LAPRESSE_20180801144529_26999538

“In fuga dalle persecuzioni dei neri”
La Russia accoglie 15mila boeri

In fuga da violenze e odio razziale. Sono migliaia i boeri, gli agricoltori sudafricani discendenti dai coloni inglesi, olandesi, tedeschi e francesi, che stanno lasciando le proprie terre per sfuggire alle persecuzioni.

Ad accoglierli a braccia aperte non ci sono più i Paesi occidentali, ma la Russia di Vladimir Putin. Per ora 30 famiglie sono già arrivate nella regione di Stavropol. Sono solo una piccola porzione dei 15mila afrikaner che stanno programmando di emigrare in Russia. Un vero e proprio esodo, scatenato dalla decisione del neo presidente sudafricano Cyril Ramaphosa di espropriare i terreni dei bianchi e restituirli alla popolazione nera. In effetti, le percentuali, come nota Libero, mostrano una evidente sproporzione. I boeri, che rappresentano solo il 9% degli abitanti controllano i due terzi dei terreni agricoli della nazione. Ma lo scontro su quella che il governo non ha esitato a definire “un’eredità dell’apartheid”, è passato ben presto dalle parole ai fatti.

La campagna per gli espropri si è tradotta in attacchi violenti e minacce contro i boeri, che denunciano: “È diventata una questione di vita o di morte”. “Siamo sotto attacco, i politici stanno fomentando una spirale di violenza”, ha detto uno dei profughi intervistato dai media russi. Tra il 2016 e il 2017 secondo i dati di “Afriforum”, associazione in difesa dei diritti delle minoranze, sono stati 74 i contadini uccisi. Nello stesso periodo si sono verificate 638 aggressioni, compresi casi di fattorie espropriate, distrutte o incendiate.

Ora gli ex proprietari terrieri europei vogliono mettersi a disposizione del Cremlino. In Russia i contadini si preparano a dare il loro contributo al settore agricolo, mettendo sul tavolo 100mila dollari a famiglia per affittare nuovi campi da coltivare. Non solo a Stavropol, ma anche nelle regioni di Rostov sul Don, Krasnodar e in Crimea. Un’operazione dai benefici reciproci, visto che in Russia ci sono 43 milioni di ettari di terra incolta che il governo ha messo a disposizione dei cittadini a partire dal 2014. E che ora potrebbe essere assegnata proprio agli afrikaner.

  • Maximilien1791

    Ma come i neri che sono razzisti e torturano e fanno fuori i bianchi ? Ma se su Repubblica e Corsera non ho letto nulla ? Sarà la solita fake news dei troll di Putin…

    • Valeria Vernon

      Non soltanto i bianchi. Si uccidono fra di loro (Xhosa, Zulu, ecc.) . Non sono molto gentili, ma originali e artistici: si applicavano “collane” agli oppositori – bantù anche loro. Cosa sono queste collane? dei pneumatici di auto ai quali veniva dato fuoco. Da notare che il paese era rimasto praticamente vuoto per millenni. Le uniche tribu veramente originarie della regione sono i boscimani, residenti per lo più nell’Africa del Sud Ovest mentre le altre tribu sono arrivate a partire del settecento da nord (pare per evitare le razzie degli arabi a caccia di schiavi da rivendere sui mercati americani per la raccolta del cotone), scontrandosi con i boeri che arrivavano dalla costa.

      • montezuma

        Per quanto mi riguarda chi risiede in una zona da oltre due generazioni ha diritto a restarci. Il governo sud africano che permette una simile cacciata, è RAZZISTA e NAZISTA anche se fatto in maggioranza di negri. I Sudafricani di origine europea, indiana o altra hanno gli stessi diritto degli altri. L’ANC, il partito (a suo tempo comunista filosovoetico) di Mandela, dovrebbe VERGOGNARSI!

        • Giancarlo09

          Direi che i boeri avevano più diritto di governare e vivere in quel Paese rispetto agli zulu ed altre popolazioni nere sopraggiunte successivamente a loro, del resto, i romani dicevano in materia di diritti che: “prior in tepore potior in jure (primo nel tempo, più forte nel diritto), principio sicuramente valido anche nel caso di specie.

          • montezuma

            Già, ma chi è stato indottrinato per decenni, finisce per dare credito a qualsiasi mezza verità.

        • Rifle Leroy

          è lo stesso ragionamento che fanno i sinistrati per convincerci a farci invadere.

          • montezuma

            Non proprio. Chi ci impone di far restare questa gente senza motivo, a parte i sinistrati?

          • Ronf Ronf

            I gesuiti. Ecco chi ci impone di accogliere. I sinistroidi e i sinistrati
            sono semplicemente gli esecutori degli ordini dei gesuiti (infatti è
            Bergoglio a comandare, non la Boldrini che bacia la sua mano…)

      • best67

        difatti si usa la definizione di “meticci del Capo”!

    • Andrea De Benedetti

      Mai sentito parlare di un certo Louis Farrakan detto anche “calipso”. Amico di Obama e della congressista Maxine Water e di anti altri’ Progrssisti”e` da decinni il piu` grande razzista degli Stati Uniti e leader della comunita` afroamericana. . Ma Fake News nulla dice della foto con Obama e della sua propaganda per la religione musulmana.

      • Giuseppe Pucci

        Farrakhan, il “leader ” della famosa o notoria “million youth march” fatta a NYC al finire degli Anni Novanta ( me la ricordo bene perche’ vivevo a Manhattan all’epoca) e’ il piu’ grande terrorista nero e MUSULMANO a piede libero qui negli States. Al confronto MAlcolm X era un dilettante…. PRedica odio razziale apertamente , incita alla violenza contro bianchi e cops e, in pratica, all’insurrezione armata contro il “governo dei bianchi” comeama chiamarlo. NOn capisco perche’ non l’abbiano ancora fatto fuori dato che e’ un vero e proprio pericolo pubblico.

        • Andrea De Benedetti

          Malcon X era di un`altra pasta. E` molto forte la voce o il sospetto che sia stato “Calipso” Louis a ordinarne l`uccisione.
          Tanto e` vero che la figlia di Malcon X ha tentato di uccidere Farrakhan per vendicare il padre.

    • Massimo Marcucci
  • nopolcorrect

    Sviluppo politico e razziale prevedibile. Tutti gli animali tendono a difendere il proprio territorio e ad allargarlo a spese degli altri e l’uomo non si comporta diversamente. Paese arcobaleno? Ma dove mai, ma quando mai, di fronte agli interessi concreti i dimostra ovviamente inesistente. Quanto a Putin ancora una volta si dimostra difensore dell’Europa, degli Europei e di coloro che sono di origine europea. Avremmo ancora i tagliagole dell’Isis senza l’intervento decisivo dei Russi, non dimentichiamocelo.

  • Fulvio Monte

    Decisione del neo presidente sudafricano Cyril Ramaphosa di espropriare i terreni dei bianchi e restituirli alla popolazione nera!!! Altro Zimbabwe!!! La maggioranza dei neri non hanno voglia di lavorare, tantomeno la terra!!! sono “fieri” guerrieri legati alle tradizioni e la cosa finisce li!!!

    • Paciullo

      Se non zappano la terra sarà un proprio problema, difficile che almeno da lì arrivino in Europa questi guerrieri, dunque il problema non sussiste ed in chiave nazionalista di principio hanno ragione, ognuno fa della propria terra ciò che vuole.

    • best67

      difatti lo zimbabwe,pur rieleggendo (tra proteste,polemiche e scontri) un membro dell’ex partito maggioritario di quel buono a nulla di mugabe,sta richiamando gli agricoltori bianchi.a suo tempo espropriati delle loro piantagioni,perché sono gli unici che possono provare a rilanciare il paese!

      • Bragadin a Famagosta

        è troppo tardi

      • dvx70

        E pensi che gli agricoltori bianchi della Rhodesia, quelli che sono riusciti a salvare la pelle intendo, siano così stupidi da fidarsi nuovamente?

        • best67

          qualcuno è tornato!

  • dottor Strange

    l’errore dei bianchi sudafricani nell’800 è stato di far arrivare una valanga di neri dai paesi vicini per utilizzarli come manodopera a basso costo. se avessero favorito l’immigrazione dall’Europa i bianchi sarebbero la maggioranza ed il discorso sarebbe chiuso; per avidità, hanno commesso un errore storico. quanto ai neri, sono incapaci di gestire qualunque attività economica minimamente complessa, sono abitualmente ladruncoli e sfaticati e pensano soltanto (come disse Che Guevara, noto fascista) a bere e scopare. l’eccezione conferma la regola

    • BlackSail33

      È lo stesso errore che le elite stanno facendo in europa con l’invasone di sfaccendati parassiti africani per avere mano d’opera a basso costo. Quando saranno maggioranza non si produrrà più nulla, solo violenza e degrado.

      • Paciullo

        Ma da noi si sta iniziando a porre rimedio con i governi sovranisti e io sono ottimista.

        • Rifle Leroy

          ancora con sto ottimismo…ma siete proprio ciechi. Io vedo un futuro molto cupo.

          • Paciullo

            Se dobbiamo vederla in chiave pessimista, dopo Putin, che prima o poi finirà di comandare, chi ci sarà? Comunque io vivo già fuori dai contesti multietnici e so dove muovermi, come tenermi alla larga e come evitare di dar da mangiare a questo sistema marcio, vivo in un mondo parallelo.

          • Rifle Leroy

            ah ecco, vivi in un mondo parallelo. Perché in quello dove vivo io il globalismo è sempre a un passo dalla vittoria totale ,che ci annienterà. E preferisco guardare in faccia la realtà che gongolarmi su di una comoda bugia.

