LAPRESSE_20170812205347_24013942

La destra alternativa
adesso sfida le élite Usa

Inizia oggi il reportage di Edoardo Cigolini, uno dei vincitori del Reporter Day 2017, e Marta Proietti alla scoperta dell’Alt Right e dell’America profonda che ha deciso di sostenere Donald Trump.

EDOARDO CIGOLINI


(Washington) “Heil Trump, heil Victory, heil our people!”. Così, Richard Spencer, uno dei padri dell'”Alt-Right“, concludeva poco più di un anno fa la conferenza annuale del suo National Policy Istitute, celebrando con un saluto romano a favor di telecamere la vittoria di Donald Trump. Da allora però molte cose sono cambiate.

La cosiddetta “destra alternativa” americana, dopo aver contribuito all’elezione del presidente, è cresciuta e si è strutturata, entrando addirittura in contrasto con lo stesso Partito repubblicano. Per conoscere davvero quali siano le idee alla base di questo nuovo movimento arriviamo a Washington. È proprio qui, infatti, che in un piccolo complesso di ville della contea di Fairfax, alla periferia della capitale, incontriamo Jared Taylor, una delle figure più controverse e scomode dell'”Alt-Right”. La zona sembra tirata fuori da un film americano: case curate, qualche bandiera a stelle e strisce fuori dalle porte, e davanti ai vialetti l’immancabile giornale arrotolato lanciato da qualche ragazzino in bicicletta.

Entrati in casa colpiscono subito le centinaia di libri ordinati negli scaffali di una libreria in legno. Su uno dei ripiani la riproduzione di un teschio umano. Sì, perché Jared Taylor non è solamente uno dei guru dell’ala più radicale del movimento, è soprattutto uno studioso delle “razze“, come le chiama lui, “biologicamente diverse ed ognuna con proprie specificità, ma incompatibili a vivere insieme”.

Nato nel 1951 e laureato all’università di Yale in filosofia, Taylor diede vita nel 1990 al periodico American Renaissance (Rinascimento Americano), una pubblicazione tacciata da più parti come “razzista” e megafono del “suprematismo bianco”. Una definizione che a Taylor però non piace: “Noi non siamo suprematisti bianchi. Un ‘suprematista’ – spiega – sarebbe ipoteticamente una persona che vuole che la sua razza domini sulle altre. Noi invece vogliamo solamente essere liberi di proteggere la nostra identità di uomini bianchi. Ma al giorno d’oggi il politicamente corretto impedisce di dirlo. Chissà però come mai nessuno si stupisce che i giapponesi siano giapponesi, i turchi turchi, gli indiani indiani. In Europa sta succedendo la stessa cosa. Pensate che sarete ancora europei quando la maggior parte della popolazione sarà composta da africani e musulmani? No. L’Europa per rimanere tale deve continuare ad essere abitata da europei”.

Sul perché poi gruppi etnici differenti fatichino a vivere insieme, e sia meglio quindi che ognuno abbia “spazi” propri, Taylor avrebbe una risposta, a suo dire, “scientifica”: “Guardando le differenze che ci sono tra bianchi e neri negli Stati Uniti, ci accorgiamo che sono tantissime: i neri negli Stati Uniti hanno un livello di criminalità molto più alto dei bianchi, una maggiore povertà e voti più bassi a scuola. Per anni ci è stato raccontato che questo fosse a causa dell’oppressione da parte dell”uomo bianco’, nella realtà è perché i neri sono biologicamente meno intelligenti dei bianchi. Esistono ricerche approfondite in merito, o è sufficiente guardare una mappa sul Q.I. (Quoziente Intellettivo) mondiale. Nello stesso tempo però, abbiamo statistiche che ci dicono come gli ‘orientali’ abbiano un bassissimo livello di criminalità, voti alti a scuola e stipendi più alti della media. È colpa dei bianchi il fatto che i neri non abbiano successo, e nello stesso tempo è merito dei bianchi che gli orientali ne abbiano molto di più? Certo che no. Sarebbe assurdo. Ogni “razza” ha delle sue specifiche qualità. Bisogna solamente riconoscerlo”.

Ed a fare proprie queste teorie, negli Stati Uniti, sarebbero un numero crescente di giovani. Per approfondire il variegato mondo dell’Alt-Right, decidiamo quindi di partecipare alla “Conferenza Annuale 2017” del National Policy Istitute di Richard Spencer. Nella fattoria ad un’ora da Washington affittata per l’evento, l’età media dei partecipanti è molto bassa e la maggior parte di loro non avrà più di trent’anni. “Siamo il futuro di questo Paese – dice, sicuro di sé, un giovane che fa la guardia ad un tavolino pieno di adesivi e gadget -, cresciamo costantemente di numero. Il nostro modello – spiega – sono i movimenti identitari europei, come i francesi di Generation Identitaire, che con una serie di flash-mob ed iniziative stanno risvegliando i popoli del vecchio continente. Noi vogliamo fare lo stesso, ma negli Stati Uniti”.

Un concetto ripreso anche dalla “star” dell’evento, Richard Spencer. Trent’anni, vestito elegante, capelli tagliati corti sui lati, è lui il leader della destra alternativa che sogna di poter conquistare gli Stati Uniti: “L’Alt-Right, la destra alternativa, è un movimento identitario per la difesa dei bianchi. Non solamente negli Stati Uniti, ma potenzialmente in tutto il mondo. Noi siamo il futuro, e qualora Donald Trump non mantenesse le sue promesse elettorali, starà a noi riuscire a creare un vero movimento in grado di difendere il nostro popolo e l’America bianca”.

Un movimento che tuttavia ad oggi sembrerebbe aver non pochi problemi a svolgere la sua attività politica. “Sulla carta negli Stati Uniti c’è libertà di espressione – spiega Spencer – ma nella realtà non è così. Non abbiamo libertà di espressione sui social network, i nostri siti vengono oscurati, i nostri eventi assaltati dell’estrema sinistra”.

Ed è proprio terminando l’intervista che avviene un colpo di scena. L’aria si fa improvvisamente elettrica. Gli organizzatori dell’evento si muovono in modo agitato. Parlottano tra loro cercando di non farsi notare. Gli ospiti si guardano intorno in maniera spaesata. Poi l’annuncio al microfono: “Vi preghiamo di rimanere calmi ed avviarvi verso le auto. L’evento è annullato per motivi tecnici. Il proprietario della fattoria in cui stiamo svolgendo la nostra conferenza ci ha revocato l’autorizzazione e dobbiamo andare via”.

Nel trambusto che segue riusciamo però è fermare Mike Enoch, uno degli organizzatori dell’incontro: “È fondamentale che i media riportino cosa è avvenuto qui oggi – attacca Enoch, parlando a ruota libera -. Alcune organizzazioni di estrema sinistra, insieme ad organizzazioni “suprematiste” ebraiche, come l’Anti-Defamation League, hanno preso contatti con il proprietario della fattoria e lo hanno intimidito al tal punto da costringerlo a revocarci il permesso di stare qui. Stavamo semplicemente parlando di politica in modo pacifico e non stavamo compiendo nessuna azione illegale, ma negli Stati Uniti ormai funziona così. È sufficiente che questa organizzazioni si muovano, ed il Primo emendamento della nostra Costituzione non vale più nulla”. Allontanandoci dalla fattoria, però, una domanda sorge spontanea: basterà vietare spazi di parola all’Alt-Right per impedirgli di crescere negli Stati Uniti?

  • Francesco Greswwa

    Grande Jared, le tue idee sono arrivate anche in Italia!! Io ho anche finanziato il loro caso in tribunale contro Twitter che lo ha bannato senza motivo! Per chi legge l’inglese date un’occhiata al suo sito e ai suoi video di American Renaissance. Illuminanti!

  • giuseppe 97

    sta succedendo anche qui, i baristi che vengono minaccaiti dai centri sociali se ospitano nel loro locale anche per prendersi un caffè quei gruppi di estrema destra. Le forze di destra non posssono svolgere pacificamente i loro comizi. Poi se c’è solo uno, quindi non a gruppi, che prende una iniziativa pericolosa, vengono bollate tutte le aggregazioni e quindi tutto il partito di cui fanno parte. L’idea patriottica non deve esistere per la sx, ma ammesso solo la babilonia.

  • LebesgueIntegral

    E’ proprio vero che ci sono i corsi e ricorsi storici. Per il momento siamo alla teorizzazione e razionalizzazione del razzismo (che bella sfilza di z! Sono il campione dell’allitterazione). Ci manca “il fardello dell’uomo bianco” e facciamo filotto.

    Comunque pone un bel problema e la repressione attiva di queste ideologie aberranti non so se sia la soluzione piu’ efficace.
    PS: come si vede di qualche altro commento qui sotto, “razzisti e orgogliosi di esserlo” e’ il motto di vari commentatori di questo sito. Nessuna sorpresa.

    • Francesco Greswwa

      race-realists , non razzisti, cerca di capire bene cosa dice Jared Taylor, guarda come funziona il mondo e vedrai che molte cose ti si chiariranno

    • giuseppe 97

      non siamo razzisti, ma diversamente tolleranti. Io non posso tollerare che come me tutta la mia famiglia ha lavorato sodo tutta la vita in lavori uminlissimi, possa vedere in giro gente che fa una beata mi…a e possa essere aiutata nonostante abbia più forza di quella che abbiamo avuto noi. Inanzitutto non possiamo vedere che la maggiorparte degli “ospiti” si dedica alla delinquenza. Dall’altra parte non possiamo vedere famiglie sempre “ospiti” che unico scopo è quello di vivere con il nostro welfare, facendoci ogni giorno tartassare e perdere i nostri diritti e continuare con la loro politica di far diventare la nostra Europa un continente occupato, per poi comandare loro con le loro leggi, cancellando secoli di cultura europea importando la sharia da una parte e l’aumento esponenziale della delinquenza dall’altra. A noi non sta bene.

