OLYCOM_20170123123939_21942496

Cristiani perseguitati, nel mondo sono 215 milioni

Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille stuprate, 33.255 vittime di abusi fisici o psicologici, 1.240 costrette a sposarsi con la forza. Sono alcuni dei numeri sconvolgenti della persecuzione anti-cristiana nel mondo, contenuti nel rapporto annuale World Watch List 2018, stilato dalla associazione internazionale Porte Aperte, Onlus che dal 1955 si occupa di sostenere i cristiani perseguitati. Oltre 215 milioni quelli oppressi in ragione della loro fede, secondo il rapporto che prende in esame il periodo compreso tra il novembre del 2016 e la fine di ottobre del 2017.

cristiani_perseguitati_strip-1

L’odio anti-cristiano nel globo cresce anche quest’anno in termini assoluti. È questo il primo triste dato contenuto nel documento. Violenze e vessazioni sono in aumento in Corea del Nord e in Afghanistan, che si riconfermano alla guida della classifica dei dieci Paesi in cui il grado di persecuzione è considerato estremo. Un record, questo, che Pyongyang detiene da ben 16 anni consecutivi. Bollino rosso anche per Somalia, Sudan, Pakistan, Eritrea, Libia, Iraq, Yemen, Iran ed India. Il Pakistan è il Paese dove la persecuzione anti-cristiana assume le forme più violente. Anche la vicina India scala la classifica, guadagnando otto posizioni rispetto al 2017, a causa della crescita del radicalismo indù. In questo Paese chi professa la fede in Cristo viene relegato ai margini della società, detenuto, minacciato o addirittura ucciso. Più di 24mila cristiani sono stati aggrediti fisicamente in India soltanto lo scorso anno. Anche il Nepal segue lo stesso trend, entrando per la prima volta nella black-list. Tra le new entry del 2018 c’è anche l’Azerbaigian, Paese in prevalenza musulmano in cui il grado di persecuzione nei confronti dei cristiani è stato stimato come “alto” dai ricercatori di Porte Aperte.

Nonostante la sconfitta dell’Isis in Siria e in Iraq “l’oppressione islamica”, secondo il rapporto, “continua ad essere la fonte principale di persecuzione dei cristiani” nel mondo. Ciò è dovuto ad alcune tendenze definite preoccupanti, come la radicalizzazione delle aree dove l’Islam è la religione più diffusa, tra cui l’Africa occidentale, orientale e del Nord, e l’espansionismo islamico in zone tradizionalmente non musulmane, come l’Africa sub-sahariana, l’Indonesia o la Malesia. Tra le principali dinamiche persecutorie c’è anche il nazionalismo religioso, che cresce anche nel mondo buddista, in Sri Lanka, Buthan e Myanmar. Il nazionalismo ideologico è la principale fonte di soprusi in Cina, Vietnam e Laos, mentre è la “paranoia dittatoriale” a spingere il regime eritreo e quello nordcoreano ad accanirsi contro i cristiani.


Gli Occhi della Guerra sostiene i cristiani di Aleppo. Se anche tu vuoi farlo Dona online o tramite bonifico
Iban: IT67L0335901600100000077352 Banca Prossima
Causale: ilgiornale per i cristiani

Per conoscere tutti i progetti per aiutare i cristiani di Aleppo, guarda qui


 

Secondo i numeri forniti dall’organizzazione, attualmente un cristiano ogni 12 è seriamente perseguitato nel mondo. Dal novembre 2016 all’ottobre 2017, 3.066 fedeli sono morti da martiri per non rinnegare il proprio credo. Non sono mancati neppure gli attacchi alle chiese, alle abitazioni e ai negozi cristiani: 15.540 sono quelli presi di mira lo scorso anno. Cifre inquietanti che purtroppo, spiega Cristian Nani, direttore di Porte Aperte, “sono da considerare punti di partenza poiché potenzialmente enorme è la realtà sommersa dei crimini non denunciati o non registrati”. Uno scenario cupo, dunque, dove non manca, tuttavia, qualche barlume di speranza. Un calo notevole della violenza contro i cristiani è stato riscontrato dagli analisti in Siria, nazione che dopo la sconfitta dell’Isis sul terreno è uscita dalla top ten dei Paesi più intolleranti.

