apertura_occhi

Africa, la carestia è un disastro per Ue

Le Nazioni Unite hanno lanciato l’allarme carestia per diversi Paesi dell’Africa sub-sahariana. Tre agenzie dell’Onu insieme al governo del Sud Sudan hanno dichiarato la presenza di carestia in due zone del Paese. Come riportato da Al Jazeera ci sono attualmente 100mila persone direttamente colpite da questa crisi alimentare. Sarebbero invece ben 5.5 milioni i sud sudanesi, il 50% della popolazione, a rischiare una condizione di insicurezza alimentare nei prossimi mesi. Le prime vittime di questa catastrofe alimentare sono ovviamente le fasce più deboli della popolazione, come i bambini. Sono 250mila quelli che rischiano la vita a causa della malnutrizione. La condizione del Sud Sudan appare dunque più che allarmante. Dati simili non si vedevano infatti dal 1998, uno degli anni più violenti della guerra civile.

Carestie causate da conflitti armati

Sembrerebbe dunque che un ritorno di tensione e conflitti sia la causa principale di questa carestia. Cibo e acqua ci sono, ma come avviene in questi casi, sono monopolizzati dalle bande armate. Inoltre il governo ha limitato la libertà di movimento delle persone nel Paese. Viene così ostacolato l’accesso a zone dove il cibo c’è ancora. Le stesse Nazioni Unite hanno poi rilanciato l’allarme carestia in Nigeria, Yemen e Somalia.

In questo caso si tratta di 1.4 milioni di persone che rischiano la vita per malnutrizione in questi tre Paesi. La fame sta colpendo quasi mezzo milione di bambini in Yemen. La stessa situazione appare nel nord est della Nigeria. Lì si sta infatti combattendo una sanguinosa guerra tra le bande di Boko Haram e l’esercito del Governo. In Somalia invece sono 270.000 i bambini a rischio di malnutrizione. Numeri alla mano si tratta dunque di un potenziale di oltre sei milioni di persone che rischiano la vita. Sei milioni di persone che potrebbero spostarsi altrove alla ricerca di migliori condizioni.

GETTY_20170219104707_22235131 GETTY_20170219103336_22235092 GETTY_20170219104713_22235134 GETTY_20170219103329_22235090 GETTY_20170219103328_22235089 GETTY_20170219104706_22235130 GETTY_20170219180341_22240327

La drammaticità della situazione è confermata dall’International Organization For Migration South Sudan. In una nota pubblicata lo scorso 15 febbraio l’organizzazione internazionale scrive: “I bisogni nel Sud Sudan hanno raggiunto livelli mai visti da quando la crisi è iniziata quattro anni fa”. L’Organizzazione stima in 76.8 milioni di dollari i beni primari necessari per soddisfare i bisogni alimentari delle zone in crisi.

Gli accordi dell’Europa per bloccare il flusso

L’allarme è arrivato alle orecchie dell’Europa, che potrebbe trovarsi al centro di una migrazione di dimensioni considerevoli. Tuttavia le strategie poste in atto dalla politica europea non sembrano essere adeguate per rispondere ad un’emergenza così ampia. Da una parte l’Italia, Paese europeo più esposto per il flusso proveniente dal Maghreb, ha raggiunto un accordo con uno dei due governi della Libia, quello con base a Tripoli. Tuttavia il perdurare del conflitto sia tra le due fazioni, Tripoli e Tobruk, che con l’Isis non garantisce il controllo del territorio libico. Questo rende de facto di poco valore l’accordo raggiunto con l’Italia.

I Paesi europei si erano poi impegnati lo scorso novembre 2015 in un summit a La Valletta con alcuni leaders africani. Come riportava il The Guardian, però, tra questi vi erano rappresentanti di governi “ambigui”. Il Sudan, il cui presidente Omar al-Bashir è ricercato dalla Corte Penale Internazionale per crimini di guerra, e l’Eritrea, accusata di crimini contro l’umanità. Se da una parte questi accordi rappresentano una garanzia per l’interruzione dei flussi nel breve periodo, dall’altra potrebbero essere l’innesco per nuovi conflitti come reazione alla repressione posta in atto da questi governi.

Uno scenario catastrofico per il futuro europeo

La poca lungimiranza della politica europea potrebbe dunque cambiare le caratteristiche dell’immigrazione futura, se la crisi alimentare dovesse perdurare. Se infatti il 2015 ha rappresentato l’anno di maggiore afflusso di immigrati in Europa, più di un milione, questa nuova crisi alimentare insieme ai fragili accordi tra Europa e Africa potrebbero peggiorare la situazione. Si prospetterebbe così quel drammatico “Scenario IV” descritto in uno studio condotto dalle Nazioni Unite nel 2015.

All’interno di questo scenario veniva ipotizzato un afflusso di 3.6 milioni di immigrati all’anno in Europa fino al 2050. Un’ipotesi non così remota, se le carestie in Sud Sudan, Nigeria e Yemen dovessero continuare, sommate all’ancora irrisolta guerra civile siriana. Il finale di questo scenario prevede un Europa composta da 209 milioni di immigrati, il 26% della popolazione totale prevista. Una bomba sociale per un Continente in piena recessione economica. Il futuro dell’Europa è dunque in pericolo e le misure prese sembrano ancora insufficienti.

  • quinti.dorado

    c’è tanto posto in Italia..

  • MaxSelva

    piombo

  • mortimermouse

    ma i poveri di spirito della sinistra non hanno mai pensato che fosse meglio aiutare quei poveri paesi direttamente lì, farli crescere socialmente ed economicamente, piuttosto che farli venire tutti in italia e in europa? ma siete deficienti o cosa? chi viene in italia non sempre è una persona che cerca il futuro rispettando le NOSTRE leggi! quasi sempre sono clandestini, illegali, pregiudicati in patria e pregiudicati anche nei paesi ospitanti, portano malattie e fanno i prepotenti anche con chi li ospita! pensate voi: se 2-3 vanno a vivere sotto casa vostra non sono un problema, poi quando diventano 300-3000-3000000…. allora diventano un DRAMMA per voi e per loro! e per forza di cose, con la prepotenza ti cacciano via di casa, si prendono la tua casa, forse anche la tua figlia e la tua moglie, e poi se ne fregano se tu crepi fuori casa tua…. per forza! non avete fatto niente per aiutarli proteggervi , meno ancora per aiutarli seriamente (e non con le mancette !!). la sinistra è questa: vuole proprio questo! anzi pretende proprio questo! e non mi capacito come possiate essere tranquilli e beati, mentre la patria viene disonorata e violate continuamente….. boh!
    ai tempi di Berlusconi c’era un reale aiuto, si rallentavano le ondate, e si aiutava realmente i paesi poveri e la gente povera! e c’era anche un minimo di dignità istituzionale! ora non abbiamo nemmeno dignità, ci siamo calati completamente le braghe, perché avete voluto credere al PD e al M5S !!!

    • Carlo Raab

      sì, però si dimentica che Berlusconi ha anche aperto le porte ai Rumeni?

      • mortimermouse

        e con questo cosa vorrebbe insinuare? :-)ma, stranamente, si “dimentica” (o è amnesia selettiva? ) delle responsabilità dell’unione europea, a vocazione ideologica della SINISTRA ? :-)

        • random640

          non tiriamo in ballo la comunità europea come fa la sinistra per non fare una mazza!! il governo Berlusconi “cdx” sic… non ebbe nemmeno lui le palle per approntare una azione di blocco unilaterale Italiana! con l’immigrazione, destra o sinistra quando si è debosciati non conta, anche da Lula si fece prendere a pesciate in faccia..sul caso Battisti, salvo poi accoglierlo a sorriso smagliante in Italia e abbracciarlo e “baciarlo”…e far giocare lo stesso (che problema c’era) la partita Italia Brasile…cialtronaggine è la parola che chi governa l’Italia preferisce dx o sx

          • mortimermouse

            ah! guardi, lei sta facendo un minestrone, mettendoci tutto pure quello che non è adatto per la minestra! di più, annacqua pure il vino (cdx e sx sono tutti uguali) ! messa cosi la faccenda, allora non le dispiacerà sentirsi dire che lei è un italiano ma vale quanto un pigmeo in un deserto africano? le sue proprietà hanno lo stesso valore delle proprietà di quel pigmeo africano? se le piace annacquare tutto cosi…. :-)

          • random640

            non facciamo i discorsi in malafede il caso “Berlusconi” lo conosco a menadito, basta essere onesti culturalmente, le cose che ho esposto sono REALI, VERE, ACCADUTE, PUNTO. E lo dice uno che lo ha votato per anni, non facciamo i “marziani” per favore o i beoti. a me di Berlusconi in quanto tale o del suo “culto” della personalità” o fare l’adepto suicida non frega nulla, sul tema immigrazione che è quello che da Italiano mi interessa di più, Berlusconi ha fatto diverse cappellate, innegabile, alcune giuste, altre diverse, sbagliate, come ho elencato sopra. se vogliamo fare un discorso serio bene, beninteso sto parlando di immigrazione eee? se vogliamo fare gli “adepti” io non “tradirò” mai..è un’altro paio di maniche

          • mortimermouse

            ah bontà sua :) su immigrazione ho già scritto, vedere il primo messaggio che ho postato. di certo non cambierò neppure una virgola …

          • Lamberto Z

            con Berlusconi c’era il reato di clandestinità ed espulsioni, l’accordo con i Paesi mediterranei e con gheddafi, sappiamo com’è andata.

          • random640

            ma i 750.000 clandestini sanati sono una realtà(sono quasi un milione) Frattini non ha bloccato shengen come fecero Francia Olanda Belgio ecc provvisoriamente..(semo Italiani..dx o sx..semo boni) e ne entrarono a caterve..dall’est. Accordi con Gheddafi : 4 e dico 4 MILIARDI di pizzo(ue meglio di niente se devi bloccare da pacifista senza sporcarti TU le mani i clandestini) le palle per attuare da noi un piano di blocco navale non lo abbiamo avuto manco con Berlusconi! sempre a chiedere a qualcun’altro magari “baciandogli” le mani…Non vogliamo mai crescere, assumerci le nostre responsabilità, appena Gheddafi spari, il governo Berlu si squaglio miseramente, lo ricordo benissimo, e avevamo il comando NATO della marina a ridosso delle coste libiche!!!!! niente, lasciavamo passare i barconi che venivano a frotte a lampedusa e frignavamo(berlu si eclissò) che nessuno ci aiutava…lasciamo perdere

          • Lamberto Z

            ti ricordo e ti aggiorno, Berlusconi i 4 miliardi erano però per la costruzione di strade da Tobruk a Tripoli, alcune fabbriche e potenziamento dei pozzi Eni, 2 ospedali, tutto da fare con aziende Italiane,sono rimasto a Bengasi fino al 2013, il baciamo scherzoso ti dimostra che era un servitore dello stato, faceva interessi Italiani, sempre meglio degli abbracci di Prodi e Dalema senza nessun accordo. Fu Napolitano a sbattere i pugni perchè Berlusconi intervenisse a fianco di Francia UK e Usa contro gli interessi dell’Italia (alto tradimento). Prodi firmò finanziamenti miliardari con tutti i paesi del nord Africa e Albania e non fermò nulla. riguardo a shengen ci furono le minacce di sanzioni da Bruxelles e l’accusa di razzismo, io ritengo che shengen è per gli europei e non per gli stranieri, ma la sinistra masochista ha rovinato tutto, costringendo i paesi ad erigere muri e recinti, adesso siamo il solo paese aperto. c’è una indagine finalmente dopo le intercettazioni e testimonianze della procura, le ong collaborano con gli scafisti e portano i clandestini in Italia.

          • random640

            Berlusconi, lo ripeto FU e sarebbe(anche quello fuori completamente post 2011) 200 volte meglio della sinistra attuale, a livello commerciale non ho dubbi, avendo seguito allora la vicenda, estremamente positivo, in campo aerospaziale per esempio con partnerariato russo(grazie ai suoi buoni rapporti con Putin), a livello energetico, per il quale fu chiaramente inviso agli americani, e ricordo che fece comprare gli augusta/Westland a Bush. Sull’immigrazione nutro gravi riserve, come ho postato sopra, per quanto riguarda la “tempra” da statista siamo lontani anni luce, si è squagliato indecorosamente, mi spiace, o si fa l’imprenditore o si fa lo statista, lui nella difficoltà ha chiaramente scelto(personalmente legittimo) ma ha perso consenso e credibilità politica, se avesse scelto di fare l’onorabile statista si sarebbe dimesso nel 2011 senza appoggiare Monti, e poi leccare Letta e Renzi, per un pò, sotto ordine del suo “boia” Napolitano, Berlusconi non ha avuto dignità politica, anche nell’affaire (guerra a Gheddafi) punto, i fatti sono fatti, non sopporto che mi si spacci ancora adesso una credibilità politica che ha barattato con la “pellaccia” la cosa è chiarissima. Si possono fare tutte le masturbazioni mentali, ma al “suo” popolo ha dato questa immagine, e in politica è quello che più conta.

          • Lamberto Z

            dimmi uno statista negli ultimi 20 anni, dimmi uno per il futuro e dopo trai le conclusioni.
            Per aiutarti cito Alcide De Gasperi ” lo statista è quello che pensa alle future generazioni, il politico pensa alle prossime elezioni”.

          • random640

            guardi ca nisciun è fess il Berlusconi post 2011, ha fatto tutto in funzione della difesa delle proprie risorse imprenditoriali chi pensa il contrario o si prende in giro da solo o vive nel beato mondo di Amelie, senza nessuna pretesa di polemica, abbiamo prima della crisi del governo 2011, minaccia di carattere finanziario alle proprie aziende, con segnali borsistici eloquenti in stile “mafioso” abbiamo minacce giudiziarie, avremo poi la condanna, in stile altrettanto mafioso, non solo a lui, ma anche alle attività familiari. Non solo la minaccia giudiziaria viene mantenuta costantemente viva, il che ne continua ad inficiare l’azione e a ricercare “alleanze” galleggiamenti(che in passato aborriva), ps tutte cose umanamente e personalmente legittime. Ma hanno ed hanno avuto un grave prezzo, ed è la perdita di credibilità politica, che non vuol dire perdita di capacità strategica, o tattica o di accentratore, ma perdita di consenso tra i suoi elettori, i dati parlano chiaro. Detto questo considero Berlusconi personaggio che ha cambiato la politica di questo paese, ed ha una valenza storica non indifferente, un grande imprenditore e parlano i fatti, un grande accentratore e organizzatore oltre che fuoriclasse in campagna elettorale, in campo prettamente politico sommando chiaramente, ostacoli di ogni natura e grado, possibilità di poter fare parecchie cose, lo giudico mediocre, incapacità a scegliersi gli uomini, molto grave, i fatti sono quelli che sono, e poca determinazione in molti campi.

          • Lamberto Z

            io non difendo ti ho risposto sulle scelte di allora di Berlusconi, che sia stato perseguitato è un dato di fatto, che non abbia lottato questo non lo puoi dire in 20 anni di inchieste, 2 suoi collaboratori gli hanno fregato milioni e lui si è preso la colpa, la severino con retroattività, è come se aumentasse il bollo auto poi bisogna pagare anche gli anni precedenti, una vergogna. questo ha provocato l’elezione di sinistroidi senza capacità, cultura e sottomessi alle regole che i burocrati di Bruxelles impongono. dimmi non un politico ma uno statista di oggi. io la vedo molto male l’Italia.

          • best67

            ora stiamo “pagando” ugualmente perché quella gente la andiamo a prendere a domicilio e la campiamo,ma i nostri interessi in libia se li papperanno altri!

      • random640

        Carlo Raab do ragione a mortimermouse in linea generale, la sinistra sulla questione è proprio ideologicamente devastante e criminale. Ma quello che lei ricorda è giustissimo, io mi incazzai come una iena, con l’allora governo da me votato, per diverse questioni CHE NON DIMENTICO, innanzitutto per Berlusconi la questione immigrazione non è MAI e dico MAI stata preoccupazione primaria, a parte non controllare la speculazione in Italia sul cambio lira/euro di allora, ma lasciamo stare, si normalizzarono 750.000 CLANDESTINI, molti dell’est, per questioni si diceva economiche, quali operai, badanti, et simili…inoltre ricordo benissimo, non sono “scemo” il comportamento di quel PESSIMO di frattini, minuscolo, che fu l’unico a lasciare aperta e non mettere in discussione provvisoriamente shengen con la marmaglia dell’est, come fecero intelligentemente gli altri paesi. Se si presero decisioni di limitazione e dico LIMITAZIONE, della question immigrazione, fu per la spinta della lega e un po di An, non certo per la tendenza di forza Italia, che ragionava in un contesto libearl/liberista. Berlusconi fu quello, che quando Prodi bloccò con la forza e ci scappò, mi pare il morto, barche di clandestini albanesi, si mise a frignare per quello che era successo, strumentalizzando la questione “umanitaria” invece di affermare che la marina FECE IL SUO DOVERE(Prodi o non Prodi) fu quello che in una trasmissione alla tv tunisina, fece l’affermazione che in Italia c’era posto per i “lavoratori” tunisini! e che erano ben accetti…Fu quello che con la grande crisi di lampedusa 2011, fece il vago sul problema, non proferì parola, mentre Lampedusa veniva invasa ogni giorno da centinaia di clandestini, e con Maroni che frignava che non si poteva fare nulla se non chiedere aiuto all’europa, alla tunisia, all’africa intera…e puntualmente prendeva pernacchie da Tutti, invece di approntare una azione Italiana. L’unica cosa fu l’accordo con Gheddafi accolto in maniera francamente nauseante da Berlusconi. Bisogna dire le cose come stanno,

      • 01Claudio B

        I rumeni sono entrati perché entrati nella UE, NON per volere di Berlusconi.

      • Lamberto Z

        è stato richiamato dalla EU con la minaccia di discriminazione e sanzioni, oltre che alle solite proteste dei sinistroidi, ha dovuto cedere

      • alberto_his

        Era andato a raccattare tunisini con spot televisivi promettendo lavoro per tutti; forse da quelle parti ancora non lo conoscevano (ma qui sì!)

      • best67

        ai rumeni?l’ingresso della romania nella uè,lo avallò il mortadella!e per la cronaca,ci fu un compagno,ferreri,(all’epoca al governo con prodi) che si oppose al fatto che noi ci avvalessimo della possibilità di richiedere il visto ai cittadinoi dei paesi neo ammessi alla uè!”chiunque deve essere libero di venire in Italia”,disse!

    • soldellavvenire

      ahahahahahahahahahaha però, cinque milioni solo a ruby quando poteva e può redimerle tutte, mi sembra un arbitrio “sospetto”, eh

      • mortimermouse

        lei vuole credere solo a quello che vuole e non secondo la verità. ma dirò alcuni punti : 1) Nella bocca dello stolto c’è il germoglio della superbia, ma le labbra dei saggi li custodiscono.

        2) chi giudica senza avere in tasca la verità sconterà i suoi peccati

        3) Il cuore conosce la sua propria amarezza, ma un estraneo non può prendere parte alla sua gioia.
        se crede, può riflettere su queste parole…. e preghi tanto per se stesso :)

      • Lamberto Z

        Non sono 5 milioni e comunque sono soldi suoi, o preferisci l’UNAR con i soldi pubblici?

        • soldellavvenire

          certo che preferisco unar, almeno erano soldi equamente distribuiti tra pubblici utenti

          • best67

            (cul)turalmente divisi,vero?

