LAPRESSE_20170731131511_23921969

Gli Usa in Estonia contro Putin

La diplomazia statunitense consolida la propria presenza in Estonia. Oltre alla visita del vice-presidente Mike Pence dello scorso 30 luglio, negli ultimi mesi si sono moltiplicate, infatti, le missioni diplomatiche dei politici americana nella repubblica baltica confinante con la Russia. Il senatore John McCain ha guidato una delegazione del Congresso in Estonia lo scorso dicembre e così ha fatto anche il senatore Lamar Alexander. A marzo era toccato all’alto generale della Nato seguito, subito dopo, dal presidente della Camera Paul Ryan nel mese di aprile. L’ex presidente Barack Obama visitò Tallinn nel settembre 2014. Perché mai agli Stati Uniti interessa così tanto un paese che conta a malapena 1 milione e 300 mila abitanti? La risposta è semplice, e fa parte di quella strategia che vuole militarizzare i confini orientali della Nato in chiave anti-russa. 

Non a caso l’Estonia ha appoggiato in tutte le sedi l’imposizione di sanzioni economiche da parte degli Stati Uniti e dell’Unione Europea nei confronti della Federazione Russa, benché queste ultime abbiano avuto un impatto assai negativo sul comparto agricolo del paese. 

Il tour di Pence nei Paesi baltici

Nel discorso ufficiale pronunciato a Tallinn, presso il quartier generale delle forze armate, il vice-presidente Usa Mike Pence ha ribadito la volontà di Washington di supportare i governi baltici: “Sotto la presidenza Trump, la politica degli Stati Uniti è quella di rimettere al centro la sicurezza e la prosperità dell’America. Ma, come il presidente ha chiarito, e come la mia presenza qui oggi dimostra, America First non significa che gli Stati Uniti vogliano isolarsi” – ha detto Pence.

“Nel mio incontro di oggi con i leader degli Stati baltici, ho dato loro lo stesso messaggio che sono qui a consegnare a ciascuno di voi: gli Stati Uniti sono dalla vostra parte. Gli Usa sono dalla parte delle nazioni e delle persone degli Stati baltici – e lo saremo sempre. Per gran parte di quest’ultimo secolo appena trascorso, le vostre nazioni erano bloccate dietro la cortina di ferro. Quel regime comunista ha rappresentato tutto ciò che i popoli liberi rifiutano. Ha cercato di sradicare la vostra identità, le vostre tradizioni, la vostra lingua, ciò che voi siete – e i legami con la famiglia e la fede. Ma in tutti questi decenni di brutale occupazione – prosegue – sono orgoglioso di dire che gli Stati Uniti d’America non hanno mai accettato le rivendicazioni illegittime dell’Unione Sovietica sui tre Stati baltici. La vostra perseveranza ha ispirato nazioni libere in tutto il mondo, ed è un onore stare dalla vostra parte”.

Messaggio a Putin (e a Trump?)

Il vice-presidente Usa si conferma l’elemento più critico dell’amministrazione Trump verso il Cremlino e ostile alla tanto paventata riappacificazione tra le due potenze, complicatasi con lo scandalo Russiagate e con le nuove sanzioni contro Mosca volute dal Congresso americano: “In questo momento – afferma Pence in Estonia – la Russia continua a ridisegnare i confini internazionali con la forza, minando la stabilità di democrazie sovrane, mettendo le nazioni libere dell’Europa l’una contro l’altra. Il Presidente Trump ha chiesto alla Russia di cessare le sue attività di destabilizzazione in Ucraina e di interrompere il suo sostegno a regimi ostili come la Corea del Nord e l’Iran. Anche con Trump, gli Stati Uniti continueranno a ritenere la Russia responsabile di queste azioni – e invitiamo i nostri alleati e amici europei a fare altrettanto”.

Le esercitazioni della Nato sui confini orientali

L’Alleanza Atlantica sta esercitando una strategia aggressiva nei confronti della Federazione Russa. A dimostrarlo, le innumerevoli esercitazioni militari svolte dalla Nato nelle ultime settimane, proprio al confine con la Russia. Come rileva Manlio Dinucci, “dall’1 al 16 giugno si è svolta nel Mar Baltico, a ridosso del territorio russo ma con la motivazione ufficiale di difendere la regione dalla ‘minaccia russa’, l’esercitazione Nato Baltops con la partecipazione di oltre 50 navi e 50 aerei da guerra di Stati uniti, Francia, Germania, Gran Bretagna, Polonia e altri paesi tra cui Svezia e Finlandia, non membri ma partner della Alleanza”.

