LAPRESSE_20180124131624_25531938

Cina, la Chiesa adesso rischia un nuovo scisma

Il Vaticano ha chiesto a due vescovi legittimi di fare un passo di lato per favorire la nomina di altri due presuli, che però risultano essere illegittimi, ma contigui al governo cinese. La notizia è stata rilanciata da Asia News. “Lo scorso dicembre – ha scritto l’agenzia citata – mons. Pietro Zhuang Jianjian di Shantou (Guangdong) è stato obbligato ad andare a Pechino dove “un prelato straniero” del Vaticano gli ha chiesto di lasciare la cattedra al vescovo illecito Giuseppe Huang Bingzhang”. La medesima richiesta, poi, è stata fatta lo scorso ottobre a Mons. Giuseppe Guo Xijin, che da vescovo ordinario dovrebbe diventare l’ausiliare di un illegittimo. L’intento, pare chiaro, è quello favorire il dialogo tra la Chiesa cattolica e l’autorità governativa della Cina accondiscendendo a qualche richiesta proveniente da quest’ultima. Ma non a tutti sta bene. Il governo cinese, d’altro canto, ha tutto l’interesse a rimuovere due vescovi “sotterranei”, cioè due difensori della fede cattolica ostili per dottrina e convinzione all’assolutizzazione ideologica. 

Il cardinale Zen, che è un esponente di spicco della Chiesa cinese, sarebbe stato in qualche modo “esautorato” dal processo decisionale in questione. Il porporato, che è l’arcivescovo di Honk Kong, ha scritto una lettera sul suo blog, che è stata rilanciata da più di una fonte giornalistica. Poche, in realtà, considerando la portata della notizia. “Francesco – ha scritto Sandro Magister sul suo di blog – gli ha risposto d’aver dato ordine di “non creare un altro caso Mindszenty”, alludendo all’eroico cardinale primate d’Ungheria che nel 1971 fu obbligato dalle autorità vaticane a lasciare il suo paese, nel 1973 fu rimosso dalla sua carica e nel 1975 fu sostituito da un nuovo primate gradito al regime comunista”. Zen, insomma, ha sostenuto in qualche modo di essere stato “avvisato” dal pontefice sulle conseguenze di una eventuale e strenua resistenza alle mosse cinesi del Vaticano. Un retroscena che fornirebbe la prova definitiva di un clima molto teso e per nulla dialettico. 

“In questo momento cruciale e a causa della confusione che regna nei media – ha scritto nella missiva il cardinale di Honk Kong – conoscendo in modo diretto la situazione di Shantou e in modo indiretto quella di Mindong, mi sento in dovere di condividere la mia conoscenza dei fatti, affinché le persone sinceramente preoccupate per il bene della Chiesa possano conoscere la verità a cui hanno diritto. Sono perfettamente cosciente che, facendo ciò, sto parlando di cose che tecnicamente sono qualificate come “confidenziali”. Ma la mia coscienza mi dice che in questo caso, il “diritto alla verità” dovrebbe superare ogni “dovere di confidenzialità”. Zen, quindi, ha deciso di “vuotare il sacco”, prescindendo dalla natura confidenziale delle notizie rivelate.

“Nonostante il pericolo di essere accusato di rompere la confidenzialità – ha ribadito il cardinale – ho deciso di dirvi quanto sua Santità ha detto: “Sì, ho detto loro [i suoi collaboratori nella Santa Sede] di non creare un altro caso Mindszenty”! Ero là alla presenza del Santo Padre, in rappresentanza dei miei fratelli cinesi nella sofferenza. Le sue parole dovrebbero essere ben comprese come una consolazione e un incoraggiamento più per loro che per me”. Pur dichiarando assoluta fedeltà al pontefice della Chiesa cattolica, il cardinale Zen sembra non essere intenzionato a “mollare la presa” sulla vicenda Si è dichiarato “fiero”, del resto, di rappresentare “un ostacolo” a quella che ritiene essere una vera e propria “svendita” della religione cattolica al governo cinese. Una specifica posizione assunta da quest’ uomo di Chiesa, infine, è destinata a far discutere più delle altre: per il cardinale Zen, la cosiddetta “Chiesa indipendente”, cioè quella patriottica e resistente al Vaticano, è una realtà scismatica. Bergoglio, insomma, si starebbe appoggiando a quest’ultima persino preferendola a quella riconosciuta dalla Chiesa di Roma. Le conseguenze derivanti da quanto evidenziato potrebbero sembrare banali e circoscritte alla nazione asiatica, ma data la situazione di divisione dottrinale vissuta dalla Chiesa, verrebbe da consigliare di mantenere gli occhi fissi sulla Cina. Un effetto domino, per quanto solo ipotizzabile, non è del tutto escludibile dal paniere delle ipotesi. 