    • Giancarlo09

      Evidentemente Lei vive in un mondo tutto suo che chiaramente nulla ha a che fare con la realtà, infatti, se solo si svegliasse si renderebbe conto che da sempre e senza soluzione di continuità le altre razze praticano politiche persecutorie nei confronti di chi non appartiene al loro gruppo antropologico e che la convivenza tra diversi gruppi sfocia sempre nello scontro.
      In materia di razzismo, poi, noi siamo arrivati dopo tanti altri, tant’è vero che anche i nazisti, la nostra massima espressione, a confronto con altri risultano poco più che principianti (un esempio su tutti, il milione di morti in Ruanda massacrati in circa 1 mese nel 1994).
      Il razzismo di ritorno, per dire il vero molto blando, al quale stiamo assistendo in una parte dell’Europa e ed in tono ancor minore negli USA mi pare più come un meccanismo di autodifesa difronte a politiche scellerate che potrebbero consegnare all’oblio la razza, la Civiltà e la Cultura di matrice europea.

      • LebesgueIntegral

        Complimenti per la “reading comprehension” e il tono aggressivo!

        • Italo Balbo

          Complimenti per la banalità dell’uso dell’inglese in un forum italiano.

          • LebesgueIntegral

            Thank you! We do what we can.

          • Italo Balbo

            Quod licet Iovi non licet bovi.

          • LebesgueIntegral

            Evvia, non buttarti giu’!

          • Italo Balbo

            E’ tornato all’italiano! Continui così.

          • LebesgueIntegral

            Mi sforzo, per non dimenticare la mia seconda lingua.

          • Italo Balbo

            Non si affligga, barbari si nasce.

          • LebesgueIntegral

            E maleducati si diventa. Complimenti.

          • Italo Balbo

            Proprio per questo non si scrive in inglese su un forum in italiano. L’ha capito finalmente.

    • Ling Noi
      • berserker2

        Ling, fai attenzione, rimetti la foto giusta, perchè ti si deve essere scolorata mentre la caricavi…….No perchè…… mentre tutto il mondo è VERDE (chi più chi meno….), TUTTA l’afriga londana, i paesi arabi, l’asia muzzurmana e il sudamerica brasilerao, chicano e caraibico di stampo afrocolorato…..si deve essere scolorito…… e ne è venuta fuori una macchiona GIALLOROSSA che sembra lo stemma della AS Roma……non vedo i parametri e perciò ti chiedo…..è una cosa buona il macchione giallorosso, le care risorse, ci stanno o non ci stanno nei parametri…..
        Immagino di si, perchè tutti gli scienziati vigliacchi, tutti i banchieri terzomondisti, tutti i governanti accoglionisti, tutte i giornalisti multiculturalisti, tutti i radical chic buonisti, tutte le organizzazioni mondiali pro integrazione, accoglienza e bla bla bla…..si affannano a urlare che NON C’E’ ALCUNA DIFFERENZA tra i popoli…….

      • Zeneize

        Non si vede bene la Palestina occupata :)

      • HappyFuture

        Hei Noi, sei sicuro che l’Italia con le “nostre” Università e la ministra fedeli all’Istruzione Pubblica si trovi nella fascia IQ più alta (99-108)? Non è che per amor patrio la mappa te la sei colorata tu? 😉
        Saluti

        • Ling Noi

          No, questa mappa non è un mio lavoro, ve la riporto come l’ho trovata.

          • Salmovivent

            National IQ per country – estimates by Lynn and Vanhanen 2006

            Questa è certamente più realistica perlomeno per quanto riguardi l’africa centrale.
            https://uploads.disquscdn.com/images/1db2d739d1dfd174ce9324f6f3067fca55cb4e3a78b319092def49aa9c28558e.png https://uploads.disquscdn.com/images/905aee005f83ac530986c9247eb755ec9ebb0d9f9b598729150c8e3dfe0cbac3.png

          • Rifle Leroy

            Sicuramente più accurata quest’ultima rispetto a quella di ling noi,che da ,inspiegabilmente un QI basso alle popolazione dei balcani ed agli indiani (che svettano in matematica ,basta vedere quanti ne vengono impiegati dai vari colossi informatici americani).

          • Gianluca –

            Perche’ un QI basso nei Balcani” dovrebbe essere inspiegabile? E’ dai tempi di Tesla che i Balcani non danno un personaggio degno di nota al mondo scientifico ed era serbo, non balcanico in generale. la Grecia sono 2500 anni che non produce piu’ niente, altrimenti per l’Italia dovremmo contare anche i romani e i personaggi rinascimentali. Gli indiani sono un miliardo e se conosce un po’ la matematica si parla di proporzioni casomai , quindi sempre se e’ vero che molti indiani vengono impiegati nei colossi informatici, la percentuale di costoro rispetto alla massa con QI basso e’ sempre poca.

          • Rifle Leroy

            guardati la mappa la grecia ha un QI + alto di quello dei balcani.

          • Ling Noi

            Beh, non è che sia molto diversa da quella che avevo trovato, anzi, direi che entrambe dicono la stessa, giustamente con piccole sfumature di differenza.

          • Rifle Leroy

            nella mappa che hai postato gli arabi avevano un QI superiore a quello degli indiani,
            i balcani idem. Non mi pareva cosi accurata. E poi gli italiani fra i più intelligenti…bah.

          • Ling Noi

            Occhio che anche in questa ci sono le stesse conclusioni, con gli indiani inferiori agli arabi e gli italiani superiori alla media europea.

          • Rifle Leroy

            no in questa gli indiani risultano avere un QI superiore agli arabi. Hai ragione sugli italiani.

          • Ling Noi

            Non voglio sembrare polemico, ma il colore attribuito all’India è l’arancio 80 e quello dell’Arabia è giallino 85. Io non dico che nella realtà sia cosi per forza, solo una precisazione che sulle mappe, le loro attribuzioni sono simili.

          • Rifle Leroy

            si ho sbagliato io anche in questa danno il qi degli indiani come più basso di quello degli arabi.

          • Ling Noi

            Certo, nessun problema.

          • luigirossi

            @RIFLE LEROY
            bah,se gli italiani risultano piu’ intelligenti ci sara’ un motivo.Io per esempio contraddico i francesi che invadono questo blog senza bisogno del loro database,e se picchio duro mi censurano.Piu’ che Lynn e Vanhanen,sono i nemici dell’Italia a farmi sentire intelligente

          • Bazanga

            E’ praticamente uguale all’altra, con colori diversi :)

        • Francesco Greswwa

          Il QI è del tutto indipendente dal livello della scuola. Questo è il motivo per cui le centinaia di miliardi di dollari spesi per l’integrazione degli afro-americani in USA hanno dato risultato nullo. Questo è IL PROBLEMA dell’umanità nei prossimi 100 anni. Cosa fare di questo immensa immensa e ineliminabile diseguaglianza

      • ClioBer

        La mappa rappresenta la conferma agli studi di James Watson, genetista premio Nobel e direttore del Cold Spring Harbour Laboratory di Long Island ,
        Naturalmente, come si può immaginare, gli sono piovuti addosso un mare di critiche,, mentre si sprecano gli appelli dei negazionisti per “FERMARE” gli studi sul genoma umano.
        I motivi non si possono spiegare, né affrontare, in un breve post,

      • Silvio

        CERTO che lo é . Ed é anche INTERESSATO che , per diversi motivi, é nel TRASFONDO del SISTEMA ***ECONOMICO-CAPITALISTA OCCIDENTALE***

        • Claudio

          e quale sarebe il TUO interesse economico per scrivere una cosa simile ?

      • Strottz

        Per quel che riguarda l’Europa e l’Italia in specifico la cartina è un po’ attempata basandosi su datti di prima dell’invasione.

      • LebesgueIntegral

        No, ma i risultati vanno capiti! E semmai dimostrano quello che dico io; italia e grecia hanno IQ medi piuttosto diversi, pur essendo la stessa razza.
        E’ chiaro che IQ (da capire poi esattamente cosa venga misurato nei test) e’ correlato al livello economico e retaggio culturale.

        • Ling Noi

          I risultati dicono comunque che non siamo uguali ai negri dell’Africa, dico negri senza offesa, a scuola mi fu insegnato cosi e io odio il politically correct.

