almeno in quel caso ci sono dei trattati, cioe’ degli scambi.

          • tex

            Quindi abbiamo capito che la Crimea non si lascia difendere dicendo che è sempre stata dei russi …

          • Marco_Seghesio

            Ovvero, se la facciamo cosi’ semplice, che la Crimea e’ parte integrante e storica dell’Ucraina e solo di essa.
            Evidentemente anche pagando a sue spese la relative fortificazioni e basi, tra le quali la storica Sebastopoli, concesse in via eccezionale all’uso della ingrata Russia, a costo simbolico.
            L’ironia credo sia spesso in assonanza con il non voler comprendere le reali ragioni di entrambe la parti.
            Magari anche solo per pigrizia.

          • tex

            Non la pena così la comunità internazionale.

          • Marco_Seghesio

            Tra l’altro, a tutti gli effetti, la cessione della Crimea avviene nel 1956 all’interno del partito comunista dell’URSS.
            In termini giuridici internazionali, evidentemente si simulo’ un “trattato”, per fare in realta’ una decisione eminentemente dittatoriale e unilaterale, cioe’ senza concreti “sinallagma”, da parte del Presidium di questo medesimo partito.

          • tex

            Non sembra però essere un problema il mancato consenso dei proprietari espropriati rispetto ai beni nazionalizzati dai comunisti sovietici.

        • virgilio

          alle ultime elezioni la Crimea ha votato a piu di 93% per Putin

          • tex

            Preoccupante, non credi?

          • virgilio

            si avete solo da preocuparvi perche se adesso fate votare democraticamente gli ucraini
            con chi stare Ucraina o Russia anche Porcochenko vota per la Russia!

          • tex

            Sei curioso, tifi per le dittature ma esigi le democrazie per erigerle.

          • virgilio

            e quali sarebbero le dittature acui tifo??

          • tex

            Non hai elogiato Stalin?

          • virgilio

            sempre meglio lui che qualsiasi verme USraeliano

          • tex

            Quindi confermi.

          • virgilio

            si confermo sei un grosso koglione

          • tex

            Bravo, adesso fatti dare le noccioline.

          • virgilio

            suka!

    • tex

      Quindi la Cecenia, con nemmeno il 2% di russi, può andarsene dalla Federazione Russa?

      • Marco_Seghesio

        In termini di autodeterminazione è vero, anche se in Cecenia mi pare che i russi siano qualcuno in più dei suoi 2%. Forse sono il 25% o giù di lì. Però la acquisizione della Cecenia è originata da eventi più classici, rispetto a quello molto peculiare della Crimea. O c’è una guerra, con trattato, o c’è una contropartita tra le parti. Non ci deve essere il nulla. E semmai la Catalogna decidesse di secedere, lo Stato spagnolo non la prenderebbe molto bene.

        • tex

          Fai parecchia confusione per nascondere la contraddizione di Demy M.

          • Marco_Seghesio

            Parlo solo del mio punto di vista, stia tranquillo.

          • tex

            Non sembrava.

  • potier

    infatti sono tornati alle trincee da prima guerra mondiale, questa guerra lasciata colpevolmente così ai margini, IN EUROPA poi ! non dimentichiamolo mai ! ma è ancora attuale e ben presente, che ha già lasciato sul terreno 10.300 morti ammazzati dalle pallottole e granate di entrambe le parti … soltanto ieri fortunatamente nessun morto, ma è stato violato comunque il cessate il fuoco da parte russa ben 42 volte … tutto questo mostra perfettamente ancora ce ne fosse la necessità, il vero malvagio volto assassinio e criminale di quello che è una vera e propria associazione di stampo mafioso, con epicentro, struttura di comando, nonché regia su al Cremlino.
    gli antefatti, un osservatore onesto e neutrale li ha sicuramente ben compresi, i quali antefatti hanno portato ad un aggressione ai danni del popolo ucraino.
    aggressione appunto molto ben organizzata, programmata molto tempo prima, molti anni prima, attuata per appunto recare scompiglio in un paese che ribadiamo del tutto pacifico, e il quale soltanto cercava e cerca una sua propria diversa strada politico ed economica. del resto mai prima di allora avrebbe il popolo ucraino pensato di come la serpe velenosa si annidasse proprio tra chi consideravano o quasi dei fratelli di sangue … sommovimenti e proteste pilotate e attuate per mezzo di infiltrati e agitatori moltissimi portati a suo tempo in loco direttamente con bus dalla federazione russa, addestrati a suo tempo proprio per eventuali violente future interferenze in Ucraina …
    del resto, quello è il braccio violento e ben addestrato russo, ma altrettanto pericoloso è quello che quotidianamente viene effettuato dalla consorteria di Mosca e
    San Pietroburgo per mezzo di organi di informazione o su internet, social pilotati, opinionisti venduti ecc ecc … i quali mezzi sia pur non provocando morti e feriti, non sono però meno pericolosi e dannosi, da non prendersi alla leggera dunque …

    • paolo045

      “…soltanto ieri nessun morto…violato il cessate il fuoco da parte russa ben 42 volte…”
      Un consiglio: porti il suo pallottoliere ad una drastica revisione; i conti non mi tornano.

      • potier

        prima di tutto lei è solo un provocatore di bassa lega, uno dei tanti … nemmeno degno di replica … comunque, laggiù si muore realmente egregio, pertanto da quelle parti di tutto avrebbero bisogno, fuorché dell’interessata e brutale presenza, oltretutto non richiesta, di Mosca, si prendano indietro i loro carri armati i loro missili e i loro mercenari … e lascino una volta per tutte gli ucraini liberi di decidere e scegliere da quale parte vogliono stare !

        • Demy M

          Il suo cranio di legno presenta delle crepe che la fanno delirare. Se me lo manda con uno dei suoi F35 , le farò il calafataggio gratis cosi le risparmio il flusso mestruale cervicale che annebbia la sua mente.

        • alberto

          Absolument correct, monsieur Carlo:
          …e lascino una volta per tutte gli ucraini liberi di decidere e scegliere da quale parte vogliono stare !”
          Appunto: per la Crimea e’ stato fatto. Ora si deve lasciare questa possibilita’ anche agli…’ucraini’ del Donbas !
          portez-vous bien

          • tex

            La Cecenia non aveva ambizioni autonomiste?