          • Idleproc

            Se vincono, perdono, anche se se si illudono di no, cosa abbastanza normale.
            Il problema è solo che non perdano tutti gli altri.
            Paciullo, da un certo punto di vista molto umano e comprensibile, non ha torto a godersi la vita.

          • Paciullo

            Non è un godersi la vita, credimi, per me ogni giorno è una battaglia contro il “male” e se seguo determinati siti internet è perchè cerco di non farmi omologare dal “male”.

          • Mariana Erdei

            A questo punto mi è venuto a pensare…forse io mangio più di te……. inoltre sono anche golosa…adoro andare in una buona pasticceria….ahahaha

          • Paciullo

            Forse volevi rispondere a me? Comunque sia cerco di mangiare il giusto, bevo molta acqua e adoro la pasta, ma in inverno, come tutti, tendo a mangiare di più, soprattutto i dolci. Sono anche io goloso, in pasticceria ci metto piede di rado però, perchè non riuscirei a controllarmi :-)

          • il contadino

            i dolci sono piu buoni se fatti in casa, impara =:o))

          • Paciullo

            Dove vivo purtroppo non ho forno, però hai ragione da vendere!

          • Emilia2

            Non e’ vero. Quelli fatti da professionisti, o anche da grandi marche, sono molto piu’ buoni.

          • Paciullo

            Se tu non riesci ad estranearti dal mondo globalizzato come puoi sconfiggerlo? Chi va con lo zoppo impara a zoppicare, per me non vinceranno la guerra, anche se adesso stanno vincendo un sacco di battaglie, questione di punti di vista. E sono fiero di vivere nel mio mondo parallelo, dove non ho fra le scatole tutto ciò che mi è estraneo. Ciò mica mi vieta di osservare la realtà e criticarla, ma non faccio parte di quel sistema, ti potrei fare centinaia di esempi. Per finire, con un esempio super pratico, cerco di tenermi alla larga da chi ha l’influenza, conoscendone i sintomi ed agisco in modo tale da prevenire un’eventuale contagio, nei limiti del possibile ovviamente.

          • Mariana Erdei

            ….giusto per curiosità, come ci riesci a realizzare di vivere in un mondo parallelo a livello lavorativo ???….questo sarebbe interessante a capire meglio…… Alla fine nessuno riesce estrarsi dal Mondo dove viviamo, ci sono la regole, le tasse, etc. … almeno che non vivi su un isola deserto ai Tropici mangiando cocco e dormendo sull’amaca…. bohhh….

          • Paciullo

            Di tasse pago quello che mi costringe il sistema, nel lavoro faccio il mio e basta, per il resto non mi drogo, non fumo, non mi alcolizzo, non vado con le prostitute, sto lontano anni luce dalle risorse che ci pagano la pensione, evito come la peste i luoghi in cui bighellonano vari subumani, anche italiani, faccio la raccolta differenziata, consumo il giusto senza sprecare, voto i sovranisti, sto cercando di risolvere i problemi legali dettati dal mio pensiero politico. Se poi vuoi approfondimenti, mi spiace, già tanto che mi esprimo qui senza esagerare, una volta mi è bastata per capire cosa non criticare.

          • Mariana Erdei

            Diciamo che anch’io faccio come te….non ho vizi dannosi…..mi piace soltanto viaggiare che costa parecchio.
            Unico problema che vedo difficile a risolvere…EVITARE I VARI SUBUMANI….ormai ci sono ovunque….stazioni, centro, periferie…. treni, metro… e questa situazione spesso mi fa desistere di uscire, specialmente la sera o da sola. (la figlia 18enne della Portiera è stata aggredita nel Parco adiacente la nostra casa alle 22 h da stranieri…da quella volta il suo padre esce a prenderla alla Metro)
            Da 2 anni non ho più nemmeno la macchina, una spesa inutile in meno… i biglietti di treno, pullman ed aereo compro in anticipo trovando delle offerte.
            Ho fatto un conto, con ca. 300-350 € al mese ci mangio benino a casa mia…. ma andando in giro tutto aumenta a dismisura.
            Ciò che mi costa caro è l’affitto a Roma in zona signorile e tranquilla (per il momento). Ma non mi va di andare in periferia o di convivere con altre persone e ridurmi in una stanzetta con uso bagno in comune….a questo ci tengo, fin di conti si vive una sola volta.
            Se Salvini riesce a rimpatriare i SUBUMANI sarebbe tutto bello come prima !

          • Paciullo

            Anche io adoro viaggiare, con i libri sono l’unica spesa che sostengo, facendo sacrifici, ma ne vale la pena. Neppure io ho l’auto, giro con il motorino, utilizzo blablacar oppure fixbus per muovermi fuori città, sul discorso del cibo, io riesco a spendere anche un terzo di quanto fai te, ma le donne giustamente hanno più esigenze, a livello di prodotti per la persona e di abbigliamento, seguo tanto volantini e ogni tanto al ristorante ci vado. Si deve essere parsimoniosi sulle cose inutili e si deve investire bene sulle cose utili, che durano nel tempo, io vivo al nord e me la cavo con l’affitto, vivendo da solo, ho tutto incluso nel prezzo e non ho bollette intestate.

          • Mariana Erdei

            Sul cibo non è facile risparmiare, va a discapito della qualità…. anche se per esempio la frutta e verdura la compro soltanto di stagione, e NON COMPRO MAI BIOLOGICO che secondo me è una truffa autorizzata……., ma 10-12 €/giorno ci vogliono, se voglio mangiare anche della carne o pesce ogni tanto…nemmeno bastano….

          • Paciullo

            10 euro a persona? Le braciole di maiale qua costano 9 euro al kg se sono di qualità, la pasta si può condire in mille maniere e mangiarla a pranzo e cena, specialmente in estate, la frutta è a 99 centesimi, i gelati spesso hanno grandi sconti…..

          • Divoll79

            Il biologico certificato Italiano o UE e’ di solito assolutamente sicuro. Poi basta andare a cercare notizie di una determinata azienda in rete e, se non ce ne sono, evitare di comprarla in futuro. Io sono vegetariano, questo fa risparmiare molto, ma per tutti gli altri prodotti cerco sempre la qualita’. Meglio poco, ma buono.

          • luigirossi

            Complimenti,ma non sei l’unico.

          • Paciullo

            Lo so bene, siamo sempre di più!

          • Divoll79

            Per fortuna.

          • telepaco

            Io non sarei nè tanto ottimista, ma nemmno troppo pessimista. Ormai i segnali di un riscatto ci sono tutti, dal governo di Salvini in Italia alla vicina Austria con tutto il gruppo Visegrad. In Olanda non ha vinto Wilders, vero, ma l’attuale di centrodestra ha stretto i cordoni del buonismo da tempo. La Le Pen in Francia è sempre a un passo dalla vittoria e l’ennesimo fallimento di un burattino dell’establishmen come Macron potrebbe questa volta non bastare col demonizzarla. LA Germania dopo la Merkel saranno sorprese anche li, prima o poi il bubbone scoppia. Se cade la Francia cade anche la Germania e un’Europa guidata da sovranisti potrebbe davvero portare al cambiamento drastico in materia di immigrazioni, espulsioni di massa e rinnovamento dei valori nazionali. Il vento in questo momento tira verso destra, non verso sinistra per fortuna…

          • agosvac

            Concordo con quanto da lei detto: siamo ben lungi dalla sconfitta, anzi ci sono molti segni di ripresa. L’importante è continuare su questa strada e stare molto attenti ai serpenti che mordono alle spalle!

          • Rifle Leroy

            SI ma non produce nulla di concreto.Noi abbiamo limitato solo gli sbarchi ,che non è poco,ma non basta servono i rimpatri e ci sono mille modi per bloccarli. Sanzioni alla russia,nulla si è mosso perché a parole semo boni tutti cit. poi appena arriva una telefonata da whashington tutti sull’attenti e non se ne fa nulla.I politici italiano sanno che gli americani hanno il grande potere di manipolare i mercati e se lo fanno la nazione bersaglio entra in crisi…e i politici oggi vengono eletti quasi esclusivamente per i risultati economici,quindi non possono permettersi il non allineamento agli americani.
            Questo non credo che lo abbiate capito.

            Ovviamente io mi riferivo al quadro geopolitico,non è un che uno vive depresso per sta roba.

          • montezuma

            Infatti il dopo Putin ci deve preoccupare.

          • Alberto Molteni

            Temo abbia ragione. Credo che la soluzione vera a tutti i problemi sia quella di incrementare le fabbriche di profilattici e distribuirli a grandi mani in Africa perchè il continente che è stato culla della umanità sarà anche la sua fine.

          • Rifle Leroy

            E non sono certo un genio per averlo capito.Le proiezioni demografiche,anche quelle più ottismistiche, parlano chiaro. L’africa è un buco “nero”. In tutti i sensi.

          • Divoll79

            Col disfattismo non si ottiene nulla.

          • Rifle Leroy

            non è una questione di pessimismo / ottimismo,ma di realismo. Non è che se ignori la realtà questa cambia.

          • Divoll79

            No, io non ignoro proprio nulla e vedo la realta’ esattamente come la vede lei, semplicemente non credo che i risultati finali saranno cosi’ negativi come lei e’ portato a credere. Lei ha il suo punto di vista e le sue motivazioni, io ho le mie (basate sulla storia, sulla psicologia e su altre considerazioni).