        • Bazanga

          ” italia e grecia hanno IQ medi piuttosto diversi, pur essendo la stessa razza. …” ahahahaha come no , proprio la stessa razza. La Grecia fu invasa e sottomessa all’Impero bizantino e ottomano, l’Italia fu invasa e sottomessa da tribu’ germaniche e barbare arrivate dall’oriente, come Unni, Longobardi (di provenienza scandinava) Ostrogoti ecc. E prima di loro da una parte i latini al centro e i celti al nord, e dall’altra i greci, che in comune non avevano nulla, tranne alcune città della magna grecia nell’italia meridionale.
          Cosa misura il QI? L’intelligenza logica, tutto qua. Non è la sola intelligenza, ma è una delle preponderanti. Non c’entra nulla il livello educativo, nulla la scuola a quanto pare. Ci sono stati semianalfabeti che hanno ottenuto Qi molto alti e gente studiata con scuole d’eccellenza che hanno avuto risultati mediocri.
          I fattori che portano ad avere gente più intelligente da una parte del pianeta e meno dall’altra non sono ancora stati scoperti del tutto, in parte il livello educativo e scolastico di una determinata zona sviluppata, vero, ma non basta a spiegare il fenomeno. In ogni caso far venire gente meno intelligente da una parte del mondo per metterla in un’altra parte abbassa la media dei paesi coinvolti, mi pare evidente ed incontestabile

        • giuseppe brunetti

          Per non parlare dei nigeriani che sarebbero molto più intelligenti dei vicini del Camerun…chissà perchè…

    • Zeneize

      Ti senti aberrato? Ci sono tanti altri forum dove potrai discutere con gli schiavi tuoi simili.

  • Italo Balbo

    Finalmente cresce l’opposizione ai contenuti espressi in The Authoritarian Personality: sono 70 anni che ci viene imposto dalla nomenclatura intellettuale liberal un modello autolesionista, per cui i valori che da millenni caratterizzano l’Occidente sarebbero la radice di ogni male. Non è così, è ora di risollevare la testa.

    • Zeneize

      Esatto! Noi non vogliamo autolesionarci, ed ecco perché la censura sta avanzando, con la scusa del facebookgate ma anche di altre pagliacciate.

    • giuseppe brunetti

      Quindi il razzismo rientrerebbe tra i valori dell’Occidente?

      • Italo Balbo

        Se lo dice lei, io credo vi rientri più la logica e l’analisi obbiettiva dei fatti.

  • John Bruce Leonard

    Questo articolo è un’introduzione molto sintetica e imparziale all’Alt Right americana. Avrei solo due osservazioni da fare.

    Per prima cosa sarebbe importante precisare che Spencer non ha detto “Heil Trump, etc.” ma “Hail Trump, etc.” Hail è una parola inglese che si usa per salutare o acclamare qualcosa o qualcuno, e non c’entra niente con il “Heil” del saluto nazista.

    Poi esiterei ad identificare Jared Taylor con “l’ala più radicale del movimento”; Taylor rimane abbastanza vicino ad una tradizione america del passato non tanto distante, e per questo potrebbe considerersi anche un conservatore nel senso vero della parola.

    • Claudio

      concordo, e non solo, ma mi sembra molto strano che abbia fatto il saluto *romano*… se non altro per l’ovvio motivo di evotare facili abbinamenti an nazismo, che gia` vengono fatti comunque, ogniqualvolta non si e` allineati con la sx.

      • John Bruce Leonard

        Bravo, Claudio, quello mi è sfuggito. Infatti Spencer stesso non ha fatto il saluto romano (anche se un paio di persone nella folla, i quali Spencer dopo ha rimproverato, l’hanno fatto); Spencer ha alzato un bicchiere, da cui ha preso un sorso—effettivemente un brindisi.

  • honhil

    Sembra impossibile, ma è così: i centri sociali italiani hanno fatto scuola negli usa. A Barack Hussein Obama sono bastati otto anni per italianizzare gli Usa e gettare il seme dell’odio tra le due fazioni politiche. Ma gli Usa non sono l’Italia e gli americani di conseguenza si comporteranno diversamente dagli italiani e risponderanno a quella antidemocratica prepotenza per le rime.Con tutto quello che segue.

    • HappyFuture

      C’hai una visione assolutamente distorta di Barack Hussein Obama. È a Trump che è piaciuto “meglio un giorno da leone che cento da pecore”! Devi fare un lungo ragionamento per distorcere l’operato di Obama; bastano 4 parole per inquadrare DJ45.

      • avolteritornano

        L’operato di Obama non è necessario distorcerlo: fa già schifo di suo.
        Se non ci credi vallo a chiederlo ai parenti dei trecentomila morti in Siria o nella Libia devastata.
        Però ti consiglio di andarci con l’elmetto.

  • berserker2

    A proposito della propensione degli afro/neri a commettere più crimini, ma avete notato come la notizia della ragazza egiziana, cabarettisticamente definita romana/italiana, aggredita in Inghilterra sia andata via via scemando…. e no perchè si è partiti di gran grancassa con “aggressione a sfondo razzista”….. ovvero, aggredita da razzisti perchè “straniera” vuoi “italiana”, vuoi egiziana.
    Ora, a parte il fatto che la povera ragazza tutto sembrava meno che una africana….. si basavano queste ardite interpretazioni di “razzismo” a comodo di giornalisti sinistrati, anche sul fatto che la povera ragazza durante l’aggressione veniva appellata quale “black rose”, ovvero rosa nera…. e tanto bastava per definire l’episodio di bullismo come a sfondo “razzistico”…..
    Il loro sogno, il sogno dei sinistrati era che…. dei bulli bianchi, razzisti e di destra, avessero aggredito “l’italiana” per motivi di odio razziale…. ma che pacchia per la sinistra internazionale…. già si leccavano i baffi e preparavano candeline, peluche…. “imagine all the people”….
    Il tipo di aggressione di gruppo avrebbe però già potuto indirizzare le indagini, specie nel nord europa è sempre appannaggio di bande di minori formate da immigrati, o figli di immigrati, spesso ex clandestini, miracolati con cittadinanze e permessi di soggiorno…. talchè poi si possa dire che “noooo…. non sono gli immigrati a fare i terroristi o i delinquenti o gli stupratori o gli spacciatori…. nooooo sono INGLESI….. e questo è il bel ringraziamento da parte degli immigrati e dei loro figli, questo è il bel contributo che gli immigrati danno alle società occidentali che li ospitano e mantengono con un grazioso welfare conquistato col lavoro dei nostri Padri.
    E quindi…. evvai con l’aggressione razzista!!!!, Già gli imbecilli sinistrati pregustavano una bella manifestazione, una marcia, una bella veglia con le candeline, un bel corteo antirazzista e antifascista, tutti stretti stretti, bianchi, neri, capelloni, gay, lesbiche, frikkettoni, figli di papà, sinistrati, communisti, marxisti, radicali, democratici, laburisti, drogati, clandestini, sfasciavetrine, spacciatori, tutti uniti, tutti solidali contro la “marea nera”, contro il “pericolo razzista”…. striscioni, canti, balli, bandiere arcobaleno, falci e martelli, slogan ritmati, bonghi, chitarrette….. quando ecco che sul più bello…..CONTRORDINE COMPAGNI….. glissate su tutto, annacquate tutto, dimenticate tutto, mistificate tutto…….hanno identificato e arrestato le sei bulle assassine…. si tratta di sei negre…. sei brave risorse africane, comicamente definite “inglesi”, tutte nere nere…. bulle, violente, assassine e……razziste (loro si), e si perchè in sei nere hanno aggredito una diversamente colorata da loro (che ne dite, gliela vogliamo dare l’aggravante per “spregevoli motivi razziali”)……..
    Adesso vediamo che si inventano i sinistrati, cosa si inventa la RAI…. faranno come per gli stupri di Colonia, come per le aggressioni sessuali in Svezia, come per l’incendio della Grenfell Tower di Londra…. quando i colpevoli sono immigrati……non se ne parla più.

    • zhoe248

      quello faranno, anzi fanno: NON parlarne più!
      Perchè di Pamela si legge qualcosa? Anche madama chi l’ha vista dopo un paio di puntate (in cui traspariva lo sforzo che faceva a doverne parlare), l’ha messa nel dimenticatoio.

      • giuseppe brunetti

        Perchè finita la campagna elettorale il caso Pamela non serve più, mi sembra ovvio…La Lega ha preso il 21% a Macerata. Risultato raggiunto…

        • zhoe248

          Hanno smesso di parlarne prima delle elezioni, caro lei.
          Lei sarà uno di quelli che a Macerata ha partecipato alle manifestazioni pro nigeriani.

    • giuseppe 97

      infatti non ne sento più parlare, tutto, tranne che di questa sfortunata. Forse perchè non sono presente al momento che lo accennano, non so!

      • zhoe248

        Ne ha parlato solo quarto grado. Sui media di regime è sparito, ma non prima di aver pompato dubbi sulla colpevolezza del giovanotto che ha “ospitato”la ragazza, inquilino della casa in cui è stata fatta a pezzi, lo stesso che ha buttato i due trolley con i resti.
        Ma ancora ci sono dubbi…..!
        Tra un po’ i macellai li rimetteranno in libertà, vedrà.

  • Lucio

    Ha detto tutte cose giuste e che sono state definite come “sbagliate” solo dall’imposizione del pensiero comune del “politically correct”. Lo stesso politicamente corretto che approva Facebook ed i mass media quando orientano la gente verso “la correttezza” ma che li condannano e cercano di censurare la libertà quando gli va contro. Infatti l’ultimo scandalo aperto dovrebbe far riflettere. Fino a che davano i dati alla NSA era tutto ok. Adesso hanno da ridire.

  • HappyFuture

    È più difficile inquadrare l’ideologia della destra. Perché a destra c’è di tutto e in Italia tutto di più. A destra ci sono chi è in favore di welfare e chi è amico della finanza e liberista di più. Un po di confusione mentale. Anche perché quello che dovrebbe unire tutti dovrebbe essere l’amore per l’Italia. Purtroppo a sinistra ce n’è poco perché reminiscenti dell’internazionalismo comunista. Che è subito stato distorto nel globalismo liberista. Insomma la manipolazione delle idee che in Italia attacchi scelta benissimo. MaestrI nella retorica e nella teorizzazione della realtà, gli Italiani lasciano mano libera a chi come Monti e Padoan sono gli strumenti dei finanzieri, che del popolo frega niente. Questo l’abbiamo capito noi. In USA stanno un tantino più indietro di noi. Ma in qualche modo sono anche più manipolabili di noi. Basta che abbiano un furbacchione che gli dica: “let’s make America Great again.”