          • potier

            come no, libertà imposta da sempre per mezzo delle armi, e manu militari, i signori russi sono infatti ben noti da sempre e proprio per il fatto di usare il bastone, o meglio la mazza ferrata, per imporre la loro dottrina e il loro volere a danno dei popoli che hanno la disavventura di averli per confinanti … la Crimea e il Donbas non sono che l’ultimo dei tremendi misfatti …
            tra parentesi, è stato inaugurato oggi 15 Maggio il ponte di Kerch, e abbiamo pure dovuto assistere all’ennesima pagliacciata da circo equestre di quella specie di leader del Cremlino … l’ultima di una lunga serie … con appunto il tizio del Cremlino ridicolmente travestito da improbabile autista di autocarro pesante intento nell’attraversamento del ponte medesimo … che dire, non trovo degno commento, se non che quel tizio sarebbe davvero da ricoverare al manicomio giudiziario in quel di Siberia, dopo le carezze ad una tigre morta, far finta di pilotare un jet, governare un mini sottomarino, l’esibizione di Judo, con la canna da pesca in mano in mezzo al fiume, anche li naturalmente in costume da bagno, a cavallo di un puledro anch’esso a torso nudo da vero !? macho, alla guida di un carro armato, mancava solo più l’autocarro e abbiamo quasi completato la pagliacciata … povera Russia … anzi poveri noi !!! dovremmo forse dire … abbiamo l’ennesima conferma di come ci sia un folle da psichiatria grave al Cremlino … comunque devo ribadire ancora una volta che lei, come del resto altri, dovete tutti assieme e per forza avere un bel pelo nello
            stomaco per venerare un tizio del genere, il quale sembrerebbe essere fuggito da qualche clinica per malattie mentali va …

          • Demy M

            Bravo!! Dopo questa disamina psichiatrica ha guadagnato la ” condivisione” da oggetto non identificabile (stessa setta). Ora vada a nanna e cerchi di riposare se ci riesce. In caso contrario si metta una bella foto di Stepan Bandera o di Porkoshenco cosi da avere un profondo sonno.

        • virgilio

          potier “leche moi le cul” Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr…………………………..

      • Divoll79

        Non si capisce dove prenda certe fake news. Forse dalla stampa del regime di Kiev…
        Per fortuna, Poitier non posso leggerlo, visto che l’ho bloccato, ma vedo attraverso i
        vostri commenti che continua a imperversare.

        • Demy M

          Dal suo pazzo amore per Svet che l’ha lasciato per un Russo. Da qui la sua russofobia a prescindere.

          • Divoll79

            LOL

      • Demy M

        Lo perdoni, potier non sà quello che scrive. Saluti.

    • Aleksandr Nevskij

      potier, taci e guardati i numerosissimi video su youtube, qualcuno perfino da qualche americano volontario, sui civili dilaniati dalle bombe di Kiev. Di civili ucraini non ce ne sono. Questa guerra è un assedio, un massacro nazifascista come quelli dei vecchi tempi. E in quel modo andrà a finire.

      • tex

        L’Espresso ha fatto sapere che un plotone di fascisti e di neonazisti italiani combatte in Ucraina per Putin.

        • Aleksandr Nevskij

          dubito fortemente che si mettano le svastiche sul braccio come fanno quelli di Kiev, il cui governo fa apologia del nazismo a livello ufficiale nel silenzio imbarazzato della stampa occidentale, in particolare dell’Espresso, il cui unico compito è quello di incensare il regime globalista e il futuro luminoso della società aperta, condannando qualunque governo non si adegui.

          • tex

            Hanno svastiche tatuate. Panorama … La Russia ha ospitato ieri, 22 marzo 2015, il “primo forum internazionale delle forze nazionaliste europee e russe”, con la presenza di numerosi alti dirigenti di alcuni dei più controversi partiti dell’estrema destra del vecchio continente, da Forza Nuova ad Alba dorata sino al partito neonazista tedesco Ndp …

          • Aleksandr Nevskij

            senti, ascoltami: in Russia perfino nelle giostre dei bambini leggi frasi come “Спасибо за Победу!” Ora che il governo russo avvalli la presenza di un’internazionale neonazista sul suo territorio dopo oltre 22 milioni di russi vittime del nazismo mi pare davvero fantascienza. Mostrami contenuti, video o foto di ciò che affermi perché non ci credo. Forse c’è stato un meeting di forze politiche antieuropeiste, che si sono ben viste dallo sfoggiare svastiche o qualsiasi riferimento al nazismo, ma non è la stessa cosa.

          • tex

            Il Foglio … Chi erano gli italiani al convegno delle destre estreme a San Pietroburgo (In Russia non si erano mai radunate tutte insieme così tante organizzazioni “neofasciste”, tra foto di Putin a petto nudo e cosacchi con la frusta) … La lista dei circa 200 partecipanti al primo “Forum conservatore russo internazionale” era piena di leader di partiti europei accusati di anti-semitismo, incitamento a crimini contro gli immigrati, omofobia e apologia del nazismo. Ma la maggior parte dei presenti in sala respingeva l’etichetta di “fascisti”: fasciste, dicono, sono solo le forze al potere a Kiev. A San Pietroburgo c’erano Alba Dorata, il partito nazionaldemocratico tedesco, con l’europarlamentare neonazista Udo Voigt, e Nick Griffin, l’ex leader del partito anti-immigrazione British National Party. Erano presenti anche Forza Nuova, con il suo leader Roberto Fiore e Luca Bertoni, rappresentante dell’associazione Lombardia-Russia, legata alla Lega Nord e sempre presente nelle missioni a Mosca del segretario federale Matteo Salvini …

          • Aleksandr Nevskij

            sono andati a San Pietroburgo per fare apologia del nazismo? O sono andati per parlare di Bruxelles?

          • tex

            C’era prima Hitler o l’UE?

          • Aleksandr Nevskij

            i tentativi forzosi o furbeschi come questo di unificare politicamente l’Europa sotto la Germania hanno molto più in comune con Hitler di quanto immagini. Ecco perché l’antieuropeismo e l’apologia del nazismo sono cose opposte e inconciliabili.

          • tex

            Fantasticare non è vietato.