            A parte questo, darsi una convinzione positiva e’ indispensabile per intraprendere quelle azioni che potranno portare ai risultati desiderati, per quanto drammatico sia il problema da affrontare. Perche’ se uno parte dall’idea che andra’ tutto male, allora che senso ha combattere, tenere duro, fare qualsiasi cosa? Tanto andra’ male lo stesso, no? Se i russi avessero avuto un’attitudine come la sua, nel 1942, non sarebbero mai riusciti a vincere contro i tedeschi.

          • dvx70

            Sì, ma il dopo Putin ?
            Che lei sappia, esiste un suo valido delfino ?
            No, perché se alla Russia capiterà un secondo Eltsin, è finita; in tutti i sensi.

          • Divoll79

            Sono d’accordo con lei che un altro Elzin sarebbe una tragedia (forse non solo per la Russia). Cosa sara’ dopo Putin? Nessuno puo’ dirlo in anticipo, neanche lui. Ma per quando lascera’ la presidenza, in primo luogo non e’ detto che abbandoni la politica, in secono luogo, la Russia sara’ (e gia’ e’) un paese diverso. Con un popolo dalle aspettative, abitudini e attitudini diverse. Senz’altro, un popolo con maggiore discernimento politico, sia a livello nazionale che internazionale, e che dubito si fara’ incantare dai nuovi “Elzin”.

            E comunque, le cose in Europa e nel mondo si stanno evolvendo secondo schemi completamente nuovi e, secondo il mio modesto punto di vista, siamo sulla soglia di un nuovo capitolo della storia.

          • dvx70

            Non è questione di disfattismo… è questione del fatto che nessuno è eterno, nemmeno Vladimir Putin.
            Non fraintendermi; alla fine temo che dopo l’inevitabile, rovinosa caduta di Donald Trump; l’unica speranza sarà proprio Putin.

        • montezuma

          In un Paese come il nostro dove la gente ha votato (in modo consistente) Di Pietro, Monti, Bonino, Boldrini … non è facile essere ottimisti.

          • Paciullo

            Il sistema elettorale malato ha consentito questi personaggi di entrare in Parlamento con pochissimi voti e basse percentuali. La Bonino è entrata perchè si è accordata con il PD, altrimenti rimaneva fuori, Di Pietro alla fine lo ha liquidato l’elettorato e la Boldrini ha appena superato il 3% in queste elezioni, nelle precedenti era nel gruppo indipendente, inserita dal compratore di neonati Vendola.

          • montezuma

            Il sistema elettorale non giustifica certi figuri e non giustifica un 7-8% (tanto, troppo!) e non giustifica l’accordo in qualche altro partito. Se fossimo politicamente e culturalmente maturi, gli elettori non permetterebbero certi magheggi se non come incidenti di percorso!

          • Paciullo

            C’è sempre troppa gente che fa parte dei centri sociali, che si nutre di modernismo, che si droga, che ha interessi personali, questa è la realtà della democrazia e del voto dei cittadini, ne hai di tutti i tipi intorno.

        • BlackSail33

          Speriamo. Solo che visti gli attacchi al governo bisogna vedere cosa escogitano per farlo cadere. A questo punto è tutto in mano agli italiani che alle elezioni devo rivotare in massa per partiti Sovranisti. Dipende tutto dallo stato di esasperazione degli italiani, che purtroppo ha soglie molto alte. In altri stati la gentaglia che ci ha governato da 8 anni li avrebbero già mandati in malora.

        • Divoll79

          Se non si rimpatria la stragrande maggioranza di africani e islamici, per l’Europa sara’ la fine. E in poco tempo.

      • Ber Sekr

        Lì c’è pure l’aggravante che le m3rde del PD li abbiano fatti entrare (e tentato di “regolarizzare” con lo ius soli) per usarli come alleati in caso fossero passati all’opposizione, oltre a fomentarli per generare caos urbano con la scusa di “reazioni contro il montante rassssismo”…

    • Paciullo

      L’errore fu rimanere dopo la fine della segregazione razziale, perchè l’epilogo sarebbe stato questo prima o poi, era inevitabile lo scontro.

      • montezuma

        Sono d’accordo. Se fossimo realisti non dovremmo lasciare immigrate musulmani e negri.

        • montezuma

          Continuazione … ovviamente sto parlando dei negri senza arte né parte e dediti a vivacchiare di espedienti. Chi lavora, SE c’è posto, è il benvenuto. Altrimenti … i benpensanti chi li sente!

          • Divoll79

            Perche’, c’e’ ancora posto?!….

          • montezuma

            Una speranza … potenziale. Ne dubito anch’io. :-)

    • best67

      “Ci feriva moltissimo questa mancanza di rispetto e… chiedemmo alle autorità di eliminare quell’odiosa distinzione, e ora ci hanno dato tre ingressi per i neri, gli asiatici e gli europei”.
      – un minore riconoscimento giuridico per gli indiani avrebbe avuto come risultato una degenerazione “così forte che dalle loro abitudini civilizzate sarebbero stati degradati alle abitudini dei nativi, e nello spazio di una generazione ci sarebbe stata poca differenza nei costumi, nelle abitudini e nel modo di pensare tra la progenie indiana e quella nera”.
      “Ho avuto l’ardire di sottolineare che sia gli inglesi che gli indiani provengono dalla stessa stirpe, chiamata indo-ariana. Una credenza generale sembra prevalere nella Colonia secondo la quale gli indiani sono un soltanto un po’ meglio, o addirittura uguali, ai selvaggi e cioè ai nativi dell’Africa. I bambini crescono con questo pensiero, e il risultato è che gli indiani sono trascinati in basso nella stessa posizione dei primitivi ‘kaffiri'”.
      “..gli europei di Natal volevano degradarci al livello dei primitivi la cui unica occupazione è la caccia, e la cui unica ambizione è possedere un certo numero di mucche per comperarci una moglie e poi passare il resto della vita nell’indolenza e nella nudità”.

      Mohandas Karamchand Gandhi

      • potier

        la questione è molto semplice, il problema che sussisteva in passato non di deve più ripetere sia pur a parti inverse, lei non capisce che qui al contrario si rischia di creare un’altro crimine appunto ma a parti invertite, infatti l’insegnamento di Nelson Mandela fu quello di andare nella direzione opposta a quella fu imperante in passato e forse Dio non voglia, quella attuale ma appunto a parti invertite, Mandela propugnava infatti una convivenza tra le tutte le etnie li presenti, scongiurando qualsiasi vendetta o rivalsa nei confronti di quelli che furono in passato indubbiamente dei crimini. del resto il far si che vi sia una tolleranza di tutti nei confronti di tutti è la sola logica che dovrebbe muovere la politica di quel particolare paese.
        purtroppo qualcuno si sta muovendo in una direzione del tutto errata se non addirittura folle, che non è appunto quella ereditata e che aveva indicato Nelson Mandela con il suo testamento politico, e questo è un enorme peccato !
        perché da quanto se ne sa, anche per quanto raccontatomi da gente che li ci ha vissuto o altri che l’hanno semplicemente visitato da turisti, il Sud Africa è o dev’essere un paese bellissimo dalle potenzialità enormi ! e dispiacerebbe vederlo affondare come è successo a molti altri e in tanti altri casi anche recenti (vedi ad es il Venezuela o il Nicaragua in sud America) per la stupidità e la dabbenaggine di qualcuno.

        • Valeria Vernon

          Sai come l’ascoltavano il Nelson Mandela? Sua moglie fu estraniata – pare – per le collane che faceva usare dai suoi amici

        • best67

          mandela,al di la delle sue vecchie colpe,aveva capito che gli odiati bianchi erano i soli in grado di sostenere l’economia del paese,e di fatto si mosse per una pacificazione nazionale,allontanando anche dal potere la “giovane” consorte winnie,che oltre a tradirlo,(quando era in carcere) usava i “giovani stalloni” dell’anc come mazzieri!il guaio è che i successori di mandela,non sono stati all’altezza!in particolare il poligamo zuma!

    • bruno

      Povero Che!ha vissuto tutta la vita credendo di essere comunista e invece…Ma perchè non glielo hai detto quand’era ancora vivo?Adesso è troppo tardi!

    • mauroc59

      E’ tutto vero.. Un collega molti anni fa tornando in Nigeria dagli Usa dove aveva visitato un grosso fornitore di apparecchiature aveva notato che i villaggi dei neri in Usa avevano dopo secoli di separazione e educazione la stessa forma confusa dei villaggi africani lasciati molto prima. La testa e’ quella… anche se ci sono moltissimi brave persone anche li, di solito Cristiane e con buona educazione… sono una minoranza destinate ad essere sommerse dalla massa. Le vecchie generazioniafricane d’altronde hanno sempre riconosciuto il livello ed il benessere superiore presente durante la presenza degli italiani.. e oserei dire portoghesi in africa. Questa e’ la verita!

    • Divoll79

      Mi sembra che sia esattamente la situazione in cui ci stanno mettendo Bruxelles ed elite globaliste.