    • Claudio

      sei sempre cosi confuso, o ti capita solo nei minuti pari e poi anche nei dispari?
      gia` la tua prima frase, nell’intervento qui sopra (3 ore fa), fai confusione tra il fatto che sia bianco ed il suprematismo, che peraltro non sono necessariamente connessi, a meno che non si vogliano appunto incolpare i bianchi di esserlo. Non devi solo leggere, ma almeno cercare di capire.
      Quelle che tu chiami banalita (le statistiche), sono invece cose molto serie, ed il fatto che i *gialli*, per lo piu’ Giapponesi, ma non solo, abbiano voti piu’ alti (molto piu’ alti) di tutti, inclusi quelli dei bianchi, la dice lunga sulla vera situazione.
      tutto il vittimismo dei neri e hispanics per la loro situazione generale, incolpando i bianchi che definiscono essere tutti suprematisti, e` dunque una gran panzana.
      non credi che se i bianchi iniziassero a lamentarsi dei gialli per la loro situazione, con voti e stipendi piu’ bassi sarebero (giustamente) considerati degli emeriti cretini?
      ah, gia`, evidentemente tu non ci puoi arrivare…
      E poi salti fuori sostenendo che c’e` confusione mentale nella destra: se tu sei confuso mentalmente non ci puo’ far niente nessuno, tranne che cercare di spiegarti che per *destra* non si intende un partito unico, un monolitico e mononeurone cervello (come apparentemente quello dei sinistrorsi che votano a prescindere, o come il tuo anti Trump), ma una corrente di pensiero che si trova A DESTRA, e i veri liberi pensatori, infatti, hanno sempre una visione individuale, personalissima, di come dovrebbero essere le cose e su come cercare di fare il meglio per attuarle. Chiaro poi che si raggruppino i voti in cio’ che s’avvicina di piu’ al proprio ideale (in Italia c’erano ben tre partiti della coalizione di dx, te ne sei accorto?), cosa che e` successa con Trump.
      spiega ancora cos’e` che abbiamo capito noi italiani e che gli USA sono un tantino indietro?

      • HappyFuture

        Sei in confusione totale e forse te ne rendi anche conto, ma sei così presuntuoso, che porti avanti le offese con la confusione. Intanto rileggi quello che ho scritto, così ti accorgerai che Taylor è lui stesso confuso quando nega di essere un sprematista bianco. Io infatti gli ho obiettato, ma tu non hai capito, che lui non può estendere a tutti i bianchi i suoi concetti perché fra i biachi c’è divisione. Tutti i bianchi non stanno aggregati in un’unico quartiere, ma ognuno nel suo quartiere con gente delle sue stesse origini: polacchi, Italiani, ebrei. Quindi quando lui fa bianchi vs neri è “suprematista”. Ma mo non ti spiego più niente. Sei un presuntuoso capoccione.

        • Claudio

          hai appena finito di scrivere un’altra solenne idiozia, ed hai il coraggio di dare a me del presuntuoso…
          facciamo cosi, io non leggero piu’ i tuoi commenti da imbecille, e finita li

          • HappyFuture

            Io ho vissito in America. Tu parli con concetti precostituiti. Ti arrampichi sugli specchi. E in effetti sei prova del caos mediatico in cui viviamo. “Malafede” allo stadio puro, che serve a chi vuole egemonizzare. Sei servo del padrone, in parole povere. Ma …. buona Pasqua pure a te.

          • Claudio

            senti, il fatto che tu abbia vissuto negli States non significa niente: c’e` parecchia gente che ci vive tutt’ora e continua a non capire una mazza.
            hai descritto una situazione sociale (etnie e/o gente di uno stesso paese) che vivono aggregandosi, che conoscono tutti, China town a San Francisco, Los Angeles, ovunque, lo stesso per le varie *little Tokyo* o *little Saigon*, e a Los Angeles, oltre a China Town per i turisti, Monterey Park adesso pare Arcadia, ma a Los Angeles c’e` sempre stata anche *Korea Town*, OK, ma non e` uno standard, perche` la gente e` sempre mescolata, non ci sono i ghetti come nel medioevo come descrivi, per giunta estrapolandone che questo Taylor estende ai tutti i bianchi i suoi concetti… ma dove, dove l’hai letto, da cosa lo deduci, e poi,
            ma dove hai vissuto tu negli States, e per quanto (e soprattutto, quanti anni avevi)
            e naturalmente, classico delle menti bacate come la tua, passi ad insulti senza neanche capire una pera, dandomi del *servo del padrone*.. ha ha ha
            come sempre non capisci una mazza

          • HappyFuture

            Allora impara l’Inglese e ascolta Taylor estendere il suo concetto di supremazia bianca a tutti i bianchi mentre dice di non esserlo. In piena confusione tu, Taylor e chi la pensa come te.

          • Claudio

            dopo aver scritto non ricordo nemmeno piu’ quanti articoli, in inglese, appunto per pubblicazioni in lingua inglese, ed aver ricevuto complimenti (per lo stile) da scrittori, salti fuori tu a dirmi che devo imparare l’inglese…
            sei proprio tanto stupido, che la tua presunzione, tipica degli stupidi, non mi sorprende neanche piu’

      • HappyFuture

        E quella dei 3 partiti coalizzati contro i 5s è una porcata eguagliato solo dal tradimento che ha fatto il PD ai propri elettori. Salvini non doveva proprio essere interpellato. Ma nell’Italia sotto-sopra col 17% ha vinto. Chi deve rispondere ai propri elettori è il PD, col 19%, che invece butta l’Italia a destra. Vigliacchi degni di stare a destra… Loro, i PDdiini con Salvini.

  • HappyFuture

    Nell’intervista Jared Taylor rifiuta di essere definito come un suprematista bianco e di rivolgersi al mondo dei binchi. E poi ha letto statistiche di come fra i neri ci sia più criminalità e più povertà e meno istruzione. Mi sembrano banalità che si possono riferire solo alla realtà USA. Ma sempre omogeneizzando i bianchi da unascondere parte e le altre etnie dall’altra. E questa è una visione da suprematista. Jared dimentica che nelle città USA c’è un quartiere per ogni nazionalità di provenienza europea. E Enoch Peinovich che critica il gruppo di Ebrei che dice siano stati il motivo che ha fatto sloggiare il loro meeting, sembra lui stesso un Ebreo di origini Polacche. Non è facile parlare di razzismo in USA. Per gli USA che ricordo io, il razzismo bianchi vs negri era stato superato già ai miei tempi, negli anni 60. Già allora gli autisti del Chicago Transit Authority era per lo più negri. Così i postini. Rimandare un razzismo negli anni del 2do millennio mi sembra tanto fuori dal mondo.

  • ClioBer

    Per capire l’affermazione “dell’alt right”, bisogna considerare lo stato d’animo della popolazione bianca degli US, maltrattata e danneggiata dagli 8 anni di terzomondismo smodato di Obama. Certo, ci sono anche i suprematisti, ma c’è tanta gente del ceto medio moderato, la cui condizione è peggiorata durante l’amministrazione del moro.
    Comunque, ormai non ho dubbi sul fatto che ovunque, quindi anche negli US, fra l’ideologia nazionalista (chiamiamola per convenzione di destra, ma in realtà una componente importante è dovuta al pericolo che percepisce l’etnia occidentale) e quella delle élite globaliste, terzomondiste, accoglienti, ma soprattutto intolleranti, prevaricatori della volontà altrui e con atteggiamenti provocatori verso chi non si allinea al politically correct, fatto diventare, solo e unicamente per loro arbitrio, una sorta di dogma divino.
    L’esempio, proprio in queste ore, ce lo fornisce il senatore dell’Arizona Mc Cain, evidentemente scocciato per aver perso, a causa di Putin, una fonte di guadagno, legata ai suoi rapporti con Soros e alle forniture di materiale bellico all’Isis.
    Infatti, a proposito delle congratulazioni fatte da Trump a Putin per la sua conferma (trionfale), con palese disgusto, ha dichiarato:
    “Il presidente Trump ha insultato tutti i cittadini russi a cui è stato negato il diritto di voto in un’elezione libera ed equa per determinare il futuro del loro paese…”
    Chiaro che il sen. Rep. (purtroppo) preferisce i metodi di Obama e della Clinton per determinare il futuro dei Paesi, specie se a lui viene affidato un ruolo molto fruttuoso.

  • HappyFuture

    Ricordavo che Washington, DC aveva la maggioranza di Negri. Ho controllato. I Negri sono scesi a poco sotto il 50%. Ma i bianchi sono solo il 31%. Le razze del mondo si fondono. E come diceva il mio capo disegnatore tecnico Y. Kadonaga, giapponese, in Chicago: “we (gli umani) will all be a shade darker in the future.” È ineluttabile.
    Bisogna rassegnarsi.

    • avolteritornano

      L’ineluttabile è solo quello che si accetta passivamente.
      Se tutti gli “è ineluttabile” che sono rimasti a casa il 4 marzo avessero votato Lega oppure Casa Pound, avremmo in UNA SETTIMANA una legislazione che non fa entrare in Italia neppure UN SINGOLO STRANIERO non gradito.
      Ovvio che se qualche milione di persone ognuna a casa propria pensano “è ineluttabile” niente si farà.
      Ma ineluttabile non lo è certamente.