          • Lamberto Z

            euquamente? adesso capisco dove finiscono i soldi, ve li dividete tra voi, per questo esiste la sinistra, al popolo la fame. ancora per poco…

          • soldellavvenire

            se sei fuori dal giro dei soldi pubblici non è colpa né mia né della “sinistra”: evidentemente gli affari privati ti vanno male, governo ladro

      • Libertà o cara

        Dopo Berlusconi il debito pubblico è cresciuto di dieci miliardi solo con Renzi e lei si preoccupa di cinque milioni? Beato lei, forse è svizzero come il Grillo parlante o la tessera numero uno? Sereno anno che resta! … Libertà o cara

  • Carlo Raab

    avanti, avanti! c’è posto per tutti in Europa. tanto lavoro, tanta innovazione e dall’Africa arriveranno le risorse per ringiovanire l’Europa, per pagarci le pensioni e tirarci fuori dalla crisi economica. questa, la propaganda ufficiale. la realtà è che vogliono ridurre l’Europa a un nuovo Brasile del periodo peggiore. una massa di consumatori per le multinazionali dell’energia, dell’elettronica di consumo, dell’agricoltura intensiva made in USA. non appena Soros e Gates si organizzeranno metteranno queste masse di nuovi migranti in moto. con i governanti che abbiamo il futuro dell’Europa è nero e violento come in Brasile.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      L’Europa, se non ignori i debiti in cui versa, è il Brasile.

  • Lamberto Z

    Basta! la smettessero di scannarsi per ogni cosa e iniziassero a lavorare, darsi una costituzione laica e seria. voglio ricordare che l’Italia ha avuto 2,5 milioni di morti e milioni di invalidi e feriti nella prima guerra mondiale, dopo la seconda guerra mondiale l’Italia non aveva più nulla, eppure ha avuto il boom economico insieme alla Germania.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Siamo un bluff. Il debito pubblico che ci portiamo appresso può in qualsiasi istante farci risvegliare nella povertà che supera quella africana. Beninteso, senza un soldo e con 1/4 della superficie agricola inutilizzata.

      • itsmy opinion

        il giappone ha un debito pubblico di mokto superiore al nostra e va benissimo e, in proporzione persino il debito Usa é superiore al nostro. Quindi questo non é il problema.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Dici bene ma trascuri il fatto che il Giappone, come tanti altri paesi cosiddetti evoluti e benestanti, dipende dall’importazione alimentare ed energetica senza di cui versa SUBITO in condizioni disperate.

          • itsmy opinion

            e questo cosa c’entra? tutti dipendono da qualcosa…paesi completamente autonomi in tutto non ce ne sono.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’asse Usa-Canada è completamente autonomo: sul piano alimentare, energetico e militare.

          • Gian Paolo Cardelli

            per nulla: vada sul sito dell’EIA e guardi quanto petrolio viene importato dagli USA e dal Canada.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi la sola energia consumata è il petrolio?

          • Gian Paolo Cardelli

            vada su quel sito (ENERGY International Agency) e troverà tutte le risposte alle grosse lacune che dimostra di avere in materia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Devo io fare il lavoro di un altro? Ognuno faccia il suo.

          • Gian Paolo Cardelli

            il suo lavoro è documentarsi prima di scrivere, e non è delegabile.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non fila. E’ un discutere truffaldino. Chi fa sapere un dato presso una fonte e poi non lo posta …

          • Gian Paolo Cardelli

            … è semplicemente uno che non vuole concedere vizi. E poi chi le assicurerebbe che posterei dati corretti, se non la pensa come me?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Bastava postare il testo che riprendeva la circostanza …

          • Gian Paolo Cardelli

            E secondo lei io ho tempo da perdere? le ho dato il nome del sito, è facilissimo a navigarsi, quindi… si diverta, e poi confrontiamo i dati: così si dialoga, non accettando o rifiutando le argomentazioni degli altri.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto, bastava postare il testo che riprendeva la circostanza … Ma il punto è che non va giù che l’asse Usa-Canda è completamente autonomo sul piano alimentare, energetico e militare.

          • Gian Paolo Cardelli

            infatti è un punto falso, ovvero basato sulla superficialità, il sentito dire ed il pregiudizio ideologico…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Eppure quel testo non arriva …

          • Gian Paolo Cardelli

            …ma sa dove trovarlo.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Eppure quel testo non arriva …

          • Gian Paolo Cardelli

            puo’ continuare il loop all’infinito: la “pappina fatta” con me se la puo’ dimenticare.

          • telepaco

            Guarda che anita è una demente patentata, viene qui per provocare e per mettere zizzania la conoscono tutti nei forum, mandala a cagare e non darle retta

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Tra bugiardi ci si aiuta.

          • Gian Paolo Cardelli

            come diceva quello che viaggiava contromano in autostrada: “ma dove vanno tutti questi incapaci?”

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un razzista?

          • Gian Paolo Cardelli

            non puo’ arrivarci, ormai è assodato.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non sono pochi gli esseri superiori a cui brucia ancora la sconfitta di Adua. Il loro modo di interpretare la realtà è il medesimo che ha portato alla sconfitta.

          • Gian Paolo Cardelli

            Come no! dopo centoventun’anni sono ancora tutti in vita, infatti… ma che si va inventando? vada a studiare, piuttosto!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Milioni di italiani hanno lasciato l’Italia per non morire di fame. Poi sono gli africani … https://uploads.disquscdn.com/images/8541b9c58d3bb1732a03c52ecf4ef5832bc151f5ef98c4979cc643bcad7860cd.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            infatti gli italiani emigrarono per quel motivo, mentre chi parte oggi dall’Africa, PAGANDO UNA CIFRA CHE SOLO L’UNO PERCENTO DEGLI AFRICANI PUO’ PERMETTERSI DI PAGARE, non parte per fame, visto che con quella cifra in Africa si vive da Gran Signori… va avanti a lungo con paragoni che dimostrano solo la sua ottusa ignoranza?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Conta il risultato, l’andare via dal paese. E in tal senso gli italiani sono campioni del mondo. Meno per quanto concerne l’accoglienza … https://uploads.disquscdn.com/images/c3ebaa8dde8baf65a07df81064b8ac2c2a3a366a877ae57593b279a44f3053b5.png

          • Gian Paolo Cardelli

            NO: conta il MOTIVO, e quello di oggi NON è quello di ieri, per cui le sue tesi vanno prese e scartate senza remore.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Conta quindi il motivo e non la persona in carne e ossa … Logico quindi il disastro del VAJONT …

            https://uploads.disquscdn.com/images/96dd4dbe50b9d7d2db262935a43d5f5ae3757f4a84a03efb17ddb78801235ef5.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            Tra quanto tirerà fuori, chessò, lo sbarco in Normandia o la fuga di Spartaco? va avanti a lungo a tirare in ballo altri argomenti che non c’entrano nulla?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Conta il motivo, sto ancora ridendo … Comunque: grazie.

          • Gian Paolo Cardelli

            a noi invece a fatto piangere, scoprire quali connazionali abbiamo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La colpa è sempre degli altri …

          • Gian Paolo Cardelli

            No, no: la colpa è di quelli come lei, perfetto stereotipo del soggetto che Lenin definì come “utili idioti”.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Realtà fisica e psichica, nella seconda il cibo cresce nel negozio alimentare. L’abitudine gioca brutti scherzi …

          • Gian Paolo Cardelli

            E’ esattamente quello che è successo a lei, continuando ad illudersi di sapere di cosa si sta parlando.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Infatti, il signore delle panzane sapeva che non eravamo autosufficienti sul piano alimentare …

          • Gian Paolo Cardelli

            Quando si decide a rispondermi sulla domanda riguardante i terreni incolti? senza la sua risposta, possibilmente seria, non posso dimostrarle dove sta sbagliando…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Terreni incolti, terreni italiani. Poi recuperati all’estero. Esattamente come fanno i cinesi e tanti altri paesi e a scapito di altri popoli tra cui quelli africani.

          • Gian Paolo Cardelli

            E continua a scapolare: se i terreni incolti italiani vengono messi a produrre alimenti dai loro proprietari, cosa succede alla produzione alimentare nazionale, aumenta oppure no? aspetto sempre

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Conta il risultato attuale che è la dipendenza alimentare (ed energetica) rispetto all’estero …

          • Gian Paolo Cardelli

            no: conta il fatto che ha capito dove ha toppato, ma non ha l’umiltà di ammetterlo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi il signore delle panzane nega la non autosufficienza alimentare del paese di cui è cittadino …

          • Gian Paolo Cardelli

            come al solito capisce quello che le fa comodo, ma io ho scritto tutt’altra cosa: me la da la rispostina facile facile, oppure è troppo disonesta intellettualmente per farlo?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Nega la non autosufficienza alimentare del paese di cui è cittadino …

          • Gian Paolo Cardelli

            sta continuando a tergiversare: deve solo dare una risposta facile facile…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Diceva il signore delle panzane che una casa bruciata non lo è se non presente l’intenzione di bruciarla …

          • Gian Paolo Cardelli

            Non appena ha finito di inventarsi cose che stanno solo nel suo cervello me la da la rispota? grazie…

          • best67

            gli italiani emigravano con i documenti e dove c’era bisogno!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Falso … Consiglio il libro … Il cammino della speranza: l’emigrazione clandestina degli Italiani nel secondo dopoguerra … Nel secondo dopoguerra il ritorno dell’Italia alla tradizionale libertà d’emigrazione, la ricostruzione economica europea e l’avvento in Occidente di democrazie più compiute sembrarono promettere un’epoca di liberi flussi migratori. Nella realtà tutto andò diversamente: la necessità di lavoratori stranieri fu a lungo limitata e le politiche migratorie internazionali rimasero restrittive e inefficienti. Di conseguenza, in decenni in cui l’Italia era il principale serbatoio europeo di manodopera, l’espatrio illegale divenne un fenomeno vasto e diffuso in tutta la penisola. Solo una piccola porzione dei clandestini italiani era mossa da ragioni giudiziarie o politiche. La maggioranza era composta da lavoratori, uomini, donne e bambini che quasi in nulla si distinguevano dai connazionali più fortunati che riuscivano ad emigrare nel rispetto della legge. Dopo avere attraversato i confini stranieri spesso al prezzo della vita, molti furono “sanati” ed equiparati agli immigrati regolari, ma quasi tutti vissero a lungo nell’illegalità sperimentando sfruttamento e precarietà. Molti si rassegnarono a rimpatriare rapidamente, mentre i più sfortunati, in mancanza di meglio, finirono per arruolarsi nella Legione Straniera francese partecipando anche alle guerre d’Indocina e d’Algeria …

          • best67

            se permetti,da italiano mai comunista,queste cose le so più di te!l’unica sanatoria che ci fu,in svizzera,riguardò bambini italiani nati ivi,o portati da piccoli,perché la legge elvetica,vietava la permanenza dei figli degli immigrati

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Qui sopra sono ripresi alcuni drammi che riguardano i nostri connazionali. Portarli in superficie è il nostro compito e per non vederli ripetuti.

          • alberto

            Anita, cosa succede? Si e’ fatta aiutare da Carlo nella stesura del commento?
            E’ la prima volta che leggo un suo scritto senza lacune dal punto di vista lessicale,semantico,morfologico e sintattico…:;)
            Saluti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gattogrigio

            Succede di tanto in tanto ed è il motivo che mi porta a pensare che sia un software di cui l’autore prende ogni tanto il controllo manuale.
            Lo stacco è troppo netto sia in termini lessicali sia in termini di coerenza tra domanda e risposta.
            Se cosi è complimenti all’autore. Non è perfetto ma io non saprei fare altrettanto

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma altri leggono, leggono quali fonti vengono proposte, e possono farsi un’idea: oltre a questo motivo non ne ho per intervenire, con buona pace del protagonismo della Mueller…

          • Gattogrigio

            Mi sa che è un software. Se leggi i vari commenti ci sono buone ragioni per pensarlo

          • Gian Paolo Cardelli

            Lo escluderei: gli sforzi informatici vanno verso l’intelligenza artificiale…

          • Gattogrigio

            Cioè mi vorresti dire che la stupidità artificiale non è prevista e non esiste?
            Da vecchio esperto di calcolatori (oltre 40 anni) non sono tanto d’accordo.
            saluti

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Proiezione psicologica. Non io ho citato una fonte e un testo come argomento in mio sostegno.

          • virgilio

            mia cara anita sai quanto ce l’ha grosso?!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il naso?

          • virgilio

            ad anita basta dirgli che ce l’hai grosso e va in tilt!
            fai una prova
            anzi la faccio io qui soto!

          • itsmy opinion

            fonte OEC: imp Usa 2,19 trillion export 1.45 trillion quindi….

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Usa-Canada …

    • soldellavvenire

      è inutile che vi ostinate a negare l’immensa responsabilità di TUTTO il resto del mondo verso l’intero continente africano: come è altrettanto inutile illudersi di porvi rimedio con l'”esportazione della democrazia”: riportate la ricchezza che avete razziato per secoli, e sarete voi ad emigrare in africa e non viceversa

      • Lamberto Z

        se si portano tecnologie, macchinari è sfruttamento, se non si va non hanno niente. sono almeno 60 che vengono aiutati,sfamati curati, hanno scuole, ong, banca africana, banca mondiale, il debito è stato azzerato. se continuano a scannarsi per tribù, per etnie, per religione, per bramosia di potere, cosa possiamo farci? devono cambiare mentalità e cultura, si chiama evoluzione. esiste il corruttore e il corrotto.

        • soldellavvenire

          certo che se “tecnologie, macchinari” sono armi e trivelle è sfruttamento: tutte le altre cose che cita sono TROPPO TARDIVI tentativi di rimediare all’antefatto;
          quanto alla “mentalità”, visto che ci consideriamo superiori, è facile che la cambieremo noi, non ho perso la speranza

          • Lamberto Z

            esiste il corruttore e il corrotto, esiste il venditore di armi e chi le usa, le responsabilità sono uguali. basta nazionalizzare e gestirle con onestà, ma questo non lo fanno.tu pensi che dare loro un cellulare e un vestito è integrazione, sbagli il salto culturale è di molti secoli.

          • soldellavvenire

            (nazionalizzare??? comunista!!!) (onestà in africa? ma detto da un italiano, poi!) il “salto culturale” è più lungo di quello migratorio, convengo, ma essi vengono proprio per compierlo: purtroppo l’effetto è che mentre essi progrediscono, alcuni di noi regrediscono

          • Lamberto Z

            invece di chiacchierare portateli a casa. io sono stato a Benghazi, tu non sai niente di loro per questo parli.

      • Gian Paolo Cardelli

        come no: è sempre colpa dell’Occidente, ma il boom demografico che ha ridotto alla fame il continente africano si ebbe quando il Colonialismo FINI’, non quando iniziò!

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            se non conosce la differenza tra analisi STATICA, analisi STATICA COMPARATA ed analisi DINAMICA dei fenomeni macroeconomici fa meglio a darsi all’uncinetto, mi creda.
            Cosa c’entra la densità di popolazione all’epoca di questo grafico col fatto che in Africa nel 1900 c’erano cento milioni di individui ed oggi ce ne sono UN MILIARDO E DUECENTO MILIONI?
            E cosa c’entra col fatto che nel 1950, fine del colonialismo, in Africa c’erano ancora solo DUECENTO MILIONI di abitanti, a riprova che il boom demografico ha coinciso con la fine dello “sfruttamente colonialista del Continente Nero?????

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sveglia … La Francia è due volte il territorio italiano ma con pressoché lo stesso numero di abitanti. La logica del signore qui presente: gli italiani rispetto ai francesi richiedono meno risorse.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ha solo dimostrato di non capire un picchio di questi argomenti, ma a leggere altri partecipanti non è una novità, su questo sito: la conclusione che mi addebita e che non ho mai nemmeno pensato ne è quindi l’ennesima conferma.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sovrappopolazione? Siamo noi … almeno secondo la mappa qui sopra …

          • Gian Paolo Cardelli

            Non ci puo’ proprio arrivare… la sovrappopolazione si conteggia sulla capacità a mantenere in vita la gente con le risorse a disposizione, NON sulla mera superficie territoriale… In Europa c’è maggior DENSITÀ di popolazione, ma il Continente non è sovrappopolato; in Africa la DENSITÀ è bassa, ma il Continente è sovrappopolato… vada a studiare le basi.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Le risorse perché le importiamo? Perché bastano le nostre?

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma di quali risorse va cianciando? chi ha mai tolto il cibo di bocca ai “boveri afrigani”? che mangiavano diamanti, petrolio e peckblenda, per caso? che non sapevano nemmeno cosa fossero e dove stavano!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il fenomeno land grabbing è ben documentato. Esempio mediante il Corriere della Sera con l’articolo … Land grabbing: più del neocolonialismo, devastante per l’ambiente … Chi ci guadagna, oltre ai compratori, sono i governi locali: un ettaro di terreno può costare 1-2 dollari/anno …

          • Gian Paolo Cardelli

            anche qui, la documentazione non è in grado di capirla.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Semmai accettarla.

          • Gian Paolo Cardelli

            No, no: se l’avesse capita avrebbe scritto cose ben differenti, ma poichè lei dimostra di essere la classica “laureata all’Università Youtube”, quello che scrive è fin troppo prevedibile…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ricapitolando: abbiamo rifugiati e procedure per il riconoscimento della protezione internazionale. Abbiamo poi i risultati pubblicati che ci fanno sapere quante domande sono state accolte e quante respinte. Abbiamo poi il più grande esodo della storia moderna e dal 1861 più di ventiquattro milioni di italiani che hanno lasciato l’Italia. Attualmente contiamo cinque milioni di stranieri in Italia.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ecco: il numero di domande accettate è una frazione di quelle presentate, quelli che arrivano tutto sembrano meno che affamati, e l’esodo italiano non c’entra nulla con quanto accade oggi; nessun emigrante italiano è stato mai accolto in un hotel, gli sono stati dati soldi per le “piccole spese” né altro, né alcuno di costoro si è spacciato per “profugo di guerra, quindi? Ha nuovamente confermato che parla di cose che non conosce…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto: le procedure per il riconoscimento della protezione internazionale fermano i migranti economici. Inoltre ripeto: non conta il motivo per cui uno / una va a vivere altrove dato che comunque, andando, toglie risorse alla popolazione locale. 24 milioni di italiani sono pertanto l’avere tolto risorse alla popolazione locale di mezzo mondo. Mondo a cui nemmeno diciamo grazie e per averci evitato di fare la fame. Fame per troppa intelligenza e come appunto stiamo ancora leggendo …

          • Gian Paolo Cardelli

            MA cosa vuole ripetere, che ha scritto l’ennesima idiozia! ma se siamo pieni di “migranti economici”, al secolo CLANDESTINI, con una percentuale di “profughi! riconosciuti tali ridicola!
            Il resto non merita nemmeno commento, da quanto è fuori dalla realtà!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Gente entra in Italia ed esce dall’Italia … entra lo straniero ed esce l’italiano, questi i fatti. 24 milioni di italiani sono usciti dall’Italia e non risultano altrettanti stranieri essere entrati in Italia. Il discorso è chiaro e quello dell’approfittatore. Appunto una questione di carattere.

          • Gian Paolo Cardelli

            gente che uscì LEGALMENTE dall’Italia UN SECOLO FA per entrare LEGALMENTE in altri Paesi e clandestini che ILLEGALMENTE entrano in Italia perchè illusi da tanti scafisti e perchè qui vengono usati dalle organizzazioni cattocomuniste per arricchircisi su… non è una questione di carattere: è una questione di ottusità, la sua.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sono i numeri consegnati dalla storia. La legalità non c’entra ma la bocca da sfamare. I paesi che hanno accolto i 24 milioni di italiani sono stati un aiuto come noi oggi lo siamo (assai meno) nei confronti dei migranti. Tuttavia c’era uno sbocco e quello di costruire nel deserto nordafricano città dove fare lavorare i migranti anche raccogliendo l’energia solare (tipo progetto DESERTEC).