          • Aleksandr Nevskij

            ci mancherebbe, però vacci piano con la mano perché poi ti ammali

          • Marco_Seghesio

            Premesso che l’Europa nasce con due idee alternative. Quella popolare di Adenauer, Schuman e De Gasperi, “jeffersoniani”. E quella social-radicale di Monnet, Rossi o Spinelli, “hamiltoniani”. Con la UE, un pò sotto le righe, però vincono questi ultimi.
            Anche perchè i popoli europei, ben lungi di occuparsi della loro potenziale confederazione, cercano altre potenze esterne alle quali aggrapparsi: USA o Russia, che poi vorrà dire Cina. Perchè se l’Europa non ha voluto crearsi una potenza, con i suoi oneri economici e sociali non da poco, non è che la Russia, nel medio termine, la può sostituire.
            Insomma sia popoli che i burocrati di Bruxelles fantasticano veramente tanto !

        • virgilio

          be vedi anche i fascisti italiani hanno capito quanto figli di pu##ana siete,con questo hai detto tutto!

          • tex

            Chi passa agli insulti ammette di avere torto.

          • virgilio

            si koglione ti fa male che anche i fascisti italiani hanno capito che siete dei vermi……….ahahahaha……
            i fascisti italiani che fanno il kulo ai nazi ucraini…….ahahahahahaha…….

          • tex

            Cosa ti ha fatto diventare come sei? Il comunismo jugoslavo?

          • virgilio

            i fascisti italiani che fanno il kulo ai nazi ucraini…….ahahahahahaha…….

      • Alox2

        Isolare i Russi e’ d’obbligo, finche’ il dittatore assassino Putin e’ al potere…ed oggi hanno rispedito in galera Navalny.

        • Aleksandr Nevskij

          Navalny in Russia non vince le elezioni nemmeno se si presenta da solo, servirebbero almeno vent’anni di ONG e trilioni di dollari per rincoglionire il popolo russo a tal punto.

        • virgilio

          Navalny chi??

    • SuperMururoa

      Alla fine, la vera verità la sanno solo i morti. Da un milione di anni?

  • Demy M

    Vladimir Putin ha partecipato alla cerimonia di apertura del ponte sullo stretto di Kerch,cosi, da adesso, la Crimea può ritenersi una Penisola direttamente collegata con la Federazione Russa.

    • Divoll79

      Non solo ha partecipato, ma ha guidato personalmente il camion in testa per tutto il tragitto, mentre chiacchierava con l’ingegnere capo del progetto e l’altro l’ingegnere (credo che sia tataro) che ha messo su le arcate. Hanno costruito un poderoso ponte lungo quasi 20 Km in 812 giorni, addirittura prima della deadline. Gente che non fa chiacchiere…

      • Demy M

        peccato che andasse veloce, altrimenti lo avrei raggiunto con la mia RollsFiat500,..:-)

        • Divoll79

          Difficile anche per la tua rolls-fiat, visto che c’era una sfilzata di almeno una cinquantina di altri camion carichi di materiali da costruzione (stanno ancora costruendo la parte del ponte per la ferrovia).

          • Demy M

            Ho visto in diretta,……..

          • Divoll79

            Io pure :-))) Bello il discorso di Putin e grande l’entusiasmo di tutti gli operai, geologi, ingegneri, e pubblico.
            E’ davvero un’opera importante per il futuro della Crimea, sia dal punto di vista commerciale e turistico, che
            psicologico e politico.

          • Demy M

            Sono contento per la Crimea, ed oggi vino della Regione per festeggiare!!

          • Divoll79

            Quelli che insistono a dire che la Crimea e’ stata “occupata”
            dovrebbero vedere le facce felici dei crimeani…

          • Demy M

            Esatto. Il trogolo di sotto cita la Cecenia ma, evita di scrivere del massacro Occidentale in Kosovo per permettere agli Usa di costruirci una mega base militare.

          • Divoll79

            Egli si dimentica pure di dire che la Cecenia fu un’anteprima delle guerre-proxy di Alqaeda e Isis,
            un’anteprima della guerra dei tagliagole in Siria. E molti dei combattenti ceceni non erano
            nemmeno ceceni, ma musulmani fondamentalisti provenienti da altri paesi.

          • Demy M

            E finanziati dagli UsArabic ed Esauriti.

          • Divoll79

            Ma soprattutto dagli Usa!

          • SuperMururoa

            Si parlò di Russi crocefissi alle tavole dei pavimenti…

          • Divoll79

            Non solo, ma anche mani, orecchie e teste mozzate, corpi scuoiati ancora da vivi, torture indicibili.
            Poi, a Beslan, assassinarono tanti bambini e insegnanti donne. E tutta l’Europa a difenderli!…

          • tex

            Mica tanto, l’ONU ha sapere che i diritti umani in Crimea sono in costante pericolo.

          • Sacrifice

            Il vino della crimea fa letteralmente scifo. È peggio di quello californiano.

          • Divoll79

            Nessuno ti costringe a berlo.

          • Demy M

            Posso assicurarti che è di buona qualità.

          • Divoll79

            Ma certo. A me piaceva soprattutto quello denso come il Porto, fatto con uva passita.
            Erano vigneti antichissimi, viticci importati ancora dai greci. Ti ricordi come si chiama
            quel vino?

          • Demy M

            Massandra, e si trova ancora.

          • BIASINI

            Beva il Number One californiano e poi ne riparliamo. La avverto che occorre un portafoglio ben fornito.

          • SuperMururoa

            Mah, il californiano non è adatto ai pasti, va preso come un extra, come un rosolio, uno cherry, più leggero, estivo, dolce. Per una sangria anni 2000, magari. 😉

          • cir

            sei un tipo da tavernello andato a male . Se fai il bravo a natale pasteggerai con un san crispino ed un pollo A_MA_DORI ! e’ il massimo per te . devi meritatelo

          • potier

            vino della Crimea !? ora come ora le viti sono rimaste a secco … persino l’acqua era ucraina ! ora non c’è neppure più quella !

          • Demy M

            Il clown del forum è già all’opera?

          • potier

            senti chi parla … lei da vero e proprio stacanovista è sempre all’opera giorno e notte da quanto abbiamo avuto modo di osservare e si osserva … cos’è, a San Pietroburgo fate i turni 24ore al giorno ?

          • Demy M

            potierino, lei aveva asserito di lavorare con una multinazionale che essportava ” anche ” in Cina, ma la leggiamo spesso su queste pagine anche se con nomignoli diversi. Non le sembra strano?