      • vantguard

        Scusa: noi, i n Italia, abbiamo 8500 kilometri di confini. Molti dei quali sono picchi montuosi, altri sono coste frastagliate.
        Mi spieghi comecazzo fai a sorvegliare I CONFINI?
        Non dico gli aeroporti, i porti o le ferrovie. Dico I CONFINI.
        Come difendi gli stracazzutissimi CONFINI DELLA AMATA PATRIA????

    • Francesco Greswwa

      Ineluttabile un ceppa. Noi siamo qua proprio per opporci a questo futuro e per evitare che l’Europa diventi soltanto il nord dell’Africa. Perchè rassegnatevi: l’Europa abitata da africani sarà Africa, nient’altro.

    • Bazanga

      “Le razze del mondo si fondono…” dove? Quando vedro’ un giapponese o un cinese unirsi con un africano/a ti daro’ ragione, quando vedro’ un russo con un cinese, o un arabo con un negro o un amerindo centro sudamericano lo stesso. Solo una parte dell’occidente, quella progressista e politicamente corretta, trova “normali” le tue teorie. Ma anche tra loro, se avessero una figlia bianca che esce con un nero, ci sarebbe da ridere. Sono falsi ed ipocriti all’infinito

      • vantguard

        Proprio ieri (domenica 25) ho conosciuto una coppia very mixed: lei era peruviana lui cinese. Sembravano dolcissimi ed innamoratissimi. Molto giovani, diciamo 22/23 anni. Lei era incinta.
        Il bambino che nascerà non sarà cinese, non sarà peruviano, sarà italiano e questa, l’Italia, sarà la SUA patria, perchè sarà quella della congiunzione dei suoi genitori la terra per cui vivrà e morrà.

        • Bazanga

          Prendere le eccezioni per dimostrare una regola non solo non ha senso, ma e´del tutto stupido, come te che non ci arrivi. Il bambino non sara’ ne´peruviano, ne’ cinese, e meno ancora italiano. Sara’ sostanzialmente e praticamente un apolide senza radici e senza una cultura propria, un prodotto del mescolamento adatto a diventare un automa legato solo al consumismo, un prodotto della globalizzazione salvaggia.

  • bruno

    Destra o sinistra fanno tutti equamente schifo

  • Walter Bianchi

    Salve. Una tipologia di prestito che, per chi non lo conosce, potrebbe sembrare uno scherzo ma eppure esiste. Offriamo i notri servizi a privati di buon carattere e soprattutto in grado di onorare i loro impegni. Il richiedente può essere un cittadino italiano o straniero residente in Italia e al momento della richiesta deve avere un’età compresa fra i 20 e i 75 anni. Contatti solo via email, prestito.italia@libero.it o prestito.italia@tiscali.it

    • vantguard

      Se non pasturi nessuno abbocca: regala un po’ di soldi e faranno la fila!

  • Silvio

    A questo SPENCER bisognerebbe **AZZARDARSI** , visto la sua **FOGOSITA PSICO- FISICO-QUIMICA , a fargli diverse DOMANDE per SAPERE ed APPROFONDIRE nelle sue IDEE rispetto alle SUE pretese di SUPERIORITA dovuto alla sua EPIDERMIDE BIANCA . Mettendo da parte queste sue PRETESE, pero, vorrei che mi spiegasse, giacche EDOARDO e MARTA sembra non l´han fatto, cosa SONO ANDATI a FARE durante per lo meno 7.000 anni questi **BIANCHI*** in AFRICA dei PUZZOLENTI, ANALFABETI, SCARSI di IQ tutti **NERI**, nell ´ORIENTE PROSSIMO tutti BEDUINI galoppando sulla sabbia e sulla groppa dei sui CAMMELLI, in ASIA dagli OCCHI a MANDORLE , INTELLIGENTI ,e no solo quelli che sono in US ,nella VESPUCCI AMERICA dall´ALASKA alla PATAGONIA dove han fatto fuori 60 milioni di erroneamente INDIANI ma genuini INDIGENI TERRATENENTI e come pure in AUSTRALIA, al POLO NORD ad eliminare gli ORSI e alla FOCHE i suoi **BIANCHI*** cuccioli ed al POLO SUD a far STACCARE il GHIACCIO a GRAND PORZIONI. Poi si lamenta se NON puo sfogarsi PERCHE la **SINISTRA** ,immaginiamo sopra tutto, quella americana e SOPRATUTTO la **ANTIDIFAMATION LEAGUE EBREA che **LOGICAMENTE**non accetta perche anche loro NON SI SENTONO neanche tra di LORO. Per la SOCIOLOGIA e l ´ANTROPOLIGIA SOLO ESISTE UNA ***RAZZA UMANA*** e le ***DIVISIONI ETNICHE *** continuano ad essere quello di ***ANIMALE*** che quest´UOMO ha nella sua ***STRUTTURA MENTALE *** v.g. CHMPANZE vs. BOLOBOS jajaja

    • Claudio

      stai confermando la validita` delle teorie darwiniane.
      scusa, ma non riesco a individuare dove hai trovato pretese di superiorita in quello che ha detto questo Taylor: potresti illuminarci?
      E dove hai letto che un certo Spencer ha affermato d’essere superiore?
      o magari hai solo sproloquiato, senza leggere o forse anche leggendo, ma senza capire una cippa?

    • Bazanga

      Hai qualche problema di dislessia che scrivi in questo modo? Le razze sono sempre esistite, e hanno caratteristiche differenti. C’è chi è più bravo in alcuni sport (basket per i neri) e chi è bravo in altri (nuoto per i bianchi), chi è più intelligente e chi meno, come gli individui. Nessuno dice che tutti gli individui sono uguali per intelligenza per non passare per razzista discriminatorio, nessuno dice che Einstein era intelligente come qualsiani altra persona, esistono gli intelligenti e gli stupidi, cosi come le razze, oetnie che è solo un modo più politicamente corretto di parlare, hanno in comune determinate caratteristiche e quozienti intellettivi medi di un certo tipo. Le mappe in base ai Qi mondiale lo dimostrano

      • vantguard

        “Le razze sono sempre esistite, e hanno caratteristiche differenti.”
        Sì, tu secondo come ragioni, dovresti essere un cocker, no, anzi: un carlino.
        Sì: un carlino e per di più FEMMINA. Se sei il loro padrone sono affettuosissimi, ma se invadi il loro territorio diventano delle belve.
        Va bene: tu sei un carlino, abbiamo trovato la TUA razza.

        • Bazanga

          Puoi continuare a fare battutine idiote per minorati mentali come te , rimani pur sempre un escremento umano da uccidere a bastonate e da infilare in un forno, spocro sinistroide di mer..da!!

        • Bazanga

          Se tu invece di fare lo spiritoso con battutine stupide da terza elementare per bambini cerebrolesi mi sapessi dimostrare, con dati alla mano, perché’ i negri risultano ultimi in tutti i test di intelligenza, sia che si tratti di africani in Africa sia che si tratti di neri negli USA o in Canada ,allora potresti parlare. I test di Qi divisi per etnia in questi paesi, dove i neri frequantano le stesse scuole dei bianchi, degli orientali e dei latinos, parlano chiaro. Ma siccome non sei in grado di spiegare perche’ arrivino sempre ultimi, se non citando fantomatiche situazioni di degrado, dscriminazione (nei test???) di razzismo (???) e gomblotti contro di loro, ti conviene tacere, ignorante

          • vantguard

            “perché’ i negri risultano ultimi in tutti i test di intelligenza, sia che si tratti di africani in Africa sia che si tratti di neri negli USA o in Canada”.
            Dev’essere terribile per te piazzarti sempre dietro ai “negri” in tutti i test d’intelligenza, eh?
            Lo sai perché? perché non hanno ancora inventato un test di IQ per amebe, quindi NESSUNO può misurare l’infimo livello del tuo materiale cerebrale.
            Nazista. Schifoso.

          • Bazanga

            Povero ignorante subumano, non sai controbattere alle mie affermazioni e neghi l’evidenza perche’ sei solo un povero caxxone progressista, devi solo essere gasato e gettato nel forno per manifesta stupidita’ e ignoranza come tutti i progressiti. Animale schifoso crepa

          • vantguard

            Così spero di te e famiglia.

    • vantguard

      Amico, ti chiedo troppo se ti domando di essere più…. leggibile?
      Vedo delle idee, ma sparse alla rinfusa e non sono sicuro di aver capito….

  • Rifle Leroy

    C’è una bella differenza fra questa alt-right e generazione identitaria: i secondi non stanno ogni tre per due a parlare di ebrei,palestina e complotti giudaici i primi si. Ecco che poi si ritrovano la anti defamation league alle calcagna.A parte che la destra radicale qui in europa è dalla nouvelle droite in poi (anni 70) fortemente anti-americana.

    • Chris LXXIX

      Parzialmente vero. Ho detto parzialmente perchè se andiamo a guardare ben bene (nonostante quello che tu hai scritto, che è corretto) vediamo che in Europa, ma anche da certe associazioni extra Europee, loro e altri movimenti sono osteggiati a prescindere egualmente.