Ma il Vaticano nega

Greg Burke, direttore della sala stampa vaticana, ha però replicato alle notizie sulle presunte difformità di pensiero tra il Papa e i suoi collaboratori sulle questioni cinesi dicendo che il Santo Padre viene da loro informato in materia fedele e particolareggiata sulla situazione della Chiesa Cattolica in Cina e sui passi del dialogo in corso tra la Santa Sede e la Repubblica Popolare Cinese, che Egli accompagna con speciale sollecitudine”.

  • gianni cristiani

    Un papato estremamente impopolare. Prese di posizione inaccettabili. Vuotare le chiese per fargli capire che deve andarsene.

  • honhil

    La tensione tra Cina e Chiesa cattolica c’è sempre stata e sempre ci sarà. Ma nessun papa prima di Francesco aveva sottoposto gli interessi della Chiesa al suo modo discutibile di fare politica.

  • dante salme

    Eresiarca ed apostata, cos’altro ci si può aspettare da questo tupamaro? Exsurge, quare obdormis Domine?

    • AlbertNola

      Niente, caro dante salame.

    • Gioachimo Liera

      I tupamaro erano Venezuelani

      • Mario Antonio Mozzato

        Non, i tupamaro erano i Uruguayani. Il ex presidente Josè Mujica era uno Tupamaro terrorista…

        • Antonello

          E la moglie giudea nobile……

  • Gabriella Trasmondi

    è satana vestito di bianco ……

    • AlbertNola

      Non ci credo, cara Tramonti.

  • dagoleo

    Sarà ricordato come uno dei peggiori Papi della Storia. Per avere un Papa così è meglio non averlo proprio.

    • Antonio Pietro

      Da chi sarà ricordato come peggiore? Da chi non è vero cattolico.

      • dagoleo

        Questo papa non è un vero cattolico e stà cercando di imprimere alla chiesa di roma un svolta luterana. Ma non ci riuscirà.

        • Ale Ale

          Cosa c’entra Lutero? Semmai è un’altro degli errori dei papi cattolici: nel caso di Lutero rifiutarlo quando ha cercato di evidenziare le eresia extraevangeliche della Chiesa Cattolica del tempo. In questo caso un arretramento difronte alle “bestie apocalittiche” come il Dragone che porta la prostituta amata dai mercanti e all’Islam.

          • dagoleo

            Lutero si è fatto usare dai principi tedeschi per togliere alla chiesa tedesca ricchezze e proprietà.

            Durante la seconda guerra nessun prete cattolico ha aderito alle idee naziste sulla superiorità della razza ariana.

            Migliaia di religiosi protestanti hanno invece aderito appieno alle idee naziste, sostenendole ed appoggiandole, in particolare a quelle razziste ed antiebraiche.

        • Antonio Pietro

          E tu che giudichi il Papa e implicitamente dici che i cardinali hanno votato per uno che non è un vero cattolico…saresti il vero cattolico. Diremo da oggi che Dagoleo è l’unico vero cattolico al mondo. Se vuoi…e ti sta bene, accontentati!

          • dagoleo

            Questo Papa non si inchina mai davanti all’eucarestia.
            Secondo lui chi si è macchiato di aborto con una semplice confessione ritorna pulito e lindo come dopo la lavatrice.
            Gli unici sacerdoti che riescono a scacciare i demoni dai corpi di persone possedute sono quelli cattolici, quelli ortodossi ed i rabbini ebraici.
            Gli Imam islamici, i buddisti, gli hindù non ci riescono e neppure i sacerdoti protestanti.
            Questo cosa può voler dire ?

          • Antonio Pietro

            E che vuoi dire? Che il Papa non è Papa? Giuridicamente è stato canonicamente eletto. Essendo il Papa é stato scelto da Dio. Questa è la fede della Chiesa.

          • dagoleo

            Anche Alessandro VI Borgia venne eletto PAPA. E sappiamo quante ne combinò. Il Vaticano divenne un Postribolo. Solo per dire un nome.

        • cir
          • dagoleo

            Grazie CIR. Dobbiamo difendere da Chiesa da questo impostore che il Signore ci ha inflitto per le nostre colpe.