Contemporaneamente, dal 12 al 23 giugno, “si è svolta in Lituania l’esercitazione Iron Wolf che ha visti impegnati, per la prima volta insieme, due gruppi di battaglia Nato ‘a presenza avanzata potenziata’: quello in Lituania sotto comando tedesco, comprendente truppe belghe, olandesi e norvegesi e, dal 2018, anche francesi, croate e ceche; quello in Polonia sotto comando Usa, comprendente truppe britanniche e rumene”. La visita diplomatica di Pence in Estonia è la conferma di una strategia molto aggressiva della Nato adottata in tutti i Paesi ex sovietici. 

Va ricordato, inoltre, che l’Estonia partecipa attivamente in tutte le missione della Nato, dall’Afghanistan – dove ha schierato 160 soldati – al Kosovo e all’Iraq, dove ha preso parte all’operazione Iraqi Freedom

  • silver

    A me sembra che sia la NATO a provocare la Russia e non viceversa. Le manovre miliatari a ridosso die confini russi cosa sono se non una chiara provocazione?

    • Demy M

      E se per caso osassero “sfiorare” sarebbero allampati dal botto.

  • Idleproc

    Lo avevano “previsto” dall’inizio.

  • Maria

    Sono veramente stufa di queste notizie mediatiche che infatuano parecchi lettori del giornale un tempo giornale piu serio e attendibile.Maria

    • agosvac

      Egregia maria, visto che lei, indubbiamente, è una persona seria e visto che non considera questo Giornale un giornale serio, perché non se ne va a commentare su Repubblica ed il Corriere della Sera??? Non so lei, ma alcuni di noi sono perfettamente in grado di capire ciò che leggono. Per quanto mi riguarda non mi faccio “infatuare” da nessuna notizia, la leggo e la capisco e, se non mi piace, manco la considero!!! Non è che lei si crede più intelligente di quanto sia???

      • Maria

        Agosvac il termine intelligenza ha diverse sfaccettature. Lei m invita a scrivere su Repubblica e il Corriere ma io sono libera come lo e lei di scrivere sul giornale che vuole. Forse con malcelata diplomazia voleva farmi capire che i miei commenti le danno fastidio oppure non la interessano. Lei e libero di farlo ma cerchi di essere piu sincero e coerente,grazie. Ci sono persone poco istruite che sono molto sagge ed intelligenti e ci sono persone colte ignoranti e arroganti. Cordialmente Maria

        2017-08-10 14:22 GMT+02:00 Disqus :

        • agosvac

          Le faccio, gentilmente, notare che non sono stato io a fare un commento denigratorio su questo “Giornale” che ci ospita, è stata lei. Così come è stata lei ad iniziare questa polemica che penso sia del tutto sterile. Per quanto riguarda le persone poco istruite ma sagge ed intelligenti, non posso che confermare avendone conosciute molte. Come pure confermo che ci sono persone colte ma arroganti. Per quanto riguarda l’ignoranza, secondo me non è un’offesa: tutti siamo ignoranti, basta riconoscerlo per avere la possibilità di imparare qualcosa e quindi di essere meno ignoranti.

          • Maria

            Io non ho insultato nessuno si rilegga i miei commenti per favore e non cerchi di attribuirmi commenti insultsanti sul suo conto. Mi spiace di essere breve perche mi trovo in aeroporto e sono in partenza per una conferenza. Si puo essere discordi su alcuni d punti di vista senza inveire ma rispettare la persona. Maria

            2017-08-11 12:47 GMT+02:00 Disqus :

          • agosvac

            Il rispetto deve essere reciproco. Spero che la sua conferenza abbia buon esito e le auguro un buon viaggio!

      • Stonefly 777

        Maria sembra l ennesimo alter ego di anita mueller

  • luigi

    Io non so che dire perche’ trovo un passaggio del disk molto interessante ma rivolto all’italia stato. Eccolo: “Ha cercato di sradicare la vostra identità, le vostre tradizioni, la
    vostra lingua, ciò che voi siete – e i legami con la famiglia e la fede.
    Ma in tutti questi decenni di brutale occupazione – prosegue – sono
    orgoglioso di dire che gli Stati Uniti d’America non
    hanno mai accettato le rivendicazioni illegittime dell’Unione Sovietica
    sui tre Stati baltici. La vostra perseveranza ha ispirato nazioni libere
    in tutto il mondo, ed è un onore stare dalla vostra parte”. “.
    Mi chiedo: sono davvero sinceri quando parlano..?
    Auguri

    • LebesgueIntegral

      Hard disk? Floppy disk?