      Guarda la vicenda della ‘nave identitaria’. Il problema è che, qualsiasi cosa ‘tu’ dica o non dica, sei un nemico, un pericolo ecc

      • Rifle Leroy

        A me non hai mai sorpreso la reazione di alcune organizzazione ebraiche difronte all’insorgere di qualsiasi movimento politico che, in occidente, si occupi di razza e suolo per via di quanto successo nel secolo precdente.
        Però far ricondurre tale reazione a un complotto ebraico ordito contro l’uomo bianco,e’ esagerato. Per alcuni tale complotto è diventata pura paranoia,basta leggere alcuni commenti.
        Se poi a tutto questo delirio complottista ci aggiungiamo il ricorrente richiamo al sionismo -CHE E’ pur sempre un NAZIONALISMO,per di più su base etnica,cioè guarda caso quanto di più vicino ai valori di una certa destra alternativa/radicale- la cosa inizia a puzzare assai.
        Spero solo che gente con queste idee la smetta di nascondersi dietro i partiti di destra radicale/alternativa e si fondi un partito suo,forse questo ci aiuterà a sdoganarci.

      • vantguard

        Dimmi cosa c’entra la ‘nave identitaria’ con gli ebrei.
        Non potete saltare di palo in frasca e rimestare continuamente il minestrone che vi ingolfa il cervello….

        • Chris LXXIX

          A parte il fatto se vai a (ri)leggere il mio commento noterai che io gli ‘Ebrei’ nemmeno li ho nominati, il mio (la nave identitaria, appunto) era solo un esempio.

          Scommettiamo, però, che tutte ‘ste organizzazioni (Europee come Americane) non vedono di buon occhio tali iniziative, visto che cozzano contro la loro visione di una Europa mezza Islamica, mezza ‘Gender’, politicamente corretta e (forzatamente) multiculturale?

          • vantguard

            Spiegati meglio: di quali org. (europee o americane) stai parlando?
            Chi sarebbero quelli che vogliono un’Europa “mezza Islamica, mezza ‘Gender’, politicamente corretta e (forzatamente) multiculturale”?
            Perchè mi sembra si stia parlando per enigmi e sottintesi che intesi non sono.

          • Chris LXXIX

            Spiegarmi meglio? Beh, guardati intorno. Non so quanti anni tu abbia, magari sei un ‘millenial’. Magari sei più vecchio di me. Io comunque ne ho quasi 40 (1979).

            E non ricordo di aver mai e dico mai sentito, da bambino, o da adolescente ecc di persone accoltellate a random per la strada, al grido di slogan di natura religiosa (Islamica, in questo caso).

            O di persone arrotolate sotto un camion (Nizza, Berlino docet). O di ondate di Africani, la stragrande maggioranza di essi meri immigrati economici, portati dalle più svariate ONG (chi li paga, poi, a proposito, questi moderni ‘San Francesco’?) per i quali bisogna spendere una cifra non indifferente, logistica ecc

            O tutti questi discorsi relativi al fenomeno ‘Gender’, con (ah ah) addirittura l’invenzione di pronomi creati ad hoc (si veda ‘xe’, che sembra Veneziano, ma non lo è).

            Ebbene, queste cose prima non c’erano, in Italia (e questi sono fatti) e tutte queste cose qualcuno le ha volute… sono agende politiche di un certo tipo, vedi George Soros e tutte le politiche mondialiste.

            Poi puoi non credermi, o darmi del complottista, o quello che vuoi.

          • vantguard

            “E non ricordo di aver mai e dico mai sentito, da bambino, o da adolescente ecc di persone accoltellate a random per la strada, al grido di slogan di natura religiosa ….”. Sicuro sicuro? La prima foto che ti propongo è di Belfast nel 1978:
            https://uploads.disquscdn.com/images/bbba84333047043f0225216aaf7de416152b81cc7b02f115aff01eed600f9d2c.jpg
            Protestanti e cattolici (un po’ come gli sciiti e i sunniti) si SCANNAVANO per le strade e mettevano bombe nelle strade e vicino alle scuole.
            Ancora sicuro?
            “O di ondate di Africani/immigrati, la stragrande maggioranza di essi meri immigrati economici”, sicuro sicuro?
            La seconda foto è tratta da un libro eccezionale che narra la storia di tre milioni e ottocentomila italiani sbarcati a New York e in tutta la costa orientale degli Stati Uniti:
            https://uploads.disquscdn.com/images/3846e7cca4387e441a1072ecc3c89e2b8e35bbc70dcabe345edb92a4827c1c7d.jpg
            Sono bambini italiani negli U.S.A.
            Ancora sicuro?
            Per quello che riguarda il gender mi sento di darti un consiglio: cerca di confermare a te s tesso il tuo genere sessuale prima di parlare di cose che ti possono ferire VERAMENTE.

          • Chris LXXIX

            Si, sono ‘sicuro sicuro’ di quello che dico, vantguard. Perchè io parlo di fatti. Parlo di cose che sono davanti agli occhi di tutti (di chi vuol vedere, almeno).

            Tu, pur citando fatti realmente accaduti (solo degli ignoranti lo negherebbero) cerchi di renderli un filino ‘malleabili’ per inserirli, come paragone, in contesti odierni totalmente differenti.

            Quello accaduto in Irlanda, Irlanda del Nord e Inghilterra, decenni fa, ha ben poco a che vedere con il terrorismo (Islamico, nonostante i buonisti dicano quasi sempre ‘terrorismo e basta’) di oggi.

            Prima di tutto (e tu questo sembri dimenticarlo, ma fa niente, ci penso io a ricordarlo) quella guerriglia/terrorismo non fu solo un qualcosa di natura religiosa (Cattolici VS Protestanti) ma anche una vera e propria (in chiave moderna) battaglia nazionalista per la propria terra, che vedeva contrapposti chi voleva spezzare il giogo del Regno Unito (onestamente Inghilterra e basta, dato che contro Gallesi e Scozzesi poco o quasi nulla avevano i Nord Irlandesi in armi contro il Regno) e magari sognare di ricongiungersi, un domani con la madrepatria Irlanda e chi, invece (gli ‘Unionisti’) con il Regno Unito, voleva continuare a restarci.

            Per cui è intellettualmente disonesto, secondo me, ridurre solo a guerra religiosa tale evento. Ultimo ma non meno importante, la ‘cosa’ non è mai uscita più di tanto (salvo alleanze di comodo, internazionali, tra altri movimenti simili, in guerra) da Irlanda del Nord e Inghilterra (le bombe in Inghilterra, intendo).

            Tu paragoni il tutto a chi, oggi, in ogni angolo di Europa, colpisce subdolamente civili in nome di farneticazioni inerenti allo ‘Stato Islamico’.

            Al netto che la violenza è sempre violenza, non è la stessa cosa, mi spiace.

            – Immigrazione in USA

            Non dimenticare che il vero e legittimo Americano, quindi il Nativo Americano in toto (senza distinzioni Tribali ecc per un momento) fu letteralmente spazzato via (e lo sai) dagli ‘immigrati’.

            Stiamo parlando di una nazione costruita con il sangue e l’immigrazione, in maniera ‘artificiale’.

            Non capisco dove sia il problema, quindi, nel sottolineare le barcate di poveracci (lo dico in senso buono) Italiani che si recavano, per cercare fortuna, in America… dato che tale gigantesca nazione era, appunto, e fin dall’inizio, un ricettacolo multiculturale ‘creato’ attraverso l’immigrazione.

            Certo, poi magari allo yankee WASP l’immigrato Italiano non stava poi cosi tanto bene, è vero: ma erano tutti immigrati, salvo appunto i Nativi Americani, già all’epoca ridotti a ‘pascolare’ nelle riserve, o al massimo a lavorare, al 50° piano, per costruire grattacieli ecc e parliamo dei Nativi Americani rimasti in vita, ovviamente.

            All’epoca, comunque – al netto di queste tragiche ingiustizie – negli Stati Uniti, il lavoro (più o meno) c’era, e c’era per tutti (cosa che non possiamo esattamente dire dell’Italia di oggi). Lo ‘spazio’ per vivere c’era, e c’era per tutti.

            E comunque, ai nostri immigrati non venivano dati ‘pocket money’, o alloggi confortevoli in alberghi ecc ma, prima di mettere piede per terra, una bella dose di quarantena in quel di N. Y.

            C’è una bella differenza, per me, tra tutto questo, e ONG (ripeto, chi li paga? Perchè non fanno quello che fanno gratis) che sbarcano le più disparate persone in Italia e poi, sostanzialmente, ci dicono: ‘arrangiatevi voi, che noi abbiamo un altro carico’. Ma scherziamo?

            Anche Ray Charles, se fosse vivo oggi, vedrebbe chiaramente che c’è un business dietro: coop nate come funghi, dall’oggi al domani, che si arricchiscono in maniera pazzesca ecc

            Suvvia, dai. Il problema (almeno per me) non è chi ha un colore della pelle diverso (le persone non sono migliori o peggiori a seconda della gradazione del loro colore) ma questi speculatori internazionali, che rischiano di creare vere e proprie guerre tra poveri (mentre loro diventano sempre più ricchi e potenti).

            Il problema non è (almeno per me) chi ha una religione diversa, ma chi vuole cercare di sovvertire/impaurire ecc la natura (basata su valori di libertà ecc) stessa dell’Europa, cercando di imporre, subdolamente, una visione dell’Islam totalmente incompatibile (e lo sai) con i valori, storici, della civiltà Europea.

            Io ho già da dire e da fare con certi Dogmi Cattolici, non voglio dovermi preoccupare anche di quelli Islamici.