  • venzan

    Parte di questi sarebbero da accogliere e non musulmani, nel modo più assoluto.

  • potier

    a quanto pare non se ne preoccupa neppure molto “sua Santità” …

    • Georgi Mihaylov

      se ne preoccupa ma per quelli sbagliati i musulmani ! LoL
      il papa ha sbagliato lavoro! doveva studiare per diventare imam! mannaggia…

      • potier

        un Papa del genere, solo un paio di secoli fa lo avrebbero già affogato nel Tevere … non si è mai visto un papa essere cosi più enormemente compassionevole e arrendevole nei confronti degli islamici piuttosto che con i Cristiani … inoltre di teologia, a sentire chi ne capisce qualcosa, non ne capisce un fico secco … quello sarebbe ad essere generosi adatto solo a fare il curato in qualche sperduta parrocchia tra qualche inaccessibile e isolata montagna …

    • virgilio

      questo papa e un frokio come te lui fa solo quello che gli dicono gli USraeliani,
      cosi ha fatto anche prima di diventare papa in Argentina con i “deparesidos”
      ed e per quello che poi lo hanno promosso papa!

  • eaglerider

    Nooooo ! Che dite ! Ci sono perseguitati cristiani ????? Avrete letto male ! L’Imam Francesco non ce ne ha parlato !

  • Ramsmeat

    L’Europa post-cristiana, anche se più corretto sarebbe definirla anti-cristiana, che fonda le sue radici e la sua storia sulla tecnica fine a se stessa, sai quanto se ne cura dei cristiani?
    L’importante è fomentare un lento genocidio degli europei e far perdere le conquiste ottenute.
    Tutti futuri schiavi sottopagati e stupidi soggiogati dal pedofilo assassino che s’inventò d’aver parlato con Dio, che oggi sappiamo essere Satana.

    • Fra Birk

      Provocare i musulmani non migliora la situazione dei cristiani di cui non sei il portavoce.

      • Ramsmeat

        Nemmeno sottomettersi per paura come fai tu non aiuta i cristiani, dei quali non sei il portavoce.

        • Fra Birk

          Provocare i musulmani è un segno di debolezza, e tu sei debole.

          • Ramsmeat

            I musulmani provocano tutti e mi pare che il debole sia solo tu, timoroso pure di avere un’opinione. Quelli come te fanno avanzare i nemici della libertà e dello sviluppo.

          • Fra Birk

            Insultare i musulmani è la profezia che si auto-avvera, cioè usare mezzi sporchi.

          • Ramsmeat

            Evidentemente fai un po’ di confusione tra vari concetti. Sta di fatto che non sono insulti, bensì la cruda realtà: Maometto era un assassino ed un pedofilo e se è considerato la migliore di tutte le creature, beh, è tutto dire.
            Leggi il corano e tutto si paleserà avanti a te.

          • Fra Birk

            Con questa tua espressione sei, secondo la legge italiana, fuorilegge. Quindi cosa vuoi insegnare a chi?

          • Ramsmeat

            Come no, fuorilegge. Sei uno dei sedicenti moralisti sinistrorsi che odiano la libertà di pensiero?

          • Fra Birk

            Informati, non puoi offendere altre religioni. Ti dai un sacco di arie ma non conosci la legge italiana.

        • Zeneize

          È un povero essere, un cosiddetto troll, alla disperata ricerca di attenzione. Non porta la voce di nessuno, a meno che qualche fesso lo paghi per il suo, peraltro pessimo, lavoro.

      • Zeneize

        Mi piacerebbe averti qui e convincerti fisicamente a comportarti bene, sai come ti si gonfierebbe il faccino?

        • Fra Birk

          Non hai te stesso?

  • best67

    col pampero che pensa a chiedere scusa agli islamici rohingya,perseguitati da buddisti governati da un premio nobel per la pace!