          • Gian Paolo Cardelli

            Sono numeri che non c’entrano nulla con la situazione attuale; nessun italiano emigrato è mai stato accolto in un hotel a spese del paese ospitante, non è una differenza trascurabile, nemmeno per una fanatica ottusa come lei sta dimostrando di essere.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Mi spiego meglio: il panino mangiato non c’è più al di là dell’essere umano che l’ha mangiato. Fanatico è l’essere umano che vuole togliere il panino ad un altro quando c’è per tutti (ma meno se spreca la superficie agricola di cui dispone) …

          • Gian Paolo Cardelli

            ed è proprio sulla superficie agricola che le ho posto la domanda a cui lei ha paura di rispondere…

          • Gian Paolo Cardelli

            E’ inutile che insiste: è fin troppo chiaro a tutti che parla per sentito dire. Ha letto da qualche parte quelle due parole e, vista la sua acclarata ignoranza tecnica sul fenomeno, la ripete a pappagallo convinta di aver capito tutto… ah, no: adesso salta fuori il “neocolonialismo”… il tragico è che non si rende conto di quanto stia apparendo patetica…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Queste parole mi ricordano Trump … e gli adepti di Putin.

          • Gian Paolo Cardelli

            a me, e non solo a mi, invece le sue ricordano la figura dello “utile idiota”: aspetto sempre una risposta sui terreni incolti, così, forse, riesco a spiegarle la toppata che sta prendendo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sappiamo che in Italia abbiamo oltre 4 milioni di ettari incolti … ma non per direttiva UE come il signore delle panzane voleva fare credere …

          • Gian Paolo Cardelli

            e continua a non voler rispondere… cosa succede alla produzione alimentare nazionale se quei 4 milioni di ettari vengono messi a coltura di alimenti? sono sempre in attesa…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E’ ignoranza rispetto al settore primario. La verità è che il signore delle panzane ignorava la dipendenza alimentare del paese di cui è cittadino.

          • Gian Paolo Cardelli

            la verità è che ha capito dove ha toppato, ma non ha il coraggio di ammetterlo: per questo non risponde…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il signore delle panzane dice autosufficiente sul piano alimentare il paese di cui è cittadino …

          • Gian Paolo Cardelli

            io sto dicendo tutt’altra cosa, ma lei non ha il coraggio di ammetterlo: non sia mai non possa più guardarsi nello specchio… deve solo darmi una risposta facile facile, su!

          • thalia

            Vuole per cortesia spiegare a me, dato che Anita non ha umiltà, il motivo del divieto da parte della Ue ai nostri terreni incolti? Io non conosco questo particolare e Anita s’informerà senza volere.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ha presente gli accordi sui contingentamenti sulla produzione alimentare in vigore in Europa (quote latte, tra i tanti esempi)? ecco: se un qualsiasi Paese incrementa la produzione alimentare mettendo a coltura dei terreni incolti viola quegli accordi, con le conseguenze del caso… La Mueller non ha abbastanza elasticità mentale da poterlo capire: spero lei ce l’abbia.

          • thalia36

            Sì ma chi è che firma o impone simili , direi, ricatti?Non che il nostro territorio sia tanto vasto da paragonarlo a quello della francia o germania e quindi fanno di tutto un metro, sarebbe bene che come si è fatto con le quote latte si agisca allo stesso modo, in fondo se non altro ci abbiamo guadagnato in qualità. grazie per la spiegazione ma non credevo che oltre gli oraggi e vongole si arrivasse a privarci di fare delle nostre terre un deserto.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ne è una conseguenza: anche se la Mueller è convinta del contrario, già adesso una bella fetta di derrate alimentari di origine agricola vengono distrutte in tutti i paesi UE per eccesso di produzione, figuriamoci se andassimo a produrre di più!
            E’ il destino delle economie avanzate: lei sa qual è la percentuale di forza lavoro attiva sul totale che opera nel settore agricolo/allevamento, nei paesi più avanzati? varia dallo 0,8% (Germania) al 2%…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il signore delle panzane contestava l’africano che lo imitava …

          • Gian Paolo Cardelli

            non appena mi darà la risposta sarà tutto chiarissimo…

          • random640

            ed è coinciso con i dannati aiuti sanitari che gli abbiamo elargito nella speranza che si autodeterminassero e costruissero, qualcosa, non parliamo della profilassi dell’aids. buttata al cesso, perchè poi i preservativi li buttano…non parliamo delle religioni monoteiste, che agevolano la loro bestiale conigliaggine(molto facile fare figli a gogò e fregarsene) poi ora le stesse religioni del menga, ce li appioppano a noi!

          • Gian Paolo Cardelli

            Hanno contribuito, ma il principale artefice fu l’URSS, con la sua “strategia demografica globale” (non la cerchi sul Web: questo tipo di notizie “politically incorrect” stranamente non le riporta nessuno…); i paesi africani che hanno avuto il più grosso boom demografico sono quelli che all’epoca stavano nell’orbita sovietica.

      • random640

        soldellavenire, lo si sà in Africa la colpa è sempre di tutti escluso gli abitanti, in quanto in Africa per VOI, non ci sono esseri umani, ci sono zebre, gnu, leoni elefanti, africani bipedi, gazzelle, coccodrilli, (paradossalmente la vostra visione vittimistica degli africani è qunato di più profondamente razzista ci sia, in qunato solo LE BESTIE non hanno mai colpa)

    • Per la precisione

      I morti nella 1° guerra mondiale sono stati 600.000*

      • Lamberto Z

        questo è quello che insegnavano a scuola!

  • random640

    ma sto CESSO DI ONU! oramai organizzazione di PAPPONI TRAFFICANTI DI UOMINI, governata da paesi del terzo e quarto mondo, non promuove più missioni in “loco”? cosa fa “diversifica” l’attività? i panzoni che al suo interno si arricchiscono da tempo immemorabile hanno deciso di aumentare i loro profitti con il nuovo BUSINESS GLOBALE? prima facevano missioni militari un giorno si e l’altro pure, ora che ci sono da difendere DIRETTAMENTE I CONFINI DELL’OCCIDENTE SI SQUAGLIANO TUTTI??? tutti DENTRO IN EUROPA?

  • Carlo Linneo

    Secondo studi scientifichi anche la poligamia (praticata in tante zone rurali dell’Aftrica) come dimostrano studi scientifici è associata a carestie, terrorismo e guerre. Se ne è accorto anche l’emiro di Kano (Nigeria del nord) che vorrebbe porre un argine a questa piaga. Essa ha un senso nel regno animale dove un capobranco domina su 20, 30 o più femmine. Il genere umano dovrebbe abbandonare questa pratica. Purtroppo anche delle religioni (vedi Islam) la permettono.

  • Ettore Cimadomo

    Vedo già il segno del dollaro e dell’Euro lampeggiare nell’occhio dei responsabili delle ONG di tutto il mondo. Carestie? guerre? Ottimo nuovi arrivi che si tradurranno in lauti guadagni.

  • andromaca

    Alcuni paesi africani hanno ampiamente dimostrato di non essere in grado di gestirsi autonomamente, sia politicamente che socialmente. Preso atto di ciò la soluzione non è mandare aiuti, sono più di sessant’anni che si mandano aiuti e oggi se ne vedono i risultati. La soluzione può essere un neocolonialismo non predatorio, protettorati volti ad investimenti negli stati africani con reciproco vantaggio per la popolazione e anche per la nazione che se ne prende carico. Sono convinta che oggi, visti i risultati della cosiddetta indipendenza, i cittadini di certi stati africani preferirebbero un governo gestito da stati europei piuttosto che le guerre tribali che perennemente li affliggono. Certo bsogna essere disponibili a eradicare con la forza gli attuali governi criminali e relativie milizie e deferirli a tribunali per crimini contro l’umanità. Poi magari anche provvedere a un corretto piano di controllo delle nascite per meno nati = meno mortalità infantile.

    Certo è che risolvere il problema africano semplicemente agevolando la migrazione di popoli in europa è un atto criminale nei confronti dei popoli europei: gli africani non si meritano l’europa, hanno dimostrato di non essere capaci di gestire l’immenso patrimonio naturale che hanno, non possiamo permettere che distruggano il nostro.
    Shalom

    • Ettore Cimadomo

      E’ in parte il mio punto di vista. Occorre eliminare dittature e teocrazie che condizionano pesantemente le proprie popolazioni ingenerando odio e fame

    • Dave

      Pienamente d’accordo con te!

    • TheoGattler

      No… l’unica vera soluzione sarebbe quella di lasciarli al loro destino.
      Se sono talmente tanto idioti da volersi continuare a combattersi tra di loro, a me non me ne può importare una beata mazza; se invece capiscono che sarebbe più intelligente cercare un approccio più costruttivo, tanto meglio per loro.
      Ricordo infine che difficilmente nella storia bimillenaria europea si è potuto trovare un periodo di pace e cooperazione tra i popoli continentali così lungo come l’ultimo; eppure ciò non impedì certo la costruzione dei mosaici bizantini, dei tantissimi duomi medievali che ancora sono presenti in tutta europa, a Dante di scrivere la sua “Divina Commedia” e a Leopardi di scrivere lo “Zibaldone”.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Da noi gli inverni richiedono energia per il riscaldamento che noi non abbiamo. Qualcuno quindi ci aiuta. Noi italiani non coltiviamo oltre 4 milioni di superficie agricola, per cui dobbiamo importare cibo senza di cui noi come l’Africa che soffre la fame.

        • Gian Paolo Cardelli

          quello che lei chiama “aiuto” si chiama in realtà “petrodollari”, e la smetta con la storiella dei 4 milioni di ettari; non sono coltivati per obblighi comunitari, non perchè siamo cretini (semmai lo siamo a dar retta a qualcuno di questi obblighi, ma è tutto un altro discorso…).

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sono terreni privati senza il governo mai avere ordinato di lasciarli incolti. Si leggono sciocchezze, ma questa …

          • Gian Paolo Cardelli

            provi a rilevarne uno, e poi ci faccia sapere… da non credersi: e sì che le quote latte e le proteste degli allevatori/agricoltori contro le politiche comunitarie hanno tenuto banco per anni, sui media!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Adesso è chiaro perché è nata l’Imu sui terreni incolti …

          • Gian Paolo Cardelli

            Questo era chiaro da tempo, e senza andare a scomodare le politiche alimentari e la situazione mondiale…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Da tempo? E qui si vede chi sa cosa …

          • Gian Paolo Cardelli

            altra dimostrazione di ottusità…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Circa due anni fa la Camera ha approvato il decreto IMU …

          • Gian Paolo Cardelli

            Ed io cosa avevo scritto? “da tempo”…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Questione di carattere. Uno PRIMA dice che i terreni (4 milioni di ettari, 1/4 del totale italiano) sono incolti per direttive comunitarie e poi arriva il discorso IMU che lo smentisce …

          • Gian Paolo Cardelli

            mi tolga una curiosità: ma lei un libro di macroeconomia l’ha mai letto in vita sua? PRIMA c’è lo sviluppo che porta a ridurre la quota lavoro nel Settore Primario, DOPO arrivano le Direttive comunitarie che cercano di metterci una pezza, limitando tra le altre cose l’uso dei terreni, e DOPO ancora i parassiti noti come “politici” si inventano l’IMU sui terreni incolti… vada a studiare, se ancora ne è capace.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La direttiva UE che limita l’uso dei terreni dove è stata pubblicata?

          • Gian Paolo Cardelli

            sul sito della Commissione Europea… buona ricerca, “pappina fatta”…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Storie, diversamente era postata qui …

          • Gian Paolo Cardelli

            E sì che basta persino un banalissimo ragionamento… ma se la produzione agricola è contingentata, cosa nota da quando esiste la UE, come pensa di poter nascondere all’Europa stessa eventuali altre produzioni agricole uscite dai terreni attualmente non utilizzati???? vuole un disegnino, se quanto sopra le risulta troppo incomprensibile?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Storie, per non postare qui la direttiva UE …

          • Gian Paolo Cardelli

            per lei sono “storie” qualsiasi argomento che contrasti i suoi pregiudizi: è chiaro dal suo primo intervento.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E non arriva, la direttiva UE … chissà perché …

          • Gian Paolo Cardelli

            PErchè non la sa trovare, altrimenti ci sarebbe riuscita in dieci secondi, come ho fatto io…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ma non arriva, non si legge … esiste?

          • Gian Paolo Cardelli

            certo che esiste: cerchi, cerchi… così impara cosa signifca cercare veramente le informazioni…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non esiste … tutte chiacchiere … i ritardati non sono un mito … Wikipedia … Set-aside … Il 20 novembre 2008, la Commissione decise di abolire completamente il set-aside attraverso il processo di riforma delle politiche agrarie comuni, noto come CAP Health Check …

          • Gian Paolo Cardelli

            Vediamo se così ci arriva: se mettessimo in coltivazione quei terreni di cui blatera, la produzione agricola globale italiana aumenterebbe, rimarrebbe costante o diminuirebbe?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            E’ lo stesso discorso, solo che sto provando a fare l’impossibile: farla ragionare… allora: cosa succede alla produzione agricola nazionale se mettiamo a coltura anche quei terreni incolti? vediamo se ha il coraggio di rischiare di fare una figuraccia…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non si può ragionare con chi nega dati di pubblico dominio, con chi inventa direttive UE che non ci sono. Usare tutta la superficie agricola non significa assolvere il fabbisogno alimentare della popolazione. La Svizzera è un esempio, e usando la sua superficie agricola ANCHE per produrre il cibo elvetico più richiesto all’estero.

          • Gian Paolo Cardelli

            non è quello che le ho chiesto: tipico “mettere le mani avanti” perchè teme la figuraccia, come Freud insegna…
            Io le ho chiesto: “se mettiamo a coltura anche i terreni incolti la produzione agricola italiana aumenta oppure no?
            NON LE HO CHIESTO “se mettiamo a coltura i terreni incolti la produzione agricola italiana basterà per tutti?”

            Ora vuole degnarsi di rispondere?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Produzione agricola non è uguale a produzione alimentare. Il problema è il seguente: non pochi paesi usano la loro superficie agricola non solo per produrre cibo destinato alla specie umana sulla Terra. La lasciano incolta, la usano per produrre alcol o tabacco, biocarburanti, legname eccetera, recuperandola poi all’estero e A SCAPITO di chi non può contrastarli già solo per la mancanza di soldi. Tanto per fare un altro esempio: qui in Europa abbiamo oltre 200 milioni di animali domestici a cui serve cibo che poi manca per nutrire alcuni membri della specie umana sulla Terra. Detti recuperi all’estero TOLGONO la superficie agricola alle popolazioni residenti e con la conseguenza che sappiamo e appunto una loro partenza, nel caso degli africani, verso l’Europa …

          • Gian Paolo Cardelli

            Ariecco l’ennesima svicolata per paura di rimediare una figuraccia (che praltro ha già fatto) : vuole rispondere oppure no? le direttive comunitarie parlano di produzione agricola e se mettiamo a coltura quei terreni questa produzione aumenta oppure no? vediamo quante altre cose va a tirare fuori solo per non fare la figura dell’ignorante…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto: la gente mangia fagioli ma non tabacco. Produzione agricola aumentata come tabacco non aumenta la premessa, il cibo, senza di cui alla gente tocca andare altrove. Ci vuole non poca ignoranza per non capire che la nostra premessa è il cibo.

          • Gian Paolo Cardelli

            ed allora supponiamo che mandiamo a coltura tutti quegli ettari per la sola produzione di cibo: la produzione italiana di cibo aumenta oppure no? vediamo se ci riusciamo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non si può, in una democrazia, ordinare cosa coltivare o allevare sui terreni ai proprietari dei medesimi. Il problema qui discusso è poi anche quello di non potere, per i diversi proprietari, raccogliere le particelle incolte per lavorarle con un solo mezzo agricolo. Un altro problema sono le successioni causa morte dei proprietari nel senso di un ulteriore frazionamento dei terreni. Un altro è non calcolare / coordinare il fabbisogno alimentare a livello globale per poi passare alla produzione alimentare conservando l’eccedenza. Insomma, la tecnica agricola, soprattutto con il trattore, ha fatto passi da gigante ma il sistema di gestione, anche burocratico, dei terreni è quello che c’era prima del subentro del trattore. Siamo evoluti per i mezzi che abbiamo ma non per la capacità di usarli. E quindi ci tocca, sebbene sani, zoppicare. Adua non è Alesia.

          • thalia

            Mi spiace essere sempre il bastian contrario, ma sì che si può dire cosa coltivare sui terreni, lo fanno in Usa poiché le università hanno ingegneri agronomi che analizzano il terreno e sanno cosa si coltivi in maniera sicura, se dà mais si semina quello, se manì,l’altro. motivo per cui ci sono sterminati coltivi di canna, tabacco o addirittura piselli ecc. A dirti la verità non lo so ma, non credo esistano anche qui tali sistemi, come oramai ci crediamo un paese industrializzato l’agricoltura, salvo in alberi sono fatti che non ci riguardano, pensa se si ha intenzione di farlo in Africa. Tutto il basso Lazio è un mare di serre per prodotti ortofrutticoli e verdure il mercato generale della zona carica e scarica navi in continuazione, Eduardo diceva “da nù fasulo nasceno tante é fasule? Gesù, Gesù e pecché o munno se more é famme?”

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Un problema: la legge ereditaria permette il frazionamento dei terreni. Un altro problema: tanti proprietari hanno terreni non accorpati ma sparsi. Un altro problema: tanti eredi non vivono in Italia. Un altro problema: si usa il suolo agricolo per impianti fotovoltaici. Eccetera eccetera eccetera.

          • thalia

            Terreni accorpati significano latifondismo, combattuto in Italia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Inteso era il proprietario che ha più terreni ma non accorpati …

          • Gian Paolo Cardelli

            I suoi tentativi di scantonare sono sempre più patetici, ma prima o poi la smetterà…: ri-supponiamo che i proprietari di quei terreni, DI LORO INIZIATIVA, decidano di mandarli a coltura per produrre generi alimentari: la produzione di alimenti nazionale aumenterebbe oppure no? sentiamo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non fa senso pensare ciò che si è INFATTI comprovato impossibile e per le ragioni qui sopra esposte.

          • Gian Paolo Cardelli

            Non pensi di fregare qualcuno: il suo “non ha senso” significa semplicemente che ha capito dove ha toppato, ma non ha il coraggio di ammetterlo… ancora insiste con la cretinata che “non esistono direttive UE”?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Direttive UE che non arrivano …

          • Gian Paolo Cardelli

            Serve sempre una sua risposta, ed arriverà tutto…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Come con i dati rispetto ai rifugiati …

          • Gian Paolo Cardelli

            intanto risponda, poi vedremo… paura, vero? ovvio…

          • Gian Paolo Cardelli

            Le storie le sta scrivendo lei, visto che si è ormai confermata una che parla solo per sentito dire. Sto provando (sforzo improbo) a farla ragionare sulla faccenda in altro punto: risponda a quell domanda e poi vediamo chi è che conta storie…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il signore delle panzane parlava di una direttiva UE che non c’è … un tuttologo.