      • luigi

        diskorso non lo trovi piu’ vicino al mio disk? Perche’ fai l’HDiskolon?

    • Stonefly 777

      Ineffetti leggendo quel passaggio ho fatto grasse risate disperate. Pence in quel passaggio parla di suoi padroni occulti che in Europa ed in Usa, ora forzatamente nel resto del mondo attraverso Onu e altri fantocci, club massoni realizzano al livello mondiale secondo il programma vlobalista. Gli stessi poteri diabolici che hanno sperimentato certe cose sataniche nel soviets…oggi si chiamano gender teorie, multiculturalismo, lgbt, tolleranza ecc. Ovvero privare i popoli di loro sovranita, identità culturale, religiosa, nazionale, razziale, perfino sessuale….Ma sono le stesse porcherie commesse e sperimentato nel soviet e negli usa…quindi è palese la presa in giro da questo coglione pence, che al solito omen nomen…

      • Emilia2

        Veramente nell’Unione Sovietica non c’era posto per teorie gender e cose simili.

        • Stonefly 777

          Ufficialmente hanno vietato certe cose solo quando Stalin è arrivato al potere – x questo infatti odiato dai liberal satanisti, non per le stragi che fatto, altrimenti i liberali dovrebbero odiare anche obama che faceva le pulizie etniche in medio Oriente con bombe a fosforo e droni, invece lo amano ed osannano…

          La Russia è stata il campo di sperimento tra i primi x realizzare forzatamente un agenda satanica. Quella che hanno tentato di imporre al livello mondiale tramite hitler, nazismo palese ed hanno fallito. Ora stanno tentando sotto il falso nome di democrazia, ma è sempre lo stesso nazi satanismo. Nel soviet per esempio tra i primi ordini legislativi Lenin blanc e trotsky, avevano depenalizzato l aborto e sodomia, pederastia…uno doveva logicamente chiedergli che c entrava la finta lotta operaia con pederastia…ma erano già ammazzati tutti quelli che glielo potevano chiedere…con un altro decreto avevano messo divieto a verginità e monogamia annunciando che il corpo di ogni donna debba essere della comunità a disposizione di bolscevichi e dei loro bisogni naturali sessuali affinché questi possano servire con qualità e devozione il regime finto operaio…chi si opponeva era accusato di egoismo capitalistico, oscurantismo religioso e veniva stuprata fucilata….

          • Emilia2

            Io intendevo appunto l’URSS dopo Stalin

          • Stonefly 777

            L ue ovvero Europa di oggi praticamente è la versione 2.o dell’accozzaglia diabolica che si era impossessato della Russia nel 1917…persino le cariche si chiamano uguale, cioè commissari …

  • BlackSail33

    Semplicemente il sistema economico americano dove ha un peso enorme la componente armamenti necessita di avere sempre un nemico. Più è forte meglio è, più si investe in armi. E siccome sono i pupari che tirano le fila dei burattini che li governano, i presidenti o sono guerrafondai e si inventano i nemici, o vengono fatti fuori, vedi Trump per i rapporti normalizzanti con i russi.

  • itsmy opinion

    ma stiamo parlando degli Usa o di qualche repubblica delle banane?

    • alfapenta

      Con il c.lo degli altri gli Usa si fanno forti …. le 2 guerre mondiali insegnano che gli americani sono intervenuti solo quando erano sicuri di poter vincere mai prima esempio 1939 inizio 2 guerra americani interventi 1943 quando i sovietici avevano la vittoria in mano . I russi hanno sempre nel bene e nel male messo la faccia. Ora gli americani fomentano odio in Polonia Estonia Lituania Giorgia Moldavia…con l intento solo di creare una reazione russa e poi dare la colpa a loro. Vi ricordate nella seconda guerra mondiale i stupidi polacchi che abboccato il gioco inglese american i facevano gli spacconi a Danzica con i tedeschi…. ecco queste repubbliche faranno la stessa fine…

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • silver

        Se non sbaglio gli Americani vennero attaccati a tradimento dai Giapponesi alle Haway e la Germania e l’Italia dichiararono subito la guerra agli USA da buoni alleati fessi dei Giapponesi i quali la Guerra alla Russia mica la dichiararono però..