  • Giovanni Zanon

    L’indifferenza della parte cristiana benestante ed occidentale del pianeta sul fenomeno della persecuzione dei cristiani del medio ed estremo Oriente, costituiti da minoranze in quei paesi, da parte delle sette maggioritarie islamiche, induiste o buddiste, fa realmente venire un moto di repulsione per la nostra codardia. Nessun stato europeo o americano o altro che dica chiaramente basta contro questo agire criminale! Nessuno richiama all’ONU questi paesi assassini, inchiodandoli alle loro responsabilità di mancata difesa dei diritti delle minoranze religiose. Ne va degli affari dei contratti, del business e avanti così allora. D’altra parte il Papa , il Vaticano nulla dicono di più se non “preghiamo per loro” grande ipocrita questo Papa. Cosa hanno paura che facciano ancora di peggio quegli stati assassini contro i loro cittadini cristiani? Tacendo e minimizzando non si fanno gli interessi di queste povere popolazioni, e tanto meno le si difendono. Solo gridando la verità sui loro crimini e denunciandone gli abomini si difende il Vangelo di Cristo.

    • Ramsmeat

      L’Occidente ha dubbi sul suo orientamento sessuale, figuriamoci se può definirsi ancora Cristiano!

      • Fra Birk

        Questo atteggiamento aiuta i non cristiani.

        • Ramsmeat

          Purtroppo è un dato di fatto. Quando l’Europa perderà tutto ciò per cui ha lottato nella sua storia, forse, rinsavirà.

          • Fra Birk

            Piuttosto in Russia dove l’Islam sta avanzando.

          • Ramsmeat

            I Russi sanno come difendersi. Non sono come noi, forti coi deboli e deboli coi forti, oltre che capaci di demolire la nostra cultura e tollerare barbarie mai viste prima.

          • Fra Birk

            Sono chiacchiere, in Europa non ci sono regioni con maggioranza musulmana. Sono quindi chiacchiere, le tue, che favoriscono i musulmani.

          • Ramsmeat

            Le mie chiacchiere non sortiscono alcun effetto e, pur non essendovi regioni con una schiacciante maggioranza, nelle zone dove sono numerosi c’è odio e degrado.

          • Fra Birk

            Insultare i musulmani è provocarli, evocare regioni europee con quasi maggioranza musulmana è mentire.

          • AlbertNola

            Per insultare un musulmano ci vuole poco, sono o fanno sempre gli offesi. Per i musulmani ogni occasione è buona per scatenare una guerra (santa).

          • Fra Birk

            Il tipo qui sopra è un musulmano.

          • Ramsmeat

            Hai finito di ripetere sempre la stessa cavolata?

          • Fra Birk

            La domanda va fatta: sei musulmano?

          • Ramsmeat

            La contro domanda va fatta: ci fai o ci sei?

          • Nico Pico

            Cioè stai dicendo che non esiste la finzione? Non dico che stai fingendo, ma non puoi escludere musulmani che si fingono cristiani e ancora meno quando leggi i commenti contrari alle leggi e usanze cristiane.

          • Ramsmeat

            Sono cristiano praticante. Nessuna finzione e sono orgogliosamente europeista, ma non per un’Europa senza radici, stupidamente “multietnica e multiculturale” e fondata su una moneta, ma sui veri europei, sulla cultura europea nel suo insieme e soprattutto quella greco-romana e cristiana. Un’Europa che ama le sue radici e che punta sulla cultura, non sul terzomondismo.

          • Nico Pico

            Cioè devi salvare la CASA e menzioni il suo colore (l’euro)?

          • Ramsmeat

            Rileggi bene perché sento puzza di analfabetismo funzionale.

          • Nico Pico

            Cristianesimo da salvare, punto. Il leader spirituale non mi piace? Lo penso ma lo difendo. Europa da salvare, punto. La moneta non mi piace? Lo penso ma la difendo. E quindi sono io che sento odore di falsità.

          • Ramsmeat

            Difendere il Papa non vuol dire che non lo si possa criticare. L’euro dico solo che non può essere il fulcro dell’Europa ma una moneta unica, se ben organizzata, è una buona cosa.

          • Nico Pico

            Sbagli: siamo una famiglia che come tale DEVE lavare i panni sporchi in casa propria. I musulmani insegnano.