          • cir

            e’ il momento dello svago al circo, entrano i pagliacci …. aspettiamo il cardellino !

          • Marco_Seghesio

            “Isso è solido !” veramente e non come lo fu il ponte sospeso del monaco Zanone, nel film “L’armata Brancaleone”.

        • cir

          se lo vedi abbraccialo da parte mia !!!!

    • Divoll79

      Oggi gli americani hanno detto che il ponte darebbe fastidio al passaggio delle navi. Una cosa assurda.
      Evidentemente, e’ a loro che da’ fastidio…

      • Demy M

        Hanno detto di più, bisogna bombardarlo!! Non ricordo la tv e/o giornale che ha pubblicato questo, ma ti farò sapere. Criminali è dir poco!

        • Divoll79

          Che ci provino (ma non lo faranno). Il ponte e’ ben difeso, Putin lo disse gia’ nel discorso alla nazione:
          la difesa fu la prima cosa a venire assicurata, addirittura prima che si cominciasse a costruire. Nemmeno
          Poroshenko osera’ toccarlo.

        • cir

          ma non sono criminali. sono yankees -.

  • Georgi Mihaylov

    la democraticissima UE dove non c’e nessuna censura…
    dove sono i nostri media liberi?

    • Divoll79

      Nel libro delle favole.

  • Aleksandr Nevskij

    basterebbe riportare uno fra i tanti contenuti filonazisti che il parlamento di Kiev emana al pari di una fogna di Calcutta per avere un’idea precisa della totale assenza di legittimità di quel regime, e non solo a livello di governo ma proprio a livello individuale, di persone fisiche. Quella marmaglia è cibo per gatti che cammina! Altro che legittimità dell’annessione della Crimea: l’Ucraina odierna non esiste, deve essere smembrata e il governo impiccato in blocco, come si fa coi nazisti. Semplice.

    • Teodor Brusic

      Deve essere smembrata la Russia, quel porcile di tuo padrone e proprietario Putin, unico fasista che ha modificato i confini europei, dopo la II guerra mondiale, annettendo una parte di un paese sovrano! Spero anche che a breve ti arrivano in Russia le masse di ubriaconi Russi cacciati dal Donbas, Transnistria, Abhasia e Osezia…ovvero tutta quella feccia che ha destabilizzato tute le ex republiche sovietiche…
      Dimenticavo…Quando verra restituita alla Germania la ex Prussia orientale? Cioe’ quell pezzo di terra che avevate occupato e dove avete sterminato tutta la popolazione per rimpiazzarla con i zzozzoni Russi?

      • Demy M

        Quando i suoi colleghi di fogna ridaranno il territorio occupato in Palestina e le alture del Golan.

        • Teodor Brusic

          Mai! Il mondo sara’ fra poco ripulito dai Russi e loro amici democratici Palestinesi, Iraniani, Hesbolah ed Iran! E sara’ di sicuro un posto migliore! La corda si sta stringendo, ma tu non lo sai ancora…

          • Demy M

            Verrete tutti impiccati agli alberi che pianteremo sulle altrure del Golan. Adesso rilassati potier….

          • Teodor Brusic

            Ha…ha…ha…Hai gia’ preparato il piccone? Quando inizi a piantarli? Sembra sia difficile arrivarci, per il momento…

          • virgilio

            sei nuovo??
            be ti do subito il benvenuto che meritano quelli come te………va in pu##ana di tua madre da dove sei venuto!!

          • Kimo Timonen

            E quanto sei scemo

        • Divoll79

          Eccone un altro da bloccare.

          • Demy M

            E’ potier con uno dei tanti nick. Se ci fai caso ricevono ” gradimento” da oggetti non identificati e questo dimostra, oltre ogni ragionevole dubbio, che trattasi di setta religiosa che ben conosciamo. Ne blocchi uno e ne spuntano 3….

          • Divoll79

            Se continuiamo a bloccarli tutti e non rispondere ai loro vaneggiamenti, finiranno
            per trasferirsi altrove a spargere il loro letame mentale. Invece voi continuate a
            battibeccare con loro, che e’ esattamente cio’ che vogliono.

          • Demy M

            Io la penso diversamente, scusami. Se li blocchiamo tutti saranno loro a “gestire” il forum, ed è quello che vogliono. Se ci fai caso, quando potier è in difficoltà, arrivano i soccorsi. Stesso linguaggio, stessi errori e, forse, lo stesso traduttore.

          • Divoll79

            Ma se fossero tutti bloccati e nessuno li vedesse, nessuno risponderebbe ai loro post demenziali,
            ignorandoli. Non credi?

          • Demy M

            Non è cosi. Tu li blocchi, ma hai il potenziale e la volontà di farlo al contrario di altri che, schifati, preferiscono il silenzio. Il loro scopo è questo.

      • Divoll79

        Senti chi parla di zozzoni. Un campione di mente zozza e lingua sporca.
        Via! Tiro lo sciacquone pure per te, bloccandoti. Niente post, niente fetore.

      • Aleksandr Nevskij

        i primi a violare i confini europei furono gli USA e la Nato con il Kosovo. Da quale cesso di nazione salti fuori te che parli male dei russi? Ti vergogni a dirmelo?

        • Demy M

          Dal territorio dove sparano ai bambini. E’ il ” sosia” di potier.

          • Aleksandr Nevskij

            ma quale cesso di sottoprodotto genetico è? Un ucraino dell’ovest mezzo polacco che vantando un finto nonno ebreo ha trovato il modo di arruolarsi in Israele per tirare a campare?

          • Demy M

            E’ una setta religiosa che vuole “pilotare” l’informazione. Questo dice tutto.

        • Teodor Brusic

          Con l’ indipendenza del Kossovo nessun paese vicino si e’ ingrandito! Ne Bulgaria, ne Macedonia, ne altri…E nessun paesse ha annesso la parte di un altro!

          • Demy M

            Solo gli Usa con la loro base militare. Si scrive Kosovo con una sola S.

          • Aleksandr Nevskij

            questa spiegazione mi mancava, grazie mille per le risate che mi hai donato stamattina. Non mi hai ancora detto da quale fogna esci però? Quale nazione di sfigati ti ha dato i natali? Sei uno slavo sbagliato, ma quale di preciso?