        • Demy M

          Gli americani sapevano della dichiarazione di guerra ma, volutamente, giocarono sul fuso orario Tokyo-Washington per assurgere a vittime. I Giapponesi non dichiarorono guerra alla Russia ma, come dice la Storia, furono cacciati via anche dalla Cina che allora venne difesa dai Russi.

          • silver

            Quella del fuso orario è una balla.Comunque fuso o non fuso l’attacco a sorpresa lo fecero i Giapponesi i quali da buoni allegati (sic!) del Tripartito (ROBERTO) avrebbero semmai dovuto attaccare la Russia alle spalle che allora si sarebbe stata spacciata in quattro e quattrotto.

      • itsmy opinion

        hai detto bene….gli yankees sono intervenuti nel 43…che volponi eh?

        • virgilio

          si a guerra finita e li chiammano liberatori!!!!!!!!!!

      • Ling Noi

        Nella WW1, uguale.

  • il gobbo

    Niente di veramente nuovo, un articolo di semplice “mise au jour” delle sconsiderate provocazioni
    u$a, nato e scendiletto vari, giocando con il fuoco prima o poi ma sicuramente ti scotti,,,,,

  • Demy M

    Gli Usa, che basano la loro sopravvivenza economica sul commercio delle armi devono, come sempre fatto negli ultimi 200 anni, trovare un nemico da lottare con la guerra che, di solito, si traduce in commercio di armi. E’ dalla caduta del muro di Berlino che gli Usa, e getta, usano la loro politica estera di infimo ordine per creare caos che poi sistemeranno con la loro presenza e vendita di armi agli “alleati” servili. Dovremmo domandare a Pence quanti centimetri quadrai ha “guadagnato la Federazione Russa dal 1990, e quante migliai di km. quadrati hanno loro occupato in nome della loro “democrazia” che, caso strano, si basa sempre sulle guerre, bombe, macerie, miseria e morte. Hanno ucciso/assassinato centinaia di migliaia di persone ma, “democraticamente” venivano catalogate come effetti collaterali e non, come giusto, vittime civili di guerra non democratica. Non bastava l’esperienza del Vietnam, Afganistan, Somalia, Yemen, Iraq, Siria, Libia………no, adesso sono concentrati su quello che rimane dell’Ucraina dove hanno investito “solo 5 miliardi di dollari e nei Paesi Baltici, senza contare la Polonia, Slovaccia, repubblica Ceca, Romania, Ungheria, Bulgaria, Moldavia, Georgia e, tanto per non farsi mancare nulla, adesso nel mirino c’è la Corea del Nord, oltre che il Venezuela per il petrolio.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Guarda questa immagine e ricordati che il PIL russo è 1/14 del PIL americano … https://uploads.disquscdn.com/images/14c623d5fc1f3b1533a623b00e5b70ded0f9316564c246f9d4da874754a56e9b.png

      • Max

        Che c’entra il PIL con il tema trattato?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          E chi l’ha detto?

          • Max

            Ma cosa di che parli?

        • Pieretto

          Beh in questo caso mi pare evidente, guardando il grafico postato e il dato sul PIL penso che, in risposta al commento precedente, voglia dire che la Russia basa la sua economia sul commercio delle armi molto di più di quanto non facciano gli Stati Uniti.

          • Max

            Ed è sbagliato perché il mercato interno non si basa sulle esportazioni bensì sulla spesa, e in quanto a spese militari gli Stati Uniti stanno molto avanti. Infatti il rapporto di spesa militare è nello stesso ordine di grandezza del rapporto PIL.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sai riportare qui una definizione presa dove ti pare?