  • luca123

    Beh io sono Cattolico ,queste cose ai cattolici non dovrebbero interessare. Per me è sempre giusto quello che dice papa Francesco .Bisogna smettere di polemizzare sempre. La religione non è politica. A volte nella Chiesa bisogna fare delle scelte diplomatiche per ‘tessere’ buoni rapporti con stati molto lontani da noi. Attenzione che i capi cinesi potrebbero poi rivalersi sui cattolici in Cina

    • Anna Cordone

      Ricorda che Gesù si è fatto mettere in croce. Poco diplomatico allora ? se Gesù a suo tempo avesse fatto scelte “diplomatiche” non sarebbe morto in croce. Che ne dici ?

      • Antonio Pietro

        Cristo è nel mistero. Se non fosse morto e risorto ..nessuna salvezza per noi. Ora il Papa, come Vicario, sa ciò che deve fare. Semplici come le colombe e furbi come i serpenti…

        • luca123

          Quando scese sulla terra Dio suo padre gli assegnò il compito di creare il Regno di Dio sulla terra e diffondere i suoi insegnamenti .Morire e poi Resuscitare era già scritto e Lui l’ha sempre saputo. Morire e sconfiggere la morte era necessario per dare veridicità alla sua Parola. Doveva portare un messaggio di salvezza dopo la morte. Doveva portare l’esempio donando la vita stessa. Ora la Chiesa a un altra missione, quella di sopravvivere ai potenti e difendere i cristiani e sconfiggere la povertà . Il Papa non può morire e poi risorgere…

        • Anna Cordone

          Spero che sia come dici te riferito a semplici come le colombe e furbi come i serpenti …

      • Antonio Fasano

        Infatti non si è fatto mettere e nemmeno è morto!

        • Zorz.zorz

          Buona sera.Per voi il Cristo ha fatto due miracoli infantili e se ne é andato senza sacrificio.Il nostro simbolo è la croce,un motivo c’è.Il vostro è il jihad.Il nostro martire è colui che si immola per l’altrui salvezza,il vostro per l’altrui morte…un po’ di differenza c’è…saluti

        • AlbertNola

          Gesù è vivo nei nostri cuori!

    • Maurizio Muscas

      Certo Nonn avrebbero nemmeno dovuto scomunicare Entico VIII e che idioti Tommaso Moro, cardinal Fisher ed i martiri di Tyburn sbudellati vivi! Il Papa non deve tradire la Verità e il Gregge affidatogli. Pietro dev’essere, non Giuda

    • Gioachimo Liera

      Caro Luca permettimi di non essere d’accordo ne ora ne mai. Il gesuita Bergoglio si è curato dei poveri nel fisico e nell’anima ed è giusto….ma ciò è ed era l’Argentina…..che forse non conosci ma è composta da popolazioni indios ed altre di origine anche Europea… ridotti alla fame ancestralmente e solo il Peronismo socialista ha fatto dei passi per aiutarli…gli altri governi che si sono succeduti hanno portato fame, guerra e svalutazioni disastrose…. da qui anche la fuga degli immigrati Italiani al ritorno in Italia.
      Con ciò Bergoglio che nulla ha a vedere con S. Francesco non ha nessun dialogo ne con la natura ne con gli uccelli e questo sua pseudo rinuncia gesuita mal si sposa con la vita sociale evolutiva di paesi Europei che non conosceva.
      Evocare l’arrivo di orde barbariche nere e Islamiche ha indotto il paese a non credere nelle facoltà mentale di quest’uomo e neppure della sua intelligenza perchè l’economia è il fondamento della nostra società che non può dimenticare i suoi momenti difficili. E se i nostri governi recenti hanno sposta la politica delle porte aperte questo non deve in nessun caso confondere che senza benessere non si può aiutare nessuno ne ora ne mai.
      L’odio che ha generato da questa esacerbata situazione non lo fa amare e lo fa allontanare del calore umano, sociale e cndiziona quello religioso.
      Sono cristiano e praticante e rimango tale…. attendendo l’avvento di un nuovo Papa…. ma Bergoglio si occupa di popolazioni dell’Asia e piange con loro, va al Cairo e sposa l’Islam quando saggi papi ne contestano (diciamo) la durezza e la violenza di queste orde barbariche che ricordano i Vandali di romana memoria. L’enciclica espressa malissimo, la condanna dei omo-pederasti e avventori dei mali non osservati in modo trasparenti,…e la dimenticanza della sofferenza di 7 milioni di Italiani che condanna all’indigenza senza sollecitazioni politiche….ricordandosi e ricordando che i valori intrinsechi sono la ragione della fede e la ragione di stato…chiare, divise, nette .come Gesu’ tanto ci ricordo nelVangelo…..e questo uomo non ne fa mai menzione….osserva solo i suoi exploits montali a sfondo giornalistico…….