          • Gian Paolo Cardelli

            appena risponderà alla faccenda dei terreni incolti capirà…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E non arrivava la direttiva UE …

          • Gian Paolo Cardelli

            appena risponderà capirà tutto, anche la “direttiva UE”… ma l’ha già capito, vero? per questo non ha il coraggio di rispondere…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E non arriva la direttiva UE …

          • Gian Paolo Cardelli

            dopo la risposta gliela spiattellerò in faccia, stia pur tranquilla…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quando il signore delle panzane non sa più che pesci pigliare inventa le direttive …

          • Gian Paolo Cardelli

            deve solo darmi una rispostina da prima elementare, poi vedrà che figuraccia andrà a rimediare…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Accampare scuse per superare l’imbarazzo …

          • Gian Paolo Cardelli

            le sta accampando lei: basta un risposta e tutto si chiarisce…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Come con gli oltre 4 milioni di ettari incolti …

          • Gian Paolo Cardelli

            proprio su quelli: non appena mi risponde capirà che figuraccia sta rimediando… è per questo che non vuole darmela, vero? ovvio…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ovvio …

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
      • abj14

        Sono tutti stati
        indipendenti e sovrani da quel dì e, in quanto tali, decidono sovranamente se-come-da
        chi farsi grabbare.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Vale anche per noialtri italiani?

          • Gian Paolo Cardelli

            no: per noi vale il diritto a farci prendere in giro dai nostri “politici”, diritto di cui lei sta apparendo la più strenua difenditrice…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’evasione fiscale è una chimera, si legge spesso …

          • Gian Paolo Cardelli

            altro mirabile esempio di replica che non c’entra nulla.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Era per dire che gli italiani non causano il malaffare … solo i politici.

          • abj14

            La sua domanda non c’entra un tubo con l’articolo in questione e con il disegnino da lei pubblicato. Comunque sia, si risponda da sola.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Nessun problema.

    • soldellavvenire

      posso convenire sul “neocolonialismo non predatorio” sempre che possa esistere : ma che “agevoliamo la migrazione” è una vostra visione della realtà, invero la società “civile” rifiuta di respingere il migrante, ma cerca e trova soluzioni di convivenza e integrazione; ricordi che i suoi antenati furono migranti e profughi

      • Gian Paolo Cardelli

        Un migrante che puo’ permettersi di pagare migliaia di dollari partendo da contesti in cui il Reddito procapite ANNUO non arriva a duecento dollari da’ molto da pensare…

      • Alice Tarrini

        E quindi? Questo ci rende debitori verso chiunque voglia mettere piede qui?
        Tutti i paesi europei hanno avuto i loro migranti e profughi anche in tempi recenti, mica solo l’Italia. Ma non per questo si fanno invadere dal resto del pianeta, o si sentono obbligati a convivere e integrarsi ad ogni costo con chi li invade. Follia pura.

        • soldellavvenire

          esatto

          • Alice Tarrini

            No ciccio, la guerra etnica la scatenerà chi favorisce l’invasione di un popolo sulla terra di un altro, costringendo chi c’è già a farsi soppiantare dall’ultimo venuto oppure combattere per non soccombere. E non sarà certo la favola della buona notte sull’ “accoglienza” (in realtà vera e propria occupazione) a evitare il disastro prossimo venturo…dal quale, magra consolazione, saranno travolte le false anime belle come lei.

  • Dave

    vogliono una terza guerra mondiale…. perchè è quello che accadrebbe… iniziando da focolai di guerra civile tra le popolazioni autoctone e questa massa di genete pronta ad invaderci …. loro non hanno tnulla da perdere… noi TUTTO. ci sarà una catastrofe umanitaria in Europa… per salvare questi insalvabili andremo affondo anche noi. Complimenti a queste menti “illuminate” che ci stanno “governando” maledetti voi e la vostre stirpe maledetta.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Semmai vogliamo una guerra in quanto, tanto per fare un esempio, un paese come la Russia, il più grande tra tutti gli altri presenti sulla Terra, NON è autosufficiente sul piano alimentare. Senza aiuti esterni la Russia è subito l’Africa che soffre la fame.

      • Dave

        Mi scusi ma che centra la Russia, la Russia è un paese virtuoso…. lo sta paragonando all’africa con gli africani buoni a nulla? …la russia compra il cibo …l’africa pappa e basta…

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Ci sono nazioni che importano parte del cibo che consumano. A casa loro dette nazioni non sfruttano tutta la superficie agricola di cui dispongono. Tra queste nazioni c’è anche l’Italia.

          • Gian Paolo Cardelli

            ho letto i suoi interventi qui e là, e devo concludere che lei parla molto per sentito dire; una delle storture del Primo Mondo (Nordamerica ed Europa), e che i Paesi di questi due continenti sono da decenni in sovrapproduzione alimentare; se dovessero sfruttare tutta la superficie agricola il problema esploderebbe.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi le dette nazioni non importano cibo?

          • Gian Paolo Cardelli

            non quello basico ovvero quello che serve a nutrire il “popolo”: noi importiamo wurstel ed i tedeschi importano olio d’oliva, per esempio, ma solo per motivi di gusto ovvero economici, non perchè altrimenti italiani e/o tedeschi morirebbero di fame.
            E vale per ogni altro paese del Mondo Occidentale.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi il grano da noi consumato lo produciamo tutto in Italia?

          • Gian Paolo Cardelli

            al netto degli accordi commerciali e delle interferenze politiche, queste ultime sempre deleterie; oggi infatti, per motivi di pura contingenza politica, importiamo grano dall’Ucraina e dal Canada, e molti agricoltori nazionali se ne lamentano.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Adesso ci sono gli accordi commerciali. Non era l’argomento presentato qui sopra. In Italia abbiamo oltre 4 milioni di ettari di superficie agricola incolta.

          • Gian Paolo Cardelli

            e che devono restare tali per accordi politici internazionali: mai sentito parlare, per esempio, delle “quote latte”?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Nulla toglie al fatto che non si produce tutto il cibo che si consuma.

          • Gian Paolo Cardelli

            e nulla toglie il fatto che già adesso parte del cibo prodotto lo buttiamo prima ancora di farlo arrivare sulle tavole. E’ un fatto stranoto da almeno cinquant’anni.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quindi si butta via cibo anche non prodotto in Italia. Ma nulla toglie al fatto che, noi italiani, non siamo autosufficienti sul piano alimentare. Come i russi che tuttavia lo confermano … https://uploads.disquscdn.com/images/a0b114673cb684a6cc64ab4dd15c6ee6c025865edf81ffb9741dbdbbb977ed1f.png

          • Gian Paolo Cardelli

            le sue cognizioni in materia di economia alimentare sono molto, ma molto, ma molto superficiali: pensa di aver capito tutto solo perchè ha letto da qualche parte la faccenda dei 4 milioni di ettari? troppi libri deve leggersi, ancora…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            4 milioni di ettari INCOLTI, 1/4 degli ettari a nostra disposizione, sono un SURPLUS agricolo?

          • Gian Paolo Cardelli

            e dopo che li avrebbe coltivati, beccandosi una multa salatissima da parte dell’UE per averlo fatto, cosa penserebbe di aver risolto? non sono coltivati PER OBBLIGHI COMUNITARI, l’ha capito o le serve un disegnino?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Piuttosto serve una fonte …

          • Gian Paolo Cardelli

            A lei non basterebbe un’enciclopedia, se tira fuori simili obiezioni da struzzo; è tutto sul Web: basta cercare…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Infatti … Negli ultimi 10 anni, in Italia sono stati ridotti in stato di abbandono terreni agricoli dell’estensione pari all’intera Calabria. E’ quanto emerge dai dati provvisori del sesto censimento nazionale dell’agricoltura, resi noti dall’Istat.

            Secondo il quadro generale ci sono meno aziende agricole (sono circa un milione e 600 mila, con una diminuzione del 32,2% fra il 2000 e il 2010) ma la loro dimensione media è aumentata del 44,4% ed è ora pari a 7,9 ettari. Si sta verificando un fenomeno di fusione e concentrazione. Però questo processo si è perso per strada 15.000 chilometri quadrati che 10 anni fa facevano parte della superficie delle aziende agricole ed ora non più …

            Slowfood … it … In 10 anni abbandonati terreni agricoli vasti quanto la Calabria …

          • Gian Paolo Cardelli

            Ed è un fenomeno stranoto in Macroeconomia: con lo sviluppo economico si aumenta la capacità di resa della terra rendendola sempre meno vantaggiosa a coltivarsi nello stesso numero di ettari… lei, PER CASO, sa quanti sono in percentuale gli operatori economici nei tre macrosettori lavorativi, Primario (agricoltura ed allevamento), Secondario (Industria) e Terziario (Commercio e Servizi) nei vari paesi? provi a fare violenza a se stessa, sconfigga la sua pigrizia mentale e provi a cercarne i dati, così ci faremo due risate…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Adesso è un fenomeno stranoto. Prima, qualche commento fa, era un comportamento previsto, secondo accordi internazionali …

          • Gian Paolo Cardelli

            Niente da fare: lei la DINAMICA degli eventi non è proprio in grado di concepirla…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Già … ma poi troviamo articoli come questo di Focus … Alloggi, scuole, negozi per 500.000 persone, ma non ci abita nessuno … La Cina costruisce per i cinesi intere città in Angola e altri Paesi africani, con servizi e infrastrutture. E invita i cinesi ad andarci con il concorso “Una sola Cina in Africa”… Questa città nuova di zecca e le altre programmate in Nigeria, Ciad, Sudan, Zambia e altrove in Africa, potrebbero invece essere il preludio a un’emigrazione di massa di lavoratori cinesi, studiata a tavolino. Come suggerisce, anche, il titolo del “concorso” lanciato dal governo di Pechino ai suoi cittadini per invitarli a lasciare il Paese: “Una sola Cina in Africa” …

          • Gian Paolo Cardelli

            Altro argomento che c’entra nulla con quanto si parla nell’articolo, c.v.d.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Cioè paesi stranieri si allargano in Africa senza conseguenze per le popolazioni locali …

          • Gian Paolo Cardelli

            ma se non è in grado nemmeno di capire di quanto si sono allargati! lasci perdere: sta solo facendoci ridere.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E di quanto si sono allargati?

          • Gian Paolo Cardelli

            di alcune striscioline di terreno su cui hanno costruito una città: e gliel’avevo pure scritto, oltre al fatto che sta scritto nelle “fonti” che lei stessa ha citato e che quindi ha dato prova di non averle nemmeno lette…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Te la racconto io la storia … diceva il signore della panzane … ad Adua abbiamo stravinto, siamo il merito vivente (il debito pubblico è una menzogna), quando c’era lui i treni arrivavano in orario …

          • Gian Paolo Cardelli

            Più ripete queste idiozie e più dimostra la sua inferiorità.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Adua, Vajont, esodo di massa, debito pubblico, tutte vittorie …

          • Gian Paolo Cardelli

            e terreni incolti che non possono essere coltivati, per accordi con la UE che lei conosce benissimo, ma non ha l’umiltà di ammetterlo, pena il dover fare l’ennesima figuraccia da ignorante…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Quali accordi UE?

          • Gian Paolo Cardelli

            quando risponderà alla domanda glieli spiegherò…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Accordi UE che non ci sono …

          • Gian Paolo Cardelli

            appena mi da la risposta le farò vedere che toppata ha preso, non si preoccupi…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Menziona accordi che non ci sono …

          • Gian Paolo Cardelli

            questo ha bisogno di crederlo lei: mi dia la risposta e vedrà, è facilissimo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ci stava dicendo il signore delle panzane che parecchi paesi non autosufficienti sul piano alimentare non soppesano, per non subire la carestia, l’estero circostante con conseguenza gli esodi che lamenta …

          • Gian Paolo Cardelli

            altra sua invenzione: deve solo rispondermi…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La suddetta circostanza è la conseguenza … non solo sul piano alimentare ma anche energetico …

          • Gian Paolo Cardelli

            altra sua invenzione: proprio paura paura, eh?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Invenzione?

          • Gian Paolo Cardelli

            totale, e sempre e solo per paura di fare la figuraccia prevista…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I commenti ci sono, chi li legge può farsi un’idea.

          • Gian Paolo Cardelli

            E’ per questo che continuo a replicarle, e la prima cosa che salta all’occhio è che ad una domanda semplicissima per chiarire un punto fondamentale di tutto il suo costrutto lei da un centinaio di interventi non ha alcuna intenzione di rispondere, temendo giustamente la figuraccia…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non posso che ripetere quanto detto.

          • Gian Paolo Cardelli

            no: deve solo rispondere: se quei famosi quattro milioni di terreni italiani incolti venissero messi a produrre generi alimentari, la produzione alimentare italiana crescerebbe oppure no? e sì che è così facile…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non sono 4 milioni di terreni italiani incolti MA (oltre) 4 milioni di ettari … Ho tuttavia capito che la differenza non viene capita …

          • Gian Paolo Cardelli

            io invece ho capito che si sta attaccando a due parole saltate per evitare una figuraccia, cosa inevitabile se risponderà ad una domandina da prima elementare…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Con chi nega il principio di non contraddizione non si può andare avanti.

          • Gian Paolo Cardelli

            ah, crede pure che il Materialismo Dialettico sia qualcosa da tenere a mente? avrei dovuto immaginarlo da subito, visto il suo modo di “argomentare”, ma per andare avanti deve solo rispondere alla domande che sta scapolando in ogni modo patetico possibile ed immaginabile: se andiamo a produrre altri generi alimentari da quei quattro milioni di ettari di terreno incolto, cosa succede alla produzione alimentare italiana, aumenta oppure no? su, che è facilissimo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto: grazie per la partecipazione.

          • Gian Paolo Cardelli

            ripeto anch’io: grazie per le numerose conferme che mi ha dato.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non c’è di che.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non sono 4 milioni di terreni ma (oltre) 4 milioni di ettari … ettaro = terreno porta al malinteso che fin qui si legge bene …

          • Gian Paolo Cardelli

            non si attacchi a qualche refuso per evitare la figuraccia che l’aspetta e risponda, grazie.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Refuso? Mi ricorda Karl Popper e il materialismo dialettico, il sottrarsi ad ogni possibile confutazione … Ma ettaro non è terreno …

          • Gian Paolo Cardelli

            a me invece lei ricorda quei vigliacchetti ipocriti che fanno di tutto per evitare la figuraccia: la domanda è da prima elementare, ma lei non vuole dare la risposta che la sputtanerebbe…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto: ettaro non è terreno.

          • Gian Paolo Cardelli

            ed io ripeto: lei sa della figuraccia che rimedierebbe rispondendo, ed è questo il motivo per cui non lo fa. Se ne sono già accorti in parecchi, che lei ci creda o meno…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ettaro = terreno = difficoltà di indole discorsiva.

          • Gian Paolo Cardelli

            rifiuto di rispondere ad un domanda che la sputtanerebbe = ipocrisia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Grazie per la partecipazione.

          • Gian Paolo Cardelli

            grazie per avermi confermato di aver avuto ragione.

          • thalia

            Anita! Ettaro è la misurazione specifica di diecimila mt. di terreno!!!!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Leggi i commenti sopra, altrimenti fraintendi …

          • Gian Paolo Cardelli

            Quanti ettari coprono le città di cui blatera? e quanti milioni di ettari coltivabili esistono in Africa? parli di cose che conosce, grazie, cioè taccia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Città?

          • Gian Paolo Cardelli

            quelle costruite dai cinesi: non ricorda nemmeno quello che scrive lei stessa?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non sappiamo più fare una distinzione tra chi cita e chi scrive (Focus, Slowfood eccetera) una notizia?

          • Gian Paolo Cardelli

            qui scrive lei, non Focus: sono città quello che stanno costruendo i cinesi oppure no?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Focus è citato qualche commento fa … ma comunque si parla di risorse africane andate a stranieri tra cui i cinesi … Risorse africane tra cui le superfici agricole …

          • Gian Paolo Cardelli

            ed io le sto chiedendo quante di queste risorse rispetto al totale africano avrebbero fatto questa fine…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Secondo il signore delle panzane solo qualche strisciolina di terreno.

          • Gian Paolo Cardelli

            E secondo lei, invece, che non distingue una “densità” da una “sovrappopolazione”? sentiamo: cosa dicono le sue fonti, al riguardo?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Abbiamo una fonte rispetto al fenomeno land grabbing … The Land Matrix … ma ce ne sono tante altre tra cui le principali testate italiane. L’Europa è un continente fortemente sovrappopolato, e paesi come l’Italia, la Germania, la Svizzera, la Gran Bretagna, quasi tre volte la media. Ovvero, non c’è, in dette nazioni, la presenza di cibo tale da giustificare la loro densità di popolazione così elevata. Detta densità è solo possibile USANDO terreni all’infuori dei confini nazionali tra cui quelli africani. E aggiungo: nemmeno la Russia, il più grande paese sulla Terra, è autosufficiente sul piano alimentare.

          • Gian Paolo Cardelli

            L’Europa NON E’ AFFATTO SOVRAPPOPOLATA: non usi parole che ha già dimostrato di non conoscere… e poi l’ha detto proprio lei che ci sono milioni di ettari incolti, e non solo in Italia: però a ragionarci sopra non se ne parla, con gli ottusi come lei, vero?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            E allora l’Europa è sottopopolata … la battaglia di Adua è stata vinta non persa, e Hitler era Babbo Natale …

          • Gian Paolo Cardelli

            E con questo ha dato la prova definitiva della sua ignoranza e della sua ottusità.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dipende dal testimone … Adua vinta è falsa testimonianza …

          • Gian Paolo Cardelli

            cosa che continua a non entrarci per niente con l’argomento in essere…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sappiamo dell’Italia da cui sono andati via 24 milioni di italiani … Italia, secondo il signore delle panzane, vittoriosa, sviluppata, e soprattutto non sovrappopolata …

          • Gian Paolo Cardelli

            E continua a citare cose che non c’entrano nulla con l’argomento in essere…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Infatti, il passato è solo un minuto fa. Comodo per non essere riconoscenti …

          • Gian Paolo Cardelli

            Altra fesseria buttata lì per non ammettere la realtà…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il signore delle panzane vede gli africani in sua vece, tutto qui. Milioni di italiani, dall’estero dove erano per non morire di fame, hanno per decenni sorretto un paese incapace di gratitudine nei loro confronti …

          • Gian Paolo Cardelli

            Ennesima cosa che non c’entra nulla…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ricapitolando l’insegnamento del signore delle panzane: più abitanti ci sono per chilometro quadrato e meno cibo serve per sfamarli. Infatti nel paese del signore delle panzane si lasciano incolte le superfici agricole … tuttavia non sono incolte in quanto l’intenzione non era quella di lasciarle incolte … Roba da matti.

          • Gian Paolo Cardelli

            sta continuando ad inventarsi cose mai scritte, e solo per paura di rimediare la figuraccia storica che farà non appena mi avrà risposto ad una domandina da prima elementare…

          • Gian Paolo Cardelli

            Ah, adesso spaccia per verità un’affermazione propagandistica? ora capisco da dove vengono, le sue carenze cognitive…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Affermazione propagandistica la Russia che ammette di non essere autosufficiente sul piano alimentare?

          • Gian Paolo Cardelli

            no: affermazione propagandistica quella di assicurare l’autosufficienza in un periodo in cui puo’ accadere di tutto. Che i paesi ex-URSS non siano autosufficienti non è certo una novità, ma dopo settant’anni di regime criminale non puo’ sorprendere nessuno.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Roba da matti …

          • Lamberto Z

            anche dall’Africa per aiutarli, così ha deciso la EU, come per le sanzioni alla Russia, le aziende soffrono, fu così per l’olio per favorire spagna portogallo grecia, il vino per portogallo, Francia e spagna, l’acciaio per la Germania e Francia e così via.