          • Max

            Non serve una citazione perché l’esportazione è per definizione un mercato esterno. Ma gli eserciti si fanno con investimenti tipici di uno stato, sul mercato interno. L’esportazione non è infatti un vero arricchimento, perché se da un lato si converte un bene o un servizio in denaro, dall’altro quel bene e quel servizio sono andati a beneficio di altri.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non riporti una definizione ufficiale perché sai che stai mentendo … il PIL russo è 1/14 del PIL americano ma la Russia esporta armi pressoché come gli Usa …
            https://uploads.disquscdn.com/images/91a872a47dbfda82f8e34aed32193055f31e0f57df15a9ba371e107adf951042.png

          • Max

            Hai problemi di comprensione del testo. Rapporto PIL 1/14. Rapporto spesa militare circa 1/10. Quindi i due paesi spendono lo stesso in rapporto al proprio PIL. Come dicevo io. Chi mente sapendo di mentire sei tu.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Esportazioni di armi non spesa militare … e la Russia con 1/14 del PIL americano esporta armi pressoché come gli Usa …

  • agosvac

    Niente di meno l’Estonia fornisce ben 160 soldati in Afghanistan. Come a dire che senza di loro non si potrebbe vincere!!!! Ma finiamola di essere completamente ridicoli. Le Repubbliche baltiche non costituiscono nessun problema per la Russia semplicemente perché la Russia non le vuole!!! Una volta finita l’Urss, credo che i russi abbiano tirato un sospiro di sollievo: finalmente ci siamo liberati delle repubbliche baltiche!!!

    • Nerone2

      Parole sante!
      Si ripete sempre la USSR e’ crollata… cascata… sfaldata… ma e’ cosi’?
      No. La USSR si e’ tolta dai piedi Stati satelliti corrotti e pezzenti che aveva intorno. Da piu’ di dieci anni possiamo osservare i benefici risultati che ha ottenuto la Federazione Russa togliendosi di torno la marmaglia che ora la UE e NATO si e’ accattata.

      • Demy M

        Ti meriti un invito a San Pietroburgo, la residenza personale di Putin.

        • Nerone2

          Ho solo scritto la realta’ di storia vissuta… non letta su libri di scuola o inculcata dalla propaganda.
          Ora tocca agli europei di mantenere la marmaglia appartenente alla ex USSR e in piu’ come se non bastasse i colorati dell’Africa…. LOL

          Che fine ha fatto la mia povera Europa (e Italia)

          Grazie dell’invito. :-)

          • Demy M

            Non dovranno mantenere solo i Paesi ex USSR e basta, perchè adesso si aggiunge anche l’ucraina di porkoshenko………. Voglio vedere come faranno i paesi baltici (minuscolo) a riscaldarsi durante l’inverno. Forse accenderanno i motori dei carri armati Abrams?

          • Nerone2

            Iniziero’ a diventare esportatore di accette in Ukraina… so che ha ampie foreste di legno pregiato ottimo per cucinare e riscaldare…

          • Demy M

            Errore madornale! Tutte le foreste, bellissime, sono state comprate dal tuo coinquilino (?) Soros e company. La Monsanto stà preparando la semina per prodotti OMG da vendere in UE.

          • Nerone2

            allora gli vendero’ sacchi a pelo e coperte…. LOL

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … A report published Wednesday by the Environmental Investigation Agency, or EIA, estimates that up to 80 percent of the hardwood cut in Russia’s Far East is harvested illegally. The trade brings in “high profits for both the Chinese and Russian mafia,” while wiping out one of the world’s last remaining temperate hardwood forests and its endangered Siberian tigers, and destroying the livelihoods of more than 100,000 indigenous people, the report said … Fonte … Far East’s Forests ‘Being Ravaged by Illegal Logging’ … The Moscow Times …

      • David

        Conoscendo diversi russi, considerano gli stati baltici e quelli del Caucaso come stati parassiti… probabilmente un retaggio dell’URSS, e sono felici di essersene liberati. Di fatto la Russia e i russi non hanno nessun interesse nei paesi baltici, che considerano culturalmente e storicamente stranieri, diversamente da Bielorussia e Ucraina ad esempio, che considerano popoli ‘fratelli’.

        • Leonardo

          Per quanto non sia anti-russo, non contesto la loro scelta di entrare nella Nato.
          Trovo più imbecille, la scelta di paesi come l’Italia, di appoggiare le sanzioni anti Russia.

  • silver

    Pence deve stare al suo posto. Senza Trump lui non è nessuno.

    • luigi

      Questo e’ anche il mio timore cioe’ che vada su il vice.
      Ce ne sono di capitribu’ e stregoni da togliere dal potere, no, solo Trump da’ fastidio.