          • SuperMururoa

            Ho conosciuto, a Belgrado, due sorelle serbe di Peč, Kosovo serbo. Una medico, l’altra studentessa universitaria. Mi hanno ben raccontato dei poveri oppressi del Kosovo. Albanesi. Punto.

      • potier

        deve essere smembrata la Russia ? certo ! non si può non essere d’accordo, l’entità russa il giorno che sarà smembrata in tante realtà differenti per mezzo di qualcuno dall’esterno, o meglio ancora dall’interno, quella sarà una enorme conquista e un grandissimo passo avanti per la pace duratura e un definitivo progresso mondiale … prego un giorno si avveri questa stupenda e auspicabile prospettiva !

        • Demy M

          Continui a pregare il suo totem, ciò non cambierà il corso della Storia.

    • tex

      Non sono sempre più numerosi e sempre più violenti i neonazisti russi?

  • Divoll79

    E’ rincuorante vedere almeno su questo quotidiano notizie e video girati da giornalisti italiani
    che non hanno avuto paura di andare in una zona di guerra e che hanno il coraggio di mostrare
    le cose come stanno.

  • Divoll79

    In questa resistenza del popolo del Donbass, i civili di tutte le eta’, donne e uomini, hanno indossato la divisa e preso un’arma.
    Un grande esempio di unita’ del popolo contro un comune nemico, di coraggio, di amore per la propria terra e per la giustizia.
    E continuano a combattere pur essendo stati privati di braccia, mani, gambe… Un popolo che non si piange addosso.
    In minor formato (per estensione geografica e numero) e’ come una ripetizione dell’invasione tedesca. Ecco come si comporta
    un popolo che non vuole farsi dettare l’agenda o farsi mettere gli stivali in testa da altri.

    • Teodor Brusic

      Non e un popolo, ma banda armata e un mucchio di colaborazionisti, che meritano la fine dei toppi!

      • Demy M

        Ti riferisci ai bolscevichi ebrei ?

        • Teodor Brusic

          Non ho capito se sei tonto dalla nascita, o e’ un problema acquisito! Parlo dell’Ucraina, e non degli Ebrei! Sai almeno leggere, no?

          • Demy M

            Testa di caprone!! Sei tu che non sai scrivere. Vai nella tua fogna di tel aviv e restaci.

          • Teodor Brusic

            Tel Aviv? Dove e’? Cosa centro io con il Tel Aviv? Hai sbagliato il post, oppure sei soltanto stupido, e non riesci afferrare il contenuto di un paio di lettere?

          • Demy M

            Taci maiale di un sayanim.

          • Sacrifice

            La seconda che hai detto.

          • cir

            impare a scrivere.

      • Divoll79

        Te sei un classico collaborazionista (nazi)

  • montezuma

    Questo è il prezzo che Putin sta pagando per “non essersi piegato prontamente” ai veri poteri in gioco. Noi stiamo pagando il prezzo della nostra indifferenza con una perdita secca in termini economici e, penso io, morali che sta minando la tenuta delle strutture internazionali. L’Unione Europea dimostra la sua incapacità d’azione e la mancanza di una volontà politica di fare i veri interessi dei cittadini europei. Chi permette la cappa di silenzio su quanto sta avvenendo nel Donbass è indegno di rappresentarci e noi non dovremmo permetterglielo. Ricordiamocelo alle prossime elezioni europee.

    • tex

      Intanto spiegaci perché gli uomini russi vivono circa 20 anni meno degli uomini italiani.

      • montezuma

        Non sarai uno degli sprovveduti che non sanno da dove viene la Russia? O forse sei una delle tante Anite Mueller rompicoglioni.

        • tex

          Non è colpa mia se gli uomini russi vivono circa 20 anni meno degli uomini italiani.

          • montezuma

            Però è colpa tua non cercare di capire.

          • tex

            Inutile negare dati risaputi.

      • virgilio

        e allora con quello??

        • tex

          Questo tuo commento svela parecchio di te.

          • virgilio

            svela sopratutto che sei un koglione senza argomenti!

          • tex

            Confermi ciò che ho detto prima.

      • SuperMururoa

        Mi inserisco tra i 2 gruppi in contesa e, ovviamente, prenderò mazzate da entrambi. La crisi demografica in senso maschile comincia, in Russia, coi macelli della 2a GM. L’alcolismo è da sempre un problema, poi non dimentichiamoci che il comunismo permetteva, tra i pochi godimenti, sesso libero ed alcol. La fine dell’URSS aggrava ulteriormente la tendenza alla depressione del maschio non giovanissimo. Aggiungo, forse sbaglio, non ci sono mai stato, che vedere la vita scorrere in città e cittadine lontane (interne ed estere), dev’essere davvero angosciante per chi vive sperduto in insediamenti spersi tra pianure senza fine, o tra immense foreste. A monte del tutto, la povertà. Io, da Italiano, ho molta simpatia per il popolo Russo, perchè so della sua strana secolare condizione, oppresso (o dimenticato) in pace, violento e scatenato in guerra. Il grande mistero dell’anima europea.

        • SuperMururoa

          Dimenticavo il popolo Ucraino, per il quale vale lo stesso discorso. Dalle mie parti, NordItalia, i nazi-ucraini hanno fatto cose atroci. Partigiani, persino ‘bianchi’, badogliani, militari, carabinieri, fatti a pezzi, occhi denucleati. Ho visto foto, mai pubblicate, mostratemi da amici che, diciamo, c’erano. Foto terribili. D’altronde, il cannibale ucraino Chikatilo (scoperto e giustiziato nei ’90), non era forse, da bambino, scampato ai cannibali, durante la seconda Grande Fame, non quella di Lenin anni ’20, quella di Stalin, anni ’30. Quella è una terra maledetta, coperta di sangue. Mi spiace, Ucraini amboparti, ma piuttosto che tra voi, andrei a stare in Amazzonia. Tra pantere e serpenti giganti.

          • Demy M

            Ma vai a farti una passeggiata invece di essere qui come un G.R.C. !!

          • SuperMururoa

            Cos’è un GRC?

          • Demy M

            Grande Rompi Co…….

          • SuperMururoa

            Lei non sa discutere. Non stiamo a litigare. Ignoriamoci.