  • potier

    se così fosse in realtà, non sarebbe che una buona notizia, se così fosse … perché a leggere la storia russa si sa di come appunto in passato accolsero della gente dall’estero, salvo fargli fare successivamente una brutta fine … e mi viene in mente leggendo appunto la storia, di come ad es nell’ottocento accolsero in Crimea migliaia di agricoltori, commercianti, artigiani italiani in massima parte pugliesi, salvo poi nel secolo successivo sotto Stalin, essere questi coattivamente mandati in Siberia quasi tutti, compresi donne e bambini.
    ora nello specifico è notorio di come i discendenti dei Boeri siano degli ottimi e competenti lavoratori, e per di più degli infaticabili sgobboni.
    pertanto se così fosse non potrebbe che essere un’ottimo affare per Putin, è un pessimo, davvero pessimo affare per quella nuova insulsa classe dirigente di colore Sud Africana, che se così fosse, semplicemente getterebbe le premesse, qual’ora perdessero tutta questa capacità lavorativa, nel far precipitare nell’abisso il solo paese che attualmente proprio per le sue peculiari componenti etniche, è ad un livello competitivo di ricchezza nettamente superiore rispetto a tutti gli altri paesi africani del continente nero.
    è utile ricordare di cosa successe a quel paese già chiamato Rodesia … una realtà che passò da forte esportatore di cereali e con una forte prospera economia, divenne in poco tempo un paese poverissimo e importatore di derrate alimentari. tutto questo proprio perché i farmer europei essendo stati espropriati delle terre che coltivavano, furono costretti loro malgrado a fuggire chi in Australia, chi in Canada e così via …

    • Paciullo

      Ma magari andassero via tutti gli europei dal Sudafrica, che stessero per i fatti loro gli autoctoni, io non ci vivrei mai da quelle parti, ci sono andato tanti anni fa a Durban e il coprifuoco scattava già alle 16:00, cose da pazzi!

      • Rifle Leroy

        infatti, penso che sia una notizia positiva che i bianchi sudafricani tornino in europa. A me non dispiacerebbe se facessero lo stesso anche quelli che vivono nelle americhe.

        • Divoll79

          No, sono troppo americanizzati e poi l’Europa e’ gia’ sovrapopolata cosi’ com’e’. L’unica cosa davvero seria da fare sarebbe di mandare via africani e musulmani. Sono una bomba a orologeria.

      • agosvac

        Il Sud Africa non è solo Durban dove, tra l’altro c’è una grossa componente indiana. La prossima volta provi ad andare a Cape Town! E’ tutta un’altra cosa.

        • Paciullo

          Sì, c’erano tanti indiani, del resto anche Gandhi andò lì a viverci per decenni, qualora dovessi ritornare in Sudafrica andrei lì, comunque avevo parlato con tanti europei nati lì da generazioni e mi dicevano che i figli erano quasi tutti in Australia, UK, Canada o USA e nel settore pubblico, specialmente in aeroporto, non vi era traccia di loro.

          • dvx70

            Non credo che sia molto salutare per un bianco vivere in SudAfrica oggigiorno….

        • Luigi Reigl

          Chissa’ per quanto. Citta’ del Capo e’ il capoluogo del Western Cape dove la popolazione bianca raggiunge il 16% del totale, mentre nel resto del paese si ferma all’8.8%. Fatto curioso e dimostrativo, nella regione del Capo governa il partito di opposizione con circa il 60% dei consensi. Tutto il resto del paese e’ sotto controllo dell ANC. Non solo Citta del Capo e la regione sono in mano all’opposizione, ma sono anche le meglio governate. Non potendo governare questa politicamente, stanno escogitando di unirla a una regione confinante dove il supporto dellÁNC si aggira all’80%. Il governo centrale favorisce l’immigrazione in questa zona per tentare di cambiare lo stus quo. Non e’ segreto che nel Western Cape cé’ un movimento secessionista e indipendentistico.

    • Bob184 —

      Sotto Stalin … appunto !

      • Mario Marini

        Ma i vari maialox poitier, occhio e affini sono rimasti alla guerra fredda, chi non si zerbina agli usa diventa comunista stalin ecc. Nel 2018 nemmeno Berlusconi si sogna di usare un simile linguaggio

        • Bob184 —

          Credo ci sia una differenza fra il suo intendimento, il mio e quello di potier. Nessuno, credo, vuole far riemergere i contrasti della guerra fredda ma è ormai un fatto storico che Stalin mandò a morire milioni di persone, ossia coloro che lui riteneva essere contrari alle sue scelte. Non solo i contadini pugliesi ma anche tanti altri italiani, spesso profondamente convinti della filosofia marxista-leninista, i ciò coadiuvato dal suo scherano italico Palmiro.

    • Giovanopoulos

      Bravo ad aver ricordato, il “piccolo olocausto” degli Italiani di Crimea che quasi la totalità degli Italiani ignora!!!

  • Bragadin a Famagosta

    I boeri, in genere i sud africani bianchi avrebbero dovuto ritagliarsi un paese bianco pìù piccolo per se…come Israele..ora è troppo tardi…faranno una fine ben peggiore dei coloni italiani in Libia.

    • Paciullo

      Considerando che i coloni italiani in Libia riuscirono a salvare la pelle, la cosa mi sembra positiva, anche perchè i boeri stanno subendo un sacco di omicidi, a differenza dei nostri, che andarono via prima che la situazione degenerasse.

      • best67

        la comunità italiana in libia era ben integrata e rispettata!quasi tutti parlavano l’arabo ed erano per la maggior parte commercianti ed imprenditori!le cose cambiarono col golpe che rovesciò la monarchia e portò al potere il colonnello del menga kaddafi,il quale per conquistare popolarità,cominciò a perseguitare la comunità italiana,rea di avere tolto la libertà ai libici con una guerra sanguinosa!cosa non vera perché la libia re-italiana non era uno stato sovrano,ma una colonia turca!e i turchi,che pur essendo mussulmani,se già disprezzavano gli arabi asiatici,quelli libici li disprezzavano ancor di più,considerandoli africani!

        • Paciullo

          A maggior ragione, con il cambiamento, hanno fatto bene a fuggire, prima di subire un pogrom!

        • Mariana Erdei

          Verissimo ! Una mia amica da genitori europei, madre italiana, padre tedesco è nata in Libia nel 1959, e poi hanno dovuto scappare di corsa.

    • montezuma

      Ma va là … Secondo qualcuno gli Israeliani dovrebbero fare come i Sudafricani non-negri! :-)))

  • Paciullo

    Mi piace questa cosa, bravo Putin!

    • Alox2

      Putin, ha visto che l’Africa (Francia) ha vinto il Mondiale e prende le contro-misure, inoltre vuole colorare e alzare la razza ariana.

  • best67

    il bluff della nazione arcobaleno!

  • Rifle Leroy

    Se Salvini fosse davvero furbo se li dovrebbe prendere anche lui un po’ di boeri,sempre meglio dei negracci di cui ci ha riempito il PD.

    • best67

      anni fa,subito dopo la nascita del “nuovo” sudafrica,il vicino mozambico,invitò dei boeri a trasferirsi li,perché apprezzavano le loro doti di agricoltori!

      • Rifle Leroy

        mi pare di ricordare che poi Mugabe fece l’esatto opposto o sbaglio?

        • best67

          l’analfabeta tribale che ha citato era il padrone-presidente dello Zimbabwe (quello per la cronaca che ridusse il “granaio d’africa” a campare di carità onternazionale)!

    • Bragadin a Famagosta

      poi la senti la boldrini?

      • Rifle Leroy

        Salvini viene eletto proprio perché fa il contrario di ciò che dice la sBoldrina.

  • ogre66

    I negri sudafricani vogliono il potere in ogni singolo angolo del paese per ripiombare nel Nulla assoluto. Meglio andarsene.

  • nopolcorrect

    Lo Zar Putin segue intelligentemente la politica della Zarina Caterina di Russia, principessa tedesca che fece immigrare milioni di Tedeschi in quella che diventò la Repubblica Tedesca del Volga e che era ricchissima data la nota laboriosità dei Tedeschi e venne distrutta da quel delinquente di Lenin.

    • Divoll79

      Un po’ superficiale come riassunto…..

  • John C.

    “Accoglienza all’africana”. Inveve noi bianchi….i soliti babbei. E li vogliamo aiutare pure. Ma siamo cosi “razzisti”. Ci rendiamo conto di quano siamo fessi? E pensare che questa e’ gente che senza di noi non ha mai inventato la ruota o saputo scrivere. E stanno sempre li’. Lasciati al loro destino stanno all’eta’ della pietra tutt’oggi. Una macchina? Ma quando? Un telefono? Cos’e’….stregoneria? La storia non ha mai visto dei fessi come i bianchi con i neri.

    • nopolcorrect

      Che i neri siano intellettualmente in media inferiori ai bianchi è dimostrato che in tutta la loro storia non hanno creato una civiltà, cosa che hanno fatto non solo gli Europei ma anche gli Indiani e i cinesi, per esempio.

      • Divoll79

        E gli aztechi, i maya, gli inca….

      • John C.

        Esattamente. Il problema dell’Africa sono gli africani. E se li facciamo venire da noi diventano il problema nostro. Basta guardare gli USA con i neri. Solo problemi e spese senza fine. Non cambiano col tempo, anzi diventano peggio e piu’ prepotenti quando sono messi in ambienti civili, come vediamo negli USA e adesso da noi. Appena arrivano cominciano a fare i violenti e propotenti….e nient’altro. Perche’ non sono capaci. Stanno bene tra di loro in Africa al loro livello. E se stanno diventando troppi in Africa e’ colpa dei bianchi che li aiutano con soldi e tutti i beni della civilta’ che non sarebbero capaci di produrre. Ma poi? Chi li mantiene tutti i milioni di africani se non sono capaci di produrre? Lasciamoli al loro destino e il problema della sovrapopolazione dell’Africa si risolve da solo. Non dobbiamo essere cosi dementi da farceli arrivare qui’. Sarebbe la nostra fine. Sono l’arma demografica per la distruzione di qualsiasi nazione. La demografia e’ destino.