            La libertà di religione è cosa buona e giusta, ma se per qualcuno diventa ‘libertà di Jihad’, allora abbiamo un problema. Concordi con questo?

          • vantguard

            Va bene: i “riots” a Belfast erano scaramucce tra ragazzotti.
            Non c’è altro da dire.

          • Chris LXXIX

            Sinceramente non mi aspettavo una risposta del genere, vantguard, ma tant’è… come preferisci.

            Solo per correttezza, però, aggiungo che non ho minimizzato affatto tale evento, ho semplicemente sottolineato che non fu solo un qualcosa di natura religiosa, ma una vera e propria ‘ribellione/insurrezzione’ di matrice nazionalista: Bobby Sands (esempio) non fece lo sciopero della fame perchè gli altri erano Protestanti, ma perchè la sua madrepatria era occupata dal Regno Unito.

          • vantguard

            ” ho semplicemente sottolineato che non fu solo un qualcosa di natura religiosa, ma una vera e propria ‘ribellione/insurrezione’ di matrice nazionalista.”
            è come dire: “tra sunniti e sciiti non c’è una guerra di religione ma spinte nazionalistiche (???)”.
            Bobby Sands fece lo sciopero della fame perchè si considerava un prigioniero di guerra. Da wiki: “Eletto membro del parlamento britannico mentre era detenuto nel carcere di Maze, a Long Kesh, ivi morì il 5 maggio 1981 a seguito di uno sciopero della fame condotto ad oltranza come forma di protesta contro il regime carcerario cui erano sottoposti i detenuti repubblicani. I prigionieri dell’IRA avevano organizzato una serie di proteste per cercare di riottenere lo status di prigionieri politici che il governo aveva negato per tutti i crimini commessi dopo il 1º marzo 1976, e non essere soggetti alle normali regole carcerarie. Iniziarono con la blanket protest (“protesta delle coperte”).”
            Mi stai dicendo che ISIS-DAESH è una legittima protesta di carattere politico-sovranista?
            Stai male.
            Molto male.

          • Chris LXXIX

            Impara a quotare (e bene), prima di cimentarti nei tuoi voli pindarici, perchè io non ho mai detto che quei rifiuti umani dell’ISIS (o come diavolo vengono chiamati a volte, ovvero ‘Is’ o ‘Daesh’) abbiano ragioni simili.

            Mi stai dicendo che ISIS-DAESH è una legittima protesta di carattere politico-sovranista?
            Stai male.
            Molto male.

            No, sveglione da quattro soldi.

            Io ho detto che gli avvenimenti del Nord Irlanda (e, quindi, di concerto, gli avvenimenti in Irlanda e Inghilterra) avevano (al netto della violenza e del terrorismo) una spinta nazionalista/indipendentista, laddove con nazionalista io intendo = (o disegnino, se preferisci) persone che, native del luogo, combattono in armi contro chi ritengono stia occupando il loro suolo natio.

          • Chris LXXIX

            è come dire: “tra sunniti e sciiti non c’è una guerra di religione ma spinte nazionalistiche (???)”.

            Guarda che quello che continua a paragonare ‘Sunniti Vs Sciiti’ qui sei te, solo perchè secondo te in Nord Irlanda fu ‘Cattolici Vs Protestanti’ e basta, laddove io ho sottolineato (e a più riprese! Ma niente, non ce la fai) che, molti, in Nord Irlanda, presero le armi a prescindere da una differenza religiosa, per combattere per la causa nazionalista/indipendentista (giusta o sbagliata che sia, ora non importa).

          • Chris LXXIX

            Te lo spiego meglio, perchè forse non ci sono riuscito bene.

            ISIS

            Banda di delinquenti fanatici (saltati fuori in modo ambiguo e, ancor peggio, ‘supportati’ a più riprese da nazioni dalla condotta etico-morale un po’ dubbia) volti alla creazione di un delirante ‘Stato Islamico’ Sunnita.

            Chiunque (Islamici Sunniti compresi) non la pensi come loro, è un nemico/infedele/altri deliri ecc da uccidere.

            Colpiscono quasi dovunque (Europa, Nord Africa, Africa, Medio Oriente, a volte anche nell’Asia Islamica, tipo Mindanao, Filippine Meridionali) e usando qualunque mezzo.

            Non hanno una ‘collocazione’ identitaria/nazionale ecc in quanto uno è Egiziano, l’altro Tunisino, l’altro ancora Ceceno, uno Sudanese, quell’altro è Libico ecc addirittura ci sono, purtroppo, Europei convertiti a tale delirante-religiosa causa.

            Queste cose sono certo che le sai, ma ribadiamole lo stesso.

            Irlanda del Nord (e, di concerto, Irlanda e le bombe in Inghilterra).

            Si, hai ragione, abbiamo assistito a Cattolici, da una parte, contro Protestanti (dall’altra) ma, come ho già detto, non era una guerra di religione ‘e basta’, a 360°.

            L’odio e la violenza (perpetrata da entrambe le parti, e sempre e comunque sbagliata) scaturiva perchè chi Cattolico Nord Irlandese, vedeva la sua terra occupata dal Regno Unito, e non dal perchè “loro erano Protestanti”. Volevano l’indipendenza e il ricongiungimento con l’Irlanda in poche parole, e non un Nord Irlanda “Cattolico e basta” e “via i Protestanti”.

            Dall’altra parte, gli Unionisti (i Protestanti) intendevano mantenere lo Status Quo (ovvero il Nord Irlanda fedele alla Corona, politicamente e ‘spiritualmente’).

            Se permetti, però, c’è una leggera differenza, almeno a livello ideologico (ripeto, sempre violenza e terrorismo rimaneva, non si discute) con i vigliacchi assassini dell’ISIS, no?

            Inoltre, non so a te, ma a me non risulta che i Nord Irlandesi Cattolici uccisero i Protestanti di altre nazioni (quindi Tedeschi ecc)… la cosa, insomma, seppur seria, rimase confinata a quel lembo di terra (Nord Irlanda/Inghilterra) appunto perchè riguardava, in primis, un moto di ribellione/identitario/sovranista ecc

            Sciiti e Sunniti

            Odio religioso vecchio come il mondo (il mondo Islamico, intendo) che, purtroppo, affligge milioni di Islamici.

            La politica c’entra, in parte, in seconda battuta in questo caso – l’Iran, paese Sciita e potenza regionale e l’Arabia Saudita, paese culla dell’Islam Sunnita che, non potendosi sopportare, hanno colpe in tutto questo. Ma la divisione nasce da ben prima.

            Oh, non è colpa nostra se sono fuori di testa, eh.

          • Chris LXXIX

            Non ti ho risposto sul ‘Gender’, lo faccio ora.

            Fatti, parliamo di fatti. Non esiste un ‘terzo sesso’, mi dispiace. Esistono (come esistono in natura) uomini e donne, maschi e femmine (non consideriamo una rara, no, rarissima, % di ermafroditi).

            Trovo il tuo consiglio assurdo, perdonami: io so benissimo di essere uomo.

            Ho detto uomo, non etero (lo sono, comunque… ma lo sottolineo giusto per il piacere della conversazione).

            Già, perchè (e qui quasi nessun ‘destricolo’ o ‘Macho’, latino o meno che sia, ama dirlo) una persona, uomo, può essere Gay. E non c’è niente di male, ma rimane, appunto, un uomo. Un maschio.

            Solamente che sarà attratto, a differenza degli etero, da altri del suo stesso sesso. Altri, ovviamente, uomini.
            Stessa cosa per le lesbiche, ovvero donne attratte da altre donne.

            Il voler quindi creare, necessariamente e con l’uso di pronomi bizzarri ecc un terzo sesso, francamente è cosa che non esiste, secondo me, ma, non solo, rischia anche di creare IMO ‘dannose’ etichette. ‘Etichette’ che non servono assolutamente.

            Tutto qui.

          • vantguard

            Bravo!
            Ti riesce magnificamente di prendere a calci la logica.
            Confermo e ribadisco: non c’è altro da dire.

          • Chris LXXIX

            Infatti, non c’è altro da dire. Qui sono d’accordo. A meno che tu non riesca a dimostrare (con fatti) la chiara esistenza, in natura/biologia ecc, di un ‘terzo sesso’ oltre a uomo/donna.

    • Italo Balbo

      La differenza è che in Europa una critica delle lobby ebraiche è perseguita penalmente, in Italia è bastata la pubblicazione di un semplice elenco di nomi di ebrei influenti su un forum, Stormfront, per causare decine di arresti e mesi di detenzione in attesa di processo, per alcuni oltre un anno, di ragazzi incensurati. Negli USA ( per ora…) non succede.

    • vantguard

      Nouvelle droite?
      Ma non sono sempre quei manichini tragici e volgari che da cento anni a questa parte hanno collezionato una serie di reati lunga quanto quello della Mafia alla quale si ispirano.
      Guarda le ‘nobili imprese’ degli aguzzini ai quali ti sei votato anima e corpo. https://uploads.disquscdn.com/images/0cf1956e32bcfd3e85769e941c32fe1754a66f326d1919046d0be01acf003c1a.jpg

      • Rifle Leroy

        FAP FAP FAP
        Pensa ai tuoi kompagni antifa che muoiono come i vermi quali siete ad afrin ahah. Ciao zecca.

  • giuseppe 97

    parliamo chiaro i veri sinistroidi, sono un popolo di yes man. -Tu domani voterai ancora a sx qualsiasi cosa succeda.- Yes man!