      • Antonio Pietro

        Caro Liera, abbi fiducia nel Papa che è Pietro ed ha una assistenza particolare da parte dello spirito Santo. Non avere paura…Il capo della Chiesa è Cristo. Francesco ne è il Vicario.

        • Gioachimo Liera

          Caro A.Pietro…se hai ben letto sono e rimango tale…..ma questo Vicario è inetto e nessuna parola ne ora nei mai sulla morte di 100 m di cristiani per mano di assassini Islamici…auspico che tu legga le parole di altri Papi più saggi.
          Mi conforta solo il fatto che nella vita ci sono Medici, Ing. politici, ecc… migliori e che questo Papa è solo distruttivo nella fede e nella mente della cristianita’ ,
          Coridalmente

          • Antonio Fasano

            Assassini Islamici? Ma non lo sai che un vero seguace di Cristo deve necessariamente essere Islamico come Gesù stesso?

          • Zorz.zorz

            Buona sera .Non mi spieghi la storia di Abramo….Questa di Gesù islamico mi è nuova….

          • AlbertNola

            Antonio è un po’ di tutto: è un comunista cristiano islamico-buddista.

          • Antonio Pietro

            Vedi il problema non sta nel giudicare il Papa come se fosse un politico. Il Papa è il segno dell’unità dei cattolici. E’ la roccia come Pietro. Questa è la promessa dal Capo della Chiesa del quale il Papa è Vicario. Questa è la fede. Non confondere qualche comportamento che non ti piace con il fatto essenziale del ruolo del Papa. E’ come se un figlio negasse la paternità di suo padre perché non concorda su temi anche importanti con il padre.Resta figlio e l’altro resta padre.

          • Maurizio Muscas

            Abbiamo due Papi. Un Antipapa e Papa

          • Emilia2

            Gia’ nell’800 la Chiesa aveva stabilito che l’infallibilita’ del Papa riguardava solo il dogma, non certo i temi politici.

          • Antonio Pietro

            Certamente. Resta il Papa….

          • Emilia2

            E fa venire molta voglia di cambiare religione

          • Emilia2

            Di piu’, questo Papa probabilmente odia l’Italia e gli Italiani, perche’ gli hanno raccontato che suo nonno fu oppresso e costretto dai cattivi e ricchi italiani ad emigrare in Argentina.

    • Emilia2

      “Per me e’ sempre giusto quello che dice Papa Francesco”. E poi dicono che solo i musulmani sono fanatici.

  • luca123

    Papa Francesco è stato eletto a quasi unanimità da un conclave formato a tutti i cardinali del mondo. La sua linea a favore dei poveri e abbandonati si è sempre risaputa. Noi laici non abbiamo nessun diritto di criticare Chi è cattolico rimarrà sempre cattolico non è come in politica .E il Papa non deve fare campagna elettorale.

  • montezuma

    Da Cristiano mi sento davvero nella condizione di non capire questo cedimento, se davvero c’è stato!

  • BlackSail33

    Vai pampero che sei un grande, ancora alcune botte e hai compiuto la missione che ti hanno dato, far fuori la religione cattolica e trasformarla in qualcosaltro. Al servizio dei mondialisti massoni.

    • Drake

      Sei curioso, lamenti il danno alla religione cattolica che aumenti parlando male del suo leader.

  • Antonello

    Gesuita e’ sinonimo d imbroglio e guerra. Continuate a fissare il crocefischio…

  • Se77e

    Di confessioni religiose ce ne sono a centinaia, quindi una più o una meno poco cambia la mappa mondiale delle religioni.
    Quello importante da notare in questi anni credo sia la lenta ed inesorabile sparizione delle religioni che pare essere proprio un processo irreversibile. E’ ormai evidente che a maggior globalismo, maggior democrazia e a maggior istruzione il numero dei fedeli diminuisce e la religione non è più vista come granitica verità, ormai si parla di loro come tradizioni, credenze popolari o superstizioni.

    • Drake

      C’è un aspetto spesso trascurato, il posto di lavoro connesso alla religione.

  • Emilia2

    I Cinesi hanno paura di finire come noi Italiani, sottomessi al Vaticano e che non possiamo neppure difendere il nostro Paese per seguire i dettami di papa Francesco.