      • Ber Sekr

        Le civiltà di crearle le hanno create: solo che erano basate sull’oro che avevano a iosa e sul traffico di schiavi. E sicuramente erano molto inferiori a quelle occidentali. Ma nell’epoca al contrario, dove la cricca dei filo-piddioti rivalutano il “buon selvaggio” contro lo “sporco bianco”, si tratta sicuramente di “grandi civiltà” più pure di quella occidentale, in quanto “gente semplice e che viveva in natura”… Per inciso, esistono degli studi (mai smentiti) che confermano sia la tendenza all’aggressività del negro a causa d’eccesso di testosterone (che è anche alla base del loro “strapotere fisico”: ma solo quello hanno… Che evidentemente interessa agli importatori di scopatori di bianche e di “nuovi atleti”…) che il loro generale basso QI (al contrario dei gialli).

  • telepaco

    “in Russia ci sono 43 milioni di ettari di terra incolta….” vi rendete conto? Se questa terra viene data in mano ai boeri dal governo in cambio di pochi spiccioli la Russia non solo diventerebbe autosufficente in tutto, ma la prima esportatrice di prodotti agricoli al mondo. Questi sono olandesi in maggiornanza, gente che con le palle che con un fazzoletto di terra in europa è riuscita a creare un’economia agricola e floricultura di primissimo ordine. Se poi la Russia facesse venire un po’ di allevatori e viticultori piemontesi e veneti ciao, è finita per tutti. Un po’ di imprenditori tedeschi e lombardi e l’industria farebbe un salto di qualità enorme, questa è l’immigrazione che serve, non i negri senza nè arte nè parte

    • serco

      È già diventata la prima nazione esportatrice di grano al mondo.
      Il tutto ogm free.

  • telepaco

    Il Sud Africa invece farà la fine del Venezuela, nazionalizzazione delle imprese che funzionano, espropriazione delle imprese dei ricchi non allineati al governo (i questo caso i bianchi) costretti ad espatriare con i soldi nelle valigie o in conti correnti esteri, nessun controllo della delinquenza dilagante e violenta, nazionalizzazione delle miniere come nel caso del petrolio venezuelano, con il conseguente crollo della produttività, e saranno alla fame nel giro di 10 anni. Il chavismo in Venezuela ha portato a distruggere un paese cosi, facendo scappare i ricchi imprenditori, nazionalizzando imprese che poi fallivano sotto il controllo quasi inesistente e incompetente dello stato, e corruzione e delinquenza violenta anche e sopratutto tra i membri delle forze dell’ordine. D’altronde da una gestione di negri o di indios che cosa si pretende?

  • montezuma

    Una sola domanda: (anche se io ne ero a conoscenza) COME MAI NESSUNO NE STA PARLANDO??? Con poche eccezioni come Giornale e A. Brugnetti. Sono inc….zato, perché non ne parlano? Il razzismo serve solo se funzionale per gli scopi della sinistra e attaccare Israele. Altrimenti crucifige! Come accaduto per l’ex-Rhodesia!!!

    • telepaco

      Israele si attacca da solo, non ti preoccupare

      • montezuma

        No, Israele viene attaccato in continuazione, ma con le fanfare. Mentre dei Sudafricani non-negri, non parla quasi nessuno, perché così ha voluto la sinistra e un avanzo marcio di una certa destra!

        • Maciste Alpino

          Interessante, c’è ancora una destra alla “Dio stramaledica gli inglesi” (e colonie)?

          • montezuma

            C’è quella e non solo!

      • albertzanna

        TELE PACO, CHI PUO’ DARTI DI PIU’??

        Sei sempre più imbecille, tanto da non vedere le evidenze anche locali. Iran che vuole arrivare a possedere la Siria, la Siria che vorrebbe appropriarsi del Libano, Arabia Saudita che vorrebbe la morte dell’Iran, Iraq che sta tornando alle nostalgie Di Saddam Hussein, invadere gli staterelli, ricchi di petrolio, confinanti, il Qatar che finanzia l’ISIS, ecc ecc. E l’unico stato solido e con vera democrazia in tutto il medio oriente è Israele. Che, passeranno 100 anni, sarà sempre solido e stabile, mentre tutti gli altri, finito il petrolio, torneranno al nomadismo, da quei veri pecorai che sono, ancorati al 632 dC.

        • luigirossi

          ISRAELE CON VERA DEMCRAZI ED UNA LEGGE FASCISTA E RAZZISTA APPENA APPROVATA.

    • Maciste Alpino

      I bianchi rimasti in Africa, quelli ‘originali’ dei tempi coloniali, secondo me avranno sempre la sinistra contro, altrimenti si dovrebbe riesaminare una “sacra epopea” precedente alla attuale delle “Porte aperte”, la “decolonizzazione”. Che fu doverosa, se considerata sotto l’aspetto ‘etico’, ma sembra non aver risolto i problemi africani, anzi.

  • ItalianAmerican

    Ci sono ormai moltissime no-go zone a Johannesburg. É praticamente diventata uno sh!thole di quelli che piacciono da morire alla sinistra italiana (salvo poi, andarci a vivere). Ovunque i neri sudafricani si facciano ‘strada’, non funziona nulla; servizi in malora e sicurezza inesistente. Continuate cosí che anche il sud Africa sarà un cessø abominevole come il resto del continente.

  • agosvac

    Se vogliamo essere precisi i boeri non sono discendenti degli inglesi o dei francesi ma solo ed esclusivamente degli olandesi che, per primi , colonizzarono il Sud Africa. A suo tempo combatterono strenuamente contro gli Inglesi. La guerra la persero ma conservarono le proprietà. L’apartheid sud africana non fu mai di origine inglese ma derivava esclusivamente da questi proprietari terrieri che per decine di anni governarono il Sud Africa con mani di ferro.

    • potier

      l’apartheid non fu di origine inglese ? avrei qualche dubbio, ma se in Rodesia, dove non vi erano Boeri di origine olandese, l’apartheid era in vigore ed era legge dello stato pure li, esattamente come in SudAfrica … infatti se non erro, esso fu introdotto o inasprito diventando legge proprio all’indomani dell’indipendenza dei due paesi africani nel 1961 …

      • Anita Mueller

        potier, apri bene le orecchie: agosvac ha semplicemente detto che i boeri erano di origine olandese (con minoranze tedesche e francesi) che erano in aperto antagonismo con gli inglesi (o britannici, per essere più precisi) e i neri. I boeri infatti parlano l’Afrikaans (di origine olandese) mentre i sudafricani di origine inglese parlavano e parlano esclusivamente l’inglese. Su una cosa forse posso darti ragione: gli inglesi, quanto a razzismo, non sono mai stati secondi a nessuno, neppure ai boeri.
        Comunque quanto si stava bene in Sudafrica fino al 2004. Poi è andato sempre più peggiorando e questo proprio perché c’è qualcosa di sbagliato nella razza nera. A dire il vero ce ne pure nella razza bianca e in quella gialla. L’unica razza che si salva è quella rossa, degli Indiani d’America.

        • Luigi Reigl

          Questomi incuriosisce. Puoi eleborare sugli indiani dÁmerica?

      • Luigi Reigl

        Il partito nazionalista prese il potere con le elezioni nel 1947. Rottura definitiva con il dominio inglese fin dal 1901 quando persero la guerra dei “Boeri”. Nel 1961 diventarono una Repubblica e uscirono dal Comonwelth. La Rodesia, dopo qualche anno di guerra per una indipendenza dall’ Inghilterra e seguire l’ esempio del Sud Africa raggiunsero un accordo nel 1980 con lélezione di Mugabe.

  • carmine fattimiei

    Non ci hanno sempre detto che i razzisti sono sempre e solo i bianchi ?

    • best67

      molte comunità tribali africane sono razziste anche tra di loro!

      • carmine fattimiei

        La mia è ironia, so benissimo come va il mondo

    • serco

      Provi a chiedere a un senegalese cosa pensa dei nigeriani.

      • carmine fattimiei

        La mia è ironia, so benissimo come va il mondo .

  • montezuma

    Come accaduto in gran parte dell’Africa, una volta che saranno “subentrati democraticamente” i negri, andrà tutto in malora! C’hi non ci crede faccia qualche escursione … culturale. Sempre che non vi taglino la gola, fattore comune ormai dalla Libia al Sud Africa, purtroppo.

  • Roby 83

    Dispiace dirlo, ma decenni di decolonizzazione mostrano che quando i neri prendono il potere si avvia una spirale di violenza e corruzione che distrugge paesi una volta prosperosi. Haiti, oggi ridotta ad uno “shithole”, è il caso con l’esperienza storica più lunga.

    • Mario Marini

      Basta vedere la città di Detroit, negli usa

      • Alox2

        Sei rimasto indietro, se mai oggi il problema e’ a Chicago perche’ Detroit is mentioned as a city of renaissance. Va a vedere….

  • Chris LXXIX

    Eugène Ney Terre’Blanche lo aveva profetizzato già all’epoca.

    • montezuma

      Bastava essere a Londra o a Jo’burg nei primi anni ’90 per capire come sarebbe andata a finire. Siamo dei rimbambiti in mano a dei sinistri ottusi!

  • montezuma

    E in tutto questo, permettetemi di dire che Putin si conferma un grande mentre i Paesi occidentali sono dei mosciardoni che si riempiono di musulmani come se non ci fosse un domani! Ce ne pentiremo!

  • paolo

    in russia come anche in europa,hanno un problema di denatalità,abbastanza grave.
    ma siccome i loro attuali governanti
    sono mediamente MOLTO,più intelligenti….
    di quelli europei,
    hanno deciso di agevolare una immigrazione selezionata…
    scelta cioè tra gente che lavora,non vuole dare problemi,
    creerà ricchezza,e avrà
    la maggiore probabilità di integrarsi al meglio nella loro cultura.

    inutile dire che è la miglior scelta possibile:
    MA NOI,QUANDO….
    QUANDO,CI SVEGLIEREMO?