      • Lamberto Z

        di nuovo, si chiama commercio, io ti do gas e petrolio e tu mi dai alimenti, dov’è il problema?

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Lo dice la Russia stessa e volendo, per non dovere subire alcun ricatto, raggiungere l’autosufficienza alimentare entro i prossimi dieci anni.

  • giuseppe 97

    la carestia c’è perchè non hanno voglia di lavorare, ma sono solo capaci di combattersi per depredarsi gli uni con gli altri. E noi che facciamo, li assecondiamo? Un’altra volta pensino a fare meno figli e l’occidente che provveda a sterilizzarli senza pensare tanto ai diritti umani, altrimenti qui affondiamo tutti.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Un paese come la Svizzera importa la metà del cibo che consuma. Cioè senza aiuti esterni è subito l’Africa che soffre la fame.

      • Libertà o cara

        Gentile signora Anita,
        una realtà produttiva altamente sofisticata quale quella moderna dovrebbe suggerire che la cosa fondamentale da dare agli africani, ma non solo a loro, è una cultura anche scientifica necessaria per vivere nei tempi nostri, cioè a dire estesa e sofisticata! Invece in Africa scorrono solo armi a fiumi, ma chi le paga? … Libertà o cara

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Va anche detto … chi le regala. Perché, secondo Espresso (L’arsenale nascosto dell’Esercito. Nel bazar delle armi italiane), ci sono anche armi regalate … Uno squadrone di semoventi in Africa, una manciata di autoblindo in Libia, un po’ di cingolati in Libano, qualche elicottero qui e là. È da un decennio che l’Italia ha una sua strategia dell’usato bellico, regalando armi di seconda mano per cercare di costruire legami internazionali …

          • Libertà o cara

            L’arma, e ben lo sanno i Russi e gli Yankee, è uno strumento poderoso di alleanza e colonizzazione! Per cui l’Italia fa bene ad intessere rapporti politici con l’arma dell’arma a prezzo di favore! Due gli obiettivi perseguiti: obbedire con gesti di favore al padrone imperante e conseguire amicizie estere per l’economia nazionale! È la legge del più forte rivista ed attualizzata! Resta il problema morale dell’estorcere somme consistenti con la scusa delle armi invece di dare cultura e mentalità coerenti con l’oggi sofisticato! Sereno anno che resta. … Libertà o cara

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
    • Gian Paolo Cardelli

      no: le carestie ci sono perchè i sistemi di produzione del cibo sono rimasti ad un secolo fa, mentre la popolazione africana da allora è decuplicata (grazie alla fine del colonialismo: questo i nostri media NON CE LO DICONO…). All’inizio del Ventesimo Secolo in Africa abitava solo un centinaio di milioni di persone, ed era completamente autosufficiente dal punto di vista alimentare.
      Poi vennero i “liberatori degli oppressi”…

      • Gattogrigio

        Hai perfettamente ragione, il problema è che è difficile farlo capire.
        Non dipende solo dalla fine del colonialismo, dipende dal fatto che, comunque, l’Africa ha in parte beneficiato di miglioramenti sanitari e aiuti alimentari provenienti dall’esterno senza sviluppare una mentalità corrispondente.
        In sostanza la mortalità infantile è diminuita ma si continua a fare figli senza preoccuparsi di come li si manterrà.
        Forse il miglior aiuto che l’Africa può avere in questo momento è di sentirsi dire di imparare a badare a se stessa.
        saluti

        • Gian Paolo Cardelli

          Ed è il motivo, cinico e crudele ma realista, per cui mandare loro tutto il cibo che avanza a noi (ammesso che sia possibile, e non lo è), complicherebbe il problema del loro destino, abituandoli ad essere mantenuti ed a rimanere “eterni bambini”.
          Come diceva un vecchio proverbio cinese?
          “dai un pesce ad un uomo e l’avrai sfamato per un giorno, insegnagli a pescare e l’avrai sfamato per tutta la vita”.
          I nostri “progressisti umanitari” vogliono solo mandar loro un pesce al giorno..

          • Gattogrigio

            Vedo che siamo in perfetta sintonia (curiosamente “cinico ma realista” è una frase che uso anch’io abitualmente).
            Ho alcuni amici di Save the children (alla cui organizzazione mandiamo regolarmente 500€ l’anno) a cui faccio notare che la loro iniziativa è umanamente lodevole ma rischia di girare a vuoto.
            Se salvi questo “children” ma non gli cambi la testa tra 10 15 anni te ne piazzerà li altri tre con la stessa faccia e lo stesso problema.

          • Gian Paolo Cardelli

            esattamente, ed è il motivo per cui a queste “associazioni umanitarie” non mando più soldi; una molto famosa mi propose di adottare un bambino brasiliano a distanza, ma per fortuna mia e sfortuna loro mi dissero di averne scelto uno vicino a dove abita un mio amico traferitosi laggiù: non solo non c’era il bambino, MA NON C’ERA NEMMENO IL PAESE DOVE DICEVANO ABITASSE!

        • best67

          fino anni venti del secolo scorso,in Italia (ma anche in europa ed Usa) una donna,nella sua vita fertile,metteva al mondo 10/12 figli,ma di questi solo poco più della metà arrivavano alla maggiore età!poi,noi italiani, abbiamo addirittura avuto un “pelatone” che sosteneva che “il numero è potenza”!col tempo,abbiamo capito,che per fare una vita “normale” non si può “ingravare” ogni santissimo anno la moglie/compagna; specialmente,se aumentano le aspettativi di vita!peccato che gli africani di mogli ne hanno più di una!il padre della kienge ha 4 mogli e 34 figli!

          • Gattogrigio

            Prima o poi lo capiranno anche loro. La domanda è quando?
            Proprio per questo motivo, nel primo commento, dicevo che il miglior aiuto all’Africa e di sentirsi dire di imparare ad arrangiarsi. Come dice Cardelli “cinico ma realistico”.
            Ai miei amici di Sx (e ne ho parecchi) dicevo qualche settimana fa che l’Africa è afflitta da interminabili guerricciole a bassa intensità e quindi demosostenibili.
            La risposta scandalizzata è stata:
            “guerricciole??? 300.000 morti!!!”
            “in quanto tempo?”
            “5 anni”
            “A Dresda ne hanno fatti 100.000 in una notte e a Hiroshima quasi altrettanti in un’ora. Quella era una guerra. Al confronto quelle africane sono scazzottate da bettola”
            Ma le guerre europee e mondiali finivano perché non c’era nessuno intorno disposto a prendersi a cuore la situazione delle tue genti e a piangerci sopra dandoti la possibilità di continuarle all’infinito.
            “Le guerre in Africa sono volute dalle multinazionali, dal commercio delle armi, dai governi corrotti …..ecc.”
            Buttateli fuori. Levate, come si suol dire, “la paglia dal culo”
            Il massimo del comico è stata l’osservazione che “accogliere i migranti è consono ai valori della resistenza”
            I valori della resistenza consistevano nel rischiare la pelle e combattere per liberare se stessi e il proprio paese, non nel fuggire a gambe levate!
            Saluti

          • best67

            come già detto a tanti sinistrati,ma se gli italiani,durante la 2^ guerra mondiale,fossero scappati in massa (come siriani e africani) verso quei paesi pochi,ma non lontani,in cui non si combatteva (spagna,svizzera) ma chi l’avrebbe fatta la sacra guerra di liberazione?mi ha dato fastidio sentire,mesi fa,un giovincello barbuto siriano (un under 25) ripetere il “mantra” boldriniano (“..ma come?il libano,che è così piccolo ha accolto 2 milioni di noi,e l’Europa non ce la fa..?)!ma in libano,i fratelli arabi e islamici,i “rifugiati” siriani li fanno anche lavorare nei campi a 3 € al giorno!ma sopratutto “quanti” profughi siriani (ma anche irakeni) sono stati accolti dai ricchi paesi arabi della penisola e del golfo?quasi nessuno!e il bello è che quei signori non aprono nemmeno la borsa!

          • Gattogrigio

            A parte quello, ma a questo mondo le cose non si fanno non solo perché non si possono fare ma anche perché si può decidere di non farle. Tra gli amici di Sx c’è invece l’idea che chiunque abbia problemi a questo mondo abbia anche diritto a venir in Europa.
            Se domani mattina la Svizzera diventasse inabitabile per qualsiasi motivo, i primi a farsene carico dovrebbero essere la Francia, l’Italia, la Germania e l’Austria, non certo la Nuova Zelanda.
            Esiste invece questa idea di colpa insanabile nei confronti degli altri (di chi poi?) che ci obbliga ad accettarli in qualsiasi numero e a qualsiasi condizione senza battere ciglio, anzi, essendone addirittura felici.
            Le mitiche “risorse” o il “dono” di Francesco mi ricordano tanto la favola della volpe e dell’uva
            Questa idea va demolita, ne va della nostra sopravvivenza.
            Saluti

          • best67

            a me viene in mente principalmente,la favola della “serpe al seno”!avvero di quel (buon) viandante che in una fredda giornata d’autunno,trovò una serpe semi assiderata,e portatasela al petto,sotto al mantello,per riscaldarla ne fu morso..!

          • Gattogrigio

            Certo, ma si potrebbe applicare agli eventuali ospiti.
            Quella della volpe cioè che non potendo avere qualcosa si dice che non è buono e, nel nostro caso, non potendo o volendo o sapendo evitare qualcosa si dice che è un bene, si applica ai nostri.
            saluti

        • thalia

          E insegnare a una donna come deve fare per ridurre un pochino la natalità, giovandone in salute, lavoro ed economia.

      • Libertà o cara

        Senza enfatizzare il colonialismo! Rodesia e Zimbabwe danno la risposta! Sud Africa prima e dopo Mandela esprime la tragedia! L’Europa ha impiegato secoli e guerre tante, ha assorbito popoli indoeuropei e li ha conquistati coi suoi valori religiosi e civili! Non si può pensare che bastino una o due generazioni per superare un millennio di differenze culturali! Comunque il colonialismo è stato superato per mettere le mani sulle ricchezze del sottosuolo non certo per la gente africana! Basta leggere Voltaire! … Libertà o cara

        • Gian Paolo Cardelli

          Temo che abbia letto male:
          1) la citazione del Colonialismo era ironica: finchè c’era la popolazione africana mangiava, mentre dopo la sua scomparsa la stessa popolazione si è decuplicata ed ora muore di fame.
          2) il Colonialismo aveva proprio lo scopo di predersele, quelle risorse: ma che ha scritto?
          3) cosa c’entrerà poi Voltaire che campò due secoli prima degli eventi in questione lo sa solo lei!

          • Libertà o cara

            Gentile signor Cardelli,
            Sul punto uno siamo d’accordo
            Sul punto due “abbattimento del colonialismo” mi pare si possa dire che ora le ricchezze africane appartengono a chi se le prende (mettendo in piedi governi controllati)
            Sul punto tre: Voltaire, basta leggere i suoi scritti “progressisti” sui negri per leggere a quale morale si ispirano alcuni potenti odierni!
            Sereno anno che resta … Libertà o cara

          • Gian Paolo Cardelli

            Sul punto due quindi la situazione è esattamente quella antecedente alla fine del Colonialismo…
            Sul punto tre basta ricordare che dopo due secoli il contesto etico e sociale è completamente cambiato per capire che a leggere Voltaire si rischia di prendere solenni cantonate: il “razzismo” oggi con i fenomeni dei clandestini africani non c’entra nulla, ovvero ne è eventualmente una conseguenza, non certo una causa.

          • Libertà o cara

            Gentile signor Cardelli,
            Mi permetta una piccola digressione storica. L’impero romano mantenne inalterati i suoi confini esterni mutando la politica da esso esercitata verso i potentati di confine: dal sostegno esterno: se vengono arrivo; alla presenza militare palese; alla totale inglobazione! Così vale per il colonialismo: prima, con l’aiuto dei locali, depredazioni di schiavi; poi le colonie a dominazione particolare; ed infine le finte indipendenze! Oggi si è giunti ad includere tra le colonie anche i nostri paesi! Chiara ed amarissima la partecipazione (tradimento) dei locali (nostri) alla colonizzazione nostra! I nostri locali alla Petain oggi tacciano di razzismo, ieri tacciarono di colonialismo, ma il fine è sempre lo stesso: partecipare, con profitto personale, alla predazione di schiavi e risorse! Sereno anno che resta. … Libertà o cara

      • best67

        bravo!ora ne hai detta una giusta!

        • Gian Paolo Cardelli

          e quali sarebbero quelle sbagliate? sentiamo…

  • Ettore Cimadomo

    Qualcuno dovrebbe spiegarmi perchè a farsi carico dei disastri del continente africano debba essere l’Europa. Alcuni paesi mediorientali, accomunati dalla religione, sono ricchissimi. Invece di costruire grattacieli ed isole galleggianti, piuttosto che comprare aerei con tanto di rubinetterie in oro o yacht di 187 metri, potrebbero aiutare i loro confratelli. Questi paesi, prima ancora, potrebbero evitare di sponsorizzare il terrorismo padre dei disastri che destabilizzano il mondo.

  • nopolcorrect

    Le invasioni si fronteggiano con le forze armate, altrimenti non si vede a che cosa servano oggi: a fare guerra al Patto di Varsavia? Faccio notare che i “migranti” si guardano bene dall’avvicinarsi alle frontiere dell’Iran perché lì le guardie di frontiera sparano a chi si avvicina. O le forze armate europee possono essere usate per rimettere ordine in Africa. Piantiamola col politicamente corretto e diciamo la verità: la decolonizzazione è stata un disastro, i paesi africani sub-sahariani non sanno governarsi da soli. Aiutare economicamente? Benissimo, ma da solo questo non basta, si rischia solo di dover pagare sempre di più e di essere ricattati: o paghi di più o ti mando masse di “migranti”. L’ONU? Può aiutare ma è una organizzazione terzomondista anti-europea.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Sono quasi 3 milioni SOLO i rifugiati afghani che vivono stabilmente in Iran …

      • Gian Paolo Cardelli

        appunto: i rifugiati per guerra non si allontanano mai molto dai luoghi di origine…

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Non era questo il punto. L’Iran ospita anche tanti rifugiati siriani. Quindi non li respinge.

          • Gian Paolo Cardelli

            ma nemmeno un africano: indovini perchè?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            C’è poco da indovinare anche perché abbiamo, come l’Uganda, paesi africani che ospitano profughi.

          • Gian Paolo Cardelli

            vedo che non ha capito: Afghani e siriani si rifugiano in Iran perchè è il posto più vicino; i profughi che vanno in Uganda vengono da posti limitrofi a quel Paese.
            I veri profughi di guerre non vanno dalla parte opposta del pianeta: rimangono nelle vicinanze delle loro terre nella speranza di poteric ritornare a conflitto finito.
            Per questo non troverà mai un profugo africano in Iran così come non troverà mai un profugo afghano in Uganda. L’ha capito, adesso?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Come i siriani quindi?

          • Gian Paolo Cardelli

            come i siriani: quelli che puntano all’Europa hanno semplicemente parenti ed amici già stanziati nel Vecchio Continente, mentre la stragrande maggioranza restano laggiù. Certo, se lei preferisce credere a quotidiani al servizio di chi ci lucra sopra…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Si leggeva qui sopra … I veri profughi di guerre non vanno dalla parte opposta del pianeta: rimangono nelle vicinanze delle loro terre nella speranza di poteric ritornare a conflitto finito … poi però i siriani vanno pure in Germania. Per fare tornare il discorso serve quindi dire che in Siria non c’è una guerra.

          • Gian Paolo Cardelli

            patetico: ho già risposto, e lei argomenta come se non l’avessi fatto…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Pure gli afghani giungono in Germania. Ma altri profughi non confermano quanto detto qui sopra … https://uploads.disquscdn.com/images/6ec72bccdda9cdea71e7c346561ebf5a9036b0b2583c8712180d05ce67190160.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            mai sentito parlare di “eccezione che conferma la regola”?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ah, ecco. Comunque l’eccezione non conferma la regola. Dirlo permette a chiunque, come qui sopra abbiamo potuto leggere, di esprimere ciò che vuole. Questione di carattere.

          • Gian Paolo Cardelli

            no: questione di conoscenza dei fatti e soprattutto dei numeri, cosa che quel grafico da lei adorato non mostra, appunto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Appunto questione di carattere.

          • Gian Paolo Cardelli

            no: questione di conoscere l’argomento, e non di sapere che qualcuno ha fatto un bel grafichetto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            altra replica che dimostra la sua superficialità…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Diciamo che il menefreghismo si legge …

          • Gian Paolo Cardelli

            puo’ dire quello che vuole, ma poiché finora ha detto solo banalità fondate sul sentito dire…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Certo, banalità, fondate sul sentito dire come la storia del Congo qui sopra menzionata.

          • Gian Paolo Cardelli

            infatti quelle storie con quanto succede oggi non c’entrano nulla.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Nemmeno la vendita di armi …

          • Gian Paolo Cardelli

            l’ennesima banalità fondata sul sentito dire ideologizzato…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ovvio … Repubblica … Armi Africa, un affare da oltre 50 miliardi di dollari nel solo 2014 … Secondo il Stockholm International Peace Research Institute le spese militari d’Africa nel 2014 sono di 50, 2 miliardi, 20,1 in nord Africa e 30,1 nella zona sub sahariana. L’Archivio Disarmo diffonde uno studio sulle oltre 13 guerre del continente, sulle armi che servono per combatterle e sul mercato nero di armi definite “leggere”: le più usate nelle guerre d’Africa e non solo. E l’Italia è il secondo esportatore del mondo, dopo gli Usa …

          • Gian Paolo Cardelli

            Ecco un’altra dimostrazione che lei parla per sentito dire e senza alcuna preparazione specifica: le armi leggere usate in Africa sono ANCORA quelle sparse a suo tempo a piene mani dall’URSS, mentre le “vendite di armi” italiane ed americane riguardano sistemi d’arma troppo complessi per i paesi africani, soprattutto quelli subsahariani… il vero “mercante d’armi” che ha sulla coscienza milioni di morti rimane l’URSS, e nonostante la sua scomparsa da più di vent’anni: sta continuando a credere alle favole…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non lo dico io ma Repubblica … sulla base del Sipri (Stockholm International Peace Research Institute) …

          • Gian Paolo Cardelli

            E lei si fida della prima fonte che trova senza confrontarla con altre fonti… brava, proprio brava: si vede che sa cosa significa “documentarsi”…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sipri (Stockholm International Peace Research Institute) … non è come … https://uploads.disquscdn.com/images/64cd72325cbdfdf28963cf19d5c2c7c2f7b8f2ff90042c62bddf6cbbc6825af3.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            l’ultima cosa che lei dimostra di saper fare è il riconoscere una “fonte autorevole” (che, per inciso, non esiste: le fonti vanno sempre confrontate), e più cita l’Abissinia più dimostra ottusità…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non riconoscere Sipri (Stockholm International Peace Research Institute) come fonte autorevole significa continuare la serie di sconfitte militari e sociali che ancora connota l’Italia … https://uploads.disquscdn.com/images/839239cb9497dd4251d072e0683ab36cc89b4265e44aef5c58eb056918201942.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            il SIPRI darà anche dati corretti, ma lei non li sa leggere, visto che per lei “50,2 miliardi di armamenti” sono un unico calderone “cattivo”, senza nemmeno notare che in quelle due zone ci sono Paesi che con le guerre africane che farebbero scappare tutti qui non c’entrano nemmeno nulla: Sud Africa ed Egitto… e sono i due principali acquirenti di armi, ma con una differenza (che lei sicuramente non è nemmeno in grado di concepire): il Sud Africa la maggior parte delle sue armi se le produce autonomamente… scommetto che nel SIPRI c’è riportato, ma lei non l’ha letto, vero?