  • Antonio Mantero

    Veramente se c’è qualcuno che fin dalla nascita i confini li ha tracciati a suo piacimento, questi è l’Usa che sappiamo tutti come ha strappato il Texas al Messico, come ha sottratto l’Alaska alla Russia, senza dimenticare le numerose annessioni insulari, da Midway, Hawaii, Guam, Puerto Rico, alle Filippine.
    Forse che ad Yalta non s’è accordata con l’ex Urss per ridisegnare le zone del mondo sui cui esercitare il proprio potere ??? Forse che non ha bombardato Belgrado per sottrargli il Kosovo ??? Forse che non ha permesso agli ebrei di espropriare la Palestina ai palestinesi ??? Forse che non s’è accordato con Stalin e Tito per farci sottrarre Istria e Dalmazia ???

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Hai preso gli Usa per descrivere la Russia (che ha venduto l’Alaska) … https://uploads.disquscdn.com/images/c4f115b4595bc980076c0dc10e0fdc606a0209a6336af4d1c1f60d039984e3ab.jpg

    • Pieretto

      L’Alaska mi risulta fu venduta dalla Russia agli Stati Uniti con regolare trattato, la questione del Texas è più complessa da descrivere che come semplice strappo di questo territorio al Messico, ecc., comunque tutta la Storia dalla notte dei tempi è fatta di guerre di conquista e ridisegno dei confini, che poi questa la scrivano i vincitori è vero, ma vale per tutti.

    • virgilio

      sono daccordo con te con tutto al di fuori della Dalmazia e sopratutto l’Istria
      dove sono nato e ci vivo ancora adesso,io adesso sono citadino croato malgrado il mio parere ma mi sento e mi considero jugoslavo,questi paesi regioni sono state agredite dagli nazzifascisti e Tito e il solo che in europa si e liberato per primo quasi senza aiuto da questi vermi,dunque per me e normale che Istria e Dalmazia siano ritornate a quelli che chiamo ligittimi proprietari,quello che a me dispiace e che dopo 60 anni avete distrutto la mia Jugoslavia dove sicuramente non era il paradiso(e trovatemelo voi il posto ideale?!)ma vivevamo in pace e posso dire anche bene,non ci mancava niente,
      ci manchevate solo voi per metterci il casino,quando dico voi ci metto 3 paesi
      in primis…..Germania,vaticano e USA
      a me piange ancora il cuore( anche se so che a voi importa un cazzo)
      ma non ve ne voglio non porto rancore

      • Antonio Mantero

        E’ vero frammentano perché un mondo frammentato è più facile da sottomettere e poi da omogeneizzare.
        Invece ci importa e come se ci importa.

  • Ling Noi

    Hahaha, ho appena letto su un altro sito che l’Iran , grazie alle sanzioni dei conigli europei, ha esportato in Russia 125 tonnellate di formaggio fresco! https://uploads.disquscdn.com/images/28d0cf803012bc62af818dde89f6e4d6135b4a7a1fd1427d8d47c344ff2b1b2d.jpg
    Mi raccomando, sempre a strisciare davanti agli ordini dei banditi americani!

    • Max

      L’Europa non striscia dietro agli americani. La guerra alla Russia è teorizzata dai suoi stessi padri fondatori. Purtroppo le elite occidentali parlano bene ma agiscono in maniera criminale. Una volta potevano dire al popolo che così facendo creavano benessere e ricchezza per tutti, oggi nemmeno ci provano più.

    • Demy M

      Anche la frutta,dall’Iran, arriva fino a Vladivostok. Per non parlare della Turchia, Egitto, Sud Africa, Marocco, Tunisia……….escluso UE , Italia compresa. Grazie Usa….e getta!!

      • David

        Proprio oggi ho letto delle tonnellate di frutta italiana mandate al macero (nell’articolo c’era scritto ‘ritirate’) a causa delle sanzioni europee alla Russia. Li stiamo proprio fregando :(

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Dal sito della Coldiretti … Made in Italy: Coldiretti, con 38 mld record export alimentare in 2016 … Quasi i tre quarti delle esportazioni – sottolinea la Coldiretti – interessano i Paesi dell’Unione Europea con il mercato comunitario che aumenta il proprio peso grazie a un incremento del 4%, ma il Made in Italy a tavola continua a crescere su tutti i principali mercati, dal Nordamerica all’Asia fino all’Oceania. Solo in Russia l’export continua a soffrire pesantemente gli effetti dell’embargo …

    • luigi

      Ed ha fatto bene..!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • Max

        L’articolo che hai linkato dice che il 13% dei russi è povero.

        • Nerone2

          LOL LOL….