    • telepaco

      In Russia stanno cominciando da tempo forti politiche per la natalità, a cominciare da ingenti aiuti economici alle famiglie che fanno figli. La tendenza presto sarà invertita….da noi forse, se Salvini e compani faranno cio’ che promettono. Ad esempio redditi di cittadinanza a famiglie con almeno 2 figli, agevolazioni e punteggi maggiori per posti come dipendenti pubblici per chi ha figli a carico ecc. Le cose si possono invertire se si vuole

  • Ulrico

    E fu così che, col contributo di gente che ha voglia e sa lavorare, l’agricoltura russa avrà un buon impulso, mentre le fattorie del Sud Africa, ricche e prospere sinora, verranno depredate, distrutte e il territorio destinato alla desertificazione.
    Si fa finta di non capire, oppure qualche illuso/a spera in qualche miracolo, ma questo dimostra la storia e è non ci sarà boldrina che possa cambiare le cose.

  • Tip Tap

    A sentire i sinistrati mentali, i neri sono tutti dei simpatici ciccio bello colorati che possono portare solo amore e tanto bene…… ma quanti idioti ci sono al mondo? -.-“

    • Divoll79

      Invece, sono di una violenza barbarica inaudita, anche tra di loro.

    • il contadino

      fai tu i conti la mamma degli stupidi è sempre incinta . . .

    • albertzanna

      Una statistica delle Nazioni Unite attesta che l’80% degli abitanti del mondo sono potenziai idioti, perchè gli sa fatica ragionare e preferiscono lasciarlo fare ai grandi capi politici di sinistra, ora anche grillini, o islamici (ai quali sa fatica anche lavorare)

  • bruno

    Non è una provacazione: perché i cioccolatini ripieni di liquore alla ciliegia si chiamano boeri?

    • albertzanna

      Nella lingua olandese “BOER” significa contadino.

      Perchè i cioccolatini piemontesi si chiamino così non lo so, provi a domandarlo alla Ferrero

  • albertzanna

    Io ho tanti anni sulle spalle ed ho conosciuto la Libya italiana, cioè colonizzata dagli italiani.

    Gli italiani, anche i meridionali quando escono dal sud dell’Italia e vanno all’estero, sono fra i migliori contadini del mondo, operosi, pieni di iniziative.

    Io andai in Libya la prima volta che avevo 12 anni. Il mio patrigno, mi madre, famiglia di coloni libici, rimase vedova di mio padre e si risposò, era un siciliano che aveva creato tre grandi aziende agricole a sud di Tripoli, quindi già territorio desertico, e in più commerciava i prodotti di altre aziende agricole sempre di coloni italiani.
    Mi ricorderò sempre quando andai a visitare il villaggio di Bianchi, tutti contadini veneti. Era un vero giardino dove si coltivava di tutto, piantavi un dito e nasceva un uomo.

    Poi Ghaddafi liberò la Libya dalla presenza degli italiani e si diede e coltivare solo il petrolio.

    Andai in Libya, l’uitima volta, nel 1980, con una missione economica della camera di Commercio di Modena. Arrivammo in aeroporto a Tripoli, (che anticamente si chiamava Castel Benito) che è situato a 35 km a sud ovest della città

    Fino al 1970, quando Gahddafi scaccio tutti gli italiani, lungo la strada da Castel Benito a Tripoli era tutta una sequenza di aziende agricole, palmizi, aranceti, frutteti, campi coltivati e tantissime pompe a vento per trarre acqua dal sottosuolo.

    Nel 1980 non c’era più nulla di tutto ciò, ma solo suolo ormai desertificato, niente più pompe a vento, tanti ruderi delle antiche fattorie. A Tripoli, che era stata una bellissima città piena anche di verde e belle case, pareva diventata un villaggio di pecorai.

    Gli arabi, e purtroppo anche i negri, che sono comunque migliori degli arabi, hanno questo difetto: non hanno voglia di lavorare, e se si tratta di fare sforzi per salvare ciò che c’è di buono, lasciano andare tutto in malora, perchè sono indolenti e scansafatiche.

    Lo stesso accadrà anche in Sud Africa. Io ne cominciai a vedere i primi sintomi l’ultima volta che andai a Johanensburg nel 1996, Facemmo un giro di lavoro a Kempton Park,, che era una cittadina bellissima, piena di verde, belle case, vie ordinate e pulite, ed era già trasformata in peggio, molte strade in abbandono, negozi che ormai parevano botteghe da Suq arabo, anche il ristorante dove ci fermammo a mangiare era sporco, piatti e bicchieri sbeccati, tovaglie che avevano conosciuto tempi migliori

    Sono convinto che se i russi lasceranno fare ai contadini boeri, ne avranno solo dei vantaggi, perchè quella è gente che sa lavorare e sgobba duro, mentre il Sud Africa andrà sempre in peggio, nonostante le favolose risorse naturali che ha, che diventeranno oggetto di predazione dei cinesi comunisti

    • best67

      sarà anche vero che all’epoca il terreno era meno tendente al desertico,ma in epoca romana,l’africa settentrionale (numidia e libia) erano,assieme all’egitto i granai di roma!poi,dopo il crollo dell’impero romano,dopo vandali e bizantini,arrivarono i seguaci del profeta,che erano pastori!coi ruminanti che si portarono dietro,diedero il colpo di grazia ad un ecosistema già delicato,il resto è storia!al di la dei loro guai e/o disgrazie,se i popoli africani si limitano all’indispensabile (pastorizia e agricoltura di sussistenza) non potranno dare la colpa all’occidente degli scarsi risultati!

    • Divoll79

      Gheddafi fece costruire il piu’ grande condotto idrico dell’Africa, per dire la verita’, e permetteva eccellenti contratti alle nostre aziende, ENI in primis, oltre a dare lavoro a tutti coloro che oggi si sono riversati dal Nord Africa in Italia.

      Quanto ai russi, non hanno certo bisogno di 15mila boeri per la propria agricoltura. Sono diventati i primi produttori (ed esportatori) di grano da un paio di anni, per esempio.

      • albertzanna

        Il Grande Fiume, così si chiama il progetto dell’acqua fossile che alimenta le città costiere della Lybia, (e tantissima va sprecata in mezzo alla sabbia perchè le condotte hanno più perdite che altro) venne presentato al Ghaddafi da un ingegnere italiano che aveva vissuto in Libya all’epoca di Italo Balbo, e con lui aveva scoperto il mare di petrolio sotto le sabbie sahariane, oltre che l’acqua fossile, tutt’ora sfruttata per circa il 10%

        Lei non resiste alla voglia di raccontare le sue balle colossali. Non è assolutamente vero che la Russia sia diventata la prima produttrice ed esportatrice di grano del mondo

        • Divoll79

          Le ho gia’ dimostrato una volta, dati e articoli (addirittura americani) alla mano, ma lei e’ di coccio, per meri motivi di russofobia.

          • Divoll79

            Dal Financial Times a Boomberg, a centinaia di pubblicazioni in tutte le lingue, basta fare un giro in rete, tutti pubblicano la stessa notizia: dal 2016 la Russia e’ diventata il primo produttore di grano/frumento al mondo e da quest’anno e’ anche il primo esportatore.

          • Occhio

            Basta con le bugie, la Russia non è il primo produttore di grano ma il primo esportatore.

          • Mario Marini

            I regimi canaglia arabi sono i primi esportatori di moschee integraliste dove si predica la misoginia, gli usa sono i primi esportatori di guerre e caos, basta con le bugie, appunto!

          • albertzanna

            gli usa sono i primi esportatori di guerre e caos??????

            Verissimo, ha ragione, con le tre ultime presidenze prima di Trump

            La prima, con un democratico, Bill Clinton, che ha creato le premesse per il disastro della crisi economica mondiale del 2007
            La seconda, con George W Busch, che ha voluto a tutti i costi attaccare l’Afganistan perchè voleva imitare il padre, George, che fece la guerra del Golfo, ed era giusto che eliminasse Saddam Hussein, precursore di tutti gli squilibrati mentali islamici. Solo che George W. fece come il bimbo, che volendo imitare il padre nel fare le scoregge molto forti, semplicemente si cagò nelle mutande
            La terza, con il mussulmano Obama, che dove ha messo mano ha solo fatto guerre e disastri planetari, oltre che tentare di imporre il comunismo agli americani.

            Quei tre sono stati fra i peggiori presidenti americani. Spero che Trump riporti il mondo verso una vera pace, anche se per teste come la sua, Mario Marini, la guerra ci vorrebbe, come dicevano i nostri vecchi, per togliere testa bacate dal mondo

            Ringrazi l’America che ci ha salvato dal nazismo impedendo che oggi parlassimo tutti intedesco salutando con la mano tesa in alto (ed ora c’è un incapace a dirigere il parlamento italiano che saluta con il pugno chiuso, dimenticando che il comunismo è fallito nel 1989 lasciando disastri a livello globale), e ringrazi che l’America è comunque andata a sacrificare le vite dei suoi figli salvandoci dai vari comunismi in giro per il mondo degli ultimi 40 anni.

            Quindi basta con le SUE bugie, appunto

          • Mario Marini

            Confonde l’Iraq con l’Afghanistan, all’indomani dell’ 11 settembre

          • albertzanna

            Chi di strategia guerresca se ne intende, e se permette io almeno il servizio militare l’ho fatto, a differenza sua, e per 5 lustri ho avuto modo di studiare come, per la maggior parte dei paesi in cui il servizio non è più obbligatorio, si è perso il senso della difesa della patria, dice e conferma che un conto è dichiarare una guerra, per difendere un paese invaso proditoriamente, ed un conto è cedere al desiderio di vendetta innanzi ad un attentato infame di puro terrorismo, come fu l’11 settembre.