            A tempo perso, dia anche un’occhiata al CIA World Factbook ed a qualche pubblicazione on-line dell’IISS: magari impara qualche cosa…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non ho detto qualcosa circa i 50,2 miliardi MA Repubblica sulla base SIPRI. Come non sono io a riprendere il fenomeno land grabbing ma altri tra cui le principali testate italiane. Insomma, ambasciator non porta pena …

          • Gian Paolo Cardelli

            infatti la sto accusando di non averli saputi leggere, non di esserne l’autore; l’ambasciatore non porta pena, ma chi legge il messaggio e lo fraintende, come ha qui fatto lei, fa scoppiare le guerre…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Accusa? Piuttosto è proiezione psicologica (dire le proprie pecche essere degli altri) …

          • Gian Paolo Cardelli

            no, no: è proprio accusa esplicita nei suoi confronti: lei non ha alcuna base culturale per affrontare simili discorsi, vista la già nota confusione tra “densità” e “sovrappopolazione”, il non saper quantificare il “land grabbing” che cita solo perchè “fa tanto chic citare in inglese”, parlare a vanvera di “vendita delle armi” senza conoscere alcunchè del settore” e ripetere a pappagallo “fonti autorevoli” senza averle nemmeno capite, tutte cose facilmente dimostrabili semplicemente facendo violenza a se stessi e leggere così i suoi “interventi”…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Vediamo persone che saccheggiano il circostante umano … e che poi negano di averlo saccheggiato. Sono persone che non hanno scrupoli. Sono persone che vedono solo la loro circostanza.

          • Gian Paolo Cardelli

            Invece di tentare di svicolare, perchè non mi da la risposta sui campi incolti che sto attendendo?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non pochi paesi non sono autosufficienti sul piano alimentare attraverso il territorio che occupano. Eppure non subiscono una carestia … ovviamente per magia e non per recupero all’estero TOGLIENDO cibo alle popolazioni residenti.

          • Gian Paolo Cardelli

            e continua a svicolare: ha capito la figuraccia che farebbe rispondendo, vero? come immaginavo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Negazionismo per violare i diritti umani … ci siamo arrivati.

          • Gian Paolo Cardelli

            questo cosa c’entra lo sa solo il suo pusher, e forse nemmeno lui… le ho posto una domanda da prima elementare, ma lei non è abbastanza coraggiosa da rispondere…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il punto è che non pochi paesi non si reggono in piedi con il territorio che occupano. L’Italia è uno di questi paesi.

          • Gian Paolo Cardelli

            il punto è che lei non vuole rispondere, perchè sa di rimediare una figuraccia colossale…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            No, il punto è che non pochi paesi non si reggono in piedi con il territorio che occupano. Una della cause è l’alcolismo …

          • Gian Paolo Cardelli

            No: il punto è che non vuole dare la risposta perchè ne verrebbe sputtanata.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Detto dal signore delle panzane …

          • Gian Paolo Cardelli

            detto da chi la sta sputtanando: risponda e vedremo subito chi tra noi due sta “dicendo panzane”… paura, eh?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Possiamo dire di avere lavorato per allargare la veduta rispetto al problema qui trattato.

          • Gian Paolo Cardelli

            Non si attribuisca meriti che non ha: ha solo fatto affermazioni gratuite e di fronte alla possibilità di vedersele smentite è scappata.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ho anche postato fonti, tante fonti. Consiglio questo libro … L’emigrazione clandestina degli italiani nel secondo dopoguerra … https://uploads.disquscdn.com/images/c069283e7870439ac68c6115e9727adf54bf49f001930ec278413fe299020051.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            ha postato fonti che non c’entravano nulla con l’argomento: tanto sarebbe valso se avesse postato fonti sulla coltivazione delle gardenie.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Sono sberle per taluni. Non poche sberle.

          • Gian Paolo Cardelli

            quelle che lei chiama sberle sono le famose “mentate sul ginocchio” e “nasate sul pugno” presenti in un famosissimo film di Wood Allen.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Adua quindi …

          • Gian Paolo Cardelli

            … che continua a non entrarci per niente nel discorso…

          • Gian Paolo Cardelli

            ha postato solo cose che con l’argomento in essere non c’entravano nulla.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ovvio, come quando scoppia un vulcano, e cioè senza espandere cenere …

          • Gian Paolo Cardelli

            altro paragone a pera…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Per niente. Come gli svizzeri noi, i russi, i cinesi eccetera. A scapito dei già poveri. Ovviamente anche gli svizzeri, russi e cinesi, per direttiva UE. https://uploads.disquscdn.com/images/018ebfc2969ada0fd84d0bfd62d7985ca5b41a039339e58e4137505302d297de.png

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma perchè continua a parlare di cose che non è in grado di capire? il mondo occidentale, NELLA SUA GLOBALITA’, è addirittura costretto a DISTRUGGERLO, il cibo che produce: quel 40% che lei cita asproposito NON VIENE DALL’AFRICA, ma da altri Paesi occidentali che a loro volta importano quello che viene prodotto altrove, in un giro la cui somma algebrica porta ad un saldo più che positivo!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non è analfabetismo funzionale ma mancanza di empatia. Il Sole 24 Ore (In Africa è corsa alle terre fertili) … dal 2001 a oggi almeno 227 milioni di ettari, una superficie pari all’Europa nord-occidentale, sono stati venduti, affittati o sotto negoziato nel mondo. L’espandersi del fenomeno, avverte Oxfam, mette in pericolo le comunità più povere, che perdono case e mezzi di sostentamento senza essere consultate e risarcite …

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            Ed eccone un’altra, di cose che non è in grado di capire…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Senza alcun dubbio …

          • thalia

            Lascia stare fatti romanzati e foto, la nostra storia ha un contenuto differente che non scriveranno mai, lo stanno facendo poco alla volta i figli degli istriani, peccato non li pubblichino.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Intendi la nostra storia come italiani? Non vuoi dare voce ai figli degli istriani in questa sede?

          • thalia

            Io felicissima di che lo facciano ed era tempo che istriani,dalmati,libici superstiti si facessero avanti così scriverai anche dei morti che le mine alleate fecero sulle spiagge a pola, le foibe e i plotoni di soldati che i tuoi cari africani fucilarono o coloro che morirono sotto gli stupri. gente semplice che non aveva peccato per morire così, ma è tempo si parli di quanti sono stati italiani uccisi e martoriati non parlare sempre degli africani, questi devono tornarsene a casa e arare il loro orticello per vivere, hanno stufato con le loro necessità, comprassero meno stoffe le donne per vestire, mia madre in tempo di guerra aveva un solo abito, lo lavava di sera e lo riponeva pulito la mattina seguente, un metro e mezzo di tela, e gli asiatici facessero meno figli come imposero negli anni 50 in Italia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ma l’Italia ha fatto tanti figli (circa 200 abitanti per chilometro quadrato), in Africa abbiamo meno di 40 abitanti per chilometro quadrato. Giusto è ricordare tutte le vittime e magari ognuno di noi ricordando una loro parte.

          • Gian Paolo Cardelli

            nemmeno la vendita di armi, infatti, visto che stanno ancora scannandosi con i Kalashnikov forniti a suo tempo E GRATUITAMENTE dall’URSS… ma lei queste cose non puo’ saperle, e per motivi fin troppo ovvi per stare a ripeterli.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            Ed a questo le avevo già replicato: quanti radar antiaerei di produzione USA e quanti di produzione inglese vengono usati nell’Africa subsahariana? immagino che per lei, “esperta” del settore, sarà uno scherzo rispondere, vero?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Le armi in disuso dove sono?

          • Gian Paolo Cardelli

            nei magazzini o rottamate: ora mi risponde, invece di tentare inutilmente di nascondere che sta parlando di cose che non conosce affatto?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … Uno squadrone di semoventi in Africa, una manciata di autoblindo in Libia, un po’ di cingolati in Libano, qualche elicottero qui e là. È da un decennio che l’Italia ha una sua strategia dell’usato bellico, regalando armi di seconda mano per cercare di costruire legami internazionali. Con l’obiettivo mai nascosto di riuscire poi a sostituirli con nuovi armamenti made in Italy … lo dice l’Espresso con l’articolo … L’arsenale nascosto dell’Esercito. Nel bazar delle armi italiane …

          • Gian Paolo Cardelli

            sempre più patetico: adesso il business delle armi si fa regalandole… ma non si rende conto delle idiozie che sta sostenendo?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Distinzione tra chi fa la notizia e chi la menziona …

          • Gian Paolo Cardelli

            no: distinzione tra chi sa di cosa si sta parlando e chi, come lei, non ne ha la più pallida idea; import/export influenzato dai REGALI…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il signore delle panzane ha letto l’articolo dell’Espresso ma lo reputa essere una menzogna …

          • Gian Paolo Cardelli

            ho scritto tutt’altra cosa, ma come al solito lei capisce come le fa più comodo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ovvio.

          • Lamberto Z

            perchè sono sciiti come loro, ma i sunniti non ci sono e qua torniamo agli scontri religiosi ed etnici.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non era questo il punto, in quanto qui sopra nopolcorrect ci aveva fatto sapere che in Iran non c’è spazio per i profughi.

    • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

      Guarda che il Patto di Varsavia ha perso e stra-perso senza possibilità di rivincita (con grande rosikamento dei putiniani di ‘sto blog ahahah 😀 ) .

      ps
      possibilità di rivincita zero perchè ora, Varsavia e gli altri, si sono sottratti da Mosca, quindi il patto di Varsavia è solo la Russia + i pochi stati fantoccio che gli sono rimasti. PEnsa che non conta più un cavolo nemmeno in Ucraina che mosca l’ha sempre considerata una sua dependance.

    • virgilio

      ma guarda che in africa esistono ancora una o due tribu selvatiche che sono fuori del nostro mondo di merda al quale non serve cellulare ne facebook ne amnesty international ne l’ONU ne radio maria ne lady gaga ne l’isola dei famosi e che la tua italieta di merda non sanno neanche che esiste,
      eppure sono anni che vivono con i loro semplici problemi e non hanno mai solecitato il tuo intervento,e non hanno problemi di nutrimento ne di sovrapopolazione
      questo caos lo hai creato tu(noi)dunque e giusto che lo paghi,e io al posto loro te lo farei pagare carissimo e non ti perdonerei mai quello che mi hai fatto

  • Lodovico

    volevo segnalare il caso del Cameroon.
    il paese ha province francofone, in maggioranza, ed anglofone. i camerunensi anglofoni, detti inglesi, sono oggi ridotti ad essere tagliati fuori dall’accesso a internet, dai francofoni, detti francese, che dominano il paese. sono queste cose che creano le migrazioni. occorre portare il focus dei nostri media dalla inutile e logorante cronaca sui migranti a casa nostra verso lo stile di vita dei dittatorelli sub sahariani che producono devastazioni nel loro paese. dobbiamo mettergli addosso un occhio di bue internazionale che li premi addosso. in cameroon ve ne è uno che ha cambiato la costituzione per rimanere a vita…..

    • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

      Anni fa quando dalla Siria scappavano per problemi analoghi si facevano ‘sti discorsi. Poi gli occidentali sono andati in Siria ed ora vengono considerati, da molti europei stessi, degli immorali.

      In poche parole alla popolazione (sciocca) non va mai bene nulla: se vai sei immorale, se non fai niente sei responsabile di tutte quelle atrocità.

      • virgilio

        ma stai zitto zingaro guarda prima la merda che hai in casa tua o preferisci che venga io a pulirti il culo,verme

        • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

          Veramente sei tu che hai detto di essere uno slavo mezzo croato mezzo russo. Ora adoperi la paroal “zingaro” a mio indirizzo? che popolo di perdenti che siete.

  • nopolcorrect

    Naturalmente gli Europei, i Nord-Americani devono diffidare assolutamente dell’ONU, una organizzazione terzomondista per la quale va benissimo che 200 milioni di africani si trasferiscano in Europa, qual’è il problema? E lo stesso vale per il Papa il quale sa benissimo che ormai in Europa la religione è solo un fatto personale e che se vuole aumentare a dismisura le sue pecorelle le può solo trovare in Africa.

  • venzan

    In Europa e nordamerica abbiamo surplus di alimenti, mandiamoli in Africa senza aspettare che ci invadano.

    • Gian Paolo Cardelli

      Quelli che arrivano qua le paiono denutriti?

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Quelli che arrivano qua non sono tutti gli abitanti dell’Africa. Perché fare discorsi di questo tipo?

        • Gian Paolo Cardelli

          Perchè sono QUASI tutti provenienti dall’Africa, e nessun africano denutrito riuscirebbe mai a sopravvivere al viaggio dal Subsahara alle coste libiche.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Oggi ci vengono a visitare gli africani come ieri i nostri avi visitavano loro.

          • Gian Paolo Cardelli

            non scriva fesserie: la differenza tra i due flussi la capirebbe anche un bambino, quindi lei sta scrivendo in malafede.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Una compagine era armata, e non è quella odierna. Compagine armata che ha commesso crimini contro l’umanità … https://uploads.disquscdn.com/images/ddddabe9d30714c4daaa0998bb25b7e5b5730177b5e0aae44f5d55a089367cee.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            confermo: lei parla per mero sentito dire, senza nessuna conoscenza specifica acquisita in modo consono sugli argomenti.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Negazionismo, quindi. Indiretto ma esplicito. Cioè subdolo.

          • Gian Paolo Cardelli

            il “negazionismo” ce lo vuole mettere lei per la mentalità infantilmente manichea che dimostra: io ho scritto tutt’altra cosa.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I nostri avi erano turisti andati in Africa … si capisce.

          • Gian Paolo Cardelli

            continua a dimostrare di non capire nemmeno gli interventi altrui, figuriamoci l’argomento dell’articolo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Diciamo che qualcuno ci sta dicendo che gli africani sono qui da noi per la stessa ragione per cui i nostri avi erano andati a trovarli in Africa …

          • Gian Paolo Cardelli

            diciamo che ha scritto un’altra idiozia.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dicevo già, questione di carattere.

          • Gian Paolo Cardelli

            dicevo già: continua nello scrivere idiozie.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Idiota non è chi nega ma chi riprende notizie come questa … La Stampa … Land grabbing, così emiri e cinesi si comprano il futuro della Terra … L’ultima cosa che ci si potrebbe aspettare, mentre si è alla guida di un fuoristrada su una pista nella savana dell’Africa occidentale, è un messaggio sul cellulare che dia il benvenuto nel territorio degli Emirati Arabi Uniti. Accade in Tanzania, dove un generale degli Emirati ha acquistato diritti di caccia esclusivi su un parco di 400 mila ettari …

          • Gian Paolo Cardelli

            E quindi adesso gli africani, CHE SOFFRONO LA FAME SIN DAGLI ANNI 50, soffrono la fame perchè i cinesi hanno edificato su una strisciolina di terra che rispetto al totale del suolo coltivabile africano è una goccia del mare… non è un argomento alla sua portata, ulteriore conferma.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La presenza straniera in Africa è ben documentata. Presenza che non solo toglie superficie agricola ma altre risorse naturali. Circa gli africani giunti in Italia ci sono i dati Viminale ed Eurostat che ci fanno sapere quanti di loro sono stati accolti.

          • Gian Paolo Cardelli

            certo che lo è, ma lei non solo non ha letto la documentazione, ma non l’avrebbe nemmeno potuta capire.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’avversione rispetto agli africani, dovuta alla sconfitta di Adua, prima o poi finirà. Attualmente abbiamo circa un milione di africani residenti in Italia (di cui quasi il 60% sono maschi).

          • Gian Paolo Cardelli

            Ma la smetta di scrivere idiozie: se va a chiedere in giro della “sconfitta di Adua” scoprirà che nessuno se la ricorda nemmeno!!!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Idiozia la sconfitta di Adua? E’ una delle tante brucianti sconfitte militari che hanno traumatizzato l’Italia e come qui (purtroppo) si legge …

          • Gian Paolo Cardelli

            se ha pure problemi a capire la lingua scritta lasci proprio perdere: idiozia NON è la sconfitta di Adua, ma l’idea che ci sia ancor oggi un tale risentimento per quella sconfitta da usarlo per dare la colpa ai “negri” che arrivano qui…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’Italia ha quasi solo conosciuto sconfitte militari e sociali … https://uploads.disquscdn.com/images/f020bc2b8ec3fdc53f540d46dc3fa079f8a2fd873a9f7bbe9369e2e88bd982a8.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            non cambi discorso, come al solito suo: l’idea che il risentimento per Adua sia una componente significativa per il risentimento verso i clandestini africani fa ridere i polli, se ne faccia una ragione.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Negare le sconfitte è (per il loro numero) parte del carattere nazionale italiano … E lo vediamo anche nella scuola italiana che non ha saputo raggiungere il top internazionale. L’Italia è il fanalino di coda che si nega tale anche per quanto concerne il discorso stranieri … https://uploads.disquscdn.com/images/c93b2a854215fa2a662467dfbda59aa363f07bbf0606bb8eb8c8651ecc9a4a05.png

          • Gian Paolo Cardelli

            Continua a scantonare per non ammettere di aver scritto una fesseria: oggi nessuno sta collegando Adua con i clandestini odierni, come invece vuole pensare lei.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il Fatto Quotidiano … Onu: l’ignoranza del passato coloniale tra le cause del razzismo in Italia … ma abbiamo avuto le leggi razziali fasciste … ma poi, come ci fa sapere Lettera 43 (Razzismo in Italia, 9 cose da sapere), … Secondo una ricerca Ipsos Mori, gli italiani credono che il 30% della popolazione sia composta da immigrati, 20% dei quali musulmani …

            https://uploads.disquscdn.com/images/23c17312cffe20d3f2831649e7ed10ff5137fca4ea7bfb75f9ee0bb0d4b69eae.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            forse non se n’è accorta, ma “ignoranza del passato” è L’ESATTO OPPOSTO di quanto sta scrivendo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Come causa. Ignoranza del passato come causa. L’Italia finora paga il non ammettere i suoi errori, come il signore delle panzane ci sta dimostrando. Per avere ragione, il signore delle panzane, deve negare tutta una serie di sconfitte … https://uploads.disquscdn.com/images/05df1f1db3ba89b1210eff5ed2d567c7d7cb3e0208ff80e944fdc0d0981295b7.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            va avanti a lungo ad inventarsi le risposte degli altri? “ignoranza del passato” significa NON RICORDARLO, mentre la sua tesi “ce l’abbiamo con gli africani perchè CI RICORDIAMO della sconfitta di Adua” è L’ESATTO OPPOSTO della tesi che sostiene infantilmente… c’è arrivata, oppure è ancora convinta che chiunque dimostri che le sue tesi fanno ridere è un contaballe?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ignoranza del passato coloniale … quindi anche rispetto ai crimini consumati a scapito degli africani … come, poi, sono state zittite le voci che ricordavano i crimini di guerra italiani durante la seconda guerra mondiale non solo in Etiopia e Libia ma anche nei Balcani e in Grecia …

          • Gian Paolo Cardelli

            sta continuando a citare cose che con l’argomento odierno non c’entrano nulla…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Già …

          • thalia

            Guarda che le leggi razziali le ha usate tutta l’Eu, vi appoggiate sempre al ariano, ma quello venne dopo rico piato…approfondisci.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Puoi / vuoi spiegare meglio?