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Dice che la povertà è aumentata (+ 5 milioni di poveri) … ed ecco la ragione (il prezzo del petrolio) … https://uploads.disquscdn.com/images/b8d06f268bdfd87ef0c899a4fa276f8a50ea163e4f4c959d4cb1c29d7324de34.jpg

          • Max

            Invece in Italia è diminuita, lo sanno tutti.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La Russia ha gli idrocarburi (e tante altre risorse naturali) che gli italiani non hanno ma ha 4 volte più poveri … Il PIL pro capite italiano è tre volte quello russo. I russi spendono molto per tenere insieme una società distrutta dall’alcol e dalle altre droghe … https://uploads.disquscdn.com/images/f0e349addfd4e78a57cdfab25c4cb32a84227f5ff271e0ae2aa55e8a2eebab86.png

          • Max

            Non sono d’accordo. I russi hanno il bene più prezioso: il senso di appartenenza nazionale che i globalisti vorrebbero vedere distrutto per poterli dominare.

          • Max

            In Italia oltre ad avere definitivamente disarticolato la coesione, i governi hanno prodotto 12 mln di persone che non possono curarsi, con un incremento del 10% solo nell’ultimo anno.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Prima fonte:

            Paesi Online … Situazione Sanitaria Federazione Russa … La struttura sanitaria pubblica non è del tutto soddisfacente rispetto agli standard occidentali e ogni prestazione medico-sanitaria è a pagamento. Gli ospedali statali sono carenti non tanto per la carenza del personale medico, ma piuttosto sotto il profilo tecnologico per la mancanza di attrezzature adeguate …

            Seconda fonte:

            … L’accesso alle cure mediche continua a essere caratterizzato da forti ineguaglianze e ingiustizie. La qualità dei servizi sanitari dipende molto spesso dal livello di reddito dei pazienti … L’acquisto di farmaci, fuori dall’ospedale, non rientra, secondo gli standard russi, nelle cure mediche gratuite … tratto da … La sanità pubblica tra diritti e disuguaglianze … RBTH / Russia Beyond The Headlines …

          • Max

            Loro sono una nazione, noi no. E sono sicuro che è questo il vero motivo per cui li attaccate.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Lo vediamo nel massacro per soldi (di milioni di connazionali) che c’è stato dal 1917 in poi …

          • Max

            Ti ripeto. La continua denigrazione che fate della Russia è perché volete eliminarla come stato nazione. E questo non ha nulla a che fare con gli interessi del popolo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I dati da me pubblicati provengono quasi tutti dalla Russia …

          • Max

            Questo cosa significa? Non discuto l’attendibilità di quei fatti perché non conosco la fonte. È il fine per il quale produci sempre un’immagine negativa della Russia la parte interessante.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La fonte ti viene indicata. L’immagine negativa la produce la Russia con suoi atti che appunto i dati riportati raccontano. La Russia è comunque un paese con potenziale ma che i suoi tifosi ostacolano e lo fanno negando le sue pecche.

          • Max

            Stai rispondendo a un altro? Cosa ho negato io? Ho detto forse che in Russia non ci sono problemi?
            Io ho detto che secondo me la diffusione maniacale di informazioni negative sulla Russia non ha come fine il miglioramento delle condizioni di vita dei russi.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Certo che hai negato, e lo fai come tanti altri qui e cioè quasi sempre indirettamente anche mostrando pecche di altri paesi (alcuni vanno oltre e le inventano).

          • Max

            No. E lo avevo scritto per spiegare che tutti i paesi volendo possono essere descritti in maniera negativa. Interpretare ciò come la negazione della realtà russa è una tua forzatura.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Lo devi davvero trovare un paese con oltre 30 milioni di alcolisti (con mezzo milioni di morti ogni anno), con oltre 2 milioni di eroinomani, con tassi di infezione HIV da record mondiale, con un PIL minuscolo rispetto alle risorse naturali presenti sul suo territorio …

          • Demy M

            Anita è un robot pianificato x…… Inutile scriveregli/rispondere

          • Demy M

            PS: io non leggo le traveggole planetarie della anita xke blokkata.

          • Demy M

            Io sono uno di questi.