          • montezuma

            Lotta persa …

        • Divoll79

          Appunto, non ci e’ mai stato. Pero’ sa tutto, no?…

          • SuperMururoa

            Ci sono un approccio sincronico alla Storia (quello che usano quasi tutti), cioè allargandosi al massimo sul contemporaneo/cronachistico, ed uno diacronico, che va in profondità nel Tempo, utilizzando varie altre discipline, considerando cause ed effetti.

          • Divoll79

            Mi sembra, caro signore, che il suo sia il classico approccio sofistico per dire che, benche’ non sia mai stato in un posto e non ne conosca la storia, le genti, la lingua, la psicologia e la realta’ quotidiana (passata e presente) LEI ne sa comunque di piu’ di chiunque altro, compresi quelli che, invece, quelle realta’ le conoscono non per sentito dire e non per belle parole che servono a nascondere il pregiudizio dietro il nulla del suo non-pensiero. Mi stia bene.

          • SuperMururoa

            Ci sono più metodologie di conoscenza. Comunque, lascio perdere. Saluti.
            PS L’accusa di non-pensiero è molto vaga, strumentale direi.

          • Divoll79

            Ah, ah, ah, la volpe e l’uva….Si, lasci perdere, e’ la cosa piu’ saggia.
            Di “metodologie della conoscenza” nei confronti di un paese ce n’e’
            una sola: la conoscenza diretta, fisica, in loco. Tutto il resto e’ fuffa.

          • SuperMururoa

            Lei può parlare di Ucraina oggi, ed io la ascolto attentamente. Per il resto, lasci fare. Se non si hanno gli strumenti culturali adatti, più di tanto non si può comprendere.

          • Divoll79

            Conosco la Russia molto meglio dell’Ucraina, mentre lei non conosce assolutamente nulla di me e dei miei “strumenti culturali”.
            Compatisco le persone che vogliono per forza avere ragione su tutto (al punto da arrivare a insultare gli interlocutori), perche’
            ben spesso sono persone con problemi di insicurezza, necessita’ di autoaffermazione, carenze affettive, e spesso, proprio a
            causa del carattere, non sono benvoluti e non hanno amici. Un po’ meno supponenza e un goccio di umilta’, pero’, possono
            fare miracoli. Ci rifletta e mi stia bene.

  • misc3

    The Russian Federation, the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland and the United States of America reaffirm their commitment to Ukraine, in accordance with the principles of the Final Act of the Conference on Security and Cooperation in Europe, to respect the independence and sovereignty and the existing borders of Ukraine.

    Budapest, 5 Dec 1994

    Firmato (tra gli altri) da Sergey Lavrov (comprereste una macchina usata da lui?)

    • Divoll79

      Da te no di sicuro.

      Anche gli americani avevano promesso a Gorbaciov di non espandere la Nato a est,
      ma lo hanno fatto e sono arrivati ai confini della Russia, golpizzando pure l’Ucraina
      portandoci morte, miseria e guerra. Chi infrange i patti per primo poi non puo’ pretendere
      che gli altri vi tengano fede. Cambia la situazione e cambiano le soluzioni.

      • misc3

        Gorbaciev ha smentito che ci fosse un accordo in tal senso. Vada a duscuterne con lui.

        • Divoll79

          Gorbaciov non poteva smentire un accordo ben documentato,
          anzi, di recente lo ha ribadito: gli americani tradirono i patti.
          Non a caso, i nativi li chiamavano “linque biforcute”. Gli americani
          hanno sempre detto una cosa e poi fatto l’opposto. Sciocco chi
          crede alle loro parole.

          • misc3

            The topic of ‘NATO expansion’ was not discussed at all, and it wasn’t brought up in those years. … Another issue we brought up was discussed: making sure that NATO’s military structures would not advance and that additional armed forces would not be deployed on the territory of the then-GDR after German reunification. Baker’s statement was made in that context… Everything that could have been and needed to be done to solidify that political obligation was done. And fulfilled.

            M. Gorbaciev

          • Divoll79

            Mi dia il link, perche’ questo “documento” e’ un falso. Non piu’ tardi della scorsa settimana, durante i festeggiamenti per il Victory Day, Gorbaciov ha ripetuto per l’ennesima volta che gli americani gli assicurarono che non avrebbero mai espanso la NATO a est se la Russia avesse tolto le proprie basi dalla Germania, Cecoslovacchia, Polonia, Romania e Bulgaria.

            Inoltre, eccoti le conferme: Los Angeles Times: The U.S. broke a NATO promise – the United States has failed to uphold a promise that NATO would not expand into Eastern Europe, a deal made during the 1990 negotiations between the West and the Soviet Union over German unification. In this view, Russia is being forced to forestall NATO’s eastward march as a matter of self-defense. The West has vigorously protested that no such deal was ever struck. However, hundreds of memos, meeting minutes and transcripts from U.S. archives indicate otherwise… In early February 1990, U.S. leaders made the Soviets an offer. According to transcripts of meetings in Moscow on Feb. 9, then-Secretary of State James Baker suggested that in exchange for cooperation on Germany, U.S. could make “iron-clad guarantees” that NATO would not expand “one inch eastward.” Less than a week later, Soviet President Mikhail Gorbachev agreed to begin reunification talks.

            Lo Spiegel ha pubblicato un articolo intitolato “Nato’s Eastward Expansion: Did the West Break its Promise?” dove si afferma esattamente la stessa cosa: i documenti delle trattative tra Usa e Russia redatti a quell’epoca dimostrano che gli americani AVEVANO promesso di non espandere la Nato a est.

            Si informi meglio e mi stia bene. Buona notte.

          • Demy M

            Aggiungi : Gorbaciov ricevette ampie e ripetute assicurazioni, tra il 1990 e il 1991, prima di lasciare il potere, che la Nato non sarebbe stata estesa ai paesi est-europei.
            È la verità che emerge dalla pubblicazione, all’inizio dello scorso dicembre, di documenti desecretati contenuti nell’Archivio della Sicurezza Nazionale depositato nella George Washington University.

          • Divoll79

            Esatto.