    • Se77e

      Veramente, basta guardare al caso italiano, è sempre stato l’opposto, perchè le accuse in questo senso sono sempre arrivate da quella parte, ma se a lei piace pensare il contrario non le tolgo il piacere.

  • Se77e

    Insomma… questi sono rimasti alle teorie degli anni ’30, comprensibile quindi che votino un unineuronale come Trump.

    • Bazanga

      Trump ha 157 di QI,solo 5 punti sotto Einstein, il punteggio più elevato mai raggiunto da un presidente americano. La Clinton arrivava a 152, Obanana a 124, quindi ti conviene tacere che il mononeuronale qui mi sai che sei tu, sinsitro sottomesso con Qi basso. Sono dati che puoi trovare in rete, caro il mio ignorantone

      • Se77e

        Per cominciare il QI è un test completamente superato e comunque l’intelligenza su questioni complesse come quelle affrontate dalla politica non si misura certo con quei singoli problemini di logica. Penso che Trump sia sato valutato in lungo e largo dai suoi collaboratori ed i giudizi che sono usciti fino ad oggi sono impietosi.
        Intanto oggi le borse sprofondano grazie al palazzinaro newyorchese, anche se ha dovuto fare parecchia marcia indietro sui dazi che danneggeranno innanzitutto gli USA. Non passa giorno che questo ridicolo signore dimostra la sua stupidità.

        • Bazanga

          Ahahahahahahah sei un povero misero fallito che parla di cose che ignora. Impiccati e fai cosi un favore prima a te stesso che a noi

          • Se77e

            Come volevasi dimostrare, zero argomenti.

          • vantguard

            “sinsitro sottomesso con Qi basso”
            Potresti migliorare la tua ignoranza seguendo un corso di grammatica italiana, o quanto meno un corso sulla gestione della rabbia (lo stress uccide).

          • Bazanga

            Me la insegni tu animale la grammatica che non sai nenache cosa sia un errore grammaticale? Crepa tu e la tua famiglia, ti piace come inizio di un corso di autocontrollo della rabbia? :) Escremento umano sparisci

          • vantguard

            Tu non hai nemmeno la dignità per poter essere definito ‘escremento umano’.
            Controllo della rabbia? Prova con il vaccino….cane!

        • Claudio

          ma come, fino a pochi giorni fa dicevate che le borse in forte rialzo non dipendevano da Trump, che ci vogliono sempre un paio di anni per vedere i risultati… com’e` che quando le borse vanno in calo cambiate completamente idea, e dite l’opposto?

          • Se77e

            Esatto, quel rialzo era dovuto al ritorno dei capitali e non all’elezione di Trump, mentre il tonfo della settimana scorsa è direttamente dovuto all’annuncio dell’imposizione dei dazi da parte di Trump.

            Non lo dico io ma qualsiasi analista finanziario, anche i conservatori o quelli che hanno votato repubblicano.

          • vantguard

            Ma non credo che siano direttamente e completamente imputabili ai dazi, ma anche alle ritorsioni cinesi (che senz’altro non stanno lì fermi a guardare) e che posseggono buona parte del debito pubblico americano e che svolgono un ruolo aggressivo sui mercati.

          • Se77e

            Ovviamente anche a quelle, ma è chiaro che chi ha originato il casino è il palazzinaro newyorchese.

          • vantguard

            Lui?
            Chi muove i suoi fili di burattino….

          • Claudio

            ma il rientro dei capitali e` dovuto proprio ed unicamente alla politica di Trump, mentre il tonfo delle settimana scorsa e` stato recuperato, tanto che le analisi generali dello stock market USA riportano il piu’ lungo periodo di crescita degli ultimi 20 anni…
            hai scritto l’obituario un po’ troppo presto

          • Se77e

            No, il ciclo di crisi è finito prima dell’elezione di Trump.

        • Mario Trieste

          Che pagliacciate che scrivi, la borsa americana nel primo anno di Trump ha battuto ogni record, era dal 1945 (e non un anno a caso) che non si vedeva un anno così! Che ora wall street abbiano un ritracciamento è fisiologico e positivo!

          • Se77e

            La pagliacciata è credere che la crisi finisca solo con l’annuncio di una candidatura politica o prima ancora che l’eletto possa mettere in pratica il proprio programma.

          • Mario Trieste

            E chi l’ha mai detto?

      • vantguard

        “Trump ha 157 di QI”
        Ma non fare ridere…..
        se lui ha 157 S. Hawkings ne avrebbe 200.000…..
        se ha 157 è perchè le ha contate in Euro mentre il suo QI era in Lire.

        • Bazanga

          Non è negando la realtà e i dati disponibili in rete (i test dei Qi e i risultati sui presidenti degli USA esistono e vengono confermati da istituti seri) che potrai distorcere la stessa alla tua volontà. Sei poco intelligente, non occorre un test per capirlo, bastava che ti cercassi i dati in rete ma non ce la fai, ti capisco

  • Andrea B

    Credo che l’opposizione all’ elites negli USA si esprima anche NON necessariamente tramite questi suprematisti bianchi.
    Basti pensare all’espressione “RINO, “repubblican in name only” coniato dagli stessi elettori repubblicani verso quelle personalità politiche del loro stesso partito, colpevoli di non essere realmente repubblicani…soprattutto nel campo della fiscalità e nel garantire il possesso secondo Costituzione delle armi ai cittadini, argomenti che toccano l’elettorato dell’America profonda molto di più che altri.
    Ho potuto leggere del dibattito sviluppatosi mesi addietro in Montana, quando il governatore repubblicano propose di varare per quello stato l’introduzione dell’IVA del 1,5%- 2% sugli acquisti (adesso è ZERO, non l’hanno ! ) e del clima rovente che ne derivò nell’elettorato… i pochi “possibilisti” richiedevano in cambio una drastica riduzione della tassa di proprietà sulla casa o della tassazione sui redditi ( attualmente attorno al 18 %).
    Da qualche tempo seguo su FB la candidatura alle primarie per la carica di Governatore dell’Arkansas di Jan Morgan, contro il candidato ( e governatore in carica ) espresso dall’establishment del partito repubblicano.
    Jan Morgan che, tra le altre cose, è proprietaria di un poligono di tiro ( un paio di anni fa divenne famosa perché dichiarò che il suo poligono e i suoi corsi erano off limits per i musulmani, perché non riteneva giusto che possibili nemici si addestrassero a sparare…) riscuote molto successo tra chi vede i repubblicani attuali troppo distanti dal popolo e attenti solo a foraggiare un “big government” troppo esoso in termini di fiscalità e libertà dei cittadini … per non cambiare, i maggiori strali vengono lanciati contro i repubblicani che “osino” alzare le tasse ( magari un 0,5 % in più di accise sui carburanti) o che propongano limitazioni il porto libero delle armi.

  • giuseppe brunetti

    Ma questi dell'”Alt Right” invece di INFILTRARSI nel GOP come ha fatto Trump perchè non si presentano da soli alle elezioni? Forse perchè sanno che non arriverebbero da nessuna parte?

    • vantguard

      Il loro ‘modus operandi’ è la corruzione: se formano una formazione politica che fanno? si corrompono tra di loro?
      mentre invece, in mezzo agli altri, si getta l’amo e qualcuno lo si pesca sempre.

  • eusebio

    Speriamo che l’aria di identitarismo che tira negli USA ammazzi definitivamente il globalismo, risvegliando gli istinti di autoconservazione dei popoli europei.
    Purtroppo nel Regno Unito sembra che i globalisti abbiano definitamente vinto e che i bianchi se la stiano svignando per evitare terrorismo, sharia e stupri etnici.
    Gli israeliani in fuga da guerre e miseria scappano in Canada, i boeri in fuga dal genocidio sudafricano se ne vanno in Australia, i britannici bianchi scappano nell’uno e nell’altra.
    Che cavolo l’hanno fatta a fare la brexit?

    • vantguard

      Scusa: che ci vanno a fare gli israeliani in Canada?

    • Chris LXXIX

      Gli israeliani in fuga da guerre e miseria scappano in Canada, i boeri
      in fuga dal genocidio sudafricano se ne vanno in Australia

      Gli Israeliani non fuggono affatto da guerra e miseria. Ti sembra forse che Israele sia un paese in miseria? Hai visto il livello tecnologico che hanno, e (in proporzione) il loro numero di ingegneri?
      Se gli Israeliani vanno in Canada, sarà quindi per turismo o quant’altro, ma di sicuro non perchè scappano dalla miseria.

      Per quanto riguarda invece una ipotetica situazione di guerra, loro (gli Israeliani) sono ben ‘vaccinati’, sanno come affrontare uno scenario del genere, credimi.

      Forse ti riferisci agli Ebrei, che so, Francesi, che, di fronte agli ultimi episodi di antisemitismo ecc stanno pensando di trasferirsi in Israele.

      I Boeri? La stragrande maggioranza di loro è ancora in Sud Africa, ma è vero quello che dici a proposito del massacro delle genti Boere e del (relativo) silenzio nei media Occidentali.

      Purtroppo non si riesce a capire che, poco importa chi o il colore della pelle, con massacri, vendette e rivalse si arriva solo a una spirale di altra violenza e basta.

  • bruno

    Gli usurpatori dei veri Nativi nobile popolo di guerrieri nomadi in armonia con il Grande Spirito sono loro i disgustosi ciccioni mangiaspazzatura percolato d’Europa

  • enricodiba

    La cosa divertente è che anche i neri votano Trump e i latini.