          • Ramsmeat

            Certo, ma resta il fatto che se il Papa dice imprecisioni a livello teologico lo si deve riprendere. Quando a livello politico va a favorire gruppi palesemente ostili va ripreso, criticato.

          • Nico Pico

            Può darsi circa il Papa, ma la Chiesa cattolica è un colosso che procede come un treno merci su rotaia. Chi la guida non può cambiare il suo percorso.

          • Ramsmeat

            Ma può deragliare.

          • Nico Pico

            Non la Chiesa cattolica, che è anche un colosso economico con milioni di impiegati e milioni di immobili.

          • Emilia2

            Io ho detto: CI SARA’ una maggioranza musulmana. Cmq, anche senza essere maggioranza, i musulmani (non tutti, ma molti di loro) in Europa si comportano male. In certi quartieri della GB o della Svezia la stessa Polizia preferisce non entrare.

          • Fra Birk

            Tu sei anche Ramsmeat? Circa la polizia che non entra in quartieri abitati da musulmani, hai prove?

          • Emilia2

            In Europa non ci sono regioni a maggioranza musulmana… per ora. E nella Federazione Russa la maggioranza degli islamici sono Tartari, abbastanza laici.

          • Fra Birk

            Stai mentendo perché la Federazione Russa ha alcune repubbliche con maggioranza musulmana.

          • Emilia2

            Non ho detto che non ci sono i musulmani; ho detto che molti sono Tartari, educati a un certo laicismo ai tempi dell’Unione Sovietica. Poi, in Cecenia ecc. sono invece sorti movimenti estremisti e violenti (probabilmente anche sobillati e foraggiati da Arabia e USA), che fortunatamente l’esercito russo, da quando e’ andato al governo Putin, e’ riuscito a tenere sotto controllo.

          • Fra Birk

            Anche tu sei musulmana?

          • AlbertNola

            I musulmami non faranno a tempo a essere maggioranza in Italia, la concorrenza dei neri africani è molto forte: fra pochi anni saranno loro la maggioranza!

          • Emilia2

            Egregio, anche molti neri africani sono musulmani, e comunque averli come maggioranza in Italia, dato il loro livello di civilta’ piuttosto basso, non mi conforta.

          • AlbertNola

            È una tragedia! Per la seconda volta nella storia subiamo un’invasione epocale e la distruzione della nostra cultura, elevatissima, ma decadente al massimo livello(femminismo, gendarismo, consumismo, denatalità, ecc. ecc.).

          • Emilia2

            Il consumismo non e’ poi cosi’ male. Bisogna sempre essere poveri?

          • AlbertNola

            Quando eravamo poveri non ci invadeva nessuno.

          • Emilia2

            Nel Medio Evo abbiamo subito un sacco di invasioni.

          • AlbertNola

            È vero, in Russia non ci sono processi contro islamisti, questi vengono giustamente eliminati prima. Ma in Russia abbiamo da una parte i veri russi che si ubriacano e non fanno figli, dall’altra ii musulmani che non bevono e si riproducono velocemente, crescono numericamente di giorno in giorno. Il futuro della Russia è islamico!

        • Zeneize

          tu aiuti le industrie di cibo per vermi.

          • Fra Birk

            Esistono? Non lo sapevo.

    • virgilio

      il solo che fa ancora qualcosa per loro e ancora Putin!

      • Fra Birk

        Dove e come?

    • Emilia2

      Vero per le “autorita’” occidentali. I comuni cittadini non possono fare niente, per non essere accusati di “fascismo, razzismo ecc.

  • dottor Strange

    essere cristiani in determinati Paesi significa essere coraggiosi. a loro tutta la mia simpatia, a buona parte della gerarchia italiana tutto il mio disprezzo

  • Sanzio Sacenti

    A quanto pare a lui interessa solamente salvare ed accogliere tutti i mussulmani e non gli interessa nulla dei cristiani perseguitati, forse è solo per paura e codardia…

  • bruno

    Il cristianesimo ha portato la demolizione e trasformazione dei bei tempi pagani a Roma, il regresso culturale, la sessofobia, l’omofobia, il medioevo, la peste, i roghi degli eretici, l’abiura di Galileo, fanno bene i non cristiani a perseguitare questi pazzi esaltati