          • tex

            Interessante articolo … NATO e Russia: qualche riflessione e qualche suggerimento pratico … Quanto all’allargamento della NATO, sarebbe saggio che Mosca lasciasse le decisioni ai paesi coinvolti. Che i paesi candidati aderiscano all’Alleanza – ed in quel caso, quando ciò debba aver luogo – è una decisione che spetterebbe solo a quelle nazioni. Alla luce degli obiettivi che Mosca si è dati, un intervento russo non può che risultare controproducente. Sensata è invece la posizione ufficiale del Cremlino di trattare l’adesione all’Alleanza come un diritto sovrano di ciascun singolo paese, e di focalizzarsi sulla gestione della sicurezza della Russia … Dmitri Trenin, membro anziano della Carnegie Endowment for International Peace e direttore degli Studi nel suo Centro di Mosca …

          • potier

            lei è ancora una volta dimostra essere di una faziosità unica e vergognosa … promettere !? assicurare !? tra americani e russi non vi fu nessun trattato e nessuna firma ! nessuna carta firmata ! si è solo auspicato ! inoltre è anche vero che prima dell’aggressione russa all’Ucraina i Paesi Baltici e segnatamente i Polacchi aderivano alla NATO solo formalmente ! non essendoci NESSUNA truppa o mezzi stranieri permanenti in quei paesi testa di legno !
            in tutti quei paesi baltici e polacchi vi erano, NOTA BENE … ben SOLO numero due aerei in funzione di controllo spazio aereo e NOTA BENE appunto nessuna truppa NATO, nemmeno un battaglione straniero permanente, nessuna base, nulla di nulla !!! allora testone ! dove sarebbe stato tutto questo pericolo per gli ubriaconi russi !? dal momento che hanno loro si, avevano allora missili nucleari a disposizione e con ben più di un milione di personale alle armi !!??

          • Demy M

            Si cerchi i documenti e non rompa più con le sue ca00ate!!

          • potier

            me li presenti lei i documenti … un link, mi dia lei la prova, altrimenti si taccia !

          • Demy M

            Quadrupede zoppo, legga bene e vedrà che ho già segnalato la fonte: ‘Archivio della Sicurezza Nazionale depositato nella George Washington University. Non deve dirmi taccia visto che sto solo scrivendo :-)))

          • potier

            lei è solo un bugiardo all’ennesimo stadio … e oltretutto anche ignorante, non ci sono mai stati impegni politici o LEGALMENTE
            VINCOLANTI dell’occidente a non estendere la NATO oltre i confini di una Germania unificata.

          • Demy M

            Senta, ho già sprecato molto tempo coon lei, adesso basta. Che lei sia imbecille,fazioso, falso e spudoratamente schierato lo dicono i commenti che riceve. Se ne faccia una ragione e non continui a rompere i koxxxoni!!

          • potier

            commenti !? se arrivano da gente venduta come lei sono per me medaglie egregio ballista filo-russo …

          • tex

            Vladimir Putin aveva valutato all’inizio del suo mandato l’ipotesi che la Russia potesse aderire alla Nato. Lo ha affermato lui stesso in ‘The Putin Interviews’, il documentario girato da Oliver Stone.

          • misc3

            Non posso mettere link, si cerchi l’intervista di Korshunov a Gorbaciev. Gli americani avevano promesso , dice Gorbaciev, di non espandere le basi NATO alla Germania est, e come lei sapra’ a tutt’oggi tali basi non esistono.

          • Divoll79

            Le ho postato una fonte americana e una tedesca, recentissime, e ho ascoltato con le mie orecchie le interviste di Gorbaciov IN RUSSO, piu’ di una volta nel corso degli anni, percio’ so quello che affermo. Ma lei e’ di coccio, eh? Beh, che le devo dire, creda pure quello che vuole. Tanto, la realta’ non cambia.

          • misc3

            Lei continua a negare l’ evidenza. Le parole di Gorbaciev sono scritte nero su bianco, non sono mai state smentite ne’ da Gorbaciev ne’ da altri, e sono disponibili anche in russo. Come le ho gia’ detto, e non me lo faccia ripetere, la promessa di non espandere la NATO di un pollice, riportata dalle sue “fonti” , si riferisce esclusivamente alla Germania dell’ Est, come ha confermato in modo definitivo e inequivocabile lo stesso Gorbaciev. Saluti.

          • Divoll79

            E sarei io a “negare l’evidenza”, eh………….

          • misc3

            Esatto.

      • Divoll79

        Aggiungo: gli USA avevano firmato un accordo internazionale con l’Iran
        e adesso se lo sono rimangiato tutto. La cosa e’ perfettamente in linea
        con le loro “tradizioni” e dimostra che con gli americani non si possono
        fare accordi. Chi non mantiene la parola non ha alcuna dignita’. Cowboy
        erano e cowboy sono rimasti (con tutto il rispetto per le mucche, molto piu’
        autorevoli).

        • Demy M

          Sembra che il previsto incontro Kim-ciuffopendente salti a causa di mega esercitazione militare nell’area. Questo conferma, oltre ogni ragionevole dubbio, che la credibilità dei bovari è sottozero!!

    • potier

      non si disturbi, i russi sono da sempre un po come gli arabi, falsi, bugiardi, fannulloni, bravi dissimulatori e violenti quando qualcuno li contraddice o in qualche maniera gli si oppone … da qui la guerra portata da loro in terra ucraina, per loro i trattati sono carta straccia da violare a seconda dei momenti contingenti … l’ultima, vedi i nuovi missili, i quali sono in contrasto con i trattati firmati a suo tempo con gli americani in materia di proliferazione delle armi nucleari, una palese violazione.

      • Demy M

        Quando potier è in difficoltà arriva la grande armata della disinformazione. Siete una setta pericolosa da estirpare!

      • Mario Trieste

        Chiedi agli iraniani come gli americani rispettano i trattati… è dal tempo degli Sioux che gli USA confondono quei documenti con la carta igienica!

    • Zeneize

      Beh? Chi è il traditore lì? Mica Lavrov, no? Prova a rileggere svariate volte, ma prima informati sulla fonte. Torna fra una decina d’anni o più.

  • FRENCY31

    PUTIN potrebbe prendersi mezza Ukraina , fino a Kiev e tutti i territori a Est del fiume Dnepr senza nessuna difficoltà
    e dovrebbe pure farlo
    è l’unico modo x fermare una guerra ormai incancrenita

    • Divoll79

      Putin aiuta il Donbass senza mostrarlo, per non dare adito
      ai nemici di allargare il conflitto e fare ancora piu’ morti.

    • Demy M

      L’ucraina imploderà al suo interno, non è necessario l’intervento di Putin. Per adesso.

  • Demy M

    Complimenti e grazie agli Autori dell’articolo. Finalmente una luce che illumina l’oscurità del silenzio.