          • Paolo Basaglia

            Sei una trollona tro…..na

          • David

            Tutto vero. La strategia del dumping avviato dall’OPEC su ordine USA per colpire l’economia di Russia e Venezuela ha dato i suoi frutti. Il problema è che quando poi hanno deciso di rialzare i prezzi del petrolio (circa 1 anno fa), la cosa non ha funzionato. L’economia russa soffre ma è comunque diversificata rispetto all’OPEC. L’Arabia Saudita sta esaurendo le proprie riserve monetarie, per questo c’è un pochino di nervosismo in zona…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Idrocarburi e armi sono i due pilastri che sorreggono la società russa e tu la dici diversificata … immagina adesso un futuro dei russi con (assai) meno vendite di idrocarburi ai clienti europei …

          • carlo

            i prezzi delle materie energetiche sono calate quando non crollate, anche e soprattutto per il fatto che gli Stati Uniti stanno riversando sul mercato mondiale petrolio prodotto dalle nuove tecniche da scisti bituminosi … il tutto ha fatto calare il prezzo … infatti anche se formalmente Sauditi e Russi si guardano di cagnesco, tempo fa si sono messi d’accordo al fine di far calare la produzione e pertanto di non far crollare ulteriormente il prezzo del greggio … sappiamo tutti di come si muove il mercato … quando la domanda è più o meno la medesima, ma aumenta il prodotto offerto, i prezzi calano o crollano addirittura … è così anche per le patate ad esempio … ma per qualsiasi cosa vendibile e offerto !

    • virgilio

      si Palaestina felix un ottimo sito!!

    • carlo

      che sagoma che siete … vada un po a vedere ai posti di frontiera tra Russia e Polonia tra Russia ed Estonia ecc ecc in tutti i fine settimana la coda dei russi i quali con i pochi Euro e Dollari rimastogli si accalcano nei super market di frontiera facendo la spesa dei prodotti che da loro non trovano più … guarda, forse qualcuno non l’ha ancora capito … ma la qualità piace a tutti … altro che il pessimo formaggio di capra iraniano …

  • investigator113

    Fate passare un po’ di anni poi vedete quanto rosicheranno per aver a che fare con gli Usa?

  • carlo

    a pensare che prima di tutto questo grande can can di guerre e occupazioni provocato dal Gargamella Putin nei Paesi Baltici e altrove, ricordiamo Paesi Baltici erano prima solo formalmente nell’alleanza Atlantica, infatti non vi stazionava permanentemente nessuna base NATO, soltanto un paio di aerei giusto a salvaguardia dello spazio aereo sovrano nel Baltico. ora grazie sempre al Gargamella di Mosca, da zone di pace, si apprestano ad addivenire zone di confronto tra potenze nucleari … con tutti i rischi annessi e connessi del caso … niente da fare … il demonio, il male assoluto, nella persona di un fallito, frustrato e psicopatico ex dipendente del KGB, ci deve sempre mettere lo zampino in ogni dove …

  • carlo

    Mister Mike Pence for President !
    bravo Mister Pence !!! “la Russia continua a disegnare con la forza i confini internazionali”
    e poi aggiunge … “il regime Russo-Sovietico ha rappresentato tutto ciò che i popoli liberi rifiutano, HA CERCATO DI SRADICARE LA VOSTRA IDENTITA’ LE VOSTRE TRADIZIONI, LA VOSTRA LINGUA, CIO’ CHE VOI SIETE, E I LEGAMI CON LA FAMIGLIA E LA FEDE. (vedi anche l’attuale caso Ucraina) ma in tutti questi decenni di brutale occupazione sono orgoglioso di dire che gli Stati Uniti non hanno mai accettato le rivendicazioni illegittime (vedi anche l’attuale caso in Ucraina) dell’Unione Sovietica sui tre Stati Baltici, la vostra perseveranza ha ispirato nazioni libere in tutto il mondo, ED è UN ONORE STARE DALLA VOSTRA PARTE” …
    Mister Mike Pence “for President” nel prossimo 2020 !

  • Stonefly 777

    Pence a mio parere è uno di quei alieni infernali che si vedono al governo americano ed in giro x America…hanno le facce talmente finte senza espressioni, di pelle plastica silicone, sguardi freddi ed allucinati, si muovono nel modo rigido come se avessero paura che gli scivoli via il guscio mimetico che simula l aspetto umano…gli usa sono creati dai demoni e dai loro ibridi ” eletti” – non cercare una logica umana e politica responsabile da loro…loro sono gli eterni distruttori e ci faranno fuori presto dato che hanno in mano le menti e corpi delle generazioni nuove…che Signore abbi pietà di noi…Non ci resta che fare mea culpa e sperare x la pietà del Padre