            La maggior parte dei capi del Pentagono non erano d’accordi ad andarsi ad infognare, per vendicare l’onore della nazione, in una guerra in Afghanistan, perchè sarebbe stata una riedizione del Vietnam, una guerra che gli Stai Uniti, ma anche nessun esercito europeo sa combattere, perchè sono guerre vigliacche, tipiche dei terroristi islamici e comunisti, mordi e fuggi, che prima di tutto sono vigliacchi e subdoli.

            Ma George W Bush, come ho detto, doveva dimostrare di sapere scoreggiare come suo padre (che si fermò all’Irak, e poi non partecipò per un secondo mandato – aveva capito che non sarebbe stato rieletto, con tutti i morti in Irak che gridavano al cielo) , e corse a mettere la testa nel cappio, spinto soprattutto dalla lobby delle armi americana, che da sempre è in mano ai democratici, a cui interessa solamente mettere le mani sui soldi (e la lobby delle armi, in USA, e sotto il controllo delle banche di affari, Goldman Sachs e simili, e degli speculatori coma Soros)

          • Occhio

            Strane parole per non ammettere che i russi, seppure con il territorio più vasto, non sono in grado di produrre TUTTO il loro fabbisogno alimentare.

          • albertzanna

            Russofobia???

            ma lei non può essere così tanto stupido come dimostra sempre……

            E le pare che io, che da una vita giro per il mondo e conosco bene anche la Russia e la mentalità dei russi, mi lasci fuorviare dalla “russofobia”

            Lei è impregnato di “buonsensofobia”

            E in più mi viene a citare la ridicolaggine superma “dati e articoli (addirittura americani) alla mano”

            Dall’epoca di Bill Clinton, che fece di tutto per distruggere la fama e la coerenza di Ronald Reagan, si sa benissimo che in rete ci sono motori di ricerca DEMOCRAT LIBERAL che farebbero di tutto per distruggere il prestigio degli Stati Uniti di America

            Divoli79, ma lei non può essere così tanto stupido come dimostra sempre………., oppure lei lo è sul serio, così tanto stupido….

          • Divoll79

            Come al solito, i suoi contrargomenti si limitano agli insulti, nient’altro. Che kaiser c’entrano Bill Clinton, Reagan e il prestigio degli Usa, quando si parla del fatto che la Russia e’ diventta il primo produttore ed esportatore di grano?! Cos’e’, un’offesa personale a lei, che salta come punto da una tarantola ogni volta che si nomina questo fatto? Mi ricordo bene che, altrove, lei ha scritto peste e corna della Russia (dove pur tenta di fare affari) e delle donne russe, a sua detta, tutte p… interessate al suo passaporto (forse perche’ attrae solo quel tipo di donne o perche’ non ha molto altro da offrire?). Se lei conoscesse la Russia come la conosco io e se lei non fosse un vero e proprio odiatore della Russia, parlerebbe in ben altro modo.
            Per inciso, dello stupido lo vada a dare ai suoi nipoti, se ce li ha.

          • albertzanna

            Divoli79
            Se quel 79 corrisponde al suo anno di nascita, perchè i nick name che vengono scelti e suggeriti da Disqus si basano molto sull’anno di nascita di chi vuole restare anonimo (che qualifica già negativamente il commentatore), significa che lei ha 39 anni, e se non vado errato, lei non accenna mai al suo lavoro, probabilmente perchè lei non lavora ma è pagato per fare commenti che demonizzino chi, come me, scrive a ragion veduta, conoscendo il mondo, la storia e lavora seriamente producendo ricchezza, per se e per il paese..
            E lei mi sa tanto che sia quell’ìtaliano che tempo fa vantava di fare gioco di Borsa da Mosca, perchè con quella Borsa guadagnava milioni al giorno, poi improvvisamente quel commentatore sparì, e se non sbaglio apparve lei, che continua a decantare meraviglie della Russia, dei russi e di Putin

            Se ho ragione io e lei ha solo 39 anni, lei legge su internet, dove trova le sue notizie, ma badando bene di andare solo sui siti che soddisfano le tendenze politiche/ideologiche di chi la paga
            Ciò significa che lei non ha mai girato il mondo e non ha idea di cosa accada veramente in Russia, o in Sud Africa, e forse neppure nel centro sociale di Canicattì, dove probabilmente lei vive nella realtà
            Quindi non sono io ad insultarla, a me di insultare un effimero come lei interessa nulla, ma è lei che si descrive per come è.

            Nipoti ne ho 4. Il più grande è iscritto al MIT di Cambridge, nel Massachusetts, facoltà di ingegneria aerospaziale, Ragazzo di intelligenza e volontà sopra la media, finì la High School a 18 anni, con il massimo dei voti, Frequentò il primo anno di ingegneria all’università di Aukland, in Nuova Zelanda, facendo nel contempo un anno di stage nei cantieri navali di un notissimo skipper, dove fece un corso di idrodinamica applicata ai catamarani della Coppa America, poi è stato richiesto dal MIT. Discuterà la tesi il prossimo anno (non sarà un bachelor ma un degree). Ha già in tasca l’assunzione alla NASA
            Il più piccolo, che ha compiuto 5 anni il 5 maggio, ha comunque una intelligenza già nettamente superiore alla sua (intendo di lei Divoli79), Inizierà la la Primary School a metà della prossima settimana. Il terzo, un maschio di 7 anni, ha già detto che vorrà diventare un ingegnere come me e seguire il mio lavoro nelle nostre aziende, la quarta, una femmina di 9 anni, ha le idee chiarissime, vuole diventare medico e dedicarsi alla ricerca sulle malattie rare.

            Quindi come vede sono tutt’altro che stupidi e non sono sessantottini, come probabilmente è stato suo padre (di lei Dicoli79), contagiando anche la sua testa

          • Divoll79

            Lei ha toppato su tutti i fronti, ma proprio tutti. La sua arrogante sicumera le abbaglia la vista e, per essere una persona di una certa eta’ (sicuramente maggiore della mia), denota una sorprendente incapacita’ di inquadrare gli interlocutori almeno psicologicamente. Lei non ammette che altri possano avere altre esperienze, altri punti di vista, altre informazioni e parte in quarta nella convinzione piu’ assoluta di avere a che fare con degli imbecilli. Il che qualifica molto piu’ lei che le persone che azzanna (del resto, la parola fa parte del suo cognome, sempre che sia il suo cognome vero). Non mi abbassero’ a risponderle di nuovo.

      • Occhio

        Ripeto che la Russia non è il primo produttore di grano ma il primo esportatore.

  • Gian Paolo Cardelli

    Mi attirerò molte condanne per quanto sto per scrivere, ma solo il tempo dimostrerà se ho avuto ragione oppure no: tempo vent’anni e toccherà ricolonizzare l’Africa.

    • Anita Mueller

      Sei tornato, GianPà?
      Se io fossi tua madre, ti darei tante di quelle cinghiate sul sedere!

    • telepaco

      Stavalto concordo con te. La decolonizzazione dell’Africa cosi veloce e repentina è stata un’errorre, prima di dare la libertà occorreva educarli alla civiltà, al rispetto per se stessi e alla politica demografica, poichè finche’ nasceranno 10 bambini per donna condanneranno quel continente a rimanere povero e ignorante

  • Bastia Javi

    non bastava sputnik …

    • Mario Marini

      Quindi bisogna censurare tutto ciò che NON è Sorosiano?

      • Bastia Javi

        Chi è questo sorosiano!?

  • Yuri Dobrovic

    Le terre date ai neri..in pochi anni ridiventeranno incolte.Tra l’altro i neri non sono autoctoni e l’espropio è un bel esempio di razzismo.E il Bergoglio mica lo cita nei suoi sermoni appollaiato alla finestra

  • la-gazza

    Meglio per la Russia, che acquisterà professionisti capaci di far fiorire terre aride… peggio per il Sudafrica, che evidentemente non ha capto niente dall’esempio dello Zimbabwe… è dunque per questo che si è combattuto contro l’apartheid, per vedere scambiarsi i ruoli oppressi e oppressori? Mandela si starà rivoltando nella tomba.

    • Divoll79

      Beh, non e’ che ci siano terre aride in Russia (anzi). E la regione di Stavropol, dove stanno accogliendo i boeri, e’ tra le migliori terre agricole del Paese. Negli ultimi anni, hanno dato raccolti record. Non direi quindi, che la Russia abbia bisogno dei boeri, ma il contrario. E accoglierli, quando nessun altro paese occidentale (Usa e Australia incluse) li hanno voluti, e’ stato un atto di vera umanita’.

      • Bragadin a Famagosta

        e di lungimiranza

        • Divoll79

          Puo’ darsi. Dipendera’ da come si comporteranno i boeri da quelle parti. Se si integreranno, andra’ tutto bene e vissero tutti felici e contenti. Altrimenti, la popolazione locale li mettera’ presto al posto loro.

  • Giuseppe Dp

    Nel mondo fanno tutti la morale per il razzismo, ma se potessimo ci uccideremmo l’un con l’altro per avidità. Se stiamo calmi è solo perchè per molti non manca nulla e va bene così. Guardate le guerre per il petrolio e per l’acqua, pensate che si fanno degli scrupoli? Se l’Italia dovesse essere l’unico Paese al mondo per maggior approvigionamento di acqua e petrolio saremmo in guerra già da mo’. Ora si tratta di non peggiorare la situazione che è già precaria importando altre civiltà.