          • thalia

            In questa sede no, non è tempo di revisionismo e solo tali documenti possono fare la storia cosa che a molti non conviene.

          • Gian Paolo Cardelli

            li sappiamo benissimo: 3.000 “profughi” riconosciuti tali contro 130.000 arrivi nel solo 2016; tutti gli altri STANNO ANCORA QUI DA NOI SENZA ALCUN TITOLO…
            E sulla presenza straniera in Africa ripeto quell che orma ihanno capito tutti quelli che l’hanno letta: parla per sentito dire, ovvero quella “documentazione” non è assolutamente in grado di capirla.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La fonte per verificare i numeri?

          • Gian Paolo Cardelli

            Le ha citate lei… sempre più patetica…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I numeri qui sopra non sono miei.

          • Gian Paolo Cardelli

            sono infatti del Viminale, ma lei, come era logico prevedere, non se li è mai letti; qualcuno le ha detto che quell’ente ce li ha, ed a lei basta ed avanza per costruirsi un mondo immaginario…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            I dati non coincidono: 123.600 le domande di asilo del 2016, lo status di rifugiato è andato al 5%, al 14% è andata la protezione sussidiaria e al 21% quella umanitaria.

          • Gian Paolo Cardelli

            li avevo semplicemente arrotondati, ma vedo che non ha sufficiente elasticità mentale per averlo potuto capire… ma prendiamo pure quelli “esatti” da lei ricordati: se solo al 5% dei clandestini è stato riconosciuto lo status di “profugo”, l’altro 95% cosa ci sta a fare qui da noi? oppure, se la cosa le fa più piacere, se il 40% ha visto riconosciuto qualche diritto, il restante 60% cosa ci sta a fare qui da noi? sentiamo…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Il signore delle panzane diceva nel 2016 riconosciuti 3000 profughi … manca la precisione e la volontà nel compierla … cioè spiega la storia del paese di cui è cittadino. https://uploads.disquscdn.com/images/91457f5f41412cf2e3984577d9546379050f7cb33e42bd54bb7da1cf0e4b30d9.png

          • Gian Paolo Cardelli

            le ho posto anche qui una domanda, ma lei come al solito evita accuratamente di rispondere… e non pubblichi grafici che sono al di fuori della sua portata intellettiva.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non sono alla portata intellettiva perché mostrano la conseguenza del discutere truffaldino come il signore delle panzane qui sta dimostrando con ogni suo commento …

          • Gian Paolo Cardelli

            prima che lei possa acquisiree le basi culturali per capire grafici del genere l’umanità si sarà estinta. Ora sentiamo la rispostina che ha paura di dare, su…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            appunto: postando un’altra immagine che non c’entra nulla conferma che lei quelle basi non le ha… allora? ‘sta risposta?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ci sono tanti commenti nostri, il lettore può farsi un’idea circa il problema Africa.

          • Gian Paolo Cardelli

            Se legge solo i suoi se la fa sicuramente sbagliata, ma aspetto sempre una rispostina da prima elementare…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Legge ciò che vuole … ma comunque i nostri commenti ci sono.

          • Gian Paolo Cardelli

            ma la risposta necessaria a capire chi tra noi due sta prendendo cantonate non c’è ancora: la scrive, per cortesia? grazie…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non torna il discorso. Accanto a chi sbaglia non c’è sempre chi non sbaglia. Non torna, e va capito.

          • Gian Paolo Cardelli

            invece di filosofeggiare risponda, e tutto sarà chiarissimo… come lo è già per qualcun altro che ci ha letto e che mi ha scritto…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripeto che possiamo fare parlare i commenti postati.

          • Gian Paolo Cardelli

            i commenti passati dimostrano che ad una domanda che la sputtanerebbe non vuole rispondere.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Grazie per la partecipazione.

          • Gian Paolo Cardelli

            Eccolo la: finiti gli argomenti e timorosa di fare una figuraccia, scappa… vada vada, che tanto ci si ritrova, da queste parti, e stia pur certa che non le farò alcuno sconto…

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Sei incredibile. Dici idiota agli altri senza guardarti a te che ragioni in base a quello che vedi ignorando tutto il resto.

            Poi che bisogno c’ è di essere maleducati ?

          • Gian Paolo Cardelli

            “scrivere idiozie” NON E’ sinonimo di “essere idiota”: ho etichettato quello che la Mueller ha scritto, non quello che è; si chiama “lingua italiana”… ed inoltre, prima di valutare UN SOLO INTERVENTO, provi a leggersi tutte le centinaia di altri, così capirà il motivo di certe uscite…

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            No, ho letto tutti i messaggi di questo forum ed i tuoi sono quasi tutti come quello che ho quotato. Inutilmente maleducati. Io non spreco gli insulti e le parolacce per dei non nulla.
            Altrimenti quando è davvero il caso di insultare perchè qualcuno ne ha detta una davvero grossa il tuo insulto perde di efficacia perchè ne hai abusato in precedenza. E poi scusa, ho bisogno di un vero motivo per essere maleducato .

          • Gian Paolo Cardelli

            Allora risponda lei alla domanda rivolta tanto ripetutamente quanto inutilmente alla Mueller: se i quattro milioni di ettari di terreno incolto che abbiamo in Italia venissero messi a coltura per scopi alimentari, la nostra produzione di cibo aumenterebbe oppure no? e, visto che mi appare più intelligente dell’altra tipa (già nota ad altri partecipanti in precedenti Forum, come qualcuno ha scritto), risponda pure alla domanda seguente che avrei posto se si fosse degnata di rispondere: LA COSA SAREBBE TOLLERATA DALLA UE, oppure ci avrebbero sanzionato per aver infranto qualche “direttiva” sul contingentamento della produzione alimentare nei vari Paesi???

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Si, ma se la terra incolta la lavori, OVVIAMENTE perdi i contributi della PAC. Ad ogni modo, la scelta è demanda al singolo agricoltore. Se il totale fa 4 milioni di ettari, vuol dire che i proprietari di quei terreni avranno pensato che gli conviene tenere ferme le colture.

          • Gian Paolo Cardelli

            Ecco: ora spieghi alla Mueller la faccenda del PAC, che sta chiedendo istericamente da duecento interventi notizie sulle “direttive”…

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            i protocolli, le regole, i requisiti e tutto qullo che serve è di dominio pubblico.
            se poi vai in u CAF ti fanno pure l’assistenza fiscale x compilare le domande.
            perchè devo scrivere qualcosa che possono sapere tutti con 2 minuti di sforzo ?

          • Gian Paolo Cardelli

            Lo deve dire alla Mueller, non a me.
            Lei, Breedlove,i ha invitato a scrivere in inglese, ma vedo che ha grosse difficoltà a capire l’italiano, anche se lo scrive correttamente: ha attribuito a me una richiesta che invece era della Mueller…

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Non ti ho invitato a scrivere in inglese, ti ho detto che non sto scrivendo nella mia prima lingua quindi ci sta che faccio degli errori.

            in ogni caso mi pare evidente che il mio italiano è decisamente meglio del tuo inglese

          • Gian Paolo Cardelli

            Intanto ho scritto che ha difficoltà di COMPRENSIONE, non che fa errori di scrittura (confermando quello che ho scritto, appunto…), mentre per quanto riguarda l’invito cerchi meglio tra qualche commento più in basso, se anche lei li vede ordinati a partire dal più recente…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … Il set-aside (in inglese, letteralmente, mettere da parte) è stato un regime agronomico adottato nell’ambito della politica agricola comune. Introdotto dall’Unione europea nel 1988 (Regolamento CEE 1272/88), consisteva nel ritiro dalla produzione di una determinata quota della superficie agraria utilizzata: questa doveva essere lasciata a riposo per periodi più o meno lunghi (anche fino a 20 anni) … il 16 luglio 2007, la Commissione europea annunciò l’intenzione di pubblicare una proposta di riduzione delle richieste di set-aside fino all’azzeramento nel 2008, e la proposta fu formalmente adottata il 26 settembre 2007. Il 20 novembre 2008 … Set-aside … Wikipedia … Agronotizie del 2008 …
            Abolito il set-aside; rimangono 4,8 milioni di ettari incolti … Nella campagna 2008-2009, l’obbligo comunitario è azzerato, ma i terreni rimasti improduttivi volontariamente sono saliti a 4,8 milioni di ettari …

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Scusa, ma tra i non africani, conta i soli siriani quanti sono. E poi conta anche gli asiatici. OCSE ha prodotto statistiche dove c’è una sorta di distinta base degli immigrati. Dacci un occhiata perchè ci sono certe “categorie” che non ci si aspetterebbe.

          • Gian Paolo Cardelli

            Tutte le volte che vedo gli arrivi, vedo quasi soltanto MASCHI di PELLE NERA, e siriani ed asiatici non hanno queste caratteristiche… continui a credere alle favole, mi raccomando…

          • soldellavvenire

            cardelli ha trovato pane per i sui commenti a quanto pare: ma guardi che le femmine sono già arrivate da mo’, e quelle sì, che siamo andati noi a prenderle

          • Gian Paolo Cardelli

            pane i miei denti? le “argomentazioni” della Mueller sono di una puerilità tale da passare comodamente per gli interstizi dentali, e senza nemmeno sfiorare le gengive!

          • Tuvok

            Guardi che la Muller è un BOT, io l’ho bloccata.

          • Gian Paolo Cardelli

            A me pare soltanto una che parla per sentito dire, che non ha mai studiato le materie necessarie per affrontare discorsi come questo qui e che pensa di poter sopperire leggendo a caso qui e là senza alcun criterio. Purtroppo ce ne sono tantissimi in giro.

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            E dire che non ci voleva niente a contare prendendo i dati OCSE e di tutte le agenzie che se ne sono occupate.

            no, per te vale di più la tua percezione personale: siccome ne vedi solo NERI, allora per te sono tutti neri, anche quelli che non vedi . (quando non dimentichiamo hai una montagna di dati da consultare che trattano proprio queste cose )

            Per me è incredibile che tu sei convinto di sapere tutto solo guardando il tuo pezzo di giardinetto.

          • Gian Paolo Cardelli

            Per me è incredibile che ci sia gente come lei ancora convinta che nell’Africa subsahariana ci siano centinaia di migliaia di persone che possano spendere qualche migliaio di dollari per compiere un viaggio da incubo visto il reddito procapite di quell’area ((il viaggio aereo in prima classe da laggiù costa sì e no un migliaio di dollari, e con altri mille rimedi facilmente documenti falsi per poter acquistare il biglietto…), : basta questo per capire che tutta la faccenda della “miseria”, della “fame” e delle “guerre” è solo una colossale presa in giro!

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            per me è più incredibile uno che spalma la propria percezione personale su un interno continente ed allo stesso tempo creda che la fame e la misera africana siano solo una balla.

          • Gian Paolo Cardelli

            Se vuole continuare ad interloquire deve imparare la lingua italiana: “anche un “diversamente intelligente” avrebbe capito che i miei “miseria”, “fame” e “guerra” non erano riferiti alla situazione reale africana, ma AI PRETESTI con cui ci vengono a giustificare l’ondata di clandestini…

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            vabè, quando uno si attacca alla grammatica di solito vuol dire che non ha niente da dire. Ma se vuoi fare il professore, scrivi in inglese come io scrivo in italiano. vediamo…

          • Gian Paolo Cardelli

            At first, hiding behind grammar and the literal meaning of single words is what Mueller has been doing for a couple hundreds of posts: thank you then for having confirmed what was crystal clear about her skills and culture.
            At second you have made exactly her same mistake with my previous posts: Hope you can realize it….
            Would you like keeping english language?

            With some more effort from my side, since I have less chances to use it, we can also switch to french… ça plane pour vous?

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            almeno 2 cacofonie. Tu non lo sai parlare l’inglese. Credo di non aver mai sentito uno che a voce dice “With some more effort from my side”

          • Gian Paolo Cardelli

            Ho conosciuto almeno una cinquantina di persone di madrelingua inglese che non l’hanno pensata come lei, spiacente.
            Ma rimane il fatto che, cacofonie a parte, io l’inglese scritto lo capisco, lei l’italiano scritto lo sa scrivere, ma ha dimostrato di non capirlo…

      • venzan

        Quelli che arrivano sono i più benestanti, i più poveri restano a casa perché non hanno le migliaia di euro per gli scafisti.

        • Gian Paolo Cardelli

          E quindi non sono quelli che “scappano per la fame”, c.v.d.

  • Gian Paolo Cardelli

    Mi sa che non è ben chiaro CHI viene qui da noi: chi puo’ pagare qualche migliaio di dollari per il viaggio è solo un’esigua minoranza del miliardo di persone che vivono in Africa, per cui chi adesso laggiù sta morendo di fame questa possibilità gli è del tutto preclusa. Diamine, ma non avete visto che da noi arrivano solo sani e palestrati giovanotti? vi pare che mostrino i segni della fame?????

    • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

      Quelli che vediamo sono quelli che ce l’hanno fatta. Il tuo ragionamento non varrebbe se tu vedessi tutti quelli che partono. Per via di una specie di selezione (in?)naturale, da noi arrivano solo quelli baldi ed in forma .

      • Gian Paolo Cardelli

        e come farebbero a partire in così tanti, se il viaggio costa una cifra che nemmeno la metà dei europei si potrebbe permettere? SVEGLIA, invece di credere ancora alle favolette per gabbarci!

        • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

          Ma quale favolette? controlla la popolazione africana e del medio oriente e conta quanti immigrati arrivano. La differenza ti pare “tanti” ?

          la favoletta che questi sono ricchi come gli europei te la hanno raccontata a te. E se ci hai creduto vuol dire che hai un reddito come loro.

          • Gian Paolo Cardelli

            MA che va scrivendo?
            1) i clandestini africani sono una frazione risibile della popolazione africana: 123.000 arrivati in Italia nel solo 2016 contro UN MILIARDO E DUECENTO MILIONI DI abitanti, lo 0,01%!
            2) sulla ricchezza ho scritto tutt’altra cosa: rilegga con più attenzione, così evita figuracce!

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Ti faccio presente che nel primo messaggio hai scritto:

            e come farebbero a partire in così tanti, se il viaggio costa una cifra che nemmeno la metà dei europei si potrebbe permettere?

            … allora io ti ho fatto presente che si tratta solo di una piccola parte di popolazione. E tu rispondi:

            1) i clandestini africani sono una frazione risibile della popolazione africana: 123.000 arrivati in Italia nel solo 2016 contro UN MILIARDO E DUECENTO MILIONI DI abitanti, lo 0,01%!

            quindi facciamo così: ti rispondo quando ti sarei messo d’accordo con te stesso. (tra l’altro, non vedo come possa essere io quello che fa delle figuracce )

          • Gian Paolo Cardelli

            Questo è quanto aveva scritto lei, ed a cui avevo replicato:

            “Quelli che vediamo SONO QUELLI CHE CE L’HANNO FATTA. Il tuo ragionamento non varrebbe se tu vedessi tutti quelli che partono. Per via di una specie di selezione (in?)naturale, da noi arrivano SOLO quelli baldi ed in forma .”

            Ora: poichè nel solo 2016 ne sono arrivati 123.000 e, secondo la sua “tesi” tanti altri sarebbero morti per strada, quanti avrebbero dovuto essere quelli partiti, per poter parlare di “selezione naturale”?
            Ed il numero ipotetico dei “partenti” è congruente con la tesi “pagano fino a 5.000 dollari per poter fare il viaggio”, considerando che partono da paesi dove il reddito procapite sta intorno ai 100 dollari L’ANNO?

            Ora vediamo chi è che fa figuracce…

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Ma certo, quelli che vediamo sono quelli che ce l’hanno fatta RISPETTO a coloro che sono partiti. mi pare ovvio che chi non intraprende il viaggio non ha nessuna probabilità di morire durante il viaggio.

            Infatti, quell’affermazione che mi contesti, non dice nulla su quanti ne sono partiti.

            Diversamente, la contraddizione che ho quotato io c’è ancora: nel primo caso dici
            “e come farebbero a partire in così tanti, se il viaggio costa una cifra” (al di la dei costi, tu stai dicendo che sono partiti tanti )

            ma quando te lo si fa notare dici:

            “i clandestini africani sono una frazione risibile della popolazione”

            che continua ad essere il contrario di quanto hai affermato la prima volta.

          • Gian Paolo Cardelli

            No: E’ LEI a sostenere, IMPLICITAMENTE, che ne sono partiti molti di più di quanti ne sono arrivati; io ho replicato, ED IRONICAMENTE, a questo, ED INOLTRE sto sostenendo che partono solo quelli per cui è possibile pagare i trafficanti (ERGO: chi è povero in canna, cioè il 99,9% della popolazione afrifcana, non potrà mai intraprendere il viaggio), MA visto l’importo che ci viene detto doversi pagare è lecito pensare che sono ALTRI a sborsare, non i “viaggiatori” stessi.
            La mia replica sul NUMERO, repetita juvant, era puramente ironica, visto che I PREZZI dichiarati sono al di fuori della portata della quasi totalità della popolazione residente nell’Africa subsahariana, e sono PROPRIO QUESTI PREZZI che dovrebbero indurre a riflettere chi pensa di avere le idee chiare sui “poveri che scappano dalle guerre”…

      • best67

        quelli che hanno soldi!la bazzeccola dei migranti che attraversano deserti senza mangiare e bere,raccontala a qualcun altro..!

        • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

          se a te quelli ti sembrano gente con i soldi, vuol solo dire che tu non hai una mezza idea di cosa voglia dire avere i soldi.

          Se dici che quelli hanno i soldi, allora d’ora in poi io sono paperon de paperoni.

          • best67

            per “soldi” intendo quelli necessari a “pagarsi”il viaggio!parliamo di somme tra i 2000 e i 4000 € (anche se ora i negrieri fanno prezzi da “saldo”),e per un africano,2.000 € valgono quanto 20.000 € per italiano!quale italiano,di tua conoscenza,con ancora 20.000 € in tasca,li spenderebbe per provare ad emigrare (illegalmente) in germania (od Usa) col rischio (molto alto!) di lasciarci la pelle!ci sono africani che si vendono tutto,per rimediare quei soldi,ma ciò non giustifica le loro azioni!

      • telepaco

        Ahahahaahahah ma quale selezione naturale, ecco perchè spari le balle che scrivi, credi ai poveri migranti che scappano dalla guerra, o sapevo che eri un credulone buonista. Chi parte normalmente proviene da Nigeria, Costa d’Avorio, Ghana, Senegal, Congo, tutta gente che si è venduta una casa, ha impegnato i pochi soldi che aveva, tutta gente che gira con le nike e lo smatphone di ultima generazione. Si tratta della classa media dell’Africa, che vuole venire qua per fare il salto di qualità dove incontrerà welfare e sostegno per se e i familiari, come noi europei siamo tanto generosi. Normalmente hanno amici e partenti già in Europa da anni, sanno dove andare e cosa pretendere. Si vendono un pezzo di terreno, una casetta, una piccola attività, un bazar, in africa non sono tutti morti di fame, c’è anche chi ha qualche soldino da parte. La traversata costa di media 5.000 dollari di chi 3000 agli ultimi scafisti, poi c’è il passaggio gratis tramite la marina italiana che li raccatta tutti in mare. Queste cose le so perchè ho parlato con loro, perchè un amico mio frequanta una ragazza nigeriana e sa come funzionano le cose. In africa le organizzazioni criminali fanno anche credere che da noi troveranno il paradiso, che un posto di lavoro lo si trova facilmente e minimo ti danno 1.200 eruo, per cui in pochi mesi recuperi l’investimento nel partire, li illudono. E voi buonisti ci cascate da bravi ingenui

        • Gattogrigio

          Si, le cose stanno più o meno come dici tu. Il problema è che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, peggior cieco di chi non vuol veder, peggior stupido di chi non vuol pensare e ………………………………………

          • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

            Stupido sarai tu. Gia il fatto che devi ricorre all’insulto per affermare al tua tesi al dice lunga sulla qualità della tua persona.

            tra l’altro ve la cantate e ve la suonate ma non avete bene idea di come si vive in quei posti.