  • Pelzen

    Fintanto che i denari dell’Europa finiscono per alimentare le bande armate criminali dei nazi-sionisti ucraini non ci sarà sicuramente pace

    • Demy M

      Finiranno presto perchè nessuno vuole pagare per dei parassiti criminali. Mi riferisco al governo.

    • Divoll79

      In Europa si comportarono allo stesso modo durante il conflitto in Cecenia, dove i russi si erano trovati ad affrontare
      l’anteprima di Alqaeda e Isis, e combattenti islamico-fondamentalisti, molti dei quali non erano nemmeno ceceni, ma
      provenivano da altri paesi musulmani. Erano dei veri e propri tagliagole e terroristi, ma l’occidente li difendeva, come
      poi ha tentato di stare dalla parte dei jahidisti in Siria.

  • danilo angiolini

    Gli ucraini riusciranno molto presto a cacciare le truppe d’occupazione russa. Con l’aiuto di Trump. Fatevene una ragione filorussi italiani al soldo del neo sovietico Putin. Le novo scimmie faranno la fine che meritano.

    • Matteo Brunetti

      Ciao, troll atlantico

      • danilo angiolini

        Matteo, continui a leggere Topolino che è meglio.

        • Divoll79

          Per dirlo, significa che lei e’ un lettore assiduo.

          • danilo angiolini

            solo quella pubblicata in Russa, le avventure di putinfacciadibotox sono imperdibili….

    • Divoll79

      Ah, ah, ah. Sogna, sogna…

    • Demy M

      Previsioni bibbliche?

    • Zeneize

      A proposito di scimmie, tu dai ragione ai darwinisti, sei anche kekka?

  • FRENCY31

    Ai Russi converrebbe convertirsi alla teoria dello “Scontro di civiltà” di Samuel Huntington
    e soprattutto gli converrebbe bombardare a tappeto tutti i pozzi petroliferi del Medio-Oriente
    questo manderebbe il prezzo del petrolio alle stelle, forse a 1.000 $ il barile e renderebbe la Russia, il + grande esportatore di petrolio al mondo, la nazione + ricca del mondo nel giro di 2/3 anni , al massimo 5 anni . ( x noi italiani sarebbe l’inferno xkè siamo dipendenti in tutto e x tutto dal fronte energetico; ma d’altronde che è causa del suo male deve solo piangere se stesso. Noi abbiamo votato, 2 volte, contro il nucleare, quindi subiremo la mazzata + forte . . . pensarci prima! ! ! )

    Il problema dei russi è che loro avrebbero questo interesse , mentre Putin è preoccupato solo da una cosa ; accogliere + immigrati musulmani possibile
    la Russia infatti si sta velocemente islamizzando , mentre i russi etnici si stanno estinguendo. E intanto aumentano anche gli immigrati cinesi che ormai hanno colonizzato la Siberia e tra pochi anni se la porteranno via. La Russia sta seguendo lo stesso destino dell’ URSS. Triste, da simpatizzante russofilo dico ; molto triste

    • SuperMururoa

      Nell’ipotesi da lei proposta, guerra nucleare NATO nel giro di 1 settimana. E, come lei sa, gli USA accaparrano il petrolio mondiale, ma il loro, e per durare quanto la Russia in caso di guerra, lo hanno tenuto da parte, eccome.

      • FRENCY31

        gli USA non possono ingaggiare una guerra nucleare contro la Russia; pena la distruzione assicurata, e non credo gli americani abbiano voglia di subire un olocausto nucleare. Inoltre gli americani hanno il petrolio del Texas e di scisto , x cui non gli conviene intervenire , loro sono già coperti

        • SuperMururoa

          Sul primo punto, non so dire, tanti la pensano come lei, tanti all’opposto. Sul petrolio USA, aggiungerei quello d’Alaska (è quello di scisto ?), pare una riserva affidabile. Comunque la mia risposta partiva da “La NATO, etc.”
          La Nato sono gli USA, vorrei vederlo il coraggio anglo-francese senza lo zio Sam. Bombardare, ‘alla Danzica’, i pozzi mediorientali? L’ipotesi, ripeto, mi pare folle, e porterebbe alla 3a GM. Che sarebbe nucleare.

      • Marco_Seghesio

        Vero. Esistono le cosiddetti “riserve di carburanti”

    • Marco_Seghesio

      Se e’ davvero cosi’ la situazione etnica della Russia, la vedo molto simile a quella del resto dell’Europa.

      • FRENCY31

        . . . è anche peggio ! ! !

  • SuperMururoa

    Complimenti per questo nuovo approccio all’uso della fotografia nel media-Internet. L’ ultima volta che mi sono goduto tanto una novità mediatico-iconografica (ovv. senza dimenticare ‘sangue, sudore e lacrime’) fu un paio d’anni fa, quando i Polacchi produssero un docu-film sulla ‘Powstanie Warszawskie’, l’insurrezione anti-nazi di Varsavia, estate ’44. Lì, fu più una grande ‘botta’ creativa che non novità tecnologica. Presero i filmati girati dalle troupes degli insorti, lessero i labiali, li trasformarono in doppiaggio e lo incisero, diedero loro un ordine penso cronologico (non capivo nulla, ahimè) e ne fecero un qualcosa di imperdibile. Mentre, già molti anni fa, il Cinema ‘alternativo’ USA propose l’Odorama, una scheda con vari punti numerati da grattare come un g. & vinci, quando i relativi numeri comparivano sullo schermo. Tali punti emanavano vari odori, piacevoli e non, ma relativi all’ambiente in cui gli attori si trovavano in quel momento. Non decollò, restò una curiosità. Ma, prima o poi, tutte queste ‘nuove’ tecnologie, od uso di quelle già esistenti, si uniranno in qualcosa di, magari atroce, ma sempre più realistico, vero.

  • Divoll79

    Intanto si calcola che 5000 combattenti ISIS siano adesso in Uzbekistan, in parte trasferiti dal MO, in parte “creati” sul posto
    coi soliti sistemi di reclutamento mercenario. Un altro attacco indiretto alla Russia, su un nuovo fronte, da parte dell’Impero del
    Male (=sempre le solite elite globaliste che stanno dando filo da torcere al mondo intero, pur essendo un manipolo di persone).

  • Franco

    siamo 7 miliardi troppi su questa terra