  • Mario Marini

    Solo a sinistra ancora non hanno capito che negri e islamici sono molto ma, molto più intolleranti di bianchi caucasici e asiatici. Comunque lo Zimbabwe e il Sudafrica nel giro di un decennio finiranno in bancarotta, i bianchi dello Zimbabwe sono andati in Mozambico cui il presidente gli ha concesso cittadinanza e terre incolte risultato: Il PIL del Mozambico cresce del 5-6% l’anno…….quindi bisogna prevedere che anche il Pil della Russia crescerà con questi arrivi di qualità. Io mi preoccuperei con chi importa negri e islamici, aumentano solo criminalità, usi e costumi da medioevo, arroganza, volgarità e ostentazioni diffuse. Gli unici che si arricchiscono sono solo le coop di bergoglio e quelle rosse…..

  • Skywalker

    Ne sta parlando Lauren Southern da diversi mesi ormai.
    Ha fatto dei bellissimi reportage disponibili su youtube, per chi capisce l’inglese.

  • Mariana Erdei

    Forse la miglior’ soluzione, OGNUNO A CASA SUA ! Europeo deve ritornare in Europa e CRESCERE EUROPA PER RENDERLA MIGLIORE !!! Non credo che ci servirà mano d’opera straniera qua….SAPREMO RISOLVERE SENZA AFRICANI ! Bisogna pagare meglio chi lavora e tutto rinasce in Europa !

    • Divoll79

      Assolutamente. Altrimenti, oggi assistiamo a questa situazione: l’Africa agli africani, il MO ai mediorientali, l’Asia agli asiatici e l’Europa a tutti quanti. Eh, no! Cosi’ ci faranno diventare terzo mondo. E ci siamo quasi, specialmente in alcuni paesi europei (GB in primis).

  • Simple User

    Per favore, basta errori grossolani. I Boeri sono solo discendenti degli olandesi. Mio padre ha vissuto anni in Sud Africa e tanti amici di famiglia erano in Rhodesia.

  • Divoll79

    I sudafricani negli ultimi mesi, oltre ad aver massacrato orrendamente molti bianchi (inclusi anziani e bambini), hanno appiccato il fuoco a diversi supermercati e negozi, negli ultimi giorni, anche alle scuole. Quando saranno andati via tutti i bianchi (il che e’ doveroso, ma poi dovranno andarsene anche tutti i neri dall’Europa), mi chiedo se riusciranno a fare quaalcosa del proprio paese o finiranno come lo Zimbabwe?

    • Divoll79

      PS – Ho appena letto che a Johannesburg hanno appiccato il fuoco a un intero parco autobus. Quando avranno distrutto tutto, non avranno da faticare per tenere tutto in buone condizioni, studiare o lavorare, potranno darsi al riposo totale, intervallato da sesso a gogo’ (con conseguenti nascite a ritmi industriali), tanto poi arriveranno le ONG, la Croce Rossa, Save the Children, ecc. ecc. per tenerli in vita a spese dell’Europa.

  • Star Spangled Banner

    Googlare ‘Laureen Southeren Farmland’
    Purtroppo non è possibile inserire links
    Documentario da scaricare e da diffondere

  • Divoll79

    Brava, la Russia. Tra un po’ la vera Europa, con la sua cultura, le sue tradizioni e il suo DNA, la troveremo solo a Est. Per lo meno, fino a quando l’Occidente riuscira’ a liberarsi, come gia’ avvenuto nella nostra storia in passato.

  • Divoll79

    Ci terrei a precisare, per tutti quelli che credono che l’agricoltura russa abbia bisogno dei boeri: no, non ne ha nessun bisogno. La Russia e’, oggi, il primo produttore di grano del mondo e coltiva terreni (senza OGM) con successo a tutte le latitudini, anche laddove nessun contadino europeo si sognerebbe di coltivare. I contadini boeri saranno senz’altro ben accolti dalla popolazione locale (Stavropol ha gia’ terreni molto fertili e produttivi) e altrettanto sicuramente daranno il loro contributo all’economia della regione. Ma dire che addirittura “aumentino il pil” della Russia e’ ridicolo.

    • Occhio

      La Russia non è il primo produttore di grano ma il primo esportatore.

  • Mario Marini

    Sull’esempio del falso tedesco Ozil che fa i selfie con il despota islamico della Turchia Erdogan scrivendo con dedica “al mio presidente….” prevedo prossima visita a Johannesburg di Balotelli che abbraccerà e bacerà l’espropriatore marxista negro come “il suo presidente”, speriamo lo faccia al più preso, così non ci saranno più remore dal CACCIARLO definitivamente dalla nazionale azzurra.

  • Matteo Calciatore

    Solo pochi mass media come il Giornale stanno denunciando questa carneficina e strage continua in Sud Africa non una parola sui “nobili” quotidiani italiani di Cairo e De Benedetti! La Boldrini in silenzio totale: vergogna senza fine lasciare che questo accada nel silenzio totale dell’Europa di Junker & C.! Tra qualche decennio toccherà anche a noi italiani?

  • AKK76

    Il Sud Africa era uno dei pochi stati del continente ad avere una qualità di vita superiore alla media. Tuttavia da quando il BANDITO Mandela ha fatto a pezzi il sistema dell’apartheid sostituendolo con la solita gestione tribale del potere insita nel DNA dei neri, è iniziata la parabola discendente del paese. Un consiglio agli Afrikaners tornate in Europa non vi mancano le risorse e l’ingegneria per ricominciare da capo, lasciate il Sud Africa in mano ai neri e fra 2/3 decenni al massimo finiranno l’opera di distruzione poiché non sono capaci di fare altro.

    • best67

      il Sudafrica,da che era come l’Europa sta tornando ad essere Africa!

    • albertzanna

      ANALISI ESATTA

  • Giano2

    E l’UNHCR, sempre pronto a difendere i diritti umani dei migranti non ha niente da dire?

    • Divoll79

      Ormai si sa che, per loro, i bianchi non contano nulla, anzi, piu’ ne crepano e meglio e’…

      • best67

        si,ma dimenticano che i cattivi bianchi sono i primi finanziatori di quelle n.u. che gli. elargiscono poi generosi stipendi!

  • MarioGalaverna2000

    Strano, i buon selvaggi che si comportano come i cattivi progrediti? Ma tranquilli, dopo la redistribuzione di terra tornerà incolta perchè c’è da lavorarla, vocabolo sconosciuto ai neri.

  • Peo

    Mandela è un mito mondiale. Ricordo bene però come la mogliettina si dilettasse coi collari di fuoco (un copertone d’auto messo attorno al collo della vittima e incendiato). Ehhhh quanto della storia recente è stato cancellato. Riscritto, come nel celebre film Rollerball…

    • Divoll79

      Lo stesso sistema (del copertone al collo) e’ stato usato di recente contro i farmers bianchi, si vede che e’ uno sport nazionale da quelle parti…

  • Peo

    Un amico anni fa accompagnò il padre in un viaggio di lavoro in Sudafrica. Ne ritornò scosso. Mi raccontò di come un bianco fosse stato aggredito da indigeni mentre era fermo con l’auto ad un semaforo. Tirato fuori dalla vettura, castrato e mutilato di mani e piedi. Di una tale barbarie non c’era traccia nei media internazionali (ovviamente). Poi spigolando in rete scoprii che questo genere di episodi era frequente. Al punto che officine locali pubblicizzavano (non scherzo) lanciafiamme occultati sotto il pianale dell’auto, per allontanare gli aggressori. Ne vidi addirittura un filmato illustrativo. Del razzismo al contrario esistente lì in verità si occupò anche la Rai con qualche servizio non male. Ma trasmesso ad ore impossibili notturne: capito mi avete…

    • Divoll79

      Qulcuno forse spera che i neri comincino ad adottare gli stessi sistemi contro gli europei.

    • ENRICO

      A parti inverse,un simile atroce episodio avrebbe avuto un gigantesco eco internazionale:si sarebbero mossi l’ONU,tutte le associazioni antirazziste,cortei e manifestazioni in tutto il mondo(soprattutto in occidente),dirette radiotelevisive con dibattiti e talk show per settimane,giornali e preti a lanciare moniti e invettive contro i razzisti bianchi;ma siccome la fine atroce è toccata a un bianco,non fa notizia!

  • Luigi

    nelson mandela andava fucilato subito invece ne hanno fatto un martire .lui era uguale ad arafat in inglese pacifisti,nella loro lingua ;razzisti e guerrafondai.

  • Guido Travaglini

    “Se ne vanno via sempre i migliori” recita un vecchio proverbio.

  • eusebio

    In Russia troveranno tutta la terra che vogliono, probabilmente nel giro di un lustro tutti i 5 milioni di bianchi sudafricani se ne andranno, e bantu e coloureds si massacreranno a vicenda.
    Ecco la fortuna per la Russia di non avere sinistre umanitarie, e per fortuna sono sparite pure da noi e sparirannno in tutta Europa, la politica più a sinistra a parte il buffone spagnolo mezzo golpista è la Merkel.

  • Alox2

    Putin, ha visto che l’Africa ha vinto il Mondiale e prende le contro-misure, inoltre vuole colorare e alzare la Razza ariana.

  • Ber Sekr

    Ah beh: Zuma era corrotto e ricco e voleva far passare una legge per togliere la terra ai bianchi. Ora invece c’è l’amico di Soros, che è corrotto e ricco e ha fatto passare una legge per togliere la terra ai bianchi: ma è amico di Soros, quindi zitti.