          • Gattogrigio

            Ma chi ti ha detto qualcosa? Erano considerazioni di carattere generale e se leggi i miei commenti noterai che l’insulto non è certamente una mia abitudine.
            Non ho capito cosa ti abbia spinto a riconoscerti nella categoria.
            Per esperienza personale so che quello che dicono Telepaco e Cardarelli è in buona parte vero.
            Lo è comunque in misura maggiore della retorica della fuga dalla fame e dalla miseria. Sono persone che sperano in una vita migliore, cosa perfettamente legittima ma non che si può imporre al proprio prossimo.
            Se pensi che di abbia dato dello stupido ti chiedo comunque scusa
            Saluti

        • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

          Naaa, tu che credi che putin sia un democratico statista non sei nella posizione di darmi dell’ingenuo. Che che hai una idea della russia completamente ideologizzata non hai i titoli x darmi del’ingenuo.

          detto questo, se qanto dici fosse vero, avremmo dei migranti di ogni tipo. Invece, arrivano solo quelli forti. Chiediti perchè .

  • venzan

    Dire quel che è da dire, sanno fare solo sesso, 70 anni fa furono dismesse le colonie e ci abitavano 200 milioni in Africa, attualmente raggiungono il miliardo e 200 milioni, sono sestuplicati in pochi anni, devono smettere di fare figli.

  • Georgi Mihaylov

    ”3.6 milioni di immigrati all’anno in Europa fino al 2050”

    in pochi anni quindi entrano un totale di africani pari ad una nazione come la polonia per popolazione ?

    lol è ora di costruire un muro nel mar mediterraneo

  • Francesco Di Giacomo

    Vogliamo essere sinceri ed evitare l’ipocrita “politicamente corretto”? I negri non hanno mai creato una grande civiltà, gli Arabi, i Cinesi, gl’Indiani le hanno avute, loro zero. Allora traiamo la dovuta conclusione, sono una razza in media meno intelligente delle altre. E questo spiega molto dei problemi dell’Africa.

    • Gian Paolo Cardelli

      No: le hanno avute, ma poi furono distrutte. Cerchi in rete e ne troverà le evidenze.

  • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ☆☆☆☆

    Quando si scrive un articolo così, bisognerebbe spendere due righe per spiegare perchè l’Africa non si sviluppa.
    (sena cadere nella sgodevole rotorica terzomondista e nei luoghi comuni, ma piuttosto un analisi cinica e precisa)

    • virgilio

      siamo tutti orechie spiegacelo tu testa di cazzo!

  • unamattinamisonsvegliato

    ARRETRATEZZA E TOTALE SCONSIDERATEZZA hanno portato gli africani ad aumentare la loro popolazione di una FOLLIA: PARLIAMO DEL 60% DALL’anno 2000.
    Il problema dei problemi è questo impazzimento riproduttivo, in assenza di prospettive, anzi nel totale menefreghismo nel crearsene. Credo che con i piagnistei o le pretese vadano poco lontano, se non innescare un sempre più inevitabile regolamento di conti.

  • Demy M

    Il Continente Africano e immenso e ricco di tutte le materie prime per vivere dignitosamente ma, ahime, preferiscono farsi pagare il viaggio per invadere la UE. Arrivano, in maggioranza, giovani palestrati che non hanno per nulla l’aspetto della fame e/o disperazione causata dalla guerra. Visto che la media pro-capite (in termini economici) non supera i 100$ al mese, sarebbe preferibile dare loro questa cifra a condizione che imparino un lavoro (scuole professionali) e poi, incominciassero a lavorare per mantenere se stessi e le rispettive famiglie. Ai sinistrosi vorrei dire che, sebbene siano passati piu di 70 anni dalla fine della guerra, abbiamo ancora i “partigiani”, che con enorme sacrificio e dedizione alla Patria, hanno combattuto valorosamente per la liberta, al contrario di questi baldi giovani che scappano da guerre (?) abbandonando persone anziane, donne e bambini al loro destino.
    Questa e umanita o invasione programmata tanto benvenuta dalla sinistra?
    L’Africa li puo contenere abbondantemente, la UE no, salvo dover noi emigrare nel loro paese, ed e quello che l’ establishment sta attuando con decisione, potere economico e collusione con i politici della UE, piddiota docet.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Nessuna parola circa … lo sfratto dai terreni da parte di acquirenti stranieri, la vendita di armi da parte dei paesi occidentali, il 9% dei migranti a livello globale che si trovano in Africa (oltre 20 milioni di persone tra cui cinesi, coreani, bangladesh, pakistani, francesi, portoghesi) …

      • Gian Paolo Cardelli

        E quindi tutti i palestrati africani non possono che scappare in Europa, dopo aver pagato una cifra che nessun africano medio riuscirà mai a vedere in vita sua… ma non le viene il dubbio che gli elementi che ama considerare NON SIANO quelli necessari a capire come stanno realmente le cose? DUECENTOMILA emigranti a fronte di DUECENTO MILIONI di africani, e lei ancora crede al “fenomeno migratorio da fame e guerre”???

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Uno vede l’effetto ma non (vuole vedere) la causa … succedono brutte cose in Africa. Per mettersi in movimento milioni di persone qualcosa succede … https://uploads.disquscdn.com/images/7af24015bbea76911b58c0537408ca39c1eac471cb87bc59fe3a797146a33f8f.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            A parte che le persone che si sono mosse finora sono un paio di centinaia di migliaia, e su un miliardo e duecentomilioni di abitanti africani sono una cifra irrisoria per poter parlare di “fenomeni migratori di massa” ovvero di “fuga da guerre e carestie”, ma questa mappa (l’ennesima che lei pubblica senza saper cosa dice realmente) è VECCHIA DI DUE SECOLI: infatti le risorse MINERARIE africane sono note sin dall’Ottocento, e furono il motivo, appunto, del Colonialismo.
            Ma agli africani il cibo non gliel’ha mai tolto nessuno: non soffrono la fame perchè gli abbiamo sottratto il miglio, il sorgo e le banane, ma perchè non hanno più saputo produrle per tutti quelli che sono diventati in numero.
            Si chiama Statistica, ma sicuramente a lei suona sconosciuta…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • Gian Paolo Cardelli

            no: conoscere la realtà e non parlare per sentito dire, due cose che lei non sembra riuscire a fare.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non vedo un confronto ma una fuga. Il non sapere cosa dire, penoso.

          • Gian Paolo Cardelli

            Le ho detto anche troppo, ma lei non ha semplicemente le basi cognitive per affrontare discorsi del genere: quando si confonde “densità” con “sovrappopolazione” si fa più bella figura a tacere.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ovvio, Francia e Italia sono l’esempio. Stesso numero di abitanti ma la Francia con due volte la superficie territoriale italiana. Quindi noi italiani siamo gli africani che non sono riusciti a contenere le loro nascite. Non esprimersi no?

          • Gian Paolo Cardelli

            lasci perdere, non è un argomento alla sua portata.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Questione di carattere si diceva più volte.

          • Gian Paolo Cardelli

            vada a studiare, mi dimostri che ha capito la differenza tra DENSITA’ e SOVRAPPOPOLAZIONE e forse riuscirà a capire che figura da ignorante sta facendo, grazie.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’esempio Francia e Italia spiega tutto …

          • Gian Paolo Cardelli

            a quelli come lei che non sanno nemmeno dove stiano di casa certi concetti fondamentali per potersi permettere di fare certi discorsi, come ha già ampiamente dimostrato.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Eppure è facile: l’Italia ha, rispetto alla Francia, lo stesso numero di abitanti ma metà della superficie. Non c’è gara …

          • Gian Paolo Cardelli

            no: non c’è speranza che lei, che queste cose le ha solo lette di sfuggita su qualche notizia qui e là, possa capire che sta citando cose che non c’entrano nulla, come è noto a chi queste cose invece le ha studiate per potersi laureare… COME IL SOTTOSCRITTO…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Due orti, uno 2000 m2 e uno 1000 m2 = due orti con la stessa superficie … Per i signori delle panzane il deserto è la pianura fertile … https://uploads.disquscdn.com/images/ddcc5c21abb9ded5aab6cafd7b33fcc0e3a0b3e3b802716651d965fd4cb4c5f1.jpg

          • Gian Paolo Cardelli

            Appunto: continua a citare cose che non c’entrano nulla, e da chi confonde “densita” con “sovrappopolazione” non ci si puo’ aspettare che lo capisca…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Semmai densità di popolazione …

          • Gian Paolo Cardelli

            semmai la densità è UNO degli elementi per valutare se un paese è sovrappopolato oppure no, ma è un concetto che lei non puo’ capire…

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Semmai densità di popolazione …

          • Gian Paolo Cardelli

            c.v.d. …

          • thalia

            Io vedo Anita nella tua cartina un continente fatto di stati a sé cui ognuno ha qualcosa da estrarre ma non tutte queste cose assieme sono in ogni stato, non ci vedo nulla di eclatante, è un continente come un altro le cui nazioni hanno ugualmente distribuiti nel territorio proprio qualcosa da offrire.gli Usa, dal canada alla terra del fuoco ha uguali risorse, flora e fauna compresa.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La cartina non è mia (la fonte si legge) e nella maggiore parte dei casi le popolazioni non vengono rese partecipi al ricavo proveniente dal demanio.

  • Sergio

    Ho l’impressione che per liberarsi dall’invasione l’europa e non solo dovrà tornare a “colonizzare l’Africa”.

  • Ilario Fontanella

    78 milioni di dollari? neanche il costo di un aereo da guerra… un altro centinaio per acquedotti vari e il problema sarebbe risolto, purchè le donne non facciano più di 3 figli a testa, altrimenti tra 10 anni saremmo punto a capo

  • Bocci Massimo

    Le carestie sono scientemente prodotte,provocate dalla Feccia METICCIA,la solita che ha messo su il CARAVANSERRAGLIO METICCIO, prima ha allevato in cattività milioni di servi addestrati e prodotto solo per distruggere democrazia e civiltà occidentale,alle CONFRATERNITE di FRATELLANZE all’Animal House (Apolidi, primitivi non pensati, da utilizzare come pistole cariche) per qualsiasi ruolo,utilizzo, CARICA CRIMINALE: terrirista, spacciatore,fervente religioso Kamikaze.insomma miserabili da plasmare e utilizzare secondo A USO E CONSUMO METICCIO!!!, APOLIDI, inumani che come i polli di allevamento IN BATTERIA,che non saprebbero sopravvivere senza le elemosine METICCE!!! Anche alimentari dei loro “Deus ex machina”in queste comuni di SCHIAVI!!! Gli istruttori (INDOTTRINATI ONG,Onlus, modello gioventù Hitleriana) che li catechizzano,dopo averli fatti accoppiare come le BESTIE,in stupri e orge,la loro SUCCEDANEA PROLE che dovra ripetere il rito della monta cimune e poi subire il lavaggio del cervello, cioè una bella FALSIFICAZIONE,DI STORIA E VALORI nella fede METICCIA, degli APOLIDI, dei tutti UGUALI quindi dato che siamo tutti uguali in casa altrui posso fare i comodi e CAZZI MIEI,dato che questi diseredati sono privi di appartenenza e radici,ma le prebdono subito alla vista di cataloghi e programmi TV,che gli illustrano belle ragazze,bella vita (DI COMUNISTI) dunque si scelgono loro il loro domani, che però purtroppo confligge con la paritetica nostra INVASORE,DISTRUTTORE DI CIVILTA’, dunque per questi poveretti, già morti CREATI E ISTRUITA DA MORTI DI FAME è facilissimo interpretare qualsiasi RUOLO che I METICCI (padroni) CHIMINALI,gli sceneggiano Hollyood,da interpretare,per poi per fagliela digerire mertire, con premi paradisiaci di vergini, si pero DOPO!!! PRIMA si devono sgozzare eliminare gli INFEDELI!!! (come nei video Game, centinaia e centinaia e perchè no MIGLIAIA di infedeli (tanto chi cazzo sono questi Europei i meglio Italiani,fascisti che non ci accolgono in hotel) dato che poi il patrone del gioco il Meticcio, li fomenta e alzando sempre l’asticella, della posta del premio,così da ultimo non gli resta che farsi eslodere IN PUBBLICO e CASO MAI MAGLIO IN CASA NOSTRA!!! per non riscuoterlo!!!) quindi questi presunti morti fame,ma petenziali TUTTO FACENTI!!! sono in realtà gli strumeti, che il Meticciato criminale ad ADDESTRATO e INDOTTRINATO per DISTRUGGERCI, lo si è visto a Palmira,dove gli stessi Siriani o simili non hanno esitato adistruggere, una delle più importanti LORO!!! Città storiche della loro ex patria,ma quando a qualcuno inculcano,indottrinato,addestrato…A DISTRUGERCI!!! Che non ha radici,non ha patria, ne valori, ma come deve essere un perfetto PREDATORE, può carpire, distruggere,VIOLENTARE, qualsiasi cosa tanto non è mica a casa sua,se poi quando ha distrutto tutto puo sempre scegliere un altro posto DA RADERE AL SUOLO!!!, Dunque presunti affamati,basta,noi ITALIOTI non siamo disponbili per fare la vostre cavie ne da vostri zerbili, ha noi dei vostri e nostri paradisi con vergini e non c’è ne puo fregare di meno ma ci frega ASSAI che voi VOGLITE!!! Trasformiate la nostra vita,la nostra civiltà come la vostra ESISTENZA DI MERDA IN UN METICCIATO!!! Noi oi siamo un popolo certificato anche se con ESCREMENTI DATATI E TRADITORI,LADRI STORICI, dunque NON ABBIAMO BISOGNO DI ALTRI PARASSITI MATICCIATI!!! Fuori dai…. COGLIONI!!! L’ITALIA è DEGLI ITALIANI, CHE L’HANNO DATA,CONQUISTATA I NOSTRI AVI NOSTRO SANGUE, NON METICCIO E PER QUESTO HANNO DATO IL PROPRIO SANGUE LORO E DEI PROPRI FIGLI E PROPRI AVI,QUI NON C’E’ TRIPPA PER METICCI CRIMINALI!!!! E NAZIONI DEPREDARE E DISTRUGGERE!!!!

  • Emilia2

    In quei Paesi stavano meglio quando erano colonie europee.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Repubblica di 9 anni fa … La Cina per battere la fame compra terreni in tutto il mondo … Entro le frontiere della Repubblica Popolare vive oggi il 21% della popolazione mondiale ma la sua agricoltura ha solo il 9% delle terre arabili del pianeta. La scarsità di superficie coltivabile nasconde un altro vincolo, perfino più drammatico: la mancanza di acqua, aggravata da inquinamento e desertificazione. La Cina ha solo l’ 8% delle riserve di acqua potabile del pianeta; un terzo della superficie nazionale è fatta di deserti e le zone aride continuano a “rubare” territorio di anno in anno. Di qui il piano per partire alla conquista dei “granai del pianeta”. E’ una direttiva preparata dal ministero dell’ Agricoltura: Pechino spinge le grandi società agroalimentari cinesi a investire nell’ acquisizione di superfici coltivabili in tutto il mondo. Potranno contare sul sostegno dello Stato, finanziario e diplomatico, per superare le resistenze dei governi stranieri e accaparrarsi terreni agricoli. Contatti politici sono in corso con il presidente Lula per spianare la strada a maxiacquisizioni di terre in Brasile. La nuova strategia si proietta su tutti i continenti, gli obiettivi potenziali sono tanti …

  • Jackie Quasar

    In breve ! Piu’ che l’UE riempiranno l’Italia di Alfano, Minniti e compagni.

  • alan ladd

    Prima che il fiume straripi si alzano gli argini con molta fretta !

  • Griscenko

    Il problema dei migranti è drammatico. E’ reso irresolubile dalla carta dei diritti dell’uomo di Parigi. Questa carta che abbiamo firmato e che ogni stato civile ha firmato è alla base della rovina dei paesi ricchi. I diritti umani legano le mani ai paesi ricchi. Impediscono i respingimenti. Ci obbligano ad occuparci dei problemi di miliardi di persone che fanno molti figli. In questi anni, chiunque ha governato l’Italia, lo ha fatto sulla base dei diritti umani ed ha impoverito e degradato l’Italia con ricongiungimenti, permessi di soggiorno, richieste d’asilo, mare nostrum e quant’altro. O si fonda la società su altri principi oppure si va nel baratro.

  • https://www.youtube.com/watch?v=OSHaVH9HhfI Panthera Pardus

    E mandargli tonnellate di preservativi così smettono di fare figli quello no, vero ?

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Più della metà della popolazione mondiale (oltre 4 miliardi) è asiatica non africana (1,2 miliardi). Il Sole 24 Ore ci fa sapere (articolo … Lo scenario globale dell’immigrazione. Nel mondo ci sono 244 milioni di migranti, 41% in più dal 2000) che … Secondo i dati dell’ultimo International Migration Report delle Nazioni Unite, i migranti nel mondo provengono in maggioranza dall’India (con 16 milioni di indiani emigrati), dal Messico (12 milioni), dalla Russia (11 milioni) e dalla Cina (10 milioni). Sono invece di origine siriana circa 5 milioni di migranti … https://uploads.disquscdn.com/images/19b8e7be0be5bb29c1015a78e4d6b05622781f3c89675362ac8f523b2edf9902.png

      • thalia

        Questo si sa. Orazio dice che odiava le pompe dei banchetti che apparecchiavano gli arabi e non gli piacevano le corone insertate con fiori d tiglio. pensiamo da quanto tempo siamo in combutta con con detti popoli e, come dice ancora, noi siamo come i villani che dovendo attraversare il fiume aspettiamo che passi l’acqua.

    • thalia

      Quelli non servono perché sono gli uomini a volere figli da scambiare e più ne hanno ,più capre e cammelli guadagnano. mettessero a ogni donna, dopo il parto anche senza farglielo sapere i famosi blocchi interni, in fondo abbiamo molti medici italiani negli ospedali dei loro paesi, ma non conviene a nessuno, ognuno a scala fa i conti delle proprie tasche cominciando dai poteri.

  • thalia

    Immaginiamo se il comico salisse alla ribalta, non del teatro della commedia ma, di quello del dramma nazionale di teatro, con le battute che fa, poveretto anche lui è già arrivato, dove e come andrebbe a finire la nostra nazione.

  • thalia

    Possibilmente, Gattogrigio, gli uomini moderni non hanno capito che liberere il paese significa appunto, liberare se stessi.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      In Africa aumenta la popolazione e pertanto il fabbisogno alimentare. Allo stesso tempo tanti paesi stranieri, e anche aziende straniere, occupano superfici agricole africane. Paesi stranieri che a casa loro non usano una parte della superficie agricola di cui dispongono (in Italia oltre 4 milioni di ettari sono incolti) o che la usano per altri scopi che il cibo per essere umani (per produrre alcol, tabacco, biocombustibile, legname, cibo per animali domestici eccetera).